Podcast di storia

Gli anni '80

Gli anni '80


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Per molte persone negli Stati Uniti, la fine degli anni '70 fu un periodo travagliato e preoccupante. I movimenti radicali e controculturali degli anni '60 e dei primi anni '70, lo scandalo Watergate, la guerra del Vietnam, l'incertezza in Medio Oriente e la crisi economica interna avevano minato la fiducia degli americani nei loro concittadini e nel loro governo. Alla fine della presidenza di Jimmy Carter, i sogni idealistici degli anni '60 furono logorati dall'inflazione, dalle turbolenze della politica estera e dall'aumento della criminalità. In risposta, molti americani hanno abbracciato un nuovo conservatorismo nella vita sociale, economica e politica durante gli anni '80, caratterizzato dalle politiche del presidente Ronald Reagan. Spesso ricordato per il suo materialismo e consumismo, il decennio ha visto anche l'ascesa dello "yuppie", un'esplosione di film di successo e l'emergere di reti via cavo come MTV, che hanno introdotto il video musicale e lanciato la carriera di molti artisti iconici.

Gli anni '80: ascesa della nuova destra

Il movimento conservatore populista noto come Nuova Destra ha goduto di una crescita senza precedenti alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80. Ha fatto appello a un vasto assortimento di americani, compresi i cristiani evangelici; crociati anti-fiscali; sostenitori della deregolamentazione e dei mercati più piccoli; sostenitori di una più potente presenza americana all'estero; liberali bianchi disamorati; e difensori di un libero mercato senza restrizioni.

Gli storici collegano l'ascesa di questa Nuova Destra in parte alla crescita della cosiddetta Sunbelt, una regione prevalentemente suburbana e rurale del sud-est, del sud-ovest e della California, dove la popolazione iniziò ad espandersi dopo la seconda guerra mondiale ed esplose durante gli anni '70. Questo cambiamento demografico ha avuto conseguenze importanti. Molti dei nuovi Sunbelter erano emigrati dalle vecchie città industriali del Nord e del Midwest (la “Rust Belt”). Lo hanno fatto perché si erano stancati dei problemi apparentemente insormontabili che devono affrontare le città che invecchiano, come il sovraffollamento, l'inquinamento e la criminalità. Forse soprattutto, erano stanchi di pagare tasse elevate per programmi sociali che non consideravano efficaci ed erano preoccupati per l'economia stagnante. Molti erano anche frustrati da quella che consideravano l'interferenza costante, costosa e inappropriata del governo federale. Il movimento risuonava con molti cittadini che un tempo avevano sostenuto politiche più liberali ma che non credevano più che il Partito Democratico rappresentasse i loro interessi.

Gli anni '80: la rivoluzione di Reagan e la Reaganomics

Durante e dopo le elezioni presidenziali del 1980, questi liberali disamorati divennero noti come "Reagan Democratici". Hanno fornito milioni di voti cruciali per il candidato repubblicano, il simpatico e coinvolgente ex governatore della California, Ronald Reagan (1911-2004), nella sua vittoria sul presidente democratico in carica, Jimmy Carter (1924-). Reagan ha vinto il 51 per cento dei voti e ha portato tutti tranne cinque stati e il Distretto di Columbia. Un tempo attore di Hollywood, la sua disposizione esteriormente rassicurante e lo stile ottimista piacevano a molti americani. Reagan è stato affettuosamente soprannominato "il Gipper" per il suo ruolo cinematografico del 1940 come un giocatore di football di Notre Dame di nome George Gipp.

La campagna di Reagan ha lanciato un'ampia rete, facendo appello ai conservatori di ogni tipo con la promessa di grandi tagli alle tasse e un governo più piccolo. Una volta entrato in carica, ha iniziato a mantenere le sue promesse di eliminare il governo federale dalle vite e dai portafogli degli americani. Ha sostenuto la deregolamentazione industriale, la riduzione della spesa pubblica e il taglio delle tasse sia per gli individui che per le società, come parte di un piano economico che lui e i suoi consulenti hanno definito "economia dell'offerta". Premiare il successo e consentire alle persone con denaro di conservarne di più, si pensava, le incoraggerebbe ad acquistare più beni e ad investire in attività commerciali. La crescita economica risultante sarebbe "gocciolata" su tutti.

Gli anni '80: Reagan e la guerra fredda

Come molti altri leader americani durante la Guerra Fredda, il presidente Reagan credeva che la diffusione del comunismo ovunque minacciasse la libertà ovunque. Di conseguenza, la sua amministrazione era ansiosa di fornire aiuti finanziari e militari ai governi anticomunisti e alle insurrezioni in tutto il mondo. Questa politica, applicata in nazioni tra cui Grenada, El Salvador e Nicaragua, era conosciuta come Dottrina Reagan.

Nel novembre 1986, è emerso che la Casa Bianca aveva venduto segretamente armi all'Iran nel tentativo di ottenere la libertà degli ostaggi statunitensi in Libano, e poi deviato i soldi dalle vendite ai ribelli nicaraguensi noti come Contras. L'affare Iran-Contra, come divenne noto, portò alle condanne, poi annullate, del consigliere per la sicurezza nazionale di Reagan, John Poindexter (1936-), e del tenente colonnello dei marine Oliver North (1943-), membro del National Consiglio di Sicurezza

Gli anni '80: Reaganomics

Sul fronte interno, le politiche economiche di Reagan inizialmente si sono rivelate meno efficaci di quanto i suoi partigiani avessero sperato, in particolare quando si è trattato di un principio chiave del piano: il pareggio del bilancio. Gli enormi aumenti delle spese militari (durante l'amministrazione Reagan, la spesa del Pentagono avrebbe raggiunto i 34 milioni di dollari l'ora) non furono compensati da tagli alla spesa o aumenti delle tasse altrove. All'inizio del 1982, gli Stati Uniti stavano attraversando la peggiore recessione dalla Grande Depressione. Nove milioni di persone erano disoccupate nel novembre di quell'anno. Le aziende hanno chiuso, le famiglie hanno perso la casa e gli agricoltori hanno perso la terra. L'economia si raddrizzò lentamente, tuttavia, e la "Reaganomics" tornò ad essere popolare. Anche il crollo del mercato azionario dell'ottobre 1987 ha fatto ben poco per minare la fiducia della classe media e dei ricchi americani nell'agenda economica del presidente. Molti hanno anche trascurato il fatto che le politiche di Reagan hanno creato deficit di bilancio record: nei suoi otto anni in carica, il governo federale ha accumulato più debito di quanto non abbia mai avuto in tutta la sua storia.

Nonostante il suo curriculum misto, la maggioranza degli americani credeva ancora nell'agenda conservatrice alla fine degli anni '80. Quando Ronald Reagan lasciò l'incarico nel 1989, aveva il più alto indice di gradimento di qualsiasi presidente dai tempi di Franklin Roosevelt. Nel 1988, il vicepresidente di Reagan, George H.W. Bush, ha sonoramente sconfitto il governatore del Massachusetts Michael Dukakis nelle elezioni presidenziali.

Gli anni '80: cultura popolare

Per certi versi, la cultura popolare degli anni '80 rifletteva il conservatorismo politico dell'epoca. Per molte persone, il simbolo del decennio era lo "yuppie": un baby boomer con un'istruzione universitaria, un lavoro ben pagato e un gusto costoso. Molte persone hanno deriso gli yuppies perché sono egocentrici e materialisti, e le indagini sui giovani professionisti urbani in tutto il paese hanno mostrato che erano, in effetti, più interessati a fare soldi e ad acquistare beni di consumo rispetto ai loro genitori e nonni. Tuttavia, per certi versi, lo yuppiedom era meno superficiale e superficiale di quanto apparisse. Programmi televisivi popolari come "Trentenne" e film come "The Big Chill" e "Bright Lights, Big City" hanno rappresentato una generazione di giovani uomini e donne afflitti da ansia e insicurezza. Hanno avuto successo, ma non erano sicuri di essere felici.

Al cinema, gli anni '80 sono stati l'era dei blockbuster. Film come "E.T.: L'extraterrestre", "Il ritorno dello Jedi", "I predatori dell'arca perduta" e "Il poliziotto di Beverly Hills" hanno attratto gli spettatori di tutte le età e hanno incassato centinaia di milioni di dollari al botteghino. Gli anni '80 sono stati anche il periodo di massimo splendore del film per adolescenti. Film come "The Breakfast Club", "Some Kind of Wonderful" e "Pretty in Pink" sono ancora popolari oggi.

A casa, la gente guardava sitcom familiari come "The Cosby Show", "Family Ties", "Roseanne" e "Married...with Children". Hanno anche affittato film da guardare sui loro nuovi videoregistratori. Alla fine degli anni '80, il 60 percento dei proprietari di televisioni americane ottenne il servizio via cavo e la rete via cavo più rivoluzionaria di tutte fu MTV, che fece il suo debutto il 1 agosto 1981. I video musicali trasmessi dalla rete resero star di gruppi come Duran Duran e Culture Club e hanno reso megastar artisti come Michael Jackson (1958-2009), il cui elaborato video "Thriller" ha contribuito a vendere 600.000 album nei cinque giorni successivi alla sua prima trasmissione. MTV ha anche influenzato la moda: le persone in tutto il paese (e in tutto il mondo) hanno fatto del loro meglio per copiare le acconciature e le mode che hanno visto nei video musicali. In questo modo artisti come Madonna (1958-) sono diventati (e rimangono) icone della moda.

Con il passare del decennio, MTV è diventato anche un forum per coloro che andavano controcorrente o erano esclusi dall'ideale yuppie. Artisti rap come Public Enemy hanno incanalato la frustrazione degli afroamericani urbani nel loro potente album "It Takes a Nation of Millions to Hold Us Back". Anche atti heavy metal come Metallica e Guns N 'Roses hanno catturato il senso di malessere tra i giovani, in particolare i giovani uomini. Anche se Reagan ha mantenuto la sua popolarità, la cultura popolare ha continuato a essere un'arena di insoddisfazione e dibattito per tutti gli anni '80.


Storia della musica degli Stati Uniti negli anni '80

La musica popolare degli Stati Uniti negli anni '80 ha visto l'heavy metal, la musica country, i successi della Top40, l'hip hop, MTV, CMJ e la new wave come mainstream. [1] Il punk rock e l'hardcore punk erano popolari su CMJ. Con la scomparsa del punk rock, sorse una nuova generazione di generi influenzati dal punk, tra cui il rock gotico, il post-punk, il rock alternativo, l'emo e il thrash metal. L'hip hop ha subito la sua prima diversificazione, con Miami bass, Chicago hip house, Washington, D.C. go-go, Detroit ghettotech, Los Angeles G-funk e "l'età d'oro dell'hip hop vecchia scuola" a New York City. La musica house si sviluppò a Chicago, la musica techno si sviluppò a Detroit che vide anche la fioritura del Detroit Sound nel gospel. Ciò ha contribuito a ispirare il più grande successo crossover della Christian Contemporary Music (CCM), così come il Miami Sound del pop cubano.


Apartheid - I primi anni '80

C'è stato poco cambiamento nella situazione dalla fine degli anni '70 all'inizio degli anni '80 in Sud Africa. Dopo la crisi dell'inizio e della metà degli anni '70, l'"assalto totale" del governo era riuscito a reprimere molti disordini ea tenerli sotto controllo. Con i leader della rivolta del 1976 imprigionati o esiliati, la lotta di liberazione non è andata molto avanti. Fu in questo clima che le organizzazioni anti-apartheid nel paese si resero conto che avevano bisogno di strutture e leadership flessibili per sopravvivere in futuro, oltre a concentrarsi sul movimento di massa. Ciò faciliterebbe la continuazione della resistenza anche quando il governo ha imprigionato i principali leader. Si agiva anche sull'ovvia importanza dell'unità.

Allo stesso tempo il governo ha cercato di ricostruire la sua base di appoggio, soprattutto di fronte all'opposizione della destra. Sebbene la rivolta del 1976 abbia portato alcuni bianchi a chiedere riforme e la fine dell'apartheid, altri credevano che il governo avesse bisogno di affrontare le rivolte in modo più rigoroso e di proteggere ancora di più il potere bianco. Ciò ha portato a maggiori divisioni all'interno del Partito Nazionale e all'interno della comunità afrikaner.

Modifiche estetiche da parte del governo sudafricano

Dopo la rivolta di Soweto del 1976, il governo sudafricano guidato da P.W. Botha, ha introdotto modifiche che ha affermato erano riforme. Questi, si sperava (nonostante le seguenti contraddizioni), avrebbero ridotto le critiche internazionali all'apartheid, soddisfatto i sudafricani bianchi, instaurato relazioni con altri paesi neri in Africa e ridotto la resistenza interna dei neri.

Botha si rese conto anche della forza della resistenza unita dei neri. Il governo del National Party (NP) aveva inizialmente utilizzato un approccio "divide et impera" dividendo la popolazione in gruppi etnici e trattando ogni gruppo in modo diverso. Una gerarchia di privilegi fu propagata in base al colore della pelle, con bianchi, indiani, meticci e neri in ordine decrescente. Inoltre, i sudafricani neri erano divisi ancora di più in base alla lingua. Questa divisione però veniva meno e la resistenza si faceva sempre più unita. Il governo ha quindi cercato di trovare nuovi modi per dividere la popolazione. La sua strategia era quella di ammettere nella classe media un numero ridotto, attentamente selezionato e controllato di persone di colore. Il pensiero era che, creando una classe media nera più ricca, che avrebbe sostenuto l'apartheid e il governo perché ora avevano bisogno dell'apartheid per mantenere le loro posizioni elevate, la resistenza dei neri sarebbe stata ridotta. Il governo ha anche cercato di colmare il divario tra indiani e meticci e africano più definito. Ciò è stato fatto attraverso la nuova costituzione che il governo NP ha introdotto nel 1983. La Costituzione ha creato un nuovo sistema parlamentare (chiamato Parlamento tricamerale), che ha creato diverse case, o sezioni, del governo. Secondo la nuova costituzione, un presidente di Stato (non più primo ministro, ma detentore del potere del vecchio presidente e primo ministro) guidava il Sudafrica. Il NP ha anche introdotto alcune altre riforme all'apartheid nei primi anni '80. Leggi specifiche sull'apartheid sono state allentate o rimosse, come le leggi relative ai servizi separati (link a Gr 12 Segregazione e apartheid, Unità 2, 3.6) e persino alcune di esse relative al controllo dell'afflusso e alla prenotazione del lavoro. Molte persone, tuttavia, hanno visto queste riforme come meramente cosmetiche, poiché sebbene abbiano cambiato il volto dell'apartheid dall'esterno, il sistema non è cambiato affatto e la situazione per l'uomo normale per strada è peggiorata anziché migliorare. Gli anni '80 sono stati anche gli anni più violenti dell'apartheid, poiché il governo ha cercato di mantenere il proprio potere e reprimere la resistenza dei neri con ogni mezzo possibile.

