Podcast di storia

Don Tommaso

Don Tommaso


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 1978 il comitato ristretto per gli assassini della Camera è stato presentato con prove acustiche che più tiratori erano stati coinvolti nell'omicidio del presidente John F. Kennedy. Durante l'udienza, i membri dello staff hanno riprodotto una registrazione su nastro per il Comitato con la spiegazione che stavano per sentire un colpo di fucile sparato dal Grassy Knoll. Dopo aver ascoltato questo nastro, il membro repubblicano di alto livello del Comitato, il rappresentante Samuel Devine dell'Ohio, si alzò in camera per dichiarare di avere una grande esperienza con le armi da fuoco e familiarità con il fuoco dei fucili. Sapeva uno sparo quando ne sentiva uno, ha detto, e il suono che si presume provenisse da Grassy Knoll potrebbe essere molte cose, ma chiaramente non era un colpo di fucile. Il personale ha poi spiegato al signor Devine che la registrazione su nastro era di un colpo di prova sparato dal Grassy Knoll quell'estate; non il nastro della polizia di Dallas del 1963. L'incidente suggerisce due cose. Primo, che non si può determinare se un suono registrato è o non è uno sparo semplicemente ascoltando a orecchio nudo. In secondo luogo, suggerisce che il membro del Congresso Devine potrebbe non essere stato completamente aperto al concetto in esame dal suo comitato.

Nell'ultimo anno ho scoperto che ci sono altri che sono meno ricettivi a questa evidenza. Mentre vivevo i miei quindici minuti di marzo, apparendo alla televisione e alla radio, il produttore del programma Nightline della ABC mi ha chiesto se mi rendevo conto che l'articolo che avevo pubblicato (sulla rivista forense britannica Science & Justice) aveva fatto arrabbiare molte persone . L'ho detto, sì, l'ho capito. Ha poi osservato che, d'altra parte, avevo indubbiamente reso molto felici molti appassionati di cospirazione. "Beh, no, non proprio", dissi. L'evidenza acustica contraddice la versione ufficiale degli eventi che sostiene che non ci fossero né più né meno di esattamente tre colpi. Ma, ho spiegato, la maggior parte degli appassionati di cospirazione è convinta che JFK abbia ricevuto almeno un colpo frontale alla gola e un altro anche alla testa. L'evidenza acustica indica un solo colpo dalla parte anteriore. Inoltre, quando si sincronizza l'evidenza acustica con l'evidenza filmata, l'inquadratura frontale si allinea con l'inquadratura alla testa. La mancanza di prove per un colpo frontale per la ferita alla gola tende a supportare la teoria del singolo proiettile, e la teoria del singolo proiettile è un anatema per la maggior parte degli appassionati di cospirazione.

Il produttore mi ha detto che nel giornalismo, quando coloro che si trovano sui lati opposti di un problema sono entrambi scontenti del reportage, a loro piace pensare che probabilmente stanno facendo qualcosa di giusto. Non sono sicuro che questa sia un'analogia perfetta, ma il punto è che, mentre sono davanti a voi oggi, sono perfettamente consapevole che molti, se non la maggior parte di voi, non sono ancora convinti da questa evidenza. E mi affretto ad aggiungere che non cercherò di convincerti. Ho un buon amico che insegna Biologia in un college in Georgia, un corso che include lezioni di Evoluzione. Naturalmente, tra i suoi studenti ci sono molti devoti religiosi. Dice loro quello che desidero dirvi adesso. Non mi interessa cosa credi, ma mi interessa che tu conosca i fatti.

Quando ho scritto per la prima volta il mio articolo sull'acustica, l'ho inviato al Journal of Forensic Science qui negli Stati Uniti per la pubblicazione. L'editore lo respinse, affermando che era loro politica editoriale non pubblicare articoli sull'assassinio di Kennedy. Ha difeso questa politica sulla base del fatto che nessuna quantità di rianalisi avrebbe fatto cambiare idea a nessuno. Essendo uno che recensisce regolarmente articoli scientifici per la pubblicazione, devo dire che questa sembrava una posizione strana da prendere per uno scienziato. E ribadisco che non sto cercando di far cambiare idea a nessuno. La mia missione è presentare i fatti e lasciare che le persone prendano una decisione. Detto questo, eviterò il più possibile di fare oggi una presentazione eccessivamente tecnica delle prove acustiche. I rapporti degli studi sull'acustica sono disponibili negli atti HSCA se qualcuno ha bisogno di tali dettagli. Piuttosto, nel mio discorso di oggi affronterò le critiche alle prove acustiche che sono state portate alla mia attenzione e mostrerò come le prove acustiche si incastrano con le altre prove sulla scena del crimine, in particolare il film di Zapruder.

Una delle critiche a cui sono stato personalmente sottoposto è stata sollevata, tra l'altro, nel programma Fox Morning News. L'ospite di quello spettacolo ha detto: "Sei solo un entomologo, perché qualcuno dovrebbe crederti?" Ora dovresti capire che questi spettacoli sono provati. Al produttore del programma piace sapere in anticipo cosa dirà l'ospite, in parte in modo che abbiano discussioni interessanti e in parte perché l'ospite non sembri stupido. Quindi sapevo che la domanda sarebbe stata posta. Ero tentato di dire: "No, non sono un esperto di acustica, ma ieri sera ho soggiornato in un Holiday Inn". Invece ho fatto notare che anche un entomologo sa che un'ipotesi scientifica sta o cade sull'evidenza che c'è dietro e non sullo status della persona che la fa. Avrei anche potuto sottolineare che se il problema fosse la competenza, allora vinco io.

Quando l'House Select Committee on Assassinations si è confrontato per la prima volta con queste prove, ha chiesto alla Acoustical Society of America un breve elenco dei migliori laboratori di acustica in questo paese. In cima alla lista c'era la società di consulenza esperta di Bolt, Baranek & Newman (BBN) di Cambridge, Massachusetts. Avevano realizzato le registrazioni del Watergate per il Comitato Ervin e lo studio sull'acustica della sparatoria del Kent State per il Dipartimento di Giustizia. Questi esperti hanno stabilito che gli spari dell'assassinio erano sui nastri della polizia di Dallas e sono stati gli esperti che hanno trovato "l'impronta digitale" di uno sparo dal Grassy Knoll.

Poiché tale constatazione era politicamente scorretta, e poiché vi era un elemento di incertezza in merito al presunto colpo di collinetta erbosa, è stata chiesta una seconda perizia. Tornando alla lista breve, il laboratorio successivo è stato il Dipartimento di informatica del Queens College, New York, dove il professor Mark Weiss e il suo assistente Arnold Aschkenasy hanno scritto programmi per computer con applicazioni sonar per i militari. Avevano anche pubblicato sui metodi per rilevare e separare i suoni reali da sfondi rumorosi. Usando i principi dell'analisi del sonar (localizzazione dell'eco) hanno eliminato la causa dell'incertezza e hanno concordato che c'erano prove scientifiche di uno sparo dal Grassy Knoll sui nastri della polizia.

Quindi, se l'esperienza è ciò che si richiede, i massimi esperti di acustica concordano sul fatto che c'erano prove scientificamente valide per uno scatto dal Grassy Knoll. Inoltre, non c'è mai stata una contestazione diretta delle prove acustiche, o della loro analisi, o dei metodi utilizzati per determinare la presenza di colpi sui nastri della polizia.

Durante il mandato del House Select Committee on Assassinations, gli esperti di acustica hanno stabilito che i suoni dell'assassinio di Kennedy erano stati catturati da un microfono radio della polizia di Dallas e registrati dal loro sistema di registrazione delle comunicazioni. È stato inoltre determinato che tra i suoni determinati per essere spari c'era uno che era stato sparato dal Grassy Knoll. A causa del notevole significato storico di questa evidenza è stata richiesta un'altra opinione e le scoperte del primo laboratorio sono state confermate da un secondo. Questi risultati hanno portato alla conclusione ufficiale del Comitato Assassini che probabilmente c'era una cospirazione dietro la morte del presidente Kennedy. È stata presentata una richiesta formale al Dipartimento di Giustizia di riaprire il caso al fine di identificare i colpevoli. Il Dipartimento di Giustizia ha invece scelto di commissionare un ulteriore studio delle prove acustiche. Questo terzo studio, condotto da un gruppo organizzato dal Consiglio nazionale delle ricerche, ha scoperto che la conclusione dell'HSCA non era valida in quanto i suoni presunti essere gli spari dell'assassinio erano stati depositati sulle registrazioni della polizia di Dallas in un momento successivo all'assassinio. terminato. Lo scopo della mia presentazione di oggi è affrontare questo problema e spiegare come si potrebbe arrivare a una conclusione diversa.tapes.

Nel 1977, Mary Ferrell, una segretaria legale di Dallas e instancabile ricercatrice del JFK, disse al nuovo House Select Committee on Assassinations (HSCA) di aver ascoltato un'audiocassetta del traffico radiofonico della polizia di Dallas nel periodo in cui Kennedy morì. Ciò ha portato il gruppo a recuperare i Dictabelt nel maggio 1978. A quel punto, la scienza dell'analisi acustica aveva fatto molta strada. Il consigliere generale dell'HSCA, l'ex procuratore federale G. Robert Blakey, ha scelto James Barger, un eminente scienziato del suono, per valutare il valore delle registrazioni come prova.

Barger ha deciso di confrontare gli impulsi sonori sulle registrazioni con il suono di un vero sparo. Nell'agosto del 1978, guidò una squadra a Dallas per una serie di elaborati test balistici. Installando 36 microfoni lungo il percorso del corteo di Dealey Plaza, ha registrato i colpi sparati dalla finestra del deposito di libri al sesto piano dove si diceva che Oswald avesse sparato e dalla collinetta erbosa. Barger ha confrontato i modelli sonori risultanti con gli impulsi sul Dictabelt. Le sue scoperte sono in contrasto con quelle della Commissione Warren, che ha stabilito che Oswald ha sparato tre colpi alla limousine di Kennedy.

Barger ha identificato almeno quattro modelli di onde sonore che, secondo lui, assomigliavano molto alle raffiche di colpi di arma da fuoco durante il suo tiro di prova. Tre di loro assomigliavano molto a colpi sparati dalla finestra del sesto piano. Uno somigliava a uno sparo dalla collinetta erbosa, disse. Altri due esperti di acustica assunti dall'HSCA hanno sostenuto la conclusione di Barger. Le prove acustiche divennero la chiave di volta della scoperta del comitato della Camera nel gennaio 1979 secondo cui Kennedy era stato "probabilmente" ucciso da cospiratori che, oltre a Oswald, non potevano essere identificati.

Altri esperti hanno contestato i risultati. Nel 1980, il Dipartimento di Giustizia si rivolse al Consiglio Nazionale delle Ricerche, un think tank del governo. Nel maggio 1982, un gruppo di 12 scienziati dell'NRC stabilì all'unanimità che i presunti colpi di pistola di Barger erano qualcos'altro e "è arrivato troppo tardi per essere attribuito a colpi di omicidio". (Un'analisi di Court TV l'anno scorso ha trovato essenzialmente la stessa cosa.)

Dictabelt n. 10 è poi tornato in un archivio del Dipartimento di Giustizia. Successivamente è stato trasferito all'Archivio Nazionale. Poi, all'inizio del 2001, Donald Thomas, uno scienziato del governo interessato all'assassinio di Kennedy, pubblicò su una rivista forense britannica un articolo basato su una revisione matematica di tutte le prove acustiche. Conclusione di Thomas: cinque colpi erano stati sparati al corteo di Kennedy da due direzioni diverse.

REX: Va bene, questo è Rex Bradford; siamo qui con Don Thomas, che ha pubblicato un saggio su "Science and Justice" nel 2001, che ha rilanciato il dibattito sulle prove acustiche nell'assassinio di Kennedy. Ciao, Don.

DON: Ciao, Rex.

REX: Um, vorrei iniziare chiedendoti come sei arrivato a scrivere quell'articolo e darci solo una breve introduzione di cosa si tratta.

DON: Beh, ero interessato a tutti gli aspetti dell'assassinio di Kennedy, in particolare alle prove forensi, perché sono uno scienziato di professione e quindi tendo a riporre più fiducia nelle prove concrete e nell'analisi scientifica delle prove. Uno degli aspetti dell'evidenza che spiccava, suppongo, era l'evidenza acustica. Era stato fortemente criticato, e in realtà avevo scritto un enorme manoscritto che trattava tutte le prove forensi, cercato in giro per un editore - nessuno era interessato - e poi mi sono tirato indietro e ho detto "Beh, immagino che il modo di avvicinarsi questo è per le riviste scientifiche", e così accade che ho iniziato con le prove acustiche, e per quanto - per darvi, immagino, un profilo di base di ciò che mostrano le prove forensi, so che c'è un po' di confusione perché l'House Select Committee on Assassinations - dovrei dire che io stesso non sono un esperto di acustica - uh, l'House Select Committee on Assassinations ha assunto esperti acustici per analizzare una registrazione che è stata fatta dalla polizia di Dallas al momento dell'assassinio.

In realtà è stata - per fare marcia indietro - è stata Mary Ferrell - che è stata quella che ha effettivamente portato l'attenzione all'House Select Committee on Assassinations che questa registrazione esisteva e che c'era la possibilità che i suoni degli spari fossero nella registrazione. E, a quanto pare, gli esperti di acustica, sia Bolt Beranek che Newman, le stesse persone che avevano fatto i nastri del Watergate, forse ancora più importante avevano fatto i nastri delle riprese di Kent State, analizzato la registrazione e trovato prove di spari sulla registrazione.

REX: Giusto, quindi hanno finito per ottenere delle riprese sul nastro, inclusa una ripresa dal "Grassy Knoll", che è stato uno dei fattori che hanno portato l'HSCA alla loro probabile conclusione di cospirazione, giusto?

DON: (tosse) Mi scusi, giusto.

REX: Quindi, voglio tornare indietro velocemente al tuo lavoro, voglio dire, che le prove sull'acustica HSCA sarebbero state smentite, prima da un rapporto dell'FBI, poi dal Ramsey Panel nominato dalla National Academy of Sciences nei primi anni ottanta. Rimase lì per un bel po'. Sono curioso, quando hai iniziato a raccogliere su quel thread?

DON: Immagino che sia stato davvero, è stato subito dopo il film JFK è uscito - Oliver Stone. Fino a quel momento, non avevo alcun interesse per l'assassinio di Kennedy, e in realtà prima di vedere il film, era davvero un articolo di Newsweek che attaccava il film. Sono rimasto davvero colpito da questo, perché c'era un articolo di copertina di sei pagine intitolato "Twisted History", in cui si affermava che il film di Oliver Stone era - almeno sottintendendo - che era un mucchio di bugie, eppure nell'intero articolo , non hanno citato un solo esempio di falsità o non verità - un errore - e questo mi è sembrato strano. Così ho iniziato a leggere dell'assassinio e, naturalmente, mi sono interessato particolarmente alle prove scientifiche, e questo ha portato - alla fine - a lavorare sulle prove acustiche.

REX: E la tua esperienza sono le statistiche, in primo luogo, anche se sembra che ti sia diramato in un'analisi più completa rispetto alla semplice analisi dei numeri, giusto?

DON: Sì, l'analisi statistica era una parte di essa che era - il Comitato Ristretto della Camera - mi dispiace, il Consiglio Nazionale delle Ricerche - era stato chiesto a uh - dall'FBI - di rivedere - dal Dipartimento di Giustizia - di rivedere il lavoro svolto dagli esperti di acustica. Se potessi approfondire un po', hai menzionato lo studio dell'FBI e lo studio dell'NRC, in realtà sono arrivato a conclusioni diverse.

Vorrei sottolineare che il lavoro originariamente svolto dalla Bbn, quando hanno concluso di aver trovato gli spari, lo stesso Comitato di selezione della Camera ha chiesto un secondo parere, quindi hanno avuto il Dipartimento di informatica del Queens College - gente che è sonar esperti - per rivedere le prove. Hanno confermato e in realtà esteso lo studio per mostrare che c'era un colpo di pistola dal Grassy Knoll tra gli spari che sono stati identificati dalla Bbn. Ora, la spiegazione di ciò che sta accadendo qui è - l'approccio per cercare di smentire quella prova - prima da parte dell'FBI - beh, praticamente contemporaneamente, il gruppo dell'FBI e dell'NRC ha lavorato insieme su questo, eppure è giunto a conclusioni diverse . Il pannello NRC, il loro argomento principale era che questi suoni non sono sincroni con l'ora dell'assassinio. Cioè, i suoni identificati acusticamente come spari, sostengono siano stati registrati circa sessanta secondi dopo l'assassinio.

Il rapporto dell'FBI, d'altra parte, il suo approccio era che "sì, questi potrebbero essere i suoni degli spari che hanno ucciso il presidente Kennedy, ma mescolati tra questi potrebbero essere il ritorno di fiamma di un veicolo, o un grosso petardo, o qualche altro suono mescolato lì dentro. ." Questo spiegherebbe il colpo di Grassy Knoll, il presunto colpo di Grassy Knoll. Quindi, il ridimensionamento da parte dei due diversi gruppi era in realtà piuttosto diverso.

REX: Certo. OK, vorrei tornare un po' più avanti nel nostro discorso su alcune di queste domande, perché ci sono stati dei detrattori nel 2006, e questo è ancora controverso. Ma prima, vorrei dire che, supponiamo in effetti che questo sia vero - che la tua analisi basata sul precedente lavoro dell'HSCA sugli spari sia avvenuta come è successo, ed esploriamo solo cosa significa veramente. In effetti, vorrei esaminare la sequenza delle inquadrature e parlare anche di alcune delle prove che lo confermano, cose come l'analisi del jiggle.

