Podcast di storia

Museo agricolo del Delaware

Museo agricolo del Delaware



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il Delaware Agricultural Museum and Village, un'organizzazione privata senza scopo di lucro, si trova a Dover, nel Delaware. È dedicato alla conservazione del patrimonio agricolo del Delaware e della penisola di Delmarva. Il museo ha aperto le sue porte al pubblico nell'agosto 1980. Il museo ha una grande sala espositiva con manufatti provenienti da una comunità agricola del XIX secolo e un villaggio con 15 edifici. L'edificio principale della mostra ha più di 4.000 manufatti, che trasmettono la storia della crescita e del cambiamento nelle industrie agricole e nelle fattorie del Delaware e Delmarva. Il museo espone trattori, attrezzature trainate da cavalli e attrezzi agricoli che risalgono dal 1670 agli anni '50. Questi edifici storici sono repliche del tipo visto nella zona tra la fine del XVIII e il XIX secolo. Il museo è governato da un consiglio di volontari di 24 amministratori. I giardini e le sale espositive sono pieni di articoli e strumenti di uno stile di vita rurale e agricolo. Sono disponibili strutture per lo svolgimento di matrimoni, cocktail party, picnic, riunioni, ricevimenti, conferenze stampa ed eventi politici. Ci sono diversi punti picnic intorno al villaggio.


Delaware

Primo dei 13 stati originari a ratificare la Costituzione federale, il Delaware occupa una piccola nicchia nel corridoio urbano di Boston, Washington, DC, lungo la costa del Medio Atlantico. È il secondo stato più piccolo del paese e uno dei più densamente popolati. Lo stato è organizzato in tre contee da nord a sud, New Castle, Kent e Sussex, tutte fondate nel 1682. La sua popolazione, come la sua industria, è concentrata nel nord, intorno a Wilmington, dove passano le principali autostrade e ferrovie costiere dalla Pennsylvania e dal New Jersey a nord e ad est nel Maryland a sud e ad ovest. Il resto dello stato comprende l'angolo nord-orientale della penisola di Delmarva, che il Delaware condivide con il Maryland e la Virginia (da cui il nome). La maggior parte delle operazioni del governo statale si trovano a Dover, la capitale.

Data di statualità: 7 dicembre 1787

Capitale: Dover

Popolazione: 897,934 (2010)

Taglia: 2.489 miglia quadrate

Soprannome): The First State The Diamond State Blue Hen State Small Wonder


Museo Zwaanendael

Costruito in commemorazione della prima colonia europea del Delaware, Swanendael, fondata dagli olandesi nel 1631, il museo funge da vetrina per la storia marittima, militare e sociale della zona di Lewes.

Storia del Museo

Maggiori informazioni sulla storia di Zwaanendael

Galleria fotografica

Il museo è aperto al pubblico e l'ingresso è gratuito. Si accettano donazioni.

Il parcheggio in strada è disponibile nel centro di Lewes, a pochi passi dal museo.

Accessibilità

Il primo piano del museo è accessibile ai disabili.

FAQ Riapertura Fase II

I tour del Museo Zwaanendael sono disponibili il martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato alle 10:00, 11:00, 13:00, 14:00. e 15:00

Quarantacinque minuti. Si prega di arrivare in tempo perché la fine del tour non può essere prolungata a causa del tempo necessario per pulire il museo tra i tour.

Sì, è necessaria la prenotazione. Sono gratuiti e disponibili chiamando il Museo Zwaanendael al 302-645-1148

Sì, le prenotazioni possono essere effettuate tramite Facebook e tramite e-mail. Per farlo, invia un messaggio al Museo Zwaanendael su Facebook o invia una richiesta a [email protected]

Sì, tutti i visitatori e il personale devono indossare sempre una copertura di stoffa per il viso mentre si trovano al museo. Tutti devono mantenere una distanza adeguata di almeno un metro e ottanta da chiunque nell'edificio non faccia parte della propria famiglia. Si prega di seguire le istruzioni del personale del museo, soprattutto quando si entra e si esce dall'edificio. Si prega di non toccare nulla nel museo a meno che non sia assolutamente necessario.

Una volta arrivato, attendi nell'area visitatori designata fuori dal museo. Un membro dello staff del museo sarà fuori ad accoglierti cinque minuti prima dell'orario programmato per il tour.

I servizi igienici non sono disponibili presso il Museo Zwaanendael. Si prega di utilizzare le strutture prima del vostro arrivo.

I tour saranno in gran parte autoguidati, ma il personale del museo sarà a disposizione per rispondere a qualsiasi domanda e fornire ulteriori informazioni.

