Podcast di storia

Kestrel LCI(L)-874 - Storia

Kestrel LCI(L)-874 - Storia

Gheppio

II

(LCI (L) -874: dp. 209; 1. 159'; b. 24'; dr. 6'; s. 14 k. ; cpl.
239; un. 5 20mm.; cl. (LCI(L)-351)

LCI(L)-874 è stato redatto da New Jersey Shipbuilding Corp., Barber, N.J., 7 settembre 1944; lanciato il 6 ottobre; e commissionato il 13 ottobre, tenente (j.g.) J. 0. Harrison al comando.

Dopo lo shakedown e l'addestramento al largo della costa atlantica, LCI(L)-874 è partito da Key West il 25 novembre per il Pacifico. Si è impegnata in un ulteriore addestramento dopo essere arrivata a San Diego il 13 dicembre. Partendo il 29 gennaio 1945, toccò Pearl Harbor, Eniwetok e Guam prima di arrivare a Peleliu il 12 aprile. Ha svolto servizio di picchetto e pattuglia nelle Isole Palau durante i restanti mesi della seconda guerra mondiale.

Dal settembre 1945 al febbraio 1946, LCI(L)-874 operò tra le Isole Palau e Mariana, fornendo servizio postale e navetta tra le isole. Partendo da Eniwetok il 4 febbraio è arrivata a San Pedro, in California, 1 mese dopo. In navigazione verso l'Oregon a maggio, la LCI(L)-874 vi dismise il 10 luglio 1946 e si unì alla Pacific Reserve Fleet.

Fu riclassificata e nominata Kestrel (AMCU-26) il 7 marzo 1952; poi rimesso in servizio l'8 febbraio 1954, al comando il tenente Gurley P. Chatelain. Dopo lo shakedown e l'addestramento, è arrivata a San Diego il 27 marzo per le operazioni nell'11° distretto navale. Dal 1954 al 1957, Kestrel operò da San Diego in esercitazioni di localizzazione di miniere sottomarine. Fu riclassificata MHC-26 nel febbraio 1955. Kestrel dismesso a San Diego il 2 dicembre 1957. Fu venduta al Murphy Marine Service il 28 giugno 1960.


Trasferimento della seconda guerra mondiale al teatro del Pacifico [modifica]

Con lo shakedown nella baia di Chesapeake, il nuovo grande mezzo da sbarco di fanteria partì da Key West, in Florida, il 12 novembre per il Pacifico, attraversò il Canale di Panama il 19 e arrivò a San Diego, in California, il 1 dicembre. Lì si unì al Gruppo 57 di LCI, salpò per le Hawaii il 29 gennaio 1945 e arrivò a Pearl Harbor il 7 febbraio.

LCI(L)-869 partì per la zona di guerra il 15, fece rifornimento a Johnston Island cinque giorni dopo, e raggiunse il Palaus, via Majuro, Kwajalein, Eniwetok, e Guam, il 7 aprile. Lì si unì a una linea di picchetto che era stata formata per sigillare le isole controllate dai giapponesi nell'area dai rinforzi e per proteggere le basi americane dall'invasione. Durante il picchetto, LCI(L)-869 respinse un attacco suicida a nuoto, affondò diverse mine galleggianti che minacciavano le navi americane e udirono innumerevoli colpi di mortaio gemere in alto.

Nel pomeriggio del 2 settembre, le forze giapponesi a Palaus si arresero.


Kestrel LCI(L)-874 - Storia

Redgrave ,
Douglas

Sposato . . figli (un figlio?).

Reed ,
Ronald Cambridge Montecchi

Figlio di . Reed, e. Cambridge.

Reekie,
James

Ree,
David Griffith Williams

Figlio di David Rees e Florence Marshall.

Ree,
Eric Ivor

Figlio di . Ree, e . Priore.

Ree,
Leslie Norman

Figlio di Edward Rees e Catherine J. James.
Sposato ((06?).1940, distretto di Luton, Bedfordshire / Hertfordshire) Dorothy Mabel A. Greenwood (n e Munson) (23.09.1918 - 09.1996), figlia di Thomas E. Munson, e Isabel M. Sharpe tre figli, tre figlie.

Rendorp ,
[Rt. Rev.] Giorgio Edmund

Figlio del Rev. Hector William Reindorp e Dora Lucy (nata George), Goodmayes, Essex.
Sposato (1943) Alix Violet Edington, MB, ChB (morto nel 1987), figlia di Alexander Edington, MD, e Helen Edington, Durban, Natal tre figli, una figlia (e una figlia deceduta).
Sposato secondo (01.1988) Bridget, vedova di Sir William Mullens, DSO, TD.


