Podcast di storia

12 agosto 1941

12 agosto 1941


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

12 agosto 1941

Agosto

1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Diplomazia

Churchill e Roosevelt firmano la Carta Atlantica, un documento straordinario che deve essere firmato dal leader di un paese neutrale

Fronte Orientale

Il gruppo dell'esercito tedesco nord avanza verso Leningrado



12 agosto 1941 - Storia

Il primo ministro britannico Winston Churchill e il presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt a bordo di una nave da guerra al largo di Terranova durante la Conferenza atlantica. La conferenza ebbe luogo dal 9 al 12 agosto 1941 e sfociò nella Carta Atlantica, un proclama congiunto degli Stati Uniti e della Gran Bretagna che dichiarava che stavano combattendo le potenze dell'Asse per "assicurare la vita, la libertà, l'indipendenza e la libertà religiosa e per preservare la diritti dell'uomo e giustizia."

La Carta Atlantica è servita come pietra miliare per la successiva istituzione delle Nazioni Unite, stabilendo diversi principi per le nazioni del mondo, tra cui: la rinuncia a ogni aggressione, il diritto all'autogoverno, l'accesso alle materie prime, la libertà da desiderio e paura, libertà dei mari e disarmo delle nazioni aggressori.

(Credito fotografico: Archivi nazionali degli Stati Uniti)

Termini di utilizzo: È consentito solo il riutilizzo a casa/scuola privata non commerciale, non Internet di qualsiasi testo, grafica, foto, clip audio, altri file elettronici o materiali da The History Place.


Storia Bahá'í

12 agosto. In questa data, nel 1941, Shoghi Effendi scriveva ". la suprema verità che ad ogni nuovo scoppio di ostilità alla Fede, sia dall'interno che dall'esterno, una misura corrispondente di grazia effondente, sostenendo i suoi difensori e confondendo i suoi avversari, ha stato provvidenzialmente liberato, comunicando un nuovo impulso all'avanzata della Fede, mentre questo impeto, a sua volta, provocherebbe, attraverso le sue manifestazioni, nuova ostilità in ambienti fino ad allora ignari delle sue stimolanti implicazioni».

L'interazione dinamica dei processi di crisi e di vittoria caratterizza lo sviluppo della Fede.[12] Shoghi Effendi afferma che "il resoconto della sua tumultuosa storia" dimostra

". la suprema verità che ad ogni nuova esplosione di ostilità alla Fede, sia dall'interno che dall'esterno, una misura corrispondente di grazia effusiva, sostenendo i suoi difensori e confondendo i suoi avversari, è stata provvidenzialmente rilasciata, comunicando un nuovo impulso alla marcia in avanti della Fede, mentre questo impeto, a sua volta, provocherebbe, attraverso le sue manifestazioni, nuova ostilità in ambienti fino ad allora ignari delle sue stimolanti implicazioni …"


Tombe non contrassegnate

Ci sono circa 1.000 siti in cui gli ebrei sono stati fucilati in massa nella seconda guerra mondiale in Ucraina, secondo Mikhail Tyaglyy del Centro ucraino per gli studi sull'Olocausto, di cui solo la metà circa è contrassegnata da qualsiasi tipo di memoriale.

"In 25 anni di indipendenza, il nostro stato non ha mai elaborato una politica adeguata sull'Olocausto, o perché semplicemente non erano interessati o perché non si adattava alla loro particolare inclinazione ideologica", ha affermato Tyaglyy. "La giovane generazione di ucraini, in parte grazie a Maidan [proteste] e al nuovo interesse per il nazionalismo ucraino, non ha idea che la storia del movimento nazionalista ucraino è difficile e complicata e non riguarda solo l'eroismo".

Lo stesso giorno dell'inaugurazione a Rava Ruska, è stato aperto un altro monumento nel villaggio di Bakhiv, nel punto in cui sono stati fucilati circa 8.000 ebrei. Durante la cerimonia, due persone del posto, tra cui un funzionario locale, hanno gridato in segno di protesta per l'iscrizione, che incolpava i nazisti e le loro "forze locali sottomesse" per le uccisioni.

L'iscrizione è stata scelta dopo mesi di contrattazione sulla formulazione esatta con vari gruppi. Alcuni politici nazionalisti ucraini erano contrari a qualsiasi monumento in costruzione, ha affermato Irina Vereshchuk, ex sindaco di Rava Ruska, che ha sostenuto il progetto. Pensavano che fosse "inappropriato" avere un monumento particolarmente dedicato agli ebrei, ha detto.

In questi omicidi, le forze di polizia ucraine locali di solito non erano incaricate della sparatoria vera e propria, ma erano spesso coinvolte nel processo di raduno degli ebrei e nell'aiutare gli occupanti tedeschi in altri modi. Tuttavia, il ruolo della gente del posto nei crimini dei nazisti, così come i massacri di civili polacchi da parte dei nazionalisti ucraini, rimane un argomento controverso in Ucraina.

