Podcast di storia

Incrociatori leggeri classe Konigsberg

Incrociatori leggeri classe Konigsberg

Incrociatori leggeri classe K nigsberg

Gli incrociatori leggeri di classe Königsberg erano versioni ampliate degli incrociatori di classe Brema, a loro volta basati sulla classe Gazelle, considerati i primi incrociatori leggeri moderni. La principale distanza visibile era la sostituzione della prua ariete sugli incrociatori di classe Bremen con una prua più verticale.

Gli incrociatori di classe Königsberg condividevano la stessa disposizione dell'armamento principale dei loro predecessori. Due cannoni da 4,1 pollici erano trasportati sul ponte di poppa, due sul castello di prua e tre sparsi lungo ciascun lato. Il loro armamento secondario è stato aggiornato dalle mitragliatrici utilizzate sulla classe Brema a pistole da 2 pollici.

Tre della classe erano alimentati da motori a tripla espansione, ma Stettinoera alimentato da due turbine Parsons. Come previsto, questo ha aumentato la sua velocità massima di un nodo, dandole una velocità massima nelle prove di 25,2 nodi.

Le carriere della prima guerra mondiale dei quattro incrociatori di classe Königsberg furono molto varie e riflettevano l'ampia gamma di compiti previsti per gli incrociatori leggeri tedeschi.

Norimberga iniziò la guerra con lo squadrone dell'Asia orientale, sotto l'ammiraglio von Spee, fu presente alla battaglia di Coronel, e fu affondato durante la battaglia delle Falkland.

Königsberg era di stanza a Dar-es-Salaam all'inizio della guerra. Nell'ottobre 1914 fu bloccata nel delta poco profondo del Rufiji, costringendo gli inglesi a tenere un considerevole squadrone lontano dalla foce dell'estuario fino al luglio 1915. Alla fine gli inglesi riuscirono a portare alcuni monitori di pescaggio in Africa orientale, e dopo un breve bombardamento lei è stato affondato dal suo equipaggio.

Stoccarda e Stettino entrambi servivano con la flotta d'altura. Stoccarda fu poi trasformata in idrovolante, mentre Stettino servito con la scuola di sottomarini. Entrambi sopravvissero alla guerra, furono consegnati agli inglesi e presto demoliti.

Cilindrata (caricata)

3.814t

Velocità massima

23kts design
Königsberg: 24,1 nodi
Norimberga: 23,4 nodi
Stoccarda: 24kts
Stettino: 25,2 nodi

Gamma

Armatura – mazzo

0,75-1,75 pollici

- torre di comando

4 pollici

- scudi per armi

2 pollici

Lunghezza

383 piedi 2 pollici

armamenti

Dieci pistole da 4.1 pollici
Otto pistole a fuoco rapido da 2 pollici
Due tubi lanciasiluri sommersi da 17,7 pollici

Complemento equipaggio

322

Lanciato

1905-1907

Completato

1907-1908

Navi in ​​classe

sms Königsberg
sms Norimberga
sms Stoccarda
sms Stettino

Libri sulla prima guerra mondiale | Indice per argomenti: prima guerra mondiale


Incrociatori leggeri classe Konigsberg - Storia


Recensito febbraio 2019
di Martin J Quinn

Königsberg servì come nave scuola negli anni '30, in seguito unendosi alle pattuglie di non intervento durante la guerra civile spagnola. Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale nel settembre 1939, pose campi minati difensivi nel Mare del Nord e poi partecipò all'operazione Weserübung, l'invasione della Norvegia nell'aprile 1940. Mentre attaccava Bergen, Königsberg fu gravemente danneggiato dall'artiglieria costiera norvegese e affondato dai bombardieri in picchiata inglesi Skua il giorno successivo. Il suo relitto fu infine sollevato nel 1942 e demolito per essere demolito.

Flyhawk 1/700 Königsberg L'edizione deluxe viene fornita in una scatola di cartone nera con un'opera d'arte in mostra Königsberg sotto attacco aereo sulla parte superiore della scatola. Un lato della scatola mostra un paio di versioni future di Flyhawk: il cacciatorpediniere della Royal Navy HMS Kelly e la corazzata tedesca Scharnhorst - entrambi in 1/700.

SPRUE A - PONTE DI PREVISIONE
Questa parte è un pezzo lungo, che va dalla prua alla torretta di poppa super sparante. È davvero ben modellato con dettagli nitidi. C'è una sottile placcatura in rilievo sul ponte. Alcuni avvolgicavi e la catena dell'ancora sono stampati come parte della coperta. Le strutture del ponte principale sono integralmente modellate su questa parte, i dettagli includono oblò, tubazioni e prese d'aria.

CATENA DI ALIMENTAZIONE B - SCAFO SUPERIORE
Lo scafo superiore si adatta bene in lunghezza e larghezza. C'è scafo rialzato che placca la lunghezza dello scafo e recessi di ancoraggio incassati. È incluso anche il cavo di smagnetizzazione, aggiunto in un refit della fine del 1939. Gli oblò sullo scafo hanno sottili sopracciglia sopra di loro, mentre i cunei lungo il bordo dello scafo sono finemente realizzati. Anche la parte superiore della cintura dell'armatura è qui. Dettagli davvero nitidi.

SPRUE C - PIASTRA WATERLINE
È una piastra per la linea di galleggiamento. Sembra a posto.

CATENA D - SCAFO INFERIORE
Lo scafo inferiore è per lo più liscio, con la metà inferiore della cintura dell'armatura modellata. Ci sono skegs per gli alberi e le chiglie di sentina croccanti. L'avampiede è una parte separata.

  • tasto A: Scale inclinate, catapulta, piattaforme di ricambio e cannoni antiaerei.
  • Tasto B: Rotaie per imbuti, avvolgicavi, cunei per barche, gru, eliche per aerei, cappucci per imbuti e cantieri di sostituzione.
  • Tasto C: Ringhiere, più cunei per barche, gruette per barche, ringhiere per le barche e l'aquila prebellica per la poppa.

Ci sono otto passaggi per Königsberg e uno per l'aria condizionata. Presentano disegni in vista esplosa con evidenziazioni colorate, che sono logici e sembrano facili da seguire. Le istruzioni per la verniciatura sono in fondo alla seconda pagina, con i colori suggeriti da diversi produttori, inclusi i colori "WEM" (Psst, Flyhawk. ).

Ci sono più passaggi, non numerati, sulle istruzioni per la fotoincisione e l'ottone. Questi hanno disegni esplosi e sono molto dettagliati.

Questo è il Flyhawk 1/700 HMS Königsberg, la Deluxe Edition, kit numero FH1125S. Il kit viene venduto a circa $ 89,95. Anche se potrebbe sembrare costoso per un incrociatore leggero 1/700, questo modello è pieno zeppo di parti e ha tutto il necessario per costruire un modello altamente dettagliato di questo esoterico incrociatore tedesco. Altamente raccomandato!


Incrociatori leggeri classe Konigsberg - Storia

I tre incrociatori leggeri di classe K furono i primi incrociatori moderni della marina tedesca dopo la prima guerra mondiale. Per la prima volta, l'artiglieria principale di un CL tedesco era montata su vere torrette e non su supporti singoli come prima. Un dettaglio interessante era che le torrette successive erano montate fuori dalla linea centrale per dare loro un migliore arco di fuoco. Il peso preservato, circa l'85% dello scafo era saldato, ma questo causa uno dei maggiori inconvenienti per quelle navi, la loro debolezza strutturale.

