Podcast di storia

Nuvole rosse

Nuvole rosse


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Red Cloud è il nome inglese di Makhpiyaluta (Scarlet Cloud), che può anche essere scritto Mahpiua-Luta. Red Cloud era il capo Oglala Lakota (Sioux) che, più di ogni altro capo Lakota, è associato alla transizione degli indiani delle pianure da nomadi guerrieri liberi a popoli soggiogati. governo e la cavalleria dell'esercito, che lo ha segnato come uno dei più importanti leader Lakota del 19ns secolo.

Nascita e infanzia

Red Cloud nacque nel 1822, sulle placide rive dell'ampio e lento fiume Platte vicino a quella che oggi è la North Platte, nel Nebraska. La madre di Red Cloud era un membro degli Oglala Sioux e suo padre, che morì nella giovinezza di Red Cloud, era un membro dei Brulé Sioux. Red Cloud è stato allevato nella famiglia di suo zio materno, Chief Smoke.

Sebbene la storia della sua giovinezza sia sconosciuta, Red Cloud probabilmente è cresciuto nel tradizionale ambiente amorevole che circondava i bambini Sioux. Durante i suoi anni di formazione, la tribù trascorse molto tempo a combattere guerre territoriali con le vicine tribù Pawnee, Crow, Ute e Shoshone. Mentre Red Cloud stava crescendo, gli sono stati mostrati numerosi giochi che gli hanno insegnato come essere un abile combattente. Red Cloud possedeva anche un'importante capacità di raccontare storie in modo vivace e convincente.

Inizio carriera

Gran parte della prima infanzia di Red Cloud è stata spesa in guerra, prima e più spesso contro i vicini Pawnee e Crow, e altre volte, contro altri Oglala. Red Cloud ha dimostrato che la sua medicina era potente all'età di 16 anni quando è sopravvissuto a una ferita da freccia quasi fatale nelle sue costole. Contò il colpo* più di 80 volte e convinse 4.000 guerrieri di varie tribù ad allearsi con lui contro gli uomini bianchi. Nel 1841, Red Cloud uccise uno dei principali rivali di suo zio; l'uccisione causò dissidi tra gli Oglala che persistettero per anni a venire. Ha guadagnato un'enorme importanza all'interno della nazione Lakota per la sua leadership nelle guerre territoriali contro i Pawnee, i Crow, gli Ute e gli Shoshone.

Il giovane Red Cloud ha sviluppato una reputazione sia per il coraggio che per la crudeltà. La sua statura tra gli Oglala Sioux crebbe presto, avendo acquisito una reputazione come un feroce guerriero e un uomo di spiccata spietatezza verso i nemici del suo popolo, in particolare nelle campagne contro i Pawnee.

Il sentiero di Bozeman, fortezze e oro

Quando gli uomini bianchi scoprirono l'oro nel Montana nei primi anni 1860, iniziarono a costruire una strada, presto chiamata Bozeman Trail, che attraversava il cuore del territorio Lakota da Fort Laramie nell'attuale Wyoming, ai campi d'oro. Hanno anche costruito una serie di forti per proteggere la strada.

Il primo piccolo distaccamento di truppe inviato per iniziare i lavori di costruzione fu intercettato da Red Cloud con un grande gruppo di Oglala Lakota e Cheyenne. Hanno impedito ai soldati di muoversi per molti giorni, ma alla fine hanno avuto il permesso di andarsene. Nell'autunno del 1865, i commissari andarono a negoziare con gli Oglala per ottenere il permesso di costruire la strada, ma Red Cloud proibì i negoziati e si rifiutò di partecipare al consiglio.

Matrimonio e poi carriera

Red Cloud ha preso una sola moglie durante la sua vita; il suo nome era Pretty Owl. Il loro matrimonio è durato più di mezzo secolo.