Resistenza e Fronte Democratico Unito (UDF)

Uno dei motivi per cui gli anni '80 sono diventati così violenti e hanno spinto il Sudafrica verso il cambiamento, è stato perché l'opposizione all'apartheid è diventata unita e così attiva durante questo periodo. C'era un'azione di massa da parte della gente e, sebbene facessero parte di diversi gruppi civili o comunitari, agivano insieme per lo stesso scopo. Un'organizzazione molto importante durante gli anni '80 fu il Fronte Democratico Unito (UDF). L'UDF non era tanto un'organizzazione a sé stante, quanto piuttosto un raggruppamento di molte organizzazioni diverse che agivano tutte insieme. L'UDF aveva anche stretti legami con l'ANC e molti membri dell'UDF erano anche membri dell'ANC, attivi in ​​altri gruppi comunitari o si unirono all'ANC in seguito. L'UDF era composto da centinaia di donne, studenti, chiesa, sindacati, gruppi culturali, sportivi e di altro tipo.

I passi verso la formazione dell'UDF sono iniziati alla fine degli anni '70 e sono andati avanti quando Allan Boesak ha chiesto un "fronte unito" di "chiese, associazioni civiche, sindacati, organizzazioni studentesche e organismi sportivi" per combattere l'oppressione. Si è formato un comitato per esaminare la possibilità di un tale fronte e si è deciso di associarsi con le organizzazioni, su una struttura regionale, purché non razziste. Nel maggio 1983 fu varata la Natal UDF, seguita dal Transvaal e dal Western Cape. È stato formato un "Comitato nazionale provvisorio" con membri di ciascuna regione e si è tenuto un incontro di pianificazione a cui hanno partecipato anche Albertina Sisulu e Steve Tshwete. Il comitato decise di lanciare l'UDF il 20 agosto 1983, proprio mentre il governo doveva introdurre la legislazione tricamerale. Hanno deciso un logo e uno slogan - "UDF unisce, l'apartheid divide" e hanno deciso i principi dell'UDF.

I delegati di 565 organizzazioni hanno partecipato al lancio e il motivo immediato indicato per la formazione dell'UDF è stato quello di combattere l'introduzione del Parlamento tricamerale. Tuttavia, la formazione era in realtà il risultato di cambiamenti avvenuti a livello sociale, economico e politico dopo la rivolta di Soweto. Era emersa una nuova cultura più militante, che ha portato alla formazione di molte organizzazioni civiche, giovanili, studentesche, lavoratrici, donne e altre. C'è stato anche un maggiore sostegno alle idee incorporate nella Carta della Libertà e un forte movimento verso l'organizzazione di massa.

L'UDF ha avuto un discreto successo nella sua campagna iniziale contro il parlamento tricamerale e l'affluenza alle urne alle elezioni è stata molto bassa. L'UDF tuttavia aveva ancora problemi organizzativi e aveva anche la concorrenza di alcuni altri gruppi e di affiliati che pensavano di avere troppo potere.

Durante gli anni '80, tuttavia, l'UDF ebbe un ruolo molto importante nel portare avanti l'azione di massa, che normalmente era spontanea, che scoppiò nelle township e nelle patrie di tutto il paese. Sebbene l'UDF non abbia organizzato e gestito tutte le rivolte, ha dato loro sostegno e attraverso le sue azioni i disordini si sono diffusi in tutto il paese.

Le azioni degli anni '80 sono state per molti versi solo il risultato di tanti anni di oppressione e insoddisfazione. L'ANC è stato anche in grado di infiltrarsi più facilmente in Sudafrica e negli anni '80 si è organizzato meglio all'interno del paese. Ha chiesto alle masse di rendere il Sudafrica "ingovernabile" in modo che il NP fosse costretto a porre fine all'apartheid. L'UDF ha raccolto questo appello, insieme a molti affiliati e alle masse.

Il governo reagisce

Il governo ha reagito all'aumento dei disordini e dell'organizzazione nello stesso modo in cui ha sempre fatto: mettendo al bando persone e organizzazioni, attraverso la violenza e la repressione e infine attraverso uno stato di emergenza. Uno stato di emergenza conferisce alla polizia e allo stato poteri speciali sulle persone, e le persone possono essere arrestate senza motivo, trattenute per lunghi periodi di tempo senza processo. Durante uno stato di emergenza, lo Stato si concede poteri speciali e aggira le normali leggi che tutelano i diritti umani e civili.

Il governo inizialmente ha introdotto lo stato di emergenza solo in alcune aree del paese nel 1985, ma presto questo è stato esteso a tutto il paese e rinnovato su base annuale fino al 1990. Ciò ha provocato l'arresto di migliaia di persone durante questo periodo di tempo, molti sono stati torturati durante la detenzione e centinaia di persone sono state uccise durante la detenzione, per le strade dalla polizia o attraverso la violenza "nero su nero". Questa violenza nero su nero era il risultato di alcune persone di colore che lavoravano insieme alla polizia come spie, e questi traditori venivano spesso uccisi. La polizia, che ha anche fornito armi, ha spesso sostenuto tale violenza. Clicca qui per leggere come il governo ha censurato i giornali.

La fine degli anni '80

Alla fine degli anni '80 c'era un diffuso malcontento per il modo in cui il paese veniva gestito, anche all'interno del NP. P.W.Botha aveva cambiato il sistema di amministrazione, il che significava che il NP aveva meno autorità, l'autorità dei leader della patria era aumentata considerevolmente, c'era poco controllo sulla violenza e c'era molta corruzione. Il NP aveva anche perso molto sostegno al partito conservatore più a destra, il che significa che potevano portare più facilmente le riforme.

PW Botha ebbe un ictus nel gennaio 1989 e decise di separare la carica di presidente da quella di leader del NP. Ha mantenuto la Presidenza dello Stato e F.W. de Klerk ha vinto le elezioni del NP. A settembre de Klerk è diventato anche presidente, rappresentando la parte del NP che voleva riforme controllate e maggiori poteri per l'esecutivo, pur essendo conservatore. Le elezioni del 1989 persero i 37 seggi dell'NP, alcuni per il Partito Democratico, ma ancora di più per il Partito Conservatore - ora il più grande gruppo di opposizione bianca. Poiché l'estrema destra ha dimostrato il suo potenziale per interrompere il cambiamento politico, de Klerk era sicuro che più di 2/3 dell'elettorato bianco fossero a favore della riforma.

De Klerk voleva assicurarsi che il NP facesse parte del processo di negoziazione di un nuovo Sudafrica e che avesse voce in capitolo sulla futura posizione dei bianchi. Ha quindi agito rapidamente dopo essere stato votato al potere. Botha aveva già identificato Mandela come una buona persona con cui negoziare, e nel 1985 erano iniziati i colloqui tra Mandela e Kobie Coetsee. Botha ha incontrato Mandela per la prima volta il 5 luglio 1989. Dopo essere salito al potere, De Klerk ha incontrato Mandela, che ha parlato dell'opportunità di un cambiamento negoziato.

Il passo successivo è stato il rilascio di Nelson Mandela e altri prigionieri politici e l'abolizione delle organizzazioni. Questo era un segno che il NP ora accettava di dover negoziare con questi movimenti e non poteva fare affidamento sulla costruzione di alleati al di fuori dei movimenti per la libertà.


59d. La vita negli anni '80

Gli americani hanno goduto di molti cambiamenti fondamentali nel loro tenore di vita negli anni '80. Una delle principali trasformazioni è stata il nuovo ruolo ampliato della televisione. La televisione via cavo, sebbene disponibile negli anni '70, divenne uno standard per la maggior parte delle famiglie americane. Questo cambiamento ha inaugurato tutta una serie di nuovi programmi.

Gli americani appassionati di sport potevano guardare la rete ESPN 24 ore al giorno. Nickelodeon si è rivolto ai bambini del baby boom con una programmazione quotidiana incentrata sui giovani e agli stessi boomer trasmettendo repliche di sitcom classiche durante la notte. Gli americani potrebbero mettersi al passo con le notizie in qualsiasi momento guardando la CNN.

MTV, o Music Television, ha portato una rivoluzione nell'industria discografica. MTV trasmette interpretazioni di video musicali di canzoni popolari. A partire dal 1981 con il profetico brano dei Buggles "Video Killed the Radio Star", MTV ha ridefinito la musica popolare. Star come Madonna e Michael Jackson erano molto più in grado di trasmettere un'immagine oltre che musica. Il messaggio "Material Girl" di Madonna ha caratterizzato i valori di un decennio sempre più materialista.


Rude, rozze e con un cattivo atteggiamento, le carte da collezione "Garbage Pail Kids" hanno preso d'assalto gli Stati Uniti negli anni '80. Con nomi come "Potty Scotty" e "Barfin' Barbara", questi ragazzini sono stati una reazione a una delle decadi di altre mode passeggere, i Cabbage Patch Kids.

Il videoregistratore (VCR) ha permesso agli americani di registrare programmi televisivi e guardarli secondo il proprio programma e guardare film nella privacy delle proprie case.

Forse il prodotto che ha introdotto il più grande cambiamento negli stili di vita americani degli anni '80 è stato il personal computer. Introdotto da Apple nel 1977, il personal computer consentiva la gestione delle finanze personali, l'elaborazione rapida di testi e il desktop publishing da casa. Le aziende possono gestire buste paga, mailing list e inventari da una piccola macchina. Sono finiti i libri mastri del passato. La Silicon Valley della California, che ospitava molte delle aziende che producevano i processori che facevano funzionare questi computer, divenne il cuore simbolico dell'economia tecnologica americana.

"L'avidità è buona", ha dichiarato il protagonista del film Wall Street. Con l'economia in crescita, molti americani della classe media si sono precipitati a investire nel mercato azionario rialzista e a ostentare la loro ricchezza appena acquisita. Young Urban Professionals, o yuppies, hanno sostituito gli hippie socialmente consapevoli della precedente generazione di giovani. Gli yuppies cercavano posti di lavoro esecutivi in ​​grandi aziende e spendevano i loro soldi in prodotti di consumo di lusso come occhiali da sole Ray-Ban, abbigliamento Polo e automobili Mercedes e BMW. L'industria della salute e del fitness è esplosa in quanto molti yuppie si sono impegnati in regolari routine di fitness.


La rivoluzione informatica degli anni '80 è iniziata con l'introduzione della serie Apple II. A volte indicato come il "Model-T" dei computer, l'Apple II ha permesso alle aziende di semplificare le operazioni e ha portato a casa le meraviglie della gestione dei dati digitali.

L'edonismo degli anni '70 veniva rivalutato. Molte droghe, considerate ricreative negli anni '70, si sono rivelate sostanze che danno assuefazione e mortali. Quando i resoconti di celebrità che entrano nei centri di riabilitazione e gli orrori dei centri urbani pieni di droga sono diventati ampiamente noti, il messaggio della First Lady Nancy Reagan a "Dì solo no" alla droga è diventato più potente. Indipendentemente da ciò, le sostanze più nuove e pericolose come il crack hanno esacerbato il problema della droga della nazione.

La rivoluzione sessuale è stata scossa dalla diffusione della sindrome da immunodeficienza acquisita, o AIDS. Questa malattia mortale era più comunemente comunicata dal contatto sessuale e dalla condivisione di aghi per via endovenosa. Con i rischi di comportamenti promiscui che salivano a un livello mortale, la monogamia e il "sesso sicuro" con i preservativi venivano praticati con maggiore regolarità.

Mentre l'avidità può essere stata premiata negli anni '80, la lussuria, sia per la droga che per il sesso, si è rivelata fatale per migliaia di persone.


Contenuti

Console di terza generazione 1983-1995 Modifica

A partire dal 1983, la terza generazione iniziò con l'uscita giapponese del Family Computer (o "Famicom" in seguito noto come Nintendo Entertainment System nel resto del mondo) da parte di Nintendo. Sebbene la precedente generazione di console avesse utilizzato anche processori a 8 bit, è stato alla fine di questa generazione che le console domestiche sono state etichettate per la prima volta con i loro "bit". Anche questo è diventato di moda quando i sistemi a 16 bit come il Genesis di Sega sono stati commercializzati per differenziare le generazioni di console. Negli Stati Uniti, questa generazione di giochi è stata principalmente dominata dal NES/Famicom. Altre console degne di nota includevano Mark III di Sega, noto anche come Master System.

Console di quarta generazione 1987-1996 Modifica

A partire dal 1987 con il PC Engine in Giappone e terminando nel 1996, con l'ultima console Neo-Geo nel 1991, la quarta generazione di console per videogiochi consisteva principalmente di giochi e sistemi programmati per l'era a 16 bit. Durante questa generazione, la grafica 2D è migliorata rispetto alla generazione precedente e la sperimentazione ha iniziato a verificarsi con la grafica 3D, sebbene i giochi 3D fossero più diffusi sul PC in quel momento. La quarta generazione è stata anche la prima volta che i compact disc sono stati considerati una porta valida per le vendite al dettaglio di videogiochi con il CD-i. Alcuni dei sistemi più importanti rilasciati durante questa generazione sono stati il ​​Super Famicom/Super Nintendo Entertainment System (1990), il Sega Mega Drive/Genesis (1988) e il Neo Geo (1991). [6] Anche il Game Boy di Nintendo è stato rilasciato durante la quarta generazione, che sarebbe poi diventata la serie più popolare di sistemi di gioco portatili negli anni '90. [7] Una rivalità tra Sega e Nintendo si è verificata durante questa generazione, dando inizio alla prima guerra tra console in assoluto.

