Podcast di storia

AMX 38 (serbatoio medio)

AMX 38 (serbatoio medio)


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

AMX 38 (serbatoio medio)

L'AMX 38 era un carro medio prodotto dal ramo di produzione di carri armati recentemente nazionalizzato della Renault, ma che non ha visto il combattimento nel 1940.

Nell'agosto 1936 il governo francese nazionalizzò parzialmente molte delle grandi aziende di armamenti. La divisione dei carri armati della Renault divenne l'Atelier de Construction d'Issy-les-Moulineaux, o AMX. La nuova preoccupazione era responsabile dello sviluppo dell'AMX-38.

L'AMX-38 era un carro medio armato con un cannone da 47 mm (in sostituzione di un cannone SA 38 da 37 mm utilizzato nelle prime macchine) e una mitragliatrice coassiale da 7,5 mm. Era alimentato da un motore diesel Aster a 4 cilindri raffreddato a liquido da 150 CV. Aveva ingranaggi Wilson-Talbot. C'erano sedici ruote del carrello e quattro rulli di ritorno su ciascun lato. La sospensione era protetta da gonne. Trasportava fino a 60 mm di armatura.

Come altri carri armati leggeri francesi, trasportava solo un equipaggio di due persone, quindi il comandante doveva anche fungere da artigliere e caricatore. Ha sofferto di un'autonomia molto limitata di soli 140-150 km/ 87-93 miglia.

I primi carri armati erano pronti allo scoppio della guerra nel 1939. La produzione poi si fermò e i pochi che erano stati prodotti non furono usati in combattimento.

Statistiche
Produzione: ?
Lunghezza scafo: 16,94 piedi
Larghezza scafo: 5,93 piedi
Altezza: 7,25 piedi
Equipaggio: 2
Peso: 16 tonnellate
Motore: motore diesel Aster a 4 cilindri raffreddato a liquido da 150 CV
Velocità massima: 24 km/h/ 15 km/h
Portata massima: 140 km/ 87 miglia
Armamento: 47 mm e una mitragliatrice coassiale da 7,5 mm
Armatura: 50 mm max


AMX-32

Scritto da: Staff Writer | Ultima modifica: 25/09/2018 | Contenuto e copiawww.MilitaryFactory.com | Il seguente testo è esclusivo di questo sito.

L'AMX-32 è stato un ulteriore sviluppo del carro armato da battaglia principale AMX-30 di fabbricazione francese di successo commerciale. Insieme ai miglioramenti apportati all'armamento principale, alla protezione dell'equipaggio e ai componenti interni, il sistema doveva essere un prodotto di esportazione per i clienti che avevano bisogno di più potenza rispetto all'AMX-30 offerto. Alla fine, tuttavia, l'AMX-32 è stato sviluppato solo in due prototipi poiché non sono stati ricevuti ordini di produzione.

L'AMX-32 sfoggiava due cannoni principali differenti. Il primo prototipo è stato presentato con il cannone principale da 105 mm dell'AMX-30, mentre il secondo prototipo è apparso con il più potente tipo da 120 mm. Oltre a questo cambiamento, l'AMX-32 presentava anche un design dell'armatura migliorato insieme a minigonne laterali per una migliore protezione dei sistemi vitali e dell'equipaggio. La torretta è stata completamente ridisegnata con pendenze più definite e presentava un attacco per cannone coassiale da 20 mm insieme a una mitragliatrice da 7,62 mm del comandante. I miglioramenti al sistema di controllo del fuoco sono stati sostanziali rispetto al suo predecessore e hanno dato all'AMX-32 la capacità di impegnare bersagli fissi/in movimento giorno/notte, incluso un telemetro laser.

Alla fine, l'AMX-32 non doveva essere così poiché le modifiche richiedevano un aumento del peso complessivo, rendendo discutibile qualsiasi miglioramento alla mobilità di base dell'AMX-30. L'AMX-32 non è mai stato prodotto oltre i due prototipi e c'erano già altre opzioni di acquisto sul mercato a disposizione dei clienti AMX-30 esistenti.


