Podcast di storia

I morti viventi: i vampiri saltellanti cinesi

I morti viventi: i vampiri saltellanti cinesi



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I vampiri saltellanti (jiang shi) sono un tipo di creatura non morta che si trova nel folklore cinese. Sebbene il suo nome cinese sia spesso tradotto come "vampiro / zombi / fantasma saltellante cinese", il suo significato letterale è "cadavere rigido". Queste creature possono essere identificate dal loro abbigliamento: l'uniforme di un funzionario della dinastia Qing. Inoltre, il jiang shi è riconoscibile dalla sua postura e dal suo movimento. Le braccia di queste creature sono permanentemente tese, apparentemente a causa di rigore mortis, e saltano, invece di camminare. A causa della rigidità dei loro corpi, ci sono molti modi per trasformare un cadavere in un jiang shi e altrettanti modi per sconfiggerli. Queste creature non morte appaiono in numerosi film cinesi.

Sebbene la maggior parte dei jiang shi condivida lo stesso tipo di abbigliamento, postura corporea e modalità di movimento, esistono anche variazioni tra queste creature. Ad esempio, alcuni di questi esseri sembrano normali esseri umani, altri sono un po' più decomposti, a causa della morte per un periodo di tempo più lungo. Altri ancora sono stati raffigurati con denti affilati, unghie lunghe ed emettono un bagliore verde fosforescente. In alcune versioni della storia, si dice che i jiang shi siano in grado di diventare più forti, permettendo loro di acquisire abilità come volare e trasformarsi in lupi.

Raffigurazione di vampiri cinesi ( Fonte immagine )

Apparentemente ci sono molti modi per trasformare un cadavere in un jiang shi. Ad esempio, secondo una versione del mito, un jiang shi viene creato quando una persona subisce una morte violenta, ad esempio suicidio, impiccagione o annegamento. Tali morti fanno sì che l'anima non sia in grado di lasciare il corpo, risultando così in un cadavere rianimato. Un'altra credenza è che un cadavere possa diventare un jiang shi se non gli viene data una sepoltura adeguata. Ad esempio, se una sepoltura è stata posticipata dopo la morte, un cadavere può diventare irrequieto e tornare a perseguitare i vivi. Un altro presunto modo in cui un cadavere si trasforma in un jiang shi è che non si decompone nemmeno dopo la sepoltura. Si dice che anche i cadaveri che sono stati colpiti da un fulmine o saltati da un animale (in particolare i gatti) si trasformino in questa creatura non morta.

  • I quattro simboli mitologici della Cina
  • Wang Cong'er: una famosa guerriera e leader della White Lotus Society
  • Splendidi murales scoperti nella tomba della dinastia Ming

Le storie sui jiang shi non sono del tutto prive di fondamento. Durante la dinastia Qing, furono fatti sforzi per riportare i corpi dei lavoratori cinesi morti lontano da casa al loro luogo di nascita. Questo è stato fatto in modo che i loro spiriti non avessero nostalgia di casa. Sembra che ci fosse chi si specializzava in questo mestiere, e si occupava del trasporto dei cadaveri fino alle case ancestrali. Si dice che questi "conducenti di cadaveri", come vengono chiamati, trasportassero i morti di notte. Le bare erano attaccate a pali di bambù che poggiavano sulle spalle di due uomini. Durante il viaggio, i pali di bambù si flettevano. Visto da lontano, questo sembrerebbe come se i morti rimbalzassero da soli.

Marcia funebre cinese tradizionale, 1900 circa.

È da qui che sono iniziate le voci sui cadaveri rianimati. Inizialmente, si ipotizzava che i "conducenti di cadaveri" fossero negromanti in grado di rianimare magicamente i cadaveri dei morti. Sotto la supervisione dei "conducenti di cadaveri", i morti sarebbero tornati a casa. Questo è stato fatto durante la notte per ridurre al minimo il decadimento del corpo. Inoltre, viaggiare di notte significava che ci sarebbero state minori possibilità di incontrare i vivi e incontrare i morti è considerato sfortunato. Per maggiore misura, si dice che un sacerdote con una campana guidi la processione, avvertendo così le persone del loro arrivo.

  • L'affascinante vita di un eunuco cinese nella Città Proibita della Cina
  • Un'ultima dimora degna di un imperatore: le tredici tombe della dinastia Ming
  • Costruttori cinesi scoprono la tomba della dinastia Song con decorazioni elaborate ma i ladri hanno rubato il resto

Si dice comunemente che i jiang shi escano di notte. Per sostenersi, così come per diventare più potenti, i jiang shi avrebbero rubato il qi (forza vitale) delle vittime viventi. I vivi, tuttavia, non sono del tutto indifesi contro queste creature. Sembra che ci siano diversi modi per sconfiggere un jiang shi.

Disegno di un jiang shi ( Fonte immagine )

Questi includono il sangue di un cane nero, riso glutinoso, specchi, uova di gallina e l'urina di un ragazzo vergine. Durante gli anni '80, il jiang shi era un soggetto popolare nell'industria cinematografica di Hong Kong. Sebbene questi non morti fossero spesso descritti come antagonisti, a volte sono stati raffigurati come più simili agli umani e, a volte, sono anche serviti come rilievi comici.

Immagine in evidenza: un'illustrazione di un jiang shi. ( Fonte immagine )

di Wu Mingren


    I morti viventi: i vampiri saltellanti cinesi - Storia

    Preti taoisti e vampiri saltellanti

    Al college, ho studiato per un po' il taoismo, arrivando persino a portare una traduzione del testo di Lao Tzu. Tao Te Ching in tasca come se fosse un'antica versione del Libretto rosso di Mao. Una piccola raccolta di poesie che insegnano il miglior modo di condurre e il miglior modo di vivere. Solo una vita di profonda contemplazione e meditazione potrebbe svelare i segreti del Tao. Mi è stato insegnato che questo era il taoismo.

    Per qualche ragione, il mio corso universitario non ha mai parlato dell'uso del Feng Shui e del sangue di pollo per prendere a calci in culo e respingere i non morti. Peccato, forse avrei prestato più attenzione. Così com'è, Lam Ching-Ying mi ha insegnato tutto quello che avevo bisogno di sapere.

    Il taoismo è molto più di questa filosofia semplice ma apparentemente contraria e impossibile. Accanto a questa forma filosofica di taoismo esiste un taoismo molto più accessibile che può essere definito "taoismo religioso". È stata la religione popolare della Cina fin dall'antichità. Il Taoismo Religioso non è una religione esplicita e dogmatica come l'Islam o il Cristianesimo. Invece, è una raccolta sciolta di rituali e credenze. Vive accanto al buddismo e al confucianesimo e le tre credenze si sono mescolate così tanto che è difficile dire dove l'una abbia ispirato l'altra. Alcuni rituali taoisti sono stati presi in prestito dal buddismo e viceversa. I movimenti per combinare le tre religioni sono serviti solo a fondere ulteriormente le distinzioni tra loro. La pratica del Taoismo varia da provincia a provincia, anche da villaggio a villaggio. Non c'è nessuna chiesa in cui andare, nessun credo specifico da seguire. Per questo motivo, il taoismo comprende un'ampia varietà di credenze e pratiche e ci sono molte diverse sette taoiste. Tra i vari interessi racchiusi dal taoismo religioso ci sono l'alchimia, lo yoga, la magia, la meditazione e il rituale religioso.

    Il fondamento sia del taoismo religioso che del taoismo filosofico è la scuola Yin-Yang dei cinque elementi (fuoco, acqua, aria, legno e metallo) dell'antica filosofia cinese. I testi classici di Chang-Tzu e Lao-Tzu spiegano i principi di questa filosofia, mentre i sacerdoti del Taoismo Religioso agiscono come interpreti di questi principi in relazione al matrimonio, alla morte, ai cicli festivi e così via. Attraverso la meditazione sul Tao, un discepolo otterrà la benedizione del cielo, imparerà a controllare gli spiriti che causano malattie e sofferenze e alla fine diventerà immortale. Il sacerdote taoista cerca di condividere questi benefici con la sua comunità attraverso rituali pubblici e liturgia.

    Nel corso della storia, il taoismo è caduto in disgrazia con il governo, che per la maggior parte erano confuciani severi. Divenne una religione riconosciuta nel II secolo d.C., quando il buddismo arrivò in Cina e rese necessaria tale distinzione. In questo modo è molto simile alla creazione dello Shintoismo in Giappone. La situazione del Taoismo cambiava con ogni nuova dinastia, essendo la religione ufficiale dei Song, vilipesa e perseguitata sotto gli Yuan, tollerata sotto i Ming e i Ch'ing. Fu solo nel 1949, con la Rivoluzione Comunista e la dichiarazione che tutte le religioni erano illegali, che il Taoismo Religioso fu quasi soppresso. I leader taoisti fuggirono a Taiwan con il governo nazionalista. Durante la Rivoluzione Culturale degli anni '60 e '70 quasi l'80% di tutti i templi taoisti fu distrutto. Tuttavia, dal 1980, molti templi sono stati ricostruiti e il taoismo è nuovamente praticato sempre di più.

    Ci sono tre classi di taoisti: il laico, l'asceta e il sacerdote. La prima può includere non solo quelle persone che credono specificamente nel Taoismo, ma coloro che ne compiono i rituali senza pensarci, perché fa parte della loro tradizione e della loro storia. L'asceta vivrà sulle montagne, o in qualche luogo lontano dalle distrazioni degli altri, e contemplerà il Tao nelle caverne o nei monasteri. È la terza classe di taoisti, i sacerdoti, che qui ci interessa, perché questo tipo di taoisti è quello che serve la sua comunità, ed è disponibile nel momento del bisogno. Se una banda di vampiri saltellanti invadesse improvvisamente la tua comunità, chi chiameresti?

    Esistono molti tipi diversi di sacerdoti taoisti, sebbene la maggior parte degli studiosi li divida in due tipi generali. I primi sono conosciuti come sacerdoti "dai capelli rossi", che curano le malattie, espellono i demoni ed eseguono rituali per i vivi. Il secondo tipo è noto come sacerdoti "dalla testa nera", che oltre a svolgere tutte le funzioni dei sacerdoti "dalla testa rossa", svolgono anche riti e sepolture per i morti. Un modo per pensare alla differenza è che i preti "dalla testa nera" possono essere di rango più elevato e al corrente di più segreti esoterici del taoismo. I nomi non sono necessariamente in riferimento ai tipi di copricapo indossati dai sacerdoti, sebbene alcuni di loro indossino cappelli di questi colori. Invece i colori possono descrivere al meglio i loro doveri: "Nero" è sinonimo di "morte". In generale, i preti taoisti chiamati nei film di Hong Kong rientrerebbero al meglio nella categoria "testa nera". Entrambi i tipi di sacerdoti sono indicati anche come "dimora del fuoco", in quanto vivono tra la gente del villaggio e dispensano consigli. (Il termine deriva dall'idea di sedersi attorno a un falò con altre persone, o di essere tra la gente, invece di essere in un monastero a meditare lontano dal villaggio).

    Il prete taoista è una persona impegnata. Oltre a eseguire esorcismi, rituali di sepoltura, riti di feste e festività e curare le malattie, il loro compito principale è eseguire la divinazione. In questa capacità devono comprendere lo Yin-Yang e i cinque elementi e come interagiscono con il villaggio, e lo fanno usando l'idea ormai familiare del feng-shui. Sono queste forze cosmiche che determinano il posto migliore per costruire una casa o seppellire un parente, il momento migliore per sposarsi o avere un figlio, e così via. In questo modo il sacerdote funge da interprete per il villaggio, in modo che tutti possano vivere in armonia con il Tao ed evitare problemi indesiderati, come spiriti arrabbiati o disgrazie. Nel film Mr. Vampire, il prete incontra il suo cliente in una casa da tè inglese per consigliargli l'appuntamento migliore per seppellire suo nonno. Nelle questioni che coinvolgono i morti il ​​sacerdote deve prestare particolare attenzione: tutto deve essere fatto correttamente e rispettosamente per evitare di turbare gli spiriti del defunto. E anche allora, non è una garanzia.

    Seppelliscimi bene o ti uccido

    Il sacerdote taoista è chiamato a seppellire adeguatamente i morti. Se qualcosa va storto, o se una persona o un villaggio è infestato dai morti, allora il sacerdote è chiamato di nuovo a rimettere le cose a posto. Spero che tu abbia rispolverato il tuo feng shui, o sarà l'inferno da pagare. letteralmente!

    Le credenze confuciane sul culto degli antenati permeano ogni aspetto della filosofia cinese. La maggior parte delle case ha il proprio altare familiare, presso il quale i membri della famiglia possono rendere omaggio ai loro antenati defunti. Il rispetto per i morti è una conseguenza diretta del rispetto dei tuoi anziani, e allo stesso modo i funerali taoisti devono essere condotti con cura per mantenere i morti felici e in pace. Procedure di sepoltura improprie possono irritare lo spirito del defunto e causare la rovina o addirittura la morte di una o più generazioni della famiglia.

    Quando una persona muore, si crede che lo spirito si separi dal corpo, ma rimanga nelle vicinanze finché il corpo non viene seppellito. Al momento della morte, un sacerdote taoista viene spesso convocato a casa per supervisionare gli accurati preparativi rituali necessari per garantire che la sepoltura sia ritualmente corretta. Quando il corpo viene deposto nella bara, i figli della famiglia ci mettono le cose preferite del defunto. Viene preparato un banchetto e speciali amuleti sono scritti su foglietti. Gli incantesimi vengono bruciati per inviarli in paradiso e nuovi incantesimi li sostituiscono. Il giorno della sepoltura è determinato da un sacerdote taoista in base a considerazioni di calendario. Il sito è anche determinato dal sacerdote, usando il feng-shui. Il sacerdote deve accompagnare la bara al cimitero, cantando e suonando le campane. Questa è una parte importante dei doveri del sacerdote verso la comunità. In Encounter of the Spooky Kind, quando il prete taoista invita il "coraggioso" Cheung a lavorare con lui per un giorno, nella scena successiva li vediamo accompagnare una bara proprio in questo modo.

    Le comunità cinesi d'oltremare spesso seppellivano i morti localmente in una fossa poco profonda, poiché si credeva che con lo spirito vicino il defunto potesse ancora fare molti favori ai vivi. Tuttavia, entro un certo lasso di tempo, di solito intorno ai sette anni al massimo, il defunto sarebbe stato seppellito nuovamente in una tomba permanente sul suolo cinese. A causa di questa credenza, ci sono pochissime tombe cinesi nel Nuovo Mondo, almeno fino a quando le comunità non hanno iniziato a mettere fuori legge il dissotterrare e la rimozione dei morti a metà del 19° secolo. Nel film Crazy Safari, un corpo deve essere inviato dall'estero in Cina per una degna sepoltura prima che diventi un vampiro (ovviamente, non ci riescono). La sepoltura costituisce anche il fulcro del film Mr. Vampire, dove il povero feng-shui nel luogo di sepoltura originale ha già causato la rovina di una generazione della famiglia deceduta.

