Podcast di storia

Le attrazioni turistiche più famose di Dubrovnik

Le attrazioni turistiche più famose di Dubrovnik


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

1. Mura della città di Dubrovnik

Le mura della città di Dubrovnik sono il sito più iconico di questa città e rappresentano alcune delle fortificazioni medievali meglio conservate al mondo. Circondando completamente la città dal XIII secolo, la cinta muraria continuò ad essere rafforzata e migliorata fino al XVI secolo. Ora misurando 2 km di lunghezza, le mura sono punteggiate da imponenti fortezze e porte. Le mura stesse sono generalmente spesse 6 metri e alte 24 metri. Oggi, una passeggiata lungo le mura è parte integrante della propria visita e offre una buona panoramica della storia della città.


Dal 2012, l'anno prima dell'adesione della Croazia all'UE, il numero di arrivi turistici annuali è aumentato di quasi 6 milioni. [2] Gli economisti sostengono che l'adesione della Croazia all'UE l'ha resa una località turistica più desiderabile a causa del reinvestimento nella loro economia, delle barriere commerciali più aperte e dei minori controlli doganali. [3] [4]

Il turismo è abbastanza ben sviluppato in Croazia, ma ha spazio per svilupparsi ulteriormente. Solo il 15% della costa, la principale attrazione turistica della Croazia, è urbanizzato e sono in corso molti progetti per sviluppare gradualmente ancora di più il settore turistico della Croazia. [5] La Strategia di sviluppo del turismo croato ha l'obiettivo di rendere la Croazia una destinazione turistica riconosciuta a livello mondiale per tutte le stagioni e sta lavorando per raggiungere questo obiettivo creando più alloggi di lusso, inclusi hotel e servizi turistici, o ristrutturando quelli più vecchi. [5] La Croazia ha anche uno degli Osservatori del turismo sostenibile dell'UNWTO, parte della Rete internazionale degli osservatori del turismo sostenibile (INSTO) dell'organizzazione. L'Osservatorio è considerato un impegno per il monitoraggio e la costruzione di un turismo sostenibile. [6]

L'Ente Nazionale Croato per il Turismo ha diviso la Croazia in sei distinte regioni turistiche.

Istria Modifica

La costa occidentale della penisola istriana ha diverse città storiche risalenti all'epoca romana, come la città di Umago, che ospita l'annuale torneo di tennis Croatia Open ATP su campi in terra battuta. [7]

La città di Parenzo è nota per la Basilica Eufrasiana, protetta dall'UNESCO, che comprende mosaici del VI secolo raffiguranti l'arte bizantina. [8] La pianta della città mostra ancora l'antica struttura romana Castrum con strade principali decumano e Cardo Massimo ancora conservati nelle loro forme originarie. Marafor è una piazza romana con annessi due templi. Uno di questi, eretto nel I secolo, è dedicato al dio romano Nettuno. [9] Originariamente una chiesa francescana gotica costruita nel XIII secolo, la sala della 'Dieta Istriana' è stata rimaneggiata in stile barocco nel XVIII secolo.

La città più grande della regione, Pola, possiede uno degli anfiteatri meglio conservati al mondo, ancora utilizzato per festival ed eventi. È circondato da complessi alberghieri, resort, campi e impianti sportivi. Nelle vicinanze si trova il parco nazionale di Brioni, ex residenza estiva del defunto presidente jugoslavo Josip Broz Tito. [10] Le ville ei templi romani giacciono ancora sepolti tra i campi coltivati ​​e lungo il litorale dei villaggi di pescatori e contadini circostanti. Le acque costiere offrono spiagge, pesca, immersioni sui relitti di antiche galee romane e navi da guerra della prima guerra mondiale, immersioni dalla scogliera e vela. [11] Pola è il punto finale della pista ciclabile EuroVelo 9 che va da Danzica sul Mar Baltico attraverso la Polonia, la Repubblica Ceca, l'Austria, la Slovenia e la Croazia.

La città di Rovigno contiene zone costiere ben frastagliate con una serie di piccole baie nascoste da una fitta vegetazione, aperte ai naturisti. Sebbene le spiagge non siano specificate come naturiste, i naturisti le frequentano. [12]

L'interno è verde e boscoso, con piccoli paesi in pietra sulle colline, come Montona. Il fiume Quieto scorre sotto la collina. Dall'altra parte del fiume si trova la foresta di Montona, un'area di circa 10 chilometri quadrati nella valle del fiume Quieto, di cui 280 ettari (2,8 km 2 ) sono particolarmente protetti. Questa zona si differenzia non solo dai boschi vicini, ma anche da quelli dell'intera regione carsica circostante per la fauna selvatica, il terreno umido e i tartufi (Tuber magnatum) che vi crescono. Dal 1999, Montona ha ospitato il Motovun Film Festival internazionale per film indipendenti dagli Stati Uniti e dall'Europa. [13] Groznjan, un'altra città di collina, ospita un festival jazz di tre settimane ogni luglio.

Quarnero e altopiani Modifica

Una delle regioni più diverse, l'intero Golfo del Quarnero offre uno scenario suggestivo, con alte montagne che si affacciano su grandi isole nel mare. Opatija è la più antica località turistica della Croazia, la sua tradizione turistica risale al 19° secolo. [14]

Le antiche città insulari veneziane di Rab e Lošinj sono destinazioni turistiche popolari. L'isola di Rab è ricca di patrimonio culturale e monumenti storico-culturali. Rab è anche conosciuta come pioniera del naturismo dopo la visita del re Edoardo VIII e della signora Wallis Simpson. [15] L'isola offre natura, spiagge, patrimonio ed eventi come il torneo di arbalest di Rab e il festival medievale di Rab – Rapska Fjera. Con circa 2600 ore di sole all'anno, l'isola di Lussino è una destinazione turistica per sloveni, italiani e tedeschi nei mesi estivi. L'umidità media dell'aria è del 70% e la temperatura media estiva è di 24 °C (75 °F) e 7 °C (45 °F) durante l'inverno. [16]

Le regioni interne Gorski kotar, Velebit e Lika hanno cime montuose, foreste e campi, molte specie animali tra cui orsi e i parchi nazionali di Risnjak e dei laghi di Plitvice. Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice si trova nell'altopiano di Plitvice che è circondato da tre montagne che fanno parte delle Alpi Dinariche: la montagna Plješevica (cima Gornja Plješevica 1.640 m), la montagna Mala Kapela (cima Seliški Vrh a 1.280 m) e Medveđak (884 m) . [17] Il Parco nazionale è sorretto da rocce carsiche, principalmente dolomitiche e calcaree con annessi laghi e grotte, questo ha dato origine alla caratteristica più distintiva dei suoi laghi. I laghi sono separati da dighe naturali di travertino, che si deposita per azione di muschi, alghe e batteri. Le piante ed i batteri incrostati si accumulano uno sopra l'altro formando barriere di travertino che crescono ad una velocità di circa 1 cm all'anno. I sedici laghi sono separati in un gruppo superiore e inferiore formato dal deflusso dalle montagne, che scendono da un'altitudine di 636-503 m (2.087 a 1.650 piedi) su una distanza di circa otto km, allineati in direzione sud-nord.

I laghi coprono complessivamente un'area di circa due chilometri quadrati, con l'acqua che esce dal lago più basso per formare il fiume Korana. I laghi sono divisi nei 12 Laghi Superiori (Gornja jezera) e i quattro Laghi Inferiori (Donja jezera): [18] Sotto le cascate di travertino a volte cresce il muschio di Cratoneuron, il muschio si incrosta di travertino e il muschio fresco cresce più lontano, prima si forma una rupe ma poi si forma un tetto di grotta sotto la rupe. Se l'acqua continua a scorrere la grotta diventa progressivamente più grande. Sono presenti anche grotte calcaree. L'area ospita anche una grandissima varietà di specie animali e di uccelli. Fauna rara come l'orso bruno europeo, il lupo, l'aquila, il gufo, la lince, il gatto selvatico e il gallo cedrone si possono trovare lì, insieme a molte specie più comuni. Sono state registrate almeno 126 specie di uccelli, di cui 70 sono state registrate come nidificanti.

Dalmazia Modifica

Zara Modifica

Questa regione si rivolge allo yachting e ai viaggi di piacere. Il Parco Nazionale di Kornati ha centinaia di isole per lo più disabitate. Kornat, la più grande delle isole con una superficie totale di 32.525.315 m 2 (350.099.577 piedi quadrati), comprende i due terzi della superficie del parco. Sebbene l'isola sia lunga 25,2 km, non è più larga di 2,5 km. [19] Il parco è gestito dalla città di Murter, sull'isola di Murter, ed è collegato alla terraferma da un ponte levatoio.

Zara, la più grande città della regione, ha acquisito la sua struttura urbana in epoca romana durante il periodo di Giulio Cesare e dell'imperatore Augusto, la città fu fortificata e furono costruite le mura della città con torri e porte. Sul lato occidentale dell'abitato si trovavano il foro, la basilica e il tempio, mentre fuori l'abitato si trovavano l'anfiteatro ei cimiteri. L'acquedotto che riforniva d'acqua il paese è parzialmente conservato. All'interno dell'antico abitato si era sviluppato un borgo medievale con la costruzione di una serie di chiese e monasteri. [20]

L'interno ha pianure miste e montagne, con il canyon di Paklenica come attrazione principale. Il Parco Nazionale di Paklenica è il sito di arrampicata più visitato in Croazia e il più grande dell'Europa sudorientale. La vicinanza all'acqua di mare consente ai turisti di combinare arrampicata, escursionismo e sport acquatici. Ci sono oltre 360 ​​percorsi attrezzati e migliorati di vari livelli di difficoltà e lunghezze all'interno dei siti di arrampicata di Paklenica. [21] La principale stagione di arrampicata inizia in primavera e termina nel tardo autunno. L'area del Parco comprende 150-200 km di sentieri e percorsi destinati sia ai turisti che agli alpinisti. I sentieri del Parco sono segnalati con tabelloni e cartelli alpinistici.

L'isola di Pag ha una delle zone di festa più grandi d'Europa nella città di Novalja e Zrće. Queste spiagge hanno discoteche e bar sulla spiaggia aperti tutto l'ora durante i mesi estivi. [22]

Sebenico Modifica

Questa è un'altra regione per lo yachting, costellata di isole e centrata su Sebenico e la Cattedrale di San Giacomo, patrimonio mondiale dell'UNESCO. [23] Diverse fortezze, resti dell'era rinascimentale (che include la Fortezza di San Nicola) circondano la città.

L'interno ha il Parco Nazionale di Krka con cascate e monasteri religiosi. [24] Skradinski Buk ha attrazioni e strutture disponibili tra vari sentieri, visite guidate e presentazioni, gite in barca, ristoranti e un museo. Roški Slap, situato vicino a Miljevci, è la seconda attrazione più popolare del Parco Nazionale di Krka in termini di numero di visitatori e le cui cascate possono essere visitate durante tutto l'anno. Roški Slap può essere raggiunto in barca da escursione gestita dal Parco Nazionale di Krka, anche se le cascate possono essere raggiunte anche con una strada pubblica. All'interno del parco si trova l'isola di Visovac, fondata durante il regno di Luigi I d'Ungheria, sede del monastero cattolico romano di Visovac fondato dai francescani nel 1445 vicino al villaggio di Miljevci. [25] L'isola può essere visitata con un giro in barca da Skradinski Buk. Il parco comprende anche il monastero ortodosso serbo Krka fondato nel 1345.

