Podcast di storia

24 dicembre 1944

24 dicembre 1944

24 dicembre 1944

Guerra nell'aria

La RAF attacca Colonia e Bonn

I B-29 bombardano Iwo Jima

Fronte Orientale

Le truppe sovietiche bloccano le vie di fuga occidentali da Budapest, tagliando fuori le truppe tedesche e ungheresi

Italia

Le truppe canadesi catturano Rosetta, sul fiume Senio



24 dicembre 1944 - Storia

Teologo tedesco antinazista e pastore luterano, Martin Niemoller (al centro) con i membri della congregazione presso la chiesa di Sant'Anna a Dahlem, Berlino, dopo aver tenuto il suo primo servizio dopo il suo rilascio dalla prigione, in seguito all'occupazione alleata della Germania, 28 ottobre 1945. Niemoller era stato imprigionato dal regime nazista dal 1938. George Konig—Getty Images

Arrestato dai nazisti nel 1937 per aver sfidato Hitler, il pastore Martin Niemöller trascorse tre anni e mezzo in isolamento nel campo di concentramento di Sachsenhausen prima di essere trasferito nel campo di Dachau nel 1941, dove fu ospitato con altri personaggi non ebrei di alto profilo. prigionieri, compresi dignitari stranieri e clero cattolico. Lì, la vigilia di Natale del 1944, Niemöller tenne un sermone a una mezza dozzina di compagni protestanti. Fu il primo servizio religioso che i nazisti permisero a Niemöller di svolgere dal suo arresto.

All'inizio, Niemöller esitava a offrire un servizio, sapendo che il suo paese era in guerra con le nazioni da cui provenivano questi altri prigionieri politici. Ha chiesto a ciascuno di loro in privato se volevano che fosse lui, un tedesco e un luterano, a condurre il servizio. La loro insistenza lo ha ispirato e commosso. La sua "congregazione" quella vigilia di Natale era unica nell'esperienza di Niemöller: era multinazionale e multiconfessionale, composta da un ministro del governo olandese, due spedizionieri norvegesi, un maggiore britannico dell'esercito indiano, un diplomatico jugoslavo e un giornalista macedone. La data fissata per il servizio era l'ultimo giorno di Avvento, il 24 dicembre, il giorno tradizionale in cui i tedeschi celebrano la nascita di Cristo bambino. Per Martin Niemoller, nel 1944, era l'ottavo Natale che non avrebbe festeggiato con sua moglie e i suoi figli.

Affollato nella cella numero 34, che era stata consacrata come cappella dal clero cattolico imprigionato, il pastore ha riconosciuto la paura e l'incertezza che tutti provavano quando le bombe alleate piovevano sulle città tedesche e Hitler esortò i suoi soldati, vecchi e ragazzi in alcuni casi, combattere fino all'ultimo uomo. Lo stesso Niemoller aveva perso una figlia e un figlio, di 16 e 22 anni, in guerra. Nonostante le circostanze desolate e solitarie, consigliò ai suoi compagni di fede di rallegrarsi della loro comune fede che Dio aveva costruito un ponte verso il mondo, persino a Dachau, attraverso la nascita di suo figlio Gesù Cristo.

Preti e pastori di tutto il mondo hanno predicato allo stesso modo la vigilia di Natale, anche se non dietro il filo spinato. Ma nel caso di Niemöller il servizio della vigilia di Natale a Dachau ha segnato l'inizio di un profondo cambiamento nella sua prospettiva: un passaggio dal credere in un protestantesimo nazionale tedesco a credere in un protestantesimo mondiale internazionale.

Il riconoscimento che il Vangelo, la buona novella dell'amore e della misericordia di Cristo, era per tutta l'umanità – non solo per i tedeschi – ha rappresentato un primo passo simbolico nell'evoluzione morale e politica di Martin Niemöller.

Niemöller non aveva l'abitudine di celebrare la Cena del Signore con cristiani anglicani, calvinisti e greco-ortodossi, tanto meno con slavi. Ardente nazionalista e devoto luterano per gran parte della sua vita, Niemöller aveva servito con orgoglio come ufficiale della marina tedesca nella prima guerra mondiale, aveva combattuto con i paramilitari di destra contro gli insorti comunisti nel 1920 e aveva votato per i nazisti nel 1924, lo stesso anno della sua ordinazione. Quarantuno anni nel 1933, era euforico quando Adolf Hitler divenne cancelliere, credendo che il matrimonio tra nazionalsocialismo e protestantesimo tedesco avrebbe portato alla sua amata nazione la gloria provvidenziale che meritava.