AMX-40

Scritto da: Staff Writer | Ultima modifica: 25/09/2018 | Contenuto e copiawww.MilitaryFactory.com | Il seguente testo è esclusivo di questo sito.

L'AMX-40 era un carro armato francese abbandonato, destinato all'esportazione per succedere alla serie AMX-32 di produzione francese, altrettanto orientata all'esportazione. Almeno quattro prototipi sono stati costruiti durante un arco di tempo dal 1983 al 1985. La progettazione del tipo è iniziata nei primi anni '80, fino a produrre il primo veicolo pilota nel 1983. Questo è stato seguito un anno dopo da un paio di ulteriori prototipi e dal veicolo di valutazione finale è stato completato nel 1985. In teoria, l'AMX-40 avrebbe fornito una soluzione economica per il carro armato principale che offriva potenza di fuoco, protezione limitata e prestazioni fuoristrada superiori alla media a quegli acquirenti militari attenti al budget. Tuttavia, il limitato interesse del mercato globale alla fine ha condannato il programma a zero vendite di contratti con un serio interesse generato solo dalla vicina Spagna.

Fondamentalmente, l'AMX-40 era un carro armato dal design e dalla configurazione altamente convenzionali. Il veicolo era gestito di serie da un equipaggio di quattro persone: l'autista, l'artigliere, il caricatore e il comandante. Il conducente ha mantenuto una posizione dello scafo anteriore sinistro mentre il resto dell'equipaggio è stato tenuto all'interno della torretta di traslazione. La torretta era situata al centro del tetto dello scafo e brandiva una lunga canna principale da 120 mm a più sezioni. L'AMX-40 ha preso in prestito lo stesso sistema di controllo del fuoco COTAC dei precedenti modelli di produzione AMX-30 B2. Il design della torretta incorporava un'armatura inclinata per aiutare a deviare i colpi nemici in arrivo e un'ulteriore protezione veniva offerta attraverso i sei scaricatori di granate fumogene (tre su un lato della torretta). L'AMX-40 sfoggiava sei ruote da strada su un lato della pista (una in più rispetto all'originale AMX-32) con la ruota dentata di trasmissione nella parte posteriore e il tenditore della pista nella parte anteriore dello scafo. Il motore è stato tenuto in un vano nella parte posteriore dello scafo per la massima protezione. È interessante notare che il design dell'AMX-40 presentava un cannone automatico F2 da 20 mm montato coassialmente rispetto al più tradizionale attacco per mitragliatrice per uso generale da 7,62 mm che si trova in altri carri armati occidentali. Una mitragliatrice da 7,62 mm montata sul tetto della torretta è stata installata nella cupola del comandante per combattere gli aerei nemici a bassa quota o la fanteria nemica. Il peso indicato del veicolo era di 47,38 tonnellate.

La potenza era fornita da un singolo motore diesel Poyaud V12X che sviluppava 1.100 cavalli. Ciò ha potenzialmente dato al veicolo una velocità massima di 43 miglia all'ora con intervalli operativi accettabili. La protezione degli armamenti, quando inizialmente progettata, era in realtà abbastanza buona, ma i progressi nei tipi di proiettili e nei missili anticarro hanno presto degradato il suo valore di base.


Francia [ modifica | modifica sorgente]

I carri armati francesi variano notevolmente tra i livelli, a causa dei cambiamenti di paradigma nelle dottrine storiche intorno alla seconda guerra mondiale. Tuttavia, la loro filosofia di base è orientata all'azione offensiva. Ai livelli inferiori, riescono a farlo con carri armati d'assalto da trincea con una grande armatura, ma sono lenti come un piede