Yuri Shukhevych, figlio di uno dei principali leader nazionalisti ucraini, ha trascorso tre decenni nei campi sovietici a causa delle affiliazioni politiche della sua famiglia. Ora, 82 anni, è deputato e autore delle nuove leggi sulla storia. Alla domanda se fosse a suo agio con il monumento dell'Olocausto eretto a Rava Ruska che incolpava sia i locali che i tedeschi, Shukhevych ha deviato la domanda.

“Naturalmente è stata una battaglia crudele e ci sono state molte cose brutte che sono successe da tutte le parti. Indaghiamoli oggettivamente. Ma alla gente piace dire che i nostri nazionalisti hanno fatto cose ma i polacchi no. E che dire della polizia ebraica, la Judenrat, che selezionava e classificava gli ebrei? L'ho visto con i miei stessi occhi. Ma agli ebrei non piace parlarne”.

Tuttavia, c'è la speranza tra gli ebrei dell'Ucraina che la ristretta narrazione di un'eroica lotta per l'indipendenza da parte dei nazionalisti ucraini venga ampliata per consentire un adeguato studio dei crimini commessi contro di loro. A Rava Ruska, gli insegnanti locali hanno organizzato un programma educativo speciale per insegnare ai bambini l'antica eredità ebraica della città e i crimini dell'Olocausto. Col tempo, c'è la speranza che la "gara di atrocità" possa essere sostituita con il lutto e la commemorazione comuni.


Trattati e accordi

Trattato di amicizia, commercio e navigazione tra gli Stati Uniti e le Isole Sandwich (Hawaii), 1826 .

Il 23 dicembre 1826, gli Stati Uniti firmarono degli accordi nella forma tipica di un trattato di amicizia, commercio e navigazione con il Regno delle Hawaii a Honolulu, che confermava la pace e l'amicizia tra i popoli dei due paesi. L'accordo è stato firmato dal capitano dello sloop di guerra americano Peacock Thomas ap Catesby Jones, nominato dagli Stati Uniti, e dai Guardiani di Kauikeaouli, re delle Isole Sandwich: Elisabeta Kaahumanu, la regina reggente Karaimoku, il primo ministro Boki, Governatore di Oahu e guardiano personale del re Howapili, guardiano di Nahienaena, sorella del re e di Lidia Namahana, che era una regina vedova di Kamehameha I. Questo fu il primo trattato che il Regno delle Hawaii firmò con una potenza straniera. Non è mai stato ratificato dal Congresso, sebbene entrambi i paesi abbiano agito in conformità con i suoi articoli.

Trattato di amicizia, commercio, navigazione ed estradizione, 1849 .

Il 20 dicembre 1849, gli Stati Uniti e il Regno delle Hawaii firmarono un Trattato di amicizia, commercio, navigazione ed estradizione. Il trattato, negoziato dal Segretario di Stato americano John M. Clayton e dal Commissario speciale hawaiano presso il governo degli Stati Uniti James Jackson Jarves, è stato firmato a Washington, D.C.

Trattato di reciprocità, 1875 .

Il 30 gennaio 1875, il segretario di Stato americano Hamilton Fish e l'inviato straordinario del Regno delle Hawaii e ministro plenipotenziario negli Stati Uniti Elisha H. Allen firmarono un trattato di reciprocità. Questo trattato prevedeva l'importazione esente da dazi di prodotti agricoli hawaiani negli Stati Uniti. Al contrario, il Regno delle Hawaii ha permesso ai prodotti agricoli e ai manufatti degli Stati Uniti di entrare nei porti hawaiani in esenzione da dazi. Questo trattato era originariamente destinato a durare per una durata di sette anni.

Convenzione di reciprocità, 1884 .

Il 6 dicembre 1884, gli Stati Uniti e il Regno delle Hawaii firmarono una Convenzione di reciprocità, relativa alla reciprocità commerciale, che era un'estensione del Trattato di reciprocità del 1875.


Quando è stata l'estate più calda e cool mai registrata nella tua città?

L'estate può essere un periodo di caldo torrido negli Stati Uniti, ma sai quando si è verificata l'estate più calda e più fresca mai registrata dove vivi?

Quando un modello meteorologico ostinato con una forte cresta di alta pressione diventa prolungato o persistente, è possibile stabilire i record per l'estate più calda. Al contrario, quando il modello meteorologico durante l'estate è dominato da un tuffo verso sud nella corrente a getto sono possibili record per l'estate più fresca.