Perché non iniziamo da lì? Voglio dire, le prove acustiche in sé non sono da sole, e sembra che siano corroborate dall'analisi del film di Zapruder. Puoi approfondire?

DON: Certo, è proprio così. Va sottolineato che non è solo la corrispondenza acustica. Il fatto che siano andati a Dealey Plaza, abbiano sparato colpi di prova e che quei colpi di prova abbiano mostrato di corrispondere ai suoni che sono sul nastro della polizia. Era il fatto che effettivamente corrispondessero in ordine: c'era ordine nei dati. E questo è importante, perché serve come prova per cui possiamo tornare indietro e usare prove filmate per vedere se quella sequenza è effettivamente qualcosa di sensato. Ora che -

REX: Mi scusi, per ordine nei dati, intendi dov'era il microfono aperto che apparentemente era su una moto della polizia - dove si trovava da una sequenza all'altra?

DON: Giusto. Esattamente. Sulla registrazione stessa, quello che senti nella registrazione della polizia - per circa cinque minuti e mezzo - puoi sentire il suono del motore di una motocicletta. Allora, cos'è successo, sul canale della polizia - che era usato per le normali comunicazioni, per cinque minuti e mezzo sei praticamente bloccato, da - da qualche parte a Dallas - un microfono della radio di un poliziotto in moto si è aperto inceppato, quindi senti il suono del motore di una motocicletta.

Si sente anche - nella registrazione - si sentono anche le sirene. E questo è l'indizio che ha portato la gente a pensare che questo fosse l'assassinio - che questa fosse la moto che era con il corteo al momento dell'assassinio perché l'unico evento che stava accadendo, l'unica emergenza che avrebbe richiesto le sirene era il fatto che il corteo del presidente era diretto al Parkland Hospital subito dopo l'assassinio.

Ora, per quanto riguarda l'ordine dei dati, quando gli esperti acustici hanno fatto la loro procedura di abbinamento, sarebbe importante sapere esattamente dove si trovava la moto rispetto agli edifici perché i modelli - i modelli sonori - che sono sul nastro si presume che siano echi - echi degli edifici in Dealey Plaza. E quindi la posizione del tiratore, la posizione del microfono sono importanti per determinare se hai davvero una partita o meno.

Ora, dal momento che gli esperti di acustica non sapevano dove fosse la moto, ma sapevano che il corteo era prima su Houston Street e poi su Elm Street, quello che hanno fatto è stato mettere fuori una serie di 36 microfoni in fila - in una linea - su Houston Street e poi su Elm Street.Ora, questo ti dà essenzialmente 36 modelli diversi per ogni colpo di prova che spari. E dal momento che hanno sparato colpi di prova sia dal Book Depository che dal Grassy Knoll, ti ritroverai con un totale di 72 diversi modelli di test. Questo, ovviamente, aumenterà le possibilità o le probabilità di ottenere una corrispondenza con i modelli che sono su una registrazione della polizia.

Ora, se per caso, ti capita di ottenere un riscontro, e poi, per caso, ti capita di ottenere tutti e cinque i suoni, perché cinque dei suoni della registrazione della polizia corrispondevano ai colpi di prova sparati a Dealey Plaza. Dovrebbero essere un ordine senza senso se questi non sono modelli di eco di Dealey Plaza. Dato che hai 36 posizioni dei microfoni, se avessi cinque corrispondenze, sarebbero in ordine casuale, ma se sono gli spari che hanno ucciso il presidente Kennedy, dovranno essere in, uh...

REX: Giusto, nell'ordine della direzione...

DON: In ordine cronologico come l'ordine topologico dei microfoni, ed è quello che è successo. Il primissimo suono della registrazione che corrispondeva a uno scatto di prova corrispondeva a un microfono vicino all'incrocio tra Houston e Elm Street. Il secondo corrispondeva all'incrocio stesso, e poi il terzo corrispondeva leggermente - il microfono successivo in ordine, che era leggermente su Elm Street da Houston. Quindi il quarto e il quinto corrispondevano a due posizioni dei microfoni a circa 80 piedi più in alto su Elm Street. Quindi erano ordinati rispetto all'ordine numerico, l'ordine cronologico corrispondeva all'ordine numerico. Ma non solo l'ordine cronologico di uno, due, tre, quattro, cinque: la spaziatura effettiva era la stessa. Con questo intendo sul nastro che registra i cinque suoni, i primi tre sono vicini, a circa un secondo di distanza. Poi c'è un intervallo di cinque secondi e hai altri due suoni, a circa un secondo di distanza.

Per strada, dove avevi i tuoi microfoni, c'erano tre microfoni in fila vicino all'incrocio tra Elm e Houston, e poi hai saltato circa 80 piedi - hai saltato quattro microfoni, e poi avevi due microfoni uno accanto all'altro aveva il ultimi due colpi. Quindi la spaziatura corrispondeva - la spaziatura topologica corrispondeva alla spaziatura sulla registrazione.

REX: Sembra...

DON: E poi...

REX: Mi dispiace, sembra piuttosto potente. Sono curioso di sapere se c'è stata una controargomentazione o se è...

DON: No, questo argomento non è mai stato contrastato. In effetti, non è solo la spaziatura e l'ordine, è la traiettoria, perché la distanza tra la prima corrispondenza del microfono e l'ultima corrispondenza del microfono era di circa centotrenta piedi. E il tempo sulla registrazione tra il primo scatto e l'ultimo scatto è di otto virgola tre secondi.

Ora, per percorrere 130 piedi in 8,3 secondi, avresti una velocità di circa 12 miglia all'ora. Sappiamo che il film di Zapruder mostra che la limousine del presidente andava a 11,5 miglia all'ora su Houston Street. Quindi, hai una corrispondenza precisa nella traiettoria che è stata dimostrata dall'ordine della corrispondenza che è completamente non casuale. È proprio quell'ordine nei dati che ha convinto gli esperti di acustica, e non solo la corrispondenza, che questi erano gli spari che hanno ucciso il presidente Kennedy.

E, naturalmente, questo ci fornisce un test, perché ora possiamo tornare ai film di Dealey Plaza durante il periodo dell'assassinio, e cercare una moto, e vedere se c'era una moto nel posto giusto e il momento giusto previsto da questa evidenza acustica. E quando lo fanno, trovano questo, delle 18 motociclette che erano nel corteo, le prove filmate eliminano tutti tranne un ragazzo, un ufficiale di polizia di nome McLaine.

E si scopre che quando è stato intervistato dal Comitato di selezione della Camera, gli è stato chiesto: "Hai mai avuto problemi con questo sistema radio?" e lui disse: "sì, il mio microfono era sempre aperto su di me".

Quindi, sai, questo tipo di prove, dove hai - dove puoi individuare la motocicletta - ora dovrei dire che non lo facciamo - le prove non sono abbastanza forti per dire che è esattamente nei punti giusti, perché ciò che i film spettacolo, lo mostrano pochi secondi prima della sparatoria e lo mostrano circa 15 secondi dopo la sparatoria.

Dalla sua posizione, possiamo dire che è l'unico poliziotto che era nel posto giusto, che avrebbe potuto essere nel posto giusto al momento giusto.

Negli anni '70, alcuni dei migliori scienziati acustici americani hanno studiato la registrazione e la scena del crimine di Dallas e hanno affermato che contiene impulsi sonori creati dalla serie di colpi di pistola sparati contro il corteo presidenziale. In altre parole, questo artefatto acustico è una sorta di colonna sonora per l'home movie muto di Abraham Zapruder. Mentre il film nella telecamera da otto millimetri di Zapruder catturava la vista degli spari che colpivano il corteo presidenziale, questo Dictabelt avrebbe catturato i suoni degli spari.

"Se è vero che il suono degli spari viene catturato nella registrazione, allora è una prova conclusiva", afferma Paul Hoch, uno dei ricercatori JFK più rispettati. "C'è stata una cospirazione".

Il nastro non contiene il suono degli spari, hanno affermato cinque eminenti scienziati, nel giornale forense britannico Science & Justice, nel 2005. In 21 pagine di ragionamenti scientifici strettamente argomentati, il fisico Richard Garwin e quattro colleghi hanno affermato un'attenta analisi del presunto i suoni di colpi di pistola su Dictabelt n. 10 mostrano che si sono verificati circa un minuto dopo l'uccisione di Kennedy. Non erano affatto colpi di pistola. Garwin e i suoi colleghi non sono stati in grado di dire cosa abbia creato gli impulsi sonori ascoltati su Dictabelt #10.

Il loro articolo era una risposta a un articolo del 2001 su Science & Justice che affermava il contrario: che il Dictabelt catturava certamente i suoni degli spari e che uno degli spari proveniva dalla collinetta erbosa. Quell'articolo, scritto da Don Thomas, uno specialista di insetti presso il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, ha esaminato i risultati degli scienziati acustici trattenuti dall'House Select Committee on Assassinations nel 1978. Hanno concluso che il nastro ha catturato gli impulsi sonori creati da quattro colpi di pistola, tre da il deposito di libri dietro la limousine di Kennedy e quello del cosiddetto poggio erboso di fronte al corteo. Con alcune importanti avvertenze, Thomas afferma che l'HSCA ha capito bene.

Allora chi ha ragione? Se non ti interessa scegliere la tua scienza sulla base del fatto che confermi le tue opinioni preesistenti sull'omicidio di Kennedy, devi considerare i due argomenti leggermente diversi in corso qui.

Per semplificare leggermente, Garwin e co. concentrarsi sui tempi dei presunti scatti osservati su Dictabelt #10, mentre Thomas si concentra sulla natura degli impulsi sonori trovati nella registrazione. Su questi temi, gli scienziati del duello giungono a conclusioni diverse che sono logiche e aperte a domande legittime.

Nella mia visione soggettiva, Garwin e co. hanno rappresentato un grosso problema per Thomas ma non così grande da escludere un colpo di pistola dal poggio erboso oltre i limiti di una plausibile congettura.

Dopotutto, abbiamo già le prove fotografiche del film di Zapruder che mostrano Kennedy colpito da un proiettile che gli ha fatto schioccare la testa all'indietro e lo ha spinto di lato tra le braccia di sua moglie. Dire che un proiettile sparato dal poggio avrebbe spinto Kennedy all'indietro è ampiamente nei limiti di una plausibile congettura, indipendentemente da ciò che si pensa dell'evidenza acustica. Se gli agenti dell'FBI Sibert e O'Neill hanno visto una ferita alla testa più massiccia di quella mostrata nelle fotografie dell'autopsia, anche quella potrebbe essere una maggiore prova di uno sparo frontale.

"Don deve affrontare un problema di base", afferma Michael O'Dell, uno dei massimi esperti di prove sull'acustica JFK. "Come può essere sparato un 'colpo' dal poggio erboso nello stesso momento in cui la polizia sta rispondendo alla chiamata 'tenere tutto al sicuro'? Non può".

O'Dell è un uomo discretamente brillante che vive con sua moglie a Fresno, in California. Di giorno dirige il dipartimento tecnologico di una compagnia di assicurazioni. O'Dell non è una di quelle persone attratte dall'assassinio dall'interesse per i Kennedy o per le vere storie di crimini o cospirazioni politiche o la mafia o qualcosa del genere - e questa è una grande forza del suo lavoro. Non incarna lo stile paranoico della politica americana. Incarna lo stile empirico che manca gravemente nella maggior parte della copertura di JFK. I suoi metodi sono distaccati, analitici, educati e metodici. I suoi scambi di e-mail con Thomas sono civili.

Suona il nastro delle riprese sul suo computer desktop. In realtà non puoi sentire gli spari tra il ronzio dei motori e frammenti di conversazione tra i vari poliziotti di Dallas. Lo schermo mostra le forme d'onda degli spari che hanno ucciso Kennedy. O no. Il suono graffiante del nastro, le linee verdi appuntite, mi hanno fatto pensare a come metodi strettamente scientifici catturassero la realtà di un presidente colpito alla testa da un proiettile e morente tra le braccia di sua moglie.

O'Dell si concentra sul fenomeno noto come "cross talk". Innanzitutto, spiega come funzionava il sistema di comunicazione del Dipartimento di polizia di Dallas (DPD). Il DPD gestiva due canali radio. Il canale I era per il normale traffico radio della polizia e il canale II era assegnato all'uso del corteo presidenziale. Ogni canale è stato registrato da un dispositivo diverso nella sala radio DPD. Il canale I è stato registrato su un Dictabelt e il canale II su una macchina Grey Audograph. Entrambe le macchine hanno lavorato incidendo una traccia su un supporto plastico. Il Dictabelt usava un cilindro rotante e l'Audograph usava un disco piatto, simile a un disco fonografico. I suoni sui due canali non sono sincronizzati perché il canale I è stato registrato costantemente mentre il canale II è stato attivato con la voce.

"Crostalk si è verificato quando i suoni di un canale sono stati rilevati da un microfono sintonizzato sull'altro canale", ha spiegato.

Un incidente della storia ha creato l'intera controversia. Un motociclista del DPD da qualche parte a Dallas "aveva un pulsante del microfono difettoso che lo faceva trasmettere continuamente per un periodo di cinque minuti durante il quale ha avuto luogo l'assassinio". Questa trasmissione accidentale è iniziata alle 12:28 di quel giorno, circa due minuti prima dell'assassinio.

"Se questa motocicletta avesse fatto parte del corteo", come pensava un centralinista, "potrebbe" - sottolineare potrebbe - "avrebbe captato i suoni degli spari" e li avrebbe trasmessi al quartier generale dove sarebbero stati registrati su Channel I "Se fosse vero, quei suoni potrebbero essere usati per determinare quanti colpi sono stati sparati, il loro tempismo e, usando metodi di localizzazione dell'eco, da dove provenivano i colpi."...

Don Thomas non è scosso. Crede ancora nel suo articolo del 2001 e nella sua conclusione politicamente carica: che Dictabelt n. 10 catturi il suono di una raffica di cannone sparata contro la limousine di Kennedy dalla collinetta erbosa.

"Non sappiamo esattamente come la trasmissione "Mantieni tutto al sicuro" sia stata depositata sul Canale I", spiega. "Ma sappiamo che ci sono molti salti e salti causati dallo stilo del dittagrafo che rimbalza fuori dal solco. Devi anche ricordare che i due canali non sono sincronizzati: il canale I registra costantemente dal microfono aperto sulla motocicletta mentre Channel II è ad attivazione vocale." Ciò rende difficile, se non impossibile, determinare il tempo di tutti i suoni sulla registrazione.

Thomas pensa che i suoi critici siano tesi. "Pensa alla realtà di quello che stanno dicendo", dice. "Dicono che l'inquadratura erbosa identificata nelle registrazioni sia stata trovata nel momento esatto in cui l'assistente capo Decker sta dicendo: 'Mantieni tutto al sicuro finché non riusciremo a portare lassù gli investigatori della omicidi.' Quindi quello non deve essere il suono di uno sparo. Decker sta dicendo ai suoi uomini, alza il culo sul poggio e guarda cosa è successo. E questi ragazzi stanno citando che come prova non c'era nessuno sparo dal poggio."

Thomas ammette di non poter dire esattamente come il "mantieni tutto sicuro" sia stato registrato quasi contemporaneamente ai presunti colpi di pistola, ma dice che il documento di Garwin non cambia idea. James Barger, ancora uno dei migliori scienziati dell'acustica della nazione, sostiene le sue scoperte originali. "Stanno parlando di prove corroboranti", dice dei suoi critici. "Sto parlando di prove fondamentali. Sto cercando di spiegare i cinque impulsi che sono sul Dictabelt. Abbiamo passato molto tempo a discutere i problemi di tempistica e probabilmente ne spenderemo molto di più. Cosa sono non si parla della diabolica coincidenza che quegli impulsi corrispondessero alla ricreazione di Barger sia nel tempo che nello spazio."

Poiché le corrispondenze sonore che Barger ha trovato nel suo esperimento sonoro a Dealey Plaza hanno seguito un certo schema, c'è un argomento "ordine dei dati" che Thomas crede sia la sua carta vincente. Ecco come lo mette in un recente saggio online per www.maryferrell.org.


Don Thomas Costruttori

Esamina i 17 progetti di Don Thomas Builders e la cronologia dei pagamenti nel corso degli anni. In questa pagina, trovi tutti i rapporti sui pagamenti lenti da parte dei fornitori, i termini contrattuali tipici come la trattenuta, i giorni di pagamento, i termini di pagamento e le prestazioni complessive. Scopri di più su con chi lavori, su come pagano ed evita potenziali problemi sul lavoro.

Don Thomas Builders ' Cronologia del progetto e dei pagamenti

Non sono stati segnalati casi di pagamento lento negli ultimi 12 mesi per Don Thomas Builders. Puoi continuare a consultare le loro prestazioni di pagamento e le condizioni contrattuali tipiche.

In attesa di pagamento da Don Thomas Builders

La tua fattura impiega molto tempo per essere pagata?

Invia un promemoria fattura. Altri appaltatori inviano un promemoria della fattura 15 e 25 giorni dopo l'invio della fattura.

Hai una fattura scaduta?

Invia un avviso di intenti a Lien per richiedere il pagamento ed evitare un pegno meccanico. Un avviso di intenti di pegno comporta il pagamento di oltre il 95% dei progetti.

Riepilogo cronologia pagamenti

Prestazioni di pagamento recenti

Il 100% dei progetti negli ultimi 12 mesi non ha riportato problemi di pagamento da parte di altri contraenti.

Prestazioni di pagamento nel corso degli anni

Secondo le informazioni disponibili, nel 100 % dei progetti nel 2020 non sono stati segnalati incidenti di pagamento.


