Podcast di storia

Rathburne II DE-1057 - Storia

Rathburne II DE-1057 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Rathburne II DE-1057

Rathburne II(DE-1057: dp. 4.064 (f.); 1.438'; b. 47'; dr. 25'; s. 27 k.;cpl. 243; a. ASROC, 1 5", 4 tt .; el. Kno~) Il secondo Rathburne (DE-1057) fu impostato l'8 gennaio 1968 da Loekheed Shipbuilding & Construetion Co., Seattle, Washington, varato il 2 maggio 1969 sponsorizzato dalla signora Charles A. Bowsher; e commissionato 16 Maggio 1970, comandante Richard B. Evans al comando.Rathburne arrivò al suo porto di Pearl Harbor, nelle Hawaii, il 20 luglio 1970 e trascorse il resto di quell'anno e il primo trimestre del successivo impegnato in test di sistemi d'arma e vari esercizi Il 14 aprile 1971, lasciò Pearl Harbor per un dispiegamento di sei mesi a WestPae, tornando a Ilawaii il 27 ottobre per un lungo periodo di manutenzione.Dopo una breve visita alla costa occidentale nel maggio e giugno 1972, Rathburne si imbarcò per il suo secondo tour di dovere in WestPae il 31 luglio 1972. Ha terminato il 1972 e ha iniziato il 1973 nel Pacifico occidentale, al largo delle coste del Vietnam, e non è tornata a Pearl Harbor fino al 25 febbraio 1973. È rimasta in th e Pearl Harbor per tutto il 1973 ed è ancora operativo dal gennaio 1974.


Rathburne II DE-1057 - Storia

Un'ortografia errata del nome Rathbun, anche scritto Rathbourne, Rathburn o Rathbon.

John Peek Rathbun prestò servizio nella Marina continentale sin dall'inizio. Come tenente a Providence, partecipò ad un attacco a New Providence nel 1776. Quando John Paul Jones prese il comando, rimase a Providence, poi andò con Jones da Alfred. Promosso capitano dello sloop Providence nell'aprile 1777, riportò la sua nave alle Bahamas e la notte del 27 gennaio 1778 inviò un piccolo gruppo di marines a terra a New Providence. Hanno catturato i forti Nassau e Montague senza spargimento di sangue. Il 28 Rathbun portò la Provvidenza nel porto di Nassau. Prima di partire la mattina del 30, lui e il suo equipaggio avevano preso due sloop e un brigantino, Mary ha liberato i prigionieri americani, ha smantellato le fortificazioni e ha acquisito armi di piccolo calibro, munizioni e polvere da sparo di cui avevano urgente bisogno.

Nel 1779 assunse il comando della fregata Queen of France e in luglio navigò al largo di Terranova con Providence e Ranger. Il 16 le navi avvistarono un convoglio diretto in Gran Bretagna. La nebbia si chiuse, ma quando si sollevò, la regina di Francia era accanto a un mercantile il cui equipaggio aveva scambiato l'americano per una nave di scorta britannica. Rathbun approfittò della situazione, sfruttò l'errore di identità e catturò la nave. Ranger e Providence hanno seguito l'esempio. Altre dieci navi furono tagliate fuori dal convoglio, il loro valore totale si avvicinò a $ 1 milione.

Nel 1780 Rathbun portò la regina di Francia a sud nelle forze del commodoro Whipple per rafforzare le difese di Charleston, Carolina del Sud. Lì, con navi più piccole, fu di stanza nel fiume Ashley per impedire alle forze britanniche sotto Cornwallis di attraversare e attaccare la città. Quando la posizione americana si indebolì, i cannoni della regina di Francia furono rimossi e fu affondata come nave blocco. Il suo equipaggio scese quindi a terra e Rathbun prestò servizio come artigliere fino alla caduta della città nel maggio 1781.

Fatto prigioniero alla caduta di Charleston, Rathburn e gli altri capitani americani furono rilasciati sulla parola e autorizzati a tornare nel New England. Lì scoprì che la Marina continentale si era ridotta e nessun comando era disponibile. Quindi, Rathburn, un vero patriota, si assicurò una commissione dal Congresso il 4 agosto per comandare il brigantino corsaro del Massachusetts Wexford. Circa due settimane dopo, salpò da Boston diretto al St. Georges Channel e, nel giro di altre sei settimane, raggiunse la costa dell'Irlanda. Lì, a meno di 100 miglia da Cape Clear, si scontrò con la fregata da 32 cannoni HMS Recovery. Dopo un inseguimento di 24 ore durante il quale la HMS Recovery ha sparato almeno una bordata, Rathburn e la sua nave sono stati catturati dalla nave da guerra britannica. Incarcerato prima nella prigione di Kinsale vicino a Cork, in Irlanda, Rathburn fu successivamente trasferito nella prigione di Mills a Plymouth, in Inghilterra, dove morì il 20 giugno 1782.