L'area intorno alla città di Knin ha fortezze medievali e resti archeologici. La città romana recentemente scoperta Burnum dista 18 km da Knin in direzione di Kistanje, che ha le rovine del più grande anfiteatro della Dalmazia costruito nel 77 dC, che ospitava 8.000 persone, durante il dominio di Vespasiano. [26] I vicini villaggi Biskupija e Kapitul sono siti archeologici del X secolo dove si trovano resti della cultura croata medievale tra cui chiese, tombe, decorazioni ed epigrafi. [27]

Dividi Modifica

La città costiera di Spalato è anche la seconda città più grande della Croazia ed è nota per il suo patrimonio romano unico che include il Palazzo di Diocleziano, protetto dall'UNESCO. [28] La città è stata costruita intorno al palazzo ben conservato, che è una delle caratteristiche architettoniche e culturali più complete sulla costa adriatica croata. La Cattedrale di Spalato deriva dal palazzo.

La riviera di Makarska è un tratto di costa che offre spiagge, club, caffè, kayak, vela ed escursioni lungo la catena del Biokovo. Makarska, Brela, Omiš e Baška Voda sono le più popolari.

Le grandi isole di questa regione, includono la città di Hvar, nota per le sue industrie della pesca e del turismo. Hvar ha un clima mite mediterraneo e una vegetazione mediterranea. L'isola si promuove come "il luogo più soleggiato d'Europa", con oltre 2715 ore di luce solare in un anno medio. [29] Gli eventi culturali e artistici nell'ambito del Festival estivo di Hvar si svolgono durante l'estate, da fine giugno a fine settembre. Questi eventi includono concerti di musica classica eseguiti da artisti nazionali e internazionali e spettacoli di gruppi amatoriali di Hvar. [30] La Galleria d'Arte Moderna di Hvar si trova nell'edificio dell'Arsenale, nell'atrio dello storico Teatro di Hvar. L'esposizione permanente contiene dipinti, sculture e stampe della collezione e mostre temporanee sono organizzate nell'ambito del progetto del Museo Estate delle Belle Arti a Hvar. [31]

La Cattedrale di Santo Stefano e il Palazzo Vescovile hanno uno stile rinascimentale-barocco, e una facciata con timpano triangolare e un campanile rinascimentale in stile romanico del XVI secolo, realizzato da artisti veneziani. [32]

Altre isole degne di nota nella regione includono Brač, Čiovo, Šolta e Vis.

La vecchia città di Trogir è un patrimonio mondiale dell'UNESCO e contiene una miscela di influenze del periodo ellenistico, romani e veneziani con la sua architettura greca, chiese romaniche, edifici rinascimentali e barocchi. [33] Trogir è il complesso romanico-gotico meglio conservato dell'Europa centrale. Il nucleo medievale di Trogir, circondato da mura, comprende un castello e una torre conservati e una serie di abitazioni e palazzi di epoca romanica, gotica, rinascimentale e barocca. L'edificio più imponente di Trogir è la Cattedrale di San Lorenzo, il cui portale principale occidentale è un capolavoro di Radovan e l'opera più significativa dello stile romanico-gotico in Croazia. Un'altra attrazione degna di nota è la Fortezza Kamerlengo.

Ragusa Modifica

Uno dei siti turistici croati più conosciuti è la città fortificata di Dubrovnik con la sua cultura rinascimentale. Il clou è il Palazzo Sponza che risale al XVI secolo ed è attualmente utilizzato per ospitare l'Archivio Nazionale. [34] Il Palazzo del Rettore è una struttura gotico-rinascimentale che oggi ospita un museo. [35] [36] La sua facciata è raffigurata sul retro della banconota croata da 50 kune, emessa nel 1993 e nel 2002. [37]

La Chiesa di San Salvatore è un altro residuo del periodo rinascimentale, accanto al Convento francescano. [38] [39] [40] La biblioteca del convento francescano possiede 30.000 volumi, 22 incunaboli, 1.500 pregevoli documenti manoscritti. I reperti includono una croce e un turibolo in argento dorato del XV secolo, un crocifisso di Gerusalemme del XVIII secolo, un martirologio (1541) di Bemardin Gucetic e salteri miniati. [38] La chiesa più famosa di Dubrovnik è la chiesa di San Biagio, costruita nel XVIII secolo in onore del santo patrono di Dubrovnik. La cattedrale barocca di Dubrovnik ospita le reliquie di San Biagio. Il monastero domenicano della città assomiglia a una fortezza all'esterno, ma l'interno contiene un museo d'arte e una chiesa gotico-romanica. [41] [42] Un tesoro speciale del monastero domenicano è la sua biblioteca con oltre 220 incunaboli, numerosi manoscritti illustrati, un ricco archivio con preziosi manoscritti e documenti e una vasta collezione d'arte. [43] [44] [45] La caratteristica principale di Dubrovnik sono le sue mura che corrono per 2 km intorno alla città. Le pareti corrono da quattro a sei metri di spessore sul lato verso terra, ma sono più sottili sul lato verso il mare. Il sistema di torrette e torri aveva lo scopo di proteggere la città. [46]

Un'escursione lungo la costa a sud di Dubrovnik nell'area di Ljuta offre famose crociere diurne con viste panoramiche tra cui corsi d'acqua, storici mulini ad acqua e la catena montuosa a est dell'altopiano costiero.

Appena al largo della costa di Dubrovnik si trova l'isola boscosa di Lokrum. La piccola isola ha un castello, un monastero benedettino millenario e un giardino botanico iniziato dall'arciduca Massimiliano nel XIX secolo. Pavoni e pavone vagano ancora per l'isola, discendenti dai pavoni originali portati da Massimiliano.

Le isole vicine includono la storica isola di Korčula. Gli abitanti cattolici di Korčula mantengono vive le antiche cerimonie della chiesa popolare e una danza delle armi, la Moreška, che risale al Medioevo. [47] Originariamente ballato solo in occasioni speciali, nei tempi moderni ci sono spettacoli due volte a settimana per i turisti. [48] ​​I principali siti storici della città includono il centro romanico-gotico Cattedrale di San Marco (costruito dal 1301 al 1806), il monastero francescano del XV secolo con chiostro gotico veneziano, le sale del consiglio civico, il palazzo degli ex governatori veneziani, i grandi palazzi dei nobili mercanti locali del XV e XVI secolo e le fortificazioni della città.

Più avanti lungo l'Adriatico ci sono le foreste dell'isola di Mljet. Oltre il 72% dell'isola di 98,01 chilometri quadrati (37,84 miglia quadrate) è foresta. La sua struttura geologica è costituita da calcari e dolomie che formano creste, creste e pendii. Alcune depressioni sull'isola di Mljet sono sotto il livello del mare e sono conosciute come blatine ("laghi di fango") o slatine ("laghi salati"). Durante le stagioni delle piogge tutto blatine si riempiono d'acqua e diventano salmastre durante le stagioni secche.

Croazia centrale e settentrionale Modifica

La parte settentrionale, con la zona collinare di Zagorje e Međimurje, è costellata di castelli e terme, e l'antica città di Varaždin. Nel Međimurje ci sono terme e strutture ricreative a Vučkovec e intorno a Sveti Martin na Muri, sia nella parte settentrionale della contea che vicino al Mura. Ci sono anche più di 200 club per varie attività sportive e ricreative come alpinismo, pesca, bowling, radio CB, paracadutismo e volo di piccoli velivoli, inclusi alianti senza motore e deltaplani a motore. La caccia attira anche numerosi cacciatori di selvaggina bassa e uccelli.

Nel castello di Čakovec c'è un museo della contea di Međimurje e una galleria d'arte. A Šenkovec, nella cappella di Sveta Jelena e nella chiesa di Sveti Jeronim a Štrigova, ci sono affreschi barocchi di Ivan Ranger datati tra il 1776 e il 1786. Prelog ospita la bellissima chiesa di Sveti Jakob, costruito nel 1761.

Varaždin, con i suoi monumenti e il suo patrimonio artistico, rappresenta il complesso urbano meglio conservato e più ricco della Croazia continentale. Il centro storico di Varaždin (fortezza) è un edificio difensivo medievale. La costruzione iniziò nel XIV secolo e nel secolo successivo furono aggiunte le torri arrotondate, tipiche dell'architettura gotica in Croazia. La Cattedrale di Varaždin, un'ex chiesa dei Gesuiti, fu costruita nel 1647, ha un ingresso barocco, un altare del XVIII secolo e dipinti. [49] Tra i festival, l'annuale Špancir Fest inizia alla fine di agosto e termina a settembre (dura 10 giorni). [50] In questo periodo la città accoglie artisti, artisti di strada, musicisti e venditori per quello che viene chiamato 'il festival della camminata di strada'.Varaždin è anche l'ospite del "Radar festival", che ospita concerti alla fine dell'estate. [51] Ha già ospitato star musicali come Bob Dylan, Carlos Santana, The Animals, Manic Street Preachers, Solomon Burke tra gli altri.

Il santuario mariano di Marija Bistrica è il più grande luogo di pellegrinaggio del paese. Centinaia di migliaia di pellegrini visitano ogni anno il sito dove sorgeva la chiesa del XIV secolo. La chiesa è nota per la statua conosciuta come la "Madonna Nera con Bambino", risalente all'invasione turca nel XVI secolo quando la statua fu nascosta nella chiesa e poi persa per decenni fino alla sua scoperta. Dietro la chiesa c'è il processo della "Via Crucis", in cui i pellegrini iniziano il trekking che porta al Calvario. Papa Giovanni Paolo II ha visitato il sito nel 1998 durante il suo secondo tour in Croazia. [52]

La Croazia centrale ha alcune attrazioni naturali, come il parco naturale Lonjsko polje. L'area sud-ovest è nota per le sue foreste e la natura selvaggia. Chiese barocche si trovano in tutta l'area, insieme ad altre architetture culturali.

Slavonia Modifica

Il turismo in questa regione si sta appena sviluppando, soprattutto con le terme. L'area della Baranja ha il parco nazionale di Kopački rit, una grande palude con una varietà di fauna e uccelli. È una delle zone umide conservate intatte più grandi e più belle d'Europa, che ospita circa 260 diverse specie di uccelli come oche selvatiche e anatre, airone bianco maggiore, cicogna bianca, cicogna nera, aquila di mare, corvi, folaga, gabbiani, sterne, martin pescatore e picchio verde europeo. Sono disponibili visite turistiche guidate con navi panoramiche, barche, squadre di cavalli oa piedi, con alcuni pacchetti che offrono la possibilità di fotografare o registrare animali e uccelli. [53]

Il centro culturale è la storica città di Osijek, con i suoi edifici in stile barocco, come la Chiesa di San Pietro e Paolo, una struttura neogotica con la seconda torre più alta della Croazia dopo la Cattedrale di Zagabria.

La Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo a Đakovo è il principale punto di riferimento e oggetto sacro di Đakovo in tutta la regione della Slavonia.

Ci sono tre grandi eventi annuali che celebrano il folklore in Slavonia e Baranja: Đakovački vezovi, Vinkovačke jeseni e Brodsko kolo. [54] Presentano costumi popolari tradizionali, gruppi di danze e canti folcloristici, costumi, con una sfilata di cavalli e carri nuziali come parte speciale del programma. Durante Đakovački vezovi, la cattedrale di Đakovo ospita cori, artisti dell'opera e mostre d'arte sono organizzate nel salone espositivo, e durante il programma sportivo, i cavalli lipizzani bianchi di razza possono essere visti sull'ippodromo. Anche Ilok e la città devastata dalla guerra di Vukovar sono punti di interesse della zona.

Zagabria Modifica

Come Praga o Budapest, Zagabria ha un'atmosfera mitteleuropea, con un centro storico grande e ben conservato sulla collina e un centro città del XIX secolo. La capitale croata è anche il più grande centro culturale del paese, con molti musei e gallerie.

