Podcast di storia

Battaglia di Bergen, 2/12 agosto 1665, di Van de Velde il Vecchio

Battaglia di Bergen, 2/12 agosto 1665, di Van de Velde il Vecchio


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Battaglia di Bergen, 2/12 agosto 1665, di Van de Velde il Vecchio

Questa immagine della battaglia di Bergen (2/12 agosto 1665) è stata disegnata da Van de Velde il Vecchio dopo la battaglia. Lo sfondo è stato prodotto subito dopo la battaglia e le navi inglesi sono state aggiunte un anno dopo.

Immagine riprodotta per gentile concessione di Seaforth Publishing, e può essere trovata in The Four Days Battle of 1666, Frank L. Fox


Willem van de Velde fu battezzato il 18 dicembre 1633 a Leida, Olanda, Repubblica olandese.

Figlio di Willem van de Velde il Vecchio, anch'egli pittore di marine, Willem van de Velde, il minore, fu istruito da suo padre, e poi da Simon de Vlieger, un pittore di marina di fama all'epoca, e aveva raggiunse una grande celebrità con la sua arte prima di venire a Londra. [1] Fu anche influenzato dal lavoro dell'artista marittimo olandese Jan van de Cappelle, che eccelleva nel dipingere cieli nuvolosi, le nuvole spesso si riflettevano nelle acque calme. Il giovane Van de Velde ha collaborato con suo padre, un disegnatore esperto, che ha preparato studi sulle battaglie, eventi e paesaggi marini mentre il figlio dipingeva i quadri. Padre e figlio furono cacciati dai Paesi Bassi dalle condizioni politiche ed economiche risultanti dalla guerra con i francesi e nel 1673 si erano trasferiti in Inghilterra. [2] Qui fu assunto da Carlo II, con uno stipendio di £ 100, per aiutare suo padre a "prendere e fare bozze di combattimenti marittimi", la sua parte del lavoro consisteva nel riprodurre a colori i disegni del vecchio Van de Velde. Fu anche patrocinato dal Duca di York e da vari membri della nobiltà. [1]

Morì il 6 aprile 1707 a Londra, Inghilterra, [1] e fu sepolto nella chiesa di St James, Piccadilly. Un memoriale per lui e suo padre si trova all'interno della chiesa.


Stampiamo tutto su ordinazione, quindi i tempi di consegna possono variare, ma tutte le stampe senza cornice vengono spedite entro 2-4 giorni tramite corriere o posta raccomandata. tutte le immagini incorniciate vengono spedite entro 5-7 giorni tramite corriere o posta raccomandata. tutte le tele vengono spedite entro 5-7 giorni tramite corriere o posta raccomandata. tutte le cartoline vengono spedite entro 1-3 giorni. tutti i biglietti di auguri vengono spediti entro 1-3 giorni.

Dovuto al pandemia di coronovirus e Situazione Brexit, i tempi di spedizione attuali potrebbero essere più lunghi, in particolare per le destinazioni al di fuori del Regno Unito.

La consegna nel Regno Unito è di £ 5 per una stampa senza cornice di qualsiasi dimensione. £ 10 per una singola stampa incorniciata. £ 10 per una singola tela (£ 5 per le nostre tele arrotolate). £ 1 per una singola carta, fino a £ 4 per una confezione da 16. £ 1 per una singola carta, fino a £ 4 per una confezione da 16.


Licenza

Pubblico dominio Pubblico dominio falso falso

Questo lavoro è in dominio pubblico nel suo paese di origine e in altri paesi e aree in cui il termine di copyright è dell'autore vita più 100 anni o meno.

Devi includere anche un tag di dominio pubblico degli Stati Uniti per indicare il motivo per cui quest'opera è di dominio pubblico negli Stati Uniti.


Willem van de Velde (I)

. Circa 1654-1655. olio e inchiostro su tela. 114 × 160 cm (44,8 × 62,9 pollici). Amsterdam, Rijksmuseum Amsterdam.

