Inoltre

Ricordi di Dunkerque

Ricordi di Dunkerque


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'evacuazione delle truppe alleate da Dunkerque e dalle spiagge vicine nel 1940 fu vista da alcuni nel governo britannico come un risultato importante. Questo non è stato totalmente condiviso da Winston Churchill che ha commentato che le guerre non si sono vinte quando le forze si ritirano. Tuttavia, quelli alla fine di "Operation Dynamo" - gli uomini sulle spiagge e le "piccole imbarcazioni" che vennero per salvarli - videro un'esperienza che nessuno avrebbe dimenticato. Quanto segue proviene dal sergente Reginald King, RA. L'allora re privato faceva parte della retroguardia di Dunkerque e trascorse le sue ultime ore sulla terraferma europea in una torre d'acqua fuori da De Panne in Belgio. Il 31 maggiost gli fu ordinato di distruggere tutto l'equipaggiamento e di farsi strada verso Dunkerque.

“Dopo aver aspettato che una barca venisse a prenderci, alla fine uno si è alzato - e siamo rimasti contenti! Salimmo sulla talpa per salire a bordo della barca e con nostra sorpresa scoprimmo che la barca era "HMS Worcester". Con così tanti di noi che fanno parte del Worcester RA e della fanteria Midland, sembrava un segno. L'insegna non durò a lungo poiché, sotto la minaccia delle armi, fummo volontari sul lato a causa del sovraffollamento e dovemmo scendere per prendere posto su una piccola barca. A questo punto eravamo costantemente attaccati ed è stato con sollievo che abbiamo raggiunto la piccola barca e siamo riusciti a garantire alcuni spazi. Non passò molto tempo, però, prima che noi stessi venissimo impilati come le sardine - una sopra l'altra - dato che stipavano il maggior numero possibile di uomini. Con gli aerei che ci legavano, fu con sollievo che sentimmo qualcuno gridare che la barca ne aveva quanti ne poteva trasportare. Non appena l'ultimo uomo salì sulla nostra piccola barca, il "Worcester" si allontanò, continuando a sollevarsi verso le branchie. L'unica ragione per cui l'abbiamo notato, tuttavia, era perché i tedeschi erano entrati e ci avevano attaccato tre volte ma poi avevano individuato il "Worcester" e avevano deciso di lasciarci per un obiettivo più grande. Improvvisamente ci siamo resi conto che scendere dal "Worcester" era forse una benedizione sotto mentite spoglie, non la condanna a morte che pensavamo fosse stata emessa. Hanno dato un martellamento al "Worcester", quasi affondandola, e solo dopo abbiamo saputo che era riuscita a tornare in porto. Quanto a noi, quando iniziammo a sentirci un po 'più al sicuro, iniziammo a guardarci intorno - per quanto potevamo - e fu allora che il ragazzo accanto a me vide che un proiettile di Jerry era passato attraverso il suo zaino. Poi ho notato che un pezzo del tallone su uno dei miei stivali era stato sparato.

Solo pochi anni dopo fui informato che la barca su cui ero tornato era il "Sundowner" e che trasportava solo un massimo di 21 passeggeri. Ero uno dei 130 uomini che ha riportato quel giorno. Sempre a bordo, sorprendentemente all'Inferno che era Dunkerque, c'era il mio migliore amico sergente maggiore Jack Hunt, Gunner Sampson e Gunner Cambridge, tutti noi di Malvern nel Worcestershire. Il viaggio è durato 11 ore e la barca sembrava deviare in questo modo e questo e la maggior parte di noi uomini eravamo ammalati. Come eravamo uno sopra l'altro, puoi immaginare il casino.

Siamo atterrati la sera di sabato 1 giugnost nel porto di Ramsgate. Eravamo in marcia dal "Sundowner" a un treno in attesa alla stazione di Ramsgate. Fu lì che ci dissero di dormire un po ', che il treno non sarebbe andato da nessuna parte, dato che probabilmente saremmo stati rispediti a Calais il giorno del nido. Ci è stato detto solo al mattino presto che questa idea era stata abbandonata.

È stato molto emozionante per me anni dopo poter visitare il "Sundowner" nel porto di Ramsgate e meravigliarmi delle sue dimensioni, e chiedermi come mai sulla Terra è riuscita a stipare così tanti di noi in uno spazio così piccolo. "


Guarda il video: The sound illusion that makes Dunkirk so intense (Giugno 2022).