Abbiamo dato un'occhiata alle temperature medie (fattori sia di alta che di bassa temperatura ogni giorno) per giugno, luglio e agosto, nota come estate meteorologica, per 50 città negli Stati Uniti e calcolato quali sono stati gli anni più caldi e quali sono stati i più cool.

Di seguito è riportato uno sguardo più da vicino a ciò che abbiamo trovato.

Le estati più calde sono state abbastanza recenti per molte località

Delle 50 città che abbiamo esaminato, poco più della metà di queste ha avuto il periodo giugno-agosto più caldo dal 2010.

L'estate del 2010 ha visto le temperature più calde mai registrate in diverse località del nord-est e del sud:

  • New York City
  • Filadelfia (anche giugno 2010 è stato il giugno più caldo mai registrato)
  • Washington DC. (Giugno ha anche stabilito un record mensile)
  • Raleigh (Giugno è stato anche il giugno più caldo mai registrato)
  • Miami (stabilito anche un record mensile per giugno)
  • Louisville (Giugno è stato anche il giugno più caldo mai registrato)
  • Piccola roccia

L'estate successiva, 2011, è stata brutalmente calda e secca nelle pianure meridionali. Secondo il Drought Monitor degli Stati Uniti, più del 50 percento della regione meridionale composta da Texas, Oklahoma, Louisiana, Arkansas, Mississippi e Tennessee stava sperimentando una siccità eccezionale, la più alta categoria di siccità, entro la fine di agosto. Le seguenti località hanno visto la loro estate più calda nel 2011:

  • Houston (Sia giugno che agosto stabiliscono record mensili per giugno e agosto più caldi)
  • Dallas (stabilito anche un record mensile per agosto)
  • Oklahoma City (Imposta record mensili per luglio e agosto)
  • Midland, Texas (Giugno e agosto hanno stabilito i record mensili più caldi)
  • Albuquerque (agosto è stato l'agosto più caldo mai registrato)

Più a est, Tallahassee ha visto anche la sua estate più calda nel 2011. La temperatura più calda mai registrata qui è stata fissata a giugno a 105 gradi e agosto 2011 è l'agosto più caldo mai registrato.

L'estate del 2012 è stata la più calda mai registrata in Denver e Cheyenne, Wyoming, e il 2012 detiene anche il record per la maggior parte dei 100 gradi-giorno a Denver con 13.


Questo giorno nella storia del tempo: 12 agosto

  • Pubblicazioni
  • Blog
  • Meteo dell'aviazione
  • osservazioni
  • Briefing meteo
  • Meteo invernale
  • Prospettive migliorate per condizioni meteorologiche pericolose
  • Skyscanner
  • Meteo Radio
  • Programma COOP
  • Prodotti di testo
  • Top News Archivi
  • Previsioni di viaggio
  • Informazioni sul nostro ufficio

Storia del tempo - 12 agosto

Eventi locali e regionali:

12 agosto 1986:

I temporali hanno prodotto 2,53 pollici di pioggia in venti minuti nel centro di Rapid City. La forte pioggia ha causato allagamenti di strade e scantinati. La grandine delle dimensioni di una pallina da golf è caduta a Zeona, nella contea di Perkins, coprendo il terreno.

Eventi negli Stati Uniti e nel mondo per il 12 agosto:

1752: Quanto segue è tratto dai Diari del Rev. Thomas Smith e del Rev. Samuel Deane, pubblicati nel 1849. "La sera ci furono tuoni e fulmini lugubri, e abbondanza di pioggia, e un uragano come non fu mai simile in questi parti del mondo.&rdquo Questo uragano ha colpito Portland, nel Maine. Clicca QUI per leggere i loro Diari.

2004: L'uragano Charley è stata la terza tempesta nominata e il secondo uragano della stagione degli uragani atlantici del 2004. Charley è durato dal 9 al 15 agosto e, alla sua massima intensità, ha raggiunto venti di 150 mph, rendendolo un forte uragano di categoria 4 sulla scala degli uragani Saffir-Simpson. Ha atterrato nel sud-ovest della Florida alla massima potenza, rendendolo l'uragano più potente che abbia colpito gli Stati Uniti da quando l'uragano Andrew ha colpito la Florida nel 1992.

2005: Un tornado colpisce Wright, nel Wyoming, una comunità di minatori di carbone, uccidendo due persone e distruggendo 91 case e danneggiandone altre 30 nei dintorni della città.

Clic QUI per saperne di più Questo giorno nella storia del tempo dal Centro climatico regionale del sud-est.


Wilson è nato Frederick August Kittel a Pittsburgh, in Pennsylvania, il 27 aprile 1945. Sua madre, Daisy Wilson, era di origini afroamericane. Suo padre era un immigrato tedesco di nome Frederick Kittel.

