Podcast di storia

Battaglia dell'isola di Hauwei, 11-13 marzo 1944

Battaglia dell'isola di Hauwei, 11-13 marzo 1944

Battaglia dell'isola di Hauwei, 11-13 marzo 1944

La battaglia dell'isola di Hauwai (11-12 marzo 1944) vide gli americani catturare una delle piccole isole a nord di Seeadler Harbour nelle Isole dell'Ammiragliato, nonostante il fallimento del loro primo attacco.

Hauwei fa parte di una serie di piccole isole a circa due miglia a nord di Manus, l'isola principale delle Isole dell'Ammiragliato. La campagna americana nelle Isole dell'Ammiragliato iniziò con la conquista di Los Negros, la terza isola più grande del gruppo, situata ad est di Manus. Le truppe statunitensi sono sbarcate a Los Negros il 29 febbraio e l'isola è stata messa in sicurezza entro l'8 marzo. Il passo successivo fu quello di occupare la serie di piccole isole che corrono a ovest dalla punta settentrionale di Los Negros, formando una linea parallela alla costa settentrionale di Manus. Questi erano necessari come basi di artiglieria per l'invasione di Manus.

I combattimenti più duri si sono verificati sull'isola di Hauwei, seconda in linea da Los Negros. Un piccolo gruppo di ricognizione, 27 uomini sotto il comando del maresciallo Robinson, sbarcò qui l'11 marzo e si imbatté in una resistenza giapponese inaspettatamente feroce nell'entroterra. La truppa di ricognizione ha dovuto combattere per tornare alla spiaggia di sbarco, una mossa breve che ha richiesto ancora due ore e mezza. Il mezzo da sbarco che ha tentato di salvarli è stato affondato e alla fine sono stati raccolti da una barca PT. Otto uomini sono stati uccisi e il resto del gruppo ferito in questo primo attacco.

Un secondo attacco è stato pianificato per il 12 marzo. Questa volta gli americani non volevano correre rischi. L'attacco è stato preceduto da un bombardamento di artiglieria di 1.000 colpi e l'attacco è stato supportato da carri armati medi. I giapponesi opponevano ancora una strenua resistenza, ma alla fine della giornata metà dell'isola era stata assicurata e il resto era stato sgomberato il 13 marzo. Gli aggressori, della 7a divisione di cavalleria degli Stati Uniti, avevano perso otto morti, mentre i giapponesi persero 43 uomini uccisi.

Hauweu ha soddisfatto le aspettative come base di artiglieria. Quando le truppe statunitensi su Manus furono trattenute da forti difese giapponesi vicino alla strada costiera, l'artiglieria piazzata su Hauweu aiutò a farsi strada.


Seconda Guerra Mondiale: Battaglia di Kwajalein

La battaglia di Kwajalein avvenne dal 31 gennaio al 3 febbraio 1944 nel teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale (1939-1945). Andando avanti dalle vittorie nelle Isole Salomone e Gilbert nel 1943, le forze alleate cercarono di penetrare nel successivo anello difensivo giapponese nel Pacifico centrale. Attaccando le Isole Marshall, gli Alleati occuparono Majuro e poi iniziarono le operazioni contro Kwajalein. Colpendo alle due estremità dell'atollo, riuscirono ad eliminare l'opposizione giapponese dopo brevi ma feroci battaglie. Il trionfo aprì la strada alla successiva cattura di Eniwetok e ad una campagna contro le Marianne.


2. La prima battaglia dei Marines’ ha avuto luogo alle Bahamas.

Marines americani sbarcano a Nassau. (Credito: Centro storico navale)

Il primo sbarco anfibio nella storia del Corpo dei Marines avvenne il 3 marzo 1776, quando una forza al comando del capitano Samuel Nicholas prese d'assalto le spiagge dell'isola britannica di New Providence alle Bahamas. I 220 Marines si erano recati nei Caraibi con una flottiglia della Marina continentale in cerca di rifornimenti militari. Dopo essere sbarcati incontrastati nei pressi di Nassau, catturarono la città e presero possesso dei suoi due forti, entrambi i quali si arresero dopo una resistenza simbolica. Il governatore britannico di New Providence riuscì a spedire più di 150 barili di polvere da sparo fuori dalla città prima dell'arrivo dei Marines, ma Nicholas e la sua banda riuscirono a sequestrare diversi cannoni e mortai in ottone che furono successivamente utilizzati dall'esercito continentale di George Washington.


Battaglia dell'isola di Hauwei, 11-13 marzo 1944 - Storia

Negli Stati Uniti, due festività onorano i caduti in guerra dell'America. Il Memorial Day è una festa federale osservata l'ultimo lunedì di maggio. Dal 1979, il 3° venerdì di settembre si celebra il National POW/MIA Recognition Day, stabilito con un proclama firmato dal presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter.

Recupero degli americani dispersi in azione (MIA)
Il recupero e l'identificazione dei Missing In Action (MIA) americani non contabilizzati iniziarono durante la guerra dalle forze americane e alleate. Nel dopoguerra, la ricerca e l'identificazione del MIA furono affidate all'American Graves Registration Service (AGRS). Oggi, l'agenzia del Dipartimento della Difesa (DoD) responsabile del recupero e dell'identificazione dei MIA è la Defense POW/MIA Accounting Agency (DPAA). Ogni anno vengono effettuate nuove scoperte e segnalazioni su resti e relitti che spesso portano alla scoperta di siti e alla risoluzione di casi di MIA. A causa degli sforzi contabili in corso da parte del Dipartimento della Difesa, il numero di americani che sono MIA si sta riducendo man mano che più persone sono ufficialmente contabilizzate.

Numero di MIA rimanenti oggi
A partire dal 18 settembre 2020 l'American Battle Monuments Commission (ABMC) elenca un totale di 85.394 americani scomparsi in azione (MIA) di cui 4.422 dalla prima guerra mondiale, 71.692 dalla seconda guerra mondiale, 7.717 dalla guerra di Corea, 1.561 dalla guerra del Vietnam e nessuno da altri conflitti.

A partire dall'11 settembre 2020, la Defense POW/MIA Accounting Agency (DPAA) elenca 81.875 americani dispersi in azione (MIA) dalla prima guerra mondiale, dalla seconda guerra mondiale, dalla guerra di Corea, dalla guerra del Vietnam e da altri conflitti. Ciò include 72.579 dalla seconda guerra mondiale (di cui 47.177 nella regione indo-pacifica che rappresentano il 65,8%), 7.578 dalla guerra di Corea, 126 dalla guerra fredda (108 in Asia e 8 in Europa), 1.586 dalla guerra del Vietnam, 5 da le Guerre del Golfo e 1 dall'Operazione El Dorado Canyon in Libia (bombardamento della Libia 15 aprile 1986). Di questi, il 75% si trova nella regione indo-pacifica e si presume che oltre 41.000 siano dispersi in mare. (Fonte DPAA - Conflitti passati all'11 settembre 2020).

