Corso di storia

Generale Tomoyuki Yamashita

Generale Tomoyuki Yamashita


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il generale Tomoyuki Yamashita era il comandante dei 25 giapponesiesimo Esercito che attaccò la Malesia nel dicembre del 1941. Nel febbraio del 1942, Yamashita prese la resa delle forze britanniche e del Commonwealth comandate dal tenente generale Percival a Singapore. Il suo successo in questa campagna ha fatto guadagnare a Yamashita il soprannome di "Tiger of Malaya".

Yamashita è nata l'8 novembreesimo 1885 sull'isola di Shikoku. Suo padre, un medico locale, non credeva che Yamashita avesse la capacità accademica di riuscire in una professione come la legge. Quindi iscrisse suo figlio in una scuola militare, la Kainan Middle School. 15 anni, Yamashita si unì all'Accademia militare di Hiroshima. Qui si guadagnò la reputazione di gran lavoratore e fu trasferito all'Accademia militare centrale di Tokyo nel 1905. Dopo diversi tentativi, nel 1913 Yamashita superò gli esami necessari per farlo entrare nel General Staff College. Qui ricoprì il ruolo di capitano e si laureò nel 1916, sesto nella sua classe.

Tra il 1919 e il 1921, Yamashita prestò servizio come addetto militare a Berlino e Berna, in Svizzera. Durante questo periodo incontrò un collega ufficiale, Hideki Tojo. Quando non lavorava, Yamashita trascorreva il suo tempo a studiare. Nel 1921 tornò in Giappone e lavorò all'interno dello stato maggiore dell'esercito giapponese imperiale. Nel 1930 Yamashita ricevette il comando del 3rd Reggimento di fanteria imperiale e detiene il grado di colonnello.

Yamashita divenne un membro del gruppo Koda-ha (gruppo imperatore), che tentò un colpo di stato fallito. Yamashita non fu direttamente coinvolto in questo tentativo di colpo di stato, che era stato effettuato da ufficiali più giovani dell'1st Reggimento, ma scoprì che il suo nome, a seguito della sua appartenenza a Koda-ha, era stato rimosso dalla lista di promozione dell'esercito. Questo, per Yamashita, indicava che non avrebbe mai potuto raggiungere l'alto comando che voleva. La sua rimozione ad un comando a Seoul in Corea sembrava confermare questo. Koda-ha aveva un gruppo rivale che aveva notevolmente beneficiato del fallito colpo di stato. Conosciuta come "Control Faction", uno dei suoi membri principali era Hideki Tojo che ora considerava Yamashita come un serio rivale da tenere il più lontano possibile da Tokyo.

Tra il 1938 e il 1940, Yamashita fu assegnato nel nord della Cina dove comandò il 4esimo Divisione dell'esercito giapponese.

Alla fine del 1940, Yamashita visitò l'Europa a capo di una missione militare e incontrò Hitler e Mussolini.

Mentre era caduto in disgrazia con artisti del calibro di Tojo e dell'imperatore Hirohito, c'erano quelli che riconoscevano la sua abilità militare e spingevano per la sua promozione. In questo hanno avuto successo. Il 6 novembreesimo, 1941, Yamashita ricevette il comando del 25esimo Esercito. Aveva un mese per preparare se stesso e il suo esercito all'attacco a Malaya, previsto per l'8 dicembreesimo.

L'attacco alle forze britanniche e del Commonwealth a Malaya e Singapore ebbe un tale successo che Yamashita ottenne il soprannome di "Tiger of Malaya". Il suo conteggio totale dei prigionieri di guerra nella campagna, 130.000 uomini, fu il più grande nella storia militare britannica e del Commonwealth.

Ciò che accadde a Singapore fu usato come prova contro Yamashita quando fu processato per crimini di guerra nel 1945.

Il successo di Yamashita in Malesia elevò notevolmente il suo status a Tokyo. Per diluire il più possibile, si pensa che Tojo fosse dietro il suo appuntamento nel luglio 1942 come comandante del giapponese 1st Esercito in Manciuria. Questo appuntamento lo ha tenuto fuori dalla guerra del Pacifico per oltre due anni.

Nell'ottobre 1944, quando fu chiaro ad alcuni che l'enorme potenza militare americana stava superando quella giapponese, Yamashita fu nominato capo dei 14esimo Area Army che doveva difendere le Filippine. Sebbene avesse a disposizione oltre 250.000 soldati, rifornire questi uomini era quasi impossibile, così come la supremazia americana in mare: i suoi sottomarini e le sue forze aeree cacciarono senza pietà le navi giapponesi di rifornimento con enorme successo.

Yamashita fu costretto a lasciare Manila dagli americani in avanzata e ristabilì il suo quartier generale nelle montagne del nord di Luzon.

Tra febbraio e marzo 1945 soldati giapponesi a Manila e dintorni hanno ucciso oltre 100.000 civili filippini. Quel che fu chiamato "Il massacro di Manila" fu anche tenuto contro Yamashita durante il suo processo.

Yamashita alla fine arrese le sue truppe, ridotte a meno di 50.000, il 2 settembreND.

Yamashita è stato arrestato e formalmente accusato di crimini di guerra il 25 settembreesimo. In particolare, è stato accusato di non aver controllato gli uomini di Singapore che hanno commesso atrocità ben documentate, come i crimini commessi presso l'Ospedale Alexandra. La stessa accusa è stata fatta nei confronti del "massacro di Manila" - che lui come ufficiale comandante era responsabile delle azioni dei suoi uomini.

L'avvocato difensore di Yamashita ha sostenuto che le comunicazioni nelle Filippine erano così povere che Yamashita non poteva sapere cosa stesse succedendo mentre era a Luzon e le uccisioni di massa erano a Manila. Il colonnello Harry Clarke, Snr, ha anche sostenuto che Yamashita aveva riconosciuto che erano state perpetrate illegalità a Singapore ordinando l'esecuzione degli ufficiali responsabili dei soldati che avevano commesso un omicidio all'ospedale Alexandra.

Tuttavia, il 7 dicembreesimo 1945, Yamashita fu dichiarato colpevole di crimini di guerra in virtù di un precedente che sarebbe diventato noto come "Standard Yamashita" - che lui come ufficiale in comando doveva assumersi la piena responsabilità delle azioni degli uomini sotto il suo comando. Dato l'ambiente in cui si è svolto il processo - conoscenza del trattamento dei prigionieri di guerra tenuto dai giapponesi, conoscenza del trattamento dei civili sotto il dominio giapponese, il fatto che il processo si sia svolto nelle Filippine dove si è svolto il "massacro di Manila" ecc. - il risultato probabilmente non è mai stato in dubbio.

La legittimità del processo è stata messa in discussione in quanto sono state concesse prove per sentito dire. I ricorsi alla Corte suprema delle Filippine e alla Corte suprema degli Stati Uniti sono falliti. Si dice che Douglas MacArthur sperasse in un rapido processo con un verdetto di colpevolezza, poiché il processo avrebbe stabilito un precedente per altri processi di guerra che stavano per iniziare.

Il 23 febbraiord 1946 Yamashita fu impiccato. Le sue ultime parole furono:

“Credo di aver fatto il mio dovere al meglio delle mie capacità durante tutta la guerra. Ora al momento della mia morte e davanti a Dio non ho nulla di cui vergognarmi. Per favore, ricordati di me agli ufficiali americani che mi hanno difeso. "


Guarda il video: War Crimes Trial: Yamashita 1945 (Giugno 2022).