Podcast di storia

Michael Cummings

Michael Cummings


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Michael Cummings, il figlio di A.J. Cummings, l'editore politico del Cronaca delle notizie, nasce a Leeds il 1 giugno 1919. Diviene fumettista e nel 1939 pubblica la sua prima opera in La Tribuna. Durante la seconda guerra mondiale lavorò per la Cronaca quotidiana.

Dopo la guerra studiò alla Chelsea School of Art (1945-48), dove fu allievo di Graham Sutherland. Ha lavorato brevemente alla St Albans Girls' Grammar School. Nel 1949 sostituì Sidney Strube al L'espresso quotidiano. Cummings si è spostato sulla destra politica e il suo editore, Arthur Christiansen, ha commentato: "Riserva la maggior parte del suo veleno ai leader laburisti. Ogni giorno presenta cinque o sei bozze e io scelgo quello che sembra meno crudele". Comprensibilmente, era estremamente popolare con Winston Churchill che ha commentato che "Cummings potrebbe diventare uno dei più grandi fumettisti del nostro tempo".

Cummings ha anche fornito cartoni animati per Espresso della domenica, Rivista Punch, Il Daily Mail e I tempi. Un cartone animato che mostrava un carico di golliwog in arrivo nel Regno Unito lo ha portato a essere descritto come un razzista. Anche un'altra vignetta apparsa il 9 luglio 1967, che accompagnava un articolo di Enoch Powell, ricevette molte critiche.

Michael Cummings, uno dei fondatori della British Cartoonists' Association, è morto a Londra il 9 ottobre 1997.

Beaverbrook era un grande sostenitore dei cartoni animati, credeva fermamente che fossero molto più efficaci delle parole nel trasmettere un punto politico. In effetti, una volta un sondaggio tra i lettori ha mostrato che le vignette erano la parte più popolare del giornale. I cartoni espressi hanno sempre avuto un impatto maggiore perché hanno avuto il dovuto risalto. Ricordo infatti le occasioni in cui è stata disegnata una vignetta per accompagnare un articolo di fondo e, alla fine, la protagonista è stata scartata e la vignetta è rimasta da sola. Di tanto in tanto venivo invitato a cena con Beaverbrook e di solito era segno che voleva dissentire da uno dei miei disegni. Ad esempio, quando Krushchev fece arrestare i parenti di Pasternak con accuse inventate che avevano a che fare con presunti reati valutari, Beaverbrook colse l'occasione per stuzzicarmi durante la cena su una vignetta critica che avevo disegnato. Gli è sempre piaciuto Krusciov e sentiva che era possibile negoziare con lui. Ero troppo di destra per i gusti di Beaverbrook. Non mi è mai stato impedito di disegnare un cartone che mi sembrava giusto. Beaverbrook e Christiansen non sarebbero d'accordo con le mie opinioni e me lo direbbero, ma non tenteranno mai di censurare il mio lavoro.

Ciò che mi ha colpito di più di Cummings è stato il suo assoluto impegno nei confronti delle sue opinioni politiche e il suo atteggiamento molto personale nei confronti delle figure politiche. Molte persone coinvolte nel giornalismo e nella politica sviluppano un atteggiamento sofisticato che porta a lotte puramente teatrali con i loro avversari: c'è molto rumore e furia ma pochissimo sangue. Michael Cummings non è affatto così. Alcuni potrebbero accusarlo di essere troppo serio, ma nessuno può negare che le sue opinioni siano profondamente sentite. Ovviamente riverisce la signora Thatcher, detesta Tony Benn (e si prende il merito di essere stato il primo fumettista a notare il suo sguardo selvaggio), non ha tempo per Ted Heath, e così via. La destra può avere meno sostenitori più convinti e devoti.


Cummings è cresciuto a Los Angeles, in California, e si è laureato in Storia dell'arte americana all'Empire College. Si è trasferito a New York all'inizio degli anni '70 per assumere una posizione presso il Dipartimento degli affari culturali di New York City. Ha lavorato con l'organizzatrice di eventi Karin Bacon. Cummings ha trascorso la sua prima carriera artistica come collage part-time (Romare Bearden era un mentore) e pittore.

Dopo un progetto di lavoro per creare uno striscione di stoffa per una mostra nel 1973, Cummings ha scoperto il suo amore per il lavoro con il tessuto e ha imparato a trapuntare studiando i lavori dei quilter locali e riviste e libri su come trapuntare. [1]

Cummings era in un programma pilota che ha creato il programma Studio in a School negli anni '70. La filantropa Agnes Gund ha finanziato il programma e ha visitato molte volte gli artisti. [ citazione necessaria ]

Cummings ha anche lavorato al New York Council on the Arts per molti anni prima di andare in pensione. [ citazione necessaria ]

Cummings trapunta nella tradizione narrativa e narrativa ed è uno dei pochi quiltmaker maschili conosciuti a livello nazionale. Il suo lavoro presenta spesso temi africani luminosi e colorati e temi storici afroamericani. Le principali serie di trapunte includono la serie "African Jazz" (1990), la serie "Haitian Mermaid" (1996) e la serie "Josephine Baker" (2000).

