Podcast di storia

Battaglia di Braddock Down, 19 gennaio 1643

Battaglia di Braddock Down, 19 gennaio 1643


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La guerra civile inglese , Richard Holmes e Peter Young, un'opera giovanile di uno dei più noti storici militari del paese, questa è una superba storia della guerra in volume unico, dalle sue cause alle ultime campagne della guerra e fino alla fine del protettorato.


Cornovaglia e Devon, 1643

Alla fine del 1642, l'esercito realista di Sir Ralph Hopton si ritirò dal Devon attraverso il fiume Tamar in Cornovaglia. All'inizio di gennaio 1643, il colonnello Ruthven, governatore parlamentare di Plymouth, tentò di rafforzare la sua posizione attaccando Saltash sul lato della Cornovaglia del Tamar. Ruthven mise l'artiglieria dalla parte del Devon e portò tre navi da guerra nell'estuario del fiume per bombardare Saltash in preparazione per un assalto attraverso lo stretto di Plymouth da parte della fanteria su barche. Il governatore realista di Saltash, Sir William Courtney, ha inviato una richiesta urgente di rinforzi. Sir Ralph Hopton avanzò con il reggimento del colonnello Trevannion per rafforzare la guarnigione di Saltash e gli attacchi dei parlamentari furono respinti. Tuttavia, l'arrivo a Plymouth di rinforzi parlamentari dal Somerset e dal Dorset permise infine al colonnello Ruthven di sopraffare i realisti e forzare l'attraversamento del Tamar a Newbridge, sette miglia a nord di Saltash. I realisti abbandonarono la linea del Tamar e ripiegarono su Bodmin mentre Ruthven avanzava in Cornovaglia e concentrava le sue forze a Liskeard.

Il 17 gennaio, violente tempeste hanno spinto tre navi da guerra parlamentari cariche di armi e denaro nel porto realista di Falmouth. Le navi sono state prontamente sequestrate. Questa manna permise a Hopton di riequipaggiare l'esercito realista e persino di pagare in anticipo i suoi soldati. Il morale era alto quando i realisti marciarono verso Lostwithiel e si acquartierarono nella tenuta di Lord Mohun a Boconnoc.


Contenuti

Hopton aveva tentato di marciare nel Devon dalla Cornovaglia, ma gli era stato impedito dalla forza parlamentare a Plymouth sotto il conte di Stamford e William Ruthven. Si ritirò attraverso Bodmin Moor e il 17 gennaio fu in grado di rifornire le sue scorte di cibo e munizioni da tre navi parlamentari che cercarono rifugio da una tempesta a Falmouth e furono catturate. [2] [3]

Le forze realiste di Sir Ralph Hopton erano state accampate la notte tra il 18 e il 19 gennaio a Boconnoc. All'apertura del campo, la loro avanguardia dragone incontrò la cavalleria parlamentare a est e scoprì l'esercito di Ruthven schierato su Braddock Down. Ruthven non era disposto ad aspettare l'arrivo dei rinforzi inviati da Stamford e aveva marciato per affrontare i realisti nella speranza di una rapida vittoria. [1] Inizialmente Ruthven credeva di dover affrontare i ritardatari dell'esercito principale di Hopton, ma fu invece attirato ad affrontare l'intera forza realista. [3]


Scoprire

Abbonamento

Aiuta a preservare la storia della Cornovaglia diventando membro del Cornwall Heritage Trust per soli £ 10 all'anno.

Sponsorizzazione

Se desideri sostenere Cornwall Heritage Trust, abbiamo una gamma di opportunità di sponsorizzazione per tutte le tasche.

ENewsletter

Tieniti aggiornato con tutte le notizie e le attività del Cornwall Heritage Trust con la nostra eNewsletter mensile.

