Podcast di storia

Denominazioni di aerei della Marina degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale

Denominazioni di aerei della Marina degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Denominazioni di aerei della Marina degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale

Introduzione e spiegazione
Denominazioni di classe di aeromobili
Produttori di aerei
Aerei attualmente sul sito

Introduzione e spiegazione

La Marina degli Stati Uniti ha utilizzato uno dei sistemi di designazione degli aerei più confusi durante la seconda guerra mondiale. Questo sistema conteneva tre elementi principali e una serie di elementi opzionali.

I tre elementi principali erano la designazione della classe dell'aeromobile, un numero di sequenza specifico per un particolare produttore di aeromobili e un codice del produttore. Questo sarebbe spesso seguito da un numero di trattino, che riflette un importante sottotipo dell'aeromobile.

Le radici del sistema in uso durante la seconda guerra mondiale possono essere fatte risalire al 1920. In quell'anno fu introdotto un sistema in cui ad ogni tipo di aereo veniva assegnato un codice di due lettere - la prima lettera per distinguere tra più leggero dell'aria (Z) e tipi più pesanti dell'aria (V), seguiti da una seconda lettera per descrivere la responsabilità della missione dell'aeromobile. La designazione di un aereo da combattimento inizierebbe quindi con VF.

Questo sistema è stato modificato il 2 gennaio 1934 per consentire velivoli multiuso. Una terza lettera potrebbe essere aggiunta alla designazione del tipo per la missione secondaria di un aereo (quindi un tipo di aereo con la designazione VPB sarebbe un aereo da pattugliamento aereo più pesante con compiti di bombardamento secondario.

L'elenco delle designazioni delle classi di aeromobili in uso all'inizio della seconda guerra mondiale è stato stabilito il 1 luglio 1939 e conteneva undici codici a due lettere e sei codici a tre lettere. Durante la guerra furono aggiunte alla lista almeno altre dieci designazioni. Nel luglio 1944 l'elenco fu modificato, questa volta per includere un numero di sottocodici tra parentesi.

Il prossimo in linea era il numero di sequenza specifico per una particolare produzione. Questo è stato utilizzato solo per il secondo e successivi velivoli di un particolare tipo prodotto da una particolare azienda (cioè il Grumman FF è stato il primo caccia navale prodotto da quella società, l'F2F è stato il secondo). Questa è la parte più confusa del sistema e le cose sarebbero state molto più chiare se i numeri di sequenza fossero stati legati alla classe dell'aereo, non al produttore.

La terza parte principale del codice era il codice del produttore, un codice di una lettera, alcuni dei quali sono ovvi, altri meno.

Ciò ha prodotto la sequenza lettera-numero-lettera distintiva degli aerei della marina statunitense.

La maggior parte dei velivoli più importanti ha anche ottenuto una serie di sottotipi, caratterizzati da numeri di trattino, raggiungendo l'F4U-7 per il Corsair. Giusto per confondere ulteriormente l'immagine, a volte un aereo riceveva una nuova designazione. In questo caso sia il numero di sequenza che il numero del trattino si sarebbero alterati, quindi l'F4U-6 Corsair divenne l'AU-1 quando fu ridisegnato come aereo d'attacco. In alcune occasioni un diverso numero di trattino indicava un aereo molto diverso, come nel PB4Y-2 Privateer, che era significativamente diverso dal PB4Y-1 Liberator.

C'era anche un numero di prefissi utilizzati, il più comune dei quali era X per sperimentale. Questo ha la capacità di distorcere gli elenchi alfabetici dei tipi di aerei, specialmente quando un particolare aereo non ha mai superato quella fase.

Questo sistema potrebbe produrre risultati apparentemente illogici. Non è affatto raro che un velivolo con un numero di sequenza elevato venga seguito in servizio da uno con un numero inferiore di un produttore diverso (quindi il Grumman F6F Hellcat è stato seguito in servizio dal Chance Vought F4U Corsair). Più tardi nella guerra, quando alcuni tipi di velivoli furono costruiti da più di una compagnia, velivoli praticamente identici potevano avere designazioni molto diverse (quindi il Grumman F4F Wildcat fu prodotto anche da Eastern Aircraft come FM-1). La confusione che questo sistema poteva causare fu riconosciuta quando la US Navy iniziò a dare i nomi ufficiali ai suoi aerei.

Denominazioni di classe di aeromobili

In pratica il prefisso V è dato raramente. Qui elencheremo le designazioni di classe di una o due lettere come vengono normalmente utilizzate.

1939 Codici

B - Bombardamento
F - Combattimento
M - Varie
O - Osservazione
P - Pattuglia
S - Scouting
T-Siluro
N - Formazione
R - Trasporto (multimotore)
G - Trasporto (monomotore)
J - Utilità
OS - Osservazione-Scouting
PB - Patrol-Bombing
SB - Scouting-Bombardamento
SO - Scouting-Osservazione
TB - Bombardamento con siluri
JR - Utility-Trasporti

Aggiunte in tempo di guerra

A - Ambulanza
BT - Bombardamento-siluro
SN - Allenamento scout
L - Alianti
LN - Alianti da addestramento
LR - Alianti da trasporto
H - Elicotteri
HO - Osservazione-Elicotteri
D - Droni
TD - Droni Siluro

luglio 1944

F - Combattenti
SB - Bombardieri da ricognizione
B - Aerosiluranti
O/S - osservatore esploratore
PB - Bombardieri di pattuglia
R - Trasporto
J - Utilità
SN - Formazione
N - Formazione
K - Droni
KN - Droni (addestramento al bersaglio)
L - Alianti
LN - Alianti (addestramento)
LR - Alianti (trasporto)

sottocodici
(M) - Motori medi o 2 (utilizzati con F e J)
(HL) - Landplanes pesanti o 4 motori (usati con PB e R)
(ML) - Piani terrestri medi o bimotore
(HS) - Idrovolanti pesanti o quadrimotori
(MS) - Idrovolanti medi o bimotori

