Podcast di storia

Campo Marshall III

Campo Marshall III


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Marshall Field III nacque a Chicago, il 28 settembre 1893. Suo nonno, Marshall Field, era un uomo d'affari estremamente ricco e fu mandato a studiare all'Eton College e all'Università di Cambridge.

Field tornò in America e durante la prima guerra mondiale prestò servizio con la 122a artiglieria da campo sul fronte occidentale. Si arruolò come soldato semplice e raggiunse il grado di capitano.

Dopo la guerra lavorò come venditore di obbligazioni prima di unirsi a Charles F. Glore e Pierce C. Ward per formare la società di banca d'investimento Marshall Field, Glore, Ward & Company. Field è diventato estremamente ricco dopo aver ricevuto una parte significativa della proprietà di 118 milioni di dollari di suo nonno.

Field è stato un forte sostenitore della Gran Bretagna nella seconda guerra mondiale. Ha lavorato a stretto contatto con l'amministrazione del presidente Franklin D. Roosevelt e Fight for Freedom, un'organizzazione istituita dal British Security Coordination. Nell'ottobre 1941 Field iniziò il Chicago Sun per contrastare la politica isolazionista del colonnello Robert McCormick, che possedeva la Chicago Tribune. Secondo l'editore di Field, Turner Catledge: "Fu all'inizio del 1941 che Field decise di fondare un giornale... Roosevelt stava cercando di spingere la nazione verso il sostegno dell'Inghilterra e il colonnello McCormick lo stava combattendo con le unghie e con i denti... L'influenza del Tribune nel cuore dell'America era grandioso, e per Field e altri che pensavano che gli Stati Uniti dovessero combattere il nazismo, le invettive quotidiane di McCormick erano strazianti".

Walter Trohan sostiene nella sua autobiografia, Animali politici: memorie di un cinico sentimentale (1975), che J. Edgar Hoover e l'FBI furono coinvolti in questo progetto: "Per aiutare il giornale a ottenere un franchising dell'Associated Press, poi un possesso custodito, FDR fece chiamare dagli agenti dell'FBI vari editori di piccole città e li sollecitò per sostenere l'offerta di Field per un franchising. J. Edgar Hoover, capo dell'FBI, in seguito mi mostrò l'ordine che aveva ricevuto di intraprendere una campagna, che considerava al di sopra e al di là delle funzioni della sua unità."

Field è stato anche un importante sostenitore finanziario di Ralph Ingersoll e del suo giornale pro-intervento, Rivista di immagini.

Marshall Field III morì di cancro al cervello l'8 novembre 1956.


Albero genealogico di Marshall FIELD III

Nato a Chicago, nella contea di Cook, nell'Illinois, è cresciuto principalmente in Inghilterra, dove ha studiato all'Eton College e all'Università di Cambridge. Nel 1917 si unì alla 1a cavalleria dell'Illinois e prestò servizio con la 122a artiglieria da campo in Francia durante la prima guerra mondiale. Nel 1925 costruì una tenuta.

Al suo congedo dopo la fine della guerra, Field tornò a Chicago dove andò a lavorare come venditore di obbligazioni presso Lee, Higginson & Co. Dopo aver appreso il business, se ne andò per aprire la propria attività di investimento. Direttore della Guaranty Trust Co. di New York, alla fine ha collaborato con Charles F. Glore e Pierce C. Ward per creare la società di banche di investimento di Marshall Field, Glore, Ward & Co. Nel 1926, Field lasciò l'azienda per perseguire Altri Interessi.


© Copyright Wikipédia autori - Questo articolo è sotto licenza CC BY-SA 3.0

Origini geografiche

La mappa seguente mostra i luoghi in cui vivevano gli antenati della persona famosa.


Lo sguardo più ravvicinato di Mark Suppelsa

Quando arrivò in città, non sapeva nemmeno dove fosse State Street, figuriamoci il negozio fondato dal suo bisnonno. Ma una volta che Marshall Field V ha visto Chicago, non ha più voluto andarsene.

A prima vista, penseresti che sarebbe personalmente doloroso per Marshall Field vedere il suo nome tolto dall'impero commerciale della sua famiglia. Francamente, no. Non gli piace nemmeno essere chiamato Marshall Field "il quinto". Nel mio Closer Look, perché è più di un semplice nome. Si preoccupa di cose più grandi, come come raccogliere fondi per le varie associazioni di beneficenza che dirige e dove è diretta Madre Terra.

SUPPLEMENTO: Il nome del campo Marshall non c'è più.
CAMPO: Destra.
SUPPLEMENTO: Cosa ne pensi?
CAMPO: Penso che sia un peccato perché penso che la grande vecchia tradizione sia andata via. È solo un altro, quando le grandi società dell'Est o straniere hanno preso di mira le società di Chicago e sono scomparse. Penso che sia un po' triste. Penso che a breve termine, dal punto di vista degli affari, sia stata una decisione stupida di Macy's perché i turisti che vengono in città hanno sempre una visita a Fields nella lista. Beh, non avranno Macy's sulla lista perché o non vorranno andarci o l'hanno visto a New York o in qualsiasi altro posto.

SUPPLEMENTO: Quindi, è triste in senso civico, patrimonio di Chicago, turistico.
CAMPO: Destra.
SUPPLEMENTO: È triste in modo familiare?
CAMPO: No, non proprio. Siamo fuori da quell'azienda da 50 anni o più. Anche se è meraviglioso pensare di avere un antenato che ha iniziato qualcosa di così grande, sai, c'è un tempo per andare avanti. Quel periodo probabilmente è iniziato circa 30 anni fa. Penso che il nome sia a corto di benzina, francamente. La maggior parte dei miei fratelli e sorelle e dei loro figli non vivono nemmeno a Chicago. Sai, "Chicago" non c'è più. Siamo in un mondo ora in cui le persone pensano in aree più grandi. E ci sono un sacco di nuovi grandi nomi come [il fondatore di Microsoft Bill] Gates, eccetera, e ora questi dovrebbero essere i nomi che si distinguono davvero oggi.

Marshall Field V non ha mai gestito il negozio fondato dal suo bisnonno. Ma sa perché ha perso lustro decenni fa.

CAMPO: La cosa che è successa è ciò che ha permesso ai WalMart e ai Target del mondo di entrare. Tutti i negozi che avevano scorte uniche di cose - che facevano valere la pena di entrare nel loro negozio e nessun altro - hanno iniziato acquistare da questi enormi fornitori. Quindi molto presto, penso che il cliente abbia imparato che tutto era più o meno lo stesso e quindi ha perso la fedeltà al nome del negozio. Hanno appena iniziato a fare acquisti sul prezzo. [Quella era l'apertura] perfetta per WalMart o Target.
SUPPLEMENTO: Potrebbe esserci una nicchia là fuori da qualche parte per un grande magazzino per trovare prodotti che non puoi trovare ovunque?
CAMPO: Oh certo. Penso che Neiman Marcus abbia ancora un sacco di cose che sono per Neiman Marcus. E sono ancora vivi.

Marshall Field vede una crisi simile al giornale locale di proprietà della sua famiglia, dove un tempo era editore, il Chicago Sun-Times.

CAMPO: Quel business, si può obiettare, grazie ai computer, eccetera, non ha un futuro glorioso. La più grande forza che vedo, francamente, in un giornale oggi è la sua capacità di raccogliere notizie. O se ha davvero funzionato sugli editorialisti, l'abilità dei suoi scrittori. E dovrebbero davvero essere più un fornitore di software che un giornale. Dovrebbero dedicare meno tempo a preoccuparsi di pubblicare il loro foglio e più tempo a preoccuparsi di cosa c'è dentro.

Field ha lasciato l'editoria nel 1984 e da allora ha gettato il suo cuore e i suoi soldi in tutto ciò che riguarda l'ambiente. Compresa la gestione del museo che porta il nome della sua famiglia.

CAMPO: Vedo cose al Field Museum che sono affascinanti. Abbiamo una ragazza che misura il riscaldamento globale nel tempo. Ha capito che se la temperatura media del globo aumenta di 11 gradi, tutto muore. Quindi siamo in tre.
SUPPLEMENTO: Tre adesso?
CAMPO: Sì. Abbiamo otto da fare e siamo tutti fuori di qui.

Quel sorriso ampio e sicuro dice: questo è un uomo che non deve preoccuparsi di nulla. Ma dal suo lussuoso ufficio, affacciato sul fiume Chicago, Marshall Field lavora a tempo pieno alle cause che ama. L'ambiente? Proprio in alto. Le arti? Non molto indietro, per questa laureata in storia dell'arte.
Field dice che la sua causa preferita è qualunque cosa abbia di fronte. Il suo "lavoro" principale, se vuoi, è raccogliere fondi. Dice che sta diventando più difficile che mai. Per la prima volta da quando si è trasferito a Chicago, dice, gli enti di beneficenza e le università hanno bisogno di più soldi di quelli là fuori da dare.


Il progetto sulle scene del crimine di Chicago


Marshall Field, Jr., erede della fortuna dei grandi magazzini e detentore del nome più famoso nella storia di Chicago, morì qui a casa sua per una ferita da arma da fuoco il 22 novembre 1905. Chi ha sparato? Ci sono tre teorie.

