Corso di storia

Il blitz e la seconda guerra mondiale

Il blitz e la seconda guerra mondiale

Il Blitz è il titolo dato alla campagna di bombardamenti tedeschi sulle città britanniche durante la seconda guerra mondiale. Tuttavia, il termine "Blitz" è più comunemente usato per la campagna di bombardamenti contro Londra. Dopo il fallimento della Battaglia d'Inghilterra, i tedeschi tentarono di bombardare Londra per sottomissione - una tattica usata di nuovo con la campagna di armi a V nel 1944-45.

Appartamenti distrutti dai bombardamenti

L'enorme paura generata dal bombardamento di Guernica durante la guerra civile spagnola, convinse molte persone che una popolazione civile potesse essere bombardata per sottomissione. La teoria era che la popolazione, nella costante paura di una morte improvvisa e violenta, avrebbe messo sotto pressione il proprio governo affinché si arrendesse. Se quel governo non si fosse arreso, allora la popolazione sarebbe scesa in piazza, in rivolta e avrebbe rovesciato il governo. Il punto centrale di una campagna di bombardamenti sostenuti era quello di distruggere il morale di una nazione.

A metà settembre 1940, la battaglia della Gran Bretagna era stata persa dai tedeschi. Fu la prima battuta d'arresto di Hitler durante la seconda guerra mondiale. Il blitz sulle città britanniche - incursioni notturne anziché diurne per aumentare il fattore paura - fu il tentativo di Hitler di distruggere il morale della Gran Bretagna. Gli attacchi iniziarono il 7 settembre 1940 e continuarono fino a maggio 1941.

Londra è stata particolarmente colpita. All'inizio della campagna, il governo non ha autorizzato l'uso di stazioni ferroviarie sotterranee poiché le considerava un potenziale pericolo per la sicurezza. Tuttavia, la popolazione di Londra prese in mano la questione e aprì gli ingressi incatenati alle stazioni della metropolitana. Nella metropolitana erano al sicuro dalle bombe esplosive e incendiarie che piovevano su Londra notte dopo notte. Con una o due eccezioni, la loro fiducia è stata premiata. La stazione della metropolitana City fu colpita quando una bomba attraversò la strada e vi cadde dentro. Oltre 200 furono uccisi.

“Entro le 16:00 tutte le piattaforme e lo spazio di passaggio della stazione della metropolitana sono picchettati, principalmente con coperte piegate in lunghe strisce appoggiate al muro - perché i treni sono ancora in funzione e le piattaforme in uso. Una donna o un bambino custodisce posti per circa sei persone. Quando la sera arriva il resto della folla della famiglia. " Un resoconto testimone oculare.

Per cominciare, il governo ha sottovalutato il potenziale utilizzo delle stazioni della metropolitana. Il governo ha stimato che l'87% o più delle persone avrebbe usato i rifugi emessi (di solito rifugi Anderson) o spazi sotto le scale ecc. E che solo il 4% della popolazione avrebbe usato le stazioni sotterranee. Ogni notte le stazioni della metropolitana ospitavano migliaia di famiglie a Londra grate per la protezione che offrivano.

Nonostante le restrizioni al blackout, la Luftwaffe aveva un modo relativamente semplice per arrivare a Londra. Dovevano semplicemente seguire la rotta del Tamigi, che li dirigeva anche verso i moli situati nell'East End della città. Ogni notte, le prime bombe sganciate erano bombe incendiarie progettate per dare ai seguenti bombardieri il più ovvio dei segnalini. Dopo le bombe incendiarie, arrivarono gli alti esplosivi.

Una mongolfiera sopra Londra

Il governo ha usato il suo controllo su tutte le forme dei media per presentare un quadro della vita che continua normalmente nonostante i continui attacchi notturni. Non mostravano foto di persone conosciute come "escursionisti" - le famiglie che avrebbero trascorso la notte lontano dalle loro case, preferibilmente nei boschi locali o in un parco dove si sentivano più sicuri dagli attacchi. Tali foto sono state censurate. Un film americano - "London can take it" - presentava l'immagine di una città devastata dalle bombe ma che si svolgeva normalmente. Il narratore sottolinea che "le bombe possono solo uccidere le persone, non possono distruggere lo spirito indomito di una nazione".

Tuttavia, sappiamo che la vita non è stata così facile come ha mostrato la propaganda. Londra poteva prenderlo, ma solo perché c'era poco altro che potevano fare. Sotto le restrizioni del tempo di guerra, le persone non potevano semplicemente uscire di casa e trasferirsi altrove. Il più povero di Londra viveva nell'East End ed era questa zona che fu particolarmente colpita dai bombardamenti a causa dei moli che vi si trovavano. Tuttavia, la maggior parte delle famiglie non poteva fare altro se non rimanere dove erano a meno che non fosse stata trasferita dal governo. Queste famiglie svilupparono quello che divenne noto come uno "spirito del tempo di guerra". Hanno adattato le loro vite al costante bombardamento notturno.

Nel maggio del 1941, 43.000 furono uccisi in Gran Bretagna e 1,4 milioni furono fatti senza tetto. Londra non solo fu attaccata, ma lo furono anche molte città britanniche. Coventry e Plymouth furono particolarmente bombardati ma anche la maggior parte delle città britanniche furono attaccate - Manchester, Glasgow, Liverpool ecc.

“Al mattino abbiamo lasciato il rifugio e siamo tornati a casa. Non c'era casa. Non restava che un mucchio di mattoni. Non avevamo un posto dove vivere se non il rifugio, e quella sarebbe stata la nostra casa per sei mesi. ” Una vittima dei bombardamenti da Liverpool.

La difesa di queste città si basava su cannoni antiaerei, proiettori e un sistema di allarme rapido. Il Royal Observer Corps ebbe un ruolo vitale in questo, poiché molte unità erano basate sulla costa e potevano informare le autorità di Londra degli imminenti attacchi. Le unità ROC basate sulla costa occidentale potrebbero anche avvisare tempestivamente dei bombardieri tedeschi che arrivavano dalla Norvegia. Dato che la Gran Bretagna non aveva combattenti notturni allora, i "soli" bombardieri dovevano far fronte al fuoco di tipo AA ed evitare palloni di sbarramento e proiettori.

All'interno delle città, le guardie ARP (Air Raid Pr precauzioni), la polizia e altri servizi hanno organizzato i servizi di emergenza dopo un raid. L'AFS (servizio ausiliario antincendio) ha svolto un ruolo vitale sia durante che dopo un raid nell'affrontare i numerosi incendi causati dalle bombe incendiarie. Il ruolo svolto dal servizio volontario femminile è ben documentato.

La Gran Bretagna ha anche adottato una campagna di bombardamenti contro le città tedesche. 'Bombardiere' Harris, comandante del Comando Bombardieri, credeva fortemente nel bombardamento aereo che distruggeva il morale di una nazione - da qui gli attacchi. Tuttavia, lo stesso spirito del "tempo di guerra" mostrato nelle città britanniche durante le incursioni, fu mostrato anche in tedesco.

Il Blitz sulla Gran Bretagna fu annullato nel maggio del 1941. Hitler aveva un obiettivo molto più apprezzato. Il mese successivo fu lanciata l'operazione Barbarossa, l'attacco alla Russia. L'enorme forza militare necessaria per questo attacco includeva molti bombardieri e due terzi delle forze armate tedesche dovevano essere legati sul fronte orientale per la durata della guerra.

List of site sources >>>


Guarda il video: Londra - Seconda Guerra Mondiale - London Blitz (Gennaio 2022).