Da bambino, Kittel ha frequentato la St. Richard's Parochial School. Quando i suoi genitori divorziarono, lui, sua madre e i suoi fratelli si trasferirono dalla povera zona di Bedford Avenue a Pittsburgh al quartiere prevalentemente bianco di Oakland. Dopo aver affrontato l'incessante bigottismo dei suoi compagni di classe alla Central Catholic High School, si è trasferito alla Connelly Vocational High School e successivamente alla Gladstone High School. All'età di 15 anni, Wilson ha seguito un'istruzione indipendente presso la Carnegie Library di Pittsburgh, dove avrebbe conseguito il diploma di scuola superiore.


Reggimento Essex durante la prima guerra mondiale

Dal 1815 l'equilibrio delle forze in Europa era stato mantenuto da una serie di trattati. Nel 1888 Guglielmo II fu incoronato "imperatore tedesco e re di Prussia" e passò da una politica di mantenimento dello status quo a una posizione più aggressiva. Non rinnovò un trattato con la Russia, allineò la Germania con il declinante impero austro-ungarico e iniziò a costruire una marina che rivaleggiasse con quella della Gran Bretagna. Queste azioni preoccuparono molto i vicini della Germania, che rapidamente stipularono nuovi trattati e alleanze in caso di guerra. Il 28 giugno 1914 Francesco Ferdinando, erede al trono austro-ungarico, fu assassinato dal gruppo nazionalista serbo-bosniaco Giovane Bosnia che voleva l'indipendenza pan-serba. L'imperatore austro-ungarico di Francesco Giuseppe (con il sostegno della Germania) ha risposto in modo aggressivo, presentando alla Serbia un ultimatum intenzionalmente inaccettabile, per provocare la guerra in Serbia. La Serbia accettò 8 dei 10 termini e il 28 luglio 1914 l'Impero Austro-Ungarico dichiarò guerra alla Serbia, producendo un effetto a cascata in tutta Europa. La Russia legata da un trattato alla Serbia dichiarò guerra all'Austria-Ungheria, la Germania dichiarò guerra alla Russia e la Francia dichiarò guerra alla Germania. L'esercito tedesco attraversò il Belgio neutrale per raggiungere Parigi, costringendo la Gran Bretagna a dichiarare guerra alla Germania (a causa del Trattato di Londra (1839) per cui la Gran Bretagna accettò di difendere il Belgio in caso di invasione). Entro il 4 agosto 1914 la Gran Bretagna e gran parte dell'Europa furono trascinate in una guerra che sarebbe durata 1.566 giorni, sarebbe costata 8.528.831 vite e 28.938.073 vittime o dispersi da entrambe le parti.

Il reggimento radunò 30 battaglioni e ottenne 62 Battle Honors e 1 Victoria Crosse, perdendo 8.860 uomini nel corso della guerra.

1° Battaglione
04.08.1914 Di stanza a Mauritius.
Dic 1914 Ritorna in Inghilterra e si trasferisce a Harwich, nell'Essex.
18.01.1915 Si trasferisce a Banbury per unirsi all'88a Brigata della 29a Divisione.
05.03.1915 Trasferito a Warwick.
21.03.1915 Imbarcato a per Gallipoli da Avonmouth via Alessandria e Mudros.
25.04.1915 Sbarcato a Gallipoli e impegnato in varie azioni contro l'esercito turco tra cui
1915
La prima battaglia di Krithia, la seconda battaglia di Krithia, la terza battaglia di Krithia, la battaglia di Gully Ravine, la battaglia di Krithia Vineyard, la battaglia di Scimitar Hill.
08.01.1916 Evacuato da Gallipoli in Egitto a causa di gravi vittime di combattimenti, malattie e condizioni meteorologiche avverse.
16.03.1916 Imbarcato per la Francia da Alessandria in arrivo a Marsiglia e la Divisione impegnata in varie azioni sul fronte occidentale tra cui
1916
La battaglia di Alberto, La battaglia delle creste di Transloy,
1917
La prima battaglia delle Scarpe, la seconda battaglia delle scarpe, la terza battaglia delle scarpe, la battaglia di Langemarck, la battaglia di Broodseinde, la battaglia di Poelcapelle, la battaglia di Cambrai.
04.02.1918 Trasferito alla 112a Brigata della 37a Divisione
1918
La battaglia dell'Ancre, La battaglia dell'Alberto, La battaglia di Havrincourt, La battaglia del Canal du Nord, La battaglia di Cambrai, L'inseguimento della Selle, La battaglia della Selle, La battaglia della Sambre.
11.11.1918 Fine della guerra a Bethencourt N.W. di Le Cateau, Francia.

