Podcast di storia

Chi era il vichingo eccezionalmente potente sepolto nella nave di Gokstad?

Chi era il vichingo eccezionalmente potente sepolto nella nave di Gokstad?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Di ThorNews

Sin dalla pubblicazione di un articolo scientifico nel 1883, “tutti” sapevano che lo scheletro trovato nella magnifica nave Gokstad nella Norvegia orientale apparteneva a Olaf Geirstad-Alf, il leggendario re vichingo della Casa di Yngling. Negli ultimi anni, tuttavia, la ricerca ha dimostrato che questo deve essere sbagliato.

Le datazioni dendrocronologiche mostrano che la nave di Gokstad fu costruita intorno all'anno 890 d.C., cioè all'apice dell'espansione norvegese nelle isole britanniche, e nell'anno 901 fu sepolta nel cosiddetto “King's Mound” (Gokstad Mound) a Vestfold, Norvegia orientale.

La nave che è in gran parte costruita in quercia è lunga 23,22 metri (76,18 piedi) e larga 5,18 metri (17 piedi). Su ogni lato ci sono sedici buche per i remi e la nave fu costruita per trasportare trentadue rematori. Con timoniere (proprietario della nave) e vedetta, l'equipaggio era composto da trentaquattro persone, ma poteva trasportare un massimo di settanta uomini con alcune attrezzature.

  • Campo vichingo completo di costruzione di navi e laboratori di armi rinvenuti in Inghilterra
  • Parli come un vichingo! 10 parole di tutti i giorni in inglese con origini norrene
  • La spietata percezione dei vichinghi ritorna come prova dell'uso di schiavi durante l'era vichinga viene di nuovo messa a fuoco

Modello della nave vichinga di Gokstad. (Immagine: CC BY-SA 2,5 )

La nave Gokstad era sia flessibile che veloce con una velocità massima di oltre 12 nodi (14 mph) spinta dalla vela di circa 110 metri quadrati (1.200 piedi quadrati). Test recenti hanno dimostrato che la nave funzionava molto bene sia con la vela che con i remi, e potrebbe essere stata utilizzata per il commercio, le incursioni vichinghe e le esplorazioni.

Non sono stati trovati contrasti e probabilmente i rematori sedevano su casse che contenevano anche il loro equipaggiamento personale.

Reperti gravi

Quando la nave di Gokstad fu scavata, furono scoperti sessantaquattro scudi (trentadue per lato) e ogni secondo scudo fu dipinto in giallo e nero. Nella parte anteriore della nave sono stati scoperti frammenti di un tessuto di lana bianca con strisce rosse cucite che probabilmente erano parti della vela.

Dietro l'albero è stata scoperta una camera funeraria con i resti di un tappeto splendidamente tessuto che decorava le pareti. All'interno della camera funeraria è stato rinvenuto un letto rifatto contenente la persona sepolta.

Oltre alla stessa nave di Gokstad, sono stati trovati tra gli altri oggetti una tavola da gioco con pezzi da gioco in corno, ami da pesca, finimenti in ferro, piombo e bronzo dorato, stoviglie, sei letti, una tenda, una slitta e tre piccoli Barche.

Fu scoperta anche una grande quantità di ossa di animali che erano appartenute a dodici cavalli, otto cani, due astori e, sorprendentemente, due pavoni.

  • Questi denti limati e scanalati appartenevano a un guerriero d'élite vichingo?
  • Sepoltura di una barca vichinga di 1.000 anni scoperta sotto la piazza del mercato in Norvegia
  • La cronaca del X secolo del funerale violento e orgiastico di un capo vichingo

Animali nella tomba della nave di Gokstad. (Immagine: arkikon.no)

Quando lo scavo ebbe luogo nel 1880, divenne presto chiaro che parti del corredo funerario erano state saccheggiate in tempi antichi: non c'erano gioielli o metalli preziosi nella tomba, né armi che in epoca vichinga erano una parte importante del il corredo funerario di un guerriero che lo prepara per il suo viaggio nell'Aldilà.

Appena a sud del tumulo funerario di Gokstad, è stato recentemente scoperto un importante centro commerciale. Gli oggetti scavati raccontano storie diverse e documentano lo stretto legame tra Vestfold e il resto del mondo in quel momento.

I pesi trovati nel centro commerciale mostrano che le attività commerciali frenetiche hanno avuto luogo all'incirca nello stesso periodo della sepoltura della nave di Gokstad.

Esame osseo

Nel 2007, le ossa di uno scheletro umano trovato nella tomba sono state esaminate a fondo dal professor Per Holck presso l'Istituto di scienze mediche di base dell'Università di Oslo.

L'esame ha dimostrato che le ossa erano appartenute a un uomo morto sulla quarantina. Era alto tra 178 (5 piedi e 10 pollici) e 184 centimetri (6 piedi), qualcosa che era significativamente più alto dell'altezza media del periodo (165 cm / 5 piedi e 5 pollici) e il Viking era costruito in modo eccezionalmente potente.