© Cornovaglia Heritage Trust 2021 | Ente di beneficenza registrato n. 291607 Società n. 1901905 | Design del sito web di SeaDogIT &check


Polemos ECW Battle: Battaglia di Braddock Down 19 gennaio 1643

Oggi ho provato a ribattere la battaglia di Braddock Down, sulla base di uno scenario sul blog Too Much Lead (vedi il link al rapporto di battaglia qui). Era relativamente semplice convertire l'ordine di battaglia dato per l'uso con le regole Polemos, quindi:

Comandante: Hopton (Buono)

La fanteria:
2 basi Piede Veterano (misto)
6 basi Piede Allenato (misto)
1 piede addestrato di base (tiro)

La cavalleria:
1 cavallo veterano base (S)
1 base cavallo addestrato (S)
1 dragoni addestrati di base

L'artiglieria:
1 artiglieria base

Esercito del Parlamento

Comandante: Ruthven (media)

La fanteria:
5 basi Piede Allenato (SH)
2 basi piede grezzo (SH)

La cavalleria:
2 basi Cavallo Addestrato (D)
2 basi Raw Horse (D)

L'artiglieria:
2 basi Artiglieria
1 Dragoni smontati addestrati di base (le guardie di artiglieria)

L'artiglieria parlamentare doveva tirare un dado ogni turno per vedere se arrivava, avendo bisogno di un '6'.

Il campo di battaglia: campi a sinistra, paludi in alto, una casa e un recinto in basso, boschi a destra. Ho ignorato i lievi aumenti a sinistra ea destra poiché non avevano alcun effetto sulla battaglia. L'esercito parlamentare è disposto a sinistra, quello del re è a destra.

Una vista dell'esercito parlamentare dai realisti: il cavallo addestrato a sinistra, la fanteria addestrata a sinistra e dietro (bandiere rosse), la fanteria cruda a destra (bandiere gialle), il cavallo crudo all'estrema destra.

L'esercito realista, visto dalle linee parlamentari: da sinistra: cavallo addestrato, fanteria veterana (bandiere bianche), fanteria addestrata (bandiere blu e verdi), il tiro comandato nel recinto, il cavallo veterano, con i dragoni e l'artiglieria dietro sulla strada.
La battaglia:

Ci furono alcuni turni di avanzamento e manovra, ma questa era la posizione quando la fanteria realista entrò nel raggio dei moschetti.

Sulla destra parlamentare, Ruthven lancia uno squadrone di cavalleria per cercare di catturare l'artiglieria realista. Fortunatamente per Hopton, vengono fermati dal fuoco del colpo comandato.

Hopton attacca alla testa dei suoi cavalieri veterani: un po' contro ogni previsione, le truppe parlamentari respingono questo attacco con perdita!

Un'inquadratura contestuale più ampia della situazione appena prima del combattimento di fanteria principale.

Il primo assalto realista è abbastanza devastante: un battalia si arrende in massa e altri due sono pesantemente scossi. Sorprendentemente, i veterani realisti (le bandiere bianche in alto) sono stati respinti

Si verificarono alcuni andirivieni e per un attimo sembrò che l'attacco realista si sarebbe fermato, ma poi il piede parlamentare fu colto dal panico e fuggì all'unisono.

Il cavallo parlamentare fece un ultimo disperato tentativo di ottenere un'improbabile vittoria su questo fianco ma, sebbene a un certo punto si fosse avvicinato, si verificò una sanguinosa situazione di stallo prima del crollo del centro parlamentare.
Risultati e note di gioco:
Una vittoria monarchica leggermente prevedibile, anche se le teste rotonde hanno resistito forse un po' meglio di quanto ci si sarebbe potuto aspettare. Furono sfortunati in quanto la loro artiglieria non raggiunse mai il campo di battaglia. Il gioco è stato abbastanza fluido, non ricordo di aver riscontrato problemi se non per chiedermi se la compenetrazione delle unità fosse consentita o meno.
La chiave del successo della fanteria realista è una caratteristica delle regole: è possibile ottenere due mosse di fila essendo il giocatore non tempo in un turno e il giocatore tempo nel turno successivo. I realisti ne approfittarono per entrare in combattimento ravvicinato senza affrontare alcun fuoco difensivo. Un'unità picca:tiro 1:1 ha un vantaggio base +2 contro un'unità picca:colpo 1:2 non in corpo a corpo secondo queste regole, quindi dato che tre battalia contro tre battalia corrispondono, c'è una forte possibilità che almeno un difensore l'unità verrà messa in rotta istantaneamente, il che praticamente garantisce l'eventuale vittoria degli attaccanti (anche loro inizieranno a ottenere il bonus di sovrapposizione). Ovviamente c'è un contrasto a questo, ma rende abbastanza difficile difendere una posizione e può creare alcune situazioni molto difficili/impossibili per un giocatore.
Le figure e la casa sono di Bacco 6mm. Il tavolo è 4' x 3' e il gioco ha richiesto circa un'ora di gioco.

