Podcast di storia

Cronologia di Michele III

Cronologia di Michele III


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


La vera storia di Robert the Bruce, il ‘Re fuorilegge’ . di Scozia

Sei settimane prima di impossessarsi della corona scozzese nel marzo 1306, Robert the Bruce uccise il suo rivale politico più vicino.

Aveva organizzato un incontro con l'avversario di lunga data John "il Rosso" Comyn in un convento di Dumfries, nel sud della Scozia, apparentemente per discutere di "certi affari che toccavano entrambi", ma ha cambiato rapidamente tattica, ha accusato Comyn di tradimento e ha colpito lui giù. Mentre Comyn giaceva sanguinante ai piedi del santuario, Bruce si ritirò, dando ai frati la possibilità di curare le ferite dell'uomo caduto. Ma poi seppe che il suo obiettivo era ancora vivo e mandò indietro diversi uomini per portare a termine il sanguinoso compito. Come scrisse Walter di Guisborough intorno al 1308, quando Comyn «aveva confessato ed era veramente pentito, per ordine del tiranno fu trascinato fuori dalla sacrestia e ucciso sui gradini dell'altare maggiore».

L'omicidio—descritto dagli inglesi l'anno successivo come “oltraggioso sacrilegio disumano commesso contro Dio e la santa Chiesa”—ha messo Bruce in rotta di collisione con l'imponente vicino della Scozia, l'Inghilterra. Ma le motivazioni dietro l'atto rimangono impantanate nell'incertezza quanto l'eredità del re guerriero stesso. Dipinto alternativamente come un patriota la cui perseveranza ha assicurato l'indipendenza della sua nazione e una figura più oscura con ambizioni pericolose e un tenue senso di fedeltà, Bruce rimane uno dei personaggi più controversi della storia scozzese e uno dei pochi il cui nome è facilmente riconoscibile da non scozzesi.

Bruce si rivolge alle sue truppe nella battaglia di Bannockburn del 1314 in questo disegno del 1909 di Edmund Leighton (Wikimedia Commons)

L'imminente biopic su Netflix del regista David McKenzie, Il re fuorilegge, rappresenta uno dei primi grandi adattamenti cinematografici della storia di Bruce. (L'epopea del 1995 Cuore impavido trova un Bruce più giovane che si interseca con William Wallace di Mel Gibson, ma conclude molto prima che Bruce diventi il ​​leader degli 8217 scozzesi.) Con Chris Pine nel ruolo del personaggio titolare, Re fuorilegge riprende più o meno dove Cuore impavido lasciato, raccontando la caduta di Wallace, la successiva ascesa di Bruce e gli anni centrali della prima guerra d'indipendenza scozzese.

La trasformazione di Bruce dal tanto deriso “King Hob,” o Re Nessuno, al protettore della Scozia è avvenuta lentamente ed è più sfumata di quanto suggerito da Re fuorilegge, che comprime la linea temporale storica e tende a eludere gli aspetti sgradevoli della personalità di Bruce a favore della presentazione di un sovrano conflittuale e persino riluttante.

Tuttavia, McKenzie dice al Reporter di Hollywood, “È un eroe complicato. Ottiene metà della strada che vuole uccidendo qualcuno in una chiesa. È uno dell'uno per cento. Non è un eroe facile, ‘È il nostro ragazzo folk.’”

Data la natura estenuante della lotta per l'indipendenza scozzese, il breve lasso di tempo del film si concentra sulla vita di Bruce tra il 1304 e il 1307, ha un senso narrativo. Ma se questo ostacola Re fuorileggecapacità di catturare la trasformazione di Bruce, nelle parole della storica Fiona Watson, autrice del nuovo libro Traditore, fuorilegge, re: The Making of Robert Bruce—da qualcuno “incredibilmente inetto” a qualcuno “piuttosto straordinario” è un altro problema.

Come molti conflitti dell'epoca medievale, la prima guerra d'indipendenza scozzese iniziò con una crisi di successione. Dopo che Alessandro III, re di Scozia, morì improvvisamente nel 1286, il trono passò a sua nipote, Margherita, di tre anni, domestica di Norvegia. Mai ufficialmente incoronata, morì inaspettatamente quattro anni dopo, innescando una battaglia per il potere tra i pretendenti John Balliol e Robert the Bruce, il nonno del più noto Robert. Intrappolati in una situazione di stallo, gli scozzesi chiesero all'Inghilterra dell'8217 Edoardo I (interpretato in Re fuorilegge di Stephen Dillane) per scegliere il prossimo sovrano della loro nazione. Nel 1292 scelse Balliol.

L'intervento dell'Inghilterra ha avuto un prezzo pesante: Edoardo ha costretto la nobiltà scozzese a giurargli fedeltà, erodendo la pretesa di sovranità del paese e trattando la Scozia come un territorio feudale. Infuriati, gli scozzesi formarono un'alleanza separata con la Francia nel 1295 e continuarono la loro sovversione dell'autorità inglese con un attacco del 1296 alla città di Carlisle. Edward ha reagito in modo brutale. Come racconta il cronista del XV secolo Walter Bower, il re prese di mira la città scozzese di Berwick, non risparmiando nessuno, a prescindere dall'età o dal sesso, e per due giorni dai corpi degli uccisi scorrevano rivoli di sangue, così che i mulini potrebbero essere capovolti dal flusso del loro sangue

La trasformazione di Bruce dal tanto deriso “King Hob,” o Re Nessuno, al protettore della Scozia è avvenuta lentamente ed è più sfumata di quanto suggerito da Re fuorilegge (Per gentile concessione di Netflix)

Durante queste prime fasi della guerra, Bruce e suo padre Robert si schierarono con gli inglesi. Il giovane Robert aveva recentemente servito nella famiglia reale, scrive Michael Penman in Robert the Bruce: re degli scozzesi, ed è possibile che volesse convincere Edward che il clan Bruce aveva dimenticato le sue ambizioni di reclamare il trono. Qualunque siano le sue motivazioni, il ventunenne Robert ha marciato con gli inglesi contro il paese che un giorno avrebbe governato.