Età d'oro dei giochi arcade Modifica

All'inizio degli anni '80, i giochi arcade erano un'industria vivace. L'industria dei videogiochi arcade solo negli Stati Uniti ha generato 5 miliardi di dollari di entrate all'anno nel 1981 [8] e il numero di sale giochi è raddoppiato tra il 1980 e il 1982. [9] L'effetto che i videogiochi hanno avuto sulla società si è esteso anche ad altri mezzi come grandi film e musica. Nel 1982, "La febbre di Pac-Man" tracciato sul Tabellone Hot 100 classifiche [10] e Tron diventato un classico di culto. [11]

Sviluppo di terze parti e un mercato sovrasaturo Modifica

A seguito di una disputa sul riconoscimento e sui diritti d'autore, molti dei programmatori chiave di Atari si separarono e fondarono la propria compagnia Activision alla fine del 1979. [12] Activision fu il primo sviluppatore di terze parti per l'Atari 2600. [13] Atari fece causa ad Activision per violazione del copyright e furto di segreti commerciali nel 1980, [14] ma le due parti si accordarono su tassi di royalty fissi e su un processo di legittimazione per consentire a terzi di sviluppare giochi su hardware. [15]

All'indomani della causa, un mercato troppo saturo ha portato a società che non avevano mai avuto un interesse per i videogiochi prima di iniziare a lavorare sui propri marchi di giochi promozionali come Purina Dog Food. [16] Il mercato fu anche invaso da troppe console e troppi giochi di scarsa qualità, [17] elementi che avrebbero contribuito al crollo dell'intera industria dei videogiochi nel 1983.

Crash del videogioco del 1983 Modifica

Nel 1983, la bolla dei videogiochi creata durante l'età dell'oro era scoppiata e diverse grandi aziende che producevano computer e console erano fallite. [18] Atari riportò una perdita di 536 milioni di dollari nel 1983. [19] Alcuni esperti di intrattenimento e investitori persero fiducia nel mezzo e credettero che fosse una moda passeggera. [20] Un gioco spesso attribuito allo status di bambino manifesto di questa era, E.T. l'extraterrestre aveva cifre di vendita così negative che le cartucce rimaste invendute furono sepolte nei deserti del New Mexico. [21] [22]

L'ascesa dei giochi per computer Modifica

Il peso dell'incidente è stato avvertito principalmente nel mercato delle console domestiche. I giochi per computer da casa hanno continuato a prosperare in questo periodo di tempo, specialmente con macchine a basso costo come il Commodore 64 e lo ZX Spectrum. Alcune aziende informatiche hanno adottato strategie pubblicitarie aggressive per competere con le console di gioco e per promuovere il loro appeal educativo anche presso i genitori. [23] [24] I computer di casa hanno anche permesso agli utenti motivati ​​di sviluppare i propri giochi, e molti titoli importanti sono stati creati in questo modo, come Karateka di Jordan Mechner, che ha scritto su un Apple II mentre era al college. [25]

Alla fine degli anni '80, i PC compatibili IBM divennero popolari come dispositivi di gioco, con più memoria e risoluzioni più elevate rispetto alle console, ma privi dell'hardware personalizzato che consentiva ai sistemi di console più lenti di creare immagini fluide. [26]

Ringiovanimento Modifica

Nel 1985, la console del mercato domestico in Nord America era inattiva da quasi due anni. Altrove, i videogiochi hanno continuato a essere un punto fermo dell'innovazione e dello sviluppo. Dopo aver visto numeri impressionanti dal suo sistema Famicom in Giappone, Nintendo ha deciso di entrare nel mercato nordamericano rilasciando il Nintendo Entertainment System, o NES in breve. Dopo il rilascio ci sono voluti diversi anni per prendere slancio, ma nonostante il pessimismo dei critici è diventato un successo. A Nintendo è attribuito il merito di aver rianimato il mercato delle console domestiche. [2]

Un'innovazione che ha portato al successo di Nintendo è stata la sua capacità di raccontare storie su una console domestica economica, qualcosa che era più comune per i giochi per computer di casa, ma era stato visto solo su console in modo limitato. Nintendo ha anche adottato misure per prevenire un altro arresto anomalo richiedendo agli sviluppatori di terze parti di aderire a regolamenti e standard, cosa che da allora è esistita sulle principali console. Un requisito era un sistema "serratura e chiave" per prevenire il reverse engineering. Ha anche costretto terzi a pagare per intero le loro cartucce prima del rilascio, in modo che in caso di flop, la responsabilità sarà dello sviluppatore e non del fornitore. [27]

Arcade Modifica

  • 1942 (1984)
  • Arkanoid (1986)
  • Lotta in mongolfiera (1984)
  • Baraduke (1985)
  • Bomba Jack (1984)
  • Bubble Bobble (1986)
  • BurgerTime (1982)
  • Centopiedi (1981)
  • Contra (1987)
  • Difensore (1981)
  • Dig Dug (1982)
  • Donkey Kong (1981)
  • Doppio Drago (1987)
  • La tana del drago (1983)
  • Frogger (1981)
  • guanto di sfida (1985)
  • Ghoul e fantasmi (1988)
  • Golf Tee d'oro (1989)
  • Gradius (1985)
  • Giostra (1982)
  • Guerrieri Ikari (1986)
  • Mappy (1983)
  • Comando Missile (1980)
  • signor fare! (1982)
  • OutRun (1986)
  • Pac-Man (1980)
  • Pole position (1982)
  • Q*bert (1982)
  • Qix (1981)
  • Rally-X (1980)
  • Robotron: 2084 (1982)
  • Tipo R (1987)
  • combattente di strada (1987)
  • Cacciatore di spie (1983)
  • Tempesta (1981)
  • Traccia e amp campo (1983)
  • TRON1 (1982)
  • Stadio del mondo (1988)
  • Xevious (1982)
  • Zaxxon (1982)

Computer di casa e console Modifica

  • Realtà alternativa (1985)
  • Alex Kidd in Miracle World (1986)
  • Il racconto del bardo (1985)
  • Bomberman (1983)
  • L'avventura di Bonk (1989)
  • Boulder Dash (1984)
  • Castlevania (1987)
  • Circo Charlie (1984)
  • Choplifter (1982)
  • Ammazzadraghi (1984)
  • Dragon Quest (1986)
  • Caccia all'anatra (1984)
  • Dungeon Master (1987)
  • Elite (1984)
  • Excitebike (1984)
  • Fantasia finale (1987)
  • Derby di pesca (1980)
  • scalatore di ghiaccio (1984)
  • James Bond (1983)
  • Jetpac (1983)
  • Karateka (1984)
  • bambino Icaro (1986)
  • King's Quest (1983)
  • La leggenda degli eroi (1989)
  • La leggenda di Zelda (1986)
  • Tuta per il tempo libero Larry (1987)
  • Lode Runner (1983)
  • Madden NFL (1988)
  • Maniac Mansion (1987)
  • Minatore Maniaco (1983)
  • mega uomo (1987)
  • Ingranaggio in metallo (1987)
  • Metroid (1986)
  • Simulatore di volo Microsoft2 (1982)
  • Potere e Magia (1986)
  • Ninja Gaiden (1988)
  • Stella di fantasia (1987)
  • Insidia! (1982)
  • popoloso (1989)
  • principe di Persia (1989)
  • Romanzo dei Tre Regni (1985)
  • Gli stivali di Rocky (1982)
  • Il prigioniero1 (1980)
  • L'ombra della bestia (1989)
  • I pirati di Sid Meier! (1987)
  • SimCity (1989)
  • Missione spaziale (1986)
  • volo stellare (1986)
  • Super Mario (1985)
  • Test di guida (1987)
  • Tetris (1984)
  • Thexder (1985)
  • Ultima (1981)
  • Campione urbano (1984)
  • signori della guerra (1989)
  • terra desolata (1988)
  • Dove diavolo è Carmen Sandiego? (1985)
  • Magia (1981)
  • Wolfenstein (1981)
  • Ragazzo meraviglioso (1986)
  • (1987)
  • 1 Franchising di giochi che accompagnano anche i principali franchise cinematografici o televisivi.
  • 2 Franchigie di giochi che sono considerate spin-off di franchise precedentemente stabiliti.

I giochi arcade con il maggior incasso del decennio Modifica

I seguenti titoli sono stati i videogiochi arcade con il maggior incasso di ogni anno negli anni '80, in termini di guadagni di gettoni.

Anno Mercato Grafico Titolo Reddito Inflazione Sviluppatore Produttore/i Genere Rif
1980 In tutto il mondo N / A Pac-Man $6 miliardi 16 miliardi di dollari Namco Namco / Midway Labirinto [28] [29]
1981
1982
1983 In tutto il mondo N / A Pole position Sconosciuto Sconosciuto Namco Namco / Atari Da corsa [30]
1984 Giappone Montante/Pozzetto TX-1 (4,5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Tatsumi Namco Da corsa [31] [32]
Mobile da tavolo Jan Oh (Jang-Oh) (1,5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Toaplan Toaplan Mahjong [33] [34] [35]
UK Sconosciuto Traccia e amp campo Sconosciuto Sconosciuto Konami Konami Gli sport [36]
Stati Uniti d'America AMO A Pole position Sconosciuto Sconosciuto Namco Atari Da corsa [37]
Rigiocare Pole Position II Sconosciuto Sconosciuto Namco Atari Da corsa [38]
1985 Giappone H1 (montante/pozzetto) TX-1 V8 (4,5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Tatsumi Namco Da corsa [39] [40] [41]
H1 (mobile da tavolo) spartano X (Maestro di Kung-Fu) (1,5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Ireme Ireme Picchiateli [39] [40]
H2 (montante/pozzetto) Aspettare (5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Da corsa [42] [43]
H2 (mobile da tavolo) Sandlot Baseball (1,5 mesi) Sconosciuto Sconosciuto Taito Taito Gli sport [44] [45]
UK Sconosciuto Commando Sconosciuto Sconosciuto Capcom Capcom Corri e spara [36]
Stati Uniti d'America Arcade Nintendo VS. Sistema Sconosciuto Sconosciuto Nintendo Nintendo N / A [46]
Rotta Campione di karate Sconosciuto Sconosciuto Technos Dati Est Battagliero
video Cacciatore di spie Sconosciuto Sconosciuto Bally a metà Bally a metà Combattimento veicolare
1986 Giappone H1 (mobile da tavolo) Il vero Mahjong Haihai Sconosciuto Sconosciuto Alba Alba Mahjong [47]
H1 (montante/pozzetto) Aspettare Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Da corsa
H2 (mobile da tavolo) Arkanoid Sconosciuto Sconosciuto Taito Taito / Romstar Blocco kuzushi [48]
H2 (montante/pozzetto) Space Harrier Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Sparatutto su rotaia
Londra Elettromoneta nemesi (Gradius) Sconosciuto Sconosciuto Konami Konami Sparatutto a scorrimento [49]
Stati Uniti d'America Rigiocare Aspettare Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Da corsa [50]
1987 Giappone Mobile da tavolo Tipo R Sconosciuto Sconosciuto Ireme Ireme Sparatutto a scorrimento [51]
Armadio grande Fuori corsa Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Guida
stati Uniti Armadio dedicato [52]
Kit di conversione Arkanoid Sconosciuto Sconosciuto Taito Romstar Rompiblocco
1988 Giappone Giochi Dopo il bruciatore Sconosciuto Sconosciuto Sega AM2 Sega Combattimento aereo [53]
HK Bondeal RoboCop Sconosciuto Sconosciuto Dati Est Dati Est Azione [54]
UK Sconosciuto Operazione Lupo Sconosciuto Sconosciuto Taito Taito Sparatutto con pistola leggera [55]
Stati Uniti d'America Kit di conversione shinobi Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Hack and slash [56]
Armadio dedicato Doppio Drago Sconosciuto Sconosciuto Technos Taito Picchiateli
1989 Stati Uniti d'America Armadio dedicato [57]
Kit di conversione Capcom Bowling Sconosciuto Sconosciuto strati Capcom Gli sport
Giappone Giochi Tetris Sconosciuto Sconosciuto Sega Sega Puzzle [58]

I videogiochi domestici più venduti del decennio Modifica

La tabella seguente elenca i 20 videogiochi domestici più venduti degli anni '80. Si noti che i numeri di vendita dei videogiochi non sono stati così ampiamente riportati durante gli anni '80, ad eccezione dei titoli pubblicati da Nintendo e Atari, Inc.


Gli anni '80 - STORIA

Il programma interno del presidente Reagan era radicato nella sua convinzione che la nazione avrebbe prosperato se il potere del settore economico privato fosse stato liberato. Un sostenitore dell'economia "dal lato dell'offerta", una teoria che sostiene che una maggiore offerta di beni e servizi è la strada più rapida per la crescita economica, Reagan ha cercato ampi tagli fiscali per promuovere una maggiore spesa dei consumatori, risparmio e investimento.Gli economisti dal lato dell'offerta hanno sostenuto che un taglio delle tasse comporterebbe un aumento degli investimenti delle imprese, un aumento dei guadagni e, attraverso le tasse su questi guadagni, un aumento delle entrate del governo. Nonostante solo una sottile maggioranza repubblicana al Senato e una Camera dei Rappresentanti controllata dai Democratici, il presidente Reagan è riuscito durante il suo primo anno in carica a mettere in atto le principali componenti del suo programma economico, tra cui un taglio delle tasse del 25% per gli individui da eliminare gradualmente tra oltre tre anni. L'amministrazione Reagan cercò e ottenne anche aumenti significativi della spesa per la difesa per modernizzare l'esercito della nazione e contrastare quella che riteneva una minaccia continua e crescente dall'Unione Sovietica.

Una recessione ha segnato i primi anni della presidenza di Reagan, colpendo quasi tutte le sezioni del paese. Il prodotto nazionale lordo reale (PNL) è diminuito del 2,5% nel 1982, poiché il tasso di disoccupazione è salito al di sopra del 10% e quasi un terzo degli impianti industriali americani è rimasto inattivo. In tutto il Midwest, grandi aziende come General Electric e International Harvester hanno rilasciato lavoratori. La crisi petrolifera ha contribuito al declino. Con il rallentamento dei guadagni nella produttività degli Stati Uniti, rivali economici come Germania e Giappone hanno conquistato una quota maggiore del commercio mondiale. Il consumo americano di beni prodotti da altri paesi è aumentato notevolmente.