Note per il gioco solista:
Il sistema che uso per giocare da solo con Polemos ECW è il seguente:
Genero punti tempo secondo le regole, tranne per il fatto che non tiro un D6. Invece, si presume che ogni comandante ottenga lo stesso punteggio ogni turno. Questo punteggio dipende dalla loro abilità nello scenario. Quindi, si considera che un buon comandante ottenga un "6" ogni turno, un cattivo comandante un "4" e così via. Poi, all'inizio di ogni turno, ogni lato tira un D6 - questo numero è l'offerta per ogni lato. Il gioco quindi procede normalmente. In altri set Polemos uso dadi diversi per riflettere la maggiore possibilità che una fazione con più punti tempo faccia un'offerta più alta, ma poiché le offerte tempo sono limitate a un massimo di 6 in Polemos ECW io uso solo un D6,


1643- Guerra civile inglese

È interessante notare che nel gennaio 1643 il re riceveva ancora petizioni che gli chiedevano di tornare a Londra e al suo parlamento. Una commissione parlamentare visitò persino Oxford, dove risiedeva il re, per promettergli la sua sicurezza se fosse tornato a Londra.

Altrove l'attività di gestione di un regno continuò. Le città fedeli al re raccolsero il loro argento e lo inviarono a Oxford, dove era stata istituita un'altra zecca. Shrewsbury ha inviato dodici carri. Gli ambasciatori andavano e venivano. Giustizia è stata fatta. La questione irlandese continua a perseguitare la politica inglese. Va detto che essendo così preoccupati dei propri conflitti che gli inglesi in Irlanda si trovarono senza provviste o munizioni entro maggio 1643.

Come punto di partenza, è meglio vedere la guerra combattuta a livello regionale nel 1643 in quanto fornisce un indicatore delle cifre chiave e della rispettiva forza delle varie forze – pensa a ciascuna regione come a una partita a scacchi tra le due parti il che è complicato dal fatto che si tratta di una supervisione nazionale che vede i conflitti regionali intrecciarsi anche se va detto che la maggior parte dei leader locali non prestava molta attenzione al quadro nazionale, erano troppo occupati a schermaglie con i loro ex vicini . Inizierò dalla costa meridionale e dal sud-ovest dell'Inghilterra

La costa sud-orientale/sud – Ben diretto (per la maggior parte) – Il castello di Dover fu catturato dal Parlamento prima che il fischio d'inizio fosse suonato nel 1642. Nell'Hampshire i realisti tennero in particolare Basing House e Portsmouth, ma ovunque nel la contea era parlamentare. Il Parlamento ha iniziato a formare comitati e ad aumentare le tasse in queste aree, nonché a raccogliere truppe. Il Parlamento ha anche affermato che se le persone non potevano pagare le tasse in moneta, potevano pagare in natura e ha prodotto una tabella di orientamento, quindi il grano era l'equivalente di 5 scellini. Entro la fine dell'anno Hampshire, Dorset e Somerset sarebbero stati coinvolti nel conflitto e Basing House, che era una delle più grandi casate Tudor del paese, sarebbe stata vittima di non uno ma tre assalti diretti mentre i parlamentari sotto il comando di Sir William Waller (nella foto sotto.)

Il comando monarchico in Cornovaglia era tenuto da Ralph Hopton, presentato all'inizio di questo incarico con sua moglie Elizabeth. Nel 1642 lui ei suoi uomini avevano cacciato i parlamentari da Launceston. Mentre Hopton non era in grado di assicurarsi il Devon in quel momento, la Cornovaglia era fermamente monarchica. Questa posizione è stata confermata il 19 gennaio 1643 quando Hopton ha vinto la battaglia di Braddock Down e da lì ha continuato ad assediare Plymouth che era nelle mani dei parlamentari. All'inizio del 1643 ci furono una serie di schermaglie tra entrambe le parti, ma luoghi come il parlamentare Exeter continuarono a presentare petizioni e negoziare per la pace tra le fazioni in guerra. A Londra, il Parlamento ha esortato il Devon Committee a raccogliere più denaro e truppe.

Forse non sorprende che a quel punto le chiese e le cattedrali di tutto il paese nascondessero il loro piatto e qualsiasi cosa di valore poiché era visto come un gioco leale da entrambe le parti. A Chichester, il piatto è stato scoperto e portato via dalle forze parlamentari.