(DE-1057: dp. 4.064 (f.) l. 438' b. 47' dr. 25' s. 27 k. cpl. 243 a. ASROC, 1 5", 4 tt. cl. Knox )

Il secondo Rathburne (DE-1057) fu impostato l'8 gennaio 1968 da Lockheed Shipbuilding & Construction Co. Seattle, Washington, varato il 2 maggio 1969 sponsorizzato dalla signora Charles A. Bowsher e commissionato il 16 maggio 1970, Comdr. Richard B. Evans al comando.

Rathburne arrivò nel suo porto di Pearl Harbor, nelle Hawaii, il 20 luglio 1970 e trascorse il resto di quell'anno e il primo trimestre del successivo impegnato in test di sistemi d'arma e vari esercizi. Il 14 aprile 1971, lasciò Pearl Harbor per un dispiegamento di sei mesi nel WestPac, tornando alle Hawaii il 27 ottobre per un lungo periodo di manutenzione. Dopo una breve visita alla costa occidentale nel maggio e giugno 1972, Rathburne intraprese il suo secondo servizio in WestPac il 31 luglio 1972. Terminò il 1972 e iniziò il 1973 nel Pacifico occidentale, al largo delle coste del Vietnam, e non tornò a Pearl Harbor fino al 25 febbraio 1973. Rimase nell'area di Pearl Harbor per tutto il 1973 e vi opera ancora dal gennaio 1974.


L'ultimo ufficiale in comando di Rathburne


La quarta foto e biografia di Rathburne XO fornita da C.Cole

Aiuto necessario per assemblare una lista degli XO. Si prega di inviare informazioni per aiutare. Non sono sicuro, ma se la memoria non mi ricorda bene Lcdr Yonov se ne andò poco dopo un ritorno in Pearl, ma non sono sicuro se fosse prima o dopo che la nave diventasse una FF. Se hai informazioni su FF1057 XO, invialo

Il sesto amministratore delegato di Rathburne 1976

14 gennaio 1976 Lt Cmd Robert McClean riportato a bordo come Executive Officer


USS Rathburne MILITARE USA 5946

Condizione: questa è una cartolina originale vintage, una carta commerciale o una fotografia, tutte le carte che vendiamo sono in VG o condizioni migliori, non ci sono strappi o pieghe, se non diversamente indicato nella descrizione dell'oggetto. Tutte le cartoline elencate sono CARTE DI FORMATO STANDARD. Per saperne di più

Condizione: questa è una cartolina originale vintage, una carta commerciale o una fotografia, tutte le carte che vendiamo sono in VG o condizioni migliori, non ci sono strappi o pieghe, se non diversamente indicato nella descrizione dell'oggetto. Tutte le cartoline elencate sono CARTE DI FORMATO STANDARD 5 1/2" per 3 1/2" se non diversamente specificato. Se non soddisfatto, saremo lieti di rimborsare. Tutte le cartoline che vendiamo sono cartoline o fotografie originali d'epoca, no riproduzioni.

USS RATHBURNE MILITARE USA 5946

Una vera cartolina fotografica della USS Rathburne Forze armate statunitensi intorno agli anni '70
Editore / Fotografo ----- no
Carta #----------- no
Problemi di condizione ---- NO

Il costo di spedizione MASSIMO per QUALSIASI QUANTITÀ di singole carte è di $2,00. Non si applica ai lotti all'ingrosso.

Tutte le nostre carte vengono spedite in una busta rinforzata con carta, oppure i pacchi del valore di $ 12,99 e oltre saranno in una busta di spedizione rigida.

Accettiamo Paypal e altre forme di pagamento, richiedi info per pagamento alternativo.


Durante gli ultimi mesi della prima guerra mondiale, da luglio a novembre 1918, Rathburne scortato convogli costieri dalla costa medio-atlantica fino a nord fino ad Halifax e convogli oceanici fino alle Azzorre. Completando il suo ultimo convoglio a New York il 27 novembre, vi rimase fino al nuovo anno 1919, poi salpò a sud verso Cuba per le manovre invernali. Con la primavera ha di nuovo attraversato l'Atlantico, ha operato da Brest nei mesi di maggio e giugno ed è tornata a New York in luglio. Ad agosto è stata trasferita alla flotta del Pacifico. Le operazioni sulla costa occidentale occuparono il resto dell'anno, mentre la prima metà del 1920 fu spesa per la revisione a Puget Sound. Designata DD-113 a luglio, navigò nelle acque al largo di Washington e nel Gull of Alaska dall'agosto 1920 al gennaio 1921, quindi si spostò a sud per le operazioni al largo della California.

A luglio si diresse a ovest e alla fine di agosto arrivò a Cavite per unirsi alla flotta asiatica. Basata lì per quasi un anno, partì dalle Filippine il 16 luglio 1922, navigò al largo della costa cinese fino ad agosto e il 30 di quel mese salpò da Nagasaki in rotta verso Midway, Pear Harbour e San Francisco. Arrivata a quest'ultimo il 2 ottobre, si spostò presto a San Diego, dove fu dismessa il 12 febbraio 1923 e rimase ormeggiata con la flotta di riserva fino al 1930.

