Podcast di storia

WILLIAM SMITH, CSA - Storia

WILLIAM SMITH, CSA - Storia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

William Smith nacque nella contea di King George, in Virginia, il 6 settembre 1797. Gestendo un servizio di posta da Washington, DC a Milledgeville, in Georgia, fu soprannominato "Extra Billy" per i frequenti pagamenti extra che riceveva dall'ufficio postale Dipartimento. Nel 1836 divenne membro del Senato della Virginia, in carica per cinque mandati, quindi fu eletto alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, dove servì anche per cinque mandati. Smith fu anche eletto governatore per un mandato e prestò servizio dal 1846 al 1849. Sebbene avesse 63 anni quando scoppiò la guerra civile, fu nominato colonnello. Membro della Camera dei rappresentanti confederata nell'autunno del 1861, rimase attivo sia in politica che in campo militare fino al maggio del 1862. Smith guidò le truppe nella prima battaglia di Bull Run e Seven Pines, e fu ferito tre volte ad Antietam. Dopo aver impiegato diversi mesi per riprendersi, tornò in campo e fu promosso generale di brigata nel 1863. A Gettysburg, Smith mostrò coraggio ma mancanza di abilità tattiche. Fu rieletto governatore della Virginia e lasciò il campo nell'ultimo anno di guerra per assumere le sue funzioni esecutive. Promosso maggior generale il 12 agosto 1863, fu nominato governatore nel gennaio successivo. Quando la guerra civile finì, il governo federale mise a disposizione una ricompensa per Smith; ma una volta che si arrese, fu presto rilasciato sulla parola. Smith divenne un agricoltore e morì il 18 maggio 1887 nella sua tenuta vicino a Warrenton, in Virginia.


Recensione del libro: il generale confederato William "Extra Billy" Smith

Poche figure dell'era della guerra sono complesse e intriganti come William "Extra Billy" Smith. Una celebrità nazionale nell'America anteguerra, rimane relativamente sconosciuto in termini di borsa di studio complessiva. La biografia di Scott Mingus riempie una nicchia importante.

Smith è l'unico della Virginia di quell'epoca a servire nell'Assemblea generale dello stato, come governatore, nel Congresso degli Stati Uniti e come generale confederato. Famoso fin dalla prima infanzia per le spese "extra" che imponeva al governo federale per le sue corse di posta e diligenza, Smith era anche un politico consumato, a volte corteggiava i Whigs, a volte si definiva un democratico, in seguito un free-soiler, ma sempre fieramente indipendente e supponente. Smith non ha mai incontrato una campagna elettorale che non gli è piaciuta (anche se ne ha perse alcune, anche per il Senato degli Stati Uniti). Durante la guerra, Smith all'età di 65 anni nel 1863 era il più anziano generale ribelle sul campo. Dopo aver preso una decisione controversa a Gettysburg che ha distolto preziosa attenzione su un fantomatico movimento dell'Unione il 1 luglio, è tornato a casa per diventare governatore della Virginia in tempo di guerra, avendo già prestato servizio in tempo di pace.

Una revisione obiettiva mostra che Smith non era inefficace come leader degli uomini sul campo. Mingus racconta di Smith come generale nello stesso modo in cui lo dipinge come politico e uomo d'affari, esponendo ciò che dicevano i contemporanei e lasciando che i lettori decidano da soli. Ciò è particolarmente importante perché l'unico precedente trattamento di Smith in un libro è stato scritto da suo cognato, John W. Bell, che ha scritto Memorie del governatore William Smith della Virginia nel 1889 dopo la morte di Smith nel 1887. Il racconto di Bell porta tutti i segni di una biografia simpatica. L'occasionale affidamento di Mingus su di esso è comprensibile data la scarsità di altri lavori sull'argomento. Ma Mingus deve lavorare duramente per mantenere un'obiettività che molti degli autori che cita hanno apertamente evitato la barra della borsa di studio è necessariamente alta dopo il resoconto di Bell.

Il fascino travolgente del libro è la personalità di Smith, che permea ogni pagina. Questo è forse il trionfo finale del biografo, quando il soggetto mette in ombra il narratore e la storia assume una vita propria. È difficile sfuggire al fascino magnetico, alla vitalità e alla spettacolarità di Extra Billy, anche 126 anni dopo.

Pubblicato originariamente nel numero di gennaio 2014 di La guerra civile americana. Per iscriverti, clicca qui.


Contea di Halifax, Virginia

Lo Staunton River Battlefield State Park preserva la terra intorno al sito della battaglia di Staunton River Bridge, che ebbe luogo nel giugno 1864 quando due reggimenti federali del calvario cercarono di distruggere il ponte nel tentativo di recidere la Richmond and Danville Railroad. Un piccolo reggimento confederato e 600 abitanti del posto hanno reagito, respingendo infine i federali. Secondo "Civil War Sites in Virginia" di James "Bud" Robertson, "Ora sul sito si trova un moderno cavalletto di metallo, ma esistono resti di lavori di sterro lungo il bordo del fiume. Sul prato della Legion Hall, nel centro di South Boston, c'è la canna di uno dei cannoni confederati usati nello scontro".


CSA è stata creata nei turbolenti anni '60. Le numerose organizzazioni professionali che rappresentavano supervisori e amministratori formarono il Council of Supervisory Associations nel 1962 per lottare per i diritti di contrattazione collettiva con l'allora NYC Board of Education. CSA ha celebrato il suo 50° anniversario nel 2012 con una serie di eventi culminati in una cena/danza di gala al Waldorf-Astoria di New York.

Nel 1968 il CSA divenne un sindacato e cambiò nome in Consiglio dei Supervisori e degli Amministratori. Nel 1971, CSA ha ottenuto una carta dall'AFL-CIO per organizzare i supervisori scolastici a New York e a livello nazionale è diventato Local 1 del School Administrators and Supervisors Organizing Committee (SASOC). Nel 1976, SASOC tenne la sua prima convention a New York e divenne l'American Federation of School Administrators (AFSA). AFSA tiene la sua convenzione ogni tre anni. Nel 1976 è stata costituita anche la NYS Federation of School Administrators (NYSFSA).

Oggi CSA conta 6.100 membri in servizio. Sono presidi, assistenti presidi e amministratori dell'istruzione nelle 1.800 scuole pubbliche e uffici centrali di New York della città e 200 direttori e assistenti direttori nei centri di educazione della prima infanzia finanziati dalla città. Più di 10.000 pensionati e i loro coniugi hanno aderito al nostro CSA Retiree Chapter.

PER UNA CRONOLOGIA DELLA STORIA DEL CSA, FARE CLIC QUI.


File del reggimento confederato del Tennessee

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Howald'sBatteria

Howald, Just. A. Lettera di Just. A. Howard al signor Cartwright. 18 settembre 1862.

La batteria di Scott

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Pesce, Calvino. In memoria: Calvin Fish. 1922.

La batteria del bianco

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

La batteria di Wright

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Prima ordinanza sull'artiglieria pesante

Thompson, Ed J. Ordinance record per unità. Parte 1

Thompson, Ed J. Ordinance record per unità. Parte 2

Prima Cavalleria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Watkins, Drucilla Lyttle. Ricordi di Drucilla Lyttle Watkins.

Seconda Cavalleria

Bowers, John R. L. C. Vaughn W. T. Murray Charles Coffin e James P. Coffin. Azienda "F". Ns.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Deaderick, David Anderson. Registro degli eventi e dei fatti registrati annualmente. NS.

Quarta cavalleria di Hamilton

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.
Hamilton, Battaglione di Oliver P. Co. F. Oliver P. Hamilton. NS.

Chattanooga Daily Rebel. Confederato - Tenn - 4° Calvario - Oakley. 13 maggio 1863.

Walker, ovest. Lettere da West Walker a Nancy Walker, 1862.

Terza cavalleria
Davis, George C. I documenti della pensione di George C. Davis, le foto di George e di suo fratello Jim e la dichiarazione per la pensione di vedova.

Ottavo reggimento di cavalleria di Baxter-Smith (solitamente chiamato quarto reggimento di cavalleria TN)

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.
Claghorn, Wyatt. Governo Confederato. Registri militari di Wyatt Claghorn. 186?-1908.

Gailbreath, Joseph D. Lettere di Joseph D. Gailbreath. 9 gennaio 1863-12 gennaio 1863.

Gailbreath, R.J.C. Lettera a sua moglie. 1 dicembre 1862.

Gailbreath, R. J. C. Fotografia del capitano Robert James Campbell Gailbreath. NS.
Ryan, Virge Foster. Schizzo biografico di George Washington Foster, Ottavo Cavalleria del Tennessee, C.S.A.

Nono Cavalleria

Battle, Col. Joel A. Storia del ventesimo reggimento del Tennessee: schizzi biografici. Col. Joel A. Battaglia. Ns.
Battle, Robert I. Diario confederato di Robert I. Battle. 18 giugno 1864-4 gennaio 1865.
Ridley, Bromfield L. "Ritratti di conflitto: Tennessee" Militari di Bromfield e George C. Ridley.

Diciannovesimo Cavalleria

Graves, Thomas L. Muster Roll e certificato di disabilità per i soldati invalidi in pensione di Thomas L. Graves. luglio 1862.

Ventunesimo Cavalr

Jordan, D. L. I documenti militari e la fotografia del Dr. D. L. Jordan. 1864
Walter, John F. Twenty-First (Carter) Tennessee Cavalry. Dicembre 1978. Revisione marzo 1996.

Cavalleria di Murray

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Gailbreath, R.J.C. Lettera di R.J.C. Gailbreath datato 1 dicembre 1862.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Cavalleria del battaglione di Davis

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Cavalleria del battaglione di Douglass

Brown, Campbell H. editore. I ricordi del sergente Newton Cannon. 1963.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Battaglione di cavalleria di Holman

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

I tiratori scelti di Allin

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

I tiratori scelti di Maney

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Prima fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Dementi, Melinda. Foto: i veterani della guerra civile festeggiano. The Daily News Journal, Murfreesboro, TN, 14 marzo 1995.

Sala, Riccardo. Patriots in Disguise: donne guerriere della guerra civile. Ns.

Pittard, Mabel. I fucili Rutherford. Rutherford County Historical Society, pubblicazione n. 31, estate 1988.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Sea, Samuel. Un privato a Stone River. giugno-maggio 1885-86.

governo degli Stati Uniti. Giuramento di rinuncia e fedeltà di Robert Dickinson. 12 febbraio 1863.

Seconda Fanteria

Cimitero restaurato. Le notizie sulla guerra civile, vol. XVIV n. 1, gennaio/febbraio 1993, pagina 31.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Yeatman, William. La mia vita militare era esclusivamente con il secondo reggimento di fanteria confederato del Tennessee. Ns.

Terza Fanteria

Arnet, Larry. Il diario di Davenport. marzo 1966 - aprile 1966.

Quarta fanteria (McMurray's)

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. P.A. (McMurray) CSA. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Duncan, Zadock D. Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri militari di Zadock D. Duncan. P.A. (McMurray) CSA. 11902.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Quarta fanteria (di Strahl)

Chattanooga Daily Rebel. Un interessante incidente di guerra, Sgt. Oakley, 13 maggio 1863.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Duncan, Documento militare di Zadock D. e lettera di Zadock D. Duncan, 22 luglio 1902.

Owen, il dottor Urban Grammer. Lettere a Laura: le impressioni di un chirurgo confederato su quattro anni di guerra. Nashville: Uunstede Press, 1996.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Ward, Edoardo. Una lettera dell'ufficiale confederato Edward Ward nel Tennessee a sua sorella. 12 gennaio 1863

Quinta fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. The War of the Rebellion: A Compilation of the Official Record of the Union and Confederate Army, 1887.

Sesto Fanteria

Brown, Robert Fulton. Fotografia di Robert Fulton Brown.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.
Robin, John. Storia militare confederata di John Robinson della sesta fanteria del Tennessee.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Ottavo Fanteria

Bearden, Napoleon Monroe. Storia del ritorno della spada del capitano Bearden con immagini del capitano Bearden e della sua spada. Contiene anche informazioni dal diario di suo padre.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Epps, John Norris. Colloquio. 1922.

Bandiera. Immagine della bandiera dell'8a compagnia di fanteria.

Gailbreath, R.J.C. Lettere di R.J.C. Gailbreath alla sua famiglia. 20 maggio 1861-12 gennaio 1863.

Orda, Tommaso. Lettera di Thomas Hord al sig. Stratton sulla morte e la sepoltura del capitano R. J. C. Gailbreath. 12 gennaio 1863

Jones, Shirley Farris. Capitano William Scantland Sadler, CSA: The Bravest of the Brave. sconosciuto.

Murphy, A.J. Lettera scritta da AJ Murphy a sua madre. 4 gennaio 1863. Anche lettera scritta nel 1993 sulla lettera del 1863. 27 settembre 1993

Quarles, il capitano John Simpson. Memorie del capitano John S. Quarles. 8 gennaio 1915.

Sadler, William Scantland Capt. I conti della guerra civile del Capt. William S. Sadler.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri pensionistici di John G. Troop. 1901.

Souleles, Lee Ann. Capitano William Scantland Sadler. 2004.

Nono Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Stati Confederati d'America. Registri militari di R.C. Howell, nono fanteria del Tennessee (include la fotografia della lapide). 1862-1863

Jackson, Richard D. 9a fanteria del Tennessee alla battaglia di Stones River. 2009

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Undicesimo Fanteria

Cathey, editore e compilatore di Todd. Elenco dei morti, feriti e dispersi dell'undicesima fanteria del Tennessee nella battaglia di Murfreesboro il 31 dicembre 1862. 1999.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Coble, Jesse. Lettera di Jesse Coble ad Adam Coble, 26 agosto 1861. TN5-06, Corpus of American Civil War Letters, Tennessee State Library and Archives, Nashville, TN, 2008.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Gamble, Mary B. Confederate Pension Record per W. H. McCauley. 1934.

Sala, Riccardo. Patriots in Disguise: donne guerriere della guerra civile. NS.

McCauley, capitano. Gentilezza del generale Jeff. C. Davis. aprile 1902.

Piove, Briga. Gen. James Edward. Informazioni e ritratto del gen. James Edward Rains, N.D.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri militari di William C. Crunk. 1861-1863.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri pensionistici di E. T.Cavalcare. 1899.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Questionario compilato da W. I. White. 1922.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Trascrizione dattiloscritta di documenti militari di William Castleberry Crunk. 1861-1863.

Sconosciuto. Necrologio di E. T. Ridings. 14 aprile 1900.

Gamble, Mary B. Confederate Pension Record per W. H. McCauley. 1934.

Sconosciuto. Brevi informazioni biografiche su James Edward Rains e una fotografia. Sconosciuto.

Dodicesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Ford, Thomas R. Lettere di Thomas R. Ford. 28 dicembre 1920-6 gennaio 1921.

M'Dearman. Confederato - Tenn - 12° Fanteria - M'Dearman. 1901.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Tredicesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Radford, John. Confederato - Tenn - XIII Fanteria - John Radford.

Rogers, Libro del memorandum di William J. William J. Rogers. ns.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Sconosciuto. Cattura di quattro napoleoni federali, 31 dicembre 1862. ND.

Vaughn, A.J. Record personale del tredicesimo reggimento, fanteria del Tennessee. 1897.

Ovest, James Durham. Il tredicesimo reggimento del Tennessee - Stati Confederati d'America. NS.

Sedicesimo Fanteria

Boyd, Nellie P. Ascolta la frittura di cera: Memorie di James R. Thompson 1861-1865.

Brogden, John V. Annotated Roster, 16th Tennessee Infantry Regiment, C. S. A. "The First Mountain Regiment.". 1997. Parte 1.

Brogden, John V. Annotated Roster, 16th Tennessee Infantry Regiment, C. S. A. "The First Mountain Regiment.". 1997. Parte 2.

Chattanooga Daily Rebel. Confederato - Tenn - 16° Fanteria - Col. Savage. 7 febbraio 1863.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Clark, Carrol H. Il diario di guerra di mio nonno. 1963. Parte 1.

Clark, Carrol H. Il diario di guerra di mio nonno. 1963. Parte 2.