Produttori di aerei (dal Glossario ufficiale delle abbreviazioni navali degli Stati Uniti)

A - Corporazione dell'aviazione alleata
A - Brewster Aeronautical Corporation
A - Noorduyn Aviation Ltd.
B - Compagnia aeronautica in faggio
B - Boeing Aircraft Company
B - Budd Manufacturing Company
C - Cessna Aircraft Corporation
C - Culver Aircraft Corporation
C - Curtiss-Wright Corporation
D - Douglas Aircraft Company
D - McDonnell Aircraft Corporation
D - Compagnia Radioplane
E - Bellanca Aircraft Corporation
E - Edo Aircraft Corporation
E - Piper Aircraft Corporation
F - Columbia Aircraft Corporation
F - Fairchild Aircraft Ltd (Canada)
F - Grumman Aircraft Engineering Corporation
G - Globe Corporation (Divisione Velivoli)
G - Goodyear Aircraft Corporation
G - Great Lakes Engineering Corporation
H - Hall-Aluminium Aircraft Corporation
H - Howard Aircraft Corporation
H - Stearman-Hammond Aircraft Corporation
J - Corporazione dell'aviazione nordamericana
K - Fairchild Aviation Corporation
K - Kaiser Cargo Inc, Divisione Fleetwings
K - Kinner Airplane and Motor Corporation
K - Compagnia Nash-Kelvinator
L - Bell Aircraft Corporation
L - Columbia Aircraft Corporation
L - Langley Aviation Corporation
M - General Motors Corporation, Divisione aeronautica orientale
M - Glenn L. Martin Co.
N - Fabbrica di aerei navali
O - Lockheed
P - Piper Aircraft Corporation (Alianti)
P - P-V Engineering Forum, Inc (Elicotteri)
P - Spartan Aircraft Co.
Q - Bristol Aeronautical Corporation (alianti)
D - Fairchild Aircraft Division, Fairchild Corporation
D - Divisione Ranger-Lark, Fairchild Corporation
D - Stinson Aircraft Corporation (in seguito parte di Consolidated-Vultee)
R - Aeronca Aircraft Corporation
R - American Aviation Corporation (alianti)
R - Brunswick-Balke-Callender
R - Interstate Aircraft and Engineering Corporation
R - Maxson-Brewster (W.L. Maxson Corporation)
R - Ryan Aeronautical Company
S - Boeing Aircraft Company/ Stearman
S - Schweizer Aircraft Co.
S - Sikorsky Aircraft (United Aircraft Corporation)
S - Vought-Sikorsky (United Aircraft Corporation)
T - Northrop Aircraft Inc (Divisione El Segundo, Douglas Aircraft)
T - Taylorcraft Aviation Corporation
T - Timm Aircraft Corporation
U - Chance Vought Aircraft (United Aircraft Corporation)
U - Vought-Sikorsky (United Aircraft Corporation)
V - Vickers canadese
V - Consolidated Vultee Aircraft Corporation (ConVAir)
V - Vega Aircraft Corporation, poi Lockheed Aircraft Corporation
V - Vickers, Inc.
V - Vultee
W - Automobile canadese e fonderia
W - Waco Aircraft Company
W - Willys-Overland
Y - Società aeronautica consolidata
Y - Consolidated-Vultee Aircraft Corporation

Aerei attualmente sul sito (per classe)

B - Bombardiere

Douglas BD-1 e BD-2 (Havoc)
Northrop BT-1
Consolidato XBY-1 Fleetster
Consolidato XB2Y

BF - Bombardiere-combattente

Curtiss BFC
Curtiss BF2C

F - Combattente

Bell XFL-1 Airabonita
Boeing FB
Boeing F2B
Boeing F3B (modello 77)
Boeing F4B
Boeing XF5B
Boeing XF6B
Boeing XF7B
Boeing XF8B
Brewster F2A Buffalo
Chance Vought F4U Corsair
Curtiss F4C
Curtiss F6C Hawk
Curtiss F7C Seahawk
Curtiss F8C Helldiver
Curtiss F9C Sparviero
Curtiss XF10C-1/ XS3C
Curtiss F11C Astore
Curtiss F12C/ XS4C/ XSBC (modello 73)
Curtiss XF13C
Curtiss XF14C
Curtiss XF15C
Divisione aeronautica orientale FM-1 Wildcat
Divisione aeronautica orientale FM-2 Wildcat
Goodyear FG Corsair
Goodyear F2G "Super Corsair"
Grumman F4F Wildcat
Grumman F6F Hellcat
Northrop FT
Northrop F2T (Vedova Nera)

H - Ambulanza (in anticipo)

J - Utilità

Douglas JD Invader
Martin JM Marauder
Lockheed JO "Electra Junior"

JR - Trasporti pubblici

N - Formazione

Boeing NB (modello 21)
Boeing XN2B-1 (modello 81)
Boeing-Stearman NS (Kaydet)
Boeing-Stearman N2S (Kaydet)
Consolidato NY Husky
N2Y . consolidato
Consolidato XN3Y
N4Y . consolidato

O - Osservazione

Curtiss OC
Curtiss O2C Helldiver
Douglas OD
Loening OL
Loening O2L
Stinson OY Sentinel (O-62/L-5)

P - Pattuglia

XPY-1 Consolidato Ammiraglio
P2Y . consolidato
Lockheed PV-1
Arpione Lockheed PV-2
Martin XP2M
Martin P3M
Martin P4M Mercatore
Martin P5M Marlin
Martin P6M Seamaster

PB - Bombardiere di pattuglia

Boeing PB-1W (fortezza)
Consolidato PBY Catalina
Liberatore PB4Y-1 consolidato
Consolidato PB4Y-2 Corsaro
Lockheed PBO-1 (Hudson)
Martin PB2M/ JRM Mars