Il numero massimo di persone che possono partecipare a un tour è quattro. Tutte le persone del tour devono appartenere alla stessa famiglia. Amici o familiari di altre famiglie devono effettuare una prenotazione separata per un orario diverso del tour.

Stiamo considerando che una famiglia sia composta da persone che hanno vissuto insieme durante il blocco. Non è necessario essere imparentati per essere considerati parte della stessa famiglia. I membri della famiglia che vivono in luoghi separati non contano come un nucleo familiare.

Assolutamente! Visita il Delaware Digital History Museum, metti mi piace su Facebook e seguici su Instagram.


Museo di Seaford

Il Seaford Museum è stato definito un gioiello uno dei migliori musei dello stato. È molto insolito che i volontari siano stati responsabili del salvataggio e della conversione del vecchio ufficio postale della città in un bel museo. Tutto, dall'idea al design, alla costruzione di pareti e custodie, alla segnaletica scritta e al negozio di articoli da regalo, è tutto opera della gente del posto. È veramente la definizione di comunità.

Il museo rappresenta un livello professionale che pochi musei hanno mai raggiunto con una gestione dell'aria all'avanguardia e un'illuminazione in fibra ottica ad alta tecnologia, una varietà di chioschi e display e interattivi unici.

Inaugurato nel 2003, il museo ha migliaia di manufatti locali seguendo una linea temporale di United Stati Uniti, Delaware e storia dell'area. Inizia con le risorse naturali dell'area e gli indiani Nanticoke e si snoda attraverso la storia fino al 21° secolo con la prima fibra sintetica del mondo, un filatoio di nylon. Altre mostre si concentrano sull'agricoltura precoce, la costruzione navale, l'industria conserviera, l'industria del pollame, le ferrovie, i piloti del fiume Black e il collegamento del fiume Nanticoke con la baia di Chesapeake.

Incontra Patty Cannon, la più grande assassina nella storia degli Stati Uniti. Molto prima che le donne avessero il diritto di voto, ha diretto una banda di 60 persone per oltre 30 anni commettendo crimini nelle città lungo la costa atlantica. Ha rubato più di Jessie James e ha gestito una banda di successo più a lungo del famoso Al Capone! La sua banda era persino più grande di quella del "nemico pubblico numero uno" di Bonnie e Clyde’ della "banda di Barrow". Puoi decidere se era colpevole o innocente.

Oppure, trascorri del tempo con il governatore William Ross e la sua adorabile moglie, Elizabeth, osserva cose strane come un'antica bottiglia di ketchup, come il governo spiava i suoi impiegati delle poste e molto altro. Non guarderai mai più la storia allo stesso modo.

Il Seaford Museum comprende una galleria espositiva variabile, un'area di informazioni generali e un negozio di articoli da regalo. Si trova nel centro di Seaford su High Street nell'edificio dell'ufficio postale restaurato degli anni '30. È un tesoro che non vorrai perderti.

Visitare il Museo di Seaford

Visite autoguidate. Tempo di visita 1 – 2 ore.

Biglietti: $ 7 per adulto, bambini fino a 12 anni e membri gratuiti.

I biglietti combinati per il Museo e la Ross Mansion costano $ 12

Aperto il venerdì 13:00 – 16:00 o su appuntamento.

Chiama il 302-628-9828 o invia un'e-mail a [email protected] almeno 48 ore prima dell'orario dell'appuntamento desiderato.

Parcheggio gratuito nel lato est del museo.

noi rconsiglia il parcheggio di camper e autobus a Conwell St.

TIl Museo è accessibile ai portatori di handicap.

Tour di gruppo

Per gruppi di più di otto persone o tour speciali chiamare (302) 628-9828 per programmare o inviare una richiesta di tour (link sotto). I tour di gruppo possono essere programmati al di fuori degli orari regolari, se necessario, a seconda del programma della Società.

INSEGNANTI che desiderano programmare gite scolastiche: fare riferimento al nostro menu a discesa Educazione.

Ore di operazione

Palazzo del Governatore Ross

Sabato 1:00 – 4:00, altri giorni su appuntamento

Museo di Seaford

1° e 2° sabato 1:00 – 4:00

Altri giorni su appuntamento

Appuntamenti:

Chiama il 302-628-9828 o invia un'e-mail a [email protected] per programmare il tuo tour con almeno 48 ore di anticipo.

Orari d'ufficio della società

10:00 – 16:00 da martedì a venerdì

Il Museo di Seaford &
Ufficio della società storica di Seaford


Museo Messick

Taylor & Messick, Inc. include Messick's Ag. Museo, aperto nel 1976. Questo museo espone macchinari antichi, automobili, strumenti, giocattoli e altri cimeli agricoli ospitati in due edifici chiusi, oltre a diversi capannoni aperti.

