Podcast di storia

Igal Roodenko

Igal Roodenko


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Igal Roodenko, figlio di immigrati ebrei dall'Ucraina, è nato l'8 febbraio 1917. Suo padre possedeva un piccolo negozio al dettaglio a New York City. Roodenko è cresciuto come sionista e socialista. In seguito ha ricordato che a casa gli sono stati insegnati "tutti i buoni valori: umanista, antirazzista, anticapitalista... la parola socialista era una parola santa per noi".

Roodenko ha studiato orticoltura alla Cornell University (1934-1938) con l'intenzione di portare queste abilità in Palestina. Si è radicalizzato all'università e si è unito alla League for Industrial Democracy e all'American Student Union. Tuttavia, all'università divenne pacifista e decise di rimanere negli Stati Uniti: "consapevole del conflitto tra il mio pacifismo e il mio sionismo, e quindi cessò di essere nazionalista".

Durante le prime fasi della seconda guerra mondiale Roodenko organizzò manifestazioni contro la guerra. Come ha sottolineato Anne Yoder: "Roodenko... ha fatto circolare petizioni e scritto lettere a membri del Congresso e direttori di giornali sollecitando il loro sostegno alla pace mondiale. Le argomentazioni di Roodenko erano già incisive, mostrando la capacità di tagliare la retorica alla radice di un problema, e presentato in uno stile potente che non solo ha evidenziato il suo fermo impegno per le sue convinzioni, ma la sua capacità di spingere gli altri all'azione".

Nel 1942 registrò la sua obiezione di coscienza alla guerra e rifiutò di accettare di essere arruolato nell'esercito. Nel luglio 1943 entrò a far parte dell'Ufficio di bonifica del Dipartimento degli Interni. Insieme ad altri pacifisti ha contribuito a erigere una diga di terra alla testa del fiume Mancos per irrigare la valle di Mancos.

Il 29 settembre 1943, sei obiettori di guerra imprigionati a Lewisburg, in Pennsylvania, iniziarono uno sciopero della fame contro la censura della posta e del materiale di lettura da parte delle autorità carcerarie. Il mese successivo Roodenko iniziò il suo sciopero della fame e del lavoro a sostegno di questi uomini: "La mia preoccupazione riguardava... la censura che a volte raggiungeva livelli assurdi di meschinità e stupidità, censura della posta e materiale di lettura che spesso negava agli uomini l'opportunità di leggere e scrivere di quelle stesse cose che li hanno costretti a sacrificare comodità e rispetto per l'ignominia e il discredito di un registro carcerario".

Roodenko fu arrestato per il suo rifiuto di lavorare e il 6 giugno 1944 un giudice di Denver lo dichiarò colpevole e lo condannò a tre anni in un penitenziario federale. Fu rilasciato dall'Istituto correttivo federale di arenaria nel Minnesota nel dicembre 1946.

Al suo rilascio ha aderito alla Fellowship of Reconciliation (FOR) e al Congress on Racial Equality (CORE). All'inizio del 1947, il CORE annunciò l'intenzione di inviare otto uomini bianchi e otto neri nel profondo sud per testare la sentenza della Corte Suprema che dichiarava incostituzionale la segregazione nei viaggi interstatali. organizzato da George Houser e Bayard Rustin, il Viaggio di Riconciliazione doveva essere un pellegrinaggio di due settimane attraverso la Virginia, la Carolina del Nord, il Tennessee e il Kentucky.

Sebbene Walter White della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) fosse contrario a questo tipo di azione diretta, durante la campagna si offrì volontario al servizio dei suoi avvocati del sud. Thurgood Marshall, capo del dipartimento legale del NAACP, era fermamente contrario al Viaggio della Riconciliazione e avvertì che un "movimento di disobbedienza da parte dei negri e dei loro alleati bianchi, se impiegato nel sud, avrebbe provocato un massacro all'ingrosso senza risultati positivi. "

Il viaggio della riconciliazione iniziò il 9 aprile 1947. Il team comprendeva Igal Roodenko, George Houser, Bayard Rustin, James Peck, Joseph Felmet, Nathan Wright, Conrad Lynn, Wallace Nelson, Andrew Johnson, Eugene Stanley, Dennis Banks, William Worthy, Louis Adams, Worth Randle e Homer Jack.

James Peck è stato arrestato con Bayard Rustin e Andrew Johnson a Durham. Dopo essere stato rilasciato, è stato nuovamente arrestato ad Asheville e accusato di aver infranto le leggi locali di Jim Crow. A Chapel Hill cinque membri della squadra sono stati trascinati giù dall'autobus e aggrediti fisicamente prima di essere presi in custodia dalla polizia locale.

