Podcast di storia

Come venivano finanziate le attività quotidiane della Resistenza francese?

Come venivano finanziate le attività quotidiane della Resistenza francese?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Combattere una guerra, anche come forza organizzata o clandestina, è costoso: hai bisogno di posti dove stare e conservare le cose; devi nutrire ed equipaggiare le persone; è necessario ottenere, mantenere e rifornire veicoli e così via.

Da dove veniva tutto questo denaro, come veniva raccolto e come viaggiava tra i partiti fino a giungere nelle mani di persone che avevano bisogno di spenderlo per impegnarsi nelle attività della Resistenza?

Sono particolarmente interessato a conoscere come la Resistenza:

  • raccolto
  • mosso
  • speso

denaro senza attirare interessi indesiderati. È il come di cui vorrei saperne di più - non tanto da dove provenivano i fondi, quanto come si è effettivamente mosso, nella Resistenza, all'interno della Resistenza, e infine fuori di essa nel punto di utilizzo, su base pratica, operativa, quotidiana.


RISPOSTA BREVE

  • Fonti di denaro

La Resistenza francese ha ricevuto assistenza finanziaria dal Britannico (soprattutto attraverso la sezione SOE e F) e (successivamente) il americani'OSS, così come privati ​​e banche in Francia e dal francese gratis con sede a Londra. Anche gruppi di resistenza 'autofinanziato' attraverso la rapina.

  • Raccogliere denaro

Il denaro è stato inviato ai gruppi di resistenza tramite gocce d'aria, o contrabbandato in barca, o era portato da agenti che sono stati paracadutati o sono venuti in barca. Il fatto che la resistenza si muovesse di giorno o di notte dipendeva dalle circostanze. Alcuni gruppi di resistenza potrebbero anche ottenere soldi da vendere obbligazioni senza valore a una banca "amica".

  • Spostare denaro

Il denaro era a volte nascosto nelle cuciture dei vestiti o in oggetti come la carta igienica. Il denaro era spesso portato dalle donne poiché avevano meno probabilità di essere fermati e perquisiti. Il trasporto pubblico è stato evitato quando possibile a causa di punti di controllo; le biciclette erano le preferite mezzo di trasporto quando pratico. Però, automobili e camion venivano talvolta usati per trasportare grosse somme, soprattutto nelle zone rurali. Il denaro era anche spostato attraverso gli sportelli bancari.

  • Spendendo denaro

Spendere denaro in modi che potrebbero attirare l'attenzione era contro gli ordini di sicurezza della resistenza ma, nonostante ciò, alcuni leader della resistenza si sono lasciati andare a consumi cospicui come mangiare in ristoranti costosi. Quando i gruppi di resistenza usavano i soldi per l'acquisto di elementi di base come cibo e vestiti di tutti i giorni (che spesso mancavano - il cibo era raramente incluso nelle gocce d'aria), sarebbe stato improbabile che attirassero l'attenzione su di sé poiché si trattava di attività di routine.

Sono state spese ingenti somme per organizzare il contrabbando di personale alleato e altre persone "a rischio" in Spagna e Svizzera. La resistenza a volte famiglie pagate per nascondersi e sfamare persone contrabbandate.

Hanno anche dovuto corrompere i funzionari per i documenti (ad esempio, per ottenere benzina o permessi), oppure per ottenere i membri della resistenza rilasciati dalla custodia. Tali 'acquisti' non potevano essere effettuati senza correre dei rischi; gli informatori erano una minaccia costante.


DETTAGLI (con alcuni esempi specifici)

L'assistenza degli inglesi e degli americani non era solo finanziaria; fornivano anche armi, munizioni, esplosivi, radio e forniture mediche. Pertanto, gran parte di ciò che la resistenza ha ricevuto non ha comportato l'attività potenzialmente rischiosa della spesa. Tuttavia, a volte il denaro era assolutamente necessario per acquistare cibo dai produttori locali o articoli al mercato nero.

Un metodo per ottenere denaro e rifornimenti ai gruppi di resistenza consisteva nell'utilizzare le zone di lancio:

guidare gli aerei verso una zona di lancio potrebbe variare dalla primitiva a un'operazione più complicata da script a seconda dell'abilità e dell'esperienza del gruppo di resistenza che lavora nella zona di lancio. Nel più elementare dei ricevimenti, quattro uomini usavano torce elettriche, formavano una grande “L” e segnalavano quando sentivano il rumore dell'aereo. Il ricevimento ha segnalato una lettera Morse precedentemente concordata e l'aereo ha lasciato cadere il carico sulla "L" e ha volato in un'altra posizione per lanciare volantini altrove nel tentativo di far credere ai tedeschi che la propaganda fosse l'unica missione dell'aereo.

I rifornimenti potevano anche essere introdotti clandestinamente in barca di notte e immagazzinati temporaneamente finché non fosse stato (ragionevolmente) sicuro distribuirli una volta che il coprifuoco notturno fosse stato revocato.

Un altro modo per portare denaro alla resistenza era far sì che le persone lo portassero con sé. Agenti SOE e OSS, per esempio, furono mandati in Francia con denaro (anche se non necessariamente molto). Jean Moulin, una figura chiave nella resistenza francese, in un'occasione consegnato personalmente a un leader della resistenza locale

20.000 franchi, una parte significativa del denaro che aveva portato da Londra.