L'inchiesta ufficiale ha concluso che Field si era accidentalmente sparato mentre puliva la sua pistola. Praticamente tutti hanno visto questa come una storia improbabile fin dall'inizio.

Un certo numero di testimoni affermano che Field era ospite del famoso bordello Everleigh Club quella sera, ed è stato colpito durante i preliminari con uno dei residenti. Temendo l'imbarazzo pubblico, ha chiesto di essere riaccompagnato a casa, dove le sue ferite si sono rivelate più gravi del previsto. Tuttavia, alcuni di questi presunti testimoni non possono essere considerati affidabili, poiché avrebbero tratto vantaggio dalla vendita delle loro storie alla stampa.

Una terza teoria - e forse la più probabile - è che, indipendentemente dal fatto che Field fosse o meno all'Everleigh Club quella sera, era gravemente depresso e si è suicidato nella sua camera da letto. D'altra parte, non è mai stato scoperto alcun biglietto d'addio, anche se è possibile che un biglietto sia stato soppresso dalla sua potente famiglia per evitare imbarazzo.

La villa di Field su S. Prairie Avenue è ancora in piedi ed è attualmente in fase di ristrutturazione in un condominio di sei appartamenti. Non è chiaro se gli acquirenti troverebbero la storia di Field un attributo positivo in una casa, ma lo sviluppatore sembra certamente farne una chiave di volta della campagna pubblicitaria.

13 commenti:

In realtà, anche se fu fucilato il 22 novembre, Marshall Field Jr morì il 27 novembre 1905.

Dopo aver letto tutti i libri che ho trovato scritti dai giornalisti dell'epoca, è mia opinione che gli abbiano sparato mentre giocava al club di Everleigh. Le sorelle hanno vietato il gioco d'azzardo subito dopo la sua morte. Le puttane in quel posto sono state attentamente esaminate dalle sorelle e non avrebbero impiegato una ragazza abbastanza matta per farlo. Ma se Field stava barando a carte, un uomo ricco e con un grande ego che poteva permettersi di andare lì si sarebbe arrabbiato e avrebbe portato una pistola.

Non so di tutti gli altri, ma mi piace molto il fatto che gli abbiano sparato nella casa in cui vivo. Sposto le cose per fottere i miei genitori e fargli credere che sia un fantasma.

La mia bisnonna era la sua domestica ed era a casa quella notte.

Alla ragazza di Chicago. qual era la storia della tua bisnonna??

Ordina un Sorrisi bianchi scintillanti Sistema di sbiancamento dentale personalizzato online e RISPARMIA IN GRANDE!
* Fino a 10 tonalità più bianche in pochi giorni!
* Risultati professionali garantiti.
* Buono come il tuo dentista, per una frazione del costo.
* Uguale a quello utilizzato dai dentisti.

Stai cercando di unirti ad altre reti di affiliazione?
Visita la nostra directory degli affiliati per vedere l'elenco definitivo delle reti di affiliazione.

Segnali di trading professionali consegnati giornalmente al tuo cellulare.

Inizia a seguire i nostri segnali ORA & guadagni fino al 270% al giorno.

La tua bisnonna ha detto se il signor Field era già ferito quando è entrato in casa? Inoltre, se è entrato in casa con la sua ferita, è stata inflitta da una "farfalla" di Everleigh o da un altro mecenate?

È andato in giro per quella casa alla fine degli anni '70 come potenziale "acquirente". Era in vendita da anni allora e l'agente immobiliare era arrabbiato perché non poteva venderlo. Credo che allora fosse una ex casa di riposo: si vedeva come le grandi stanze erano tutte divise. Nessuno voleva vivere dietro il colosso della stampa R.R. Donnelly.

Ho fatto un po' di genealogia ed era davvero una casa di riposo/infermieristica. Da allora ho saputo di avere un prozio che viveva lì e altri parenti che lo hanno visitato lì lo hanno descritto come un posto inquietante.

Il Sunday Times di Los Angeles del 23 novembre 1913 fornisce un resoconto della donna che afferma di aver sparato a Marshall Field, Jr. dopo un incontro sessuale inaccettabile. Scopri la storia di Vera.


Commenti (5)

Mia zia di 90 anni è morta e sto trovando piccoli oggetti, ad esempio etichette regalo in lamina d'oro con le iniziali MF&Co. circa 20 di loro. ti interessano? La pace

Ciao Donna, grazie per il tuo interesse a donare a CHM. Si prega di controllare la pagina "Come donare" sul nostro sito Web, che include un modulo di donazione online. https://www.chicagohistory.org/collections/donations-to-the-collection/how-to-donate-to-the-collection

Questo è affascinante. Esiste una raccolta di foto della Marshall Field & Company online? Sono interessato a guardare le foto d'epoca dal negozio di State Street, ma vivo a Phoenix.

Ciao Luann, grazie per il tuo interesse! Le immagini digitalizzate del Museo relative a Marshall Field sono qui http://bit.ly/2sUU3rn oppure puoi sfogliare le immagini di diverse istituzioni di Chicago qui http://bit.ly/2ujX3kz.

Mia nonna ha lavorato per Marshall Field's come sarta tra la fine del secolo e l'inizio del 1900. Anche mio nonno lavorava lì come “cash boy.” Mio padre lavorava stagionalmente lì come clown a metà degli anni '20’. Sono cresciuto negli anni '50 e '8217 e nei primi anni '60 e '60 a Villa Park, Illinois, fino all'età di 15 anni, quando la mia famiglia si trasferì a OK. Ho bei ricordi di viaggi di shopping al negozio con mia nonna e i miei genitori. Quando ho visitato Chicago nei primi anni 2000/8217 ero andato al piano dove gli archivi erano normalmente aperti al pubblico sperando di guardare le foto per vedere se i miei nonni o mio padre apparivano in qualche fotografia dei dipendenti, tuttavia mi è stato detto che gli archivi era stato spostato in un magazzino per ospitare una mostra su Parigi. Stavamo lasciando Chicago il giorno successivo, quindi non avremmo potuto vedere gli archivi. Sono rimasto profondamente deluso, tuttavia il portiere mi ha regalato una borsa di Marshall Field piena di piccoli regali. Tuttavia, ancora oggi acquisto Frango Mints da gustare a Natale. Ho un ornamento di Christopher Radko del famoso orologio Marshall Field e avevo scattato una foto dell'orologio durante la mia ultima visita a Chicago. Mia figlia, che all'epoca viveva nella zona, non avendo visto la foto che ho scattato, ha acquistato una fotografia dalla Chicago Historical Society che raffigura una scena di strada (circa 1930-8217) che include l'orologio. Per coincidenza la foto che ho scattato settant'anni dopo era quasi identica a quella che aveva acquistato. Spero di visitare un giorno la società storica per vedere gli archivi. Grazie per averli preservati


Campo Marshall III - Storia

L'imponente edificio della Marshall Field & Company
non era solo il secondo grande magazzino in
il mondo, era un punto di riferimento di Chicago
e attrazione turistica per eccellenza.

Nel 1912, Marshall Field & Company
copriva l'intero isolato delimitato da
State Street, Randolph Street, Wabash Avenue,
e Washington Street.

La Cupola Tiffany
Primo Piano, Stato Sud
Primo piano, North Wabash

Le sezioni Fine Jewelry e Silver
Primo piano, South Wabash

Un panorama di Marshall Field & Company
lungo Wabash Avenue -
Edifici (da sinistra a destra) del 1914, 1893 e 1912
Il 28 Negozio -
Sesto piano, South Wabash

La stanza delle noci -
Settimo piano, stato meridionale

La stanza dei narcisi
Settimo piano, North Wabash
Il negozio 1914 per uomini
all'angolo sud-ovest di
Wabash e Washington Streets

Primo piano,
Negozio per uomini

Marshall Field & Company
111 N. Strada Statale
Chicago, Illinois (1852)

NSha mangiato 1-1000


Budget Piano Stato del Nord
Scarpe da donna • Scarpe casual • Abiti da giorno • Abiti a prezzi moderati • Abbigliamento sportivo
Budget Piano Medio Stato
Cinture • Cosmetici e Articoli da toeletta • Bigiotteria • Calzetteria • Borsette • Modalita • Nozioni • Orologi
Budget Piano SouthlState
Piccola Pelletteria • Guanti • Ombrelli • Camicette • Sciarpe • Biancheria • Tende e Tendaggi • Accessori per il cucito • Negozio di snack • Caramelle • Cancelleria
Budget Floor North Holden Court
Miss Tempo • Junior Tempo Abbigliamento sportivo
Ponte centrale piano economico
Accessori decorativi • Posate • Stoviglie • Bicchieri • Lampade • Valigie
Piano economico North Wabash
Abiti Junior Tempo • Cappotti e Completi Junior Tempo • Cappotti e Completi • Cappotti per tutte le stagioni
Budget Piano Medio Wabash
Intimo Notte • Intimo Giorno • Fondotinta • Abbigliamento Lounging • Abbigliamento Intimo Junior Tempo • Scelta Donna • Il Cesto di Fiori
Budget Piano Sud Wabash
Negozio per ragazzi • Abbigliamento per bambini • Negozio per neonati • Negozio per la scuola materna • Negozio per ragazze
Budget piano South Holden Court
Closet Coordiantes • Immagini • Intimo per bambini
passaggio
Accessori per la casa
Budget Floor Store per uomo
The Clothes Circuit • Calze • Cosmetici e articoli da toeletta • Gioielli • Intimo • Pigiami • Pantofole • Scarpe • Cappelli • Camicie • Cravatte • Abbigliamento sportivo & #8226 Abiti • Capispalla