    Se un antenato ha molte famiglie che gli sopravvivono, se è morto in modo pacifico, e se è stato sepolto correttamente e viene sacrificato regolarmente dai suoi discendenti, allora tutto andrà bene e la famiglia potrebbe prosperare. L'anima defunta, al momento della sepoltura, si divide in energie Yin e Yang. L'energia Yin, quella dei sentimenti forti, della passione, del dolore e così via, è sepolta con il corpo. Le energie Yang, la pura essenza spirituale della persona, sopravvive e prosegue negli inferi. Se la persona ha commesso misfatti sulla terra, il suo spirito può essere punito negli inferi. La malavita taoista è una massiccia burocrazia in cui i vivi possono corrompere i vari membri per assicurare un viaggio sicuro per lo spirito. Pertanto il sacerdote e la famiglia possono offrire cibo, riso e carta moneta (bruciata per mandarla via) alle entità burocratiche della malavita per garantire un trattamento equo e ragionevole dello spirito dei defunti.

    Se, tuttavia, una persona muore senza appartenere a una famiglia o con una famiglia negligente, può diventare un fantasma o uno spirito vendicativo. Le giovani donne non sono considerate parte di nessuna famiglia finché non si sposano, quindi se muoiono giovani diventano fantasmi. Per questo motivo, ci sono stati casi di persone che hanno sposato donne decedute nell'ambito di accordi che comportano morte accidentale. I giovani fantasmi femminili sono le caratteristiche soprannaturali più comuni dei film di Hong Kong, che appaiono in decine di film. Ne ho scritto a lungo qui. I bambini abortiti muoiono anche al di fuori del sistema confuciano. L'idea dello spirito abortito vendicativo si trova in New Mr. Vampire 1992. Infine, le persone che muoiono violentemente o tragicamente possono anche diventare spiriti vendicativi per un po'. Ad esempio, coloro che muoiono per annegamento spesso indugiano nell'area in cui sono annegati finché non riescono a trascinare dentro qualcun altro, liberandosi così. Un altro esempio è in Ultimate Vampire, dove un'intera collina è ricoperta di tombe di uomini che sono morti improvvisamente, violentemente e innocentemente, e ora sono diventati vampiri.

    Il sacerdote taoista è chiamato a seppellire adeguatamente i morti. Se qualcosa va storto, o se una persona o un villaggio è infestato dai morti, allora il sacerdote è chiamato di nuovo a rimettere le cose a posto. Il prete di solito è abbastanza solidale con gli spiriti e cerca di aiutarli a trovare la pace nel miglior modo possibile. Per fare ciò, il sacerdote ha a sua disposizione una varietà di strumenti.

    Prepara il tuo pollo

    Sangue di pollo, vasi di terracotta, una buona bussola geomantica e riso appiccicoso: strumenti che nessun sifu taoista che si rispetti sarebbe senza. In questo articolo, diamo uno sguardo più da vicino a questi strumenti del mestiere.

    L'altare: L'altare è al centro della magia e del rituale taoista. Sette diverse allestiscono l'altare in modi diversi, ma condividono tutte alcune caratteristiche in comune: tengono tutte una lampada sacra di qualche tipo, di solito una lampada a olio, con una base a forma di fiore di loto. Questa lampada è rappresentativa della luce del Tao interiore e dell'immortalità e non dovrebbe mai essere spenta. (Se si spegne accidentalmente, sai che sta per succedere qualcosa di brutto.) Hanno tutti due candele che rappresentano il sole e la luna. Sull'altare si trovano anche ciotole di tè, riso e acqua, con il riso al centro. Il tè simboleggia presumibilmente lo Yin, l'acqua Yang e il riso l'unione delle due energie. Da qualche parte sull'Ara affollato dovrebbero esserci anche cinque ciotole di frutta, una per ciascuno dei cinque elementi. Infine, c'è un bruciatore di incenso, di solito davanti e al centro. Tre bastoncini di incenso simboleggiano i tre tipi di energia interiore: generativa, vitale e spirituale. Il fumo sale e le ceneri scendono, ricordando la divisione dello spirito quando lascia il corpo. L'altare in questa configurazione può essere visto in quasi tutti i film che coinvolgono rituali taoisti.

    Talismani: un tipico talismano è una striscia di carta gialla con parole scritte con inchiostro rosso (o sangue, o inchiostro nero misto a sangue). Il talismano di solito contiene parole o simboli di potere. Tra gli usi di un talismano c'è il potere di aprire le porte celesti o di bloccare il passaggio degli spiriti maligni, un'applicazione che vediamo spesso nei film quando viene applicata vigorosamente sulla fronte di un vampiro che avanza. Non tutti i talismani sono scritti: alcuni possono essere disegnati in aria con il fumo o con la punta di una spada di legno.

    Riso appiccicoso: Come notato sopra, il riso rappresenta il potere sia dello Yin che dello Yang: Yin dalla terra in cui cresce, Yang dalla luce del sole che assorbe.Solo il riso appiccicoso andrà bene per la magia taoista, e se i film sono un'indicazione i preti devono sempre essere alla ricerca di grossisti senza scrupoli che scambiano la roba buona con riso di qualità inferiore (forse a chicco lungo o di zio Ben?).

    Strumenti per l'esorcismo: uno strumento essenziale per combattere gli spiriti è lo specchio. Tipicamente, ma non sempre, lo specchio è inscritto con gli otto trigrammi attorno al suo bordo: ch'ien (cielo), k'un (terra), k'an (acqua), li (fuoco), chen (tuono), sole (vento). ), ken (montagna) e tui (lago). La campana è un altro strumento per controllare o sottomettere gli spiriti, utilizzato in molti rituali di invocazione, per l'esorcismo o per ricondurre uno spirito errante al suo luogo di riposo. Una spada realizzata interamente con vecchie monete cinesi è particolarmente efficace nel combattere i fantasmi. Inoltre, il sangue di pollo, le uova o occasionalmente l'urina o il sangue di cane vengono usati per arrestare il progresso di uno spirito in modo da guadagnare tempo sufficiente per esorcizzare il fantasma bruciando banconote e facendo offerte.

    Mantra e mudra: M&M's. Il sacerdote canterà scritture e inni per la maggior parte dei riti di esorcismo taoista. Questi riti sono sempre a porte chiuse, quindi è in gran parte sconosciuto cosa viene detto o come viene parlato. Il film Ultimate Vampire ha una visione umoristica di come potrebbe essere un mantra taoista segreto. Originariamente strettamente buddisti, i mudra sono diventati anche una componente del rituale taoista. I mudra, o gesti delle mani, completano il lancio di un incantesimo o l'esecuzione di un rituale.

    Barattoli di terracotta: questi barattoli sono molto utili per contenere gli spiriti, una sorta di "cella di contenimento" dove possono essere imprigionati a tempo indeterminato. Questo tipo di piatto è centrale nella storia di Vampire Buster.

    Bussola: usata per scopi divinatori. La bussola geomantica consente a un sacerdote di effettuare letture accurate sul feng-shui in un determinato luogo. La bussola può anche rilevare la presenza di spiriti. La bussola è solitamente contrassegnata dagli otto trigrammi, in modo simile allo specchio sopra.

    Polli: lo strumento rituale taoista per tutti gli usi. Utile per mischiare il sangue di pollo con l'inchiostro per scrivere talismani, per gettare il sangue sui fantasmi, per offrire en toto a ghoul o demoni che possono essere placati dal pollo invece di attaccare gli umani, e altro ancora. Ogni volta che sembra necessario un sacrificio vivente, viene fuori un pollo. Il che è un peccato, perché potrei pensare ad alcuni dei preti aiutanti che probabilmente avrebbero potuto usare un omicidio rituale. Ma sto divagando.

    Ci sono più strumenti a disposizione del sacerdote taoista, ma l'elenco sopra è rappresentativo di quelli più frequentemente usati nei film. Alcuni dei più esoterici (leggi: sciocchi) non ho trovato alcuna prova dell'uso effettivo, e probabilmente provengono esclusivamente dalle menti dei registi (In Encounter of the Spooky Kind 2, il prete usa uno yin-yang yo-yo ). Le varietà del rituale taoista sono varie quanto i film in cui vengono utilizzati.

    Sacerdote d'azione: i film

    Il periodo d'oro del prete taoista nel cinema di Hong Kong è svanito molto tempo fa. Questo non vuol dire che abbiano smesso del tutto di fare film di questo tipo, ma che non sono più le attrazioni di lungometraggio che erano una volta. La loro popolarità è durata un decennio: gli anni '80.

    Il genere ha avuto il suo vero inizio con Encounter of the Spooky Kind di Sammo Hung, nel 1981. Sammo Hung ha corso molti rischi nella sua carriera, e qui ha ancora una volta spinto la busta, combinando horror, azione kung fu e commedia per il primo tempo. Fu un successo e presto emersero altri film che utilizzavano la stessa combinazione di magia e azione taoista, come Miracle Fighters di Yuen Woo-Ping e Kungfu From Beyond the Grave di Billy Chong.

    Il successivo film di svolta (e, a quanto pare, l'ultimo) arrivò nel 1985 con Mr. Vampire, che reintrodusse il prete taoista come un alleato simpatico e accessibile invece di un mistico onnipotente. L'uomo che ha dato un volto umano al personaggio è stato Lam Ching-Ying. Sebbene ci siano stati numerosi attori per interpretare il ruolo del prete taoista, è l'unico attore che è diventato sinonimo della parte. La qualità e il successo di Mr. Vampire è un'arma a doppio taglio che ha lanciato una dozzina di sequel, ma ha anche bloccato una formula che sembrava non potesse essere spezzata. Lam Ching-Ying era il sifu (maestro, insegnante), solitamente accompagnato dai suoi studenti. Due in ogni film, di solito uno un giovane un po' bello, l'altro un po' casalingo. Se davvero devono diventare la prossima generazione di sacerdoti taoisti, allora la religione è in guai più disperati di quanto io abbia mai immaginato.

    Di seguito è elencata una sezione trasversale di film che presentano il prete taoista. Non pretendo che questi siano "i migliori" né "i peggiori", sono stati scelti semplicemente per il loro argomento. Se fossi messo all'angolo in un vicolo buio e costretto a dire quale pensavo fosse il migliore e quale il peggiore (cosa che accade sempre), allora suppongo che sceglierei rispettivamente Mr. Vampire e Mr. Vampire 2.

    HARTZ, Paula R. Taoismo. Facts On File, Inc. New York, 1993
    Un'introduzione molto concisa e ordinata al Taoismo per tutte le età, con enfasi sulla religione vivente.

    WONG, Eva. La guida Shambhala al taoismo. Shambhala Publications, Inc. Boston, 1997
    Contiene molte informazioni utili e specifiche sul taoismo religioso e sul taoismo divinazionale e sui loro strumenti. Tuttavia, commenti come "Poteri come questi non devono essere scherzati" e "Ho intenzionalmente omesso informazioni in questa presentazione in modo che nessuno tenterà di usarle come guida" lo rendono un testo spudoratamente acritico scritto da qualcuno che apparentemente crede nel potere magico del sangue di pollo.

    SASO, Michael R. Il taoismo e il rito del rinnovamento cosmico. Washington State University Press, 1972.
    Sguardo molto dettagliato al rituale del Chiao. Ha anche buone informazioni sui diversi tipi di sacerdoti. Nessun indice.

    DEAN, Kenneth. Rituali taoisti e culti popolari del sud-est della Cina. Princeton University Press, New Jersey, 1993.
    "Lo scopo di questo studio è di andare oltre le fonti documentarie ampiamente disponibili (il canone taoista, ecc.) per esplorare nuove fonti (documenti del tempio, osservanze, ecc.) sull'interazione tra taoismo e culti locali nel contesto della storia locale e la società contemporanea». Lui fa.

    Se sei interessato a ottenere maggiori informazioni sul taoismo, ecco alcuni siti che puoi provare per iniziare. Ho scoperto che la maggior parte dei siti si occupa specificamente del taoismo filosofico. I siti sottostanti offrono almeno alcuni contenuti in riferimento al taoismo religioso.

    La pagina delle informazioni sul taoismo ha un'eccellente raccolta di collegamenti a ulteriori informazioni, inclusi i testi completi dei classici testi taoisti. Parte della Biblioteca virtuale del World Wide Web.

    La Taoist Restoration Society (TRS) è una delle migliori piccole risorse sul web per informazioni sul taoismo religioso. Include domande e risposte di diversi professori, una bacheca e informazioni sui progetti in corso progettati per aiutare nella restaurazione del taoismo in Cina.

    Inserito da Peter Nepstad il 01 marzo 2000.

    Articolo interessante - mi è piaciuto :)
    mi piace questo sito

    Inserito da: HKcinema.net al 29 marzo 2006 13:03

    Ottimo articolo bruv, molto completo, molto illuminante. Dalla tua sezione degli strumenti, però, che dire della spada di legno rituale? Appare sia nei film di incontri spettrali che in Mr Vampire.

    Inserito da: Ru il 27 luglio 2006 09:04

    Bello :), mi è piaciuto molto. Acchiappafantasmi taoisti :)

    Inserito da: Casey Kochmer a settembre 8, 2006 00:38

    L'inchiostro rosso usato per il tailsman di carta gialla e per sigillare le porte è fatto di vermiglio (zhu sha in mandarino) che è molto utile per bloccare o soggiogare gli spiriti. È utile anche il sangue di un cane nero.

    Nel peggiore dei casi, prendere il riso e mescolarlo con una quantità uguale di sale. Utile anche metterlo nel palmo destro e battere con il piede sinistro mentre si lancia la miscela di riso/sale in casa, in particolare negli angoli. Inoltre, il jian zhi (in mandarino) o "dita a spada", realizzato usando l'indice e il medio per indicare è un altro strumento utile, sia per l'esorcismo che per proteggersi.

    Mordere la punta del dito medio e usare queste "dita a spada" per colpire il ghoul/fantasma è anche un altro metodo diretto di mischia per dissiparli. Questo attacco è molto potente e può distruggere totalmente lo spirito. L'unica cosa è che questo può essere usato solo una volta al giorno.

    Naturalmente, la spada da pesca o le spade delle monete antiche sono le migliori e le più comode da avere in caso di necessità. Fai attenzione che la spada sia fatta di vero legno di pesco e che le monete siano autentiche vecchie, non quelle finte dorate.

    Lava i pavimenti con acqua salata, metti un bicchiere di acqua salata accanto al letto soprattutto se tu o il tuo coniuge fate spesso brutti sogni o siete "disturbati"

    Metti il ​​sale secco in un piccolo piattino o contenitore e mettilo sul davanzale della finestra del bagno per dissipare le energie negative. Sostituirlo quando si bagna.

    Inserito da: Ricky Sng il 12 agosto 2007 alle 09:46

    Nota: I post sono moderati per eliminare lo spam dei commenti. Ci sarà un po' di ritardo prima che appaia il tuo commento.