R - Trasporto

Consolidato RY Liberatore
Curtiss R4C/ C-30/ Condor II
Curtiss R5C/ C-46 Commando
Douglas RD Dolphin
Douglas R2D-1
Douglas R3D (DC-5)
Douglas R4D (DC-3/C-47)
Douglas R4D-8 (Super DC-3)
Douglas R5D (DC-4)
Douglas R6D Liftmaster (C-118)
Lockheed XRO-1 Altair
Lockheed XR2O
Lockheed XR3O (Elettra)
Lockheed XR4O (Super Electra)
Lockheed R5O Lodestar
Costituzione Lockheed XR6O

S - Scouting

Curtiss XS2C-1 (YA-10)
Curtiss XS3C/ XF10C-1
Curtiss XS4C/ XSBC / F12C (modello 73)
Martin SC/ Curtiss CS/ Martin T2M

SB - Bombardiere da ricognizione

Curtiss XSBC/ F12C/ XS4C (modello 73)
Curtiss SBC Helldiver
Curtiss SB2C Helldiver
Douglas SBD Dauntless

SN - Allenatore Scout

T - Siluro

Martin T2M/ Curtiss CS/ Martin SC
Martin T3M
Martin T4M/ Grandi Laghi TG-1/ Grandi Laghi TG-2

TB - Aerosilurante

Chance-Vought XTBU-1 Sea Wolf
Consolidato TBY-2 Sea Wolf
Douglas TBD Devastator
TBM orientale Avenger
Grumman TBF Avenger

Metti questa pagina nei preferiti: Delizioso Facebook StumbleUpon


Denominazioni di aerei della Marina degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale - Storia

Sistemi di designazione degli aerei tedeschi e giapponesi

    Puoi spiegare i sistemi di denominazione utilizzati per gli aerei da combattimento tedeschi e giapponesi durante la seconda guerra mondiale?
    - domanda di Rick Tanner

Gli aerei tedeschi erano spesso identificati da due lettere e un numero. Le lettere non specificavano la missione del velivolo, come è sempre stata prassi comune negli Stati Uniti, ma indicavano l'azienda produttrice. Il numero si riferisce al modello specifico di aeromobile costruito da quella società. Le lettere e il numero sono separati da uno spazio, non da un trattino come è comune negli Stati Uniti o in Russia. Di seguito sono descritti i codici di prefisso a due lettere per i vari produttori tedeschi. Si noti che tre società avevano due designazioni. Il "Bf" utilizzato da Messerschmitt proveniva da Bayerische Flugzeugwerke, che era il nome dell'azienda prima che Willy Messerschmitt rilevasse l'azienda. I vecchi velivoli Messerschmitt progettati prima del cambio di nome continuavano ad essere conosciuti con le loro designazioni Bf. L'"Ha" per Blohm und Voss si riferisce all'Hamburger Flugzeugbau, il nome della divisione aeronautica della società di costruzioni navali Blohm und Voss. "Ta" si riferisce a Kurt Tank, un progettista di aerei onorato da Focke-Wulf.

I numeri di tipo non sono stati scelti dalle compagnie, ma assegnati ufficialmente dal ministero dell'Aeronautica tedesco, o RLM. Un'unica sequenza è stata utilizzata per tutti i produttori. Ai tipi correlati venivano spesso assegnati numeri diversi da 100. Ad esempio, il Messerschmitt Me 210 è stato progettato in sostituzione del Bf 110 e successivamente è stato sviluppato nel Me 310 e nel Me 410.

Le principali varianti di un determinato modello di aeromobile erano indicate da lettere aggiuntive dopo il numero del tipo, come il Me 262A. Leggeri cambiamenti a questi sottotipi erano solitamente designati da un numero di variante aggiuntivo dopo la lettera di variante, i due essendo separati da un trattino. Un esempio è il Me 262A-1. I velivoli di pre-produzione sono stati identificati in modo simile, tranne che il numero di variante era sempre 0, come il Me 262A-0. Ulteriori variazioni su un sottotipo potrebbero essere indicate da una lettera minuscola allegata al numero della variante, come il Me 262A-1a. Gli aerei modificati erano indicati da "/R" o "/U" e da un numero, ad esempio il Me 262A-1a/U5, o da "/Trop", che indicava un adattamento al clima tropicale.

Tuttavia, un caso speciale sono i prototipi di un particolare modello di aeromobile. Questi sono stati identificati su base individuale della cellula. Il prototipo stesso era indicato da una lettera "V" separata dal numero del tipo da uno spazio, e il prototipo specifico veniva chiamato da un numero immediatamente successivo. Un esempio è il Me 262 V1.

Per quanto riguarda i giapponesi, non esiste un unico sistema di denominazione chiaramente definito. Quattro diversi sistemi erano effettivamente in uso contemporaneamente durante la seconda guerra mondiale, oltre ai nomi in codice usati dagli Alleati. L'esercito e la marina giapponesi utilizzavano ciascuno due sistemi per identificare lo stesso aereo, quindi un tipo utilizzato da entrambi i servizi poteva avere fino a cinque diverse designazioni: un numero Kitai dell'esercito giapponese, un numero del tipo dell'esercito, un codice di designazione della marina, un numero del tipo della marina e nome in codice alleato.

Per confondere ulteriormente le cose, alcuni tipi erano meglio conosciuti con soprannomi che non avevano uno status ufficiale. Il caccia Mitsubishi A6M, noto anche come Carrier-Borne Fighter Type 0, aveva il nome in codice ufficiale alleato di "Zeke", ma passò alla storia con il soprannome non ufficiale usato da entrambe le parti: "Zero".