Recentemente rinnovato, il museo è aperto al pubblico durante il normale orario di lavoro. Scuole, club o altri visitatori sono incoraggiati a fare un tour autoguidato a scopo didattico o semplicemente a fare una passeggiata nel viale dei ricordi. L'ingresso è gratuito.

Mandaci un messaggio

Orari del Museo:
lunedì - venerdì 7:30 - 16:00

Posizione:
Taylor & Messick, Inc.
325 Walt Messick Road
Harrington, Delaware 19952

Telefono: 302-398-3729
Numero verde
1-800-237-1272
Fax:
302-398-4732


New Castle Court House Museum

Costruito nel 1732, il New Castle Court House servì come prima corte e capitale dello stato del Delaware. Qui nel 1776, le contee di New Castle, Kent e Sussex dichiararono la loro indipendenza dalla Pennsylvania e dall'Inghilterra creando lo stato del Delaware.

Storia del Museo

Maggiori informazioni sulla storia del New Castle Court House

Galleria fotografica

Il museo è aperto al pubblico e l'ingresso è gratuito. Le donazioni sono apprezzate.

Il parcheggio in strada è disponibile nel centro di New Castle, a pochi passi dal museo.

Accessibilità

Il primo piano della casa di corte è accessibile alle persone con disabilità.

FAQ Riapertura Fase II

I tour del New Castle Court House Museum sono disponibili il mercoledì, giovedì, venerdì e sabato alle 10:00, 11:15, 13:15. e 14:30 e la domenica alle 13:00, 14:15 e 15:30

Quarantacinque minuti. Si prega di arrivare in tempo perché la fine del tour non può essere prolungata a causa del tempo necessario per pulire il museo tra i tour.

Sì, è necessaria la prenotazione. Sono gratuiti e disponibili chiamando il New Castle Court House Museum al 302-323-4453.

No, in questo momento è possibile prenotare solo telefonicamente.

Sì, tutti i visitatori e il personale devono indossare sempre una copertura di stoffa per il viso mentre si trovano al museo. Tutti devono mantenere una distanza adeguata di almeno un metro e ottanta da chiunque nell'edificio non faccia parte della propria famiglia. Si prega di seguire le istruzioni del personale del museo, soprattutto quando si entra e si esce dall'edificio. Si prega di non toccare nulla nel museo a meno che non sia assolutamente necessario.

Una volta arrivato, attendi nell'area visitatori designata fuori dal museo. Un membro dello staff del museo sarà fuori ad accoglierti cinque minuti prima dell'orario programmato per il tour.

I servizi igienici non sono disponibili presso il New Castle Court House. Si prega di utilizzare le strutture prima del vostro arrivo.

Le visite sono guidate da un interprete di siti storici con opzioni per l'autoguida in alcune aree dell'edificio.

Il numero massimo di persone che possono partecipare a un tour è sei. Una o due famiglie possono partecipare contemporaneamente al tour purché il numero totale di persone non superi le sei.

Stiamo considerando che una famiglia sia composta da persone che hanno vissuto insieme durante il blocco. Non è necessario essere imparentati per essere considerati parte della stessa famiglia. I membri della famiglia che vivono in luoghi separati non contano come un nucleo familiare.

Tutte le attività pratiche sono state rimosse per motivi di sicurezza in questo momento, incluso il timbro sul passaporto. Tornerà al museo quando sarà sicuro farlo.

Assolutamente! Visita il Delaware Digital History Museum, metti mi piace su Facebook e seguici su Instagram.


LA DIVERSITÀ DELLA STORIA DEI NATIVI AMERICANI e delle CULTURE

Intestazione 6

Fondato nel 1980, il Museum of Indian Culture è un centro di risorse senza scopo di lucro, gestito da volontari e supportato dai membri, che consente a persone di tutte le età di conoscere le culture dei nativi americani, in particolare dal nord-est, ma anche in tutto l'emisfero occidentale. La nostra missione è preservare e perpetuare le storie autentiche e il patrimonio culturale dei popoli nativi americani: passato, presente e futuro. Per oltre 40 anni, il museo ha offerto mostre educative, programmi, stage ed eventi comunitari collaborativi per la grande Lehigh Valley e oltre. I nostri servizi definiscono lo standard per l'istruzione dei nativi americani nella Pennsylvania orientale.