Metodi

Specie di studio

Il gheppio di Mauritius è un piccolo falco accipiter e l'unico rapace esistente endemico dell'isola di Mauritius nell'Oceano Indiano. A causa della distruzione della foresta (98%: 1753-1936) questo rapace precedentemente diffuso fu limitato alle tre principali catene montuose dell'isola alla fine degli anni '30 (Jones & Owadally 1985). L'uso estensivo di pesticidi organoclorurati tra il 1948 e il 1970 provocò un catastrofico declino della popolazione ( Safford & Jones 1997 ) e nel 1960 il gheppio fu trovato solo nelle gole del Black River (Fig. 1) e considerato in pericolo (Vincent 1966 Brown & Amadon 1968 ). Nel 1974 solo quattro individui erano conosciuti in natura ( Temple 1974 ). Nel 1973 è stato avviato un programma di recupero per il gheppio delle Mauritius che è durato fino al 1994, quando la popolazione post-riproduttiva del gheppio delle Mauritius è stata stimata in 222-286 uccelli ( Jones et al. 1995). Nel 2000 la popolazione post-riproduttiva è stata stimata in 500-800 individui ( Jones, Groombridge e Nicoll 2002 ) e il gheppio di Mauritius è stato declassato da minacciato a vulnerabile ( Stattersfield & Capper 2000 ). Attualmente ci sono tre distinte sottopopolazioni confinate nelle tre principali catene montuose dell'isola (Fig. 1), al di fuori delle quali non è noto che il gheppio persista. Una revisione dettagliata della gestione della conservazione del gheppio comprese le organizzazioni coinvolte e le tecniche sviluppate e applicate è fornita in Jones et al. (1991), Cade & Jones (1993) e Jones et al. (1995 ).

La distribuzione storica del gheppio di Mauritius a Mauritius.

I gheppi delle Mauritius sono principalmente monogami e la loro stagione riproduttiva abbraccia l'estate dell'emisfero australe, con le prime uova (dimensioni della frizione da due a cinque) che vengono deposte all'inizio di settembre e gli ultimi uccellini (dimensioni della covata da uno a quattro) che lasciano il nido alla fine di febbraio. Le stagioni riproduttive includono quindi due anni civili e sono riferite a questi due anni, ad es. 1991/1992. I gheppi delle Mauritius si involano a circa 35 giorni, raggiungono l'indipendenza a circa 85 giorni e sono in grado di riprodursi a 1 anno.

Area studio

Questo studio è stato condotto nella catena montuosa Bambous sulla costa orientale di Mauritius (Fig. 1). È composto principalmente da un'unica spina dorsale, lunga circa 20 km, che corre da est a ovest con speroni che scendono a sud. Sorge dal livello del mare a 680 m nel suo punto più alto. Le precipitazioni annuali (considerate come settembre-agosto ai fini di questo studio) vanno da 1619 a 4439 mm con una caduta fino al 77% nella stagione dei cicloni (dicembre-aprile). Il nucleo (∼50%) della gamma è di proprietà privata e gestito per la caccia sportiva. Ciò ha portato a un mosaico di habitat costituito da: praterie, foreste secondarie invase e sacche isolate di foresta nativa residua. Le aree al di fuori di queste terre di caccia sono costituite da foreste secondarie pesantemente invase con foresta nativa sulle creste più remote e sui picchi montuosi. La catena montuosa è circondata da terreni agricoli.

Studio della popolazione

Nel 1987, nell'ambito del programma di recupero della specie, il gheppio delle Mauritius è stato reintrodotto nella catena montuosa del Bambous, da cui era stato estirpato per oltre 30 anni. Circa 46 gheppi prodotti in cattività sono stati reintrodotti, utilizzando una tecnica di rilascio graduale nota come hacking, in tre aree tra il 1987/88 e il 1989/90. La popolazione in via di sviluppo è stata aumentata attraverso l'adozione di 38 pulcini in coppie riproduttive stabilite tra il 1988/89 e il 1993/94. Trentacinque gheppi sono stati uccisi anche nella riserva naturale di Ile aux Aigrettes (un'isola a 1 km dalla costa orientale) tra il 1989/90 e il 1996/97. La maggior parte di questi gheppi era costituita da individui riabilitati e da quelli allevati in cattività negli Stati Uniti e tornati a Mauritius. Per una ripartizione dettagliata dei gheppi che entrano nella popolazione, cfr. Tabella 1. Nel 2001/02 la popolazione nidificante era di 42 coppie.

Stagione dell'accoppiamento Coppie monitorate (nT) Hackerato: montagne di bambù Hackerato: Ile aux Aigrettes pulcini in affidamento Tutti/inanellati uccellini selvatici
1987/88 0 12 0 0 0
1988/89 2 16 0 5 0
1989/90 6 18 9 14 0
1990/91 8 0 0 7 0
1991/92 12 0 14 7 12/11
1992/93 17 0 0 2 19/16
1993/94 20 0 3 3 20/18
1994/95 25 0 1 1* 46/43
1995/96 33 0 0 2* 31/30
1996/97 35 0 8 1* 42/39
1997/98 35 0 0 0 50/44
1998/99 34 0 0 0 41/38
1999/00 40 0 0 0 49/45
2000/01 41 0 0 0 39/35
2001/02 42 0 0 0 54/52
Totale n / A 46 35 42 403/371
  • * L'affido dopo il 1993/94 è stato accidentale e consisteva nel movimento dei pulcini tra le covate in natura.