Con l'idea della guerra commerciale in mente, quelle navi avrebbero dovuto essere utilizzate nel Nord Atlantico, ma la loro durata troppo breve e i problemi strutturali hanno reso impossibile questo tipo di servizio.
La prima delle tre navi, la Kreuzer B (dopo Königsberg ) fu stabilito il 12 aprile 1926 e completato tre anni dopo. Il Kreuzer C (Karlsruhe ) si unì alla flotta nel novembre 1929 mentre il Kreuzer D (Köln ) è stato commissionato nel gennaio 1930.

Tutti e tre gli incrociatori fecero diversi viaggi in molti paesi del mondo prima della seconda guerra mondiale per "mostrare la bandiera". Durante la guerra videro l'azione nel Nord e nel Mar Baltico. Due di esse furono affondate durante l'operazione "Weserübung", l'invasione della Norvegia, mentre la terza fu affondata alla fine della guerra.


SMS Königsberg (1907)

Scritto da: Staff Writer | Ultima modifica: 31/07/2019 | Contenuto e copiawww.MilitaryFactory.com | Il seguente testo è esclusivo di questo sito.

All'inizio del secolo scorso, le autorità dell'Impero tedesco si impegnarono in una nuova classe di incrociatori leggeri da guerra: la classe Konigsberg. Questo gruppo doveva essere il numero quattro in tutto e consisteva di SMS Konigsberg (dal nome della capitale della Prussia orientale), SMS Nurnberg, SMS Stuttgart e SMS Stettin. La classe succedette alle navi da guerra della classe Brema che erano anche navi di tipo incrociatore leggero sebbene queste fossero sette. Rispetto alla classe Bremen, le navi da guerra della classe Konigsberg erano dimensionalmente più grandi e mantenevano una migliore velocità in linea retta pur essendo armate allo stesso modo.

L'SMS Konigsberg fu impostato il 12 gennaio 1905 e lanciato il 12 dicembre dello stesso anno. Fu formalmente messa in servizio il 6 aprile 1907.

A pieno carico la nave da guerra spostava 3.815 tonnellate e conteneva una lunghezza complessiva di 378,2 piedi, una larghezza di 43,3 piedi e un pescaggio di 17,3 piedi. La potenza è iniziata con 11 caldaie a tubi d'acqua che alimentano motori a vapore a tripla espansione che consentono alla nave di raggiungere una velocità di 24 nodi su un'autonomia di 6.620 miglia. A bordo c'erano 322 persone tra cui 14 ufficiali. L'armamento era composto da cannoni principali 10 x 10,5 cm (105 mm) con cannoni secondari SK L/55 da 10 x 5,2 cm (52 ​​mm). Sono stati trasportati anche 2 tubi lanciasiluri da 45 cm (450 mm). L'armatura includeva 3" di protezione sul ponte e fino a 3,9" sulla torre di comando.

Il profilo della nave da guerra prevedeva una prua e una sezione di poppa affusolate. Due alberi erano situati intorno al ponte principale, uno a prua e uno a poppa. La luminosa sovrastruttura era posizionata molto più avanti rispetto al centro nave con tre fumaioli disposti in linea proprio a poppa di questo. Le quattro postazioni principali per i cannoni erano posizionate a prua ea poppa lungo sezioni elevate della sovrastruttura, mentre le unità rimanenti erano installate in posizioni ad arco limitato lungo i lati dello scafo.

L'incarico originale di SMS Konigsberg era con la flotta d'altura tedesca e fungeva da scorta allo yacht personale del Kaiser quando viaggiava a bordo. Nell'aprile del 1914, la nave da guerra fu ordinata per l'Africa orientale tedesca. Nel luglio del 1914, l'Europa entrò in guerra, quindi Konigsberg fu richiamata nel mese di agosto. Dopo essersi trasferita più vicino alle acque domestiche, la nave da guerra fu incaricata di prendere di mira le navi britanniche e francesi, ma riuscì a poco tranne che per un singolo commerciante. Il 20 settembre 1914, durante la battaglia di Zanzibar nell'Oceano Indiano, rivendicò l'HMS Pegasus, un incrociatore britannico (la battaglia del delta del Rufiji). Konigsberg stava imbarcando carbone nel delta di Rufiji e colse l'opportunità del passaggio della HMS Pegasus.

Avendo bisogno di riparazioni per i suoi motori, Konigsberg risalì il fiume Rufiji ma fu braccata dai monitor britannici Mersey e Severn. Ha poi subito abbastanza danni nei combattimenti dell'11 luglio 1915 che l'equipaggio ha affondato la nave da guerra, ma non prima di aver rimosso i suoi cannoni principali. Questo pose fine ai suoi giorni di combattimento nella Grande Guerra. La sua carcassa ancora esposta fu spogliata negli anni '30 e '40 e negli anni '50 e '60. Nel 1966 tutto questo terminò quando la nave completata andò a fondo.


Incrociatori leggeri classe Konigsberg - Storia

Prima guerra mondiale in mare - Battaglie navali in sintesi

HMS MERSEY e SEVERN V SMS K NIGSBERG - LUGLIO 1915

Monitor HMS Severn (foto navi, clicca per ingrandire)

Capitoli rilevanti da "Storia della Grande Guerra - Operazioni navali", solo volumi 1 e 2

X. La Flotta Orientale dall'apertura della guerra all'intervento del Giappone

XXVI. Ridistribuzione dell'incrociatore dopo Coronel e l'intervento turco - Il destino del Koenigsberg, Emden e Karlsruhe

XIV. Progresso delle spedizioni d'oltremare e difesa commerciale nei mari esterni

Vol 3 Capitolo da aggiungere

Azione per nave singola della Royal Navy - Mersey e Severn contro K NIGSBERG 1915

SMS. "Konigsberg" nel Delta del Rufiji

Delta del fiume Rufigi, Africa orientale, da "The Navy Everywhere" di Conrad Gato. II - Imbottigliamento del "Konisgberg" (link al capitolo nel testo)

sms K NIGSBERG LA CARRIERA in SCHEMA

Martedì 4 agosto 1914

Navi da guerra tedesche in mare , Compreso

Acque dell'Africa orientale - incrociatore leggero K nigsberg 3.814 t, 10-4.1 pollici, affondò una nave mercantile di 6.601 tonnellate e il vecchio incrociatore protetto Pegasus