. 1657. olio e inchiostro su tela. 170 × 289 cm (66,9 × 113,7 pollici). Amsterdam, Rijksmuseum Amsterdam.

. 1659. olio e inchiostro su tela. 123 × 185 cm (48,4 × 72,8 pollici). Amsterdam, Rijksmuseum Amsterdam.

Battaglia del suono, 1658 Modifica

1660
olio e inchiostro su tela (?)
96,5 × 141,5 cm

Museo Marittimo Rotterdam (P963)

La battaglia del suono, 8 novembre 1658 Modifica

circa. 1660
olio su tavola
97,5 × 141 cm
b.l.: W. v. Velde

– Nederlandsch Museum voor Geschiedenis en Kunst, L'Aia
1887: trasferito al Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1388)
5 ottobre 1975: in prestito al Museo Storico di Amsterdam (SB 5822)

La battaglia del suono, 8 novembre 1658 Modifica

1665
olio e inchiostro su tela
106 × 155 cm
b.l.: W. v. Velde f. 1665

Giugno 1902: acquistato dal Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1973)

L'attacco inglese contro la flotta olandese di ritorno nel porto di Bergen, 12 agosto 1665 Edit

1666, ca.
olio e inchiostro su tela
84 × 188 cm
firmato e datato sulla poppa di una nave: W. v.d. Velde f. 1669

Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1384)

Firma e data probabilmente apocrife. Composto da due frammenti, restaurati dal Rijksmuseum di Amsterdam nel 1960

Il Consiglio di Guerra a bordo del 'De Zeven Provinciën', 10 giugno 1666 Edit

1666-1667
olio e inchiostro su tela
117 × 175 cm
b.: Willem v.d. Velde - Krijgsraad voor den 4daagschen zeeslag aan boord v/h Admiraalschip van H.A. de Ruyter „de Zeven Provinciën” 10 giugno 1666. - Geschenk van belangstellenden 1911.

1910: ceduto al Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-4289) dalla famiglia reale dei Paesi Bassi e "amici della marina"

Paesaggio marino con navi da guerra olandesi Modifica

circa. 1670
olio e inchiostro su tavola
70 × 90 cm
b.r.: W. v. Velde

1887: trasferito al Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1390)

Ammiraglie olandesi in mare con una brezza moderata sotto Easy Sail Modifica

1672
olio e inchiostro (?) su tela
112 × 203 cm
b.l.: 5 . - [troppo illeggibile]
b.r.: W. V. Velde f 1672
b.r.: It. Pagante - / Restauro = 1898.
b.r.: 139 74

Palazzo Pitti, Firenze (328)

La battaglia di Solebay, 7 giugno 1672 Modifica

1673
matita, pennello in grigio, penna in marrone e penna in nero su due fogli di carta
circa. 357 × 1312 mm

1881: acquistato dal Rijksmuseum Amsterdam RP-T-00-403, RP-T-00-404

"De Hollandsche Maagd in den Tuin" a due piani Modifica

Il "martin pescatore"? azione contro sette navi algerine, 2 giugno 1681 Edit

1681 (?)
grafite e pennello in grigio su carta
257 × 400 mm

Museo Marittimo Nazionale, Londra (PAG6247)

Ritratto del 'Mordaunt', quarto grado, costruito nel 1681, 46 cannoni Modifica

circa. 1683
grafite e pennello in grigio su carta
630 × 360 mm

Museo Marittimo Nazionale, Londra (PAI7281)

La prima battaglia di Schooneveld, 28 maggio 1673 Modifica

1684
olio e inchiostro su tela
54,4 × 74,6 cm
b.l.: W V Velde f. 1684 / fuori. 73 Jaren

Museo Marittimo Nazionale, Londra (BHC0305)

Attribuito a Willem van de Velde (I) Edit

Episodio della battaglia di quattro giorni in mare, 11-14 giugno 1666 Modifica

1666-1693
olio su tela
151 × 235 cm

1883: trasferito al Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1392)

