Podcast di storia

Monastero dos Jerónimos

Monastero dos Jerónimos



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il Monastero di Jerónimos (Mosteiro dos Jerónimos), noto anche come Monastero di Jerónimos, è un iconico monastero del XVI secolo a Lisbona e, insieme alla vicina Torre di Belém, è uno dei siti più visitati di Lisbona.

Designato patrimonio mondiale dell'UNESCO insieme alla Torre di Belem (nel 1983), il Monastero di Jerónimos è il simbolo più impressionante del potere e della ricchezza del Portogallo durante l'era delle scoperte.

Storia del Monastero dos Jerónimos

Il Monastero dos Jerónimos ha sostituito la chiesa precedentemente esistente nello stesso luogo, che era dedicata a Santa Maria de Belém. Nel 1502, il re Manuele I ordinò la costruzione del Monastero dos Jerónimos in onore del viaggio di successo in India del celebre esploratore portoghese Vasco Da Gama. (Da Gama e il suo equipaggio avevano trascorso la loro ultima notte in Portogallo in preghiera prima di partire). La costruzione del monastero ha richiesto circa 100 anni ed è un bellissimo esempio di architettura tardo gotica portoghese.

Il monastero era originariamente popolato da monaci dell'Ordine di San Girolamo (Hieronymites), il cui compito spirituale era quello di guidare i marinai e pregare per l'anima del re. Nel 1833 gli ordini religiosi furono sciolti e il monastero fu abbandonato.

Successivamente, il monastero divenne l'ultimo luogo di riposo per i membri della famiglia reale portoghese. Vasco Da Gama e il re Manuel sono ora entrambi sepolti nel monastero di Jerónimos, insieme ad altre figure di spicco come il re Sebastião e i poeti Fernando Pessoa e Alexandre Herculano.

Monastero dos Jerónimos oggi

Questo edificio è apprezzato per i suoi esterni decorati e la splendida architettura manuelina - il miglior esempio di architettura manuelina in Portogallo - uno stile che serviva a glorificare le grandi "scoperte" dell'epoca. Particolarmente accattivanti sono le colonne riccamente dettagliate scolpite con simboli marittimi e l'esclusivo design del chiostro a due piani, che ospita archi delicatamente smerlati, torrette tortuose, doccioni e colonne intrecciate con foglie, viticci e nodi.

Il pezzo forte del chiostro è la vasta sala del Refettorio che fungeva da sala da pranzo per i monaci, decorata con splendidi pannelli azulejos del XVI secolo e con la Fontana del Leone all'esterno, dove i monaci si lavavano le mani prima dei pasti. All'esterno dell'ampio interno della chiesa c'è un giardino che conduce a un piccolo parco fronteggiato da una serie di graziose case cinquecentesche.

Oltre a vedere lo stesso Monastero di Jerónimos, i visitatori possono anche vedere i musei che oggi ospitano il monastero, tra cui il Museo Archeologico Nazionale e il Museo Marittimo.

Non c'è da meravigliarsi quindi che sia una delle nostre scelte per i migliori siti storici del Portogallo.

Arrivare al Monastero di Jerónimos

Se viaggi in treno dal centro di Lisbona, dirigiti da Cais do Sodré verso Cascais, fermandoti alla stazione di Belém. In alternativa puoi prendere il tram 15 o le linee di autobus 727, 28, 729, 714 e 751 per Mosteiro Jerónimos.


Torre di Belem

Torre di Belem (Portoghese: Torre di Belém, pronunciato [ˈtoʁ(ɨ) dɨ bɨˈlɐ̃ȷ̃] ), ufficialmente il Torre di Saint Vincent (Portoghese: Torre de São Vicente) è una fortificazione del XVI secolo situata a Lisbona che serviva come punto di imbarco e sbarco per gli esploratori portoghesi e come porta cerimoniale per Lisbona. [1] [2] Fu costruito durante il culmine del Rinascimento portoghese ed è un importante esempio dello stile manuelino portoghese, [3] ma incorpora anche accenni di altri stili architettonici. [4] La struttura è stata costruita in pietra calcarea di Lioz ed è composta da un bastione e da una torre a quattro piani di 30 metri (98,4 piedi).