SMS K nigsberg (Foto Navi)

domenica 20 settembre

PEGASO , 3a classe o incrociatore leggero, classe Pelorus, 2,135t, 1897, 8𔂮in/8-3pdr QF/2-18in tt, 20kts, equipaggio c224, stazione del Capo di Buona Speranza nell'agosto 1914, inviato in Africa orientale, Capt John Alexander Ingles, durante le ricerche di Königsberg (10-4.1in), Pegasus aveva sviluppato difetti di macchinari e si era trasferito a Zanzibar per ripararli, anche in parte per proteggere il porto. Sebbene non vi fosse alcuna indicazione che Knigsberg fosse nelle vicinanze, il rimorchiatore armato Helmuth pattugliava il Canale del Sud, gli uomini di Pegasus dormivano di notte con le armi e il vapore veniva mantenuto con due ore di preavviso mentre lei lasciava la città. Helmuth vide una nave avvicinarsi alle 05:25, uscì per avvertirla e ricevette due colpi a salve, Königsberg aprì il fuoco da 9.000 iarde e si mise a cavalcioni della Pegasus fuori campo, entro 8 minuti tutte le armi impegnate furono disabilitate ma dopo una pausa di cinque minuti il ​​bombardamento continuò . Königsberg cessò il fuoco alle 0555 e si ritirò dopo aver fatto pochi danni alla città stessa. Sebbene fosse gravemente bucata sulla linea di galleggiamento, Pegasus era ancora a galla con i motori intatti, furono fatti tentativi per tirarla in secco, ma si capovolse e affondò nel porto di Zanzibar intorno al 1415 1 ufficiale e 31 gradi uccisi, 1 ufficiale e 1 grado DOW lo stesso giorno , seguito da un rating ciascuno il 26, 27, 6/10, 8/10, per un totale di 38 (Rn - 2 ufficiali DOW, 24 membri dell'equipaggio uccisi, altri cinque DOW, 55 feriti ke - 31 persi), sopravvissuti salvati dalle barche dal collier Banffshire. K nigsberg è tornato al delta del fiume Rufuji e non è stato scoperto fino alla fine di ottobre (+J/C/Cn/D/dk/ke/kp ADM.1/8394/326)

Alcuni degli HMS Pegasus feriti in ospedale

(grazie ad Alison Drewery, il cui bisnonno

Herbert Whitton può essere visto in piedi al centro (3/10/11))

sabato 31 ottobre

Incrociatore leggero K nigsberg situato nel delta del fiume Rufuji da HMS Chatham.

martedì 10 novembre

NUOVO PONTE (1) (a destra - Foto navi) , Ammiragliato blockship, ex collier, 3,737/1906, 342ft, Temperley SS Co, London-reg, acquistato nel 1914, originariamente per l'uso a Dover, inviato in Africa orientale, pieno di pietrisco e cariche di dinamite, 14 membri dell'equipaggio volontario, Cdr Raymond Fitzmaurice. Questa fu la prima operazione contro l'incrociatore tedesco Königsberg intrappolato. Al mattino presto, sotto il fuoco ma sotto la copertura del fuoco dell'incrociatore da 6 pollici, ha raggiunto la posizione di affondamento 8 miglia lungo il canale Ssuninga del delta del fiume Rufuji dove ha incontrato il braccio Ssimba-Uranga, ha oscillato attraverso il fiume e ha ancorato prua e poppa, le cariche sparate alle 0550 e si assesta sul fondo. Questo lasciava ancora due canali navigabili - il Kikunja settentrionale e il Kiomboni meridionale - attraverso i quali K nigsberg poteva raggiungere il mare a 10 miglia di distanza (L/Lr/Rn/D/dx/kp)

sabato 6 febbraio 1915

AIUTANTE , nave pattuglia, ex rimorchiatore tedesco, 231/1905, catturato il 10 ottobre 1914 in Africa orientale dall'incrociatore leggero Dartmouth, armato di 1-3pdr, ha preso parte alla cattura dell'isola di Mafia il 12 gennaio, ora con l'incrociatore leggero Königsberg che bloccava la forza nel delta di Rufiji, sotto il comando del tenente Wilfred Price, che effettuava la ricognizione di uno degli ingressi. Pesantemente bombardato dalla costa dalle forze tedesche che proteggevano gli approcci a Königsberg, tagliato il tubo del vapore, sbarcato a terra e riconquistato 1 rating perso, il resto dell'equipaggio fatto prigioniero. Salvato dai tedeschi, superato il blocco navale britannico, trasportato a vapore a Dar-es-Salaam, fatto a pezzi dagli ingegneri ferroviari e trasportato in treno a Kigoma, rimontato per operazioni su Lago Tanganica. Hepper, forse in errore, riferisce che "l'incrociatore leggero Pyramus in seguito la chiuse e la distrusse dove giaceva" (Rn/C/Cn/D/ap/dk/kp)

mercoledì 14 aprile

Nave da rifornimento tedesca Kronburg, ex SS britannica Rubens detenuta ad Amburgo il 14 agosto, che ora trasporta rifornimenti per l'incrociatore leggero Königsberg che giace ancora nel delta del fiume Rufuji, affondato dal vecchio incrociatore leggero Hyacinth nell'Oceano Indiano.

AZIONE IN SCHEMA

martedì 6 luglio

Mersey (Cdr R Wilson) e Severn, monitor fluviali, Humber-class, 1.520t, 2-6in/2-4.7in/4-3pdr, 140 membri dell'equipaggio, dopo le operazioni al largo della costa belga, entrambe le navi dovevano entrare in servizio nei Dardanelli nel marzo 1915. Salpata il 28 aprile da Malta con il corriere della flotta Trent, quattro rimorchiatori e un collier, ha raggiunto Aden il 15 maggio e l'isola di Mafia il 3 giugno, ha compiuto buoni difetti, dotato di protezione aggiuntiva ed esercitato con aerei da ricognizione. incrociatore leggero tedesco K nigsberg ormeggiata lungo il canale di Kikunja, affluente più settentrionale del delta del Rufuji ea 10 miglia dal mare. Mersey e Severn entrarono nel canale alle 0520 del 6, passarono immediatamente sotto 3pdr, pom-pom e fuoco di mitragliatrice dalle difese costiere, entrambi colpiti, ma non danneggiati, le baleniere Echo, Fly, Childers spazzarono e suonarono in avanti, gli incrociatori leggeri Weymouth e Pyramus seguirono in aiuto. Alle 06:30, a 6 miglia o 11.000 iarde da K nigsberg, ancorato, in attesa di avvistare gli aerei e ha aperto il fuoco, K nigsberg aveva anche una stazione di avvistamento nelle vicinanze e ha risposto con salve. Nessuno dei due monitor ha colpito per un'ora fino a quando, alle 07:40, il proiettile ha colpito lo scudo del cannone da 6 pollici più avanzato di Mersey e ha messo fuori combattimento il cannone, che si è subito bucato vicino alla linea di galleggiamento e si è ritirato di 1.000 iarde. Severn continuò per mezz'ora, poi entrambe le navi aspettarono che un secondo aereo da ricognizione arrivasse alle 1330, tornarono alla posizione originale e sparò fino al 1530, il K nigsberg colpì circa 6 volte. Ritiratosi per prepararsi al prossimo tentativo cinque giorni dopo, le perdite di Mersey furono 4 morti, 2 DOW e 2 feriti (Rn/Cn/dk)

domenica 11 luglio

Mersey e Severn , monitor fluviali, classe Humber, alcuni danni e usurati dagli spari il 6, solo ora pronti a riprendere il tentativo di distruggere il K nigsberg assistito da avvistamento aereo. (dx - 15th) - Di nuovo sparato quando si entra nel fiume Rufuji, entrambi hanno colpito ma pochi danni, a partire dalle 1230 si sono alternati nel fuoco anche se K nigsberg ha risposto al fuoco, al 1252 ci fu una grande esplosione, K nigsberg era quindi apparentemente esplosa e affondata nel 1346, il fuoco continuò fino al 1420 per completare la sua distruzione, i monitor ricordarono al 1430 due uomini leggermente feriti a Mersey. Altre navi partecipanti includevano gli incrociatori leggeri Chatham, Dartmouth, Challenger, Hyacinth, Pioneer (RAN), Pyramus, Weymouth e l'incrociatore mercantile armato Laconia (Cn/Rn/dx)

(clicca per le abbreviazioni della fonte)

il naufragato, abbandonato e anche disarmato SMS K nigsberg. I suoi cannoni, in particolare il 4.1in, hanno continuato a svolgere un ruolo importante nella campagna di terra tedesca in Africa orientale (CyberHeritage/Terry Phillips)

LONDON GAZETTE NAVAL DESPATCH

Grazie alla London Gazette

Gazzetta n. 29395 - 7 DICEMBRE 1915

DISTRUZIONE DELL'INCROCIATORE TEDESCO K NIGSBERG

DISPACCIAMENTO NAVALE del 15 luglio 1915

Ammiragliato, 8 dicembre 1915.