Cercando di cancellare la storia

Tuttavia, dalla conferma di Thomas alla Corte Suprema, molti liberali hanno preteso che il giudice Thomas non esistesse. Uno degli esempi più eclatanti di tale comportamento si è verificato quando il National Museum of African American History and Culture di Washington, DC, è stato aperto nel 2016 senza alcuna mostra che menzionasse Justice Thomas.

I funzionari dello Smithsonian hanno affrontato un forte contraccolpo sulla decisione di snobbare la seconda giustizia nera della Corte Suprema nella storia, quando hanno concesso uno spazio espositivo a Black Panthers, hip-hop e attivisti Black Lives Matter.

Il giudice Clarence Thomas ad Atlanta l'11 febbraio 2020. (Foto: John Amis/AP)

Alla fine, il museo ha ceduto alle proteste del pubblico e ha installato una mostra in onore di Thomas e dell'ex giudice Thurgood Marshall. Ma, fino ad oggi, fai clic sulla homepage del museo e non vedrai un'immagine o una menzione di lui.

Prova a fare clic sulla mostra intitolata "Making a Way out of No Way" - una mostra dedicata agli afroamericani che "... hanno creato possibilità in un mondo che ha negato loro opportunità". Non troverai una menzione di Justice Thomas, anche se la storia della vita dell'uomo rappresenta l'essenza stessa di questa mostra.

Più e più volte, Thomas viene ignorato perché è un uomo di colore conservatore che sostiene sfacciatamente il governo limitato e difende la Costituzione. Carrie Severino, che ha lavorato per il giudice Thomas alla Corte Suprema, scrive che “spesso fa le sue richieste di fedeltà costituzionale da solo, come un profeta biblico che grida nel deserto. Ma questo non lo preoccupa, in primo luogo perché non ha prestato giuramento per cercare di creare coalizioni, per fare amicizia a Corte o per compiacere le classi chiacchierone. Ha prestato giuramento di "sostenere e difendere la Costituzione".

L'uscita di "Created Equal" getta una luce tanto necessaria sulla storia ispiratrice di Justice Thomas e, si spera, aiuterà a educare il pubblico americano su questo grande uomo.


Don Thomas - Storia

Nel dicembre 1792, un botanico francese di 46 anni di nome André Michaux arrivò a Filadelfia per visitare alcuni dei cittadini più influenti della città.

Michaux aveva trascorso gran parte della sua vita adulta sguazzando attraverso fiumi fangosi e hackerando foreste infestate da zanzare. Ma poteva ripulire e attivare il fascino quando si adattava ai suoi scopi, come fece quando fece una visita a Benjamin Rush, il medico e firmatario della Dichiarazione di Indipendenza, e il collega di Rush Benjamin Barton, un noto naturalista.

Entrambi gli uomini appartenevano all'American Philosophical Society, la principale organizzazione scientifica della nazione, che era stata fondata 50 anni prima per promuovere la "conoscenza utile". Michaux, il figlio istruito di un contadino, disse a Barton che sarebbe stato utile per gli Stati Uniti di avere "conoscenza geografica del paese a ovest del Mississippi". Le sue parole erano aride, ma l'idea era esplosiva: voleva trasformare il continente americano, e con esso la propria reputazione, diventando il primo esploratore a forgiare un percorso verso il Pacifico.

Barton trasmise l'idea di Michaux al vicepresidente della società, Thomas Jefferson, che era anche il segretario di Stato degli Stati Uniti. L'ossessione di Jefferson per la frontiera a ovest del fiume Mississippi era ben nota. La sua biblioteca a Monticello aveva più libri sull'argomento che in qualsiasi altra parte della terra, e gli riempiva la testa di visioni di mammut lanosi e vulcani viola. Ancora più importante, considerava l'unione delle estremità del continente come un prerequisito del destino per creare un "Impero della Libertà" americano.

Abbonati alla rivista Smithsonian ora per soli $ 12

Questo articolo è una selezione dal numero di luglio/agosto della rivista Smithsonian

Nel 1793, Thomas Jefferson incaricò il botanico di tracciare una rotta verso il Pacifico e di "prendere nota del paese che attraversi". (NPG, SI)

Ma c'era una difficoltà. Nel 1792, l'America confinava a ovest con il fiume Mississippi ea sud con la Florida. Gran parte del resto di quelli che divennero gli Stati Uniti, inclusa la Louisiana, era controllato dalla Spagna. E mentre la Spagna era un vicino relativamente docile, Jefferson temeva che l'invio di esploratori americani sul suo suolo potesse provocare una guerra. Un naturalista francese, invece, era una soluzione perfetta.

Jefferson aveva buone ragioni per fidarsi di Michaux. Il re di Francia Luigi XVI aveva nominato personalmente Michaux come suo botanico reale, con un assegno in bianco per viaggiare per il mondo. Era sopravvissuto ad essere derubato dai beduini in Medio Oriente e si era quasi congelato con le sue guide native durante una spedizione nel deserto canadese. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti e aver acquistato una grande piantagione nella Carolina del Sud, dove ha raccolto campioni prima di spedirli in Francia, è diventato anche una specie di esperto di indiani d'America. Il suo talento per entrare in luoghi irraggiungibili da altri lo ha portato a fare centinaia di scoperte, un catalogo di piante e animali del Nuovo Mondo che avrebbe riempito le biblioteche.

Dopo aver ricevuto il messaggio di Barton, Jefferson ha risposto per chiedere quando Michaux avrebbe potuto iniziare.“In conseguenza della tua nota,” Barton rispose il 4 gennaio 1793, “Ho aspettato il signor Michaux [e ho appreso] che si impegnerà nel suo piano non appena lo riterrà opportuno.”

Jefferson ha agito rapidamente per assicurarsi il sostegno del presidente George Washington, Alexander Hamilton e Henry Knox, nonché di 14 senatori e 14 rappresentanti degli Stati Uniti, tra cui James Madison. Jefferson stilò anche personalmente un contratto che invitava Michaux a "prendere nota del paese che attraversi, del suo aspetto generale, del suolo, dei fiumi, delle montagne, delle sue produzioni—animali, vegetali e minerali—per quanto possano essere nuove per noi e può anche essere utile o molto curioso.”

Michaux, nonostante oa causa delle sue umili origini, teneva profondamente alla sua reputazione ed era ansioso di essere accettato come un abile uomo di scienza. Il 30 aprile 1793 scrisse a Jefferson promettendo “di dedicarmi a questo senza riserve.”

Michaux ha viaggiato molto per raccogliere e descrivere semi, piante e altri esemplari. (Mappa: Guilbert Gates Map Sources: Catawba Land Conservancy, Historic Pittsburgh.org / Darlington Digital Library)

Ma anche se Michaux era un incomparabile cronista della natura nella giovane America, non trovò mai un ampio riconoscimento, in parte perché non tenne molte conferenze, a differenza del botanico americano William Bartram, suo amico di sempre, né insegnava in importanti università. Inoltre, ha pubblicato il suo lavoro scientifico in francese e ha inviato le sue collezioni in Europa. Oggi non siamo nemmeno sicuri di che aspetto avesse. Nessun ritratto sopravvive. Dall'aspetto di suo figlio, François, un distinto botanico a pieno titolo, possiamo intuire che Michaux père aveva i capelli neri ricci, un naso severo e un mento con fossette, ma questa è solo un'ipotesi. Allo stesso modo, abbiamo poche informazioni sui suoi sentimenti e opinioni personali. La sua scrittura, come la sua ambizione, era tecnica, non riflessiva.

Ora un bibliotecario pubblico in pensione di nome Charlie Williams sta cercando di riportare Michaux nel pantheon dei grandi naturalisti. Negli ultimi anni, il settantacinquenne Williams, che vive a Charlotte, nella Carolina del Nord, ha fondato una André Michaux International Society, ha convocato simposi accademici per incoraggiare gli studi sulla sua vita e il suo lavoro e ha persino scritto un atto unico su l'esploratore, che è noto per esibirsi in abiti d'epoca. L'anno scorso, lui e due colleghi biologhi, Eliane Norman e Walter Kingsley Taylor, hanno raggiunto una pietra miliare quando hanno pubblicato André Michaux in Nord America—la prima traduzione inglese di nove volumi di diari e lettere che Michaux scrisse durante il suo soggiorno americano tra il 1785 e il 1796. L'immenso volume di 608 pagine, in preparazione di due decenni, fa risorgere l'epica voglia di viaggiare di Michaux.

Lo studioso di Michaux Charlie Williams, sotto una magnolia a foglia grossa nella contea di Gaston, nella Carolina del Nord, dove il francese vide per la prima volta la specie anonima. (Mike Belleme)

“Era il più grande esploratore della sua epoca,” Williams. “Ma la storia lo ha semplicemente dimenticato.”

Come mai? La ragione ha a che fare con un misto di patriottismo del XVIII secolo e fervore rivoluzionario—e ingenuità politicaé. Michaux si imbarcò in una missione di spionaggio nel 1793, ma non era quella che aveva ideato con Jefferson. E 230 anni dopo, gli storici stanno ancora discutendo sul ruolo che Jefferson ha svolto nel portare tutto a un disastroso esito.

André Michaux è nato in una fattoria di 400 acri a sud di Versailles, dove suo padre gestiva la terra appartenente al re. La sua infanzia nei giardini intorno al palazzo è stata relativamente privilegiata, e ha imparato il mestiere di famiglia nell'aspettativa che avrebbe continuato in esso. Ma una serie di tragedie ha alterato quel piano. Suo padre morì quando aveva 17 anni e sua madre tre anni dopo. Quattro anni dopo, sua moglie perse la vita poco dopo aver dato alla luce il loro figlio, François.

Un medico reale che conosceva la famiglia pensava che Michaux avesse bisogno di un nuovo inizio e lo introdusse alla botanica. Michaux si è subito avvicinato all'argomento e si è fatto strada, compreso un periodo come apprendista in una spedizione sulle montagne dell'Alvernia, in Francia, con Jean-Baptiste Lamarck, il gigante del naturalismo del XVIII secolo.

Nel 1782 si unì a una spedizione reale in Medio Oriente che coinvolse circa 120 uomini e 180 cammelli. “Esaminando la moltitudine di piante di cui abbondano i campi,” scrisse durante una sosta ad Aleppo, “Fui trasportato oltre me stesso e fui costretto a soffermarmi e tranquillizzare la mia mente per alcuni istanti.” Osservò le stelle per il suo orientamento e si meravigliava che le persone che incontrava a Baghdad cucinassero nelle stufe a legna usando il tamerici, un arbusto sempreverde che non aveva mai visto prima. Da solo, ha affrontato una moltitudine di pericoli. È stato attaccato dai beduini, trattenuto per chiedere un riscatto e costretto a pagare tangenti quando ha raggiunto la città portuale di Bushehr, nell'odierno Iran, è stato derubato di quel poco che gli era rimasto. Il console inglese in quella città fu così stupito dal suo calvario che diede disposizioni a Michaux per proseguire nell'Oceano Indiano anche se l'Inghilterra era allora in guerra con la Francia.

I viaggi di Michaux hanno prodotto più di scoperte botaniche. Durante una spedizione nel Vicino Oriente, trovò questo esemplare dell'XI secolo a.C. cippo di confine con iscrizioni cuneiformi. (©BnF, Dist. RMN-Grand Palais / Art Resource, NY)

Quando Michaux tornò a Parigi, nel 1785, i suoi viaggi erano diventati leggendari. Luigi XVI, desideroso di seminare il suo sublime Ch'teau de Rambouillet con la flora del Nuovo Mondo, avvicinò Michaux per servire come botanico reale e gli disse di salpare per l'America con la spedizione. “Non avrò nulla da temere quanto lasciare scoperte da fare a coloro che verranno dopo di me,” Michaux scrisse mentre partiva con il quindicenne François.

Erano tempi impegnativi. Dopo un breve soggiorno vicino a Hoboken, nel New Jersey, padre e figlio si stabilirono a Charleston, nella Carolina del Sud, dove il clima era ottimale per la raccolta di piante e semi, gli alberi nativi (e quelli naturalizzati dall'Asia) sembravano sicuri di stare bene in Francia, e c'era un facile accesso al porto per inviare le spedizioni a casa. Michaux acquistò una piantagione di 111 acri e, sfruttando il lavoro di due dozzine di lavoratori ridotti in schiavitù, trasformò il luogo nel suo laboratorio.

Non appena lasciava cadere i frutti di un'avventura, si lanciava in un'altra. Dopo una gita attraverso la Georgia, si fece strada nella Florida spagnola, meravigliandosi di come gli aranci crescessero "con quasi nessuna cura" e di come il litorale, ricoperto di Illicium giallo, odorasse di anice. Durante un viaggio lungo il fiume Little Tennessee, si imbatté in un campo largo un miglio coperto da cespugli di fragole le cui radici raccolse per Rambouillet.

Seguì il fiume Keowee nelle Blue Ridge Mountains e trovò un accampamento indiano dove il capo del villaggio ci ricevette cortesemente e le figlie dell'uomo servirono carne di cervo bollita e pane di mais. Dopo aver raggiunto Tuckaseegee Ford, a 14 miglia da Charlotte, raccontò di aver superato i tribunali Lincoln e Burke, oltre i quali c'era un nuovo Astragalus e un Menispermum con frutti neri.

Michaux’s “tipo esemplare” di Magnolia macrophylla, o magnolia a foglia grossa, che ora è ospitata al Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi, in Francia. (Patrick Lafaite / Muséum National D'Histoire Naturelle de France)

I viaggi idilliaci di Michaux erano in netto contrasto con la sanguinosa violenza rivoluzionaria che stava investendo la Francia. Scoppiarono disordini in tutto il paese, creando una tale instabilità che il re fuggì da Parigi con la sua famiglia, solo per essere catturato e riportato a vivere agli arresti domiciliari.

Come figlio di un contadino che non aveva mai posseduto la propria terra, Michaux non era indifferente agli obiettivi della rivoluzione. Da giovane in Francia, infatti, aveva contribuito con fondi a una spedizione di armi per la Rivoluzione americana, e i suoi circoli sociali a Filadelfia e Charleston comprendevano francesi espatriati che erano schietti sostenitori della nuova Repubblica francese. Allo stesso tempo, il costo per mantenere la piantagione di Charleston era considerevole e lui stava finendo i soldi. Le cose erano così terribili che gli fu rifiutato il credito da un banchiere di New York.

A Parigi, i cortigiani del re, incluso l'aiutante che sovrintendeva alla missione di Michaux, stavano fuggendo dalla città. Michaux era ora più isolato che mai, come spiegano Henry ed Elizabeth Savage in André e François André Michaux, la loro biografia congiunta del 1986 di padre e figlio. Poi, nel gennaio 1793, i carnefici della rivoluzione decapitano il re e fanno di Michaux un uomo senza lavoro né patria.

Quella primavera, l'Europa era una polveriera. L'esecuzione del re unì altri monarchi contro la Repubblica francese, che stava lottando con lotte intestine e scivolando verso la guerra civile. La Francia aveva dichiarato guerra all'Austria nella speranza sbagliata che la popolazione si sarebbe ribellata. Dopo aver istituito un progetto, i francesi espansero il conflitto alla Gran Bretagna, che sostenne le forze controrivoluzionarie nelle province francesi, e alla Spagna, che inviò un esercito sui Pirenei. A marzo, il Portogallo, il Regno di Napoli e il Sacro Romano Impero si erano uniti alla mischia, creando quella che divenne nota come la prima coalizione contro la Francia.

Negli Stati Uniti, i consiglieri del presidente Washington erano divisi sull'opportunità o meno di schierarsi. Il segretario al Tesoro Alexander Hamilton ha sostenuto la Gran Bretagna, sostenendo che la monarchia era una forza stabilizzatrice. Jefferson, d'altra parte, voleva giocare per tempo La Francia aveva sostenuto la rivoluzione americana, ha ricordato a tutti, e si è meritato il beneficio del dubbio.

Tutta questa instabilità ha creato opportunità per chiunque fosse abbastanza astuto da incassarlo. E questo includeva un ex generale della Guerra d'indipendenza americana che viveva nel Kentucky di nome George Rogers Clark. Dopo che una serie di sforzi militari autofinanziati lo lasciarono profondamente indebitato, Clark scrisse al ministero degli Esteri francese con una proposta per aiutare ulteriormente le sue ambizioni: avrebbe formato un esercito privato di nativi americani e coloni per cacciare la Spagna dai territori in cui controllato a ovest del Mississippi, aprendo così il fiume Mississippi e il porto di New Orleans al commercio francese e americano e le terre oltre all'insediamento americano.

L'eroe della guerra d'indipendenza americana, il generale George Rogers Clark, cospirò con i francesi per attaccare le forze spagnole in Nord America. (NPG, SI)

Sorprendentemente, l'idea ha trovato un pubblico a Parigi. I funzionari francesi avevano già concluso che la Spagna era eccessivamente indebitata in Louisiana e quindi vulnerabile. In effetti, un giovane inviato di nome Edmond-Charles Genêt stava attraversando l'Atlantico con l'ordine di infiammare il più possibile la situazione.

Il garbato Gen't dai capelli rossi arrivò a Filadelfia nel maggio 1793 con un ricevimento estatico. David Rittenhouse, presidente dell'American Philosophical Society, direttore della Zecca degli Stati Uniti e stretto alleato di Jefferson, ha guidato un corteo di cittadini al City Hotel per dare il benvenuto al "nostro primo e migliore alleato". che era uno dei francesi con i migliori contatti d'America e sperava di ottenere finanziamenti dal governo francese, era tra quelli che si erano messi in fila per incontrarlo. Genêt lo ha trovato "stizioso sotto tutti gli aspetti, godendo qui di una grande stima", ha scritto in una lettera al ministro degli Esteri francese. Ancora meglio, Genêt pensava che il botanico sarebbe stato un'aggiunta perfetta alla missione segreta di Clark per sollevare un esercito contro la Spagna, dal momento che era "abituato a viaggiare nell'entroterra dell'America" ​​e la sua partenza può essere sospetta a nessuno.”