L'aeronautica militare giapponese ha identificato gli aerei con i numeri "Kitai" (cellula). Questo sistema consisteva in "Ki", ​​un trattino e un numero. In origine i numeri erano una semplice sequenza numerica. Successivamente, è stata aggiunta una certa randomizzazione come misura di sicurezza. Gli alianti hanno invece ricevuto i numeri "Ku" ("Guraida"). I sottotipi o le varianti erano indicati da suffissi numerici romani o da varie abbreviazioni giapponesi. Un esempio comune era "Kai" (per "Kaizo"), che indicava una modifica importante.

Oltre ai numeri Kitai, la maggior parte degli aerei dell'esercito ha ricevuto anche una seconda designazione in un sistema parallelo in base al ruolo e all'anno di entrata in servizio. In origine, questo valore corrispondeva alle ultime due cifre dell'anno, dove 100 veniva utilizzato per l'anno giapponese 2600 (1940). Successivamente, i numeri sono stati riavviati da 1.

Gli aerei della Marina imperiale giapponese hanno ricevuto un codice di designazione molto simile a quelli utilizzati dalla Marina degli Stati Uniti. Questo metodo consisteva in una lettera per indicare la funzione del velivolo, un numero sequenziale per indicare un tipo di aeromobile specifico (ma a differenza del sistema USN, il numero 1 è stato mantenuto) e una lettera per indicare l'azienda produttrice. Questa serie è stata poi seguita da un trattino e un numero per indicare un sottotipo, più una o più lettere facoltative per ulteriori variazioni.

I codici funzione dei velivoli della Marina giapponese sono descritti di seguito: I principali codici dei produttori giapponesi includevano: L'IJN utilizzava anche un sistema parallelo basato sulla descrizione del ruolo e sul numero dell'anno, simile (ma indipendente dal) sistema dell'esercito. In questo caso, però, l'anno 2600 (1940) diventa 0 invece di 100. Questo sistema fu abbandonato nel 1943, quando si decise che rivelare l'anno di entrata in servizio di un velivolo avrebbe potuto dare informazioni utili al nemico. Agli aerei sono stati quindi dati nomi propri.

Poiché le designazioni corrette degli aerei giapponesi spesso non erano note agli alleati, furono loro assegnati semplici nomi in codice. Sebbene non fossero seguite spesso, furono sviluppate alcune regole di base per la scelta del nome in codice: L'elenco seguente fornisce alcune delle varie designazioni date a diversi velivoli giapponesi della seconda guerra mondiale. Dopo la guerra, la Germania mantenne in gran parte lo stesso sistema di designazione per la successiva produzione di aerei. I giapponesi, per fortuna, sono passati a un sistema molto più semplice simile a quello utilizzato oggi dagli Stati Uniti.
- risposta di Joe Yoon, 21 settembre 2003


Denominazioni di aerei navali - 1946-1962

Ci sono stati diversi sistemi per designare gli aerei navali statunitensi. La storia della designazione del modello di aereo navale è molto complessa. Per quei land-lubber abituati al sistema Joint in vigore dal 1962, è quasi impossibile da capire. A differenza dei sistemi di designazione dell'esercito e dell'aeronautica, che erano organizzati attorno alle designazioni delle missioni, i sistemi di designazione della Marina erano organizzati attorno sia alla missione che al produttore, introducendo una complessità insondabile per le menti non nautiche.

Per comprendere appieno le designazioni, è importante conoscere i fattori che hanno avuto un ruolo nello sviluppo delle diverse missioni che gli aerei sono stati chiamati a svolgere. I cambiamenti tecnologici che interessano le capacità dell'aeromobile hanno portato a corrispondenti cambiamenti nelle capacità operative e nelle tecniche impiegate dall'aeromobile.

  1. Tipo/classe di aeromobile
  2. Sequenza tipo produttore
  3. Produttore
  4. Modifica

In principio erano solo due classi: più pesante dell'aria (ala fissa) identificata dalla lettera V e più leggera dell'aria identificata dalla lettera Z. È stata aggiunta la lettera H per più pesante dell'aria (ala rotante) con l'introduzione dell'elicottero negli anni '40. Alla fine del 1945 fu aggiunta la lettera K per gli aerei senza pilota, creando quattro tipi distinti. Nel marzo 1946 la designazione Tipo/Classe è stata separata in due intestazioni distinte di Tipo e Classe. La lettera V è stata omessa nella designazione del modello, ma sono state utilizzate H, K e Z ove applicabile. La lettera X è stata aggiunta come prefisso che designa un modello sperimentale.

Nella designazione del primo modello di una classe prodotta da un dato produttore, il primo numero (1) viene omesso nella posizione Sequenza tipo produttore, ma viene mostrato nella posizione Sequenza modifica. Così, nella classe VJ, il primo aereo di servizio prodotto da Grumman Aircraft Corporation è stato il JF-1. Quando è stata istituita una modifica importante per il JF-1 senza cambiare il carattere del modello, tale modifica ha cambiato la designazione in JF-2. La seconda modifica ha cambiato la designazione in JF-3. Il secondo aereo di servizio costruito da Grumman fu designato J2F-1 e le successive modifiche a questo velivolo divennero J2F-2, J2F-3, ecc. Va ricordato che il numero di sequenza di modifica dell'aeromobile è sempre una cifra superiore al numero di modifica effettivo .

Un "modello" è una designazione alfanumerica di base all'interno di una serie di sistemi d'arma, come una serie di scafi di navi, una serie di apparecchiature o sistemi, una serie di cellule o una serie di veicoli. Ad esempio, l'F-5A e l'F-5F sono modelli diversi all'interno della stessa serie di sistemi F-5. I sistemi di designazione del modello generalmente sono costituiti da stringhe alfanumeriche, con ogni carattere nella sequenza che è un sottoinsieme più specifico della classe definita dal carattere precedente. Pertanto, il modello 5 è un sottoinsieme della classe F. Le designazioni del sistema di designazione della missione dell'Air Force sono assegnate in ordine cronologico, il che rende immediatamente evidente se un aereo è di annata recente o vecchia. Per quei sempliciotti abituati a questo sistema, il precedente sistema di designazione della Marina può essere insondabile. Un bolide potrebbe immaginare che l'F4F sia un seguito dell'F4D, ma in realtà i due velivoli sono completamente estranei, il primo è un caccia a reazione prodotto da Douglas negli anni '50, e il secondo è un caccia ad elica costruito da Grumman durante Seconda guerra mondiale [che iniziò la sua vita come un biplano nel 1935].

