Podcast di storia

USS Oakland (CL-95)

USS Oakland (CL-95)

USS Oakland (CL-95)

USS Oakland (CL-95) fu il primo del secondo gruppo di incrociatori leggeri di Atlanta ad entrare in servizio e sostenne i raid delle portaerei, combatté nella battaglia del Golfo di Leyte e supportò gli attacchi finali alle isole giapponesi. Ha guadagnato nove stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale

Il Oakland è stato varato il 23 ottobre 1942 e messo in servizio il 17 luglio 1943. Il suo incrociatore shakedown e il periodo di lavoro sono durati fino a ottobre, e non ha raggiunto Pearl Harbor fino al 3 novembre. Da Pearl si unì a una forza di tre incrociatori pesanti e due cacciatorpediniere diretti al Carrier Task Group 50.3, raggiungendo la flotta nelle Isole Ellice.

Il suo primo combattimento avvenne durante l'Operazione Galvanic, l'invasione delle Isole Gilbert. Sparò per la prima volta con rabbia i suoi cannoni il 20 novembre 1943, aiutando a combattere un attacco aereo giapponese contro le portaerei.

Il 26 novembre il Oakland fu trasferito al TG 50.1 e posto a capo dello schermo antiaereo per le portaerei Yorktown (CV-10), Lexington (CV-16) e Indipendenza (CVL-22) durante un raid su Kwajalein, Wotje e Maloelap nelle Isole Marshall (4 dicembre 1943). I giapponesi hanno risposto con attacchi aerei, e il Oakland e il resto dello schermo è riuscito a respingere la maggior parte degli attacchi. Purtroppo fuoco amico dal Oakland danneggiato il cacciatorpediniere USS Taylor (DD-468), mentre un siluro giapponese danneggiò i comandi dello sterzo sul Lexington. Il Oakland è stato dato il compito di scortare il Lexington torna a Pearl Harbor, arrivando il 9 dicembre.

Il 16 gennaio 1944 la flotta lasciò Pearl Harbor diretta alle Isole Marshall. I vettori hanno attaccato Maloelap il 29 gennaio, Kwajalein il 30 gennaio e poi hanno sostenuto gli sbarchi su Kwajalein e Majuro il 31 gennaio. Entro il 4 febbraio Majuro era così sicuro che il Oakland potrebbe ancorare nella sua laguna per fare rifornimento.

Il 17-18 febbraio 1944 le portaerei colpirono la base della flotta giapponese a Truk. TF 58, con il Oakland, poi ha colpito le Isole Marianne. Il 20 marzo il TG 58.1 ha riportato l'occupazione dell'isola di Emirau, a nord della Nuova Britannia, una delle fasi finali dell'isolamento di Rabaul. Successivamente i vettori hanno colpito obiettivi nelle Isole Caroline, attaccando Palau il 30 marzo, Yap il 31 marzo e Woleai il 1 aprile. Le basi in Nuova Guinea erano l'obiettivo il 21-22 aprile e Truk è stato colpito ancora una volta prima della fine del mese.

Il prossimo obiettivo americano furono le Isole Marianne. L'11-13 giugno il Oakland coprì i vettori mentre attaccavano Guam, poi li scortò mentre attaccavano le isole Vulcano e Bonin (14 giugno). I giapponesi hanno risposto lanciando un grande attacco alla flotta americana. Ciò scatenò la Battaglia del Mare delle Filippine (19-20 giugno 1944), una massiccia battaglia di portaerei che provocò perdite molto pesanti tra gli aviatori di portaerei giapponesi.

All'indomani di questa battaglia il Oakland'S gruppo portante ha colpito Pagan (23 giugno), Iwo Jima (24 giugno), Iwo Jima e Chichi Jima (3-4 luglio) e poi Guman e Rota. Il 9 luglio il Oakland e il distruttore Timone (DD-388) bombardò la penisola di Orote e fornì servizi di soccorso aereo-marittimo ai piloti abbattuti. Infine a luglio i vettori hanno colpito Yap e Ulithi (26-27 luglio).