Alla fine Hopton e il suo esercito occidentale monarchico avanzerebbero in direzione di Bath, dove entra in conflitto con Sir William Waller e le forze dell'Associazione parlamentare occidentale (l'Associazione occidentale comprende il comando militare di Waller di Gloucester, Wiltshire, Worcester, Shropshire e Somerset. Entro marzo si sarà assicurato Salisbury, Winchester e Bristol per il Parlamento). Per contrastare questo Hopton e Waller vengono alle mani il 16 maggio 1643 quando Hopton assume una forza parlamentare a Stamford Hill. I realisti sono vittoriosi e avanzano verso Bath.

La battaglia di Landsdown Hill viene combattuta il 5 luglio 1643. Waller ha le alture ei monarchici subiscono pesanti perdite anche se è la forza parlamentare che alla fine si ritira. La mattina dopo la battaglia, Hopton è temporaneamente accecato e paralizzato dall'esplosione di un carro di munizioni. Nonostante abbiano vinto la battaglia, i realisti si ritirano a Chippenham, incalzati dagli uomini di Waller mentre lo fanno. Va detto che la vittoria non sembra particolarmente vittoriosa dato che strategicamente Waller prende il sopravvento all'indomani della battaglia.

I parlamentari di Bristol (era stato assicurato per il Parlamento a marzo da Waller senza troppe storie) si spostano per aggirare i realisti di Hopton e il tutto finisce a Devizes il 9 luglio. Waller pensando di aver vinto offre a Hopton termini di resa che Hopton finge di considerare sapendo che ha bisogno di dare ai realisti il ​​tempo di venire in suo aiuto dopo aver inviato un messaggio a Oxford con il principe Maurice prima di essere assediato. Le sue speranze sono soddisfatte quando 2000 cavalieri freschi si sono presentati da Oxford. La battaglia di Roundway Down viene combattuta il 13 luglio 1643. Waller viene clamorosamente sconfitto e deve andare a Londra per raccogliere più soldi e uomini.

UNa quel punto i realisti si rendono conto che potrebbero controllare l'intero sud-ovest. Il 24 luglio il principe Rupert (nella foto sopra) e i suoi uomini si esibiscono fuori Bristol (seconda città dell'Inghilterra in questo momento) e suggeriscono molto bene che il suo governatore parlamentare, il colonnello Nathaniel Fiennes, potrebbe volersi arrendersi. Fiennes declina l'invito e il 26 Rupert e le sue forze assaltano Bristol. Al calar della notte Fiennes chiede le condizioni e all'inizio di agosto re Carlo fa visita. Fiennes chiederà un'indagine parlamentare sulla caduta di Bristol poiché è ampiamente punito per il fatto che Waller ha molto più successo con Gloucester che con Bristol – Gloucester richiede un suo posto e inoltre è appena fuori dal regione che sto coprendo oggi.

Altrove Dorchester, che era parlamentare e dove i suoi cittadini erano stati occupati a scavare fossati e argini di terra notte e giorno, si arrendono ai realisti senza un colpo e a settembre Exeter viene presa dal principe Maurice. Era parlamentare in simpatia e aveva sperato di resistere all'assedio, ma non poteva essere fornito, quindi non aveva scelta. Maurice va ad assediare Plymouth e Dartmouth. Falmouth è già realista. A Poole i parlamentari sventano un attacco realista, ma la marina parlamentare sotto il comando del conte di Warwick si stabilisce nel porto per scoraggiare ulteriori attacchi.

Devo aggiungere che Dorchester cambierà di nuovo proprietario prima della fine dell'anno. Il Parlamento offrirà ai prigionieri realisti catturati a Dorchester l'opportunità di pagare una grossa multa in cambio della loro libertà. Il denaro viene utilizzato per continuare a finanziare i loro eserciti.

A questo punto le città con qualsiasi valore strategico nell'area vengono improvvisamente rivalutate in termini di sicurezza. Per esempio, venti barili di polvere da sparo e pallini furono inviati a Lyme Regis dal Parlamento in modo che potesse essere difeso e al conte di Essex fu ordinato di avanzare attraverso le Midlands per venire dietro agli eserciti monarchici. Le città e i luoghi strategici in tutta l'area hanno la loro storia da raccontare in questo momento, incluso il castello di Dunster che è inaspettatamente parlamentare in simpatia all'inizio del 1642 – ma il post è già abbastanza lungo, quindi lo conserverò per un altro giorno anche.