Cookeville, giornale del Tennessee. "B. L. Scarlett, 91 anni, l'ultimo soldato sopravvissuto del 16° reggimento confederato del Tennessee, morì il 20 gennaio (1935)." 1935.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Etter, George Henry. Fotografia del sergente George Henry Etter III con la storia familiare.

Etter, Risenar. Diario di Risenar Etter. 16 settembre 1861-27 dicembre 1864.

Fisher, Thomas H. Stones River Story innesca forti ricordi d'infanzia. 1 febbraio 1992.

Hooper, Thomas R. Diario del privato Thomas R. Hooper, Co. A, XVI Tennessee. 13 maggio 1962 - 28 dicembre 1862.

Savage, John H. La vita di John H. Savage, cittadino, soldato, avvocato, membro del Congresso. 1903. Parte 1.

Savage, John H. La vita di John H. Savage, cittadino, soldato, avvocato, membro del Congresso. 1903. Parte 2.

Savage, John H. La vita di John H. Savage, cittadino, soldato, avvocato, membro del Congresso. 1903. Parte 3.

Thompson, Larry G. ed. 16° Reggimento Fanteria Tennessee, CSA.

Sconosciuto. Taccuino di Oliver P. Tucker. 1977.

Womack, James J. Diario del capitano James J. Womack. 16 maggio 1861-31 dicembre 1863. Parte 1.

Womack, James J. Diario del capitano James J. Womack. 16 maggio 1861-31 dicembre 1863. Parte 2.

Sconosciuto. Immagine dei veterani della 16a fanteria del Tennessee al Seven Spring Summer Resort.

Diciassettesimo Fanteria

Chattanooga Daily Rebel. 27 gennaio 1862.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Hasty, William M. Foto di W. M. Hasty e famiglia. NS.

Storia e roster della diciassettesima fanteria del Tennessee, compagnia B, uomini della contea di Bedford, TN, 2004.

Kimsey, Henry M. Sintesi del servizio, dichiarazione medica e nota di H.M. Kimsey, 1905.

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865.

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865. Parte 2

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865. Parte 3

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865. Parte 4

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865. Parte 5

McDonald, G. W. Roster e autografi dalla prigione di Rock Island raccolti dal capitano G.W. McDonald, 1863-1865. Parte 6

Phillips, Judy Henley. Fotografie di William Matthew Hasty e Storia della 17th Tennessee Infantry Co. B. 17/01/1997.

Roy, W.J. Poesia di W.J. Roy. NS.

Roy, W.J. Poesia di W.J. Roy. NS. Parte 2

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Suggerimenti, Dudley. Registri pensionistici di Dudley Tipps, 1904.

Diciottesimo Fanteria

Maggiordomo, William Ruben. Biografia di William Butler. 1834-1883.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Veterano confederato. n. 7, luglio 1926.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987

Lowe, George Kellin. Foto di George Lowe, ND.

McKay, W.M. Manoscritto di W.M. McKay. NS.

McKay, W.M. Lettera di W.M. McKay, ND.

McKay, William L. Caporale. Racconto di Corp. William L. McKay della battaglia del fiume Stones. 2 gennaio 1863

Ravan, Fannie Maud. Lettera di Fannie M. Ravan, 21 settembre 1970.

Woodfin, T.S. Registri militari di T.S. Pinna di legno, 1862-1864.

Rodgers, Willaim D. Lettera di Willam D. Rodgers a suo padre e sua madre, 17 aprile 1863.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Pittsburg Hustler meridionale, 18 gennaio 1917.

Pittsburg meridionale Hustler, 7 giugno 1934.

Trimestrale storico del Tennessee. primavera 1981.

Hardaway, James. Immagine dei portacolori del 18° Fanteria. L - R Dr. Nat Gooch, Logue Nelson e William McKay. 1911

Diciannovesimo Fanteria

La Posta di Atene (TN). 16 gennaio 1863.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

governo confederato. Registri militari di Thomas L. Graves, 1861-1862.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Guinn, Barbara Swan. Storie di storia familiare: Swan Family of Cambell Station, ND.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri militari di Samuel Foster. 1862-1863.

Sconosciuto. 19th Tenn. A.P. Stewart's Brigade. Ns.

Guinn, Barabara Swan. Swan Famiglia della stazione Campbell.

Ventesimo Fanteria

Alderson, William T. editore. Il diario della guerra civile del capitano James Litton Cooper, dal 30 settembre 1861 al gennaio 1865. 1956.

Battaglia, Joel A. Storia militare del colonnello Joel A. Battle

Carter, Rosalia. Capitano Tod Carter - Esercito degli Stati Confederati: un ritratto biografico di una parola. 1978.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.
Davidson, Dallas. Fotografia di PFC. Dallas Davidson con lettere scritte da lui a sua madre e una da commilitoni sulla sua morte nel luglio 1861 a Camp Trousdale di morbillo. 28 luglio 1861

Hager, Henry. Fotografia di Henry Hager, Co. I, ventesimo fanteria del Tennessee, ND.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Ventitreesimo Fanteria
Barnwell, Robert W. Articolo dal veterano confederato, "The Singilar Battle of Murgreesboro". 1930

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili, 1964.
Luna. G.B. Unionville, TN. "Esperienza di un ragazzo nel vedere una battaglia".

Ridley, capitano di James Allison. Foto del capitano James Allison Ridley della 23a fanteria del Tennessee e del capitano Charles Oscar Thomas della 9a fanteria del Michigan, che combatterono nelle battaglie di Murfreesboro il 13 luglio 1862 (non nella battaglia di Stones River.
Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.
Stallings, elenco delle vittime di Daniel S. dall'agenda tascabile del primo tenente Daniel S. Stallings.

Wilson, Hershel Bell. Foto di Hershel Bell Wilson della 23a fanteria del Tennessee e di suo fratello, il capitano Samuel Barnett Wilson della 45a fanteria del Tennesse.

Wray, James H. Lettera di James H. Wray. NS.

Wray, James H. Lettera a sua madre, Eliza Wray. 1862.

Ventiquattresimo Fanteria

Anderson, Andrew J. Civil War Soldiers of Coffee County, una storia del servizio militare del caporale Andrew J. Anderson.
Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.
Gelo, Ray. Holton, fotografie di John R.
Oro, Giovanni Efraim. Le memorie di John Ephraim Gold scritte "For the Children".

Hogan, Henry Daniel. Il reverendo Henry Daniel Polk Hogan (1840-1930) e Clara (Dill) Hogan (1853-1906). Ns.
Sconosciuto. Ruolo di convocazione: Compagnia A, 24º Reg. Tenn., Esercito Confederato. NS.

Venticinquesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Ledbetter, Benjamin Laken C. Immagine di Corp. Benjamin Laken C. Ledbetter con il 25th Tennessee Infantry, Company H. Ferito a Stones River il 31 dicembre 1862 e morto il 10 gennaio 1863.

Ventiseiesimo Fanteria
Allen, Edwin Capt. Pagina dalla rivista "Confederate Veteran" che menziona il Capt. Allen e l'iscrizione su pezzi di artiglieria.
Posta di Atene. Articolo di giornale - The Hardshell 26th Tennessee Regiment. 27 febbraio 1863.

Bolton, J. P. Lettera di J. P. Bolton al colonnello H. M. McMahan. 14 agosto 1888.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Masters, Daniel A. Una tempesta tra i cedri: la brigata del colonnello John F. Miller nella battaglia del fiume Stones. 29 marzo 2005.

Paine, tenente H. Lettera del tenente H. Paine. 10 gennaio 1863.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Stato del Tennessee - Governo confederato. Documenti militari di Calton Coffey. Ns.

Waller, W. N. Un diario dei travagli di W. N. Waller nell'usura. Ns.

Ventisettesimo fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Ventottesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Mayberry, Robert. Lettera a Maria. 19 maggio 1863.

Trentesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Sanders, L. Jackson. Diario di L. Jackson Sanders, 30° Fanteria del Tennessee, Robertson County. 1 gennaio 1863 - .

Trentunesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Gay, A. T. Capt. Confederato - Tenn - 31° Fanteria - Gay. 14/03/1863.

Sconosciuto. Larry B. Ivy - Giorni nella Confederazione. settembre 1996.

Stato del Tennessee. Registro di servizio e fotografia: Henry Clay Bruce. intorno al 1905.

Nowlin, George. Lettera dall'ospedale di Murfreesboro, 4 gennaio 1863 e record militare con fotografia del sig. e della sig.ra George Nowlin.

Nowlin, conto di George W. Giornale della lettera donata dalla famiglia Nowlin, scritta da George W. Nowlin a UT Martin. 15 novembre 2015.

Trentaduesima fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Trentatreesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Scott, Col. Robert N. La guerra della ribellione: una raccolta dei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, 1887.

Blanton, Thomas. Elenco dei discendenti di Thomas Blanton con storia militare Parte 1

Blanton, Thomas. Elenco dei discendenti di Thomas Blanton con storia militare Parte 2

Trentaquattresimo Fanteria

Zadock, Duncan. Immagine del sig. e della sig.ra Zadock, lettera allo stato del Tennessee riguardante il suo stato di prigionia, i registri delle pensioni e il ruolo di appello.

Trentasettesimo Fanteria

Chattanooga Daily Rebel. Confederato - Tenn - 37th & 38th Fanteria - Vittime a Murfreesboro. 31/01/1863.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Garrett, Jill K. e l'irlandese H. McClain. Contea di Rutherford parziale, registri del cimitero del Tennessee. Ns.

Mitchell, James William Carroll. Confederato - Tenn. - 37a Fanteria - JWC Mitchell.

Spence, John C. Gli Annali della contea di Rutherford. 1991.

Pietra, nobile. Lettera di Noble Stone a suo padre, febbraio 1862. Febbraio 1862.

Trentottesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati, 1987.

Record ufficiale di guerra della 38a fanteria di ribellione. 1887 Parte 1

Record ufficiale di guerra della 38a fanteria di ribellione. 1887 Parte 2

Quarantunesimo Fanteria

Ruolo di convocazione per 41° Fanteria, Compagnia A, Capitano A.S. Boon.

Quarantaquattresimo fanteria

Boyd, Abraham B. La storia familiare di Abraham B. Boyd Co. K e Henry Jackson Boyd Co. C della 44a fanteria.

Parole Record per TD Elizer. 04/10/1865.

Henderson, Deborah Kelley. "È una buona terra" Una storia della stazione di Mansker - Goodlettsville Area.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Esercito degli Stati Confederati. Registri militari di Pvt. Joshua S. Lee. Parte 1

Esercito degli Stati Confederati. Registri militari di Pvt. Joshua S. Lee. Parte 2

Stato del Tennessee - Governo confederato. Registri militari di Andrew J. Call. 1862.

Record ufficiale di guerra della 38a fanteria di ribellione. 1887 Parte 1

Record ufficiale di guerra della 38a fanteria di ribellione. 1887 Parte 2

Wiefering, Edna. "Le vedove confederate del Tennessee". Estratti delle domande di pensione delle vedove confederate.

Sconosciuto. Museo statale del Tennessee. Fotografia di Henry Clayton Ewin.

Luna, Richard Allen. I rulli di raccolta per Pvt, Richard Allen Moon. 1862

Quarantacinquesimo Fanteria

Legno,Alice Calmes Dorroh. Lettere del tenente colonnello Alexander J. Hall: 1861-1865

Crute, Joseph H. Unità dell'esercito degli Stati Confederati. Tennessee - 45a fanteria. 1987

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Record ufficiale di guerra della ribellione 45a fanteria. 1887

Biblioteca e archivi di stato del Tennessee. Clark, William G. Lettere di William Clark a Emily Clark ea suo fratello James A. Clark. Lettera di Moses Woodfin a Emily Clark. 1861-1864.

Quarantasettesimo Fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Cruta, Joseph H. Unità dell'Esercito degli Stati Confederati. Tennessee - 47a fanteria. 1987

Dipartimento della Guerra degli Stati Uniti. Record ufficiale di guerra della ribellione. 47a fanteria del Tennessee. 1887

Sconosciuto. Capt. W. H. Todd richiesta di pensione in Texas corte.

Cinquantunesimo Fanteria

Busenbark, Scott R. 1403 E. Main Crawfordsville, IN 47933. Confederato - Tenn - 51° Fanteria - Lee, record militari WD.

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Record ufficiale di guerra della 51a fanteria di ribellione. 1887 Parte 1

Record ufficiale di guerra della 51a fanteria di ribellione. 1887 Parte 2

Crute, Joseph H. Unità dell'esercito degli Stati Confederati. Tennessee - 51a fanteria. 1987

Università del Tennessee, Biblioteca Hoskins. Corpus di lettere della guerra civile americana, Joseph Freeman.

Cinquantacinquesimo fanteria

Barnes, Jim. Autobiografia di un ex soldato confederato. Ns.

Ottantaquattresimo fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

King, Joey B. Edmund Stamps, Sr. vs. Gli Stati Confederati d'America. 2007.

King, Joey B. Edmund Stamps, Sr. contro gli Stati Confederati d'America. 2007. Parte 2

Record ufficiale di guerra della ribellione 84a fanteria. 1887

Record ufficiale di guerra della ribellione 84a fanteria. 1887 Parte 2

Crute, Joseph H. Unità dell'esercito degli Stati Confederati. Tennessee - 84a fanteria. 1987

Centocinquantaquattresimo fanteria

Commissione per il centenario della guerra civile. Tennessee nella guerra civile: una storia militare di unità confederate e sindacali con elenchi di personale disponibili. 1964.

Crute, Joseph H. Unità dell'esercito degli Stati Confederati. Tennessee - 154a fanteria. 1987

Dyer, W. H. Diario di W.H. Dyer. 3 febbraio 1863-31 dicembre 1863.

Dyer, W. H. Diario di W. H. Dyer. 3 febbraio 1863-31 dicembre 1863. Parte 2

Dyer, W. H. Diario di W. H. Dyer. 3 febbraio 1863-31 dicembre 1863. Parte 3

Dyer, W. H. Diario di W. H. Dyer. 3 febbraio 1863-31 dicembre 1863. Parte 4

Dyer, W. H. Diario di W. H. Dyer. 3 febbraio 1863-31 dicembre 1863. Parte 5

Record ufficiale di guerra della ribellione 154a fanteria. 1887

Record ufficiale di guerra della ribellione 154a fanteria. 1887 Parte 2

Stato del Tennessee - Governo confederato. Documento militare di H. E. Degraffenreld. 1863.


Lo scout del CSA Dewitt Jobe è morto in modo orribile

La maggior parte degli scolari della contea di Rutherford è stata almeno esposta alla storia di Sam Davis, "il ragazzo eroe della Confederazione".

Davis era un membro degli Scout di Coleman, un'unità che lavorava dietro le linee dell'Unione raccogliendo e fornendo informazioni e interrompendo le operazioni dell'Unione nel Middle Tennessee.

Davis è stato arrestato e giustiziato dopo aver rifiutato di divulgare la fonte delle informazioni che portava. Le sue ultime parole risuonano ancora:

"Se avessi mille vite da vivere, le darei tutte, piuttosto che tradire un amico o il mio paese".

Meno glamour è la storia di un altro Coleman Scout, Dewitt Smith Jobe e dei suoi due cugini, Dee Smith e Thomas Benton Smith.

Questi cugini erano nativi della comunità di Mechanicsville situata tra l'ormai fiorente area commerciale di Sam Ridley Parkway e Almaville. Ciascuno si unì all'esercito del Tennessee. Dewitt S. Jobe era un esploratore.

Suo padre, Elihu C. Jobe, era un ebanista e agricoltore a Mechanicsville. Era noto anche per le sue bare. Dee Smith era con il 45esimo Tennessee. Thomas Benton Smith era un generale "ragazzo" del ventesimo Tennessee.

Ognuno ha avuto una tragica – orribile – fine per mano delle truppe federali.

DeWitt Smith Jobe si arruolò nel 1861 ed entrò a far parte della compagnia B del 20° reggimento del Tennessee comandato dal colonnello Joel Battle e da suo cugino Thomas B. Smith.