    Il Jiangshi, uno zombi vampiro che si muove saltellando

    Il jiangshi, che significa "cadavere rigido", è un mostro del folklore cinese in qualche modo simile ai vampiri e agli zombi occidentali. Ci sono diversi modi in cui una persona può diventare un jiangshi, e mentre di solito sono morte in anticipo, alcune persone viventi possono trasformarsi in jiangshi dopo essere state morse o attaccate da uno. Le persone che si suicidano, non vengono sepolte dopo la morte o i cui cadaveri vengono posseduti da spiriti maligni possono diventare jiangshi. I sacerdoti taoisti possono anche rianimare i morti e trasformarli in jiangshi.

    Un jiangshi del film Mr. Vampire del 1985.

    I Jiangshi tendono a variare nell'aspetto, l'aspetto di un jiangshi individuale dipende da quanto tempo è morto. Alcuni che erano appena morti sembrano normali esseri umani, mentre altri che sono morti molto tempo prima sembrano cadaveri in decomposizione. Tutti sono noti, però, per il loro peculiare modo di muoversi. A causa del rigor mortis, le braccia e le gambe di un jiangshi sono molto rigide, quindi sono costretti a saltare e a tenere le braccia tese in avanti per afferrare più facilmente le vittime.

    Un'altra scena di Mr. Vampire. Questi jiangshi furono addormentati da un prete taoista.

    Nella cultura popolare, specialmente nei film di Hong Kong, di solito sono raffigurati con unghie simili ad artigli, pelle bianco-verdastra e bocche spalancate. Indossano l'uniforme di un ufficiale Qing, il periodo della storia cinese (1644-1912) in cui i cinesi Han erano governati dai Manciù.

    Un uomo che indossa un costume dell'era Qing.

    I Jiangshi evitano il sole e, poiché hanno paura dei richiami dei galli, riposano nelle caverne o nelle bare durante il giorno. Quando arriva la notte, emergono dai loro nascondigli e cercano vittime di cui possono aspirare la forza vitale. Ci sono molti modi in cui un jiangshi può essere sconfitto, incluso mostrargli il suo riflesso in uno specchio, dargli fuoco o gettargli addosso il sangue di un cane nero.

    La parola "jiangshi" è stata usata nella letteratura cinese già al tempo della dinastia Han (206 a.C.-220 d.C.), ma questo primo uso si riferiva a un cadavere. Al tempo dei Qing, era arrivato a denotare un cadavere rianimato soprannaturale. Le storie di Jiangshi erano piuttosto popolari durante l'era Qing, e il loro costume convenzionale potrebbe essere un rinforzo del contraccolpo anti-Manchu.

    Un'illustrazione che mostra come appariva il metodo di "trasporto di un cadavere di oltre 1000 li”".

    La fonte del mostro jiangshi potrebbe provenire dalla pratica di "trasportare un cadavere oltre mille li", un metodo comune per spostare i cadaveri nella regione di Xiangxi. Morire lontano da casa era considerato un grosso problema nella Cina tradizionale e le famiglie che erano troppo povere per permettersi il trasporto per riportare un parente morto in un luogo lontano acquistavano i servizi di "camminatori di cadaveri". I cadaveri, in genere una squadra di due uomini, legavano i cadaveri in posizione verticale su lunghe aste di bambù che venivano trasportate orizzontalmente. Visti da lontano, poiché le aste si muovevano su e giù, i cadaveri sembravano saltellare. Questa pratica veniva spesso eseguita di notte, per evitare di vedere persone e perché fuori faceva più fresco.


    Attributi fisiologici [ modifica | modifica sorgente]

    • Essendo biologicamente morto, il corpo di uno zombi è vulnerabile allo stesso modo di decomposizione che mostrerebbe un normale cadavere e, a meno che non venga preso un intervento protesico, i loro corpi presumibilmente marciranno oltre il punto di funzionare.
      • Tale intervento protesico può essere sotto forma di essere cosparso di sostanze chimiche conservanti o ricevere organi artificiali.

      Vampiri saltellanti cinesi

      Mi piace pensare a me stesso come ben istruito riguardo ai non morti, e direi che è una vera valutazione. So delle cose sui vampiri. Confesso, tuttavia, che non avevo mai sentito parlare del vampiro saltellante cinese prima, il Geungsi. Oppure, se ne avessi mai sentito parlare, l'avrei dimenticato. Ho letto il romanzo di Bentley Little THE SUMMONING, che presentava un vampiro cinese. Quest'ultima entità possedeva la capacità di apparire come cose diverse a persone diverse, ma in realtà era uno spettro informe simile a un palloncino. Non ha mai fatto, se ricordo bene, nessun salto.

      Aspetta un minuto: ne ho sentito parlare. È solo che non ricordo di aver mai sentito prima i termini "Geungsi" o "Chinese Hopping Vampire". Ricordo di aver letto che era un grosso problema per alcuni cinesi quando morivano essere sepolti nel loro luogo di orientamento o di nascita (forse lo è ancora), quindi trasferire i corpi in modo opportuno (non avevano automobili o aeroplani di allora) i parenti del defunto avrebbero impiegato un sacerdote taoista per resuscitare il cadavere, che poi lo avrebbe seguito fino al luogo di sepoltura. La parte sui morti resuscitati che soffrono di rigor mortis, però, e che devono saltare perché non poteva camminare, è nuova. Inoltre, devo chiedermi perché non usassero solo i cavalli. Non sarebbe stato veloce quanto un vampiro saltellante?


      Il mondo dell'orrore e dello sfruttamento di Don

      Bene, ora è il momento di un altro articolo, e questa volta affronteremo un argomento che è una delle migliori ragioni per lo scopo di questo sito. Stiamo andando in giro per il mondo a vedere uno speciale sottoinsieme di film horror che la maggior parte potrebbe non aver visto, ma ha un fiorente sottogruppo di film nel profondo della storia di questo particolare paese.

      Allora, qual è questo misterioso set di film horror a cui mi riferisco? Bene, per caso la discussione di questa settimana di 8217 è una specifica leggenda cinese chiamata Jiangshi. Un jiangshi, noto anche come vampiro cinese "saltellante", fantasma o zombi, è un tipo di cadavere rianimato nelle leggende e nel folklore cinesi. "Jiangshi" si legge goeng-si in cantonese, cương thi in vietnamita, gangshi in coreano e kyonshī in giapponese. È tipicamente raffigurato come un cadavere rigido vestito con abiti ufficiali della dinastia Qing, e si muove saltellando, con le braccia tese. Uccide le creature viventi per assorbire il loro qi, o "forza vitale" che di solito si verifica di notte, mentre durante il giorno riposa in una bara o si nasconde in luoghi bui come le caverne. Le leggende di Jiangshi hanno ispirato un genere di film e letteratura jiangshi a Hong Kong e nell'Asia orientale di cui parleremo tra poco.

      Ora, essendo questa una creatura basata sul vero folklore cinese, c'è bisogno di una breve storia della provenienza della creatura. Una presunta fonte delle storie di jiangshi proveniva dalla pratica popolare di "trasportare un cadavere per più di mille li". I parenti di una persona che è morta lontano da casa non potevano permettersi veicoli per far trasportare il corpo del defunto a casa per una sepoltura, quindi avrebbero assunto un sacerdote taoista per condurre un rituale per rianimare il morto e insegnargli a " saltare" verso casa. I sacerdoti trasportavano i cadaveri solo di notte e suonavano le campane per avvisare gli altri nelle vicinanze della loro presenza perché era considerato sfortunato per una persona viva vedere un jiangshi. Questa pratica, chiamata anche Xiangxi ganshi, era popolare a Xiangxi, in Cina, dove molte persone lasciavano la loro città natale per lavorare altrove. Dopo la loro morte, i loro corpi furono trasportati nella loro città natale perché si credeva che le loro anime avrebbero sentito nostalgia di casa se fossero state sepolte in un luogo a loro sconosciuto. I cadaveri sarebbero stati disposti eretti in fila indiana e legati a lunghe canne di bambù ai lati, mentre due uomini (uno davanti e uno dietro) avrebbero portato le estremità delle canne sulle spalle e avrebbero camminato. Quando il bambù si fletteva su e giù, i cadaveri sembravano "saltellare" all'unisono se visti da lontano.

      Una volta che si trattava dei film stessi, i film erano abbastanza abili nel presentare elementi in comune con i film dell'epoca. Adottando questi elementi visivi per la creatura, è più in linea con l'idea americana dei film di zombi degli anni '30 e '40 che erano schiavi senza cervello indifferenti a tropi più familiari come il mangiare carne o persino il senso vampirico del bere sangue. Piuttosto, sono stati presentati come reliquie di un'era passata nell'aspetto visivo che erano artisti marziali estremamente abili che usavano quelle abilità per eseguire le azioni dei loro controllori soprannaturali. Questo concetto ha fornito ai film non solo scene d'azione estremamente divertenti e fluide nelle battaglie di arti marziali tra i vampiri e coloro con cui entra in contatto, ma il concetto di questo abitante senza cervello che sembra una reliquia del passato che saltella come un canguro è la fonte di una commedia davvero fantastica. Tuttavia, essendo un film horror, la minaccia viene presa con la massima serietà e alla situazione viene dato anche molto spazio per essere minacciosa, dandogli alcuni solidi allenamenti horror alla fine.

      Bene, ora che abbiamo dato una rapida occhiata alle origini della creatura, diamo un'occhiata ad alcuni dei film del genere qui. Il primo riguardante i vampiri è Midnight Vampire, diretto nel 1936 da Yeung Kung-Leung anche se non sono disponibili molte informazioni sul film oltre al fatto che è stato realizzato ma rimane comunque il primo fino agli anni '70 dove il genere prese un po' di più .A partire dal crossover Shaw Brothers/Hammer Studios, The Legend of the 7 Golden Vampires, che era un incrocio tra il melodramma gotico tradizionale come solo Hammer poteva fare con la miscela di arti marziali chop-socky per gentile concessione di alcuni dei migliori artisti di kung-fu sul Shaw Brothers, il film ha portato una reintroduzione dei vampiri nel cinema di Hong Kong e ha portato a diverse altre uscite nel genere, sebbene nessuna di esse contenesse alcun collegamento con la variante cinese sullo stile. A partire da sforzi come Il pugile spirituale a Falsi acchiappafantasmi e Quelle anime allegre, questi sforzi sono più in linea con il trattamento degli spiriti come più simili a fantasmi e orientati all'Occidente nel loro comportamento piuttosto che le variazioni cinesi più tradizionali.

      Ci vorrebbe uno dei figli preferiti del cinema di arti marziali di Hong Kong, Sammo Hung, per sfruttare questi tropi più tradizionali. Nel classico Encounters of the Spooky Kind, su un giovane che è continuamente costretto a passare la notte in templi infestati dove una strega demoniaca tira fuori ogni sorta di ghoul e creature per sconfiggerlo in modo che il suo datore di lavoro possa finalmente mettersi con la moglie dell'uomo , una delle principali creature allevate dalla strega è il jiangshi come un vampiro saltellante che si propone di ucciderlo. Il casting di un vero artista marziale nel ruolo, l'amico di lunga data di Sammo, e compagno di Kung Fu Yuen Biao, ha permesso di mostrare una serie di fantastiche arti marziali che lasciano a bocca aperta per la loro prestanza fisica mentre contengono anche alcuni della migliore commedia fisica della scena.

      Un autentico tour-de-force e uno dei migliori film del paese in assoluto, indipendentemente dal genere, il film è stato naturalmente un successo al botteghino nella sua nativa Hong Kong e ha posto le basi per l'emergere di una sfilza di horror maturo e feroce dal paese . Sebbene non sia necessariamente incluso nell'argomento trattato qui, il mix di magia nera, stregoneria e insegnamenti taoisti assolutamente inclusivi presenti in Incontri spaventosi può essere visto come il precursore della serie di film Black Magic dei fratelli Shaw, resa popolare da stregato, Il presagio del pugile e Semina di un fantasma tra gli altri. Altre imitazioni, come feto del diavolo e Magia Nera con Buddha emerse anche in quel periodo e contribuì a cementare la ritrovata rilassata censura nel paese offrendo uno sfruttamento molto più raccapricciante rispetto al buon cuore Incontri spaventosi si è divertito, abbandonando la commedia farsesca per scene rivoltanti di animali vivi e insetti che vengono vomitati o che strisciano su ferite trasudanti con effetti diversi che comunque si presentano come il tipo di lavoro influenzato da questo successo. Anche, La vendetta degli zombi, I combattenti dei miracoli e Dreadnaught emerse anche in un tempo relativamente rapido dopo quel successo iniziale e ulteriormente il crescente uso da parte del cinema di Hong Kong di ambientazioni d'epoca, misticismo religioso, brividi agghiaccianti e commedie sbalorditive che erano tutte in grande mostra e servivano come ottimi collegamenti nella linea di gli sforzi successivi.

      Accanto a queste uscite, sono emersi molti altri grandi film per aiutare a diffondere molti dei temi presenti nel genere emergente dei vampiri saltellanti. Il primo è stato Kung Fu di Beyond the Grave, che presenta un giovane che impiega assassini fantasma saltellanti per vendicare l'omicidio di suo padre. Continuando a sfruttare il personaggio del mago malvagio i cui poteri magici sono integrati da considerevoli abilità di kung-fu, il film è principalmente degno di nota per avere il prete taoista che convoca il conte Dracula per combattere per lui, il che rende un capovolgimento piuttosto interessante del precedente La leggenda dei 7 vampiri dorati dove il vampiro possiede invece il corpo di un prete cinese in quel film. Altri sforzi, tra cui lo straordinario The Spooky Bunch che porta il genere fuori dall'ambientazione d'epoca e utilizza un'ambientazione più moderna nella sua storia di un gruppo di incompetenti compagnie dell'Opera cinese chiamate in un'isola remota per uno spettacolo solo per ritrovarsi assalito da fantasmi vendicativi. Altri ottimi sforzi di quel periodo, tra cui The Trail e il film successivo di Sammo Hung The Dead and the Deadly, riescono tutti a promuovere le imprese del genere.

      Tuttavia, nessun altro film del genere incombe più in alto o più intensamente del leggendario Mr. Vampire. Uno dei pochi legittimi rivali al trono del miglior film horror di Hong Kong mai realizzato, questo sforzo sventagliato presenta gli sforzi di un prete taoista e dei suoi goffi assistenti per cercare di frenare le gesta di un vampiro saltellante rilasciato accidentalmente in un piccolo villaggio . Con un sacco di arti marziali sbalorditive per gentile concessione della tardiva grande star Lam Ching-ying e dei sostenitori Chin Siu-ho, Billy Lau e Yuen Wah, oltre a una commedia fisica eccezionalmente esilarante dei due studenti che sono completamente sopraffatti dai fantasmi e vampiri improvvisamente in mezzo a loro, questo riesce anche a presentare molti dei soliti tropi che si trovano nel genere a venire sotto forma di un saggio e benevolo prete taoista che è adornato con un monociglio, abile nella pratica del lancio di incantesimi e arti marziali che si propone di liberare la città dall'influenza dei fantasmi erranti e sarebbe diventato il portabandiera del genere d'ora in poi.