Nel dicembre 1643, Hopton, elevato alla paria, sta ancora combattendo contro il suo avversario parlamentare William Waller. Entrambi hanno avuto vittorie ed entrambi hanno subito sconfitte. Waller è rintanato nel castello di Farnham, ma Hopton non è in grado di catturarlo, quindi si dirige invece verso il castello di Arundel, che cattura per la causa realista.

Il 27 Waller prende la vicina Chichester.

Nel 1643 alcuni luoghi si arrendono senza colpo ferire, altri luoghi sono scenari di feroci e sanguinose battaglie combattute siepe dopo siepe. Alcuni luoghi vengono assediati, l'assedio viene sollevato e vengono lasciati come fari in un paesaggio ombreggiato dall'esercito avversario. Tutto sommato c'è la sensazione che le sabbie si muovano, ma che a questo punto nel sud-ovest i realisti dovrebbero essere vittoriosi.

Intendo postare su Dunster Castle, la famiglia Luttrell e Gloucester questa settimana. Da lì avanzerò nello Yorkshire dove il comandante realista all'inizio del 1643 è il conte di Cumberland e un uomo fuori dal comune. Dovrà chiamare in aiuto il Conte di Newcastle. Questa sarà un'opportunità per rivisitare la guerra civile nel West Riding per non parlare del crescente significato di Thomas Fairfax. Nel frattempo nelle Midlands la guerra è descritta da Brian Stone non in termini di scacchi ma piuttosto come una partita di calcio e non sono nemmeno arrivato fino alla battaglia di Newbury.

Emberton, Wilfred. (1995) La guerra civile giorno per giorno. Stroud: Sutton Publishing


La battaglia di Braddock Down - Parte prima: lo scenario

Ehi gente, è finalmente giunto il momento per un'altra rissa storica sul blog, e come è la mia preferenza è per un impegno più piccolo e probabilmente più oscuro, questa volta dalle guerre civili inglesi.

A dire il vero, sarebbe quasi ipocrita definire una battaglia l'esito storico di Braddock Down, 19 gennaio 1643. L'impegno effettivo è stato breve e unilaterale come si potrebbe chiedere, ma con un po' più di determinazione non avrebbe dovuto essere così unilaterale, dopo tutto entrambe le parti erano di dimensioni più o meno simili e le forze parlamentari più deboli erano almeno schierate e pronte quando avvistarono il loro nemico.

La battaglia così com'era è ben descritta nel piccolo volume "La guerra civile nel sud-ovest" di John Barratt

Uno dei comandanti monarchici dell'epoca, notò Sir Bevil Grenville "Sir Ralph Hopton ha deciso di marciare verso di loro e lasciare tutto alla misericordia di Dio e al valore della nostra parte. Il coraggio [dei parlamentari] è venuto meno loro poiché non hanno resistito alla nostra prima carica di fanteria, ma sono fuggiti in grande disordine". ma poteva essere diversamente. Altri rapporti suggeriscono che un attacco nelle retrovie da parte dei clubman locali potrebbe aver aiutato i parlamentari, ma almeno avevano iniziato la giornata ben ordinata e presentata. allora cosa è andato storto?


Ogni contea fu fortemente contesa quando scoppiò la guerra civile britannica, ma la Cornovaglia lo era doppiamente. Braddock Down fu la battaglia che decise la lealtà della Cornovaglia, ma, sorprendentemente, fu anche combattuta sul banco degli imputati, quando re e parlamento entrarono in guerra nelle assise di Truro. Entrambe le azioni sono state feroci e l'anniversario di Braddock Down, il 19 gennaio, mi ha offerto l'opportunità di studiarle.

Il re e il parlamento impiegarono metodi diversi per proteggere le contee, le città, i paesi e i luoghi fortificati del regno. Re Carlo ha optato per una Commissione di Array medievale per raccogliere truppe. Il Parlamento formò comitati locali per estrarre denaro e uomini. Con Devon saldamente nelle mani del Parlamento, un uomo del Somerset di nome Sir Ralph Hopton entrò in Cornovaglia con 160 cavalieri e lesse la commissione del re.

Re Carlo I – Credit: National Portrait Gallery

Sir Alexander Carew e Sir Richard Buller del Cornish Committee del Parlamento hanno schierato la loro opposizione nei quarti di sessione di Truro.

È stata fatta un'accusa contro "Diversi uomini sconosciuti, che sono stati recentemente armati in [Cornovaglia] contra pacem."