PRIMO PIANO
Primo Piano Stato Nord
Il nostro meraviglioso mondo di cosmetici • Farmaci • Nozioni • Prescrizioni • Tourneur Salon
Primo Piano Medio Stato
Bluse • Maglioni • The First Place • Boutique


Primo Piano Stato Sud
Occhiali da sole • Cinture • Gioielli di moda • Guanti • Borse • Il mercato dei fiori • The Hat Bar • Calze • Sciarpe • Ombrelli
Primo Piano Nord Wabash
Caramelle • Biglietti di auguri • Cancelleria
Primo Piano Medio Wabash
Valigeria • The Wine Shop • Piccola pelletteria • Accessori per fumatori • Stoviglie in acciaio inossidabile • Giochi per adulti • Accessori da bar • Fotocamere • Posate • L'era elettronica • Field’s Afar • Negozio di peltro • Antico peltro • Servizio di riparazione


Primo Piano Sud Wabash
Orologi • Orologi • Diamanti • Gioielleria • Argento • Gioielli in argento
La stanza georgiana Gioielli antichi • Argento antico

SECONDO PIANO
Secondo Piano Stato Nord
The Bath Shop • Biancheria
Secondo Piano Medio Stato
Biancheria da tavola • Biancheria fine • Lista dei regali per la sposa
Secondo Piano Stato Sud
Tessuti moda & #8226 Singer Sewing Center & #8226 Accessori per il cucito
Secondo piano North Holden Court
lampade
Ponte centrale del secondo piano
lampade
Secondo Piano Nord Wabash
Cina • Stoviglie casuali
Secondo Piano Medio Wabash
Vetreria • Accessori per la vita casual • The Crystal Room • The Steuben Room


Secondo Piano Sud Wabash
Gallerie di immagini • Fine Paintings • Sala orientale • Oggetti d'arte • Stanza dei collezionisti • Antiquariato • Angolo album di famiglia
Secondo piano South Holden Court
Centro Eventi

TERZO PIANO
Terzo Piano Stato Nord
Servizio personale • Confezioni regalo • Servizi di viaggio American Express • The Juice Bowl • The Crystal Palace
Terzo Piano Medio Stato
Abbigliamento relax • Intimo notte • Abbigliamento intimo contemporaneo
Terzo Piano Stato Sud
Necessità nude • Fondamenti • Intimo da giorno • Abbigliamento intimo Young Chicago
Terzo piano North Holden Court
Ottico
Terzo piano ponte centrale
Libreria in brossura
Terzo Piano Nord Wabash
Libri • Monete e francobolli da collezione • Antica mappa e stamperia • Libri antichi e rilegature di pregio • Gilda letteraria
Terzo Piano Medio Wabash
The Candle Shop • The Williamsburg Shop • Coordinate armadio • The Gazebo Shop • Accessori decorativi • Centro floreale decorativo • The Christmas Court


Terzo Piano Sud Wabash
Ricamo Creativo
Terzo piano South Holden Court
Uniformi • Negozio di maternità

QUARTO PIANO
Quarto Piano Stato Nord
Scarpe per giovani • Scarpe per adolescenti • Infant’s Negozio • Mobili per bambini’s • Accessori per la scuola materna
Quarto Piano Medio Stato
Negozio dell'asilo • Tiny Finery • Negozio del bambino’s


Quarto Piano Stato Sud
The Boy's Shop • The Prep Shop • Student Shop
Quarto piano North Holden Court
Accessori per ragazze
Ponte centrale del quarto piano
Intimo per bambini
Quarto piano nord Wabash
Studentesse Shop • Teen Scene • Tween Teen Shop • Accessori per adolescenti • Accessori per scouting

Quarto Piano Medio Wabash
Il centro del giocattolo
Quarto piano sud Wabash
The Toy Center • Accessori per animali domestici
Corte di South Holden
Il centro del giocattolo

QUINTO PIANO
Quinto Piano Stato Nord
Young Chicago Coast e abiti • Junior Scene • French Room modisteria • Young modisteria • Parrucca Salon
Quinto Piano Medio Stato
Young Chicago Sportswear


Fifth Floor South State
Abiti da signorina • After-Five Dresses • Young Chicago Dresses • Hairways
Quinto piano North Holden Court
Salone di bellezza • Elizabeth Arden Boutique
Quinto piano ponte centrale
Salone di scarpe
Wabash al quinto piano nord
Scarpe classiche di moda • Young Chicago Shoes
Wabash medio del quinto piano
Leisure Square • Etienne Aigner Boutique • Il negozio di Pappagallo • Scarpe contemporanee • The Wig Boutique



Wabash al quinto piano sud

Abiti da città e casual • Woman's Way

Quinto piano South Holden Court
Abiti sportivi delle signorine

SESTO PIANO
Sesto Piano Stato Nord
La stanza dei cappotti • La stanza dei vestiti • Rilegatura in pelle • Cappotti per tutte le stagioni • Pacesetter


Sesto Piano Medio Stato
Maglioni, Gonne • Abbigliamento sportivo
Sesto Piano Stato Sud
Contempo • Sportswear Attivo e Spettatore • The Country Shop


Sesto piano North Holden Court
Negozio Sunningdale


Ponte centrale del sesto piano
Negozio Sunningdale
Sesto Piano Nord Wabash
The Fur Salon • Fur Storage • French Room Salone di modisteria • Globetrotter


Sesto Piano Medio Wabash
The Chicago Room • The Showcase • The Dress Room • The Sundown Shop • Alterazioni e monogrammi Service Desk

Sesto piano sud Wabash

The 28 Shop • Zandra Rhodes Boutique & 8226 Regali per lei


Sesto piano South Holden Court
La 28 Boutique

SETTIMO PIANO
Settimo Piano Stato Nord
La Sala Inglese • La Veranda
Settimo Piano Medio Stato
Cibi Gourmet • Cibi Freddi • Surgelati • Caramelle
Settimo Piano Stato Sud
La stanza delle noci
Settimo piano North Holden Court
Cucina Principale
Ponte centrale del settimo piano
L'Enoteca
Settimo piano South Holden Court
La stanza Wedgwood
Settimo Piano Nord Wabash
La stanza dei narcisi • Party Bureau
Wabash medio del settimo piano
The Bakery • The Crystal Buffet
Settimo Piano Sud Wabash
Ciotola e cestello • Lavaggio a secco

OTTAVO PIANO
Ottavo Piano Stato Nord
Le gallerie di decorazione • American Antiques
Ottavo Piano Medio Stato
Mobili Occasionali
Ottavo piano Stato sud
Mobili per piscina e patio • Mobili moderni
Ottavo piano North Holden Court
Mercato Incrocio


Ponte centrale dell'ottavo piano
Mobili per sala da pranzo
Ottavo piano South Holden Court
Attrezzature scientifiche per il sonno
Ottavo Piano Nord Wabash
Mobili Imbottiti & #8226 Trend House & #8226 Riproduzioni Antiche



Ottavo Piano Medio Wabash
Mobili da camera da letto
Ottavo piano sud Wabash
La Bottega del Pellegrino

NONO PIANO
Nono Piano Stato Nord
Centro elettrodomestici • Servizio di riparazione elettrodomestici • Uffici esecutivi
Nono Piano Medio Stato
The Garden Spot • Mobili da cucina • La barra dei colori • La cassetta degli attrezzi
Nono Piano Stato Sud
Rivestimenti per pavimenti
Nono Piano North Holden Court
Cucina gourmet
Ponte centrale del nono piano
Stile di vita
Nono Piano Nord Wabash
Articoli per la casa • Utilità domestiche
Nono Piano Medio Wabash
Tende e tendaggi • Cuscini decorativi • Ferramenta per tendaggi • Completi copriletto • Tessuti per tendaggi e tappezzeria
Nono Piano Sud Wabash
Home Entertainment Center • The Music Center • Divisione pubblicitaria

DECIMO PIANO
Decimo Piano Stato Nord
Rettifiche • Servizio Clienti • Casse Centrali • Ufficio Credito
Decimo Piano Medio Stato
Ufficio Statistico • Ufficio del Personale
Decimo Piano Stato Sud
Contabilità
Decimo Piano Nord Wabash
Decimo Piano Medio Wabash
Servizi di informazione

UNDICI PIANO
Undicesimo Piano Stato Nord
Sala di ricezione e marcatura nord
Undicesimo Piano Medio Stato
Sala centrale di ricezione e marcatura
Undicesimo Piano Stato Sud
Ufficio di ricezione • Sala di ricezione e marcatura sud-est • Sala di ricezione e marcatura sud-ovest
Undicesimo piano North Wabash
Undicesimo Piano Medio Wabash
Laboratorio di riparazione di gioielli