      L'effetto che questo film ha avuto sull'industria nel suo insieme è piuttosto profondo. Tre sequel vagamente collegati sono seguiti immediatamente alla fine degli anni '80, mentre il sequel ufficialmente accettato Mr. Vampire 1992/New Mr. Vampire è arrivato diversi anni dopo, all'inizio degli anni '90. A quel punto, il genere era sbocciato in un'impresa fruttuosa con un altro sforzo intitolato New Mr. Vampire ma un'intera sfilza di film che capitalizzavano sul successo dell'originale che include gli sforzi Vampire vs. Vampire, Magic Cop, Crazy Safari che di per sé è un secondo spin-off che capitalizza il successo di Gli dei devono essere pazzi, The Ultimate Vampire, The Musical Vampire e infine Exorcist Master, tutti di qualità variabile ma tutti ancora vagamente collegati agli stessi temi centrali stabiliti per la serie.

      Ora, non ci si può aspettare che questa forma di gola continui, e in effetti è stato così in questo caso, poiché questo assalto rabbioso di film ha costretto il genere a estinguersi. Nemmeno un tentativo americano di incassare la mania, The Jitters, ha tirato fuori alcun tipo di attenzione speciale al genere dopo gli anni di gloria ed è riuscito a riportare il cadavere in decomposizione nella tomba, apparentemente per sempre.

      Nel nuovo millennio, tuttavia, è arrivato strisciando fuori per i primi passi incerti con una piccola manciata di tentativi di ritorno al periodo d'oro del genere. Il primo sforzo, Vampire Controller è un affare piuttosto semplice e dai numeri che getta l'azione e la commedia forti che erano prevalenti nello stile, anche scegliendo alcuni attori principali di questo gruppo originale di film. I successivi due sforzi, The Era of Vampires e The Twins Effect hanno entrambi provato alcuni nuovi elementi nel mito con Era andare per un film dritto senza alcuna commedia anche con la natura del passato della trama e degli effetti speciali mentre Gemelli va a influenze vampiriche più europee con la controfigura di Dracula e le regole di comportamento insieme allo stile di Hong Kong precedentemente utilizzato qui.

      Più recentemente, tuttavia, non ha portato a molto altro per il genere. Le offerte più recenti, una versione postmoderna dell'argomento intitolata Rigor Mortis, che arriva al punto di rifondere la maggior parte dei membri del cast sopravvissuti di Signor Vampiro ma per farlo accadere in un mondo in cui sono attori che devono eliminare le creature che hanno fatto nei film e un'ultima offerta tradizionale del genere, Sifu vs. Vampire, che risale alle norme tradizionalmente stabilite del genere. È lo sforzo più recente nel genere e sembra davvero che dovrebbe dare il via al genere ancora una volta, ma da allora non è emerso nient'altro, e quindi lo lasciamo qui in termini di genere.


      I morti viventi: i vampiri saltellanti cinesi - Storia

      Questo gioco da tavolo usa i vampiri per combattere il razzismo anti-asiatico

      Jiangshi: Blood in the Banquet Hall, un nuovo gioco di ruolo di Banana Chan e Sen-Foong Lim, affronta contemporaneamente razzismo, storia e mitologia.

      Asian Americans Out Loud è un progetto che mette in evidenza gli americani asiatici che stanno aprendo la strada all'arte e all'attivismo. Puoi leggere di più visitando la nostra homepage APAHM 2021.

      Illustrazione di Nicole Xu

      La manutenzione del ristorante mescolata all'uccisione di vampiri potrebbe sembrare la combinazione più improbabile al mondo, ma per i game designer Banana Chan e Sen-Foong Lim, era il soggetto perfetto per il loro prossimo gioco di ruolo da tavolo, Jiangshi: Blood in the Banquet Hall.

      Jiangshi mette i giocatori nei panni di una famiglia cinese degli anni '20 che gestisce un ristorante in una delle Chinatown del Nord America, da San Francisco a Toronto. I giocatori sviluppano personaggi, lanciano dadi lungo un tabellone che ricorda il tavolo di un ristorante e collaborano a una storia condivisa, un processo simile a un gioco come Dungeons & Dragons ma con una svolta significativa. Di giorno dovranno affrontare il razzismo e le difficoltà economiche incontrate da molti immigrati cinesi dei ruggenti anni '20, e di notte combatteranno contro i jiangshi, i vampiri saltellanti della leggenda cinese il cui nome in mandarino significa letteralmente "cadavere rigido". .”

      Il gioco, che ha raccolto $ 100.688 su Kickstarter lo scorso luglio grazie a oltre 1.700 sostenitori, dovrebbe uscire in versione fisica questa estate, anche se le versioni digitali del suo regolamento sono già disponibili per l'acquisto.

      La copertina di "Jiangshi: Blood in the Banquet Hall", composta dagli artisti Kwanchai Moriya, Steven Wu e Matthias Bonnici.

      Banana Chan e Sen-Foong Lim

      In un'intervista con HuffPost, Chan e Lim hanno riflettuto sulla nascita di un progetto con ricchi temi cinesi nel mezzo di una pandemia globale che ha inaugurato un'epidemia di razzismo anti-asiatico, per non parlare delle difficoltà per le imprese di Chinatown in tutto il Nord America.

      "Ho problemi a dormire solo perché spero che nulla in questo gioco avrà un impatto sul modo in cui le persone trattano gli asiatici americani o farà loro pensare che tutti gli asiatici americani siano proprio come i personaggi ritratti in questo gioco", ha detto Chan.

      Lim era d'accordo, aggiungendo che una delle principali preoccupazioni durante lo sviluppo di Jiangshi era che il gioco avrebbe semplicemente "aperto le persone a interpretare gli asiatici come stereotipi e tropi".

      Jiangshi: Blood in the Banquet Hall designer Banana Chan (a sinistra) e Sen-Foong Lim.

      Banana Chan e Sen-Foong Lim

      Per aggirare questo problema, Chan e Lim hanno trascorso una notevole quantità di tempo lavorando con collaboratori e consulenti culturali per sviluppare idee su come interpretare rispettosamente i ruoli di un cinese. Il risultato finale può essere visto nel regolamento di Jiangshi, che esorta i giocatori a evitare accenti offensivi e trite nozioni d'onore mentre offre consigli su come appariva il razzismo casuale negli anni '20, su come ritrarre con sensibilità qualcuno che lavora nel settore dei servizi. come strumenti di sicurezza per prevenire microaggressioni durante il gioco.

      Questo processo, oltre a indagare sulla storia della discriminazione contro i cinesi americani, è stato sia emozionante che illuminante. Chan ha detto di aver imparato molto, indicando eventi come il Page Act del 1875, che di fatto proibiva alle donne dei paesi dell'Asia orientale, in particolare alle donne cinesi, di immigrare negli Stati Uniti con l'illusione di combattere la prostituzione. L'atto fu seguito sette anni dopo dal più comunemente noto Chinese Exclusion Act, che vietava a tutti i cinesi di entrare negli Stati Uniti e non fu abrogato fino al 1943.

      Chan, che è cresciuta in Canada e Hong Kong ma ora vive negli Stati Uniti, ha affermato di sapere che queste leggi esistevano ma "non ne conosceva la profondità, o che sono finite solo negli ultimi 60-70 anni".

      "Pensavo che i miei genitori non avrebbero visto gli effetti di queste leggi, ma lo hanno fatto, quindi è questa strana sensazione di 'Questo è molto più recente di quanto pensassi'", ha detto.

      Jiangshi offre consigli per giocare in una varietà di Chinatown, tra cui San Francisco, Los Angeles, New York City, Vancouver e Toronto.

      Banana Chan e Sen-Foong Lim

      Le critiche che Jiangshi inizialmente ha ricevuto da altri asiatici americani sono state un altro notevole sviluppo, ha detto Lim, sottolineando che "la comunità asiatica nei giochi di ruolo è stata morsa moltissimo".

      Uno dei primi e più famosi esempi è stato il libro di Dungeons & Dragons del 1985 "Oriental Adventures", che offriva regole per giocare a un ninja e a un samurai nel gioco fantasy ed è stato a lungo criticato in quanto presentava un'immagine stereotipata e unidimensionale degli asiatici.

      “Dobbiamo capire che la diaspora è diversa tra le diverse parti del mondo, e la cosa più sorprendente per me è stata che anche se la prima persona cinese registrata in Gran Bretagna è arrivata lì nel 1600, non è stato fino al 1980, solo in preparazione della consegna di Hong Kong, quando il Regno Unito ha visto un massiccio afflusso di cinesi", ha detto Lim.

      Ha aggiunto che lui e Chan avevano "100 anni dispari di imbottitura" che li separavano dal razzismo sistemico che aveva costretto molti dei primi immigrati cinesi in Nord America a sequestrare a Chinatown, ma il team di Jiangshi aveva sentito da un cinese nel Regno Unito che ha sottolineato che erano passati solo tre decenni da quando la loro famiglia allargata aveva affrontato tale pregiudizio.

      "Questa è l'esperienza che stiamo scrivendo: l'esperienza cinese americana e cinese canadese che ha a che fare con i ristoranti", ha detto Lim quando gli è stato chiesto della sua risposta a questa critica, che alla fine ha contribuito a rendere il gioco più sfumato. “Se questa non è la tua esperienza perché sei immigrato, diciamo in Indonesia o in Gran Bretagna o da qualche altra parte, questo gioco è ancora scritto per te, ma non per te. E questo è il tipo di linea che abbiamo dovuto seguire".

      Jiangshi: Blood in the Banquet Hall segue un'altra linea interessante: tra raccontare storie di ristoranti di famiglia, "Bob's Burgers" della TV, si trasforma improvvisamente nel regno dell'orrore. La combinazione non ortodossa di generi è simile alla serie di film di Hong Kong "Mr. Vampire" che ha reso popolare il jiangshi negli anni '80 e '90 con una miscela di terrore e sciocchezza. Sia per Chan che per Lim, il desiderio di esplorare questo mix è venuto dai ricordi familiari intergenerazionali e dall'interesse per i vecchi miti.

      "I migliori momenti in famiglia che abbia mai avuto sono stati quando tutti noi stavamo preparando gnocchi o uscivamo insieme ai banchetti", ha detto Chan, riflettendo sulle esperienze con i suoi nonni e parenti allargati. “La mitologia che davo per scontata guardando la TV a Hong Kong. Ora è il momento in cui mi interessa di più perché non lo vedo più tanto e sento che dovrei assorbirlo tutto.

      Jiangshi incoraggia i partecipanti a creare un cast che comprenda molte età diverse, con alcuni che giocano come anziani - che forse conoscono i metodi tradizionali per combattere i jiangshi - e altri come membri della famiglia di seconda o terza generazione che potrebbero avere difficoltà a bilanciare le responsabilità familiari con le proprie aspirazioni. Il gioco chiede ai giocatori di sviluppare speranze e sogni per i loro personaggi per esemplificare questa narrativa intergenerazionale onnicomprensiva. Anche l'ambiente del ristorante è stato scelto per un motivo.

      "Abbiamo scelto i ristoranti in modo molto specifico perché entrambi amiamo il cibo, ma anche perché c'è qualcosa nel cibo che parla di amore e affetto nelle famiglie asiatiche", ha detto Lim, che vive in Canada ma ha una famiglia di origine cinese dalla Malesia e dal Brunei. Ha riflettuto su come suo padre, "una persona molto stoica" che raramente ha menzionato l'amore, gli ha sempre dato il miglior taglio di carne crescendo.

      A SINISTRA: Più generazioni unite contro la minaccia dei non morti è uno dei temi principali di Jiangshi. A DESTRA: L'immagine comune del jiangshi rigido e saltellante, reso popolare in film come il franchise di "Mr. Vampire".

      Banana Chan e Sen-Foong Lim

      Nonostante l'enfasi del loro gioco sulla famiglia, ironicamente né Chan né Lim sono stati in grado di condividere veramente la vittoria dello sviluppo di Jiangshi in un anno tumultuoso con i loro genitori. Entrambi hanno sentito una mancanza di incoraggiamento per le loro carriere secondarie nella progettazione di giochi, con Chan che ha detto che i suoi genitori la esortano a non lasciare il suo lavoro quotidiano e "non capiscono davvero che sto facendo soldi con i giochi". Lim, nel frattempo, non condivide affatto le notizie sui giochi con i suoi genitori "cinese tradizionale molto vecchio stile".

      Tuttavia, le menti dietro Jiangshi sperano che il loro progetto inaugurerà altri giochi di creatori di colori, nonché un supporto generale per gli sforzi sostenuti dall'Asia.

      "Questo è un lavoro davvero personale per entrambi", ha detto Chan. “Non che proveniamo da una lunga stirpe di cacciatori di vampiri o qualcosa del genere, ma il fatto che stiamo mettendo molta della nostra storia personale in questa cosa. Per noi è importante che i consumatori sappiano che è un bene che tu supporti questo gioco, ma sarebbe ancora meglio se supportassi le persone intorno a te e la comunità asiatico-americana in generale andando in aziende, donando e facendo qualunque cosa tu Potere."

      Soprattutto, Chan e Lim vogliono che il loro gioco risuoni con tutti, indipendentemente dall'etnia o dalle abilità di caccia ai vampiri, e offra una comprensione di come paesi come gli Stati Uniti e il Canada siano sempre stati alimentati dagli immigrati.

      "Puoi riconoscere la storia della tua famiglia in termini di quanto sia importante pensare alle generazioni che sono venute prima, ai tuoi cibi culturali e a tutte quelle speranze e sogni che avevano per te", ha detto Lim. "Speriamo che Jiangshi crei empatia per la diaspora asiatica e per gli umani in generale, perché tutti noi abbiamo queste stesse esperienze ma diverse".


      In questa prima di una serie in due parti, Tristan Shaw dà un'occhiata ad alcuni influenti film horror cinesi.

      (Immagini in alto: centro, Reincarnazione di sangue da in alto a sinistra, in senso orario: La leggenda dei sette vampiri d'oro, Il presagio del pugile, Strani racconti da uno studio cinese, Canzone a mezzanotte)

      Storie d'amore spettrali, squallido di categoria III, combattimenti di kung-fu con zombi (僵尸 jiāngshī) — L'horror cinese potrebbe non essere molto conosciuto a livello internazionale, ma la sua produzione ha prodotto un gruppo piuttosto vario e spaventoso nel corso degli anni. Anche se non ci sono molti film horror cinesi realizzati oggi e le leggi sulla censura disapprovano il genere sulla terraferma, l'horror ha avuto una lunga storia nell'industria cinematografica cinese. Le sue radici risalgono al folklore e alla letteratura del paese, e probabilmente nessuno ha influenzato il genere più di uno scrittore dell'era della dinastia Qing di nome Pu Songling 蒲松龄.

      Durante la sua vita (1640-1715), Pu raccolse e scrisse centinaia di storie dai toni soprannaturali, successivamente pubblicate in un libro dopo la sua morte chiamato Strani racconti da uno studio cinese (liáozhāi zhì yì). Queste storie, con le loro rappresentazioni di demoni, fantasmi e mostri, hanno ispirato un numero infinito di registi cinesi. La storia “Niè Xiǎoqiàn” 聂小倩, ad esempio, ci regala il modello visto in film come Una storia di fantasmi cinesi 倩女幽魂 (qiànnǚ yōuhún), dove un umano si innamora di una bella donna che si scopre essere un fantasma.