All'inizio di agosto il Oakland aveva una rara possibilità di un impegno di superficie. Le fu fornita parte dello schermo antiaereo per un attacco a Iwo Jima quando fu scoperto un convoglio giapponese vicino a Chichi Jima. Gli attacchi aerei rallentarono il convoglio giapponese, e una forza composta da quattro incrociatori leggeri (Oakland, Santa Fe (CL-60), Mobile (CL-63), Biloxi (CL-80)) e sette cacciatorpediniere furono inviati per finirlo. Questa forza catturò i giapponesi alla fine del 4 agosto e affondò il cacciatorpediniere di scorta Matsu, il collier Ryuko Maru e la nave da carico Hokkai Maru). Lo squadrone americano bombardò quindi Chichi Jima e gli incrociatori leggeri attaccarono la spedizione e la base idrovolante nel porto di Funtami Ko.

All'inizio di settembre il di Oakland gruppo di portaerei ha colpito obiettivi su Peleliu e nelle Isole Caroline occidentali. Hanno quindi trascorso due settimane a colpire obiettivi giapponesi nelle Filippine. All'inizio di ottobre il TG 38.2 ha effettuato un massiccio raid sulle isole Ryukyu. Questo fu seguito da un attacco a Formosa (12 ottobre 1944), che scatenò un grande attacco aereo giapponese. L'incrociatore pesante Canberra (CA-70) è stato gravemente danneggiato e il Oakland aiutata a portarla in salvo. una volta che Canberraera al sicuro Oakland si riunì alla flotta principale e aiutò a coprire l'invasione di Leyte (20 ottobre 1944).

Poco dopo il Oakland ricevette l'ordine di tornare a Ulithi per riparare e fare rifornimento, ma le fu ordinato di tornare indietro per aiutare a respingere un complesso attacco navale giapponese (Battaglia del Golfo di Leyte, 23-26 ottobre 1944). L'Oakland ha perso la maggior parte della battaglia, arrivando giusto in tempo per la fine dell'azione.

A novembre e dicembre il Oakland ha sostenuto l'invasione delle Filippine, scortando i vettori mentre colpivano obiettivi intorno alle isole. Sopravvisse al tifone che colpì la flotta il 18 dicembre, e fu quindi rimandata a San Francisco per un importante restauro.

Questo durò da metà gennaio fino all'inizio di marzo 1945 e la vide ottenere nuovi cannoni antiaerei. Tornò nel Pacifico in tempo per prendere parte all'invasione di Okinawa. Si è unita alla flotta al largo di Okinawa il 3 aprile ed è stata utilizzata per fornire copertura alle portaerei. Ha aiutato a combattere un attacco aereo giapponese l'11 aprile, perdendo due uomini a colpi di arma da fuoco. Queste furono le sue uniche vittime di battaglia dell'intera Guerra del Pacifico.

Il 15 aprile ha scortato i vettori della TF 58 mentre effettuavano un attacco a Kyushu, aiutando ancora una volta a combattere gli attacchi aerei giapponesi. La seconda metà di aprile è stata spesa al largo di Okinawa, dove ha contribuito a respingere una serie di attacchi kamikaze. A maggio la sua task force ha operato un po' più lontano da Okinawa, ma questo non ha protetto la Bunker Hill (CV-17), che è stato colpito da due attacchi kamikaze l'11 maggio. Nonostante questa perdita i vettori hanno colpito di nuovo Kyushu il 13 maggio. Il Oakland tornò ad Okinawa fino al 29 maggio, poi tornò nelle Filippine per riposarsi.

Nel luglio-agosto 1945 il Oakland ha sostenuto i vettori mentre effettuavano un mese di attacchi alle isole domestiche giapponesi. Honshu è stato colpito per primo, seguito da Hokaido. Tokyo è stata colpita il 17-20 luglio, Kure e Kobe il 24-27 luglio e Tokyo e Nagoya il 30 luglio. Honshu e Hokaido sono stati nuovamente colpiti il ​​7 agosto, prima che l'ordine di cessate il fuoco fosse emesso il 15 agosto.

Il Oakland entrò nella baia di Tokyo il 30 agosto e fece parte della flotta che vide la resa giapponese il 2 settembre. Il Oakland rimase nella baia di Tokyo fino al 1 ottobre. Quindi partì per gli Stati Uniti come parte dell'operazione Magic Carpet, portando a casa i militari statunitensi. Questo primo viaggio si è concluso a San Francisco il 20 ottobre ed è stato seguito da altri due viaggi su Magic Carpet a novembre e dicembre. Le è stato poi ordinato di inattivarla a Bremerton, ma all'ultimo momento è stata scelta per il servizio attivo.