2° Battaglione
04.08.1914 Di stanza a Chatham come parte della 12th Brigata della 4th Divisione e poi si trasferì a Cromer, Norwich e Harrow.
24.08.1914 Mobilitato per la guerra e sbarcato a Le Havre, trasferendosi alla 12th Brigata della 36th Divisione.
05.11.1915 – 03.02.1916 addetto alla 109th Brigata della stessa Divisione, inizialmente concentrata intorno a Flesselles e adibita alla 4° Divisione per familiarizzazione e addestramento di trincea.
03.02.1916 Restituita alla 12a Brigata, la Divisione ha assunto la sezione di prima linea tra il fiume Ancre e la strada Mailly-Maillet a Serre e impegnata in varie azioni tra cui
La battaglia di Alberto.
1917
La battaglia di Messines, la battaglia di Langemarck, le operazioni di Cambrai, la cattura di Bourlon Wood.
1918
La battaglia di San Quintino, Le azioni ai valichi della Somme, La battaglia di Rosieres, La battaglia di Messines, La battaglia di Bailleul, La prima battaglia di Kemmel Ridge, La battaglia di Ypres, La battaglia di Courtrai, L'azione di Ooteghem.
11.11.1918 Fine della guerra ad Artres a sud di Valenciennes, in Francia.

3° (Riserva) Battaglione
04.08.1914 Di stanza a Warley e poi trasferito ad Harwich.
Mar 1916 Si trasferisce a Felixstowe.

31.10.1918 Fine della guerra vicino a Beirut, in Palestina.

1/6 e 1/7 forze territoriali del battaglione
04.08.1914 Il 1/6 di stanza a West Ham e il 1/7 di stanza a Walthamstow entrambi come parte della Brigata Essex della East Anglian Division e poi trasferiti a Norwich.
Aprile 1915 Si trasferì a Colchester e la formazione divenne la 161a Brigata della 54a Divisione e poi si trasferì ad At Albans.
21.07.1915 Imbarcato per il Mediterraneo da Devonport, Plymouth via Lemnos.
12.08.1915 Sbarcato a Suvla Bay e impegnato in varie azioni contro l'esercito turco.
04.12.1915 Evacuato da Gallipoli a Mudros a causa di gravi vittime di combattimenti, malattie e condizioni meteorologiche avverse.
17.12.1915 Schierato ad Alessandria
1916
Difesa del Canale di Suez
1917
La prima battaglia di Gaza, la seconda battaglia di Gaza, la terza battaglia di Gaza, la cattura di Gaza, la battaglia di Jaffa.
1918
La lotta a Ras el'Ain, Le operazioni a Berukin, La battaglia di Sharon.
31.10.1918 Fine della guerra vicino a Beirut, in Palestina.

1/8th (Ciclisti) Battaglione Forza Territoriale
04.08.1914 Di stanza a Colchester e poi trasferito in Essex e di stanza a H.Q. a Wivenhoe.
Gen 1917 Si trasferì a Southminster aggregato alla 73a Divisione.
Ottobre 1917 Si trasferisce a Margate.
Febbraio 1918 Si trasferisce in Irlanda a Enniskillen.
Mar 1918 Si trasferisce a Curragh poi Tulla Co. Clare.
Ott 1918 Si trasferisce a Naas Co. Kildare.

2/4th Battaglione Forza Territoriale
Ottobre 1914 Formato a Brentwood e poi trasferito a Stamford come parte della 206a Brigata della 69a Divisione.
Gennaio 1915 Si trasferisce a Yarmouth e poi a Thetford.
Dicembre 1915 Sciolto.

2/5 e 2/6 forze territoriali del battaglione
Ott 1914 Il 2/5 si formò a Chelmsford.
Nov 1914 Il 2/6th si formò a West Ham e poi entrambi si trasferirono a Peterborough come parte della 206th Brigade of the 69th Division e poi a Thetford.
Luglio 1916 Trasferito ad Harrogate.
Aprile 1917 Si trasferisce a Welbeck e poi a Middlesbrough.
Mar 1918 Sciolto.

2/7 ° Battaglione Forza Territoriale
Nov 1914 Formata a Walthamstow e poi si trasferisce a Peterborough come parte della 206a Brigata della 69a Divisione e poi a Thetford.
Luglio 1916 Trasferito ad Harrogate.
Aprile 1917 Si trasferisce a Welbeck.
10.10.1917 Trasferito a Ramsgate e trasferito alla 201st brigata della 67th Divisione
Mar 1918 Sciolto.

2/8th (ciclisti) battaglione forza territoriale
Settembre 1914 Formata a Colchester.
Mar 1915 Si trasferì a Great Clacton e poi a Mistley & Manningtree.
Agosto 1916 Si trasferì a Foxhall Heath, Ipswich e poi a Faversham.
Aprile 1917 Si trasferisce a Little Clacton e poi a Hollesley Bay, Suffolk.
Aprile 1918 Si trasferì a Bawdsey aggregato alla 67a Divisione.