Rimessa in servizio l'8 febbraio 1930, Rathburne rimase nel Pacifico orientale, impegnata in esercitazioni che includevano problemi alla flotta coinvolti con l'esplorazione strategica, il monitoraggio, l'attacco e la difesa dei convogli e la difesa della costa occidentale, fino al 1933. Nella primavera del 1934 partì da San Diego per il Canale di Panama e the Caribbean for Fleet Problem XV, un problema in tre fasi che coinvolge l'attacco e la difesa del Canale, la cattura di basi avanzate e l'azione della flotta. Seguì una crociera lungo la costa orientale e in autunno tornò a San Diego.
Due anni dopo fu trasferita al West Coast Sound Training Squadron e, fino alla primavera del 1944, fu utilizzata principalmente come nave scuola.

Il 25 aprile 1944 partì da San Diego per Puget Sound e la conversione in un trasporto ad alta velocità. Riclassificata APD-25 il 20 maggio, è tornata a San Diego a giugno per un addestramento anfibio e a luglio è partita per le Hawaii. Tra la fine di luglio e l'inizio di agosto si è allenata con squadre di demolizioni subacquee (UDT). Il 10 agosto UDT 10 ha riportato a bordo e il 12 Rathburne continuato ad ovest.

Dopo le prove alle Salomone, Rathburne sortito da Purvis Bay con TG 32.5 il 6 settembre. Sei giorni dopo arrivò al largo del Palaus per iniziare le sue prime operazioni di combattimento, il bombardamento pre-invasione di Peleliu e Angaur e le operazioni di sminamento. Il 14 sbarcò UDT 10, li sostenne con gli spari mentre sgombravano l'accesso alle spiagge di Angaur e li imbarcò nuovamente il 15. Rathburne ha ripreso il fuoco di copertura per l'UDT 8, dopo essere tornato a bordo dell'UDT 10, quindi il 16 ha ripreso le funzioni di screening. Il 19 partì da Angaur e si diresse verso Ulithi, dove l'UDT 10 percorse in ricognizione le spiagge di Falalop e Asor, a partire dal 21. Entro il 23 l'atollo era stato occupato e Rathburne si spostò a sud, in Nuova Guinea e negli Ammiragliati, per prepararsi all'invasione di Leyte.

Il 18 ottobre l'APD è entrato nel Golfo di Leyte. Il 19, l'UDT 10 è sbarcato a Red Beach nella zona di assalto settentrionale tra Palo e San Ricardo. Attraverso la mattina Rathburne fornito fuoco di copertura e poco dopo mezzogiorno ha tirato fuori la squadra dalla spiaggia. Il 20, ha coperto gli sbarchi, quindi è passata al supporto di fuoco al largo delle spiagge di Dulag. Distaccata, subito dopo il suo arrivo, iniziò le corse di messaggeri e passeggeri tra le aree di trasporto del nord e del sud.

Il giorno successivo ha transitato nello stretto di Surigao in rotta verso Kossol Roads, l'Ammiragliato, le Salomone e la Nuova Caledonia. Alla fine di novembre si diresse verso ovest, verso la Nuova Guinea. Nel mese di dicembre si preparò per l'offensiva di Luzon. Il 27 salpò per il Golfo di Lingayen.

Assegnata al TU 77.2.1, il gruppo di supporto al fuoco di San Fabian, ha agito come parte dello schermo antiaereo in rotta e ha schizzato due aerei nemici il 5 gennaio 1945. Il 6 era nel Golfo di Lingayen, schermando navi più grandi che bombardavano l'area di assalto . Il 7, ha atterrato UDT 10 su Blue Beach e li ha coperti mentre perlustravano l'area per distruggere gli ostacoli naturali e artificiali. L'8 riprende l'attività di bombardamento.

Il 9 le truppe sbarcarono e da allora fino all'11, Rathburne alternato servizio di vigili del fuoco con pattuglie nell'area di trasporto. L'11, ha preso il via per Leyte, ma 14 giorni dopo è tornata a Luzon per fornire supporto durante la spinta contro Manila. UDT 10, sbarcato il 29, non riportò alcuna opposizione a San Narciso, ma Rathburne rimase nella zona fino a dopo lo sbarco.

Entro il 3 febbraio Rathburne era di nuovo nella baia di San Pedro, da dove, il 4, salpò per Saipan. Da Saipan, ha portato la posta a Iwo Jima all'inizio di marzo, poi a metà mese è tornata nell'area del vulcano Bonin per il pattugliamento antisommergibile. Il 22, lasciò l'area trasportando prigionieri di guerra a Guam e preparandosi per il servizio al largo di Okinawa.

Scortando LST Gruppo 91 in viaggio, Rathburne arrivato a Kerama Retto il 18 aprile. Il 19, si è trasferita all'ancoraggio di Hagushi e ha iniziato a svolgere il servizio di screening e di scorta.