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha pubblicato molte delle trapunte di Cummings nelle sue ambasciate (Ruanda e Mali) attraverso il suo programma Arts in Embassy. [2] Marchi come Absolut Vodka e HBO hanno commissionato il suo lavoro e le sue trapunte compaiono nella collezione permanente del Museum of Arts and Designs [3] a New York. Whoopi Goldberg e Bill Cosby raccolgono le trapunte di Cummings.

Opere notevoli in collezioni pubbliche Modifica

  • International Quilt Study Center & Museum Quilt House, Università del Nebraska-Lincoln (Il giovane Obama + Nave degli schiavi. Henrietta Marie)
  • Museo d'Arte, Michigan State University (Jazz africano)
  • Museo degli alcolici, Stoccolma, Svezia (Jazz assoluto)
  • Museo di Brooklyn, New York, NY (presidente Obama)
  • Museo di Arte e Design, New York, NY (volerò via)
  • Museo afroamericano della California, Los Angeles, CA (Primavera a Memphis)
  • Renwick Gallery (Smithsonian Institution) Washington, D.C. (Sirena haitiana)
  • Centro di libertà della ferrovia sotterranea, Cincinnati, OH (Harriet Tubman. Guidare la famiglia verso la libertà)

Cummings è un membro fondatore della rete Women of Color Quilters fondata da Carolyn L. Mazloomi. [4]


La sorprendente storia di Cecchino americanoil discorso di "Lupi, pecore e cani da pastore"

Lo scorso weekend, Cecchino americano ha venduto milioni di biglietti e ha introdotto milioni di americani a un nuovo modo di dire. In una delle prime scene ambientate a tavola, il padre di Chris Kyle gli dice che ci sono tre tipi di persone al mondo: "lupi, pecore e cani da pastore".

La scena è un'astuta invenzione dello sceneggiatore Jason Hall, ma non ha trovato quell'analogia. Le origini di questa analogia con il cane da pastore aiutano a spiegare perché il film ha avuto risonanza con il pubblico. Il discorso del cane pastore viene dal libro del tenente colonnello David Grossman In combattimento, pubblicato nel 2004. (Non compare nel libro di memorie più venduto di Kyle, anche se la famiglia e gli amici che gestiscono l'account Twitter di Chris Kyle hanno twittato su di esso a dicembre.) Da allora si è diffuso attraverso i circoli militari e di polizia e il diritto- ala blogosfera. Si è dimostrato particolarmente durevole con i gruppi per i diritti sulle armi. Con il rilascio di Cecchino americano, ha ancora raggiunto il suo pubblico più vasto.

Grossman ha elaborato questa analogia in risposta all'11 settembre e alla guerra in Iraq. E non è sufficiente classificare la razza umana in queste tre semplici categorie Grossman - e coloro che ripetono la sua metafora - lanciano un invito all'azione per difendersi dai nemici. In un paese in cui innocenti, disarmati, per lo più neri americani continuano a essere uccisi, è una visione del mondo perniciosa da tenere.

Nel saggio originale di Grossman, ora disponibile sul suo sito web, attribuisce a un "vecchio veterano di guerra" il merito di avergli parlato per la prima volta di lupi, pecore e cani da pastore. Lui scrive:

Secondo Grossman, i lupi faranno tutto il possibile per ferire le pecore. Grossman identifica variamente i lupi come tiratori della scuola, terroristi, criminali e chiunque cerchi di ferire gli innocenti. A livello internazionale, pensate a ISIS, al-Qaeda e Boko Haram. A livello nazionale, pensa a gangster, criminali e delinquenti. Grossman chiarisce che, non importa quanto la società temi i suoi protettori dei cani da pastore, le pecore hanno bisogno dei loro cani da pastore. Ciò significa che un cane da pastore non può "togliersi i denti". In termini di diritti sulle armi, questo significa che i possessori di armi non dovrebbero mai andare da nessuna parte senza un'arma nascosta: "Se sei un guerriero legalmente autorizzato a portare un'arma e esci senza quell'arma, allora diventi una pecora, fingendo che il l'uomo cattivo non verrà oggi”.

E il lupo verrà, dice Grossman. "Se vuoi essere un cane da pastore e percorrere il sentiero del guerriero", scrive, "allora devi prendere una decisione consapevole e morale ogni giorno per dedicarti, equipaggiarti e prepararti a prosperare in quel momento tossico e corrosivo in cui il lupo bussa alla porta." Enfatizza la pratica del pensiero "quando/allora" rispetto al pensiero "se/quando". Incoraggia i cani da pastore a guardare l'ambiente circostante con paura e paranoia.

Da quando l'analogia del cane da pastore è stata pubblicata in In combattimento, è stato fatto riferimento o copiato all'ingrosso su innumerevoli blog militari, operazioni speciali e polizia. È stato presentato almeno otto volte sul blog militare più popolare di Internet, BlackFive.net, così come su altri milblog popolari come La prospettiva di un soldato, SOFREP, e Questo non è l'inferno. E abbiamo trovato dozzine di altri blog che fanno riferimento o si collegano a Grossman.