La designazione di base potrebbe essere ampliata per mostrare caratteristiche aggiuntive, come illustrato di seguito:

Le lettere di suffisso entrarono in un uso più generale durante il periodo di rapida espansione immediatamente prima dell'ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Sfortunatamente, l'uso delle lettere suffissi non era strettamente definito e la stessa lettera era spesso usata per denotare diverse caratteristiche che causavano una notevole confusione.

L'11 marzo 1946 fu emessa un'importante revisione della designazione di classe degli aerei navali. La lettera circolare dell'aviazione numero 43-46 divideva gli aerei navali in quattro tipi e assegnava una designazione a lettera. La presente ordinanza prevedeva che "nessuna modifica fosse apportata alla designazione del modello di velivoli già prodotti o in produzione, tranne che la lettera di missione di tutti gli aeromobili della classe BT dovesse essere modificata in A". Pertanto, gli aeromobili SB2C e TBF/TBM sono rimasti in uso fino a quando non sono stati rimossi dall'inventario, mentre gli aeromobili BT2D e BTM sono stati ridesignati come AD e AM. Questi velivoli furono assegnati ai nuovi squadroni d'attacco istituiti nell'ultima parte del 1946.

Al momento dell'abbandono del sistema, era necessario conoscere l'aeromobile in questione piuttosto che fare affidamento sulla lettera di suffisso per raccontare le caratteristiche specifiche che si stavano identificando. Il sistema della Marina aveva funzionato abbastanza bene per quarant'anni, tuttavia, il Congresso decretò nel 1962 che ci sarebbe stato un solo sistema per designare gli aerei militari negli Stati Uniti. Il nuovo sistema era basato sul sistema dell'Air Force e il produttore dell'aereo non era più identificato.

Mentre ci sono state relativamente poche modifiche alle designazioni degli aerei dell'Air Force, la Marina ha apportato un cambiamento completo. Tutti i modelli di velivoli iniziavano con il numero 1, ad eccezione di quegli aerei a disposizione che erano utilizzati da entrambi i servizi, nel qual caso si applicava la designazione dell'Aeronautica Militare esistente. Così, l'FJ-3 è diventato l'F-1C, mentre l'SNB-5P è diventato l'RC-45J.

Va sottolineato che il posizionamento del cruscotto è fondamentale per distinguere i velivoli del nuovo sistema da quelli del precedente sistema della Marina. Ad esempio, l'F4B-4 era un caccia biplano Boeing della metà degli anni '30, mentre l'F-4B è una prima versione del Phantom II.

Il nuovo sistema consisteva in un simbolo di prefisso di stato (lettera), un simbolo di missione di base (lettera), un numero di progettazione (numero), un simbolo di missione modificato (lettera), una lettera di serie e un simbolo di tipo (lettera). A ogni missione o tipo di base è stato assegnato un numero di progettazione. Nuovi numeri di progettazione sono stati assegnati quando un aeromobile esistente è stato riprogettato in misura tale da non riflettere più la configurazione o la capacità originale. Ad ogni cambio di serie di uno specifico disegno di base è stata assegnata una lettera di serie. Per evitare confusione, le lettere "I" e "O" non sono state utilizzate come lettere di serie. La lettera della serie era sempre in ordine consecutivo, iniziando con "A".


Come capire le designazioni degli aerei militari statunitensi?

wikiHow è un "wiki", simile a Wikipedia, il che significa che molti dei nostri articoli sono co-scritti da più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune anonime, hanno lavorato per modificarlo e migliorarlo nel tempo.

Ci sono 7 riferimenti citati in questo articolo, che possono essere trovati in fondo alla pagina.

wikiHow contrassegna un articolo come approvato dal lettore una volta ricevuto un feedback positivo sufficiente. In questo caso, il 90% dei lettori che hanno votato ha trovato utile l'articolo, guadagnandosi il nostro status di lettore approvato.

Questo articolo è stato visualizzato 248.031 volte.

Gli aerei militari degli Stati Uniti ricevono tutti designazioni specifiche dal Dipartimento della Difesa note come designazioni MDS (Mission Design Series) che ne identificano il design e lo scopo. [1] X Fonte della ricerca Questo sistema di designazione congiunta è stato introdotto dal Dipartimento della Difesa nel 1962, sostituendo i sistemi separati dell'aeronautica statunitense, della marina statunitense, del corpo dei marines degli Stati Uniti, dell'esercito degli Stati Uniti e della guardia costiera degli Stati Uniti. Questo articolo spiegherà cosa significano queste designazioni e come leggerle.


Il polso. Orologio. Impermeabile. (La "sporca dozzina")

Prodotti su contratto con il Ministero della Difesa britannico, 150.000 di questi orologi sono stati consegnati per sostituire i vari segnatempo data la designazione Army Trade Pattern. Ingaggiato per 12 diverse società di orologi, alcuni dei quali grandi nomi dell'orologeria svizzera, furono consegnati alla fine del 1945, troppo tardi per assistere al combattimento. Tuttavia, il polso. Orologio. Impermeabile. gli orologi (a cui è stato dato il soprannome cinematografico solo dai collezionisti moderni molto più tardi) sono stati costruiti secondo standard elevati, con movimenti meccanici regolati con precisione cronometrica. Ne furono prodotti abbastanza da poterli acquistare ancora oggi per poche migliaia di dollari.