Il Oakland è stata sottoposta a una revisione nel 1946 ed è stata quindi utilizzata come nave da addestramento per l'artiglieria della flotta. Nel 1947 fece una crociera al Pearl Harbor, che doveva essere un incrociatore in tempo di pace. Invece finì per sostenere i nazionalisti cinesi nella loro lotta contro i comunisti. Ha ripetuto questa missione nel 1948, svolgendo due turni di servizio. Il sostegno americano non è stato in grado di impedire la vittoria comunista e il Oakland infine tornò negli Stati Uniti per essere disattivata il 28 febbraio 1949. Fu dismessa il 1 luglio 1949, radiata il 1 marzo 1959 e demolita nel 1962.

Cilindrata (di serie)

6.718 t

Cilindrata (caricata)

8.340t

Velocità massima

32,5 nodi

Gamma

8.500 nm @ 15 nodi

Armatura – cintura

3,75 pollici

- paratie

3,75 pollici

- ponte armatura

1,25 pollici

- pistole

1,25 pollici

- ponte sopra riviste subacquee

1,25 pollici

Lunghezza

541 piedi 6 pollici oa

armamenti

Dodici cannoni da 5 pollici/38 (sei torrette da due cannoni)
Sedici cannoni da 40 mm (otto attacchi doppi) - come ordinato ma modificati in alcuni
Fino a 18 cannoni da 20 mm
Otto tubi lanciasiluri da 21 pollici

Complemento equipaggio

623

sdraiato

13 luglio 1941

Lanciato

23 ottobre 1942

Completato

17 luglio 1943

colpito

1 marzo 1959


USS Oakland CL-95

Ho creato questo sito grazie a mio nonno, Lawrence John Reilly. Da giovane durante la seconda guerra mondiale, è stato uno dei membri dell'equipaggio originale della nuova USS Oakland. Sia lui che la nave prestarono servizio con distinzione durante la guerra, tornando nel 1945 dopo aver assistito alla resa dei giapponesi nella baia di Tokyo.

Credo che mio nonno possa essere l'ultimo proprietario di tavole ancora in vita. Compirà 91 anni tra circa tre settimane. Voglio raccontare la sua storia e quella di questa nave, prima che vada persa e dimenticata.

USS Oakland CL-95 (credito fotografico: Wikipedia) L'incrociatore leggero della US Navy USS Oakland (CL-95) nella Baia di San Francisco, California (USA), con il lungomare di San Francisco sullo sfondo, 2 agosto 1943. Fotografia ufficiale della US Navy, dalle collezioni del Naval Historical Center #NH 98442. (Credito fotografico: Wikipedia)


OAKLAND CLAA 95

Questa sezione elenca i nomi e le designazioni che la nave aveva durante la sua vita. L'elenco è in ordine cronologico.

    Incrociatore leggero di classe Oakland
    Chiglia posata il 15 luglio 1941 - varata il 23 ottobre 1942

Coperture navali

Questa sezione elenca i collegamenti attivi alle pagine che mostrano le copertine associate alla nave. Dovrebbe esserci un insieme separato di pagine per ogni incarnazione della nave (cioè, per ogni voce nella sezione "Nome nave e cronologia delle designazioni"). Le copertine devono essere presentate in ordine cronologico (o nel miglior modo possibile).

Dal momento che una nave può avere molte copertine, possono essere suddivise in molte pagine in modo che non ci voglia un'eternità per caricare le pagine. Ogni collegamento alla pagina dovrebbe essere accompagnato da un intervallo di date per le copertine su quella pagina.

Timbri postali

Questa sezione elenca esempi dei timbri postali utilizzati dalla nave. Dovrebbe esserci un insieme separato di timbri postali per ogni incarnazione della nave (cioè, per ogni voce nella sezione "Nome nave e cronologia delle designazioni"). All'interno di ogni set, i timbri postali devono essere elencati in ordine di tipo di classificazione. Se più di un timbro postale ha la stessa classificazione, allora dovrebbero essere ulteriormente ordinati per data di utilizzo più antico conosciuto.

Il timbro postale non deve essere incluso se non accompagnato da un'immagine in primo piano e/o dall'immagine di una copertina che mostra quel timbro. Gli intervalli di date DEVONO basarsi SOLO SULLE COPERTINE NEL MUSEO e si prevede che cambieranno man mano che verranno aggiunte altre copertine.
 