Riferimenti
CSPAN "Udienza del servizio armato della Camera sul recupero e la contabilità di POW/MIA" 2 aprile 2009
DoD Missing In Action marzo 2009 (74.791 dispersi dalla seconda guerra mondiale, con ripartizione per nazione, 8.050 dispersi dalla guerra di Corea)
DPAA (DPAA) Giornata nazionale di riconoscimento POW/MIA
Difesa POW/MIA Accounting Agency (DPAA) - Dati sui conflitti passati dell'11 settembre 2020
Ricerca di sepolture dell'American Battle Monuments Commission (ABMC) "Missing Status: Missing In Action" al 18 settembre 2020


Battaglia dell'isola di Hauwei, 11-13 marzo 1944 - Storia

(Leggermente aggiornato il 25 marzo 2014)

Riferimenti:

ORDINE DI BATTAGLIA DEL CORPO DEI MARINI USA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE: Unità di terra e di aria nella guerra del Pacifico, 1939 e 1945
di Gordon L. Rottman

(Se sei anche minimamente interessato a come è stato organizzato il Corpo dei Marines degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale, acquista questo libro. È un ottimo riferimento.)

Nota sull'affidabilità: secondo un conteggio approssimativo degli squadroni in queste tabelle, c'erano almeno 160 squadroni usati dall'USMC durante la seconda guerra mondiale di tutti i tipi. Quindi, se sei particolarmente interessato a uno squadrone specifico, usa le informazioni qui come guida per portarti a maggiori informazioni come pagine web o libri scritti dai membri dello squadrone, ecc.

Nota su alcuni squadroni scomparsi: non ci sono pochi squadroni, come VMSB-333, che hanno subito non meno di tre ridesignazioni di tipo durante la guerra e alcuni come VMSB-141, che sono stati ridisegnati con un numero completamente diverso (VMSB-134) quindi torna a VMTB-141. Francamente ho rinunciato a chiarire il lignaggio di quegli squadroni.


4. Battaglia di Ia Drang

Elicottero UH-1D del maggiore Bruce P. Crandall che scarica fanti in una missione di ricerca e distruzione a La Drang Valley

Questa fu la prima grande battaglia tra le forze statunitensi e il Vietnam del Nord nel 1965. In ottobre, il VC attaccò il campo delle forze speciali a Plei Me, gli Stati Uniti lanciarono tre contrattacchi per tagliarli fuori dalla loro ritirata in Cambogia e distruggerli.

Ia Drang ha fatto parte della seconda fase dal 14 al 18 novembre, quando il VC ha lanciato un attacco convenzionale contro le forze statunitensi dispiegate in elicottero vicino alle loro principali basi di rifornimento e al confine. Invece di impiegare le loro solite tattiche di guerriglia, si sono scontrati testa a testa cercando di sopraffare gli americani. Furono respinti e, nonostante le numerose perdite, entrambe le parti dichiararono una vittoria.

Insegnò agli americani ad attenersi alla loro potenza aerea superiore e al VC ad attenersi alla guerriglia.


Questa è stata la battaglia della prima guerra mondiale tra Messico e Stati Uniti

Nel 1917, i decifratori britannici intercettarono un messaggio del ministro degli esteri tedesco diretto alla legazione tedesca in Messico. Il famigerato messaggio, ora noto come Zimmerman Telegram, offriva al Messico il territorio che avrebbe "perso" agli Stati Uniti se si fossero uniti alla prima guerra mondiale in corso dalla parte tedesca se gli americani si fossero uniti agli inglesi. Lo hanno quasi fatto quando uno scontro di confine ha quasi scatenato una guerra su vasta scala.

Gli Stati Uniti non hanno mai dimenticato il messaggio (una volta che gli inglesi lo hanno mostrato loro… ed è stato pubblicato sulla stampa degli Stati Uniti). Trasformerebbe il sentimento del presidente Wilson contro la Germania e aiuterebbe a guidare gli americani nella guerra europea.

In patria, ha esacerbato le tensioni nelle città sul confine americano-messicano, che già si sentivano tese a causa delle incursioni di Pancho Villa oltre il confine e della "Spedizione punitiva" del Gen. John J. Pershing in Messico.

Una città di confine, in particolare, sentiva la tensione. Nogales, che si trova a cavallo del confine tra lo stato americano dell'Arizona e lo stato messicano di Sonora, era una città dove chiunque poteva entrare in entrambi i paesi semplicemente attraversando la strada - International Street.

Nogales, Sonora, Messico (a sinistra) e Nogales, Arizona, USA nel 1899. L'Arizona non era ancora uno stato degli Stati Uniti. (Archivio Nazionale)

Nel 1918, la divisione di intelligence dell'esercito degli Stati Uniti iniziò a ricevere rapporti di "strani messicani" che spiegavano tattiche e movimenti militari alla guarnigione federale messicana di stanza a Nogales e nei dintorni. Dopo la pubblicazione dello Zimmerman Telegram, questi rapporti hanno meritato una seria attenzione.

Persino alcune delle ex truppe di Pancho Villa, disgustate da uomini che chiamavano tedeschi, si rivolgevano alla folla e agitavano la popolazione messicana contro gli Stati Uniti. L'esercito iniziò a sospettare che l'influenza tedesca fosse all'opera e trasferì elementi del 10° Cavalleria, i Buffalo Soldiers, a Nogales.

Nogales, Sonora, Messico (a sinistra) e Nogales, Ariz., USA (a destra) intorno al 2008.

La tensione esplose il 27 agosto 1918, quando un falegname messicano stava cercando di attraversare il confine. Ha ignorato i funzionari doganali statunitensi che hanno ordinato all'uomo di fermarsi (perché stava ascoltando i funzionari doganali messicani che gli ordinavano di continuare).

I colpi sono stati sparati dagli americani. I messicani hanno risposto al fuoco. La battaglia di Ambos Nogales era iniziata.

Tra i due ei cinque doganieri messicani e un soldato semplice dell'esercito sono stati uccisi (il falegname non lo era) mentre i cittadini in Messico correvano alle loro case per prendere armi e munizioni. Nel frattempo, i Buffalo Soldiers arrivarono e catturarono le colline che dominano la città. Anche i cecchini messicani hanno iniziato a sparare nelle strade di American Nogales.