Storia degli aerei della Marina degli Stati Uniti

Se osservi attentamente l'immagine sopra (cliccaci sopra per ingrandirla), noterai che la petroliera KA-6D è assegnata allo squadrone VA-165 e all'F-4J, VF-96. La A è l'abbreviazione di Attack e la F, Fighter. Allora, cosa c'è con la V?

La V significa che è uno squadrone ad ala fissa più pesante dell'aria (al contrario di H per un'ala rotante, cioè elicottero, squadrone più pesante dell'aria). Perché V? Si scopre che nemmeno la Marina lo sa per certo, anche se i suoi storici pensano che potrebbe aver rappresentato volplane, una parola francese per un aereo sostenuto in aria sollevando superfici in contrasto con una sacca di un gas più leggero dell'aria. All'inizio, poiché l'uso precede gli elicotteri di oltre 20 anni, stava per più pesante dell'aria, punto, con la designazione per più leggero dell'aria che era Z. Sembra molto probabile che la Z sia basata sullo Zeppelin, il nome del Conte che ha aperto la strada ai dirigibili rigidi prima della prima guerra mondiale, anche se la Marina lo ha applicato sia ai dirigibili non rigidi che a quelli rigidi. Vedi: http://www.history.navy.mil/avh-1910/APP16.PDF

La mia comprensione è che le designazioni sono apparse per la prima volta nell'Ordine Generale n. 541 (vedi http://www.history.navy.mil/danfs/genord_541.htm) approvato dal Segretario della Marina il 17 luglio 1920. Ha fornito due lettere (e in alcuni casi, tre lettere) designazioni per tutte le navi e gli aeroplani della Marina. La prima lettera della designazione della nave era il suo tipo di base, ad es. corazzata, incrociatore, cacciatorpediniere, sottomarino, ecc. La seconda lettera era un modificatore di classe all'interno di quel tipo, ad es. un incrociatore leggero fu designato CL e un incrociatore da battaglia, CC. La portaerei, la prima delle quali era in procinto di essere convertita da un collier (AC), era considerata un tipo di incrociatore, probabilmente per impostazione predefinita poiché assomigliava ancora meno a uno qualsiasi degli altri sei tipi. Per qualche ragione, un normale incrociatore era un CA, che ha eliminato l'uso di A per aereo per la portaerei, che è stata designata CV. Quasi ogni lettera dell'alfabeto è stata utilizzata per la seconda lettera nelle varie designazioni, la maggior parte essendo logica come SF per Fleet Submarine. V, che fosse o meno volplane, era probabilmente valida come qualsiasi altra lettera disponibile una volta che la A non lo era.

Anche le designazioni degli aerei più pesanti dell'aria dovevano iniziare con V, con le lettere secondarie F per combattimento, O per osservazione, S per ricognizione, P per pattugliamento e T per siluro e bombardamento. Come si è scoperto, tuttavia, il sistema V è stato utilizzato per designare gli squadroni come mostrato sopra piuttosto che i tipi di aeroplani, mentre le navi sono state identificate dalla designazione di due lettere e dai numeri sequenziali, ad es. CV-1 era Langley, CV-2 era Lexington, e così via.

La tua ipotesi è buona quanto la mia sul perché un incrociatore da battaglia non fosse un CB e un normale incrociatore un CC (una corazzata era un BB, un cacciatorpediniere un DD e un sottomarino un SS, per esempio), rendendo disponibile CA per la portaerei. Meglio, in realtà, visto che non ne ho uno.

8 commenti:

Potrei sbagliarmi, ma quando ero a Washington mi è stato detto che quando si trattava di Carriers, è andata così:
Versione portante seguita da: attacco, nucleare, guerra antisommergibile, ecc.
Poi a qualcuno al Pentagono non piaceva scrivere tutte quelle lettere, quindi tutto è stato abbreviato in CV.
Almeno per un po' prima dei computer.
"P" significava "Inseguimento" non pattuglia e fu successivamente cambiato in "F" per Fighter. Hanno pensato di usare "I" per Interceptor, ma non si è mai bloccato.
Molto di questo può essere contribuito alle vecchie macchine da scrivere manuali. La mia esperienza è stata che nessun errore era consentito in nessun documento.
Nessuna correzione, doveva essere corretta o rifare l'intero documento. Sono state ripetute molte ripetizioni, le correzioni non erano consentite.

V che significa versione non suona valida, certamente non con quelle particolari distinzioni che non esistevano negli anni '20. Le designazioni sono cambiate nel tempo e includevano CVA, CVN, CVS, ecc., ma sono sicuro che il CV sia anteriore a tutto ciò.

Non credo che la Marina abbia mai usato formalmente la parola Inseguimento. Era una cosa dell'esercito fino alla seconda guerra mondiale. Quando la Marina usò per la prima volta un sistema di designazione, era F per Fighter.

La V in CV sta per nave. Ad esempio: CV 6 era la designazione per la USS Enterprise pre nucleare, nave portante 6. La designazione post nucleare è CVN - nave portante nucleare. CVN 65 è l'attuale impresa USS.

V sta per nave? Hai un documento USN che lo afferma? Tutte le navi sono navi. Perché la Marina dovrebbe distinguere solo una portaerei come nave negli anni '20 e nessuna delle sue altre navi?

La "V" per squadrone potrebbe derivare in parte dal fatto che le prime formazioni di squadrone erano una V di aerei? Immagino che non potessero usare S per squadrone perché S era già usato per Sottomarino. Delle rimanenti lettere inutilizzate avrebbero potuto scegliere V per la somiglianza con una formazione di squadriglia? Ho anche pensato che CV per portaerei derivasse dalla nomenclatura Cruiser. Sono felice di vedere un supporto per quell'idea di CV che significa squadrone di aerei che trasportano incrociatori. Ha senso dal momento che la Lexington e la Saratoga hanno iniziato come incrociatori. Il Langley aveva la designazione CV-1 prima che il Lex e Sara fossero CV-2 e CV-3?