>>> Se hai un esempio migliore per uno qualsiasi dei timbri postali, non esitare a sostituire l'esempio esistente.


USS Oakland (LCS-24)

Oakland è stato costruito da Austal USA a Mobile, Alabama. Una cerimonia di posa della chiglia si è tenuta presso i cantieri Austal USA di Mobile il 20 luglio 2018. La nave è stata battezzata il 29 giugno 2019 [5] e poi varata il 21 luglio 2019. [1] È stata consegnata alla Marina Militare il 26 giugno 2020, [2] ed è stato commissionato il 17 aprile 2021. [3]

  1. ^ unB"Lancio del futuro USS Oakland" (comunicato stampa). Marina degli Stati Uniti. 22 luglio 2019. NNS190722-19 . Estratto il 22 luglio 2019.
  2. ^ unB
  3. "La Marina accetta la consegna della futura USS Oakland (LCS 24)" (comunicato stampa). Marina degli Stati Uniti. 26 giugno 2020. NNS200626-10 . Estratto il 26 giugno 2020.
  4. ^ unBC
  5. "La Marina metterà in servizio la USS Oakland questo fine settimana". usni.org. 17 aprile 2021. Estratto il 17 aprile 2021.
  6. ^ unBC
  7. "Oakland (LCS-24)". Registro navale navale. Estratto il 25 luglio 2016 .
  8. ^ unBC
  9. "AUSTAL USA CELEBRA IL BATTESIMO DI OAKLAND (LCS 24)". usa.austal.com. 29 giugno 2019. Estratto il 17 aprile 2021.
  10. ^
  11. "Il segretario della Marina nomina la nave da combattimento del litorale" (comunicato stampa). Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. 20 agosto 2015. Estratto il 20 agosto 2015.
  12. ^
  13. Myers, Meghann (19 agosto 2015). "SECNAV nomina la prossima nave da combattimento costiera Oakland". Tempi della Marina. Estratto il 19 agosto 2015.
  • Questo articolo include informazioni raccolte dalRegistro navale navale, che, in quanto pubblicazione del governo degli Stati Uniti, è di pubblico dominio. La voce può essere trovata qui.

Questo articolo su una specifica nave o imbarcazione delle forze armate degli Stati Uniti è solo un abbozzo. Puoi aiutare Wikipedia espandendola.


Incontra la nuovissima nave da combattimento della Marina degli Stati Uniti: la USS Oakland (LCS 24)

Oakland è ora la 22a LCS e la 12a delle navi della variante Independence nella flotta della Marina degli Stati Uniti.

Il programma LCS è stato introdotto per la prima volta nel 2002 e si concentra su due tipi di categorie LCS, la variante Freedom e la variante Independence. La variante Independence LCS è in costruzione da Austal USA nel suo cantiere navale con sede in Alabama, mentre la Freedom LCS è prodotta da Lockheed Martin, nel Wisconsin.

Una nave da combattimento litoranea, progettata per partecipare principalmente alle operazioni costiere (da cui il nome), è descritta come &ldquoveloce e agile&rdquo. E, secondo la presentazione ufficiale della Marina, è in grado di combattere vari tipi di minacce, inclusi sottomarini silenziosi e mine.

Lo storico Oakland nome ha già una lunga tradizione all'interno della Marina degli Stati Uniti. La prima nave che prende il nome dalla città californiana risale al 1918 ed era utilizzata per il trasporto merci. La seconda USS Oakland iniziò la sua carriera nel 1943 e fu coinvolta in diverse importanti missioni antiaeree, incluse quelle a Okinawa e Iwo Jima, guadagnando nove Battle Star.

Con una storia così interessante alle spalle, questa "giovane" nave da combattimento deve certamente essere all'altezza del suo nome.

&ldquoQuesta nave svolgerà un ruolo essenziale nell'attuazione della futura strategia marittima della nostra nazione.&rdquo, ha dichiarato il responsabile del programma LCS Capt. Mike Taylor, quando l'Oakland è stato consegnato per la prima volta.

Mentre Oakland si unirà alle altre 11 Independence LCS, di nuovo a San Diego, ci sono ancora altre navi preparate per unirsi alla flotta. Altri quattro in questa variante sono ancora in costruzione, vale a dire Mobile (LCS 26), Savannah (LCS 28), Canberra (LCS 30) e Santa Barbara (LCS 32), e altri tre inizieranno la costruzione in seguito.