3/4th 3/5th 3/6th & 3/7th Battaglione Forza Territoriale
Maggio 1915 Si forma a Brentwood, Chelmsford, West Ham e Walthamstow e poi si trasferisce a Windsor Great Park.
Ottobre 1915 Trasferito ad Halton Park.
08.04.1916 Diventa il 4°, 5°, 6° e 7° battaglione di riserva.
01.09.1916 Il 4 ° ha assorbito il resto come parte del battaglione di riserva dell'East Anglian.
Agosto 1917 Si trasferisce a Crowborough.
Agosto 1918 Trasferito a Hastings.

3/8th (Ciclisti) Battaglione Forza Territoriale
Aprile 1915 Formata a Colchester.
Aprile 1916 Sciolto.

9° (servizio) battaglione
Agosto 1914 Formato a Warley e poi trasferito a Shorncliffe come parte della 35a brigata della 12a divisione.
Mar 1915 si trasferisce a Blenheim Barracks, Aldershot.
31.05.1915 Mobilitato per la guerra e sbarcato a Boulogne e impegnato in varie azioni sul fronte occidentale tra cui
1915
La battaglia di Loos.
1916
La battaglia di Albert, la battaglia di Pozieres, la battaglia di Le Transloy.
1917
La prima battaglia delle Scarpe, la battaglia di Arleux, la terza battaglia delle Scarpe, le operazioni di Cambrai.
1918
La battaglia di Bapaume, la prima battaglia di Arras 1918, la battaglia di Amiens, la battaglia di Alberto, la battaglia di Epehy, l'avanzata finale nell'Artois.
11.11.1918 Fine della guerra a Hergnies, a est di Orchies, in Francia.

10° Battaglione (di servizio)
Settembre 1914 Formata a Warley e poi si trasferisce a Shorncliffe come parte della 53a Brigata della 18a Divisione e poi si trasferisce a Colchester.
Mar 1915 Si trasferisce a Codford St. Mary.
26.07.1915 Mobilitato per la guerra e sbarcato a Boulogne e impegnato in varie azioni sul fronte occidentale tra cui
1916
La battaglia di Albert, la battaglia di Bazentin Ridge, la battaglia di Delville Wood, la battaglia di Thiepval Ridge, la battaglia di Ancre Heights, la battaglia di Ancre.
1917
Operazioni sull'Ancre, la ritirata tedesca sulla linea Hindenburg, la terza battaglia della Scarpe, la battaglia di Pilkem Ridge, la battaglia di Langemarck, la prima battaglia di Passchendaele, la seconda battaglia di Passchendaele.
1918
La battaglia di San Quintino, La battaglia dell'Avre, Le azioni di Villers-Brettoneux, La battaglia di Amiens, La battaglia di Alberto, La seconda battaglia di Bapaume, La battaglia di Epehy, La battaglia del canale di San Quintino, La battaglia delle Selle, La battaglia della Sambre.
11.11.1918 Fine della guerra a Le Cateau, Francia.

11° Battaglione (di servizio)
Settembre 1914 Formata a Warley come parte della Terza Nuova Armata (K3) e poi si trasferisce a Shoreham per unirsi alla 71st Brigata della 24th Divisione.
Gennaio 1915 Si trasferì a Brighton e poi di nuovo a Shoreham e poi a Blackdown.
30.08.1915 Mobilitato per la guerra e sbarcato a Boulogne.
11.10.1915 Trasferito alla 71st Brigata della 6th Divisione.
27.10.1915 Trasferito alla 18th Brigata della 6th Divisione e impegnato in varie azioni sul fronte occidentale tra cui
1916
La battaglia di Flers-Courcelette, la battaglia di Morval, la battaglia di Le Transloy.
1917
La battaglia di Hill 70, le operazioni di Cambrai
1918
La battaglia di St Quentin, La battaglia di Bailleul, La prima battaglia di Kemmel Ridge, La seconda battaglia di Kemmel Ridge, L'avanzata nelle Fiandre, La battaglia di Epehy, La battaglia del canale di St Quentin, La battaglia di Beaurevoir, La battaglia di Cambrai 1918, L'inseguimento al Selle, La battaglia del Selle.
L'11.11.1918 pose fine alla guerra a Becquigny, a nord di Bohain, in Francia.

12° (Riserva) Battaglione
26.10.1914 Formato ad Harwich come battaglione di servizio della Quarta Nuova Armata (K4) come parte della 106a Brigata della 35a Divisione.
Gennaio 1915 Si trasferisce a White City, Londra.
10.04.1915 Divenne il 2° battaglione di riserva e poi si trasferì a Colchester.
Mar 1916 Tornato ad Harwich come parte della 6th Reserve Brigade.
01.09.1916 Assorbito nel battaglione di riserva di addestramento.

