Podcast di storia

1° Stormo Bombardamento (Seconda Guerra Mondiale)

1° Stormo Bombardamento (Seconda Guerra Mondiale)

1° Stormo Bombardamento (Seconda Guerra Mondiale)

Storia - Velivoli - Linea del tempo - Comandanti - Basi principali - Unità componenti - Assegnate a

Storia

Il 1st Bombardment Wing faceva parte della forza strategica di bombardieri dell'ottava aeronautica statunitense e prese parte alla campagna di bombardamenti diurni sulla Germania e occupò l'Europa dal 1942 fino alla fine della seconda guerra mondiale.

L'ala fa risalire la sua discendenza al 1st Pursuit Wing della prima guerra mondiale, un'unità di breve durata che si formò nel luglio 1918, combatté da allora fino alla fine della guerra e fu sciolta nel dicembre 1918 e il 1st Wing, un Ala con sede negli Stati Uniti che ha operato dal 1919 al 1914. L'ala è stata nuovamente designata come 1st Bombardment Wing nel 1929 ma non è stata effettivamente attivata fino al 1931. Ha subito una serie di cambi di nome nel decennio successivo (1st Pursuit Wing 1933 , 1° Stormo 1935, 1° Stormo Bombardamento 1940). Era la principale unità dell'Air Force negli Stati Uniti occidentali durante gli anni '30. Tra i suoi comandanti in questo periodo c'erano Carl Spaatz e Henry H Arnold, leader americani chiave durante la seconda guerra mondiale.

Dopo l'ingresso degli americani nella seconda guerra mondiale, l'Air Force iniziò a prepararsi per creare una forza di bombardieri strategici con sede in Gran Bretagna, l'Eighth Air Force. Il 1st Bombardment Wing si trasferì in Inghilterra nel luglio-agosto 1942 e divenne uno dei cinque Bombardment Wing dell'Eighth Air Force (1st, 2nd, 3rd, 4th e 12th). Essendo il primo ad entrare in azione, il 1st fu responsabile del primo sviluppo delle tecniche di bombardamento americane. Ha anche preso parte al primo raid diurno dell'Eighth Air Force contro un obiettivo in Germania, l'attacco a Wilhelmshaven del 27 gennaio 1943. Le perdite potrebbero essere molto pesanti: il 17 aprile 115 B-17 dell'ala attaccarono la fabbrica Focke-Wulf a Brema. Sedici aerei sono stati abbattuti e quarantasei danneggiati - oltre la metà dell'aereo originale. Nel maggio 1943 il 4th Bombardment Wing entrò in combattimento, consentendo all'Eighth Air Force di operare contro bersagli più diffusi e sollevando una certa pressione dal 1st BW.

Il 17 agosto 1943 il 1° Stormo di Bombardamento attaccò il piano dei cuscinetti a sfera a Schweinfurt, in una delle incursioni più famose della Seconda Guerra Mondiale. Ciò avrebbe dovuto avvenire nello stesso momento in cui il 4th Bombardment Wing attaccò una fabbrica di aerei a Regensburg, ma il 1st BW fu ritardato dal maltempo, consentendo alla forza da combattimento tedesca di attaccare a turno ogni ala. Il 1st Bombardment Wing ha perso 36 B-17 durante l'attacco.

La struttura dell'Eighth Air Force cambiò nel 1943. Le ali di bombardamento stavano diventando troppo grandi e ingombranti. L'Air Force decise di formare nuove divisioni, ognuna delle quali conterrebbe un numero di ali più piccole. A questo punto il 1° Stormo di Bombardamento conteneva undici Gruppi di Bombardamento. Era diviso in tre ali: la 1a, la 40a e la 41a Ala di Bombardamento. Il 1° Stormo di Bombardamento più piccolo conteneva tre gruppi: il 91°, il 381° e il 482°. Il 482° è stato successivamente sostituito dal 398°. La 1st Air Division nacque ufficialmente nel settembre 1943 e rilevò la base del 1st Bombardment Wing a Brampton Grange, mentre l'ala più piccola si trasferì a Bassingbourn.

Durante questo cambiamento l'ala rimase parte dell'VIII Comando Bombardieri. Poiché l'aeronautica statunitense in Gran Bretagna ha continuato ad aumentare di dimensioni, la sua struttura è stata nuovamente modificata. Nel febbraio 1944 l'attuale Eighth Air Force divenne US Strategic Air Forces in Europe. L'VIII Bomber Command divenne la nuova Eighth Air Force. Le nuove forze aeree strategiche statunitensi in Europa controllavano liberamente l'Ottava aeronautica e la quindicesima aeronautica, che stavano effettuando la propria campagna di bombardamenti strategici dall'Italia.

Durante tutti questi cambiamenti il ​​1° Stormo di Bombardamento continuò a prendere parte alla campagna di bombardamenti strategici sull'Europa e sulla Germania occupate. I suoi gruppi hanno anche preso parte alla preparazione del D-Day, hanno sostenuto le truppe alleate ad Arnhem e durante l'attraversamento del Reno e hanno attaccato le comunicazioni tedesche durante la battaglia delle Ardenne. L'Ala è stata insignita di un Distinguished Unit Citation per il suo ruolo nell'attacco alle fabbriche di aerei tedeschi l'11 gennaio 1944.