La parte storica della città a nord di piazza Ban Jelačić è composta da Gornji Grad e Kaptol, un complesso urbano medievale di chiese, palazzi, musei, gallerie ed edifici governativi che sono popolari tra i turisti durante le visite guidate. Il centro storico è raggiungibile a piedi, partendo da piazza Jelačić, il centro di Zagabria, o con una funicolare sulla vicina via Tomićeva.

Una trentina di collezioni in musei e gallerie comprendono più di 3,6 milioni di reperti vari, escluse le collezioni ecclesiastiche e private. Il Museo Archeologico è composto da quasi 400.000 manufatti e monumenti vari, raccolti nel corso degli anni da molte fonti diverse. [55] Le più famose sono la collezione egizia, la mummia di Zagabria e le bende con la più antica iscrizione etrusca del mondo (Liber Linteus Zagrabiensis), così come la collezione numismatica. Il Museo Croato di Storia Naturale ospita una delle più importanti collezioni al mondo di resti di Neanderthal trovati in un sito. [56] Questi sono i resti, le armi di pietra e gli strumenti della preistoria Krapina uomo. Il patrimonio del Museo Croato di Storia Naturale comprende più di 250.000 esemplari distribuiti in diverse collezioni.

Ci sono circa 20 teatri e palchi permanenti o stagionali. Il Teatro Nazionale Croato di Zagabria fu costruito nel 1895 e aperto dall'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria. La sala da concerto più famosa si chiama "Vatroslav Lisinski", dopo la costruzione del compositore della prima opera croata nel 1973. Animafest, il Festival mondiale dei film d'animazione, si svolge ogni anno pari e il Biennale di musica, il festival internazionale di musica d'avanguardia, ogni anno dispari. Ospita anche l'annuale ZagabriaDox festival del cinema documentario. Il Festival della Filarmonica di Zagabria e la mostra dei fiori Floraart (fine maggio o inizio giugno), il Rally d'altri tempi eventi annuali. In estate vengono organizzati spettacoli teatrali e concerti, per lo più in Città Alta, sia al chiuso che all'aperto. Il palco di Opatovina ospita il Estate istrionica di Zagabria eventi teatrali. Zagabria è anche l'ospite di Zagabria, il più antico festival croato di musica leggera, oltre a numerosi eventi e tornei sportivi internazionali tradizionali. Il Giornata della Città di Zagabria il 16 novembre si celebra ogni anno con festività speciali, in particolare sul lago Jarun vicino alla parte sud-occidentale della città.

Croazia settentrionale Modifica
    è un castello costruito nel XIII secolo in cima a una collina a Trakošćan. Noto anche per l'esposizione di mobili storici, armi e dipinti. [57]
Croazia centrale Modifica
Croazia meridionale Modifica
    è un parco nazionale a Starigrad caratterizzato dal canyon del fiume carsico, noto per l'arrampicata e gli sport acquatici. [59] sono mura storiche difensive che fiancheggiano la città di Dubrovnik, famosa per i suoi panorami. [60] è una chiesa barocca di Dubrovnik dedicata al santo patrono di Dubrovnik. [61]

Attrazioni secondarie Modifica

Croazia settentrionale Modifica
  • La chiesa di San Marco è una chiesa in stile del XIII secolo a Zagabria nota per la sua architettura medievale. [62] è una mostra situata in un palazzo barocco di Zagabria che mostra oggetti di ex coppie e condivide le loro storie. [63] è un museo d'arte a Zagabria, un tempo noto per contenere molti capolavori, ma ora sospettato di essere in gran parte falsi. [64] è un museo d'arte a Zagabria che espone pezzi in stile artistico naif. [65]
Croazia centrale Modifica
    è un anfiteatro romano nella città di Pola noto per essere uno degli anfiteatri romani meglio conservati. [66] è una cattedrale di Parenzo che combina elementi classici e bizantini in una struttura complessa che conserva l'atrio, il battistero e il palazzo episcopale. [67]
Croazia meridionale Modifica
    è un parco nazionale lungo il fiume Krka noto per le sue cascate di travertino. [68] è un museo d'arte a Spalato che espone il lavoro di Ivan Meštrović. [69] è una rovina dell'imperatore romano Diocleziano situata nella città di Spalato. I resti del palazzo e dei suoi terreni costituiscono oggi la città vecchia di Spalato, che ospita negozi, ristoranti e strade. [70] è una cattedrale cattolica a Spalato costruita da un mausoleo romano e con un campanile. È l'attuale sede dell'arcidiocesi di Split-Makarska. [71] è una fortezza e un teatro del XVI secolo lungo le mura di Dubrovnik. [72] è un palazzo costruito in stile gotico a Dubrovnik. Presenta anche elementi rinascimentali e barocchi. [73]
  • War Photo Limited è una galleria a Dubrovnik dedicata alle immagini raffiguranti guerre e conflitti scattate da famosi fotoreporter. [74] è una cattedrale cattolica. È la sede della diocesi di Dubrovnik. [75]
  • Il monastero domenicano è un complesso religioso, una chiesa in stile gotico e un museo fondato nel 1225 a Dubrovnik. [76] è un arboreto del XV secolo a Trstneo con diverse piante esotiche. [77] è una lingua di terra vicino alla città di Bol conosciuta come una delle principali destinazioni balneari europee. è una grotta marina con acqua nota come grotta spettacolo per la sua luce blu brillante che appare in determinate ore del giorno. [78] è un parco naturale sull'isola di Dugi Otok noto per la fauna selvatica. [79] è una chiesa di Zara costruita nel IX secolo nota per la sua architettura bizantina. [80] è una cattedrale cattolica di ibenik nota per la sua architettura rinascimentale. [81]

Siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO Modifica

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha incluso i seguenti siti croati nella sua Lista del Patrimonio Mondiale:

Posto Immagine Posizione Dati UNESCO Descrizione Condiviso con Rif.(i)
Parco nazionale dei laghi di Plitvice Plitvička Jezera 98 1979 vii, viii, ix (naturale) Nel tempo, l'acqua è passata sopra il calcare e il gesso naturali, creando dighe naturali che a loro volta hanno creato una serie di laghi, cascate e grotte di collegamento. Le foreste vicine ospitano orsi, lupi e molte rare specie di uccelli. N / A [82]
Complesso storico di Spalato con il Palazzo di Diocleziano Diviso 97 1979 ii, iii, iv (culturale) Il palazzo fu costruito dall'imperatore romano Diocleziano all'inizio del IV secolo d.C. e in seguito servì come base della città di Spalato. All'interno dell'antico mausoleo fu costruita nel Medioevo una cattedrale, insieme a chiese, fortificazioni, palazzi gotici e rinascimentali. Lo stile barocco costituisce il resto della zona. N / A [83]
Città Vecchia di Dubrovnik Ragusa 95 1979 i, iii, iv (culturale) Dubrovnik divenne una prospera Repubblica Marinara durante il Medioevo, divenne l'unica città-stato dell'Adriatico orientale a rivaleggiare con Venezia. Sostenuta dalla sua ricchezza e dall'abile diplomazia, la città raggiunse un notevole livello di sviluppo, in particolare durante i secoli XV e XVI. N / A [84]
Complesso episcopale della Basilica Eufrasiana nel centro storico di Parenzo Parenzo 809 1997 ii, iv (culturale) Il complesso episcopale, con i suoi suggestivi mosaici risalenti al VI secolo, è uno dei migliori esempi di arte e architettura protobizantina nella regione mediterranea e nel mondo. Comprende la basilica stessa, una sagrestia, un battistero e il campanile del vicino palazzo arcivescovile. N / A [85]
Città storica di Trogir Trogir 810 1997 ii, iv (culturale) La ricca cultura di Trogir è stata creata sotto l'influenza degli antichi greci, romani e veneziani. È il complesso romanico-gotico meglio conservato non solo dell'Adriatico, ma di tutta l'Europa centrale. Il nucleo medievale di Trogir, circondato da mura, comprende un castello e una torre conservati e una serie di abitazioni e palazzi di epoca romanica, gotica, rinascimentale e barocca. N / A [86]
Cattedrale di San Giacomo Sebenico 963 2000 i, ii, iv (culturale) La cattedrale è una basilica a tre navate con tre absidi e cupola (alta all'interno 32 m) ed è anche uno dei più importanti monumenti architettonici rinascimentali dell'Adriatico orientale. N / A [87]
Stari Grad pianura Hvar 1240 2008 ii, iii, v (culturale La pianura di Stari Grad è un paesaggio agricolo che fu creato dagli antichi coloni greci nel IV secolo a.C. e rimane in uso oggi. La pianura è generalmente ancora nella sua forma originale. L'antico impianto è stato preservato da un'attenta manutenzione dei muri in pietra nel corso di 24 secoli. N / A [88]
Stećci Lapidi medievali Cimiteri Dubravka, Cista Velika 1504 2016 iii, vi (culturale) Stećak o le lapidi medievali sono i monumenti in pietra monolitica trovati nelle regioni dell'attuale Bosnia ed Erzegovina, parti della Croazia, Serbia e Montenegro. I gruppi lapidei elementari sono i monoliti in pietra posati e verticali. Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Serbia [89]
Le opere di difesa veneziane tra XV e XVII secolo Zara, Sebenico 1533 2017 iii, iv (culturale) Questa proprietà è composta da 15 componenti di opere di difesa in Italia, Croazia e Montenegro, che si estendono per più di 1.000 chilometri tra la regione italiana lombarda e la costa adriatica orientale. L'introduzione della polvere da sparo ha portato a cambiamenti significativi nelle tecniche e nell'architettura militari. Italia, Montenegro [90]
Foreste primordiali di faggio dei Carpazi e di altre regioni d'Europa Paklenica, Parco nazionale del Velebit settentrionale 1133 2017 ix (naturale) Questa estensione transfrontaliera del sito Patrimonio dell'Umanità delle prime foreste di faggio dei Carpazi e delle antiche foreste di faggio della Germania (Germania, Slovacchia, Ucraina) si estende su 12 paesi. Questa espansione di successo è legata alla flessibilità e alla tolleranza dell'albero alle diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche. Albania, Austria, Belgio, Bulgaria, Germania, Italia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ucraina [91]

Anno Arrivi turistici totali [92] Totale notti turistiche [92] Cambio nelle notti turistiche Appunti
1985 10,125,000 67,665,000
1986 10,151,000 68,216,000 551,000
1987 10,487,000 68,160,000 58,000
1988 10,354,000 67,298,000 862,000
1989 9,670,000 61,849,000 5,449,000
1990 8,497,000 52,523,000 9,326,000 Prime elezioni democratiche
Incidenti relativi a Early Log Revolution
1991 2,297,000 10,471,000 42,052,000 Inizia la guerra d'indipendenza croata
Assedio di Dubrovnik
1992 2,135,000 11,005,000 534,000
1993 2,514,000 13,208,000 2,203,000
1994 3,655,000 20,377,000 7,169,000
1995 2,610,000 13,151,000 7,226,000 Fine della guerra d'indipendenza croata
1996 4,186,000 21,860,000 8,709,000
1997 5,585,000 30,775,000 8,915,000
1998 5,852,000 31,852,000 1,077,000
1999 5,127,000 27,126,000 4,726,000 Bombardamento NATO della vicina FR Jugoslavia
2000 7,137,000 39,183,000 12,057,000
2001 7,860,000 43,404,000 4,221,000
2002 8,320,000 44,692,000 1,288,000
2003 8,878,000 46,635,000 1,943,000
2004 9,412,000 47,797,000 1,162,000
2005 9,995,000 51,421,000 3,624,000
2006 10,385,000 53,007,000 1,586,000
2007 11,162,000 56,005,000 2,998,000
2008 11,261,000 57,103,000 1,098,000
2009 10,935,000 56,301,000 802,000 Crisi finanziaria globale
2010 10,604,116 56,416,379 115,379
2011 [93] 11,455,677 60,354,275 3,937,896
2012 [93] 11,835,160 62,743,463 2,389,188
2013 [94] 12,433,727 64,818,115 2,074,652
2014 [94] 13,128,416 66,483,948 1,665,833
2015 [95] 14,343,323 71,605,315 5,121,367
2016 [96] 15,594,157 78,049,852 6,444,537
2017 [97] 17,430,580 86,200,261 8,150,409
2018 [98] 18,666,580 89,651,789 3,451,528
2019 [99] 19,566,146 91,242,931 1,591,142
2020 [100] 7,800,000 54,400,000 36,842,931 Pandemia di covid-19

Arrivi per paese Modifica

La maggior parte dei visitatori che arrivano in Croazia a breve termine proveniva dai seguenti paesi di nazionalità:


Organizza il tuo viaggio in Croazia

Hai bisogno di dati per il tuo viaggio in Croazia? Noi usiamo Tep Wireless che offre dati illimitati per $ 8 al giorno. I lettori di Traveling King possono ottenere uno sconto del 10% utilizzando il codice sconto IN VIAGGIO al momento del check out.