Dal 1983, la torre è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, insieme al Monastero di Jerónimos. È spesso raffigurato come un simbolo dell'era europea delle scoperte [2] e come metonimia per il Portogallo o Lisbona, dato il suo status di punto di riferimento. È stato erroneamente affermato che la torre fu costruita nel mezzo del Tago e ora si trova vicino alla riva perché il fiume è stato reindirizzato dopo il terremoto di Lisbona del 1755. In effetti, la torre fu costruita su una piccola isola nel fiume Tago vicino alla costa di Lisbona. [4] [6]


Un magnifico simbolo dell'era delle scoperte: il monastero di Jeronimos

Il "Monastero di Jeronimos" è uno dei luoghi più attraenti della regione di Balem a Lisbona. Re Manuel, ho ordinato la costruzione di questo monastero per esprimere la sua gratitudine allo Spirito Santo per il ritorno sicuro di Vasco de Gama e di altri viaggiatori. Quest'opera esteticamente bella è sotto la protezione dell'UNESCO come patrimonio mondiale.

La costruzione del “Monastero di Jeronimos”

Nel 1496, Vasco de Gama tornò sano e salvo dal suo viaggio e il re Manuele I chiese al Papa il permesso di costruire questo monastero. La costruzione iniziò nel 1501 e ci vollero 100 anni per completarla. Per i portoghesi dell'epoca, la costruzione di questo monastero fu uno degli eventi religiosi più importanti. Poiché ci sono voluti 100 anni per costruire, sempre più tesori provenivano da terre appena scoperte per continuare il processo di costruzione.

L'architettura del monastero è considerata uno dei migliori esempi dello stile “Manuelino tardo gotico portoghese”. Anche dopo il grande terremoto del 1755, il "Monastero di Jeronimos" rimase in piedi con piccoli danni.

La Chiesa del “Monastero di Jeronimos”

Il monastero sostituì la chiesa di “Santa Maria de Belem” e divenne “Mosteiro (Monastero) da Santa Maria de Belem”. Tuttavia, è più ampiamente conosciuto con il soprannome di "Monastero di Jeronimos". Non c'è altra chiesa al mondo che possa eguagliare il design unico della chiesa all'interno del "Monastero di Jeronimos". Qui riposano tre figure importanti nella storia del Portogallo: Vasco da Gama, Fernando Pessoa e Luís de Camões.

Il Chiostro

L'ornamento decorativo e il simbolismo del chiostro vi stupiranno a prima vista. Ogni colonna del chiostro è scolpita con diverse figure marine, che rappresentano i viaggi per mare in corso e le scoperte del tempo. Se entri nella parte del chiostro, puoi vedere la parte della chiesa del monastero dall'alto. Una delle sale di questo chiostro presenta la storia del monastero in relazione alla storia del Portogallo e del mondo.

Quando sei al "Monastero di Jeronimos"

Non dimenticate di fare una visita al “Museo Archeologico” proprio accanto al monastero. Anche la "Torre di Belem", un altro importante simbolo dell'era delle scoperte, è un'attrazione da non perdere nelle vicinanze. Il "Monumento alle scoperte" è un'altra attrazione vicino al monastero che riflette sulla storia delle scoperte del Portogallo.

PS: si può entrare nella parte della chiesa gratuitamente ma l'ingresso al chiostro costa 10 euro. La prima domenica di ogni mese l'ingresso è gratuito. Puoi anche ottenere una "Lisboa Card" per l'ingresso gratuito.


Per saperne di più

Il World Monuments Fund salvaguarda il patrimonio culturale in tutto il mondo, garantendo che i nostri luoghi preziosi siano preservati per le generazioni presenti e future.

Iscrizione per la nostra newsletter per ricevere aggiornamenti regolari sui nostri progetti, storie dal campo, eventi imminenti e altro ancora!

La gestione del lavoro di conservazione da parte di WMF Portugal è stata eseguita in collaborazione con il team multidisciplinare della Direzione Generale per i Beni Culturali assegnato a questo progetto e con la supervisione del suo Comitato Scientifico. Il progetto è stato finanziato da Robert W. Wilson Challenge to Conserve Our Heritage, Annenberg Foundation, Compagnie Financière Richemont SA, Energias de Portugal (EDP), Millenium bcp Foundation, Brisa e Automobile Club of Portugal (ACP) Team 4.


Colonna: Storia Monastero dos Jerónimos di Belém

Belém, che prende il nome da Betlemme, è un'area del sud-ovest di Lisbona lungo il fiume Tago. Nel XV secolo, i marinai partivano dal porto di Belém per esplorare la costa occidentale dell'Africa e oltre. L'Ordine di Cristo ha fornito assistenza per i marinai in arrivo e in partenza. Intorno al 1460, Enrico il Navigatore, governatore dell'ordine, costruì la Chiesa di Santa Maria di Belém vicino al porto. Nel 1496, il re portoghese Manuele I chiese al papa di convertire la chiesa in rovina in un monastero, dove i monaci dell'Ordine di San Girolamo potessero pregare per la sua anima eterna e fornire assistenza spirituale agli esploratori che stavano viaggiando sempre più verso l'Asia. Nel 1498 Vasco de Gama raggiunse l'India, primo europeo a raggiungere l'Asia interamente via mare.