Aerei

Principalmente Boeing B-17 Flying Fortress, più alcuni Consolidated B-24 Liberator

Sequenza temporale

1929Ridesignato 1° Ala di Bombardamento
1 aprile 1931attivato
1933Ridesignato 1° Stormo di Inseguimento
1935Ridesignato il 1° Stormo
1940Ridesignato 1° Ala di Bombardamento
luglio-agosto 1942In Gran Bretagna
agosto 1943Ridesignato 1° ala di bombardamento da combattimento (pesante)
giugno 1945Ridesignato 1° Ala di Bombardamento (pesante)
agosto 1945Negli Stati Uniti
7 novembre 1945inattivato

Comandanti (con data di nomina)

Brig. Gen Jacob E Fickel: c. 31 marzo 1939
Brig. Gen Frank D Lackland, 1 febbraio 1940
Maj Woodrow W Dunlop: luglio 1942
Col Claude E Duncan: c. 19 agosto 1942
Brig. Gen Newton Longfellow: 21 agosto 1942
Brig Gen Laurence S Kuter: 1 dicembre 1942
Brig. Gen Haywood S HansellJr: 2 gennaio 1943
Brig. Gen Frank A ArmstrongJr: 15 giugno 1943
Brig. Gen. Robert B Williams: 1 agosto 1943
Brig. Gen WilliamM Gross: 17 settembre 1943-c. ottobre 1945

Basi principali

Tucson, Arizona: 27 maggio 1941-luglio 1942
Brampton Grange, Inghilterra: c. 19 agosto 1942
Bassingbourn, Inghilterra: settembre 1943
Alconbury, Inghilterra: c. 26 giugno-c. 26 agosto 1945
Campo McChord, lavaggio: c. 6 settembre novembre 1945

Unità componenti

1° Stormo Bombardamento, 1942-1945

Assegnato a

1942-1943: VIII Comando Bombardieri, Ottava Aeronautica Militare
1943-1944: 1° Divisione Aerea; VIII Comando Bombardieri; Ottava Aeronautica
1944-1945: 1° Divisione Aerea; Ottava Aeronautica; Forze aeree strategiche statunitensi in Europa

Libri


1° Stormo Bombardamento (Seconda Guerra Mondiale) - Storia

Storia del 99° Gruppo di Bombardamento

Organizzazione e Formazione: Il 25 settembre 1942, il 99th Bombardment Group (Heavy) fu attivato a Gowan Field vicino a Boise, Idaho. Il colonnello Faye R. Upthegrove è stato designato come comandante del gruppo e il tenente colonnello Leroy A. Rainey è stato designato come vice comandante del gruppo. Il 99° era costituito dal 346°, 347°, 348° e 416° squadrone di artificieri. A causa della congestione a Gowan Field, il 99° si trasferì immediatamente a Walla Walla, Washington. Nel mese di ottobre il 99 ha ricevuto dodici capi di volo con equipaggio e quattro bombardieri B-17 Flying Fortress. Durante la prima fase di addestramento, il 99° ricevette altri sei B-17. Il clima invernale a Washington non era favorevole al volo, quindi il 99° si trasferì a Sioux City, Iowa per la seconda fase di addestramento. Entro la metà di novembre, il 99th aveva acquisito circa il settantacinque percento del suo personale di terra e di supporto. La terza fase dell'addestramento ebbe luogo a Salina, nel Kansas, a metà gennaio del 1943. Dopo il completamento dell'addestramento, il 99° partì dagli Stati Uniti a Morrison Field, in Florida, a febbraio. I 99i B-17 hanno volato sulla rotta meridionale via Boriniquen, Porto Rico Georgetown, Guiana britannica Belem, Brasile Bathhurst, Gambia fino alla loro destinazione a Marrakech, in Marocco. Il personale e le attrezzature di terra e di supporto hanno effettuato il viaggio in nave.

Nord Africa: Il 99° era attaccato al 5th Bombardment Wing della 12th Air Force, di stanza in Nord Africa. Anche nel 5th Storm c'erano il 97th e il 301st Bomb Group. Il 2° Bomb Group sarebbe arrivato dagli Stati Uniti nell'aprile del 1943, per essere assegnato al 5° Stormo. Il 99° era di stanza a Navarin, vicino a Costantino. Il 99° volò la sua prima missione di combattimento il 31 marzo 1943. Il 99° venne chiamato Diamondbacks, a causa di un'insegna di diamante dipinta sullo stabilizzatore verticale dei loro B-17. Quando le forze di terra alleate costrinsero l'Afrikakorps tedesco a ritirarsi in Tunisia, la 12a aeronautica svolse missioni per tagliare i rifornimenti tedeschi provenienti dall'Italia e dalla Sicilia. Per il resto del 1943, la 99 svolse missioni principalmente nel Mar Mediterraneo per bombardare obiettivi in ​​Sicilia e in Italia. A giugno, la notizia di una possibile rivolta araba ha fatto innervosire gli uomini del 99° e indossavano sempre le armi bianche. Sebbene non si sia mai verificata una grande rivolta, ci sono stati atti di sabotaggio incluso un piccolo lancio notturno di paracadutisti tedeschi sul campo di Oudna, in Tunisia, che ha portato alla cattura di tre tedeschi. Le tempeste di polvere estive hanno reso la vita miserabile. Il 5 luglio il gruppo ha bombardato un aeroporto a Gerbini, in Sicilia. Si stima che un centinaio di combattenti nemici abbiano effettuato attacchi ripetitivi e feroci, cercando di far tornare indietro il 99°. Il gruppo tuttavia penetrò nelle difese nemiche e distrusse l'aeroporto. Per questa missione, il 99° ha ricevuto la sua prima Citazione Distinguished Unit. Il 9 luglio il gruppo svolse missioni a sostegno dell'invasione alleata della Sicilia. Il 14 luglio avvenne il primo attacco aereo alleato su Roma. Grande attenzione è stata prestata dal 99° per evitare di sganciare bombe sulla Città del Vaticano.

Trasferirsi in Italia: Il 2 novembre 1943, i quattro gruppi B-17 del 5th Storm e due gruppi B-24 della 9th Air Force furono combinati con due gruppi di caccia per formare la nuova 15th Air Force. Nel suo primo giorno di esistenza, il 15 ha volato un viaggio di andata e ritorno di 1.600 miglia per bombardare la fabbrica di aerei Messerschmitt a Weiner Neustadt, in Austria. Sempre a novembre, il colonnello Upthegrove lasciò il 99°, dopo aver completato il suo tour di combattimento. Con l'avanzata alleata nello stivale d'Italia, fu deciso di trasferire lì il 5° Stormo per portare più bersagli dell'Asse alla portata dei bombardieri. Ad ogni gruppo fu assegnata una base nella pianura foggiana, il 99° essendo di stanza a Tortorella. Gli aerei arrivarono a Tortorella nel dicembre del 1943. Le condizioni di vita a Tortorella erano molto dure. Le estati erano calde e polverose, gli inverni freddi e umidi. Gli edifici erano pochi e le squadre di manutenzione degli aerei lavoravano all'aperto. Gli uomini vivevano in tende usando stufe a benzina fatte in casa per riscaldarsi. Gli uomini dovevano costantemente lottare contro fango e acqua, neve e ghiaccio, o soffocare la polvere, a seconda della stagione.