Anche gli agricoltori hanno sofferto tempi duri. Il numero degli agricoltori è diminuito, poiché la produzione si è concentrata nelle mani di un numero inferiore. Durante gli anni '70, gli agricoltori americani avevano aiutato l'India, la Cina, l'Unione Sovietica e altri paesi che soffrivano di penuria di raccolti e avevano preso in prestito pesantemente per acquistare terreni e aumentare la produzione. Poi l'aumento dei prezzi del petrolio ha aumentato i costi agricoli e un crollo economico mondiale nel 1980 ha ridotto la domanda di prodotti agricoli. Gli agricoltori hanno avuto grosse difficoltà a sbarcare il lunario.

Ma la profonda recessione per tutto il 1982, combinata con il calo dei prezzi del petrolio, ha avuto un importante vantaggio: ha frenato l'inflazione galoppante iniziata durante gli anni di Carter. Le condizioni migliorarono per alcuni segmenti dell'economia alla fine del 1983 all'inizio del 1984, l'economia si riprese e gli Stati Uniti entrarono in uno dei periodi più lunghi di crescita economica sostenuta dalla seconda guerra mondiale. Il Giappone ha accettato di imporre una quota volontaria sulle sue esportazioni di auto negli Stati Uniti. La spesa dei consumatori è aumentata in risposta al taglio delle tasse federali. Il mercato azionario è salito in quanto ha riflesso la corsa all'acquisto ottimista. Nei cinque anni successivi all'inizio della ripresa, il PIL è cresciuto a un tasso annuo del 4,2 per cento. Il tasso di inflazione annuale è rimasto tra il 3 e il 5 percento dal 1983 al 1987, tranne nel 1986 quando è sceso a poco meno del 2 percento, il livello più basso da decenni. Il prodotto nazionale lordo della nazione è cresciuto notevolmente durante gli anni '80 dal 1982 al 1987, l'economia degli Stati Uniti ha creato più di 13 milioni di nuovi posti di lavoro.

Tuttavia, una percentuale allarmante di questa crescita si basava sulla spesa in deficit. Sotto Reagan il debito pubblico è quasi triplicato. Inoltre, quasi tutta la crescita della ricchezza nazionale ha avuto luogo nel gruppo di reddito più elevato. Molte famiglie povere e della classe media hanno effettivamente perso terreno, poiché i lavori poco e semi-qualificati sono stati eliminati dall'economia o non sono riusciti a tenere il passo con il resto della società.

Fermo nel suo impegno a ridurre le tasse, Reagan ha firmato la misura di riforma fiscale federale più radicale in 75 anni durante il suo secondo mandato. Questa misura, che ha avuto un ampio sostegno sia democratico che repubblicano, ha abbassato le aliquote dell'imposta sul reddito, semplificato gli scaglioni fiscali e chiuso scappatoie, facendo un passo importante verso una tassazione più equa degli americani a basso reddito. Tuttavia, rimanevano seri problemi. I cronicamente poveri non hanno beneficiato del miglioramento dell'economia. Gli agricoltori hanno continuato a soffrire e gravi siccità nel 1986 e nel 1988 hanno aggravato la loro sofferenza.

L'aumento del budget militare - combinato con i tagli alle tasse e la crescita della spesa sanitaria del governo - ha portato il governo federale a spendere molto di più di quanto ricevesse in entrate ogni anno. Alcuni analisti hanno affermato che i deficit facevano parte di una deliberata strategia dell'amministrazione per prevenire ulteriori aumenti della spesa interna richiesti dai Democratici. Tuttavia, sia i Democratici che i Repubblicani al Congresso si sono rifiutati di tagliare tale spesa. Da $ 74 miliardi nel 1980, il disavanzo è salito a $ 221 miliardi nel 1986 prima di ricadere a $ 150 miliardi nel 1987. Un crollo del mercato azionario alla fine del 1987 ha drammatizzato i dubbi sulla stabilità dell'economia.


Un altro marchio che ha fatto bene negli anni '80: Members Only. Grazie alle loro famose giacche, l'azienda ha guadagnato $ 100 milioni all'anno.

JackF/iStock tramite Getty Images

Nel 2002, Aqua Net Hairspray ha avuto un ritorno improbabile quando il musical Lacca per capelli, basato sul film del 1988 di John Waters, è iniziato a Broadway. Perché niente dice moda come un musical che si svolge nella Baltimora degli anni '60. (Che era una specie di punto di Waters.)


Gli anni '80 - STORIA

Le tendenze degli anni '70 si estendono fino agli anni '80: L'introduzione dei film "high-concept"

Il decennio degli anni '80 tendeva a consolidare le conquiste fatte negli anni settanta piuttosto che ad avviare nuove tendenze pari al gran numero di film catastrofici, film di amici o film "polizieschi" che hanno caratterizzato il decennio precedente. Progettati e confezionati per attirare il pubblico di massa, pochi film degli anni '80 sono diventati quelli che potrebbero essere definiti "classici".

L'epoca fu caratterizzata dall'introduzione di film 'high-concept' - con trame cinematografiche che potevano essere facilmente caratterizzate da una o due frasi (25 parole o meno) - e quindi facilmente commerciabili e comprensibili. Al produttore Don Simpson (in collaborazione con Jerry Bruckheimer) è stata attribuita la creazione del film di alto livello (o moderno blockbuster di Hollywood), sebbene le sue radici possano essere viste alla fine degli anni '70 (cioè il prototipo Fauci (1975), La febbre del sabato sera (1977), Guerre stellari (1977), Alieno (1979) - noto in termini elevati come "Jaws in Space").

Simpson è stato il primo produttore a comprendere e sfruttare l'importanza di MTV. I suoi film pieni d'azione, rumorosi, appariscenti, semplicistici e ben strutturati portavano folle ai multiplex ogni estate. I suoi film con il denominatore comune più basso riflettevano la generazione di MTV, come nel suo film d'esordio Flashdance (1983) - con la sua colonna sonora pop e l'iconico finale "fermo immagine". Altri successi seguirono negli anni '80: Poliziotto di Beverly Hills (1984) con il suo alto concetto di "pesce fuor d'acqua", il sexy Ladro di cuori (1984), l'alta quota Top Gun (1986) - l'epitome della tecnica di Simpson e il film sulle corse di stock-car Giorni di tuono (1990) di nuovo con Tom Cruise. Di conseguenza, alla fine degli anni '80, la maggior parte dei film non era progettata per un pubblico adulto "pensante" (come Alla guida di Miss Daisy (1989)), ma erano "inferiori" per un pubblico di adolescenti stupidi alla ricerca di puro valore di intrattenimento o brividi (ad esempio, L'eccellente avventura di Bill e Ted (1989), di James Cameron Alieni (1986), o Duro a morire (1988)).

Dopo le innovazioni degli anni '70, i film degli anni '80 erano meno sperimentali e originali, ma più formulati, anche se c'era un'esplosione di film desiderosi di sfruttare le nuove tecniche di effetti speciali (CGI) - ora disponibili. Le previsioni erano fosche per l'industria: i costi di produzione stavano aumentando mentre i prezzi dei biglietti stavano diminuendo. Il prezzo medio del biglietto all'inizio del decennio era di circa $ 3 e oltre $ 4 entro la fine del decennio, mentre il budget medio del film era di oltre $ 18 milioni. Tuttavia, i timori per la scomparsa di Hollywood si sono rivelati prematuri.

La ricerca di un blockbuster:

Il cinema personale di registi d'autore degli anni '70 come Francis Ford Coppola, William Friedkin, Peter Bogdanovich, Martin Scorsese e Steven Spielberg era ormai superato dall'avvento del fenomeno "blockbuster" da loro creato (con Il Padrino (1972) e Fauci (1975)). L'industria ha continuato a assecondare i gusti e i desideri dei giovani - una delle eredità negative di Guerre stellari (1977) della fine degli anni '70.

I nomi di Steven Spielberg e George Lucas sono stati spesso associati al termine "blockbuster" e i loro film hanno inevitabilmente continuato a contribuire alla tendenza durante questo decennio, come L'impero colpisce ancora (1980), il grande ed esilarante film di evasione-avventura I predatori dell'arca perduta (1981), Il ritorno dello Jedi (1983), e il successo fantasy dell'infanzia E.T.: L'extraterrestre (1982) con un adorabile alieno arenato, ispirato da Peter Pan, i temi della resurrezione del cristianesimo, e con un pregiudizio antiscientifico. Ce ne sono stati altri che hanno avuto successo, come Acchiappafantasmi (1984), Romancendo la pietra (1984), e Ritorno al futuro (1985), e i loro successivi seguiti.

Seguendo questo modello, Hollywood ha continuato a cercare, con la ricerca demografica e una "mentalità di fondo", l'unico grande "film evento" che tutti (compreso il pubblico internazionale) aveva da vedere (con una tecnologia di effetti speciali abbagliante, colonne sonore sofisticate, budget di mega-marketing e star costose e ben pagate). La maggior parte dei film di eventi per il grande schermo, programmati per essere rilasciati in periodi vantaggiosi (in estate e nel periodo natalizio) richiederebbero fortune costose per la produzione, ma promettevano guadagni potenzialmente redditizi. In retrospettiva, molti dei blockbuster degli anni '80, come quelli menzionati sopra, erano film ben costruiti con personaggi forti e trame non interamente costruite sui loro effetti speciali.

Grandi perdenti, flop e bombe: i tacchini del decennio degli anni '80

Ci sono stati un certo numero di film molto pubblicizzati dell'epoca che sono andati molto male. Nel giro di pochi anni, stava diventando chiaro che i blockbuster non avrebbero sempre assicurato profitti e successo immediati:

    Film western epico e incomprensibile dell'autore Michael Cimino e United Artists La porta del paradiso (1980) circa le guerre della contea di Johnson del Wyoming costano quasi sei volte sopra il budget per la produzione (da $ 7,5 milioni a circa $ 44 milioni). In origine era una versione di 5 ore e 25 minuti che è stata ridotta a 219 minuti per la sua prima a New York del novembre 1980. Il film è stato immediatamente ritirato, rimontato e poi ripubblicato cinque mesi dopo (dopo essere stato accorciato di 70 minuti) nel 1981 - e ancora fallì a causa della cattiva stampa. Ha sbalordito il suo studio diventando il più grande flop nella storia del cinema all'epoca (il botteghino degli Stati Uniti era di circa $ 1,5 milioni) - ha perso almeno $ 40 milioni. Di conseguenza, la società madre di UA, Transamerica, ha dovuto vendere lo studio alla MGM per soli 350 milioni di dollari. [UA era responsabile dei precedenti successi Cowboy di mezzanotte (1969), Annie Hall (1977) e il James Bond film.]

Da allora, il film è stato sinonimo di qualsiasi film che affronta un grave disastro finanziario e dell'era incentrata sul regista degli anni '70. Il sostegno finanziario per i registi "autori" indipendenti della New Wave degli anni '70 (che controllavano i propri costi di produzione con poca supervisione dello studio) è terminato quando l'egoista regista di questo film (vincitore del miglior regista per Il cacciatore di cervi (1978)) è stato criticato in quanto autoindulgente, finanziariamente irresponsabile e guidato dall'ego. La fine dell'era arrivò anche per analoghi fallimenti di altri autori: Peter Bogdanovich con All'ultimo amore (1975), Martin Scorsese con New York, New York (1977) e anche Steven Spielberg con 1941 (1979). [Il progetto cinematografico pianificato di Martin Scorsese Bande di New York (2002) (con 10 nomination all'Oscar, inclusa quella per il miglior film), concepito per la prima volta nel 1978, fu di conseguenza accantonato e pubblicato molti anni dopo i piani iniziali e il completamento della sceneggiatura.]

Chi saprebbe o sarebbe in grado di prevedere che altri film avrebbero avuto successo:

  • Low budget, troppo lungo di Louis Malle La mia cena con Andre (1981) con un'affascinante conversazione a cena tra l'attore/commediografo Wallace Shawn e il regista teatrale Andre Gregory
  • Victor/Vittoria (1982), ambientato nella Parigi degli anni '30, in cui Julie Andrews fingeva di essere un uomo - fingendo di essere una donna, qualcosa che ha confuso James Garner
  • Martin Scorsese Il re della commedia (1982), una commedia oscura sulla ricerca della celebrità comica in piedi di Rupert Pupkin (l'attore preferito di Scorsese, Robert De Niro), autoproclamato come "Il re della commedia", il film ha anche visto l'apparizione del comico della vita reale Jerry Lewis nei panni dell'arrogante Jerry Langford - - L'idolo del presentatore di talk-show di Pupkin - che è stato rapito e legato (e legato con del nastro adesivo) con l'assistenza della sua complice Masha (Sandra Bernhard) dopo che Pupkin è stato snobbato, in modo che potesse prendere il suo posto nello show
  • Vincitore del miglior film di Milos Forman Amedeo (1984), un film quasi biografico (adattato da Peter Shaffer dalla sua stessa opera teatrale) senza grandi nomi star sul compositore-genio sboccato Wolfgang Amadeus Mozart (Tom Hulce) e il compositore di corte rivale Antonio Salieri (F. Murray Abraham) in lizza per il favore di un imperatore austriaco
  • di James Cameron Il terminatore (1984) era una storia su Sarah Connor - l'ignara futura madre di John - la leader di una ribellione umana contro le macchine (esemplificate dal brutale cyborg metallico T-800 interpretato da Arnold Schwarzenegger, che viaggiò indietro nel tempo per assassinarla) il film intenso e snello ha stabilito un genere di film d'azione che si estende fino ai giorni nostri
  • la commedia musicale La piccola bottega degli orrori (1986), originariamente un film horror di Roger Corman negli anni '60, su un negozio di fiori che ha generato una pianta affamata di nome Audrey II che ha consumato il dentista demente Steve Martin come una delle sue vittime la sua canzone "Mean Green Mother From Outer Space" è stata nominata all'Oscar
  • L'ambiziosa, pubblicizzata e pubblicizzata produzione di Tim Burton di un dark-shaded Batman (1989) - un film di grande successo della Warner promosso con un merchandising redditizio che è diventato il successo dell'ultimo anno del decennio, con una performance esagerata di Jack Nicholson nei panni del malvagio Joker ("Dove prende quei meravigliosi giocattoli?" ) e il comico Michael Keaton in un doppio ruolo serio come l'eroe dei fumetti - il vendicatore oscuro di Gotham City

Intrattenimento per grandi imprese:

I budget dei film sono saliti alle stelle a causa degli effetti speciali (costosi effetti digitali) e degli stipendi gonfiati delle star di fama (e dei loro agenti). I grandi affari presero sempre più il controllo dei film e si aprì la strada alla proprietà straniera (per lo più giapponese) delle proprietà di Hollywood. Per risparmiare denaro, a metà del decennio molti più film venivano realizzati in località non statunitensi.