Credo che la N in CVN stia per operazioni notturne. Sono abbastanza sicuro che la N sia stata utilizzata alla fine della seconda guerra mondiale. Gli aerei hanno iniziato a funzionare di notte allo stesso tempo.

Aaron - la N sta per nucleare

Colpo di coda: hai ragione. L'articolo che ho letto chiamava l'impresa CV(N)-6. Sembra che non sia il numero ufficiale dell'ufficio di presidenza. Grazie per averlo chiarito.


Aircraft Mission-Design Series (MDS)

A tutti gli aerei militari statunitensi è stato assegnato un simbolo o una designazione Model Design Series (MDS) in due parti quando il DOD ha unificato tutte le designazioni degli aerei militari nel 1962 sotto un sistema di designazione comune, basato su quello dell'aeronautica statunitense. La prima parte è una lettera che indica il tipo di aereo e la seconda parte è un numero che indica il modello dell'aereo. Quando originariamente sviluppato, le designazioni per gli aerei sono state usate più o meno come sono oggi con poche eccezioni. Ad esempio F è il designatore per un moderno aereo da combattimento, ma nella seconda guerra mondiale, F significava un aereo fotografico utilizzato per la ricognizione. Durante la seconda guerra mondiale furono usati questi designatori: A per attacco. B per Bombardamento, C per Cargo, L per Collegamento, P per Inseguimento e T per Addestramento. Questa lettera indicava la funzione dell'aereo. Il numero seguente indica la sequenza all'interno di un tipo come in B-17. Se c'era una lettera dopo il numero, indicava un tipo di modello migliorato come B-17E.

La politica generale di nominare gli aerei dell'esercito dopo le tribù, i capi o i termini indiani è stata ufficializzata dall'autorità di AR 70-28, datata 4 aprile 1969. Sebbene questo regolamento sia stato revocato, i nomi indiani erano molto popolari tra il personale dell'esercito e la pratica continua a posto. Il comandante generale dell'US Army Material Command ha la responsabilità di avviare l'azione per selezionare un nome popolare per gli aerei. A tal fine ha un elenco di possibili nomi ottenuto dal Bureau of Indian Affairs (per brevità i nomi di solito consistono in una sola parola). Quando un nuovo aeromobile raggiunge la fase di produzione o immediatamente prima che entri in produzione, il comandante generale seleziona cinque possibili nomi. Basa la sua selezione sul modo in cui suonano, sulla loro storia e sul loro rapporto con la missione dell'aereo. They must appeal to the imagination without sacrificing dignity and suggest an aggressive spirit and confidence in the capabilities of the aircraft. They also must suggest mobility, firepower and endurance.

The names are sent to the Trade Mark Division of the US Patent Office to determine if there is any legal objection to their use. After approval by the Patent Office the five names are sent to the Chief of Research and Development, Department of the Army, with a short justification for each. From these five the Chief of Research and Development selects one. The approved name then goes to the Aeronautical Systems Division, Directorate of Engineering Standards, Wright-Patterson AFB, Ohio. This Department of Defense unit has the responsibility of officially registering the names of all aircraft used by the military. It also prints a list of the names in a publication called "Model Designation of Military Aircraft, Rockets and Guided Missiles." Some Army aircraft, such as the Bird Dog and Otter, do not have Indian names. Most were named before the present policy went into effect. AR 70-28 specifies that these will not be changed.

The 1919 Type System

When the Army first acquired military aircraft they were referred to by the manufacturer's designation. Few aircraft were acquired in the pre-World War I period, and they were mainly used for observation purposes. During the war, aircraft types became more specialized and a more precise system of aircraft identification was needed, although one was not developed until after the war.

The Army Air Corps aircraft designation system introduced in 1919 described aircraft according to types assigning a Type numeral to each. The following year the Engineering Division at McCook Field instituted a series of letter designations to supplement the Type series. Numbers were added to these letters to further identify aircraft, thus creating an identification system familiar to us today. These were 2-3 letter designations that served as abbreviations for the function of the aircraft.

Between 1919 and 1924 eight more letter designations were added by the Engineering Division. The letters were proving to be more flexible and descriptive than the Type numerals, and the new designations were not assigned Type numerals. The first major revision occurred in 1924. The Roman numerated Type designations were completely abandoned, and identification was entirely by function of the aircraft. It is during this period that the prefix X was first used to designate experimental aircraft, prototypes, and temporary test aircraft Y denoted service aircraft and Z designated obsolete models.


American Bombing Aircraft

Welcome to my listing of articles on American bombing aircraft! I expect ultimately to have here detailed articles on all of the bombing aircraft operated by the US Armed Forces throughout the 20th century.

There is not nearly as much confusion about American bomber designations as there has been about fighter designations, since it has generally been true that only the Air Force and not the Navy have operated bombers. In fact, the Navy was for most of the past explicitly forbidden to operate aircraft intended for an aerial bombardment role, since this was perceived to be strictly an Air Force responsibility. Consequently, there is only one designation system to track rather than two.

Nevertheless, there have been changes over the years in how Army and Air Force bombing aircraft have been designated. Here is a brief history and description of the designation system for American Army and Air Force bombers:

The US Navy has not generally been allowed to operate aircraft that were specifically designed or designated for bomber roles, the role of aerial bombardment being officially declared as strictly an Air Force responsibility. However, the US Navy did briefly have aircraft designated as bombers in the early years of the Second World War.

Here are descriptions of bomber aircraft used by the US Army Air Corps, the US Army Air Forces, and the US Air Force:


Us Air Force Boneyard Inventory

Most aircraft at boneyards are either kept for storage with some maintenance or have their parts removed for reuse or resale and are then scrapped. Davis monthan afbs role in the storage of military aircraft began after world war ii and continues today.