DODICI PIANO
Dodicesimo Piano Stato Nord
Laboratorio di tappezzeria • Laboratorio di pellicce
Dodicesimo Piano Medio Stato
Personal Shopping • Servizio di ordini per corrispondenza • Ufficio di importazione
Dodicesimo Piano Stato Sud
Crediti
Dodicesimo Piano North Wabash
Ufficio medico • Centro per lo sviluppo dei dipendenti • Comunicazioni visive
Dodicesimo Piano Medio Wabash
Caffetteria dei dipendenti

TREDICESIMO PIANO
Tredicesimo Piano Stato Nord
Sign Bureau • Divisione Design
Tredicesimo Piano Medio Stato
Tredicesimo Piano Stato Sud
Store Design • Divisione Display
Tredicesimo Piano North Wabash
Laboratorio di panetteria
Tredicesimo Piano Medio Wabash
Falegname e officina • Candy Workroom

PIANO QUATTORDICESIMO
Quattordicesimo Piano Stato Sud
Divisione Edilizia e Manutenzione

NEGOZIO PER MEN
Negozio al primo piano per uomini

Piccola Pelletteria & #8226 Camicie Sportive & #8226 Maglioni & #8226 Cravatte & #8226 Intimo & #8226 The Answer Shop & #8226 Cinture & #8226 Guanti & #8226 Fazzoletti & #8226 Calze & #8226 Camicie
Negozio al secondo piano per uomini
Cappelli • Scarpe • Pigiami e abbigliamento da casa
Negozio al terzo piano per uomini
Abbigliamento da uomo • The 27 Room • Young Chicagoan • Aquascutum of London Shop


Negozio al quarto piano per uomini
Abbigliamento sportivo • Contempo for Men •In Site • Pacesetter for Men
Fifth Floor Store per uomini
Il negozio dello sportivo • Il negozio delle armi
Dependance al sesto piano
Uffici esecutivi aziendali • The Annex Grill
Dependance al settimo piano
Alterazioni maschili e maschili

(2.225.000 s.f.)

Seminterrato
Servizio clienti • Servizio di riparazione • Lavaggio a secco • Confezioni regalo
Piano economico

Primo piano
Fine Jewelry • Fashion Jewelry • Orologi • Orologi • Our Wonderful World of Cosmetics • Occhiali da sole • Cinture • Guanti • Borse • Piccola Pelletteria • Il Cappello Bar • Calze • Sciarpe • Ombrelli • Camicette • Maglioni • The First Place • Caramelle • Biglietti augurali • Cancelleria • Biglietti augurali • Giochi per adulti • Fotocamere • L'era elettronica • Valigie • Libri • Libreria in brossura
Negozio per uomini Piccola Pelletteria & #8226 Camicie Sportive & #8226 Maglioni & #8226 Cravatte & #8226 Intimo & #8226 The Answer Shop & #8226 Cinture & #8226 Guanti & #8226 Fazzoletti & #8226 Calze & #8226 Camicie & #8226 Cappelli • Scarpe • Pigiami e abbigliamento da casa • Accessori per fumatori • Abbigliamento sportivo • Nel sito • Abbigliamento da uomo • Young Chicagoan
la dispensa Gourmet Foods • Cold Foods • The Bakery • Surgelati • Candy • The Wine Shop
• Il mercato dei fiori

Secondo piano
Abbigliamento relax • Intimo notte • Necessità nude • Fondamenti • Intimo giorno • Young Chicago Abbigliamento intimo • Neonato’ Negozio • Arredamento neonato • Accessori per la scuola materna • Kindergarten Shop • Tiny Finery • Toddler’s Shop • Schoolgirls Shop • Girls Accessories • Children’s Lingerie • Teen Scene • Tween Teen Shop • Teen Accessories • The Boy's Shop • The Prep Shop • Student Shop • The Toy Center • Forniture per artisti

Terzo piano
Young Chicago Sportswear • Young Chicago Abiti • Young Chicago Cappotti e Completi • Contempo • Beauty Salon • Shoe Salon • Fashion Classics Shoes • Young Chicago Shoes • Leisure Square ' 8226 Scarpe contemporanee • Abbigliamento sportivo • Abbigliamento sportivo attivo e per spettatori • Abiti da signorina • Abiti da città e casual • After Five Dreses • Woman's Way • The Dress Room • The Coat Room • La stanza dei vestiti • Alterazioni

Quarto piano
Porcellana & #8226 Stoviglie casual & #8226 Biancheria da tavola & #8226 Accessori per la vita casual & #8226 Accessori per bar & #8226 Il negozio di candele & #8226 Accessori decorativi & #8226 Argento & #8226 Posate & #8226 Stoviglie in acciaio & #8226 Artwares • Articoli per la casa • Cucina gourmet • Utilità per la casa • La macchia da giardino • La barra dei colori • La cassetta degli attrezzi

Quinto piano
Biancheria & 8226 The Bath Shop & 8226 Cuciture creative & 8226 Tende e tendaggi & 8226 Cuscini decorativi & 8226 Accessori per tendaggi & 8226 Completi copriletto & 8226 Rivestimenti per pavimenti & 8226 Lampade & 8226 Uffici & 8226 Cassiere • Ufficio di credito

Seminterrato
Servizio clienti • Servizio di riparazione • Lavaggio a secco • Confezioni regalo
Piano economico

Primo piano

la dispensa Gourmet Foods • Cold Foods • The Bakery • Surgelati • Candy • The Wine Shop
• Il mercato dei fiori

Negozio per neonati • Mobili per neonati • Accessori per la scuola materna • Negozio per la scuola materna • Minuscole gingilli • Negozio per bambini e ragazzi • Negozio per scolarette • Accessori per ragazze • Intimo per bambini • Teen Scene • Tween Teen Shop • Accessori per adolescenti • The Boy’s Shop • The Prep Shop • Negozio per studenti • The Toy Center • Forniture per artisti

Terzo piano
Abbigliamento relax • Intimo notte • Necessità nude • Fondotinta • Intimo giorno • Abbigliamento intimo Young Chicago • Abbigliamento sportivo Young Chicago • Abiti Young Chicago • Cappotti e completi Young Chicago • 8226 Contempo • Creative Stitchery • Beauty Salon

Dependance al terzo piano
Libri • Libreria in brossura • Salone di scarpe • Scarpe classiche di moda • Scarpe Young Chicago • Leisure Square • Scarpe contemporanee

3 1/2 piano
Modifiche • Ufficio del personale • Centro eventi speciali

Quarto piano

Abbigliamento sportivo • Abbigliamento sportivo attivo e da spettatore • Abiti da signorina • Abiti da città e casual • Dopo cinque vestiti • Moda da donna • Il guardaroba • Il guardaroba • Il guardaroba

4 1/2 piano
Porcellana & #8226 Stoviglie casual & #8226 Biancheria da tavola & #8226 Accessori per la vita casual & #8226 Accessori per bar & #8226 Il negozio di candele & #8226 Accessori decorativi & #8226 Argento & #8226 Posate & #8226 Stoviglie in acciaio & #8226 Artwares • Articoli per la casa • Cucina gourmet • Utilità per la casa • La macchia da giardino • La barra dei colori • La cassetta degli attrezzi

Biancheria • The Bath Shop • Tende e tendaggi • Cuscini decorativi • Accessori per tendaggi • Completi di copriletto • Rivestimenti per pavimenti • Lampade • Attrezzature scientifiche per il sonno • Uffici • Cassiere • Ufficio Credito

Primo piano
Fine Jewelry • Fashion Jewelry • Orologi • Orologi • Our Wonderful World of Cosmetics • Occhiali da sole • Cinture • Guanti • Borse • Piccola Pelletteria • Il Fiore Mercato • Calze • Sciarpe • Ombrelli • Camicette • Maglioni • Il primo posto • Caramelle • Biglietti augurali • Cancelleria • Biglietti augurali • Giochi per adulti • Fotocamere • L'era elettronica • Bagagli
Negozio per uomini Piccola Pelletteria & #8226 Camicie Sportive & #8226 Maglioni & #8226 Cravatte & #8226 Intimo & #8226 The Answer Shop & #8226 Cinture & #8226 Guanti & #8226 Fazzoletti & #8226 Calze & #8226 Camicie & #8226 Cappelli • Scarpe • Pigiami e abbigliamento da casa • Accessori per fumatori • Young Chicagoan

Shoe Salon • Fashion Classics Shoes • Young Chicago Shoes • Leisure Square • The Shop for Pappagallo • Contemporary Shoes • Young Chicago Sportswear • Young Chicago Abiti • Young Chicago Cappotti e Tute • Contempo • Abbigliamento sportivo • Abbigliamento sportivo attivo e spettatore

Terzo piano
Abiti da signorina • Abiti da città e casual • After Five Dreses • Woman's Way • The Dress Room • The Sundown Shop • The Country Shop • Sunningdale Shop • Pacesetter 8226 La stilista Salom • Zandra Rhodes Boutique • Salone di pellicce • La stanza della sposa • La stanza degli abiti • La stanza dei vestiti • La modisteria • Salone delle parrucche • Salone di bellezza