Un certo numero di studi sono stati rilevati da conglomerati multinazionali come loro divisioni di intrattenimento:

    Artisti uniti (acquisita nel 1969 dal magnate della compagnia aerea Kirk Kerkorian e temporaneamente abbandonata) è stata acquistata e fusa con MGM nel 1981 per formare MGM/UA la cineteca della società è stata acquistata dal magnate dei media Ted Turner nel 1986 per il suo canale TV via cavo, Turner Broadcasting System, Inc. poi, nel 1990, la MGM fu acquistata dalla Sony Entertainment of Japan - sede sia della Columbia Pictures che della TriStar Pictures (vedi sotto)

Alcune compagnie cinematografiche indipendenti, come Nuova linea cinema e Miramax, ha iniziato a realizzare film più sperimentali e insoliti per colmare le lacune fornite dai maggiori studios.

Poiché le decisioni sui film costosi erano più nelle mani delle persone che prendevano le decisioni finanziarie, non dei registi, i film venivano realizzati solo se potevano garantire il successo finanziario, assecondando così alcuni nomi famosi e selezionati di star collegati ai titoli dei film senza come molta attenzione agli script intelligenti. Con questo tipo di pressione, le star del cinema più famose hanno chiesto stipendi più alti, in anticipo, e una percentuale dell'incasso lordo del film, guadagnando fino a $ 20 milioni. I budget e gli stipendi degli attori sono andati alle stelle senza controllo e potenti agenti per agenzie come Agenzia di artisti creativi (CAA) negoziato accordi oltraggiosi.

Traguardi notevoli degli anni '80:

  • La 36enne Sherry Lansing è stata nominata presidente della produzione della 20th Century Fox nel 1980 - ed è diventata la prima donna a ricoprire questa posizione e a dirigere uno studio importante (si è dimessa nel 1982 per diventare una produttrice indipendente)
  • Dawn Steel è diventata vicepresidente per la produzione ai Paramount Studios nel 1980 e poi presidente della Columbia Pictures nel 1987
  • nel 1980, CNN (rete di notizie via cavo) ha iniziato le operazioni
  • nei primi anni '80, lo standard di registrazione video superiore di Sony, denominato Betamax, è stato superato da VHS (Video Home System) sviluppato da JVC, con un tempo record più lungo di 2 ore nel 1987, quando VHS deteneva una quota di mercato del 95%, Sony iniziò finalmente ad abbandonare Betamax
  • nel 1980, Pioniere ha iniziato a commercializzare i suoi lettori di videodisk (laserdisc), ampliando così la disponibilità di film per la visualizzazione e l'acquisto da parte dei consumatori
  • l'ex Beatle John Lennon è stato ucciso l'8 dicembre 1980 mentre entrava nel suo appartamento di New York da Mark Chapman
  • nel 1981, la rete via cavo video musicale MTV ha iniziato a trasmettere il 1 agosto alle 00:01 - il primo video musicale che è stato mandato in onda è stato Video Killed the Radio Star - il singolo di debutto del duo britannico - the Buggles
  • la star bambino-adolescente e modella di copertina Brooke Shields era l'attrice più ricercata dei primi anni '80 - proiettando sia l'innocenza che la sessualità
  • regista Milos Forman's Ragtime (1981) è stato il primo film del leggendario attore James Cagney - un "ritorno" - dopo 20 anni di pensione
  • Ronald Reagan, ex presidente della Screen Actor's Guild (dal 1947 al 1952) e governatore della California, divenne la prima star del cinema presidente degli Stati Uniti (il 40esimo) nel 1981. Il suo regno conservatore e il suo approccio duro nei confronti dell'Unione Sovietica L'unione si rifletteva nei molti film d'azione e avventura di Hollywood del decennio con star aggressive e macho (Rocky, Rambo, Arnold Schwarzenegger, Chuck Norris, Steven Seagal, Clint Eastwood e altri) - anche il suo futuristico sistema di difesa antimissile ha cooptato il nome del film degli anni '70 di Lucas Guerre stellari
  • Jodie Foster è stata perseguitata dal disabile mentale John Hinckley, che ha cercato di impressionare l'attrice tentando di assassinare Reagan alla fine di marzo 1981
  • l'attrice e guru dell'aerobica Jane Fonda (che sfoggia un body a righe e scaldamuscoli) ha pubblicato una videocassetta di allenamento, L'allenamento di Jane Fonda (1982), che è diventato per anni uno dei best-seller più in voga, a causa della crescente proliferazione del videoregistratore domestico
  • Il sistema audio THX di George Lucas ha fatto il suo debutto: il primo film da proiettare in un auditorium certificato THX era Il ritorno dello Jedi (1983) - vedi di più sotto
  • durante la realizzazione di Ai confini della realtà: Il film (1983) nel 1982, due attori bambini e Vic Morrow furono uccisi in uno strano incidente in elicottero - di conseguenza, sarebbero state prese maggiori precauzioni sui set di Hollywood
  • Walt Disney Productions e Westinghouse Broadcasting hanno lanciato la rete via cavo Il canale Disney nell'aprile 1983
  • la futura cantante/attrice Vanessa Williams ha vinto il titolo di Miss America 1984 (incoronata nel settembre 1983, è diventata la prima donna di colore in assoluto a possedere il titolo), ma si è dimessa quando è stato rivelato che aveva posato per alcune foto sessualmente esplicite (scattate nel 1982) apparso in due numeri di Attico rivista (settembre 1984 e gennaio 1985)
  • nel 1983, 20th Century Fox ha iniziato a sollecitare apertamente accordi per visualizzare i nomi dei marchi nei suoi film
  • il Classici del cinema americano canale TV via cavo ha iniziato le operazioni nel 1984
  • nel 1984, la Voyager Company ha introdotto il suo Raccolta di criteri linea di 'edizione speciale', laserdisc di alta qualità e ricchi di funzionalità, spesso con trasferimenti all'avanguardia, il formato CAV (full feature), l'intero formato teatrale 'letter-box', tracce di commento speciali e supplementi materiale, doppio audio, interviste e commenti annotati da registi e studiosi, tagli del regista, scene eliminate, storyboard e progetti di produzione e altre caratteristiche bonus (cortometraggi o trailer teatrali, sceneggiature, poster, gallerie di fotogrammi, opuscoli stampati, riprese, versioni doppie di un film e altri extra, ecc.) che da allora sono diventati comuni sui DVD all'inizio del secolo
  • nel 1985, il primo negozio di noleggio video Blockbuster è stato aperto a Dallas, TX ed è diventato un'importante alternativa alle piccole operazioni locali con selezioni di noleggio video limitate. È cresciuta fino a diventare una delle principali catene di negozi a livello nazionale, ma ha dovuto affrontare una maggiore concorrenza di video on demand (VOD), TV satellitare e nastri a basso prezzo combinati con un mercato in contrazione alla fine degli anni '90.
  • nel 1985, il Sundance Institute di Robert Redford (fondato nel 1980) rilevò lo Utah/US Film Festival e in seguito lo ribattezzò il Sundance Film Festival (che si tiene ogni anno a gennaio) - "dedicato al sostegno e allo sviluppo di sceneggiatori e registi della visione emergenti, e alla mostra nazionale e internazionale di nuovi film drammatici e documentari indipendenti"
  • L'omosessualità di Rock Hudson è stata rivelata quando è diventato il primo grande personaggio dell'industria cinematografica a morire di AIDS nell'ottobre del 1985
  • l'8 settembre 1986, Oprah Winfrey è diventata la prima donna afroamericana a ospitare un talk show diurno a diffusione nazionale, intitolato "The Oprah Winfrey Show"
  • nel 1987, Rivista Premiere ha iniziato a pubblicare
  • I morti (1987) è stato l'ultimo film del leggendario regista John Huston, con la migliore fatturazione data a sua figlia Anjelica Huston e una sceneggiatura co-scritta da suo figlio Tony
  • l'attrice più anziana a vincere l'Oscar come migliore attrice è stata l'ottantunenne Jessica Tandy per Alla guida di Miss Daisy (1989)

Nuove tecnologie: Home Entertainment-Video, TV via cavo e audio

Le reti televisive via cavo, i satelliti a trasmissione diretta e le videocassette da 1/2 pollice (in formato VHS) negli anni '80 hanno incoraggiato una più ampia distribuzione di film. Le vendite e gli introiti dei film prevenduti per la riproduzione di videocassette e la distribuzione di TV via cavo hanno contribuito ad aumentare le percentuali dei guadagni degli studi, a volte superando i profitti al botteghino. [In una decisione autorevole, la Corte Suprema si è pronunciata nel caso di Universal contro Sony Betamax (1984) che la registrazione home video per uso personale non era una violazione del copyright.]

Molti studios sono entrati nel business della produzione di film per le reti televisive commerciali e l'uscita dei loro film per il mercato dell'home entertainment-video è diventata una redditizia attività di noleggio e vendita. Il video preregistrato di Disney's La bella addormentata (1959) ha venduto oltre un milione di copie quando è stato rilasciato nel 1986. E poi per illustrare la fiorente industria dei video nei prossimi anni, le vendite del 1988 di E.T.: L'extraterrestre (1982) ha superato i 15 milioni!

Tri-Star Pictures Motion Picture Company, uno dei principali produttori/distributori di Hollywood, è stata creata nel 1983 come una joint venture di CBS Inc., Columbia Pictures e il servizio via cavo premium di Time-Life Biglietteria domestica (HBO) (fondata nel 1972). HBO e Orario dello spettacolo entrambi funzionavano come produttori/distributori a pieno titolo finanziando direttamente film e speciali di intrattenimento per le proprie stazioni via cavo a pagamento. HBO è diventato un leader, sviluppando il primo film realizzato per la pay-TV La storia di Terry Fox (1983). È diventata la prima rete via cavo a vincere un Oscar, per il miglior documentario per Giù e fuori in America (1986), e un Emmy, per Cara America: Lettere a casa dal Vietnam (1987). Negli anni '90, tutte le principali reti via cavo di pay-TV avevano ampliato la loro produzione, creando serie originali, film e miniserie, oltre a produrre documentari, cabaret e programmi sportivi.

[Nel 1989, Time Inc. si è fusa con Warner Communications, diventando il principale gigante dei media Time-Warner.] La diffusione dell'accesso alla televisione via cavo (e alle trasmissioni satellitari) ha minacciato i tradizionali cinema monoschermo e la partecipazione al cinema. D'altra parte, i cinema multisala con più schermi si sono diffusi in tutto il paese durante gli anni '80, mentre il numero di sale drive-in è drasticamente diminuito.

Il suono stereo Dolby multitraccia, il sistema audio THX (dal nome del primo lungometraggio di George Lucas) e il Dolby SR ("registrazione spettrale") (tutti progettati per produrre un suono di qualità superiore, riduzione del rumore, suono surround e altri effetti speciali) erano introdotto negli anni '70 e '80 e pubblicizzato come una caratteristica speciale per film come Amedeo (1984) e Alieni (1986). Il primo film da proiettare in un auditorium certificato THX era Il ritorno dello Jedi (1983). [Nel 1992, una nuova tecnologia denominata Dolby Digital è stata introdotta per gli spettatori in Il ritorno di Batman (1992), e poi DTS Digital Sound ha fatto il suo debutto in Jurassic Park (1993).]


Storia di Internet degli anni '80

La proposta di Landweber ha molti revisori entusiasti. In un workshop sponsorizzato da NSF, l'idea viene rivista in modo da ottenere l'approvazione e aprire una nuova epoca per la stessa NSF. La proposta rivista include molte più università. Propone una struttura a tre livelli che coinvolge ARPANET, un sistema basato su TELENET e un servizio di sola posta elettronica chiamato PhoneNet. I gateway collegano i livelli in un insieme senza soluzione di continuità. Questo porta il costo di un sito alla portata delle università più piccole. Inoltre, NSF accetta di gestire CSNET per due anni, dopodiché lo cederà alla University Corporation for Atmospheric Research (UCAR), che è composta da oltre 50 istituzioni accademiche.

Il National Science Board approva il nuovo piano e lo finanzia per cinque anni al costo di 5 milioni di dollari. Poiché i protocolli per l'interconnessione delle sottoreti di CSNET includono TCP/IP, NSF diventa uno dei primi sostenitori di Internet.

La NASA ha nodi ARPANET, così come molti siti del Dipartimento dell'Energia (DOE). Ora diverse agenzie federali supportano Internet e il numero è in crescita.

La ricerca di David Patterson a Berkeley e John Hennessy a Stanford promuove l'elaborazione di "set di istruzioni ridotto". IBM seleziona il sistema operativo su disco DOS, sviluppato da Microsoft, per far funzionare il suo PC pianificato.

All'inizio dell'anno, più di 200 computer in dozzine di istituzioni sono stati collegati a CSNET. BITNET, un'altra rete di avvio, si basa su protocolli che includono il trasferimento di file via e-mail anziché tramite la procedura FTP dei protocolli ARPA.

L'Internet Working Group della DARPA pubblica un piano per la transizione dell'intera rete dal Network Control Protocol ai protocolli TCP/IP sviluppati dal 1974 e già ampiamente utilizzati (RFC 801).

A Berkeley, Bill Joy incorpora la nuova suite TCP/IP nella prossima versione del sistema operativo Unix. Il primo computer "portatile" viene lanciato sotto forma di Osborne, un dispositivo delle dimensioni di una valigia da 24 libbre.