La marina commissiona la nave da combattimento costiera USS Oakland

19 aprile (UPI) - La USS Oakland, la più recente nave da combattimento costiera della Marina, è stata formalmente commissionata in una cerimonia del fine settimana, mentre le prime navi LCS stanno per andare in pensione.

L'Oakland, un trimarano di classe Independence lungo 418 piedi e progettato per trasportare un equipaggio di 40 persone in acque poco profonde e in situazioni oceaniche, si è ufficialmente unito alla flotta della Marina a Oakland, in California, sabato.

La cerimonia includeva veterani militari, il vice sovrintendente dell'Accademia navale degli Stati Uniti Sean Buck, il sindaco di Oakland Libby Schaaf e il segretario ad interim della Marina Thomas Harker.

Un pubblico socialmente distanziato ha guardato dalle auto parcheggiate e attraverso una trasmissione in diretta.

"Ora abbiamo una nave da guerra finita dietro di noi che è pronta per essere messa in servizio", ha detto Harker alla cerimonia. "Questa nave è una meraviglia dell'ingegneria, che estenderà le nostre capacità per qualsiasi missione attraverso l'acqua blu, da una costa all'altra".

La USS Oakland, la terza nave nella storia della Marina a portare il nome della città, è stata costruita da Austral USA in Alabama e sarà imbarcata presso la base navale di San Diego.

Con una velocità massima di 46 nodi, o 40 mph, la classe di navi offre adattabilità a varie circostanze con costi inferiori e un equipaggio più piccolo rispetto ad altre navi.

Un cannone Mk 110 da 57 mm, un sistema di difesa antimissile Raytheon SeaRAM e missili a lancio verticale Naval Strike e Hellfire sono armamenti standard delle navi LCS di classe Independence e possono essere ospitati fino a 30 marinai aggiuntivi per missioni specifiche.

La messa in servizio della USS Oakland arriva dopo che la prima LCS della Marina, la USS Freedom, ha completato il suo dispiegamento finale la scorsa settimana.

Nel luglio 2020, la Marina ha annunciato che avrebbe ritirato la nave, insieme alla USS Independence, alla USS Fort Worth e alla USS Coronado, nel 2021 per risparmiare sugli sforzi di modernizzazione.

Le navi sono state le prime quattro navi da combattimento costiere del servizio, a partire dal 2014.


USS Oakland (CL-95) - Storia

HELENA
Pagina web
Premi

Grazie alla USS Helena Organization per il premio e la lettera che segue.
Dave Brouchoud

Abbiamo visitato l'altro tuo sito web ed è davvero impressionante!
Hai fatto un ottimo lavoro nel mostrare il tuo patriottismo al tuo (nostro) paese e onorare coloro che hanno servito,
e includendo così tanta storia da leggere per tutti!
Le immagini sono meravigliose e le storie di vita in mare sono così interessanti.
Siamo felici di offrirti il ​​nostro Premio Patriottico per la condivisione di una ricchezza
di informazioni, storia e ricordi con tutti coloro che visitano il tuo sito web!

Antico e Onorevole Ordine del Capitano della Torretta

A tutti coloro che vedranno questi regali,

Premio del capitano della torretta - Sito dell'unità navale/militare

Sito Web USS Helena CA-75

Webmaster Dave Brouchoud

Attestare: Per valore accademico e importanza storica.
E: Non tutti si qualificheranno per questo PREMIO, poiché i miei criteri sono molto severi. Tempi di caricamento, colore, contenuto e facilità di navigazione nella pagina li soddisfano tutti. Questo è il Turret Captain Award per i singoli siti Web relativi all'esercito.
Perciò: In allegato il premio che potrai esporre con orgoglio sul tuo sito.

PER ORDINE DEI CAPITANI DI TORRETTA

I compiti del capitano della torretta erano di mantenere, istruire e prendere in carico la torretta assegnata. Sono stati assegnati a portaerei, corazzate e incrociatori. Ad ogni torretta è stato assegnato un Capitano principale della torretta o un Capitano della torretta di prima classe o entrambi. Il tasso del capitano della torretta è stato interrotto quando le corazzate e gli incrociatori dotati di torrette sono stati smantellati e tutte le portaerei da combattimento sono state rimosse dalle loro torrette.