Ma nel 1297, un Bruce sempre più disilluso spostò la sua fedeltà al ribelle scozzese William Wallace. Per sempre cementato (erroneamente) nell'immaginazione popolare come un portatore di kilt coperto di vernice blu, Wallace è spesso ritratto come una figura più semplice rispetto al suo successore nel tentativo di indipendenza scozzese. Michael Brown, uno storico dell'Università scozzese di St. Andrews, afferma che Wallace è ricordato come "l'eroe patriottico disinteressato la cui unica preoccupazione era la libertà e la protezione dei suoi compagni scozzesi". politico di successo. Ottiene di più, ma per certi versi le sue mani sono più sporche

Cuore impavido raffigura notoriamente Bruce (interpretato da Angus MacFayden) che tradisce Wallace durante la battaglia di Falkirk nel 1298, poi cambia idea e salva il capo scozzese abbattuto dall'ira degli inglesi. Eppure non ci sono prove storiche che Bruce fosse a Falkirk, né che abbia tradito direttamente Wallace (sebbene abbia cambiato posizione diverse volte in questi primi anni). Come spiega Brown, la storia è citata principalmente per riflettere come il fallimento di Wallace abbia ispirato il successivo successo di Bruce: “[C'è l'idea che Wallace sostituisca Bruce in un certo senso, ma Bruce non riesce a farlo [ leadership] ruolo in quella fase

La sconfitta a Falkirk ha segnato la fine non ufficiale della campagna di Wallace, che si è dimesso da Guardian of Scotland ed è scappato. Qui è dove Re fuorilegge riprende. Con il movimento per l'indipendenza in gran parte schiacciato, Bruce e la maggior parte dei lord scozzesi si sottomisero all'autorità di Edward.

John Comyn continuò a combattere gli inglesi fino al febbraio 1304, quando negoziò i termini di pace che ripristinarono le leggi, gli usi, i costumi e le libertà della Scozia e prevedevano un'assemblea rappresentativa. In questo periodo, Bruce tornò in Scozia, probabilmente con un occhio alla corona lasciata libera dall'ancora esiliato Balliol. Watson, autore di Traditore, Fuorilegge, Re, descrive le azioni del futuro re durante questo periodo come "incredibilmente duplici". con il potente Vescovo di St. Andrews.

Il rendering del 1856 di Felix Philippoteaux della "Morte di Comyn" (Wikimedia Commons)

Questa intricata rete di alleanze culminò in quel micidiale 10 febbraio 1306, incontro tra Bruce e Comyn, i due principali contendenti al trono scozzese. È incerto di cosa abbiano effettivamente discusso la coppia, ma il quasi contemporaneo Flores Historiarum ipotizza che Bruce abbia iniziato a raccogliere consensi per la sua affermazione, prima segretamente e poi apertamente. Quando gli è stato chiesto se avrebbe accettato di incoronare il suo rivale, Comyn ha risposto fermamente di no, quindi [Bruce] lo ha massacrato.

Watson dice di essere convinta che Bruce sia arrivato a Dumfries con l'intenzione di abbattere Comyn, che temeva fosse sul punto di rivendicare la corona scozzese.

“[Bruce] era assolutamente coerente, assolutamente spietato e assolutamente convinto di dover essere il re di Scozia,”, afferma, sostenendo che le sue alleanze in continua evoluzione riflettevano, dal suo punto di vista, un “del tutto coerente& #8221 mezzi per raggiungere questo obiettivo singolare.

Brown offre una lettura più comprensiva che attribuisce l'atto di "violenza non premeditata" all'antagonismo personale tra Bruce e Comyn. Come sottolinea, la morte di Comyn ha alienato Bruce dalla potente famiglia della sua vittima, un passo poco saggio data l'imminente ripresa delle ostilità con l'Inghilterra. Le circostanze dell'omicidio portarono anche papa Clemente V a scomunicare Bruce, complicando il suo già incerto percorso in avanti.

Nelle settimane tra l'uccisione di Comyn e l'ascesa al trono, Bruce ha raccolto sostegno nel sud-ovest della Scozia. Fece richieste a Edoardo I, promettendo di "difendersi con il bastone più lungo che avesse" se non fossero stati raggiunti, e ricevette l'assoluzione per i suoi peccati dal vescovo di Glasgow.

Dichiarato latitante sia per il suo sacrilegio che per la violazione della fedeltà, Bruce aveva poco da perdere facendo un passo avanti e conquistando la corona. Il 25 marzo 1306 fu investito della regalità scozzese in una cerimonia sorprendentemente elaborata tenutasi presso l'Abbazia di Scone. Nonostante mancassero la tradizionale pietra dell'incoronazione, il diadema e lo scettro, che si erano trasferiti in Inghilterra nel 1296, Robert divenne ufficialmente re di Scozia.

Circa 40 anni dopo la prima guerra d'indipendenza scozzese, l'arcivescovo John Barbour compose un'epica rivisitazione del conflitto. Pesantemente situato nel campo “Bruce come eroe”, il poema caratterizza il periodo tra l'incoronazione di Bruce e la sua vittoria a Bannockburn nel 1314 come un viaggio di redenzione.

L'omicidio di Comyn è stato "ovviamente un omicidio", spiega Brown, "ma è anche blasfemia e tradimento. Quindi quei crimini sono quelli che Bruce deve cancellare dalla sua anima con le sue … lotte e la sua sofferenza.”

Come Re fuorilegge attesta, i problemi di Bruce iniziarono subito dopo essere stato incoronato re. Edward inviò Aymer de Valence, il cognato di Comyn, per reprimere la ribellione. All'inizio di giugno, de Valence aveva catturato due dei principali sostenitori di Bruce, i vescovi di St. Andrews e Glasgow, e si era assicurato l'aiuto degli scozzesi fedeli a Comyn.

Durante l'estate del 1306, Bruce subì due sconfitte in rapida successione: nella battaglia di Methven del 19 giugno, de Valence colse completamente di sorpresa le forze scozzesi con un attacco furtivo di prima mattina. Poco meno di due mesi dopo, Bruce si scontrò con i membri del clan MacDougall, un alleato dei Comyn, a Dalrigh. In inferiorità numerica e impreparato, l'esercito del re scozzese si disperse rapidamente. Bruce sfuggì a malapena alla cattura e nei mesi successivi sperimentò una serie di tragedie personali. Tre dei suoi quattro fratelli caddero in mani inglesi e furono impiccati, estratti e squartati. Sua moglie, sua figlia e le sue sorelle furono tradite allo stesso modo e rimasero prigioniere di Edward fino al 1315.