Su Internet l'analogia si è diffusa alle magliette di almeno quattro diverse società, una delle quali si chiama "Sheepdog Inc." (Slogan: "Camicie per eroi che danno la caccia al male.") Ha ispirato pastori di chiese e un'organizzazione chiamata "Seminari di cani da pastore per le chiese" che insegna alle congregazioni l'autodifesa. È stato anche adottato come nome per molti gruppi per i diritti sulle armi. C'è persino un ente di beneficenza per i soccorsi in caso di calamità, come la Croce Rossa, ma "piccolo, flessibile e reattivo" come una forza di reazione rapida del corpo dei marine. E l'analogia con il cane da pastore è ovunque sui social media.

Mentre Grossman ha un dottorato di ricerca. in psicologia, la sua analogia ha base zero nella scienza. Il bene e il male non sono fenomeni scientifici. Mentre alcuni umani hanno inclinazioni verso l'aggressività e la violenza, non è un gene che alcune persone hanno e altre no. Eppure Grossman tiene ancora più di 300 seminari all'anno sull'analogia del cane pastore e sul "condizionamento della mente". Condizionandolo per cosa? Viviamo nei tempi più sicuri della storia umana. I veri "atti casuali di violenza" sono incredibilmente rari nella nostra società, gli eventi terroristici sono ancora più rari. Ma l'analogia con il cane da pastore non esisterebbe se le persone non avessero paura

E le persone hanno paura, quindi agiscono. Di conseguenza, questa semplice analogia viene annullata da una ancora più semplice (e più antica): il lupo travestito da pecora. Dopotutto, tutti gli umani si assomigliano fondamentalmente. Di fronte a questo problema, come distinguere un lupo da una pecora?

Chris Kyle, quando è andato in Iraq, ha passato zero tempo a distinguere le pecore dai lupi: ogni iracheno era un lupo. Kyle chiamava i musulmani "selvaggi" e descriveva semplicemente le regole di ingaggio non ufficiali del campo di battaglia: "Se vedi qualcuno dai sedici ai sessantacinque anni ed è maschio, sparagli. Uccidi ogni maschio che vedi". Non sembra qualcuno che protegga le pecore (innocenti maschi iracheni) dai lupi (gli insorti).

A livello nazionale, i neri americani sono le vittime di questa analogia. Gli americani bianchi, in generale, vedono le minacce attraverso la lente della razza. Gli studi dimostrano che molti americani credono che gli uomini di colore siano il gruppo più pericoloso in America. Esperimenti, utilizzando videogiochi sparatutto in prima persona, hanno dimostrato che gli uomini di colore disarmati hanno maggiori probabilità di essere colpiti dalle loro controparti bianche dagli agenti di polizia. In altre parole, alcuni "cani da pastore" tendono a identificare di riflesso i neri come "lupi". È una coincidenza che gli uomini di colore abbiano 21 volte più probabilità di essere uccisi dalla polizia? O che l'America ha visto un'ondata di americani disarmati (per lo più neri) uccisi da civili armati negli ultimi anni?

In realtà, alcuni cani da pastore si comportano molto come i lupi. Prendi Jimmy Lewis Fennell, Jr., un ufficiale di polizia condannato per violenza sessuale in servizio. Se non è un lupo, allora chi lo è? E come fa un cane da pastore a gestire questa minaccia?

E mentre la maggior parte dei veterani (cani da pastore in tutto e per tutto) torna a casa per condurre una vita normale, alcuni no. (Statisticamente, i veterani con PTSD hanno tassi più alti di crimini violenti, sebbene la stragrande maggioranza dei veterani non commetta crimini.) Questi cani da pastore si sono trasformati in lupi o sono sempre stati lupi?

Non vogliamo dipingere gli agenti di polizia e i veterani come "cattivi" o malvagi. (Uno dei co-autori di questo post è un veterano.) Vogliamo sottolineare quanto siano sciocche e potenzialmente tragiche le distinzioni tra buoni "cani da pastore" e "lupi" cattivi.

Dopo aver lasciato il suo servizio come Navy SEAL e aver pubblicato il suo libro di memorie, Chris Kyle ha iniziato a fare da mentore ad altri veterani con PTSD. Come menzionato nel film nella sua conclusione, Chris Kyle è stato ucciso da un altro veterano, un marine. I marines non sono cani da pastore? O l'assassino di Kyle si è trasformato in un lupo? Ancora più importante, come dice l'analogia, perché Kyle non riusciva a capire la differenza?

Perché l'analogia è semplicistica e, nella sua semplicità, pericolosa. Divide il mondo in bianco e nero, in una lotta tra bene e male che il mondo reale non corrisponde. Non siamo divisi in pecore, cani da pastore e lupi. Siamo tutti umani.