L'uomo nella tomba della nave di Gokstad ha mangiato principalmente cibo terrestre [cibo proveniente dalla terra e non dal mare, come carne e mais] dimostrando di appartenere all'élite sociale della comunità norrena.

Il professor Holck ha trovato segni evidenti di cinque o sei tagli diversi da un'ascia, un coltello e una spada: uno su ciascuno dei femori, due o tre a sinistra e uno sull'osso del polpaccio destro.

Tagliato sulla gamba (tuberositas tibiae), probabilmente forma una spada. (Immagine: Per Holck, Università di Oslo)

È probabile che l'uomo di Gokstad non sia sopravvissuto a queste ferite, cosa provata dal fatto che non ci sono segni che le sue ferite siano guarite.

Sebbene nessuna delle lesioni sarebbe stata fatale (forse ad eccezione di un taglio all'interno del femore destro, che potrebbe aver danneggiato l'arteria femorale), non si può escludere che questo particolare vichingo avesse altri tagli che lo hanno ucciso , ad esempio nella testa (sono state scoperte solo parti del cranio).

Mirare alle gambe del nemico era una tecnica di combattimento comune nel Medioevo. Le gambe non erano coperte da cotta di maglia ed erano vulnerabili, un fatto documentato da molti esempi nelle saghe norrene.

Il professor Holck ha concluso che devono esserci state almeno due persone, con tre armi diverse, che hanno ucciso l'uomo di Gokstad, e che i tagli indicano che molto probabilmente indossava un'armatura ed è stato ucciso in battaglia.

Nave Gokstad di Jac Brun (Biblioteca nazionale norvegese. .

Non re Olaf Geirstad-Alf

La teoria secondo cui lo scheletro del tumulo di Gokstad apparteneva a Olaf Geirstad-Alf (in norreno: Ólaf Geirstaða Álfr, l'elfo di Geirstad) è stata descritta in un articolo scientifico dal professore di anatomia Jacob Heiber nel 1883, e da allora l'identità dell'uomo è stata ampiamente accettato.

Nella prima sezione del Heimskringla King's Sagas scritte nel 1225 da Snorri Sturloson, Olaf «Geirstad-Alf» Gudrødsson è menzionato con un paio di righe: Olaf era un piccolo re di Vestfold e il fratellastro di Halfdan il Nero (c. 810 - c. 869 ANNO DOMINI).

Olaf era presumibilmente il fratello maggiore di diciannove anni di Halfdan, e quindi probabilmente nato intorno all'anno 800. Poiché la tomba della nave può essere datata all'anno 901, circa mezzo secolo dopo la morte di Olaf Geirstad-Alf, i ricercatori possono tranquillamente affermare che questo è non La tomba di Olaf.

Il tumulo di Gokstad a Vestfold, nella Norvegia orientale. (Immagine: Thor Notizie )

Quindi, chi era il vichingo eccezionalmente potente trovato nella camera della tomba di Gokstad?

Se osserviamo da vicino la grande e versatile nave Gokstad e le ricche scoperte, e come è stata uccisa la persona nella tomba, è abbastanza certo che si trattasse di un potente e rispettato guerriero vichingo di Vestfold.

I pavoni scoperti mostrano che si trattava di un uomo con una rete internazionale e che apparteneva all'alta borghesia norrena. Forse gli uccelli erano un dono di un re inglese o dei trofei che aveva portato a casa da un'incursione vichinga in Spagna? Nell'Europa medievale i pavoni, una specie di uccelli originariamente riportata dall'Asia, erano considerati un simbolo di potere tra re e aristocratici.

Forse l'uomo di Gokstad era un potente re, conte o capo vichingo che aveva accumulato enormi ricchezze all'estero? Tuttavia, potrebbe anche essere stato un guerriero d'élite, un berserker, uno dei fedeli soldati d'élite del re che ha ricevuto il funerale che si meritava quando è stato ucciso in battaglia.

Non sappiamo se sia stato ucciso a Dublino, Londra, York o a Novgorod (Russia) e portato a casa per essere sepolto. In ogni caso, è certo che le ossa umane sepolte nella nave di Gokstad non appartenevano al re Olaf Geirstad-Alf.

Immagine in alto: La nave Gokstad costruita in clinker risalente all'anno 890 d.C. è attualmente in mostra al Museo delle navi vichinghe di Oslo, in Norvegia. (Immagine: Museo di Storia Culturale, Oslo, 1938)

L'articolo ' Chi era il vichingo eccezionalmente potente sepolto nella nave di Gokstad? è stato originariamente pubblicato su ThorNews ed è stato ripubblicato con il permesso.


Guarda il video: Sejarah Bangsa VIKING Bangsa Paling Di Takuti Di Dunia (Potrebbe 2022).