Hopton è entrato nella linea di tiro e si è presentato in tribunale per opporsi a loro. Avanzò la commissione nominando il marchese di Hertford generale dell'ovest e il suo tenente generale, entrambi firmati dal re. Il Gran Sigillo d'Inghilterra ha impresso la sua autorità e l'immagine del monarca si affacciava dall'effigie di cera. Di fronte a tali argomenti, la giuria si è ritirata per dirimere la questione della coscienza della Cornovaglia.

Hopton fu assolto e la giuria osservò che era "un grande favore e giustizia di Sua Maestà mandare loro aiuti..." Andando oltre, lo descrissero, "il dovere di ogni buon suddito, nonché la lealtà verso il re come in segno di gratitudine a quei signori, per unire con loro ogni rischio della vita e della fortuna.» Hopton colse l'attimo. Incriminò Carew e Buller per "rotta e riunione illegale a Launceston, e per disordini e misfatti commessi contro molti dei buoni sudditi del re nel prendersi le loro libertà".

Rievocazione della società della guerra civile inglese

Questa volta la giuria ordinò all'Alto Sceriffo di mobilitare il posse comitatus (una scorta armata) per disperdere quelli a Launceston e reclutò una forza di 3000 uomini. La bilancia giudiziaria si è ribaltata a favore di Hopton quando sono stati posti sotto il suo comando, e si preparò a sollevare il ponte levatoio della Cornovaglia.

Il 19 gennaio 1643 i due eserciti del Re e del Parlamento si incontrarono e questa volta il verdetto finale sarebbe stato scritto con il sangue vicino a Boconnoc.

Ormai, Hopton aveva un esercito di 5000. A est, individuarono l'esercito di 4000 uomini del colonnello William Ruthven, uno scozzese, e governatore del Parlamento di Plymouth. Entrambe le parti condividevano l'obiettivo di proteggere la Cornovaglia una volta per tutte, ma Ruthven aveva un motivo personale: sconfiggere i realisti e rivendicare gli allori prima che arrivasse il suo superiore.

A mezzogiorno si fermarono a Braddock Down, fuori Liskeard. Ruthven, dopo aver lasciato la crema del suo esercito - i suoi mercenari scozzesi - a Plymouth, faceva affidamento su prelievi grezzi (truppe arruolate) e bande addestrate. Possedeva più cavalleria, tuttavia, e schierò il suo esercito in cima a una grande collina per una maggiore difesa. Hopton scelse una collina adeguatamente uguale entro un colpo di moschetto. Tra gli eserciti c'era una valle che sembrava indicare le profonde divisioni che ora scagliavano i connazionali gli uni contro gli altri.

Per due ore è rimasto così. Entrambe le parti non erano disposte a scendere dai loro trespoli per dare battaglia.

Hopton, usando saggiamente il suo tempo, mandò nella vicina casa di Lord Mohun per l'artiglieria e fu dotato di due cannoni drake minion. Le preghiere venivano lette a ciascun reggimento monarchico mentre queste armi venivano posizionate appena fuori dalla vista del nemico, sul quale avrebbero scatenato un loro sermone. Gli ufficiali parlamentari, alimentando il fervore nel ventre dei loro stessi uomini, accusavano i realisti di partecipare a messe cattoliche.

Hopton scatenò i suoi cannoni e il segnale vide i realisti scendere nella valle con una tale sicurezza da incutere timore nelle truppe di Ruthven. Le palle di cannone di Hopton sfrecciarono sopra le teste dei suoi uomini in una tempesta di ferro che mirava a riportare i parlamentari nel Devon. Lo shock del cannone stava ancora riverberando nell'esercito di Ruthven quando i realisti iniziarono a risalire dalle profondità e spararono una raffica di colpi di moschetto.

Ma gli uomini di Hopton sono riusciti a malapena a fare i conti con i parlamentari prima di rompere. Le linee degli uomini di Ruthven si disintegrarono in una rotta generale con Ruthven stesso in fuga a Saltash. I suoi soldati a pezzi si riversarono a Liskeard, presi tra i realisti alle calcagna e i cittadini ostili.

Gli ordini dei realisti erano di non fare prigionieri, ma i Cornish, come raccontò Sir Edward Hyde, dissero che potevano "non trovare nei loro cuori la voglia di ferire uomini che non avevano nulla tra le braccia".