Le truppe messicane iniziarono a scavare trincee mentre le truppe americane iniziarono a spostarsi di casa in casa. A questo punto, i soldati americani stavano prendendo fuoco pesante dai messicani, sia truppe regolari che cittadini. Quindi, i cittadini americani hanno preso le loro case – e le loro pistole – per prendere posizioni di fuoco vicino al confine. Il 35 ° fanteria degli Stati Uniti ha persino sparato una mitragliatrice nelle posizioni messicane.

Machine Gun Co, 35a fanteria, Nogales, Arizona 1917. (Foto per gentile concessione di John Carr)

Improvvisamente, una figura solitaria camminava tra i corpi dei messicani e delle truppe statunitensi per strada, agitando un fazzoletto bianco legato a un bastone, il sindaco di Nogales messicano ha cercato di allentare la situazione supplicando i suoi cittadini di deporre le armi. Gli hanno sparato dal lato dell'Arizona del confine.

Non sarebbe stato fino alle 7:45 di quel giorno, dopo poco più di tre ore di combattimenti, che i messicani sventolarono una bandiera bianca dalla loro dogana. I trombettieri americani suonarono "Cessate il fuoco" e l'ordine fu, alla fine, ripristinato.

Per evitare che si ripeta tale violenza, la città ha costruito la prima recinzione di confine tra il Messico e gli Stati Uniti.


Contenuti

Piccioni Modifica

Nel corso della storia, i piccioni viaggiatori sono stati utilizzati per trasportare messaggi su lunghe distanze. I piccioni viaggiatori possono trovare la strada di casa su distanze molto lunghe. [7] A causa di questa abilità speciale, i piccioni viaggiatori sono stati spesso usati nelle guerre per portare messaggi. Ad esempio, i volantini dell'aeronautica potrebbero trasportare i piccioni viaggiatori nei loro aerei. Se un aereo iniziava a schiantarsi, gli aviatori potevano gettare il piccione fuori dall'aereo con un messaggio attaccato alla gamba che diceva dove si stava schiantando l'aereo. Il piccione troverebbe la via del ritorno a "casa" - a una base militare - dove il messaggio avrebbe detto ai militari dove cercare i loro piloti bloccati. [8]

Il Regno Unito ha utilizzato circa 250.000 piccioni viaggiatori nella seconda guerra mondiale. Di questi, 32 hanno ricevuto la medaglia Dickin per aver portato messaggi che hanno contribuito a salvare vite umane:

Destinatario/i Data di assegnazione Appunti Rif.(i)
Visione Bianca 2 dicembre 1943 Ha consegnato un messaggio che ha aiutato a salvare un equipaggio abbandonato nell'ottobre 1943 [9]
[10]
Winkie 2 dicembre 1943 Ha consegnato un messaggio che ha aiutato a salvare un equipaggio abbandonato nel febbraio 1942 [11]
[12]
[13]
Tyke 2 dicembre 1943 Ha consegnato un messaggio che ha aiutato a salvare un equipaggio abbandonato nel giugno 1943 [14]
Spiaggia Comber 1 settembre 1944 Ha portato le prime notizie del raid alleato su Dieppe, Francia occupata dal nemico, nel 1942 ha servito con l'esercito canadese [13]
Gustavo 1 settembre 1944 Ha portato il primo messaggio dall'invasione della Normandia il 6 giugno 1944 [12]
Paddy 1 settembre 1944 Ha portato un messaggio dall'invasione della Normandia più velocemente di qualsiasi altro piccione nella storia, nel giugno 1944 [15]
[16]
Kenley Lass marzo 1945 Primo piccione a fornire informazioni militari da un agente nella Francia occupata dal nemico nell'ottobre 1940 ha servito con il National Pigeon Service [17]
Blu navy marzo 1945 Ha consegnato un messaggio da un gruppo di razziatori in Francia nel giugno 1944, anche se è stato ferito [14]
L'Olandese volante marzo 1945 Consegnati tre messaggi da agenti nei Paesi Bassi scomparsi in azione durante la quarta missione nel 1944 [14]
Costa Olandese marzo 1945 Consegnato un messaggio di SOS da un equipaggio abbandonato nell'aprile 1942, volando per 288 miglia in 7,5 ore [13]
Commando marzo 1945 Consegnati tre messaggi da agenti nella Francia occupata serviti dal National Pigeon Service [13]
Blu Reale marzo 1945 Primo piccione della guerra a recapitare un messaggio da un aereo precipitato in Europa, nell'ottobre 1940 [14]
Espresso della Ruhr maggio 1945 Ha portato un messaggio importante dal Ruhr Pocket, una grande battaglia in Germania, nell'aprile 1945 [14]
Guglielmo d'Orange maggio 1945 Il piccione più veloce di sempre a consegnare un messaggio dall'Operazione Market Garden, un'importante operazione alleata nei Paesi Bassi e in Germania servita con il National Pigeon Service (Esercito) [18]
ragazza scozzese giugno 1945 Ha portato 38 piccole fotografie attraverso il Mare del Nord dai Paesi Bassi nel settembre 1944, anche se era ferita [14]
Billy agosto 1945 Ha consegnato un messaggio da un bombardiere che era stato costretto ad atterrare con il suo aereo nel 1942 [14]
Freccia larga ottobre 1945 Ha portato tre importanti messaggi dall'Europa al Regno Unito nel 1943 serviti con il National Pigeon Service (Sezione Speciale) [14]
NPS.42.NS.2780 ottobre 1945 Ha portato tre importanti messaggi dall'Europa al Regno Unito nel 1942 e nel 1943 serviti con il National Pigeon Service (Sezione Speciale) [14]
NPS.42.NS.7524 ottobre 1945 Ha portato tre importanti messaggi dall'Europa al Regno Unito nel 1942 e nel 1943 serviti con il National Pigeon Service (Sezione Speciale) [14]
macchia mediterranea ottobre 1945 Ha portato tre importanti messaggi dall'Europa al Regno Unito nel 1943 e nel 1944 serviti con il National Pigeon Service (Sezione Speciale) [14]
Maria di Exeter novembre 1945 Ha mostrato "un'eccezionale resistenza [in] servizio di guerra" anche se è stata ferita [10]
[13]
Tommy febbraio 1946 Consegnato un messaggio dai Paesi Bassi al Lancashire nel luglio 1942 servito con il National Pigeon Service [14]
Tutto solo febbraio 1946 Consegnato un messaggio importante, volando per oltre 400 miglia in un giorno nell'agosto 1943 servito con il National Pigeon Service [14]
Principessa maggio 1946 Ha volato una missione speciale portando informazioni importanti a Creta, volando per più di 500 miglia sopra il mare [12]
Mercurio agosto 1946 Ha svolto un lavoro speciale che ha richiesto un volo di 480 miglia dalla Danimarca settentrionale nel 1942 servito con il National Pigeon Service (sezione speciale) [19]
NURP.38.BPC.6 agosto 1946 Effettuato tre voli nel 1941 serviti con il National Pigeon Service (Sezione Speciale) [14]
G.I. Joe agosto 1946 Ha volato per 20 miglia in 20 minuti per consegnare un messaggio che ha salvato oltre 100 vite servite con il servizio di piccioni dell'esercito degli Stati Uniti [12]
Colonia 1947 Volò "a casa" per consegnare un messaggio da un aereo precipitato su Colonia nel 1943, anche se era ferito [12]
Duca di Normandia 8 gennaio 1947 Il primo piccione a portare un messaggio dai paracadutisti del 21° gruppo d'armate britannico il D-Day (6 giugno 1944) prestò servizio con il National Pigeon Service [13]
NURP.43.CC.1418 8 gennaio 1947 Il piccione più veloce di sempre a portare un messaggio nel Regno Unito dalla 6a divisione aviotrasportata britannica in Normandia, il 7 giugno 1944 prestò servizio con il National Pigeon Service [14]
DD.43.T.139 febbraio 1947 Ha portato un messaggio da una nave che affonda nel Golfo di Huon in tempo per salvarla e il suo carico è servito con il Royal Australian Corps of Signals [13]
DD.43.Q.879 febbraio 1947 L'unico sopravvissuto di tre piccioni rilasciato per avvertire di un imminente contrattacco sull'isola di Manus in Papua Nuova Guinea. Il piccione ha raggiunto il quartier generale in tempo perché una pattuglia del Corpo dei Marines degli Stati Uniti si mettesse in salvo. Servito anche con il Royal Australian Corps of Signals [17]