Ad un certo punto, scrive Michael Penman in Robert the Bruce, diventa difficile rintracciare i movimenti del re scozzese. Trascorse l'inverno nascosto, forse su un'isola al largo della costa occidentale, e, secondo un racconto popolare ma probabilmente apocrifo, trascorse le ore osservando un ragno in una grotta. Scoraggiato dalle sue perdite militari e personali, Bruce avrebbe visto echi della sua lotta nei ripetuti tentativi del ragno di oscillare da un angolo all'altro. Quando il ragno finalmente ebbe successo, ispirò Bruce a lanciare una seconda ondata di ribellione.

Nonostante le origini sospette della leggenda del ragno, Michael Brown afferma che la storia esemplifica la reputazione di Bruce come "modello di perseveranza". Questa tenacia costituisce anche una corrente sotterranea di Il re fuorilegge, che vede il suo protagonista dichiararsi “fatto di correre e … stufo di nascondersi.”

Sia nel film che nella documentazione storica, il 1307 segna un punto di svolta nella corsa all'indipendenza della Scozia. Bruce è tornato con una serie di tattiche di guerriglia rinnovate che hanno sfruttato il terreno accidentato del paese. In tal modo, ha creato un modello di guerra scozzese che è durato a lungo oltre la sua battaglia.

"Essenzialmente scappa e si nasconde", spiega Brown. “Porta sulle colline, attacca i fianchi [del nemico’], impedisci loro di vivere della terra, ma non rischiare una battaglia.”

Le forze di Bruce si assicurarono una vittoria minore nella battaglia di Glen Trool, molto più di una schermaglia, nell'aprile del 1307. Il mese successivo, gli scozzesi affrontarono di nuovo de Valence, questa volta a Loudoun Hill. Prima della battaglia, Bruce esaminò l'area e escogitò un piano per limitare i movimenti dei cavalieri di de Valence, che altrimenti avrebbero sopraffatto i lancieri scozzesi che combattevano a piedi. Come scrive Fiona Watson in Robert the Bruce, il comandante di nuova fiducia ordinò di scavare tre trincee ad angolo retto rispetto alla strada, assicurando che solo un numero limitato di cavalieri sarebbe stato in grado di raggiungere gli scozzesi appostati all'interno. Gli inglesi erano in inferiorità numerica rispetto agli uomini di Bruce da 3000 a 600, secondo il poema di Barbour, ma erano cauti nell'affrontare direttamente le lance dei guerrieri scozzesi. Coloro che lo fecero si ritrovarono scaraventati a terra, e mentre la battaglia volgeva al termine, Barbour nota che "si potrebbe udire il suono / Di lance tremanti e il grido / Di uomini feriti in agonia".

Re fuorilegge si conclude subito dopo la battaglia di Loudoun Hill, accontentandosi di trattare questa vittoria come un segno del cambiamento delle maree della guerra (e come un sostituto per la più nota battaglia di Bannockburn, un incontro del 1314 che vide gli scozzesi sconfiggere forze inglesi altrettanto superiori ). L'incontro dimostrò certamente, nelle parole di Watson, che "anche se Bruce fosse stato scomunicato dal papa per l'omicidio di John Comyn, Dio poteva ancora favorirlo".

In realtà, la lotta per l'indipendenza andò avanti per altri 21 anni, concludendosi solo con il Trattato di Edimburgo-Northampton nel marzo 1328. A questo punto, Edoardo I se n'era andato da tempo... morì nel luglio 1307, lasciando il suo famigerato figlio inetto Edoardo II. in controllo—e fu suo nipote Edoardo III, appena asceso al trono al posto del deposto padre, che in realtà accettò i termini di Bruce.

Bruce morì il 7 giugno 1329, appena un mese prima del suo 55esimo compleanno. Sebbene avesse goduto solo di un anno di pace, il re andò alla tomba sicuro della consapevolezza che la sovranità della Scozia era al sicuro, almeno per il momento. Prima della sua morte, Bruce chiese all'amico di lunga data James “Black” Douglas (Re fuorileggeAaron Taylor-Johnson interpreta il lord scozzese con fervore frenetico) per portare il suo cuore in pellegrinaggio in Terra Santa. Sfortunatamente, il sempre irrequieto Douglas si fermò per sostenere Alfonso XI di Spagna nella sua campagna contro i Mori e fu ucciso in battaglia. Secondo la leggenda, prima di entrare nella mischia lanciò la bara con il cuore di Bruce davanti a sé, dichiarando: "Guida al cuore coraggioso, ti seguirò". Il cuore di Bruce fu infine recuperato e sepolto a Melrose Abbey, mentre il resto del suo corpo fu sepolto nel mausoleo reale dell'Abbazia di Dunfermline. L'epitaffio del re, un po' ironicamente, dichiarò Bruce "l'invitto Robert, re benedetto" [che] portò alla libertà / il Regno degli Scozzesi.

L'immagine di Bruce come re modello e difensore consumato della Scozia resiste fino ad oggi, ma l'uomo dietro il mito è più difficile da individuare: mentre il predecessore William Wallace è, secondo Watson, "un arcipatriota", Bruce è una figura i cui primi anni furono segnati da omicidi sull'altare maggiore, mutevoli lealtà e una serie di fallimenti militari. Vale anche la pena notare che la pacifica indipendenza per la quale Bruce ha combattuto è durata solo pochi anni, con le ostilità riprese nel 1332 e continuate sporadicamente fino a quando l'Atto di Unione del 1707 ha riunito Inghilterra e Scozia sotto l'unica entità della Gran Bretagna. Ma Brown sostiene che i risultati di Bruce non sono stati sminuiti dall'Atto di Unione. In effetti, dice, il leggendario re divenne "il garante delle libertà scozzesi" all'interno del regno unito.

Watson riassume meglio l'eredità di Bruce, concludendo in Traditore, Fuorilegge, Re che è naturale sospettare le motivazioni del re guerriero.