I membri della squadra di Journey of Reconciliation sono stati arrestati più volte. In North Carolina, due degli afroamericani, Bayard Rustin e Andrew Johnson, sono stati giudicati colpevoli di aver violato lo statuto degli autobus Jim Crow dello stato e sono stati condannati a trenta giorni di carcere. Tuttavia, il giudice Henry Whitfield ha chiarito di aver trovato quel comportamento degli uomini bianchi ancora più discutibile. Disse a Igal Roodenko e Joseph Felmet: "Era ora che voi ebrei di New York imparaste che non potete scendere da lei portando con voi i vostri ****** per sconvolgere le usanze del sud. Solo per insegnarvi un lezione, ho dato trenta giorni ai tuoi ragazzi neri e a te novanta».

Il Viaggio della Riconciliazione ha ottenuto una grande pubblicità ed è stato l'inizio di una lunga campagna di azione diretta da parte del Congresso dell'Uguaglianza Razziale. Nel febbraio 1948 il Council Against Intolerance in America assegnò a George Houser e Bayard Rustin il Thomas Jefferson Award for the Advancement of Democracy per i loro tentativi di porre fine alla segregazione nei viaggi interstatali.

Roodenko è stato un membro attivo della War Resisters League (WRL) ed è stato membro del suo Comitato Esecutivo per trent'anni. Durante la guerra del Vietnam fu arrestato dieci volte mentre partecipava a proteste contro la guerra. Nel 1970 è diventato un lavoratore a tempo pieno per WRL. È stato anche attivo in Men of All Colors Together, un gruppo di uomini gay che lavora contro il razzismo all'interno della comunità gay.

Igal Roodenko morì di infarto il 28 aprile 1991.

Se sei un negro, siediti su un sedile anteriore. Se sei bianco, siediti su un sedile posteriore.

Se l'autista ti chiede di spostarti, digli con calma e cortesia: "Come passeggero interstatale ho il diritto di sedermi ovunque in questo autobus. Questa è la legge stabilita dalla Corte Suprema degli Stati Uniti".

Se l'autista convoca la polizia e ripete il suo ordine in loro presenza, digli esattamente cosa hai detto quando ti ha chiesto di spostarti per la prima volta.

Se la polizia ti chiede di "accompagnarti", senza metterti agli arresti, digli che non andrai finché non sarai arrestato.

Se la polizia ti ha messo agli arresti, vai con loro pacificamente. Alla stazione di polizia, telefona alla sede più vicina della NAACP o a uno dei tuoi avvocati. Ti assisteranno.


9 aprile 1947: Primo Freedom Ride

Il 9 aprile 1947, la prima corsa per la libertà, il Viaggio della Riconciliazione, lasciò Washington, D.C. per viaggiare attraverso quattro stati dell'alto sud.

Il Viaggio della Riconciliazione è stato organizzato dal Congresso per l'uguaglianza razziale con la guida dello staff della Fellowship of Reconciliation Bayard Rustin e George Houser. Seguì il caso giudiziario del 1946 di Irene Morgan contro Commonwealth della Virginia dove la Corte Suprema ha stabilito: “che la segregazione nei viaggi interstatali era effettivamente incostituzionale in quanto ‘un onere eccessivo per il commercio.'”

L'attivista locale Yonni Chapman (ora deceduto) e il Chapel Hill-Carrboro NAACP sono stati determinanti nell'ottenere un indicatore eretto per i cavalieri della libertà.

Risorse correlate

Brother Outsider: La vita di Bayard Rustin

Film. Prodotto da Nancy Kates e Bennett Singer. 2002. 83 minuti
Documentario sulla vita dell'attivista per la pace, il lavoro e i diritti civili Bayard Rustin.

Eyes on the Prize: gli anni dei diritti civili dell'America, 1954-1985

Film. Prodotto da Henry Hampton. Lato oscuro. 1987. 360 minuti
Storia documentaria completa del movimento per i diritti civili.

Cavalieri della libertà

Film. Scritto, prodotto e diretto da Stanley Nelson. 2011. 120 minuti.
Uno sguardo di prima mano alle corse del 1961 dagli stessi Freedom Riders e da altri che erano lì.

16 luglio 1944: Irene Morgan si rifiuta di cambiare posto sull'autobus

Irene Morgan si è rifiutata di cambiare posto su un autobus segregato in Virginia.

8 giugno 1961: arrestati Freedom Riders

I Freedom Riders che viaggiavano da New Orleans a Jackson furono arrestati nel 1961.


Igal Roodenko. Roodenko si è laureato alla Townsend Harris High School di Manhattan, New York. Ha frequentato la Cornell University dal 1934 al 1938, dove ha ricevuto un ..

Roodenko si è laureato alla Townsend Harris High School di Manhattan, New York. Ha frequentato la Cornell University dal 1934 al 1938, dove ha conseguito una laurea in orticoltura. Roodenko era un uomo gay e di mestiere faceva il tipografo.