Fu ferito e catturato nella battaglia di Fishing Creek e combatté a Stones River. Jobe è stato scelto personalmente come scout nel periodo in cui il maggiore generale Braxton Bragg iniziò il suo ritiro dal Middle Tennessee alla Georgia.

Come esploratore, Jobe è sfuggito alla stasi della vita militare di routine, ma il suo nuovo ruolo con l'esercito del Tennessee era molto più pericoloso. Molti dei membri degli scout di Coleman furono fucilati, uccisi o imprigionati.

E ciascuno degli scout sapeva della fine di Sam Davis sulla forca dell'Unione vicino a Pulaski, nel Tenn.

Nell'agosto 1864, Jobe e il collega esploratore Tom Joplin erano molto dietro le linee dell'Unione e stavano effettuando ricognizioni vicino a College Grove, Triune e Nolensville.

Lunedì 29 agosto, Jobe si era nascosto in un campo di grano dopo aver fatto colazione a casa di una famiglia tra Triune e Nolensville. Aveva un messaggio importante nascosto sulla sua persona. Con le pattuglie yankee nell'area, il confederato si nascondeva durante il giorno e viaggiava di notte.

Sfortunatamente, fu notato da una pattuglia di 15 uomini del 115º reggimento dell'Ohio dell'esercito dell'Unione del Cumberland.

Vedendo che stava per essere catturato, Jobe strappò il biglietto e cominciò a masticarlo e ad ingoiarlo.

Irritata per il mancato incidente, la pattuglia dell'Unione ha prima minacciato Jobe e poi ha iniziato a torturarlo nel tentativo di convincere l'esploratore a divulgare il contenuto del dispaccio.

Le truppe dell'Ohio hanno prima impiccato Jobe a una briglia e poi lo hanno frustato con la pistola, facendogli perdere alcuni denti.

“Legato e disarmato, indifeso e sanguinante, Jobe non ha rivelato nulla. Avevano a che fare con un uomo in grigio che teneva il benessere della Confederazione al di sopra della sua vita", ha scritto Ed Huddleston in "The Civil War in Middle Tennessee".

“La tortura è continuata. Gli yankee stavano urlando adesso, urlando così forte che potevano essere uditi in una fattoria lontana.

“Hanno cavato gli occhi a Jobe. Forse fu allora che Jobe accumulò epiteti su di loro. Quanto coraggio ci è voluto per fare quello che hanno fatto allora? Hanno tagliato la lingua a Jobe", ha scritto Huddleston.

La pattuglia dell'Unione finì Jobe trascinandolo a morte dietro il suo stesso cavallo al galoppo.

L'evento non è menzionato nei registri ufficiali dell'Unione e degli eserciti confederati, ma è stato conservato nella storia orale della famiglia Jobe e in lettere e libri come "Battles and Sketches of the Army of Tennessee" di Bromfield Ridley.

L'ex storica della contea di Rutherford, Mabel Pittard, ha svolto il lavoro più esaustivo sugli scout di Coleman.

Un indicatore storico del Tennessee tra Nolensville e Triune commemora la morte di Jobe:

“DeWitt Smith Jobe, un membro degli scout di Coleman, CSA, fu catturato in un campo di grano a circa 1 1/2 miglia a ovest, il 29 agosto 1864, da una pattuglia della 115a cavalleria dell'Ohio. Ingoiando i suoi dispacci, fu mutilato e torturato per fargli rivelare il contenuto. Rifiutando, fu trascinato a morte dietro un cavallo al galoppo. È sepolto nel cimitero di famiglia sei miglia a nord-est

All'epoca, la notizia della sua tortura si diffuse rapidamente.

Ha spinto suo cugino, Dee Smith, a esigere la sua sanguinosa vendetta.

Smith era con il 45º Tennessee, comandato dal colonnello Anderson Searcy di Murfreesboro, quando seppe dell'omicidio di suo cugino.

Nelle parole del giorno, Smith lasciò il suo reggimento vicino a Chattanooga e tornò nel Middle Tennessee e issò la "bandiera nera". Non avrebbe dato tregua e giurava di uccidere qualsiasi Yankee che avesse incrociato il suo cammino.

Smith era un killer silenzioso che faceva il suo lavoro con un coltello da macellaio.

Si dice che abbia usato quel coltello per sgozzare 14 soldati dell'Unione mentre dormivano nelle loro tende vicino a Tullahoma.

La guerra personale di Dee Smith continuò per quasi due mesi durante i quali uccise fino a 50 yankee prima di essere catturato.

“Alla fine lo hanno circondato vicino a Nolensville, nel Tennessee, e gli hanno sparato. In seguito lo portarono a venti miglia da Nolensville a Murfreesboro", scrisse Ridley nel suo "Battles and Sketches".

“Sebbene provando un dolore atroce quando i medici gli hanno sondato le ferite, ha detto che sarebbe morto prima che i suoi nemici lo vedessero sussultare. Fortunatamente, morì prima di mezzogiorno del giorno successivo, momento in cui doveva essere impiccato”.

Non c'è alcuna indicazione che i soldati del 115 ° Ohio siano stati puniti per l'atrocità. La leggenda dice che il sergente responsabile della pattuglia dell'Unione "divenne un pazzo furioso".

E per coloro che credono in queste cose, c'era un po' di giustizia karmica inflitta ai soldati del 115esimo Ohio. Alcuni di loro furono catturati e mandati nell'orribile prigione ribelle di Andersonville, in Georgia.

Altri soldati dell'unità morirono nel disastro della Sultana il 27 aprile 1865. La Sultana, una nave fluviale a vapore, fu caricata con soldati dell'Unione diretti da Memphis al Cairo, Illinois. Appena a nord di Memphis, la barca fluviale esplose nella peggiore tragedia marittima nella storia degli Stati Uniti. Si stima che morirono circa 1.700, tra cui un certo numero di soldati del 115th Ohio.

Per quanto riguarda l'altro cugino di Dee Jobe, Thomas Benton Smith, ha preso parte ad alcuni dei combattimenti più sanguinosi della guerra civile come ufficiale con la 20a fanteria del Tennessee durante Shiloh, Stones River, Chickamauga, Atlanta, Franklin e Nashville.

A Shiloh, il reggimento subì il 50 percento di perdite e il colonnello Joel Battle fu fatto prigioniero. Smith è stato eletto per sostituirlo. È stato colpito al petto e al braccio sinistro a Stones River, dove suo fratello, John, è stato ucciso mentre portava i colori del reggimento.

Fu ferito di nuovo a Chickamauga, ea Missionary Ridge fu nominato comandante di brigata dopo che il colonnello Tyler fu ferito. Durante la campagna di Atlanta, fu promosso generale di brigata in tempo per la battaglia di Franklin, dalla quale uscì illeso.

Il 16 dicembre 1864, l'Armata del Tennessee formò una nuova linea con la brigata di Smith e il resto del ventesimo Tennessee che si estendeva da un frutteto di pesche a una prominenza in seguito chiamata Shy's Hill. A seguito di un pesante bombardamento di artiglieria, l'esercito dell'Unione attaccò e spazzò il campo.

Il colonnello William Shy è stato ucciso e Smith è stato catturato. Mentre veniva condotto nelle retrovie dalle truppe federali, Smith fu avvicinato dal colonnello William Linn McMillan del 95th Ohio.

Si diceva che McMillan, che era stato un giornalista di Columbus, Ohio, prima della guerra, fosse intossicato dagli spiriti o dall'intensità della battaglia. Cominciò a maledire Smith, che rispose: "Sono un prigioniero disarmato".

Quel McMillan infuriato che estrasse la sua sciabola e colpì Smith tre volte alla testa. La spada gli ha tagliato il cappello e gli ha aperto il cranio in modo che il cervello dell'ufficiale confederato fosse esposto.

Le truppe federali hanno trattenuto McMillan e hanno portato Smith da un chirurgo dell'Unione, che ha osservato:

“Bene, sei vicino alla fine delle tue battaglie, perché posso vedere il cervello trasudare attraverso il buco nel tuo cranio.

Smith è sopravvissuto all'attacco ed è stato trasferito in un campo di prigionia federale a Fort Warren, Mass.

Aveva solo 27 anni quando è stato rilasciato sulla parola alla fine della guerra.

Tornò al suo lavoro con la ferrovia e corse anche senza successo per il Congresso degli Stati Uniti.

Poi ondate di depressione iniziarono a travolgere Smith. I medici hanno attribuito gli attacchi alla sua ferita alla testa.

Nel 1886 fu ammesso al Tennessee State Asylum a Nashville. La struttura, in seguito nota come Central State Psychiatric Hospital, si trovava sul sito dell'attuale campus di Dell Computer.

Smith fece diversi tentativi per riprendere la vita fuori dal manicomio, ma sarebbe stata la sua casa per la maggior parte del resto della sua lunga vita.

Ha avuto modo di partecipare a riunioni e altri eventi sponsorizzati dal 20th Tennessee.

La rivista "Confederate Veteran" registrò una di quelle uscite nel 1910:

“A una recente riunione del 20th Tennessee Regiment a Nashville, Tennessee, nel bellissimo Centennial Park dove si tenne la Tennessee Centennial Exposition nel 1897, il generale Thomas Benton Smith, uno dei primi comandanti del reggimento, che è stato nel Tennessee Insane Asylum quasi fin dalla guerra da un taglio di sciabola sulla testa dopo essersi arreso nella battaglia di Nashville, era al comando per un'esercitazione e una breve parata. Il reggimento fu formato come una compagnia, e il maestro di esercitazione, sebbene ora alquanto venerabile, sebbene si dicesse fosse il più giovane generale di brigata della Confederazione, condusse gli uomini attraverso il manuale delle tattiche di Hardee come se fosse trascorso mezzo secolo. metà anno.

“Il generale Smith era calmo, pieno dell'animazione dei vecchi tempi come si poteva immaginare. Quando si trovavano a “Vestito giusto! Occhi a posto!” ha detto: “Lanciali a terra, non ne hai bisogno!” Una foto di quella scena e una ripetizione di tutto quello che ha detto sarebbe molto piacevole. Il generale Smith ha momenti di profonda depressione, ed è triste per la sua lunga “prigione”, ma è sempre felice alle riunioni confederate, ed è ancora un magnifico esemplare di virilità confederata.”

Smith morì il 21 maggio 1923. All'età di 85 anni, fu uno degli ultimi generali confederati sopravvissuti nonostante le ferite mentali che lo affliggevano da quasi 60 anni.


William T. Smith House

SOGNO ARCHITETTONICO RICCO DI STORIA! Maestosa casa federale del 1835 con squisita lavorazione del legno un tempo utilizzata come ospedale da campo della guerra civile. L'ambiente rurale di due acri smentisce la sua vicinanza a Fayetteville, al Research Triangle e all'aeroporto internazionale RDU nella quinta contea più popolata della Carolina del Nord.

Tour virtuale disponibile qui.

La William T. Smith House è una delle tre piantagioni della famiglia Smith che servirono tutte come ospedali da campo durante la battaglia di Averasboro del 1865. La sostanziale casa di oltre 4.000 piedi quadrati presenta numerosi elementi architettonici di alto stile. La squisita lavorazione del legno in tutto è il sogno di un amante dell'architettura. La casa richiede una completa ristrutturazione, ma si qualifica per i crediti d'imposta per la conservazione storica. L'eccellente posizione a pochi minuti dalla I-95 offre il meglio della vita rurale con i servizi della città nelle vicinanze. Il vicino accesso al Cape Fear River Trail offre eccezionali attività all'aperto legate all'acqua.






Camino che è crollato Prima del crollo del camino Prima del crollo del camino Prima del crollo del camino

Informazioni Architettoniche e Storiche

In una tasca rurale al confine della contea di Cumberland-Harnett, un tempo conosciuta come Smithville, rimangono ancora tre piantagioni della famiglia Smith: Oak Grove (1789) nel centro Libano (1824) a nord e la William T. Smith House (1835) al Sud. La battaglia di Averasboro si è svolta in questa comunità di Smithville, una posizione strategica per la sua posizione tra il fiume Cape Fear e il fiume Black. Tutte e tre le case furono usate come ospedali da campo durante la battaglia. Questa imponente casa fu costruita per William Turner Smith (1810-1855) e sua moglie Mary Campbell Smith (1814-1886) intorno al 1835, poco dopo il loro matrimonio.

Approfonditi studi archeologici hanno rivelato la ricca storia architettonica di questa elegante dimora. La planimetria mantiene la sua pianta federale di due stanze su due stanze e salotto. L'interno è una festa per i tuoi occhi con la sua squisita lavorazione del legno tra cui mensole del revival federale e greco, ampi pannelli di zoccolo con finta finitura in mogano sul cavallo, scala a rampa con ringhiera cinese Chippendale, porte a pannelli con hardware originale, modanature di porte e finestre audaci e antico costruito -negli armadi. Semplicemente non li costruiscono più così!

All'esterno, la casa a due piani, a struttura singola, con tetto in scandole di asfalto a timpano laterale è fiancheggiata da due grandi comignoli fiamminghi con mattoni a rombi. Il camino est è purtroppo crollato nel settembre 2018 a causa dell'uragano Florence, ma le foto potrebbero essere utilizzate per ricostruirlo. Un portico frontone a due piani domina la facciata anteriore ed è accentuato da una balaustra decorativa in covone di grano. Il suggestivo ingresso al primo piano è caratterizzato dall'insolita configurazione a due porte, ciascuna sormontata da un'ampia traversa a due luci. Un'ampia porta a lesena scanalata circonda l'ingresso. L'ingresso centrale al secondo piano è affiancato da luci di posizione e traversa. Lesene scanalate su entrambi i lati accentuano ulteriormente la baia del portico. Una sostanziale ala a due piani in stile revival greco con un portico laterale a due piani fu aggiunta sul retro appena prima della morte di Smith nel 1855.

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE NECESSARI

Sebbene conservi la sua forma storica e gran parte della sua eccellente prima lavorazione in legno, la William T. Smith House ha subito alcune modifiche tra cui l'installazione di finestre sostitutive (le finestre originali erano ante 9 su 9), un'aggiunta al bagno che copre il lato ovest camino finale e recinzione del portico dell'ala posteriore a due piani.

Sono stati eseguiti alcuni lavori strutturali tra cui il ripristino del raccordo e la costruzione di 22 ulteriori pilastri di fondazione. La casa richiede una riabilitazione completa, comprese alcune riparazioni delle fondamenta rimanenti, il restauro delle principali caratteristiche architettoniche e della forma, l'installazione di sistemi meccanici, bagni e una cucina e il restauro del portico anteriore. Situato appena all'interno del confine meridionale del distretto storico del campo di battaglia di Averasboro, si qualifica per i crediti d'imposta per la conservazione storica.

Informazioni sull'area

Situato nella contea di Cumberland, nella città di Averasboro, il paesaggio della città storica conserva il suo carattere rurale: vasti campi lasciano il posto a fitte foreste, burroni poco profondi e profondi e ruscelli tortuosi. Eppure, la sua vicinanza alla vicina Campbell University e alla città di Fayetteville offre numerosi servizi della città. A pochi minuti dalla I-95, è a un'ora di auto dall'area del Research Triangle e dall'aeroporto RDU.

Vicino al fiume Cape Fear, il vicino accesso al Cape Fear River Trail offre eccezionali attività all'aperto legate all'acqua. A poche miglia dalla William T. Smith House si trovano anche le altre due piantagioni della famiglia Smith restaurate (di proprietà privata), un museo e un cimitero della Guerra Civile e diversi monumenti. La leggenda narra che questa ex città portuale potrebbe essere diventata la capitale della Carolina del Nord, con il fallimento del provvedimento per un solo voto.


I fratelli di Joseph Smith

Joseph Smith Jr. nacque il 23 dicembre 1805 a Sharon, Vermont, da Joseph Smith Sr. (1771-1848) e Lucy Mack Smith (1775-1856). Aveva dieci fratelli, tra cui un fratello senza nome che morì alla nascita nel 1797, ed era il quinto più grande. Di quei fratelli, cinque dei suoi fratelli - Alvin, Hyrum, Samuel Harrison, William e Don Carlos - vissero fino all'età adulta. Dei sei figli di Smith, Joseph era il figlio di mezzo.