Pertanto, Hopton prese 1250 prigionieri, oltre a quattro dei cannoni d'ottone abbandonati del nemico che non erano nemmeno stati manovrati in posizione quando i realisti attaccarono. Ancora più importante, la Cornovaglia era al sicuro per il re al costo, si diceva, di due vittime.

Tutte le parole e le immagini fornite da e di proprietà di Mark Turnbull. Le immagini sono della società della guerra civile inglese.

Vai al sito web di Mark QUI

Se desideri contattare Mark, il suo indirizzo email è: [email protected]


Cronologia della guerra civile inglese

Sopra: Carlo I in un'incisione contemporanea del 1644 di Wenceslaus Hollar (particolare).

Data Battaglia
23 settembre 1642 Battaglia di Powick Bridge
23 ottobre 1642 Battaglia di Edgehill
19 gennaio 1643 Battaglia di Braddock Down
19 marzo 1643 Battaglia di Hopton Heath
30 marzo 1643 Battaglia di Seacroft Moor
13 aprile 1643 Battaglia di Ripple Field
25 aprile 1643 Battaglia di Sourton Down
16 maggio 1643 Battaglia di Stratton
30 giugno 1643 Battaglia di Adwalton Moor
05 luglio 1643 Battaglia di Roundway Down
20 settembre 1643 Prima battaglia di Newbury
25 gennaio 1644 Battaglia di Nantwich
29 marzo 1644 Battaglia di Cheriton
29 giugno 1644 Battaglia di Cropredy Bridge
02 luglio 1644 Battaglia di Marston Moor
21 agosto 1644 Battaglia di Beacon Hill
31 agosto 1644 Battaglia di Castello Dore
01 settembre 1644 Battaglia di Tippermuir
13 settembre 1644 Battaglia di Aberdeen
27 ottobre 1644 Seconda battaglia di Newbury
09 maggio 1645 Battaglia di Auldearn
14 giugno 1645 Battaglia di Naseby
02 luglio 1645 Battaglia di Alford
10 luglio 1645 Battaglia di Langport
15 agosto 1645 Battaglia di Kilsyth
13 settembre 1645 Battaglia di Philiphaugh
24 settembre 1645 Battaglia di Rowton Heath
16 febbraio 1646 Battaglia di Torrington
05 maggio 1646 Carlo si arrende agli scozzesi
17 agosto 1648 Battaglia di Preston (fino al 19 agosto)
03 settembre 1650 Battaglia di Dunbar
03 settembre 1651 Battaglia di Worcester

Copyright © 2021 · Dave Fowler • La storia in numeri • Tutti i marchi di fabbrica di terze parti sono qui riconosciuti • Mappa del sito


1648 Carlo è stato processato

Alla fine del 1648 Carlo fu processato davanti a un tribunale di 135 giudici che votarono per un voto che fosse giustiziato. Fu eseguita il 30 gennaio 1649.

A livello nazionale, la situazione politica è rimasta instabile, ci sono state insurrezioni e ulteriori scoppi di ostilità. Il principe Carlo tentò di reclamare il trono con l'aiuto degli scozzesi, portando alla guerra tra la Scozia e il New Model Army di Cromwell. La battaglia di Worcester nel 1651 - una vittoria parlamentare - mandò infine il principe in esilio.

La situazione si è rivelata ugualmente instabile a livello locale durante questo periodo. Le tasse furono aumentate per finanziare le installazioni militari, ma molti in Cornovaglia si ribellarono e presero le armi. Dopo l'uccisione di 70 realisti della Cornovaglia a Penzance il 16 maggio 1648, la gente di Mullion inviò 120 uomini, che marciarono a Goonhilly Downs e poi a St Keverne e Mawgan, raccogliendo altri 300 fanti e 40 cavalieri. Ci fu una battaglia contro le forze parlamentari sotto il controllo di Sir Hardress Waller che alla fine portò alla sconfitta delle forze della Cornovaglia vicino a Gear Camp, un vicino terrapieno dell'età del ferro che si affacciava sul fiume Helford.