Per guadagnare voti e consolidare il suo potere, Hitler promise di lavorare in armonia con il clero luterano per ottenere un rinnovamento nazionale e morale. Ma la vera intenzione di Hitler divenne chiara quando i funzionari nazisti iniziarono a intromettersi negli affari della chiesa e sostenne una fazione chiamata Movimento cristiano tedesco che voleva arianizzare la chiesa abolendo l'Antico Testamento, adorando un Gesù ariano e vietando i cristiani con antenati ebrei.

Nonostante il nazionalismo e l'antisemitismo profondamente radicati in Niemöller, non poteva tollerare tali eresie nella sua chiesa. Egli, insieme a Dietrich Bonhoeffer e altri, fondò la Chiesa confessante, che si impegnava ad aderire ai vangeli e a difendere i protestanti di origine ebraica. Sebbene la leadership di Niemöller della Chiesa confessante lo mettesse in contrasto con i nazisti su questioni ecclesiastiche, considerava ancora Hitler il salvatore politico della Germania e rimase impegnato nel programma del partito nazista, che includeva il risveglio nazionale, l'espansione territoriale e la lotta al cosiddetto "Giudeo". -Bolscevismo." A differenza di Bonhoeffer, che i nazisti avrebbero giustiziato nell'aprile 1945 per la sua resistenza al nazismo, l'ex comandante di U-boat mostrava ancora scarso interesse per la comunione internazionale o l'ecumenismo.

Ma le esperienze nei campi di concentramento di Niemöller lo hanno cambiato. A Dachau, dove Niemöller ebbe il permesso di socializzare con altri prigionieri speciali, sviluppò un cameratismo con preti cattolici, politici francesi, ufficiali britannici e altri. Avevano qualcosa in comune ora: la loro persecuzione per mano dei nazisti. Estroverso e amichevole per natura, Niemöller ha prosperato in questo ambiente dopo anni di isolamento. E la fratellanza internazionale e multiconfessionale che Niemöller ha sperimentato a Dachau lo ha orientato verso la possibilità di una fratellanza mondiale nella Santa Comunione, non solo una fratellanza tedesca nel protestantesimo nazionale. I contatti internazionali che strinse nei campi di Hitler e nei mesi immediatamente successivi alla sua liberazione lo spinsero a guidare il suo Paese nel pentimento delle atrocità e dei crimini commessi in loro nome.

Niemöller arrivò a credere che lui e i suoi connazionali che avevano sostenuto Hitler, anche se in disaccordo con aspetti del suo governo, avevano l'obbligo morale di riconoscere la loro colpa, pentirsi e cambiare i loro modi. Lo ha fatto dando l'esempio. Confessò ripetutamente la propria colpa al pubblico tedesco nel 1946 in quella che oggi è conosciuta come la Confessione di Niemöller: “Prima vennero per i comunisti, e io non parlai – perché non ero comunista. Poi sono venuti per i sindacalisti e io non ho parlato apertamente, perché non ero un sindacalista. Poi vennero per gli ebrei e io non parlai, perché non ero ebreo. Poi sono venuti a prendermi e non c'era più nessuno che parlasse per me".

E la sua evoluzione non si è fermata qui. Gli anni '50, '60 e '70 avrebbero visto ulteriori cambiamenti mentre abbracciava il pacifismo, marciava per cause di sinistra e diventava un critico vocale del razzismo e del fanatismo. Al suo novantesimo compleanno Niemöller ha scherzato dicendo di aver iniziato la sua carriera politica come "un ultraconservatore" che ha servito lealmente il kaiser. Ora sono "un rivoluzionario", ha detto. "Se vivrò fino a 100 anni, forse sarò un anarchico". Ma l'anarchismo non era nelle carte. Il viaggio iniziato a Dachau si è concluso con la sua morte nel 1984 all'età di 92 anni, dopo quattro decenni di predicazione del messaggio di fratellanza mondiale che aveva articolato per la prima volta a Dachau.

Matthew Hockenos è Harriet Johnson Toadvine '56 Professor in Storia del ventesimo secolo allo Skidmore College e autore di Poi vennero per me: Martin Niemöller, il pastore che sfidò i nazisti, disponibile ora da Basic Books.