Un nuovo comandante: Dopo la partenza di Upthegrove, il 99° passò attraverso comandanti temporanei fino a quando il colonnello Ford J. Lauer assunse il comando permanente del gruppo il 15 febbraio 1944. Lauer arrivò al 99° dal 15° quartier generale dell'aeronautica. Per tutto il 1944, i 99i obiettivi bombardati nell'Italia occupata dai tedeschi, Germania, Austria, Grecia, Bulgaria, Francia, Romania, Ungheria, Jugoslavia e Cecoslovacchia. Altri due gruppi di B-17, il 463° e il 483°, sarebbero stati aggiunti al 5° Stormo nel marzo del 1944. Il 23 aprile il gruppo, guidato dal colonnello Lauer, bombardò una fabbrica di aerei a Weiner Neustadt, in Austria. Il 99° era il gruppo principale di questa missione. La contraerea è stata intensa e si è incontrata un'aggressiva opposizione da parte dei caccia, ma nessun aereo è stato perso. Nonostante la forte opposizione, il 99° ha effettuato un lancio di bombe di grande successo. Trentuno degli aerei del gruppo tornarono alla base, crivellati di proiettili e proiettili. Per questa missione, il 99° ha ricevuto la sua seconda Citazione Distinguished Unit.

Argomento dell'operazione: L'operazione ARGUMENT era una serie pianificata di attacchi di precisione coordinati dall'8° e dal 15° Air Force, supportati da attacchi notturni della RAF. Questi attacchi sono stati progettati per colpire l'industria aeronautica tedesca. ARGUMENT iniziò il 20 febbraio 1944 e divenne noto come "Big Week" dagli equipaggi dei bombardieri. La macchina da guerra tedesca non ebbe tregua durante ARGUMENT, tuttavia il costo fu elevato per i bombardieri alleati perduti.

Operazione frenetica: Durante l'ultima metà di maggio, giravano voci sul fatto che "Qualcosa di grosso" fosse in lavorazione. Le voci sono diventate realtà alle 2:00 del mattino del 2 giugno. Il colonnello Lauer ha rivelato che il 99esimo stava per bombardare uno scalo ferroviario a Debrecen, in Ungheria, e volare per atterrare a Poltava, in Russia, in Ucraina. Al briefing, Lauer disse agli uomini che "Centotrenta milioni di americani vi guarderanno oggi e voi siete i loro rappresentanti in una terra in cui sarete i primi combattenti americani". incontrati combattenti nemici. Il 99° divenne la prima task force dell'USAAF ad atterrare sul suolo russo. I primi tre giorni in Russia non sono stati operativi. Gli uomini del 99° passavano il loro tempo in giro per la città e facendo amicizia con i russi. I civili russi applaudirono e salutarono gli "Americanyett". Il 6 giugno, il 99th volò in missione da Poltava, per bombardare l'aeroporto tedesco di Galati, in Romania. Dopo essere sbarcati a Poltava, gli uomini del 99° appresero che gli Alleati avevano invaso l'Europa sulle spiagge della Francia. L'11 giugno, il 99° decollò per bombardare un aeroporto tedesco a Focsani, in Romania. Continuarono a sbarcare a Tortorella. La prima missione navetta in Russia è stata considerata un successo.

Operazione Dragoon: L'invasione della Francia meridionale avvenne il 15 agosto. Il 99° volò missioni il 13 e il 14, distruggendo postazioni di cannoni tedesche e linee di comunicazione vicino a Tolone, in Francia. La missione del 15° era a diretto sostegno delle forze di invasione alleate. L'invasione della Francia meridionale ha ricevuto poca attenzione da parte dei media perché era stata messa in ombra dall'invasione della Normandia il 6 giugno.

Il colonnello Lauer parte: Il colonnello Lauer ha compiuto la sua ultima missione di combattimento, guidando la 99th il 26 dicembre. L'obiettivo era Blechhammer, in Germania. La contraerea e i combattenti tedeschi erano entrambi feroci. I tedeschi hanno fatto al colonnello Lauer un regalo da ricordare infarcendo il suo aereo. Lauer partì per gli Stati Uniti il ​​1 gennaio 1945.

Colonnello Schwanbeck: Il colonnello Ray V. Schwanbeck assunse il comando del 99° e lo condusse fino alla fine della guerra europea. Nel mese di aprile, sono state effettuate ventitré missioni, principalmente a sostegno delle forze di terra alleate. Il numero 99 ha compiuto la sua 395a e ultima missione di combattimento il 26 aprile 1945. Nubi pesanti hanno impedito l'avvistamento del bersaglio, quindi non sono state sganciate bombe. Il gruppo ha effettuato un totale di 10.855 sortite di combattimento.

Cosa è stato realizzato: In diciotto mesi di attività, la 15a aeronautica militare distrusse metà di tutta la produzione di petrolio in Europa, buona parte della produzione di caccia tedesca, e paralizzò il sistema di trasporto del nemico. Il 15 ha sganciato un totale di 303.842 tonnellate di bombe su obiettivi nemici in dodici paesi. In tutto, furono effettuate 148.955 sortite di bombardieri pesanti. Il 15th, un gruppo che l'8th Air Force chiamava "minor leaguers", aveva svolto un lavoro da major league. Questo nonostante il 15° avesse molti meno gruppi dell'8°. È un peccato che la 15th Air Force non abbia ricevuto praticamente alcun riconoscimento storico. Quasi tutti i libri, i film, ecc., si sono concentrati sull'8th Air Force. Molte persone che studiano i B-17 sono sorprese nell'apprendere che c'era persino una 15a aeronautica che operava dall'Italia mentre l'ottava operava dall'Inghilterra. I paesi dell'Asse non avevano dubbi sull'esistenza del "Tuono dal sud".