Non dimenticare di stipulare un'assicurazione di viaggio, è meglio essere sempre preparati! Consiglierei un'assicurazione di viaggio da WorldNomads.com, disponibile per le persone di oltre 130 paesi. È progettato per i viaggiatori avventurosi con copertura per cure mediche all'estero, evacuazione, bagagli e una gamma di sport e attività d'avventura.

Maggiori informazioni sulla Croazia:

Cerchi una destinazione particolare, vedi sotto altrimenti puoi andare alla Guida di viaggio della Croazia per visualizzare i post attuali

Questo post contiene alcuni link di affiliazione per tua comodità. Clicca qui per leggere la mia politica di divulgazione completa.


Sagrada Familia, Spagna

Una delle attrazioni turistiche più famose di Barcellona, ​​la Sagrada Familia è una figura inconfondibile nel paesaggio. Questa grande chiesa cattolica romana è stata progettata dall'architetto catalano spagnolo Antoni Gaudi. Lo stile de La Sagrada Família è variamente paragonato al tardo gotico spagnolo, al modernismo catalano e all'Art Nouveau o al Noucentisme catalano.

Mentre l'esterno dettagliato è innegabilmente sbalorditivo, entrare nella cattedrale è completamente sbalorditivo, ma qualcosa che molte persone si perdono. Dal momento in cui entrerai, la tua attenzione verrà immediatamente catturata dai colori che si riversano attraverso le vetrate. I pilastri si alzano per formare motivi geometrici sui soffitti a volta, e ci sono parti che non puoi credere che non siano Photoshop.


Via Lombarda

Conosciuta come la "strada più tortuosa del mondo", Lombard Street scende a zigzag lungo una delle colline notoriamente ripide di San Francisco mentre le ville vittoriane si inchinano accanto ad essa. Solitamente fiancheggiato da turisti che scattano foto, si unisce a un breve elenco di strade che sono di per sé attrazioni turistiche. Trova Lombard Street tra Hyde Street e Leavenworth Street a Telegraph Hill.

Emily Manthei ha conseguito un master presso l'Università di Edimburgo e ha scritto per pubblicazioni diverse come "Oxford Journal of Theological Studies," "Emanuel Levy Film Reviews," "USA Today" e " 34Northern Express Magazine." Scrive anche sceneggiature per cortometraggi e lungometraggi.


Le 51 cose migliori da fare a Dubrovnik

Esplora la città vecchia di Dubrovnik

Che cos'è? Trascorrerai la maggior parte del tuo tempo all'interno delle famose mura della città di Dubrovnik, la cui eredità risale al IX secolo. Le mura sono state costruite e ricostruite nel corso dei secoli come richiesto dalle forze distruttive della natura e dagli eserciti nemici - oggi circondano edifici in pietra scintillante e la strada pedonale lunga 300 metri chiamata Stradun. Passerai tra le porte principali della città di Pile e Ploče, strade acciottolate costellate di affascinanti boutique e ristoranti dal mare alla tavola.

Perchè andare? Per ottenere l'essenza di Dubrovnik. I gatti si disperdono dal vecchio porto mentre una cacofonia di guide turistiche fa i loro discorsi. Tutto è privo di traffico fino a raggiungere l'hub soffocato dagli autobus fuori dal Pile Gate.

Non perdere: La piazza principale e il punto di attraversamento di Luža, dove troverai il caratteristico campanile (una moderna ricostruzione dell'originale del 1444) la Colonna di Orlando del 1418 che si erge di fronte alla Chiesa di San Biagio, la più piccola delle fontane di Onofrio, e una statua di Ivan Me&scarontrovi ć del drammaturgo "Dubrovnik's Shakespeare" Marin Držić.

Affonda una birra nei bar sulla scogliera

Che cos'è? Lontano dal gregge del centro, a cinque minuti lungo un vicolo, il tavolo del bar dei tuoi sogni si trova su una delle due terrazze panoramiche in cima a un promontorio roccioso con vista sul mare che puntella le mura della città: Bard Bar e Buža II.

Perchè andare? Trova la tua nicchia, guarda a bocca aperta il fantastico tramonto e sorseggia una birra in riva al mare. Buža, che significa "buco nel muro", si adatta allo stesso modo a ubriaconi, nuotatori e bagnanti. Dei due, Bard Bar è il più essenziale ma forse il più divertente, forse per il facile accesso da e per il mare, tramite gradini di metallo fissati agli scogli.

Non perdere: Dalla cattedrale, percorri Ilije Sarake fino alla meta gastronomica dell'Azur. Diagonalmente opposto c'è una porta negozia la scala di pietra ed ecco! A livelli diversi a seconda della formazione rocciosa, compaiono dei tavoli, così come un bancone di un bar e, occasionalmente, filmati proiettati sulla parete rocciosa.

Avere il proprio idillio isolano

Che cos'è? Un'isola disabitata alle porte di Dubrovnik, Lokrum è un'isola incontaminata lussureggiante di pini, palme e cipressi. La sua costa verdeggiante invita dalle finestre dell'hotel di Ploče. Punteggiato da diverse rovine e resti - medievali, ecclesiastici, napoleonici, asburgici - è stato a lungo abbandonato alla natura.

Perchè andare? Sebbene i taxi boat sbarchino turisti da Dubrovnik ogni mezz'ora - puoi bere una birra nella piazza principale di Dubrovnik ed essere qui in 20 minuti - nessuno può passare una notte qui. L'antica superstizione si ricollega alla maledizione inflitta alle truppe napoleoniche dai monaci benedettini da loro allontanati. La successiva disavventura accadde agli Asburgo che trasformarono Lokrum nella loro zona di piacere estivo - da qui i pavoni e i giardini botanici.

Non perdere: Dopo una piacevole passeggiata, puoi fare un tuffo nel caldo lago di acqua salata e bere una birra o un cocktail al ristorante Lacroma, che si affaccia comodamente sul molo. Le ultime barche partono intorno alle 19:00, a seconda del periodo dell'anno.

Partecipa a un tour di Game of Thrones

Che cos'è? Dubrovnik è stata la location per la città fantastica di Approdo del Re sin dalle riprese della seconda serie, quando ha sostituito Malta come sfondo preferito per la capitale dei Sette Regni.

Perchè andare? Ora è difficile pensare a &lsquoGame Of Thrones&rsquo senza che le visioni di Dubrovnik vengano subito in mente. Trova i punti di riferimento GoT nella nostra guida. Oppure, fai un tour a piedi con un'azienda locale esperta.

Non perdere: Il cortile interno del Palazzo del Rettore, con la sua caratteristica scalinata in pietra, utilizzato per l'incontro di Daenerys e il Re delle Spezie a Qarth nella seconda serie, episodio cinque.

Cammina per le mura della città

Che cos'è? L'itinerario più semplice e popolare per i visitatori di Dubrovnik è la passeggiata intorno alle sue fortificazioni. Quando arrivi nel centro storico attraverso la Porta del Pile, l'ingresso principale e la biglietteria delle mura della città sono proprio lì. Puoi impostare il tuo ritmo, prenderti un'ora o un pomeriggio. Le audioguide in inglese sono vendute all'ingresso principale, ma la maggior parte dei visitatori si accontenta di panorami casuali di tetti di tegole rosse o, meglio ancora, del blu panoramico dell'Adriatico, intervallato da pietre bianche incontaminate che sporgono in basso da diverse angolazioni .

Perchè andare? Consente al nuovo arrivato di orientarsi e di apprezzare le dimensioni di questo intricato gioiello e l'abilità di coloro che lo hanno progettato e costruito. Ottieni anche respiro dalle masse di alta stagione sottostanti. Questa è una passeggiata elevata e una lezione di storia in una.

da non perdere: Un paio di cafés forniscono soste ai box all'estremità del porto, dove c'è anche una terrazza all'aperto per uno sfondo strabiliante, ideale per le foto delle vacanze. Dubrovnik Walks è un'agenzia che offre tour a piedi delle mura della città gestita da gente del posto.

Scopri la storia comunista

Che cos'è? La Croazia ha fatto parte della federazione jugoslava governata dai comunisti dal 1945 al 1991. Il Museo di Storia Rossa di Dubrovnik offre uno sguardo in quel periodo della storia croata.

Perchè andare? Un progetto privato avviato da un gruppo di amici locali, offre una cronologia storica di dimensioni decenti insieme a un'impressionante quantità di manufatti di uso quotidiano. Sebbene la mostra inizi con una storia falce e martello schizzata del comunismo come ideologia, l'accento è posto sugli aspetti più colorati della regola comunista e sui suoi tentativi di progettare uno stile di vita che combinasse uguaglianza e ordine con il consumismo e la cultura libertà. Altrove, il display è ricco di dettagli rivelatori: un guardaroba pieno di vestiti in denim, dischi pop, riviste glamour audaci. Gran parte della mostra è interattiva, nel senso che puoi sederti su divani originali, sfogliare libri o attivare suoni e immagini utilizzando il tuo smartphone.

Non perdere: C'è una "camera oscura" che copre l'atteggiamento del regime nei confronti del dissenso, compresi i docu-clip di Goli otok, l'isola dove i comunisti filo-sovietici furono imprigionati e torturati dopo la rottura del presidente Tito con Stalin nel 1948.

Mangia un pasto stellato a 360

Che cos'è? In questa cornice di prim'ordine, ottieni una cucina di prim'ordine di 360, forse anche la migliore in Croazia.

Perchè andare? Sotto un'esperta gestione gastronomica, puoi aspettarti cibo di provenienza meticolosa, creato meticolosamente e presentato in modo impeccabile, insieme a un ambiente designato dall'UNESCO, in cima al vecchio porto, secondo a nessuno. Gli ingredienti per creare piatti prevalentemente mediterranei arrivano freschi da tutto il mondo o selezionati dai mercati della città e dei dintorni. I dessert forniscono un onorevole finale a uno dei pasti più raffinati che avrai tutto l'anno. La cantina comprende 6.000 bottiglie.

Non perdere: Prega per una cabina nelle camere delle armi.

Prendi la funivia per Srđ

Che cos'è? La scintillante funivia arancione che vedi scalare la ripida salita sopra la città vecchia è sia un'attrazione turistica che un pezzo di storia. Il monte Srđ è apparso in momenti chiave della storia della città: come frontiera contro i turchi, come forte napoleonico e, durante le guerre jugoslave nel 1991.