      Le storie di Pu sembrano essere state adattate per lo schermo già nel 1922, e mentre all'epoca c'erano anche film di arti marziali con fantasmi, individuare il primo film horror cinese è una domanda spinosa. Secondo lo storico del cinema Huang Ren 黄仁, un precursore cinese del genere potrebbe essere Zhuangzi mette alla prova sua moglie 庄子试妻 (zhuāngzi shì qī), un dramma del 1913 sull'antico filosofo taoista con una tomba, un suicidio e alcuni effetti speciali spettrali. Lo stesso anno, il regista pionieristico Zhang Shichuan rilasciato Il fantasma impermanente 无常鬼 (wúcháng guǐ), una commedia su un piantagrane che finge di essere un fantasma. Anche se nessuno dei due cortometraggi era apparentemente un film horror, le loro immagini e temi soprannaturali avrebbero spianato la strada al genere.

      Negli anni '30, i registi cinesi stavano realizzando film che possono sicuramente essere considerati horror. L'anno 1934 vide l'uscita di Gli ultracorpi 盗尸 (dào shī), un film muto di Hong Kong su due amici che rubano la bara piena di tesori di un ricco morto. Due anni dopo, l'industria cinematografica di Hong Kong uscì con il suo primo jiangshi (letteralmente "zombi", ma può riferirsi a qualsiasi tipo di film morto rianimato), Vampiro di mezzanotte 午夜僵尸 (wǔyè jiāngshī), una storia di vendetta su un uomo che torna dalla tomba dopo essere stato assassinato dal fratello maggiore. Altri film horror di Hong Kong dell'epoca presentavano una moglie dell'esercito cannibale, uno scienziato malvagio che crea nani e giganti e un branco di vampiri che terrorizzano le strade della città.

      Sulla terraferma, il regista Ma-Xu Weibang 马徐维邦 ha lavorato per sviluppare il genere più di chiunque altro nell'industria cinematografica del paese. Ma-Xu - un uomo cupo e tranquillo che ha perso entrambi i genitori quando era solo un ragazzo - ha realizzato film negli anni '30 con titoli come Cadavere che cammina in una vecchia casa 古屋行尸记 (gǔwū xíng shī jì), L'anima del poeta al chiaro di luna 冷月詩魂 (lěng yuè shī hún) e Il Ragazza lebbrosa (má fēng nǚ). Nel 1937, Ma-Xu diresse uno dei più grandi film horror cinesi, Canzone a mezzanotte 夜半歌声 (yèbàn gēshēng). Un libero adattamento di il fantasma dell'opera, La versione di Ma-Xu include temi rivoluzionari e immagini cupe ed espressioniste. La sua versione del fantasma è un uomo di nome Song Danping, un ex cantante d'opera e rivoluzionario il cui fantasma si dice infesti un teatro dove si esibiva. Dalla morte di Song, il teatro è stato abbandonato, ma ciò non impedisce a una troupe di attori di venire a visitarlo per trovare ispirazione. Finiscono per essere delusi, ma uno degli attori, Sun, incontra Song e scopre che la vecchia star aveva simulato la sua morte.

      Si scopre che Song era stata bruciata da un rivale romantico, sfregiando il suo bel viso. Rovinato, Song è riuscito a organizzare un funerale fasullo per sfuggire al pubblico, ma la sua "morte" ha fatto impazzire la donna che amava. Mentre la troupe si prepara a mettere in scena il loro prossimo spettacolo, Song è tragicamente costretto a confrontarsi con il passato che si è lasciato alle spalle, portando a una resa dei conti mortale con l'uomo che ha distrutto la sua vita. Sebbene immeritatamente oscuro al di fuori della Cina, Canzone a mezzanotte ha avuto una forte influenza sull'horror cinese. È stato rifatto quattro volte, il più memorabile nel 1995, quando Leslie Cheung ha interpretato il fantasma. Ancora oggi, l'originale di Ma-Xu è molto apprezzato, tanto che gli Hong Kong Film Awards hanno persino incluso il film nella lista dei migliori 100 film cinesi nel 2005.

      Durante la seconda guerra sino-giapponese, i film horror in Cina divennero pochi e rari. La censura era rigida e, data la brutalità e la violenza della guerra, non molti spettatori erano probabilmente dell'umore giusto per un intrattenimento raccapricciante. Ma-Xu Weibang ha fatto un sequel di Canzone a mezzanotte nel 1941, ma il suo lavoro su Eternità 万世流芳 (wànshì liúfāng), un pezzo di propaganda filo-giapponese, avrebbe contaminato la sua reputazione sulla terraferma. Dopo la fine della guerra, Ma-Xu si trasferì a Hong Kong, lavorando fino alla sua morte nel 1961, quando fu investito e ucciso da un autobus. Quando Ma-Xu lasciò la terraferma, era quasi come se il genere horror se ne fosse andato con lui. A causa delle rigide linee guida delle autorità comuniste, i film horror sono morti sulla terraferma, con solo Hong Kong che ha continuato il genere.

      Fino agli anni '70, erano soprattutto le storie di fantasmi, insieme ai racconti di Pu Songling, ad entusiasmare i fan dell'horror di Hong Kong. Nel 1960, lo Shaw Brothers Studio adattò la storia di Nie Xiaoqian di Pu in Il Ombra Incantata 倩女幽魂 (qiànnǚ yōuhún), una splendida interpretazione gotica che in seguito avrebbe ispirato Una storia di fantasmi cinesi. Per il resto del decennio, Shaw Brothers rilasciò molti altri film horror, alcuni dei quali usavano la formula di base dell'uomo-ama-fantasma di Nie Xiaoqian. In questo periodo anche lo studio si è rifatto Canzone a mezzanotte, rilasciandolo in due parti nel 1962 e nel 1963. Ad eccezione di L'Ombra Incantata, nessuno di questi film era particolarmente buono. Ironia della sorte, ci vorrebbe una collaborazione ridicolmente stupida per i fratelli Shaw per migliorare la loro comprensione del genere horror.

      Nel 1974, lo studio ha collaborato con la britannica Hammer Films per realizzare La leggenda dei sette vampiri d'oro, un miscuglio di kung-fu e vampiri in stile occidentale. È un film molto sciocco, che mette Van Helsing e una famiglia cinese di artisti marziali contro un gruppo di vampiri e il loro esercito personale di non morti. Tuttavia, la combinazione del film di kung fu e horror era unica per l'epoca, e la sua nudità e violenza erano più esplicite dei film horror domestici. Influenzato da Sette vampiri d'oro e le pugnalate americane al genere, i registi horror di Shaw Brothers e altri studi di Hong Kong hanno iniziato ad alzare la posta quando si trattava di sangue, tabù e sesso. Nello stesso anno, la compagnia cinematografica Fong Ming pubblicò Reincarnazione di sangue 阴阳界 (yīnyáng jiè), un'antologia sottovalutata che utilizza molto sangue, diverse donne poco vestite e un bambino posseduto che stacca a morsi il dito di suo padre. (Puoi guardare il film su YouTube o solo la scena che inizia qui.)

      In termini di pura cattiveria, l'uscita dei fratelli Shaw in questo periodo prende la torta. Il nuovo calderone di film horror dello studio, come Magia nera 降头 (jiàng tóu, 1975) e Hex 邪 (xié, 1980), erano ossessionati dall'occulto, mescolando fluidi corporei, maledizioni, maghi e insetti raccapriccianti in ambienti esotici del sud-est asiatico. Anche per gli standard moderni, a volte questi film sono decisamente disgustosi. Orrore del millepiedi 蜈蚣咒 (wúgōng zhòu) del 1982 raffigura donne che vomitano millepiedi che poi procedono a mangiarli, mentre Mania da cadavere 尸妖 尸妖 (shī yāo shī yāo), un titolo non troppo sottile del regista Kuei Chih-Hung 桂治洪, ha come protagonista un serial killer che pratica la necrofilia.

      Kuei si è costruito una reputazione per aver diffuso alcune delle immagini più inquietanti e più strane sugli schermi di Hong Kong. Il suo film del 1983 Il presagio del pugile 魔 (mó) è il culmine dello stile Shaw di shlock. Nelle scene di apertura, il suo eroe Chan Hung guarda suo fratello venire paralizzato durante un incontro di boxe da uno sporco pugile thailandese. Il giorno dopo, Hung incontra una banda, che gli lancia un sacco contenente il corpo smembrato di suo zio. I teppisti cercano di uccidere Hung, ma viene miracolosamente salvato all'ultimo minuto dal fantasma di un abate di nome Qing Zhao. Più tardi, Hung scopre che Qing era un uomo pio che ha quasi raggiunto l'immortalità prima di essere pugnalato e avvelenato negli occhi da ragni magici.

      In una vita passata, era anche il gemello di Hung, e ora Qing desidera aiutarlo e... onestamente, la trama diventa solo più incomprensibile da qui, e le parole non possono descrivere adeguatamente la stranezza psichedelica di Il presagio del pugile. È stato davvero il culmine delle offerte horror di Shaw, e dopo che lo studio ha abbandonato i film per la TV, uno dei suoi ultimi. Mentre Hong Kong si dilettava con questo horror moderno ed esplicito, il regista Yao Feng-Pan 姚凤磐 si è concentrato su piatti più tradizionali e spettrali a Taiwan. Yao è stato ispirato dal folklore cinese e da Pu Songling e ha realizzato un sacco di film sui fantasmi negli anni '70 e '80. King Hu 胡金铨, il direttore del wuxia classico Un tocco di Zen 侠女 (xiá nǚ), era anche un fan di Pu. Un tocco di Zen era basato su una storia di Pu, e così anche quella del regista Leggenda della Montagna (shānzhōng chuánqí, 1979) e Pelle Dipinta 画皮之阴阳法王 (huàpí zhī yīnyáng fǎwáng, 1993), quest'ultimo un film puramente horror.

      Naturalmente, Pu è rimasto un'influenza anche a Hong Kong, ma la fase successiva dell'horror di Hong Kong è nata da un movimento che avrebbe rivoluzionato l'industria cinematografica della città: la New Wave. La prossima settimana discuteremo dell'influenza dei registi della New Wave di Hong Kong sull'horror cinese, daremo un'occhiata al jiangshi boom degli anni '80 e '90 ed esamina i piatti horror più moderni del mondo di lingua cinese.


      Contenuti

      Dopo La notte dei morti viventi Dopo il successo iniziale, i due creatori si divisero in disaccordo su dove doveva dirigersi la serie, [1] e poiché il film era di pubblico dominio, [2] ognuno fu in grado di fare ciò che voleva con la continuità dei propri progetti. Romero ha continuato a dirigere altri cinque Morto film, mentre Russo si è diramato nel territorio letterario, scrivendo Il ritorno dei morti viventi, che in seguito è stato liberamente adattato in un film con lo stesso nome e avrebbe avuto un proprio franchise, e Fuga dei morti viventi.

      etichettato "Trilogia dei Morti" fino a Terra dei morti, [3] ogni film è carico di commenti sociali su argomenti che vanno dal razzismo al consumismo. I film non sono prodotti come seguiti diretti l'uno dall'altro e la loro unica continuazione è il tema dell'epidemia dei morti viventi. Questa situazione avanza con ogni film, mostrando il mondo in uno stato peggiorativo, ma ogni film è indipendente dal suo predecessore. Ciò è esemplificato dal fatto che ogni film è ambientato nell'era in cui è stato girato, con Terra dei morti ambientato in tempi moderni con la tecnologia attuale (dal 2005) come console di gioco, televisori a schermo piatto e telefoni cellulari. Il quinto film non continua la rappresentazione del progresso, ma mostra gli eventi all'inizio di un'epidemia di zombi, simile al primo film. I film ritraggono come persone diverse reagiscono allo stesso fenomeno, dai cittadini alla polizia, ai funzionari dell'esercito e ancora ai cittadini. Ognuno si svolge in un mondo peggiorato dalla sua apparizione precedente, il numero di zombi in costante aumento e la vita perennemente in pericolo, ma ogni ingresso è un film autonomo che non continua direttamente gli eventi globali del precedente.

      Romero non considera nessuno dei suoi Morto film sequel poiché nessuno dei personaggi principali o della storia continua da un film all'altro. Le due eccezioni sono il personaggio di Blades di Tom Savini che diventa uno zombi in Alba dei morti che sarebbe stato rivisto anni dopo in Terra dei morti e l'ufficiale militare (Alan van Sprang) che deruba i personaggi principali in Diario dei morti e diventa protagonista in Sopravvivenza della morte.

      La notte dei morti viventi (1968) Modifica

      La trama del film segue Ben (Duane Jones), Barbara Cole (Judith O'Dea) e altri cinque, che sono intrappolati in una fattoria rurale in Pennsylvania e tentano di sopravvivere alla notte mentre la casa viene attaccata da cadaveri misteriosamente rianimati. , conosciuti come ghoul o zombi.

      Alba dei morti (1978) Modifica

      Seguendo lo scenario impostato in La notte dei morti viventi, gli Stati Uniti (e forse il mondo intero) sono stati devastati da un fenomeno che rianima esseri umani recentemente deceduti come zombie carnivori. Nonostante gli sforzi del governo degli Stati Uniti e delle autorità civili locali per controllare la situazione, la società è effettivamente crollata e gli altri sopravvissuti cercano rifugio. I protagonisti Roger (Scott Reiniger) e Peter (Ken Foree), due ex membri della SWAT, si uniscono a Stephen (David Emge) e Francine (Gaylen Ross), un pilota di elicotteri e la sua ragazza che progettano di lasciare la città, e si rifugiano in un centro commerciale, solo per essere distrutto quando una banda di motociclisti consente agli zombi di entrare nell'edificio.

      Giorno della morte (1985) Modifica

      Qualche tempo dopo gli eventi di Alba dei morti, gli zombi hanno invaso il mondo e un bunker missilistico sotterraneo dell'esercito vicino alle Everglades ospita parte di un team scientifico supportato dall'esercito incaricato di studiare il fenomeno degli zombi nella speranza di trovare un modo per fermare o invertire il processo. Rifornimenti in diminuzione, perdita di comunicazione con altre enclavi sopravvissute e un'apparente mancanza di progressi negli esperimenti hanno già causato la perdita di coesione tra scienziati e soldati. Il dottor Logan (Richard Liberty), lo scienziato capo del progetto, ha segretamente utilizzato i soldati recentemente deceduti nei suoi esperimenti, cercando di dimostrare la sua teoria secondo cui gli zombi possono essere addomesticati.

      Terra dei morti (2005) Modifica

      Anni dopo gli eventi del film precedente, molti dei vivi sono fuggiti a Pittsburgh, in Pennsylvania, dove ha preso piede un governo di tipo feudale. Paul Kaufman (Dennis Hopper) governa la città con una potenza di fuoco travolgente. "Big Daddy" (Eugene Clark), uno zombi insolitamente intelligente, ordina ai suoi compagni zombi di usare armi da fuoco contro le difese umane, e in seguito guida gli zombi in un assalto alla città umana, con il risultato che il recinto elettrico che teneva gli zombi fuori ora tiene gli umani intrappolati dentro.