“Ma,”, conclude, “non possiamo negare i suoi successi.”


Voci di registro

  • "Diario personale, supplementare. Anche dopo un anno in cui trovavo la mia strada da solo, credevo davvero di poter trovare un modo per rientrare in questa uniforme, su questa nave. Ora non ne sono più così sicuro. Sono diventato ancora una persona nuova altrettanto impegnato con la Federazione, con i miei amici - ma c'è una distanza tra noi ora. So che non sarò mai in pace finché non avrò risolto il Burn. Ma non so se posso farlo da Scoperta. Questa potrebbe non essere più casa mia, e non so cosa significhi o dove mi porterà". — Michael Burnham

Dai suoi inizi al fallimento, una cronologia storica di JCPenney

SAN BRUNO, CALIFORNIA - 15 MAGGIO: Il parcheggio davanti ad un deposito di JCPenney ai negozi a. [+] Tanforan Mall il 15 maggio 2020 a San Bruno, California. JCPenney ha evitato la bancarotta dopo che la società ha pagato 17 milioni di dollari di debiti venerdì dopo aver saltato due pagamenti precedenti. JCPenney ha una stima di 3,6 miliardi di dollari di debito. (Foto di Justin Sullivan/Getty Images)

Un'azienda non dovrebbe essere giudicata dal suo fallimento, specialmente quando quell'azienda è JCPenney. Sfortunatamente, il deposito di venerdì non è stato del tutto inaspettato. JCPenney ha cercato di trovare la sua strada per un po' di tempo. Il suo carico di debito insostenibile, aggravato dal COVID-19, lo ha appena spinto oltre il limite. Qualunque cosa accada dopo è tutto in aria. Tutto in questi giorni sembra tutto in aria.

Di seguito è riportata una linea temporale che delinea la maggior parte dei picchi e delle valli, per lo più picchi, di questa grande istituzione al dettaglio americana.

14 aprile 1902: James Cash Penney, insieme a due partner, apre il "Golden Rule Store" di 25 piedi per 40 piedi nella città mineraria di Kemmerer, nel Wyoming. Le vendite annuali ammontano a $ 2.800. L'originale “Mother Store” è rimasto in funzione.

1907: James Cash Penney rileva i suoi soci originali e assume il controllo esclusivo dell'attività. Il Golden Rule Store si espande in 3 negozi con un fatturato annuo di $ 166.313.

1912: Con 34 negozi, le vendite annuali di Penney raggiungono i 2 milioni di dollari.

1913: L'azienda, con sede a Salt Lake City dal 1909, viene costituita come J.C. Penney Co. Nel 1914, Penney trasferisce la sede a New York City per essere più vicina al principale distretto dell'abbigliamento del paese.

1922: Penney gestisce 371 negozi con un fatturato annuo di 49 milioni di dollari.

1927: Penney's festeggia il suo 25° anniversario. L'attività solo in contanti è costituita da 773 negozi e un fatturato di 115 milioni di dollari.

Amazon ha attivato Prime Day, Walmart, Kohl's, Target e altri avranno anche giorni di affare

Il programma CVS ExtraCare diventa ancora migliore, una grande vittoria per i clienti

La spesa del primo giorno dovrebbe superare gli 11 miliardi di dollari, prevede Adobe

1942: James Cash Penney tiene un discorso alla celebrazione del 40° anniversario dell'azienda in Montana. Penney afferma: "Riteniamo che l'azienda Penney sia ben attrezzata per dare un contributo sostanziale alla parsimonia e al risparmio della nazione". Il conteggio dei negozi raggiunge 1.609 sedi.

1952: Penney's supera il miliardo di dollari di vendite annuali. Con 70.000 associati, il negozio afferma di essere la più grande organizzazione di vendita al dettaglio del suo genere al mondo.

Nel 1961, James Cash Penney confronta le immagini del suo primo negozio (a sinistra) con il nuovo Hammond, . [+] Indiana, negozio. Il primo negozio, aperto il 14 aprile 1902, si trovava a Kemmerer, nel Wyoming. Lo chiamò "The Golden Rule" per simboleggiare la sua convinzione che la Golden Rule dovrebbe applicarsi alla vita lavorativa così come alla vita personale.

1962: Dopo diversi anni di studio, la J.C. Penney Co. cerca di cambiare radicalmente il proprio business plan. Abbandona la sua politica commerciale solo in contanti e stabilisce un'operazione di credito. Penney entra nel settore degli elettrodomestici con il suo marchio Penncrest, prodotto da GE Hotpoint. L'azienda si unisce a Goodyear e prevede che i centri automobilistici saranno situati accanto ai futuri negozi. J.C. Penney acquista la General Merchandise Company con sede a Milwaukee ed entra nel settore della vendita per corrispondenza di cataloghi. Penney apre una linea di grandi magazzini discount chiamata Treasure Island nell'Upper Midwest.

1963: Il 15 agosto, Penney's apre il suo primo grande magazzino full-line, situato al King of Prussia Plaza nella periferia di Philadelphia. Con 32 dipartimenti, il negozio di 152.000 piedi quadrati è progettato per essere un prototipo per future espansioni in mercati più grandi. Il catalogo Penney fa il suo debutto ufficiale.

1969: Penney's acquisisce la Thrift Drug Company con sede a Pittsburgh ed entra nel settore farmaceutico. I futuri discount vengono ribattezzati Treasury e diventano centri commerciali one-stop, dalle merci generiche ai reparti alimentari. Penney's entra nel mercato belga e acquista una quota considerevole nel rivenditore, Sarma, S.A. La società vende l'azienda Sarma-Penney nel 1987.

1971: Il fondatore James Cash Penney muore all'età di 95 anni. L'azienda adotta il moniker "JCPenney" nella sua pubblicità. Le vendite annuali raggiungono i 4 miliardi di dollari. Penney's apre una linea di quattro negozi specializzati in Italia. I negozi, situati nella regione Lombardia, vengono venduti nel 1977.

1974: Oltre alle espansioni dei centri commerciali, JCPenney stabilisce un piano per costruire negozi al dettaglio più piccoli in aree meno urbane. JCPenney ora gestisce 354 grandi magazzini a linea completa, 1.289 negozi di beni di consumo, 31 discount del Tesoro e 255 negozi di droga.