La seconda guerra mondiale oggi: 24 dicembre

1939
Papa Pio XII lancia un appello natalizio per la pace.

1940
Gli Stati Uniti si rifiutano di ammettere i rifugiati ebrei, credendo che ciò porterà all'espulsione di tutti gli ebrei dall'Europa.

La razione di Natale bonus viene distribuita in Germania: 26 once di riso e verdure, 1 libbra di zucchero, caffè e marmellata.

1941
Le truppe giapponesi effettuano ulteriori sbarchi su Luzon a sud-est di Manila nella baia di Lamon. La 16a divisione giapponese inizia la sua corsa a nord verso Manila nel tentativo di collegarsi con la North Luzon Force. Il generale MacArthur annuncia la sua decisione di ritirare le sue forze a Bataan. Una base di rifornimento deve essere installata su Corregidor con scorte sufficienti per portare avanti la lotta per 6 mesi.

L'ottava armata britannica conquista Bengasi, in Libia.

La cerimonia di accensione degli alberi della Casa Bianca si spostò all'estremità sud del parco per essere facilmente visibile, l'ultima accensione degli alberi fino al 1945.

1942
Gli Stati Uniti bombardano l'isola di Wake.

In seguito alla sospensione dell' ‘Operazione Tempesta invernale’, il sollievo di Stalingrado, l'Armata Rossa inizia un'offensiva contro il Gruppo d'armate Don verso Kotelnikovo, sfondando le linee della 4a armata rumena.

I sovietici prendono 1 dei 2 aeroporti utilizzati nella fornitura Luftwaffe di Stalingrado.

Ad Algeri, l'ammiraglio Jean-François Darlan, comandante francese in Nord Africa, viene assassinato da Ferdinand Bonnier de la Chapelle, un monarchico francese.

1943
I comandanti del "Secondo Fronte" sono annunciati come Eisenhower, il Comandante Supremo dell'Allied Expeditionary Force Montgomery per essere C in C del 21st Army Group.

Sir Henry Maitland Wilson è nominato Comandante Supremo nel Mediterraneo e Alexander è C in C Allied Armies, Italia.

I russi iniziano una terza offensiva invernale, con le 63 divisioni di Vatutin in Ucraina e catturano Berdichev.

Roosevelt trasmette informazioni sulle conferenze del Cairo e di Teheran e afferma che sono stati predisposti piani per l'invasione dell'Europa e la sua ricostruzione postbellica.

1944
Nel Canale della Manica, l'U-486 (Oblt.z.S. Gerhard Meyer) affonda la portaerei alleata SS Leopoldville con la perdita di 763 uomini della 66a divisione di fanteria statunitense. Tutte le notizie e le informazioni su questo incidente sono soppresse per ordine del quartier generale SHAEF.

Nella più grande missione fino ad oggi, 2034 bombardieri della US Eighth Air Force bombardano obiettivi tedeschi nelle Ardenne.

Il generale di brigata Frederick Castle, comandante del 4th Combat Bombardment Wing ed ex comandante del 94th Bomb Group degli Stati Uniti, muore in un incidente dopo aver dato al suo equipaggio il tempo di salvarsi dal suo B-17 danneggiato, riceve la Medal of Honor


Oggi nella storia della seconda guerra mondiale—24 dicembre 1939 & 1944

80 anni fa - 24 dicembre 1939: Alla vigilia di Natale, papa Pio XII fa appello alla pace.

75 anni fa—Dec. 24, 1944: Nella più grande missione della guerra, 2034 bombardieri pesanti della US Eighth Air Force bombardano obiettivi tedeschi nelle Ardenne.

Brigantino. Il generale Frederick Castle muore in un incidente di un B-17 dopo aver dato al suo equipaggio il tempo di salvarsi e riceverà la Medal of Honor.

Inizia la rivolta di Guam di due giorni: i marine bianchi aprono il fuoco contro i marine neri che hanno parlato con donne asiatiche 2 neri saranno uccisi in rivolte armate e 43 neri - e nessun bianco - saranno sottoposti alla corte marziale.

Il San Francisco Ballet esegue la prima performance integrale di Lo Schiaccianoci mai negli Stati Uniti.