Perchè andare? È caro, ma questo importa poco perché ti alzi in un attimo, il centro storico quasi svanendo mentre un panorama di blu Adriatico domina l'orizzonte. La funivia è la ciliegina sulla torta perfetta per completare la tua visita in una delle città più belle del mondo.

Non perdere: Alla stazione della funivia, il ristorante Panorama offre la stessa vista, insieme a piatti di pesce, cocktail e ottimi vini locali.

Visita una farmacia medievale

Che cos'è? Di tutti i tesori del centro storico, il Monastero Francescano e il suo Museo dell'Antica Farmacia sono i veri gioielli. Non lasciarti scoraggiare dalla folla: prova ad andare alla fine della giornata. In uno stretto passaggio che divide il monastero dalla Chiesa del Nostro Salvatore si trova l'ingresso alla famosa Vecchia Farmacia, ancora in funzione dopo 700 anni, e ai bellissimi chiostri che conducono a un tranquillo e piccolo cortile interno punteggiato di aranci.

Perchè andare? Una delle più antiche d'Europa, la farmacia è ancora attiva. La gente del posto barcolla per le loro prescrizioni regolari mentre i turisti esaminano i barattoli e le navi del passato. La maggior parte delle fonti locali dà la data di fondazione della farmacia nel 1317 - tutti i documenti furono bruciati nell'incendio del 1667. Molti dei soprammobili che vedi risalgono al XV secolo.

Non perdere: Anche sul retro sono in mostra grandi macine e altri attrezzi inquietanti, che danno una prospettiva ai nostri lamenti sui moderni sistemi sanitari.

Dander intorno al palazzo del rettore

Che cos'è? Il monumento più storico di Dubrovnik, il Palazzo del Rettore è stato ricostruito due volte. La prima, opera di Onofrio della Cava di fama di fontane, era in stile gotico-veneziano, visibile nel disegno delle finestre una volta saliti lo scalone d'onore all'abitazione del Rettore. Successivamente il fiorentino Michelozzo Michelozzi fu responsabile della facciata della loggia.

Perchè andare? Al piano terra, ai lati di un cortile, si trovano la prigione e le aule dei tribunali della Repubblica di Ragusa, e una sfavillante mostra di arte ecclesiastica medievale. Al piano superiore, dove ogni rettore risiedeva per il suo mese, c'è uno strano assortimento di oggetti: portantine, carrozze, abiti e parrucche dei magistrati, ritratti di notabili locali e la libreria splendidamente intagliata di Ivo Rudenjak. Una curiosità sono gli orologi, alcuni impostati alle sei meno un quarto, l'ora della sera in cui le truppe di Napoleone entrarono nel 1806.

Non perdere: Lo stesso biglietto è valido per la Collezione Archeologica, una piccola ma attraente collezione di sculture medievali come il Palazzo del Rettore) proprio vicino alla porta di Ploče.

Prendi il miglior tavolo da Nautika

Che cos'è? Denominatosi "ristorante più raffinato di Dubrovnik", Nautika è sicuramente il più prestigioso, il tipo di posto che è la scelta automatica ogni volta che il Papa è in città.

Perchè andare? Non è solo l'ambientazione, con vista sulla fortezza di Lovrijenac e sull'Adriatico (prenota un tavolo panoramico se puoi), o la formalità della tovaglia bianca inamidata, è la cucina del capo chef di lunga data Mario Bunda, che insiste su ingredienti freschi e di provenienza locale .

Non perdere: I menu di cinque e sette portate sono stati creati per le feste esplosive.

Guarda un film sotto le stelle

Che cos'è? Un cinema all'aperto incastonato tra le mura della città, aperto tutta l'estate.

Perchè andare? Di proprietà della città di Dubrovnik, il cinema Jadran proietta un mix piacevolmente vario di film indipendenti e blockbuster internazionali, sempre in inglese, con sottotitoli croati.

da non perdere: Il sito viene utilizzato anche come palcoscenico per spettacoli semi-improvvisati. L'ensemble folkloristico di Lindo mette in scena uno spettacolo due volte a settimana.

Ascolta il jazz all'aperto al Troubadour

Che cos'è? Ogni notte per sei mesi all'anno, le folle affollano questa intima piazza chiusa nel cuore della città vecchia per ascoltare musica dal vivo e godersi l'atmosfera. OK, in questi giorni il bar più famoso di Dubrovnik potrebbe sembrare un cartellone pubblicitario per T-Mobile e i prezzi della birra sono semplicemente stupidi, se non sapessi che questo è il vecchio e adorabile Troubadour, non lo toccheresti con un bargepole. Ma l'adorabile vecchio Trovatore lo è, e visitarlo è d'obbligo.

Perchè andare? Precedentemente gestito da Marko, membro del rinomato gruppo degli anni '60, i Dubrovački Trubadori, questo è un punto di riferimento per artisti, musicisti e intrattenitori della sua generazione beat.

Non perdere: Nei pomeriggi più tranquilli o in inverno, prova a sederti nel minuscolo interno e guarda come appariva Dubrovnik nei giorni prima del boom.

Apprezzo la storia recente

Che cos'è? Il neozelandese Wade Goddard è venuto a Dubrovnik come fotografo durante l'assedio all'inizio degli anni '90 e vi è rimasto. Colpito da ciò che ha visto e desideroso di ampliare la comprensione del pubblico su ciò che accade in tempo di guerra, nel 2003 ha aperto War Photo Limited.

Perchè andare? La galleria avrebbe potuto facilmente limitarsi alle esperienze di Goddard in Croazia, ma ha rapidamente ampliato il suo mandato per esporre opere dei principali esponenti di questa coraggiosa arte provenienti da punti critici di tutto il mondo. Il primo piano ospita queste immagini di forte impatto in mostre che cambiano regolarmente, mentre sopra puoi vedere cosa stava succedendo qui negli anni '90. Quello che oggi sembra del tutto sereno era allora infuriato con bombardamenti e incendi. Le opere sono vendute come stampe in edizione limitata. I commenti nel libro dei visitatori riassumono bene il luogo: "Mi ha commosso oltre le parole", è una voce tipica.

Assaggia la birra artigianale in un birrificio di Dubrovnik

Che cos'è? La birra artigianale potrebbe essere la notizia della scorsa settimana in gran parte dell'Europa, ma è ancora piuttosto rivoluzionaria a Dubrovnik. In tre brevi anni, i produttori di birra boutique locali DBC hanno trasformato la scena del bere locale, persuadendo i migliori bar della città vecchia a fare uno sforzo maggiore quando si tratta di birra e, più recentemente, diventando un bar di destinazione a pieno titolo.

Perchè andare? Rivitalizzando un angolo dimenticato del sobborgo portuale di Gruž, DBC occupa uno spazio industriale funzionale con vasche scintillanti sullo sfondo e un bar improvvisato di fronte. La terrazza esterna è costituita da alcune botti rovesciate in un parcheggio. Una delle cose migliori di questo posto è il mix sociale che attrae: si trova in una parte della città che non è invasa dai turisti e riceve molti locali che vogliono un'alternativa al bere nel centro storico.

Non perdere: Alla spina sono disponibili quattro birre estremamente appetibili: Goa IPA, Maestral lager, Fortunal Pale Ale e Grego stout, oltre a speciali stagionali e birre per gli ospiti.

Trova la tua spiaggia ideale

Che cos'è? È quello per cui sei venuto, quindi tuffati! Dubrovnik offre una bella gamma di spiagge locali.

Perchè andare? La spiaggia cittadina di Dubrovnik, Banje, si trova a pochi passi dalla Porta di Ploče. Va bene per i bambini, con docce, sdraio e lettini a noleggio, oltre a moto d'acqua e gonfiabili.

Non perdere: Banje non è per i locali. Si dirigono verso Sveti Jakov , lungo la costa oltre la Villa Dubrovni k , a 20 minuti a piedi lungo la tranquilla Vlaha Bukovca alberata. Gli autobus n. 5 e 8 passano per la maggior parte dal nord della città vecchia. Sebbene questa sia la spiaggia preferita da tutti, raramente è affollata. Il sole resta caldo fino a tarda sera, bagnando il centro storico di una luce dorata. È in parte di ghiaia, in parte di ghiaia, con docce, ombrelloni e un bar e un ristorante a livello della spiaggia. Vi si accede tramite una lunga scalinata che sarete riluttanti a risalire.

Vai in kayak di mare

Che cos'è? L'attività all'aperto tipica di Dubrovnik per i visitatori, il kayak di mare è organizzato per principianti assoluti come gita di mezza giornata con pranzo sull'isola di Lokrum.

Perchè andare? Devi solo presentarti, provare alcune tecniche di pagaiata in acque poco profonde e protette e l'Adriatico è tuo. I kayak da mare sono più comodi dei kayak convenzionali. La loro lunghezza, con capacità di carico extra, consente al kayak di muoversi più agevolmente e facilmente in linea retta. Canoisti esperti hanno circumnavigato l'Irlanda e l'Australia in uno. Per i mortali inferiori, le calme acque dalla Porta Pile alla verdeggiante isola di Lokrum, senza auto, sono, sotto la guida, un gioco da ragazzi.

Non perdere: Alcune compagnie offrono anche pagaie al tramonto, con vino e formaggio gettati dentro.

Bevi come un locale

Che cos'è? L'unico bar in una strada piena di ristoranti, a pochi secondi da Stradun.

Perchè andare? Buzz ha conquistato una folla locale grazie alla sua buona atmosfera, ai piacevoli interni di sedie colorate e alle decorazioni spiritose, alle birre artigianali come la San Servolo dell'Istria e ai prezzi ragionevoli, non un epiteto che potresti concedere ai suoi ristoranti vicini.

Da non perdere: ci sono limonate biologiche, cocktail, whisky e cognac e rock, pop e jazz accuratamente selezionati.

Sfoglia il mercato nel centro storico

Che cos'è? Il mercato più antico di Dubrovnik si trova nell'importante piazza barocca di Gundulićeva poljana. Al centro è una statua del poeta del XVII secolo Ivan Gundulić, che osserva le pile di frutta, verdura e delizie essiccate. A pochi passi dal vecchio porto, anche un modesto mercato del pesce fa buoni affari. Il sabato è il negozio settimanale di tutti, quindi arriva presto.

Perchè andare? Per assorbire il brusio del mercato. Ogni giorno a mezzogiorno, mentre gli ambulanti si avvicinano all'ultima ora di lavoro, e osservati da gatti altrettanto puntuali e attenti, un funzionario porta un secchio di grano per nutrire i piccioni seduti pazientemente sui tetti vicini. Improvvisamente, decine di uccelli riempiono il cielo. Questo è il segnale per la gente del posto di scendere lentamente e radunarsi davanti a un caffè in uno dei tanti caffè con terrazza.

Non perdere: Alcuni commercianti offrono formaggi di stagione, olive, miele e spezie mediterranee. Altri vendono fatti in casa loza e travarica, brandy forte e aromatizzato, il tipo che non puoi comprare altrove. In un angolo, presso il Palazzo del Rettore, bancarelle vendono oli di lavanda e cantarion, ideali per l'aromaterapia, e bustine di fiori secchi.

Vivi il festival estivo di Dubrovnik

Che cos'è? La più grande festa culturale della Croazia è il Dubrovnik Summer Festival, 47 giorni e 47 notti di spettacoli di musica classica, teatro, opera e danza (principalmente) intorno alla città vecchia. Qualcosa di simile a Edimburgo senza frangia, ha messo in scena la cultura di alto livello a Dubrovnik per più di 60 anni.