fanteria e hanno un potere di penetrazione anticarro mediocre. Ai livelli più alti, sono mobili e armati di grandi cannoni, ma essendo carri armati molto teorici sviluppati in un'era in cui il CALORE rendeva le armature meno utili, sacrificano la loro armatura per ottenere quelle prestazioni. La maggior parte dei carri armati francesi di livello medio o superiore ha un caricatore automatico con un caricatore a tamburo, che consente diversi colpi in un breve periodo di tempo. Quasi tutti i carri armati francesi soffrono di avere pochi membri dell'equipaggio, il che rende meno varietà nella scelta delle abilità o dei vantaggi dell'equipaggio, mancanza di corazza di scafo e torretta sufficiente a livello medio-alto, mancanza di velocità e mobilità sufficienti ai livelli inferiori e le loro armi hanno quasi sempre tempi di mira lunghi. Tutti sono pensati per l'azione offensiva I carri armati francesi di livello inferiore si affidano alla loro corazza per resistere ai colpi nemici (in particolare mitragliatrici e cannoni automatici) e i carri armati francesi di livello superiore si affidano alla loro velocità per posizionarsi furtivamente ed evitare i colpi. I cannoni di livello inferiore tendono ad avere una scarsa penetrazione anticarro e avranno difficoltà a fermare altri veicoli pesantemente corazzati che avanzano su di essi senza munizioni premium. Al contrario, i carri di livello superiore si troveranno svantaggiati sulla difensiva, a causa dei tempi di ricarica estremamente lunghi sui caricatori automatici. Nella maggior parte dei livelli, la scarsa corazza della torretta impedisce loro di utilizzare efficacemente le posizioni a scafo abbassato. In genere hanno anche una dispersione del cannone e tempi di mira molto scarsi, il che può essere molto frustrante e incoerente.


Germania [ modifica | modifica sorgente]

Livello I [ modifica | modifica sorgente]

Leichttraktor - Leggero (Rimosso da Albero tecnologico)

Livello II [ modifica | modifica sorgente]

Livello III [ modifica | modifica sorgente]

Livello IV [ modifica | modifica sorgente]

Livello V [ modifica | modifica sorgente]

Pz.Kpfw. IV idrostato. - Medio (Uno dei 3 carri armati Beta originali nel gioco.)

Livello VI [ modifica | modifica sorgente]

Livello VII [ modifica | modifica sorgente]

Livello VIII [ modifica | modifica sorgente]

Tempesta di neve Jagdtiger 8,8 cm - Cacciacarri - Premium [A.K.A. 8,8 cm Pak 43 Jagdtiger (2015)]

Livello IX [ modifica | modifica sorgente]

Waffenträger auf Pz. IV (WT auf. Pz. IV) - Cacciacarri

Livello X [ modifica | modifica sorgente]

Griglia 15 - Distruttore di carri armati [Troublemaker] [RA1DER]


Carri armati francesi di World of Tanks | Serbatoi leggeri su ruote | AMD 178B (Livello 6) -> Panhard EBR 105 (Livello 10)

AMD 178B (livello 6)

L'AMD 178B dà il via ai carri leggeri francesi su ruote con quello che potrebbe essere considerato il peggior grind di World of Tanks. Dimentica che il serbatoio esiste con il 47 mm di serie e prova a utilizzare l'esperienza gratuita per aggiornare il serbatoio.

L'AMD 178B, una volta aggiornato, ti bagna i piedi con la differenza “sentimento” di guidare un veicolo a ruote. È moderatamente veloce ma non gira sempre veloce come vorresti. Il 75 mm superiore è preciso durante il movimento, ha un buon giro HE e si sente al di sopra della media per un LT. Il rovescio della medaglia è l'atroce campo visivo che tutte le LT a ruote hanno in questa linea e la scarsa sterzata.

Hotchkiss EBR (Livello 7)

L'EBR Hotchkiss ti contrappone a un'altra lenta macinatura del calcio. I motori potenziati e la prima pistola potenziata fanno la differenza. Aggiornato, questo carro inizia a brillare con la sua mobilità stellare, il profilo del carro armato più piccolo e un cannone solido. Il basso raggio visivo e il basso DPM sono enormi negativi per questo carro armato. Conducono a una tattica push and pull in cui devi sparare e scappare via con la tua velocità scattante. Alto rischio…Alto fattore di disturbo contro la squadra nemica.

