Podcast di storia

Un massacro al chiaro di luna, Michael Locicero

Un massacro al chiaro di luna, Michael Locicero



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un massacro al chiaro di luna, Michael Locicero

Un massacro al chiaro di luna, Michael Locicero

L'operazione notturna sulla cresta di Passchendaele, 2 dicembre 1917. L'ultimo atto dimenticato della terza battaglia di Ypres

I resoconti ufficiali britannici della terza battaglia di Ypres la fanno terminare alla fine di novembre, dopo la seconda battaglia di Passchendaele. Al contrario, i tedeschi considerano la battaglia conclusa all'inizio di dicembre. La differenza è spiegata dal fallito attacco notturno esaminato in questo libro, effettuato il 2 dicembre nel tentativo di migliorare la posizione britannica all'estremità settentrionale della cresta di Passchendaele prima che le condizioni invernali rendessero impossibili altri attacchi.

Iniziamo con uno sguardo alla campagna complessiva di Ypres e agli sviluppi tattici che l'hanno accompagnata. Sebbene questa battaglia sia quasi sempre percepita come uno spreco senza speranza e condannata per i suoi inutili attacchi attraverso terre desolate fangose, includeva anche periodi di grande successo britannico in cui una serie di attenti attacchi presero alcune delle posizioni tedesche più forti e poi trasformarono l'abitudine tedesca di contrattaccare contro di loro. I tedeschi erano molto preoccupati da questi sviluppi e modificarono le proprie tattiche difensive nel tentativo di farvi fronte. Parte del loro nuovo piano prevedeva solo una linea del fronte difesa molto leggermente. Quando fosse stato rilevato un attacco britannico, questa prima linea sarebbe stata evacuata e sia il punto di partenza britannico che gli avamposti tedeschi sarebbero stati sottoposti a un pesante bombardamento di artiglieria. L'idea di un attacco notturno senza un bombardamento preliminare fu avanzata nel tentativo di superare questa nuova tattica tedesca, l'idea era che gli inglesi sarebbero stati fermamente stabiliti dietro il bombardamento tedesco prima che la propria artiglieria aprisse il fuoco.

Questo è un attacco molto dettagliato su scala abbastanza piccola e di breve durata. La confusione insita in un attacco notturno, e aggravata dalle scarse comunicazioni sul campo di battaglia del 1914-18, è illustrata da una serie di estratti di conversazioni registrate tra ufficiali superiori e dai vari messaggi con cui hanno dovuto lavorare. I generali che avevano il compito di rispondere agli eventi al fronte operavano così senza una chiara idea di cosa stesse realmente accadendo, e spesso si trovavano a fare i conti con resoconti contraddittori ed errati. La brillante luce della luna è stata incolpata di gran parte dei problemi in quel momento, con l'attacco che si è svolto con luce sufficiente perché i tedeschi fossero in grado di vedere e colpire gli attaccanti, ma non abbastanza luce per gli inglesi per avere un quadro chiaro di cosa stava succedendo. Tuttavia, vale la pena notare che gli attacchi iniziali hanno fatto alcuni progressi, la maggior parte dei quali non è andata persa fino al contrattacco dei tedeschi il giorno successivo.

Sebbene questo attacco sia fallito, è chiaro che la mancanza di pianificazione non può essere incolpata di tale fallimento. Questo attacco seguì una serie di attacchi riusciti, che avevano messo il villaggio di Passchendaele e gran parte della sua cresta nelle mani britanniche, e quindi c'era una ragionevole aspettativa di successo qui. Diamo anche uno sguardo interessante agli ampi rapporti dopo l'azione che sono stati prodotti come parte dei tentativi riusciti dell'esercito britannico di migliorare le sue tattiche.

Un'immagine in questo libro dimostra i pericoli dell'utilizzo di mappe contemporanee. Una mappa che illustra un attacco al castello di Polderhoek mostra una serie di edifici circondati da un parco alberato. Una foto aerea della stessa posizione mostra un paesaggio di crateri di conchiglie pieni d'acqua sovrapposti con una manciata di edifici in rovina e nessun albero in vista.

Questo è un prezioso esame dettagliato dell'attacco finale della terza battaglia di Ypres e fornisce alcune preziose informazioni sui problemi affrontati dall'esercito britannico e dall'alto comando alla fine del 1917.

capitoli
1 - Antecedenti
2 - Istruzioni e ordini divisionali
3 - Un massacro al chiaro di luna
4 - L'alba e l'epilogo
5 - Contrattacco e conseguenze
6. Conclusione
Ventuno appendici

Autore: Michael Locicero
Edizione: copertina rigida
Pagine: 432
Editore: Helion
Anno: 2014



Guarda il video: Valentina Lisitsa - Moonlight Sonata Beethoven (Agosto 2022).