Abbigliamento relax • Intimo notte • Necessità nude • Fondazioni • Intimo giorno • Young Chicago Abbigliamento intimo • Neonato’ Negozio • Arredamento neonato • Accessori per la scuola materna • Kindergarten Shop • Tiny Finery • Toddler’s Shop • Schoolgirls Shop • Girls Accessories • Children’s Lingerie • Teen Scene • Tween Teen Shop • Teen Accessories • The Boy's Shop • The Prep Shop • Student Shop • The Toy Center • Forniture per artisti

Quinto piano
Biancheria • The Bath Shop • China • Stoviglie casual • Biancheria da tavola • Accessori casual • Accessori da bar • The Candle Shop • Accessori decorativi • The Williamsburg Shop & #8226 Argento • Posate • Stoviglie in acciaio inossidabile • Argento antico • Il negozio di peltro • Field's Afar • Artwares • Collector’s Room • Home Entertainment Center • Music Center

Sesto piano
Le gallerie di decorazione • Mobili • Lampade • Tende e tendaggi • Cuscini decorativi • Ferramenta per tendaggi • Completi di copriletto • Rivestimenti per pavimenti • Cucitura creativa • Uffici • Cassiere • Ufficio di credito

Settimo piano
Servizio clienti • Servizio di riparazione • Lavanderia a secco • Cassa • Ufficio di credito • Cibi gourmet • Cibi freddi • Surgelati • La panetteria • Caramelle • Il Enoteca • Cucina gourmet • Articoli per la casa • Libri • Libreria in brossura • Libri antichi e rilegature di pregio • Sala della Torre


Molti nomi famosi vennero a lavorare negli affari di Field e furono promossi a posizioni di responsabilità, una volta che il loro merito attirò l'attenzione del fondatore. Uno di questi era John G. Shedd, che sviluppò il lato all'ingrosso dell'attività al punto da richiedere un proprio edificio. Di conseguenza, nel 1887, fu costruito un nuovo magazzino nelle strade di Quincy, Franklin, Adams e Wells su progetto dell'architetto Henry Hobson Richardson, in uno stile revival romanico. Di conseguenza, i piani superiori appena liberati dell'edificio di State Street hanno permesso un'ulteriore espansione del negozio al dettaglio.

L'architettura del negozio era magnifica, l'atmosfera era sublime in molti modi. Uno dei pochi edifici commerciali creati da Burnham, che era anche architetto coordinatore per l'Esposizione Colombiana Mondiale del 1893 (gli altri erano John Wanamaker a Philadelphia e Filene's a Boston), racchiudeva la grande miriade di cose offerte in un insieme coeso e modo relativamente facile da navigare. Il programma di costruzione ha portato a un negozio diviso approssimativamente in due da un vicolo trasversale nord-sud noto come Holden Court. Una metà dell'edificio si affacciava su State Street, da Washington a Randolph, e l'altra metà, compresa la sezione più antica di Washington Street, su Wabash Avenue.

Queste due parti erano divise in tre da banchi di ascensori (e in seguito scale mobili) che dividevano ordinatamente il negozio in sei “stanze” note come “Stato sud,” “Stato centrale,” “Nord Stato,” “North Wabash,” e così via. Laddove i piani superiori attraversavano il vicolo, la designazione di un luogo in queste aree era nota come “North Holden Court” o simile. Ciò ha portato a un edificio in cui le posizioni erano abbastanza facili da identificare e quando gli annunci di Field nominavano una sezione, indicavano sempre un piano e una posizione in modo che i clienti potessero trovare facilmente la merce nel complesso di edifici di 2,25 milioni di piedi quadrati.


A caratterizzare ulteriormente il negozio erano due pozzi di luce situati sul lato dell'edificio sulla State Street. Un atrio di sei piani nell'edificio del South State era sormontato da una bellissima volta rivestita di vetro Tiffany. L'edificio dello Stato del Nord era caratterizzato da un pozzo di luce che si estendeva per 13 piani fino al tetto dell'edificio. Allo stesso modo, il ristorante Walnut Room al settimo piano era incentrato su un atrio a due piani direttamente sopra la cupola di Tiffany. Questo atrio ha permesso l'installazione del famoso "Grande Albero" durante il periodo natalizio e ha dato grande carattere alla famosa sala da tè, probabilmente una delle più belle al mondo.

Non c'è da meravigliarsi quindi che in un annuncio poco dopo il completamento del negozio, la Marshall Field & Company si definisse la "Cattedrale di tutti i negozi".

220 commenti:

Il negozio Park Forest in realtà ha aperto nel 1955 e l'Oakbrook nel 1962 (5 marzo).

Grazie per il chiarimento . . . una cosa bella di mettere tutto questo in linea, è che le informazioni possono essere più accurate con l'assistenza dei lettori.

Presto aggiungerò le foto ufficiali degli anni '70 del rimodellamento del primo piano del negozio di State Street.

La ""mostra" di The Field contiene più informazioni della maggior parte delle altre, perché dopo aver visitato il negozio diverse volte in gioventù, ho pensato, e continuo a farlo, che fosse la migliore e la più brillante di qualsiasi istituzione del genere negli Stati Uniti, e forse il mondo se è per questo.

Ancora una volta, grazie per aver contribuito a mantenere le cose accurate

C'era anche un Marshall Fields in Galleria Dallas a Dallas, TX, che ora è Saks. Inoltre, c'era un Marshall Fields a Houston Galleria che ora è anche un Saks e in Town and Country Mall a Houston che ora è stato demolito e ricostruito come Lifestyle Center.

Ho lavorato a Chicago negli anni '60 e '70 e ho fatto acquisti a Marshall Fields ogni giorno di paga. Era due volte al mese. Avevano i vestiti migliori e più belli che abbia mai avuto. Anni dopo ho fatto acquisti presso il negozio Marshall Fields a Woodfield a Schaumburg, IL e quello nel West Dundee Mall a West Dundee, IL. Quando Macy's li ha acquistati, mi ci è voluto solo una volta per fare acquisti lì per sapere che non sarei mai tornato. La merce è a buon mercato. Marshall Fields torna, abbiamo bisogno di te.

ANCORA non riesco a credere che Marshall Field non ci sia più. Cosa diavolo era il pensiero federato. Macy è niente in confronto a Marshall Field. Avrebbero dovuto mantenere Field's, insieme a Bloomingdales, e continuare con la tradizione più raffinata che era Marshall Fields :(

Sfortunatamente, i consumatori vogliono i prodotti meno costosi possibili (Walmart, Target, ecc.) e Marshall Field non era quel tipo di rivenditore. Macy sta cercando di essere entrambi e sta fallendo.

Mia madre aveva un collega che era dipendente dal Country Shop. Ha stabilito nel suo testamento che le sue ceneri siano sparse lì, sfortunatamente, Field non lo ha permesso.

Era sempre un grosso problema quando arrivavano i grandi tamburi verdi di detersivo. Mia madre (che ha lavorato lì molto brevemente negli anni '80 - sua sorella ha lavorato lì negli anni '50 per un'estate) li ha sempre ordinati ogni sei mesi. In effetti, la città piuttosto elegante in cui vivevamo (allora in campagna, ora esurb) ha deciso come avrebbe funzionato il nome con i codici postali basati sulle targhe Marshall Field & Co.

Si può certamente vedere come un cittadino di Chicago potrebbe diventare ossessionato da Field. Portavano così tante cose diverse di valore, e i loro marchi di fabbrica, almeno durante gli anni '70, erano di alto livello. Mi inviavano i loro cataloghi e due volte l'anno ne ricevevo uno chiamato " Up Selling" o qualcosa di simile, con graffette, inclusi anche detersivo Marshall Field & Company, piatti di carta e persino carta igienica!

Sono sicuro che hai notato il logo " Country Shop" nella directory del negozio sopra. Il collega di tua madre sarebbe stato felice che fosse lì, scommetto.

Come vorrei fare delle foto quando ho fatto acquisti da Field con mia nonna negli anni '60. Che bei ricordi. Scendendo dalla scala mobile, sfrecciando dietro l'angolo e prendendo un sorso d'acqua a quelle bellissime fontane. La casa di Natale dove sedeva Babbo Natale durante le vacanze. Il reparto libri per ragazzi. E il bancone dove chiedevo sempre i giocattolini di metallo con le ruote. Qualcuno ha vecchie foto degli interni dei vari reparti?

Ottimo lavoro nel condividere questo blog con quelli di noi innamorati di tutte le cose vecchie, in particolare dei luoghi famosi per la moda.
Come nativo di Chicago, sono cresciuto portando l'El downtown al negozio di State St. con mia madre, ai vecchi tempi dei guanti bianchi. Mangiare lì era un vantaggio decisivo, per mantenere la forza sufficiente per passare ore lì. C'era una gelateria che esisteva anche quando i miei figli erano piccoli. I gelati Hot Fudge non sono mai stati così buoni.
Ma anche se non abbiamo mai mancato di visitare i prodotti del cortile e le aree della porcellana/tovagliato, i cappelli erano probabilmente i miei preferiti. Quando ho avuto bisogno di un cappello per il mio matrimonio del 1974, era di Field's. Era più importante del vestito e costava anche di più. Dato che oggi è il National Hat Day, ora dovrò andare a cercare alcuni dei miei tanti cappelli vintage Field's in un'abbondante collezione di cappelli di Chicago. Sono sicuro che a ciascuno dei proprietari originali sarebbe piaciuto questo blog su Fields tanto quanto me. Grazie per la condivisione.