Nell'autunno del 1838, durante le persecuzioni del Missouri, il padre di Joseph si ammalò. Nonostante quella malattia, fece l'esodo forzato dal Missouri a Nauvoo, Illinois, nel 1839 e vi morì il 14 settembre 1840. Fu considerato un martire per la causa.

Joseph, come suo padre per il quale è stato chiamato, sarebbe anche morto come martire all'età di 38 anni quando fu assassinato nel carcere di Carthage a Carthage, nell'Illinois, da una folla inferocita il 27 giugno 1844. Ma cosa accadde ai suoi fratelli ?

Alvin Smith – Fedele sostenitore dell'opera di Joseph

Alvin Smith, il maggiore dei figli Smith, nacque l'11 febbraio 1798 a Tunbridge, nel Vermont. Quando la famiglia si trasferì nello stato di New York, fece l'offerta di lasciare la casa per trovare lavoro, dove sarebbe stato pagato un salario più alto per aiutare la famiglia a pagare i debiti e costruire una casa. Sua madre, Lucy Mack Smith avrebbe poi scritto:

Con l'operosità perseverante di mio figlio è stato in grado di tornare da noi dopo molto lavoro, sofferenza e fatica con la quantità di denaro necessaria per tutti tranne l'ultimo pagamento. In due anni dal momento in cui siamo entrati a Palmira, stranieri, privi di amici, casa o lavoro, siamo stati in grado di stabilirci sulla nostra terra in un'abitazione comoda, confortevole, anche se umile, costruita e ben arredata dalla nostra stessa industria (& #8220Storia di Joseph Smith di sua madre”).

Essendo un figlio leale e devoto, Alvin ha sempre voluto prendersi cura dei suoi genitori e aveva il desiderio di costruire loro una casa più grande e migliore in cui potessero godersi i loro ultimi anni di vita. Tuttavia, non visse per realizzare il suo sogno. A metà novembre 1823, alla giovane età di 25 anni, fidanzato e in attesa di un brillante futuro, si ammalò gravemente. Il suo medico gli diede una forte dose di calomelano che si conficcò nel suo stomaco, e morì mercoledì 19 novembre 1823, a causa dell'avvelenamento da mercurio dal calomelano che gli era stato somministrato.

Mentre stava morendo, sua madre trascrisse le sue ultime parole al giovane fratello Joseph riguardo al lavoro che era stato chiamato a svolgere:

Fai tutto ciò che è in tuo potere per ottenere il record. Sii fedele nel ricevere istruzioni e nell'osservare ogni comandamento che ti viene dato... tuo fratello Alvin ora deve lasciarti, ma ricorda l'esempio che ti ha dato” (“Storia di Joseph Smith di sua madre”).

Il 21 gennaio 1836, in una visione data a Joseph Smith nel tempio di Kirtland, Ohio, vide suo fratello Alvin nel regno celeste. Da quella visione, a Joseph fu insegnata la dottrina della salvezza per i morti. La rivelazione moderna registra la visione e l'insegnamento dottrinale in Dottrina e Alleanze 137:

I cieli si aprirono su di noi e vidi il regno celeste di Dio e la sua gloria, se nel corpo o fuori non so dire. Ho visto la bellezza trascendente della porta attraverso la quale entreranno gli eredi di quel regno, che era come fiamme di fuoco che volteggiano anche il trono ardente di Dio, sul quale erano seduti il ​​Padre e il Figlio. Ho visto le belle strade di quel regno, che sembravano lastricate d'oro. Ho visto padre Adam e Abraham e mio padre e mia madre mio fratello Alvin, che da tempo dormiva e si meravigliava di come avesse ottenuto un'eredità in quel regno, vedendo che se ne era andato da questa vita prima che il Signore mettesse mano per radunare Israele una seconda volta, e non era stato battezzato per la remissione dei peccati. Così giunse a me la voce del Signore, che diceva: tutti coloro che sono morti senza conoscere questo vangelo, che l'avrebbero ricevuto se fosse stato loro permesso di indugiare, saranno anche eredi del celeste regno di Dio tutti coloro che moriranno d'ora in poi, senza saperlo, coloro che l'avrebbero ricevuto con tutto il cuore, saranno eredi di quel regno poiché io, il Signore, giudicherò tutti gli uomini secondo le loro opere, secondo il desiderio del loro cuore. E ho anche visto che tutti i bambini che muoiono prima di arrivare agli anni della responsabilità sono salvati nel regno celeste dei cieli.

Hyrum Smith – Al fianco di suo fratello nella vita e nella morte

Il secondo figlio maggiore, Hyrum Smith, nacque a Tunbridge, nel Vermont, il 9 febbraio 1800. Era un fratello vicino a Joseph quanto lo era stato Alvin. Il loro legame divenne ancora più stretto quando, da ragazzo, Joseph soffriva di un dolore lancinante a causa di un'infezione ascesso alla gamba. Per ore Hyrum si sedeva al capezzale di Joseph e gli teneva la gamba più stretta che poteva per aiutare ad alleviare il dolore.

Ha vissuto una vita di umile servizio e obbedienza, ed è stato ordinato Patriarca della Chiesa di Gesù Cristo dopo la morte di suo padre. Per tutta la sua vita, rimase un vero amico, confidente, consigliere e sostegno al fratello minore nel suo ruolo di Profeta della Restaurazione. Joseph disse di Hyrum:

Potevo pregare nel mio cuore che tutti i miei fratelli fossero come il mio amato fratello Hyrum, che possiede la mitezza di un agnello e l'integrità di un Giobbe, e in breve, la mitezza e l'umiltà di Cristo e lo amo con quell'amore che è più forte della morte, perché non ho mai avuto occasione di rimproverarlo, né lui me (Personal Writings of Joseph Smith, comp. ed ed. Dean C. Jessee, 2nd ed. rev. (Salt Lake City: Deseret Book, 2002) , 138.)

Mary Ann Stearns Winters ha ricordato:

Mi rallegro della mia conoscenza del profeta Joseph e anche di suo fratello Hyrum, perché l'uno non è completo senza l'altro - erano quasi sempre insieme e sono inseparabilmente legati nella mente - Joseph e Hyrum - nomi sempre cari ai fedeli ( Mary Ann Winters, “Joseph Smith, the Prophet”, Young Woman's Journal dicembre 1905, 557, citato in Jeffrey S. O'Driscoll, Hyrum Smith: A Life of Integrity (Salt Lake City: Deseret Book, 2003), 227).

I due fratelli erano inseparabili nell'opera del Signore. Hyrum disse di Joseph: "Prima c'erano dei profeti, ma Joseph ha lo spirito e il potere di tutti i profeti" (Joseph Smith, History of the Church of Jesus Christ of Latter-Day Saints, ed. BH Roberts, 2a ed. riv. (Salt Lake City: Deseret Book, 1957), 6:346). Quando Hyrum fu chiamato a servire come Patriarca della Chiesa, il Signore gli disse:

E da questo momento in poi lo nomino affinché possa essere un profeta, un veggente e un rivelatore per la mia chiesa, oltre che il mio servitore Joseph. Affinché il mio servitore Hyrum possa portare testimonianza delle cose che gli mostrerò, affinché il suo nome possa essere ricordato con onore di generazione in generazione, per sempre (Dottrina e Alleanze 124:94,96).

La rivelazione moderna ci dice anche che non solo Joseph e Hyrum erano inseparabili nella vita, ma erano inseparabili anche nella morte. Dottrina e Alleanze 135:3 recita:

Joseph Smith, il profeta e veggente del Signore, ha fatto di più, tranne Gesù, per la salvezza degli uomini in questo mondo, di qualsiasi altro uomo che vi abbia mai vissuto. Nel breve spazio di vent'anni, ha portato alla luce il Libro di Mormon, che ha tradotto per dono e potere di Dio, ed è stato il mezzo per pubblicarlo in due continenti, ha inviato la pienezza del vangelo eterno, che contenuto, ai quattro angoli della terra ha prodotto le rivelazioni e i comandamenti che compongono questo libro di Dottrina e Alleanze, e molti altri saggi documenti e istruzioni a beneficio dei figlioli degli uomini raccolti da molte migliaia di Santi degli Ultimi Giorni, fondò una grande città e lasciò una fama e un nome che non possono essere uccisi. Ha vissuto alla grande ed è morto alla grande agli occhi di Dio e del suo popolo e, come la maggior parte degli unti del Signore nei tempi antichi, ha suggellato la sua missione e le sue opere con il suo stesso sangue, e così anche suo fratello Hyrum. Nella vita non erano divisi, e nella morte non erano separati!

Don Carlos – Simile nella personalità a Joseph

Don Carlos, il fratello più giovane di Joseph Smith e simile a lui nella personalità, nacque a Norwich, Windsor, Vermont il 25 marzo 1816. Fu battezzato membro della Chiesa di Gesù Cristo il 9 giugno 1830 all'età di 14 anni. Ha portato una forte testimonianza e per tutta la vita è stato dirigente, missionario e redattore di periodici. Il 15 gennaio 1836 fu chiamato a servire come primo presidente del Quorum dei Sommi Sacerdoti (oggi è chiamato presidente di palo). Fu anche un membro della squadra di costruzione del Tempio di Kirtland e partecipò alla cerimonia di posa delle pietre angolari per quel tempio all'inizio del 1841.

Nel 1839 divenne il primo editore del giornale dei Santi degli Ultimi Giorni di Nauvoo, Illinois Tempi e stagioni. Come stampatore ed editore, fu coinvolto nella stampa dell'edizione del 1835 di Dottrina e Alleanze, diverse edizioni del Libro di Mormon, e fu anche editore ed editore per il periodico di breve durata. Diario degli Anziani’.

Don Carlos prestò anche servizio nel consiglio comunale di Nauvoo, nell'Illinois, e come generale di brigata della Legione. Il 7 agosto 1841, all'età di 25 anni, dopo aver lamentato un dolore al fianco, morì improvvisamente per cause incerte, a volte descritte come una forma di polmonite, a volte come consunzione rapida, a Nauvoo, Hancock, Illinois.

Nel gennaio di questo stesso anno morì la moglie di Samuel Smith e Robert B. Thompson, cognato di Hyrum e condirettore del Tempi e stagioni, morì per la stessa lamentela un mese dopo Don Carlos. Il settembre 1841 vide anche la morte del figlio più giovane di Joseph ed Emma, ​​anch'egli di nome Don Carlos, e la morte del figlio di Hyrum, di nome Hyrum.

Samuel Harrison Smith – Un testimone del Libro di Mormon

Samuel Harrison Smith nacque a Tunbridge, Vermont, il 13 marzo 1808. Si trasferì con la sua famiglia nella parte occidentale di New York intorno al 1820. Quando suo padre ha mancato il pagamento del mutuo sulla fattoria di famiglia alla periferia di Manchester Township, vicino a Palmyra, un quacchero locale di nome Lemuel Durfee ha acquistato la terra e ha permesso agli Smith di continuare a vivere lì in cambio del lavoro di Samuel a Durfee. negozio.

Samuele era uno dei membri originali della Chiesa di Gesù Cristo. Fu battezzato da Oliver Cowdery il 25 maggio 1829. Fu anche uno degli otto testimoni del Libro di Mormon e si unì alla loro testimonianza che "maneggiavamo [le tavole d'oro] con le nostre mani e vedevamo anche le incisioni su di esse" .

È considerato il primo missionario della Chiesa. Come missionario, distribuì copie del Libro di Mormon a chiunque ne avesse ricevuto uno, inclusi il fratello e il cognato di Brigham Young. Nel giugno 1832, lui e Orson Hyde divennero i primi missionari Santi degli Ultimi Giorni a predicare nel Connecticut. Predicarono anche a Boston nel giugno 1832 e, come risultato dei loro sforzi, furono stabiliti rami della Chiesa a Boston e New Rowley, nel Massachusetts. Nel luglio 1832 si recarono a Providence, nel Rhode Island, dove battezzarono due persone, ma a causa di minacce di violenza furono costretti a partire dopo soli dodici giorni. Nel settembre 1832 divennero i primi missionari a predicare nel Maine. Hanno anche battezzato persone a Spafford, New York, durante la loro missione del 1832.

Quando il primo Sommo Consiglio della Chiesa, all'epoca il principale organo giudiziario e legislativo della Chiesa, fu organizzato il 17 febbraio 1834, Samuele era uno dei dodici uomini scelti come membro. Nel 1835 fu nominato agente generale della ditta incaricata di pubblicare un innario dei Santi degli Ultimi Giorni e libri scolastici per bambini, lavorando a stretto contatto con Emma Smith e W. W. Phelps.

Secondo il 22 febbraio 2015 Notizie dal deserto articolo:

Il 27 giugno 1844, il giorno in cui Joseph e Hyrum Smith furono martirizzati, suonò una campana a morto anche per Samuel Smith. Viveva a parecchie miglia da Carthage, nel Missouri, ed era deciso a venire e vedere se poteva essere d'aiuto. Ma fu inseguito e fucilato, fuggendo solo a causa della sua resistenza e della sua superiore abilità nell'equitazione. Arrivò troppo tardi, ma prese il suo posto a guardia dei corpi dei suoi fratelli nel loro triste viaggio di ritorno a Nauvoo.

Tuttavia, non potendo nemmeno stare seduto a causa della debolezza, confidò a sua madre che "aveva sofferto 'una terribile angoscia nel mio fianco da quando ero inseguito dalla folla, e penso di aver ricevuto qualche ferita che sta per fare io malato.'” Morì un mese dopo [30 luglio 1844], veramente uno dei martiri della verità (“Joseph Smith's Brothers: Nauvoo e dopo,” di Richard B. Anderson, guardiamarina, settembre 1979).

William Smith – Il dissidente tra i ranghi

William Smith era l'ottavo figlio di Joseph Smith senior e Lucy Mack Smith. Nacque il 13 marzo 1811 a Royalton, nel Vermont. Fu battezzato da David Whitmer, uno dei tre testimoni del Libro di Mormon, il 9 giugno 1830, lo stesso giorno di suo fratello Don Carlos. Fu ordinato apostolo il 15 febbraio 1835 e divenne uno dei membri originari del Quorum dei Dodici Apostoli.

Al tempo del martirio di Joseph e Hyrum, William viveva in Oriente. A causa delle cattive condizioni di salute di sua moglie, tornò a Nauvoo, nell'Illinois, nel 1845. Il 24 maggio 1845 fu chiamato a servire come patriarca presiedente della Chiesa al posto di Hyrum. Poco dopo essere stato ordinato patriarca presiedente, Brigham Young pubblicò un chiarimento in un giornale della chiesa che affermava che William non era stato ordinato come patriarca della chiesa, ma piuttosto come patriarca della chiesa. William si offese per il chiarimento e la crescente tensione tra lui e Brigham aumentò. Smith fu patriarca della chiesa fino al 6 ottobre 1845, quando il suo nome e le sue posizioni furono letti alla Conferenza Generale. Il collega apostolo, Parley P. Pratt, ha espresso obiezioni basate sul carattere di William e sulle pratiche delinquenti. I partecipanti alla Conferenza Generale hanno votato all'unanimità contro William che fosse sostenuto sia come apostolo che come patriarca e fu disassociato dalla Chiesa. Ha risposto presentando una lunga dichiarazione al giornale anti-mormone the Segnale di Varsavia in cui paragonava Brigham Young a Ponzio Pilato e Nerone e accusava lui e altri membri dei Dodici di tenere segretamente più mogli spirituali”. A seguito della sua dichiarazione fu scomunicato dalla Chiesa il 19 ottobre 1845 per apostasia.

Come risultato della sua scomunica, non seguì Young e la maggior parte dei Santi degli Ultimi Giorni che si stabilirono nel Territorio dello Utah e istituirono la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, ma piuttosto seguì la guida di James J. Strang e fu coinvolto nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Strangite).