Il tuo sito è stato scelto da Pottsville, Texas Vol. Vigili del fuoco
per ricevere il nostro premio di eccellenza < Gold 2004 >
Clicca sul premio per visitare il nostro sito web


La Marina accetta la consegna della nave da combattimento costiera USS Oakland

26 giugno (UPI) - La Marina degli Stati Uniti ha accettato la consegna della sua nuova nave da combattimento costiera, che si chiamerà USS Oakland, venerdì in una cerimonia presso il cantiere navale Austal USA a Mobile, Ala.

La consegna segna il trasferimento ufficiale della nave di classe Independence alla Marina, ed è l'ultima pietra miliare prima dei test e della prevista messa in servizio nel 2023, ha affermato la Marina.

La futura USS Oakland è la 300a nave della Marina attualmente in uso e la 22a nave da combattimento del litorale.

Le navi LCS sono progettate per l'agilità, con capacità sia in acque poco profonde che oceaniche a sostegno della presenza avanzata, della sicurezza marittima, del controllo del mare e della deterrenza, ha affermato la Marina venerdì in una nota.

Altre quattro navi di classe Independence sono in costruzione e la costruzione di altre tre è in fase di pianificazione. La nuova nave è la terza LCS consegnata alla Marina Militare nel 2020 e sarà ufficialmente nominata al momento della sua messa in servizio.

"Questo è un grande giorno per la Marina e il nostro Paese con la consegna della futura USS Oakland", ha affermato il responsabile del programma LCS, il capitano Mike Taylor. "Questa nave svolgerà un ruolo essenziale nell'attuazione della futura strategia marittima della nostra nazione".

La futura USS Oakland sarà la terza nave militare a portare il nome della città, secondo la Marina.

La futura USS Oakland, designata LCS 24, utilizzerà San Diego come porto di partenza.

La costruzione della nave è iniziata nel 2017 e la chiglia della nave è stata autenticata nel luglio 2018. È stata battezzata nel giugno 2019, varata il mese successivo e ha completato le prove di accettazione nel maggio 2020.


Articoli Correlati

"È una meraviglia dell'ingegneria che estenderà la nostra capacità per qualsiasi missione attraverso l'acqua blu, da una costa all'altra", ha affermato Harker, prima di commissionarla ufficialmente per conto del presidente.

OAKLAND, CA – APRILE 17: L'equipaggio della USS Oakland sta sull'attenti, sabato 17 aprile 2021, durante una cerimonia di messa in servizio della Marina a Oakland, in California (Karl Mondon/Bay Area News Group)

La nave, una Littoral Combat Ship variante per l'indipendenza, è stata costruita e battezzata in Alabama e sarà diretta al porto di San Diego. È la terza nave che prende il nome da Oakland. Il più recente è stato un incrociatore leggero costruito a San Francisco nel 1943 e impegnato in nove battaglie durante la seconda guerra mondiale prima di essere dismesso nel 1951. Robert Almquist, uno degli ultimi marinai rimasti in quella USS Oakland si è unito tramite un videomessaggio, inviando i marinai i suoi migliori auguri.

"Mi piacerebbe essere lì con tutti voi", ha detto.

La cerimonia di messa in servizio è iniziata con un saluto di 19 colpi di quattro obici M1N1 — denominati Loyalty, Country, Honor and Duty & 8212 per gentile concessione della Guardia nazionale dell'esercito degli Stati Uniti e comprendeva un sorvolo in elicottero e cannoni ad acqua delle navi della Guardia costiera degli Stati Uniti. È stato il culmine di un viaggio lungo anni che ha incluso un estenuante processo di addestramento e certificazione, ha detto alla folla il comandante Francisco X. Garza, capitano della nuova nave. Ha incluso anche diverse tempeste difficili, tra cui un'ondata di tempesta inversa "8212 "non"non chiedere,” Garza ha avvertito.

OAKLAND, CA – 17 APRILE: La nuova USS Oakland, riposa in porto, sabato 17 aprile 2021, dopo una cerimonia a Oakland, California (Karl Mondon/Bay Area News Group)

“Sembra che siamo una calamita per gli uragani,” ha scherzato. “In effetti, mi aspettavo quasi che le nuvole temporalesche si sentissero questa mattina, ma si è rivelata una bella giornata.”