Cavalli Modifica

I cavalli sono stati usati nelle guerre per oltre 5.000 anni. Nella seconda guerra mondiale, di solito non venivano usati in battaglia. Tuttavia, erano usati per le unità di ricognizione e anche per trasportare soldati e rifornimenti. [20]


HistoryLink.org

La contea di Pierce, situata nel sud-ovest di Washington, a ridosso di Puget Sound, comprende una gamma estremamente ampia di elevazioni: dal livello del mare su Puget Sound a 14.410 sulla vetta del Monte Rainier. L'intera impronta del Monte Rainier, un vulcano Cascade attivo racchiuso in più di 35 miglia quadrate di neve e ghiaccio glaciale, si trova all'interno dei confini della contea. La contea di Pierce comprende 1.675 miglia quadrate, posizionandola al 23° posto tra le 39 contee di Washington. Confina a nord con la contea di King, a est con la contea di Yakima, a sud con la contea di Lewis e a ovest con la parte meridionale di Puget Sound. A partire dal 2004, la popolazione stimata di Pierce County era 744.000. La storia della contea include il primo insediamento non indiano della regione di Puget Sound a Fort Nisqually, il boom e il crollo della coltivazione del luppolo e dell'estrazione del carbone e la crescita e lo sviluppo di Tacoma, la terza città più grande dello stato. La contea di Pierce ha un porto in acque profonde, Commencement Bay. La maggior parte della popolazione e della base economica della contea si trova nel nord-ovest vicino a Tacoma. L'area centrale lungo le pendici del Monte Rainier è stata estratta per il carbone dal 1880 fino alla fine degli anni '30. Anche il disboscamento e l'agricoltura sono state industrie significative.

Geologia e Primi Popoli

La terra che sarebbe diventata la contea di Pierce ospitava le attuali tribù Nisqually, Puyallup, Squaxin, Steilacoom e Muckleshoot, con i villaggi Puyallup che predominavano vicino a quelli che sarebbero poi diventati gli insediamenti di Tacoma e Nisqually in quella che sarebbe diventata la contea meridionale di Pierce. I due principali sentieri indiani erano un percorso settentrionale attraverso il Naches Pass tra le tribù della contea di Pierce e gli Yakama, e un percorso meridionale lungo il fiume Mashel che collegava le tribù di Washington orientale con i popoli di Puget Sound. Le reti commerciali tra le popolazioni indigene della regione erano ben stabilite molto prima dell'arrivo dei coloni bianchi.

Quattro fiumi (il Nisqually, il Carbon, il White e il Puyallup) attraversano la contea di Pierce nel loro percorso dalle Cascade Mountains a Puget Sound. I più grandi laghi d'acqua dolce della contea sono il lago Tapps, il lago Gravelly, il lago Bonney, il lago Steilacoom e il lago americano.

Forte Nisqually

Nell'aprile del 1833, Archibald McDonald, dipendente della Hudson's Bay Company, fondò Fort Nisqually, una palizzata e un avamposto commerciale, vicino a Sequalitchew Creek sul delta di Nisqually. L'area, ricca di pesci, radici e bacche, era stata la dimora del popolo Sequalitchew per più di 5.000 anni. Fort Nisqually fu il primo insediamento europeo permanente a Puget Sound e nel tempo divenne il nucleo di una piccola comunità agricola e di allevamento di cittadini americani in questa regione scarsamente colonizzata governata dagli Stati Uniti e dal Trattato di occupazione congiunta della Gran Bretagna del 1818. Era anche un importante luogo di scambio per un'ampia varietà di popoli tribali, alcuni dei quali da una distanza considerevole. La Compagnia della Baia di Hudson allevava pecore, bovini e cavalli a Fort Nisqually, che non fu mai un forte militare.

L'11 maggio 1841, gli equipaggi delle navi della Marina degli Stati Uniti Vincennes e Focena, sotto il comando del tenente Charles Wilkes (1798-1877), gettò l'ancora nei pressi di Fort Nisqually durante la prima mappatura americana di Puget Sound.

La proprietà di Fort Nisqually fu passata al controllo americano nel 1859. Nel 1934 il granaio a un piano del Fort e la casa di Factor furono trasferiti a Point Defiance Park a Tacoma, dove fanno parte del Fort Nisqually Living History Museum. Questi due edifici sono stati restaurati e sono gli unici edifici sopravvissuti della Hudson's Bay Company ancora in piedi negli Stati Uniti. Nel 2000 il distretto storico di Fort Nisqually (noto anche come distretto storico di Nisqually-Sequalitchew) è entrato a far parte del registro nazionale dei luoghi storici.

In risposta alle crescenti tensioni tra indiani e coloni, l'esercito degli Stati Uniti stabilì Fort Steilacoom nel 1849 nel sito della tradizionale dimora della tribù Steilacoom. Nel 1850, il capitano Lafayette Balch collocò la sua rivendicazione di terra vicino al forte e fondò Port Steilacoom. Nel 1854 la città di Steilacoom divenne la prima città incorporata del Territorio di Washington. Steilacoom e il vicino Fort Nisqually erano il nesso di insediamenti non indiani nella regione di Puget Sound e importanti centri commerciali per i primi coloni.