1977: “This is JCPenney” diventa lo slogan aziendale. Le vendite annuali superano i 10 miliardi di dollari.

1980: L'inflazione e gli alti tassi di interesse hanno un grave impatto sui guadagni di JCPenney. La società interrompe il suo marchio di discount del Tesoro.

1982: JCPenney elimina diversi reparti come i principali elettrodomestici, vernici, ferramenta, articoli per prato e giardino e tessuti. L'azienda vende anche la sua attività di centro auto.

1983: L'azienda introduce la linea di prodotti di moda Halston III, la prima collaborazione tra un designer di fascia alta e un merchandiser di massa. La linea genera molta pubblicità, ma alla fine danneggia la reputazione dell'attività couture di Halston. Penney's interrompe la linea nel 1988.

1988: JCPenney trasferisce la sua sede centrale di New York, situata tra Avenue of the Americas e 52th Street, a Plano, in Texas. L'azienda attrae i suoi 3.600 dipendenti aziendali con un migliore ambiente di "qualità della vita" come vantaggio per il trasferimento.

1990: Lo slogan aziendale diventa "Dove la moda prende vita". Uno studio mostra che il 70% dei clienti di JCPenney sono donne.

1994: Abbigliamento da donna quotidiano nomina JCPenney come il "Miglior negozio numero uno per l'abbigliamento femminile" nel paese. L'azienda apre un negozio di prova a Santiago, in Cile.

1996: Penney acquisisce la Eckerd Drug Corporation. Eckerd gestisce 2.699 negozi in 23 stati.

1998: JCPenney entra nell'era dello shopping su Internet con jcpenney.com. Le vendite su Internet ammontano a $ 15 milioni per l'anno inaugurale. La società acquista una partecipazione di controllo in Renner S.A., il più grande rivenditore di moda del Brasile. JCPenney vende Renner nel 2005.

1999: Penney's ha prestazioni inferiori alle aspettative nei suoi grandi magazzini e nelle attività di catalogo. Viene ideato un piano per chiudere più negozi al fine di migliorare il flusso di cassa.

L'ingresso al negozio JCPenney del centro commerciale dell'Università di Little Rock, come visto nel maggio 2007, riflette il vecchio . [+] Segnaletica di Penney. Il negozio, insieme all'intero centro commerciale, ha chiuso entro la fine del 2007.

2000: JCPenney definisce il suo cliente come "giovane nell'atteggiamento anche se leggermente più vecchio di età".

2002: Penney festeggia il suo centesimo anno. L'azienda gestisce 1.075 negozi in tutti i 50 stati, oltre a Porto Rico e Messico. JCPenney impiega 267.000 dipendenti. Le vendite annuali raggiungono i 14,8 miliardi di dollari. Il sito jcpenney.com diventa il più grande rivenditore online di abbigliamento e arredamento per la casa.

2004: La società vende la sua divisione Eckerd Drug e ritira 1,7 miliardi di dollari di debiti a lungo termine. JCPenney si concentra sulle vendite su Internet come la sua migliore fonte per la crescita futura.

2006: JCPenney sviluppa una partnership con Sephora per aprire boutique di cosmetici complete all'interno dei suoi grandi magazzini.

2009: Dopo 46 anni, Penney's interrompe il suo popolare catalogo, insieme alla sua vasta rete di negozi outlet. Il 31 luglio, JCPenney apre un negozio a Manhattan situato nell'ex edificio Gimbels sulla 33rd Street. Il tanto celebrato negozio è progettato per competere in termini di reputazione con l'ammiraglia di Macy's Herald Square. L'azienda procede con un nuovo format di negozio “fuori centro commerciale” per future espansioni.

NEW YORK, NY, STATI UNITI - 2018/07/08: JCPenney's Manhattan store, nell'ex Gimbels . [+] flagship, aperto nel 2009. (Foto di Michael Brochstein/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

2012: JCPenney cambia radicalmente la sua struttura. Il CEO Ron Johnson, che ha iniziato il suo mandato nel novembre 2011, cerca di sviluppare "il negozio preferito d'America creando un'esperienza di grandi magazzini specializzati". La leadership esecutiva comprende i rischi ma va avanti con il piano. Nel febbraio 2012, JCPenney, ribattezzato "JCP", istituisce una politica dei prezzi "Fair Square" che elimina le vendite e le promozioni. I negozi vengono riconfigurati in negozi separati. I marchi di negozi popolari vengono ridotti o eliminati. Le vendite calano del 24%. L'azienda ammette che le nuove politiche di vendita e gli "errati giudizi sulla merce" hanno portato a una decisione aziendale disastrosa. Macy's intenta una causa contro Penney's per aver ottenuto illegalmente un accordo di merchandising con il marchio Martha Stewart. JCPenney alla fine perde la battaglia legale. Il prezzo delle azioni della società diventa estremamente volatile e il suo rating creditizio viene gravemente declassato. Johnson viene rimosso dall'incarico di CEO nell'aprile 2013 e l'ex CEO Myron E. Ullman III viene reintegrato. Le precedenti politiche sui prezzi e le offerte di merce vengono lentamente ripristinate.

2016: JCPenney segnala 4,8 miliardi di dollari di debito a lungo termine ad alta leva finanziaria. Livelli elevati di scorte continuano a incidere sui profitti dell'azienda. JCPenney rientra nel grande business degli elettrodomestici.

2017: Per ripagare parte del suo debito, JCPenney vende il campus della sede centrale di Plano, in Texas, per 353 milioni di dollari. La società riprende in locazione il 65% dello spazio precedentemente utilizzato.

2019: Jill Soltau, nominata CEO nell'ottobre 2018, aiuta a sviluppare un nuovo concept store per JCPenney. Il negozio di Hurst, in Texas, vicino alla sede di Plano, è dotato di una sala fitness, aree giochi per bambini e altri servizi. L'azienda interrompe il suo reparto di grandi elettrodomestici dopo soli 3 anni. Le questioni finanziarie, incluso il debito massiccio, continuano a incombere nuvole scure sull'azienda.