Perchè andare? Gli spettacoli danno vita ai gioielli storici di Dubrovnik. Shakespeare viene eseguito all'aperto nella fortezza di Lovrijenac, le orchestre suonano al Palazzo Sponza, i pianisti solisti nella cattedrale, il balletto si svolge dopo il tramonto fuori dalla chiesa di San Biagio e tutti i tipi di eventi hanno le mura della città illuminate dalla luna come sfondo. In tutto, vengono utilizzati circa 70 luoghi, persino l'isola di Lokrum. Prenota in anticipo per i più grandi eventi - per gli altri puoi pagare alla porta. Per gli eventi più prestigiosi è previsto un abbigliamento elegante, anche se non obbligatorio.

Non perdere: Ricorda anche che ci saranno una serie di spettacoli gratuiti per le strade della città vecchia durante il periodo del festival - non devi pagare attraverso il naso o pagare affatto, per essere travolto dall'intero evento.

Scopri la tua spiaggia in grotta

Che cos'è? Vicino al centro di Dubrovnik ma conosciuto solo dalla gente del posto, ancora più vicino alla grandiosa Grand Villa Argentina sopra di esso ma mai visitata dagli ospiti dell'hotel, la grotta nascosta di Betina e scaronpilja è accessibile solo dal mare. Un rifugio perfetto e un luogo per picnic in uno, Betina &scaronpilja comprende un ampio ingresso in grotta e un tappeto di fini ciottoli bianchi. Questa spaziosa spiaggia deserta bagnata da un Adriatico cristallino a pochi passi.

Perchè andare? Non ci sono lettini, docce, servizi di alcun genere, solo tu, la spiaggia e il mare. Per raggiungerlo, dirigiti verso il vecchio porto di Dubrovnik, chiedi a un locale di portarti in barca, concorda una tariffa e l'orario di ritiro. Don dimentica l'orario di ritiro e se non viene, potresti essere qui per un po'.

Ammira i sacri resti umani

Che cos'è? La chiesa originale, presumibilmente finanziata da Riccardo Cuor di Leone in riconoscimento dell'ospitalità locale quando naufragò a Lokrum nel 1190, andò persa a causa del terremoto del 1667. Al suo posto è stato costruito un edificio un po' blando, barocco, libero ma poco allettante da girare.

Perchè andare? L'attrazione principale è il tesoro a un'estremità, una raccolta un po' grottesca di reliquie sacre. Il braccio, il teschio e la parte inferiore della gamba del patrono San Biagio sono custoditi in custodie tempestate di gioielli, un'altra scatola contiene uno dei pannolini di Cristo e il legno della Santa Croce è incorporato in un crocifisso finemente lavorato del XVI secolo.

Non perdere: Forse il manufatto più bizzarro è il piatto e la brocca raccapriccianti progettati come regalo per il re ungherese Mátyás Corvinus, che morì prima che potesse riceverlo.

Tuffati nella fusione asiatica all'Azur

Che cos'è? Questo ristorante in una posizione superba si trova all'ingresso di Buža II, nel cuore del centro storico di Dubrovnik, ma a breve distanza dal mare.

Perchè andare? Ad Azur, puoi assaporare una cucina a prezzi ragionevoli, con influenze mediterranee o asiatiche prima di prendere il sole nel pomeriggio, o goderti un drink con vista sulle onde.

Non perdere: Gli antipasti includono cozze locali in burro di birra e peperoncino e zuppa tom yum dalmata.

Cattura un DJ top al Club Culture Revelin

Che cos'è? Questa fortezza del XVI secolo all'estremità orientale del centro storico di Dubrovnik è diventata il posto dove andare dopo che il tempo per bere è stato chiamato negli altri bar del centro città. Fortunatamente, gli architetti militari di Dubrovnik hanno avuto la lungimiranza di costruire quello che è un luogo ideale per un club: l'interno spoglio di blocchi di pietra a vista, completo di corridoi ad arco e alti tetti a botte, fornisce lo sfondo perfetto per lo stato dell'arte. - spettacolo di luci artistiche. Cosa avrebbero potuto fare i ragusani rinascimentali delle femmine flessuose che danzavano nelle gabbie è tutta un'altra questione.

Perchè andare? Con un bar allungato, un'ampia pista da ballo e molti angoli e fessure circostanti, Revelin è il tipo di posto che può ospitare un gran numero di persone senza farle sentire spinte.

Non perdere: Molti dei principali artisti pop e rock croati si esibiscono qui durante tutto l'anno.

Esplora Konavle

Che cos'è? A sud di Dubrovnik, al confine della Croazia con il Montenegro, le ripide colline e le profonde valli di Konavle offrono il primo passo perfetto per scoprire la contea di Dubrovnik-Neretva.

Perchè andare? Perfetta e panoramica, a vari intervalli, si aprono ampie vedute di Dubrovnik, dandoti un'idea di quanto sia preziosa la città storica, stretta tra il mare e questo paesaggio relativamente arido.

Non perdere: Occasionali case tradizionali in pietra punteggiano il terreno, alcune, come Konavoski Dvori a Velji Do, circondate da una natura ininterrotta. La specialità è il vitello, cotto a fuoco lento sotto un coperchio a campana riscaldato da braci ardenti, il cosiddetto peka metodo.In primavera prende vita una nuova pista ciclabile ed escursionistica, fiancheggiata da segnaletica e pannelli informativi, parte di un progetto territoriale di promozione del turismo sostenibile.

Cenare in modo classico al Proto

Che cos'è? Il Proto, raccomandato dalla Michelin, rivendica una tradizione che risale al 1886, ed è qui che Edoardo VIII intrattenne Wallis Simpson negli anni '30.

Perchè andare? L'Executive Chef Bo&scaronko Lonac supervisiona calamari e aragoste in salse semplici, tradizionali ma superbamente equilibrate, nonché crostacei freschi di Ston lungo la costa e famosi piatti di carne locali. Scegli tra l'eleganza sobria nella sala da pranzo influenzata dagli anni '30 o la terrazza consigliata al primo piano con una splendida vista sulla città vecchia.

Non perdere: Puoi trascorrere un'ora piacevole davanti a un piatto di pesce per due e l'ampia lista di vini copre quasi tutti i vini di qualità che la Croazia ha da offrire.

Sorseggia i migliori vini della Croazia

Che cos'è? Il primo wine bar di Dubrovnik è presieduto dall'australiano-croato Sasha e dal suo team amichevole e informativo. D'Vino riesce a stoccare più di 100 varietà, 76 disponibili al bicchiere.

Perchè andare? Ogni etichetta istriana, slavonica e dalmata decente è qui, tra cui Grgić Plavac Mali e Zlatan Plavac. Il vino della casa inizia a 25 kn e il luogo prevede tour enologici.

Non perdere: I piatti salati di carne e formaggio sono fatti su misura per accompagnare il vino.

Bevi come un VIP

Che cos'è? Per coloro che cercano un posto di lusso, Dubrovnik ha una vasta gamma di bar chic sulla spiaggia con sezioni VIP e le strutture per accompagnarli. La spiaggia di Copacabana è un luogo di ritrovo sontuoso con lettini king-size e abbastanza sciccoso da permettere alle fashioniste di sorseggiare cocktail sulla sua terrazza.

Perchè andare? Costellato di lussuosi lettini e sedie a sdraio bianchi, ci sono un sacco di cose in corso per farti divertire. Gli edonisti possono persino usufruire del servizio al tavolo dei cocktail sul lettino.

Non perdere: Viene consigliata la gita in barca al tramonto, dove si pagaia per vedere mentre Dubrovnik si crogiola nella luce dorata del tramonto.

Esplora un hotel di lusso abbandonato

Che cos'è? In una posizione privilegiata su un promontorio che domina l'Adriatico e l'iconico centro storico di Dubrovnik in lontananza, l'Hotel Belvedere è facilmente raggiungibile in autobus o 25 minuti a piedi dal centro.

Perchè andare? Qui nel 1985 è stato costruito un hotel di lusso, sullo stesso lato della città dell'aeroporto, dove gli ospiti possono rilassarsi intorno alla piscina, cenare e bere in diversi bar e ristoranti, e poi festeggiare in discoteca. Durò solo sei anni, prima che scoppiasse la guerra, tutti furono evacuati e l'hotel fu bombardato. A differenza del centro storico, non è mai stato riparato e rimaneggiato. Nei primi anni 2000, è stato utilizzato per feste di DJ. Dieci anni dopo, è stato uno dei tanti set in giro per la città per la serie TV di successo &lsquoGame Of Thrones&rsquo. Di recente è stato acquistato da un imprenditore russo, ma la sua ristrutturazione richiederà anni. Nel frattempo, sebbene recintato, l'hotel merita di essere esplorato.

Lancia alcune forme a Lazareti

Che cos'è? Un complesso artistico in un'ex caserma di quarantena ai tempi di Napoleone, Lazareti è il posto migliore per festeggiare in città.

Perchè andare? Mentre il programma è incostante, quando colpisce DJ croati di prim'ordine o spettacoli dal vivo, colpisce duro. E la posizione non può essere negata, un complesso sconclusionato di fronte all'Adriatico, a cinque minuti a piedi dalla Porta Ploče nel centro storico. I DJ girano nell'edificio principale a livello sommerso, mentre i festaioli sono liberi di girovagare per i cortili dove i soldati di Napoleone si sarebbero ripresi dalle ferite di guerra.

Non perdere: Tira fuori i tuoi drink e bevi sotto il cielo stellato.

Apprezza l'arte moderna

Che cos'è? Se sei un amante dell'arte, potresti aver sentito parlare delle piccole gallerie impoverite intorno alla rue Laffitte a Parigi un secolo fa, dove si potevano avere Cezannes e Renoirs per una miseria. Oggi il mondo è diverso: gallerie così sono sparse per l'Europa. Uno dei più fantasiosi ed emozionanti in questa regione è la Galleria contemporanea di Dubrovnik. È una piacevole passeggiata di 15 minuti con vista sulla spiaggia da qualsiasi punto di Dubrovnik.

Perchè andare? I suoi proprietari avvertono che i visitatori possono essere sbalorditi, moralmente offesi o (molto probabilmente) incantati, ma sicuramente non ti annoierai.

Non perdere: Questo è un posto incentrato sugli artisti, quindi non sorprenderti se sei invitato a sederti e chiacchierare davanti a un caffè con la gallerista Selma Hafizović, una croata-americana i cui dipinti hanno ottenuto consensi a Londra e New York, o un artista d'avanguardia artista di Tallinn o di Berlino che espone in galleria e di passaggio in città.

Cavalca le onde durante una gita in barca

Che cos'è? Dubrovnik potrebbe essere una delle destinazioni più calde d'Europa in questo momento, ma non c'è niente da dire sul fatto che, in alta stagione, la città soffre davvero della sua popolarità come porto di crociere. La soluzione? Esplora i punti di riferimento della città e la costa circostante in barca.

Perchè andare? Puoi noleggiare un motoscafo e fuggire al ristorante Bowa sull'isola di Scaronipan, saltare lungo le isole Elaphati ed esplorare le grotte blu di Kolo's, illuminate all'interno con una luce acquatica elettrica e leggermente inquietante.

Nuota mentre la cena sta cucinando

Che cos'è? Nel villaggio di pescatori di Zaton Mali, 7 km a nord-ovest della città, questa vecchia rimessa per barche è stata trasformata in ristorante da Niko Gverović nel 1966.

Perchè andare? Situato in una splendida posizione e a conduzione familiare - Niko Jr lo gestisce con sua madre, Mira, producendo la specialità risotto nero Orsan, quattro tipi di conchiglie e gamberi saltati in padella nel vino e limone e mescolati con riso imbevuto di nero di seppia.