8th AF Mission #760 24 dicembre 1944 - La più grande missione di bombardieri della storia (1 visualizzatore)

Il 24 dicembre 1944 vide un cambiamento nel tempo che aveva paralizzato le missioni alleate sull'Europa occidentale e aiutato l'offensiva tedesca delle Ardenne. Una cresta di alta pressione ora dominava e sgombrava il cielo.

L'8th AF ha inviato un record di 2046 B17 e B24 di cui 1884 hanno bombardato i loro obiettivi. Gli obiettivi erano aeroporti, scali ferroviari e centri di comunicazione (di solito piccole città che erano attraversate da strade o linee ferroviarie).

Il primo BD ha inviato 542 B17 e ha colpito 5 primarie e 4 secondarie
Il 2nd BD ha inviato 634 B24 e ha colpito tutte e 14 le primarie.
Il 3° BD ha inviato 858 B17 e ha colpito 6 primari, 3 secondari e una dispersione di TO

Solo 12 bombardieri sono stati persi.

Erano attivi anche i caccia di scorta 853 (quasi tutti i P51) inviati con 813 effettivi. Per la perdita di 10, hanno sostenuto 74.

Se consideri il numero di AC coinvolti in questa missione, PIÙ ciò che i comandi tattici dell'AAF e della RAF hanno imposto all'esercito tedesco devono aver avuto le loro peggiori paure materializzarsi quel giorno!

Erich

Il vecchio saggio

l'LW era ormai abbastanza incasinato, ma questa operazione era un assalto combinato ai caccia LW inclusi anche le intercettazioni della RAF e delle unità P-47 del 9° AF. Entrambi gli ultimi hanno perso combattenti nella mischia'

IV.Sturm/JG 3 Fw ha segnato almeno 5 B-17 e anche JG 301 era in aria ed è il gruppo "theavy" - III. con Fw 190A-8 e A-8/R2 ha segnato almeno 2 B-24 in una lotta confusa

È interessante notare che II.Sturm/JG 300 ha rivendicato circa 7 P-51 con i loro pesanti Fw 'A, ma è stato colpito abbastanza bene nel risultato con 17 combattenti con danni del 60-100%.

la LW nel complesso ha perso circa 139 combattenti e altri 55 danneggiati in meno del 60%, troppi KIA di 75, 24 feriti, 10 catturati

Drgondog

Capitano

Il 24 dicembre 1944 vide un cambiamento nel tempo che aveva paralizzato le missioni alleate sull'Europa occidentale e aiutato l'offensiva tedesca delle Ardenne. Una cresta di alta pressione ora dominava e sgombrava il cielo.

L'8th AF ha inviato un record di 2046 B17 e B24 di cui 1884 hanno bombardato i loro obiettivi. Gli obiettivi erano aeroporti, scali ferroviari e centri di comunicazione (di solito piccole città che erano attraversate da strade o linee ferroviarie).

Il primo BD ha inviato 542 B17 e ha colpito 5 primarie e 4 secondarie
Il 2nd BD ha inviato 634 B24 e ha colpito tutte e 14 le primarie.
Il 3° BD ha inviato 858 B17 e ha colpito 6 primari, 3 secondari e una dispersione di TO

Solo 12 bombardieri sono stati persi.

Erano attivi anche i caccia di scorta 853 (quasi tutti i P51) inviati con 813 effettivi. Per la perdita di 10, hanno sostenuto 74.

Se consideri il numero di AC coinvolti in questa missione, PIÙ ciò che i comandi tattici dell'AAF e della RAF hanno imposto all'esercito tedesco devono aver avuto le loro peggiori paure materializzarsi quel giorno!

L'unico gruppo di 47 era il 56th. Il 78esimo a Duxford fu arenato dalla nebbia e non volò. Il 339° ha avuto lo stesso problema quindi è stato solo il gruppo Mustang a non compiere questa missione.

Come notò Syscom, questo fu il più grande attacco aereo della guerra per l'USAAF - oltre a ogni singolo gruppo di bombe e 13 dei 15 FG nell'8° AF, il 9°, la RAF e il 15° AF inviarono anche grandi forze in Germania quel giorno e quella notte.

È stata una giornata di merda per quanto riguarda il tempo nel Regno Unito ma chiara sulla Germania. un'operazione notevole.