Era un membro attivo della War Resisters League WRL ed era un obiettore di coscienza al servizio militare nella seconda guerra mondiale. Roodenko è stato nel comitato esecutivo della WRL dal 1947 al 1977 ed è stato presidente delle leghe dal 1968 al 1972. All'inizio della guerra, fu mandato in un campo nella contea di Montezuma, in Colorado, per svolgere il servizio pubblico civile al posto del servizio militare . I principi di Roodenko lo hanno portato a rifiutarsi di lavorare, il che a sua volta ha portato al suo arresto, condanna e reclusione presso il Federal Correctional Institution, Sandstone. Ha citato in giudizio il governo degli Stati Uniti, contestando la costituzionalità del Selective Training and Service Act del 1940. Il 22 dicembre 1944, la Corte d'Appello del Decimo Circuito degli Stati Uniti si è pronunciata contro Roodenko e la Corte Suprema degli Stati Uniti ha negato un atto di certiorari il 26 marzo 1945. Lui e gli obiettori di coscienza in altre sei prigioni federali iniziarono uno sciopero della fame l'11 maggio 1946 per attirare l'attenzione sulla difficile situazione dei resistenti alla guerra. Roodenko non è stato rilasciato dal carcere fino al gennaio 1947.

Roodenko è stato uno dei primi membri del Committee for Nonviolent Revolution, un gruppo pacifista fondato a New York nel 1946. Altri membri di spicco includevano Ralph DiGia, Dave Dellinger, George Houser e Bayard Rustin. Dopo il suo rilascio dalla prigione, Roodenko visse in un appartamento al 217 di Mott Street nel Lower East Side di New York. Rustin ha affittato un appartamento un piano sotto Roodenko, e questa vicinanza, insieme al numero eccezionale di giovani radicali che vivono in Mott Street e nella vicina Mulberry Street e altrove nel quartiere, ha permesso a Roodenko di continuare l'attivismo.

Nel 1947 fu arrestato con Rustin e un certo numero di altri manifestanti durante il Viaggio della Riconciliazione per aver deliberatamente violato una legge della Carolina del Nord che richiedeva posti a sedere segregati sui mezzi pubblici. Al loro processo, Rustin e Roodenko furono entrambi condannati. Rustin è stato condannato a 30 giorni per una banda di catene della Carolina del Nord. Il giudice disse a Roodenko: "Ora, signor Rodenky sic, presumo che lei sia ebreo". "Sì, lo sono", ha risposto Roodenko. "Beh, era ora che voi ebrei di New York imparaste che non potete scendere portando con voi i vostri negri per sconvolgere i costumi del Sud. Solo per darvi una lezione", lo condannò il giudice a 90 giorni in una banda di catene - tre volte la durata della sentenza Rustins.

Roodenko fu arrestato numerose altre volte nel corso della sua vita: nel 1962 per aver guidato una manifestazione per la pace a Times Square la sua condanna fu sospesa, poiché il giudice era solidale con gli obiettivi dei manifestanti. Altre volte per aver protestato contro i maltrattamenti dei dissidenti sovietici, contro gli investimenti della Cornell University in Sudafrica e, in Polonia nel 1987, insieme ad altri quattro membri della WRL, per aver cercato di rafforzare i legami organizzativi con i dissidenti polacchi. Al momento della sua morte, Roodenko era un membro di Men of all Colours Together.

Nel 1983, discutendo le difficoltà dell'attivismo politico con un giornalista del New York Times, Roodenko affermò in modo memorabile che "se fosse facile, qualsiasi scemo potrebbe essere un pacifista". Roodenko morì il 28 aprile 1991 al Beekman Downtown Hospital di New York per un attacco di cuore. Lascia sua nipote, Amy Zowniriw.


Tag: Igal Roodenko

Includiamo qui un video che contiene estratti di audio da un'intervista di storia orale del 1974 con Igal Roodenko, partecipante al Viaggio di riconciliazione del 1947, dalla raccolta del Southern Oral History Program (SOHP) all'UNC Chapel Hill. Le storie orali del SOHP sono archiviate e conservate presso la Southern Historical Collection. Diverse centinaia di queste storie orali sono state digitalizzate e sono disponibili online. Per ascoltare l'intervista completa con Igal Roodenko, visitare:

Questo video contiene anche un montaggio di immagini, principalmente tratte dai fondi della Southern Historical Collection. La SHC contiene documentazione sparsa sul viaggio di riconciliazione del 1947 e sulla vita e l'opera del reverendo Charles M. Jones, tra cui (ma non solo):

  • Charles M. Jones Papers (trovare aiuto per la raccolta #5168)
  • Robert L. Johnson Papers (trovare aiuti per la raccolta #5362)
  • Fellowship of Southern Churchmen Records (trovare aiuti per la raccolta #3479)
  • Joseph Felmet Papers (trovare aiuto per la raccolta #4513)
  • Programma di storia orale meridionale (trovare aiuti per la raccolta #4007): comprese queste interviste digitalizzate B-0010 A-0035 B-0041 e altre non ancora digitalizzate.