In questo contesto di instabilità, la storia delle Isole Scilly ha preso una svolta improbabile. Il Parlamento aveva nominato il colonnello Buller governatore di Scilly dopo la sua resa nel settembre 1646. Due anni dopo, mentre era in chiesa, i suoi soldati si ribellarono e le isole furono di nuovo nelle mani dei realisti. Con Sir John Grenville come governatore, i corsari divennero pirateria e le navi di passaggio furono saccheggiate, indipendentemente dalla nazionalità. Esasperati da ciò, gli olandesi dichiararono guerra a Scilly e salparono per catturare le isole, arrivando contemporaneamente a una flotta parlamentare guidata dall'ammiraglio Blake. Blake catturò Tresco e costrinse la resa di St Mary's nel maggio 1651. Come interessante nota storica, nessun trattato di pace formale fu firmato con gli olandesi fino al 1986, rendendo la guerra tra Olanda e Scilly la più lunga della storia.

Bibliografia

Coate, Mary (1933) Cornovaglia nella Grande Guerra Civile e Interregno 1642-1660 Oxford: Clarendon Press. 2a ed. 1963
Brown, H. Miles (1982) Battles Royal: Charles I and the Civil War in Cornwall and the West Libra Books ISBN 0950800902
Barratt, John (2005) La guerra civile nel sud-ovest Barnsley: Pen & Sword Military ISBN 9781844151462
Holmes, Richard (1989) Battaglie della guerra civile in Cornovaglia, 1642-1646 Mercia ISBN 0948087323
Duffin, Anne (1996) Fazione e fede: politica e religione della nobiltà della Cornovaglia prima della guerra civile. Università di Exeter ISBN 9780859894357
Russell, Dennis (2001) Carew: una storia di guerra civile nel West Country. Londra: Aidan Ellis Publishing ISBN 0856282987
Peachey, Stuart (1993) Stuart Press
La battaglia di Braddock Down 1643 ISBN 1858040213
Le battaglie di Launceston e Sourton Down ISBN 1858040191
La battaglia di Stratton 1643 ISBN 1858040183
Philip Peyton “Cornovaglia: una storia”


Febbraio

Fonti:

AECW: Atlante della guerra civile inglese, PR Newman (Londra 1985)

ATKA: Tutti gli eserciti del re, Stuart Reid (Staplehurst 1998)

BG: Bibliotheca Gloucestrensis , John Washbourn (a cura di) (Gloucester 1825)

antiorario: Cattolici confederati in guerra 1641-49, Pádraig Lenihan (Cork 2001)

CWSA: Le campagne della Southern Association di Sir William Waller, Laurence Spring (Bristol 1997)

CWIH: La guerra civile nell'Hampshire 1642-45, Rev. G. N. Godwin (Southampton 1904)

DBD: La guerra civile inglese giorno per giorno, Wilfrid Emberton (Stroud 1995)

NB: Dizionario di biografia nazionale

ECWB: Battaglie della guerra civile inglese database, Tim Williams

FN: Prima Newbury 1643: la svolta, Keith Roberts (Osprey 2003)

HGCW1: Storia della Grande Guerra Civile vol. io, S.R. Gardiner (Londra 1888)

KCI: Re Carlo I , Pauline Gregg (Berkeley 1984)

NU: Una nazione sotto assedio, la guerra civile in Galles 1642-48, Peter Gaunt (HMSO 1991)

ODNB: Oxford Dictionary of National Biography

RG: Roundhead General, una biografia militare di Sir William Waller, John Adair (Londra 1969)

RKP: Il regno di re Pym, J.H. Hexter (Harvard 1941)

RWE: Lo sforzo bellico realista 1642-46, Ronald Hutton (Londra 1999)

SA: Eserciti scozzesi delle guerre civili inglesi, Stuart Reid (Osprey 1999)

SGCW: Assedi della Grande Guerra Civile, P. Young e W. Emberton (Londra 1978)

SRMC: Shrewsbury, la capitale dei marciatori realisti, Alf Thompson (Ordini del giorno, Volume 33, Numero 2, 2001)

TCG: Il diario di Cromwell, Peter Gaunt (Stroud 1987)

TGCW: La Grande Guerra Civile, AH Burne e P. Young (Londra 1958)

TCWA: La chiamata dell'Assemblea di Westminster , John Murray (Guardiano Presbiteriano 1942)

TCW: Le guerre civili, una storia militare di Inghilterra, Scozia e Irlanda 1638-60, Kenyon e Ohlmeyer (a cura di) (Oxford 1998)

TSR: La rivoluzione scozzese 1637-44, David Stevenson (Newton Abbott 1973)


Guarda il video: Roundway down walk, story of a civil war battle and a few ghostly tales (Giugno 2022).