Il PC IBM viene lanciato nell'agosto 1981.

Nel frattempo, il Giappone lancia una sfida di successo ai produttori di chip statunitensi producendo chip a 64 kbit così a buon mercato che i concorrenti statunitensi addebitano che i chip vengono "scaricati" sul mercato statunitense.

La rivista Time nomina "il computer" il suo "Uomo dell'anno". Cray Research annuncia l'intenzione di commercializzare il sistema Cray X-MP al posto del Cray-1. All'altra estremità della scala, iniziano ad apparire i "cloni" di IBM PC.

Un panel della NSF presieduto da Peter Lax del Courant Institute riferisce che gli scienziati statunitensi non hanno accesso ai supercomputer. Contiene la testimonianza dell'astrofisico dell'Università dell'Illinois Larry Smarr che i membri della sua disciplina sono stati costretti a recarsi in Germania per utilizzare supercomputer di fabbricazione americana.

Il periodo durante il quale sono fioriti i sistemi di rete ad hoc ha lasciato TCP/IP come unico contendente per il titolo di "standard". uno standard di interconnessione denominato Open Systems Interconnection (OSI) — già adottato in forma preliminare per l'interconnessione delle apparecchiature DEC. Ma mentre OSI è uno standard esistente per la maggior parte sulla carta, la combinazione di TCP/IP e le reti locali create con la tecnologia Ethernet stanno guidando l'espansione di Internet vivente.

Drew Major e Kyle Powell scrivono Snipes, un gioco d'azione da giocare su PC in rete. Presentano il gioco come "demo" per un prodotto software per PC di SuperSet Software, Inc. Questo è l'inizio di Novell.

Digital Communications Associates presenta la prima interfaccia con cavo coassiale per comunicazioni da micro a mainframe.

A gennaio ARPANET si standardizza sui protocolli TCP/IP adottati dal Dipartimento della Difesa (DOD). L'Agenzia per le comunicazioni della difesa decide di suddividere la rete in un "ARPANET" pubblico e in un "MILNET" classificato, con solo 45 host rimasti su ARPANET. Jon Postel emette una RFC che assegna i numeri alle varie reti interconnesse. Barry Leiner prende il posto di Vint Cerf alla DARPA, gestendo Internet.

La numerazione degli host Internet e il controllo dei nomi degli host semplicemente non riescono a scalare con la crescita di Internet. A novembre, Jon Postel e Paul Mockapetris di USC/ISI e Craig Partridge di BBN sviluppano il Domain Name System (DNS) e raccomandano l'uso dell'ormai familiare sistema di indirizzamento [email protected]

Il numero di computer collegati tramite questi host è molto più grande e la crescita sta accelerando con la commercializzazione di Ethernet.

Avendo incorporato TCP/IP in Berkeley Unix, Bill Joy è la chiave per la formazione di Sun Microsystems. Sun sviluppa workstation fornite con Berkeley Unix e dotate di reti integrate. Allo stesso tempo, le workstation Apollo vengono fornite con una versione speciale di una rete token ring.

Nel luglio 1983, un gruppo di lavoro della NSF, presieduto da Kent Curtis, emette un piano per "Un ambiente informatico nazionale per la ricerca accademica" per porre rimedio ai problemi rilevati nel rapporto Lax. Le udienze del Congresso suggeriscono alla NSF di intraprendere un piano ancora più ambizioso per rendere disponibili i supercomputer agli scienziati statunitensi.

A gennaio, Apple annuncia il Macintosh. La sua interfaccia user-friendly ingrandisce i ranghi dei nuovi utenti di computer.

Il romanziere William Gibson conia il termine cyberspazio in Neuromante, un libro che aggiunge un nuovo genere alla fantascienza e al fantasy.

Il DNS di nuova concezione viene introdotto su Internet, con i domini ormai familiari di .gov, .mil, .edu, .org, .net e .com. Un dominio chiamato .int, per le entità internazionali, non è molto utilizzato. Invece, gli host in altri paesi prendono un dominio di due lettere che indica il paese. La britannica JANET annuncia esplicitamente la sua intenzione di servire la comunità dell'istruzione superiore della nazione, indipendentemente dalla disciplina.

Cosa più importante per Internet, NSF emette una richiesta di proposte per stabilire centri di supercomputer che forniranno l'accesso all'intera comunità di ricerca degli Stati Uniti, indipendentemente dalla disciplina e dall'ubicazione. Viene creata una nuova divisione di Advanced Scientific Computing con un budget di 200 milioni di dollari in cinque anni.

Datapoint, la prima azienda a offrire computer in rete, continua a essere presente sul mercato, ma non riesce a raggiungere la massa critica.


Contenuti

Un fenomeno demografico ampiamente discusso degli anni '70 fu l'ascesa della "Sun Belt", una regione che racchiudeva il sud-ovest, il sud-est e in particolare la Florida e la California (superando New York come stato più popoloso della nazione nel 1964). Nel 1980, la popolazione della Sun Belt era cresciuta fino a superare quella delle regioni industriali del nord-est e del Midwest, la Rust Belt, che aveva perso costantemente l'industria e aveva avuto una crescita demografica ridotta. [1] L'ascesa della Sun Belt è stata il culmine dei cambiamenti iniziati nella società americana a partire dagli anni '50, quando i viaggi aerei a basso costo, le automobili, il sistema interstatale e l'avvento dell'aria condizionata hanno stimolato una migrazione di massa verso sud e verso ovest. Giovani americani in età lavorativa e pensionati benestanti si sono riversati tutti nella Sun Belt. [2]

L'ascesa della Cintura del Sole ha prodotto un cambiamento nel clima politico della nazione, rafforzando il conservatorismo. La mentalità del boom in questa regione in crescita è in netto conflitto con le preoccupazioni della Rust Belt, popolata principalmente da coloro che non possono o non vogliono trasferirsi altrove, in particolare gruppi di minoranza e anziani. Il nord-est e il Midwest sono rimasti più impegnati nei programmi sociali e più interessati alla crescita regolamentata rispetto agli stati aperti e tentacolari del sud e dell'ovest. Le tendenze elettorali nelle regioni riflettono questa divergenza: il Nordest e il Midwest votano sempre di più per i candidati democratici alle elezioni federali, statali e locali, mentre il Sud e l'Ovest sono ora la solida base per il Partito Repubblicano. [3] [4]

Man mano che l'industria manifatturiera si spostava gradualmente dai suoi centri tradizionali nel nord-est e nel Midwest, la disoccupazione e la povertà aumentavano. La risposta liberale, esemplificata dal sindaco John Lindsay di New York City, è stata quella di aumentare drasticamente i servizi sociali e l'istruzione, nonché l'impiego pubblico e gli stipendi pubblici, in un momento in cui la base imponibile si stava riducendo. New York City ha a malapena evitato la bancarotta nel 1975, è stata salvata utilizzando denaro statale e federale, insieme a un rigoroso controllo statale del suo budget. [5] [6]

Nel frattempo, i conservatori, con sede nei sobborghi, nelle aree rurali e nel Sunbelt, si sono scagliati contro quelli che hanno identificato come i fallimenti dei programmi sociali liberali, oltre alle loro enormi spese. Questo è stato un tema potente nella corsa presidenziale del 1980 e nelle elezioni di medio termine del 1994, quando i repubblicani conquistarono la Camera dei rappresentanti dopo 40 anni di controllo democratico. [7]

I leader liberali degli anni '60, caratteristici dell'era della Great Society e del movimento per i diritti civili, lasciarono il posto a politici urbani conservatori negli anni '70 in tutto il paese, come il sindaco di New York, Ed Koch, un democratico conservatore. [8]

Rifiuto della distensione USA/sovietica Modifica

Gli anni '70 hanno inflitto colpi dannosi alla fiducia in se stessi americana. La guerra del Vietnam e lo scandalo Watergate hanno infranto la fiducia nella presidenza. Le frustrazioni internazionali, tra cui la caduta del Vietnam del Sud nel 1975, la crisi degli ostaggi in Iran nel 1979, l'intervento sovietico in Afghanistan, la crescita del terrorismo internazionale e l'accelerazione della corsa agli armamenti hanno sollevato timori sulla capacità del paese di controllare gli affari internazionali. La crisi energetica, l'elevata disoccupazione, l'inflazione molto alta e l'aumento dei tassi di interesse hanno reso difficile la pianificazione economica e hanno sollevato questioni fondamentali sul futuro della prosperità americana. [9]

Il "malessere" americano, un termine che ha preso piede in seguito al discorso sulla "crisi di fiducia" di Carter del 1979, alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80 non era infondato poiché la nazione sembrava perdere la fiducia in se stessi.

Sotto il governo di Leonid Brezhnev l'economia sovietica era in ritardo - era indietro di decenni nei computer, per esempio - ed è stata mantenuta in vita grazie alle lucrose esportazioni di petrolio. Nel frattempo, la distensione con i sovietici crollò mentre i comunisti guadagnavano terreno in tutto il Terzo Mondo. La cosa più drammatica fu la vittoria in Vietnam nel 1975, quando il Vietnam del Nord invase e conquistò le forze americane del Vietnam del Sud furono coinvolte solo per salvare i sostenitori americani. Quasi un milione di rifugiati sono fuggiti, la maggior parte dei sopravvissuti è arrivata negli Stati Uniti. Altri movimenti comunisti, sostenuti da Mosca o Pechino, si stavano diffondendo rapidamente in Africa, Sud-Est asiatico e America Latina. E l'Unione Sovietica sembrava impegnata nella Dottrina Breznev, terminando gli anni '70 inviando truppe in Afghanistan in una mossa duramente denunciata dall'Occidente e dai paesi musulmani.

Reagendo a tutte queste percezioni del declino americano a livello internazionale e nazionale, un gruppo di accademici, giornalisti, politici e politici, etichettati da molti come "nuovi conservatori" o "neoconservatori", poiché molti di loro erano ancora democratici, si ribellò al Partito Democratico una deriva a sinistra sulle questioni di difesa negli anni '70 (specialmente dopo la nomina di George McGovern nel 1972), e ha anche incolpato i democratici liberali per l'indebolimento della posizione geopolitica della nazione. Molti si sono raggruppati attorno al senatore Henry "Scoop" Jackson, un democratico, ma in seguito si sono allineati con Ronald Reagan e i repubblicani, che hanno promesso di affrontare l'espansione comunista filo-sovietica. In genere erano democratici anticomunisti e contrari ai programmi di welfare della Great Society. Ma i loro obiettivi principali erano le vecchie politiche di contenimento del comunismo e Distensione con l'Unione Sovietica. Volevano il rollback e la fine pacifica della minaccia comunista piuttosto che negoziati senza scopo, diplomazia e controllo degli armamenti. [10]

Guidati da Norman Podhoretz, i neoconservatori attaccarono l'ortodossia della politica estera durante la Guerra Fredda definendola "pacificazione", un'allusione ai negoziati di Neville Chamberlain a Monaco di Baviera nel 1938. Consideravano le concessioni a nemici relativamente deboli degli Stati Uniti come "appagamento" del "male ", attaccato distensione, si oppose allo status commerciale della nazione più favorita per l'Unione Sovietica e sostenne l'intervento unilaterale americano nel Terzo mondo come mezzo per aumentare l'influenza degli Stati Uniti sugli affari internazionali. Prima dell'elezione di Reagan, i neoconservatori, guadagnando influenza, cercarono di arginare i sentimenti contro la guerra causati dalle sconfitte degli Stati Uniti in Vietnam e dalle massicce vittime nel sud-est asiatico provocate dalla guerra.

Durante gli anni '70, Jeane Kirkpatrick, politologo e in seguito ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite sotto Ronald Reagan, criticò sempre più il Partito Democratico. Kirkpatrick si convertì alle idee del nuovo conservatorismo di accademici democratici un tempo liberali. Ha tracciato una distinzione tra dittatori autoritari, che credeva fossero in grado di abbracciare la democrazia e che erano, non a caso, alleati degli Stati Uniti, e dittatori totalitari comunisti, che considerava inflessibili e incapaci di cambiamento. [11]

Gli anni '80 iniziarono così su una nota completamente cupa. Presi dalla peggiore economia dagli anni '30, le industrie automobilistiche e siderurgiche in gravi difficoltà, la crisi degli ostaggi iraniana in corso e gli Stati Uniti apparentemente incapaci di rispondere al crescente avventurismo sovietico in tutto il mondo, è stata una piccola misura di buon umore quando il La squadra di hockey olimpica amatoriale degli Stati Uniti ha sconfitto le loro controparti sovietiche professionali nel Miracle on Ice.

Ronald Reagan e le elezioni del 1980 Modifica

Il sentimento conservatore stava crescendo, in parte a causa del disgusto per gli eccessi della rivoluzione sessuale e del fallimento delle politiche liberali come la Guerra alla povertà nel mantenere le loro promesse. Le prospettive di rielezione del presidente Jimmy Carter negli Stati UnitiLe elezioni presidenziali del 1980 furono rafforzate quando respinse facilmente una sfida alle primarie dell'icona liberale, il senatore Edward Kennedy del Massachusetts. Sullo sfondo della stagflazione economica e della percepita debolezza americana nei confronti dell'URSS all'estero, Ronald Reagan, ex governatore della California, ha vinto la nomination repubblicana nel 1980 vincendo la maggior parte delle primarie. Dopo non essere riuscito a raggiungere un accordo senza precedenti con Ford, che sarebbe stato una sorta di copresidente, Reagan scelse il suo principale rivale principale, George H.W. Bush, come candidato alla vicepresidenza. Durante la campagna, Reagan ha fatto affidamento su Jeane Kirkpatrick come suo consigliere per la politica estera per identificare le vulnerabilità di Carter in politica estera. [12]

Reagan promise di ricostruire le forze armate statunitensi, che erano drasticamente diminuite di forza e morale dopo la guerra del Vietnam, e di ripristinare il potere e il prestigio americani sul fronte internazionale. Ha anche promesso la fine del "grande governo" e il ripristino della salute economica utilizzando l'economia dal lato dell'offerta.