Lince 6࡬ (Livello 8)

Al livello 8, il Lynx 6࡬ introduce la modalità rapida e la modalità crociera che saranno anche sulle luci a ruote di livello 9 e 10. Ciò aggiunge un ulteriore livello alla guida e allo spostamento sulla mappa in Lynx. La modalità rapida aumenta la velocità massima a 80 km/h ma riduce la capacità di svolta. La modalità Cruise ha una velocità massima inferiore a 58 km/h ma aumenta la capacità di svolta.

Lo stile di gioco generale dei carri armati precedenti rimane ora con l'aumento della flessibilità delle due modalità di guida. La Lynx colpisce duramente per una luce di livello 8, è estremamente precisa durante il movimento, fantastici livelli di mimetizzazione e ha un eccellente guscio HE. Ancora una volta il tuo campo visivo pietoso e il basso DPM impediscono al Lynx 6࡬ di essere completamente rotto. Se la velocità e il fiancheggiamento sono la tua passione, allora adorerai la Lynx.

EBR 90 (Livello 9) e EBR 105 (Livello 10)

L'EBR 90 e l'EBR 105 sono i serbatoi di punta della linea leggera francese su ruote. Ho combinato i due poiché la differenza principale tra i due sono le loro pistole (90 mm contro 105 mm). Entrambi i carri armati giocano anche in modo simile ai precedenti carri armati della linea con un raggio visivo ridotto, un basso DPM e una bassa durata. Ma alta mimetizzazione, velocità folle, modalità rapida/crociera e una pistola estremamente precisa durante i movimenti.

Per entrambi i carri armati o li amerai o amerai odiarli. Sia l'EBR 90 che l'EBR 105 hanno limiti di abilità estremamente elevati in cui i giocatori che ne spremeranno il massimo sono oltremodo pericolosi sul campo di battaglia. Tuttavia, per la maggior parte dei giocatori la folle difficoltà li lascerà ben al di sotto di quel segno e ben al di sotto di ciò che altri LT possono realizzare.

Giocare al top della linea LT a ruote francese dipende interamente dalla lettura della minimappa mentre si guida un carro armato pazzo fuori dalle mura con la massima precisione.


CV90120-T Ghosts Nuovi componenti

ADATTIV

ADAPTIV è stato sviluppato e brevettato in Svezia dopo che FMV e l'amministrazione svedese dei materiali per la difesa hanno commissionato a BAE Systems a Örnsköldsvik la produzione di tecnologia su vasta scala per veicoli terrestri per evitare il rilevamento da parte dei sistemi di sensori termici.

CV90120-T Protezione Ghost ADAPTIV

Dopo tre anni di impegnative ricerche, un team di progetto di sette persone, con esperienza nei campi della risoluzione dei problemi, del software, dei sensori, dell'elettronica e del design, ha sviluppato questa soluzione unica.

Il sistema di mimetizzazione ad alta tecnologia utilizza moduli, che sembrano celle in un nido d'ape per coprire i fianchi di un veicolo blindato. I moduli sono costituiti da elementi che possono essere raffreddati o riscaldati molto rapidamente e controllati individualmente, consentendo di creare diversi modelli.

Il veicolo funziona essenzialmente come un camaleonte, in grado di imitare l'ambiente circostante o copiare altri oggetti come camion e automobili che possono essere proiettati sui pannelli da una banca di immagini dettagliata. Il veicolo è anche in grado di segnalare intenzioni pacifiche attraverso messaggi di testo lampeggianti sul suo fianco o creando schemi che possono essere facilmente riconosciuti dalle forze amiche.

Altre capacità invisibili

Il Ghost ha anche visto cambiamenti nel suo aspetto esterno per ridurre la sua firma contro il rilevamento radar. che ricordano l'F-117, le ampie superfici piatte sono state posizionate sopra il mirino (vetro), il cannone principale da 120 mm e il mantello. Anche il portello dei driver è stato modificato.

Il veicolo ha mantenuto il precedente CV90120-T “soft kill” Active Protection System.