Raccolta dati

Dalla reintroduzione del gheppio nella catena montuosa di Bambous, la popolazione è stata intensamente monitorata in concomitanza con la gestione della conservazione in corso e continua ancora oggi. Il monitoraggio si è concentrato sulla popolazione nidificante su base stagionale ogni settembre-marzo. All'inizio della stagione riproduttiva sono stati controllati tutti i nidi e i nidi conosciuti, le coppie individuate, identificate, determinato il loro stato riproduttivo e monitorato il successo riproduttivo. Sono state condotte indagini per individuare nuove coppie di gheppi. Laddove le cavità del nido e le nidiate erano accessibili, i pulcini venivano inanellati (di età compresa tra 12 e 28 giorni). Su un tarso è stato apposto un codice colore individuale costituito da due anelli colorati in plastica, che ne consente l'identificazione sul campo, mentre un singolo anello di alluminio numerato sull'altro tarso ha fornito l'identificazione permanente. Ogni gheppio rilasciato è stato contrassegnato in modo simile, ma per la maggior parte sono stati utilizzati anelli di metallo colorati chiusi. Laddove gli anelli colorati sono stati persi o sbiaditi, gli individui sono stati intrappolati, identificati e gli anelli colorati sono stati sostituiti. Nel corso del periodo di studio le identità dei gheppi non sono state confermate solo in 14 casi. I dati di ri-avvistamento sono stati raccolti su 407 gheppi di Mauritius tra il 1987/88 e il 2001/02 con solo quattro casi documentati di mortalità adulta verificatisi durante le stagioni riproduttive. La natura discreta di questa popolazione a causa della scarsa dispersione del gheppio ( Jones et al. 1991, 1995), la natura isolata della catena montuosa e la distanza dalla popolazione più vicina (>20 km) combinata con un monitoraggio intensivo e la dipendenza dei gheppi di Mauritius dai nidi ha permesso di localizzare e monitorare praticamente tutte le coppie nidificanti con una stima di solo sei tentativi di nidificazione non documentati entro il 1998 ( Groombridge et al. 2001). Nelle ultime tre stagioni dello studio il monitoraggio è stato intensificato, consentendo di rilevare a fondo le aree periferiche in cui il gheppio si è progressivamente esteso. Riteniamo che questo, insieme ai fattori discussi sopra, ci permetta di determinare con precisione su base annuale la dimensione della popolazione in termini di coppie nidificanti.

Le precipitazioni giornaliere (mm) sono state raccolte durante il periodo di studio vicino al sito del primo rilascio.

Analisi di sopravvivenza

Le storie di ri-avvistamento di 28 gheppi di Mauritius attaccati, 28 allevati e 319 allevati allo stato brado sono stati costruiti dai dati di sopravvivenza raccolti tra il 1987/88 e il 2001/02. I gheppi attaccati a Ile aux Aigrettes o involati nel 2001/02 sono stati esclusi dall'analisi. L'analisi condotta da M. A. C. Nicoll, C. G. Jones e K. Norris (dati non pubblicati) ha mostrato che l'origine (compromessa, allevata o allevata in natura) ha avuto un'influenza limitata sulla successiva sopravvivenza di un gheppio delle Mauritius, ma che era specifica per la coorte. La ridotta sopravvivenza al primo anno era evidente solo nella coorte 1989/90 (cfr. Fig. 2), per la quale non è stato possibile trovare una spiegazione plausibile. Abbiamo quindi escluso questa coorte dall'analisi, sulla base del fatto che questa anomalia nella serie di dati potrebbe potenzialmente portare all'identificazione di una forma funzionale inappropriata di dipendente dalla densità. Le 375 storie di avvistamento sono state raccolte. Abbiamo impiegato un a priori, approccio graduale che utilizza una serie di modelli candidati per esaminare l'influenza di una particolare variabile, o insieme di variabili, sulla sopravvivenza. Questo approccio ci ha permesso (i) di affinare il numero di modelli in ogni insieme candidato sulla base del ragionamento biologico e (ii) di lavorare logicamente allo sviluppo di modelli che incorporano due o più variabili che potrebbero spiegare qualsiasi variazione temporale nella sopravvivenza. L'analisi è stata condotta utilizzando il programma MARK (White & Burnham 1999).

Probabilità di sopravvivenza giovanile del gheppio di Mauritius: 1987/88-2000/01. Le stime di sopravvivenza sono generate dal modello di tempo ed età più parsimonioso, ma le storie di ri-avvistamento includono la coorte 1989/90 +. Le barre verticali sono intervalli di confidenza al 95%. La probabilità di sopravvivenza degli adulti è rimasta costante a 0,783 (95% LCI 0,744, UCI 0,817).