Michael Cummings - Storia

Collezioni

Mark L. Adkins
Sandra Baccus
Alan Bell
Il signore e la signora Charles Burnett
William H. e Camille O. Cosby
Carlo Burnett
Whoopi Goldberg
Alonzo e Tracy in lutto
George C. Wolfe
Kyra Hicks
Keith Wallace
Camille Love
Hugh Hill
Gary O'neil
Victoria F. Wolfe

Sherman Oaks, California
Atlanta, Georgia
Los Angeles, CA
Los Angeles, CA
New York, NY
Los Angeles, CA
Los Angeles, CA
Miami, Florida
New York, NY
Arlington, Virginia
Chicago , IL
Atlanta, Georgia
Kent, CT
East Hampton, CT
New York, NY

Centro per la libertà della ferrovia sotterranea nazionale
Museo d'Arte Michigan State Univ.
Museo degli Spiriti
Museo di Brooklyn
Museo di Arte e Design
Arco Corporation
Assicurazione sulla vita di Atlanta
Museo afroamericano della California
Centro Schomberg per la ricerca sulla cultura nera
Studio Museum di Harlem
Renwick Gallery, Smithsonian Institution
centro Congressi
City College di New York
Percentuale per l'arte
stati Uniti
Dipartimento di Stato
Operazioni edilizie all'estero
Arte nelle ambasciate
Getty Center for Education in the Arts
Museo Internazionale del Quilt
Ambasciata degli Stati Uniti

Cincinnati, Ohio
East Lansing, MI
Stoccolma, Svezia
New York, NY
New York, NY
Filadelfia, PA
Atlanta, Georgia
Los Angeles, CA
New York, NY
New York, NY
Washington DC
Knoxville, TN
New York, NY
New York, NY
Acquistato per l'Ambasciata degli Stati Uniti in Mali
"Addio di Josephine Baker"
"Figli di Egungun #1" e
"I figli di Egungun #4
Los Angeles, CA
Lincoln, NB
Acquistato per l'Ambasciata degli Stati Uniti in Ruanda
Tre trapunte a farfalla

City College di New York
Northwest Folklife Festival, Immagine poster
Helias Foundation, Quilt per commemorare i bambini
che morì nell'attentato di Oklahoma City
Casa di Seagram
Home Box Office, trapunta
casa Bianca
Percentuale per l'arte
Città di Knoxville
Centro per la libertà della ferrovia sotterranea nazionale
Biblioteca presidenziale Clinton, Little Rock


Storia di Cummings, stemma di famiglia e stemmi

Si crede generalmente che questo nome derivi da un nome personale bretone, derivato dall'elemento "cam," che significa "piegato" o "storto" o forse dall'erba chiamata "cummin" (cumino). Oppure il nome potrebbe derivare dal toponimo Comines, nelle Fiandre, nel nord della Francia. [1]

"Questa antica famiglia sostiene di discendere dalla grande casata di Comines in Francia. Sembra che siano entrati in Gran Bretagna alla Conquista, sebbene non appaiano eo nomine a Domesday. " [2]

Set di 4 tazze da caffè e portachiavi

$69.95 $48.95

Prime origini della famiglia Cummings

Il cognome Cummings fu trovato per la prima volta nel Norfolk, nel Lincolnshire e nello Yorkshire in Inghilterra, nel XII e XIII secolo. Roberto di Comyn (Comines), un nobile che accompagnò Guglielmo il Conquistatore nel 1066 e fu nominato conte di Northumberland. [3]

Altri primi documenti della famiglia mostrati con una miriade di prime grafie includono: Godwinus filius Cumine nei Pipe Rolls of Norfolk nel 1173 Eustachius filius Cumini negli Assize Rolls per Lincolnshire nel 1219 Petrus filius Kymine nei Subsidy Rolls for Yorkshire nel 1301 Hugh Coumini elencato in Francia nel 1157 Walter Cumin nel Pipe Rolls for Wales nel 1158 John Comin nel Lincolnshire nel 1175-1179 e William Cumyn nel Pipe Rolls for Hampshire nel 1230. [4]

Gli Hundredorum Rolls del 1273 includevano: Florentina Comin, Oxfordshire Peter Comyn, Wiltshire Stephen Comyng, Essex e Thomas Comyn, Gloucestershire. [5] Un'altra fonte nota che Admund le Comyn fu elencato nel Norfolk, 14 Edoardo II (durante il quattordicesimo anno del regno di re Edoardo III.) [6]

Oggi Commins è un piccolo villaggio nel Denbighshire e Commins Coch è un piccolo villaggio nella contea di Powys, nel Galles.


Tutti i loghi sono marchi e proprietà dei rispettivi proprietari e non di Sports Reference LLC. Li presentiamo qui per scopi puramente educativi. Il nostro ragionamento per presentare loghi offensivi.

I loghi sono stati compilati dal fantastico SportsLogos.net.

Copyright e copia 2000-2021 Sports Reference LLC. Tutti i diritti riservati.

Gran parte delle informazioni play-by-play, dei risultati del gioco e delle transazioni, mostrate e utilizzate per creare determinati set di dati, sono state ottenute gratuitamente da RetroSheet e sono protette da copyright.

Calcoli di Win Expectancy, Run Expectancy e Leverage Index forniti da Tom Tango di InsideTheBook.com e coautore di The Book: Playing the Percentages in Baseball.