Il seguente Dispaccio è stato ricevuto dal Comandante in Capo, Stazione Capo di Buona Speranza:

"Sfidante", 15 luglio 1915.

Signore: sia lieto di presentare alle Loro Signorie il seguente rapporto delle operazioni contro il "Konigsberg" del 6° e dell'11° istante:

In accordo con gli ordini da me impartiti, le varie navi interessate hanno preso le loro stazioni designate il 5 luglio, pronte per le operazioni del giorno successivo.

Alle 4.15 del 6 luglio, H.M.S. "Severn", il capitano Eric J.A. Fullerton, R.N., e H.M.S. "Mersey", il comandante Robert A. Wilson, soppesò e attraversò la sbarra nel ramo Kikunja del fiume Rufiji, dove entrarono verso le 5.20 del mattino.

Il "Severn" è stato ancorato a testa e poppa e il fuoco è stato aperto sul "Konigsberg" entro le 6.30 del mattino. Il "Mersey" è stato ormeggiato allo stesso modo e ha aperto il fuoco poco dopo.

Entrambi i monitor sono stati colpiti con 3 libbre, pompon e mitragliatrici quando sono entrati nel fiume e durante la risalita, e hanno risposto al fuoco.

Alle 5:25 un aeroplano, con il comandante di volo Harold E. M. Watkins come pilota, e che trasportava sei bombe, lasciò l'aeroporto di Mafia Island. Le bombe furono sganciate al "Konigsberg" con l'intenzione di ostacolare qualsiasi interferenza che potesse tentare con i Monitor mentre si stavano posizionando.

Alle 5:40 un altro aeroplano, con il comandante di volo John T. Cull come pilota e il sottotenente di volo Harwood J. Arnold come osservatore, lasciò l'aeroporto allo scopo di avvistare i Monitor.

Alle 5:45 ho trasferito la mia bandiera alla "Weymouth", il capitano Denis B. Crampton, MVO, e alle 6:30 ho attraversato il bar, con i Whalers "Echo" e "Fly" che spazzavano, e i "Childers" che suonavano davanti al "Pyramus", il comandante visconte Kelburn, essendo in compagnia.

Il "Weymouth" si fermò sulla sbarra per alcuni minuti durante il viaggio, ma presto si staccò con la marea crescente e avanzò fino all'ingresso del fiume, dove si ancorò.

Su di lei e sui Whalers, dalla riva, fu aperto il fuoco di piccoli cannoni, ma al di là di un proiettile, che colpì la "Fly", non ci furono danni. Alcuni colpi dei cannoni da 6 pollici interruppero lo sparo, anche se era impossibile individuare la posizione dei cannoni perché nascosti tra gli alberi e il fitto sottobosco.

Dopo l'ancoraggio, il "Weymouth" fece il possibile per assistere i Monitors bombardando a lungo raggio una posizione a Pemba, dove avrebbe dovuto essere una stazione di avvistamento e osservazione, e tenendo a bada il fuoco nemico contro gli aeroplani. Questo è stato fatto in modo molto efficace.

Allo stesso tempo, il "Pioneer", il comandante (recitativo) Thomas W. Biddlecombe, RAN, agli ordini di "Hyacinth", il capitano David M. Anderson, MVO, ingaggiò le difese alla Bocca di Ssimba Uranga, il cui fuoco fu restituito fino a quando le difese furono messe a tacere.

Tornando alle operazioni dei Monitors, il fuoco fu aperto, come detto, alle 6.30, ma poiché il "Konigsberg" era fuori vista era molto difficile ottenere risultati soddisfacenti, e le difficoltà degli osservatori a bordo degli aerei nel segnare il la caduta dei colpi che cadevano tra gli alberi era molto grande e rendeva molto difficile il tiro sistematico.

Essendo disponibili solo due velivoli, tra la partenza di uno e l'arrivo del suo soccorso dall'aeroporto distante 30 miglia a 30 miglia trascorsero considerevoli intervalli e ciò provocò una perdita di efficienza di tiro.

Alle 12.35 uno degli aerei si è rotto, e alle 3.50 anche il secondo. Feci segno al capitano Fullerton di risalire il fiume, cosa che fece, finché verso le 12:50 furono visibili le cime degli alberi di "Konigsberg".

Il "Konigsberg" ha mantenuto un fuoco pesante sui Monitor fino alle 12.30 circa, quando il suo fuoco si è allentato. Alle 14:40 smise di sparare, avendo per qualche tempo limitato il suo fuoco a una pistola. Alle 15:30 i Monitors cessarono il fuoco e si ritirarono dal fiume, raggiungendo la mia bandiera al largo dell'isola di Koma alle 18:00. All'uscita furono nuovamente attaccati dai fucili delle rive.

Ero tornato al bar a "Weymouth" alle 12:30 e mi ero trasferito a "Hyacinth" alle 15:00.

Il "Mersey" ha avuto quattro uomini uccisi e quattro feriti, due dei quali sono morti da allora, e il suo primo 6 pollici. pistola, a cui si è verificata la maggior parte delle vittime, è stata messa fuori uso. Il "Severn" fortunatamente non ha subito perdite o danni.

Le varie navi, baleniere, rimorchiatori, &c., ancorarono per la notte al largo del Delta, e procedettero alle loro varie stazioni per il carbone, &c., la mattina seguente.

In considerazione delle molte difficoltà nel percorso e del fuoco pesante e preciso a cui sono stati sottoposti i monitor, ritengo che le operazioni del 6 luglio, sebbene non un completo e definitivo successo, siano da attribuire al capitano Fullerton e al comandante Wilson.

Poiché era necessario effettuare un nuovo attacco al "Konigsberg" per completare la sua distruzione, ulteriori operazioni furono effettuate l'11 luglio, data entro la quale gli aerei erano di nuovo pronti per il servizio, e i monitor avevano corretto alcuni difetti e completato con il carbone.

Ho rinforzato l'equipaggio del "Severn" dal sottotenente ad interim Arthur G. Mack, con sei sottufficiali e uomini e l'equipaggio del "Mersey" dal tenente Richard Ussher e dal tenente Rundle B. Watson, con sei sottufficiali e uomini . Tutto quanto sopra è stato tratto da "Hyacinth".

L'attacco è stato effettuato sulle stesse linee della precedente occasione, ed è stata utilizzata la stessa foce del fiume.