Nel 1847, William annunciò di essere il nuovo presidente della chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni e di avere il diritto alla leadership a causa della dottrina della successione lineare. Scomunicò Young e la dirigenza della Chiesa mormone e annunciò che i Santi degli Ultimi Giorni che non erano in apostasia seguendo Young si sarebbero radunati nella contea di Lee, nell'Illinois. Nel 1849 ottenne il sostegno di Lyman Wight, che guidò un piccolo gruppo di Santi degli Ultimi Giorni in Texas. Tuttavia, la sua chiesa non durò e nel giro di pochi anni si dissolse.

Il suo rapporto con Young rimase teso fino alla morte di Young nel 1877. Credeva che Young avesse fatto in modo che suo fratello maggiore Samuel fosse avvelenato nel 1844 per impedire la sua ascesa alla presidenza della chiesa. Tuttavia, nel 1860, scrisse una lettera a Young e dichiarò che desiderava unirsi ai Santi degli Ultimi Giorni nella Valle del Lago Salato. Tuttavia, poco dopo divenne un soldato nella guerra civile americana, e dopo la guerra non mostrò alcun interesse a trasferirsi nel territorio dello Utah.

Nel 1878, William divenne membro della Chiesa Riorganizzata di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Chiesa RLDS) che fu organizzata nel 1860 con suo nipote, Joseph Smith III, come suo leader. Morì il 13 novembre 1893 all'età di 82 anni a Osterdock, Iowa.

Una madre amorevole risponde alla morte dei figli

Sono rimasto desolato nella mia angoscia. Avevo cresciuto sei figli fino all'età adulta e di tutti loro ne era rimasto solo uno... quando entrai nella stanza e vidi i miei figli assassinati... , mio ​​Dio, perché hai abbandonato questa famiglia!" Una voce rispose: "Li ho presi per me, affinché possano riposare.

Mentre guardavo i loro volti sereni e sorridenti, mi sembrava quasi di sentirli dire: 'Madre, non piangere per noi, abbiamo vinto il mondo con l'amore, abbiamo portato loro il Vangelo, affinché le loro anime potessero essere salvate, ci hanno ucciso per la nostra testimonianza, e così ci ha posti al di là del loro potere, la loro ascesa è per un momento, il nostro è un trionfo eterno' (“Storia di Joseph Smith di Sua Madre”).

Risorse addizionali:

Informazioni su Keith L. Brown
Keith L. Brown è un convertito alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, essendo nato e cresciuto Battista. Stava studiando per diventare un ministro battista al momento della sua conversione alla fede mormone. È stato battezzato il 10 marzo 1998 a Reykjavik, in Islanda, mentre prestava servizio attivo nella Marina degli Stati Uniti a Keflavic, in Islanda. Attualmente serve come primo assistente del gruppo dei sommi sacerdoti per il rione di Annapolis, nel Maryland. È un veterano della Marina degli Stati Uniti in pensione da 30 anni.


WILLIAM SMITH, CSA - Storia

Sei un passo più vicino allo sblocco della nostra suite di strumenti completi e robusti.

Compila il modulo in modo che possiamo metterti in contatto con la persona giusta.

  • Miglior prodotto per la gestione del rischio di credito
  • Miglior fornitore di ricerca
  • Miglior fornitore di feed di dati a bassa latenza

Se la tua azienda ha un abbonamento in corso con S&P Global Market Intelligence, puoi registrarti come nuovo utente per accedere alle piattaforme coperte dalla tua licenza sulla piattaforma Market Intelligence o S&P Capital IQ.

Uno dei nostri rappresentanti ti contatterà presto per aiutarti a iniziare con la tua demo.

Grazie per il tuo interesse per S&P Global Market Intelligence! Abbiamo notato che ti sei identificato come studente. Grazie alle partnership esistenti con istituzioni accademiche di tutto il mondo, è probabile che tu abbia già accesso alle nostre risorse. Contatta i tuoi professori, la biblioteca o il personale amministrativo per ricevere i dati di accesso degli studenti.

Al momento non siamo in grado di offrire prove gratuite o dimostrazioni di prodotti direttamente agli studenti. Se scopri che le nostre soluzioni non sono a tua disposizione, ti incoraggiamo a sostenere nella tua università un'esperienza di apprendimento best-in-class che ti aiuterà molto tempo dopo aver completato la tua laurea. Ci scusiamo per eventuali disagi che ciò può causare.

Festeggiamo i 22 anni degli indici Dow Jones Sustainability TM

S&P Dow Jones Indices (S&P DJI) e SAM (ora parte di S&P Global) hanno creato insieme i Dow Jones Sustainability Indices (DJSI) nel 1999. Il DJSI World è stato il primo indice globale a monitorare la performance finanziaria delle principali società orientate alla sostenibilità in tutto il mondo, sulla base del Corporate Sustainability Assessment (CSA), un'analisi dei fattori ESG finanziariamente rilevanti. Nel corso degli anni, la partnership ha portato allo sviluppo di nuovi benchmark di sostenibilità per gli investitori, come gli indici nazionali e regionali, culminando con la creazione dell'S&P ESG Index Family che include l'S&P 500 ESG Index nel 2019.

Mentre un numero crescente di aziende ha scelto di partecipare al CSA, le revisioni annuali hanno permesso di affinare e semplificare le domande nel corso degli anni. Il risultato è che i temi di sostenibilità attualmente rilevanti sono combinati con l'introduzione sistematica di problemi di sostenibilità emergenti, continuando l'evoluzione del CSA.

L'universo delle società invitate a partecipare al CSA sarà ampliato da 3500 a 5000 società per coprire ulteriori indici S&P ESG al di fuori della famiglia DJSI. La trasparenza del CSA è aumentata per includere punteggi totali, dimensionali, di criteri e nuovi a livello di domanda. Il benchmarking e l'analisi a quel livello sono messi a disposizione delle aziende che partecipano al CSA nel portale CSA e nel mercato dei capitali tramite le piattaforme S&P Global Market Intelligence.

Il SAM CSA è ora emesso da S&P Global. Il CSA è diventato la base per numerosi indici S&P ESG negli ultimi due decenni, attirando miliardi di dollari in asset. L'acquisizione del CSA da parte di S&P Global include la transizione dei relativi team di rating ESG e benchmark ESG che operano da S&P Global Svizzera, filiale di Zurigo.

S&P Global Ratings incorpora il CSA nel suo servizio di valutazione ESG e S&P Global Market Intelligence fornisce punteggi S&P Global ESG nella piattaforma MI.

S&P DJI e RobecoSAM celebrano il 20° anniversario del DJSI e insieme suonano la campanella di apertura alla Borsa di New York all'inizio della Climate Week NYC a settembre 2019.

RobecoSAM dà il bentornato al marchio "SAM" per commercializzare servizi e prodotti delle unità aziendali all'interno di RobecoSAM, specializzata nella fornitura di dati ESG, rating e benchmarking.

S&P DJI lancia la sua serie di indici S&P ESG, basata sui suoi nuovi punteggi S&P DJI ESG (basati sui dati SAM ESG) lanciati contemporaneamente.

UBS AM e DWS Group lanciano i primi ETF per replicare l'indice S&P 500 ESG, come parte della nuova serie.

S&P DJI lancia anche l'indice di efficacia aziendale S&P/Drucker Institute.

I criteri CSA esistenti di "Sicurezza delle informazioni, sicurezza informatica e disponibilità del sistema" e "Protezione della privacy", sono ulteriormente migliorati in base alla necessità di maggiori controlli di gestione e informativa su questi temi di importanza per gli investitori. Il tema del “Living Wage” viene introdotto nel CSA come criterio futuro, sfidando le aziende su questo tema emergente.

L'EU Sustainable Finance HLEG pubblica la relazione finale che offre raccomandazioni per migliorare il contributo del sistema finanziario alla crescita sostenibile e inclusiva, compresa una tassonomia comune della sostenibilità a livello dell'UE.

Il numero di normative ESG implementate nel Regno Unito, in Canada e negli Stati Uniti cresce di oltre il 100% in tre anni.

La domanda "Aliquota fiscale effettiva" viene aggiunta al CSA progettato per colpire le società con aliquote fiscali innaturalmente basse e per integrare le domande sulla strategia fiscale e sulla rendicontazione fiscale. Il criterio della strategia per il clima viene aggiornato per essere ulteriormente allineato con le raccomandazioni della TCFD: le domande sottostanti sono state estese a più settori, a sostegno della crescente importanza di questo argomento.

S&P DJI lancia il suo nuovo S&P Global Carbon Efficient Index Series utilizzando i dati Trucost, in cui il Government Pension Investment Fund giapponese ha stanziato fino ad oggi 14,7 miliardi di dollari.

S&P DJI lancia anche l'indice S&P Carbon Price Risk Adjusted in collaborazione con Trucost.

La task force convocata dall'FSB per la divulgazione finanziaria relativa al clima (TCFD) svela le sue raccomandazioni per l'informativa agli investitori e alle imprese sui rischi legati al clima. La task force è composta da alcune delle più grandi istituzioni finanziarie.

Il più grande fondo pensione al mondo, GPIF con quasi 1,3 trilioni di dollari di asset, si impegna ad aumentare la quota dei suoi investimenti ESG al 10%. Questo annuncio scuote il mercato ESG asiatico, precedentemente assopito. Il numero di aziende giapponesi che partecipano al CSA aumenta del 18%.

Il criterio CSA "Diritti umani" viene aggiornato in linea con i Principi guida delle Nazioni Unite sul quadro di rendicontazione dei diritti umani e viene aggiornato il criterio "Influenza della politica".

S&P DJI è il primo fornitore di indici a pubblicare le caratteristiche ESG per tutti gli indici azionari quotati sul proprio sito web.

Lancio dell'indice DJSI MILA.

Solar Impulse, il primo aereo ad ala fissa mai pilotato alimentato interamente da energia solare, completa la sua circumnavigazione della Terra.

Documenti panamensi: la pubblicazione di 11,5 milioni di documenti riservati trapelati da uno studio legale panamense rivela come alcuni individui facoltosi abbiano utilizzato entità offshore per nascondere la loro ricchezza.

In collaborazione con RobecoSAM e CPPIB, S&P DJI lancia l'indice S&P Long-term Value Creation, utilizzando i dati CSA per identificare le aziende che si concentrano su una strategia a lungo termine.

S&P DJI lancia anche il JPX/S&P CAPEX & Human Capital Index, utilizzando i dati del CSA per identificare le società giapponesi che investono in modo proattivo nel capitale umano.

Al CSA viene aggiunto il nuovo criterio “Materialità”. Valuta come le aziende identificano le questioni economiche, ambientali e/o sociali che sono più importanti per la loro attività e se questi fattori sono collegati ai loro driver di business.

Suono della campanella di apertura del NASDAQ il 3 novembre 2016 con le aziende associate a DJSI.

Lancio dei database di Benchmarking e Leading Practices.

Il fondo pensione governativo norvegese da 890 miliardi di dollari, considerato il più grande fondo sovrano del mondo, si impegna a disinvestire dal carbone per contrastare il cambiamento climatico.

Vengono presentati gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), fornendo a paesi, investitori e aziende una nuova bussola per investimenti e azioni sostenibili.

Lo storico accordo di Parigi viene raggiunto alla COP 21 delle Nazioni Unite, con 185 stati impegnati a ridurre sostanzialmente i rischi e gli effetti del cambiamento climatico attraverso un accordo universale vincolante per ridurre le emissioni di carbonio.

Aggiornata la metodologia di punteggio per il criterio CSA “Eco-efficienza operativa”. Premia le aziende che hanno obiettivi ambientali annuali ambiziosi.

S&P DJI lancia una gamma di indici ESG tematici, tra cui l'S&P 500 Environmental & Socially Responsible Index, l'S&P 500 Catholic Values ​​Index, l'S&P Fossil Fuel Free Index Family e l'S&P ESG Pan-Europe Developed Sovereign Bond Index.

La rete PRI lancia il Montreal Carbon Pledge con l'obiettivo di convincere i maggiori investitori istituzionali a impegnarsi a misurare e divulgare la propria impronta di carbonio.

L'UE avvia un'indagine sulle strutture dell'imposta sulle società di varie società multinazionali.

Siccità in California e nel sud-est del Brasile. In Brasile, i bacini idrici di San Paolo raggiungono livelli record, mettendo a rischio l'approvvigionamento idrico di oltre 6 milioni di residenti.

I criteri "Strategia fiscale" e "Principi per un'assicurazione sostenibile" vengono aggiunti al CSA.

S&P DJI lancia l'indice S&P Green Bond e l'indice S&P Green Bond Select.

Disastro del Rana Plaza: crolla una fabbrica di abbigliamento in Bangladesh, uccidendo 1.134 lavoratori e mettendo sotto i riflettori la gestione della catena di approvvigionamento e le pratiche di lavoro nell'industria tessile.

A seguito dell'acquisizione da parte di Robeco nel 2006, SAM viene ribattezzata RobecoSAM.

Lancio del DJSI Mercati Emergenti.

Annuncio di collaborazione con CDP e allineamento del CSA con le domande di Climate Strategy di CDP.

Al CSA vengono aggiunti i criteri "Coinvolgimento degli stakeholder" e "Stabilità finanziaria e rischio sistemico".

Viene annunciata la Sustainable Stock Exchange Initiative, che invita le borse a promuovere una migliore divulgazione e performance ESG tra le società quotate.

Viene istituito il Sustainability Accounting Standards Board (SASB), con la missione di creare standard di divulgazione specifici del settore su argomenti ESG che facilitino la comunicazione tra aziende e investitori su informazioni finanziariamente rilevanti e utili per le decisioni.

Viene lanciato l'UNEP FI Principles for Sustainability Insurance – un quadro globale per il settore assicurativo per affrontare i rischi e le opportunità ambientali, sociali e di governance (ESG).

Nel CSA sono stati introdotti due nuovi indicatori di uguaglianza di genere: "ritenzione del talento femminile" e "pari retribuzione", che riflettono la convinzione di RobecoSAM che le aziende impegnate nell'uguaglianza di genere avranno un vantaggio competitivo.

Il criterio "Gestione della catena di approvvigionamento" viene migliorato per valutare la consapevolezza delle aziende dei rischi e delle opportunità di sostenibilità nelle loro catene di approvvigionamento immediate e se utilizzano criteri di sostenibilità per selezionare e monitorare i fornitori.

Fusione di indici S&P e indici Dow Jones.

Il disastro nucleare di Fukushima Daiichi a seguito di un terremoto al largo delle coste del Giappone e del successivo tsunami rinnova la resistenza dell'opinione pubblica all'uso dell'energia nucleare.

Introduzione di “nuovi” scoring per valutare le performance aziendali nel tempo nelle aree “Eco-Efficienza Operativa” e “Impronta Ambientale”.

Viene istituita la Global Initiative for Sustainability Ratings (GISR), con la missione di espandere e accelerare il contributo delle imprese e di altre organizzazioni in tutto il mondo allo sviluppo sostenibile attraverso la progettazione e la diffusione di un quadro di valutazione delle prestazioni di sostenibilità generalmente accettato.

Viene istituito l'International Integrated Reporting Council (IIRC), che comprende una coalizione globale di autorità di regolamentazione, investitori, aziende, standard setter, professionisti contabili, università e ONG. La coalizione promuove la comunicazione sulla creazione di valore nella rendicontazione aziendale.

Il picco mondiale dei prezzi alimentari, che porta a disordini sociali, è ritenuto un fattore che contribuisce alla diffusione dell'instabilità politica in Nord Africa e Medio Oriente.

Al CSA viene aggiunto il criterio “Rischi legati all'acqua”.

Lancio di SIMS3 come nuova piattaforma CSA che migliora la velocità e l'accessibilità dei dati.

Lancio dell'indice DJSI Europe.

Il DJSI Asia Pacific e il DJSI Korea vengono lanciati per riflettere il crescente interesse da parte di investitori e aziende in queste regioni.

S&P DJI lancia alcuni dei primi benchmark al mondo a basse emissioni di carbonio in collaborazione con Trucost, tra cui la serie S&P Carbon Efficient Index e l'indice S&P 500 Carbon Select.