Il Portogallo stabilì presto un lucroso commercio marittimo con l'Africa e l'Oriente, portando enormi ricchezze al Portogallo. Di conseguenza, King Manual ha notevolmente ampliato la sua visione del Monastero di Jerónimos, impiegando architetti per progettare un enorme complesso nello stile decorato che alla fine divenne noto come "Manuelino". La costruzione del monastero iniziò il 6 gennaio 1501, finanziata con una tassa del 5% sulle merci che arrivavano al porto di Belém dall'Africa e dall'Asia. Una volta completato circa 100 anni dopo, il monastero era diventato uno degli edifici più importanti del Portogallo e il luogo di sepoltura dei reali portoghesi.

Il Monastero dos Jerónimos è sopravvissuto al terremoto del 1755 che ha distrutto gran parte di Lisbona, ma è stato secolarizzato con decreto governativo nel 1833 ed è ora gestito da un'organizzazione di beneficenza privata. Nel 1983, il Monastero dos Jerónimos e la vicina Torre di Belém sono stati nominati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO e sono ora i due siti più visitati di Lisbona. Il monastero ospita anche importanti eventi internazionali, tra cui la firma del Trattato di Lisbona nel 2007 che riforma l'Unione Europea.


Fatti interessanti sul Monastero di Jerónimos

Il Monastero dos Jerónimos o Monastero dei Geronimiti è un monastero altamente decorato che si trova nel distretto di Belem, nella parte occidentale di Lisbona.

Il Monastero dos Jerónimos è insieme alla Torre di Belém, uno dei siti più visitati di Lisbona.

Il monastero è uno degli esempi più importanti di Stile manuelino tardo gotico portoghese di architettura a Lisbona.

È stato classificato come Sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, insieme alla vicina Torre di Belém, nel 1983.

Il monastero fu fondato dal re Manuele I per celebrare i viaggi portoghesi di successo in tutto il mondo.

Nel 1496, Re Manuel io (1495–1521) chiese alla Santa Sede il permesso di costruire un monastero come ringraziamento alla Vergine Maria per il felice viaggio di Vasco de Gama in India.

Il Monastero dos Jerónimos ha sostituito la chiesa precedentemente esistente nello stesso luogo, che era dedicata a Santa Maria de Belem.

La costruzione del monastero e della chiesa iniziò il 6 gennaio 1501, e fu completata 100 anni dopo.

Il progetto era finanziato di tesori provenienti da esplorazioni in Africa, Asia e Sud America, nonché una tassa pesante sul commercio di spezie controllato dai portoghesi con l'Africa e l'Oriente.

Il re assunse un architetto francese Diogo de Boitaca (1460-1528), a cui in seguito successe João de Castilho (1475-1552) di Spagna, Diogo de Torralva (c.1500-1566), e Jeronimo de Ruão (1530-1601).

Il monastero fu progettato in un modo che in seguito divenne noto come Manueline: uno stile architettonico riccamente decorato con temi scultorei complessi che incorporano elementi e oggetti marittimi scoperti durante le spedizioni navali, scolpiti nel calcare.

Manuele I scelse l'ordine religioso dei monaci Geronimiti per occupare il monastero, il cui ruolo era quello di pregare per l'anima eterna del Re e di fornire assistenza spirituale ai navigatori e marinai che partivano dal porto di Restelo alla scoperta delle terre di tutto il mondo.

I monaci continuarono a svolgere questo ruolo per oltre quattro secoli fino al 1833. In questo momento gli ordini religiosi furono sciolti e il monastero fu abbandonato.

Il 16 luglio 1604 Filippo di Spagna (che governò dopo l'Unione Iberica) fece del monastero un monumento funerario reale, vietando a chiunque tranne la famiglia reale e i monaci geronimiti di entrare nell'edificio.

Il monastero ha resistito al terremoto di Lisbona del 1755 senza molti danni: solo la balaustra e parte del coro maggiore furono rovinate, ma furono prontamente riparate.

Il entrata principale alla chiesa monastica è il portale sud, progettato da João de Castilho. Questo portale simile a un santuario è grande, alto 32 metri (105 piedi) e largo 12 metri (39 piedi) e si estende su due piani. Le sue caratteristiche ornate includono un'abbondanza di timpani e pinnacoli, con molte figure scolpite in piedi sotto un baldacchino in nicchie scolpite, intorno a una statua di Enrico il Navigatore, in piedi su un piedistallo tra le due porte.