Valutazione totale della zona e struttura iniziale per le vittorie sopra i calcoli di sostituzione forniti da Sean Smith.

Statistiche storiche della Major League per l'intero anno fornite da Pete Palmer e Gary Gillette di Hidden Game Sports.

Alcune statistiche difensive Copyright © Baseball Info Solutions, 2010-2021.

Alcuni dati del liceo sono per gentile concessione di David McWater.

Molti colpi alla testa di giocatori storici per gentile concessione di David Davis. Molte grazie a lui. Tutte le immagini sono di proprietà del titolare del copyright e vengono visualizzate qui solo a scopo informativo.


Michael Cummings è nato nell'anno della scimmia. Le persone con lo zodiaco cinese La scimmia secondo lo zodiaco cinese ha sono intelligenti, intelligenti e intelligenti, specialmente nella loro carriera e ricchezza. Sono vivaci, flessibili, arguti e versatili. I loro punti di forza sono l'entusiasmo, la sicurezza di sé, la socievolezza e l'innovazione. Ma possono anche essere gelosi, sospettosi, astuti, egoisti e arroganti. I loro numeri fortunati sono 1, 7, 8 e i colori fortunati sono bianco, oro, blu.

Michael Cummings è nato nel bel mezzo della Generazione X.


Profilo Alumni: Michael Cummings 󈨘

Sii flessibile, compassionevole, ascolta, perché hai molto da imparare mai, mai, rinunciare a nessuno e sii onesto nei tuoi pensieri e decisioni perché alla fine della giornata, tutto ciò che hai è la tua integrità.

Questi sono i mantra che Michael Cummings 󈨘 ha seguito durante la sua carriera di educatore.

“La mia carriera è profondamente gratificante,” ha riflettuto. “Ho sempre lavorato con persone fortemente impegnate a migliorare la vita dei bambini. È un lavoro tremendamente gratificante

Cummings è il sovrintendente del sistema Fairfield Public Schools del Connecticut, che supervisiona 10.000 studenti in 17 distretti. Il suo lavoro non è mai stato più difficile di quanto non sia diventato all'inizio di quest'anno, quando la crisi del Covid-19 ha costretto la nazione e i suoi sistemi scolastici a chiudere le porte delle aule e passare alle modalità di apprendimento a distanza.

“I livelli di stress che così tante persone stanno vivendo, riguardo alla salute e al benessere di se stessi e dei loro cari, gli impatti economici e la perdita di così tanto di ciò che è ‘normale’ rendono questo un momento difficile insegnare e imparare,” ha detto. La sua priorità era mettere al primo posto la salute degli studenti, delle loro famiglie e del personale. “Questo ha la priorità sull'apprendimento. Poi, con la didattica a distanza, abbiamo chiesto pazienza a tutti perché abbiamo imparato a fare bene questo lavoro

Cummings ha detto che lui e il suo staff hanno avuto tre settimane per preparare — “essenzialmente pochissimo tempo” per “rilanciare” un sistema educativo che non ha visto cambiamenti sostanziali in 150 anni. “I nostri insegnanti e amministratori hanno raccolto la sfida e superato le aspettative. Hanno messo al primo posto la cura degli studenti

Nonostante l'incertezza della situazione, Cummings guarda al futuro con speranza. “Uno dei nostri compiti quando torneremo insieme sarà quello di celebrare ciò che la nostra comunità ha fatto e fare il punto sui cambiamenti che vogliamo mantenere e determinare cosa può essere migliorato. Credo che tutti noi dobbiamo farlo, non solo per la nostra vita professionale, ma anche nella nostra vita privata. Dobbiamo trovare i benefici di queste esperienze e mantenerli. La domanda di base di ogni esperienza deve essere: ‘Come posso diventare più forte?’ ”

Mentre era alla Fairfield University, Cummings "si innamorò per la prima volta dell'insegnamento" a causa degli educatori con cui entrò in contatto quando era studente. “Queste erano persone che amavano le loro materie e si prendevano cura degli studenti di fronte a loro — persone come il Dr. (George) Baehr nella storia e il Dr. (John) Orman in politica. Hanno reso l'apprendimento personale. Erano sempre lì per una conversazione o un aiuto

Dopo la laurea, si è diretto all'Università di Notre Dame per conseguire un master in storia degli Stati Uniti, quindi ha seguito ulteriori corsi di istruzione superiore presso la Southern Connecticut State University e l'Università del Connecticut.

Cummings ha iniziato la sua carriera come insegnante di scienze sociali presso la Foran High School di Milford, nel Connecticut. Ha poi lavorato come preside della Meadowside School di Milford, prima di tornare a prendere quel posto alla Foran. Dopo un breve periodo come sovrintendente ad interim delle scuole di Milford, è diventato direttore dell'istruzione elementare per le scuole pubbliche di Fairfield, supervisionando l'istruzione e l'apprendimento in 11 scuole elementari, prima di assumere il suo ruolo attuale.

