Podcast di storia

René Hardy

René Hardy


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

René Hardy è nato in Francia nel 1911. Ha lavorato come funzionario delle ferrovie nazionali francesi e durante la seconda guerra mondiale si è unito al gruppo di resistenza francese Combat e ha compiuto diversi atti di sabotaggio contro i tedeschi.

Il 7 giugno 1943 Hardy fu arrestato dalla Gestapo. Il suo principale interrogatore, Klaus Barbie, alla fine ottenne informazioni sufficienti per arrestare Jean Moulin, Pierre Brossolette e Charles Delestraint. Moulin e Brossolette morirono entrambi mentre venivano torturati e Delestraint fu mandato a Dachau dove fu ucciso verso la fine della guerra.

Quando le truppe alleate si avvicinarono a Lione nel settembre 1944, Barbie distrusse i registri della Gestapo e uccise centinaia di francesi che avevano una conoscenza diretta dei suoi brutali metodi di interrogatorio. Questo includeva venti doppiogiochisti che gli avevano fornito informazioni sulla Resistenza francese.

Barbie fuggì di nuovo nella Germania nazista dove fu reclutato dal Corpo di controspionaggio statunitense (CIC). Barbie ha impressionato i suoi gestori americani infiltrandosi nel ramo bavarese del Partito Comunista. Secondo il CIC Barbie "il valore come informatore supera infinitamente qualsiasi utilità che possa avere in prigione".

Nel 1947 Hardy fu accusato di lavorare con le autorità tedesche a Lione. Fu dichiarato non colpevole ma fu nuovamente processato nel 1950. Sia l'accusa che le squadre di difesa volevano che Klaus Barbie testimoniasse. A quel tempo John J. McCloy, l'Alto Commissario per la Germania, era preoccupato per la crescita del comunismo in Baviera e apprezzava il ruolo svolto da Barbie in questa lotta. Ha quindi deciso di respingere le richieste avanzate dalle autorità francesi di consegnare Barbie. Durante il processo, l'avvocato difensore di Hardy ha esposto ciò che stava accadendo annunciando in tribunale che era "scandaloso che le autorità militari statunitensi in Germania stessero proteggendo Barbie dall'estradizione per motivi di sicurezza".

Barbie si era infatti nascosta in una casa sicura del CIC nella Zona Americana in Germania. McCloy ha negato qualsiasi conoscenza di dove fosse Barbie e ha invece annunciato che il caso era sotto inchiesta. McCloy è stato informato dal CIC che: "L'intera faccenda Hardy-Barbie è stata promossa come una questione politica da elementi di sinistra in Francia. Nessuno sforzo è stato fatto dai francesi per ottenere Barbie a causa dell'imbarazzo politico che la sua testimonianza potrebbe causare certi alti funzionari francesi». In altre parole, Barbie aveva informazioni che avrebbero mostrato come importanti politici francesi che durante la guerra avevano collaborato con la Gestapo. Il governo americano era anche preoccupato per quello che Barbie avrebbe potuto dire sul suo coinvolgimento con il CIC in Germania.

L'8 maggio 1950, Hardy fu assolto e in seguito divenne un romanziere di successo. Come ha sottolineato Kai Bird (Il presidente: John J. McCloy: The Making of the American Establishment): "Il pubblico francese infuriato ha accusato gli americani di non aver permesso che Barbie, la testimone chiave contro Hardy, fosse estradata dalla Germania. Alla fine di maggio, sotto la pressione dei veterani della resistenza francese, il governo francese aveva chiesto ancora una volta l'arresto di Barbie. "

John J. McCloy era ora in una posizione difficile. Era riluttante ad ammettere che il CIC stava impiegando un criminale di guerra accusato. In effetti, era più grave di così. Secondo un documento del CIC, Klaus Barbie aveva "diretto personalmente le operazioni di controspionaggio del CIC volte a infiltrarsi nell'intelligence francese". Il CIC ha detto a McCloy che "una completa divulgazione da parte di Barbie ai francesi delle sue attività per conto del CIC... fornirebbe ai francesi la prova che stavamo dirigendo operazioni di intelligence contro di loro".

Per tutta l'estate e l'autunno del 1950 McCloy disse ai francesi che "si stanno compiendo continui sforzi per localizzare Barbie". In realtà, non è stata condotta alcuna ricerca di alcun tipo poiché sapevano dove abitava. In effetti, ha continuato a percepire uno stipendio CIC durante questo periodo. Nel marzo 1951, Barbie fu portata di nascosto dalla Germania e gli fu data una nuova vita in Bolivia. Nel 1957 acquisì la cittadinanza boliviana con lo pseudonimo di Klaus Altmann

Solo nel 1983 i cacciatori di nazisti riuscirono a trovare Klaus Barbie e a farlo estradare in Francia. Al suo processo nel 1987, Barbie affermò che Hardy aveva lavorato per lui come doppiogiochista. René Hardy morì nello stesso anno senza che venissero mosse nuove accuse contro di lui.


Guarda il video: लब समय तक अकल रन स, damage can cause ? how and why. (Potrebbe 2022).