Contenuti

All'inizio della guerra l'USAAF era un piccolo servizio rispetto alle forze aeree dei combattenti combattenti dal 1939. I suoi schieramenti iniziali nei teatri europei e africani nel 1942 coinvolgevano un numero relativamente piccolo di aerei da combattimento e bombardieri e nessun sistema di è stata utilizzata l'identificazione. Alcuni velivoli sono stati identificati da numeri dipinti sulla loro fusoliera.

L'USAAF adottò rapidamente il sistema utilizzato dalla Royal Air Force per identificare gli squadroni, utilizzando codici di fusoliera di due lettere (in seguito lettera-numero quando gli squadroni divennero troppo numerosi) per indicare uno squadrone e una terza lettera singola per identificare l'aereo all'interno dello squadrone. Tuttavia nel 1944 l'USAAF in Europa era cresciuto fino a quasi 60 gruppi di bombardieri pesanti (240 squadroni) e trenta gruppi di caccia (90 squadroni), e questo sistema divenne poco pratico in combattimento dopo l'estate del 1943, quando apparve il primo sistema di coda.

Per facilitare il controllo tra migliaia di bombardieri, l'USAAF ha ideato un sistema di contrassegni di coda degli aerei per identificare gruppi e ali. Sia l'Ottava che la Quindicesima Air Force hanno utilizzato un sistema di grandi simboli geometrici facilmente identificabili combinati con caratteri alfanumerici per designare i gruppi quando tutti i bombardieri USAAF erano dipinti di colore verde oliva, ma come velivoli non verniciati ("finitura in metallo naturale") è diventata politica dopo aprile 1944, il sistema in uso divenne difficile da leggere a causa dell'abbagliamento e della mancanza di contrasto. Il sistema si è poi evoluto gradualmente in uno che utilizza grandi bande di colore in combinazione con simboli, i simboli che identificano l'ala e il colore del gruppo.

Anche la Twentieth Air Force, che alla fine operava 20 gruppi e 1.000 bombardieri, adottò un sistema di identificazione della coda nel 1945. Anche le cinque forze aeree numerate che combattevano nella guerra del Pacifico usavano i contrassegni di coda, ma in modo non sistematico all'interno delle varie forze aeree, come identificatori di squadrone.


Quando l'aereo fallisce, l'equipaggio si salva

Aprire le porte del vano bombe di un bombardiere B-36, fotografato nel 1951.

Margaret Bourke-White/The LIFE Picture Collection/Getty Images

Il capitano Harold Barry e il suo equipaggio hanno agito rapidamente. Il loro primo ordine fu di abbandonare la bomba atomica seguendo il protocollo militare per tenere le armi nucleari oi loro componenti fuori dalle mani del nemico. Ma quando il copilota di Barry ha premuto il pulsante “salvo” per sganciare la bomba, non è successo nulla. Quindi lo colpì una seconda volta, rilasciando le porte del vano bombe e facendo cadere il Mark IV sul Pacifico, dove, secondo i rapporti dell'equipaggio, i suoi esplosivi convenzionali furono fatti esplodere e la bomba distrutta.

Quindi Barry ha impostato il pilota automatico dell'aereo in avaria per guidarlo su una rotta verso l'oceano aperto mentre lui e il suo equipaggio si paracadutavano nell'oscurità sopra Princess Royal Island, sulla costa della British Columbia. Il B-36 abbandonato ha viaggiato per altre 200 miglia, deviando dalla sua rotta prefissata e schiantandosi contro il fianco innevato del Monte Kologet, nel profondo delle lande selvagge dell'entroterra canadese.


10 regole d'oro del fitness per i soldati della prima guerra mondiale

Lo scoppio della guerra nel 1914 ha spinto il reclutamento e l'addestramento di soldati britannici su una scala senza precedenti. Avevano tutti bisogno di essere preparati per uno dei conflitti più mortali ed estenuanti della storia umana, ecco come si sono allenati

Questo concorso è ora chiuso

Pubblicato: 14 agosto 2014 alle 13:11

Nel suo nuovo libro, Fighting Fit 1914, Adam Culling, curatore del Royal Army Physical Training Corps Museum, esplora le attrezzature e i manuali di addestramento utilizzati per preparare le reclute alla guerra, per offrire uno spaccato di come l'istruttore fisico tenesse in forma il soldato britannico.

Qui, scrivendo per Storia extra, Culling condivide 10 regole d'oro di fitness per il soldato della prima guerra mondiale.

1. Ascolta il tuo istruttore

I comandi impartiti dagli istruttori del personale di ginnastica dell'esercito dovrebbero essere seguiti in ogni momento, non semplicemente perché sono sottufficiali senior o perché il loro fisico è un chiaro segno della loro abilità nel dimostrare l'allenamento fisico. La loro esperienza e la loro preziosa conoscenza ti aiuteranno a guidarti, a motivarti e a infondere un senso di fiducia in te stesso che sei stato addestrato, non solo per essere in forma, ma per essere in forma per combattere!

2. Mantienilo interessante

L'allenamento fisico non deve essere noioso. È vero che le tabelle di allenamento prodotte dal personale ginnico dell'esercito diventeranno progressivamente più impegnative, quindi sia le reclute che i soldati addestrati saranno spinti a raggiungere il loro potenziale fisico ottimale. Tuttavia, il tempo può essere riservato durante le sessioni di allenamento fisico per giochi come staffette del club indiano, lotta per i pioli e palla bomba, che non sono solo divertenti e aggiungono un elemento competitivo all'allenamento, ma forniscono anche un'applicazione pratica del esercizi dalle tabelle di allenamento.

3. Non correre prima di poter camminare

Le tabelle di allenamento fisico sono state sviluppate utilizzando principi scientifici e una conoscenza approfondita della fisiologia umana. Con questo in mente, assicurati di non saltare un tavolo e sperare di recuperare un altro giorno. Sono stati progettati per essere progressivi e il completamento di una tabella ti assicurerà di essere pronto per continuare con la successiva, migliorando costantemente il tuo sviluppo fisico.

4. Sii realistico

La quantità di tempo disponibile per l'allenamento fisico e ricreativo varia a seconda di dove ti trovi: i soldati in trincea chiaramente non avranno lo stesso accesso di quelli nelle retrovie allo spazio e all'attrezzatura per svolgere determinate attività. Le tabelle di addestramento sono state sviluppate per consentire a questi soldati di eseguire esercizi durante il giorno quando se ne presenta l'opportunità. Non c'è bisogno di preoccuparsi però, il tuo istruttore non annuncerà ai tedeschi quando ti alleni! I comandi relativi ai tuoi esercizi verranno eseguiti con un'alzata di dita.