I monitor hanno attraversato il bar alle 11.45, seguiti fino all'ingresso da "Weymouth" e "Pyramus", quest'ultimo che procedeva per tre miglia all'interno ed entrambi perquisivano le rive. "Hyacinth" e "Pioneer" hanno bombardato l'ingresso di Ssimba Uranga.

In questa occasione i monitor non spararono contemporaneamente, il "Mersey" rimase in navigazione, e sparò mentre "Severn" era ormeggiato, e cessò il fuoco quando "Severn" iniziò.

La "Severn" era ormeggiata in una posizione 1000 iarde più vicina al nemico rispetto al 6 luglio, il che ha reso il suo fuoco molto più efficace.

Gli osservatori negli aeroplani, con la loro eccellente individuazione, hanno presto puntato i cannoni sul bersaglio, e un colpo dopo l'altro è stato rapidamente segnalato. Alle 12:50 è stato riferito che il "Konigsberg" era in fiamme.

Come precedentemente concordato con il Capitano Fullerton, non appena ebbero ben in mano la situazione, i monitor si spostarono in alto. River, e completarono la distruzione del "Konigsberg" entro le 14:30, quando ordinai loro di ritirarsi.

Il "Konigsberg" è ora un relitto completo, avendo sofferto di proiettili, incendi ed esplosioni, molti dei quali sono stati osservati.

Le uniche vittime riportate furono tre uomini leggermente feriti nel "Mersey". Non ci sono state vittime in "Severn".

Entro le 20.00 tutte le navi, tranne quelle distaccate di pattuglia, erano tornate.

Ho molto piacere di portare a conoscenza delle Loro Signorie i nomi dei seguenti Ufficiali e uomini:

Capitano Eric J.A. Fullerton, H.M.S. "Severno".

Comandante Robert A. Wilson, H.M.S. "Mersey".

Capitano Denis B. Crampton, M.V.O., H.M.S. "Weymouth."

Comandante L'On. Robert O.B. Bridgeman.

Comandante di squadriglia Robert Gordon, al comando della squadriglia aerea.

Comandante di volo John T. Cull.

Il tenente di volo Vivian G. Blackburn.

Sottotenente di volo Harwood J. Arnold.

Il tenente di volo Harold E. M. Watkins.

Assistente pagatore Harold G. Badger, H.M.S. "Giacinto." Questo ufficiale si offrì volontario per osservare durante il primo attacco al "Konigsberg", sebbene non avesse avuto precedenti esperienze di volo.

Il tenente ad interim Alan G. Bishop, Royal Marine Light Infantry, di H.M.S. "Giacinto." Questo ufficiale si offrì volontario per osservare durante il secondo attacco al "Konigsberg", sebbene non avesse avuto precedenti esperienze di volo.

Il meccanico aereo Ebenezer Henry Alexander Boggis, Chatham 14849, che salì il 25 aprile con il comandante di volo Cull, e fotografò il "Konigsberg" a un'altezza di 700 piedi. Sono stati colpiti pesantemente e il motore della macchina è stato gravemente danneggiato.

I rischi più gravi sono stati corso dagli ufficiali e dagli uomini che hanno volato in questo clima, dove l'effetto dell'atmosfera e il calore estremo del sole sono abbastanza sconosciuti a coloro la cui esperienza di volo è limitata a climi temperati. Sono stati sperimentati più volte "urti" di 250 piedi e la temperatura varia dal freddo estremo quando si vola in quota a un grande caldo, con il sole tropicale che brucia quando si è a terra.

Nelle operazioni contro il "Konigsberg" del 6 luglio sia il personale che il materiale del Royal Naval Air Service furono lavorati all'estremo limite della resistenza. La distanza totale percorsa dai due aeroplani disponibili in quella data non era inferiore a 950 miglia, e il tempo in aria, orologio funzionante, era di 13 ore.

Riassumerò dicendo che gli Ufficiali di Volo, tutti quanti, hanno meritato i miei più alti encomi.

Capo falegname William J. Leverett, H.M.S. "Giacinto." Questo ufficiale era incaricato dell'allestimento dei due monitori.

Desidero anche portare all'attenzione delle Loro Signorie il comandante del rimorchiatore "Revenger", John Osment Richards, e i seguenti membri del suo equipaggio, che molto prontamente si sono offerti volontari per servire nel loro rimorchiatore e per procedere nel fiume in aiuto di i monitor e rimorchiarli se necessario:

Frank Walker, maestro di navigazione.

George Edward Milton, amico.

Frederick James Kennedy, ingegnere capo.

Lewis John Hills, secondo ingegnere.

Sidney Robert Rayner, terzo ingegnere.

I quattro rimorchiatori "Blackcock", "Revenger", "Sarah Joliffe" e "TA Joliffe" erano presidiati da ufficiali e uomini di marina, con l'eccezione dei suddetti, e sebbene i loro servizi non fossero richiesti, considero l'esempio che set è stato molto lodevole.

Ho l'onore di essere, signore, il vostro obbediente servitore,

H. KING HALL, viceammiraglio, comandante in capo.

Guarda anche "La marina ovunque" di Conrad Gato. Clicca sul titolo per la storia - Capitolo 2

PERDITE DELLA MARINA REALE - Ucciso e morto

Grazie a Don Kindell

Non tutte le vittime direttamente legate alla distruzione del K nigsberg è stato identificato.

domenica, 20 settembre 1914

HMS Pegaso (Foto Navi)

Pegaso, vecchio incrociatore leggero, affondato dall'incrociatore leggero tedesco Konigsberg al largo di Zanzibar, quattro uomini sono morti per le ferite il 26, 27 settembre, 6, 8 ottobre

ADAMS, James, privato, RMLI, 8638 (strato)

BOSLEY, Henry, fuochista principale, K 13867 (dev)

BURNS, George A, marinaio ordinario, J 15443 (dev)

BURROWS, Gilbert F, abile marinaio, 219216 (dev)

BUTLER , Harry J, Fuochista principale, 308768 (dev)

COLE, Edgar T, sottufficiale Stoker, 303260 (dev)

CONNOLLY, Richard, Abile marinaio, J 4765 (dev)

DRAKE, John H, tenente, RNR

FARLIE, Edgar J, privato, RMLI, 10266 (strato)

FINEGAN, Joseph P, Stoker 1c, K 5600 (Dev)

FRAMPTON, Alfred G, Equipaggio dell'armiere, M 6421 (dev)

GILL, James, Able Seaman, 234368 (Dev), è morto per le ferite

GLANVILLE, John H, capo sala macchine artificiere 1c, 269246 (dev)

HANCOCK, James, Stoker 1c, K 13530 (dev)

HARDING, Benjamin C, Stoker 1c, K 13531 (dev)

HARPER, Lancelot L, marinaio ordinario, J 15515 (dev)

HIGHAMS, Ernest E, sottufficiale, 162971 (dev)

HODGETTS, John W, Abile marinaio, J 521 (dev)

HORILL, Ernest J, sottufficiale, 163249 (dev)

JENKINS, John, fuochista leader, 311808 (dev)

MACEY, James W, pittore 2c, M 899 (dev)

MAGGIO , William, Stoker 1c, 301157 (Dev)

MCINTYRE, Thomas W, caporale, RMLI, 14645 (strato)

NELIGAN, Maurice C, capo fuochista, 172311 (dev)