Lodando i marinai della nave, noti come proprietari di tavole perché formano l'equipaggio durante la sua messa in servizio originale, Garza si è anche impegnato a rendere orgogliosa la città omonima della nave.

“Ti preghiamo di sapere che questi marinai hanno gettato solide fondamenta che saranno le radici del successo di questa nave negli anni a venire,”, ha detto. “Questi marinai rappresenteranno bene Oakland, la nostra Marina e la nostra nazione e vi renderanno tutti orgogliosi.”

OAKLAND, CA – 17 APRILE: Gli obici dell'esercito suonano durante la messa in servizio della Marina della loro nuova nave, la USS Oakland, sabato 17 aprile 2021, durante una cerimonia mattutina a Oakland, in California (Karl Mondon/Bay Area News Group )

La maggior parte dell'equipaggio ha assistito alla messa in servizio da terra, mentre il gagliardetto e i colori della nave, così come la bandiera del segretario della Marina e la bandiera della città di Oakland, una quercia verde su un campo di giallo, erano issato. Dietro c'era il Bay Bridge e lo skyline di San Francisco.

Non ci sono ordini ufficiali di dispiegamento per la USS Oakland, ma alla fine potrebbe essere diretta nel Mar Cinese Meridionale, un hotspot geopolitico dove l'analoga USS Gabrielle Giffords è stata schierata fino a poco tempo fa, ha affermato Matthew Collette, professore di architettura navale e ingegneria marina presso il Università del Michigan.

Littoral Combat Ships — littoral significa aree lungo una costa — erano destinate ad essere navi a basso costo e con equipaggio ridotto che potevano essere rapidamente adattate a molte diverse missioni vicino alla costa con equipaggi specializzati che si univano a seconda del compito da svolgere, ad esempio per la ricerca di sottomarini e mine o per il pattugliamento di piccole imbarcazioni.

“Non ha funzionato davvero,” disse.

OAKLAND, CA – 17 APRILE: Il primo ufficiale di guardia prende possesso del vetro lungo durante una cerimonia di messa in servizio della Marina per la USS Oakland, sabato mattina, 17 aprile 2021, a Oakland, in California (Karl Mondon/Bay Area News Group )

È difficile avere una squadra che non è sempre unita e i moduli intercambiabili sono in uno sviluppo prolungato, ha detto Collette. I problemi sono stati particolarmente gravi sulle Littoral Combat Vessels della variante Freedom, mentre le navi della variante Independence come l'Oakland sono state molto più affidabili. Ma la nave eccelle in velocità, un altro degli obiettivi originali per la nuova classe di navi.


Navy Trimarano USS ‘Oakland,’ ‘Sailing’ nella Baia di San Francisco

Se sei un veterano della Marina e conosci la tua storia navale, potresti sapere che la terza nave della Marina degli Stati Uniti che prende il nome dalla città di Oakland navigherà sotto il Golden Gate Bridge alle 7 del mattino di mercoledì 14 aprile. arrivando per la sua cerimonia di commissioning, che si terrà al Pier 22 di Oakland.

La messa in servizio si terrà alle 10 di sabato 17, ma ridotta a un piccolo affare a causa della pandemia. Sarà visibile in live streaming qui. Ogni commissioning ha uno sponsor che, per la USS Oakland, è Kate Brandt, la prima responsabile della sostenibilità del governo federale e ora responsabile mondiale della sostenibilità per Google. È interessante notare che Kate è cresciuta a Muir Beach, in California.

L'USS . più recente Oakland ‘vela’ sotto il Golden Gate Bridge alle 7:00 di mercoledì.

"Siamo onorati di ospitare la signora Brandt come sponsor della nave", ha affermato il presidente di Austal USA Craig Perciavalle. “Il suo tempo trascorso al servizio del nostro Paese attraverso il suo lavoro per il governo, in particolare per la Marina, e la sua dedizione alle iniziative ecologiche che proteggono l'ambiente la rendono una scelta chiara come sponsor di Oakland.”

Anche se non abbastanza veloce come il trimarano foiling da 60 piedi L’Hydroptere, questo trimarano lungo 471 piedi e largo 104 piedi è in grado di raggiungere una velocità di 40 nodi.


Guarda il video: Aboard USS Oakland CL-95 Showing Japanese Planes Shot Down Off Saipan, 02221944 full (Ottobre 2021).