Questo era un terreno insidioso, anche perché il presidente Washington aveva risolto la spaccatura nel suo gabinetto annunciando che gli Stati Uniti sarebbero rimasti neutrali nel conflitto europeo. Tuttavia, quando Genêt disse a Michaux che la Repubblica francese richiedeva i suoi servizi come collegamento con il generale americano, Michaux prese una decisione che sarebbe echeggiata nei secoli: attraversò Washington e andò invece a lavorare come spia per il suo paese.

Gli storici discutono sul motivo per cui Michaux, un naturalista motivato, avrebbe rinunciato alla promettente missione scientifica per conto dell'American Philosophical Society per una che comportava così tanti rischi. Le risposte vanno dal prosaico (potrebbe aver visto la missione del Gente come un breve interludio, senza mai pensare che gli avrebbe impedito di raggiungere il Pacifico) al romantico (è stato travolto dallo spirito della Rivoluzione francese). Nelle sue note a André Michaux in Nord America, Williams sottolinea che Michaux stava discutendo con Jefferson su chi avrebbe ottenuto il merito per le scoperte che Michaux avrebbe fatto durante la sua spedizione, una preoccupazione fondamentale per un uomo determinato a conquistare il rispetto dell'élite scientifica francese. La missione del Kentucky potrebbe essere sembrata un'alternativa interessante. "Gen" ora gli ha dato l'opportunità di essere il primo botanico a visitare la zona, promettendogli sia uno stipendio annuale del governo che un importo ancora maggiore per le spese", scrive Williams.

Il bottone rosa, un fiore di campo esile descritto da Michaux in Flora of North America, pubblicato postumo. (Flora Boreali-Americana di Andre Michaux, 1803/Real Jardín Botánico Madrid, Spagna)

In Coraggio Indomito, il best seller del 1996 sulla spedizione di Lewis e Clark, l'autore Stephen Ambrose ha aggiunto la sua svolta al dibattito, definendo Michaux come poco più di una spia intrigante. Michaux aveva «appena raggiunto il Kentucky quando Jefferson scoprì di essere un agente segreto della Repubblica francese», scrisse Ambrose.

La reputazione di Ambrogio come storico popolare conferì grande legittimità a questa opinione. Ma la calma bonaria di Williams si scioglie quando glielo chiedo. “Ambrose ha appena perso la barca,” dice. “Ha sbagliato.”

Dal punto di vista di Williams, non era Michaux ad essere doppiogiochista e intrigante, ma Jefferson stesso. L'interpretazione di Williams si basa sul suo studio di eventi in rapido movimento che iniziò all'inizio di luglio 1793, quando Gent sfidò la neutralità di Washington convertendo una nave mercantile in un corsaro armato che avrebbe lanciato attacchi dai porti americani.

Edmond-Charles Genêt, il ministro francese che ha irretito Michaux nel complotto insurrezionale e ha portato gli Stati Uniti e la Repubblica francese sull'orlo della guerra. (agefotostock / Alamy Foto Stock)

Con la tensione alta, Jefferson ha incontrato Genêt a Philadelphia per cercare di calmare le acque. Gli uomini si sono seduti faccia a faccia e Jefferson ha ascoltato mentre Genêt esponeva i suoi piani, comprese le sue istruzioni a Michaux per aiutare a sollevare un esercito mercenario. Jefferson ha colto immediatamente le implicazioni. Come scrisse in seguito in un memorandum, "dissi a [Genêt] che allettare ufficiali e soldati ad andare contro la Spagna era davvero mettergli una cavezza al collo, perché sarebbero stati sicuramente impiccati se avessero iniziato le ostilità contro una nazione a pace con gli Stati Uniti.”

È quello che Jefferson ha fatto dopo, tuttavia, che suggerisce un duplice programma. In una lettera a James Madison del 7 luglio, Jefferson definì la nomina di Gen. come inviato come "calamitosa" e si lamentò di essere stato "irrispettoso e persino indecente" nei confronti del presidente Washington. In privato, tuttavia, Jefferson accettò di assistere Genêt: scrisse una lettera al governatore americano del Kentucky per assicurarsi che Michaux, che definì "un uomo di scienza e merito", non avrebbe avuto problemi a organizzare un incontro con generale Clark.

Perché Jefferson dovrebbe difendere pubblicamente Washington e screditare Genêt, solo per aiutare l'inviato francese dietro le quinte? Che Jefferson potesse essere un politico astuto e calcolatore non è certo un'idea nuova, e alcuni studiosi hanno suggerito che stesse conducendo quella che equivaleva a una politica estera ombra, cercando di sloggiare la Spagna dai suoi territori americani perché credeva che gli Stati Uniti avrebbero avuto più influenza su un vicino francese. (Se è vero, le sue manovre si sono rivelate profetiche dopo che Napoleone acquisì la Louisiana dalla Spagna nel 1800, stabilendo l'acquisto della Louisiana.) Ma nessuno è arrivato fino a Williams nell'accusare Jefferson di usare Michaux come pedina per i propri fini politici.

Alan Taylor, il professore di storia della Thomas Jefferson Foundation presso l'Università della Virginia, sostiene l'idea che Jefferson stesse probabilmente lavorando su più angolazioni contemporaneamente. "Era un'epoca in cui scienza, geopolitica e spionaggio si intrecciavano, come probabilmente fanno ancora", mi ha detto Taylor in un'e-mail. “Dato il talento di Jefferson per l'intrigo e l'inganno, non sarei sorpreso se sapesse della spedizione ostruzionistica di Michaux più di quanto non lasciasse intendere.

Il 16 luglio 1793, Michaux lasciò Filadelfia con due guardie francesi. Ci vollero sei settimane di lentezza per raggiungere il Kentucky. Visitò le persone che gli era stato ordinato di incontrare dal console francese e fece numerose escursioni secondarie per mantenere la sua copertura di botanico. Qualunque cosa fosse, non aveva fretta.

Nel frattempo, Genêt stava rapidamente esaurendo la sua accoglienza con il governo americano. Durante un ricevimento a casa di Washington a Filadelfia, Gen't si fece strada in un'udienza privata con il presidente, insistendo sul fatto che la Francia avrebbe prevalso in Europa e chiedendo la pace alle condizioni che la Francia stessa avrebbe dettato. . . e lei non avrebbe dimenticato gli Stati Uniti.” Washington, che sentiva questo come una minaccia, rispose gelidamente, dicendo che considerava ciò che i francesi dicevano di lui come "di scarsa importanza".

Anche Jefferson ne ebbe presto abbastanza dell'inviato litigioso. Quando Washington convocò una riunione di gabinetto per decidere se revocare le credenziali del generale, Jefferson scrisse che solo "un determinato sistema di moderazione" gli impediva di schierarsi con gli estremisti come Hamilton che voleva l'espulsione immediata del generale. . Da parte sua, Hamilton ha pubblicato un saggio sui giornali di Filadelfia rivelando che Gente aveva minacciato di aggirare i canali diplomatici e di utilizzare i media per mobilitare il pubblico americano contro la neutralità di Washington. Quando Michaux presentò la lettera di raccomandazione di Jefferson al governatore del Kentucky, il sentimento filo-francese che era stato diffuso negli Stati Uniti stava svanendo.

Nel frattempo, si stavano diffondendo storie sul complotto segreto francese per sollevare un esercito contro la Spagna. Due funzionari spagnoli scrissero a Jefferson per fargli sapere che avevano appreso che la Francia stava pianificando una "spedizione progettata contro la Louisiana" e la Spagna iniziò a rinforzare le sue cannoniere lungo il Mississippi.

Tuttavia, quando Michaux raggiunse finalmente Clark il 17 settembre 1793, rimase sbalordito nello scoprire che il generale non aveva idea di quanto fosse andata lontano la sua idea.Michaux scrisse nel suo diario: "Gli ho consegnato le lettere del ministro [Genêt] e gli ho detto l'oggetto della mia missione". Rispose che l'impresa in questione gli stava a cuore, ma poiché ne aveva scritto tanto tempo fa senza alcuna risposta, pensò che il progetto fosse stato abbandonato.”

Si potrebbe pensare che i diari di Michaux siano pieni di rabbia per aver riposto così tanta fiducia mal riposta in Clark. Ma le nuove traduzioni mostrano che uno sarebbe sbagliato. Vale a dire:

domenica 22 settembre: Sono arrivato a Danville alle 5 di sera. Quel giorno scrissi al ministro Genêt e lo spedii per posta a Filadelfia.

23 settembre: Ho riposato.

Non è stato fino a ottobre che Clark ha finalmente accettato di iniziare a raccogliere l'esercito per la Francia, e ormai era troppo tardi. L'inverno stava sorgendo, il che significava che qualsiasi attacco “sorpresa” avrebbe dovuto aspettare fino alla primavera.

Ancora più importante, il terreno politico era cambiato. Il presidente Washington ordinò a Jefferson di inviare al governo francese un disegno di legge contro Genêt. I francesi, desiderosi di risolvere la crisi, hanno risposto inviando un sostituto, e le operazioni dei Genès sono state tutte cancellate. Il governatore spagnolo della Louisiana, ora a conoscenza dei dettagli, ha emesso un mandato di cattura per Michaux nel caso avesse tentato di insinuarsi nuovamente in territorio spagnolo.

La sua copertura saltata, il suo accordo con l'American Philosophical Society a brandelli, e ancora una volta senza un benefattore, Michaux tornò in South Carolina.

Non contento di riposare a lungo, Michaux si imbarcò in una spedizione attraverso le Blue Ridges, dove riempì i suoi quaderni di osservazioni che sono diventate una sorta di ur-testo per gli ambientalisti degli Appalachi. Nell'agosto 1794, divenne il primo esploratore a raggiungere la vetta del Grandfather Mountain della Carolina del Nord, una delle vette più alte del confine orientale della catena. In cima, si è lanciato in "La Marsigliese", il nuovo inno nazionale francese, e ha gridato "Lunga vita all'America e alla Repubblica francese, lunga vita alla libertà!"

Oggi puoi acquistare magliette e bicchierini da 50 centesimi al negozio di articoli da regalo in vetta, ma non riesci a trovare una sola menzione di Michaux. Eppure il suo lavoro vive nelle piante che portano il suo nome: il sommacco di Michaux la felce Pleopeltis michauxiana un fiore selvatico chiamato sassifraga di Michaux. Ci sono anche le molte piante che ha descritto, come l'albero dei tulipani con una circonferenza di 24 piedi e i gigli macchiati con "fiori morbidamente pelosi in ombrelle" che ha trovato vicino alla base della Montagna Nera.

Nel 1795, Michaux utilizzò gli ultimi suoi risparmi personali per finanziare una spedizione di un anno nell'interno americano che lo portò in Tennessee, Kentucky, Indiana e Illinois, dove apprese che Francia e Spagna avevano raggiunto una tregua. Esultante, cercò di trovare delle guide che lo aiutassero a riprendere il suo viaggio in ritardo verso il Pacifico. Ma a quel punto era al verde.

Nell'agosto 1796 tornò a Parigi per ricongiungersi con François, che era tornato qualche anno prima per raccogliere fondi. Secondo il suo biografo, J.P.F. Deleuze, è stato accolto calorosamente al Museo Nazionale da “uomini di scienza e cultura.”

A destra, il figlio di Michaux, François, in un ritratto del 1810. Botanico stesso, il giovane Michaux divenne famoso per la sua opera del 1810-13 La Sylva nordamericana. Nel 1809, mentre si trovava in America per esplorare gli stati orientali, François ottenne l'adesione alla American Philosophical Society. A sinistra, un'incisione di Sylva. (Florilegius / Bridgeman Images Ritratto di François André Michaux di Rembrandt Peale. American Philosophical Society, Dono della famiglia del Dr. Joseph Carson, 19 marzo 1880)

Il resto della sua vita, ahimè, fu crivellato di delusioni. Michaux fu devastato nell'apprendere che la maggior parte delle 60.000 piante e 90 casse di semi che aveva mandato a casa nel corso degli anni erano state schiacciate dalla rivoluzione, in molti casi letteralmente, poiché gli esemplari erano stati piantati nelle proprietà reali e nei giardini privati ​​che non #8217t sopravvivere al caos. Michaux trascorse gli anni successivi nella sua casa di Parigi, isolato mentre lavorava alla sua opera illustrata, Le querce del Nord America.

Fu solo nel 1800, all'età di 54 anni, che gli fu data la possibilità di tornare sul campo come botanico anziano su una nave da ricerca chiamata Il Naturalista, che è stato finanziato da Napoleone per navigare in Australia. Durante uno scalo sull'isola di Mauritius, nell'Oceano Indiano, Michaux ha intravisto la contentezza, scrive Deleuze. Passava le sue giornate dormendo sotto gli alberi della foresta e godendo dell'ospitalità di un ricco colono. Quando sei mesi più tardi, nel giugno 1802, Michaux salpò per 500 miglia verso il Madagascar, il cui isolamento prometteva una vita vegetale mai vista in nessun'altra parte del mondo. Arrivò alla fine dell'estate e aprì bottega a Tamatave (oggi Toamasina), una città portuale collinare. Lavorando per lunghe giornate, ripulì la boscaglia e rigirò la terra per creare un nuovo giardino che progettava di utilizzare come snodo per traghettare le sue scoperte a Mauritius e poi a Parigi, dove Francesco continuò a promuovere il suo lavoro. Le scatole di esemplari e documenti non hanno mai fatto il viaggio in Francia.

Nell'ottobre 1802, l'undicesimo anno della Repubblica francese, Michaux contrasse la febbre e morì.

Ho chiesto a Williams se pensava che Michaux avesse mai superato il modo in cui la sua vita era stata alterata da quella che è diventata nota come l'affare Gen't. "Non credo che si sia mai pentito di essere un patriota", ha detto Williams. “Ma il suo sogno era sempre quello di sentire il pacifico grembo ai suoi piedi.” Lo desiderava così tanto, infatti, che nel 1800 ottenne i passaporti olandesi per poter navigare nel Pacifico attraverso le Indie Orientali Olandesi, sperando per trovare un percorso per St. Louis da lì.

Nel 1804, il fratello minore del generale Clark, William Clark, si unì a Meriwether Lewis nella spedizione che realizzò il sogno di Michaux. Anche Lewis e Clark tenevano diari scrupolosamente dettagliati, ma erano scritti in inglese e catturavano l'immaginazione di una nazione evocando il robusto eccezionalismo del nuovo 'Impero della Libertà di Jefferson's americano.

Eseguendo il suo one-man play su Michaux, Williams enfatizza le qualità dell'uomo, non il suo fallimento. Chiede ai membri del pubblico di chiudere gli occhi e immaginare Michaux come "audace quando era richiesta l'audacia, attento quando era necessario e nessuno sciocco".


Don Thomas Blue Streak

La Blue Streak era un agente del sovversivo chiamato Corporation che era stato incaricato di infiltrarsi nel programma "super-agente" dell'organizzazione internazionale dell'intelligence e delle forze dell'ordine S.H.I.E.L.D. Ispirato dal gran numero di combattenti del crimine sovrumani, S.H.I.E.L.D. aveva deciso di creare una propria squadra di agenti che avevano abilità sovrumane reali o, come Blue Streak, utilizzavano attrezzature che consentivano loro di eseguire imprese sovrumane. Il Blue Streak indossava insoliti pattini a propulsione a razzo che gli permettevano di muoversi a una velocità sovrumana. Tuttavia, la Blue Streak è stata smascherata come spia della Corporation ed è stata sconfitta in combattimento da Capitan America.

Dopo aver lasciato la prigione, il Blue Streak ha condotto una carriera di successo come criminale professionista nel Midwest americano. I suoi pattini a razzo e le armi laser gli hanno permesso di inseguire veicoli in movimento sulle autostrade e derubarli. Alla fine il Blue Streak si scontrò di nuovo con Capitan America, che lo incontrò fuori da un'autostrada nei Monti Appalachi settentrionali. Lo Streak è finalmente riuscito a convincere Capitan America a scendere lungo un dirupo per cercarlo, mentre lo Streak è effettivamente fuggito in un'altra direzione. Incapace di viaggiare molto più lontano usando i suoi pattini, lo Streak ha fatto l'autostop con l'autista di un camion. Tuttavia, l'autista era in realtà il vigilante Flagello, travestito, che ha ucciso Streak. The Hood ha recentemente resuscitato molti dei cattivi uccisi dal Flagello, incluso Blue Streak.

Nota: c'è un altro personaggio che ha assunto il ruolo di Blue Streak, vai alla pagina di disambiguazione per ulteriori informazioni.


Don Thomas - Storia

Il tuo carrello è vuoto

Fondato nel 1849 da mercerie e drappieri, Hugh Brown e James Thomas, Brown Thomas è stato fin dall'inizio un nome sinonimo di lusso, integrità e bellezza.
Verso la metà del 1850, Brown Thomas si era affermato come un punto di riferimento sulla principale di Dublino attraverso la fiera Grafton Street, con i clienti che tornavano per un'esperienza di vendita al dettaglio elegante, sofisticata e ricca di stile.

Nel 1919 Brown Thomas passò di mano: Harry Gordon Selfridge, il leggendario americano acquistò lo Store e portò Brown Thomas nel XX secolo. Nel 1933, il negozio tornò in mano irlandese quando fu acquistato da John McGuire e dai suoi figli. Sopravvissuto a due guerre mondiali e ai disordini civili che hanno dilaniato il paese, il negozio è rimasto saldo, nel bene e nel male, un'affidabile icona di grazia e buon gusto.