Siamo molto orgogliosi di essere il depositario di queste importanti fonti primarie che documentano questo episodio spesso dimenticato della storia del sud. Tuttavia, non possiamo fare a meno di notare che ci sono molti pezzi mancanti nei documenti d'archivio che potrebbero raccontare il resto della storia. Potrebbe essere che ci sia davvero solo una fotografia dei Freedom Riders del 1947? Che dire della documentazione dei tassisti e di altri che si sono opposti ai passeggeri? Abbiamo ancora il nostro bel da fare.


Intervista di storia orale di Andrew Young

Immagine di Andrew Young dalla Library of Congress (questa fotografia di pubblico dominio non fa parte delle collezioni della SHC)

Il Southern Oral History Program (SOHP) dell'UNC raccoglie interviste con meridionali che hanno dato contributi significativi a una varietà di campi e interviste che renderanno storicamente visibili coloro la cui esperienza non si riflette nelle fonti scritte tradizionali. La Southern Historical Collection è l'archivio delle storie orali raccolte dal SOHP.

Il SOHP ha digitalizzato 500 interviste dalla raccolta, attraverso un progetto chiamato Oral Histories of the American South. Periodicamente, “Southern Sources” condividerà collegamenti ad audio di interviste SOHP selezionate.

Oggi siamo lieti di presentare un'intervista SOHP con Andrew Young. Andrew Young è stato il primo deputato afroamericano della Georgia dalla Ricostruzione. Eletto per la prima volta nel 1972, Young è stato successivamente nominato ambasciatore alle Nazioni Unite da Jimmy Carter.

In questa intervista SOHP, Young discute la natura della discriminazione razziale nel Sud e descrive il suo coinvolgimento nelle campagne di registrazione degli elettori. Durante l'intervista, fa paragoni tra i rapporti razziali all'interno degli stati del sud e quelli tra il nord e il sud. Secondo Young, è stato l'accesso al potere politico che alla fine ha alterato le maree del pregiudizio razziale nel sud. Cita il passaggio del Voting Rights Act del 1965 come una svolta decisiva nelle relazioni razziali. Per Young, è stata l'elezione degli afroamericani a posizioni di potere che ha permesso agli afroamericani di portare a compimento altri progressi che avevano fatto nell'istruzione, negli affari e nella posizione sociale.

Menu Intervista (Descrizione, Trascrizione e Audio): Menu dell'intervista di Andrew Young (dal SOHP)


Materiali storici queer nelle collezioni speciali di Swarthmore

Collezione Jane Addams-130 piedi lineari
Jane Addams (1860-1935), è stata una riformatrice sociale di fama mondiale che ha co-fondato Hull House, la prima casa di insediamento in America nel 1889. Addams ha vissuto la maggior parte della sua vita adulta con la sua compagna di lunga data Mary Rozet Smith. Addams ha sostenuto molte cause a favore dei poveri urbani, come la protezione degli immigrati, le leggi sul lavoro minorile, la sicurezza sul lavoro, i tribunali per i minorenni e il riconoscimento dei sindacati. È stata una delle principali pensatrici e scrittrici su questioni di democrazia, internazionalismo, pace e diritti umani. Addams è stato insignito del Premio Nobel per la pace nel 1931. Anche Mary Rozet Smith ha lavorato a Hull House, in particolare nei vari progetti educativi e corsi offerti lì. La raccolta contiene molte lettere tra le donne, riguardanti la loro relazione decennale.

Anita Augspurg (1857-1943), e Lida Gustava Heymann (1868-1943) - erano eminenti femministe tedesche e attiviste per la pace che hanno vissuto insieme per oltre 40 anni. Furono due delle poche donne tedesche a partecipare all'incontro internazionale delle donne contrarie alla prima guerra mondiale, tenutosi all'Aia nell'aprile del 1915.
Collezioni con partecipazioni:
--Anita Augspurg Collected Papers-contiene una biografia inedita di Heymann di Augspurg
--Collezione Jane Addams
--Festa per la pace delle donne
--Lega Internazionale delle Donne per la Pace e la Libertà, Registri della Sezione USA
-- Women's International League for Peace and Freedom International Office Records (solo microfilm)

Robert(a) Dickinson Collected Papers (-1982) 2,5 pollici lineari
Roberta Dickinson era un'attivista quacchera, architetto e artista. Nata Robert Dickinson, subì un intervento chirurgico nel 1976 e da allora fu conosciuta come Roberta Dickinson. La maggior parte delle risorse della Peace Collection copre le proteste di Robert Dickinson contro la guerra del Vietnam ea sostegno della resistenza alle tasse di guerra.