Grazie per la tua bella nota. (Mi piace il tuo cognome - - significa "bug" in polacco, ed era un vezzeggiativo usato dalla mia dolce mamma su di me prima che mi trasformassi in qualcosa di molto più grande)

Dato che venivo da Detroit, ho visitato Field's per la prima volta nel 1974, e sono stato sopraffatto dall'architettura e dalla natura aristocratica del negozio. Non dimenticherò mai le corsie e le corsie dei bei banconi, che si estendono per un intero isolato di Chicago, i grandiosi pozzi di luce che si ergono verso l'alto e i lampadari/torchiere sopra i banconi nei pozzi stessi, contribuendo a creare un'atmosfera da museo di massima raffinatezza e bellezza in cui fare acquisti.

Tutto era di un livello così alto che il personale aveva sicuramente "buone maniere", la clientela era sofisticata, ma c'erano anche cose come quella gelateria al terzo piano, North State. In realtà ne ho una foto da un rapporto annuale della Marshall Field & Company. La pubblicherò a tempo debito, poiché penso che potrebbe riportarvi più ricordi. Sapevi che il gelato artigianale di Field ha il più alto contenuto di grasso di burro di qualsiasi altro prodotto negli Stati Uniti? Probabilmente è per questo che il ricordo è così indelebile!

Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi e apprezzo i tuoi gentili commenti su questa vera istituzione - se l'avessimo ancora oggi, penso che il mondo sarebbe sicuramente un posto migliore e più umano.

Ho un dipinto ad olio originale di Sam Hecht. Qualche suggerimento da chi potrebbe volerlo?

Da Donna
Grazie per i ricordi. Ho aiutato ad aprire il negozio all'Hawthorne Center, ho lavorato per 9 anni nella biancheria da letto e l'ho adorato! La mamma mi portava a State Street ogni anno a Natale per fare acquisti (borse e borse che portavamo su "L") e, naturalmente, per mangiare "sotto lalbero". Mamma, ora 93 anni fa lavorava lì. Avevo anche un cugino all'Old Orchard. L'azienda è stata super, ottima formazione alla vendita, prodotti e personale che ha dato un ottimo programma (mi hanno persino permesso di trasferirmi a Woodfield mentre ero al college), sconti e TEMPO E MEZZO per la domenica. pochi! Grazie per avermi permesso di sfogarmi! Per favore, torna indietro. Manchi tu e le zecche Frango.

Macy non sarà mai quello che è stato Marshall Field. Probabilmente sarà considerato il più grande errore nella storia della vendita al dettaglio. Riporta indietro Marshall Field. Non è troppo tardi.

Che piacere trovare questo sito web. Ho più o meno la tua età Bak e ricordo che mia zia mi portava in centro per fare shopping ogni quattro sabati. Dovevamo travestirci, io indossavo sempre un vestito da giovane, come lo chiamava lei, con i calzoni corti e lei con guanti bianchi e pellicce. Non era lo shopping come lo conosciamo oggi, ma un'esperienza. Ero un ragazzino ma sapevo che questo era qualcosa da apprezzare e un piccolo assaggio delle cose belle della vita. Pranzavamo nella Walnut Room o nella Highland Room di Carson. Non mi è mai stato permesso di ordinare un hamburger. Doveva essere qualcosa che non potevo trovare da nessun'altra parte. È stato un evento che durava tutto il giorno. Prima di tornare a casa si fermava nel bagno delle signore. Questa non era una piccola porta fuori da un corridoio, era un enorme salotto che vendeva rinfreschi, scarpe riparate e potevi controllare o ritirare i pacchi quando eri pronto per partire. Ricordo che ho sempre preso il latte di cocco mentre aspettavo che uscisse e posso ancora ricordare il gusto 50+ anni dopo. A quei tempi potevi lasciare un ragazzino al bancone e sapevi che sarebbero stati lì al tuo ritorno. Il personale in realtà mi ha guardato. Che servizio hai ricevuto allora. Non le persone ringhiose e infelici che incontri ora al check-out.

Ricordo tutte le cose che hai menzionato nel tuo articolo. Ha riportato grandi ricordi. È un peccato che i Macy, anche se mantengono l'edificio, non abbiano portato avanti le tradizioni. Penso che avrebbero potuto mantenerlo un posto speciale piuttosto che omogeneizzarlo secondo i loro standard. La qualità e la specialità sono andate perdute. Forse non è stata una buona mossa commerciale da parte loro.

Apprezzo il tuo duro lavoro in questa impresa e aggiungerò questo sito ai segnalibri per aggiornamenti frequenti e altre passeggiate nella memoria. Pietro

Macy ha commesso un enorme errore nelle pubbliche relazioni cancellando i nostri amati negozi regionali. Tanti nomi famosi e amati sono stati messi da parte di città in città.
Pensavano davvero che perché tutti noi amavamo "Miracle on 34th Street" e guardavamo la parata del Giorno del Ringraziamento, che avremmo abbracciato il nome di Macy. Li risento ancora oggi!

Purtroppo, i loro negozi di Houston erano molto scialbi e banali, se si vuole. Non credo che MF abbia mai preso sul serio il Texas. Immagino che Neiman Marcus fosse troppo con cui competere! Entrambe le località alla fine si sono trasformate in Saks, con la città e la campagna che sono state demolite per uno di quei " centri di stile di vita". Parlando di Macy, non li perdonerò mai per quello che hanno fatto ai nostri Foley! I negozi di Macy a Houston sembrano sempre spogli e sul punto di chiudere l'attività.

Sfortunatamente Field's si stava già allontanando dalla sua eredità di grande istituzione quando arrivarono in Texas. Se leggi il libro di Michael Lisicky sugli Hutzler (disponibile presso la libreria The Department Store Museum) vedrai che Angelo Arena, che a quel tempo era diventato CEO di Marshall Field & Company, non è dipinto in una luce particolarmente positiva, e mi chiedo fino a che punto l'immagine poco brillante che riporti sia stata il risultato del cambio di gestione del negozio in quel momento. Il predecessore di Arena, Joseph Burnham, è deceduto improvvisamente, prima dell'assunzione dell'incarico da parte di Arena. Secondo quanto riferito, era un principe di un uomo, che non disdegnava di mettersi sul pavimento e vendere borse la domenica durante le vacanze, tanto per aiutare quanto per conoscere i suoi clienti.

I due negozi iniziali a Houston e Dallas sono stati progettati da Philip Johnson, un noto, ma non proprio infallibile progettista di edifici, che potrebbe essere definito il primo "architetto delle celebrità". ruolo che ha avuto nella distruzione della bellissima "Città di Parigi" su Union Square. Lui e il cliente, Neiman-Marcus, hanno combattuto aspramente anche la conservazione del delizioso atrio ovale che era un punto di riferimento del vecchio negozio.

Non prenderlo da me, cerca solo i commenti altrove su questo sito per alcune critiche su ciò che alla fine ha sostituito quello che rimane un edificio storico tristemente perso a San Francisco.

Mentre ho visto solo schizzi approssimativi e vedute aeree dei negozi del Texas, ora occupati da Saks Fifth Avenue, mi chiedo come si colleghino all'aneddoto di cui sopra. Il fatto che Field si sia ritirato dal mercato del Texas in breve tempo indica che la storia non è stata felice da nessuna prospettiva.

All'anonimo sopra, per quanto riguarda i tuoi viaggi a Field quando eri ragazzo. . .

Scusa se ci ho messo così tanto a rispondere. I tuoi racconti sono molto poetici e trasmettono davvero ciò che è stato descritto come "Quello è il campo" (che significa qualcosa di buono) in contrapposizione a "Quello non è il campo" (che significa il contrario).

Immagino che dobbiamo essere grati per i nostri ricordi. Per prima cosa, sono felice che tu abbia condiviso la tua storia e sono d'accordo con te che " la qualità e la specialità sono andate perdute". Continuerò a lavorare sodo per rendere questo luogo della memoria, e almeno possiamo dire che la "qualità e la specialità" hanno non è stato dimenticato.

Che blog meraviglioso che mi ricorda i giorni di gloria dei grandi magazzini. Erano posti così speciali. Mi mancano Field's.

Ci manca tutti! Sono contento, tuttavia, che tu abbia affermato che il mio lavoro sul blog ti ha ricordato i "giorni di gloria dei grandi magazzini". Questo è esattamente quello che sto cercando di fare, e sento come se la quantità di tempo spesa per compilare e presentare questo materiale è stato utile.