Nel 1971, oltre un secolo dopo l'apertura dei battenti di Brown Thomas, Galen e Hilary Weston acquistarono l'iconico locale in Grafton Street e iniziarono a trasformarlo in un negozio per rivaleggiare con i migliori al mondo.


St. Thomas More ha una ricca storia

St. Thomas More si trova in un campus di 16 acri che originariamente ospitava la Pio Nono High School (1890) e il St. Francis Minor Seminary (1941). Nel 1972, due licei maschili, Don Bosco (1946) e Pio Nono, si uniscono per formare la Thomas More High School. La Thomas More è rimasta una scuola per soli maschi fino al 1989, quando abbiamo ammesso per la prima volta le studentesse. Per sottolineare la nostra identità cattolica, il “St.” è stato aggiunto nel 2007 su richiesta dell'Arcivescovo.

1843: Viene fondata la diocesi di Milwaukee

Quando fu istituita la diocesi di Milwaukee nel 1843, gran parte di questo territorio era deserto. Diventerebbe un'area di crescita costante man mano che gli europei si trasferivano nel Nuovo Mondo per sfuggire alle persecuzioni politiche e religiose.

Il Rev. John Carroll, il primo Vescovo cattolico negli Stati Uniti, ha cercato di provvedere ai bisogni della crescente popolazione di cattolici fondando nuove diocesi e installando nuovi superiori. Nel 1829 ordinò John M. Henni, che alla fine diresse la crescita della Chiesa nel Wisconsin. Padre Henni sperava di stabilire un seminario negli Stati Uniti ed è stato determinante nella fondazione del seminario St. Francis de Sales nel 1845. Al reverendo Joseph Salzmann viene riconosciuto il merito di aver organizzato e garantito i finanziamenti per la sua sede permanente a St. Francis, Wisconsin. La prima pietra fu posata nel 1855.

1870: Il primo Pio Nono

Già nel 1864, Salzmann concepì l'idea di fondare un'istituzione per preparare i giovani alla professione di insegnante. Ha lanciato il progetto per costruire la Scuola Normale Cattolica e il Collegio Pio Nono. Il 12 giugno 1870, con l'approvazione del vescovo Henni, fu posta la prima pietra di questa scuola. Il collegio prese il nome da Pio IX, allora papa.

L'obiettivo principale della scuola era la musica, poiché l'ufficio di organista e maestro di coro era spesso combinato con quello di insegnante. Nel 1873, il professor Singenberger arrivò dalla Germania per dirigere il programma musicale. Mentre era qui, organizzò l'American Cecilian Society e divenne una grande influenza sulla musica sacra in America. Al curriculum della Scuola Normale era collegato un approfondito corso di musica. Inoltre, era disponibile un corso separato di musica per coloro che desideravano prepararsi esclusivamente alla posizione di organista e direttore. Durante i primi anni questa istituzione è stata riconosciuta come il principale esponente della musica sacra cattolica in questo paese.

Su richiesta del Vescovo Henni, il Rev. Salzmann ha anche aperto un dipartimento universitario a beneficio degli uomini cattolici che desideravano ottenere una laurea da un istituto cattolico. La prima indicazione di un diplomato è nel 1891. Nel 1892 viene elencato il primo studente diplomato “commerciale”. Questo corso di studi di due anni è stato progettato per impartire una formazione aziendale approfondita. Nel 1923 il dipartimento di "scuola normale/college" fu sciolto e Pio Nono fu un collegio cattolico e un liceo diurno per ragazzi. La Salzmann Hall è stata costruita nel 1931 per accogliere il crescente numero di studenti.

1941: Seminario Minore San Francesco

La crescita di Pio Nono continuò negli anni '40 quando l'arcidiocesi sviluppò la necessità di un seminario "minore" che sarebbe stato separato dal seminario "maggiore" di livello universitario. Il seminario maggiore aveva arruolato per anni studenti delle scuole superiori, ma man mano che il loro numero cresceva, si decise di unire gli studenti del seminario minore a quelli del Pio Nono.

Nel 1941, l'arcidiocesi, sotto la guida dell'arcivescovo Moses Elias Kiley, decise di fare di Pio Nono il seminario minore dell'arcidiocesi e ribattezzò la scuola St. Francis Minor Seminary. Il seminario minore consisteva in quattro anni di liceo e due anni di collegio (dal 1941). A quel tempo, c'erano sia studenti diurni che internati. I pensionanti vivevano a Salzmann Hall, il nostro attuale edificio a ovest. Il Seminario Minore St. Francis ha continuato a educare i giovani in questo sito fino a quando il Seminario preparatorio DeSales non è stato dedicato nel 1963.

1945: Liceo Scientifico Don Bosco

Il St. Francis Minor Seminary era così ben fondato a metà degli anni '40 che non furono ammessi i non seminaristi. Per provvedere ai ragazzi cattolici che non andavano in seminario, l'arcidiocesi ha chiesto ai fratelli e ai sacerdoti marianisti della provincia di St. Louis di venire a Milwaukee per fondare una scuola. I marianisti arrivarono nel 1945 e lavorarono alla Messmer High School mentre cercavano un sito appropriato sul lato sud.

Il liceo Don Bosco è stato aperto nel 1945. L'edificio accademico era stato una scuola elementare pubblica costruita intorno alla fine del secolo. Situato all'angolo tra 12th e Becher Streets, era vuoto quando l'arcidiocesi lo acquistò per $ 40.000. Don Bosco inizialmente iniziò con matricole e studenti del secondo anno, quindi i primi diplomati sono elencati per il 1948. La nuova palestra Bosco, completata nel 1949, divenne un punto focale per la comunità don Bosco. Fu in questi edifici che i Marianisti instillarono nei loro studenti l'importanza del concetto di “famiglia” che i Don portano ancora oggi.

Don Bosco fiorì negli anni '40 e nei primi anni '60, guadagnandosi la reputazione di una buona preparazione accademica e di eccellenti attività extracurriculari. Alla fine degli anni '60, tuttavia, il calo delle iscrizioni ha portato la leadership marianista a discutere i cambiamenti che alla fine avrebbero unito la storia delle scuole superiori Don Bosco e Pio Nono.

1965: Pio Nono, Una breve resurrezione

A causa della crescita della frequenza al Seminario Minore St. Francis, l'Arcidiocesi ha deciso di costruire un nuovo edificio del Seminario Minore. Il Seminario si trasferì nella sua sede di Lake Drive nel 1963 e fu ribattezzato de Sales Preparatory Seminary. Ha continuato lì come una scuola superiore di quattro anni e un college di due anni fino al 1970 circa, quando il dipartimento del college è stato cambiato in un programma di quattro anni ed è stato trasferito.

Sotto la guida del Rev. Edmund Olley, Pio Nono riaprì nel 1965 nell'edificio precedentemente occupato dal seminario minore e furono creati progetti per una nuova aggiunta di edificio. Quando l'edificio fu terminato due anni dopo, il futuro di Pio Nono sembrava luminoso. La "resurrezione" di Pio Nono è iniziata con una classe matricola di 100 e una nuova classe è stata aggiunta ogni anno, con la prima classe senior che si è diplomata nel 1969.

1972: Thomas More

I problemi con il calo delle iscrizioni alla fine degli anni '60 riguardavano i leader di Pio Nono, Don Bosco e l'arcidiocesi. Alla fine, i forti sentimenti della tradizione hanno lasciato il posto alla fredda realtà dell'economia. Era passato più di un secolo dalla fondazione del Pio Nono, quando fu annunciata la fusione delle due scuole. Nel 1972 una “nuova” scuola doveva emergere da queste rispettate istituzioni. Intitolata all'ex Lord Cancelliere d'Inghilterra, che divenne un martire, la Thomas More High School iniziò una nuova era basata sulla fusione dell'unicità di due belle tradizioni. Fra. Dan Sharpe, S.M., che era stato preside di Don Bosco, fu nominato primo preside della Thomas More High School.

Dopo essere sopravvissuto alle prove dei primi anni della fusione, Thomas More si è affermato come leader nella preparazione educativa dei giovani ed era noto anche per i suoi ottimi programmi extra-curriculari. Mentre le statistiche sui risultati erano eccellenti, altri indicatori erano preoccupanti. L'aumento graduale dei costi e il calo delle iscrizioni nei successivi 15 anni alla fine hanno portato a discussioni serie sul futuro. Un altro motivo di preoccupazione è stata la perdita dei servizi dei marianisti nel 1987. A causa del calo del personale disponibile per le scuole del personale, l'ordine si è sentito obbligato a concentrarsi sul personale di altre scuole da loro fondate e sponsorizzate.

Un nuovo consiglio di amministrazione ha commissionato uno studio per indagare le tendenze della popolazione nell'area e le esigenze educative delle famiglie della comunità. Da questa ricerca, il Consiglio ha determinato che le persone di questa zona volevano una scuola mista. Dopo molte discussioni e comunicazioni con gli amministratori di altre scuole, è stata emessa una richiesta per diventare una scuola mista. Nel 1989, sotto la direzione dell'arcivescovo Rembert Weakland, Thomas More accolse le sue prime studentesse. Nel 1992, è stata raggiunta la piena iscrizione di 750 studenti, ed è stata mantenuta a quel livello per molti anni prima che nei primi anni 2000 si verificasse una lenta tendenza al calo delle iscrizioni.

2007: San Tommaso Moro

Il 1 luglio 2007, la Thomas More High School è diventata ufficialmente la St. Thomas More High School. L'aggiunta di "St." consente a tutti i futuri studenti, donatori, visitatori e vicini di conoscere immediatamente la missione e la forza trainante della scuola: Gesù Cristo e il suo amore per noi. Inoltre, includendo l'elemento della fede nel nome, St. Thomas More è più in grado di vendersi ai potenziali studenti e alle loro famiglie.

Anche il Consiglio di amministrazione e gli alti amministratori hanno ritenuto importante rendere omaggio al nostro patrono e omonimo, San Tommaso Moro. Tommaso Moro fu canonizzato da Papa Pio XI nel 1935, ed è con immenso orgoglio che rendiamo omaggio a questo grande onore includendolo nel nome della nostra scuola.

Sebbene il nome sia leggermente cambiato, i valori e la missione della scuola sono rimasti gli stessi. Con un'enfasi sull'innovazione, la St. Thomas More High School ha adottato un programma di studi individuali su laptop wireless, diventando la prima scuola superiore a Milwaukee e la prima scuola superiore cattolica nel Wisconsin ad implementare un tale programma. Rafforzando ulteriormente l'impegno per l'innovazione, St. Thomas More è stato riconosciuto a livello locale e nazionale per i suoi programmi di ingegneria e scienze biomediche, entrambi parte del curriculum Project Lead the Way. Sempre consapevole dell'importanza dello sviluppo spirituale per i nostri studenti, la nostra scuola guarda al futuro con grande speranza, sapendo che stiamo preparando i nostri giovani adulti a realizzare il Regno di Dio qui sulla Terra mentre vanno avanti e mettono in pratica i Suoi insegnamenti.


Storia

1894: Viene fondato il Kiest Business College tre piani sopra F.W. Woolworth Co.nell'Edith Building come un collegio non settario e co-educativo dedicato alla formazione professionale.

1896: Il Kiest Business College, con una crescente reputazione per la formazione professionale mista, viene acquistato da William Morgan e ribattezzato Morgan Business College.

1911: Il Morgan Business College viene acquistato da John L. Thomas Sr., amministratore delle ferrovie con sede a Peterborough, nel New Hampshire, anch'egli laureato al Business College. Il College viene ribattezzato Morgan-Thomas Business College. Per più di 45 anni, il college si è guadagnato un'eccellente reputazione per la formazione di contabili e segretarie e vede un aumento delle iscrizioni degli studenti. Thomas, in qualità di "preside" del College, sviluppa la reputazione di insegnante di talento.

1950: Il Morgan-Thomas Business College viene ribattezzato Thomas Junior College.

1956: Il College si trasferisce nell'ex casa di John Ware in Silver Street, conosciuta come una delle più grandi e belle proprietà di Waterville. Il College utilizza due edifici lì, uno per gli uffici amministrativi, la biblioteca e le aule, e l'altro per il dormitorio femminile, la sala da pranzo, il negozio e la sala studenti. John L. Thomas Jr. viene nominato presidente.

1958: La legislatura dello Stato del Maine concede al Thomas College il diritto di conferire diplomi di Associate in Arts e Associate in Secretarial Science.

1959: Il Thomas College viene ri-chartered come istituzione senza scopo di lucro 501 (c) (3).

1960 (circa): Jewell Hall, un dormitorio maschile intitolato a Ralph A. Jewell, il primo presidente del Consiglio di fondazione, è dedicato.

1962: Viene aperto un nuovo edificio per le aule che diventa il fulcro di tutte le attività accademiche. Il Thomas Junior College viene ribattezzato Thomas College.

1963: La legislatura dello Stato del Maine concede al Thomas College il diritto di conferire diplomi di laurea quadriennale in Scienze della formazione aziendale e diplomi di laurea in amministrazione.

1964: si apre la Libreria marinaio. Prende il nome da Ernest C. Mariner, che è stato presidente del consiglio di fondazione del Thomas College per 15 anni.

1965: All'edificio principale dell'aula viene aggiunto un teatro per conferenze, concerti e rappresentazioni teatrali. A settembre viene completato un nuovo edificio con una mensa e un dormitorio femminile che prende il nome da Ann S. Parks, la prima donna fiduciaria del College.

1969: La legislatura dello Stato del Maine concede al Thomas College il diritto di conferire diplomi di Associate in Science.

1969: Gli operatori telefonici scioperano e gli operai con gli studenti della Thomas aiutano a costruire un campo da baseball nel nuovo campus. I lavoratori del campo da baseball vengono pagati $ 3,25 all'ora e il presidente John L. Thomas pensa che il conto per il campo sia eccessivo a $ 4,200. (Oggi quello stesso campo da baseball costerebbe almeno dieci volte di più.)

1970: Nel nuovo campus in West River Road è stato aperto un dormitorio con alloggi per uomini e donne in ali separate. A dicembre è stato aperto un sindacato studentesco e un centro di ristorazione.

1971: L'intero College è ora operativo nel campus di West River Road.

1972: Viene aperto un villaggio studentesco con alloggi in stile residenza per senior e junior nel nuovo campus del Thomas College in West River Road.

1974-1976: La legislatura dello Stato del Maine concede al Thomas College l'autorità di conferire il Bachelor of Science in Professional Studies e il Master of Science in Business.

1976: Thomas College acquista il suo primo computer, un PDP-11 di Digital Equipment Corporation.

1980: Muore il presidente John Thomas Jr. Ford A. Grant, ex insegnante e vicepresidente del college per gli affari finanziari, viene nominato presidente ad interim. Successivamente Paul G. Jenson, ex preside di facoltà, viene nominato presidente a tempo pieno del Thomas College.

1982-1983: inizia la major dei sistemi informatici e il Thomas College acquista i suoi primi personal computer: 2 Macintosh e un PC portatile Compaq.

1983: Il College istituisce il suo programma di tirocinio, contribuendo a stabilire Thomas come un college che laurea studenti preparati per il successo professionale.

1984: La legislatura dello Stato del Maine concede al Thomas College l'autorità di rilasciare diplomi di Master of Business Administration.

1985: Viene istituito il Portland Center del Thomas College.

1986: Cyril M. Joly, Jr. viene nominato per sostituire il pensionato Paul G. Jenson come presidente.

1988: Thomas College acquista la sua prima rete di computer dedicata all'uso amministrativo e crea la sua prima rete locale.

1989: David F. Emery viene nominato per sostituire Cyril M. Joly, Jr. come presidente ad interim, in attesa della selezione del successore permanente di Joly. Emery serve per sei mesi e George R. Spann viene nominato presidente del Thomas College.

1994: Tutti i dormitori sono dotati di linee voce, dati e video. L'aggiunta di questa tecnologia è finanziata da una sovvenzione della National Science Foundation. La prima connessione di rete da edificio a edificio è completata e il Thomas College accede a Internet.

1995: Thomas College annuncia una partnership con Maine InternetWorks (MINT) che rende Thomas e MINT i provider Internet locali per la regione del Maine centrale.

1998: Viene acquistato un nuovo sistema telefonico per gestire il carico aggiuntivo dei dormitori degli studenti e per rendere Thomas Y2K compatibile. Vengono lanciate le major di Computer Management e Software Development.

1999: Thomas College annuncia il Thomas College Guaranteed Job Program, il programma più esteso del suo genere nella nazione. Il Thomas College diventa uno dei primi college del paese a istituire un sistema amministrativo informatico basato sul web.

2000: Thomas festeggia l'inaugurazione dell'Auditorium Laurette Ayotte da 300 posti. Con il suo grande schermo di proiezione, il sistema audio all'avanguardia e le aule del laboratorio di apprendimento tecnologico, l'Auditorium Laurette Ayotte è uno dei più polivalenti del nord-est. La comunità di Thomas utilizza questa spaziosa struttura per concerti, eventi per studenti, riunioni, eventi speciali e persino un film settimanale del venerdì sera. Il Thomas College aggiunge anche nuove specializzazioni in educazione elementare, psicologia, giustizia penale e informatica. Il College annuncia partnership con la Maine Criminal Justice Academy e Putnam Investments, che apre un centro nel campus.

2001: Thomas College annuncia una partnership con Bridge Educational Computer Career5 Center di Westbrook, Maine. La squadra di baseball del Thomas College vince il NAIA New England Championship e la squadra sviluppa una partnership con la squadra di baseball della lega minore, i Portland Sea Dogs, la squadra della fattoria dei Boston Red Sox.