La sera del 27 era di pattuglia al largo di Hagushi. Allerte aeree erano state chiamate per tutta la giornata. Verso le 22:00 il suo radar ha rilevato un aereo nemico nel quartiere di babordo, a 3700 metri di distanza ma che si avvicinava velocemente.

L'aumento della velocità, il cambio di rotta e il fuoco antiaereo non hanno scoraggiato il kamikaze. Ha schiantato la prua di sinistra sulla linea di galleggiamento. Tre compartimenti sono stati allagati. L'attrezzatura audio è stata messa fuori uso. Gli incendi sono scoppiati sul castello di prua. Ma non ci sono state vittime. Le squadre di controllo dei danni hanno subito spento gli incendi e contenuto le inondazioni. Rathburne, rallentata a 5 nodi, realizzata per Kerama Retto.

A metà maggio erano state completate le riparazioni temporanee e lei era in viaggio per San Diego. Arrivata il 18 giugno, fu riconvertita in cacciatorpediniere e riclassificata DD-113 il 20 luglio.

Sempre sulla costa occidentale, quando le ostilità cessarono a metà agosto, Rathburne è stato ordinato alla costa orientale per l'inattivazione. Navigando il 29 settembre, arrivò a Filadelfia il 16 ottobre e fu dismessa il 2 novembre 1945. Cancellata dalla lista della Marina il 28, fu venduta per essere demolita alla Northern Metals Co., Filadelfia, nel novembre 1946.

Rathburne ha guadagnato sei Battle Star sul suo nastro della campagna Asiatico-Pacifico per la partecipazione alle seguenti operazioni:


Il Knox design di classe è stato derivato dal Brookefregata di classe modificata per estendere la gittata e senza un sistema missilistico a lungo raggio. Le navi avevano una lunghezza complessiva di 438 piedi (133,5 m), una larghezza di 47 piedi (14,3 m) e un pescaggio di 25 piedi (7,6 m). Hanno spostato 4.066 tonnellate lunghe (4.131 t) a pieno carico. Il loro equipaggio era composto da 13 ufficiali e 211 soldati. [1]

Le navi erano dotate di una turbina a vapore con ingranaggi Westinghouse che azionava il singolo albero dell'elica. La turbina è stata progettata per produrre 35.000 cavalli all'asse (26.000 kW), utilizzando il vapore fornito da 2 caldaie C-E, per raggiungere la velocità prevista di 27 nodi (50 km/h 31 mph). Il Knox classe aveva un'autonomia di 4.500 miglia nautiche (8.300 km 5.200 mi) a una velocità di 20 nodi (37 km/h 23 mph). [2]

Il KnoxLe navi di classe superiore erano armate con un cannone Mark 42 calibro 5"/54 a prua e un cannone calibro 3"/50 a poppa. Montavano un lanciatore ASROC da otto colpi tra il cannone da 5 pollici (127 mm) e il ponte. La difesa antisommergibile a raggio d'azione era fornita da due tubi lanciasiluri gemelli Mk 32 da 12,75 pollici (324 mm). negli anni '70, il DASH fu sostituito da un elicottero SH-2 Seasprite LAMPS I e l'hangar e il ponte di atterraggio furono di conseguenza ingranditi.La maggior parte delle navi aveva anche il cannone da 3 pollici (76 mm) sostituito da un lanciamissili BPDMS a otto celle in primi anni 1970. [3]


Gli imperi di Qaraqan 黑汗 (Karakhan)

Gli imperi dei Qaraqans (Karakhan, Qaraḫān, letteralmente "Black Khan", traslitterazione cinese Halahan 哈喇汗 o 哈拉汗, traduzione Heihan 黑汗), furono fondati da popoli di lingua turca e coprivano le parti occidentali della moderna Regione Autonoma di Xinjiang e le parti orientali degli stati dell'Asia centrale del Kazakistan, Kirgizstan e Tagikistan. Gli imperi Qaraqan fiorirono dal X secolo al 1211, quando furono conquistati dai Mongoli 蒙古.

La dinastia è chiamata Qaraqanids (Karakhanidi), mentre la propria designazione era semplicemente "i Qaγans" (al-Khaġaniyya, o al-Khaniyya), come si può vedere nel dizionario Dīwānu 'l-luġat at-Turk scritto dallo studioso contemporaneo Maḥmūd al-Kāšġarī di Kašgar (nome pre-turco Shule 疏勒). Mentre qara "nero" era un epiteto del khan supremo, la parola ilik era usato come cognomen per sub-khan. Questa parola fu in seguito usata per i sovrani mongoli chingisi della Persia, gli Il-Khan.

Sfortunatamente non ci sono molte fonti storiografiche sulla storia dei Qaraqans. Lo storico Jamal Qarshī, ad esempio, cita da una Storia di Kašgar, e alcune informazioni si possono trovare nel libro Tazkirat al-bughra, ma queste storie sono spesso impreziosite da eventi appartenenti al regno della finzione o sono influenzate da motivi religiosi. Anche le monete degli imperi del Qaraqan servono come fonti storiche, ma i nomi dei sovrani e le date dei loro regni spesso non sono chiari.