Fort Steilacoom offrì ai coloni sparsi di Puget Sound un luogo in cui potevano ritirarsi durante le guerre indiane di Puget Sound, anche se poiché non aveva pali o fortini e la maggior parte dei soldati era sul campo, questo comfort era più psicologico che fisico. Tuttavia, i coloni si sono riversati a Fort Steilacoom durante i periodi di conflitto.

Il governo degli Stati Uniti abbandonò Fort Steilacoom come base militare nel 1868. Un ospedale per malati di mente fu istituito a Steilacoom nel 1871 per ospitare i malati di mente del Territorio di Washington. I pazienti sono stati inizialmente ospitati negli ex edifici militari di Fort Steilacoom. Nel 1888 la struttura divenne il Western Washington Hospital for the Insane. Nel 1915 divenne Western State Hospital.

Il quartiere storico di Fort Steilacoom, che comprende quattro edifici ristrutturati, ospita un museo e un centro interpretativo ed è stato designato nel 1977. Si trova all'interno del parco del Western State Hospital.

I tronchi del nord-ovest e il legname macinato a Steilacoom furono caricati sulle navi dal molo di Lafayette Balch ed esportati a San Francisco con grande profitto per i coloni. Mentre alimentavano la sete apparentemente inestinguibile di San Francisco per i materiali da costruzione, i coloni di Steilacoom speravano che la loro città in crescita sarebbe diventata l'equivalente metropoli del Territorio di Washington. Questo non doveva essere, e prima Tacoma e poi alla fine Seattle eclissarono Steilacoom.

Steilacoom è stato il sito della prima biblioteca pubblica di prestito del Territorio di Washington e la prima scuola nella contea di Pierce. Aveva uno dei primi edifici in mattoni a nord del fiume Columbia (che fu anche la prima prigione della contea di Pierce). Il distretto storico nazionale di Steilacoom è stato fondato nel 1975.

La legislatura territoriale dell'Oregon istituì la contea di Pierce il 22 dicembre 1852, designando Steilacoom come capoluogo della contea. Nel 1880 i residenti della contea di Pierce votarono per spostare il capoluogo della contea a New Tacoma (ora Tacoma).

Il Trattato e il Processo

Il 26 dicembre 1854, 62 leader delle principali tribù di Washington occidentale, tra cui i Nisqually e i Puyallup, si incontrarono con il governatore territoriale Isaac Stevens (1818-1862) a Medicine Creek in quella che oggi è la contea di Thurston e firmarono un trattato di rinuncia alla loro terra. (La veridicità della firma di Nisqually Chief Leschi sul trattato è stata contestata quasi immediatamente e rimane irrisolta.) Il Congresso degli Stati Uniti ha ratificato il Trattato di Medicine Creek il 10 aprile 1855. Il trattato ha stabilito due riserve per gli indiani della contea di Pierce.

La riserva per i Nisqually si trovava nella contea di Thurston, su una terra ricca di foreste che impediva ai popoli indigeni il loro tradizionale accesso all'abbondante pesce e alle sponde erbose del fiume Nisqually dove potevano pascolare i loro cavalli. Nel 1857 la riserva di Nisqually fu ampliata per includere 4.717 acri su entrambi i lati del fiume Nisqually. La terra sulla costa meridionale di Commencement Bay fu assegnata alla riserva di Puyallup. La riserva di Puyallup originariamente consisteva di soli 1.280 acri. Nel 1856 fu ampliato per includere 18.062 acri. Almeno la metà di questa terra fu successivamente bonificata dal governo federale e alla fine del 1890 era stata venduta.

La battaglia di Connell's Prairie, considerata lo scontro decisivo durante le guerre indiane di Puget Sound, fu combattuta tra i volontari di Washington e gli indiani guidati dal capo Leschi il 10 marzo 1856. Connell's Prairie si trova a circa 10 miglia a est di Sumner. Il sito è contrassegnato da un indicatore storico.

Nisqually Capo Leschi (1808-1858) fu processato in un tribunale civile e condannato per l'omicidio del soldato americano colonnello A. Benton Moses, un verdetto molto controverso anche al momento in cui fu emesso. Tuttavia, il 19 febbraio 1858 Leschi fu impiccato su una forca a Fort Steilacoom. Il 4 marzo 2004, il Senato dello Stato di Washington ha approvato la Risoluzione 8727, che ha riconosciuto formalmente l'ingiustizia del processo e dell'esecuzione del Capo Leschi e ha onorato il Capo Leschi come "un leader coraggioso" e "un uomo grande e nobile" (Risoluzione 8727 del Senato dello Stato di Washington) .

agricoltura

L'agricoltura familiare era essenziale per la sopravvivenza dei primi pionieri della contea di Pierce, e mentre le città vicine si sono evolute dalla produzione alimentare verso le attività industriali, gli agricoltori rurali hanno trovato mercati pronti per i loro prodotti di consumo. Istituzioni pubbliche come il Western State Hospital, la Washington Soldiers Home, il Penitenziario di McNeil Island e la Pierce County Poor Farm a sud di Sumner mantenevano tutti ampi giardini senza i quali i loro detenuti avrebbero avuto poco da mangiare.

L'agricoltura commerciale nella contea di Pierce ha nel tempo incluso luppolo, bulbi da fiore, bacche, bovini da latte e alberi di Natale, tra molte altre colture. La contea di Pierce ha 13 sezioni del Washington Grange, organizzate tra il 1909 e il 1945.

Per facilitare la massiccia rimozione del legname che i primi coloni intrapresero per sfruttare la terra, quasi tutte le comunità della contea di Pierce avevano un tempo una segheria. Il legname sgomberato veniva spedito a San Francisco, bruciato come combustibile e utilizzato per costruire navi, banchine, capanne, scuole, chiese e le prime strade in stile velluto a coste. I mulini portatili sono stati utilizzati in una posizione fino a quando gli alberi nelle immediate vicinanze non sono stati esauriti, quindi il mulino è stato spostato in un'altra posizione.

L'invenzione dell'asino a vapore (motori a vapore che trasportavano tronchi utilizzando argani) e l'arrivo delle ferrovie stimolarono l'industria del legname commerciale della contea di Pierce. Nel 1905 la costa del porto di acque profonde della contea di Pierce a Commencement Bay era fiancheggiata da mulini. Taglialegna, operai, venditori, manager e proprietari di aziende di legname erano la linfa vitale dell'economia di Tacoma. La fortuna di Tacoma, e con essa una parte enorme dell'economia della contea di Pierce, crebbe e scese con l'industria del legno.