      Diario dei morti (2007) Modifica

      Avendo luogo durante lo scoppio iniziale di una pandemia di zombi, Diario dei morti segue una banda di studenti di cinema che realizzano un film horror che decidono di registrare gli eventi in stile documentario mentre loro stessi vengono inseguiti dagli zombi.

      Sopravvivenza della morte (2009) Modifica

      Avendo luogo poco dopo gli eventi di Diario dei morti, il film segue le azioni dell'ex colonnello e attuale sergente "Nicotine" Crockett (Alan van Sprang), che, dopo un raid fallito, abbandona il suo posto con Kenny (Eric Woolfe), Francisco (Stefano Colacitti) e Tomboy (Athena Karkanis) e scopre l'esistenza di un'isola gestita da due famiglie.

      Strada della morte (TBA) Modifica

      Il film si concentra su prigionieri zombi che corrono in auto in un moderno Colosseo per l'intrattenimento di ricchi umani. Matt Birman dirigerà il film da una sceneggiatura che ha scritto insieme a Romero. [4] È una delle quattro sceneggiature non prodotte di Romero che Birman spera di produrre. [5] A partire da dicembre 2020, è rimasto nell'inferno dello sviluppo. [6]

      Crepuscolo dei morti (TBA) Modifica

      Negli anni 2010, Romero era insoddisfatto della sua serie che terminava con Diario dei morti e Sopravvivenza della morte. Ha scritto un trattamento cinematografico con il co-sceneggiatore Paolo Zelati raffigurante una conclusione della serie che spiega il destino dei protagonisti zombie di Terra dei morti e un finale in cui l'umanità si è virtualmente estinta. Romero aveva scritto l'inizio della sceneggiatura, ma il progetto è stato bloccato quando Romero è morto di cancro ai polmoni nel 2017.

      Nell'aprile 2021 è stato annunciato che il film era stato rimesso in sviluppo sotto la supervisione di Suzanne Romero, con Zelati che aveva terminato la sceneggiatura con gli sceneggiatori Joe Knetter e Robert L. Lucas. Suzanne ha detto Il giornalista di Hollywood, "Questo è il film che voleva fare. E mentre qualcun altro porterà il testimone come regista, è molto un film di George A. Romero". [7]


      Contenuti

      I racconti dei non morti che consumano il sangue o la carne degli esseri viventi sono stati trovati in quasi tutte le culture del mondo per molti secoli. [3] Oggi conosciamo queste entità prevalentemente come vampiri, ma nei tempi antichi il termine vampiro non esisteva il consumo di sangue e attività simili erano attribuite a demoni o spiriti che avrebbero mangiato carne e bevuto sangue anche il diavolo era considerato sinonimo di vampiro. [4] Quasi ogni nazione ha associato il consumo di sangue a qualche tipo di revenant o demone, dai ghoul d'Arabia alla dea Sekhmet d'Egitto. In effetti, alcune di queste leggende potrebbero aver dato origine al folklore europeo, sebbene non siano strettamente considerate vampiri dagli storici quando usano le definizioni odierne. [5] [6]

      Mesopotamia Modifica

      Molte culture nell'antica Mesopotamia avevano storie che coinvolgevano demoni bevitori di sangue. I persiani furono una delle prime civiltà che si pensa abbiano storie di tali mostri, creature che tentano di bere il sangue degli uomini sono raffigurate su frammenti di ceramica scavati. [5] L'antica Babilonia aveva racconti della mitica Lilitu, [7] sinonimo e dando origine a Lilith (ebraico לילית) e alle sue figlie Lilu dalla demonologia ebraica. Lilith era considerata un demone ed era spesso raffigurata come se vivesse del sangue dei bambini. La leggenda di Lilith era originariamente inclusa in alcuni testi tradizionali ebraici: secondo le tradizioni popolari medievali, era considerata la prima moglie di Adamo prima di Eva. [8] [9] In questi testi, Lilith lasciò Adamo per diventare la regina dei demoni (in realtà si rifiutò di essere subordinata di Adamo e quindi fu bandita dall'Eden da Dio stesso) e, proprio come le strige greche, depredava i giovani neonati e le loro madri di notte, così come i maschi. Poiché la legge ebraica proibiva assolutamente di mangiare carne umana o di bere qualsiasi tipo di sangue, il consumo di sangue di Lilith era descritto come eccezionalmente malvagio. Per respingere gli attacchi di Lilith, i genitori erano soliti appendere degli amuleti intorno alla culla del loro bambino. [9]

      Una versione alternativa afferma che la leggenda di Lilith/Lilitu (e un tipo di spirito con lo stesso nome) nacque originariamente da Sumer, dove fu descritta come una "bella fanciulla" sterile e si credeva fosse una prostituta e un vampiro che, dopo aver scelto un amante, non l'avrebbe mai lasciato andare. [10] Lilitu (o gli spiriti di Lilitu) era considerato un demone antropomorfo dai piedi di uccello, del vento o della notte ed era spesso descritto come un predatore sessuale che viveva del sangue dei bambini e delle loro madri.[9] Altri demoni mesopotamici come la dea babilonese Lamashtu (Sumer's Dimme) e Gallu del gruppo Uttuke sono menzionati come aventi natura vampirica. [11] [12]

      Lamashtu è un'immagine storicamente più antica che ha lasciato un segno sulla figura di Lilith. [13] Molti incantesimi la invocano come una maligna "Figlia del Cielo" o di Anu, ed è spesso raffigurata come una terrificante creatura succhiasangue con la testa di un leone e il corpo di un asino. [14] Simile a Lilitu, Lamashtu predava principalmente i neonati e le loro madri. [15] Si diceva che osservasse con attenzione le donne incinte, in particolare quando entravano in travaglio. In seguito, strappava il neonato alla madre per berne il sangue e mangiarne la carne. Nel Labartu testi è descritta "Ovunque venga, ovunque appaia, porta il male e la distruzione. Uomini, bestie, alberi, fiumi, strade, edifici, arreca danno a tutti loro. Lei è un mostro mangia carne e succhiasangue". [14] Gallu era un demone strettamente associato a Lilith, sebbene la parola (come "Utukku") sia usata anche come termine generale per i demoni, e questi sono "il malvagio Uttuke" o "il malvagio Galli". [11] Un incantesimo parla di loro come spiriti che minacciano ogni casa, si infuriano contro le persone, mangiano la loro carne e mentre lasciano scorrere il loro sangue come pioggia, non smettono mai di bere sangue. Lamashtu, Lilitu e Gallu sono invocati in diversi testi di amuleti, con Gallu che compare nel mito greco-bizantino come Gello, Gylo o Gyllo. Lì appare come un demone femminile che ruba e uccide bambini, [11] alla maniera di Lamia e Lilith.

      Antica Grecia Modifica

      L'antica mitologia greca contiene diversi precursori dei moderni vampiri, sebbene nessuno fosse considerato non morto, inclusi Empusa, [16] Lamia, [17] e strige (gli strige della mitologia romana antica). Nel tempo i primi due termini sono diventati parole generali per descrivere rispettivamente streghe e demoni. Empusa era la figlia della dea Ecate ed è stata descritta come una creatura demoniaca dai piedi di bronzo. Ha banchettato con il sangue trasformandosi in una giovane donna e ha sedotto gli uomini mentre dormivano prima di bere il loro sangue. [16] Lamia era figlia del re Belo e segretamente amante di Zeus. Tuttavia, la moglie di Zeus, Era, scoprì questa infedeltà e uccise tutta la progenie di Lamia. Lamia giurò vendetta e di notte depredò i bambini piccoli nei loro letti, succhiando il loro sangue. [17] Come Lamia, il strige banchettava con i bambini, ma depredava anche gli adulti. Sono stati descritti come aventi i corpi di corvi o uccelli in generale, e sono stati successivamente incorporati nella mitologia romana come Strix, una specie di uccello notturno che si nutriva di carne e sangue umano. [18] La razza di vampiri rumeni chiamata Strigoï non ha alcuna relazione diretta con il greco strige, ma è stato derivato dal termine romano Strix, come è il nome dell'albanese Shtriga e gli slavi Strzyga, sebbene i miti su queste creature siano più simili ai loro equivalenti slavi. [6] [19] Le entità vampiriche greche si vedono ancora una volta nell'epopea di Omero Odissea. Nel racconto di Omero, i non morti sono troppo inconsistenti per essere ascoltati dai vivi e non possono comunicare con loro senza prima bere sangue. Nell'epopea, quando Ulisse viaggiò nell'Ade, gli fu fatto sacrificare un ariete nero e una pecora nera in modo che le ombre potessero bere il suo sangue e comunicare. [2]

      Antica India Modifica

      In India, storie di Vetala, esseri simili a ghoul che abitano i cadaveri, si trovano nell'antico folklore sanscrito. Sebbene la maggior parte delle leggende Vetala siano state compilate nel Betal Panchabingshati, una storia di spicco nel Kathasaritsagara racconta del re Vikramāditya e delle sue ricerche notturne per catturarne uno sfuggente. Il Betal è descritto come una creatura non morta che, come il pipistrello associato al moderno vampirismo, è appeso a testa in giù sugli alberi trovati nei cimiteri e nei cimiteri. [20] pishacha, gli spiriti ritornati dei malvagi o di coloro che sono morti pazzi, portano anche attributi vampirici. [21]

      Tradizioni ebraiche Modifica

      La parola ebraica "Alukah" (la traduzione letterale è "sanguisuga") è sinonimo di vampirismo o vampiri, così come "Motetz Dam" (letteralmente, "succhiasangue").

      Tradizioni successive sui vampiri appaiono tra gli ebrei della diaspora nell'Europa centrale, in particolare l'interpretazione medievale di Lilith. [22] In comune con i vampiri, questa versione di Lilith era ritenuta in grado di trasformarsi in un animale, di solito un gatto, e incantare le sue vittime facendole credere di essere benevola o irresistibile. [22] Tuttavia, lei e le sue figlie di solito strangolano piuttosto che prosciugare le vittime, e nella Kabbalah conserva molti attributi trovati nei vampiri. Un documento della Kabbalah della fine del XVII o dell'inizio del XVIII secolo è stato trovato in una delle copie della biblioteca Ritman della traduzione dello Zohar di Jean de Pauly. Il testo contiene due amuleti, uno per il maschio (lazakhar), l'altro per la femmina (lanekevah). Le invocazioni sugli amuleti menzionano Adamo, Eva e Lilith, Chavah Rishonah e gli angeli: Sanoy, Sansinoy, Smangeluf, Shmari'el e Hasdi'el. Alcune righe in yiddish sono mostrate come dialogo tra il profeta Elia e Lilith, in cui è venuta con una schiera di demoni per uccidere la madre, prendere il suo neonato e "per bere il suo sangue, succhiare le sue ossa e mangiare la sua carne". Informa Elijah che perderà potere se qualcuno usa i suoi nomi segreti, che lei rivela alla fine. [23]

      Altre storie ebraiche descrivono i vampiri in un modo più tradizionale. In "Il bacio della morte", la figlia del re demone Ashmodai strappa il respiro di un uomo che l'ha tradita, che ricorda fortemente un bacio fatale di un vampiro. Una storia rara trovata in Sefer Hasidim #1465 racconta di un vecchio vampiro di nome Astryiah che usa i suoi capelli per drenare il sangue dalle sue vittime. Un racconto simile dello stesso libro descrive il picchettamento di una strega attraverso il cuore per assicurarsi che non ritorni dalla morte per perseguitare i suoi nemici. [24]

      Ci sono anche leggende su Estries, vampiri femminili del folklore ebraico che si credeva depredassero i cittadini ebrei.

      Una delle storie più note dello scrittore israeliano vincitore del premio Nobel Shmuel Yosef Agnon è "La signora e il venditore ambulante" (האדונית והרוכל). Racconta di Yosef il venditore ambulante che vaga per una grande foresta dell'Europa orientale e incontra una casa solitaria abitata da una misteriosa signora di nome Helen. Prima trovando rifugio lì da una pioggia battente, alla fine viene sedotto a rimanere ed entrare in una relazione sessuale. Alla fine, tuttavia, scopre che ha l'abitudine di uccidere i suoi mariti, divorarli e bere il loro sangue, che la mantiene giovane e bella, e che l'aveva fatto a 17 uomini prima di lui. Cerca anche di uccidere Yosef ma fallisce, si ferisce e alla fine muore. Viene quindi mangiata dagli uccelli mentre Yosef il venditore ambulante raccoglie il suo zaino e riprende i suoi vagabondaggi.

      Gli storici e cronisti inglesi del XII secolo Walter Map e William of Newburgh registrarono resoconti di revenants, [2] [25] sebbene i record nelle leggende inglesi di esseri vampirici dopo questa data siano scarsi. [26] Questi racconti sono simili al folklore successivo ampiamente riportato dall'Europa sudorientale e dalla Transilvania nel XVIII secolo, che furono la base della leggenda dei vampiri che in seguito entrò in Germania e in Inghilterra, dove furono successivamente abbelliti e resi popolari.

      Durante questo periodo nel 18° secolo, ci fu una frenesia di avvistamenti di vampiri nell'Europa sud-orientale e in Transilvania, con frequenti picchettamenti e scavi di tombe per identificare e uccidere i potenziali revenants, anche i funzionari del governo furono costretti a cacciare e picchettare i vampiri. [27] Nonostante sia stata chiamata l'Età dell'Illuminismo, durante la quale la maggior parte delle leggende folkloristiche furono represse, la credenza nei vampiri aumentò drammaticamente, provocando quella che poteva essere definita solo un'isteria di massa in gran parte dell'Europa. [2] Il panico iniziò con uno scoppio di presunti attacchi di vampiri nella Prussia orientale nel 1721 e nella monarchia asburgica dal 1725 al 1734, che si diffusero in altre località. Due famosi casi di vampiri, i primi ad essere registrati ufficialmente, hanno coinvolto i cadaveri di Petar Blagojevich e Arnold Paole dalla Serbia. Si dice che Blagojevich sia morto all'età di 62 anni, ma sarebbe tornato dopo la sua morte chiedendo cibo a suo figlio. Quando il figlio si rifiutò, fu trovato morto il giorno seguente. Blagojevich sarebbe tornato presto e avrebbe attaccato alcuni vicini che erano morti per la perdita di sangue. [27] Nel secondo caso, Arnold Paole, un ex soldato diventato agricoltore che sarebbe stato attaccato da un vampiro anni prima, morì durante la fienagione. Dopo la sua morte, la gente cominciò a morire nella zona circostante ed era opinione diffusa che Paole fosse tornato a depredare i vicini. [28]

      I due incidenti sono stati ben documentati: funzionari governativi hanno esaminato i corpi, hanno scritto rapporti sui casi e pubblicato libri in tutta Europa. [28] L'isteria, che viene comunemente definita "la controversia sui vampiri del XVIII secolo", infuriò per una generazione. Il problema è stato esacerbato dalle epidemie rurali dei cosiddetti attacchi di vampiri, indubbiamente causati dalla maggiore quantità di superstizione che era presente nelle comunità dei villaggi, con la gente del posto che dissotterrava corpi e in alcuni casi li picchettava. Sebbene molti studiosi riferissero durante questo periodo che i vampiri non esistessero e attribuissero rapporti a sepolture prematura o rabbia, la credenza superstiziosa continuò ad aumentare. Dom Augustine Calmet, un rispettato teologo e studioso francese, mise insieme un trattato completo nel 1746, che era ambiguo riguardo all'esistenza dei vampiri. Calmet raccolse rapporti sugli incidenti dei vampiri: numerosi lettori, tra cui un critico Voltaire e demonologi di supporto, interpretarono il trattato come se affermasse che i vampiri esistevano. [29] Nella sua Dizionario filosofico, Voltaire ha scritto: [30]

      Questi vampiri erano cadaveri, che uscivano di notte dalle loro tombe per succhiare il sangue dei vivi, sia alla gola che allo stomaco, dopodiché tornavano ai loro cimiteri. Le persone così succhiate diminuivano, diventavano pallide e cadevano nella consunzione mentre i cadaveri succhiatori ingrassavano, diventavano rosei e godevano di un eccellente appetito. Fu in Polonia, Ungheria, Slesia, Moravia, Austria e Lorena che i morti fecero questo buon umore.