Tempo ed età

Un modello standard di Cormack-Jolly-Seber (CJS) completamente dipendente dal tempo per la sopravvivenza (Φ) e la probabilità di ri-avvistamento (P) è stato preso come modello di partenza. La struttura dell'età è stata introdotta in distinguendo tra giovani e adulti. Una struttura di due classi di età, giovani e adulti, è stata selezionata poiché per molti rapaci, inclusi i gheppi delle Mauritius, la sopravvivenza giovanile è nota per essere inferiore alla sopravvivenza degli adulti (Brown & Amadon 1968 Newton 1979, 1986 Village 1991 Watson 1997). È noto che i gheppi delle Mauritius si riproducono all'età di 1 anno ( Jones et al. 1995) ed erano quindi considerati adulti a questa età. Gli uccelli del primo anno sono stati trattati come giovani. Abbiamo quindi esaminato l'influenza del tempo su entrambe le classi di età, costante su entrambe le classi di età e tempo-dipendente solo nei giovani. Questo modello successivo si basava sul fatto che i giovani Φ < adulti Φ nei rapaci e più sensibili alle variazioni annuali delle condizioni ambientali (Village 1991). P rimasto dipendente dal tempo. È stato quindi selezionato il modello più parsimonioso dall'insieme candidato di modelli strutturati per età e la struttura per età è stata introdotta in P. Abbiamo quindi esaminato l'influenza della dipendenza dal tempo P su entrambe le classi di età, costante P su entrambe le classi di età e in base al tempo P solo nei giovani.

Densità

Il modello strutturato per età più parsimonioso era vincolato dalle seguenti due misure di densità di popolazione:

Densità delle coppie riproduttive al tempo T(nT).

Densità delle coppie riproduttive al tempo T + 1(nT+1).

Questi sono stati selezionati in quanto potrebbero potenzialmente influenzare Φ attraverso la competizione per le risorse (principalmente cibo), o P attraverso la competizione per i territori di riproduzione. La loro influenza relativa su Φ è stata esaminata utilizzando tre forme funzionali documentate di dipendenza dalla densità: lineare, non lineare (soglia) ed effetto Allee, cfr. Fig. 3. Per spiegare qualsiasi dipendenza dal tempo in abbiamo vincolato i tassi ad essere una funzione della densità, cioè la densità è stata inclusa nel modello a spese del tempo. Inizialmente il modello strutturato per età era vincolato in modo lineare associato all'aumento della densità di popolazione. Per verificare la dipendenza dalla densità non lineare abbiamo assunto che fosse costante prima di diminuire in risposta alla densità che supera una soglia critica. Un livello soglia (assunto come densità media per quel periodo) è stato applicato attraverso le serie temporali a partire dal 1987/88 con un punto finale iniziale della stagione riproduttiva 1991/92. Questa stagione è stata selezionata poiché da questo momento in poi i pulcini allevati allo stato brado stavano entrando nella popolazione e iniziò una rapida espansione. Nei modelli successivi la soglia è stata poi prorogata nel tempo su base annua. L'effetto Allee è stato testato vincolando i tassi ad essere funzioni polinomiali di densità del 2° ordine.

Forme funzionali di sopravvivenza densità-dipendente.

Clima

Come variabile climatica è stata utilizzata la piovosità giornaliera (mm). I gheppi delle Mauritius volano tra i 32 e i 38 giorni e di solito raggiungono l'indipendenza tra i 70 e i 100 giorni di età ( Jones et al. 1991). Ai fini di questo studio, l'involo è stato preso come 35 giorni e l'indipendenza come 85 giorni (50 giorni dopo l'involo). Per ogni coorte è stato calcolato il numero di giorni di pioggia per il periodo di dipendenza. A Mauritius la stagione dei cicloni va dall'inizio di dicembre alla fine di aprile (definita dai dati dei Servizi meteorologici di Mauritius, 1945-2001). Per ogni stagione ciclonica è stato calcolato il numero di giorni di pioggia.

Il numero di giorni di pioggia è stato convertito in una frazione del periodo di tempo specifico per l'utilizzo nel programma MARK. Per ogni periodo è stata calcolata la proporzione media dei giorni di pioggia per lo studio (1987/88–2000/01). I dati climatici per ogni stagione riproduttiva sono stati quindi valutati rispetto a queste medie come (>) "umido" o (<) "secco". Ciò ha prodotto quattro misure di pioggia. La Figura 4 (a e b) illustra la distribuzione temporale delle precipitazioni (giorni di pioggia) durante il periodo di dipendenza e la stagione dei cicloni. L'influenza di ciascuna di queste misure di pioggia su Φ è stata esaminata vincolando i tassi di ad essere una funzione del clima all'interno dei modelli più parsimoniosi (serie di) strutturati per età.