Per oltre un secolo la Weyerhaeuser Company è stata una delle realtà industriali più visibili e di vasta portata della contea di Pierce. La Weyerhaeuser Timber Company fu costituita a Tacoma nel 1900 poco dopo che Frederick Weyerhaeuser (1834-1914) acquistò 900.000 acri (1.406 miglia quadrate) di foreste nello stato di Washington dal magnate delle ferrovie James J. Hill (1838-1916), una delle più grandi transazioni immobiliari nella storia americana. Nel 1971 l'azienda, dal 1959 denominata Weyerhaeuser Company, aprì una nuova sede internazionale a Federal Way (nella King County, non lontano dalla Pierce County). Weyerhaeuser è uno dei maggiori produttori mondiali di legname, pasta di legno, carta, materiali da imballaggio e altri prodotti legati al legno.

Gli ufficiali della spedizione Wilkes che tracciano le mappe del Puget Sound nominarono la futura città del porto di Tacoma in acque profonde Commencement Bay il 17 maggio 1841. Un primo insediamento non indiano risalente al 1852 fu abbandonato durante le guerre indiane di Puget Sound del 1855-1856. Job Carr, il primo colono permanente, arrivò nel 1864, seguito nel 1868 da Morton McCarver (1807-1875).

McCarver, un sostenitore professionista della città, iniziò una campagna per attirare i coloni e infine la Northern Pacific Railroad a Tacoma. In questo ebbe successo: il Northern Pacific scelse Commencement Bay come capolinea occidentale. Tacoma ha prosperato mentre Steilacoom e Seattle sono temporaneamente in difficoltà. La Great Northern Railway, la Union Pacific Railroad e la Milwaukee Road alla fine costruirono collegamenti transcontinentali con Commencement Bay.

Il 5 novembre 1918, gli elettori della contea di Pierce crearono il porto di Tacoma con un margine di cinque a uno, facilitando lo sviluppo di circa 240 acri di piane di marea in un sistema di proprietà comunale di corsi d'acqua dragati, capannoni di transito, magazzini, un freddo impianto di stoccaggio e moli moderni. A partire dal 2006, le attività portuali rappresentano oltre 43.000 posti di lavoro nella contea di Pierce.

Brown and Haley, fondata a Tacoma da J. C. Haley nel 1912, produce quello che è forse l'ambasciatore più diffuso della contea di Pierce: lattine rosa di Almond Roca, una confezione di caramello croccante al burro venduta in tutto il mondo.

Dal 1983 il Tacoma Dome è un elemento distintivo dello skyline della città. Il Tacoma Dome è una delle più grandi strutture a cupola in legno del mondo.

A partire dagli anni '90, Pierce County e Tacoma hanno adottato una nuova immagine a partire da quello che è stato chiamato il Rinascimento di Tacoma. A partire dal Tacoma Dome e dal campus dell'Università di Washington, il centro di Tacoma ha visto l'aggiunta di un nuovo tribunale statunitense (fuori dalla vecchia Union Station) e un museo d'arte, un nuovo Museo di storia dello Stato di Washington, il Museo del vetro, un centro e un quartiere dei teatri rivitalizzato, tutti collegati tra loro da una linea di metropolitana leggera. Un drammatico ponte strallato collegava il porto di Tacoma con il centro.

A partire dal censimento del 2000, Tacoma, la terza città più grande di Washington, è diventata un centro regionale per il trasporto marittimo sul Pacifico, i prodotti forestali, l'alta tecnologia e le arti.

Puyallup, Sumner e Orting

Ezra Meeker (1830-1928) e suo padre, Jacob Meeker, piantarono le prime talee di luppolo nella valle del fiume Puyallup nel marzo 1865. Ezra Meeker costruì il primo granaio per l'essiccazione del luppolo di Puyallup accanto alla sua capanna in quello che oggi è (2006) Puyallup's Pioneer Parco. L'area si rivelò particolarmente adatta alla coltivazione del luppolo, che all'inizio del 1880 era diventato il raccolto principale della Puyallup Valley. Una volta raccolti ed essiccati, i fiori di luppolo a forma di cono vengono utilizzati per aromatizzare la birra. Il luppolo coltivato nella Puyallup Valley veniva spedito a Londra e da lì venduto sul mercato internazionale del luppolo. Nel 1892, tuttavia, una piaga di pidocchi del luppolo devastò l'intero raccolto di luppolo dalla California alla Columbia Britannica. L'industria del luppolo della Puyallup Valley non si è mai ripresa.

Ezra Meeker platted the town of Puyallup in 1877 and on August 16, 1890, the town was incorporated. As of 2000 Puyallup had approximately 33,000 residents. Farming and light industry are the predominant occupations.

Sumner was first settled in 1853 by the William Kincaid, a widower with seven children who entered the Puget Sound region through Naches Pass as part of the James Longmire wagon party. Jacob Meeker and his second wife, Nancy North Burr Meeker, were also early settlers to the Sumner area. The town was incorporated in 1891.

Sumner became a center for light industry and trade within the Puyallup Valley. The Fleishmann Company operated a yeast company along the Stuck River, and berry fields, canneries, and dairy farms surrounded the town center. By the late 1930s Sumner was especially noted for its rhubarb, berries, and flower bulbs. As of 2006, Sumner had some 9,000 residents.

Orting was incorporated in 1889, shortly after the Northern Pacific Railroad laid tracks through the area. Hop farming and dairying were important early industries. Since the 1920s the town has been known for bulb growing (especially daffodil bulbs). The bulb industry rejuvenated the farming industry in the Puyallup River Valley, utilizing land formerly devoted to growing hops. Although in recent years Christmas tree farms have begun to eclipse bulb farms in Orting, Sumner, and Puyallup, the annual Daffodil Festival, now in its seventh decade, remains an important event for area residents.

In May 1891, the Washington State Soldiers Home for Civil War veterans was dedicated in Orting. After 1899 the Home functioned as a colony, allowing veterans with families to live in the community but still receive a stipend and assistance. As of 2006 this facility still serves up to 183 residents needing skilled nursing or assisted-living care.

Pierce County Coal

Coal was mined in Pierce County between the late 1870s and the late 1930s, spurring the development of mining communities in the foothills of Mount Rainier. Although there were also family farms in the area, life in Pierce County's coal-producing region revolved around the mines.