Uno “inconveniente” della sua posizione attuale è la mancanza di interazione quotidiana e diretta con gli studenti, ha detto. “Lavorando in un ufficio centrale non interagisco con gli studenti tanto quanto quando sono nell'edificio scolastico. Mi manca molto. Ma continuo a guidare ogni decisione che prendo in base a ciò che è meglio per gli studenti. Penso, ‘Cosa vorrei per i miei figli?’ ”

Cummings ha condiviso bei ricordi di essere uno studente all'università, “Avevo un piccolo gruppo di amici intimi nel campus. Eravamo molto vicini. Ho lavorato alla rosticceria per tre anni quando era a Gonzaga, e ci siamo trovati benissimo. Ero nel primo gruppo a vivere nelle case di città ed è stato anche molto divertente

Il curriculum di studi di base a Fairfield è stato molto importante per lo sviluppo di Cummings come pensatore e scrittore. Ha detto: “Non posso dire di averla vista come un'opportunità a 18 anni, ma avere avuto corsi di filosofia e studi religiosi mi ha coinvolto in un livello di dialogo che non avrei ottenuto seguendo un percorso rigoroso nelle mie specializzazioni.' 8221

Un residente di Milford, Cummings e sua moglie, Meghan, hanno sei figli che occupano la maggior parte del suo tempo libero. “È una vita molto piena. I miei hobby fondamentalmente sono la mia famiglia, portare i bambini ai giochi e lavorare in giardino con loro. Sono un papà più grande, quindi voglio essere sicuro di far parte delle loro vite. Proprio come lui ha fatto parte di tante famiglie durante la sua carriera.


L'ex capo di Dominic Cummings solleva il coperchio sul controverso passato dello spin guru di Boris Johnson

Se la presa del potere sulla Brexit di Boris Johnson inizia a leggere come qualcosa di un manuale della dittatura sovietica, potrebbe non essere molto sbagliato.

La strategia che ha fatto precipitare i conservatori e la nazione nel caos nelle ultime due settimane è stata ideata dal suo consigliere speciale Dominic Cummings, un ammiratore dei metodi dei bolscevichi.

Nella sua controversa carriera, lo spin doctor che ha aiutato Leave a vincere il referendum del 2016 è stato definito uno "psicopatico di carriera" e "folle sboccato non eletto". Più recentemente, è stato soprannominato il "Rasputin" del Primo Ministro.

E ieri, l'uomo che ha dato a Cummings il suo primo lavoro - in Russia - ha detto di essere ossessionato dalla "spietata presa del potere" dei bolscevichi nel 1917.

Adam Dixon ha anche ricordato di aver preso in giro Cummings, paragonandolo a un "hooligan del calcio ben oliato con un primo Oxford".

Si ritiene che Cummings, 47 anni, sia stato dietro la mossa per prorogare il Parlamento, che un tribunale scozzese ha ora dichiarato illegale.

Per saperne di più
Articoli Correlati

E ha contribuito all'escalation della guerra civile del partito, in base alla quale 21 parlamentari sono stati espulsi in un'epurazione in stile sovietico.

Ma con lui che ora resiste a un'indagine parlamentare sulle sue e-mail e messaggi, il signor Johnson potrebbe pentirsi di averlo preso.

E il signor Dixon sicuramente lo fa.

Cummings si è laureato a Oxford nel 1994 con un primo posto nella storia dopo essere caduto sotto l'incantesimo del famigerato accademico di destra Norman Stone. Dixon ha anche studiato storia russa a Oxford, ma ha incontrato Cummings per la prima volta a Mosca nel 1995, in un periodo di corruzione dilagante dopo il crollo dell'Unione Sovietica.

L'imprenditore statunitense aveva piani ambiziosi per espandere l'operatore regionale Samara Airlines, che si credeva fosse stato preso di mira da figure della criminalità organizzata.

Parlando dal Connecticut, Dixon ha dichiarato: "Per chiunque non abbia vissuto l'anarchia della Russia negli anni '90, è difficile da immaginare.

“C'era una profonda paura che il paese potesse precipitare nella guerra civile o disintegrarsi.

Sebbene non parlasse molto il russo, Dominic era affascinato dall'anarchia e dal potenziale di catastrofe, ed era disposto a lavorare in queste circostanze a volte pericolose".

Ha offerto a Cummings, allora 23enne, un lavoro nella sua piccola squadra a Vienna, facendo il pendolare settimanale nella città russa di Samara. Dixon ha affermato di essere stato colpito dall'"entusiasmo di Domenico per l'audacia e la determinazione della spietata presa del potere da parte dei bolscevichi attraverso la forza ben applicata e una propaganda estremamente efficace".

Ha detto: “Sebbene Domenico fosse simpatico, divertente, a volte erudito, sempre supponente, aveva anche un'ampia vena di inutile combattività e belligeranza.

"Era costantemente viziato per una rissa. Anche se scherzare su di lui quando era fuori a bere qualcosa sul fatto di essere un "teppista di football ben oliato con una prima di Oxford" era una risata, non ha mai avuto alcun effetto positivo evidente.

La scorsa settimana, un disordinato Cummings è stato visto girovagare per il Parlamento con un bicchiere di vino, 25 anni dopo che si diceva che fosse stato rimproverato per aver attraversato l'aeroporto di Samara tracannando una bottiglia di vodka.