Barbara Deming (1917-1984)-scrittore, romanziere e attivista di azione diretta nonviolenta. Deming è stata politicamente attiva dai primi anni '60 fino alla sua morte a metà degli anni '80. Negli anni '60 ha iniziato a scrivere sulla sua sessualità, integrando le sue convinzioni nel femminismo con la nonviolenza.
Le collezioni con partecipazioni su Deming includono:
--Comitato per i documenti sull'azione nonviolenta
--Bradford Lyttle Papers
--AJ Muse Papers
--Tracy D. Mygatt e Frances Witherspoon Papers
--Record della War Resisters League

Erna Harris e Mary Sassoon-Harris e Sassoon erano attivisti afroamericani il cui lavoro per la pace veniva principalmente attraverso la Women's International League for Peace and Freedom. Harris era un giornalista ed editore di giornali e faceva parte del consiglio nazionale della sezione statunitense del WILPF. Il lavoro di Sassoon per WILPF era basato in California, dove le due donne vivevano insieme e presiedevano un ramo locale dell'organizzazione.

--Women's International League for Peace and Freedom, U.S. Section Records (contattare lo staff della Peace Collection all'indirizzo [email protected] per ulteriori informazioni)
--Women's International League for Peace and Freedom, U.S. Section Records, California Branches (contattare lo staff della Peace Collection all'indirizzo [email protected] per ulteriori informazioni)

Giorgio Lakey-attivista nonviolento per la pace e diretto con sede nell'area di Filadelfia, ma che ispira e forma attivisti in tutto il mondo. Lakey è attivo per la pace e contro la guerra almeno dagli anni '60.
Le collezioni con partecipazioni su Lakey includono:
Record di un gruppo d'azione quacchero
Record del Movimento per una Nuova Società

Collezione Dorothy Marder 12,75 piedi lineari
Dorothy Marder era una fotografa, attivista per la pace, membro della comunità gay e lesbica, consulente e sostenitrice della disabilità. Il suo lavoro fotografico più ampio riguardava l'attivismo pacifista delle donne (in particolare Women Strike for Peace), nell'area di New York tra la fine degli anni '60 e gli anni '80. Molte delle sue fotografie sono apparse in movimenti pacifisti e pubblicazioni di stampa alternative. Marder ha fotografato noti attivisti per la pace, femministe e personaggi politici dell'ultimo quarto del ventesimo secolo.
Alcune delle fotografie di Marder sono in una mostra online (nessun collegamento separato ancora).
Dorothy Marder ha anche contribuito con oltre 60 magliette con messaggi politici, vedere le immagini #141-211 (nessun collegamento separato ancora).


Igal Roodenko Diritti civili, attivista contro la guerra

Igal Roodenko, 74 anni, attivista per i diritti civili e contro la guerra da una vita, è stato arrestato dozzine di volte in tutto il paese per aver partecipato a varie manifestazioni. Stampatore di professione, Roodenko ha occupato le celle delle prigioni dal profondo sud a Washington, dove stava marciando a sostegno dei dissidenti sovietici. È stato anche un membro di lunga data di organizzazioni per i diritti degli omosessuali ed è stato un assiduo frequentatore di Los Angeles, dove è stato attivo nel Gay and Lesbian Community Service Center. Roodenko era stato anche arrestato in Polonia per aver manifestato con i membri dell'International War Resistance League, di cui era un membro di lunga data. Roodenko ha scontato 20 mesi in una prigione federale durante la seconda guerra mondiale come obiettore di coscienza. Domenica a New York City, apparentemente per un attacco di cuore.

Con la variante Delta altamente contagiosa del coronavirus che continua a diffondersi in tutto lo stato, il Dipartimento di sanità pubblica della contea di Los Angeles raccomanda a tutti i residenti di indossare maschere negli spazi pubblici al chiuso, indipendentemente dal fatto che siano stati vaccinati per il COVID-19.

Almeno otto persone sono morte mentre vivevano all'Airtel Plaza Hotel di Van Nuys, dove centinaia di senzatetto sono stati ospitati attraverso Project Roomkey.


File: Igal protesta contro la guerra in Vietnam, 4 luglio 1966 a Copenhagen.jpeg

Fare clic su una data/ora per visualizzare il file come appariva in quel momento.

AppuntamentoMiniaturaDimensioniUtenteCommento
attuale19:24, 14 dicembre 2015688 × 1.306 (629 KB) Amyjoy001 (Discussione | contributi) Caricamento cross-wiki da en.wikipedia.org

Non puoi sovrascrivere questo file.


Mentre sei con noi.