A 7e Cv Buno 158021 Operational History 1972 73 Va 195 As Nh



Over 4000 Us Air Force Planes Are Laid To Rest At The Boneyard



Convair F 106a Delta Darts From The 318tb And 5th Fis Of The Us

It has evolved into the largest aircraft boneyard in the world.


Us air force boneyard inventory. Marines taking 30 hornets from boneyard navy inventory to address readiness crisis. Amarg davismonthan air force base. The 309th aerospace maintenance and regeneration group 309th amarg often called the boneyard is a united states air force aircraft and missile storage and maintenance facility in tucson arizona located on davismonthan air force base.


The 309th amarg was previously aerospace maintenance and regeneration center and the military aircraft storage and disposition center and its predecessor was established after world war ii as the 3040th aircraft storage group. An aircraft boneyard or aircraft graveyard is a storage area for aircraft that are retired from service. The second character of the navy designators generally described the type of mission the aircraft type fulfilled.


With the areas low humidity in the 10 20 range meager rainfall of 11 annually. Commercial airliner boneyards and. Amarc aircraft maintenance and regeneration center.


Commonly known as the boneyard at davis monthan air force base in arizona. 309th aerospace maintenance and regeneration group. The 309th aerospace maintenance and regeneration group.


Refunds for amarg tickets purchased online will be processed within 7 10 business days. Us marine corps photo. Boneyard facilities are generally located in deserts such as those in the southwestern united states since the dry conditions reduce corrosion and the hard ground does not need to be paved.


Comprehensive source of information on the important job that amarc carries out in support of the various branches of the us military and other government agencies. By direction of the us air force amarg boneyard tours have been suspended until further notice. Us navy and marines aircraft types had numberalpha formatted designators for example 1k 3a 6a etc.


Currently at the boneyard at davis monthan air force base in tucson az the aircraft are being sold for their base materials in the form of 27 million pounds of ferrous and nonferrous scrap metal. Starting wednesday march 21 2012 government liquidation will be accepting bids on these end of life planes through its online marketplace. Recycling is not a new concept for the air force in fact weve been doing it throughout our history and getting new life out of old aircraft is the main purpose of the aerospace maintenance and.


The museum is a public non profit 501c3 organization that conducts this tour on behalf of the us. Military planes are stored in the largest airplane boneyard in the world operated by the 309th aerospace maintenance and regeneration group amarg at davis monthan air force base in tucson. The third section of the inventory number consisted of a two letter aircraft type designator.


Airliner boneyards in the deserts of the western united states serve several.


Mark numbers [ edit | modifica sorgente]

Starting in the interwar period, variants of each operational type were usually indicated by a mark number, a Roman numeral added to the type name, usually preceded by "Mark" or "Mk." (per esempio. Hawker Fury Mk. io). Mark numbers were allocated sequentially to each new variant, the new Mark number signifying a 'major' change such as a new engine-type. Sometimes an alphabetic suffix was added to the mark number to indicate a minor change (e.g. Bristol Bulldog Mk. IIA). Occasionally, this letter indicated a change in role, e.g. il Bristol Blenheim Mk.I bomber was adapted to the Blenheim Mk.IF long-range fighter.

During the Second World War, as aircraft ordered for one purpose became adapted to a multitude of roles, mark numbers became prefixed with letters to indicate the role of that variant. Aircraft of the same mark that were adapted for different purpose would then be differentiated by the prefix. For instance the Boulton Paul Defiant Mk.I was adapted to a night fighter, the Defiant NF Mk.II, some of which were later converted to target tugs as the Defiant TT Mk. II. Where there was a Sea- variant, this would have its own series of mark numbers (e.g. the Seafire Mk.I was derived form the Spitfire Mk.V).

Series numbers [ edit | modifica sorgente]

Occasionally other 'minor' but nonetheless important changes might be denoted by Series numbers, preceded by "Series" or "Srs." ( e.g. de Havilland Mosquito B Mk.IV Srs. io / B Mk.IV Srs.II). The series number denoted a revision during the production run of a particular Mark. This again could then have an additional letter-suffix (e.g. the Handley Page Halifax Mk. II Srs IA).

Post-1948 [ edit | modifica sorgente]

In 1948, Arabic numerals replaced Roman numerals. This system has continued largely unchanged to this day with the addition of more prefixes as new roles have arisen. With this change, the Sea- variants were allocated their own range within one common series for all variants (e.g. the Hawker Fury Mk.I was followed by the Sea Fury F.10, Sea Fury FB.11 etc. The use of the "Mark" or "Mk." has gradually been dropped from use.

For example, the first Lockheed Hercules variant in RAF service was the Hercules C.1 ("Cargo, Mark 1"). A single example was adapted for weather monitoring purposes and became the Hercules W.2. The stretched variant became the Hercules C.3. With aircraft with a long service life, as their function changes over time, the designation letters and sometimes the mark digit will change to reflect this.

The prefixed mark number can be presented in three different styles - for example:

  • Hercules C Mark 3 - very rarely used
  • Hercules C Mk 3 - official style
  • Hercules C3 - common abbreviated style

A full stop has generally been used to break the number from the prefix, e.g. C. Mk. 3 o C.3, a practice that has officially discontinued recently for current in-service types [ citazione necessaria ] .

Export variants of British military aircraft are usually allocated mark numbers (sometimes without a role prefix) from a higher range of numbers, usually starting at Mark 50. A converse convention was adopted for the Canadian-designed de Havilland Canada DHC-1 Chipmunk, where the sole British service variant was designated Chipmunk T.10.



Commenti:

  1. Jarrel

    Ho un suggerimento interessante per questo articolo e il tuo blog,

  2. Zulkirr

    It is possible to speak on this question for a long time.

  3. Alfrid

    Esattamente. It is good thinking. Lo tengo.

  4. Yul

    Mi dispiace, certo, ma questo non mi va bene. Guarderò oltre.

  5. Tular

    Compagni, perché ci sono così tante emozioni?



Scrivi un messaggio