NICHOLSON, James, Stoker 1c, K 14411 (Dev)

O'SHEA, Edward, fabbro, 340351 (dev)

PATTLE, Alfred F, Cuoco di bordo, 344527 (dev)

PLASKETT, Herbert, Stoker 1c, K 13538 (dev)

ROWBERRY, George E, primo marinaio, 22187 (dev)

SMITH, James, abile marinaio, 180994 (dev)

TONKS, Thomas, Segnalatore, J 9090 (dev)

TURNER, Richard C, tenente comandante, è morto per le ferite

VAUGHAN, Alfred G, Abile marinaio, 220217 (dev)

WRIGHT, Douglas H, marinaio ordinario, J 15969 (dev)

sabato, 26 settembre 1914

Pegasus, vecchio incrociatore leggero, perso il 20esimo

RIDEWOOD, James B, Compagno di armiere, 345905 (Dev), DOW

domenica, 27 settembre 1914

Pegasus, vecchio incrociatore leggero, perso il 20esimo

THOMSON David privato RMLI 12483 (strato) DOW

martedì, 6 ottobre 1914

Pegasus, vecchio incrociatore leggero, affondato il 20 settembre

GOODWIN, William J, Sottufficiale 1c, 184201 (Dev), DOW

giovedì, 8 ottobre 1914

Pegasus, vecchio incrociatore leggero, affondato il 20 settembre

MCCARTHY, Daniel, Leading Carpenter's Crew, 346759 (Dev), DOW

sabato, 6 febbraio 1915

Aiutante, pattugliatore, ex rimorchiatore tedesco, danneggiato da un incendio costiero e ripreso dai tedeschi

PIDDOCK, Edward R, Abile marinaio, J 592 (Cap)

venerdì, 5 marzo 1915

Kinfauns Castle , incrociatore mercantile armato (ha preso parte alle operazioni contro K nigsberg)

RITCHIE, William, Seaman, RNR , 3416 C, morto in Tanganica

martedì, 6 luglio 1915

HMS Mersey (CyberHeritage)

Mersey , monitor del fiume, danneggiato da colpi di arma da fuoco di ritorno dall'incrociatore leggero tedesco Konigsberg, 2 uomini sono morti per le ferite il 10 e 17 luglio

HAINES, Henry G, Abile marinaio (RFR B 6513), 215246 ( Po )

MACDONALD, Colin, Abile marinaio (RFR B 4604), 228314 ( Po )

OSMOND, John, Abile marinaio (RFR B 4227), 198849 ( Po )

RISCATTO, Jack G, Sottufficiale Capo, 155141 ( Po )

sabato, 10 luglio 1915

Mersey, monitor di fiume, danneggiato il 6

ROLLS, Reginald J, Steward dell'ormeggio malato, 350785 ( Po ), DOW

sabato, 17 luglio 1915

Mersey, monitor di fiume, danneggiato il 6

HENDERSON, Alexander W, Abile marinaio (RFR B 746), 164842 ( Po ), DOW


KAISERLICHE MARINE (GERMANIA)

Storia del progetto: Costruiti nell'ambito del programma del 1913, alle quattro unità di questa classe furono dati i nomi degli incrociatori da incursione commerciale affondati nella prima parte della guerra. Il secondo Emden ha esposto una croce di ferro sul suo stemma in onore del suo illustre predecessore. Nelle prove hanno tutti superato la loro potenza progettata con un margine considerevole (Karlsruhe con turbine HP ad ingranaggi raggiunto 55.700 CV) ma significava solo 0,25 kt sopra la velocità di progetto poiché le prove erano in acque poco profonde. In acque profonde i 29 nodi sarebbero stati superati.

Protezione della nave: La cintura principale era di 60 mm di spessore al fianco del macchinario e 18 mm alle estremità della nave, era chiusa in avanti da una paratia di 40 mm. Il ponte di protezione di 40 mm sopra il macchinario era collegato alla cintura con pendenze di 60 mm, le estremità della nave erano protette da un ponte di 20 mm con pendenze di 40 mm. CT aveva lati da 100 mm e tetto da 20 mm, i cannoni avevano scudi da 50 mm e protezione dei paranchi da 20 mm. Le mie stive erano protette da lati da 30 mm e tetto da 20 mm.

Servizio navale: Königsberg (ii) served with the Scouting Forces, became a French reparation after the war and was renamed Metz she was broken up in 1936 at Brest. Karlsruhe (ii) served with the Scouting Forces and was scuttled at Scapa Flow on 21 June 1919. Emden (ii) served with the Scouting Forces and was interned at Scapa Flow, where she became flagship of Rear-Admiral Ludwig von Reuter on 25 March 1919. She was beached in a sinking condition after the scuttling of the German High Seas Fleet and finally became a French war reparation. As the damage was too great she did not see active service but was used as an explosive trials target and finally scrapped at Caen in 1926. Nürnberg (ii) was beached at Scapa Flow after scuttling and used as a gunnery and explosives target. She was finally sunk on 7 July 1922 off the Isle of Wight.


Contenuti

Köln was 174 meters (571 ft) long overall and had a beam of 15.2 m (50 ft) and a maximum draft of 6.28 m (20.6 ft). She displaced 7,700 long tons (7,800 t) at full load. Her propulsion system consisted of four steam turbines and a pair of 10-cylinder four-stroke diesel engines. Steam for the turbines was provided by six Marine-type double-ended oil-fired boilers. The ship's propulsion system provided a top speed of 32 knots (59 km/h 37 mph) and a range of approximately 5,700 nautical miles (10,600 km 6,600 mi) at 19 knots (35 km/h 22 mph). Köln had a crew of 21 officers and 493 enlisted men. [1]

The ship was armed with nine 15 cm SK C/25 guns mounted in three triple gun turrets. One was located forward, and two were placed in a superfiring pair aft. The rear gun turrets were offset to increase their arc of fire. They were supplied with 1,080 rounds of ammunition, for 120 shells per gun. The ship was also equipped with two 8.8 cm SK L/45 anti-aircraft guns in single mounts they had 400 rounds of ammunition each. Köln also carried four triple torpedo tube mounts located amidships they were supplied with twenty-four 50 cm (20 in) torpedoes. She was also capable of carrying 120 naval mines. [2] The ship was protected by an armored deck that was 40 mm (1.6 in) thick amidships and an armored belt that was 50 mm (2 in) thick. The conning tower had 100 mm (3.9 in) thick sides. [3]

Köln was ordered as "Cruiser D" under the contract name Ersatz Arcona, as a replacement for the old cruiser Arcona. [3] The keel for Köln was laid on 7 August 1926 at the Kriegsmarinewerft shipyard in Wilhelmshaven. She was launched on 23 May 1928, and commissioned into the Reichsmarine on 15 January 1930, the last member of her class to be completed. [4] She spent the year conducting sea trials and training in the Baltic Sea. In 1931, she was modified with dual 8.8 cm anti-aircraft guns to replace the original single mounts, the rear superstructure was enlarged, and a fire control system was installed aft. [5] Köln departed on a cruise into the Atlantic in early 1932 for more extensive sea trials. After returning to Germany, she took on her first crew of naval cadets for a world cruise, departing Germany in late 1932. The tour lasted a full year she stopped in ports across the globe, including in the Atlantic, Pacific, and Indian Oceans, and the Mediterranean Sea. [6] In Australia the tour stops included Adelaide, Melbourne, Sydney and Hobart, with the crew taking place in several publicised football games against local teams that included a Royal Australian Navy team in Sydney. [7] [8]