2007-2008

La crisi finanziaria globale attanaglia l'economia mondiale, creando consapevolezza pubblica sulle insidie ​​del pensiero a breve termine e dei sistemi finanziari non regolamentati. La partecipazione al CSA aumenta di oltre il 23% tra il 2007 e il 2009. Gran parte di questa crescita proviene dal settore finanziario.

Al CSA vengono aggiunti i criteri di “Gestione dell'innovazione” e di “Protezione della privacy”.

Il Consiglio e il Parlamento dell'UE adottano il Pacchetto clima ed energia 2020, stabilendo obiettivi vincolanti per ridurre le emissioni di gas a effetto serra dell'UE al 20% rispetto ai livelli del 1990, ottenere il 20% del proprio fabbisogno energetico da fonti rinnovabili e ottenere un miglioramento del 20% dell'efficienza energetica entro il 2020.

S&P DJI lancia l'indice S&P Global Clean Energy e l'indice S&P Global Water.

I Principi delle Nazioni Unite per gli investimenti responsabili (UN PRI), che incoraggiano gli investitori a integrare le considerazioni ESG nelle decisioni di investimento, vengono lanciati alla Borsa di New York.

A seguito dell'acquisizione, SAM diventa membro di Robeco.

Il dipartimento ESG Benchmarking di SAM è stato creato per fornire alle aziende l'analisi delle loro prestazioni di sostenibilità e il benchmarking di sostenibilità basato sul questionario CSA.

Al CSA viene aggiunto il criterio “Strategia per i mercati emergenti”.

Lancio dell'indice DJSI Australia.

2004-2005

L'uragano Katrina atterra lungo la costa del Golfo degli Stati Uniti causando gravi danni.

Introduzione della "Media & Stakeholder Analysis" (MSA), un esame della copertura mediatica e delle informazioni sugli stakeholder disponibili al pubblico progettato per valutare la risposta di un'azienda alle questioni critiche di sostenibilità.

I criteri "Approvvigionamento di materie prime" e "Operazioni idriche" vengono aggiunti al CSA.

Lancio del DJSI North America Index.

Pubblicata la prima edizione del SAM Sustainability Yearbook.

Lancio dell'Iniziativa per la trasparenza delle industrie estrattive (EITI) che promuove uno standard globale per la gestione responsabile e trasparente delle risorse mondiali di petrolio, gas e minerali.

Al CSA vengono aggiunti i criteri di "Gestione del marchio" e "Remunerazione dei membri del consiglio di amministrazione".

2001-2002

La dichiarazione di fallimento di Enron e lo scandalo WorldCom portano a una nuova era di regolamenti e controlli sulla governance come il Sarbanes-Oxley Act. La Corporate Governance diventa un argomento ampiamente dibattuto e ancor più cruciale per gli investitori.

Vengono introdotti nel CSA criteri intersettoriali.

Viene istituito il Carbon Disclosure Project (oggi noto come CDP), che crea quello che diventerà il più grande database al mondo sulle informazioni sul clima aziendale per la comunità degli investitori.

Il questionario CSA viene migrato in un formato online.

Il primo Corporate Sustainability Assessment (CSA) viene inviato a 2.000 aziende. È cartaceo e tutti i materiali e le prove vengono restituiti come copie cartacee.

Dow Jones Indexes (ora S&P Dow Jones Indices) e SAM lanciano congiuntamente il primo benchmark globale di sostenibilità al mondo, il DJSI World.

Il primo DJSI World Index ha 228 componenti.

Contatto
Informazioni legali importanti:

Gli indici di sostenibilità Dow Jones sono un prodotto di S&P Dow Jones Indices LLC ("S&P DJI") e/o delle sue affiliate. S&P® è un marchio registrato di Standard & Poor's Financial Services LLC, Dow Jones® è un marchio registrato di Dow Jones Trademark Holdings LLC ("Dow Jones"). I marchi sono stati concessi in licenza a S&P DJI e alle sue affiliate.

L'inclusione di una società all'interno di un indice di sostenibilità Dow Jones non è una raccomandazione ad acquistare, vendere o detenere tale società, né è un consiglio di investimento. I prodotti di investimento basati sugli indici di sostenibilità Dow Jones non sono sponsorizzati, avallati, venduti o promossi da S&P DJI, Dow Jones o dalle loro affiliate.

Nessuna garanzia Questa pubblicazione è derivata da fonti ritenute accurate e affidabili, ma né la sua accuratezza né la sua completezza sono garantite. Il materiale e le informazioni in questa pubblicazione sono forniti "così come sono" e senza garanzie di alcun tipo, espresse o implicite. S&P DJI e le loro società collegate, affiliate e sussidiarie declinano tutte le garanzie, espresse o implicite, incluse, ma non limitate a, garanzie implicite di commerciabilità e idoneità per uno scopo particolare. Qualsiasi opinione e punto di vista in questa pubblicazione riflette l'attuale giudizio degli autori e può cambiare senza preavviso. È responsabilità di ciascun lettore valutare l'accuratezza, la completezza e l'utilità di qualsiasi opinione, consiglio, servizio o altra informazione fornita in questa pubblicazione.

Limitazione di responsabilità Tutte le informazioni contenute in questa pubblicazione sono distribuite con l'intesa che gli autori, editori e distributori non stanno fornendo consulenza legale, contabile o di altro tipo o opinioni professionali su fatti o questioni specifici e di conseguenza non si assumono alcuna responsabilità in relazione al suo utilizzo. In nessun caso S&P DJI e le loro società collegate, affiliate e sussidiarie saranno responsabili per eventuali danni diretti, indiretti, speciali, incidentali o consequenziali derivanti dall'uso di qualsiasi opinione o informazione contenuta espressamente o implicitamente in questa pubblicazione.

Diritto d'autore Salvo diversa indicazione, testo, immagini e layout di questa pubblicazione sono di proprietà esclusiva di S&P DJI e delle loro società collegate, affiliate e sussidiarie e non possono essere copiati o distribuiti, in tutto o in parte, senza l'espresso consenso scritto di S&P DJI.

Nessuna offerta Le informazioni e le opinioni contenute in questa pubblicazione non costituiscono né una sollecitazione, né una raccomandazione, né un'offerta di acquisto o vendita di strumenti di investimento o altri servizi, né di intraprendere qualsiasi altro tipo di transazione. Le informazioni descritte in questa pubblicazione non sono dirette a persone in alcuna giurisdizione in cui la fornitura di tali informazioni contrasterebbe con le leggi e i regolamenti locali.


Kentucky orientale e la guerra civile

La guerra ai civili: le contee di Breathitt, Letcher, Perry, Owsley, Leslie e Wolfe

giugno 1862:
Un giornale, il Lynchburg Virginiano, riferisce che un unionista di nome James Gilmore è stato ucciso nella contea di Wolfe da William e Andy Martin. Il figlio di Gilmore, William, è stato ferito. Altri uomini dell'Unione nella contea di Wolfe sono stati segnalati come linciati.

Fine agosto 1862:
Il colonnello Benjamin E. Caudill inizia il reclutamento per il 13° KY Cavalry [CS]. Il suo campo è vicino a Whitesburg, Letcher Co.
"Non sono stato a casa sin dal primo novembre Caudill è arrivato in quell'insediamento verso l'ultimo di agosto ed è stato lì l'ultima volta che ho sentito parlare di loro. Quello che abbiamo cresciuto lì è stato tutto distrutto, devo trasferire la mia famiglia da lì. "
[Lettera #1 di Hiram Hogg]

Mentre il capitano sud e tenente. E. C. Strong stavano reclutando, alcuni dei loro uomini erano andati a South Fork e avevano sparato a Bill Strong, allora un soldato appena uscito dall'esercito dell'Unione, dopo aver disertato ed essere tornato a casa. Questo lo ha infiammato, ed è andato a formare una compagnia di suoi uomini e ad uccidere quasi tutti i cittadini del sud che ha trovato.
[G. W. Nobile, pp. 23/24]

ottobre 1862:
Henry Maggard, cognato di Gilbert Creech [vedi 14 aprile 1863], viene ucciso da Talt Hall, una nuova recluta del 13° KY Cavalry [CS]. Henry Maggard aveva eretto una casa di tronchi tagliata a 2 piani in un fondo appena sopra la vecchia chiesa di Fork Fork, nella contea di Letcher. Passarono gli anni, Henry era troppo vecchio per servire ma sostenne la causa dell'Unione come la maggior parte della sua famiglia e molti vicini.Fare conoscere la propria scelta era pericoloso e parlare apertamente e difenderla era quasi sicuro di metterlo in estremo pericolo. Ma Henry ha parlato apertamente e spesso, nonostante gli avvertimenti di familiari e amici. Non passò molto tempo prima che una banda di bushwhacker scese a casa sua. Alcuni dicono che erano guidati da un Capitano Hawk. Henry fu catturato, portato giù dal fiume e lì fatto inginocchiare tra le margherite da un ceppo di sicomoro caduto, e beffardamente gli dissero di dire le sue ultime preghiere mentre si discuteva per stabilire chi avesse "l'onore" di liberare il paese da un altro "Union Man". Nel gruppo c'era un nuova recluta, un ragazzo di 16 anni di nome Talt Hall Gli uomini più anziani suggerirono che sarebbe stato un buon momento per permettere al ragazzo di uccidere il suo primo uomo. Henry è stato assassinato da Talt Hall. Fu gettato in una macchia di erbacce dove giaceva il suo corpo fino a quando gli avvoltoi non indicarono la posizione del suo corpo." Hall fu poi assolto dall'omicidio di Henry Maggard.
[Coming Down Cumberland, di V.N. Phillips]
Nota: Thomas Talton Hall si arruolò nella Co. D, 13th KY Cavalry [CS] il 4 ottobre 1862, a Whitesburg, Letcher Co. KY.

ottobre 1862:
George Washington Noble viene ucciso dagli uomini del capitano Bill Strong, 14th KY Cavalry [US], su Barge Branch, Breathitt Co.
. Non eravamo a casa molto tempo prima che un vecchio schiavo di nome Bailey venisse e ci dicesse che gli Yankees avevano teso un agguato alla casa di zio Washington, e quando è uscito gli avevano sparato attraverso il corpo, e avevano sparato al vecchio . Quello era James Noble, il suo padrone. Il vecchio aveva iniziato a vedere suo fratello, Washington, a cui avevano sparato. Il suo bambino era corso giù per il vecchio, e loro stavano cercando un modo per lui. Sapevano che sarebbe arrivato da quella parte. Erano in un punto all'imboccatura di una conca dove avrebbero deviato per andare al fiume e quando si è avvicinato a loro di fronte hanno cominciato a sparargli senza nemmeno dirgli una parola. Era un vecchio con la barba grigia. Si voltò, li guardò e disse: "Guardate i miei capelli grigi, non potete uccidermi, perché Dio è con me". Ha detto che il Signore gli ha mostrato che non potevano fargli male un capello. Ha detto che c'erano circa 15 persone tra la folla, si sono semplicemente messi in spalla le pistole e se ne sono andati, e lui non si è mai mosso fino a quando non sono spariti dalla vista. Verso le 12, Washington Noble morì.
[G. W. Nobile, pp. 22/23]
È stato ucciso da Kim McIntosh e Hen Kilburn.
[William Murphy]
Nota: George Washington Noble era il figlio di Nathan Noble e Virginia Neace.

Lezione Nobile uccisa. la notte precedente avevano preso la lezione nobile. un prigioniero. Lo portarono via, e suo genero era lì e li conosceva tutti. Era un uomo dell'Unione e gli chiesero del paese. È stato fuori con loro per un bel po', ha detto la famiglia. Dopo di che non abbiamo più saputo nulla di Lesson Noble. Richard Haddix, suo genero, ha detto che li conosceva tutti. Era il cap.William Strong con una compagnia di uomini che stava reclutando per l'esercito. Il torrente di John Little, a circa due miglia da casa sua. Lo avevano tenuto prigioniero su quel ramo fino al loro ritorno, e quando il capitano Strong andò dagli uomini e disse loro che avevano ucciso Washington [Noble], uccisero Lesson Noble, perché pensavano che se lo avessero lasciato libero sarebbe andato nell'esercito e lo avrebbero fatto combattere.
[G. W. Nobile, pp. 23/24/25]
Nota: Lesson Noble era il figlio di Nathan Noble e Virginia Neace.


14 ottobre 1862:
La casa del maggiore John C. Eversole, situata tra Krypton e Chavies nella Perry Co., subisce un'imboscata dal capitano Anderson Hays e dal capitano William Smith, entrambi 13th KY Cavalry [CS], con 100 uomini.
"I ribelli sono entrati a circa mezzo miglio dalla casa del maggiore Eversole e si sono fermati per inviare spie per vedere cosa stavano facendo. Le spie sono tornate e hanno riferito di aver visto i soldati che erano una cinquantina da quello che potevano apprendere. lì tutta la notte, tenendo picchetti fuori. La mattina dopo, all'alba, marciammo verso la casa, con l'obiettivo di circondarla, ma un uomo uscì dalla casa verso dove eravamo, e Shade Duff gli sparò, e lui tornarono di corsa in casa e gli Yankees iniziarono a spararci addosso dalla casa.I ribelli spararono attraverso le finestre e le porte e stavano caricando verso la casa, quando gli Yankees corsero fuori nei loro cassetti e attraversarono il fiume Kentucky e risalirono il collina nel bosco, e ha sparato indietro ai ribelli. Il capitano Hays con i suoi uomini ha caricato lungo la riva del fiume. Dick Duckam ha detto che ha sparato a un uomo e lo ha visto cadere. Dick in seguito abbandonò i ribelli e si unì agli Yankees, e così ha fatto Bill Deaton. Siamo tornati al punto di re ciascuna delle loro armi. Mentre ero lì ho visto un uomo che camminava per circa 300 metri lungo il fiume in un campo. Avevo un fucile Springfield. Alzai il mirino a 900 iarde e posai la mia pistola sopra la recinzione, e dissi: "Guardami mentre faccio scappare quell'uomo". Quando la pistola ha sparato, avresti dovuto vederlo correre. Allora non mi importava di ucciderlo, perché gli Yankees avevano sparato in testa a Ephrem Sizemore e il suo cervello si stava esaurendo. Era un cognato di Capt. Noble. L'abbiamo lasciato dove gli hanno sparato. Abbiamo sentito che ha vissuto fino al giorno successivo. Tutti i soldati sono tornati sani e salvi al campo tranne Efrem Sizemore. Non passò molto tempo prima che il capitano Hays e il capitano Smith lasciassero il paese per la contea di Letcher.
[G. W. Nobile, pp. 26-27]
Nota: Ephraim Sizemore, Pvt. Co. G, 13th KY Cavalry [CS] è sepolto nel cimitero vicino alla capanna Eversole.
[Sherry Baker Frazier]

Fine ottobre/inizio novembre 1862:
Membri del 13° KY Cavalry [CS] presso la fattoria di Elisha Breeding su Breeding Creek, Letcher [ora Knott] Co. Confiscarono la maggior parte delle scorte di cibo della famiglia, quindi portarono Elisha in un punto vicino al passo tra Knott e Letcher Contee, vicino a dove l'autostrada n. 15 attraversa la collina. Durante il tragitto Eliseo riuscì a gettare il suo taccuino nei pressi di un cancello, dove fu poi ritrovato. Poi è stato colpito alla schiena. Quindi alla famiglia fu permesso di trasportare il suo corpo su una slitta e lo seppellirono a Breedings Creek, vicino a casa sua.
L'identità dei membri di questa band era nota. Erano: S. Sexton, A. Amburgey, Steve Sexton, Willy Moore, Francis Amburgey, Willey Amburgey e Ben Caudill.
[Hiram Hogg, Carl Breeding, Marie Fetter]
http://freepages.genealogy.rootsweb.com/

1 novembre 1862:
Hiram Hogg è costretto dalle minacce degli uomini del colonnello Benjamin E. Caudill [CS] a lasciare la sua casa a Letcher Co. "Ho lasciato casa mi stavano minacciando e in quel momento hanno preso il vecchio Elisha Breeding e lo hanno cacciato e due gli hanno sparato in una volta.
[Lettera #1 di Hiram Hogg]

Briant Collins è andato e si è consegnato a loro lo hanno aggredito e gli hanno sparato"
[Lettera #1 di Hiram Hogg]
Nota: la possibile motivazione per l'omicidio del 49enne Briant Collins da parte degli uomini di Caudill potrebbe essere stato il fatto che due dei suoi figli, Jesse e Fielding Collins, erano membri della 14a cavalleria KY [USA]. D'altra parte, un terzo figlio, Carter Collins, era un membro della Co. H, 13th KY Cavalry [CS].