Una parte essenziale della nostra missione è incarnare e promuovere la riconciliazione e la collaborazione con le nazioni indigene riconosciute a livello federale, che sono coinvolte in vari modi con il museo. In qualità di museo dei nativi americani, riconosciamo la nostra responsabilità di lavorare in collaborazione con i popoli nativi per sviluppare risorse educative, servizi comunitari e opportunità tribali, in particolare con coloro le cui patrie ancestrali risiediamo. Nel 2020 il museo ha ufficialmente collaborato con Delaware Nation di Anadarko, in Oklahoma, per aprire un'estensione del loro Ufficio di conservazione storica presso il museo. Attraverso questa partnership speriamo di promuovere una maggiore consapevolezza pubblica della storia locale di Lenape, nonché della vita e della cultura Lenape contemporanee.

È importante riconoscere che quella che oggi conosciamo come Pennsylvania fa parte delle terre ancestrali dei Lenape da tempo immemorabile. Il museo si trova sulla bellissima Little Lehigh Parkway, che era un vecchio sentiero Lenape chiamato Oley Path. Si ritiene che il nome "Oley" derivi dalla parola Lenape "Olink", con cui erano soliti riferirsi alla regione come "luogo circondato da colline". Incoraggiamo i visitatori a riflettere sulla storia di questa terra e dei suoi popoli indigeni e ricordare che sono ancora qui oggi, mentre si godono il museo e il viale. La strada panoramica offre attività aggiuntive tra cui camminare o correre lungo i sentieri naturali, andare in bicicletta, pescare, osservare gli uccelli o godersi un tranquillo pranzo al sacco.

Visita guidata

La nostra Northeastern Woodlands Room mette in mostra l'eredità culturale degli indiani Delaware/Lenape e di altre tribù dei Northeastern Woodlands. Le mostre includono manufatti, oggetti culturali, strumenti agricoli, beni commerciali e attività interattive pratiche come kit per accendere il fuoco, trapani a pompa e atlatl (lanciatori di lancia).

La nostra Inter-Tribal Room mostra una varietà di arte indiana americana da tutto l'emisfero occidentale, tra cui perline, bambole, cesti, ceramiche, insegne da ballo e altro dal sud-ovest, dall'Alaska, dall'America centrale e meridionale e dal Midwest.


Cosa sta succedendo?

Chi siamo.

Il South Dakota Agricultural Heritage Museum è dedicato alla conservazione e all'interpretazione della storia agricola e del patrimonio rurale del South Dakota.

Inquadratura media dell'Ag Heritage Museum

Visita il museo!

Vieni a conoscere la storia dell'agricoltura e degli insediamenti del South Dakota, oltre a conoscere la tecnologia dell'agricoltura e della vita nelle Grandi Pianure settentrionali al Museo del patrimonio agricolo!

Ragazze che camminano davanti al museo

Istruzione e tour.

Scopri di più sui nostri programmi educativi e sul programma di stage! O per programmare un tour del museo!

Gruppo di ragazze che interagiscono con una mostra meteorologica interattiva


Museo agricolo del Delaware - Storia

L'autore di questo articolo è sconosciuto. L'articolo è stato trovato tra le carte donate al DuPont Museum dalla DuPont Company. Le ristampe sono disponibili previa autorizzazione del DuPont Museum.

L'E.I. La DuPont de Nemours Company si è resa conto durante i primi anni che l'area nordoccidentale/Alaska in rapido sviluppo, con le sue vaste industrie minerarie e di produzione di legname, rappresentava un mercato nuovo e potenzialmente prezioso per i prodotti esplosivi che produceva. Tuttavia, le distanze da questa nuova area di mercato dai suoi tradizionali impianti di produzione della costa orientale erano troppo grandi per mantenere i costi di trasporto entro limiti ragionevoli.

Questo problema potrebbe essere superato solo stabilendo un impianto di produzione nel nord-ovest con un facile accesso sia al trasporto ferroviario che a quello marittimo. Dopo approfondite indagini, è stato selezionato un sito sulla riva dell'estremità meridionale di Puget Sound tra Tacoma e Olympia per la costruzione di un nuovo impianto DuPont che avrebbe prodotto esplosivi per le industrie minerarie, del legname e delle costruzioni del Far West. La costruzione del sito, che doveva essere chiamato "DuPont", fu iniziata il 1 settembre 1906, sotto la direzione dell'ingegnere residente William H. Chamberlain. Il tratto di terra scelto aveva un interesse storico unico. Era stato il sito del vecchio Fort Nisqually, un avamposto commerciale e il quartier generale a nord-ovest della famosa Hudson [sic] Bay Company, nonché il sito della Puget Sound Agricultural Company. Il forte originale era stato costruito nel 1833 in un punto non lontano da dove doveva essere collocata la Nitrator House n. Nel 1843 fu costruito un nuovo forte in un luogo (che sarebbe poi diventato) all'interno della proprietà DuPont, noto come Città Vecchia, e nel 1854 fu costruita la residenza del Fattore. Questa struttura ha trovato nuova vita sotto la proprietà di DuPont quando è stata adottata per essere utilizzata come sala sociale per la nuova comunità, poi costruita per ospitare i lavoratori per il nuovo impianto di esplosivi. Questa struttura rimase in uso a DuPont fino al 1933, quando essa e gli altri edifici sopravvissuti di Fort Nisqually furono trasferiti a Point Defiance Park a Tacoma e restaurati per rappresentare la loro condizione e il loro utilizzo originali.