2002: Viene annunciato un nuovo corso di specializzazione in Comunicazioni. Il campus offre agli studenti Internet wireless in quasi ogni luogo. È stata annunciata una partnership con la Camera di commercio del Mid Maine.

2003: Il College completa importanti lavori di ristrutturazione del Dining Center e apre la Bartlett Hall, una nuova residenza per studenti da 100 posti letto dotata di Internet wireless, televisione via cavo, lounge, angolo cottura e aree computer.

2004: Thomas viene selezionato per la seconda volta in cinque anni dalla Microsoft Corporation come case study per il miglior utilizzo dei prodotti dell'azienda. Microsoft concentra il suo esame sull'utilizzo da parte del College del suo prodotto ISA Server 2004 per la sicurezza, le prestazioni e il reporting.

2005: Thomas riceve una sovvenzione sfida di 1,25 milioni di dollari dalla Fondazione Harold Alfond per la costruzione di un centro sportivo di 4,6 milioni di dollari. Il regalo è il più grande mai ricevuto dal Collegio per la costruzione di una struttura. Thomas annuncia il lancio di una campagna di capitale di $ 9,6 milioni senza precedenti. La campagna, la più grande nella storia del College, è una spinta per finanziare il nuovo Harold Alfond Athletic Center, borse di studio e fondi operativi annuali. Il College riceve diverse generose sfide per la campagna, tra cui la H. Allen Ryan Challenge per $ 500.000 e una sfida della Fondazione Unity per $ 150.000. Inoltre, il 100 percento del Consiglio di fondazione di Thomas fa donazioni e molte aziende regionali contribuiscono, tra cui TD Banknorth, N.A., che si impegna a $ 250.000.

2006: Apre per la prima volta l'Harold Alfond Athletic Center di 38.000 piedi quadrati. Il College completa anche una popolare sala ricreativa. Al via il nuovo corso di Laurea Magistrale in Scienze dell'Educazione. Le iscrizioni complessive sono aumentate del 39% dal 2002. Il record di iscrizioni mette il College sulla buona strada per il suo ambizioso obiettivo di quasi raddoppiare le sue iscrizioni universitarie in 10 anni.

2007: Il College acquista altri 50 acri di terreno da Eaglewood Estates e vicino al fiume Kennebec per supportare la continua crescita delle iscrizioni.

2008: Il Thomas College apre le sue unità Townhouse, che ospitano 88 studenti in aree soggiorno a due piani in stile suite.

2012: Laurie Lachance, Thomas M.B.A. '92, viene nominata presidente del Thomas College. È la prima donna e la prima alumna presidente del Collegio.

2013: Il Thomas College inizia la costruzione del George and Marty Spann Student Commons, un centro accademico e una biblioteca all'avanguardia. Il College costruisce anche nuovi campi in erba per ospitare le squadre di atletica dei Terrier e i membri della comunità. Il Thomas College festeggia ospitando oltre 3.000 studenti delle scuole elementari, medie e superiori che potranno anche godere degli spazi. Thomas aggiunge anche otto nuovi programmi accademici. Il College distribuisce oltre 7 milioni di dollari in aiuti finanziari istituzionali, che includono 105.000 dollari dalla Fondazione Bernard Osher.

2014: Apre l'Harold Alfond Academic Center, la seconda struttura accademica del campus. Comprende la H. Allen Ryan School of Business, la Kenneth and Eva Green Library, il Jeanie's Café, il Bert and Coral Clifford Financial Center, nonché aule, un centro per il successo degli studenti, aule studio e uffici di facoltà. Il College apre anche un'altra residenza, Henry and Ellen Hinman Hall. L'ingresso principale viene spostato per ospitare la costruzione e in seguito chiamato Sheridan Drive.

2017: Thomas diploma i suoi primi partecipanti Kiest-Morgan. Il programma è il corso di laurea triennale formale del College.

2018: Il Collegio inizia a celebrare il suo 125° anno, che culminerà con l'inizio nella primavera del 2019.


Joe Thomas è il peggior GM nella storia dei 49ers

L'ex proprietario Eddie DeBartolo Jr. è una delle figure più venerate nella storia del franchising, e giustamente.

Ma anche lui ha avuto la sua parte di errori importanti.

DeBartolo ha rilevato una squadra in rovina nel marzo del 1977 e ha rapidamente nominato Thomas il direttore generale, il che ha portato a una precedente 'reciproca separazione' con l'allora capo allenatore Monte Clark. Thomas ha sostituito Clark con il capo unico Ken Meyer, ma si è comunque intromesso nel controllo del roster, inclusa la supervisione di chi ha visto il tempo di gioco nei giorni di gioco.

Non sorprende che i 49ers del 1977 siano andati 5-9, un notevole calo rispetto al finale 8-6 ancora non caldo dell'anno prima.

Ma se il 1977 è stato negativo, il 1978 è stato molto, molto peggio. E alcuni potrebbero vedere quella stagione come l'anno peggiore nella storia dei Niners, battendo anche l'ultima stagione di Baalke con San Francisco, 2016.

Il punto forte è stato Thomas che ha scambiato cinque scelte al draft con i Buffalo Bills per un running back di 31 anni, O.J. Simpson, le cui ginocchia erano sparite e non era più in grado di essere un giocatore d'impatto in quella fase della sua carriera. Se un GM dovesse fare una cosa del genere oggi, verrebbe licenziato il pomeriggio successivo.

Eppure Thomas ha anche rilasciato il quarterback Jim Plunkett prima dell'inizio della stagione. E mentre Plunkett non era esattamente la risposta prima di passare agli Oakland Raiders, almeno era un antipasto competente. Dietro di lui, i 49ers non avevano nessuno.

Ironia della sorte, sono state le azioni di Thomas altrove a evidenziare davvero quanto fosse pessimo direttore generale.

Rimarrai sbalordito nell'apprendere che non ha funzionato, dato che i 49ers hanno lottato per una stagione 2-14. Le cose andavano così male a metà stagione che Thomas stava confiscando i cartelli dei fan che chiedevano di essere licenziato, entrando in scontri fisici con i giornalisti di beat e cercando di annullare una partita della settimana del Ringraziamento poiché credeva che ci fosse una cospirazione che avrebbe portato al suo stesso assassinio. Quindi, sai, almeno le cose non erano noiose.

Seriamente, potresti fare un film su questo.

Thomas ha anche impiegato due diversi head coach quell'anno, Pete McCulley e Fred O'8217Connor, che hanno portato la squadra a una stagione di due vittorie. Sìì. E durante il breve periodo di Thomas come direttore generale, i Niners hanno ottenuto un 7-23 combinato.

Almeno Baalke era nella sua posizione durante un anno del Super Bowl, anche se alcuni sostengono che abbia ereditato una squadra accatastata quando ha assunto le funzioni nel 2011.

Thomas, nel frattempo, ha preso una squadra in declino e l'ha accelerata verso la stasi della NFL prima che DeBartolo ammettesse finalmente l'errore e lo rimuovesse dopo il 1978.

Fortunatamente, in un proverbiale momento in cui "è più buio prima dell'alba", il licenziamento di Thomas alla fine ha portato DeBartolo a nominare un Bill Walsh come nuovo capo allenatore di San Francisco.

E il resto è storia di tipo dinastico, per fortuna, che aiuta a cancellare la memoria di Thomas, che deve essere considerato come il peggior dirigente il franchising abbia mai avuto.


Storia di Fort Thomas

La città di Fort Thomas è stata nominata in onore del generale della guerra civile George Henry Thomas, che si colloca tra i principali generali dell'Unione della guerra, insieme a Grant, Sherman e Sheridan. Considerando che questi tre uomini erano veri nordisti e, infatti, sono nati a circa 50 miglia l'uno dall'altro e dal Kentucky settentrionale, George Thomas era un meridionale. Nacque da genitori gallesi/inglesi e francesi in Virginia il 31 luglio 1816. Fu educato alla Southampton Academy, studiando legge e lavorando come deputato alla legge per suo zio, James Rochelle, Cancelliere del Tribunale della Contea, e ricevette un appuntamento a West Point nel 1836. Si laureò dodicesimo nella sua classe di 42 nel 1840 e William T. Sherman era un compagno di classe.

Dopo aver ricevuto l'incarico di secondo tenente nella 3a unità di artiglieria, ha servito bene l'esercito per i successivi 30 anni. Fu nominato primo tenente per l'azione contro gli indiani in Florida per la sua galanteria in azione. Nella guerra messicana, servì sotto Braxton Bragg nell'artiglieria e fu citato due volte per galanteria, una a Monterey e l'altra a Buena Vista. Dal 1851 al 1854 fu istruttore di artiglieria e cavalleria a West Point, dove fu promosso capitano. Dopo il suo servizio a FortYuma in Occidente, divenne Maggiore e si unì al 2nd Cavalry a Jefferson Barracks. Il colonnello era Albert Sidney Johnston e Robert E. Lee era il tenente colonnello. Altri ufficiali di questo reggimento che sarebbero diventati famosi come generali erano George Stoneman, per l'Unione e per la CSA, John B. Hood, Kirby Smith e Fitzhugh Lee. Nel 1860, mentre era di pattuglia con il 2° Cavalleria in Texas, Thomas fu ferito da una freccia durante uno scontro con i Comanche.

Allo scoppio della guerra civile, era in congedo di 12 mesi in Oriente. Sebbene fosse un meridionale di nascita, Thomas scelse di gettare la sua sorte con l'Unione. Con un rapido aumento di grado, fu nominato tenente colonnello nell'aprile 1861, pieno colonnello nel maggio 1861 e il 17 agosto dello stesso anno fu nominato generale di brigata e ricevette il comando di tutti i volontari assegnati al Kentucky . Il 19 gennaio 1862, le sue truppe ottennero la prima vera vittoria per il Kentucky a Mill Springs, sconfiggendo i Confederati del generale Zollicoffer, che fu ucciso. Le sue truppe si unirono quindi alle forze di Buell e combatterono a Nashville e Pittsburgh Landing, dove nell'aprile 1862 fu nominato Maggiore Generale. Il suo comando era di tutti i volontari e comandò l'ala destra dell'esercito di Halleck nella cattura di Corinto. Ancora una volta, è stato riassegnato all'esercito di Buell in Kentucky. L'insoddisfazione dei superiori per la ritirata di Buell a Louisville li indusse a ordinare a Thomas di assumere il comando di Buell, ma rifiutò a causa della sua lealtà. Ha poi servito come secondo in comando di Buell nell'importante battaglia di Perryville.

Poco dopo, il generale Rosecrans sostituì Buell e il generale Thomas servì sotto di lui con grande rispetto e lealtà. Il 20 settembre 1863 mostrò il suo vero genio della battaglia e si guadagnò il riconoscimento per il quale sarà conosciuto per sempre. Il generale Rosecrans, nel tentativo di isolare Bragg a Chickamauga, nel Tennessee, estese eccessivamente le sue truppe. Il generale Thomas mantenne il fianco sinistro o settentrionale e Bragg, rinforzato da Longstreet, attaccò le forze dell'Unione il 19 settembre, tagliando le linee di rifornimento a Chattanooga. Nessuna delle due parti si è mossa. Il 20, Bragg, trovando un buco nelle linee dell'Unione sulla destra, si riversò e spazzò via il centro destro delle forze dell'Unione fino a Chattanooga, ma il generale Thomas, a sinistra, tenne duro. Le sue linee erano piegate a forma di ferro di cavallo ma non si spezzavano. Resistette da mezzogiorno fino al buio e poi si ritirò, insanguinato ma imbattuto. Questa azione gli è valsa il soprannome o il titolo di "Roccia di Chickamauga". Inoltre, ha ricevuto il grado permanente di generale di brigata.

Due mesi dopo, prese il comando dell'Armata del Cumberland con un attacco a Lookout Mountain e Missionary Ridge e fece vacillare il nemico, sotto Bragg. Nel maggio 1864, il generale Sherman iniziò la sua marcia su Atlanta, e fu raggiunto dal generale Thomas e dal suo esercito del Cumberland. Spinsero da parte ogni opposizione, sconfissero Hood a Peachtree Creek e ricevettero la resa di Atlanta, essendo le prime truppe ad entrare in città. Mentre Sherman continuava la sua marcia attraverso la Georgia verso il mare, a Thomas fu ordinato di organizzare un esercito a Nashville per opporsi a Hood in modo che non potesse attaccare Sherman dalle retrovie. Cominciò a pianificare la sua strategia ea preparare le sue nuove truppe. Fu la sua cavalleria al comando del generale Wilson a impedire a Hood di fare un'azione di retroguardia o di resistere. La “Rock of Chickamauga” divenne poi il “Hammer of Nashville.” Questa fu chiamata, da molti, la vittoria delle vittorie dell'Unione. Fu l'unica grande battaglia dell'intera Guerra Civile in cui un esercito fu distrutto. Per la sua azione, il Gen. Thomas è stato promosso a Maggiore Generale e ha ricevuto i ringraziamenti del Congresso.

Dopo la guerra, il generale George H. Thomas servì come comandante di numerosi distretti militari. Nel 1869 assunse il comando della Divisione Militare del Pacifico a San Francisco e morì il 28 marzo 1870, lasciando la vedova, Frances Kellogg Thomas. Si sposarono nel novembre 1852, mentre lui era istruttore a West Point e non aveva figli. Fu sepolto a Troy, New York, la casa di sua moglie. Thomas era un uomo di bella presenza, alto 6 piedi e del peso di 200 libbre. Era studioso nelle abitudini, deciso ma deciso nell'azione e pignolo fino all'esasperazione. Era rispettato dai suoi superiori e amato dai suoi subordinati. Un altro soprannome che gli fu dato era “Pap Thomas.”

Quando il generale Sherman decise di trasferire la caserma di Newport in cima alle colline che si affacciano sul fiume Ohio per sfuggire all'inesorabile inondazione dei “bottoms”, scelse il sito che ora è Fort Thomas. Come era tradizione all'epoca, i forti furono nominati per onorare i generali della guerra civile e, quindi, Fort Thomas prese il nome. Secondo i nostri record attuali, il generale Thomas non ha mai vissuto né è stato di stanza a Fort Thomas, ma si ritiene che abbia visitato il sito in diverse occasioni. Questa è l'eredità di Fort Thomas, dal nome di un uomo che ha posto l'onore, il dovere e la patria al di sopra di ogni altra cosa.

Bocconcini storici

Situato nell'angolo nord-orientale della contea di Campbell, nel Kentucky, Fort Thomas un tempo era il luogo di una grande battaglia indiana. Tombe di 500 o 600 guerrieri indiani sono state scoperte su un crinale vicino a Highland e Newman Avenue. Gli archeologi indicano che intorno al 1749 una tribù itinerante Cherokee combatté e perse contro Shawnee e Miami in una feroce battaglia di tre giorni. Secondo la leggenda indiana, il capo Cherokee aveva tradito uno stregone molto apprezzato dalle altre tribù e questo spiegava la ferocia della lotta. Nel corso degli anni le reliquie e le punte di freccia, un tempo abbondanti, sono state accuratamente pettinate da gite sul campo, scolari e costruzioni nell'area.

Sempre nel 1749, un gruppo di eminenti Virginiani si assicurò una concessione terriera e inviò il geometra Christopher Gist come esploratore nel Kentucky. I suoi rapporti hanno portato all'esplorazione dell'intera area per quanto riguarda il suo futuro potenziale per gli insediamenti. La prima donna bianca dello stato, Mary Ingles, arrivò nella zona come prigioniera degli indiani Shawnee. Lei e una donna olandese sono fuggite da Big Bone Lick e sono state successivamente salvate lungo le rive del fiume Ohio. La State Highway Route 8 le è stata dedicata nel 1924.

Durante la guerra civile, il sito di Fort Thomas si trovava su una rotta di invasione chiave per Cincinnati e faceva parte del perimetro di difesa di Cincinnati che si estendeva da Bromley e Fort Mitchell a Wilder e John's Hill. Resti di trincee sono ancora visibili sulle pendici meridionali dell'Highland Country Club, sulla vecchia collina del Beverly Hills Supper Club e nell'area della contea di Campbell Y.M.C.A. Altri lavori di sterro possono essere visti nell'Evergreen Cemetery che si trova su una collina che ha fornito visibilità dell'intera Licking Valley meridionale. Queste erano parti di un perimetro lungo 12 miglia di 25 installazioni costruite per difendere l'area della Grande Cincinnati.

La fortificazione chiave nella contea di Campbell era Fort Whittlesay quasi direttamente di fronte all'attuale torre all'ingresso del Tower Park. Armato di nove cannoni, era in realtà due forti separati con una palizzata per proteggere un passaggio che collegava le trincee esterne. C'erano trincee nascoste e tunnel sotterranei. Questo forte e altri nelle immediate vicinanze non hanno mai avuto l'opportunità di dimostrare il loro valore, anche se ci sono stati molti timori. Uno è stato quando il generale Kirby Smith e 12.000 confederati si sono trasferiti a nord, un altro è stato quando il generale John Hunt Morgan ha minacciato di razziare Cincinnati. L'unica vittima registrata nella contea di Campbell è stata un volontario ucciso da un colpo di cannone.

Al generale Sheridan fu chiesto nel 1887 di esaminare un bellissimo sito in cima a una collina che si affaccia sul fiume Ohio con l'idea di farne un posto dell'esercito. Era necessaria una posizione più adatta rispetto al Newport Post, che si trovava più in basso e immerso nell'acqua. Le ripetute inondazioni delle baracche stavano diventando costose e interrompevano l'addestramento per settimane intere. In piedi in cima a un promontorio, scelse 111 acri e dichiarò che quest'area “Highlands” fosse il “West Point of the West.” Non solo il generale Sheridan approvò la posizione, ma la chiamò anche dopo la sua guerra civile compagno generale George H. Thomas, il “Rock di Chicamauga”.