Si crede comunemente che i Qaraqani abbiano avuto origine nella federazione di lingua turca dei Qarluq 葛邏祿, in particolare i Chigil 熾俟 e gli Yaγma 樣磨. Eppure c'erano anche alcune delle nove tribù degli uiguri 回鶻 che vivevano nel territorio del Qarluq, così che l'origine etnica dei Qaraqans è poco chiara. D'altra parte, i termini bugra e gongtuo 公駝汗, che erano designazioni comuni di tutti i khan, hanno avuto origine dalla terminologia usata dallo Yaγma. Il Dīwānu 'l-luġat at-Turk, che è il primo dizionario uiguro, dice solo che gli uiguri vivevano nella regione di Gaochang 高昌 e che credevano nel buddismo, ma non spiega la loro relazione con la dinastia Qaraqan.

Secondo la leggenda, il fondatore dell'impero Qaraqan era Külbilgä Qadir Khan 闕毗伽‧卡迪爾汗 che si era convertito all'Islam. La sua federazione era guidata da un khan, un vice-khan e diversi sub-khan che comandavano i capi delle varie tribù. Questa federazione si disintegrò presto e fu divisa in un impero orientale governato dallo stesso Gran Khan dalla città di Balashagun 八剌沙袞 (moderna Tokmak, Kirgizstan), mentre il vice-khan regnava a Daluosi 怛邏斯 (Talas moderna Jiangbur, Kazakistan ). Sutuq Bughra Qara Khan 'Abd al-Karim (r. 920-956) fu il primo a convertire sistematicamente il suo popolo all'Islam. Allo stesso tempo fu introdotta la scrittura araba o persiana che sostituì la scrittura soghdiana.

Sotto il figlio e successore di Sutuq Bughra, Musa Bughra Khan (r. 956-958), l'impero di Qaraqan era il più grande paese musulmano con cui la Cina aveva contatti diretti. I Qaraqans espansero il loro impero a ovest, occuparono la pianura dei fiumi Amu Darya e Syr Darya e nel 992 attaccarono l'impero dei Samanidi a Bokhara. Nel 999 un'alleanza tra i Qaraqans e l'impero Ghaznavid nel nord dell'Afghanistan pose fine all'impero Samanide.

Nel 1041 il Khanato si divise in una parte occidentale e una orientale. La parte occidentale era governata dai discendenti di 'Ali al-Hasan Tegin e occupava il territorio compreso tra il fiume Amu Darya nell'odierno Uzbekistan verso est fino al bacino di Ferghana, con capitale Bukhara. La parte orientale fu regnata da Bugra Han el-Hasan ben Suleyman (1075-?) e dai suoi discendenti di Balashagun, ma con Kašgar come importante centro religioso e culturale. C'era molto scambio commerciale e culturale tra i due stati Qaraqanid, e talvolta anche cambiamenti territoriali.

L'impero orientale ebbe contatti con Song China 宋 (960-1279) lungo il percorso meridionale della Via della Seta. Avanzò anche verso est e nel 1004 conquistò la città stato buddista di Khotan (nome pre-turco Yutian 于闐). Cinque anni dopo il Qaraqan orientale inviò un inviato ufficiale alla corte dell'impero Song del Nord 北宋 (960-1126), ma i membri della missione erano uiguri che erano più abituati al sistema tributario dell'impero cinese. Un'altra missione diplomatica fu inviata nel 1063 e all'imperatore Song fu chiesto di conferire un titolo ufficiale al Qaraqan, tra gli altri il titolo di "Re di Qin 秦", che era stato un antico stato regionale nell'ovest della Cina. Allo stesso tempo, l'impero del Qaraqan orientale aveva contatti con l'impero del protomongolo Khitan 契丹 che aveva fondato la dinastia Liao 遼 (907-1125) nella Cina settentrionale. Agli occhi degli storici persiani la Cina consisteva di tre imperi, vale a dire la dinastia Song, la dinastia Liao e l'impero Qaraqan. È interessante notare che il Tangut 黨項 impero Xia occidentale 西夏 (1038-1227) non era visto come uno stato autonomo.

Dal 1132 in poi l'impero Qaraqan orientale e occidentale si trovava sotto il dominio dell'impero Liao occidentale 西遼 (1124-1211) fondato da Yelü Dashi 耶律大石 (r. 1124-1143), un discendente della dinastia Liao . L'impero orientale dei Qaraqans fu conquistato nel 1211 da Kücülüg Khan 屈出律可汗 (r. 1211-1218), un capo Naiman 乃蠻 che aveva usurpato il trono dell'impero Liao occidentale. Eppure pochi anni dopo la macchina militare della federazione mongola mise la regione a far parte dell'impero mongolo.