Pistola da serbatoio compatta da 120 mm

CV90120-T Ghost 120mm Main Gun il 120 LLR L47

Il CV90120-T Ghost utilizza un diverso Smoothbore da 120 mm rispetto al precedente CV90120-T. Il Ghost è il Rheinmetall 120 LLR L47 (calibro Lunghezza 47).

La canna ottimizzata, l'uso di materiali avanzati, il sistema di ammortizzazione del rinculo e la culla del cannone integrata si traducono in un peso ridotto e un rinculo inferiore per l'uso in veicoli da combattimento più leggeri. È in grado di sparare tutte le munizioni Rheinmetalls da 120 mm.


Alta tecnologia e stile uniti

Una nuova serie di luci di prua dimostra che alta tecnologia e grande stile possono coesistere. Queste luci soddisfano i requisiti attuali e futuri negli Stati Uniti e anche in Europa. Disponibile in tre stili e due colori, una di queste luci è destinata a adattarsi all'aspetto di ogni barca.

Per un periodo di tempo limitato, stiamo producendo una versione di due dei nostri interruttori batteria made in USA più popolari con uno speciale look USA.

Nuovo supporto elettrico pieghevole per testa d'albero/luci a tutto tondo

Niente più arrampicate sulle t-top. Abbassa in sicurezza la tua luce di testa d'albero comodamente dal tuo pozzetto.

Nuovi copriflangia in acciaio inossidabile per ombrinali passascafo in plastica

Ora puoi avere l'aspetto dell'acciaio inossidabile con il risparmio della plastica.

Il nuovo coperchio e flap in acciaio Fig. 0365 si adatta alle valvole Perko Figs 0323 e 0327 Scupper.

Nuovo separatore aria/carburante (nuovo design compatto)

&bull Togliere le valvole di emissione diurna dal serbatoio del carburante

&bull Ridurre i costi di controllo delle emissioni diurne

&bull Soddisfa i requisiti EPA & CARB

&bull Elimina i problemi di accesso al serbatoio

Nuova valvola limitatrice di pressione (PLV)
Design semplice con caratteristiche antimanomissione

Per l'uso con motori dotati di pompe del carburante in grado di aspirare un vuoto superiore a 1,5 PSI.

La valvola limitatrice di pressione (PLV) può aiutare a ridurre il costo dei sistemi di alimentazione pressurizzati proteggendo le linee di alimentazione del motore dalle pressioni del serbatoio del carburante.

Disponibile in due misure: filettatura NPTF da 1/2" x portagomma da 3/8" -O- Filettatura NPTF da 1/2" x portagomma da 1/2"

Nuova valvola limite di riempimento (FLVV)
Sostituisce molte comuni valvole limite di riempimento

La nostra nuova valvola limite di riempimento (FLVV) riduce le restrizioni al flusso d'aria e consente a più aria di reintegro di entrare nel sistema quando i motori ad alta potenza funzionano a pieno regime.

In alcune applicazioni, questa valvola può anche semplificare l'impianto idraulico.

Luci di navigazione

Perko® ha guidato navi in ​​tutto il mondo con alcune delle luci di navigazione più affidabili e ricercate nel settore nautico.

Le nostre luci di navigazione sono progettate per essere convenienti e ben realizzate, pur soddisfacendo i requisiti attuali della Guardia Costiera degli Stati Uniti.

Proiettori

Imbarcazioni da lavoro, navi di emergenza e imbarcazioni militari che operano in condizioni difficili richiedono proiettori di prim'ordine.

Con un'emissione luminosa superiore e una costruzione resistente, i proiettori allo xeno della serie XR e i proiettori a raggi solari di Perko® sono le migliori scelte dei professionisti della nautica.

Interruttori batteria

Gli interruttori batteria Perko® aiutano a gestire l'utilizzo complessivo dell'energia elettrica a bordo. Sono utilizzati per collegare o scollegare dispositivi elettrici dall'impianto elettrico.

Aiutano a prevenire il consumo della batteria durante i periodi di inattività e consentono anche un modo rapido e semplice per spegnere l'intero sistema elettrico in caso di emergenza. Un blocco chiave opzionale aiuta a prevenire l'uso non autorizzato dell'imbarcazione.