Misure delle precipitazioni (raccolte giornalmente dal 1 settembre 1987 al 31 agosto 2001) utilizzate per esaminare l'influenza del clima sulla sopravvivenza del gheppio di Mauritius: (a) percentuale di giorni di pioggia durante il periodo successivo all'involo in cui i giovani gheppi di Mauritius rimangono dipendenti dai genitori (b) percentuale di giorni di pioggia durante la stagione dei cicloni.

Clima e densità

Per esaminare l'effetto additivo della densità e del clima su Φ abbiamo identificato il modello o i modelli più parsimoniosi (suite di) vincolati dalla densità e aggiunto la variabile climatica più parsimoniosa.

Selezione del modello

Il criterio informativo di Akaike corretto (AICc) in MARK (Cooch & White 2001) è stato utilizzato per selezionare il modello più parsimonioso da una serie di modelli candidati. Questa procedura è stata preferita all'uso di un test del rapporto di verosimiglianza (LRT) per testare tra due modelli nidificati poiché parte dell'analisi è stata condotta utilizzando modelli non nidificati. Affinché un modello sia selezionato sopra un altro (Anderson & Burnham 1999) raccomanda che la differenza tra il criterio di informazione di Akaike (AIC) (ΔAICc in MARK) dovrebbe >2. Se ΔAICc è compreso tra 1 e 2, allora questi modelli dovrebbero essere considerati quasi legati e qualsiasi successiva inferenza dovrebbe essere basata sul sottoinsieme di modelli. La funzione di collegamento logit, nel programma MARK, è stata utilizzata durante tutta la procedura di modellazione.

Una valutazione dell'adattamento dei modelli selezionati ai dati è stata effettuata utilizzando il test bootstrap standard di bontà di adattamento (GOF) disponibile nel programma MARK. Sono state eseguite circa 100 repliche.


Hanson, Leon

BF1144 - Leon Hanson

7'9", 2/2 Numero modello 93 1/2-4, numero di serie 8902, peso della linea 4. Pesa 3,4 once sulla nostra bilancia digitale. Impugnatura in sughero a metà pozzetto. Cappuccio e anello in alpacca scorrevole verso il basso su inserto in sughero porta mulinello Ferrule in nichel argento misura 15. Fasce traslucide marrone chiaro con finiture bordeaux e avvolgimento ghiera bordeaux. Guida per l'estrazione del carburo. Include borsa in tessuto originale e tubo di alluminio etichettato con guaina per tubo. Condizioni eccellenti.

BF1783 - Leon Hanson

7', 2/2 Numero modello 92, Numero di serie 9906, Peso del filo 3. Impugnatura in sughero a metà pozzetto. Cappuccio e anello in alpacca scorrevole verso il basso su porta mulinello con inserto in legno. Puntali in nichel argento misura 14. Fascia traslucida marrone chiaro con finiture bordeaux e fascia per puntale bordeaux. Guida stripper carburo. Canna fiammata Include borsa in tela originale e tubo in alluminio. Condizioni eccellenti. Possibilmente non pescato.


Elenco delle navi della Royal Canadian Navy

La Royal Navy fu responsabile di tutta la Gran Bretagna del Nord e del 8197 America, fino alla Confederazione canadese nel 1867. Dopo la Confederazione, la Royal Navy condivise sempre più le responsabilità navali con il Canada, ma mantenne la responsabilità esclusiva per altre colonie britanniche in Nord America, fino a quando non si unì al Canada. Nel 1910, il Dipartimento del servizio navale fu creato per consolidare tutti i servizi navali in Canada, ricevendo l'assenso reale nel 1911 per diventare la Royal Canadian Navy. Nel giro di pochi anni molti dei servizi navali e delle navi non militari integrati nell'RCN furono restituiti ai loro dipartimenti originali. [1] Il elenco delle navi della Royal Canadian Navy contiene le navi da guerra di superficie, i sottomarini e le navi ausiliarie in servizio dal 1910 fino ai primi anni '90. Ciò include tutte le navi commissionate, non commissionate, prestate o noleggiate in servizio all'interno dell'RCN. [2] Le navi in ​​questo elenco includono anche le navi della Royal Navy con equipaggi RCN, come i cacciamine della serie TR della prima guerra mondiale e le portaerei della seconda guerra mondiale.


Riferimenti

AMCU-7AMCU-8AMCU-9AMCU-10Merloaccentoavocettaghiandaia bluFringuelloChewinkChimangoCacatuaCotingaDunlinGoldcrestJacamarGheppioKilldeerLongspurGazzagermano realeMedrickMinivetrigogoloOrtolanoGufoPerniceRecintarepiro piroSentinellaBerta maggioreSkimmerPassero


Blog Filatelico Norvic

Come di consueto, "diffondiamo questa notizia mentre tutti sono preoccupati perché questo è il momento migliore per la stampa nazionale e locale e altri media per raccoglierlo e riferire su di esso", Royal Mail ha emesso un comunicato stampa il 27 dicembre. Come al solito è stato limitato, in quanto è iniziato con il numero di aprile, ha avuto troppi TBA e inizialmente ha avuto pochissima copertura sui giornali nei primi due giorni. Ma tutto ciò è cambiato abbastanza rapidamente.