Per saperne di più
Articoli Correlati

Il signor Dixon ha detto che mentre avrebbe fatto beffe del "teppista del calcio", non ha mai visto alcuna violenza. Descrivendo come è arrivato a vederlo come una "responsabilità", ha detto: "Gli ho dato delle responsabilità, mi ha portato rapidamente a pentirmi. Ha sfruttato il fatto che ora "avevamo bisogno di lui" per comportarsi a volte come voleva. Lasciato a se stesso, si vestiva fuori dalla borsa della biancheria.

“Di solito non era rasato e spesso sembrava con i postumi di una sbornia, non lavato. D'altra parte, era coraggioso, lucido e riusciva a trattenere il suo drink, che a volte era più un vantaggio di quanto avrebbe dovuto essere.

Cummings è stato inviato a Singapore nel 1996 per imparare un nuovo sistema di prenotazione, ma ha superato il test solo perché ha perso così tante lezioni. Le nuove abilità lo hanno reso una figura chiave, ma ha abbandonato la nave appena un anno dopo.

Il signor Dixon ha dichiarato: “Anche se non ci ha lasciati completamente nei guai, è andato troppo bruscamente. Gli ho spiegato chiaramente che non dovrebbe considerarmi un buon riferimento. Non l'ho più sentito.

"Alcuni anni dopo, ho letto che aveva "fondato una compagnia aerea russa con un amico", una distorsione che era fastidiosa".

La compagnia aerea ha fallito un anno dopo l'uscita di Cummings, quando la valuta russa del rublo è crollata.

Cummings è cresciuto a Durham, ha frequentato la Durham School da 16.000 sterline l'anno ed è sposato con Mary Wakefield, redattore senior di The Spectator e figlia del baronetto Sir Humphrey Wakefield. Eppure gli piace interpretare l'outsider del nord, la scorsa settimana ha detto ai giornalisti fuori dalla sua casa di città da 1,6 milioni di sterline: "Vattene da Londra. Parla con persone che non sono Rimanenti ricchi”.

E a vent'anni, Cummings si vantava di lavorare al Klute, il club di suo zio a Durham, che GQ ha definito il secondo peggior club d'Europa.

Un ex collega ha dichiarato: “Aiuterebbe a gestire il posto ma si è anche appostato all'esterno. Poteva non sembrare un portiere, ma aveva un modo che suggeriva che non valeva la pena assumerlo".

Cummings è entrato in politica come direttore della campagna per Business for Sterling, cosa che ha contribuito a impedire alla Gran Bretagna di aderire all'euro. Divenne capo dello staff dell'ex leader conservatore Iain Duncan Smith, poi consigliere speciale del segretario all'Istruzione Michael Gove.

Il suo primo grande trionfo è stato il referendum del 2016, dove gli è stato attribuito il merito di aver inventato lo slogan "Riprendi il controllo". David Cameron ha etichettato Cummings come uno "psicopatico in carriera" e il veterano Tory Sir Roger Gale lo ha bollato come "idiota sboccato non eletto".

Ma Cummings, che si pensa guadagni circa £ 140.000, "non gliene frega niente" di come gli altri lo vedono e pensa che il suo ruolo sia quello di "consegnare la Brexit, poi vaffanculo", ha detto un ex membro dello staff di Tory.

Downing Street non ha commentato.

ADAM DIXON su Dominic Cummings che conosceva:

Ho incontrato Dominic Cummings negli anni '90, quando stavo lavorando con un partner russo per sviluppare una compagnia aerea regionale Samara Airlines in un vettore internazionale, al fine di collegare la città di Samara (una potenza economica e intellettuale sul fiume Volga) direttamente all'Europa .

Per chiunque non abbia sperimentato l'anarchia totale e il caos in rapido movimento della Russia negli anni '90, è difficile immaginare ora com'era allora - c'era una profonda paura che il paese sarebbe precipitato nella guerra civile o semplicemente si sarebbe disintegrato , ed era un tema costante di conversazione su come, quando e da chi sarebbe stato ristabilito l'ordine.

Sebbene non parlasse molto il russo, Dominic era affascinato dall'anarchia e dal potenziale di catastrofe, e desideroso di lavorare in queste circostanze bizzarre e talvolta pericolose.

Dominic aveva letto Storia a Oxford, prendendo una laurea di primo livello, e aveva studiato con il noto professor Norman Stone.

Linguista dotato e oratore affascinante, Stone era un bevitore prodigioso quasi quanto uno studioso e spesso teneva i suoi tutorial in un pub.

Poteva virare dallo spaventoso all'esilarante e viceversa anche nella stessa frase e ricordo di aver discusso con Dominic del necrologio quasi scurrile che Stone aveva scritto per E.H.

Carr, un grande ma "sinistro" storico della Rivoluzione Russa, che includeva osservazioni come "non piaceva nemmeno ai genitori di Carr" e che Carr era meglio conosciuto a scuola per la sua acne.