In un'altra occasione, l'ufficiale dell'intelligence francese libera André Dewavrin ha portato denaro quando lui e il giornalista Pierre Brossolette

paracadutato in Francia... a ovest di Rouen il 25 febbraio 1943

Fonte: Benjamin F. Jones, "Guerillas di Eisenhower: The Jedburghs, the Maquis, and the Liberation of France" (2016)

È stato detto a un agente alleato che lavorava con la resistenza

che c'era un messaggio da Londra per dire che soldi, vestiti e istruzioni sarebbero arrivati ​​"il mese prossimo" sia per me che per Alex. Sarebbero venuti attraverso un contatto che dovevo incontrare fuori dalla chiesa di Saint Sauvin a Tolosa, e dovevo essere lì, secondo Raoul, due volte al giorno, alle 10 e alle 15, dall'8 marzo 1943 per dodici giorni, fino a quando essersi incontrati. Non mi è stato detto chi fosse il contatto, ma lui mi conosceva.

Fonte: Richard Heslop, "Xavier: un agente segreto britannico con la resistenza francese"


Il sostegno proveniva anche dall'interno della Francia da individui facoltosi. Ad esempio, il gruppo di resistenza Combat:

Inizialmente Combat fu finanziato principalmente attraverso doni provenienti da tutta la Francia, sollecitati da Frenay da membri di alto rango della società.

Il finanziamento potrebbe arrivare, ad esempio, sotto forma di finanziamento di pubblicazioni clandestine. Henri Frenay, ufficiale militare e membro della resistenza, fu uno di questi casi: finanziò la stampa di un giornale clandestino con una tiratura di circa 5.000 nel 1941. Allo stesso modo, Jean Laurent della Banque de l'Indochine

ha aperto un conto fittizio presso la sua banca per finanziare pubblicazioni clandestine della Resistenza, ...

Fonte: Jonathan Marshall, "Jean Laurent and the Bank of Indochina Circle: Business Networks, Intelligence Operations and Political Intrigues in Wartime France" (Journal of Intelligence History, 2008)

Come il banchiere olandese Walraven van Hall (ma probabilmente non sulla stessa scala), Paul Baudouin, anche lui della Banque de l'Indochine,

finanziò la resistenza acquistando le sue obbligazioni senza valore.

Con filiali sia nella Francia occupata che non occupata, così come nei paesi alleati, la Banque de l'Indochine è stata in grado di evitare la sorveglianza nazista su molte delle sue attività ed è diventata una fonte chiave di raccolta di informazioni.


Con il denaro e le armi che scarseggiano subito dopo l'occupazione e in vari momenti nelle aree meno supportate, i combattenti della resistenza rurale i Maquis

dovevano prima sopravvivere, e per farlo dovevano, come tutti i fuorilegge, rubare, liberare rifornimenti o il denaro per comprarsi rifornimenti a breve termine. La mancanza di attrezzatura era un ostacolo che tutti i resistenti hanno dovuto affrontare quando hanno iniziato, ma le bande Maquis avevano spesso un bisogno urgente di cibo e vestiti; utensili da cucina, carburante, forniture mediche erano lussi. Le uniformi adeguate, al di là dell'onnipresente berretto, erano al di fuori dei mezzi della maggior parte dei gruppi.

Queste rapine sono continuate anche dopo che il SOE ha iniziato a finanziare gruppi di resistenza e le somme nette a volte erano considerevoli:

… hanno rapinato stazioni ferroviarie, uffici postali, fabbriche in giorno di paga e banche. La Banque de France ha subito gravi perdite nelle filiali di Saint-Claude (nel Giura) e di Clermont-Ferrand; un intero carico di denaro trasportato in treno da Périgueux a Bordeaux è stato rubato.

Fonte: Ian Ousby, "Occupazione: il calvario della Francia 1940-1944"

La spedizione di denaro da Périgueux a Bordeaux nel luglio 1944 ha fruttato alla resistenza un record di 2,28 miliardi franchi. Il denaro è stato portato via su camion e nascosto nel quartier generale del gruppo di resistenza locale in alcuni boschi. Per la distribuzione di questa enorme somma:

Il giorno successivo Maxime Roux, il tesoriere della Résistance in Dordogna, insieme ai membri del Comité Départemental de Libération ricevette il denaro. Per sicurezza si è deciso di distribuire il denaro a persone della zona di cui ci si poteva fidare. Nei mesi successivi il denaro è stato assegnato a vari capi di gruppi di macchia nella regione R5 (Limousin, Périgord e Quercy). Serviva per armare e nutrire la Resistenza e le loro famiglie, pagare gli ospedali che lavoravano per la Resistenza nelle regioni R5 e R6, pagare riscatti per liberare i resistenti tra cui André Malraux "Colonnello Berger" che era stato arrestato il 21 luglio 1944 a Gromat. Parte del denaro è stata addirittura restituita alla Banque du France una volta liberata la regione.

Non sono stati solo i soldi che i gruppi di resistenza hanno rubato:

Nel gennaio 1944, ad esempio, un'incursione nelle fabbriche Paulhan che riforniscono i Jeunes nelle Cévennes ha prodotto 1.980 paia di pantaloncini kaki, 1.455 giacche kaki e 1.640 tele per tende, insieme a tute e giacche forestali.

Fonte: Ousby


Post scriptum

I combattenti della Resistenza (insieme agli agenti alleati) sono stati, ovviamente, a volte catturati con denaro e provviste.

Nella loro Citroen a quattro porte portavano circa 1.800.000 franchi, le loro radio e le frasi in codice della BBC per i loro prossimi lanci con il paracadute. Quando sono arrivati ​​al villaggio in questa giornata calda, hanno sentito una donna gridare: "Malheureux, les Boches!"...


Altre fonti:

Robert Gildea, "Combattenti nell'ombra: una nuova storia della resistenza francese"

Olivier Wieviorka (trans di J. M. Todd), "La resistenza francese"

André Rougeyron, "Agenti per la fuga: Dentro la resistenza francese, 1939-1945"


Guarda il video: Curhat pengalaman nyari Kerja di Perancis. Part 1 (Giugno 2022).