In 1935, the ship had an aircraft catapult installed, along with cranes to handle float planes. A pole mast was also installed on the rear side of the aft funnel. [5] Köln continued to serve as a training ship until early 1936, when she was transferred to fishery protection duty. Later that year, she joined the non-intervention patrols off Spain during the Spanish Civil War. After the German heavy cruiser Germania was attacked by Republican bombers in the so-called "Germania incident", Köln transported wounded crew members from Germania back to Germany. Köln conducted a further four patrols off Spain before returning to fishery protection in the North Sea in 1938. Late in the year, she went into drydock for a refit in Kiel. [6]

In March 1939, Köln sailed to Memel (now Klaipėda, Lithuania), in connection with the annexation of the Memelland district, which Germany had demanded be returned by Lithuania. Later in the year, she joined the battleship Gneisenau and the heavy cruisers Germania, Ammiraglio Scheer, and Admiral Graf Spee for a major series of maneuvers in the Atlantic. [6]

Seconda guerra mondiale Modifica

In the final days of August 1939, Köln was stationed in the western Baltic to prevent Polish vessels from fleeing after the planned German invasion of Poland on 1 September she was unsuccessful in this task. She thereafter joined her sister ships in laying a series of defensive minefields. [9] Köln partecipato Gneisenau and nine destroyers for a sortie into the North Sea on 7–9 October. The goal was to draw units of the Royal Navy over a U-boat line and into range of the Luftwaffe, though it failed on both counts. The British launched an air attack consisting of 12 Wellington bombers, though it too failed to hit any of the German warships. [10] On 20–22 November, Köln e l'incrociatore Leipzig escorted the battleships Gneisenau e Scharnhorst on the first leg of their sortie into the North Atlantic. On the 22nd, Köln e Leipzig were detached to join an unsuccessful patrol for Allied merchant ships in the Skagerrak along with Germania and three torpedo boats. [11] The patrol lasted until 25 November, and failed to locate any Allied freighters. [12] On 13 December, Köln, Leipzig, and Nürnberg covered the return of several destroyers that had laid an offensive minefield off Newcastle. [13]

Köln took part in Operation Weserübung, the invasion of Norway, in April 1940. She was assigned Group 3, tasked with the assault on Bergen, along with her sister Königsberg. [14] She reached the harbor unscathed, but Königsberg was not so lucky she was badly damaged by Norwegian coastal guns. Köln nevertheless supported the German infantry ashore with her main guns. After the port was secured, she returned to Germany, along with a pair of destroyers. [9] In late 1940, she went into drydock for further modifications. A degaussing coil was installed, along with a helicopter landing platform on top of turret "Bruno". [6] She thereafter served as a testbed for the Flettner Fl 282 helicopter, a task she performed until 1942. [15]

While still conducting experiments with the FI 282 in September 1941, Köln provided gunfire support to ground troops attacking Soviet positions on Dagö in the Gulf of Riga. She also bombarded Soviet positions on Ristna. [15] She joined the battleship Tirpitz, Ammiraglio Scheer, Nürnberg, and several destroyers and torpedo boats formed the Baltic Fleet, which was intended to block any Soviet warships from fleeing the eastern Baltic. No Soviet vessels attempted to do so, however. [16] On 13 July, the Soviet submarine Shch-322 tried to attack Köln, but the cruiser's escorts forced the Soviet submarine to break off the attack. [17]

Toward the end of 1941, she was transferred to the North Sea, and went into drydock for her last major modification. [15] This consisted of the installation of a FuMO 21 radar set on the forward command center roof. [6] In July 1942, Köln departed Germany to join the growing naval presence in Norway, though she saw no major action there. [15] On 13 September, she and the heavy cruisers Ammiraglio Scheer e Admiral Hipper and two destroyers attempted to attack Convoy PQ 18. While en route from Narvik to Altenfjord, the flotilla was attacked by the British submarine HMS Tigris, but the torpedoes passed behind the German ships. [18] The convoy was instead attacked by U-boats and long-range bombers, which sank thirteen freighters. [19] She returned to Germany in January 1943, where she was decommissioned in Kiel on 17 February. She was sent to drydock in early 1944 for an overhaul to prepare her to return to combat duty this was completed by 1 July. The cruiser served briefly as a training ship before escorting German merchant vessels in Norway. [15] While en route from Kristiansand on 7 July, the ship laid a defensive minefield in the Skagerrak. She and three destroyers laid another minefield on 14–15 July, before steaming to Trondheim. [20]

On the night of 13–14 December, [21] Köln was attacked by British bombers in Oslofjord several near misses caused damage to her propulsion system that required repair in Germany. [15] She departed Norway on 23 January 1945 in company with Admiral Hipper and a destroyer, and arrived in Kiel on 8 February. [22] She then proceeded to Wilhelmshaven, where she was again attacked by Allied bombers repeatedly. [15] On 30 March, B-24 Liberators from the Eighth Air Force attacked the harbor [23] Köln was hit and sank on an even keel. Since her guns remained above water, the ship was used as an artillery battery to defend the city from advancing Allied forces. She served in this capacity until the end of the war in May. She was partially dismantled sul posto after the end of the war, and finally raised in 1956 for scrapping. [24]


Königsberg

Dislocamento: 6,000 tons standard 7,700 tons full load
Lunghezza: 174 m
Trave: 15.2 m
Brutta copia: 6.28 m
Propulsione: 3 × shafts 4 MAN 10 × cylinder diesels engines 2 × geared turbines producing up to 68,000 shp
Eliche: 3
Velocità: 32.1 knots
Range: 5,700 nautical miles at 19 knots
Equipaggio: 850 men and officers
Armamento:
9 × 15 cm L/60 SK C/25
carried 1,080 rounds
2 × 8.8 cm L/45 SK C/35
carried 800 rounds
2 × 8.8 cm L/76 SK C/32 after 1933 4 after 1935
carried 1,600 rounds
6 × 8.8 cm L/76 SK C/32 after 1940
carried 2,400 rounds
8 × 3.7 cm L/83 SK C/30 after 1934
carried 9,600 rounds
8 × 20 cm MG L/65 C/30 18 after 1934
carried 17,600 rounds
12 × 53.3 cm torpedoe tubes
24 × torpedo's carried
120 mines
Armatura Belt 50 to 70 mm, Deck 40 mm, Turrets 20 mm,
Aerei: 2 × Heinkel He 60 seaplanes
Electronics:
Operators: Kriegsmarine
Variants:
Königsberg
Emden
Karlsruhe
Köln
Leipzig
Nürnberg

After a series of foreign visits in the 1930s, the ships operations were along the Spanish coast from November 1936 to January 1937 throughout the Spanish Civil War. Her design and manufacture meant she was poorly suited to commerce raiding or deep-water operations, and after war broke out in September 1939 she was allocated to duty as a torpedo training ship in the Baltic and later used for mining operations in the North Sea (Operation Westwal).

8 April 1940
The Königsberg takes part in operation Weser bung (Invasion of Denmark and Norway) along with Köln and training ship Bremse and the torpedo boats, Leopard and Wolf, transports troops from Wilhelmshaven to Bergen.