5. Allenarsi per lo sport è allenarsi per la guerra

Sport e giochi sono il modo naturale per allenarsi alla guerra. Calcio, cricket, boxe, ecc. imitano la battaglia e sviluppano le qualità necessarie per la guerra. Ma la partecipazione allo sport e ai giochi dovrebbe essere volontaria, poiché lo spirito volontario è lo spirito di "uno sforzo in più".

6. Attaccalo!

Cosa spinge un uomo in guerra? Lo "spirito combattivo" ovviamente, ma cosa significa? È scattante sopra le righe? No, è "attaccarlo": attaccarlo alle difficoltà della guerra, attaccarlo quando sei ferito, attaccarlo quando sei malato, attaccarlo quando sei stanco o hai sentito cattive notizie o sei in ritardo.

E come viene indottrinato questo spirito combattivo? Attraverso la partecipazione di un soldato ai giochi. Se vieni colpito da un pugno in un incontro di boxe, ti inchini e te ne vai? No, stringi i denti, nascondi i tuoi sentimenti al tuo avversario e reagisci. Questo è lo spirito combattivo che lo sta attaccando!

7. Fallo contare

L'addestramento fisico e l'addestramento alla baionetta, entrambi sotto il controllo degli istruttori del personale di ginnastica dell'esercito, sono effettuati a beneficio di te, il soldato, ma soprattutto per i soldati che ti circondano.

È essenziale che un soldato approfitti delle opportunità per svolgere tale addestramento e, quando lo fa, faccia contare ogni esercizio e ogni attacco eseguito su un manichino da addestramento alla baionetta.

Come dice il manuale di addestramento alla baionetta, "ogni manichino deve essere considerato un vero avversario armato", e ogni avversario armato diventerà un vero manichino quando incontrerà il soldato britannico.

8. Improvvisare

Come per quasi ogni aspetto della vita militare, ci sono momenti in cui il soldato dovrà improvvisare per svolgere il suo addestramento fisico e alla baionetta. Gli esercizi compilati nelle tabelle di allenamento forniscono spazio sufficiente per un istruttore per integrare o improvvisare l'attrezzatura necessaria necessaria per eseguire l'esercizio.

Quando l'attrezzo non può essere improvvisato, molti degli esercizi possono essere completati a prescindere. Quando i fucili da scherma a baionetta scarseggiano, usa dei bastoncini. Quando non esiste un percorso d'assalto, riempi semplicemente i sacchi di iuta con paglia e terra e appendi il sacco a una corda appesa a un albero. Essendo intraprendente, la tua formazione continua.

9. Troppo malato per allenarti?

A volte potresti infortunarti o ammalarti e non essere in grado di allenarti. Sebbene ciò possa essere frustrante, è importante che tu aderisca ai consigli del personale medico e conduca solo esercizi adatti alla tua situazione attuale. Le tabelle di allenamento correttive sono state sviluppate per consentire, ad esempio, a chi soffre di stitichezza e lievi problemi di stomaco. Gli esercizi non sono severi e possono essere utili, ma se si tratta di ulcere o diarrea non dovrebbero essere eseguiti.

10. ASCOLTA IL TUO ISTRUTTORE!

Questo punto non può essere sottolineato con maggiore enfasi. Gli istruttori dello staff di ginnastica e gli assistenti istruttori sono esperti di condizionamento fisico. La loro formazione è di natura scientifica e la loro conoscenza della fisiologia e dell'anatomia umana è seconda solo ai professionisti medici.

Combattimento in forma 1914 (Amberley Publishing) è ora in vendita. Per saperne di più clicca qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, perché non ti iscrivi all'edizione cartacea di BBC History Magazine? In alternativa, abbonati alla rivista digitalmente: su iPad e iPhone, Kindle e Kindle Fire, Google Play e Zinio.


1° Stormo Bombardamento (Seconda Guerra Mondiale) - Storia

Questo sito è stato aggiornato l'ultima volta il: 6/11/2021

34 vittorie confermate - Navy Ace of Aces

16 1/4 vittorie confermate - TRIPLO ASSO


Foto per gentile concessione del signor Wagner 1° tenente Richard Wagner
9° AAF
410° Gruppo Bombe
645° Squadrone

Pilota di A-20, A-26. 52 missioni nel teatro europeo.

Medaglia d'aria con 9 grappoli di foglie di quercia
Medaglia della vittoria della seconda guerra mondiale
Medaglia della campagna americana
Medaglia per la campagna Europa, Africa e Medio Oriente
Distinguished Unit Citation per la precisione del bombardamento

3 vittorie confermate, .5 probabili

3 vittorie confermate, 2 probabili

2 vittorie confermate, 0,5 probabili


Foto per gentile concessione del tenente McCoskey Primo Tenente Jack E. McCoskey
359° Gruppo Caccia

1.5 uccisioni confermate, 2 danneggiate

10.5 Uccisioni confermate, 2 danni - DOPPIO ASSO


Foto per gentile concessione di S/Sgt Keller S/Sgt Jack D. Keller
447th Bomb Group (H), 711th Bomb Squadron
Mitragliere di coda del B-17 "Ol'Scrapiron" A/C #231582


Foto per gentile concessione del figlio del maggiore Kirry, John Maggiore Robert H. Kirry
99° Squadrone di portaerei, 441° Gruppo di portaerei


Foto per gentile concessione del S/Sgt Walt Osika S/Sgt Walter H Osika
8th Air Force, 457th Bomber Group, 749th Squadron
B-17 Mitragliere di coda


Foto per gentile concessione del Col. Durwood B Williams Col. Durwood B Williams
333° Squadrone Caccia, 318° Gruppo Caccia, 7° Comando Caccia, 7° Aeronautica.