Il progresso della costruzione si fermò brevemente nell'ottobre del 1907 a causa del panico finanziario e della conseguente mancanza di fiducia generale nell'economia sentita dalla comunità imprenditoriale negli Stati Uniti in quel momento. I lavori ripresero nell'estate del 1908 e procedettero rapidamente fino al completamento dell'impianto nel settembre del 1909.

Il buon funzionamento di un tale impianto dipendeva dalla disponibilità di un trasporto affidabile sia all'interno dell'area dell'impianto che da e verso il mondo esterno per la ricezione delle forniture e la consegna degli esplosivi finiti. Nell'era del 1909, il trasporto a motore non era solo inaffidabile, ma era anche indesiderabile a causa dello stato poco sviluppato dell'ingegneria autostradale. Ovviamente, il trasporto di esplosivi altamente sensibili intorno al sito da parte di una flotta di camion con trasmissione a catena che tossivano e barcollavano, solcando buche infinite costantemente riempite dalle piogge del nord-ovest non era un'immagine piacevolmente soddisfacente nella mente degli ingegneri di pianificazione delle strutture della DuPont Company

Le ferrovie a scartamento ridotto erano, d'altra parte, un mezzo di trasporto noto e affidabile che poteva essere costruito rapidamente e ad un costo prevedibile. Inoltre, tale ferrovia potrebbe essere costruita secondo standard che fornirebbero la qualità di viaggio richiesta per il trasporto di esplosivi. Uno scartamento ridotto potrebbe essere progettato, grazie alla sua capacità di superare curve strette, per entrare e uscire dalla produzione di esplosivi e dalle aree di stoccaggio dei bunker molto più facilmente. Avrebbe anche costi di costruzione e attrezzature iniziali inferiori rispetto alla sua controparte a scartamento standard più grande. Con questa conoscenza e l'esperienza nell'uso di linee a scartamento ridotto in altri stabilimenti DuPont, è stata selezionata una ferrovia a scartamento 36 per fornire un trasporto affidabile all'interno dell'area dello stabilimento e al nuovo molo di Puget Sound. Il punto da cui i prodotti di DuPont potevano essere spediti via mare a quei clienti richiedeva tale modalità di consegna. Allo stesso modo, nell'area dell'impianto è stato costruito un ramo a scartamento normale della linea Northern Pacific Railway American Lake. Questa linea si collegava alla nuova linea a scartamento ridotto presso i magazzini di stoccaggio degli esplosivi e le banchine di trasbordo per provvedere alla consegna della ferrovia ai clienti, nonché per provvedere alla consegna di alcune materie prime in entrata e forniture utilizzate nella fabbricazione di esplosivi prodotti dal nuovo impianto . Pertanto, è stato stabilito un insieme di collegamenti di trasporto compressivi e multimodali per lo stabilimento di DuPont. Va notato che negli anni successivi, la banchina di trasbordo dello svincolo è stata utilizzata principalmente per lo spostamento di macchinari e materiali da costruzione in arrivo dai camion alle auto a scartamento ridotto. Nel 1909, la città dell'azienda di DuPont, situata a circa un miglio a est dell'attuale area di produzione degli esplosivi, aveva due grandi case per il capocantiere e il vicedirettore e un totale di 58 case per gli operai. Nel gennaio 1912 furono completati altri sei cottage. Gli alloggi disponibili per i lavoratori furono successivamente aumentati di altri sei cottage nell'agosto 1915, altri quattordici nell'aprile 1916 e altri diciannove nel luglio dello stesso anno. Nel novembre 1917 sei case di proprietà di lavoratori, ma situate sul terreno della nuova base dell'esercito di Camp Lewis, furono acquistate e trasferite nel sito della città di DuPont. Oltre alle case, la città aveva due negozi e una macelleria, oltre a un grande albergo di proprietà dell'azienda, una club house e un parco giochi per bambini.