Il Knox-class design è stato derivato dal Brooke-classe fregata modificata per estendere la gittata e senza un sistema missilistico a lungo raggio. Le navi avevano una lunghezza complessiva di 438 piedi (133,5 e 160 m), una larghezza di 47 piedi (14,3 e 160 m) e un pescaggio di 25 piedi (7,6 e 160 m). Hanno spostato 4.066 tonnellate lunghe (4.131 t) a pieno carico. Il loro equipaggio era composto da 13 ufficiali e 211 soldati. Ώ]

Le navi erano dotate di una turbina a vapore con ingranaggi Westinghouse che azionava il singolo albero dell'elica. La turbina è stata progettata per produrre 35.000 cavalli di potenza (26.000 kW), utilizzando il vapore fornito da 2 caldaie C-E, per raggiungere la velocità prevista di 27 nodi (50 km/h 31 mph). Il Knox aveva un'autonomia di 4.500 miglia nautiche (8.300  km 5,200 mi) a una velocità di 20 nodi (37  km/h 23 mph). ΐ]

Il Knoxle navi di classe erano armate con un cannone Mark 42 calibro 5"/54 a prua e un singolo cannone calibro 3"/50 a poppa. Hanno montato un lanciatore ASROC a otto colpi tra il cannone da 5 pollici (127 e 160 mm) e il ponte. L'attrezzatura SONAR era l'AN-SQS-26CX SONAR e l'MK-114 Fire Control. La difesa antisommergibile a corto raggio era fornita da due tubi lanciasiluri Mk 32 da 12,75 pollici (324 e 160 mm). Le navi erano equipaggiate con un elicottero drone DASH che trasportava siluri, il suo hangar telescopico e la piattaforma di atterraggio erano posizionati al centro della nave a poppa del mack. A partire dagli anni '70, il DASH fu sostituito da un elicottero SH-2 Seasprite LAMPS I e l'hangar e il ponte di atterraggio furono di conseguenza ampliati. La maggior parte delle navi aveva anche il cannone da 3 pollici (76 e 160 mm) sostituito da un lanciamissili BPDMS a otto celle nei primi anni '70. Α]


Dizionario delle navi da combattimento navali americane

Un'ortografia errata del nome Rathbun, anche scritto Rathbourne, Rathburn o Rathbon.

John Peck Rathbun prestò servizio nella Marina continentale sin dal suo inizio. Come tenente in Provvidenza, partecipò ad un attacco a New Providence nel 1776. Quando John Paul Jones prese il comando, rimase in Provvidenza, poi è andato con Jones a Alfredo. Promosso capitano dello sloop Provvidenza nell'aprile 1777 riportò la sua nave alle Bahamas e la notte del 27 gennaio 1778 inviò un piccolo gruppo di marines a terra a New Providence. Hanno catturato i forti Nassau e Montague, senza spargimento di sangue. Il 28, Rathbun ha portato Provvidenza nel porto di Nassau. Prima di partire la mattina del 30, lui e il suo equipaggio avevano preso due sloop e un brigantino, Maria i prigionieri americani rilasciati smantellarono le fortificazioni e acquisirono armi di piccolo calibro, munizioni e polvere di cui aveva urgente bisogno.

Nel 1779 assunse il comando della fregata Regina di Francia e a luglio ha navigato al largo di Terranova con Provvidenza e Ranger. Il 16 le navi avvistarono un convoglio diretto in Gran Bretagna. La nebbia si è chiusa dentro, ma quando si è alzata, Regina di Francia cera accanto a un mercantile il cui equipaggio ha scambiato l'americano per una nave di scorta britannica. Rathbun approfittò della situazione, sfruttò l'errore di identità e catturò le navi. Ranger e Provvidenza seguito l'esempio. Altre dieci navi furono tagliate fuori dal convoglio, il loro valore totale si avvicinò a $ 1 milione.

Nel 1780 Rathbun prese Regina di Francia a sud nella forza del Commodoro Whipple per rafforzare le difese di Charleston, Carolina del Sud. Lì, con navi più piccole, era di stanza nel fiume Ashley per impedire alle forze britanniche sotto Cornwallis di attraversare e attaccare la città. Con l'indebolimento della posizione americana, della regina di Francia le armi furono rimosse e fu affondata come nave blocco. Il suo equipaggio scese quindi a terra e Rathbun prestò servizio come artigliere fino alla caduta della città nel maggio 1781.

Scambiato, tornò nel New England e scoprì che la marina continentale era diminuita e nessun comando era disponibile. Rathbun quindi prese il comando del corsaro Wexford e continuò la guerra come privato cittadino.

(Distruttore n. 113: dp. 1.060 1.314'6" b. 31' dr. 12' s.35k. cpl. 133 a. 4 4", 2 3", 12 21" tt. cl. Wickes)

Il primo Rathburne è stato stabilito il 12 luglio 1917 da William Cramp & Sons' Co., Philadelphia, Pa., lanciato il 27 dicembre 1917 sponsorizzato da Miss Malinda B. Mull e commissionato il 24 giugno 1918, Comdr. Ward R. Wortman al comando.