Pilota P-47, 46 missioni, 326 ore di combattimento


Foto per gentile concessione del maresciallo Norman Williamson Maresciallo, 1a classe, Norman Williamson
R.A.F. Comando Bombardieri


Foto per gentile concessione di Cliffort Orth Lewis H. Lane
Istruttore di volo, Georgia, Florida e Carolina del Nord


Foto per gentile concessione di Phil How sergente David Alfred William May
Navigatore RAF


Foto per gentile concessione di Terry Webb Cpt. Allan W. "Pete" Webb
Pilota bombardieri B-25 - 12th Air Force, 57th Bomb Wing, 321st Bomb Group, 445th Bomb Squadron


Foto per gentile concessione di Ashley Rae Naumann Tenente colonnello Donald Burch
Pilota - 7th Fighter Squadron, Chinese American Composite Wing


Foto per gentile concessione di Fred J Borgmann S/Sgt Fred A. Borgmann
101° AB 327° GIR Co. B.


Foto per gentile concessione di Kathy Morgan S/Sgt Lawrence William Stephens
5th Aeronautica, 160th Squadriglia di collegamento

Medaglia d'aria
Medaglia di buona condotta dell'esercito
Medaglia della campagna americana
Nastro Asiatico Pacifico con 4 stelle
Medaglia della vittoria della seconda guerra mondiale
Nastro della liberazione delle Filippine con 1 stella
Tiratore scelto: Carabina


Foto per gentile concessione di Derek Hughey Daniel "Tommy" Tomlinson
Aviatore navale degli anni '20, pilota pioniere della TWA degli anni '30


Foto per gentile concessione di Dave Handley Capitano Ward Carr Gilbert
Aviatore navale statunitense


Foto per gentile concessione di Ron Graziano Capitano Charles A. Ryan
Pilota dell'American Airlines e del comando del trasporto aereo


Foto per gentile concessione di Laurie Lohne 1° tenente William B. Bonnifield
344th Squadron, 98th Bomb Group, 15th Army Air Forces, B-24 Bomber Pilot-in-Command, 1943-1946

Illustre Croce Volante
Medaglia d'aria
35 sortite
265 ore di combattimento


La prima guerra mondiale segnò le prime operazioni di combattimento aereo dell'America. Il servizio aereo degli Stati Uniti, l'aviazione navale degli Stati Uniti e l'aviazione marina degli Stati Uniti hanno combattuto in Francia, Inghilterra, Italia, Irlanda, Germania e altrove durante la prima guerra mondiale. Gli aviatori americani della prima guerra mondiale includevano Eddie Rickenbacker, Raoul Lufbery, Quentin Roosevelt, Frank Luke, Eugene Bullard, David Ingalls, Carl Spaatz, Everett Cook, Billy Mitchell e molti altri.

Alla fine della prima guerra mondiale, i quarantacinque squadroni di caccia, bombardieri e osservatori del servizio aereo degli Stati Uniti avevano partecipato a sette campagne, dichiarando 781 aerei e 73 palloni abbattuti. Hanno prodotto 71 assi di cui cinque hanno avuto più di 10 vittorie ciascuno. Hanno sganciato 140 tonnellate di bombe in 150 attacchi dinamitardi. E in cambio, hanno perso 289 aeroplani, 48 palloni e 237 dei loro uomini uccisi o dispersi in azione.

Anche l'aviazione navale degli Stati Uniti e l'aviazione marina degli Stati Uniti iniziarono le operazioni di combattimento durante la prima guerra mondiale. Per ulteriori informazioni, vedere l'aviazione navale degli Stati Uniti, l'asso della marina statunitense David Ingalls e l'aviazione marina degli Stati Uniti.

1° gruppo di osservazione - 1° squadrone aereo, 12° squadrone aereo, 50° squadrone aereo
1° Gruppo Inseguimento - 27° squadrone aereo, 94° squadrone aereo, 95° squadrone aereo, 147° squadrone aereo, 185° squadrone aereo
1° Gruppo Bombardamento - 96° squadrone aereo, 11° squadrone aereo, 20° squadrone aereo, 166° squadrone aereo
2° Gruppo Inseguimento - 13° squadrone aereo, 22° squadrone aereo, 49° squadrone aereo, 139° squadrone aereo
3° Gruppo Inseguimento - 28° squadrone aereo, 93° squadrone aereo, 103° squadrone aereo, 213° squadrone aereo
4° Gruppo Inseguimento - 17° squadrone aereo, 25° squadrone aereo, 148° squadrone aereo, 141° squadrone aereo
5° Gruppo Inseguimento - 41° Squadrone Aero, 138° Squadrone Aero, 638° Squadrone Aero
3° Parco Aereo - 255° Squadriglia Aeronautica


51. L'America nella seconda guerra mondiale


La paura di una vittoria dell'Asse ha portato i livelli di produzione a nuovi livelli durante la seconda guerra mondiale. Per aiutare a motivare i lavoratori americani, il governo degli Stati Uniti ha commissionato poster come questo.

Per la seconda volta nel XX secolo, gli Stati Uniti sono stati coinvolti in un devastante conflitto mondiale.

Lo sforzo di mobilitazione del governo nella seconda guerra mondiale ha eclissato anche quello della prima guerra mondiale. Con importanti operazioni sia nell'Atlantico che nel Pacifico, le industrie americane hanno letteralmente alimentato due guerre contemporaneamente. Le conseguenze sociali ed economiche furono profonde. La grande migrazione degli afroamericani dal sud rurale al nord industriale fu accelerata. Nuove opportunità aperte per le donne. Gli americani finalmente godevano di un tenore di vita più alto degli anni pre-depressione.

Ma lo sforzo bellico aveva anche un lato oscuro. Le libertà civili sono state compromesse, in particolare per i 110.000 nippo-americani che sono stati sradicati con la forza dalle loro case sulla costa occidentale per essere inviati in remoti campi di trasferimento.


Un'esplosione atomica produce una caratteristica "nuvola a fungo". Sviluppata da un programma top-secret del governo degli Stati Uniti soprannominato "Progetto Manhattan", la bomba atomica si è rivelata l'arma che ha posto fine alla seconda guerra mondiale.