Questo profilo di attacco del bombardiere dell'8° AF era tutto tattico e andava da Coblenza, Bonn, Fulda, Francoforte, Giessen, dagli scali di smistamento di Kassel e dagli aeroporti nella Germania occidentale dietro il Bulge. La RAF ha anche bombardato lo stesso profilo generale e gli stessi obiettivi quella notte


Gli archivi nazionali ricordano la battaglia delle Ardenne con la visualizzazione dei documenti in primo pianoComunicato stampa · lunedì 1 dicembre 2014

Maggiori informazioni

Per celebrare l'imminente 70° anniversario della Battaglia delle Ardenne, il National Archives Museum condivide un insolito messaggio di vacanza originale del generale Anthony McAuliffe, comandante della 101a divisione aviotrasportata, alle sue truppe. La vigilia di Natale del 1944, il 101° Airborne fu assediato dalle forze tedesche nella piccola città belga di Bastogne. Il generale McAuliffe ha usato questo messaggio per radunare le sue truppe raccontando il suo ormai famoso "NOCCIOLINE!" risposta a una richiesta di resa tedesca.

Gratuito e aperto al pubblico, l'esposizione si trova nella East Rotunda Gallery del National Archives Museum e durerà fino al 5 gennaio 2015. Il museo si trova nel National Mall a Constitution e 9th St., NW.

Sfondo

Nel dicembre 1944, i generali alleati erano sicuri che la vittoria sulla Germania nazista fosse vicina. I loro eserciti avevano attraversato la Francia e si stavano avvicinando al fiume Reno. Nessuno pensava che l'esercito tedesco potesse lanciare un'offensiva invernale su larga scala.

I generali si sbagliavano clamorosamente. Il 16 dicembre, più di 200.000 truppe tedesche e 1.000 carri armati hanno attaccato lungo un fronte di 75 miglia attraverso la foresta innevata delle Ardenne del Belgio. Mentre i tedeschi avanzavano, crearono un "rigonfiamento" nelle linee americane. I soldati americani hanno resistito ferocemente, ma non sono riusciti a fermare i tedeschi. Tuttavia, li hanno ritardati in diversi incroci stradali chiave. La più celebre di queste azioni difensive avvenne nella città di Bastogne dove furono assediate le truppe della 101st Divisione Aviotrasportata ed elementi di altre unità.

Il 22 dicembre, ufficiali tedeschi sotto bandiera di tregua si avvicinarono alle linee americane chiedendo la resa di Bastogne. Dopo aver letto la richiesta, il generale Anthony McAuliffe, il comandante americano a Bastogne, ha osservato: "Aw, matti!" Ulteriori discussioni non sono riuscite a migliorare la sua prima reazione e "NUTS!" divenne la sua famosa risposta di una sola parola. Quando i tedeschi non capirono, spiegò un ufficiale americano, "in un inglese semplice è lo stesso di 'Vai all'inferno!'"

Il "Messaggio di Natale" del 24 dicembre del generale McAuliffe agli uomini della 101esima racconta la richiesta di resa tedesca, la risposta di McAuliffe e li informa di un contrattacco americano. E i soccorsi erano in arrivo. Il 26 dicembre, dopo aver percorso oltre 100 miglia in cinque giorni, il 37° battaglione carri della 4a divisione corazzata sostituì Bastogne. A metà gennaio 1945, le truppe alleate eliminarono il "rigonfiamento", ma a un costo elevato. L'esercito degli Stati Uniti aveva subito oltre 75.000 vittime.

Il display include i seguenti record:

  • Messaggio originale "Buon Natale" alla 101a divisione aviotrasportata dal generale Anthony C. McAuliffe, 24 dicembre 1944. Archivi Nazionali, Registri dell'Ufficio dell'Aiutante Generale
  • Una foto didascalia: "Mentre i proiettili nemici urlano in alto fuori, i canti natalizi sono cantati dai membri della 101a divisione aviotrasportata, sotto assedio a Bastogne, in Belgio, durante la messa di Natale di mezzanotte del 1944. Poco dopo che questa foto è stata scattata, i bombardieri nemici hanno interrotto il servizio”. 24 dicembre 1944, Archivi Nazionali, Registri del Chief Signal Officer
  • Una mappa intitolata: “Situazione ore 1200 25 dicembre 1944 Dodicesimo Gruppo d'Armate” che illustra il rigonfiamento causato dall'avanzata tedesca. Archivi nazionali, registri delle sedi operative e di occupazione alleate, seconda guerra mondiale