Gli economisti dal lato dell'offerta erano contrari allo stato sociale costruito dalla Great Society. Hanno affermato che i guai dell'economia degli Stati Uniti erano in gran parte il risultato di una tassazione eccessiva, che "spiazzava" il denaro dagli investitori privati ​​e quindi soffocava la crescita economica. La soluzione, sostenevano, era tagliare le tasse in modo generalizzato, in particolare nelle fasce di reddito più alte, al fine di incoraggiare gli investimenti privati. Miravano anche a ridurre la spesa pubblica per il welfare ei servizi sociali rivolti ai settori più poveri della società che si erano formati negli anni '60.

Il pubblico, in particolare la classe media nella regione del Sun Belt, era d'accordo con le proposte di Reagan e lo votò nel 1980. I critici accusarono Reagan di essere insensibile alla condizione dei poveri e che i problemi economici degli anni '70 erano al di là di qualsiasi presidente capacità di controllare o invertire. [13]

Le elezioni presidenziali del 1980 furono un punto di svolta fondamentale nella politica americana. Ha segnato il nuovo potere elettorale delle periferie e della Cintura del Sole, con la destra religiosa per la prima volta un fattore importante. Inoltre, è stato uno spartiacque che ha inaugurato l'impegno nei programmi governativi contro la povertà e nell'azione affermativa caratteristica della Great Society. Ha anche segnalato un impegno per una politica estera da falco.

Una candidatura di terze parti del rappresentante John B. Anderson dell'Illinois, un repubblicano moderato, ha avuto scarsi risultati. I problemi principali della campagna erano la stagflazione economica, le minacce alla sicurezza nazionale, la crisi degli ostaggi iraniani e il malessere generale che sembrava indicare che i grandi giorni dell'America erano finiti. Carter sembrava incapace di controllare l'inflazione e aveva fallito nel suo tentativo di salvare gli ostaggi a Teheran. Carter lasciò cadere i suoi consiglieri orientati alla distensione e si mosse bruscamente a destra contro i sovietici, ma Reagan disse che era troppo poco, troppo tardi. [14]

Reagan ottenne una vittoria schiacciante con 489 voti nel collegio elettorale contro i 49 di Carter. I repubblicani sconfissero dodici senatori democratici per riprendere il controllo del Senato per la prima volta in 25 anni. Reagan ha ricevuto 43.904.153 voti alle elezioni (50,7% del totale dei voti espressi) e Carter 35.483.883 (41,0%). John Anderson ha vinto 5.720.060 (6,6%) voti popolari.

Dopo anni di inesauribili lodi da parte di destra e critiche inesorabili da parte di sinistra, lo storico David Henry scopre che nel 2010 era emerso un consenso tra gli studiosi sul fatto che Reagan avesse rianimato il conservatorismo e portato la nazione a destra dimostrando un "conservatorismo pragmatico" che promuoveva l'ideologia entro i vincoli imposti dal sistema politico diviso. Inoltre, afferma Henry, il consenso concorda sul fatto che ha rianimato la fiducia nella presidenza e la fiducia in se stessi americana e ha contribuito in modo critico alla fine della Guerra Fredda. [15]

L'approccio di Reagan alla presidenza è stato in qualche modo un allontanamento dai suoi predecessori, ha delegato una grande quantità di lavoro ai suoi subordinati, permettendo loro di gestire la maggior parte degli affari quotidiani del governo. Come dirigente, Reagan ha inquadrato temi generali e ha creato un forte legame personale con gli elettori. Ha usato aiutanti molto forti, in particolare il capo dello staff James Baker (responsabile della campagna di Ford), e Michael Deaver come vice capo dello staff, e Edwin Meese come consigliere della Casa Bianca, nonché David Stockman presso l'Ufficio del bilancio e il suo responsabile della campagna Bill Casey alla CIA. [16]

Il 30 marzo 1981, Reagan fu ucciso a Washington da un uomo disturbato e apolitico. Ha recuperato pienamente, con gli avversari nel frattempo messi a tacere.

Reagan ha sbalordito la nazione nominando la prima donna alla Corte Suprema, Sandra Day O'Connor nel 1981. Ha promosso il leader conservatore William Rehnquist a Chief Justice nel 1986, con l'arciconservatore Antonin Scalia che ha preso il posto di Rehnquist. La sua quarta nomina nel 1987 si è rivelata controversa, poiché la scelta iniziale ha dovuto ritirarsi (fumava marijuana al college) e il Senato ha respinto Robert Bork. Reagan ha finalmente ottenuto l'approvazione per Anthony Kennedy. [17]

Reaganomics e il bilancio federale 1981 Modifica

Ronald Reagan ha promesso un rilancio economico che avrebbe interessato tutti i settori della popolazione. Ha proposto di raggiungere questo obiettivo tagliando le tasse e riducendo le dimensioni e la portata dei programmi federali. I critici del suo piano hanno affermato che i tagli fiscali ridurrebbero le entrate, portando a ampi deficit federali, che a loro volta porterebbero a tassi di interesse più elevati, soffocando qualsiasi beneficio economico. Reagan e i suoi sostenitori, attingendo alle teorie dell'economia dal lato dell'offerta, affermarono che i tagli fiscali avrebbero aumentato le entrate attraverso la crescita economica, consentendo al governo federale di bilanciare il proprio bilancio per la prima volta dal 1969.

La legislazione economica di Reagan del 1981, tuttavia, era un misto di programmi rivali per soddisfare tutti i suoi collegi elettorali conservatori (monetaristi, guerrieri freddi, elettori oscillanti della classe media e benestanti). I monetaristi sono stati placati da rigidi controlli sull'offerta di moneta. I guerrieri del freddo, in particolare i neoconservatori come Kirkpatrick, hanno ottenuto grandi aumenti nel bilancio della difesa, i ricchi contribuenti hanno ottenuto ampie riduzioni delle aliquote fiscali di tre anni su entrambi gli individui (le aliquote marginali alla fine sarebbero scese al 50% da 70 %) e le tasse sulle società e la classe media ha visto che le sue pensioni e diritti non sarebbero stati presi di mira. Reagan ha dichiarato che i tagli alla spesa per il bilancio della previdenza sociale, che rappresentava quasi la metà della spesa pubblica, erano vietati a causa dei timori per un contraccolpo elettorale, ma l'amministrazione ha avuto difficoltà a spiegare come il suo programma di tagli fiscali e ingenti spese per la difesa non sarebbe aumentare il deficit.

Il direttore del budget David Stockman si affrettò a presentare il programma di Reagan al Congresso entro il termine di quaranta giorni stabilito dall'amministrazione. Stockman non aveva dubbi che fossero necessari tagli alla spesa e tagliò le spese generali (con l'eccezione delle spese per la difesa) di circa 40 miliardi di dollari e quando i conti non tornavano, ricorse all'"asterisco magico", che significava "risparmi futuri". da identificare”. In seguito avrebbe detto che il programma era stato portato a termine troppo velocemente e non era stato pensato a sufficienza. Gli appelli dei collegi elettorali minacciati dalla perdita dei servizi sociali sono stati inefficaci perché i tagli al budget sono stati approvati dal Congresso con relativa facilità.

La recessione del 1982 Modifica

All'inizio del 1982, il programma economico di Reagan era afflitto da difficoltà poiché la recessione iniziata nel 1979 continuava. A breve termine, l'effetto di Reaganomics è stato un disavanzo di bilancio alle stelle. L'indebitamento del governo, insieme all'inasprimento dell'offerta di moneta, ha portato a tassi di interesse alle stelle (che si aggiravano brevemente intorno al 20 percento) e una grave recessione con il 10 percento di disoccupazione nel 1982. Alcune regioni della "Rust Belt" (il Midwest industriale e Northeast) è sceso in condizioni di depressione virtuale quando le acciaierie e altre industrie hanno chiuso. Molte fattorie familiari nel Midwest e altrove sono state rovinate da alti tassi di interesse e vendute a grandi aziende agricole.

Reagan ha permesso alla Federal Reserve di ridurre drasticamente l'offerta di moneta per curare l'inflazione, ma ha provocato l'approfondimento temporaneo della recessione. Il suo indice di gradimento è crollato nei mesi peggiori della recessione del 1982. I democratici hanno vinto le elezioni di medio termine, recuperando le perdite nel precedente ciclo elettorale. A quel tempo, i critici spesso accusavano Reagan di essere fuori dal mondo. Il suo direttore del bilancio David Stockman, un ardente conservatore fiscale, ha scritto: "Sapevo che la rivoluzione di Reagan era impossibile: era una metafora senza ancoraggio nella realtà politica ed economica".

La disoccupazione ha raggiunto un picco dell'11% alla fine del 1982, dopo di che è iniziata la ripresa. Un fattore nella ripresa dai peggiori periodi del 1982-83 è stato il drastico calo dei prezzi del petrolio dovuto all'aumento dei livelli di produzione della metà degli anni '80, che ha posto fine alle pressioni inflazionistiche sui prezzi del carburante. Il crollo virtuale del cartello dell'OPEC ha permesso all'amministrazione di modificare le sue politiche monetarie restrittive, con costernazione degli economisti monetaristi conservatori, che hanno iniziato a premere per una riduzione dei tassi di interesse e un'espansione dell'offerta di moneta, di fatto subordinando la preoccupazione per l'inflazione (che ora sembrava sotto controllo) alla preoccupazione per la disoccupazione e il calo degli investimenti.

Entro la metà del 1983, la disoccupazione è scesa dall'11% nel 1982 all'8,2%. La crescita del PIL è stata del 3,3%, la più alta dalla metà degli anni '70. L'inflazione è stata inferiore al 5%. Quando l'economia si riprese, Ronald Reagan dichiarò che era Morning in America. L'edilizia abitativa è esplosa, l'industria automobilistica ha recuperato la sua vitalità e la spesa dei consumatori ha raggiunto nuove vette. [18] I colletti blu, tuttavia, furono per lo più lasciati indietro negli anni del boom economico dell'amministrazione Reagan, e i vecchi lavori di fabbrica che un tempo offrivano alti salari anche ai lavoratori non qualificati non esistevano più. [19]

Reagan ha continuato a sconfiggere Walter Mondale nelle elezioni presidenziali del 1984 da una massiccia frana di 49 su 50 statali.

Deficit in aumento Modifica

In seguito alla ripresa economica iniziata nel 1983, l'effetto fiscale a medio termine di Reaganomics è stato un crescente deficit di bilancio poiché la spesa ha continuamente superato le entrate a causa dei tagli alle tasse e dell'aumento delle spese per la difesa. I budget militari sono aumentati mentre le entrate fiscali, nonostante siano aumentate rispetto alla stagnante fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80, non sono riuscite a compensare il costo vertiginoso.

I tagli alle tasse del 1981, alcuni dei più grandi nella storia degli Stati Uniti, hanno eroso anche la base delle entrate del governo federale a breve termine. Il massiccio aumento delle spese militari (circa 1,6 trilioni di dollari in cinque anni) ha superato di gran lunga i tagli alla spesa sociale, nonostante l'impatto devastante di tali tagli alla spesa orientata verso alcuni dei segmenti più poveri della società. Anche così, alla fine del 1985, i finanziamenti per i programmi nazionali erano stati tagliati quasi per quanto il Congresso potesse tollerare.

In questo contesto, il disavanzo è passato da 60 miliardi di dollari nel 1980 a un picco di 220 miliardi di dollari nel 1986 (ben oltre il 5% del PIL). In questo periodo, il debito nazionale è più che raddoppiato, passando da 749 miliardi di dollari a 1,746 trilioni di dollari.

Poiché i tassi di risparmio statunitensi erano molto bassi (circa un terzo di quelli giapponesi), il disavanzo è stato per lo più coperto da prestiti dall'estero, trasformando gli Stati Uniti in pochi anni dalla più grande nazione creditrice al più grande debitore del mondo. Non solo questo fu dannoso per lo status dell'America, ma fu anche un profondo cambiamento nel sistema finanziario internazionale del dopoguerra, che si era basato sull'esportazione di capitali statunitensi. Inoltre, l'industria dei media e dell'intrattenimento durante gli anni '80 ha reso affascinante il mercato azionario e il settore finanziario (ad esempio il film Wall Street del 1987), inducendo molti giovani a intraprendere la carriera di broker, investitori o banchieri invece di produrre e rendendo improbabile che qualsiasi della base industriale perduta sarebbe stata ripristinata in tempi brevi.

I deficit stavano mantenendo alti i tassi di interesse (sebbene inferiori ai livelli di picco del 20% in precedenza nell'amministrazione a causa di una tregua nelle rigide politiche monetarie dell'amministrazione) e minacciavano di spingerli più in alto. Il governo è stato quindi costretto a prendere in prestito così tanti soldi per pagare i suoi conti che stava facendo salire il prezzo del prestito. Sebbene gli operatori dell'offerta abbiano promesso un aumento degli investimenti a seguito di tagli alle imposte sui tassi d'interesse e sulle società, la crescita e gli investimenti hanno sofferto per ora nel contesto di alti tassi di interesse. Nell'ottobre 1987 si verificò un improvviso e allarmante crollo del mercato azionario, ma la Federal Reserve reagì aumentando l'offerta di moneta e scongiurò quella che avrebbe potuto essere un'altra Grande Depressione.

Forse in modo più allarmante, i deficit dell'era Reagan stavano mantenendo il dollaro USA sopravvalutato. Con una domanda così elevata di dollari (dovuta in larga misura all'indebitamento del governo), il dollaro ha raggiunto una forza allarmante rispetto alle altre principali valute. Man mano che il dollaro aumentava di valore, le esportazioni americane diventavano sempre più non competitive, con il Giappone come principale beneficiario. L'alto valore del dollaro ha reso difficile per gli stranieri acquistare beni americani e ha incoraggiato gli americani ad acquistare importazioni, arrivando a un prezzo elevato per il settore delle esportazioni industriali. L'acciaio e altre industrie pesanti sono diminuite a causa delle eccessive richieste dei sindacati e della tecnologia obsoleta che le ha rese incapaci di competere con le importazioni giapponesi. L'industria dell'elettronica di consumo (che aveva iniziato a declinare negli anni '70) è stata una delle peggiori vittime del dumping e di altre pratiche commerciali sleali giapponesi. Anche l'elettronica di consumo americana soffriva di una scarsa qualità e di una relativa mancanza di innovazione tecnica rispetto all'elettronica giapponese, in parte perché la Guerra Fredda aveva fatto sì che la maggior parte degli sforzi scientifici e ingegneristici americani si rivolgessero al settore della difesa piuttosto che a quello dei consumatori. Alla fine del decennio, aveva praticamente cessato di esistere. Il lato positivo è che l'industria informatica emergente è fiorita negli anni '80.