A maggio, l'impatto sproporzionato del COVID-19 sui neri americani, insieme all'uccisione da parte della polizia di George Floyd, ha scatenato un momento di resa dei conti razziale. Articoli come questo riflettono Recensione di Boston&rsquos impegno nella lotta al razzismo&mdash dalla pubblicazione di strategie per porre fine alla violenza della polizia all'amplificazione delle voci nere. Molto prima che le pubblicazioni tradizionali si concentrassero sulla giustizia razziale, Recensione di Boston fornito uno dei principali forum per queste discussioni con serietà e sottigliezza. Rimaniamo impegnati nella convinzione che la razza abbia un posto centrale in ogni discussione di giustizia, democrazia e cittadinanza. Unisciti a noi nel fornire spazi aperti e gratuiti per queste conversazioni diventando un lettore di supporto di Recensione di Boston oggi.


Igal Roodenko - Storia

Agenzia operativa: AFSC

Ha aperto: 10 1942

Chiuso: 3 1947

Lavoratori

Numero totale di lavoratori che hanno lavorato in questo campo: 702

CPS Camp No. 52, un campo base del Soil Conservation Service situato in un campo del Civilian Conservation Corps a nord-est di Powellville, nel Maryland e gestito dall'American Friends Service Committee (AFSC), è stato aperto nell'ottobre 1942. L'AFSC ha gestito il campo fino al 15 novembre 1944 quando il Comitato Centrale Mennonita assunse quei compiti fino alla chiusura del campo nel marzo 1947. Gli uomini eseguirono lavori pericolosi tagliando e ripulendo i canali di scolo del fiume Pokomoke per limitare l'erosione dei terreni agricoli bassi.

Il campo si trovava sulla penisola di Delmarva, tra la baia di Chesapeake e l'Oceano Atlantico, un miglio a sud-ovest di Powellville*. Salisbury era la grande città più vicina a quindici miglia a nord-ovest. Il CPS ha utilizzato un campo del Civilian Conservation Corps che aveva iniziato un progetto di drenaggio nel 1939 sul fiume Pokomoke e ha continuato il progetto. Il fiume scorreva a sud attraverso la penisola, scendendo da un pollice a un miglio. Il canale, ostruito da limo e alberi, impediva ai fossi di drenare i bassi terreni agricoli lungo il fiume. I contadini avevano abbandonato la terra.

*Mentre la Directory of Civilian Public Service e altre pubblicazioni elencano la città come Powellsville, Maryland, il nome effettivo è Powellville. (Swarthmore College Peace Collection, CPS Camp List Google)

Registi: Russell Freeman, Arthur Gamble, Dan Wilson, William Mackensen, Ernest Wildman, Leland H. Brenneman, S. Glenn Esch

Dietologi: Verda Kauffman, Ruth Smucker

Matrone: Sig.ra S. Glen Esch, Margaret Dirks van der Smisssen

Infermiere-Matrone: Tena Heinrichs, Lola Schertz

Molti degli uomini che hanno aperto il campo avevano precedentemente prestato servizio presso il CPS Camp No. 3 a Patapsco, nel Maryland, il primo campo CPS ad aprire il 15 maggio 1941.

Nei primi anni del campo, la maggior parte degli uomini riferiva da comunità agricole urbane piuttosto che rurali. Data la natura difficile del pesante lavoro manuale richiesto per aprire il drenaggio per i terreni agricoli pianeggianti, molti si trasferirono in altri campi e unità. Alla fine del 1944, molti trasferiti nel campo sono entrati dalle aree rurali e hanno segnalato la loro occupazione come agricoltura o altre esperienze agricole. In generale, circa il cinquantanove percento delle CO nei campi e nelle unità mennoniti ha dichiarato che l'agricoltura e il lavoro agricolo erano un'occupazione precedente, mentre il ventinove percento di quelli nei campi di Friends ha dichiarato di aver avuto esperienza nell'agricoltura. (Sibley e Jacob p, 172)

I campi di Men in Friends tendevano a segnalare la più grande diversità religiosa quando entravano nel CPS, con una minoranza di coloro che dichiaravano l'affiliazione di Friends, molti riferivano di altre affiliazioni confessionali e altri ancora nessuna affiliazione religiosa. La grande maggioranza delle CO nei campi mennoniti, tuttavia, tendeva a riferire di entrare da una varietà di gruppi confessionali mennoniti, creando più somiglianza nelle esperienze religiose tra gli assegnatari.

Mentre gli uomini nei campi CPS hanno riportato più istruzione al punto di ingresso rispetto agli uomini arruolati nell'esercito e nella marina, gli uomini nei campi di Friends sono entrati con una media di 14,27 anni di istruzione e gli uomini nei campi mennoniti con una media di 10,45 anni di istruzione. (Sibley e Jacob p. 171)

Il lavoro pericoloso richiedeva l'uso di asce, seghe, sgobbare attraverso acri di terreno fangoso, macchinari pesanti e dinamite. Il tasso di infortuni era stato elevato nei primi mesi di attività, forse a causa della mancanza di esperienza tra gli assegnatari non abituati al lavoro manuale. Man mano che gli assegnatari diminuivano di numero, i funzionari dell'AFSC, del Selective Service e del MCC decisero di trasferire gli uomini rimanenti e di inserire un gruppo più abituato a questo tipo di lavoro.