Durante gli ultimi mesi della prima guerra mondiale, da luglio a novembre 1918, Rathburne scortato convogli costieri dalla costa medio-atlantica fino a nord fino ad Halifax e convogli oceanici fino alle Azzorre. Completando il suo ultimo convoglio a New York il 27 novembre, vi rimase fino al nuovo anno 1919, poi salpò a sud verso Cuba per le manovre invernali. Con la primavera ha di nuovo attraversato l'Atlantico, ha operato da Brest nei mesi di maggio e giugno ed è tornata a New York in luglio. Ad agosto è stata trasferita alla flotta del Pacifico. Le operazioni sulla costa occidentale occuparono il resto dell'anno, mentre la prima metà del 1920 fu spesa per la revisione a Puget Sound. Designata DD-113 a luglio, navigò nelle acque al largo di Washington e nel Gull of Alaska dall'agosto 1920 al gennaio 1921, quindi si spostò a sud per le operazioni al largo della California.

A luglio si diresse a ovest e alla fine di agosto arrivò a Cavite per unirsi alla flotta asiatica. Basata lì per quasi un anno, partì dalle Filippine il 16 luglio 1922, navigò al largo della costa cinese fino ad agosto e il 30 di quel mese salpò da Nagasaki in rotta verso Midway, Pear Harbour e San Francisco. Arrivata a quest'ultimo il 2 ottobre, si spostò presto a San Diego, dove fu dismessa il 12 febbraio 1923 e rimase ormeggiata con la flotta di riserva fino al 1930.

Rimessa in servizio l'8 febbraio 1930, Rathburne rimase nel Pacifico orientale, impegnata in esercitazioni che includevano problemi alla flotta coinvolti con l'esplorazione strategica, il monitoraggio, l'attacco e la difesa dei convogli e la difesa della costa occidentale, fino al 1933. Nella primavera del 1934 partì da San Diego per il Canale di Panama e the Caribbean for Fleet Problem XV, un problema in tre fasi che coinvolge l'attacco e la difesa del Canale, la cattura di basi avanzate e l'azione della flotta. Seguì una crociera lungo la costa orientale e in autunno tornò a San Diego.

Due anni dopo fu trasferita al West Coast Sound Training Squadron e, fino alla primavera del 1944, fu utilizzata principalmente come nave scuola.

Il 25 aprile 1944 partì da San Diego per Puget Sound e la conversione in un trasporto ad alta velocità. Riclassificata APD-25 il 20 maggio, è tornata a San Diego a giugno per un addestramento anfibio e a luglio è partita per le Hawaii. Tra la fine di luglio e l'inizio di agosto si è allenata con squadre di demolizioni subacquee (UDT). Il 10 agosto UDT 10 ha riportato a bordo e il 12 Rathburne continuato ad ovest.

Dopo le prove alle Salomone, Rathburne sortito da Purvis Bay con TG 32.5 il 6 settembre. Sei giorni dopo arrivò al largo del Palaus per iniziare le sue prime operazioni di combattimento, il bombardamento pre-invasione di Peleliu e Angaur e le operazioni di sminamento. Il 14 sbarcò UDT 10, li sostenne con gli spari mentre sgombravano l'accesso alle spiagge di Angaur e li imbarcò nuovamente il 15. Rathburne ha ripreso il fuoco di copertura per l'UDT 8, dopo essere tornato a bordo dell'UDT 10, quindi il 16 ha ripreso le funzioni di screening. Il 19 partì da Angaur e si diresse verso Ulithi, dove l'UDT 10 fece una ricognizione sulle spiagge di Falalop e Asor, a partire dal 21. Entro il 23 l'atollo era stato occupato e Rathburne si spostò a sud, in Nuova Guinea e negli Ammiragliati, per prepararsi all'invasione di Leyte.

Il 18 ottobre l'APD è entrato nel Golfo di Leyte. Il 19, l'UDT 10 è sbarcato a Red Beach nella zona di assalto settentrionale tra Palo e San Ricardo. Attraverso la mattina Rathburne fornito fuoco di copertura e poco dopo mezzogiorno ha tirato fuori la squadra dalla spiaggia. Il 20, ha coperto gli sbarchi, quindi è passata al supporto di fuoco al largo delle spiagge di Dulag. Distaccata, subito dopo il suo arrivo, iniziò le corse di messaggeri e passeggeri tra le aree di trasporto del nord e del sud.

Il giorno successivo ha transitato nello stretto di Surigao in rotta verso Kossol Roads, l'Ammiragliato, le Salomone e la Nuova Caledonia. Alla fine di novembre si diresse verso ovest, verso la Nuova Guinea. Nel mese di dicembre si preparò per l'offensiva di Luzon. Il 27 salpò per il Golfo di Lingayen.

Assegnata al TU 77.2.1, il gruppo di supporto al fuoco di San Fabian, ha agito come parte dello schermo antiaereo in rotta e ha schizzato due aerei nemici il 5 gennaio 1945. Il 6 era nel Golfo di Lingayen, schermando navi più grandi che bombardavano l'area di assalto . Il 7, ha atterrato UDT 10 su Blue Beach e li ha coperti mentre perlustravano l'area per distruggere gli ostacoli naturali e artificiali. L'8 riprende l'attività di bombardamento.