Episodio della battaglia del suono, 8 novembre 1658 Modifica

circa. 1660
olio e inchiostro su tela
100 × 142 cm

12-13 giugno 1888: vendita della collezione di Terbruggen in una casa d'aste sconosciuta, Amsterdam
giugno 1888: acquistato dal Rijksmuseum Amsterdam (SK-A-1467)

920 ms 25,6% ? 660 ms 18,3% Scribunto_LuaSandboxCallback::getEntityStatements 340 ms 9,4% Scribunto_LuaSandboxCallback::getEntity 340 ms 9,4% Scribunto_LuaSandboxCallback::preprocess 320 ms 8,9% tipo 280 ms 7,8% Scribunto_LuaSandboxCallback: 4,0% getExpandmetable generatore 40 ms 1.1% Scribunto_LuaSandboxCallback::addStatementUsage 40 ms 1.1% [altri] 320 ms 8.9% Numero di entità Wikibase caricate: 35/400 -->


File:La battaglia di Scheveningen, 10 agosto 1653 RMG BHC0277.jpg

La battaglia di Scheveningen fu l'ultima battaglia della prima guerra anglo-olandese (1652–4). Questa grisaille o "pittura a penna" è una delle due grisaglie conosciute della battaglia di Scheveningen, 10 agosto 1653. Quest'opera è la più piccola e precedente delle due opere di Willem van de Velde, il Vecchio che mostrano l'evento. La scena si riferisce alla conclusione dell'azione ed è basata su schizzi realizzati da van de Velde, che fu testimone oculare dell'evento. Mentre van de Velde interpretò la battaglia come un successo per gli olandesi, fu più ampiamente considerata come una sconfitta olandese poiché persero 15 navi. Più disastrosamente, persero il loro capo, il tenente ammiraglio Maerten Tromp. La sua morte, avvenuta all'inizio dello scontro, provocò confusione tra la flotta olandese. Di conseguenza gli inglesi furono in grado di imporre dure condizioni agli olandesi alla successiva conferenza di pace.

Diversi incidenti, avvenuti in momenti diversi durante l'azione, sono combinati in questo lavoro per formare una narrazione continua. La battaglia è mostrata verso la sua conclusione e vista da un orizzonte alto. Le flotte si incrociano con gli inglesi principalmente sulle mure a sinistra e gli olandesi a dritta, diretti a terra. La composizione è affollata. In primo piano a destra la nave britannica in fiamme, Andrea, 66 cannoni, viene mostrato mentre viene afferrato dalla nave da fuoco olandese Fortuna. 'Fortuna' è identificabile dalla figura della Fortuna a poppa. Mentre "Andrew", con la polena visibile, vola il jack del Commonwealth con una croce e un'arpa all'interno di una corona. A mezzana sventola la bandiera bianca di San Giorgio di Thomas Graves, contrammiraglio dello squadrone bianco. Inoltre sugli altri due alberi si possono vedere piccole alette di San Giorgio. L'artista ha mostrato le conseguenze dell'alterco tra "Fortune" e "Andrew". Le figure possono essere viste sfuggire all'ardente "Andrew". Alcuni stanno abbandonando la nave su barche a pieno carico e altri sono visibili in acqua. Una nave inglese è vicina alla "Andrew" sul suo quarto di dritta. Mentre un'altra nave può essere vista affondare a dritta.

In lontananza, all'estrema destra, due navi olandesi: il Steri, che ha una stella sulla poppa e il Eendrach con un leone e una figura seduta di Hollandia entro un recinto sul suo. Immediatamente dietro il fumo dell'"Andrew" ci sono la poppa, gli alberi e le vele degli olandesi Jong Prints te Paard. Al di là e alla sinistra di queste navi è il comandante britannico, generale in mare George Monck, nel Risoluzione, 85 pistole. La "Risoluzione" mostra lo standard del Commonwealth in primo piano e l'insegna rossa in primo piano. L'insegna rossa rappresentava un segnale per un'azione ravvicinata. La 'Resolution' è appena visibile a media distanza impegnata in azione con il 'Brederode', 59 cannoni. Il Brederode era l'ammiraglia del comandante in capo olandese, Maerten Tromp. Viene mostrato ancora sventolare la bandiera di Tromp anche se a questo punto della battaglia era morto. Visibili sulla poppa del 'Brederode' sono le braccia di Orange con sostenitori del leone. La bandiera e il ciondolo possono essere visti nella parte principale.