Nel 1944, quando arrivò il nuovo gruppo, erano state tagliate nove miglia e mezzo del canale di scolo, ma era necessario incanalare, pulire e drenare altre cinque o sei miglia. Prima l'area è stata picchettata, poi il legname è stato sgomberato da una larghezza di centosessanta piedi alla linea del Delaware e di duecentodieci piedi all'estremità inferiore. Le squadre di lavoro hanno tagliato la sterpaglia mentre altre squadre hanno abbattuto alberi più grandi. I piccoli cespugli e gli alberi sono stati rimossi a mano fino al bordo della radura, mentre i grandi alberi hanno dovuto essere tirati fuori dal trattore. Una squadra di dinamite ha poi fatto saltare i ceppi in preparazione per il dragaggio finale del canale con macchinari.

Nell'autunno del 1946, la falda freatica si era abbassata a sufficienza da consentire di coltivare altri trentasettemila acri in precedenza improduttivi.

Questo campo, noto come Pokomoke, amministrato dagli Amici dal 1942 al 15 novembre 1944, trasferì la leadership operativa ai Mennoniti.

John J. Fisher, Jr. è arrivato nel periodo di transizione. "Dopo alcune settimane fantastiche e talvolta rischiose di perizie, abbattimento di cespugli, abbattimento di alberi, dinamite e verricello, noi uomini del college [gli unici nelle caserme] siamo stati 'promossi' a lavori d'ufficio".

Come impiegato del campo ho lavorato per Leland Brenneman, Howard e Verda Kauffman e Arnold Dietzel. Dato che Powellsville [sic] era in fase di transizione dagli auspici quaccheri a quelli mennoniti, sono diventato buon amico dei quaccheri e ho imparato ad apprezzare la diversità offerta dagli Amish, dai battisti, dai fratelli di Plymouth, dai testimoni di Geova, dai cristiani di Cristo e dai vari tipi di mennoniti.

Ricordo che tutti noi una volta abbiamo discusso se essere raccoglitori di fagioli di emergenza in una fattoria vicina come parte del nostro servizio nazionale. Alcuni hanno scelto e altri no. È stata una buona formazione nella scelta etica alla base. L'esperienza del campo in questa fase della mia vita era ciò di cui avevo bisogno: lavoro significativo, quartetto evangelico, lavoro notturno al pronto soccorso dell'ospedale di Salisbury, pallacanestro, "sessioni di tori" e qualche seria lettura della Bibbia. Inoltre, ho appreso presto che un donatore anonimo della College Mennonite Church mi aveva incluso nei suoi fondi di sostegno per gli uomini nel CPS. Questo per me è stato un gesto molto apprezzato. (“Deviazione. . . Main Highway”: le nostre storie di CPS pp. 14-15)

I leader della comunità di Powellville, al momento dell'apertura del campo, hanno appreso che gli uomini di Patapsco includevano un ufficiale di polizia di colore e hanno avvertito i funzionari del CPS di non trasferire l'uomo. Il resto degli uomini ha detto all'American Friends Service Committee che non sarebbero andati a Powellville a quelle condizioni. Su richiesta del comandante nero, l'AFSC lo ha trasferito in un'unità distaccata della scuola di addestramento di servizio di Cheltenham, nel Maryland, prima che il campo si trasferisse. (Goossen p. 40).

I programmi di orientamento per i campi base si sono evoluti nel corso degli anni. È interessante notare che nel primo anno di Pokomoke, la direzione del campo ha istituito un ampio programma di educazione alla sicurezza seguito da un bollettino bisettimanale sulla sicurezza chiamato Il Poco-Note.

Nel 1944, quando i Mennoniti iniziarono a gestire il campo con un nuovo gruppo di uomini, istituirono un programma di orientamento in tre fasi. Il primo consisteva in tre giorni di informazioni sulle procedure del campo e discussioni sul campo. Il secondo, un periodo di allenamento di cinque giorni l'ultima settimana del primo mese in campo, ha approfondito questioni su cui gli uomini ora avevano una certa esperienza. La terza e ultima parte comprendeva periodi di discussione settimanali per tre mesi.

Nell'aprile del 1943, un gruppo di uomini del CPS che agiva indipendentemente dalle agenzie religiose e contro l'espresso divieto del servizio selettivo indisse una Conferenza di Chicago sull'azione sociale. I pianificatori intendevano offrire agli uomini l'opportunità di scambiare opinioni e prendere in considerazione azioni riguardanti i loro problemi comuni in aree della natura del lavoro CPS, opportunità per un maggiore servizio, programmi di formazione e cosa dovrebbero fare le CO in merito alla coscrizione, come esempi. Il generale Hershey ha ordinato a tutti i direttori del campo di "non concedere permessi" per la partecipazione degli assegnatari, poiché il servizio selettivo non aveva approvato la conferenza in anticipo.