2020: Il titolo JCPenney scende al di sotto di $ 1 per azione, mettendolo a rischio di essere cancellato dalla borsa di New York. L'azienda segnala un carico abile accumulato di $ 3,7 il 1 febbraio. Lo sviluppo di paure di COVID-19 crea ansia all'interno della sede aziendale, oltre agli acquirenti. JCPenney chiude ufficialmente tutti i negozi il 1 aprile e licenzia molti dei suoi dipendenti. All'inizio di maggio, Sephora minaccia di rescindere il contratto e ritirarsi dai negozi JCPenney.

15 maggio 2020: JCPenney archivia per la protezione fallimentare del capitolo 11. Con 846 negozi e 85.000 dipendenti, il grande magazzino pianifica centinaia di chiusure permanenti di negozi come mezzo per ridurre il debito ed evitare la liquidazione. Sebbene la società abbia lottato negli ultimi anni, JCPenney cita COVID-19 come una delle ragioni principali per la dichiarazione di fallimento di venerdì.

Questo post è stato aggiornato il 17 maggio 2020 al fine di riflettere le informazioni corrette pubblicate nelle intestazioni 1962-1963.


Ricerca

Opera varia dal 1820 al 1840

Nel 1821, in seguito alla scoperta dell'elettromagnetismo da parte di Hans Christian Oersted, Faraday scoprì le rotazioni elettromagnetiche, il principio alla base del motore elettrico. All'inizio degli anni 1820 liquefò anche i gas e nel 1825 scoprì quello che in seguito fu chiamato benzene.

Alla fine degli anni 1820 trascorse gran parte del suo tempo lavorando a un progetto per migliorare il vetro ottico per l'Ammiragliato, quindi fu solo nel 1831 che poté tornare alle sue ricerche sull'elettricità. La sua scoperta dell'induzione elettromagnetica nel 1831 diede inizio a un notevole decennio di lavoro. Tra l'altro riscrisse la teoria dell'elettrochimica (coniando molte parole ancora in uso oggi come elettrodo e ione) e stabilì le sue leggi dell'elettrolisi. Nel 1836 costruì la gabbia di Faraday, che dimostrò che le misurazioni della carica elettrica dipendevano dallo stato elettrico dell'osservatore. Questa osservazione ha portato Faraday a sviluppare la sua teoria secondo cui l'elettricità era il risultato di forze magnetiche variabili tra le particelle piuttosto che un fluido come precedentemente supposto.

Il 1840 e la teoria dei campi

Negli anni Quaranta dell'Ottocento Faraday si oppose a due importanti teorie della fisica del XIX secolo: che la materia fosse in definitiva divisibile in atomi chimici e che la luce viaggiasse attraverso una sostanza chiamata etere. La ricerca di spiegazioni alternative lo aiutò verso la scoperta dell'effetto magneto-ottico e del diamagnetismo nel 1845 e culminò nella creazione della teoria del campo dell'elettromagnetismo che, quando matematizzata da William Thomson (in seguito Lord Kelvin) e James Clark Maxwell, divenne (e rimane) uno dei capisaldi della fisica.


1989 Nike Air Jordan IV

Disponibile in una scelta di 4 colorazioni originali, questo modello è stato il primo ad essere lanciato sul mercato globale. L'inizio di una gigantesca, ben oliata macchina da soldi per Nike e Jordan.

Un'altra sneaker della collezione che ha tratto profitto dal product placement, apparendo nel popolare film di Spike Lee "Do The Right Thing" e consolidando il marchio nella cultura popolare.

Gli spettatori con gli occhi da falco del documentario "The Last Dance" avranno notato che His Airness sfoggiava queste scarpe da ginnastica mentre affondava il suo tiro vincente contro Utah Jazz anche in gara 5 dei playoff del 1989. Non sono stati fatti solo per avere un bell'aspetto, si scopre.


Storia della famiglia reale britannica

Elisabetta II ha regnato per 69 anni, 4 mesi e 10 giorni.

La regina Elisabetta II è diventata regina del Regno Unito e capo del Commonwealth il 6 febbraio 1952. È a capo della famiglia reale britannica, ha 4 figli, 8 nipoti e 11 pronipoti e ha 95 anni, 1 mese e 26 vecchi di giorni.

È la 32a pronipote del re Alfredo il Grande che fu il primo re effettivo d'Inghilterra 871-899. Vedi Albero genealogico reale.

Fu incoronata nell'Abbazia di Westminster il 2 giugno 1953, quasi diciotto mesi dopo essere succeduta a suo padre, il re Giorgio VI, morto il 6 febbraio 1952. Ad oggi ha regnato per 69 anni, 4 mesi e 10 giorni. Il 2 giugno 2013 è stato il 60° anniversario della sua incoronazione. She will have reigned for 70 years on 6th February 2022 and plans are being put in place to stage a series of events from 2-5 June 2022 to celebrate her 70th Platinum Jubilee.

On 21st December 2007 she became the oldest reigning British monarch having lived longer than Queen Victoria who died 22nd January 1901 aged 81 years, 7 months and 29 days. On 20th November 2020 Queen Elizabeth II celebrated her 73rd wedding anniversary. On 21st April 2020 she became 94 years old.

On 10th September 2015 Queen Elizabeth II became the longest reigning monarch in over 1,200 years of British History when the length of her reign surpassed her great-great-grandmother Queen Victoria who reigned for 63 years and 7 months from 20th June 1837 to 22nd January 1901. See British Kings & Queens by Length of Reign.

2017 was the 100th anniversary of the House of Windsor. It was founded by the Queen's grandfather King George V on 17th July 1917.

The Queen and her husband Prince Philip, Duke of Edinburgh, were married on 20th November 1947 at Westminster Abbey, and in 2020 celebrated their 73rd wedding anniversary. Prince Philip died at Windsor on 9th April 2021 just 2 months before his 100th birthday. He was the longest ever serving royal consort and oldest spouse of a reigning British monarch.

Their eldest son Prince Charles became 72 years old on 14th November 2020 and is the longest waiting and oldest ever heir to the throne. See British Kings & Queens by Age of Ascent.