      La controversia cessò solo quando l'imperatrice Maria Teresa d'Austria inviò il suo medico personale, Gerhard van Swieten, per indagare sulle affermazioni delle entità vampiriche. Concluse che i vampiri non esistevano e l'imperatrice approvò leggi che proibivano l'apertura di tombe e la profanazione dei corpi, segnando la fine delle epidemie di vampiri. Nonostante questa condanna, il vampiro sopravvisse nelle opere artistiche e nella superstizione locale. [29]

      Albania Modifica

      Ci sono alcune creature vampiro nella mitologia albanese. Loro includono shtriga e dhampir. Shtriga è una strega vampira nel folklore tradizionale albanese che succhia il sangue dei bambini durante la notte mentre dormono, e poi si trasforma in un insetto volante (tradizionalmente una falena, una mosca o un'ape). Solo la shtriga stessa poteva curare quelli che aveva prosciugato. La shtriga è spesso raffigurata come una donna con uno sguardo pieno di odio (a volte con indosso un mantello) e un volto orribilmente sfigurato. Il nome maschile per shtriga è shtrigu o shtrigan. Edith Durham ha registrato diversi metodi tradizionalmente considerati efficaci per difendersi dalla shtriga. Una croce fatta di osso di maiale potrebbe essere posta all'ingresso di una chiesa la domenica di Pasqua, impedendo a qualsiasi shtriga all'interno di uscire. Potrebbero quindi essere catturati e uccisi sulla soglia mentre tentavano invano di passare. Ha inoltre registrato la storia che dopo aver drenato il sangue da una vittima, lo shtriga generalmente andava nei boschi e lo rigurgitava. Se una moneta d'argento fosse imbevuta di quel sangue e avvolta in un panno, diventerebbe un amuleto che offre protezione permanente da qualsiasi shtriga. [31]

      Grecia Modifica

      Somigliando poco ai suoi precursori greci antichi, il greco moderno vrykolakas (da una parola slava che significa "lupo mannaro") ha molto in comune con il vampiro europeo. Credenza nei vampiri comunemente chiamati βρυκόλακας, vrykolakas, sebbene indicato anche come καταχανάδες, katakhanades, a Creta [32] persistette per tutta la storia greca e divenne così diffusa nei secoli XVIII e XIX che furono applicate molte pratiche sia per prevenire che per combattere il vampirismo. I defunti venivano spesso riesumati dalle loro tombe dopo tre anni dalla morte e i resti posti in una scatola dai parenti veniva versato su di loro del vino mentre un sacerdote leggeva le scritture. [33] Tuttavia, se il corpo non fosse sufficientemente decaduto, il cadavere sarebbe etichettato come vrykolakas e affrontato in modo appropriato. [34]

      Nel folklore greco, il vampirismo poteva manifestarsi attraverso vari mezzi: essere scomunicato, dissacrare un giorno religioso, commettere un grande crimine o morire da soli. Altre cause includevano il fatto che un gatto saltasse sulla tomba, mangiasse la carne di una pecora uccisa da un lupo e venisse maledetto. Vrykolakas erano generalmente ritenuti indistinguibili dalle persone viventi, dando origine a molti racconti popolari con questo tema. [33] Croci e antidoro (pane benedetto) della chiesa venivano usati come reparti in diversi luoghi. Per impedire ai vampiri di risorgere dai morti, i loro cuori venivano trafitti con chiodi di ferro mentre riposavano nelle loro tombe, oppure i loro corpi venivano bruciati e le ceneri disperse. Poiché la Chiesa si opponeva al rogo delle persone che avevano ricevuto il mirone della cresima nel rituale del battesimo, la cremazione era considerata l'ultima risorsa. [33]

      Ungheria Modifica

      In Ungheria, la credenza nei vampiri esiste fin dal Medioevo e le creature assetate di sangue sono menzionate in tutte le note dell'Inquisizione. Nel XII secolo, gli inquisitori ungheresi interrogarono uno sciamano pagano durante un processo nella città di Sárospatak, il quale sosteneva l'esistenza di un demone, chiamato "izcacus" (che significa bevitore di sangue). [ citazione necessaria ] Quel demone è stato descritto come un'entità selvaggia che potrebbe eventualmente essere chiamata per distruggere i nemici dei pagani. Gli esperti ungheresi stimano che l'origine di questa parola risalga al periodo precedente all'arrivo degli ungheresi in Europa nell'895. La parola ha le sue radici nell'antica lingua turca, con la quale gli ungheresi entrarono in contatto alla fine dell'VIII secolo nelle regioni tra l'Asia ed Europa. [35] [ citazione necessaria ]

      Islanda Modifica

      Il Draugur islandese (plurale draugar) è solitamente tradotto come "fantasma", ma a differenza dei fantasmi della terraferma si credeva che i non morti islandesi fossero corporei. Studiosi islandesi come Úlfhildur Dagsdóttir e Ármann Jakobsson hanno sostenuto che il draugur islandese ha più cose in comune con il vampiro dell'Europa orientale che con la maggior parte degli esseri classificati come fantasmi. Secondo Ármann i non morti islandesi medievali possono essere suddivisi in due categorie. Il primo è "Varðmenn" o guardiani, che sono non morti che rimangono in un certo luogo, di solito il loro tumulo o casa, e proteggono questo e i loro tesori da ladri e intrusi. Questi draugar sono raffigurati come guidati dall'avidità e dalla riluttanza a separarsi dalle loro cose mondane e sono per molti versi simili ai draghi. La seconda categoria sono i "tilberadraugar" (un tilberi è un tipo di non morto nel folklore islandese, una costola umana a cui si dà vita bevendo il sangue di una strega e poi mandata a rubare latte e denaro), fantasmi parassiti che vagano per la terra e molestano i vivi e cercano di farli impazzire o addirittura di ucciderli, spesso trascinandoli nelle loro tombe, trasformando così le loro vittime in altri draugar. [36] Questo confronto del draugar islandese con i vampiri non è del tutto nuovo poiché fu fatto anche da Andrew Lang nel 1897 quando chiamò il draugur Glámr nella Saga di Grettir un vampiro. [37] C'è anche qualche somiglianza tra i metodi usati per distruggere i draugar e quelli usati contro i presunti vampiri. La decapitazione del presunto cadavere era comune, così come conficcare chiodi o paletti affilati nel corpo per inchiodarlo o nella tomba.

      Romania Modifica

      I vampiri rumeni erano conosciuti come moroi (dalla parola rumena "mort" che significa "morto" o dalla parola slava che significa "incubo") e strigoi, con quest'ultimo classificato come vivo o morto. Abitare strigoi venivano descritte come streghe viventi con due cuori o due anime, a volte entrambe. [38] Strigoi si diceva che avessero la capacità di inviare le loro anime di notte per incontrarsi con altri strigoi e consumare il sangue del bestiame e dei vicini. Allo stesso modo, morto strigoi sono stati descritti come cadaveri rianimati che hanno anche succhiato il sangue e hanno attaccato la loro famiglia vivente. Abitare strigoi diventarono revenant dopo la loro morte, ma c'erano anche molti altri modi in cui una persona diventava un vampiro. Una persona nata con un cavo, un capezzolo in più, una coda o capelli in più [39] era destinata a diventare un vampiro. Lo stesso destino si applicava al settimo figlio di qualsiasi famiglia se tutti i suoi fratelli precedenti erano dello stesso sesso, così come qualcuno nato troppo presto o qualcuno la cui madre aveva incontrato un gatto nero che le attraversava la strada. Se una donna incinta non mangiasse sale o fosse guardata da un vampiro o da una strega, anche suo figlio diventerebbe un vampiro. Così anche un bambino nato fuori dal matrimonio. Altri che rischiavano di diventare vampiri erano quelli che morivano di morte innaturale o prima del battesimo. Infine, una persona con i capelli rossi e gli occhi azzurri è stata vista come un potenziale strigoi. [40]

      Un altro tipo di vampiro rumeno è pricolici. Questi tipi sono umani nati con una coda e possono cambiare forma come un lupo mannaro ma hanno il controllo sulla loro trasformazione. Il loro intero potere è tenuto nella loro coda. Nella non morte, i pricolici rimangono nella loro forma di lupo. [ citazione necessaria ]

      Si diceva che i vampiri rumeni mordessero le loro vittime sul cuore o tra gli occhi, [41] e le morti improvvise potrebbero indicare la presenza di un vampiro. Le tombe venivano spesso aperte cinque o sette anni dopo la sepoltura e il cadavere veniva controllato per vampirismo, prima di essere lavato e seppellito nuovamente. [42] [43]

      Irlanda e Scozia Modifica

      Il maligno e simile a una succube Baobhan sith dalle Highlands scozzesi [44] e dal Lhiannan Shee dell'Isola di Man, della Scozia e dell'Irlanda, sono due spiriti fatati con tendenze decisamente vampiriche. [45] Ulteriori miti irlandesi, da soli o in combinazione, potrebbero aver fornito ispirazione agli autori irlandesi Sheridan Le Fanu e Bram Stoker:

      • Il Dearg-due – vampiri femmine che vagano per i cimiteri e applicano la loro bellezza per sedurre le vittime maschili. [46] Il Bruxas del Portogallo, che di notte assumono la forma di un uccello e assalgono i viaggiatori, sono altri spiriti vampirici femminili ostili agli umani. [47]
      • La leggenda di Droch-fhuil (letteralmente sangue malvagio), e il Castello di Droch-fhola (Dún Droch-fhola) che custodiva le MacGillycuddy's Reeks Mountains della contea di Kerry
      • La leggenda di Abhartach - un malvagio tiranno che fugge ripetutamente dalla sua tomba per seminare il terrore (e in alcuni racconti per bere il sangue dei suoi sudditi, per essere uno dei neamh-mairbh (non morto), e da uccidere solo con una spada di legno di tasso e da seppellire a testa in giù). [48]

      Europa slava Modifica

      Alcune delle cause più comuni di vampirismo nel folklore slavo includono l'essere un mago o una persona immorale che subisce una morte "innaturale" o prematura come la scomunica suicida rituali di sepoltura impropria un animale che salta o un uccello che sorvola il cadavere o la tomba vuota (in credenza popolare serba) e persino nascere con un cavo, [49] denti o coda, o essere concepito in determinati giorni. Nella Russia meridionale, si credeva che le persone che erano note per parlare da sole fossero a rischio di diventare vampiri. [50] I vampiri slavi erano in grado di apparire come farfalle, [51] riecheggiando una precedente credenza della farfalla che simboleggiava un'anima defunta. [52] Alcune tradizioni parlavano di "vampiri viventi" o "persone con due anime", una specie di strega capace di lasciare il proprio corpo e di impegnarsi in attività dannose e vampiriche durante il sonno. [53]

      Tra le credenze degli slavi orientali, quelle delle regioni settentrionali (cioè gran parte della Russia) sono uniche in quanto i loro non morti, pur avendo molte delle caratteristiche dei vampiri di altri popoli slavi, non bevono sangue e non portano un nome derivato dalla radice slava comune per "vampiro". Le leggende ucraine e bielorusse sono più "convenzionali", anche se in Ucraina i vampiri possono a volte non essere descritti come morti, [54] o possono essere visti come coinvolti nel vampirismo molto prima della morte. Il folklore ucraino descriveva anche i vampiri con facce rosse e code minuscole. [55] Durante le epidemie di colera nel 19° secolo, ci furono casi di persone bruciate vive dai loro vicini con l'accusa di essere vampiri. [53] [56]

      Nel folklore slavo meridionale, si credeva che un vampiro passasse attraverso diverse fasi distinte del suo sviluppo. I primi 40 giorni sono stati considerati decisivi per la creazione di un vampiro, è iniziato come un'ombra invisibile e poi ha gradualmente acquisito forza dalla linfa vitale dei vivi, formando una massa gelatinosa (tipicamente invisibile) e senza ossa, e alla fine costruendo un corpo umano quasi identico a quello che la persona aveva avuto in vita. Questo sviluppo ha permesso alla creatura di lasciare la sua tomba e iniziare una nuova vita come essere umano. Il vampiro, che di solito era maschio, era anche sessualmente attivo e poteva avere figli, sia con la vedova che con una nuova moglie. Questi potrebbero diventare essi stessi vampiri, ma potrebbero anche avere una capacità speciale di vedere e uccidere i vampiri, permettendo loro di diventare cacciatori di vampiri. [57]

      Si credeva che lo stesso talento si trovasse nelle persone nate il sabato. [53] Nella regione dalmata della Croazia, c'è un vampiro femmina chiamato a Mora o Morana, che beve il sangue degli uomini, e anche il kuzlac/kozlak chi sono i morti recenti "che non hanno vissuto piamente". [58] Possono essere uomini o donne che si mostrano a incroci, ponti, grotte e cimiteri e spaventano la gente del posto terrorizzando le loro case e bevendo il loro sangue. Per essere uccisi, bisogna conficcarli con un paletto di legno. In Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca e Slovacchia, un tipo di vampiro chiamato pijavica, che letteralmente si traduce in "sanguisuga", è usato per descrivere un vampiro che ha condotto una vita malvagia e peccaminosa come essere umano e, a sua volta, diventa un potente assassino a sangue freddo. L'incesto, soprattutto tra madre e figlio, è uno dei modi in cui si può creare una pijavica, e poi di solito torna a vittimizzare la sua precedente famiglia, che può proteggere le proprie case solo mettendo aglio e vino schiacciati alle finestre e alle soglie per impedirgli di entrare. Può essere ucciso solo dal fuoco mentre è sveglio e usando il Rito dell'Esorcismo se trovato nella sua tomba durante il giorno. [59] In Bulgaria, dal Medioevo fino all'inizio del XX secolo, era pratica comune inchiodare i cadaveri al cuore con un paletto di ferro per impedire il loro ritorno come vampiri. [60]