A Powellville, sessantasette dei settantadue uomini si impegnarono a non rispettare l'ordine come negazione delle libertà civili. Gli incontri ad alto livello tra le agenzie religiose e i funzionari del Servizio Selettivo non sono riusciti a rimuovere il divieto del generale Hershey. La conferenza è andata avanti con una partecipazione molto ridotta e a coloro che hanno partecipato è stata data una consueta penalità di tre giorni per ogni giorno di A.W.O.L. Né gli uomini del CPS né molti dei leader della Historic Peace Church erano contenti del risultato. Tuttavia, l'incidente e le conseguenze hanno dimostrato le restrizioni in base alle quali i CO hanno lavorato nel servizio selettivo e i limiti alle libertà civili nelle proteste di coscienza.

Naomi Brubaker organizzò una scuola di cucina nel campo nel 1946. Queste scuole programmate per alcune settimane, includevano istruzione e lavoro di apprendista nelle varie aree della pianificazione, preparazione e gestione del cibo del campo. I partecipanti provenivano anche da altri campi.

Il Comitato Centrale mennonita iniziò ad assegnare pastori ai campi base per assistere con la vita religiosa verso la fine del CPS. A Pokomoke, Harry Shelter ha servito come pastore del campo per un po' di tempo e T. A. van der Smissen è venuto dal campo n. 31 di CPS a Camino, in California, il 1 gennaio 1947.

Durante il 1945, MCC tenne una serie di brevi istituti nei campi regionali. Il primo istituto di coscrizione a Powellville, il 24-25 febbraio 1945, attirò cinquantacinque delegati CPS e MCC per esplorare "l'atteggiamento cristiano" verso la coscrizione in tempo di pace e durante la guerra. Inoltre, durante l'istituto, i partecipanti hanno riflettuto sull'esperienza CPS e pianificato discussioni di follow-up per i campi e le unità locali. Il gruppo di presentazione a Powellville comprendeva J. Winfield Fretz, Irvin Horst, H. S. Bender, Orie O. Miller, Albert Gaeddert, Robert Kreider, Elmer Ediger e altri che erano stati coinvolti nello sviluppo iniziale del programma CPS.

Durante il periodo in cui gli Amici gestivano il campo, gli uomini crearono una serie di pubblicazioni. hanno cominciato Il pacificatore nel dicembre 1942, con il vol. 2. No. 20 archived in the Swarthmore College Peace Collection. They published Social Action News from May through August of 1943. The Socialist C. O. began publication in early 1943 and continued to publish periodically through May of 1945. From July through December 1943, the men cooperatively published The Open Ballot with CPS Camp No. 108 in Gatlinburg, Tennessee. They produced Powellsville News and Comment from February through June of 1943. Co’ok’s Tours, actually published in CPS Camp No. 2 at San Dimas, California, appeared in September 1943, attributed to the Powellville men. From September 1943 through April 1944, the men published five issues of Pokomoke Opinion. And, they produced School of Industrial Relations Bulletin, June through November in 1944.

After the new group of men arrived in November 1944, they published a camp paper The Dove-Tale from February 1945 through September 1946.

Of all the National Service Board for Religious Objectors base camps, only Powellville remained at the time CPS concluded.

For more information on this and other MCC soil conservation camps see Melvin Gingerich, Service for Peace: A History of Mennonite Civilian Service. Akron, PA: Mennonite Central Committee printed by Herald Press, Scottdale, PA 1949, Chapter X, pp. 108-124 Religious Life in CPS Chapter XVIII pp. 276-294 Formal Education in CPS Chapter XIX, pp. 295-317.

For more information on women COs see Rachel Waltner Goossen, Women Against the Good War: Conscientious Objection and Gender on the American Home Front, 1941-47. Chapel Hill, NC: The University of North Carolina Press, 1997.

For personal stories of CPS men, see Peace Committee and Seniors for Peace Coordinating Committee of the College Mennonite Church of Goshen, Indiana, “Detour . . . Main Highway”: Our CPS Stories. Nappanee, IN: Evangel Press, 1995, 2000.

For an in depth history of conscientious objection in the United States, see Mulford Q. Sibley and Philip E. Jacob, Ithaca, Conscription of Conscience: The American State and the Conscientious Objector, 1940-1947. Ithaca, NY: Cornell University Press, 1952, including a description of other CPS camp institutes on peace studies pp. 191-92 Chapter XII, Protests of Conscience pp. 257-278.


Guarda il video: Хореограф Станислав Катаков (Giugno 2022).