Sia in Europa che in Asia, le potenze dell'Asse avevano stabilito un solido punto d'appoggio prima dell'ingresso americano nel conflitto. Lentamente, ma inesorabilmente, gli Alleati hanno chiuso il ring sulla Germania nazista dopo le svolte a El Alamein e Stalingrado. Una volta che l'Italia lasciò l'Asse e gli Alleati sbarcarono con successo in Normandia, era solo questione di tempo prima che la macchina nazista venisse distrutta. Fallimenti simili hanno segnato l'inizio della guerra nel Pacifico, quando i giapponesi hanno catturato le Filippine. Ma una volta che le capacità offensive giapponesi furono danneggiate a Midway, l'"isola" degli Stati Uniti si fece strada verso la terraferma giapponese.


Poco dopo l'ingresso dell'America nella seconda guerra mondiale, la canzone patriottica "Remember Pearl Harbor" ha colpito le onde radio, esortando l'America ad "andare avanti verso la vittoria".

Nuove tecnologie sono emerse anche durante la guerra. Il radar ha aiutato gli inglesi a localizzare gli aerei tedeschi in arrivo e il sonar ha reso molto più fattibile il rilevamento dei sottomarini. I razzi tedeschi V-1 e V-2 hanno inaugurato una nuova era di guerra a lungo raggio. Ma nessuna arma paragonabile in capacità distruttiva alla bomba atomica, sviluppata dopo un massiccio progetto di ricerca segreto guidato dal governo degli Stati Uniti.

La seconda guerra mondiale fu combattuta per divergenze rimaste irrisolte dopo la prima guerra mondiale. Oltre 400.000 americani morirono nei quattro anni di coinvolgimento, un tasso di mortalità americano secondo solo alla guerra civile. Dodici milioni di vittime morirono a causa delle atrocità naziste nell'Olocausto. La morte di venti milioni di russi ha creato una mentalità difensiva sovietica che si è riversata nell'era del dopoguerra. Dopo tutto il sangue e il sacrificio, le potenze dell'Asse furono sconfitte, ma la Grande Alleanza che emerse vittoriosa non durò a lungo. Ben presto il mondo fu coinvolto in una lotta durata 45 anni che costò milioni di vite in più e fece saltare la Guerra Fredda.


1st Bombardment Wing (Second World War) - History

"The Ragged Irregulars"

settembre 1942

VIII BC, 1 BW, 101 PCBW February 1943 (8th Bomber Combat, 1st Bomb Wing)

VIII BC, 1 BD, 1 CBW 13 September 1943. (8th Bomb Combat, 1st Bomb Division, 1st Combat Bombardment Wing, Heavy).

1 BD, 1 CBW 8 January 1944. (1st Bomb Division, 1st Combat Bombardment Wing)

1 AD, 1 CBW 1 January 1945. ( 1st Air Division, 1st Combat Bombardment Wing)

322nd, 323rd, 324th, and 401st Bombardment Squadrons (H)

B-17F (from blocks 10-BO) B-17G

Bassingbourn 14 October 42 to 23 June 45.

323rd Bomb Squadron = OR "Oboe"

324th Bomb Squadron = DF "Dimple"

401st Bomb Squadron = LL "Mutter"

Control Tower + "Swordfish"

91st BG Commanding Officer = "Record"

* The term "Ragged Irregulars" was tacked on to the men of the 91st because they had been shot up so badly, so many times that they could not put a full group into combat. They had to fill in on other units to make up a full group bombing formation. Hence, the nickname was coined by the group commander.

2. Lt. Col. William M. Reid: 1 May 43 to 23 May 43.

3. Lt. Col. Baskin R. Lawrence: 23 May 43 to 25 May 43.

4. Lt. Col. Clemens L. Wurzbach commanded from 25 June 43 to 12 December 43. Wurzbach's Warriors were experienced airmen and General Ira Eaker, 8th AF Commander, would send them time and again to Germany. Their targets were aircraft factories, ball bearing plants and other German industries. They let their Division on the first Pathfinder mission to Emden, Germany on 27 September 1943. Two missions stand out Schweinfurt on 17 August 1943 (43% losses) and Anklam, Germany on 9 October 1943 with 42% losses. Some 800 German fighters opposed them. Friendly fighter support, beyond occupied countries and port cities, was nil up to this point.

5. Col. Claude E. Putnam commanded from 12 December 43 to 16 May 44. General Doolittle, new 8th AF Commander, sent Putnam's Panthers to destroy the German Air Force. they did the job, bombing deep into Germany with long range P-51's, P47's and P-38's for protection. Aircraft factories and oil facilities were the primary targets. The mission to Oschersleben, Germany on 11 January 1944 earned the 91st, the Distinguished Unit Citation (17% losses) and the mission to Bunde on 22 February 1944 (19% losses) were both wicked. Enemy fighter opposition, determined early in the period, tapered off at the end.

6. Col. Henry W. Terry commanded from 17 May 44 to 30 May 45. Terry's Tigers attacked from D-Day onward. they gave close support to our ground force at Normandy, St. Lo breakthrough, Caen, Battle of the Bulge, and assisted with the Rhine River crossing. They bombed what was left of oil refineries and cities. Two remembered mission were Merseburg, Germany 2 November 1944 (35% losses) and Leipzig, Germany on 20 July 1944 (22% losses). Enemy fighters were fierce, but sporadic through the period.

7. Lt. Col. Donald E. Sheeler: 30 May 45 to June 45.

25 November 42, Major Paul D. Brown brought the squadron from the United States. 22 April 43, Major J. C. Bishop was appointed Squadron Commander of the 323rd Squadron.

26 November 42, Capt. Edward Gaitley was appointed Squadron Commander of the 324th Squadron. (Vice Major Harold Smelser, missing in action). 29 November 42, Major Claude E. Putnam assumed command as of today.

8 October 42, Capt. E. P. Meyers was appointed Squadron Commander of the 401st Squadron (Promoted to Major). 15 October 42, Capt. Haley W. Aycock was appointed Squadron Commander of the 401st Squadron. Capt. Haley W. Aycock was wounded during the mission of 9 November was replaced as Squadron Commander of the 401st Squadron by Major E. E. Myers, who had been temporarily performing the duties of Group Operations Officer. 31 December 42, Capt. Clyde G. Gillespie was appointed Acting Squadron Commander, 401st Squadron, because Major E. P. Myers was killed in action.