Nuovi rifornimenti di carburante per il rilascio della pressione con il nuovo design del tappo flip top
Figura N. 1408-1409

&bull Nuovo elegante design flip-top
&bull Limitatore di pressione del vuoto (VPR)
&bull Nessuna chiave della piastra del ponte o filo di terra richiesto
&bull Disponibile in nero o bianco
&bull Fig. 1408 - Collo angolato di 35°
&toro Fig. 1409 - Collo Dritto

Questi riempimenti soddisfano i nuovi requisiti CARB ed EPA di U.S.C.G. Standard di sicurezza (31 luglio 2011) per 40 CFR Parti 9, 60, 80 et al. Controllo delle emissioni diurne da motori e apparecchiature ad accensione comandata non stradali.

I contenitori in carbonio Delphi-Perko sono approvati CARB
16 maggio 2018 - 14:00

Delphi, Inc. ha ricevuto ordini esecutivi (#RM-18-002 e #RM-18-003) da CARB il 15 maggio 2018 per i suoi contenitori utilizzati nei sistemi di alimentazione delle barche.

Questo ordine esecutivo significa che le barche dotate di un sistema di contenitori Delphi-Perko saranno accettabili per CARB per l'anno modello 2018. Questo stesso contenitore soddisfa anche i requisiti EPA.

Il dimensionamento del sistema di contenitori Delphi-Perko è lo stesso sia per le applicazioni CARB che EPA. Ciò elimina ogni preoccupazione su dove verrà consegnata una barca quando viene determinata la dimensione del contenitore, rendendo meno complicato il controllo dell'inventario e le strutture della distinta base. Perko offre una linea completa di componenti utilizzati nei sistemi di alimentazione marina che devono soddisfare i requisiti EPA o CARB per serbatoi e sistemi pressurizzati, inclusi i rifornimenti di carburante, tutte le valvole, i serbatoi e le trappole P.

Contattare Perko per ulteriori informazioni o per ottenere campioni per la valutazione.

Perko® Inc. è un produttore di hardware e accessori nautici. Tutti i nostri prodotti sono realizzati negli Stati Uniti.

Cerca tra oltre 500 località statunitensi e canadesi che vendono prodotti e accessori per la nautica Perko®.

Perko® è una struttura completamente integrata verticalmente. Visualizza la nostra vasta gamma di capacità di produzione.


Stati Uniti d'America

Gonsior, Opp e Frank War Automobile: un progetto di autoblindo congiunto progettato da Joseph Gonsior, Friedrich Opp e William Frank. Un progetto congiunto tra gli Stati Uniti e l'Austria-Ungheria dal 1916, aveva una mitragliatrice in una torretta oscillante. L'elevazione/depressione è stata controllata tramite manovelle. Mai lasciato le fasi del progetto. 1916, nessuna produzione in serie.
Tank Gun T71 da 76 mm: un carro armato leggero progettato da due concorrenti. Questi erano il Detroit Arsenal (DA) e la Cadillac Motor Car Division (CMCD). Il design di DA utilizzava una torretta oscillante e un caricatore automatico che alimentava un cannone da 76 mm. Il veicolo non è mai stato costruito e non ha mai lasciato le fasi del progetto. Primi anni '50, nessuna produzione in serie
90mm Gun Tank T69: prototipo di carro medio con una torretta oscillante montata sullo scafo del progetto di carro armato medio T42 fallito. La torretta conteneva un cilindro da 8 colpi, non dissimile da una versione gigante di quella che avresti trovato su una pistola. Solo uno è stato mai costruito in quanto la torretta non è stata pensata per fornire "alcun vantaggio reale" rispetto al tipo tradizionale. Metà degli anni '50, nessuna produzione in serie.
Serbatoio per cannoni da 105 mm T54E1: Prototipo di carro medio prodotto per una serie di prove per trovare il modo migliore per montare un cannone da 105 mm sullo scafo dell'M48 Patton III. All'interno della torretta è stato utilizzato anche un sistema di caricamento automatico. Metà degli anni '50, nessuna produzione in serie.
Carro armato T58 da 155 mm: un carro pesante che utilizza una torretta oscillante con caricatore automatico, montato sullo scafo del T43/M103. Se il carro avesse lasciato il tavolo da disegno, sarebbe stato armato con un cannone da 155 mm, il cannone più grande da montare su una torretta oscillante. Metà degli anni '50, nessuna produzione in serie.
Carro armato T57 da 120 mm: Un carro pesante simile al T58 ma armato invece di un cannone da 120 mm. Metà degli anni '50, nessuna produzione in serie.
Carro armato T77 da 120 mm: un progetto di carro pesante per montare la torretta del T57 sullo scafo dell'M48 Patton III. Metà degli anni '50, nessuna produzione in serie.
Sistema pistola mobile M1128: L'ultimo veicolo americano ad utilizzare questo tipo di torretta. Consiste in una torretta remota e senza equipaggio sullo scafo dello Stryker ICV (Veicolo da combattimento di fanteria). Il veicolo è armato con un cannone rigato M68A2 da 105 mm ed è alimentato da un caricatore automatico da 8 colpi. 2013, attualmente in servizio.