Verso la metà degli anni 1860, Red Cloud era un leader guerriero Oglala ed è stato riconosciuto dai bianchi come un capo. A partire dal 1865, Red Cloud guidò gli Oglala e i Cheyenne in una guerra contro gli intrusi bianchi sul Bozeman Trail. Ha lanciato una serie di assalti ai forti. Red Cloud aveva visto l'esercito cacciare i Lakota orientali dalla loro terra in Minnesota durante sanguinose battaglie nel 1862 e nel 1863. Non volendo permettere al suo popolo di soffrire di essere cacciato dalla loro terra, guidò una serie di attacchi ai forti lungo il sentiero - il singolo reato di maggior successo mai compiuto da una nazione indiana.

Il principale risultato militare di Red Cloud consistette nel costringere gli Stati Uniti ad abbandonare il Bozeman Trail tra il fiume North Platte e i giacimenti auriferi del Montana. Nel giugno 1865, a seguito di una fallita campagna dell'esercito degli Stati Uniti per realizzare una pace duratura con la forza, la politica indiana del governo degli Stati Uniti cambiò da pacificazione militare a negoziata. Nel giugno 1866 si tenne una conferenza di pace con leader come William T. Sherman , il capo dei grandi capi Dull Knife, il capo Spotted Tail e Red Cloud presenti, per negoziare quello che sarebbe stato il primo Trattato di Fort Laramie, ma non fu mai firmato. Red Cloud ha ripetuto il suo rifiuto di mettere in pericolo i terreni di caccia del suo popolo. Il capo con rabbia lasciò il consiglio e gli indiani interruppero praticamente tutti i viaggi dei civili lungo il percorso. I piccoli forti — Reno, Phil Kearny e C.F. Smith - che l'esercito aveva stabilito per proteggere i viaggiatori, difficilmente poteva proteggere le proprie guarnigioni.

Nel 1866, Red Cloud osservò l'esercito costruire forti lungo il Bozeman Trail nella regione dell'oro del Montana. I minatori e gli abusivi arrivarono, prima in un rivolo, poi in un grande diluvio di carri che scavarono profondi solchi nella terra. Red Cloud guidava l'opposizione per la sua tribù, che resisteva nella convinzione che l'afflusso di viaggi lungo il sentiero avrebbe distrutto i migliori terreni di caccia ai bufali rimasti.

Il 21 dicembre 1866, Red Cloud ha organizzato un'imboscata. Ha ingannato un ufficiale del calvario di nome Fetterman, che è stato inviato da Fort Phil Kearny per proteggere un gruppo inviato a raccogliere legna. Ha selezionato 10 guerrieri, tra cui il diciannovenne Capo Cavallo Pazzo, come esche. Il gruppo di 10 guerrieri attaccò i taglialegna per attirare i soldati. Fetterman guidò circa 80 uomini contro i 10 guerrieri; 2.000 guerrieri poi hanno attaccato il suo fianco. Il reggimento fu sconfitto. Non un soldato è sopravvissuto. La battaglia di Fetterman ha drammatizzato il fallimento della politica indiana dell'esercito e ha dato nuovo impulso alle richieste di negoziare la pace con i Sioux, in particolare con Red Cloud. Red Cloud, tuttavia, si rifiutò di negoziare fino a quando l'esercito non abbandonò i forti lungo il Bozeman Trail.

La strategia di Red Cloud ebbe un tale successo che nel 1868 il governo degli Stati Uniti accettò di redigere il Trattato di Fort Laramie del 1868. Le notevoli disposizioni del documento imponevano all'esercito di abbandonare i suoi forti lungo il Bozeman Trail e garantire ai Lakota il possesso di quella che oggi è la metà occidentale del South Dakota, comprese le Black Hills, insieme a gran parte del Montana e del Wyoming.