Le navi olandesi al centro e alla sinistra del 'Brederode' sono riconoscibili dalla loro decorazione di poppa il Winhond, con un levriero sul tafferel e il Vrede, 46 cannoni, identificabile dalla figura a figura intera con palma. Quest'ultima ha la bandiera di Gideon de Wildt, secondo in comando nello squadrone di Tromp, legata alla parte restante del suo albero di prua e può essere vista impegnare una nave inglese sulla prua del porto battente una bandiera scura, che potrebbe indicare che è il Giorgio, 70 cannoni, ammiraglia di John Lawson, ammiraglio dello squadrone blu. Una nave olandese a sinistra, al di là di una nave inglese che affonda, è il pastore con una severa decorazione di un pastore con il suo gregge. All'estrema sinistra in lontananza e avvolto nel fumo di una nave inglese in fiamme è probabilmente il Gouda, 72 cannoni, e ancora più lontano è il Vrijheid, 50 cannoni, con bandiera al rango ea poppa una figura femminile seduta che sorregge su una lancia un berretto della Libertà.

In primo piano a sinistra è un galeone, battente bandiera olandese, a vela con diversi uomini a bordo, uno dei quali è l'artista. È la figura seduta con le spalle allo spettatore, che indossa un cappello, tiene in mano un blocco da disegno e una matita e guarda verso l'azione alla sua destra. La figura di un uomo più giovane si trova a sinistra e la sua posizione indica che potrebbe essere un assistente o forse uno dei figli dell'artista che agisce come apprendista e impara attraverso l'osservazione. L'artista si presenta come una figura che osserva e disegna l'andamento del conflitto che avrebbe dovuto fare in modo simile in almeno sei battaglie delle guerre anglo-olandesi. Una messa in primo piano così prominente implica che desiderava essere identificato con il dipinto e la battaglia. Prendendo una prospettiva aerea, piuttosto che la vista che avrebbe guadagnato dalla sua posizione nella barca, afferma anche il suo coinvolgimento nel progetto complessivo. Van de Velde ha prodotto diverse versioni di questa battaglia e la composizione di quest'opera segue il disegno che ha fatto nel corso dell'azione. L'immagine molto più ampia della stessa battaglia nel Rijksmuseum ha un orizzonte più alto che ha permesso a van de Velde di mostrare una vista più panoramica.

Questo dipinto è stato chiaramente commissionato da un mecenate olandese poiché l'evento è descritto come un successo olandese. Il punto focale del dipinto è l'affondamento del britannico "Andrew" che è stato l'unico successo olandese dell'azione. L'importanza congiunta di questo incidente e dell'artista potrebbe essere stata una forma di pubblicità per garantire che la sua partecipazione fosse riconosciuta. In un documento scritto alla fine della battaglia e allegato a una lettera di Jan Evertsen agli Stati Generali, van de Velde scrisse: "All'arrivo fu vista una nave da fuoco di Amsterdam, che aveva afferrato il contrammiraglio con la bandiera bianca , da cui molte persone stavano saltando fuori bordo era una nave antiquata, più grande della nave dell'ammiraglio Tromp e che montava ben sessanta cannoni. L'attacco non ha avuto pieno successo, ma alla fine la nave è affondata in una nuvola di fumo." Ha anche aggiunto che "... verso le 2 del pomeriggio ho visto 14 o 15 navi inglesi devastate... Una di esse è affondata e due erano in fiamme. Tutto questo può essere visto nei disegni fatti, nel modo più accurato possibile, nel fervore della battaglia.'