13° Battaglione (di servizio) (West Ham)
27.12.1914 Formata dal sindaco e dal distretto di West Ham e poi trasferita a Brentwood.
01.07.1915 Rilevato dal Ministero della Guerra e poi trasferito a Clipstone come parte della 100a Brigata della 33a Divisione e poi trasferito a Perham Down, nella pianura di Salisbury.
17.11.1915 Mobilitato per la guerra e sbarcato a Boulogne
22.12.1915 Trasferito alla 6th Brigata della 2nd Divisione e trasferito a Bethune, impegnato in varie azioni sul fronte occidentale tra cui
1916
La battaglia di Delville Wood, La battaglia dell'Ancre, Operazioni sull'Ancre.
1917
La ritirata tedesca sulla linea Hindenburg, la prima battaglia delle Scarpe, la battaglia di Arleux, la seconda battaglia delle scarpe, la battaglia di Cambrai.
10.02.1918 Sciolto in Francia.

14° (Riserva) Battaglione
Settembre 1915 Formato come battaglione di riserva locale dalle compagnie deposito del 13° battaglione a Brentwood.
Luglio 1915 Si trasferisce a Cambridge e poi a Colchester come parte della 23a brigata di riserva.
Gennaio 1916 Si trasferisce a Northampton e poi a Tweseldown, Aldershot.
01.09.1916 divenne il 98° Battaglione di riserva di addestramento della 23a Brigata di riserva.

15° Battaglione Forza Territoriale
01.01.1917 Formato a Yarmouth dal 65esimo battaglione provvisorio come parte della 225a brigata.
27.04.1918 Diventa un battaglione della guardia della guarnigione.
Maggio 1918 Mobilitato per la guerra e sbarcato in Francia.
12.05.1918 Trasferito alla 177a Brigata della 59a Divisione
16.07.1918 Il titolo di "Garrison" è caduto e si è impegnato in varie azioni tra cui
L'avanzata finale generale nell'Artois e nelle Fiandre
11.11.1918 Fine della guerra a Grand Rejet a nord di Tournai, Belgio.

16° Battaglione Forza Territoriale
01.01.1917 Formata alla flotta dal 66° battaglione provvisorio come parte della 213a brigata della 77a divisione.
marzo 1917 si trasferisce a Colchester.
Dicembre 1917 Sciolto.

17° Battaglione Forza Territoriale
01.01.1917 Formata a Sheringham dal 67º Battaglione Provvisorio come parte della 223a Brigata.
Luglio 1917 Si trasferì a Weybourne dove rimase.

18° Battaglione (servizio a domicilio)
27.04.1918 formato a Yarmouth per sostituire il 15° Battaglione della 225a Brigata.

1° Battaglione Guarnigione
21.07.1915 Formata a Denham, Buckingham
24.08.1915 Imbarcato per Gallipoli da Devonport via Mudros arrivo 03.09.1915
Febbraio 1916 Evacuato da Gallipoli in Egitto a causa di gravi perdite dovute a combattimenti, malattie e condizioni meteorologiche avverse.
Rimase in Egitto fino alla fine della guerra.

2° Battaglione Guarnigione
Gen 1916 Formata ad Halton Park e poi dispiegata in India dove è rimasta.


Sito web di Don Tow's

Hong Kong era una colonia britannica prima e dopo la seconda guerra mondiale, ma dal 25/12/1941 al 15/8/1945, quando il Giappone si arrese, Hong Kong fu sotto il controllo del Giappone. Questo articolo racconta il massacro e le atrocità commesse dalle truppe giapponesi durante quei tre anni e otto mesi di occupazione di Hong Kong. Lo scopo di raccontare questi eventi non è colpire il Giappone o generare odio per il Giappone, ma assicurarsi che non dimentichiamo le lezioni della storia in modo che eventi simili non si ripetano in futuro. Ciò è particolarmente importante considerando che l'attuale primo ministro giapponese ha recentemente negato qualsiasi grave atrocità commessa dal Giappone durante la seconda guerra mondiale e che i libri di testo scolastici giapponesi hanno riscritto la storia.

Il Giappone iniziò la sua invasione di Hong Kong l'8/12/1941 (o il 7/12/1941 ora degli Stati Uniti, lo stesso giorno in cui il Giappone attaccò Pearl Harbor). La Gran Bretagna consegnò Hong Kong al Giappone il giorno di Natale, il 25/12/1941, in un giorno che la gente di Hong Kong chiamava Black Christmas.

Sebbene ciò che accadde a Hong Kong durante questo periodo impallidisce rispetto a ciò che accadde durante il massacro di Nanchino del 1937-38, molti massacri e atrocità furono commessi dai soldati giapponesi contro i cinesi, i britannici, i canadesi e altre persone che vivevano a Hong Kong in quel momento.