Coal was discovered at what would become Wilkeson in 1875, and in 1876 the Northern Pacific Railroad built a spur line to the area. Wilkeson, named for Northern Pacific Railroad secretary Samuel Wilkeson, was the only coal-mining town in the region not owned by a coal company. When the mines closed, the town reinvented itself as the gateway to Mount Rainier National Park. The area also has significant outcroppings of sandstone, and beginning in 1883, Wilkeson sandstone was quarried commercially for use in construction. It has been used in buildings throughout the state, including in the dome of the Washington State Capitol in Olympia.

Carbonado began in the early 1880s along the Carbon River as a company town for the Carbon Hill Coal Company. The coal mines and coking facilities at Carbonado produced fuel for the Southern Pacific and Central Pacific railroads. Coal was shipped by rail to Tacoma and then by boat to San Francisco. The Pacific Coast Coal Company, which operated many of the other mines in the region, took over Carbonado mines (and the town) in 1924.

The South Prairie Coal Company in Burnett produced coal to power the steam-driven Mosquito Fleet vessels that plied the waters of Puget Sound.

In the late 1930s, coal became too expensive to mine and oil eclipsed coal as the major source of fuel. As Pierce County mines closed down, the communities that supported them either faded or transformed their economic bases. Increasing tourism to Mount Rainier aided these communities somewhat, as did highway construction. Surviving communities evolved to serve primarily as bedroom communities for Tacoma.

Dynamite from Du Pont

Du Pont was a company town created on the site of Fort Nisqually by Eleuthere Irenee Du Pont de Nemours and Company between 1906 and 1909 for the purpose of producing explosives on an industrial scale. Workers lived in a nearby village of small wood-framed houses and labored with extreme care to formulate dynamite.

Because their work was so volatile, residents of the town were prohibited from using alcohol, wearing any metal (such as zippers) that might generate a spark, and of course smoking. The more than one billion pounds of explosives produced at the plant were used to construct the Grand Coulee Dam, the Cascade tunnel, the Alaska railroad, and the Panama Canal. The plant's gelatin dynamite was heavily used during World War II. The plant was closed in 1976 and the land was redeveloped into a housing development called Northwest Landing. In 1984 the DuPont Village Historic District was added to the National Register of Historic Places as the state's most intact example of a company-owned town.

McNeil Island

McNeil Island is located in southern Puget Sound, 2.8 miles from Steilacoom. Washington Territory’s first federal penitentiary began operation there in 1875. In 1981 the federal government turned McNeil Island over to the Washington State Department of Corrections, and since 1984 the state has owned the entire seven-square-mile island.

The McNeil Island Federal Corrections Center has the distinction of being the only prison in the United States that began as a territorial prison, became a federal penitentiary, and then became a state prison. It is also the last prison in America located on a small, remote island.

On January 6, 1917, Pierce County residents voted to deed 70,000 acres of the Nisqually Plains/American Lake area to the United States government for use as a military base. The area had been used by the Military Department of Washington for brigade encampments periodically beginning in 1890 and by the U.S. Army and the Washington and Oregon National Guard to hold large-scale maneuvers in 1904. Camp Lewis trained 60,000 soldiers during World War I and the camp hospital cared for many wounded soldiers. On September 30, 1927, the base was renamed Fort Lewis.

By March 1941, as the United States Army built up its ranks in preparation to fight World War II, the population of Fort Lewis swelled to 37,000 troops. The 2000-acre North Fort Lewis facility was completed in August 1941. Fort Lewis personnel played a crucial role in securing the Pacific Coast, training troops, and housing prisoners of war during World War II.

In later conflicts, Fort Lewis also played a key role. The fort shipped out the first American division to leave the United States bound for the Korean War. During the Vietnam era, Fort Lewis was an army training center, processing personnel departing for and returning from the war in Southeast Asia.

During the 1990s, general reductions in U.S. military spending resulted in quite the opposite for Pierce County. Beginning in 1994, the Army assigned an armored brigade and 3,000 soldiers to Fort Lewis as part of a redeployment from Europe. This unit was later converted to lighter Stryker armored vehicles and became three brigades of the 2nd Infantry Division. Fort Lewis became a major source of troops sent to Iraq beginning in 2003, including members of the Washington National Guard.

Joint Base Lewis-McChord

The City of Tacoma opened Tacoma Field/Pierce County Airport in 1929. In 1938 the state of Washington transferred the property to the United States government for use as an Army Air Force base.

During World War II, McChord Field was the largest B-25 bomber training base in the country. At the conclusion of the war, McChord Field became home to the 62nd Military Airlift Wing and the 446th Military Airlift Wing. In 1948 the facility was re-designated as McChord Air Force Base.

In 1950 McChord was officially assigned to the Air Defense Command. Squadrons based at McChord have played significant roles in civil defense both domestically and abroad. In 1997, the Air Force started $120 million in construction at McChord to accommodate modern C-17 transports, which replaced the much nosier C-141 models. The C-17 units performed missions around the globe including combat missions in Iraq and Afghanistan.

On October 1, 2010, McChord Air Force Base and Fort Lewis were merged to become Joint Base Lewis-McChord. The merger was ordered in 2005 by the nationwide Defense Base Closure and Realignment (BRAC) Commission The joint basing was intended to to combine redundant services and make military missions more efficient.

The Mountain and the Prairie

Congress established Mount Rainier National Park on March 2, 1899. It is the fifth-oldest National Park in America. The park encompasses 235,635 acres (365 square miles) including a National Landmark District of 1920s-1930s-era wood-frame structures, most notably the Paradise Inn and the National Park Inn at Longmire.

The mountain supports a diverse ecosystem of sub-alpine meadows, stands of old-growth forest such as the Grove of the Patriarchs, newer vegetation, and permanent snow and ice. Mount Rainier is the tallest volcano in the contiguous United States and the most heavily glaciated peak in the lower-48 states. The 4.3-square-mile Emmons glacier is its largest concentration of ice. Mount Rainier's most recent eruption occurred about 150 years ago.

The mountain encompasses nine major watersheds including 382 lakes and 470 rivers and streams and supports wildlife ranging from beaver, cougar, and black bear to mink, elk, mountain goat, and mole. Some two million visitors arrive each year to hike, fish, climb, camp, and vacation in or near the wilderness: It is a significant source of tourism in Pierce County.

The Nisqually Wildlife Refuge, situated along Pierce County's southern shoreline in the wetlands of the Nisqually Delta, was established in 1974 and provides a protected habitat for migratory waterfowl. Encompassing 3,000 acres of fresh and saltwater marshes, riparian, grassland, and mixed-forest habitats, the Nisqually Wildlife Refuge provides an important nesting habitat for migratory birds. Preserved historic barns and peaceful prairies offer visitors the opportunity to contemplate Pierce County's agrarian history.