Sebbene di dimensioni inferiori rispetto alla porta meridionale, questa è la porta più importante dei Jerónimos a causa dei suoi ornamenti e della sua posizione di fronte all'altare maggiore. Questo portale occidentale è un buon esempio del passaggio dallo stile gotico al rinascimentale. Fu costruito da Nicolau Chanterene nel 1517.

Diogo de Boitaca ha posto le basi per questo chiesa a tre navate con cinque campate sotto un'unica volta, transetto ben marcato ma poco aggettante e coro rialzato. La pianta della chiesa ad aula è composta da navate e navate di uguale altezza.

Il coro fu ordinato dalla regina Caterina d'Austria come luogo di riposo finale per la famiglia reale. Il tombe reali poggiano su elefanti di marmo e sono incastonati tra pilastri ionici, sormontati da pilastri corinzi. Le tombe sul lato sinistro del coro appartengono al re Manuele I ea sua moglie Maria d'Aragona, mentre le tombe sul lato destro appartengono al re João III ea sua moglie, la regina Caterina d'Austria.

All'interno della chiesa, nel coro inferiore, sono le pietre tombe di Vasco da Gama (1468-1523) [foto sotto], e del grande poeta e cronista dell'età delle scoperte, Luis de Camões (1527-1570). Entrambe le tombe sono state scolpite dallo scultore ottocentesco Costa Mota in un armonioso stile neomanuelino. I resti mortali di entrambi furono trasferiti in queste tombe nel 1880.

Un travolgente senso di tranquillità prevale nei chiostri a due ordini. Questa è una delle più grandi attrazioni turistiche di Lisbona e uno degli esempi più celebri di architettura manuelina in Portogallo. Diogo de Boltaca iniziò la costruzione dei chiostri all'inizio del XVI secolo, ma è João de Castilho il responsabile della maggior parte delle graziose opere in pietra che decorano gli archi e le balaustre, una confezione di delicati trafori e simboli religiosi e nautici riccamente scolpiti che appaiono quasi senza peso nella loro armonia e ornamenti.

Il Monastero dos Jerónimos era secolarizzato il 28 dicembre 1833 per decreto statale e la sua proprietà trasferita all'istituto di beneficenza, Real Casa Pia de Lisboa.

In un'aggiunta aggiunta al monastero dopo il restauro del 1850, il Museu Nacional de Arqueologia (Museo Archeologico Nazionale) e il Museo da Marinha (Museo Marittimo) sono stati istituiti (nell'ala ovest).

Quando il Portogallo si unì al Comunità Economica Europea, le cerimonie formali si sono svolte nel chiostro del monumento (1985).

Negli anni '90 nel monastero si sono svolte due importanti mostre: “Quattro secoli di dipinti”, nel 1992 e la mostra “Leonardo da Vinci: A Man at the World’s Scale, A World at the Scale of Man”, nel 1998 (che includeva il Codice Leicester, in prestito di Bill Gates).

Alla fine del 20 ° secolo, il rimodellamento continuò con conservazione, pulitura e restauro, compresa la cappella maggiore nel 1999 e il chiostro nel 1998-2002.

Il 13 dicembre 2007, il Trattato di Lisbona fu firmato al monastero, ponendo le basi per la riforma dell'Unione Europea.


Visitare il Monastero dos Jeronimos di Lisbona&#

Lisbona ha un posto davvero speciale nel mio cuore. Le strade strette, il fiume, il cibo e il caffè, le piastrelle e l'ospitalità mi hanno davvero lasciato con una sensazione travolgente di tornare subito dopo la mia partenza. Quello che amo di più della città è il suo fascino antico e gli incredibili monumenti lasciati dal passato. Il Monastero dos Jerónimos è uno di quei monumenti. Situato nella zona di Bélem, a breve distanza in tram dalla città, questo luogo del patrimonio mondiale dell'UNESCO è assolutamente da visitare quando sei a Lisbona.

Come arrivare al Monastero dos Jerónimos

Come accennato nel mio post Visitando il quartiere di Bélem di Lisbona, arrivare a Bélem dal centro di Lisbona è davvero facile. Prendi il tram 15 dalla stazione Cais do Sodre o il tram 15 o 27 da Piazza Figuera. Puoi anche utilizzare le linee di autobus 728, 28, 729, 751, o prendere un treno diretto da Cais do Sodre. La stazione ferroviaria è un po' più lontana dal Monastero, quindi se non vuoi camminare lontano, usa il tram o l'autobus. Il famoso autobus turistico rosso ha anche una fermata proprio di fronte al Monastero di Jerónimos.