Alla fine del 1917, la cittadina era cresciuta fino a raggiungere un totale di 110 strutture. La città era stata costruita solo per i dipendenti e tutte le proprietà erano rimaste di proprietà della DuPont Company. Il villaggio di DuPont divenne la città di DuPont il 13 marzo 1912, ma non fu formalmente incorporato come città fino al 15 aprile 1951, in seguito all'offerta della società di vendere le residenze ai loro occupanti il ​​29 marzo 1951. è interessante notare che nel 1970 tutte le case, tranne 3, precedentemente di proprietà dell'azienda, erano state vendute ai loro occupanti.

I primi esplosivi prodotti nell'impianto, un lotto di 2350 libbre di dinamite nitroglicerina diritta al 40%, fu prodotto il 1 settembre 1909. La capacità dell'impianto nel 1909 fu valutata per un totale di 18.000.000 di libbre all'anno.

Lo sviluppo della struttura continuò nel novembre del 1912 quando fu avviata la costruzione di un mulino a polvere nera. Questa aggiunta è stata completata l'8 ottobre 1913. Il primo ciclo di produzione del mulino a polvere nera appena completato ha totalizzato 387 fusti di esplosivo per la consegna ai clienti in attesa. Il mulino a polvere nera produceva polvere nera commerciale standard per scopi di sabbiatura, nonché polveri di tipo a miccia, sportive e per fuochi d'artificio. La produzione di polvere nera a DuPont continuò fino alla fine della seconda guerra mondiale, con l'ultimo giorno di tale lavoro che ebbe luogo il 16 maggio 1945.

Nell'ottobre del 1915 la capacità dell'impianto fu nuovamente ampliata. Sono stati costruiti il ​​nitratore e separatore n. 3 combinati, la casa neutralizzante n. 3 e un'ulteriore casa per cartucce di gelatina, un concentratore di recupero dell'acido nitrico. E un'unità di recupero è stata aggiunta al già ampio numero di strutture utilizzate per la produzione di esplosivi nel sito.

Nel marzo del 1916 fu aggiunto un piccolo impianto di produzione di nitroamido per ampliare la gamma di prodotti realizzati dall'impianto. Nel frattempo, la capacità dell'impianto di dinamite originale di DuPont è stata ampliata nel 1915 per aumentare la capacità di produzione fino al totale complessivo di 40.000.000 di sterline all'anno. Durante la prima guerra mondiale, il sito produceva non solo esplosivi per il consumo domestico, ma produceva anche grandi quantità di nitrato di ammoniaca per scopi militari. Dopo la guerra, l'impianto era destinato a riconvertire gli esplosivi bellici in prodotti idonei all'uso civile

La prima serie di produzione di Pyrotol è stata effettuata il 4 settembre 1924. Questo esplosivo è stato realizzato con scorte in eccesso di nitrato di sodio e polvere senza fumo residuate dalla prima guerra mondiale. La produzione totale di Pyrotol presso lo stabilimento DuPont negli anni successivi alla prima guerra mondiale è stata di 23.170.650 libbre. Un altro prodotto ricavato dalle scorte di esplosivi in ​​eccedenza bellica negli stessi anni fu chiamato Sodatol. Questo esplosivo è stato prodotto con scorte residue di tritolo e nitrato di soda. Durante gli anni in cui queste scorte di esplosivo in eccedenza di proprietà del governo venivano convertite in prodotti adatti all'uso civile, l'ispettore del governo degli Stati Uniti assegnato all'impianto per verificare che il lavoro fosse stato eseguito correttamente era il signor Harold P. Warren.

Gli anni durante i quali è stato compiuto il ritrattamento degli esplosivi residuati bellici rappresentano uno dei, se non il più intenso periodo di attività per il treno a scartamento ridotto. Molto se non tutto questo materiale è stato consegnato all'impianto via nave e i gatti e le locomotive a scartamento ridotto sono stati impiegati nel compito precedentemente insolito di essere caricati sulla corsa di aggiornamento dal molo alla parte superiore della scogliera e alle aree di stoccaggio degli esplosivi situato lì. Gli esplosivi consegnati dalla nave venivano caricati da brevi treni dei piccoli vagoni merci utilizzati sulla linea che venivano poi spediti lungo il lungo grado del canyon di Sequalitchew Creek dietro piccole locomotive in difficoltà i cui scarichi dovevano aver brillato di un rosso opaco per il rapido flusso di gas di scarico che usciva dai motori a combustione interna relativamente primitivi che costituivano la loro unica fonte di energia.