Programma di film correlato: La battaglia delle Ardenne

Martedì 16 dicembre, a mezzogiorno, William G. McGowan Theatre
Gli Archivi Nazionali presenteranno il film The Battle of the Bulge, una cronaca avvincente di questa sanguinosa battaglia che include filmati di cinegiornali e filmati provenienti da archivi tedeschi e americani. (2004 90 minuti)

Risorse in linea:

  • Vedi l'immagine del generale McAuliffe che svela i documenti della resa tedesca nella Rotonda degli Archivi Nazionali, 6 giugno 1945.
  • Scopri il legame del Dr. Seuss con la Battaglia delle Ardenne
  • Leggi come l'appuntamento dal dentista di Hitler è stato ritardato dalla battaglia
  • Scopri l'ampio patrimonio dell'Archivio Nazionale della Seconda Guerra Mondiale
  • Esplora la partecipazione personale alla seconda guerra mondiale

Per informazioni alla stampa contattare il personale per gli affari pubblici dell'Archivio nazionale al numero 202-357-5300.

Connettiti con l'Archivio Nazionale su:
Cinguettio: @USNatArchives
Facebook: Archivi nazionali USA
Tumblr: http://usnataarchives.tumblr.com

Questa pagina è stata rivista l'ultima volta il 19 dicembre 2018.
Contattaci con domande o commenti.


Oggi nella storia della seconda guerra mondiale—24 dicembre 1939 & 1944

80 anni fa - 24 dicembre 1939: Alla vigilia di Natale, papa Pio XII fa appello alla pace.

75 anni fa—Dec. 24, 1944: Nella più grande missione della guerra, 2034 bombardieri pesanti della US Eighth Air Force bombardano obiettivi tedeschi nelle Ardenne.

Brigantino. Il generale Frederick Castle muore in un incidente di un B-17 dopo aver dato al suo equipaggio il tempo di salvarsi e riceverà la Medal of Honor.

Inizia la rivolta di Guam di due giorni: i marine bianchi aprono il fuoco contro i marine neri che hanno parlato con donne asiatiche 2 neri saranno uccisi in rivolte armate e 43 neri - e nessun bianco - saranno sottoposti alla corte marziale.

Il San Francisco Ballet esegue la prima performance integrale di Lo Schiaccianoci mai negli Stati Uniti.


Afferrare la realtà di Brad DeLong

Il 23 dicembre, le condizioni meteorologiche hanno iniziato a migliorare, consentendo alle forze aeree alleate di attaccare. Lanciarono devastanti bombardamenti sui punti di rifornimento tedeschi alle loro spalle e i P-47 Thunderbolts iniziarono ad attaccare le truppe tedesche sulle strade. Le forze aeree alleate aiutarono anche i difensori di Bastogne, rilasciando i rifornimenti tanto necessari: medicine, cibo, coperte e munizioni. Una squadra di chirurghi volontari è arrivata con un aliante militare e ha iniziato a operare in una sala attrezzi.

Entro il 24 dicembre, l'avanzata tedesca è stata effettivamente bloccata prima della Mosa. Le unità del XXX Corps britannico stavano tenendo i ponti a Dinant, Givet e Namur e le unità statunitensi stavano per prendere il sopravvento. I tedeschi avevano superato le loro linee di rifornimento e la carenza di carburante e munizioni stava diventando critica. Fino a quel momento le perdite tedesche erano state leggere, in particolare nell'armatura, che era quasi intatta ad eccezione delle perdite di Peiper. La sera del 24 dicembre, il generale Hasso von Manteuffel raccomandò all'aiutante militare di Hitler di fermare tutte le operazioni offensive e di ritirarsi verso il muro occidentale. Hitler lo rifiutò.

Tuttavia il disaccordo e la confusione al comando alleato hanno impedito una risposta forte, buttando via l'occasione per un'azione decisiva. Al centro, la vigilia di Natale, la 2a divisione corazzata tentò di attaccare e tagliare le punte di lancia della 2a divisione panzer alla Mosa, mentre le unità del 4o gruppo di cavalleria tenevano occupata la 9a divisione panzer alle Marche. Di conseguenza, parti della 2a Divisione Panzer furono tagliate. Panzer Lehr cercò di alleviarli, ma riuscì solo in parte, poiché il perimetro reggeva.