Ho pianto il giorno in cui Fields è "morto". Il Marshall Field sarà SEMPRE Chicago!
Ricordo che ogni sabato andavo in State Street a fare shopping. Come altri hanno già detto, non era shopping, era un'esperienza!
Ho cercato invano (circa 10 anni) la ricetta dei biscottini da tè con la glassa rosa che a volte avresti avuto se eri molto fortunato (se li svendevano) al Crystal Palace. Riusciresti a scoprirlo?

Come nativo di Clevelander. Ho sperimentato la scomparsa della nostra amata Halle che si è fusa con Field nei primi anni '70-
Sono rimasto deluso nel sentire che Federated si è rifiutata di mantenere il nome di Marshall Field sul negozio di State Street...
Il negozio è rovinato e tutto ciò che resta sono i ricordi.
Al di fuori di New York City. lo shopping nei grandi magazzini come sapevamo che è finito-
È un peccato.

Per favore, non dimenticare i Marshall Field che hanno avuto una breve occupazione al Northbrook Court Mall nell'ex punto di ancoraggio di Sears/JCPenney all'estremità occidentale del centro commerciale.

Ero un compratore per questa catena, e non posso nemmeno dirti quanto orgoglio ti sarebbe sgorgato dentro quando ti trovavi al piano di vendita del tuo reparto e ti guardavi intorno. Ho acquistato per altre 4 società, ma il negozio del centro di Marshall Fields mi ha tolto il fiato ad ogni visita. Compro per una catena nazionale ora, e desidero provare quei sentimenti. È iniziato da bambino quando andavo nei quartieri alti con mia nonna. L'odore, i panorami. sospiro. Sono così felice che tu stia cercando di preservare parte di questo per le generazioni future, anche se vorrei davvero che potessero viverlo come ho fatto io. Continuiamo tutti a documentarlo con storie e immagini in modo che non svanisca. Grazie

Apprezzo davvero i tuoi commenti . . . sono davvero molto accurati e riassumono un posto molto, molto speciale. Essendo un visitatore infrequente di Chicago, è sempre stato un piacere varcare quelle porte perché Field's era unico. È difficile descrivere oggi cosa significhi, ma il tuo commento su "gli odori, i panorami" consente una piccola finestra nel negozio che è stato davvero il migliore negli Stati Uniti.

In particolare, celebro i piccoli dettagli che hanno aiutato il negozio ad avere il suo carattere, come le insegne splendidamente scritte a mano sui piedistalli in tutto il negozio che lo hanno fatto sembrare in qualche modo "umano", il carattere del personale di vendita (ben vestito) o il corridoio dopo corridoio di grandi banconi che davano al primo piano una qualità museale.

Grazie per esserti ricordato con me.

Marshall Field ha costruito un bellissimo negozio a Dallas negli anni '80. Non elencato nei rami di cui sopra. Il negozio ha funzionato molto bene, soddisfacendo bene i Dallasites conservatori, fino alla chiusura da parte del May co. La facciata del negozio progettata da IM Pei è stata sorprendente. Il negozio ora opera come Saks Fifth Avenue.

Ciao!
Grazie per i tuoi commenti. Includo solo i "negozi suburbani" fino alla fine degli anni '70, quando Fields iniziò a lottare e iniziò a perdere molto del suo carattere. I negozi del Texas erano buoni, ovviamente, ma l'intera avventura non è stata troppo longeva (1979-1996) se si considera l'età dell'azienda nel suo insieme.

Credo che i negozi fossero opera di Philip Johnson e solo le facciate concave. I lettori possono trovare una foto appena pubblicata di uno di loro su Flickr, credo.

Dove si possono acquistare uno o più ornamenti per alberi di Natale (M F & Co.)? Non li vedo nel loro gatto online.

Hai sia Hudson che Feild ma nessun Dayton? Dov'è l'amore per Minneapolis? Ti mancano Dayton, Donaldson e Power. Tutti i principali grandi magazzini regionali del loro tempo!

Si prega di avere un po' di pazienza. . . questa è un'impresa enorme e finché non avrò un migliore accesso ai giornali del Minnesota del passato, non posso aggiungere questi negozi perché al momento non ho informazioni sufficienti. Ti consiglio di dedicare del tempo anche tu a guardare la pagina di benvenuto, e vedrai che è stata mia intenzione aggiungerli. Ovunque posso, visito biblioteche e scruto vecchi giornali, file di ritaglio, album di ritagli e archivi per trovare queste informazioni e le condivido liberamente con il pubblico in generale, ma non sono un mago e sicuramente non un milionario, quindi è& #39t una questione di mancanza di "amore per Minneapolis" ma di tempo e accessibilità di informazioni credibili.

Se sei in Minnesota e vuoi trascorrere molte ore in biblioteca, alla ricerca di foto, loghi, cronologie, ubicazioni dei dipartimenti e ogni tipo di altra informazione, e sei pronto a scansionare e archiviare diligentemente le informazioni, sarei felice di inviarti istruzioni dettagliate su cosa renderebbe possibile una mostra del genere. Fino ad allora, tuttavia, dovremo aspettare che le informazioni diventino più accessibili per me per eseguire il lavoro, come ho fatto con le altre mostre qui.

Penso che tu stia facendo un ottimo lavoro Bak. Mi sono imbattuto nel tuo blog e ho letto diverse pagine. Ricordo il vecchio B. Altman a Short Hills mentre lavoravo in quel centro commerciale poco prima che chiudesse nel 1990. Anche se alla fine della sua vita era un negozio di periferia, si potevano ancora vedere i resti del suo stile e grandezza, spec. nelle persone che avevano lavorato lì per molti anni. Ho lavorato al Bonwit Teller nel centro commerciale lì.Ho sentito un po' di quella "gran dama di vendita al dettaglio" prima che chiudessero anche io. Alcune delle donne e degli uomini con cui ho lavorato in realtà provenivano dall'ammiraglia di New York che è stata distrutta da Donald Trump che l'ha sostituita con la sua orribile torre! Alcuni degli arredi e dei dipinti sono stati inviati lì, e in realtà ho un bellissimo specchio in legno intagliato a mano che ho comprato dal negozio prima che chiudessero. È una delle mie cose più care. Ho imparato molto da Bonwit e sono ancora nel commercio al dettaglio e uso molte delle cose che ho imparato da loro nelle mie operazioni quotidiane. Ho incontrato molti amici lì e mi tengo ancora in contatto con alcuni, 2 hanno persino lavorato per me fino ad oggi! Che rivenditore meraviglioso, andato come tanti. Continua così e stai bene! Giuseppe Licata

Grazie, Giuseppe, per i gentili e importanti commenti. Apprezzo i tuoi pensieri sul lavoro che ho fatto per mettere insieme questo materiale. Sono così gratificato che persone come te abbiano ricordi stimolati. . . in questo modo manteniamo viva la qualità essenziale di queste istituzioni.

Grazie ancora per i tuoi auguri,

Mia moglie ed io abbiamo trovato in vendita un tavolo da cucina con piano in porcellana Marshal Field & Co. Household Utilities e vorremmo acquistarlo ma non ne so nulla. Tu o qualcuno là fuori ne sapete qualcosa e quanto valgono?

Alan Baranowski :[email protected]

Field's e Wanamaker's erano le due barriere standard che ogni altro reparto/negozio specializzato considerava essere. Erano mercanti con palazzi di edifici, che trattavano il loro personale con rispetto e dignità. Mentre architettonicamente darò credito a Dayton/Hudson, May Co e sì, anche a Macy per aver preservato e aggiornato il negozio di State Street, non è ancora quello che era con il nome di Field. anche quando iniziò a sbagliare, era di gran lunga superiore a qualsiasi suo contemporaneo. anche Nordstrom o Neiman.

Cambiare il nome in Macy è stato il passo finale di una lunga progressione. Per oltre un decennio Marshall Field si è reso sempre più simile a Macy.

Molti abitanti di Chicago preferiscono chiamarlo Macy piuttosto che vedere ulteriormente svilito il nome del rispettato Field.

Per me, in quanto ammiratore di Field, il cambio di nome da Marshall Field & Company a "Marshall Field" troncato è stato il vero indicatore che il declino stava arrivando. Il logo sembrava pessimo e molti dei tocchi unici del negozio sono presto diventati cose del passato. È vero, però, che il negozio conservò molto di buono fino a quando il suo vero nome non scomparve.

L'anello di "Marshall Field and Company" ha sicuramente l'eleganza per cui era così famoso. Mia madre racconta con affetto gli anni in cui prese il treno dal Wisconsin con mia nonna per visitare il negozio di State Street durante il Natale. Ricordo che da bambino andavo con la mia famiglia per quegli stessi gioiosi viaggi. Ho anche vissuto a Chicago per un po' e mi è piaciuto passare la giornata lì. È stato il migliore di sempre. Scusa Macy, ma in realtà odio fare shopping nei tuoi negozi. La merce è spazzatura, i negozi sono sporchi e malandati, gli impiegati sono scortesi, tutti i servizi di Marshall Fields hanno lasciato l'edificio. Non c'era niente come la sensazione di fare shopping a Marshall Field and Company, la merce di qualità, la ricchezza di selezione, i negozi belli, ben tenuti e puliti e i meravigliosi impiegati che ti facevano sentire come una famiglia mentre impacchettavano con cura i tuoi acquisti e caricavano li nelle iconiche shopping bag verdi. Ti amo Marshall Field and Company e sono profondamente rattristato dalla tua scomparsa.