L'esercito abbandonò i forti nell'agosto 1868, ma Red Cloud arrivò a Fort Laramie per discutere di pace solo qualche tempo dopo. Alla fine, firmando il trattato il 6 novembre, Red Cloud accettò lo status di conquista per tutto il suo popolo, in cambio di doni, la promessa di rendite e altri benefici. Accettò di abbandonare il sentiero di guerra e di trasferire la sua gente in una grande riserva a nord dello stato del Nebraska ea ovest del fiume Missouri. Il trattato del 1868 era un documento lungo e complicato che gli indiani trovavano difficile da capire. La pace, ovviamente, non durò.

Una pace fragile

Red Cloud mantenne la pace che aveva concordato a Fort Laramie nel 1868. Riconobbe la follia di andare in guerra, ma cercò di ottenere quante più concessioni possibili. Red Cloud viveva in pace con i bianchi, anche se in seguito fu accusato di doppiezza incoraggiando i nativi americani ostili. Vari gruppi di riforma lo ammiravano e lo consideravano una celebrità, ma era una spina nel fianco di coloro che stavano cercando di portare avanti la "politica di pace" del governo. Plains, una guerra che significherebbe l'eventuale sottomissione delle nazioni indiane indipendenti. Red Cloud non si unì al Capo Cavallo Pazzo, al Capo Toro Seduto e ad altri leader di guerra nella successiva guerra dei Lakota del 1876-77. Si oppose al movimento dei cercatori d'oro e dei coloni verso le Black Hills, per esempio, ma non partecipò alla battaglia del Little Big Horn. Incoraggiò gli "ostili", tuttavia, e suo figlio Jack era nella battaglia del Little Big Horn.

Red Cloud ha anche mantenuto una certa influenza con Crazy Horse. Fu Red Cloud che il governo usò nel 1877 per persuadere il noto capo di guerra ad arrendersi, entrare a Fort Robinson e accettare lo status di sconfitto. Come ricompensa, il generale Crook ha permesso a Red Cloud di riprendere la sua guida degli Oglala. È stato un triste successo per Red Cloud; non solo Cavallo Pazzo è stato ucciso mentre era in custodia dell'esercito, ma Red Cloud avrebbe assistito impotente alla lenta erosione del modo di vivere della sua gente nei successivi 30 anni.

Infine, nel 1878 Red Cloud accettò di trasferire la sua gente nella riserva di Pine Ridge, nel South Dakota occidentale. alcuni dei quali non riuscivano a farsi strada nei tepee e nelle pance del popolo indiano. Alla fine, ha costretto il licenziamento di McGillycuddy.

Gli ultimi giorniRed Cloud è stato rimosso come capo di guerra nel 1881, e da allora in poi ha vissuto in pensione nella riserva di Pine Ridge nel South Dakota.

Nel 1890, il vecchio capo scoraggiò la partecipazione al sentiero di guerra Ghost Dance, nel tentativo di evitare i problemi che avevano portato al massacro di Wounded Knee. Con il passare degli anni, Red Cloud ha incontrato crescenti difficoltà con i membri della tribù che volevano riprendere il sentiero di guerra. Sentivano che non era più un leader efficace. Allo stesso tempo, c'era chi pensava che fosse un ostruzionista che impediva il progresso del suo popolo lungo la strada dell'uomo bianco. Ha combattuto senza successo contro il Dawes Act del 1887, che ha scolpito le riserve in singoli tratti. Fino alla sua morte nel 1909 alla grande età di 87 anni, Red Cloud ha continuato a fare pressioni dalla riserva di Pine Ridge per il controllo tribale delle loro terre e mantenere il potere le mani dei capi. Era una figura centrale nel conflitto tra l'esercito e il Dipartimento degli Interni su chi dovesse avere autorità sugli indiani delle pianure.


*Un'impresa di coraggio eseguita in battaglia, in particolare toccando il corpo di un nemico senza causare lesioni.
Vedi anche il capo Kiowa - Santana e il capo Oglala - American Horse, the Elder.


Guarda il video: Nuvole Rosse (Potrebbe 2022).