      Per scongiurare la minaccia dei vampiri e delle malattie, i fratelli gemelli aggiogavano i buoi gemelli a un aratro e facevano un solco intorno al loro villaggio. Un uovo sarebbe stato rotto e un chiodo conficcato nel pavimento sotto la bara della casa di una persona deceduta di recente. Due o tre donne anziane andavano al cimitero la sera dopo il funerale e infilavano nella tomba cinque pioli di biancospino o vecchi coltelli: uno alla posizione del petto del defunto, e gli altri quattro alla posizione delle braccia e delle gambe. Altri testi sostengono che correre a ritroso in salita con una candela accesa e una tartaruga eviterebbe un vampiro inseguitore. In alternativa, possono circondare la tomba con un filo di lana rossa, accendere il filo e aspettare che venga bruciato. [61] Se si sentiva un rumore di notte e si sospettava che fosse prodotto da un vampiro che si aggirava furtivamente in casa di qualcuno, si gridava "Vieni domani e ti darò un po' di sale" o "Vai, amico, prendi del pesce e ritorno." [62]

      Una delle prime registrazioni dell'attività dei vampiri venne dalla regione dell'Istria nell'odierna Croazia, nel 1672. [63] Rapporti locali citarono il vampiro locale Giure Grando del villaggio Kringa vicino a Tinjan come causa di panico tra gli abitanti del villaggio. [64] Un ex contadino, Guire morì nel 1656, tuttavia, gli abitanti del villaggio locale affermarono che era tornato dalla morte e iniziò a bere il sangue della gente e a molestare sessualmente la sua vedova. Il capo del villaggio ordinò che un paletto fosse piantato nel suo cuore, ma quando il metodo non riuscì a ucciderlo, fu successivamente decapitato con risultati migliori. [65]

      Tra i Rom, mullo (letteralmente uno che è morto) si ritiene che ritornino dai morti e causino atti dolosi, oltre a bere sangue umano, il più delle volte quello di un parente o della persona che ne aveva causato la morte. Altre potenziali vittime erano coloro che non osservavano correttamente le cerimonie di sepoltura o conservavano i beni del defunto invece di distruggerli adeguatamente. I vampiri femmine potrebbero tornare, condurre una vita normale e persino sposarsi, ma alla fine esaurirebbero il marito con il loro appetito sessuale. [66] Simile ad altre credenze europee, i vampiri maschi potevano generare figli, noti come dhampir, che potrebbero essere assunti per individuare e sbarazzarsi dei vampiri. [67]

      Si credeva che chiunque avesse un aspetto orribile, mancasse un dito o avesse appendici simili a quelle di un animale, fosse un vampiro. Una persona morta sola e invisibile diventerebbe un vampiro, [68] allo stesso modo se un cadavere si gonfiava o diventava nero prima della sepoltura. [68] Cani, gatti, piante o anche attrezzi agricoli potrebbero diventare vampiri, zucche o meloni tenuti in casa troppo a lungo inizierebbero a muoversi, fare rumori o mostrare sangue. [69] Secondo il defunto etnologo serbo Tatomir Vukanović, i Rom in Kosovo credevano che i vampiri fossero invisibili alla maggior parte delle persone, ma potevano essere visti da un fratello e una sorella gemelli nati di sabato che indossavano i loro vestiti al rovescio. Allo stesso modo, un insediamento potrebbe essere protetto trovando gemelli che potrebbero anche vedere il vampiro all'aperto di notte, che dovrebbero fuggire immediatamente dopo averlo individuato. [70]

      Spagna Modifica

      In Spagna ci sono diverse tradizioni sugli esseri con tendenze vampiriche. Nelle Asturie si evidenzia il Guaxa, che viene descritto come un vecchio vampiro che infila il suo unico dente e succhia il sangue delle sue vittime. [71] L'equivalente della Cantabria esiste nel nome Guajona. [72] La Catalogna è la leggenda del Dip, un malvagio cane vampiro.

      Nelle Isole Canarie c'era anche una credenza in esseri vampirici, qui sotto forma di strega succhiasangue. Un esempio è fornito dalla leggenda delle Streghe di Anaga a Tenerife. [73]

      Varie regioni dell'Africa hanno racconti folcloristici di esseri con abilità vampiriche: nell'Africa occidentale gli Ashanti raccontano dei denti di ferro e degli alberi asanbosam, [74] e il popolo Ewe del adze, che può assumere la forma di una lucciola e caccia i bambini. [75] La regione del Capo Orientale del Sudafrica ha il improndulu, che può assumere la forma di un grande uccello artigliato e può evocare tuoni e fulmini, e i Betsileo del Madagascar raccontano del ramanga, un fuorilegge o vampiro vivente che beve il sangue e mangia i ritagli di unghie dei nobili. [76]

      I mostri femminili simili a vampiri sono i Soucouyant di Trinidad, e il tunda e Patasola del folklore colombiano, mentre i Mapuche del Cile meridionale hanno il serpente succhiasangue noto come Peuchen. [77] Aloe Vera appeso all'indietro dietro o vicino a una porta era pensato per allontanare gli esseri vampiri nella superstizione sudamericana. [78] La mitologia azteca descriveva i racconti dei Cihuateteo, spiriti dal volto scheletrico di coloro che morivano di parto che rubavano i bambini ed entravano in relazioni sessuali con i vivi, facendoli impazzire. [79]

      Il Loogaroo è un esempio di come una credenza sui vampiri possa derivare da una combinazione di credenze, qui una miscela di Vodu o voodoo francese e africano. Il termine Loogaroo forse viene dal francese loup-garou (che significa "lupo mannaro") ed è comune nella cultura di Mauritius. Tuttavia, le storie del Loogaroo sono diffusi nelle isole dei Caraibi e in Louisiana negli Stati Uniti. [80] Durante la fine del XVIII e il XIX secolo, c'era una credenza diffusa nei vampiri in alcune parti del New England, in particolare nel Rhode Island e nel Connecticut orientale. Ci sono molti casi documentati di famiglie che hanno dissotterrato i propri cari e rimosso i loro cuori nella convinzione che il defunto fosse un vampiro responsabile della malattia e della morte in famiglia, sebbene il termine "vampiro" non sia mai stato effettivamente usato per descrivere il defunto. Si credeva che la malattia mortale tubercolosi, o "consumo" come era conosciuta all'epoca, fosse causata da visite notturne da parte di un membro della famiglia morto che era morto di consumo. [81] Il caso più famoso, e più recentemente registrato, di sospetto vampirismo è quello della diciannovenne Mercy Brown, morta a Exeter, Rhode Island nel 1892. Suo padre, assistito dal medico di famiglia, l'ha allontanata da lei tomba due mesi dopo la sua morte e il suo cuore fu reciso e ridotto in cenere. [82]

      Tra i Wyandot c'era la leggenda dell'hooh-strah-dooh. Un incrocio tra ciò che la narrativa / leggende attuali ritraggono come zombi e vampiri, l'hooh-strah-dooh era uno spirito malvagio che abitava i cadaveri di recente e faceva risorgere il cadavere e divorare i vivi. Si credeva che il redbud fosse un reparto efficace. [83]

      Radicata nel folklore più antico, la credenza moderna nei vampiri si è diffusa in tutta l'Asia con racconti di entità macabre dalla terraferma, a esseri vampirici delle isole del sud-est asiatico. L'India ha anche sviluppato altre leggende sui vampiri. Il Bhūta o Preta è l'anima di un uomo che è morto prematuramente. Va in giro animando i cadaveri di notte, attaccando i vivi proprio come un ghoul. [84] Nel nord dell'India c'è il BrahmarākŞhasa, una creatura simile a un vampiro con una testa circondata da intestini e un teschio da cui beveva sangue. Il Giappone non ha leggende native sui vampiri. Tuttavia, alcune creature mitiche giapponesi hanno alcune somiglianze con i vampiri, come la Nure-onna che è una donna simile a un serpente che si nutre di sangue umano. I vampiri giapponesi hanno fatto la loro prima apparizione nel cinema del Giappone alla fine degli anni '50. [85]

      Leggende di esseri femminili simili a vampiri che possono staccare parti della parte superiore del corpo si verificano nelle Filippine, in Malesia, in Cambogia e in Indonesia. Ci sono due principali creature simili a vampiri nelle Filippine: il Tagalog Mandurugo ("succhiasangue") e il Visayan manananggal ("auto-segmentatore"). Il mandurugo è una varietà dell'aswang che di giorno assume la forma di una ragazza attraente e di notte sviluppa ali e una lingua lunga, cava e filiforme. Usano una lingua allungata simile a una proboscide per succhiare i feti dalle donne incinte. Preferiscono anche mangiare le interiora (in particolare il cuore e il fegato) e il catarro dei malati. Il manananggal è descritta come una donna più anziana e bella in grado di recidere la parte superiore del busto per volare nella notte con enormi ali da pipistrello e predare donne incinte ignare e addormentate nelle loro case. La lingua è usata per succhiare il sangue da una vittima addormentata. [86]

      il malese Penanggalan può essere una bella donna anziana o giovane che ha ottenuto la sua bellezza attraverso l'uso attivo della magia nera o altri mezzi innaturali, ed è più comunemente descritta nel folklore locale come oscura o di natura demoniaca. Riesce a staccare la testa con le zanne che vola nella notte in cerca di sangue, tipicamente di donne incinte. [87] I malesi sarebbero impiccati jeruju (cardi) intorno alle porte e alle finestre delle case, sperando che Penanggalan non entrava per paura di impigliarsi nelle spine le sue viscere. [88] Il Leyak è un essere simile del folklore balinese. [89] A Pontianak, Kuntilanak o Matianak in Indonesia, [90] o Langsuir in Malesia, [91] è una donna morta durante il parto e diventata non morta, in cerca di vendetta e terrorizzando i villaggi. Appariva come una donna attraente con lunghi capelli neri che coprivano un buco nella parte posteriore del collo, con cui succhiava il sangue dei bambini. Riempire il buco con i suoi capelli l'avrebbe fatta scappare. I cadaveri avevano la bocca piena di perline di vetro, uova sotto ogni ascella e aghi nei palmi per evitare che diventassero langsuir. [92]

      In Cambogia, l'Ab (Khmer: អ឵ប ), simile al Penanggalan è o una giovane o una vecchia che di notte stacca la testa attraverso le finestre delle case in cerca di polmoni, cuori e sangue di animali vivi o morti e le ritorna corpo durante la giornata. Gli addominali sposati vanno a letto velocemente e iniziano a staccare la testa. La maggior parte di loro non permette a nessuno di entrare nella stanza e i loro mariti hanno paura di loro. Nei film, le donne si trasformano in addominali attraverso una speciale acqua santa, ma secondo le leggende locali passa attraverso l'ereditarietà. Gli addominali sono considerati avere paura degli umani, tuttavia, se un umano ha paura degli addominali, può dargli la caccia. Potrebbe avere il suo intestino bloccato nelle spine. Gli addominali, come un fiume, percorrono un certo percorso e lo ricordano con molta attenzione.

      I Jiangshi, a volte chiamati "vampiri cinesi" dagli occidentali, sono cadaveri che di solito vengono rianimati per ragioni magiche. Nell'antica Cina, le persone avevano sempre la preferenza di essere sepolte nella loro città natale, e quando una persona muore in una terra che non è la loro città natale, i membri della famiglia assumono uno stregone per riportare in vita il membro della famiglia deceduto. La famiglia incarica lo stregone del loro villaggio di recarsi sul luogo della morte della persona, localizzare il cadavere e scrivere un incantesimo e attaccarlo sul viso dei cadaveri, in cui la carta dell'incantesimo contiene il loro nome, data di nascita e qualche altro parole per rianimare il cadavere. Una volta che la carta è incollata sul viso dei cadaveri, il jiangshi appena creato seguirà lo stregone saltellando, in cui lo stregone lo ricondurrà alla sua città natale per la sepoltura (questa era spesso una scelta di ultima istanza usata dalle famiglie con non abbastanza soldi per noleggiare un carro per riportare indietro il cadavere). Di solito, lo stregone viaggiava di notte e portava con sé almeno tre jiangshi. Ma quando la carta degli incantesimi scritta cade o viene strappata dal jiangshi (nel caso in cui lo stregone non venga pagato l'importo concordato per le sue azioni, potrebbe strappare la carta degli incantesimi del jiangshi), acquisisce la propria coscienza, e tutto il potere che prima lo stregone aveva su di esso sarebbe andato perduto. Invece di essere un cadavere obbediente che seguiva lo stregone, il jiangshi sarebbe stato rampante e pericoloso. I jiangshi liberati avrebbero iniziato a uccidere creature viventi per assorbire l'essenza vitale (qì) dalle loro vittime. Si dice che vengano creati quando l'anima di una persona (魄 ) non lascia il corpo del defunto. [93]

      Alcune caratteristiche insolite del vampiro cinese includono le sue unghie lunghe e ricurve, forse derivate dalla comparsa di unghie in crescita sui cadaveri a causa della recessione della carne, e la sua pelle pelosa bianco-verdastra, forse derivata da funghi o muffe che crescono sui cadaveri. [94] Le leggende di Jiangshi hanno ispirato un genere di film e letteratura jiangshi a Hong Kong e nell'Asia orientale. Film come Incontri del tipo spettrale e Signor Vampiro sono stati rilasciati durante il boom cinematografico di jiangshi degli anni '80 e '90. [95] [96]

      In Sri Lanka si trova la credenza di Riri Yaka (Demone del sangue). Secondo la mitologia, strappò il seno di sua madre ed emerse nel mondo umano come un demone, uccidendola. [97] Si dice che il demone dia una forma primaria e altre otto manifestazioni. Nella maggior parte dei casi si dice che sia un gigante che torreggia sulle sue vittime umane. Nella forma primaria, il suo viso è blu e macchiato di sangue. Raggi rossi si irradiano dai suoi occhi iniettati di sangue. Il sangue gli sgorga dalle narici e il fumo sgorga dalle sue orecchie. La sua bocca è piena di carne umana in decomposizione e il suo alito è fetido. Tutto il suo corpo è color scarlatto per il sangue che gocciola. È strettamente associato a Mara, il re demone della morte. [98]

      Il folclorista e studioso Stith Thompson ha notato due tipi di racconti che assomigliano molto alle leggende sui vampiri: [99] [100]

        ATU 307, "La principessa nella sindone" o "La principessa nella bara": una principessa o una donna maledetta esce di notte dalla sua tomba o bara per attaccare le persone. Esempi: La principessa nel petto La Ramée e il Fantasma Viy (storia) ATU 363, "The Vampire" o "The Corpse-Eater": una ragazza sposa un uomo misterioso. Mentre tornano a casa, si fermano davanti a una chiesa e l'uomo vi entra. Preoccupata per la sua lunga assenza, la donna lo segue e lo vede divorare un cadavere. Esempio: il demonio (Upyr), racconto popolare russo.

      In Thompson's Indice dei motivi della letteratura popolare, il vampiro appare nella classificazione come Motivo "E.251.Vampires".


      Guarda il video: 10 Persone con i Superpoteri Catturate dalle Telecamere - Parte 3 (Agosto 2022).