Operazione Stösser - dicembre 1944

Posta da Davy » 13 giugno 2007, 12:17

Ciao,
dove posso trovare l'OoB del Kampfgruppe von der Heydte?
Questi uomini combatterono durante la Battaglia delle Ardenne nell'Operazione Stösser.
Gli unici nomi che riesco a trovare sono Oberstleutnant Friedrich-August Freiherr von der Heydte
e il tenente Bruno von Kayser, e gli uomini provenivano da diversi FallschirmJägerRegiments, ma nessuna ulteriore informazione.
Qual è stata la data in cui von der Heydte è stato catturato dagli Stati Uniti - 22 o 24 dicembre?

Posta da Prosper Vandenbroucke » 13 giu 2007, 21:28

Posta da Fallschirmjäger » 14 giu 2007, 12:00

Ok, ecco alcune informazioni Davy su di loro, vedrò se anche i miei libri o altri siti Web hanno più informazioni. Anche se questo è un po', ma vuoi il suo OoB, questo è il layout dell'unità e i numeri ecc.

Posta da Davy » 14 giu 2007, 21:03

Grazie per le informazioni ragazzi,
ottimo sito, ma ho trovato qui che von Kayser era un Oberleutnant, e lo era
un Kriegsberichter, è giusto? Kriegsberichter e Kompanieführer?
Tutte le informazioni sono benvenute: Oob, forza, vittime, ecc.

Posta da scar G » 14 giu 2007, 21:11

Ulteriori informazioni

Posta da Fallschirmjäger » 15 giu 2007, 05:24

Alcuni link più vecchi con informazioni sul drop.


Operazione Stösser
Originariamente prevista per le prime ore del 16 dicembre, l'operazione Stösser è stata ritardata di un giorno a causa del maltempo e della mancanza di carburante. Il nuovo tempo di lancio è stato fissato per le 0300 del 17 dicembre, la loro zona di lancio era 11 km a nord di Malmedy e il loro obiettivo era l'incrocio "Baraque Michel". Von der Heydte e i suoi uomini lo avrebbero preso e tenuto per circa ventiquattro ore fino a quando non sarebbero stati sostituiti dalla 12.SS Panzer-Division Hitlerjugend, ostacolando così il flusso di rinforzi e rifornimenti alleati nell'area.

Subito dopo la mezzanotte del 16 dicembre/17 dicembre 112 Ju 52 aerei da trasporto con a bordo circa 1.300 Fallschirmjäger (paracadutisti tedeschi) sono decollati in mezzo a una potente tempesta di neve, con forti venti e un'ampia copertura nuvolosa bassa. Di conseguenza, molti aerei andarono fuori rotta e gli uomini furono sganciati fino a una dozzina di chilometri di distanza dalla zona di lancio prevista, con solo una frazione della forza che atterrava vicino ad essa. I forti venti hanno anche portato fuori bersaglio quei paracadutisti i cui aerei erano relativamente vicini alla zona di lancio prevista e hanno reso i loro atterraggi molto più difficili.

A mezzogiorno un gruppo di circa 300 persone riuscì a radunarsi, ma questa forza era troppo piccola e troppo debole per contrastare gli Alleati. Il colonnello von der Heydte abbandonò i piani per prendere il bivio e ordinò invece ai suoi uomini di molestare le truppe alleate nelle vicinanze con azioni di guerriglia. A causa dell'ampia dispersione del salto, con Fallschirmjäger segnalato in tutte le Ardenne, gli Alleati credevano che fosse avvenuto un grande salto di dimensioni divisionali, con conseguente molta confusione e costringendoli a stanziare uomini per proteggere le loro spalle invece di mandarli via al fronte per affrontare la principale spinta tedesca.


24 dicembre 1944 - Storia

Il diario del tenente Robert H. Dee, Jr
Copilota, 601° Squadrone

La missione di Dee n. 10 (di nuovo)

No. 10 (di nuovo)
24 dicembre 1944

L'obiettivo era Coblenza. L'obiettivo erano 2 centrali elettriche. Ho volato con un nuovo equipaggio (Bornstedt) per controllarli, ma siamo stati ritardati perché 2 navi sono esplose al decollo. Un bombardiere e un uomo di terra che lo stava aiutando a liberarsi sono stati uccisi.