In &aposWhat is History?&apos (che Stone derise come una raccolta di noiosi luoghi comuni) Carr chiede, &aposIs storia è un sottile nocciolo duro di fatti circondato da una morbida massa polposa di interpretazione, o un sottile nocciolo duro di interpretazione circondato da un grande corpo carnoso di fatti?&apos (Beh, parole in tal senso.)

Con il suo attento studio della rivoluzione russa e il suo entusiasmo per l'"audacia" e la "risolutezza" della spietata presa del potere da parte dei bolscevichi attraverso una combinazione di forza ben applicata e propaganda estremamente efficace, Domenico era certamente incline a quest'ultima, &aposa zoccolo duro di interpretazione&apos.

A giudicare dal famigerato autobus rosso, così come da alcune delle altre iniziative &aposAgitprop&apos negli ultimi anni per le quali Dominic si prende il merito, un estraneo potrebbe chiedersi se ora si sia evoluto oltre qualsiasi concetto di &aposfact&apos.

Ultime notizie di politica britannica

La famiglia di Dominic possedeva un night club a Durham, Klute, e il buttafuori era un amico di Dominic, un campione regionale di boxe dei pesi massimi che ebbe un grande successo con le donne.

Dominic lo ammirava per il modo tranquillo e calmo con cui proiettava una capacità di violenza improvvisa ed estrema.

Sebbene Dominic fosse simpatico, divertente, a volte erudito, sempre supponente, aveva anche un'ampia vena di inutile combattività e belligeranza - era costantemente &apossing per una lotta, anche se non era chiaro su cosa, con chi, o per quale scopo.

E anche se scherzare su di lui quando eravamo fuori a bere qualcosa sul fatto di essere un teppista di football ben oliato con un Oxford First's è stata una risata, non ha mai avuto alcun effetto positivo evidente - la maggior parte delle persone concorda sul fatto che l'Impero britannico non è stato acquisito in un &aposfit di distrazione, ma molti meno sarebbero d'accordo con Dominic che è stato costruito da teppisti del calcio.

Dati i tempi straordinari che la Russia stava attraversando negli anni '90, l'arguzia e la combattività di Dominic sembravano essere quasi &aposthe Right Stuff&apos, e l'ho assunto.

Since we were a small team without much money, I gave him some responsibilities which he then quickly led me to regret, because he leveraged the fact that we now &aposneeded him&apos to sometimes behave as he liked, which included offending people that we needed to get on with - and this could be very counter-productive.

Left to himself, he would dress out of his laundry bag and had a silly objection to wearing a tie, and he was usually unshaven and often looked hung-over and unwashed.

This was all an obvious liability when there was widespread concern that Russian airlines were negligent about maintenance.

On the other hand, he was courageous, clear-thinking, and could really &aposhold his drink&apos, which, on several particular occasions, was much more of an asset than it should have been.

Although he did not leave us completely in the lurch, he certainly did go much too abruptly, and on his schedule, not mine.

I made it plain that I felt I had been generous to him in every way, and therefore, that he should not think of me as a good reference for future jobs - and I never heard from him again.

A few years later, I read in a bio-blurb that he had &aposstarted a Russian airline with a friend&apos, a distortion that was annoying, given the real circumstances.

The Russians in ‘90s had a phrase for anyone who was properly drunk - that “He’s already in America" - which is a rather nice convergence - whether one is enjoying total alcoholic inebriation, or the multiple euphorias of a post-factual world, or even the possibility that a paralysed Legislature will eventually permit a Bolshevik-style power-grab, welcome to America!


Michael A. Cummings

Michael A. Cummings is a nationally recognized quilter who lives and works in the historic Sugar Hill neighborhood of New York, NY. Self-taught, Cummings brought years of painting and collage skills to his quilt making. Inspired by jazz and working in the narrative tradition, Cummings and his sewing machine tell stories of the African American experience across historical, cultural, philosophical and mythical realms.

Using vibrant colors, applique technique, and a sewing machine for the main body of the piece, he often embellishes the surface with hand embroidery and found objects. Stories involve celebrations of Josephine Baker, Harriet Tubman, Langston Hughes, jazz music, mythical/historical characters, and commemorate historical events in African American history. Cummings views his quilts as giant collages, likening the process of construction to painting on canvas.

Through a career spanning thirty years, Cummings’ work has been commissioned by Art in Embassies, DC, the City of Knoxville, TN, the New York Department of Cultural Affairs, NY, Home Box Office, NY, The White House, DC, and Absolut Vodka, NY, among others.

His work is included in the public collections of the Brooklyn Museum, NY, the Museum of Art and Design, NY, the California African American Museum, CA, the Schomburg Center for Research in Black Culture, NY, the Smithsonian’s Renwick Gallery, DC, and in notable private collections. He has received numerous prestigious awards.

  • Michael A. Cummings
  • Michael A. Cummings, Slave Ship Henrietta Marie, 2006
  • Michael Cummings, Brazilian Love Goddess Yemaya, 2004.
  • Michael A. Cummings, A Young Obama, 2009.
  • Michael A. Cummings, Martin Luther King, Jr.


Guarda il video: 27 Michael Cummings Ct, Uxbridge Virtual Tour (Potrebbe 2022).