La prima "macinazione" della polvere senza fumo in eccesso nel programma di conversione avvenne il 20 gennaio 1928. A metà del 1931, questo progetto era stato completato e l'azienda smantellava la linea della polvere senza fumo, 4 "essiccatoi", 4 "riscaldatori" e 4 magazzini per la polvere secca macinata in attesa della lavorazione finale.

Dopo i primi anni di costruzione e ampliamento dell'impianto iniziale, sono stati effettuati i lavori di miglioramento e ammodernamento necessari. Il 7 febbraio 1925, il compito di smantellare la linea di nitroglicerina n. 1 fu accelerato dal semplice espediente di bruciare il nitratore e il separatore. Sebbene fosse stata prevista la possibilità di un'esplosione durante questo processo, non si sono verificati esplosioni o altri problemi.

Il pericolo di esplosione è sempre stato motivo di grande preoccupazione negli impianti di produzione di esplosivi e, nonostante la grande cura e i programmi di sicurezza attiva, si sono verificate esplosioni. L'impianto DuPont non fu immune da questo tipo di tragedia, e si sa che esplosioni si sono verificate in un luogo dell'altro all'interno del complesso del sito nel 1909, 1910, 1916, 1922, 7 e 16 dicembre 1924, 13 dicembre 1926, giugno 1930, 6 settembre 1935, 9 luglio 1936, 7 settembre 1938 (l'esplosione del nitratore ha ucciso due persone) e nel dicembre del 1947. Un'altra esplosione non è entrata in questo record solo per un'ora l'8 agosto 1928. Il lancio LaBlanca carico di 6.480 libbre di polvere nera e sportiva e 15.000 libbre di dinamite era partito dal molo DuPont alle 18:00 dopo che le attività di carico erano state completate. Circa un'ora dopo, mentre la nave diretta a nord stava attraversando il Tacoma Narrows in un punto a ovest della 6th Avenue, il capitano Christianson e suo figlio Nels Jr. furono costernati nello scoprire che a bordo era scoppiato un incendio. Prendendo provvedimenti immediati, il Capitano virò la nave verso la riva e non appena si incagliò, entrambi i membri dell'equipaggio saltarono in mare e nuotarono verso la riva vicina. La successiva esplosione ha incendiato i boschi vicini. Due giorni dopo, questo stesso incendio, ancora non del tutto controllato, ha bruciato due cascine non lontane dal luogo dell'esplosione. Se la nave avesse preso fuoco al molo di DuPont, è concepibile che si sarebbero verificati risultati molto più gravi.

Gli incendi nei boschi e nei prati circostanti e all'interno del sito dell'impianto erano motivo di continua e seria preoccupazione per i gestori dello stabilimento DuPont. Il 12 maggio 1931 gli operai che sgomberavano una striscia tagliafuoco larga 700 piedi al di fuori della recinzione di confine nord dello stabilimento persero il controllo di un fuoco acceso per bruciare i cespugli rimossi dalla striscia tagliafuoco. Il fuoco è stato infine controllato dopo che si era fatto strada nella palude chiamata Edmond Marsh attraverso la quale scorre il Sequalitchew Creek, bruciando un'area di 40 acri prima di essere fermato poco prima dell'angolo nord-ovest del villaggio di DuPont.

Nel febbraio del 1938, l'azienda ha migliorato le strutture in loco a disposizione dei dipendenti quando è stato completato un moderno, ma piccolo ospedale in mattoni. Questa struttura si trovava a est dell'ufficio principale ed era gestita da un'infermiera a tempo pieno.

Durante la seconda guerra mondiale l'impianto produceva esplosivi per lo sforzo bellico e la forza lavoro dell'impianto fu notevolmente ampliata per soddisfare le esigenze della difesa nazionale. Nel 1943, dei 280 dipendenti dello stabilimento, solo 115 vivevano entro i confini della città di DuPont. La maggior parte del personale rimanente viveva a Tacoma e andava al lavoro. Il picco occupazionale durante la guerra portò la forza lavoro a un totale di circa 350 dipendenti.

Nel settembre 1945, lo stabilimento di DuPont ricevette per la quinta volta in un periodo di cinque anni di sforzi bellici il premio di produzione "Big E" Army-Navy per l'eccellenza.

Il libro paga annuo presso lo stabilimento DuPont nel 1959 ammontava a più di $ 1.000.000 e il numero di dipendenti alla data della celebrazione del 50° anniversario della fondazione dello stabilimento del 1959 era di 172. Durante il 1959, non tutti i lavoratori dello stabilimento erano persone. Una mandria di 70 cervi integrata da 55 capi di bestiame è stata mantenuta all'interno del confine della recinzione perimetrale dell'impianto per aiutare a contenere la vegetazione. In particolare, le erbe selvatiche durante il periodo di fine estate/inizio autunno, e quindi riducono la possibilità che un incendio accidentale si diffonda rapidamente senza controllo.