Il generale Thomas era uno dei famosi generali dell'Unione durante la guerra civile. Era nato nel sud-est della Virginia, si era laureato a West Point, compagno di classe di William T. Sherman, e ha servito con Robert E. Lee. Ha vinto la prima vera vittoria per l'Unione a Spring Mill, Ky., e nel 1863, ha tenuto le linee di rifornimento da mezzogiorno fino al tramonto contro le forze confederate a Chicamauga Creek, nel Tennessee. Erano insanguinati ma imbattuti. Questa azione gli valse il suo famoso soprannome, il “Rock di Chicamauga” e un grado permanente di generale di brigata. Il generale Thomas si oppose anche al generale confederato John Hood a Nashville nel 1864, schiacciando le sue forze in due giorni di combattimenti. Per questa azione, fu chiamato "il martello di Nashville". Fu l'unica grande battaglia dell'intera guerra civile in cui un esercito fu distrutto.

Fort Thomas è stato incorporato dal Commonwealth del Kentucky il 27 febbraio 1867. Originariamente, l'area era chiamata Distretto delle Highlands e fu cambiata dal voto dei proprietari in "Fort Thomas" nel 1914. A quel tempo, l'area centrale della città era chiamata Mt. Vernon e l'estremità nord della città era Mt. Pleasant. Highland Avenue aveva i marciapiedi di bordo da Fort

Thomas Avenue fino ad Alexandria Pike. Ci sono molti siti storici nella città, tra cui il cimitero di St. Stephen, in uso dal 1850, e la Samuel Woodfill School, che prende il nome da un eroe della prima guerra mondiale. Robson Spring, ad Alexandria Pike, è una sorgente minerale sopravvissuta utilizzata regolarmente negli anni '20 e utilizzata da molti per bere acqua durante l'alluvione del 1937. C'erano stagni a Klainecrest e Grand Avenue e a Highland e Grand Avenue che fornivano pesca, nuoto, e pattinaggio sul ghiaccio in inverno.

La Samuel Shaw House vicino ad Audubon è una delle case più antiche della città, costruita nel 1859, e ci sono circa 160 residenze che hanno 100 anni o più. Il forte militare stesso fu costruito tra il 1890 e il 1897. La Stone Water Tower, che è il nostro punto di riferimento più notevole, mostra una targa commemorativa in bronzo per i 28 ufficiali e soldati del 6° Fanteria che furono uccisi mentre combattevano a Cuba durante la guerra ispano-americana ed è affiancato da due cannoni catturati dalle navi spagnole nel porto dell'Avana. È fatto di calcare del Kentucky, è alto 90 piedi ed era una parte vitale del forte, fornendo acqua a tutti i soldati, ufficiali e le loro famiglie. Si dice che la cisterna non si sia mai esaurita nonostante la popolazione del Forte utilizzasse in media 15.500 litri d'acqua al giorno.

La postazione dell'esercito

Soldati di stanza a Fort Thomas nel 1909.

Durante la guerra ispano-americana Fort Thomas fu occupato come punto di mobilitazione e dopo che fu finito, l'intero Forte fu trasformato in un ospedale dove decine di veterani furono convalescati dalle febbri della giungla. Prima della prima guerra mondiale, si parlava seriamente che il Forte potesse essere convertito in un deposito di stoccaggio o abbandonato, ma lo scoppio delle ostilità con la Germania capovolse rapidamente la situazione. Fort Thomas divenne un importante centro di reclutamento e reclutamento. Furono erette baracche provvisorie in ogni luogo disponibile e nel 1919 fu riattivato come posto di fanteria. È stata costruita una nuova caserma che ora funge da edificio chiave nell'ospedale di riabilitazione dell'amministrazione dei veterani.

Il 10° Fanteria arrivò nel 1922, riassegnato a Fort Thomas, e vi rimase fino al 1940. Negli anni '30 il Forte fu utilizzato per l'addestramento e per amministrare diversi progetti civili ispirati alla depressione. Successivamente, il posto è stato nuovamente attivato come centro di accoglienza e di accoglienza dell'esercito fino al 1964. Le attività dell'esercito si sono estese per un periodo di 161 anni qui.

Soldati a Fort Thomas nel 1918.

Nel 1970 la città di Fort Thomas è stata in grado di acquistare una parte del tratto governativo con l'intesa che sarebbe stato utilizzato per "scopi ricreativi per i cittadini della zona". Nel corso degli anni, molte strutture sono state sviluppate e modificato per fornire una pista, campi da tennis e campi da palla. Ci sono rifugi per picnic, campi da gioco, sentieri, campi da basket e aree di sabbia per pallavolo. Sia l'edificio dell'armeria che l'edificio della vecchia mensa sono stati utilizzati per strutture sportive e riunioni. Una casa di cura affiliata alla religione (Carmel Manor) e un centro di riserva dell'esercito utilizzano alcuni degli edifici rimanenti che l'amministrazione dei veterani ha mantenuto e mantiene ancora una struttura ospedaliera / unità di cura, e possiede ancora la dozzina di grandi case alla fine di Alexander Circle assegnato al proprio personale. Un certo numero di case di proprietà del governo sono state ottenute dalla città di Fort Thomas nel trasferimento di proprietà. Dopo un certo numero di anni in cui sono stato “proprietario” e hai cercato di mantenere queste case con i fondi della città, sono state vendute singolarmente in base a un contratto di tipo condominio/Associazione dei proprietari di abitazione. Queste deliziose case sono state costruite come alloggi per gli ufficiali militari e sono nel registro storico nazionale.

All'inizio del 1900, nell'area di Fort Thomas erano state scoperte acque minerali e diversi proprietari terrieri e imprenditori trasformarono gran parte della città in un luogo di cura, simile a French Lick, nell'Indiana. C'erano tre grandi hotel costruiti su tre promontori affacciati sul fiume Ohio e i residenti dell'Ohio si sono riversati nel Kentucky settentrionale per "prendere le acque minerali" e rilassarsi all'Altamont, all'Avenel e allo Shelley Arms.

Prima scuola

La prima scuola a Fort Thomas era una capanna di tronchi vicino a Holly Lane e North Fort Thomas Avenue, chiamata Mt. Pleasant School. E 'stato utilizzato anche come edificio di culto ed è stato frequentato a domeniche alterne dalle congregazioni battista e metodista. La St. Thomas Catholic Church and School iniziò in una casa all'incrocio tra Grand Avenue e Tremont nel 1902. Un certo numero di chiese ebbero i loro primi incontri nel vecchio City Building, tra cui la Highland Methodist nel 1830, la St. Andrews Episcopal Church in 1905, Christ Church United nel 1906, First Baptist nel 1915 e First Presbyterian nel 1830. La chiesa cattolica di Santa Caterina da Siena è stata fondata nel 1930 e si trova nella parte nord della città.

Diciotto anni dopo, nel 1850, fu costruita una seconda scuola su Highland Avenue di fronte a Newman Avenue, nota come Mount Vernon School. La Union School fu costruita poco dopo sull'Alexandria Pike vicino al cimitero di Santo Stefano. La Highlands High School è stata aperta per il semestre autunnale nel 1915 e i documenti fondamentali affermano: “I nostri laureati invariabilmente si alzano in piedi quando entrano nelle università o nei college. Il nostro intero corpo di insegnanti è eccellente. ” Quell'anno c'erano 955 studenti e 15 insegnanti. Oggi, le scuole di Fort Thomas sono molto rispettate e mantengono un punteggio elevato con il Dipartimento della Pubblica Istruzione. Più dell'80% dei diplomati delle Highlands High School va al college. Il primo censimento effettuato nel 1871 elencava la popolazione di Fort Thomas a 617. La popolazione odierna supera i 16.000.

Informazioni ottenute da fonti come: Fort Thomas...è storia...è patrimonio, di Paul T. Knapp.

Famoso caso di omicidio

Forse l'emozione più sorprendente e l'esperienza più bizzarra nella storia di Fort Thomas si sono verificate nel gennaio 1896, quando in un campo non lontano dalla fine della fila di automobili fu trovato il corpo decapitato di una donna. Ha sorpreso e scioccato l'intera contea, e ora lo conosciamo come il famoso caso di omicidio di Pearl Bryan. L'identità del corpo e degli assassini fu scoperta da Cal Crim, allora giovane, e aprì la strada alla sua carriera di successo. La testa non fu mai trovata e un anno dopo due giovani studenti di odontoiatria di nome Walling e Jackson furono impiccati nel cortile del tribunale di Newport, anche se non confessarono mai la loro colpa. Questa doppia impiccagione ha segnato l'ultima volta che la contea di Campbell ha inflitto tale pena capitale.

82° anniversario di Fort Thomas

Ecco un estratto da una produzione radiofonica WLW nel 1952, scritta da Greg Deane, mentre Fort Thomas celebrava il suo 82° anniversario. Fornisce informazioni sui giorni di inizio della nostra comunità:

“Fort Thomas è sempre stato un rifugio per le persone “accoglienti”, persone che lavorano nelle città circostanti e che tornano a Fort Thomas ogni sera, nella Città delle belle case. Fort Thomas si trova a sole 4 miglia a sud di Cincinnati, su una collina la posizione più alta a 850 piedi di altezza è la riserva militare.

“Alla prima riunione cittadina nel 1867, membri selezionati si incontrarono a casa di John Lilley ad Alexandria Pike. Il primo edificio cittadino fu costruito nel 1885 e si ergeva sull'attuale sito su North Fort Thomas Avenue fino alla sua demolizione e ricostruzione di un nuovo edificio nel 1967. L'edificio originale aveva una cisterna pubblica, una linea di pali per i cavalli e un ampia sala riunioni, che veniva utilizzata due volte a settimana per il pattinaggio a rotelle.

“La città vantava una ferrovia elettrica dal centro di Cincinnati a Fort Thomas, grazie alla generosità di Samuel Bigstaff, un cittadino benestante e proprietario terriero. Questi vagoni ferroviari erano illuminati e riscaldati e durante i mesi invernali, la paglia era ben posizionata sulle assi del pavimento per evitare che il vento arrivasse attraverso l'asse e raffreddasse i passeggeri. Inoltre, il C.N.&C. Ferrovie elettriche co. promise di trasportare merci su questi carri solo durante le ore da mezzanotte all'alba per non spaventare i cavalli dei residenti della comunità.

“Il forte militare stesso fu costruito nel 1890, con la prima unità assegnata al 6° Fanteria sotto il colonnello Melville Cochran. Poco dopo, il nome della città fu cambiato da Distretto delle Highlands per onorare un eroe della guerra civile, il generale George H. Thomas, che sventolò l'esercito dell'Unione con la sua coraggiosa resistenza durante la battaglia di Chicamauga in Georgia. Era affettuosamente conosciuto come il “Rock di Chicamauga.”

La torre in pietra calcarea di 90 piedi è stata eretta dalle città di Cincinnati, Newport e Covington come joint venture e come memoriale per i veterani di guerra ispano-americani che sono stati uccisi in azione. I cannoni furono realizzati da armaioli spagnoli nel XVIII secolo e furono catturati in una battaglia della guerra ispano-americana.

“La comunità di Fort Thomas è memore delle radici militari che hanno formato il nucleo del comune e delle radici storiche del fiume Ohio che scorre lungo l'intero confine orientale. Situata lungo la linea di cresta delle scogliere del fiume, con belle case antiche e nuove, strade alberate e parchi ben posizionati, la città riflette la sua gente. Come in ogni città, non c'è solo un insieme di edifici e strade, ma anche delle capacità e delle qualità astratte dei suoi cittadini.”

LA GUERRA SPAGNOLA AMERICANA – 100° ANNIVERSARIO

LEGA DEL PATRIMONIO DI FORT THOMAS

Fort Thomas ha commemorato il ruolo svolto dal sesto reggimento, fanteria degli Stati Uniti, di Fort Thomas che ha partecipato alla guerra ispano-americana dopo l'affondamento del Maine nel porto di Havana, Cuba, un secolo fa. Il 27 e il 28 giugno 1998 sono stati programmati numerosi eventi per il parco di Tower Park. Una rievocazione delle condizioni di vita dei soldati che hanno partecipato alla battaglia di San Juan Hill ha coinvolto quaranta persone in costumi d'epoca. Hanno vissuto in tende sul terreno e hanno dimostrato esercitazioni militari per i due giorni.

Nel fine settimana si sono svolte anche due dediche. Un piccolo museo nel Fort Thomas Community Center (l'ex sala mensa) è stato dedicato alla memoria dei residenti di Fort Thomas che hanno dato la vita per il loro paese in tutte le guerre dal 1914. Qui una grande targa elenca questi uomini. Serve aiuto per trovare le famiglie di questi eroi in modo che possano essere contattati per essere riconosciuti al Programma del Centenario. Inoltre, è in corso una ricerca per trovare immagini di questi uomini. Se qualcuno può dare informazioni, si prega di contattare Melissa Kelly, City Clerk, al City Building – tel. (859) 441-1055.

La seconda dedica ha commemorato il masso di granito commemorativo sull'area pavimentata in mattoni di fronte al Centro comunitario. Incisa sulla pietra è la citazione data dal Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti che nomina il Forte come Distretto Militare Nazionale Registrato (15 maggio 1986). Molti dei mattoni qui sono incisi con i nomi dei residenti passati e presenti di Fort Thomas e dell'ex personale militare della riserva dell'esercito. Una sezione speciale di mattoni sarà installata riconoscendo gli uomini onorati all'interno del Museo. Inoltre, il primo tenente Samuel Woodfill, un ufficiale di carriera dell'esercito del decimo fanteria e destinatario della medaglia d'onore, è messo in luce in un'area del museo.

La torre dell'acqua in pietra all'ingresso del Tower Park mostra una grande targa di bronzo che riconosce soldati e ufficiali una volta di stanza a Fort Thomas che in seguito persero la vita durante la guerra ispano-americana. Questa targa è decorata con bandiere arrotolate, un'aquila dinamica a cavallo di uno scudo a stelle e strisce contro una corona di alloro. Il bordo è un design a forma di uovo e dardo in rilievo. L'artista di Covington Clement J. Barnhorn era lo scultore. Alla base della torre poggiano due cannoni catturati a Cuba, datati Barcellona – 1768 e Barcellona – 1769.

Mentre molti degli edifici originali sono scomparsi, la mensa è stata trasformata in un centro comunitario ad uso dei residenti dell'area per riunioni ed eventi sia pubblici che privati, e l'edificio dell'Armeria, un tempo utilizzato per esercitazioni militari in caso di maltempo, è ora una struttura ricreativa costantemente utilizzata. Il “Military Commons” è stato creato nel 1992 quando la City ha venduto a privati ​​le case degli ufficiali in Pearson Street. Questo progetto è stato presentato con un Ida Lee Willis Preservation Award dal Kentucky Heritage Council nel 1992. Tutte queste case sono state ampiamente rinnovate all'interno mentre un patto con la città mantiene gli esterni nelle loro condizioni originali.

LA GUERRA SPAGNOLA AMERICANA

Il 15 febbraio 1898, il popolo degli Stati Uniti fu sorpreso quando la notizia balenò in tutto il paese che la nostra corazzata “Maine” era stata fatta esplodere mentre era ancorata nel porto dell'Avana, a Cuba. C'è stata una spaventosa perdita di 266 vite: ufficiali navali, membri dell'equipaggio e alcuni marines. Entro 54 giorni, il Congresso degli Stati Uniti dichiarò guerra al governo spagnolo, che occupava Cuba e maltrattava la gente del posto. Il presidente William McKinley presentò i fatti ai senatori e ai rappresentanti e Stato per Stato, furono offerti risoluzioni e denaro per i preparativi per la guerra. Il 25 aprile fu dichiarata guerra alla Spagna dopo la rottura dei negoziati diplomatici tra i due paesi.

I preparativi si estendono naturalmente al Fort Thomas Army Post e alla sesta fanteria degli Stati Uniti di stanza qui. (mostrato qui vicino a quello che oggi è il Community Center, o quella che allora era la mensa) L'America di base si è rapidamente infiammata alla notizia delle battaglie che sono state titolate sui giornali locali. Si sono offerti volontari in gran numero. Ciò includeva decine di giovani dell'Ohio, dell'Indiana e del Kentucky, molti dei quali furono processati attraverso Fort Thomas. Unità della sesta fanteria partirono marciando lungo la Water Works Road fino a Newport verso un treno in attesa lungo Saratoga Street. Furono scortati per le strade principali del Kentucky settentrionale da numerose organizzazioni civiche, militari e patriottiche, che sventolarono selvaggiamente bandiere e fischiarono. Migliaia di persone acclamanti e urlanti si sono messe in fila per le strade e hanno detto ai ragazzi “Buon Dio!”

Partirono quella notte sulla Louisville and Nashville Railroad, con manifestazioni entusiaste che salutavano lo “Speciale guerra ispano-americano” lungo il loro percorso. Impiegarono due giorni in treno per raggiungere Tampa, in Florida, e furono assegnati a far parte della 1a brigata della 1a divisione del quinto corpo d'armata come parte della spedizione del generale Shafter a Cuba. L'8 giugno 1898 lasciarono il campo e marciarono per tre miglia per salire a bordo di un treno fino a Port Tampa, dove si imbarcarono sul piroscafo “Miami,” un trasporto militare sotto il comando del tenente colonnello Harry Egbert. (Egbert è stato successivamente ucciso in azione nelle Filippine ed è onorato con una targa di bronzo sul lato sud della Stone Tower a Fort Thomas.)