Nei primi giorni sono state stuprate fino a 10.000 donne. Decine di migliaia, tra cui donne e bambini, furono uccisi. Molti altri morirono di fame. Molte parti di Hong Kong sono state saccheggiate e bruciate, e molti residenti sono partiti, deportati o sono fuggiti anche nelle aree della Cina continentale colpite da carestie/malattie. Fondamentalmente un regno del terrore ha governato Hong Kong durante quei tre anni e otto mesi, con il risultato che la popolazione di Hong Kong di 1,6 milioni si è ridotta a 600.000 alla fine di quel periodo.

Le atrocità non erano solo contro i cinesi, ma anche contro britannici, canadesi e persone di altre nazionalità. Ad esempio, in un ospedale per soldati britannici feriti, i soldati giapponesi hanno massacrato 170 soldati in convalescenza e alcuni membri del personale ospedaliero. Gli occhi, le orecchie, il naso, la lingua o gli arti sono stati tagliati a molte vittime. Settanta dei soldati sono stati uccisi con le spade mentre erano a letto. Le sette infermiere dell'ospedale sono state violentate, a volte mentre giacevano sopra i corpi dei soldati britannici assassinati. Anche diverse infermiere sono state massacrate e una di loro ha quasi avuto la testa mozzata. Tutte queste azioni erano in completa violazione dell'Accordo della Croce Rossa di Ginevra del 1864 (che fu l'inizio dell'istituzione della Croce Rossa Internazionale) per quanto riguarda il trattamento dei prigionieri di guerra.

Dopo 18 giorni di combattimenti e bombardamenti e gli inglesi si arresero il 25/12/1941, molte persone uscirono dai rifugi antiaerei. Dopo aver visto molti soldati giapponesi dall'aspetto meschino con le pistole puntate contro di loro, alcuni sono scappati per paura o non erano in grado di capire il comando giapponese di fermarsi, sono stati uccisi sul posto. Alcuni bambini hanno pianto e prima che i genitori potessero smettere di piangere, i bambini sono stati colpiti e uccisi.

Alcune delle atrocità sono continuate anche dopo la resa del Giappone il 15/08/1945. Ad esempio, durante il 16-8-26/1945, una piccola guarnigione di soldati giapponesi nella Baia del minerale d'argento nell'isola di Lantau (dove attualmente si trova il nuovo aeroporto internazionale di Hong Kong) impazzì e massacrò, derubarono e bruciò quasi tutto ciò che vedeva. , in tal modo quasi cancellato diversi piccoli villaggi in questa baia.

Molte persone innocenti sono state uccise anche a causa dell'applicazione arbitraria e ingiusta del coprifuoco e di altre regole. Ad esempio, una volta un figlio di otto anni, vedendo sua madre e un fratello minore tornare a casa, attraversò di corsa la strada per incontrarli. Tutti e tre furono uccisi a colpi di arma da fuoco a causa del coprifuoco che vietava l'attraversamento di quella strada. Spesso le regole erano lasciate volutamente ambigue o non ben pubblicizzate, in modo che i soldati giapponesi potessero imporre punizioni severe, incluso l'uccisione, ai trasgressori.

Di fronte a questo regno di terrore, molte persone hanno anche compiuto atti eroici. Ad esempio, in un hotel a Shallow Water Bay, i soldati giapponesi hanno trovato diversi soldati britannici gravemente feriti e hanno pianificato di ucciderli. Un'infermiera straniera si è messa davanti e ha detto che se vuoi ucciderli, devi prima uccidere me. In quell'occasione i soldati giapponesi si ritirarono. Il dottor Hu, un medico e capo di un ospedale pubblico, di tasca propria ha fornito cibo e medicine a molti orfani e ha anche fornito cure mediche gratuite a questi orfani. Senza il suo aiuto, molti di questi orfani sarebbero morti di fame. C'era anche un'organizzazione clandestina britannica nel sud della Cina, chiamata B.A.A.G., che aiutò oltre 600 soldati dell'alleanza (inclusi britannici e canadesi) a fuggire in territori sicuri, e oltre 120 europei e 550 cinesi fuggirono dai territori controllati dai giapponesi a Hong Kong e in Cina.

Invece di imparare dalla storia per evitare di ripetere questo tipo di massacri e atrocità, purtroppo il governo giapponese nega la loro esistenza. Proclamano pubblicamente che questi eventi sono stati inventati nonostante così tanti resoconti di testimoni oculari e hanno riscritto la storia nei loro libri di testo scolastici. Anche i loro alti capi di governo rendono regolarmente omaggio al santuario giapponese dove furono sepolti molti dei criminali di guerra.

È importante che le persone amanti della pace del mondo ricordino le seguenti citazioni:


Guarda il video: Eastern Front of WWII animated: 1941 (Potrebbe 2022).