Il 9, le truppe scesero a terra, e da allora fino all'11, Rathburne alternato servizio di vigili del fuoco con pattuglie nell'area di trasporto. L'11, ha preso il via per Leyte, ma 14 giorni dopo è tornata a Luzon per fornire supporto durante la spinta contro Manila. UDT 10, sbarcato il 29, non riportò alcuna opposizione a San Nareiso, ma Rathburne rimase nella zona fino a dopo lo sbarco.

Entro il 3 febbraio Rathburne era di nuovo nella baia di San Pedro, da dove, il 4, salpò per Saipan. Da Saipan, ha portato la posta a Iwo Jima all'inizio di marzo, poi a metà mese è tornata nell'area del vulcano Bonin per il pattugliamento antisommergibile. Il 22, lasciò l'area trasportando prigionieri di guerra a Guam e si preparò per il servizio al largo di Okinawa.

Scortando LST Gruppo 91 in rotta, Rathburne arrivato a Kerama Retto il 18 aprile. Il 19, si è trasferita all'ancoraggio di Hagushi e ha iniziato a svolgere il servizio di screening e di scorta.

La sera del 27 era di pattuglia al largo di Hagushi. Allerte aeree erano state chiamate per tutta la giornata. Verso le 22:00 il suo radar ha rilevato un aereo nemico nel quartiere di babordo, a 3700 metri di distanza ma che si avvicinava velocemente. L'aumento della velocità, il cambio di rotta e il fuoco antiaereo non hanno scoraggiato il kamikaze. Ha schiantato la prua di sinistra sulla linea di galleggiamento. Tre compartimenti sono stati allagati. L'attrezzatura audio è stata messa fuori uso. Gli incendi sono scoppiati sul castello di prua. Ma non ci sono state vittime. Le squadre di controllo dei danni hanno subito spento gli incendi e contenuto le inondazioni. Rathburne, rallentata a 5 nodi, realizzata per Kerama Retto.

A metà maggio erano state completate le riparazioni temporanee e lei era in viaggio per San Diego. Arrivata il 18 giugno, fu riconvertita in cacciatorpediniere e riclassificata DD-113 il 20 luglio.

Sempre sulla costa occidentale, quando le ostilità cessarono a metà agosto, Rathburne è stato ordinato alla costa orientale per l'inattivazione. Navigando il 29 settembre, arrivò a Filadelfia il 16 ottobre e fu dismessa il 2 novembre 1945. Cancellata dalla lista della Marina il 28, fu venduta per essere demolita alla Northern Metals Co., Filadelfia, nel novembre 1946.

Rathburne ha guadagnato sei stelle di battaglia durante la seconda guerra mondiale. Trascritto e formattato per HTML da Patrick Clancey, HyperWar Foundation


​​​ Sito web dell'Associazione

La USS Ouellet arrivò a Pearl Harbor, nelle Hawaii, il 15 aprile 1971.

Il primo dispiegamento nel Pacifico occidentale fu dal 27 gennaio 1972 al 25 agosto 1972. L'USS Ouellet venne due volte sotto il fuoco nemico durante questo dispiegamento, tuttavia non furono riscontrate vittime.

During ceremonies re-establishing the U.S. Third Fleet on February 1, 1973 the USS Ouellet became the first Third Fleet flagship since World War II.

The second deployment to the Western Pacific was from May through September 1973.

The first regular overhaul took place from September 14, 1974 to June 3, 1975 and USS Ouellet was selected as the CINCPACFLT flagship for the U.S. Navy's 200th birthday ceremonies in the fall of 1975.

USS Ouellet completed two more Western Pacific deployments prior to an overhaul in late 1978. The regular overhaul was completed mid-1979 with three Western Pacific deployments commencing September 1980, April 1982, and October 1983 respectively.

A third major overhaul in began in February 1985 during which USS Ouellet received extensive weapon system upgrades.

The eighth deployment began in April 1987 with Battle Group Delta to the Indian Ocean and the Gulf of Oman. The ship returned to Pearl Harbor on October 6, 1987.

In early 1988 USS Ouellet participated in a special operation coordinated by the Coast guard to capture the CHRISTINA M, a cargo vessel laden with over 12 tons of marijuana.

The ninth deployment in was from mid December 1988 to May 26 1989. In September the ship participated in "Pacific Exercises 89" (PACEX 89).

In August 1990 the USS Ouellet departed to Central America in support of law enforcement operations. These operations, called "Legal OPS '90" included a detachment of Coast Guard personnel to act as a legal "policing force" with the ship operating in both the Atlantic and Pacific. Close to a ton of pure, unprocessed, cocaine was recovered.

The USS Ouellet's final deployment was from March 25th to July 24th, 1992. During this deployment USS Ouellet participated in "Pacific ASW Exercise 92" and operated with elements of the Australian Navy in celebration of the 50th Anniversary of the Battle of the Coral Sea.

NOTE: The information above was extracted from various official and unofficial sources