Se sei a Lisbona per qualche giorno, ti consiglio di acquistare la Lisboa Card. Puoi usarlo su tutti i tram e autobus e l'ingresso al Monastero di Jerónimos. L'abbonamento 24h costa solo 20 euro. Acquista qui la tua carta.

Periodo migliore per visitare il Monastero dos Jerónimos

Il Monastero dos Jerónimos è chiuso il lunedì, ma è aperto ogni altro giorno della settimana. A causa della sua popolarità, c'è sempre un gruppo di turisti in visita. Il momento migliore per visitare il Monastero di Jerónimos è più tardi nel pomeriggio o durante i mesi fuori stagione come gennaio e febbraio. Abbiamo visitato a fine settembre molto presto la mattina, quindi la coda non era così lunga.

La chiesa di Santa Maria ha l'ingresso gratuito e per entrare nel chiostro vi costerà circa 10 euro (incluso con la Lisboa card).

Assicurati di posizionarti nella coda corretta. In realtà ci sono due file, una per la chiesa e una per il monastero: potresti finire in coda per la chiesa quando volevi entrare prima nel monastero e poi dover fare di nuovo la coda. È un po' caotico, con le persone che saltano la fila o fingono di essere nella linea sbagliata e si limitano a spingersi davanti a te. Un altro motivo per visitare in orari non di punta.

Niente code, ehm..perché siamo venuti di lunedì quando era chiuso. Restituito il giorno successivo.
Storia del Monastero dos Jerónimos

Si narra che Vasco da Gama abbia passato la notte in preghiera nel luogo dove è costruito il Monastero la notte prima di partire per la sua grande avventura in India, nell'allora molto più piccola chiesa di Santa Maria. Era dovere dei monaci occuparsi dei marinai la notte prima della partenza per i loro viaggi. Il monastero fu costruito per ordine del re Manuele I per commemorare il ritorno di Vasco da Gama dall'India. La costruzione iniziò nel 1501 e impiegò 100 anni per essere completata, rendendo il Monastero di Jerónimos di circa 500 anni. Il monastero è costruito in stile gotico manuelino con un sacco di archi ornamentali e guglie ispirate all'oceano e al passato marittimo del Portogallo.

I monaci che soggiornarono qui provenivano dall'Ordine di Girolamo ed è qui che hanno sviluppato la ricetta segreta del famoso Pasteis de Belem, che si trova proprio dall'altra parte della strada. Il Monastero di Jerónimos è una celebrazione dell'età delle scoperte del Portogallo ed è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1983.

Cose da fare a Lisbona – Visita il Monastero di Jeronimos

Tweet
Cose da vedere

Goditi la bellissima facciata dall'esterno. È davvero bello da vedere e cogliere tutti i dettagli.

Esplora la Cappella. Il tetto della cappella è affascinante con enormi colonne che si estendono dal pavimento nelle gloriose spine degli archi che lo tengono insieme.

Cerca le tombe di personaggi storici famosi. Qui troverai la tomba di Vasco da Gama e alcune altre famose figure portoghesi come il poeta Luis de Camões, Fernando Pessoa e il re Manuel I.

Ammira la bellissima architettura del chiostro. L'interno del chiostro onestamente toglieva il fiato. Ho passato un po' di tempo ad ammirare gli splendidi archi che circondano il verde cortile e ad osservare i piccoli dettagli della zona. Le piccole guglie in cima continuavano a ricordarmi dei coni gelato capovolti.

Passeggia per i giardini. Una volta usciti, e prima di andare alla scoperta del resto di Bélem, fate una passeggiata negli splendidi giardini del palazzo proprio dall'altra parte della strada. C'è una grande fontana nel mezzo che spruzzerà dell'acqua fresca in una giornata calda.

Scatta miliardi di foto di archi – Forse uno dei miei hobby preferiti. Ok, sono sicuro che hai già capito l'idea. Archi, archi e ancora archi.

Una visita al Monastero dos Jerónimos è d'obbligo quando si è a Lisbona. Puoi seguire la tua visita con un delizioso Pasteis de Belem e un forte caffè portoghese in seguito.

Vuoi sapere cos'altro puoi vedere a Bélem? Non cercare oltre, è tutto nel mio post sul quartiere di Bélem in visita a Lisbona. Oppure dai un'occhiata a 10 cose da fare a Lisbona durante il tuo primo viaggio.

Alloggio a Lisbona: abbiamo soggiornato in questa affascinante guest house vicino alla stazione di Cais do Sodre.