Durante il primo mezzo secolo di attività della DuPont Company del sito DuPont, l'impianto ha prodotto oltre 1 miliardo di libbre di dinamite. I totali finali della produzione complessiva raggiunta al momento della chiusura definitiva dell'impianto nel 1975 sono sconosciuti, ma devono aver superato di gran lunga il totale dei 50 anni.

Responsabili di stabilimento

Dal 9/01/1906 al 31/08/1909 ● Sig. W.H. Chamberlain (res. Ingegnere)

Dal 9/01/1909 al 1/12/1915 ● Sig. W.F. Harrington

12/01/1915 al 31/05/1919 ● Mr. Irving J. Cox

Dal 6/01/1919 al 10/01/1923 ● Sig. D.S. Robinson

Dal 15/09/1923 al 30/09/1945 ● Mr. F.T. Beers

Dal 30/09/1945 al 15/4/1948 ● Sig. R.F. Boltz

15/4/1948 al 1/09/1952 ● Sig. F. E. Jacquot

Dal 14/01/1952 al 31/08/1959 ● Sig. G. W. Collins

Dal 9/1/1959 al 30/6/1961 ● Sig. A. Mellott (Ingegner agente presso lo stabilimento di Seneca dal 1/7/1960 al 30/6/1961)

Dal 7/01/1960 al 7/01/1961 ● Mr. W. B. Gideon (in funzione di mons. quando il sig. Mellott era assente)


Museo di storia del Delaware

Il Delaware History Museum si trova in Market Street a Wilmington, Delaware, a circa 30 minuti dall'aeroporto internazionale di Filadelfia. Il museo è situato in un rinnovato negozio art-deco Woolworth e presenta mostre interattive che offrono al pubblico una panoramica della storia del Delaware. È aperto dalle 11:00 alle 16:00 dal mercoledì al venerdì, dalle 10:00 alle 16:00 il sabato, ma è chiuso dalla domenica al martedì.

I visitatori del museo potranno vedere mostre di vita quotidiana, costumi, giocattoli per bambini, arti decorative e dipinti. Le mostre vengono cambiate regolarmente durante tutto l'anno, a parte la collezione permanente Distinctively Delaware, che ha in mostra manufatti di 400 anni fino a oggetti del XX secolo. I visitatori possono conoscere la storia dello stato attraverso multimedia interattivi, audio e video.

I visitatori possono acquistare souvenir e oggetti artigianali dal negozio di articoli da regalo, che ha una statua di arte popolare alta nove piedi di George Washington in piedi al suo ingresso. Visite scolastiche speciali e programmi educativi sono offerti qui su appuntamento tutti i giorni della settimana tranne la domenica. Riunioni ed eventi possono essere organizzati presso il museo, che può ospitare fino a 200 persone per le cene e 350 per i ricevimenti nella Sala Copeland.


Museo agricolo del Delaware - Storia

In conformità con il Codice del Delaware, capitolo 96, Legge sull'uso statale, alcuni contratti statali vengono assegnati come contratti interni come autorizzato dalla Commissione per l'uso statale (che è di competenza del Dipartimento della sanità e dei servizi sociali). Pertanto, questi contratti non fanno parte del normale processo di offerta.

Nota sui contratti di cooperazione:

§6933 e §6987 autorizza i servizi di supporto governativo a partecipare, sponsorizzare, condurre o amministrare un accordo di cooperazione per l'appalto di servizi professionali con 1 o più unità di appalti pubblici all'interno dello Stato, con o all'interno di un altro Stato, o con un consorzio di altri Stati in base ad un accordo stipulato tra i partecipanti. Tale accordo può includere servizi materiali e/o non professionali con servizi professionali. Codice Delaware Titolo 29

Il direttore dei servizi di supporto governativo e l'amministratore degli appalti statali possono scegliere di partecipare a qualsiasi appalto cooperativo che soddisfi i requisiti del codice Delaware, titolo 29 §6933 e §6987, in modo che le unità di governo locali possano avere accesso a un contratto di cooperazione, ma potrebbe limitare o limitare la partecipazione di qualsiasi agenzia statale.

Lo Stato del Delaware ha stipulato accordi di partecipazione con vari stati e cooperative per soddisfare le esigenze dello Stato.


Guarda il video: Museo de la Cooperativa (Agosto 2022).