Stavamo volando a bassa squadriglia con un gruppo composito con Ridgewell e Bassingbourn. Sono partiti sulla rotta prima che arrivassimo lì. Abbiamo volato dietro il nostro gruppo. Eravamo in contropiede (moderato e preciso per 45 minuti). La posizione di coda aveva dei buchi proprio vicino al mitragliere di coda, ma non è stato colpito. Abbiamo anche avuto due buchi nei serbatoi di Tokyo (gas). Abbiamo trasportato 38X100 GP’. Quando siamo tornati era buio e siamo stati dirottati a Rattleston, ma in fase di sbarco le 2 navi seguenti sono sbarcate a Lavenham (486° BG, 3° Divisione). Hanno perso 8 navi a causa dei combattenti. Abbiamo quasi congelato la scorsa notte e siamo tornati qui questo pomeriggio in camion, (Natale). È stato bello ripulire oggi. Ieri o oggi non sono andato a messa.

Nota del redattore: il 381 aveva sede a Ridgewell e il 91 a Bassingbourn. La 91a, la 381a e la 398a formarono il 1st Combat Wing della 1st Air Division.


Politiche

Termini & Condizioni

Si prega di leggere attentamente i seguenti Termini e Condizioni d'uso prima di utilizzare questo sito web. Siete tenuti ad accettare espressamente i seguenti Termini e Condizioni d'Uso, senza alcuna modifica, prima di ogni utilizzo di questo sito web. La Divisione aeroportuale del Dipartimento dei trasporti dello Stato delle Hawaii (l'"HDOTA") può rivedere i Termini e le condizioni d'uso senza alcun preavviso specifico all'utente. I Termini e condizioni d'uso pubblicati al momento dell'utilizzo di questo sito Web regolano tale utilizzo. Se non sei d'accordo con qualsiasi parte dei seguenti Termini e Condizioni d'uso, non ti sarà permesso di utilizzare questo sito web.

Le immagini e altri contenuti, (i “Media”), su questo sito, http://aviation.hawaii.gov, sono protetti dalle leggi sulla proprietà intellettuale applicabili. Salvo diversa indicazione, i diritti di proprietà intellettuale nel sito Web sono amministrati da HDOTA per conto di se stessa e dello Stato delle Hawaii.

PER L'USO DEI MEDIA SI PREGA DI NOTARE:

È vietato utilizzare i Media per qualsiasi scopo commerciale. È severamente vietato qualsiasi uso, commerciale o meno, che possa tendere a degradare, offuscare la reputazione o mettere in imbarazzo il creatore di contenuti (fotografo, operatore video ecc.), lo Stato delle Hawaii o HDOTA.

PER TUTTI GLI UTILIZZI:

I seguenti sono esempi generali di ciò per cui i Media non possono essere utilizzati o in relazione a. Il seguente elenco non è esaustivo.

  • Assunzione o tentativo di utilizzare i media per applicazioni commerciali, di marketing, di autopromozione o novità
  • Intraprendere o tentare di intraprendere qualsiasi azione che comporti la modifica o l'alterazione delle immagini: il ritaglio è accettabile
  • Intraprendere o tentare di intraprendere qualsiasi azione che comprometta il sito web
  • Intraprendere o tentare di intraprendere qualsiasi azione che implichi la ristampa su libri, indumenti, poster, tazze o qualsiasi altro supporto.

Accetti che, previa comunicazione da parte di HDOTA, cesserai immediatamente ogni utilizzo dei Media e, per quanto possibile, rimuoverai tutti i Media da qualsiasi e tutti i materiali in cui appaiono.

Il credito è richiesto per ciascuno dei Media come specificato su questo sito web. Il credito deve essere collocato accanto a qualsiasi utilizzo dei Media.

Tu, i tuoi successori e aventi causa, accetti di liberare, indennizzare e difendere HDOTA e lo Stato delle Hawaii da e contro tutti i costi, responsabilità, perdite, danni e spese, incluse tutte le spese legali e tutte le rivendicazioni, azioni legali e richieste pertanto, derivanti o risultanti dalle azioni o omissioni dell'utente ai sensi dei presenti Termini e condizioni d'uso e dell'utilizzo dei media.

List of site sources >>>


Guarda il video: 333 - NovembreDicembre 1944 La WW2 mese per mese Puntata 34 Pillole di Storia con BoPItalia (Gennaio 2022).