Visita l'imperdibile Monastero di Jerónimos a Lisbona

Nel 1496, il Portogallo era immerso nell'era della scoperta. Vasco da Gama è tornato da un viaggio di successo in cui ha scoperto una rotta oceanica diretta dal Portogallo all'India, che ha aperto la famosa rotta delle spezie indiane.

Fu allora che il re Manuele I chiese al papa il permesso di costruire un grande monastero a Belém, a pochi passi dal fiume Tago, come gesto di ringraziamento alla Vergine Maria che credeva avesse guidato i viaggiatori in sicurezza. Il permesso fu concesso e poco dopo iniziò la costruzione del Monastero di Jerónimos.

La costruzione del monastero ha richiesto oltre 100 anni per costruire. Tuttavia, un edificio di tale grandezza avrebbe avuto un costo elevato e il Portogallo non era considerato un paese ricco. Quindi come hanno ricevuto i fondi necessari? Il re Manuele I introdusse una tassa del 5% “pepe” sul commercio dall'Asia e dall'Africa, ma non era abbastanza. Apparentemente i tesori dei viaggi in Asia, Africa e Sud America sono stati barattati in contanti per consentire la continuazione della costruzione.

Il re Manuele I invitò l'ordine religioso di San Girolamo, o monaci Geronimiti, ad occupare il monastero. Ci si aspettava che pregassero per i re esistenti e futuri, oltre a offrire consigli spirituali ai marinai che partivano e tornavano a Belém. I monaci lo fecero per quattro secoli fino al 1833, quando cessarono gli ordini religiosi e il monastero fu abbandonato.

L'architettura

Il Monastero dos Jerónimos è ampiamente considerato come uno dei migliori esempi di architettura manuelina. Questo stile portoghese unico combina insieme gotico, moresco e rinascimentale. È riccamente decorato, intrecciando temi scultorei complessi. Scolpiti in pietra calcarea sono elementi nautici come un cenno all'età delle scoperte.


Monastero dos Jerónimos a Lisbona: stordimento del mondo dal 1501

Vicino al fiume Tago, nella parrocchia di Belém, si trova il magnifico Monastero di Jerónimos, uno dei migliori esempi di architettura manuelina del Portogallo.

Conosciuto in Portogallo come Mosteiros dos Jerónimos, questa meraviglia architettonica fu costruita dal re Manuele I del Portogallo nel XVI secolo ed è uno dei monumenti più famosi di Lisbona.

La storia del monastero di Jerónimos

Tutto iniziò quando il re Manuele I ordinò la costruzione di una chiesa e di un chiostro per l'ordine religioso geronimitico.

Questo segno di gratitudine è stato costruito vicino a dove il principe Enrico il Navigatore aveva costruito una chiesa, questa dedicata a Santa Maria de Belém, nel XV secolo.

Con una vista sorprendente del memoriale del principe Enrico, il re Manuele I ha scelto di intitolare il monastero Monastero di Jerónimos, dedicandolo all'Ordine di San Girolamo.

Il Monastero dos Jerónimos è un punto di riferimento culturale che ha attratto artisti, storici e viaggiatori nel corso dei suoi cinque secoli di esistenza.

Con soffitti a volta e sofisticati elementi decorativi, la sua architettura è diversa dalle altre in quanto riflette le commissioni reali che caratterizzano l'epoca in cui è stata costruita.

Lo scopo religioso del monastero è mostrato attraverso le immagini della Passione di Cristo, la Croce dell'Ordine di Cristo, lo stemma reale, motivi botanici e immagini di animali del tardo medioevo che si combinano per rappresentare le sue associazioni reali, e evidenziare gli artisti eccezionali che sono stati impiegati presso il monastero.

Se stai visitando Lisbona, potresti anche vedere i migliori musei della capitale del Portogallo.

L'era dell'esplorazione in Portogallo

Il Monastero di Jerónimos simboleggia l'era dell'esplorazione, il potere e la ricchezza del Portogallo quando intense campagne marittime nazionali hanno attraversato il mondo.

Nel XV e XVI secolo, gli esploratori portoghesi raggiunsero nuove città e mondi, aprendo nuove rotte commerciali e portando merci esotiche in Europa. Il monastero divenne luogo di sepoltura di re e in seguito di poeti.

Oggi è ammirato da molte persone in tutto il mondo, non solo come un notevole pezzo di architettura, ma anche come parte integrante delle tradizioni, della cultura e dell'identità portoghesi.

Dato che sei a Lisbona, perché non dai un'occhiata alle 25 cose che dovresti fare e vedere a Lisbona.

Come raggiungere il Monastero dos Jerónimos

Il Monastero dos Jerónimos si trova nell'affascinante quartiere di Belém, a ovest del centro di Lisbona.