Il dipinto probabilmente apparteneva ad Harpert Tromp, figlio di Maerten Tromp (morto mentre comandava la flotta olandese a Scheveningen), e fratello minore di Cornelis Tromp. Nel 1750, quando fu ripulito, era nella collezione di Sir Edward Littleton di Teddesley Hall, vicino a Stafford. Una lettera di John Anderson, il pulitore di immagini, indirizzata a Littleton l'11 agosto 1756 è nella collezione del Museo: "La tua foto di Vandervelde [impostata] in uscita lunedì scorso dal carro di Litchfield, Saunders e Kirk, che spero arrivi molto al sicuro per te, perché è un'Immagine del Grande Maestro più bella che abbia mai visto».


Licenza [modifica]

Pubblico dominio Pubblico dominio falso falso

L'autore morì nel 1693, quindi quest'opera è nel dominio pubblico nel suo paese di origine e in altri paesi e aree in cui il termine di copyright è dell'autore vita più 100 anni o meno.

Questo lavoro è in dominio pubblico negli Stati Uniti perché è stato pubblicato (o registrato presso l'U.S. Copyright Office) prima del 1 gennaio 1926.


Modifica della licenza

Pubblico dominio Pubblico dominio falso falso

Questo lavoro è in dominio pubblico nel suo paese di origine e in altri paesi e aree in cui il termine di copyright è dell'autore vita più 100 anni o meno.

Devi anche includere un tag di dominio pubblico degli Stati Uniti per indicare il motivo per cui quest'opera è di dominio pubblico negli Stati Uniti.


Licenza

Pubblico dominio Pubblico dominio falso falso

Questo lavoro è in dominio pubblico nel suo paese di origine e in altri paesi e aree in cui il termine di copyright è dell'autore vita più 100 anni o meno.

Devi includere anche un tag di dominio pubblico degli Stati Uniti per indicare il motivo per cui quest'opera è di dominio pubblico negli Stati Uniti.


Risultati [ modifica | modifica sorgente]

Abraham Storck: "La battaglia dei quattro giorni" Greenwich, National Maritime Museum

La più grande battaglia navale della seconda guerra anglo-olandese e nell'era della vela fu una vittoria olandese. Tuttavia, il risultato è talvolta descritto come inconcludente, perché inizialmente entrambe le parti hanno rivendicato la vittoria. Subito dopo la battaglia i capitani inglesi dello squadrone di Rupert, non avendo visto l'esito finale, affermarono che De Ruyter si era ritirato per primo, visto poi normalmente come un riconoscimento della superiorità della flotta nemica. Sebbene alla fine la flotta olandese fosse stata costretta a porre fine all'inseguimento, era riuscita a paralizzare la flotta inglese e aveva perso solo quattro navi più piccole a loro volta, per il Spieghel si rifiutò di affondare e fu riparato. Il punto di vista olandese contemporaneo su questo argomento è espresso in un famoso epigramma del poeta Constantijn Huygens:

Due combattono — e per le loro vite Quello che ha causato la fila viene battuto, ma sopravvive E si vanta: "L'ho vinto adesso! Come padrone del campo!" E ha vinto? Di sicuro! A faccia in giù non poteva cedere: La sua vittoria era pura L'altro prese il suo cappello, il suo stocco e il suo oro E lo lasciò disteso, Il campo glorioso da tenere Così maestro è stato: I nostri vicini sono gli stessi: Se così gli piace vincere, gli auguriamo una fama duratura

Due mesi dopo la flotta inglese recuperata sfidò di nuovo la flotta olandese, ora con molto più successo a North Foreland nella battaglia di St. James's Day. Questa si è rivelata una vittoria parziale in quanto la flotta olandese non è stata distrutta. Gli enormi costi di riparazione dopo entrambe le battaglie impoverirono il tesoro inglese, quindi il Battaglia di quattro giorni di solito è visto sia come un fattore tattico che importante strategico vittoria per gli olandesi.


Guarda il video: Italia Breuil (Potrebbe 2022).