La bilancia commerciale degli Stati Uniti è diventata sempre più sfavorevole, il deficit commerciale è cresciuto da $ 20 miliardi a ben oltre $ 100 miliardi. Pertanto, le industrie americane come le automobili e l'acciaio, hanno dovuto affrontare una rinnovata concorrenza all'estero e anche all'interno del mercato interno. All'industria automobilistica è stato concesso un po' di respiro dopo che l'amministrazione Reagan ha imposto restrizioni volontarie all'importazione ai produttori giapponesi (consentendo loro di vendere un massimo di 1,3 milioni di veicoli all'anno negli Stati Uniti) e ha imposto una tariffa del 25% su tutti i camion importati (un 3% più leggero tariffa applicata alle autovetture). I giapponesi hanno risposto aprendo stabilimenti di assemblaggio negli Stati Uniti per aggirare questo problema, e così facendo sono stati in grado di dire che stavano fornendo lavoro agli americani. Il VIR è stato abrogato nel 1985 dopo che le vendite di auto erano di nuovo in forte espansione, ma le tariffe rimangono in vigore fino ad oggi. Con l'evento dei regolamenti CAFE, le piccole auto hanno dominato negli anni '80 e, proprio come con l'elettronica, il giapponese ha battuto quelle americane in termini di qualità costruttiva e raffinatezza tecnica.

Gli enormi disavanzi erano in larga misura residui dell'impegno di Lyndon Johnson sia nei confronti di "guns and butter" (la guerra del Vietnam e della Great Society) sia della crescente concorrenza di altre nazioni del G7 dopo la loro ricostruzione postbellica, ma fu l'amministrazione Reagan che scelse di lasciare che i deficit si sviluppino.

Reagan ha chiesto al Congresso un veto su una voce che gli avrebbe permesso di ridurre i deficit tagliando la spesa che pensava fosse uno spreco, ma non l'ha ricevuto. Ha anche chiesto un emendamento sul pareggio di bilancio che imponga al governo federale di non spendere più denaro di quello che riceve, cosa che non si è mai materializzata.

Reagan e il mondo Modifica

Politica estera: Terzo mondo Modifica

Con le promesse di Reagan di ripristinare la forza militare della nazione, gli anni '80 hanno visto un massiccio aumento delle spese militari, pari a circa 1,6 trilioni di dollari in cinque anni. Una nuova corsa agli armamenti si sarebbe sviluppata man mano che le relazioni tra le superpotenze si deterioravano a un livello mai visto dall'amministrazione Kennedy una generazione prima.

La politica estera di Reagan era generalmente considerata più riuscita e ben congegnata di quella interna. Ha favorito un approccio da falco alla Guerra Fredda, specialmente nell'arena del Terzo Mondo di competizione tra superpotenze. Sulla scia della debacle del Vietnam, tuttavia, gli americani erano sempre più scettici nel sostenere il costo economico e finanziario di grandi impegni di truppe. L'amministrazione ha cercato di superare questo problema sostenendo la strategia relativamente economica di controinsurrezioni appositamente addestrate o "conflitti a bassa intensità" piuttosto che campagne su larga scala come la Corea e il Vietnam, che erano enormemente costose sia in denaro che in vite umane.

Il conflitto arabo-israeliano fu un altro impulso per l'azione militare. Israele ha invaso il Libano per distruggere l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP). Ma sulla scia del massacro di Sabra e Shatila del 1982, che provocò una crisi politica in Israele e imbarazzo internazionale, le forze statunitensi si trasferirono a Beirut per incoraggiare il ritiro israeliano. In precedenza, l'amministrazione sostenne l'invasione israeliana del Libano a metà del 1982 per mantenere il sostegno di Israele da un lato, ma anche per reprimere l'influenza del nemico filo-sovietico di Israele, la Siria in Libano. Tuttavia, l'intervento degli Stati Uniti nella multiforme guerra civile libanese ha avuto conseguenze disastrose. Il 23 ottobre 1983, il bombardamento della caserma dei marine uccise 241 soldati americani. Poco dopo, gli Stati Uniti ritirarono i restanti 1.600 soldati. [20]

Nell'Operazione Urgent Fury gli Stati Uniti per la prima volta invasero e rovesciarono con successo un regime comunista. Il 19 ottobre, la piccola nazione insulare di Grenada aveva subito un colpo di stato da Bernard Coard, un convinto marxista-leninista che cercava di rafforzare i legami esistenti del paese con Cuba, l'Unione Sovietica e altri stati comunisti. Il primo ministro è stato ucciso e gli insorti hanno avuto l'ordine di sparare a vista. Oltre 1.000 americani erano sull'isola, per lo più studenti di medicina e le loro famiglie, e il governo non poteva garantire la loro sicurezza. L'Organizzazione degli Stati dei Caraibi orientali, l'associazione per la sicurezza regionale degli Stati confinanti guidata dal primo ministro Eugenia Charles di Dominica, ha ufficialmente invitato gli Stati Uniti alla protezione. In una breve campagna lanciata il 25 ottobre, combattuta principalmente contro i lavoratori edili cubani armati, l'esercito americano ha invaso e preso il controllo, e la democrazia è stata ripristinata a Grenada. [21]

Reagan ha lanciato un attacco aereo contro la Libia dopo che è stato scoperto che aveva collegamenti con un attentato a Berlino che ha ucciso due soldati americani.

L'amministrazione Reagan ha anche fornito fondi e armi a governi fortemente influenzati militarmente in El Salvador a partire dal 1980 e in Honduras, e in misura minore in Guatemala, che era governato dall'autocrate militare di destra generale Efraín Ríos Montt dal 1982 al 1983. Ha annullato la condanna ufficiale dell'ex presidente Jimmy Carter nei confronti della giunta argentina per violazioni dei diritti umani e ha permesso alla CIA di collaborare con l'intelligence argentina nel finanziamento dei Contras. L'America centrale è stata la preoccupazione principale dell'amministrazione, in particolare El Salvador e Nicaragua, dove la rivoluzione sandinista ha abbattuto il dominio della famiglia Somoza, precedentemente appoggiato dagli Stati Uniti. I due paesi erano stati storicamente dominati da multinazionali e ricchi oligarchi proprietari terrieri mentre la maggior parte della loro popolazione rimaneva in povertà, di conseguenza, i leader rivoluzionari prevalentemente marxisti avevano ottenuto un crescente sostegno dai contadini in entrambe le nazioni.

Nel 1982 la CIA, con l'assistenza dell'agenzia di intelligence nazionale argentina, organizzò e finanziò i paramilitari di destra in Nicaragua, conosciuti come i Contras. La ricerca di fondi segreti per questo schema ha portato alle rivelazioni dell'affare Iran-Contra. Nel 1985 Reagan autorizzò la vendita di armi in Iran nel tentativo infruttuoso di liberare gli ostaggi statunitensi in Libano, in seguito professò di ignorare che i subordinati stavano deviando illegalmente i proventi ai Contras, una questione per la quale il tenente colonnello dei marine Oliver North, un aiutante della sicurezza nazionale Il consigliere John M. Poindexter, si è preso gran parte della colpa. Gli indici di approvazione di Reagan crollarono nel 1986 a causa dello scandalo e molti americani iniziarono a mettere seriamente in discussione il suo giudizio. Mentre la popolarità del presidente è migliorata nei suoi ultimi due anni, non avrebbe mai più goduto del sostegno che aveva avuto nel 1985. Com'era prevedibile, i Democratici hanno ripreso il controllo del Congresso nelle elezioni di medio termine del 1986. Oliver North nel frattempo ha raggiunto un breve status di celebrità nel 1987 durante le sue testimonianze davanti al Congresso.

Nell'Africa sub-sahariana, l'amministrazione Reagan, con l'aiuto del Sudafrica dell'apartheid, tentò anche di rovesciare le dittature marxiste-leniniste FRELIMO e MPLA, sostanzialmente cubane e appoggiate dai sovietici, rispettivamente del Mozambico e dell'Angola, durante le guerre civili di quei paesi. L'amministrazione è intervenuta a fianco dei gruppi insorti RENAMO [ citazione necessaria ] in Mozambico e l'UNITA in Angola, fornendo a ciascun gruppo aiuti militari e umanitari segreti.

In Afghanistan, Reagan ha intensificato massicciamente gli aiuti militari e umanitari per i combattenti mujaheddin contro il governo per procura sovietico, fornendo loro missili antiaerei Stinger. Anche gli alleati degli Stati Uniti Arabia Saudita e Pakistan hanno fornito ai ribelli un'assistenza significativa. Il segretario generale Mikhail Gorbachev ridusse e alla fine pose fine all'impegno del suo paese in Afghanistan mentre le truppe sovietiche erano impantanate nella guerriglia.

Reagan ha anche espresso opposizione al regime comunista installato dai vietnamiti di Heng Samrin (e più tardi, Hun Sen) in Cambogia, che aveva spodestato il regime genocida dei Khmer rossi dopo che il Vietnam aveva invaso il paese. L'amministrazione ha approvato aiuti militari e umanitari agli insorti repubblicani del KPNLF e monarchici di Funcinpec. L'amministrazione Reagan ha anche sostenuto il continuo riconoscimento da parte delle Nazioni Unite del governo di coalizione della Kampuchea democratica (un'alleanza ribelle tripartita del KPNLF, Funcinpec e Khmer rossi) sul regime della Repubblica popolare di Kampuchea sostenuto dai vietnamiti. Reagan continuò anche a sostenere l'autocratico presidente filippino Ferdinand Marcos, un ardente anticomunista. In un dibattito presidenziale del 1984 sponsorizzato dalla League of Women Voters, ha spiegato il sostegno della sua amministrazione a Marcos affermando: "So che ci sono cose nelle Filippine che non ci sembrano buone dal punto di vista dei diritti democratici in questo momento, ma qual è l'alternativa? È un grande movimento comunista" [1], riferendosi ai guerriglieri comunisti attivi che operavano nelle Filippine in quel momento. Gli Stati Uniti avevano anche significativi interessi militari strategici nelle Filippine, sapendo che il governo di Marcos non avrebbe manomesso gli accordi per mantenere le basi navali statunitensi nel paese. Marcos fu poi estromesso nel 1986 dal movimento per lo più pacifico del potere popolare, guidato da Corazón Aquino.

Reagan era aspramente critico nei confronti delle Nazioni Unite, un tempo predilette dai liberali. Ha ripudiato ciò che riteneva fosse la sua corruzione, inefficienza e antiamericanismo. Nel 1985-1987 gli Stati Uniti si ritirarono dall'UNESCO, che aveva fallito nelle sue missioni culturali, e iniziarono a trattenere deliberatamente i propri contributi alle Nazioni Unite. I politici americani consideravano questa tattica uno strumento efficace per affermare la propria influenza all'interno delle Nazioni Unite. Quando l'ONU e l'UNESCO si sono rimessi a posto, gli Stati Uniti sono tornati e hanno pagato le loro quote. [22]

L'ultima fase della Guerra Fredda Modifica

L'amministrazione Reagan adottò una linea dura nei confronti dell'URSS. All'inizio del suo primo mandato, il presidente ha attaccato la superpotenza rivale come "impero del male". Mentre era Jimmy Carter che aveva ufficialmente posto fine alla politica di... distensione a seguito dell'intervento sovietico in Afghanistan, le tensioni est-ovest nei primi anni '80 hanno raggiunto livelli che non si vedevano dalla crisi missilistica cubana. L'Iniziativa di Difesa Strategica (SDI) è nata dal peggioramento delle relazioni tra Stati Uniti e Unione Sovietica dell'era Reagan. Popolarmente soprannominato "Star Wars" all'epoca, SDI era un progetto di ricerca multimiliardario per un sistema di difesa missilistico in grado di abbattere i missili sovietici in arrivo ed eliminare la necessità di una distruzione reciprocamente assicurata.

Mentre i sovietici avevano ottenuto grandi risultati sulla scena internazionale prima che Reagan entrasse in carica nel 1981, come l'unificazione del loro alleato socialista, il Vietnam, nel 1976, e una serie di rivoluzioni socialiste nel sud-est asiatico, in America Latina e in Africa, il paese il rafforzamento dei legami con le nazioni del Terzo Mondo negli anni '60 e '70 ha solo mascherato la sua debolezza. L'economia sovietica ha subito gravi problemi strutturali e ha iniziato a soffrire di una maggiore stagnazione negli anni '70. I documenti che circolavano al Cremlino nel 1980, quando Carter era ancora presidente, esprimevano la desolante visione che Mosca alla fine non avrebbe potuto vincere la battaglia tecnologica o ideologica con gli Stati Uniti.

Le tensioni est-ovest si sono allentate rapidamente dopo l'ascesa di Mikhail Gorbachev. Dopo la morte di tre anziani leader sovietici di fila dal 1982, il Politburo elesse Gorbaciov a capo del Partito Comunista Sovietico nel 1985, segnando l'ascesa di una nuova generazione di dirigenti. Sotto Gorbaciov, tecnocrati relativamente giovani orientati alle riforme consolidarono rapidamente il potere, fornendo nuovo slancio alla liberalizzazione politica ed economica e l'impulso per coltivare relazioni e scambi più caldi con l'Occidente.


Guarda il video: Compilation anni 80 disco dance (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Tutu

    Mi dispiace, ma, secondo me, si sbagliavano. Sono in grado di dimostrarlo. Scrivimi in PM, discuti di esso.

  2. Motaur

    Grazie per il tuo aiuto con questo problema. Non lo sapevo.

  3. Gervaso

    Assurdità cosa

  4. Mezticage

    Eh, in qualche modo triste !!!!!!!!!!!!!

  5. Jamarcus

    Questa straordinaria idea è necessaria solo a proposito

  6. Lughaidh

    In esso qualcosa è. Chiaramente, molte grazie per le informazioni.



Scrivi un messaggio