Un viaggio a Belém è una piacevole escursione di mezza giornata in quanto è lo scenario di molte delle attrazioni turistiche più iconiche della capitale.

Quando visiti Lisbona, non dimenticare di visitare l'affascinante torre di Belém, i musei e gli attraenti giardini formali, che costeggiano le acque rinfrescanti dell'estuario del Tejo.

Ci sono tre modi per raggiungere il Monastero di Jéronimos e la Chiesa di Santa Maria con i mezzi pubblici. Puoi viaggiare in treno poiché il monastero è a soli 10 minuti a piedi dalla stazione.

Treni – Se venite da Cascais, i treni vi porteranno direttamente alla stazione di Belém. Anche se a volte potresti dover cambiare treno dalla stazione di Oeiras per arrivare a Belém.

Autobus – Se vieni dal centro di Lisbona, hai anche la possibilità di viaggiare con la linea 15 del tram, la metropolitana e diversi autobus.

Gli autobus 727, 28, 729, 714 o 751 ti porteranno direttamente al parco di fronte al monastero. Da Cais Do Sodré puoi anche prendere il treno della linea Cascais che si fermerà alla stazione di Belém.

Taxi – Un'altra opzione è prendere un taxi o UBER che si trova a 14 minuti di auto da Cais Do Sodré.

In alternativa, puoi acquistare la Lisbon Card con opzioni 24 ore, 48 ore e 72 ore e ti dà l'ingresso gratuito a 23 musei ed edifici storici tra cui Jerónimos.

Quali sono gli orari di apertura del Monastero dos Jerónimos?

Dalle 10.00 alle 17.30 (ultimo ingresso ore 17.00)

Dalle 10.00 alle 18.30 (ultimo ingresso ore 18:00)

Chiuso: lunedì e 1 gennaio, domenica di Pasqua, 1 maggio, 13 giugno e 25 dicembre

Il Monastero dos Jerónimos è visitabile gratuitamente la domenica mattina. Tuttavia, durante la settimana goditi l'ingresso gratuito alla cappella principale e paghi solo 7 € di ingresso al monastero.

I bambini fino a 14 anni entrano gratis.

Per un affare migliore, acquista un biglietto d'ingresso combinato per il monastero e la Torre de Belém a soli € 13 e ottieni il massimo dalla tua giornata con questi meravigliosi panorami.

Potresti anche fare un tour della città di un'intera giornata intorno a Lisbona con la tua guida locale personale per soli € 44.

Visite guidate al Monastero dos Jerónimos

Tour gratuiti a Lisbona

Per i viaggiatori con un budget limitato, puoi prenotare un tour gratuito di Belém con Discover Walks ed esplorare i luoghi più memorabili e la ricca cultura di Lisbona.

Il tour è gratuito, tuttavia, puoi pagare la tua guida come preferisci con una piccola mancia (€ 13 è la media).

Prenota ora e goditi questi incredibili punti salienti di Lisbona durante la tua visita in Portogallo:

• Stare dove il famoso Vasco de Gama ha preso il mare, non sapendo dove stava andando.

• Scopri perché il Portogallo ha respinto Cristoforo Colombo

• Guarda con i tuoi occhi cosa potrebbe comprare l'oro del commercio marittimo, con il bellissimo tour del Monastero di Jerónimos e della Torre di Belém

• “La Caravella”, la grande nave portoghese. E cosa c'era di così bello?

• Goditi i fantastici parchi, giardini e panorami di Lisbona - C'è un motivo per cui il Presidente del Portogallo vive lì

• Scopri perché le persone fanno una deviazione per i famosi pasticcini di Belém

Il tour Discover Walks dura 90 minuti rilassati e parte tutti i giorni alle 11:00 (chiuso solo il 1 gennaio). Ti incontrerai all'alta statua nel mezzo del Jardim Afonso de Albuquerque e finirai vicino al Monumento delle Scoperte.

Puoi anche esplorare Belém e approfondire il ricco patrimonio marittimo del Portogallo con un tour organizzato da SANDEMANs New Europe.

Prenota qui e goditi una splendida passeggiata di 2,5 ore lungo le rive del fiume, ammirando viste iconiche come il Monumento alle Scoperte e siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO come la Torre di Belém e il Monastero di Jerónimos.