First Mission: 7 November 42 to the submarine docks at Brest, France .

First 2 Aircraft lost: 23 November 42, U-boat pens at St. Nazaire, France

Last Mission: 25 April 45, Pilsen, Germany

Last Plane lost : 17 April 45, Skunk Face III, mission to Dresden, Germany.

Total Missions: 340

Total Credit Sorties : 9, 591

Total Bomb Tonnage: 22,142.3 tons

Total Aircraft Assigned : 400 +

Lost 1010 combat crewmen (887 killed and 123 missing in action). More then 960 crewmen became prisoners of war.

Total Aircraft Missing in Acton: 197 (Planes lost per squadron 322nd 49, 323rd 55, 324th 38 and 401st 55 )

Enemy Aircraft Claims: 420 confirmed, 127 damaged, 238 possible.

Highest loss of 8th Air Force bomb groups - 197 Aircraft Missing in Action

First group to attack a target in the Ruhr - 4 March 43 Hamm.

Led the famous Schweinfurt mission of 17 August 43.

First 8th Air Force bomb group to complete 100 Missions - 5 January 44.

Selected to test first flak suits - March 43.

B-17G "Nine-O-Nine" completed 124 missions without a mechanical abort - an 8th Air Force record.

Activated 15 April 42 at Harding Field, LA. Nucleus commander 1/Lt. Edward R. Eckert. Expansion began with first phase training at McDill Field, FL 16 May 42 to 22/25 June 42. Second and third phase training Walla Walla Air Force Base, WA, under 2AF between 26 June 42 and 24 August 42. Ground echelon by train Fort Dix, NJ, and boarded Queen Mary 2/5 September 42. Arrived Gourock 11 September 42. Air echelon left Walla Walla 24 August 42 for Gowen Field, ID, where first new B-17s assigned. Air echelon then moved Dow Field, ME, but not until early October 42 were enough new B-17s available to complete Group's complement. First squadron flew North Atlantic route late September 42.

Normandy: June 6, 1944 to July 24, 1944

Northern France: July 25, 1944 to September 14, 1944

Ardennes: December16, 1944 to January 25, 1945

Central Europe: March 22, 1945 to May 11, 1945

Rhineland: September 15, 1944 to March 21, 1945

POW Medal: Authorized in 1982 by President Reagan

WORLD WAR II 8th AIR FORCE - Our mission was to defeat the Luftwaffe and destroy Germanys capacity and will to fight. Along with our Valiant Allies from Britain and around the world, we defeated the axis powers. Our numbers exceeded those of any other Air Force in history, including over 350,000 devoted men and women. Our might was centered in 43 heavy bomber groups, 4 medium bomber groups, 20 fighter groups and 50 support groups. Our performance was awesome. We flew 330,523 bomber sorties, dropped 686,406 tons of bombs and destroyed 15,731 enemy aircraft. We had 261 fighter aces. Our Eighth Air Force men and women, in the air and on the ground, served with distinction having 26,000 killed, 7,000 wounded, 28,000 prisoners of war, and 1,500 internees. They were awarded 17 Congressional Medals of Honor, 226 Distinguished Service Crosses, 864 Silver Stars, 45,977 Distinguished Flying Crosses, 442,300 Air Medals, 2,984 Bronze Stars, 12 Distinguished Service Medals, 209 Legion of Merit Medals, 480 Soldiers Medals. Eighth Air Force Units were awarded 27 Presidential Unit Citations, and 19 Meritorious Service Plaques. We remember those years with sadness because of sacrifices made and comrades lost. We remember with Nostalgia the Exuberance of Youth and the inspiration of fighting for the right,but most of all, we remember with pride, that although the way was often difficult, and our losses heavy, we accomplished our mission with Valor and Endurance. We were never turned back by Enemy Fire.

Thanks to Steve Perri for sending this information

Here are the pay scales from the 1944 Official Guide to the Army Air Forces.

Private=====================$50 monthly base pay

Private First monthly base pay

Corporal====================$68 monthly base pay

Sergeant====================$78 monthly base pay

Staff Sergeant================$96 monthly base pay

Technical Sergeant============$114 monthly base pay

Master Sergeant=First Sergeant==$138 monthly base pay

Chief Warrant Oficer==========$2100 year

1st Lieutenant================$2000 year

Rent allowances for officers with dependents ran up the scale
from 60=60=75=60=75=90=105=120=120=120=120=120=120=

Flight pay 50% of base pay==Longevity 5% of base pay for each 3 years of
service up to 30 years==Foreign Service Officers 10% of base pay=Enlisted men
20% of base pay


Thanks to Jack Gaffney 401st. for sending us this information.

___________________________________________________________________________________

The statistics below provided by Ace Johnson shows # of missions, Aircraft lost and Losses per Mission for eleven of the 26 B-17 groups in the Eighth Air Force. I don't know why these particular groups were singled out but the information is very interesting. Of the groups shown, we flew the most missions (340), we lost the most B-17 to enemy action with (197). In losses per mission we tied for second with .58 losses per mission. The attachment also lists 6 Groups in the 15th Air Force. Their aircraft losses per mission for the average of the six groups was .29 per mission while the average of the 11 Eight Air Force groups was .50 per mission.


Airships

Airships were also used during World War One for both reconnaissance and bombing. Germany, France, and Italy all used airships. Germans named their airships Zeppelins, after their creator, Count Ferdinand von Zeppelin.

German airship Schütte Lanz SL2 bombing Warsaw in 1914. Credit: Hans Rudolf Schulze / Commons.

Airships were able to fly higher than fixed-wing aircraft, and they held greater payloads. However, the bombing capabilities were somewhat limited, as they often had to fly at night and at high altitudes to avoid being hit by artillery. This made it difficult for them to see their targets.

Airships were much more effective as a tool of intimidation.

Airships were also useful in naval battles due to their ability to spot submarines, which were almost invisible to ships but relatively easy to spot from the air.

Over the course of the war, the role played by aircraft grew exponentially. By the end of the conflict, they formed an integral part of the armed forces, frequently operating in coordination with the infantry, artillery and the other great technological advance of the war, the tanks.

List of site sources >>>


Guarda il video: firenze bombardata (Gennaio 2022).