Gennaio 1863:
Perry, Breathitt, Letcher e Owsley. I ribelli sono ancora in possesso delle contee sopra citate, avendo scacciato le famiglie degli uomini dell'Unione nelle vicinanze, ma, con le armi appropriate e l'addestramento necessario, i robusti alpinisti del maggiore Eversole perderanno ben poco tempo nel riprendere le loro case e infliggendo punizioni ai vandali ribelli che li hanno temporaneamente espropriati. I ribelli in quella regione del paese sono quattro o cinquecento, al comando del famigerato Jack May e del capo dei ladri Benj. E. Caudelle.
[Diario quotidiano di Louisville, 29 gennaio 1863]

9 gennaio 1863:
Capitano Henderson Matthew Combs, Co. G, 13° KY Cav. [CS] sparato e ucciso su una chiatta da uomini della Compagnia K, 14th Kentucky Cavalry [USA] mentre era a casa in licenza [?], Clayhole, Breathitt Co. KY.
Darlene Gray
"Gli uomini del capitano Strong lo hanno ucciso [Combs MP]. Non gli hanno permesso di arrendersi, ma lo hanno ucciso a casa sua, e hanno fatto un miglio e hanno ucciso David Barnett, un uomo innocente."
[George W. Nobile, p. 78]
Nota: secondo Gordon Barnett, David è stato ucciso (motivo sconosciuto) lungo Troublesome, dove possedeva 50 acri.

22 gennaio 1863:
Joseph Bowman, 50 anni, viene ucciso dal tenente Smith e dai suoi uomini dell'esercito confederato a Rocky Gap, vicino a Bear Creek, Breathitt Co.
[http://www.acetipton.net/bowman.html]
Nota: "Lt. Smith" potrebbe essere stato Samuel B. Smith, Co. B o Lt. Isaac Smith, Co. I, entrambi 13th KY Cavalry [CS]. Potrebbe anche essere stato il capitano William Smith, 13th KY Cavalry [CS]

marzo 1863
Dopo che il maggiore [Eversole] tornò in guerra, la sua famiglia si spostò di due miglia lungo il fiume, e fu qui che una banda di guerriglieri predoni scese sulla moglie e sui figli indifesi. I predoni presero tutto il bestiame e i cavalli tranne una giumenta cieca e un giovenco di un anno che erano nascosti nei boschi, presero tutta la carne dall'affumicatoio, uccisero le oche e le gettarono nel fiume per galleggiare a valle, strapparono i letti di piume e lasciarono le piume volano via al vento di marzo.
[Etta J. Eversole, Questa vecchia casa]
Nota: questo è avvenuto a Perry Co., vicino a Krypton.


7 aprile 1863:
La compagnia di Andrew Jackson May della 10a cavalleria KY [CS] presso la casa di Abijah Gilbert nella contea di Owsley: "(May) ha preso tutti i cavalli e i muli che avevo, numerando tredici. Hanno preso i miei due figli maggiori, il ramo dal mio casa, e ha sparato loro la maggior parte delle loro munizioni: (William P.) Lacy ha poi caricato il mio figlio maggiore, con il suo moschetto in mano, maledicendolo - ha giurato che lo avrebbe impiccato. Mio figlio ha estratto la pistola, ha sparato a Lacy al braccio , e nella sua borraccia. Lacy alzò la mano, santificato, non farlo. Mio figlio sparò di nuovo, prese Lacy sotto l'orecchio, lo lasciò cadere morto da cavallo. I ragazzi poi si ruppero - le palle di moschetto li tagliarono tutt'intorno - corsi giù per una ripida scogliera. e sono fuggiti. I ribelli poi hanno dato fuoco alle mie case bruciando tutto ciò che avevo, lasciando mia moglie e i miei figli con nient'altro che i vestiti che avevano addosso. Mia moglie si è inginocchiata davanti a loro e ha offerto loro uno mille dollari in contanti, per non bruciare le nostre case, ma le hanno tenuto a bada con i loro moschetti alcune poche cose che lei è uscita le è stata portata via dai ribelli. L'equilibrio è andato tutto alle fiamme".
[Lettera di Gilbert, 13 aprile 1863, Louisville Daily Journal]
Nota: nell'aprile 1863, la compagnia di Andrew Jackson May del 10th KY Cavalry [CS] faceva parte del comando del generale Marshall.
"Sono stato eletto al Senato nel 1860 per riempire il mandato non scaduto di (vuoto). Ho votato contro la secessione del Kentucky e per questo la mia casa è stata bruciata durante la guerra. Poi mi sono trasferito a Clay's Ferry, nella contea di Fayette".
[Abijah Gilbert, Diario di John Jay Dickey, trascritto da Sherry Baker Frazier]

6 - 12 aprile 1863:
Edward "Ned" Begley viene impiccato a Nigh Way Point su Cutshin Creek, Leslie Co. da un uomo di nome Wells della Captain Bradshaw's Co., 2nd Battalion KY Mtd. Fucili [CS]. Edward stava facendo un lavoro di falegname per un vicino e aveva in mano il martello e la sega. I ribelli, agendo come se fossero uomini dell'Unione, tradirono Edward nel rivelare le sue simpatie. Ha osservato che la sua famiglia stava aspettando gli uomini dell'Unione e aveva cucinato per loro tutto il giorno. Immediatamente i ribelli si avventarono su Edward, togliendo le briglie di pelle grezza dai loro cavalli e appendendolo a un albero a zampa proprio accanto alla strada.
[Clarence B. Davis, Malvery Roberts Begley, Amanda Begley Carner, John e Maudie (navata) Roberts e B.G. Coomer in "Clay Co. Ancestral News 10-1999"]
Commento di Edward O. Guerrant, aiutante del generale Humphrey Marshall, sull'omicidio di Ned Begley. Guerrant ha osservato che Begley "è stato impiccato in modo molto crudele da un uomo di nome Wells negli uomini della compagnia di Bradshaw il cui ultimo atto è la conseguenza di quelli precedenti. Il vecchio Begley era un uomo dell'Unione, in connessione con le Guardie domestiche di Bushwacking che ci stanno insidiando ogni giorno e si è tradito ignaro con i nostri soldati".
[Diario di Edward O. Guerrant, vol. 4 (manoscritto)]
Nota: nell'aprile 1863, il 2° Battaglione KY Mtd. I fucili [CS] facevano parte del comando del generale Marshall.

9/10 aprile 1863:
Patrick Howard, Sgt., Co. K, 14th KY Cav [US, a casa in congedo per malattia,] "assassinato dal nemico comandato da Jack May, mentre era prigioniero".
[AGR]
Nota: nell'aprile 1863, la compagnia di Andrew Jackson May del 10th KY Cavalry [CS] faceva parte del comando del generale Marshall.

14 aprile 1863:
Gilbert Creech e suo fratello Elijah, così come circa altre 50 guardie nazionali dell'Unione, vengono catturati dagli uomini di Benjamin Caudill sotto il comando del maggiore Thomas J. Chenoweth, 13th KY Cavalry [CS] su Leatherwood Creek, Perry Co.
Furono tutti processati per vari crimini e rilasciati sulla parola, con un'eccezione: Gilbert Creech. Fu processato nel campo dei Confederati e fu provato che aveva ucciso un uomo e una donna vecchi e li aveva derubati. È stato riconosciuto colpevole anche di altri crimini. Il maggiore Chinaworth gli chiese se avesse picchiato i suoi uomini e Gilbert rispose: "Sì, e lo farò di nuovo". La risposta di Chinaworth è stata: "È dannatamente incerto". Gilbert è stato condannato a essere fucilato da un plotone d'esecuzione. Isaac Collins, Ben Smith e Dan Howard, il cui fratello era stato ucciso da Creech, erano tra gli uomini selezionati del plotone d'esecuzione. Franklin Allen si è offerto volontario. Prima che gli sparassero, agli uomini è stato detto di prendere la mira, e Creech si è dato una pacca sul petto e ha detto agli uomini che era pronto. Fu fucilato il 14 aprile 1863 a Brashear's Salt Works nella contea di Perry (ora conosciuta come Cornettsville, situata alla foce di Leatherwood nella contea di Perry sulla Highway 699, appena fuori dalla Route 7), nel lotto dove ora sorge l'abitazione di MC Cornett . È stato detto dai presenti che Creech è stato uno degli uomini più audaci e coraggiosi che abbia mai affrontato un plotone di esecuzione. Il suo corpo fu sepolto nel cimitero di P.H. Hall.

Nota: noto anche come "Scritch", Gilbert Creech, nato nel 1815, era figlio di John Creech, Sr. e Sarah Armstrong. Sposò Elizabeth Maggard, figlia del vecchio Sam Maggard, che viveva sopra Hindman, il 13 luglio 1843. Durante la guerra, Creech si unì a Clabe Jones.
Suo cognato Henry Maggard fu ucciso nell'ottobre 1862 da Talt Hall, un membro del 13° KY Cavalry [CS][vedi sopra]

4 giugno 1863:
Miles Spurlock ucciso dal 14° KY Cavalry [USA]. "Sono venuti da Samuel Spurlock e suo figlio, Miles, che era un ex soldato confederato nella compagnia del capitano Swango con me, hanno iniziato a correre e gli hanno sparato e lui è caduto.
[G.W. Nobile, pag. 32]

15 settembre 1863 - 5 ottobre 1863 :
Brittain Helton, iscritta come Pvt. in Co. F, 47th Infantry KY [US], viene colpito dai ribelli prima dell'adunata e lasciato a Irvine KY e da allora non si è più sentito parlare.
[AGR]

novembre 1863:
La casa del capitano Bill Strong viene saccheggiata.
[A riposo tra le spine]

20 gennaio 1864:
Il capitano Bill Smith, 14° Cavalleria KY [USA] si ferma a casa di Hiram Miller, un importante uomo della contea di Breathitt che viveva nella regione superiore della contea, e "rapidamente e senza cerimonie" lo ha ucciso.
[Herbert W. Spencer]

Jesse Spencer viene ucciso a colpi di arma da fuoco nella sua casa, attraverso il North Fork del fiume Kentucky in un luogo ora noto come Wolverine, Breathitt Co. dal capitano Bill Smith, 14th KY Cavalry [USA]. Quando il Capitano Bill e i suoi uomini arrivarono a cavallo alla casa degli Spencer, gridarono agli Spencer di uscire. Jesse ed Elizabeth vennero alla porta e gli Union Raiders perquisirono la loro casa in cerca di William. Poi dissero a Jesse che avrebbero ucciso l'"esploratore ribelle".
Elizabeth ha supplicato Strong ei suoi uomini per la vita di suo marito. Ha detto che era un uomo anziano e non era attivo con nessuna delle due parti in guerra. Strong ha insistito sul fatto che Jesse Spencer fosse un "ribelle ribelle", quindi è stato portato al cancello del recinto, si è alzato contro il recinto e ucciso a colpi di arma da fuoco in presenza di sua moglie.
Quindi hanno portato via la maggior parte del bestiame di Spencer, sono entrati in casa, hanno aperto i letti di piume con i loro coltelli e hanno versato brocche di melassa di "sorgo" nelle "zecche di piume". Prosciutti, cruschello e spalle furono presi dall'affumicatoio. Distrussero anche gli altri beni che non potevano portare con sé e portarono via uno degli schiavi di Jesse Spencer.
[Herbert W. Spencer]

Il capitano Bill Smith, 14° Cavalleria KY [USA], e i suoi uomini andarono a "Holly" nella sezione di Frozen Creek della contea di Breathitt. Qui hanno sparato a Nathan Day, ma è riuscito a fuggire nell'oscurità.
[Herbert W. Spencer]

Il capitano Bill Smith, 14th KY Cavalry [US] ha guidato fino a 1. Lt. Jeremiah Weldon South, Jr., Co. B, 5th KY Inf. [CS, Orphans], - La casa di Jerry "Old Jerry" South. Jerry, vedendo i predoni in lontananza, iniziò a correre nei boschi vicini, ma un membro della banda del Capitano Bill sparò a Jerry alla gamba sopra il ginocchio. Il colpo gli ha rotto una gamba ma South è riuscito a nascondersi dai predoni nell'oscurità. South è stato portato nel bosco da alcuni dei suoi amici e nascosto. Hanno anche informato sua moglie, Caroline South, e lei è andata da suo marito e lo ha curato per un parziale recupero.
[Herbert W. Spencer]

7 febbraio 1864:
1. Tenente Jeremiah Weldon South, Jr., Co. B, 5th KY Inf. [CS, Orphans], sparato e ucciso a Holly su Frozen Creek nella contea di Breathitt, Ky. dagli uomini del capitano Bill Strong, nella fattoria di John e Polly Hollon. Avevano preso Geremia nella loro casa per prendersi cura di lui. Durante la notte, le "Guardie domestiche" del Kentucky sono arrivate alla casa. Quando Polly è uscita con una lampada, le hanno sparato dalla mano e hanno chiesto se ci fossero soldati feriti in casa. Le guardie domestiche sono entrate e hanno ucciso Geremia, mentre i loro figli erano in casa. La casa degli Hollen si trovava a Holly Creek.
[Bill James, via Timothy J. Barron]
http://hometown.aol.com/BellwareD/allen.html

20 febbraio 1864:
Sanford Shackelford, un forte uomo dell'Unione, viene ucciso dai guerriglieri sulla soglia della sua casa a Upper Devil's Creek. (vedi anche giugno 1864)

14 aprile 1864:
I cittadini di Booneville [Owsley Co. KY], 40 forti, hanno frustato, al 14° istante, i guerriglieri di Fred Gray, 75. I cittadini segnalano nessun nemico nelle contee di Perry o Breathitt. Whitesburg, nella contea di Letcher, recentemente evacuata dalle forze ribelli.
[O. R., Ser. io, vol. 32, pt. 1, pag. 646]
. L'unico uomo ucciso è stato un guerrigliero sparato da Perry Bishop. Si dice che Perry abbia detto in seguito: "Conoscevo l'uomo a cui ho sparato. Era un mio amico, ma sapevo che dovevamo ucciderne alcuni o avrebbero ucciso alcuni di noi e avevo una perla troppo bella su di lui per lascialo andare."
Nota: Perry Bishop, b. 1834, sposò Vicey Baker.
[Quando impiccarono il violinista, di Jess Wilson, pp. 75/76]

2 maggio 1864:
Secondo quanto riferito, il maggiore John C. Eversole e suo fratello Joseph avevano lasciato il servizio in quel momento e tornarono a casa a Krypton, Perry Co. I ribelli non erano nemmeno convinti che gli Eversoles avessero effettivamente rinunciato alla lotta o avessero cercato una punizione per gli Yankees in precedenza azione. Un gruppo consistente del 13° Kentucky Cavalry [CS] di Caudill (allora sotto il comando del maggiore Thomas Chenowith) attaccò la casa di Eversole con grande forza quel giorno di primavera e riuscì a uccidere sia il maggiore Eversole che suo fratello Joseph. La casa di Eversole era crivellata di centinaia di fori di proiettile attraverso gli spessi tronchi di pioppo. Molti fori di proiettile rimangono evidenti oggi.
[Sherry Baker Frazier]
tenente Hawk era entrato con i suoi soldati e aveva ucciso il maggiore Eversole e suo fratello, Joseph Eversole. Avevano lasciato l'esercito e stavano a casa, e furono semplicemente abbattuti per rappresaglia per John Gambill e altri.
[G. W. Nobile, pp. 53/54]

giugno 1864:
James "River Jim" Allen, 13° Cavalleria KY [CS], viene ucciso nella sua fattoria a Wolfe Co. KY come rappresaglia per l'omicidio di Richard Sanford Shackleford nel febbraio 1864. "River Jim" stava portando del grano in un vicino mulino per digrignando quando fu riconosciuto da alcuni parenti di Shackleford come uno dei predoni. Jim è stato catturato e ucciso per vendetta. Quando sua moglie, Nancy, è andata a recuperare il suo corpo, non c'era più. Si pensa sia stato appesantito da rocce e gettato nel fiume o sepolto nei boschi vicini. In ogni caso, il suo corpo non è mai stato recuperato. Tre dei fratelli di Jim, John, Irwin ed Emery Allen incontrarono un destino simile quando furono attaccati da soldati dell'Unione alla foce del Drowning Creek a Estill Co., Kentucky nel 1865 mentre tornavano a casa alla fine della guerra.
[Daniel A. Bellware]
http://hometown.aol.com/BellwareD/allen.html