Acquista "Le guerre del Pentagono"

Nel 1977, il Congresso voleva sapere se il nuovo veicolo corazzato poteva sopravvivere a una lotta contro le forze sovietiche in Europa. A quel tempo, l'esercito aveva lavorato sul Bradley, cambiando ripetutamente i suoi requisiti, per anni.

"L'esercito richiede un veicolo per il raddrizzamento della fanteria [e] il design dell'IFV è accettabile", conclude uno studio dell'esercito, che il Pentagono ha declassificato nel 2003 e recentemente pubblicato online presso l'Heritage's Heritage and Education Center.

Il Bradley sarebbe entrato in servizio. Ma ora i legislatori volevano piani per a meglio design che potrebbe essere pronto entro il decennio.

Il problema era che i futuri carri armati sovietici avrebbero potuto trasformare i Bradley in vere e proprie bare. Se scoppiasse la terza guerra mondiale, gli Stati Uniti potrebbero affrontare bestie corazzate russe con enorme cannoni principali, missili a lungo raggio e armature spesse.

"Nel periodo del 1987, la forza di 130 divisioni del Patto di Varsavia... conterrebbe più di 34.000 carri armati, la maggior parte dei quali erano T-72, con una buona proporzione del carro armato successivo", avverte lo studio dell'esercito.

"Il Patto di Varsavia produrrà un numero maggiore di carri armati con cannoni di 120 millimetri o più di calibro e armature avanzate", sottolinea un articolo della CIA ora declassificato, pubblicato due anni dopo.

Sopra, in alto e in basso: uno dei primi M-2 Bradley dell'esercito americano in Arabia Saudita durante l'operazione Desert Shield. Foto dell'esercito

Con queste minacce in mente, gli armaioli dell'esercito proposero un vettore di fanteria pesantemente corazzato usando lo stesso telaio del prototipo di carro armato XM-1 Abrams, incluso uno scafo di forma simile.

Usando i progetti americani ed europei come punti di partenza, i funzionari hanno elaborato quattro possibili varianti, con diversi tipi di armi e armature.

Due versioni avevano torrette con equipaggio, proprio come il Bradley, con cannoni da 25 millimetri e lanciamissili ribaltabili anticarro. Ma uno aveva un'armatura leggermente inferiore rispetto all'altro. Un terzo modello aveva le stesse armi, tranne che montato in una torretta telecomandata.

Per respingere la fanteria nemica, tutti e tre avevano un lanciagranate da 40 millimetri montato sul retro.

Queste varianti erano simili ai Marder tedeschi, agli AMX-10 francesi e agli YPR-765 olandesi. I primi Marder avevano anche mitragliatrici a fuoco remoto montate posteriormente.