9 April 1940
The Königsberg and artillery training ship Bremse are hit by Norwegian coastal batteries. The Köln and the torpedo boats Leopard and Wolf, return to Germany while the damaged Königsberg stays in Bergen.

10 April 1940
The Königsberg is attacked by the RAF, 15 Skua dive bombers sink the Königsberg with three direct hits. Although Königsberg is still afloat after the attack, she capsizes shortly after in Bergen harbour.

17 July 1942
The Königsberg is raised.

1943
The Königsberg is used as a pier for U-boats.

22 September 1944
The Königsberg capsized again.

1945
The Königsberg is broken up, and scrapped in Bergen.


Robert Withoeft Emden
Takes command on 24 June 1929
Ends command on 2 September 1929


Robert Withoeft Emden
Takes command on 2 September 1929
Ends command on 27 September 1930


Hermann Densch
Takes command on 27 September 1930
Ends command on 25 September 1932


Otto von Schrader
Takes command on 25 September 1932
Ends command on 25 September 1934


Hubert Schmundt
Takes command on 25 September 1934
Ends command on 27 September 1935


Theodor Paul
Takes command on 27 September 1935
Ends command on 16 February 1937


Robin Schall Emden
Takes command on 16 February 1937
Ends command on 2 November 1938


Ernst Scheurlen
Takes command on 2 November 1938
Ends command on 27 June 1939


Kurt-Caesar Hoffmann
Takes command on 27 June 1939
Ends command on 15 September 1939


Heinrich Ruhfus
Takes command on 14 September 1939
Ends command on 10 April 1940


Königsberg class Light Cruiser (1927) 2.0

The Königsberg class, sometimes referred to as the K class, was a class of light cruisers of the German Reichsmarine and Kriegsmarine. The class comprised three ships named after German cities: Königsberg, Karlsruhe, and Köln, all built between 1926 and 1930. These ships were the first of the Reichsmarine with a modern cruiser design their predecessor, Emden, was based on World War I-era designs. They were armed with a main battery of nine 15 cm (5.9 in) guns and with twelve 50 cm (20 in) torpedo tubes.

All three ships of the class were used extensively as training cruisers throughout the 1930s. They went on numerous overseas cruises and participated in the non-intervention patrols during the Spanish Civil War in 1936–1939. After the outbreak of World War II in September 1939, the three ships laid defensive minefields in the North Sea. They all saw action in Operation Weserübung, the invasion of Norway, in April 1940 Königsberg was damaged by Norwegian coastal guns outside Bergen and sunk by British bombers the following day. Karlsruhe was sunk by the British submarine HMS Truant only Köln survived the attack on Norway.

After returning to Germany, Köln operated Flettner Fl 282 helicopters as an experiment. She provided gunfire support to German ground forces during Operation Barbarossa, the invasion of the Soviet Union in 1941, and returned to Norway in 1942. Ultimately, she was sunk in Wilhelmshaven in March 1945 by American bombers. Her guns were still above water, which allowed her to support the defending Germany army against British ground forces until the final days of the war.

Il file contiene tutti i suoni ei file pcx. Il modello non è una mia creazione. Wyrmshadow ha fornito i file di animazione e Ares de Borg ha realizzato i suoni. Ho semplicemente messo insieme i pezzi e ripulito il modello per CivIII e ho aggiunto alcuni pezzi ipotetici. Un grande grazie a tutti coloro che hanno aiutato!


Konigsberg class light cruisers - History

Königsberg , first of a class of three 6000-ton light cruisers, was built at Wilhelmshaven, Germany. She was commissioned in mid-April 1929 and was primarily engaged in training duties during the following decade. She spent the first several months of World War II being refitted to upgrade her combat systems and partially correct structural weaknesses that limited the usefulness of ships of her class.

Thus, Königsberg 's first real combat operation was the invasion of Norway in April 1940. Her mission in this risky undertaking was the occupation of the west coast port city of Bergen. In company with her sister, Köln , and several other warships, Königsberg was loaded with German Army troops and secretly left Germany for the long and potentially dangerous run up to the target area. The strike force approached Bergen during the early morning of 9 April, offloaded some of their troops to smaller craft and engaged the defending Norwegian shore batteries. Königsberg received serious damage in this engagement, which restricted her speed and prevented her from leaving the area with her companions. She was also the target of a British air raid on the 9th, but was not hit. On the following day, 10 April 1940, the cruiser was tied up to a Bergen quay when several British "Skua" dive bombers delivered a deadly attack, making five hits and one close near miss that set her afire, holed her hull and killed many crewmen. It soon became clear that she could not be saved. After her crew abandoned ship, Königsberg capsized to port and sank. Her hull was refloated in July 1942 and later turned upright. However, the hulk sank again in 1944 and, following the end of World War II, was broken up.

This page features, and provides links to, all the views we have related to the German light cruiser Königsberg (1929-1940).

STORIA
Se desideri riproduzioni a risoluzione più elevata rispetto alle immagini digitali presentate qui, vedi: "Come ottenere riproduzioni fotografiche".

Fare clic sulla piccola fotografia per richiedere una visualizzazione più ampia della stessa immagine.

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Firing salutes in 1934. She is flying the British Royal Navy's White Ensign at her forepeak.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 155KB 740 x 545 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Halftone reproduction of a photograph showing her firing salutes in 1934, while flying the British Royal Navy's White Ensign at her forepeak.
The German light cruiser Leipzig is in the center background, and a British "C" class light cruiser is in the upper right.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 164KB 740 x 550 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Halftone reproduction of a photograph taken while the ship was transiting the Kiel Canal, about 1935.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 133KB 740 x 530 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Visiting Gdynia, Poland, circa 1935.
Note her forward 15cm triple gun turret, rangefinders, jack and heraldic shield.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 101KB 485 x 765 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Visiting Gdynia, Poland, circa 1935.
Note the offset arrangement of her after 15cm triple gun turrets.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 111KB 740 x 480 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Visiting Gdynia, Poland, circa 1935.
Note the National Socialist eagle decoration on her stern and the German Navy ensign flying from her flagstaff.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 77KB 740 x 500 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Visiting Gdynia, Poland, circa 1935.
Note the National Socialist eagle decoration on her stern and the German Navy ensign flying from her flagstaff.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 80KB 740 x 440 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Off Gdynia, Poland, circa November 1935.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 67KB 740 x 495 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Moored in a German harbor, circa 1936.
Note the ship's crest on her bow, and what appear to be old torpedo boats tied up in the right distance.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 99KB 740 x 530 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

In European Waters, circa 1936.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 96KB 740 x 505 pixels

Königsberg (German Light Cruiser, 1929-1940)

Vertical aerial photograph, probably taken while the ship was under attack by British aircraft at Bergen, Norway, on 9 April 1940.
Note the prominent swastika identification markings on her deck, fore and aft.

Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti.

Online Image: 42KB 740 x 265 pixels

"Conquest of Bergen by German Light Cruisers"

Artwork by Adolf Bock, 1941, published in a book on the German Navy published by Erich Klinghammer, Berlin, during World War II.
It depicts the light cruisers Köln and Königsberg landing troops at Bergen, Norway, on 9 April 1940.

List of site sources >>>


Guarda il video: Город, которого больше нет.. или Königsberg-Калининград ДО и ПОСЛЕ (Gennaio 2022).