UN AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA È STATO PUBBLICATO IL 9 AGOSTO QUI

Sebbene conoscessimo lo schema del programma fino a giugno a settembre, non abbiamo potuto pubblicarne nulla, nemmeno in una bozza di post sul blog che avremmo potuto pubblicare il 27 dicembre, perché non sapevamo quali immagini avrebbero pubblicato. Così com'è hanno rilasciato un giovane Regina Vittoria ritratto, il francobollo del nibbio reale del Uccelli da preda emissione, e solo uno degli 11 francobolli che saranno emessi per commemorare il 75° anniversario della D-day atterraggi.

A quanto pare hanno scelto di mostrare assolutamente il miglior francobollo che potevano avere per il D-Day, perché se avessero aspettato fino a giugno più vicino avrebbero potuto già stampare i francobolli e avrebbero dovuto scartare questo.

Fortunatamente, una volta pubblicato questo sui social media, e alcuni giornali l'hanno ripreso, è stato subito detto loro che questa foto delle truppe alleate è una "foto della Guardia Costiera degli Stati Uniti che mostra "USS LCI(L)-30 truppe da sbarco che trasportano barelle su una spiaggia" a Sarmi, Nuova Guinea olandese, maggio 1944, diverse settimane prima dello sbarco del D-day in Europa."

Ovviamente questo non è tanto un errore di Royal Mail quanto uno dell'agenzia di design incaricata di trovare foto appropriate. Penso che siano fortunati che la didascalia dei dettagli sia giusta, e in realtà non hanno detto che erano truppe britanniche.

Il direttore della Divisione Lettere della Royal Mail, Setphen Agar, ha rapidamente rilasciato scuse e rassicurazioni:

15 gennaio: Stamp Classics MS per il 150° anniversario dell'RPSL (dettagli qui)
13 febbraio: Leonardo Da Vinci set di 12 più PSB con M18L Machins
14 marzo: Fumetti Marvel
4 aprile: Rapaci
2 maggio: Ingegneria britannica
24 maggio: bicentenario della regina Vittoria
? Maggio: Scheda mostra Stockholmia 2019 (segna anche RPSL 150)
6 giugno: D-Day
9 luglio: curiose usanze
13 agosto: foreste
3 settembre - Giganti musicali
19 settembre: navi della Royal Navy
ottobre - TBA
5 novembre: Natale
Novembre - TBA

Non si fa menzione di nuovi francobolli Post and Go, e sebbene l'anno del maiale sia menzionato come l'ultimo nella sequenza di 12, questo è solo nel calendario. Royal Mail ha iniziato con il Dragon nel 2012, quindi finora ne ha emessi solo 7. Possiamo aspettarci un altro quest'anno, credo. All'interno di questo programma ci saranno minifogli e libri di pregio, e quasi sicuramente una selezione di libretti al dettaglio.

Comprendiamo che il programma completo (probabilmente solo come mostrato sopra più il numero di febbraio) sarà pubblicato nel mese di febbraio Bollettino Filatelico e Bollettino del timbro postale il 22 febbraio.


Commenti

USS Slater (Cannone-class DE), ad Albany, New York, è stato piuttosto carino quando ho visitato nel 2010. Mi hanno permesso, anzi mi hanno incoraggiato a manovrare il cannone da 3 pollici/50 cal di prua e a farlo ruotare per seguire una barca turistica di passaggio (i passeggeri dei quali sembrava piuttosto divertito da detto atto).

Il ponte principale, la cambusa e il CIC (che spiegano bene) sono le parti accessibili della nave. Purtroppo non si va sotto in questa fase del restauro. È un lavoro in corso, ma ciò che è accessibile è in ottima forma. Le guide erano ben informate e di bell'aspetto.

C'è un breve filmato pre-tour sul servizio della nave e il contesto per il suo design. Sono rimasto sbalordito a un certo punto nel sentire una donna dietro di me esclamare al suo compagno "Aspetta, abbiamo combattuto i giapponesi nella seconda guerra mondiale?!"

In realtà mi sono imbattuto in una delle loro guide nell'Iowa quando era in visita. Ha parlato molto bene della nave ed è bello che la sua opinione sia confermata. Alla fine è sicuramente nella mia lista, anche se ci vorrà un po'.

Da ragazzo, una volta ho potuto fare il giro di un sottomarino. dai miei ricordi di dove/quando è successo, deduco che sia stato il USS Lionfish.

Sono un po' sorpreso dal numero di navi museo elencate nel Michigan. Dovrò visitarne alcuni.