Il quarto modello proposto presentava una pistola sperimentale da 75 millimetri a fuoco rapido. L'agenzia per i progetti di ricerca avanzata della difesa del Pentagono stava già esplorando il potenziale di questo "Super 75" come arma anticarro leggera, un altro progetto che alla fine è svanito nell'oscurità.

Come il Bradley, tutti e quattro i modelli avevano un equipaggio di tre persone, autista, artigliere e comandante, e potevano trasportare sei soldati completamente equipaggiati direttamente in battaglia. Se i cattivi si fossero avvicinati troppo, le truppe avrebbero potuto sparare attraverso le porte di fuoco montate lungo lo scafo.

Ancora più importante, ogni progetto utilizzerebbe la tecnologia "armatura speciale", secondo il documento dell'esercito. Il documento non definisce questo termine, ma probabilmente si riferisce a miscele avanzate e ancora classificate di uranio impoverito e piastre di ceramica.

L'intera famiglia si chiamava Special Armor Infantry Fighting Vehicle, o SAIFV. Secondo lo studio, i funzionari dell'esercito hanno stimato che una nuova armatura più pesante renderebbe questi SAIFV più sopravvissuti rispetto ai Bradley.

L'Army Tank and Automotive Research and Development Command credeva che i primi APC potessero essere pronti per essere lanciati tra il 1983 e il 1986. Gli analisti privati ​​pensavano che ci sarebbero voluti altri due anni, secondo il rapporto ufficiale.

Sfortunatamente, i veicoli pianificati sarebbero giganteschi rispetto agli APC esistenti. Sarebbero quasi 40 tonnellate più pesanti dei prototipi Bradley.

È enorme. Peggio ancora, la versione completamente blindata peserebbe davvero Di più rispetto al carro armato di Abrams.

E i nuovi veicoli sarebbero costosi come diamine. L'esercito ha stimato il costo a circa $ 1 milione ciascuno, più del doppio del Bradley.

Il ramo del combattimento a terra non credeva che la protezione extra superasse questo enorme prezzo.

I progettisti dell'esercito si sono offerti di fondere la torretta e lo scafo del Bradley insieme al motore e alle sospensioni dell'Abrams. Ma il servizio ha respinto sia il SAIFV che questo concetto di "High Mobility IFV".

Alla fine, l'esercito ha concluso che i progetti disponibili per "un veicolo successivo più sopravvissuto" semplicemente non erano pratici. Tuttavia, lo studio ha raccomandato ai generali di continuare a cercare alternative al Bradley.

Quando la Guerra Fredda finì - e i sovietici cessarono di essere una grave minaccia - l'interesse del Pentagono per le armature pesanti scemò.

Ma con la posizione aggressiva della Russia nell'Europa orientale e l'esercito cinese in rapida espansione, l'esercito si è nuovamente interessato ai veicoli corazzati da combattimento.

Tuttavia, il Pentagono ha annullato il suo ultimo programma per sostituire il Bradley nel febbraio 2014. Il previsto veicolo da combattimento terrestre soffriva di molti degli stessi problemi del SAIFV. Era pesante e troppo costoso.

“Abbiamo bisogno di un nuovo veicolo da combattimento di fanteria? Sì", ha dichiarato il mese prima il capo di stato maggiore dell'esercito, il generale Ray Odierno, all'Associazione dell'esercito degli Stati Uniti.

“Possiamo permetterci un nuovo veicolo da combattimento di fanteria adesso? No", ha aggiunto Odierno.

Un anno prima, il Congressional Budget Office aveva previsto che il progetto definitivo avrebbe pesato più di 80 tonnellate. Il GCV potrebbe anche costare fino a $ 13,5 milioni ciascuno, più di 10 volte tanto quanto i primi Bradley, secondo il CBO.

"Ciò che spero è che la tecnologia continuerà a consentirci tra tre o quattro anni di costruire un nuovo veicolo da combattimento di fanteria che è assolutamente necessario", ha detto Ordierno.

I soldati americani girano ancora all'interno di veicoli da combattimento Bradley migliorati. Ora, l'esercito sta aggiornando di nuovo quei veicoli mentre continua a cercare un vero sostituto.