Non perdere: Ha la sua spiaggia (e doccia), quindi puoi nuotare mentre la cena sta cucinando.

Sorseggia un cocktail all'Azur Bar

Che cos'è? Bar by Azur è un'aggiunta promettente alla scena dei cocktail piuttosto seria di Dubrovnik e qui, gli intrugli sono fatti con vera abilità usando sciroppi fatti in casa.

Perchè andare? L'elegante area bar è comodamente chic e il brusio si estende alle ampie terrazze assolate. Il menu delle bevande offre una vasta gamma di liquori premium e birre artigianali nazionali.

Non perdere: Bocconcini di mozzarella fresca con gremolata piccante e pancetta con quesadillas al grana padano forniscono un ottimo rifornimento.

Mettiti in disordine a Ludwig

Che cos'è? Il ritrovo dei trafitti e dei tatuati lontano dalla pletora di locali tradizionali intorno alla città vecchia, Ludwig è un bar grunge in una strada laterale dello Stradun è un luogo raro che attrae gli under 30.

Perchè andare? Non vedrai nessun turista di mezza età con indosso sandali indugiare davanti a una pinta da Ludwig: alcuni potrebbero guardare dentro, quindi dirigersi immediatamente altrove. La sua colonna sonora difficilmente oscilla dal rock basato sulla chitarra, Ludwig ha decorato le sue pareti con un mosaico apparentemente casuale di poster, copertine di libri e immagini strappate da riviste (Gogol, Mogwai, Kill Bill e Hendrix hanno tutti un aspetto decorativo). Per tutto questo, sono i bevitori vestiti di nero e incalliti, chini intorno al bancone, a creare il posto.

Esplora la cultura dei bistrot di Dubrovnik

Che cos'è? Otto rappresenta una nuova generazione di bistrot a Dubrovnik. Situato appena fuori dal centro storico, con vista sugli yacht sulla baia di Gruz, questo è il Dubrovnik più contemporaneo.

Perchè andare? I classici piatti di pesce e frutti di mare sono sottoposti al trattamento gastronomico, splendidamente guarniti con purè e contorni fantasiosi. I prezzi sono più che ragionevoli e persino inferiori a quello che pagheresti per una cena di pesce standard in una delle trappole per turisti centrali.

Non perdere: I dessert sono opere d'arte a strati e complesse.

Dirigiti verso un'isola infestata (e abbandonata)

Che cos'è? Nessuno va a Daksa. Non ci sono orari delle barche, taxi d'acqua, niente di niente. In effetti, la gente del posto preferirebbe non andarci. E c'è una ragione per questo. Coloro che hanno la fortuna di soggiornare nell'esclusivo Dubrovnik President Hotel possono guardare fuori dalle sue finestre panoramiche e vedere un idillio verdeggiante dell'azzurro Adriatico circostante, ma Daksa è stata a lungo lasciata a decadere.

Perchè andare? Un tempo occupata dai monaci, Daksa era il luogo in cui i partigiani del tempo di guerra di Tito, che invasero Dubrovnik nel 1944, portarono i simpatizzanti fascisti che avevano rastrellato. Dopo la loro esecuzione di massa, non sono state trovate tombe. Per decenni, questo agghiacciante sito è stato vietato al pubblico in generale. Una scoperta di resti nel 2009 ha portato a una cerimonia di sepoltura e commemorazione. Oggi puoi pagare un locale per portarti sulla sua barca da Dubrovnik e avere l'intera isola per te. Fissa un orario in cui ti venga a prendere e vorresti passare la notte qui.

Immergiti nei profumi dell'Arboreto di Trsteno

Che cos'è? Uno dei tanti luoghi utilizzati all'interno e nei dintorni della città per la serie TV di successo &lsquoGame of Thrones&ndash l'Arboretum che raddoppia come i giardini del palazzo della Fortezza Rossa, questa attrazione storica e naturale risale almeno al 1492.

Perchè andare? Situato intorno alla villa un tempo appartenuta alla famiglia Gozze, il grazioso arboreto è il prodotto dell'epoca rinascimentale, quando i capitani di mare riportavano semi e piante rare ed esotiche dai loro viaggi durante l'età delle scoperte.

Non perdere: I giardini scendono verso il mare, comprendendo una grotta e una fontana barocca.

Prendi un souvenir sfacciato

Che cos'è? Cammina lungo la strada principale di Stradun e tutto ciò che vedi sono negozi di souvenir di cattivo gusto che vendono toot di fabbricazione asiatica troppo costosi. Svolta un angolo dal vecchio porto a Sv Dominika che sale ripidamente, verso la Porta di Ploce, e ti imbatti in questa modesta porta. Dubrovačka kuća offre regali di alta qualità a prezzi convenienti.

Perchè andare? Le raffinate ceramiche e bicchieri che vedi sono il risultato di un collegamento con il Museo delle arti e dei mestieri di Zagabria, mentre i prodotti locali includono vini, oli d'oliva, sali da bagno, dolci e liquori aromatizzati. La signora anglofona dietro il bancone offre consigli utili senza essere invadente, e tu esci contento di aver fatto il tuo dovere di turista senza la sensazione di essere stato derubato.

Esplora il monastero domenicano

Che cos'è? Tra il Palazzo Sponza e la Porta Ploče, questo monastero è meglio conosciuto per i suoi chiostri tardogotici e i dipinti della fine del XV secolo della Scuola di Dubrovnik nel museo e in particolare, i capolavori di Nikola Božidarević, tra cui il suo Our Our Signora con i Santi.

Perchè andare? Sulle pareti della chiesa del monastero si trovano un bellissimo crocifisso ligneo di Paolo Veneziano del 1358 e un dipinto del famoso artista fin-de-siè Vlaho Bukovac di Cavtat, Il miracolo di San Domenico.

Sorseggia un caffè artigianale al Cogito

Che cos'è? Reinventando l'idea della caffetteria con terrazza come bar in un vicolo medievale, il principale punto vendita di Dubrovnik dei torrefattori di caffè boutique con sede a Zagabria fa capolino invitante da sotto uno degli ampi archi che attraversano l'acciottolato in questo quartiere della città.

Perchè andare? Con un bancone all'interno e un paio di panche in legno all'esterno, Cogito è il luogo ideale per socializzare in modo informale o per prendere qualcosa da asporto. Come ci si potrebbe aspettare da uno specialista del caffè, hanno diffuso la loro rete in modo piuttosto ampio rispetto alla media dei kafi croati, con baristi esperti che servono espressi morbidi e alle prese con le esigenze di caffè filtro, Chemex e caffè freddo.

Non perdere: Deliziose vaschette di gelato artigianale di Medenko di Samobor riempiono il congelatore sul lato del bancone. Un altro ramo di Cogito si trova appena fuori dalla Porta Ploče a Hvarska 2.

Acquista la moda di lusso al Maria Store

Che cos'è? Situato in posizione strategica al Ploče Gate, il Maria Store è uno dei pochi posti in Croazia dove puoi trovare una batteria di grandi nomi internazionali come Givenchy, Lanvin, Valentino, Saint Lauren e Stella McCartney, tutti disposti in una luce , spazio rilassante progettato dall'architetto italiano Marco Bonelli.

Perchè andare? Per amore della moda, tesoro. Prezzi adeguati alla qualità e all'atmosfera offerta. Il personale è disponibile, comunque, qualunque cosa tu stia cercando.

Prendi la torta

Che cos'è? L'ultimo discorso della città quando si tratta di torte, Mala Truba (&ldquoBlow Your Little Trumpet&rdquo potrebbe essere una traduzione creativa) si trova in un vicolo dietro Mercante, un centro commerciale molto usato dalla gente del posto ma in cui i turisti raramente calpestano.

Perchè andare? Torte di formaggio, torte e biscotti fantasiosi e con ricetta personale riempiono un piccolo bancone di vetro, c'è una piccola sporgenza all'esterno dove puoi stare in piedi e deriderli. Le prelibatezze tipiche includono Fjorin (20 kn), una soffice torta di mandorle succulenta e Orlandina (24 kn), un delizioso dito di mousse di lamponi su una base croccante di cioccolato. Dolci a parte, Mala

Non perdere: Truba fa anche una superba pagnotta di pasta acida (anche se attenzione che si esaurisce all'ora di pranzo) e occasionali specialità salate come il soparnik (la deliziosa torta di aglio e bietole svizzera originaria della Dalmazia).

Sfoglia gli archivi

Che cos'è? L'affascinante ex dogana del XVI secolo e la zecca ragusana sono utilizzate per ospitare l'ampio archivio di stato.

Perchè andare? In alcune sale del cortile porticato al piano terra sono esposte le fotocopie dei documenti storici più preziosi dell'Archivio.

Non perdere: Una piccola stanza di fronte alla biglietteria ospita la Sala commemorativa dei difensori di Dubrovnik. Coprendo i 12 mesi dall'ottobre 1991 (sebbene tenga a sottolineare che gli attacchi isolati sono continuati fino all'estate del 1995), la mostra contiene i ritratti dei 300 difensori e civili morti durante l'assedio e il resto lacero della bandiera croata che sventolava in cima strategico Monte Srđ.

Mangia pesce direttamente dalla barca

Che cos'è? Porat valorizza i sapori del territorio. Situato nell'affollato porto di Gru, le barche da pesca attraccano al ristorante ogni sera con una fresca quantità di frutti di mare grigliati e preparati sul tavolo entro un'ora.

Perchè andare? I prodotti locali del mercato dei pescatori o degli agricoltori costituiscono il tema centrale di Porat. Specializzato in pesce e frutti di mare, ci sono pochi piatti a base di carne e un menu fisso vegetariano: l'umile Brodet (stufato di pesce) è da leccarsi i baffi. I piatti vengono consegnati rapidamente e serviti in modo creativo da un personale cordiale. L'interno neutro è moderno ma non pretenzioso, il che lo rende un ambiente intimo e accogliente per un pranzo informale o una cena a base di pesce a tarda notte.

Non perdere: Questa è la cena adriatica informale al suo meglio. I menu fissi sono un ottimo rapporto qualità-prezzo e vanno da un minimo di &euro 20 a persona.

Assaggia il sushi dell'Adriatico

Che cos'è? I crostacei appena allevati dai famosi allevamenti di ostriche di Mali Ston sono l'attrazione principale del Bota, un bar all'aperto con sgabelli alti e tavoli alti, splendidamente situato su una terrazza rialzata dietro la cattedrale.

Perchè andare? Le ostriche vengono servite fresche, fritte in tempura o come ingrediente chiave in un rotolo di sushi. C'è anche un menu completo di tutte le altre forme di sushi, con ingredienti di pesce dell'Adriatico in primo piano e alcune combinazioni creative Adriatico-giapponesi.

Non perdere: Carpacci di pesce, tartare di tonno e gamberi in tempura completano il tipo di menu davvero affascinante che richiede ripetuti assaggi.


Informazioni di viaggio importanti

Il corridoio di Neum è aperto per i cittadini UE ed extra UE nel 2021?

Da quando è iniziata la crisi del coronavirus, molti visitatori della Croazia che si recano a Dubrovnik o in qualche altra destinazione della Croazia meridionale hanno dei dubbi sul fatto che il corridoio di Neum sia aperto per il transito. Come scrive Slobodna Dalmacija, il corridoio di Neum è aperto a tutti i cittadini comunitari ed extracomunitari in transito verso la Croazia meridionale, con le stesse condizioni di prima della padella.