On 29th April 2011 the Queen's grandson Prince William, who is 2nd in line to the throne, married Catherine (Kate) Middleton in Westminster Abbey. They are now the Duke and Duchess of Cambridge, and in Scotland the Earl and Countess of Strathearn. On 22nd July 2013 their first child Prince George was born. He is now 3rd in Line of Succession to the thone after his father, Prince William, and his grandfather Prince Charles. Their second child Princess Charlotte was born on 2nd May 2015 and is 4th in line. Their 3rd child, Prince Louis who is 5th in line, was born on 23rd April 2018.

The Queen's grandson Prince Henry (known as Harry), who is 6th in line to the throne, and Meghan Markle were married in St George's Chapel, Windsor Castle, on 19th May 2018. They are now the Duke and Duchess of Sussex, and in Scotland the Earl and Countess of Dumbarton. Their son Archie was born on 6th May 2019, and their daughter Lilibet on 4th June 2021. They have stepped down from their royal roles and now live in California.

The Queen's granddaughter Princess Eugenie married Jack Brooksbank in St George's Chapel on the 12th October 2018. Their first child August Philip was born on 9th February 2021. Her sister Princess Beatrice married Edoardo Mapelli Mozzi in the Royal Chapel of All Saints, Windsor, on 17th July 2020.

Elizabeth II is Queen of the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland, and Head of the Commonwealth of Nations. Great Britain was formed 310 years ago by the Act of Union between England and Scotland on 1st April 1707. More about Great Britain and the United Kingdom.

As well as the United Kingdom, she is Queen of Canada, Australia, New Zealand, Jamaica, Barbados, the Bahamas, Grenada, Papua New Guinea, the Solomon Islands, Tuvalu, Saint Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Antigua and Barbuda, Belize, and Saint Kitts and Nevis, where she is represented by Governors-General. The sixteen countries of which she is Queen are known as Commonwealth Realms, and their combined population is 150 million.

She is Head of the Commonwealth of Nations comprising 54 member states and over 20% of the Word's land in North America, South America, Europe, Africa, Asia and Oceania. The aims of the Commonwealth include the promotion of democracy, human rights, good governance, the rule of law, individual liberty, egalitarianism, free trade, multilateralism, and world peace. The 2.4 billion people in the member states account for almost a third of the world's population.

Her reign of over 69 years has seen 14 Prime Ministers of the United Kingdom, and numerous Prime Ministers in the Commonwealth Realms of which she is (or was) also Head of State between them she has had a total of over 170 Prime Ministers including 12 Canadian and 18 Australian Prime Ministers during her reign. There have been 14 US Presidents during her reign.


Gli anni '50

The 1950s are sometimes referred to as the Golden Age. Color TV was invented, the polio vaccine was discovered, Disneyland opened in California, and Elvis Presley gyrated his hips on "The Ed Sullivan Show." The Cold War continued as the space race between the United States and the Soviet Union began.

The 1950s also saw segregation ruled illegal in the U.S. and the beginning of the civil rights movement.


A Michael Jackson Timeline

Follow a chronology of the singer's life, highlighted by breathtaking commercial success, intense public scrutiny and odd lifestyle choices:

Aug. 29, 1958: Michael Joseph Jackson is born to Katherine and Joe Jackson in Gary, Ind. His older siblings are Rebbie, Jackie, Tito, Jermaine, LaToya and Marlon. Later, brother Randy and sister Janet join the family. Katherine Jackson raises her children as Jehovah's Witnesses.

1962: Michael, Marlon, Jackie, Tito and Jermaine combine to form a band. At first, their father does not approve, but later changes his mind and manages the band. Jackson sings lead vocal on most of the songs.

1968: Motown signs The Jackson 5.

1969: The song "I Want You Back" jumps to the number-one singles spot. "ABC (1970)," "The Love You Save" and "I'll Be There" follow suit.

1971-1972: Jackson goes solo, and his singles "Got to Be There," "Rockin' Robin" and "I Wanna Be Where You Are" storm the charts — as does "Ben," a ballad about a pet rat featured in the horror movie Ben.

1978: Jackson makes his film debut as the Scarecrow in il mago, an urban retelling of the classic film The Wizard Of Oz. Diana Ross co-stars as Dorothy. Jackson is said to wear his makeup long after production hours.

1979: Jackson records Off The Wall, his first album as a solo artist. The singles "Don't Stop 'Til You Get Enough" and "Rock With You" both shoot to number-one hits.

1980: Jackson nabs his first Grammy Award for Best R&B Male Vocal Performance.

1982-1983: Jackson releases the album Thriller, and it tops the charts for 37 weeks. Seven singles dash into the top 10, including "Billie Jean," "Beat It," "Thriller" and "Wanna Be Startin' Somethin'." The extended video sequence on "Thriller" has Jackson morph into a werewolf. Jackson unveils his signature dance move, the moonwalk.

1984: Questions arise about Jackson's changing appearance, and some wonder if the singer has had plastic surgery. He builds a home on 2,700 acres in Central California, complete with its own amusement park rides, and calls it Neverland.

1985: Jackson and Lionel Richie pen "We Are The World," with the proceeds from sales of the single slated for hunger relief in Africa. Ray Charles, Stevie Wonder, Cyndi Lauper and other prominent artists lend their voices to the song. It sells a record seven million copies.

1987: Cattivo, Jackson's third album, hits the shelves. He embarks on a world tour.

1988: Doubleday publishes Jackson's autobiography, Moonwalk.

1990: Thriller goes platinum for the 21st time and the Guinness Book of World Records certifies it as the best-selling album ever. To date, it has sold 65 million copies.

1992: Jackson tells Oprah Winfrey he has vitiligo, a skin disorder that destroys melanin and, in severe cases, can leave a victim devoid of skin color. He also reveals that his father emotionally abused him as a child.

1993: Jackson is accused in civil court of molesting an 11-year-old boy. Police descend on Neverland and subject Jackson to a full body search. "It was the most humiliating ordeal of my life," he says in a televised statement in December.

1994: Jackson settles the molestation case out of court. The boy is paid more than $15 million, to be held in trust until he is an adult. The parents of the boy receive $1.5 million each.

May 26, 1994: Jackson and Lisa-Marie Presley tie the knot. The marriage will last less than two years.