Doing the Puyallup

The Western Washington Fair Association’s Puyallup Fair is an annual event that draws approximately 1.3 million people to Pierce County each year. The fair began in October 1900 with the intent of publicizing and celebrating the Puyallup Valley’s agricultural, dairy, stock-raising, mining, and manufacturing industries. The following year, horse racing was added to the event, immediately becoming one of the fair’s most powerful draws. The fair quickly built a steadily increasing following, flourishing even during the Great Depression of the 1930s. During World War II the event was not held and the United States Army took over the fairgrounds.

The annual Puyallup Fair resumed in October of 1946. A new steel and concrete grandstand replaced the wooden grandstand in 1953. By 1975 the fair was ranked tenth-largest in North America. In 1978 the event expanded from 10 to 17 days. By the end of the twentieth century, the Puyallup Fair was ranked fifth-highest attended in North America.

Japanese American Internment

During the spring of 1942, in the midst of World War II, the Puyallup Fairgrounds were used as the site for the hastily constructed Camp Harmony. Camp Harmony served as the initial assembly point for people of Japanese ancestry in Western Washington, who were forced to evacuate their homes in the wake of Executive Order 9066.

Along with other West Coast residents and citizens of Japanese origin, Pierce County's Japanese Americans were forced from their homes and confined to internment camps during World War II. Tacoma's Japanese community was ordered to an assembly center in Pinedale, California, and afterward to the Tule Lake Relocation Center in California. Most of Pierce County's rural Japanese-origin citizens were interned at Minidoka Relocation Center in Idaho after an initial stop at Camp Harmony.

Pierce County Today

Pierce County is home to two private four-year institutions of higher learning: the University of Puget Sound (founded in 1888) and Pacific Lutheran University (founded in 1890). The University of Washington at Tacoma was founded in 1990 and occupied permanent campus buildings in 1997. State-supported Tacoma Community College and Pierce College were founded in 1965 and 1967 respectively.

Pierce County's population increased about 16 percent between 1990 and 2000, and as of 2006 continues to increase steadily. Employment in education and health services has increased as a result. Government, business, and leisure services the construction industry goods-production and the wholesale and retail trade industries are significant employers in Pierce County.

Increasing population coupled with increasing employment have made Pierce County what a recent Washington State Employment Security Department report calls "one of Washington's bright spots for economic growth and vitality" (Washington Workforce Explorer, September 2, 2004).

Lo Stato di Washington
Dipartimento di Archeologia e Conservazione Storica dello Stato di Washington

Tacoma City Hall (E. A. Hatherton, 1893), ca. 1915

Courtesy UW Special Collections (WAS0164)

Pierce County, Washington

Courtesy U.S. Department of Agriculture

Nisqually Chief Leschi (1808-1858), black and white photo of painting, ca. 1950

Morton Matthew McCarver (1807-1875), founder, Tacoma City, later Tacoma, ca. 1870

Cortesia Tacoma, Its History and Its Builders

Ships unloading wheat at Tacoma's wheat warehouse, 1910s

Haycocks in apple orchard, probably Anderson Farm, Parkland, near Tacoma, ca. 1910

Photo by A. H. Barnes, Courtesy UW Special Collections (BAR007)

Western State Hospital for the Insane, Steilacoom, 1916

Carbon Hill Coal Co., Carbonado, ca. 1915

Courtesy UW Special Collections (UW5759)

Moving nitroglycerin, DuPont, n.d.

Courtesy DuPont Museum Association

Bugler, Fort Lewis, ca. 1944

Courtesy Fort Lewis Museum

St. Regis Lumber Mill, Tacoma, August 1972

Photo by Gene Daniels, Courtesy National Archives (Neg. NWDNS-412-DA-2743)

B-17 flying over Mount Rainier, 1936

Courtesy Washington State Historical Society (C1992.1.12.25)

Mount Rainier from Paradise, July 23, 2005

Photo by Colleen E. O'Connor

The Tacoma Dome, one of the world’s largest wooden structures

HistoryLink Photo by David Wilma

Tacoma Link car test on 25th Street, summer 2003

SR 509 cable-stayed bridge over Thea Foss Waterway (1997), 2006


Current structure [ edit | modifica sorgente]

1st Infantry Division Order of Battle

1st Infantry Division consists of the following elements:

  • Division Headquarters and Headquarters Battalion (DHHB)
    • Headquarters and Support Company
    • Operations Company
    • Intelligence and Sustainment Company
    • Division Signal Company
    • 1st Infantry Division Band
    • Commanding General's Mounted Color Guard
    • Special Troops Battalion "Defiant" ⎧]
    • 4th Squadron, 4th Cavalry RegimentPale Riders
    • 2nd Battalion, 34th Armor RegimentDreadnaughts
    • 1st Battalion, 16th Infantry RegimentIron Rangers
    • 1st Battalion, 5th Field Artillery Regiment
    • 101st Brigade Support Battalion
      • Special Troops Battalion Griffins⎨]
      • 5th Squadron, 4th Cavalry Regiment
      • 1st Battalion, 63rd Armor RegimentDragons
      • 1st Battalion, 18th Infantry RegimentVanguards
      • 1st Battalion, 7th Field Artillery RegimentPrimo fulmineLifeline
        at Fort Knox, Kentucky (to inactivate by 2017)[2]
        • Special Troops Battalion ⎩]
        • 6th Squadron, 4th Cavalry Regiment
        • 1st Battalion, 26th Infantry Regiment
        • 2nd Battalion, 2nd Infantry Regiment
        • 1st Battalion, 6th Field Artillery Regiment
        • 201st Brigade Support Battalion
          (to inactivate by 2017)[3]
            ⎪]
  • 1st Squadron, 4th Cavalry Regiment
  • 1st Battalion, 28th Infantry RegimentBlack Lions
  • 2nd Battalion, 16th Infantry RegimentRanger
  • 2nd Battalion, 32nd Field Artillery RegimentProud Americans
    • Demon Brigade
    • 1st Battalion (Attack), 1st Aviation with 24 AH-64D Apache Longbows
    • 1st Squadron, 6th Cavalry Regiment with 24 OH-58 KiowasThe Fighting Sixth
    • 2nd Battalion (General Support), 1st Aviation Regiment with 8 UH-60L/M Black Hawks, 10 CH-47D Chinooks and 10 HH-60L/M Black Hawks
    • 3rd Battalion (Assault), 1st Aviation Regiment with 30 UH-60M Black Hawks

    The division is supported by the 1st Sustainment Brigade at Fort Riley and by the 75th Fires Brigade at Fort Sill.

    List of site sources >>>


    Guarda il video: Вермахт в обороне Линии Арпада. Осень 1944. The Wehrmacht defends the Arpad line. Autumn 1944 (Gennaio 2022).