Quando arrivarono a Cuba, già infuriava una battaglia con le forze americane che tentavano di forzare la resa della città di Santiago. L'Unità si spostò su una collina di fronte alla città catturata e rimase nell'accampamento finché non furono chiamati a sostenere il colonnello Teddy Roosevelt e i suoi “Rough Riders” in una carica su San Juan Hill. La temperatura si avvicinava ai 100 gradi e l'unità di Roosevelt era raggruppata alla base di Kettle Hill mentre le forze spagnole in cima alla collina sparavano ripetutamente.

Il desiderio impulsivo di Roosevelt era di caricare la collina ancor prima di ricevere ordini dal generale, ma aspettò. Finalmente arrivarono gli ordini, saltò sul cavallo e gridò ai suoi uomini di iniziare la carica. Un proiettile gli ha sfiorato il gomito mentre esortava i suoi uomini a seguirlo. Sparò con la sua rivoltella, le truppe a cavallo e le truppe di terra avanzarono come un'ondata di terreno e presto gli spagnoli fuggirono. Fu un momento di gloria e di successo per questo leader coraggioso e ispirato dei "Rough Riders".” La sua reputazione in questo incidente e in altri durante quell'estate lo resero l'eroe della guerra ispano-americana.

In parte a causa di questa fama, divenne governatore di New York, quindi accettò di essere inserito nel biglietto come vicepresidente degli Stati Uniti con il presidente McKinley. La squadra vinse le elezioni nel 1900 e appena un anno dopo, quando McKinley fu ucciso, Teddy Roosevelt divenne il presidente più giovane nella storia degli Stati Uniti all'età di 42 anni.

Durante la guerra ispano-americana, solo 385 soldati morirono in combattimenti effettivi, ma migliaia morirono per malattie come la febbre gialla, la distonia e altre cause. Il 10 dicembre 1898 fu firmato a Parigi un trattato di pace che pose fine alla guerra e la Spagna rinunciò a Cuba, Guam, Porto Rico e Filippine che divennero possedimenti degli Stati Uniti. La guerra ispano-americana iniziò con alti motivi, fu condotta con grande intelligenza e spirito, e segnò un grande cambiamento di equilibrio per cui gli Stati Uniti assunsero un nuovo dominio di potere.

SAMUEL WOODFILL

Questo è un uomo che il generale Pershing ha definito "il più grande soldato d'America", un uomo che ha avuto più medaglie (1919) di qualsiasi altro soldato nell'esercito e che è stato responsabile dell'impresa individuale più notevole della guerra mondiale I.” The WASHINGTON STAR ha commentato che le sue azioni di valore sono state compiute in modo così silenzioso che nessuno ne era a conoscenza tranne il Dipartimento della Guerra...”Come è potuto accadere che il paese in generale sia stato privato della sua conoscenza. Qualcuno dovrebbe essere incaricato della responsabilità di cercare e far conoscere questi grandi timidi.

Samuel Woodfill, primo tenente 60° fanteria. Per cospicua galanteria e intrepidezza al di sopra e al di là della chiamata del dovere in azione con il nemico a Cunel, Francia, 12 ottobre 1918, mentre stava guidando la sua compagnia contro il nemico, la sua linea venne colpita da un pesante fuoco di mitragliatrici, che minacciò l'arresto il vantaggio. Seguito da due soldati a 25 metri, questo ufficiale uscì davanti alla sua prima linea verso un nido di mitragliatrici e si fece strada intorno al suo fianco, lasciando i due soldati davanti. (Quando arrivò a meno di dieci metri dal cannone, questo cessò di sparare e apparvero quattro nemici, tre dei quali furono colpiti da Woodfill. Il quarto, un ufficiale, si precipitò sul tenente Woodfill, che tentò di bastonare l'ufficiale con il suo fucile. Dopo una lotta corpo a corpo, il tenente Woodfill uccise l'ufficiale con la sua pistola.) (Il resoconto tra parentesi è alquanto impreciso.) La sua compagnia continuò ad avanzare finché poco dopo non si imbatté in un altro nido di mitragliatrici. Chiamando i suoi uomini a seguirlo, il tenente Woodfill si precipitò davanti alla sua linea di fronte al fuoco pesante proveniente dal nido, e quando molti dei nemici apparvero sopra il nido, sparò loro, catturando altri tre membri dell'equipaggio e mettendo a tacere il pistola. Pochi minuti dopo questo ufficiale, per la terza volta ha dimostrato notevole audacia caricando un'altra postazione di mitragliatrice, uccidendo cinque uomini in una fossa di mitragliatrici con il suo fucile. Quindi ha estratto la sua rivoltella e ha iniziato a saltare nella fossa quando altri due artiglieri a pochi metri di distanza gli hanno rivolto la pistola. Non riuscendo a ucciderli con il suo revolver, afferrò un piccone che giaceva nelle vicinanze e li uccise entrambi. Ispirati dall'eccezionale coraggio mostrato da questo ufficiale, i suoi uomini si spinsero verso il loro obiettivo sotto gravi proiettili e mitragliatrici.

Woodfill rimase molto poco conosciuto, anche negli ambienti dell'esercito, fino al 1921, quando si tenne la grande cerimonia del Milite Ignoto. Tra i portatori di bara dell'Ignoto (la guardia d'onore) dovevano esserci i tre insigni soldati dell'A.E.F. Il generale Pershing doveva selezionarli. Un comitato ha ricevuto 3.000 citazioni, i record di tremila uomini che erano stati onorati durante la guerra. Da questi sono stati selezionati 100. Il generale Pershing ha superato i 100 e ne ha scelti 3. Uno dei tre era il sergente York. Un altro era il colonnello Whitlesey del “Lost Battalion.” Un altro era Samuel Woodfill. Quando Pershing è arrivato al nome di Woodfill sulla lista, ha detto: "Ho già selezionato quell'uomo come il miglior soldato dell'A.E.F." I giornalisti dei giornali hanno ottenuto questa affermazione. Pochi avevano sentito parlare di questo Woodfill. Andarono di corsa a guardare i registri. La sepoltura del Milite Ignoto avvenne in pompa magna. Wilson, Taft e Harding erano in processione. Woodfill fece venire sua moglie a Washington per la cerimonia e ricevettero molta attenzione. Il senatore Ernst del Kentucky lo condusse alla Casa Bianca e lo presentò al presidente. A uno spettacolo del Belasco Theatre, Woodfill sedeva nel palco presidenziale. Uno dei cantanti dello spettacolo lo ha spiato e ha raccontato al pubblico le sue gesta valorose. Ha ottenuto un'ovazione ed è stato assalito dagli ammiratori dopo lo spettacolo. Il Congresso è stato aggiornato in suo onore. È stato banchettato dai membri della Camera e del Senato ed è stato fotografato con il Presidente e il Segretario alla Guerra. A New York fu ricevuto con lode, e fu ospite del giudice Philip J. McCook della Corte Suprema di New York, che era stato un ufficiale dei servizi segreti della Quinta Divisione all'estero ed era stato gravemente ferito. Il giudice McCook lo portò a vedere il maresciallo Foch, poi in visita in America. Il maresciallo ha detto che era felice di incontrare il primo soldato d'America, e Woodfill ha risposto che era felice di incontrare il primo soldato del mondo. È stato ricevuto dalla Borsa, che aveva sospeso l'attività per tre minuti in suo onore. C'era un ricevimento all'Ippodromo-Foch e Woodfill aveva il palco di destra. Anche qui è stato accolto da un applauso assordante. La Quinta Divisione diede un banchetto in suo onore e Chase dipinse il suo ritratto.

LA TORRE DELL'ACQUA DI PIETRA

La Stone Water Tower alta 102 piedi è un familiare punto di riferimento del Kentucky settentrionale che si trova all'ingresso del Tower Park. Era la 16° struttura costruita sul terreno della Riserva Militare. Racchiude un tubo di livello che ha una capacità di 100.000 galloni, pompato dai serbatoi del distretto idrico della contea di Kenton proprio di fronte a South Fort Thomas Avenue. Nel 1890, quando fu istituita la base militare, tali disposizioni per l'approvvigionamento idrico erano necessarie in quanto non esistevano altre cisterne in questa zona.

La base troncata è di 23 piedi e mezzo quadrati e realizzata in granito. I blocchi di calcare nella torre conferiscono l'aspetto di una fortezza. Solo poche strette aperture, distanziate verticalmente e la sommità del parapetto si prestano al disegno militare.

La torre fu costruita nel 1890 al costo di $ 10.995. L'ingegnere del progetto era Patrick Rooney di Cincinnati e l'imprenditore edile era il costruttore locale Henry Schriver che costruì molti altri edifici nel Forte e in altre parti di Fort Thomas e Campbell County. Un cancello in ferro battuto all'ingresso ha i numeri 󈬀” nel suo design.

Sopra il cancello e sul lato più prominente c'è una targa di bronzo, circa 5 x 8 piedi, che è dedicata alla memoria dei membri del sesto reggimento della fanteria degli Stati Uniti che hanno perso la vita nella "Guerra con la Spagna". #8221 Un'aquila animata in altorilievo attira a prima vista l'attenzione dello spettatore. I simboli militari di bandiere, baionette, cintura e bandoliera, tutti in bassorilievo, aumentano l'effetto scenografico.

La scultura sulla targa è opera dell'artista Covington Clement J. Barnhorn. Tra le sue opere famose ci sono le porte della Basilica Cattedrale di Covington e il sarcofago di Elizabeth Boote Duveneck, una cui copia si trova al Cincinnati Art Museum.

I cannoni sono stati catturati nel porto dell'Avana di Cuba durante la guerra ispano-americana poggiati su piattaforme di pietra di fronte alla Torre. Le date segnate su questi cannoni, che riflettono la data in cui sono stati realizzati a Barcellona, ​​in Spagna, sono �” e �.”

SERVIZIO POSTALE DEGLI STATI UNITI NEL DISTRETTO DI HIGHLANDS

Nel 1867, quando fu incorporato il Distretto delle Highlands, c'era solo una strada nord-sud che correva lungo il crinale alto sopra il fiume Ohio. Si estendeva per più di 4 miglia e mezzo da Isaac Walker's Road, a nord, fino al confine meridionale della proprietà di Jacob Hawthorne, di fronte al cimitero di Santo Stefano. Abbiamo ancora solo una strada nord-sud. Da Walker Road fino all'incrocio con Alexandria Pike, presso la casa di James Metcalfe (oggi sede della Woodfill School), le mappe della Guerra Civile la mostrano come "la strada per Jamestown" (nome originale di una parte di Dayton). Poi da Metcalfe a sud, la strada che attraversava il Distretto era Alexandria Pike, una strada a pedaggio. Il traffico all'interno del Distretto, tuttavia, non avrebbe pagato alcun pedaggio in quel tratto di mezzo miglio dell'autostrada. Per il viaggiatore diretto a sud, il casello successivo era sul lato est del luccio (27 degli Stati Uniti), di fronte alla strada principale di ingresso all'odierna Northern Kentucky University.

Nei primi anni delle Highlands, c'erano solo poche centinaia di residenti, le cui case erano ampiamente sparse nel distretto allungato, 4 miglia e mezzo di lunghezza e 2 miglia di larghezza alla massima distanza dal fiume dove Highland Avenue si unisce ad Alexandria Pike. Con la fine della guerra civile, la popolazione iniziò ad aumentare piuttosto rapidamente. Il censimento degli Stati Uniti del 1870 elenca 617 cittadini e nel 1880 il numero aveva raggiunto 814.

La mappa ufficiale del censimento del distretto, esaminata e disegnata dal sig. Robert Murnan, ingegnere della contea di Campbell, mostra la posizione di 96 case nel distretto con il nome del proprietario dato per ciascuna, la data sulla mappa è 1883. Più di due- terzi delle case erano disposte lungo l'arteria principale Highland Avenue, Mount Pleasant Avenue e Jamestown Pike. La linea di demarcazione naturale dell'(attuale) Highland Avenue ha sempre separato le sezioni nord e sud del Distretto delle Highlands, in seguito chiamato Città di Fort Thomas nel 1914. La mappa mostra solo 14 case lungo la strada a sud da Highland Avenue a St. Stephen's Cimitero, quindi, se e quando il Dipartimento delle Poste degli Stati Uniti avesse deciso di istituire un servizio di posta di qualsiasi tipo per la nostra comunità collinare, la posizione naturale di una stazione di Brach (dell'ufficio di Newport) avrebbe dovuto essere da qualche parte a nord di Highland Avenue. I serbatoi della città di Newport e la strada da Tenth St. alla stazione di pompaggio del fiume Ohio erano stati completati nel 1872. C'era finalmente una buona strada libera: per il trasporto della posta alle Highlands, ma le autorità dell'ufficio postale non vedevano è così. La verità, naturalmente, è che non ci sarebbe stato nessun ufficio postale o stazione di posta di nessun bambino a nord di Military Park, fino al 1939, quando l'attuale ufficio postale fu costruito su South Fort Thomas Avenue a Montvale Court.

Con così pochi residenti sparsi nelle Highlands, è comprensibile che nei primi anni del Distretto non ci fosse alcun tentativo di consegna della posta. Gli abitanti delle Highland hanno dovuto recarsi all'ufficio postale di Newport per gestire le loro esigenze postali. Man mano che la comunità cresceva, iniziarono ad esserci richieste per un qualche tipo di stazione di filiale. Nel 1883, l'anno in cui fu pubblicato il censimento del signor Murnan, l'ufficio postale di Newport decise di istituire un piccolo servizio di ritiro e consegna della posta, ma la maggior parte dei residenti delle Highlands era ancora scontenta poiché questa sottostazione fu collocata nel estremità sud della città. La ragione per selezionare un sito del genere, lontano miglia dai due terzi della popolazione, era che la linea di autobus a sei cavalli di Mr. Ed Gosney da Newport ad Alessandria poteva portare fuori e riprendere i sacchi della posta. Il primo posto scelto è stato il casello di Twelve Mile Road all'angolo nord-est di River Road e Jamestown Pike (ora South Fort Thomas Avenue) dove la signora William Wilmer era il pedaggio e gestiva la posta. Nel 1887, una seconda sottostazione fu allestita in una casa in Grant Street, ma questa posizione si trovava a mezzo miglio a sud del casello.

Nel 1887, quando il Dipartimento della Guerra stava considerando la proposta del maggiore Samuel Bigstaff di spostare la caserma di Newport sulle nostre colline, la compagnia Melville Cochran insistette per un ufficio postale da qualche parte vicino alla riserva. A quel tempo l'unico servizio di posta in tutto il Distretto dove i due consegna e ritiro della posta nell'estremità sud della città. Bigstaff, aiutato dal deputato della contea di Campbell Albert Shaler Berry, fece in modo che il dipartimento dell'ufficio postale assegnasse a Mr. L. L. Ross un contratto di locazione per trent'anni su una struttura adatta da utilizzare come filiale dell'ufficio postale di Newport. Doveva essere eretto all'angolo sud-ovest della fattoria Ross, adiacente alla postazione dell'esercito. Per qualche ragione sconosciuta, l'edificio non fu eretto fino al 1891, poiché la foto della torre, che sventola la sua bandiera “che sventola”, mostra parte della proprietà di Ross ma non l'edificio dell'ufficio postale. (Vedi foto #5)

Come si può giudicare dalle audaci insegne pubblicitarie scritte sulla mantovana del parasole sospesa sull'intero tetto del portico anteriore, anche sopra la metà dell'ufficio postale dell'edificio di due stanze, nessuno nel servizio postale ha ritenuto umiliante combinare il nuovo ufficio postale con una pasticceria e un negozio di sigari. (Vedi foto #2) Apparentemente era considerata una struttura adatta. (Non ho la data della foto, ma l'annuncio per “Col. Egbert 5 cent Cigars” dimostra che non è stato scattato prima del 1899, quando il colonnello fu ucciso nelle Filippine. Una targa di bronzo in sua memoria è su il lato sud della torre dell'acqua.)

Il signor Ross, un importante residente di lunga data delle Highlands, sarebbe diventato il padre di un sindaco di Fort Thomas, Lewis L. Jr. e nonno di un altro, Bruce. Inoltre era un astuto uomo d'affari, poiché tre dei suoi quattro figli, Stanley, Joel e William, ricevettero un lavoro nell'ufficio postale. Lewis ha frequentato il Dental College di Cincinnati. Stanley ha lavorato come impiegato fino al 1898, poi la Williams Directory per quell'anno elenca: "William B. Ross, impiegato in carica, sottostazione n. 1, ufficio postale di Newport". Doveva mantenere quella posizione fino al 1911, quando un altro residente delle Highlands, J. Howard Voige, fu incaricato. Il titolo fu cambiato in sovrintendente e Voige mantenne la carica fino al 1947 quando fu promosso a sovrintendente dell'ufficio postale di Newport.

Quando il contratto di locazione trentennale detenuto da Ross scadde nel 1918, l'ufficio postale fu spostato sulla Midway dove sarebbe rimasto fino alla costruzione dell'attuale edificio al 24 di South Fort Thomas Avenue nel 1939. Dal 1918 al 1929 l'edificio in mattoni a due piani che era stato Sattler's Grocery quando costruito nel 1892, serviva da nostro ufficio postale (1013 South Fort Thomas Avenue). Tra il 1929 e il 1939 il sovrintendente Voige e il suo staff occuparono un edificio postale in mattoni di nuova costruzione con sbarre di ferro alle finestre. Questo sito è 1107 South Fort Thomas Avenue.


Guarda il video: Freerunning Cairos Most Amazing Places. w. Dominic Di Tommaso (Potrebbe 2022).