1995: Sony releases HIStory: Past, Present and Future Book I. Janet Jackson performs a duet with her older brother on "Scream."

1996: Jarvis Cocker of the British band Pulp accosts Jackson in mid-act at the BRIT Awards. Jackson was surrounded by children and a rabbi performing "Earth Song." Cocker claims Jackson had attempted to imitate Christ.

1997: Jackson marries Debbie Rowe, a nurse. Rowe gives birth to a son, Prince Michael. Jackson is inducted into the Rock and Roll Hall of Fame.

1998: Rowe bears a girl, Paris Michael Katherine.

1999: Jackson and Rowe split.

2000: "Billie Jean," "Rock With You," "I Want You Back" and "Beat It" make Rolling Stone magazine's list of the 100 greatest songs of all time.

2001: Sony releases Invincible, which is panned by critics and does not sell well. Jackson battles a $21-million civil suit by a German concert promoter who says the singer backed out of two concerts and pocketed an advance.

2002: Jackson lifts his newborn son, Prince Michael, over a hotel room terrace so fans can glimpse — and is roundly criticized for endangering his child. The identity of the child's mother is never revealed. Jackson says the child is the result of artificial insemination from a surrogate mother and his own sperm cells.

2003: Jackson is charged with seven counts of child sexual abuse and two counts of administering an intoxicating agent. All charges were made by the same boy, Gavin Arvizo, who was under 14 at the time of the alleged crime.

2005: Jackson is acquitted on all counts in the Arvizo case in the the People v. Jackson trial in Santa Maria, Calif.

2006: Financial troubles force closure on the main house on the Neverland Ranch. Jackson agrees to a Sony-backed refinancing deal. Jackson makes his first public appearance since the Arvizo trial to accept eight records from the Guinness World Records in London, including "Most Successful Entertainer of All Time." In late 2006, Jackson agrees to share joint custody of his first two children with ex-wife Debbie Rowe.

2007: Jackson and Sony buy Famous Music LLC from Viacom, which gives him rights to songs by Eminem, Shakira, Beck and others.

2008: Jackson issues Thriller 25, celebrating 25 years of the iconic album. The reissue hits number one in eight countries and reached number two in the U.S. Sony releases King of Pop, a fan-curated compilation.

June 25, 2009: Jackson dies in Los Angeles at 50 after going into cardiac arrest.


The History of Autism

Doctors have come a long way since 1908, when the word autism was first used. Here's a look at the history of autism spectrum disorder.

You might think of autism as a new problem because it has become so much more prevalent in recent years. But it&aposs actually been on the books for more than 70 years--and our thinking about the condition has changed dramatically during that time. Here are the key events in autism history.

1908: La parola autism is used to describe a subset of schizophrenic patients who were especially withdrawn and self-absorbed.

1943: American child psychiatrist Leo Kanner, M.D., publishes a paper describing 11 children who were highly intelligent but displayed "a powerful desire for aloneness" and "an obsessive insistence on persistent sameness." He later names their condition "early infantile autism."

1944: A German scientist named Hans Asperger describes a "milder" form of autism now known as Asperger&aposs Syndrome. The cases he reported were all boys who were highly intelligent but had trouble with social interactions and specific obsessive interests.

1967: Psychologist Bruno Bettelheim popularizes the theory that "refrigerator mothers," as he termed them, caused autism by not loving their children enough. (Spoiler alert: This is completely false.) "Post-World War II, there was a lot of psychoanalytic work done on autism where researchers looked solely at the impact of life experiences," explains Parents advisor Fred Volkmar, M.D., director of the Child Study Center at Yale University School of Medicine and editor-in-chief of the Journal of Autism & Developmental Disorders. "They didn&apost consider the role of biology or genetics, which we now understand to be the main cause." Autism is also classified under schizophrenia in the International Statistical Classification of Diseases and Related Health Problems, although scientists now know there is no link between the conditions.

1977: Research on twins finds that autism is largely caused by genetics and biological differences in brain development.

1980: "Infantile autism" is listed in the Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM) for the first time the condition is also officially separated from childhood schizophrenia.

1987: The DSM replaces "infantile autism" with a more expansive definition of "autism disorder," and includes a checklist of diagnostic criteria. UCLA psychologist Ivar Lovaas, Ph.D., publishes the first study showing how intensive behavior therapy can help children with autism--thus giving new hope to parents.

1988: Il film Rain Man is released. It stars Dustin Hoffman as an autistic savant who has a photographic memory and can calculate huge numbers in his head. "This was important for raising public awareness of the disorder," Dr. Volkmar notes, although not every kid on the autism spectrum has these kinds of skills.

1991: The federal government makes autism a special education category. Public schools begin identifying children on the spectrum and offering them special services.

1994: Asperger&aposs Syndrome is added to the DSM, expanding the autism spectrum to include milder cases in which individuals tend to be more highly functioning.

1998: A study published in la lancetta suggests that the measles-mumps-rubella (MMR) vaccine causes autism. This finding was quickly debunked.

2000: Vaccine manufacturers remove thimerosal (a mercury-based preservative) from all routinely given childhood vaccines due to public fears about its role in autism--even though, again, the vaccine-autism link has been debunked.

2009: The U.S. Centers for Disease Control and Prevention (CDC) estimates that 1 in 110 children have autism spectrum disorders, up from 1 in 150 in 2007, though the CDC notes that the increase stems at least in part from improved screening and diagnostic techniques.

2013: The DSM-5 folds all subcategories of the condition into one umbrella diagnosis of autism spectrum disorder (ASD). Asperger&aposs Syndrome is no longer considered a separate condition. ASD is defined by two categories: 1) Impaired social communication and/or interaction. 2) Restricted and/or repetitive behaviors.

Copyright © 2014 Meredith Corporation.

All content on this Web site, including medical opinion and any other health-related information, is for informational purposes only and should not be considered to be a specific diagnosis or treatment plan for any individual situation. Use of this site and the information contained herein does not create a doctor-patient relationship. Always seek the direct advice of your own doctor in connection with any questions or issues you may have regarding your own health or the health of others.


Guarda il video: welcome papa-SEEN 3 from armenian comedy movie (Potrebbe 2022).