Il prezzo di questo tour è di 14€ per gli adulti, 12€ per gli studenti e ingresso gratuito per i bambini fino a 12 anni. Con questo tour esplorerai i principali punti salienti a partire dal monumento a Praça do Comércio:

• Scopri l'era delle scoperte e i più grandi esploratori del Portogallo

• Scopri di più sul ponte sospeso del 25 aprile

• Guarda l'imponente Monumento delle Scoperte che si erge sulle rive dove iniziarono i grandi viaggi

• Guarda la mappa marmorea della Rosa dei Venti che mostra le rotte più famose dei grandi esploratori

• Esplora il sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO della Torre di Belém e i giardini che la circondano

• Visita i giardini dell'Empire Square costruiti per l'Esposizione Mondiale portoghese

• Visita il Monastero di Jerónimos che è l'ultimo luogo di riposo per alcuni dei grandi esploratori portoghesi

Quando visiti il ​​Portogallo, il Monastero dos Jerónimos è uno dei monumenti più importanti di Lisbona e vale la pena vederlo.

È sicuramente uno da non perdere ed è anche uno che non ti pentirai di aver visitato.

Imperdibili la Tomba di Vasco da Gama, i Simboli delle Scoperte, i Chiostri, i Poeti, Scrittori e Presidenti e l'ingresso sud della Chiesa di Santa Maria. Questo monastero è come nessun altro, il che lo rende una delle attrazioni turistiche più apprezzate di tutti.

Se stai pianificando il tuo viaggio a Lisbona e stai cercando un posto dove stare, dai un'occhiata alla nostra lista dei migliori ostelli a Lisbona.

Luoghi d'interesse vicino al monastero di Jerónimos da visitare

Dopo aver visitato il maestoso Monastero dos Jerónimos, ti consigliamo di dirigerti al Museo Archeologico, che si trova nell'edificio adiacente al monastero.

Non dimenticare di controllare anche la Torre di Belém e il Monumento alle Scoperte che si trovano nelle vicinanze.

Questi due monumenti e il Monastero dos Jerónimos rappresentano il periodo più prospero del Portogallo e meritano sicuramente una visita.

Stai pensando di visitare Lisbona e il Monastero dos Jerónimos? Condividi le tue domande con noi e sentiti libero di lasciare i tuoi pensieri qui sotto.

Inoltre, perché non ti iscrivi alla nostra newsletter? Ti invieremo un'email ogni volta che avremo nuovi suggerimenti su come visitare o trasferirsi in Portogallo.

Se ti è piaciuto questo potrebbe piacerti anche:

Sono un designer freelance, cantautore, nato e cresciuto in Australia. Amo avventurarmi e conoscere culture diverse. Un giorno sono arrivata a Lisbona, mi sono innamorata di questa bellissima città e da allora non me ne sono più andata. Ho una passione per la musica e il design e mi piace scrivere durante il mio tempo libero.


Monastero dos Jerónimos

Il Monastero dos Jerónimos o Monastero dos Jerónimos è uno degli esempi più importanti dello stile architettonico manuelino tardo gotico portoghese a Lisbona. È stata classificata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, insieme alla vicina Torre di Belém, nel 1983.

The Jeronimos Monastery is the most impressive symbol of Portugal's power and wealth during the Age of Discovery. King Manuel I built it in 1502 on the site of a hermitage founded by Prince Henry the Navigator, where Vasco da Gama and his crew spent their last night in Portugal in prayer before leaving for India. It was built to commemorate Vasco Da Gama's voyage and to give thanks to the Virgin Mary for its success. Vasco da Gama's tomb was placed inside by the entrance, as was the tomb of poet Luis de Camões, author of the epic The Lusiads in which he glorifies the triumphs of Da Gama and his compatriots. Other great figures in Portuguese history are also entombed here, like King Manuel and King Sebastião, and poets Fernando Pessoa and Alexandre Herculano.

Jeronimos Monastery Cloisters The monastery was populated by monks of the Order of Saint Jerome, whose spiritual job was to give guidance to sailors and pray for the king's soul. It is one of the great triumphs of European Gothic, with much of the design characterized by elaborate sculptural details and maritime motifs. This style of architecture became known as Manueline, a style of art that served to glorify the great discoveries of the age.

The cloisters are magnificent, each column differently carved with coils of rope, sea monsters, coral, and other sea motifs evocative of that time of world exploration at sea. Here is also the entrance to the former refectory that has beautiful reticulated vaulting and tile decoration on the walls depicting the Biblical story of Joseph.

The church interior is spacious with octagonal piers richly decorated with reliefs, and outside is a garden laid out in 1940 consisting of hedges cut in the shape of various municipal coats of arms of Portugal. In the center is a large fountain also decorated with coats of arms, often illuminated on special occasions.


Guarda il video: Monastero dos Jerónimos- Part 1 - Lisboa 2020 (Agosto 2022).