Possibile correzione alla tua lista: la nave museo USCGC Mackinaw è a Mackinaw City, nel Michigan. Circa un mese fa, ero in quella zona del Michigan. ho visto il Mackinaw, ma non ha potuto fare un giro.

Fisso. Ho controllato e l'elenco wiki non puntava a Reykjavik, nel Michigan, ma puntava alla città islandese. Non ho idea di cosa sia successo lì.

Non sono sicuro se stai contando le repliche o no, ma Virginia ha anche il buona fortuna, Scoperta, e Susan Constant, repliche funzionali delle navi che si stabilirono a Jamestown, dove sono attualmente attraccate.

L'elenco non sembra contare le repliche, poiché manca anche Mayflower II. (Ho controllato perché è attualmente a Mystic per un refit, e volevo contrassegnarla come una che ho visto.) Wiki ha una lista, ma non è nello stesso formato. Potrei o non potrei incorporarlo ad un certo punto.

Sì, puoi togliere il Ling dalla lista. Il buco nero l'ha inghiottita.

So che Ling sta girando intorno all'orizzonte degli eventi, ma la lascerò accesa fino a quando non sarà davvero fatta a pezzi o comunque completamente e permanentemente scomparsa. È quasi certamente condannata, ma faccio il tifo per lei.

L'Alabama (e Drum) a Mobile è spettacolare. Quando ognuno dei miei ragazzi era nei Cub Scouts, dovevamo pernottare in Alabama. È stato molto divertente girovagare al buio senza nessun altro in giro.

Non posso essere molto d'accordo con te lì. L'Alabama non era male, ma rispetto alle altre grandi navi da guerra in cui sono stato (altre due corazzate, una portaerei e un incrociatore pesante), era semplicemente insignificante.

Ma sì, una notte, anche su di lei, sarebbe abbastanza carino. La mia truppa di esploratori ne fece uno circa un anno dopo che me ne ero andato.

Hai molta più esperienza di me, quindi probabilmente hai ragione. Abbiamo avuto un tour molto elaborato e approfondito da qualcuno che aveva un ottimo rapporto con gli scout e sembrava sapere tutto sulla nave. Inoltre, quando siamo arrivati ​​lì, era già chiuso al pubblico, quindi non abbiamo avuto alcun tipo di pubblicità esagerata, e poiché sapevamo che saremmo stati lì di notte, avevamo tutti le torce, quindi abbiamo non ho notato i problemi di illuminazione che hai fatto.

Immagino che la conclusione sia: il modo migliore per visitare una nave da guerra è avere un figlio, aspettare che sia un esploratore di cuccioli, e poi andare. Ci vuole un po' di pianificazione, ma alla fine ne vale la pena. (È anche il modo migliore per andare in campeggio nei parchi statali nella mia esperienza.)

Abbiamo avuto un tour molto elaborato e approfondito da qualcuno che aveva un ottimo rapporto con gli scout e sembrava sapere tutto sulla nave.

Farà un'enorme differenza. Ero lì un venerdì di dicembre e non avevano nessuno con cui parlare (ho chiesto). Una buona guida turistica può rendere interessante qualsiasi cosa, e farlo su una corazzata è una modalità facile. Se definissi le differenze tra Alabama e Massachusetts su quel fronte, darei comunque al Massachusetts un vantaggio, ma non sarebbero le esperienze totalmente diverse che sono state. Certamente crederò che l'Alabama abbia qualcuno bravo quasi quanto il Massachusetts (altrettanto buono è un grande tratto), ma non erano in servizio il giorno in cui sono andato.

Immagino che la conclusione sia: il modo migliore per visitare una nave da guerra è avere un figlio, aspettare che sia un esploratore di cuccioli, e poi andare.

Non è un brutto modo per farlo, ma direi che il modo migliore per visitare una nave da guerra (o francamente ovunque) è andare con una buona guida turistica. Di solito puoi noleggiarne uno se vuoi. La tariffa in Iowa era di $75 e posso dirti che otterrai un tour migliore con un gruppo più piccolo e più vecchio. La guida sta spendendo meno tempo per assicurarsi che nessuno si sia allontanato.

(Beh, il vero modo migliore è poter contare sulla cortesia professionale per incontrare la loro guida più ossessiva e farti mostrare parti della nave in cui non lasceresti mai entrare il pubblico in generale. Ma questo non funziona per la maggior parte le persone.)

Per quanto riguarda le repliche degne di nota, c'è anche la sorpresa "HMS" a San Diego.

Com'era il museo a Mystic? Di recente sono stato in CT ma non sono arrivato lì perché non mi ero reso conto che la collezione di navi fosse così ampia. Comunque sono andato a Nautilus e ai forti di New London.