3 giugno 1864:
Il fratello del capitano Bill Strong, John C. Strong, 14th KY Cavalry [US], ucciso da un'imboscata mentre tornava a casa, vicino a Canoe, Breathitt Co. KY.
"Jack Combs aveva preso il comando della compagnia di cacciatori di cespugli di Alex [Alexander Noble, fratello di GW Noble catturato], e lui e Hiram Sizemore erano andati a North Fork per assalire il capitano Strong. Andarono in un buco nella montagna chiamato Hickory Gap e sono stati nascosti dietro gli alberi. Qualcuno che viveva nel quartiere aveva detto loro come il capitano Strong è passato attraverso quel varco. Suo fratello, il capitano Strong, è arrivato e gli hanno sparato e lo hanno ucciso. Era quasi come il capitano Strong, ma era un brav'uomo, e quando i soldati derubavano le case, il capitano Strong rimaneva fuori e non entrava. Si sono molto dispiaciuti dopo aver scoperto di aver ucciso l'uomo sbagliato".
[George W. Nobile, p. 54]

5 giugno 1864:
Il maggiore Chenoweth e i suoi uomini, 13th KY Cavalry [CS], incendiarono una casa su Troublesome Creek. "dove gli uomini di Chenoweth erano stati dopo un bushwacker."
[Diario di E. O. Guerrant, p. 974 (manoscritto)]

E.O.Guerrant passa per Main Quicksand e passa davanti al corpo di William Day," un bushwacker - "Basta" - orribile vista - un disertore di Chenoweth: scappa. Punizione sommaria. Una donna nana lo guardò."
[Diario di E. O. Guerrant, p. 974 (manoscritto)]

La brigata di cavalleria di Giltner si accampa vicino a Mr. Cope, "padre del capitano A.C. Cope 5th K'y. Mr. Cope, Sr. essendo un uomo dell'Unione, addolcì il nostro umore con una dozzina o due belle scorte di miele.
[Diario di E. O. Guerrant, pp. 974.975 (manoscritto)]

16 giugno 1864:
William Clark, prevosto maresciallo di Owsley Co., viene catturato da parte delle forze di John Hunt Morgan, sotto il comando del colonnello Giltner, 4th Kentucky Cavalry (CSA), durante la loro ritirata da Cynthiana alla Virginia sudoccidentale. Clark era stato sul Red Bird a reclutare i neri per il servizio militare quando è stato catturato. Fu tenuto prigioniero per un po' e poi fucilato. Clark era il padre del colonnello Andrew H. Clark, 47th KY Inf. [NOI]
[Biografia del colonnello Andrew H. Clark]
http://www.myoldkentuckyroots.com/AH_CLARKrow2col1.html

Entro il 5 agosto 1864:
Elias Jent, Pvt in Co. I of 13th Ky Cavalry [CS] impiccato in Perry Co. [ora Knott Co.] Secondo la leggenda di famiglia, Elias e sua moglie stavano andando da Hindman a Lott's Creek e si fermarono a casa di una signora Cornett e mentre erano lì alcuni soldati lo catturarono e portarono fuori lui e sua moglie. In pochi minuti gli altri sentirono risuonare degli spari e quando i soldati se ne furono andati trovarono lui e sua moglie impiccati a un albero. Furono sepolti vicino a Big Branch of Troublesome, Knott Co., sotto un vecchio melo.
[http://ftp.rootsweb.com/pub/usgenweb/ky/perry/court/j530-001.txt]

7 novembre 1864:
25 guerriglieri al comando del tenente Jerry W. South, Jr., attaccarono 20 della milizia di Stato sul Middle Fork del fiume Kentucky, nella contea di Breathitt. Dopo pesanti combattimenti, la milizia fu costretta a ritirarsi, avendo perso un uomo ucciso e sei feriti a morte.
Gli uomini del sud partirono quindi per la contea di Owsley, fecero un raid nella città di Proctor e svaligiarono i negozi di merci per un valore di 5000 dollari. I cittadini erano senza armi e incapaci di offrire una difesa. I predoni sembrano preoccuparsi più della buona carne di cavallo che di qualsiasi altra cosa, e gli animali migliori sono stati “confissati” da loro in ogni punto visitato.
Dalla contea di Owsley si trasferirono nella contea di Wolfe e attaccarono Compton, il capoluogo della contea. I cittadini avevano ottenuto informazioni sul loro approccio ed erano pronti a dare loro un'accoglienza calorosa. Ne seguì una piccola scaramuccia, in cui i fuorilegge furono rapidamente sconfitti.
Il capitano J. A. Stamper della milizia apprese dei movimenti del sud e, con dodici uomini a cavallo, si mise all'inseguimento della banda. A Devil's Creek nella contea di Wolfe, ebbe una leggera scaramuccia con loro e li costrinse a ritirarsi. Il capitano Stamper ha quindi fatto una perlustrazione in tutto il paese e si è trovato di fronte ai predoni a Holly Creek, nella contea di Breathitt. Ha caricato i fuorilegge e li ha spinti indietro in confusione. Il tenente South è stato fatto prigioniero.
[Philadelphia Inquirer, 18 novembre 1864 articolo ristampato dal Louisville Journal]

novembre 1864:
Dopo la cattura del tenente South, un disertore del campo di Caudill arrivò a Irvine, KY, e dichiarò che l'avanzata del comando del colonnello ribelle, cinquanta uomini, era arrivata nella contea di Breathitt, e la forza principale stava seguendo un breve distanza dietro. Non ci sono truppe federali in quella parte dello stato e la milizia potrebbe offrire solo una debole resistenza a un'avanzata così formidabile. Si presume che i ribelli siano entrati nello stato per ottenere cavalli e rifornimenti.
[Philadelphia Inquirer, 18 novembre 1864 articolo ristampato dal Louisville Journal]

Fine 1864:
Moses Cawood di Owsley Co. ucciso per ordine del colonnello Andrew H. Clark, 47th KY Inf. [NOI].
Lui o le truppe sotto il suo comando arrivarono alla piantagione di Cawood, situata sulla diramazione sud del fiume KY, a Fish Trap, sette miglia a nord di Booneville, KY, e lo giustiziarono, alcuni dicono che fu scortato attraverso il fiume dalla sua casa legata a un albero e sparato, e altri credono che sia stato impiccato, sono state raccontate entrambe le versioni. Alcuni hanno detto che è stato ucciso dai soldati dell'Unione, e alcuni hanno solo detto che era un gruppo di uomini.
[Winfred C. Tipton]

1865
Jehue Cody prestò servizio come privato in Co. L, 14th Kentucky Cavalry [US], durante la guerra civile, e dopo il suo congedo, o dopo essere tornato a casa in licenza, fu assassinato da una banda di predoni ribelli fuorilegge, a casa di suo fratello, Thomas, a Mace's Creek, Perry Co. nel 1865.
[http://www.combs-families.org/combs/jhc/jhc-081.htm]

2 gennaio 1865:
Il capitano Combs, il capitano Hays e il tenente. John L. Noble, un fratello di mio padre e che aveva vissuto negli Stati del Missouri e dell'Indiana, marciò verso Grapevine e Jefferson Sizemore. catturò Joel Duff e molti altri e sparò a Joel proprio nella casa di suo padre e lo lasciò morto. Risalirono il North Fork del fiume Kentucky e arrivarono a Big Creek, nella contea di Perry. Uccisero un uomo di nome Fugate [Martin Fugate, vedi 3 gennaio 1865] e tornarono.
[G. W. Nobile, p. 65]
Nota: il fratello di Joel Duff, Henry, era il marito della sorella del capitano Bill Strong, Mahala.
Capitano Combs = non è chiaro l'identità del Capitano Anderson Hays, Co. C, 13° KY Cav [CS].
John L. Noble non era un soldato arruolato all'epoca. In precedenza ha servito come 1st Lt. in Co. G, 13th KY Cavalry [CS]. Fu arrestato il 1 giugno 1863 e successivamente incassato dall'esercito CS per aver rubato denaro.
[13th KY Cavalry Registri di servizio compilati]

3 gennaio 1865:
sergente Martin Fugate, caporale Thomas Hoskins e Pvt. William Millam (tutti e tre gli uomini membri del Co. C, Three Forks Battalion), così come Layne Fields [Co. M, 14th KY Cavalry (US)] subiscono un'imboscata alla casa di Fugate su Little Willard Creek a Perry Co., vicino a Typo (oltre la collina da Second Creek e Butterfly), da predoni confederati sotto John L. Noble di Lost Creek, Breathitt Gli uomini di Co. Noble uccidono Fugate, Layne e Millam e lasciano Hoskins per morto, che sopravvive all'attacco e fugge.
[Incursione a Willard Creek, contea di Perry, di Carlos Brock]
Nota: John L. Noble non era un soldato arruolato al momento dell'imboscata. In precedenza ha servito come 1° tenente nella Co. G, 13° Cavalleria KY [CS]. Fu arrestato il 1 giugno 1863 e successivamente incassato dall'esercito CS per aver rubato denaro.
[13th KY Cavalry Registri di servizio compilati]

7 gennaio 1865:
Robert Pleasant Davis e Andrew Jackson South uccisi dagli uomini del Capitano Bill Strong, 14th KY Cavalry [US], a casa di Davis, sulla South Fork of Quicksand, Breathitt Co. KY.
[G. W. Nobile, p. 62]
Nota: si diceva che Andrew Jackson South fosse nell'esercito CS, ma non sono stati trovati documenti a sostegno di questa ipotesi. Suo fratello, il tenente Jeremiah Weldon South, Co., 5th KY Inf. [CS, Orphans] fu ucciso dagli uomini di Strong il 7 febbraio 1864, vedi sopra]. Sia South che Davis sono stati elencati come vittime civili nel Weekly Kentucky Yeoman, Frankfort, KY, 7 gennaio 1879.


7 febbraio 1865:
Ambrose Hollon, 52 anni, viene ucciso dalle guardie domestiche nella Breathitt Co.
[Lettera dal Weekly Kentucky Yeoman, Frankfort, Kentucky, 7 gennaio 1879]

marzo 1865:
Fayette Bentley viene ucciso dal capitano Ephraim Ratliff, nella sua casa di Beef Hide Creek, di fronte a sua moglie e ai suoi figli.
[Harry M. Caudill, La montagna, il minatore e il Signore, pp. 67-71]
Bentley era un privato, Co. D, 13th KY Cavalry.
[RSI/AGR]

14 luglio 1865:
Il maggiore E. B. Treadway, comandante del battaglione Three Forks, scrive al governatore del Kentucky Bramlett, suggerendo di trattenere tre delle sue otto compagnie per altri due o tre mesi. Treadway ha scritto che: "Non abbiamo ancora istituito tribunali civili e nemmeno ancora soppresso tutti i guerriglieri nelle contee di Harlan, Perry, Breathitt, Letcher, ecc. Si dice che ci siano tre bande di guerriglieri in quelle contee sotto il comando di "Smith", "Osbern" e Dan "Jones".
[Holly Fee-Timm]


Dopo la fine della guerra: luglio/agosto 1865
Il capitano Blankenship ei suoi uomini avevano assassinato Drewery Quinn, mio ​​cognato David Richison, Emery Allen, Irvine Allen e John Allen alla foce del Drowning Creek, nella contea di Estill, dopo la pace.
[G. W. Nobile, p. 74]

Eventi non datati esattamente - Dopo l'agosto 1862/1864
William Smith era a casa in licenza a Breathitt Co. quando alcuni soldati si avvicinarono e fecero irruzione nella fattoria. Presumibilmente lo portarono dietro il fienile e lo giustiziarono. Hanno preso così tanto che non c'era più niente da mangiare. Più tardi Nancy Jane Hounshell, sua moglie, si risposò con un certo Hugh Johnson Turner.
[Belinda C. Allender ]
Bill [Smith], un soldato confederato, è stato ucciso alla foce del Ball Creek dai guerriglieri mentre era a casa in licenza.
[STORIA DELLA CONTEA DI PERRY, CAPITOLO DAR KENTUCKY HAZARD, 1953 Compilato da Eunice Tolbert Johnson]
Nota: William Smith era nipote di Zachariah "Ball Creek Zack" Fugate.

Colson Duff e la moglie Elizabeth (Gilbert) possedevano un vasto appezzamento di terreno a Grapevine Creek, North Fk. Fiume KY, contea di Perry - 1.500 acri. Durante la guerra civile, un gruppo di uomini è venuto a casa sua e lo ha derubato. Fuggì nella contea di Owsley, costruì una fattoria e visse lì fino alla sua morte, avvenuta il 18 marzo 1911.
[http://www.dragg.net/sbrown/Caedmons%20Gilbert%20Family.htm]

Levi Eldridge viveva a circa tre miglia da Blackey, nella contea di Letcher, KY, sul Rockhouse Creek vicino alla foce del Perkins Branch. Era un contadino e possedeva un mulino. Possedeva tutta la terra dentro e intorno alla Letcher School. Levi fu fucilato dai guerriglieri durante la guerra civile e dato per morto. Si riprese e si trasferì a Morehead, nella contea di Rowan, KY, dove morì pochi anni dopo. Quando lasciò Rockhouse, tutte le sue proprietà terriere furono vendute per le tasse, lasciandolo senza un soldo. Dopo la morte di Levi, Easter tornò nella contea di Letcher, vivendo a Roxana, KY. Suo figlio John C. Eldridge ha servito come Pvt. in Co. F, 5a KY Inf. [CS].
[http://www.angelfire.com/ky2/tturner/william.html]

John Maggard, figlio di Henry Maggard, ucciso dai bushwhacker a Cowan Creek. Aveva 8 figli. (Suo padre Henry Maggard, cognato di Gilbert Creech, fu ucciso dai cacciatori di cespugli durante la guerra civile, vicino alla sua casa a Letcher Co. [vedi ottobre 1862]).
[Phyllis Reynolds Goelz]

La casa di William Landsaw Hurst a Jackson, la Breathitt Co., viene bruciata per ordine del capitano Pete' Everett. "Non sono tornato a Breathitt per vivere dopo l'inizio della guerra. Pete Everett ha bruciato la mia casa dove ora si trova l'Hotel Haddix, e ho deciso di non provare più Jackson. Ho avuto alcune brutte esperienze mentre vivevo lì e non desideravo per rinnovarli».
[William L. Hurst, Diario di John Jay Dickey]
http://www.rootsweb.com/

I guerriglieri distruggono l'intera proprietà di Elisha Bowman Treadway [7th KY Inf. [US]] [prima del settembre 1864?] lasciando la moglie e i tre figli indigenti. Dopo le sue dimissioni dal 7° KY Inf. e al suo ritorno a casa, Treadway solleva il Battaglione delle Tre Forche [US], che comanda con il grado di Maggiore.
[Quando impiccarono il violinista, di Jess Wilson, pp. 75/76]

Altre vittime (Breathitt Co.)
Alex Overbee, John Pence, Lance Woods, John Chaney, John South, Wm. South, David Little, Pat Hounshell, John C. Little, Reuben Angel, Wm. Taulbee, Wayne Taulbee e James Barnett. "Tutti questi erano privati ​​cittadini quando uccisi."
[Lettera dal quotidiano Weekly Kentucky Yeoman di Frankfort, Kentucky, datata 7 gennaio 1879]


Guarda il video: Will Smith Life Story. Unauthorized Documentary (Agosto 2022).