Biokovo Skywalk ha riaperto nell'aprile 2021

Come scrive Metkovic News, Biokovo Skywalk ha riaperto le sue porte ai visitatori nel 2021, dopo la pausa invernale. Skywalk è stata una delle attrazioni più glamour della Croazia nel 2020 e si prevede che la tendenza di un maggiore interesse per questa passerella unica completamente in vetro sarà seguita nel 2021. Puoi leggere di più su Skywalk qui.

Qual è la procedura se un visitatore ottiene il coronavirus in Croazia?

Sebbene la Croazia abbia finora gestito bene la pandemia, c'è la possibilità che un turista che arriva in Croazia prenda il coronavirus.
Ecco i punti più importanti delle istruzioni scritte dall'Istituto croato di sanità pubblica relative alla procedura in caso di sospetto o conferma positiva del test del virus.


LAGHI DI PLITVICE – UNA BREVE STORIA

I laghi di Plitvice erano diventati una grande attrazione turistica alla fine del XIX secolo. Il primo hotel fu costruito lì nel 1896 e già nel 1893 aveva un comitato per la conservazione, il predecessore dell'odierna autorità del parco nazionale. Nel 1949 il governo comunista della Jugoslavia nazionalizzò i laghi e ne fece un parco nazionale. Il parco è stato iscritto nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1979 in riconoscimento della sua "eccezionale bellezza naturale e della produzione indisturbata di travertino (tufo) attraverso l'azione chimica e biologica".

Il parco divenne presto una delle attrazioni turistiche più popolari della Jugoslavia. Tuttavia, nel marzo 1991 è diventata la scena dell'incidente dei laghi di Plitvice, il primo scontro armato della guerra d'indipendenza croata che ha provocato vittime. Il parco è stato tenuto dalle forze della Repubblica di Krajina serba durante il conflitto e ha subito alcuni danni nel processo, con hotel e altre strutture utilizzate come caserme. Nell'autocampo di Grabovac ci furono vittime civili (tre bambini) a causa di un proiettile dell'esercito jugoslavo nel settembre 1991[4]. Fu ripreso dall'esercito croato nell'agosto 1995 durante l'operazione Tempesta, che pose fine alla guerra croata.

.


Fotografia di Roybb95


TURISMO IN NORD AMERICA

PARCO NAZIONALE DI DENALI, ALASKA (USA)

La maggior parte delle persone non penserebbe al turismo di massa quando si considera l'Alaska, lo stato più selvaggio degli Stati Uniti. Ma essendo stato lì prima che l'Alaska Highway fosse completamente asfaltata nel 1992, posso vedere una grande differenza.

Prima dell'apertura dell'autostrada, l'Alaska era una grande avventura. Sei stato fortunato se sei riuscito a superare lo stato senza rimanere bloccato nel fango da qualche parte. Ora puoi semplicemente navigare, magari vedendo lo strano cantiere lungo la strada dove vengono riparate le buche dello scorso inverno.

Il Parco Nazionale di Denali è stato particolarmente colpito dallo sviluppo del turismo. Prima del 1992 c'erano solo pochi lodge e capanne lungo il fiume Nenana e un campeggio con servizi di base. Oggi troverai resort di lusso, un Good Sam Park e un centro commerciale sul lungomare con fast food e gelaterie.

Devi aspettare in una fila di turisti che si accalcano per entrare nel parco su uno degli autobus del parco. Le soste fotografiche lungo la strada del parco sono cronometrate con precisione e la sensazione di essere fuori nella natura selvaggia si perde nel processo.

Il mio consiglio? Salta completamente i tour in autobus e fai escursioni nella natura selvaggia di Denali per vivere la vera natura selvaggia del parco. Monika Fuchs di Travel World Online

BANFF, ALBERTA (Canada)

Sono cresciuto in una piccola città vicino a Banff, una delle destinazioni più visitate del Canada. Situato nelle Montagne Rocciose canadesi, ospita molte delle località sciistiche più famose del Canada.

Il turismo ha creato una serie unica di problemi sociali causati principalmente dal fatto che, come città situata all'interno di un Parco Nazionale, Banff aveva confini rigorosi. Pertanto non è stato in grado di espandersi oltre i 4,9 chilometri quadrati assegnatigli.

L'estrema popolarità della destinazione e i limiti all'espansione fanno sì che il limitato patrimonio immobiliare della città sia estremamente costoso e quasi interamente dedicato al turismo di fascia alta.

Quasi tutti quelli che vivevano lì lavoravano nel settore dei servizi (come ho fatto io). Quindi non potevano permettersi i pochi appartamenti disponibili e furono costretti a vivere in piccoli e squallidi dormitori forniti dai loro datori di lavoro. Assunzioni/licenziamenti stagionali fatti per un alto turnover, che hanno creato una comunità transitoria che i locali erano reticenti ad abbracciare.

Il risultato è stata una società molto strana di gente del posto a breve termine e una cultura del partito del binge drinking quasi onnipresente. Pensa a una città universitaria dove tutti gli studenti hanno abbastanza soldi per ubriacarsi ogni sera e possono andarsene quando vogliono.

Banff non è affatto una città terribile. Ma l'overtourism l'ha trasformata da una pittoresca comunità di sci in un'attività di churn-and-burn più focalizzata sul piacere dei turisti che sulla fornitura di una qualità di vita a prezzi accessibili per la gente del posto. –Matt Gibson diXpat Matt

MANHATTAN, NEW YORK (USA)

Manhattan è la parte più visitata di New York, il principale porto di ingresso degli Stati Uniti, il principale generatore di entrate turistiche e la principale destinazione delle grandi città. Decine di milioni di persone visitano ogni anno, un fatto che viene regolarmente sottolineato dall'organizzazione di marketing NYC & Company.

Ma quanti milioni sono troppi, anche in una megalopoli? Parti di Manhattan hanno raggiunto la loro capacità di carico, il punto oltre il quale i numeri del turismo più grandi non sono migliori.

Come nativo di New York, evito accuratamente posti come Times Square e il Rockefeller Center durante i periodi di viaggio pesanti. Non sono piacevoli da visitare per nessuno, turisti o gente del posto.

Ma i problemi di Manhattan sono più profondi. Ci sono domande vitali sul grado in cui i soldi che i turisti spendono a Manhattan aggiungono all'economia locale.

Il valore lordo può raccontare una storia, ma quando si tiene conto dell'impatto economico del turismo, della perdita economica (denaro che avvantaggia le imprese con sede altrove), dei costi duri e morbidi della gestione del turismo e della diffusione relativamente ridotta dei benefici, il rendimento economico potrebbe non avere altrettanto senso economico.

Fortunatamente, New York sta valutando strategie turistiche alternative. La nuova campagna "True York City" incoraggia i visitatori a esplorare e interagire più profondamente con l'area.

Forse è l'inizio di una vera riflessione sulla qualità dell'esperienza turistica di New York, piuttosto che sulla quantità. –Ethan Gelber di The Travel Word

MAUI, HAWAII (USA)

Maui ha superato "La migliore isola del mondo” valutazioni per anni. Non è una sorpresa, considerando il clima perfetto, le spiagge perfette e i panorami perfettamente pittoreschi. Ma tutta questa perfezione ha un costo, che è il degrado della mia destinazione di vacanza un tempo perfetta.

A soli 727 miglia quadrate, Maui è una piccola isola, ma vede circa 3 milioni di turisti ogni anno. Quei visitatori fanno aumentare i prezzi locali, affollano le aree più popolari e rendono sempre più difficile rilassarsi nella terra di aloha.

C'è anche l'impatto ambientale negativo del turismo, con diverse specie endemiche che necessitano di ulteriore protezione.

Un esempio particolarmente eclatante degli effetti del turismo su Maui è Molokini. Questo minuscolo atollo a forma di unghia appena al largo della costa di Maui è un luogo popolare per lo snorkeling. Quando ho prenotato per la prima volta un viaggio di snorkeling di mezza giornata nei primi anni 2000, è stato fantastico.

Ma quando sono tornato nel 2010, c'erano così tanti catamarani stipati che l'area per lo snorkeling era piena di nuotatori. Non è molto divertente essere costantemente all'erta per evitare di essere presi a calci in faccia, e probabilmente è ancora meno divertente per i pesci che vivono lì. O lo ha fatto.

Maui dipende dal turismo per la sua salute economica, quindi è difficile odiare sull'isola per essere così popolare. Ma mi piacerebbe se ci fosse un migliore equilibrio tra le esigenze delle casse dell'isola e la salute della sua flora e fauna. –Jen Miner di The Vacation Gals

PARCO NAZIONALE DI YELLOWSTONE (USA)

Situato nell'angolo nord-occidentale del Wyoming, il Parco Nazionale di Yellowstone è la gemma che ha dato il via al sistema del Parco Nazionale degli Stati Uniti. Negli ultimi 10 anni, il turismo è aumentato del 40%, con oltre 4,2 milioni di visitatori nel parco nel 2016.

Questo drammatico aumento ha causato numerosi problemi turistici. Il primo sono i visitatori che camminano su sentieri segnalati, causando danni ambientali uccidendo la vegetazione (che porta a problemi di erosione).

Il secondo problema è con i visitatori che lanciano oggetti come monete e cibo nelle strutture geotermiche, che danneggiano le alghe geotermiche. Alcuni visitatori camminano persino nelle caratteristiche geotermiche, che possono portare alla morte.

Un altro grosso problema sono gli incontri uomo/fauna selvatica. Gli animali di Yellowstone stanno imparando cattive abitudini che li fanno pensare che le persone siano fonti di cibo. Gli orsi possono diventare aggressivi e pericolosi quando vengono nutriti.

I visitatori poco informati si impegneranno in un "salvataggio di animali" piuttosto che lasciare che la natura faccia il suo corso (vedi: la coppia che ha messo un cucciolo di bisonte nella parte posteriore della loro auto).

Il modo migliore per evitare le masse è evitare di visitare Yellowstone durante l'estate. Maggio e ottobre sono un ottimo momento per approfittare del clima più caldo senza affrontare grandi folle. –Jennifer Melroy diHa fatto la differenza

PENISOLA DELLO YUCATAN (Messico)

Da Playa del Carmen a Cancun, l'ondata incontrollata del turismo nella penisola dello Yucatan ha trasformato gran parte della regione in un enorme resort all-inclusive. Quella che una volta era una serie di giungla incontaminata ed ecosistemi marini viene gradualmente distrutta dall'urbanizzazione caotica.

Quasi 10 milioni di visitatori all'anno scendono a Quintana Roo (lo stato messicano che comprende la costa dello Yucatan), e le loro piña colada e lozioni abbronzanti stanno soffocando gli ecosistemi con bottiglie di plastica e rifiuti organici.

La maggior parte dei locali non trae profitto da questo rapido aumento delle entrate del turismo: i resort all-inclusive raramente assumono nativi indigeni e questi resort raramente restituiscono alla comunità.

Un tempo tranquillo villaggio di pescatori, Playa Del Carmen ha perso ogni attrattiva locale. È diventata una palpitante cittadina balneare dominata da una striscia turistica piena di resort sgargianti, discoteche in forte espansione e droghe. Violenze e furti sono aumentati nelle comunità circostanti mentre la polizia è impegnata a pattugliare le zone turistiche.

Se vai a Playa del Carmen o Cancun, non soggiornare in un all-inclusive. Comprendi che il turismo incontrollato ha avuto un impatto negativo e lascia che sia questo a guidare la tua spesa. Cenare in ristoranti locali. Fai acquisti in aziende di proprietà locale. Chatta con la gente del posto.

È davvero l'unico modo per garantire che la tua visita a questo hotspot del turismo di massa abbia benefici positivi. –Mike Jerrard diRisveglio selvaggio