Mystic era abbastanza buono, anche se non era neanche lontanamente buono come Nautilus. Molte di quelle "navi" sono in realtà barche, ed era spesso difficile dire se la cosa che stavi guardando fosse storica o la barca a vela da diporto di qualcuno. (Hanno permesso alle persone di ormeggiare ai loro moli.) C'erano solo circa quattro di loro che ti avrebbero lasciato andare avanti invece di guardare dal molo, anche se quelli erano piuttosto ordinati, e le mostre a terra erano ben fatte. Sì, ne ho scritto una recensione, ma ci vorrà molto tempo prima che pubblichi, perché non voglio due settimane intere di "roba nautica intorno a Boston".

Ho dato un'occhiata all'elenco delle repliche di navi, e potrei portarne un paio, ma la fusione sembra difficile, e l'unico che voglio davvero vedere è Dingyuan, una replica cinese della corazzata da guerra sino-giapponese. Voglio vederla più male del 90+% delle cose in questa lista. La maggior parte del resto sono velieri storici di vario genere, che sono solo molto meno interessanti.

. Purtroppo, Clamagore al Point SC dei Patriots è in pessima forma. Il suo interno è in ottime condizioni, ma lo scafo esterno è probabilmente andato troppo lontano. L'USN ha minacciato un paio di anni fa di rimorchiarla in mare e di affondarla, ma da allora non ha più sentito nulla. Yorktown è sorprendentemente in buona forma, ma ha un disperato bisogno di un bacino di carenaggio. Laffey è buono, e il nuovo spettacolo di suoni/luci al CIC vale da solo la visita.


Rio Tinto esce dal carbone con una vendita di Kestrel da 2,25 miliardi di dollari

LONDRA/MELBOURNE (Reuters) - Il minatore globale Rio Tinto ha venduto la sua miniera di carbone rimanente in Australia per 2,25 miliardi di dollari, rispettando la promessa di uscire dal carburante e aumentando la sua capacità di finanziare futuri riacquisti o dividendi più elevati.

La vendita della partecipazione di Rio nella miniera di Kestrel al gestore di private equity EMR Capital e all'indonesiana Adaro Energy Tbk è stata effettuata con un premio significativo rispetto alle aspettative degli analisti ed è stato il terzo affare di carbone di Rio questo mese.

In totale, le attività hanno raccolto 4,15 miliardi di dollari. Rio ha affermato che i fondi sarebbero stati utilizzati per "scopi aziendali generali", che potrebbero includere maggiori rendimenti per gli azionisti.

L'amministratore delegato Jean-Sebastien Jacques ha dichiarato in una dichiarazione che l'ultima vendita, combinata con l'acquisto da parte di Glencore della miniera di Hail Creek e la cessione di progetti di carbone non sviluppati, renderebbe il portafoglio di Rio più forte e più mirato.

RBC ha affermato in un rapporto che la vendita renderebbe Rio Tinto l'unica major mineraria senza attività di carbone, il che dovrebbe aumentare il suo fascino per alcuni investitori.

I disinvestimenti aumenterebbero il bilancio del minatore di $ 3,9 miliardi, ha aggiunto RBC, "fornendo il potenziale per ulteriori riacquisti o ritorni in contanti".

L'accordo di martedì per la vendita dell'80% della quota dell'80% di Rio nella miniera di carbone sotterranea nello stato del Queensland è soggetto ad approvazioni normative e dovrebbe essere completato nella seconda metà del 2018.

La miniera Kestrel nella regione del bacino di Bowen, che produce carbone da coke di alta qualità, sarà gestita e gestita congiuntamente da EMR e Adaro, con sede in Australia, e segna il più grande investimento minerario di EMR. L'anno scorso ha acquistato una quota dell'80% nella miniera di rame dello Zambia Lubambe per 97,10 milioni di dollari.

Sarà anche il più grande investimento estero di Adaro.

" Carbone da coke . offre eccellenti fondamentali per la domanda e l'offerta per decenni nel futuro", ha dichiarato mercoledì l'amministratore delegato di EMR Jason Chang.

Gli analisti hanno affermato che i fondi raccolti da Rio Tinto implicano un prezzo a lungo termine superiore al previsto per l'ingrediente per la produzione di acciaio di circa $ 175 a tonnellata.

I futures del carbone da coke premium a Singapore hanno raggiunto il picco di $ 265 a tonnellata a gennaio, quando erano in vigore i controlli sull'inquinamento della Cina, ma da allora sono diminuiti di quasi un quinto a $ 218 dopo la scadenza dei cordoli a metà mese.

"We continue to see coking coal as a beneficiary of the Chinese supply-side reforms, both from a lower Chinese domestic production perspective but also from the implications from environmental reforms," added RBC.

Rio Tinto shares rallied in London trading but were down 0.4 percent in Australia on Wednesday, in a broader market down around 0.6 percent.

($1 = 1.2990 Australian dollars)

(Reporting by Noor Zainab Hussain in Bengaluru, Barbara Lewis in London and Melanie Burton in Melbourne Editing by David Evans and Richard Pullin)

List of site sources >>>


Guarda il video: NATO Days 2021 - Historical flight of Saab. 4K (Novembre 2021).