Sto facendo delle ricerche su una borsa Marshall Fields che fa parte della collezione Benz Gallar of Floral Art della Texas A&M University. Abbiamo una borsa MF all'uncinetto, in condizioni quasi eccellenti, e vorremmo saperne di più sulla sua storia/date/quali reparti l'hanno usata. Grazie per qualsiasi informazione tu possa avere.
Nicole

Ciao, mi piace leggere il tuo sito. Rievoca i ricordi. Volevo sapere se sai di più sulla galleria d'arte nel centro di Chicago. Ho acquistato una cromolitografia incantata ad olio molto grande di una stampa incorniciata E.I.Couse. La copertura antipolvere era intatta, tranne che per un'estremità. L'ho smontato per pulirlo. il verso della sovraccoperta aveva la stampa Marshall Field & Co. La mia domanda è: sapresti dove posso trovare maggiori informazioni sulla galleria d'arte di Marshall Field & Co. intorno agli anni '20 e '30. Sto cercando di scoprire se hanno mai ospitato artisti, come Couse, in una mostra delle loro opere, che sarebbero in vendita.
Grazie,
Susan

L'unica specifica che potrei offrire è controllare The Chicago Tribune tramite ProQuest Historical Newspapers - disponibile in molte biblioteche e cercare le informazioni durante il periodo desiderato.

Grazie mille per il consiglio! Continua così.
Susan

Ciao a tutti, speravo che qualcuno da qualche parte potesse darmi qualche idea su come scoprire l'età approssimativa della mia borsa vintage Marshall Field & Company. È una pelle di serpente marrone chiaro (anche se non so se è vera pelle di serpente o no) e all'interno sul davanti di una tasca ha un nome che sembra Sellestons e dietro c'è un campanello . Mi piacerebbe davvero scoprire quanti anni ha questa borsa e se qualcuno ha qualche idea o suggerimento mi faccia sapere che lo apprezzerei. Grazie.

Sono così felice di essermi imbattuto in questo sito. Sono cresciuto a Marshall Fields. dal visitare le vetrine di Natale da bambina indossando i miei guanti bianchi, all'imparare a cucire e poi lasciarmi andare nel reparto di cucito di MF con i tessuti pregiati e le fantastiche rifiniture e bottoni, sognando le molte cose che avrei fatto, e di corso visitando la sala delle noci a pranzo. Mi fermerei al settimo piano mentre tornavo a casa dal lavoro per comprare una torta alla menta frango. è stato accuratamente racchiuso in un sacchetto imbottito con ghiaccio secco per mantenerlo congelato. sono sempre stato avvertito dagli impiegati di non toccare il ghiaccio quando tornavo a casa, un tocco molto apprezzato. ci sono stato alcuni anni fa e mentre il menu della stanza delle noci conteneva alcuni dei vecchi oggetti, non era lo stesso. l'edificio rimane bello, ma non ben tenuto come una volta. in passato, era un rifugio dalla routine della vita quotidiana. cammina nel campo di Marshall e compagnia e sei stato trasformato in tutto ciò che era pulito, splendente, fresco e adorabile, anche se solo per un po'. macys - vergognati.

Questo commento è stato rimosso dall'autore.

So che i mobili sono stati prodotti a Oak Park, ma non sono sicuro di quali anni. Quando ho vissuto a Oak Park, dal 1976 al 1988, mi è stata data una scrivania usata che è diventata il banco di scuola di mio figlio a casa - e solo di recente, mentre mi stavo trasferendo in California, ho scoperto una piastra di metallo all'interno del cassetto magro di quello le ginocchia si adattano alla lettura, "Marshall Fields". Il nome è oro, come il metallo, e lo sfondo verde è dipinto sul piatto.

"Si può certamente vedere come un cittadino di Chicago possa diventare ossessionato da Field's. Portavano così tante cose diverse di valore, e i loro marchi di fabbrica, almeno durante gli anni '70, erano di alto livello. Mi mandavano i loro cataloghi, e due volte l'anno ne ricevevo uno chiamato " Up Selling" o qualcosa di simile, con graffette, incluso anche detersivo Marshall Field & Company, piatti di carta e persino carta igienica!"

Ricordo l'inserto/catalogo del giornale che conteneva la carta igienica ecc. Vorrei poterne trovare una copia! Credo che la maggior parte dei prodotti per la casa fossero conosciuti come il marchio 333 Marshall Field & Company. Non ho idea di cosa rappresentasse il 333.

Ricordo anche quando i ristoranti dei negozi avevano il famoso monogramma Field’s inciso su tutte le posate. Un tocco molto carino, ma c'è da chiedersi quanto di quell'argenteria “magica” sia saltata in più di poche borse.. lol!

Grazie, Mike per tutti i tuoi commenti interessanti. È chiaro che conoscevi i Field's che conoscevo, quando ho visitato Chicago negli anni '70.

Devo ammettere che ho avuto uno di quei cucchiai in una volta!

Guardando il tuo nome, mi chiedo, sei parente?

Inoltre, ho alcune foto del negozio mentre è stato ristrutturato negli anni '70, che una volta erano state pubblicate qui, ma sono state rimosse. Li riporterò presto. Rappresentano, in retrospettiva, non la migliore idea per lo State Street Store, ma anche così, è stato fatto con un gusto e uno stile che erano unicamente di Field.

Cosa è successo alla gigantesca bandiera americana (lunga 95 piedi e larga 50 piedi) che è stata prodotta a Manchester N.H. presso i mulini Amoskege che è stata inviata a Marshall Field & Co. Chigago.

A BAK: riguardo al commento del 4/12. Interessante osservazione che una volta che un rivenditore ha eliminato il ". and Company" la maggior parte di loro ha visto un declino dei propri standard. Non ci ho mai pensato in quel modo, ma è un'affermazione accurata.

All'epoca sembrava un grosso problema e, come ho detto, il logo sembrava terribile e sbilanciato dopo che l'hanno cambiato da Marshall Field & Company. Il cambiamento indicava che il negozio non era più unico e come gli altri, secondo me. Mi chiedo quale fosse la logica in quel momento: era per far corrispondere meglio il negozio a una potenziale base di clienti stupida che aveva difficoltà a pronunciare più di tre parole di fila, o una che non riusciva a distinguere tra il nome formale del azienda ed è il popolare diminutivo di "Field's?"

@ BAK. Dio, spero che il cliente originale della Marshall Fields and Company non fosse così "stupido". La maggior parte dei rivenditori, come ricorderete, aveva il ". e Company" dopo i loro nomi. Anche il malvagio Macy's una volta era conosciuto come "R.H. Macy and Company" (anche se in tutta onestà, la "and company" era sparita a cavallo del XX secolo). quindi, immagino che la logica sia che Macy abbia iniziato a sminuire il grande magazzino americano. Prima dell'acquisto dei miei amati "Bamberger's" , la società era conosciuta come L. Bamberger and Company. Una volta che Macy lo acquistò nel 1929, divenne "Bambger", anche la "L" era sparita. Penso che abbiamo appena trovato l'anello mancante, amico mio :-)

Questo commento è stato rimosso dall'autore.

Oh mio- così felice di trovarti. Questo ha colpito un nervo scoperto lì (sezione 70, gente!) negli anni '60 mentre mi facevo strada attraverso la School of the Art Institute (SAIC). Non perdonerò mai a) la sostituzione di quelli in metallo per i banconi originali al primo piano eb) l'introduzione di un caos impersonale dopo. Era sempre così bello e perfetto. Avevano già iniziato a pasticciare con la Walnut Room e anche allora ho pregato che non causassero MAI ulteriori danni. Amo il nuovo quanto chiunque altro, ma alcune cose erano giuste la prima volta.

Ci sono così tanti ricordi felici associati al posto, sì, immagino di non aver avuto l'esperienza del guanto bianco andando in centro da bambina, ma sono andata in centro da bambina a mani nude e non ero troppo piccola per avere la mia sensibilità da junior stuzzicato dall'architettura e tutto il resto. Non sottovalutare mai ciò che un bambino accetta. Quindi porto l'impronta del Field come molti di noi fanno.

Inoltre sono d'accordo sul cambio di nome: per me è sempre stato Field, e Marshall Field & Co. se mi sento formale. Ho rastrellato la casa (vivo nella parte occidentale di New York da oltre 40 anni ormai) e ho messo insieme tutte le scatole e le curiosità del mio Field in un triste tesoro/memoriale. Ho persino trovato uno dei miei denti da latte nella busta regalo di Field. Sì, Field's mi ha circondato per tutti questi anni in ogni angolo della casa.

Non c'è niente come Field a casa, di sicuro. Grazie per il sito web. Sono sempre stupito di vedere quanto profondamente un semplice negozio possa influenzare le persone di tutte le età. Macy non ha idea se non la capacità di riconoscere una montagna che non può scalare, quindi ha scavato tunnel, scheggiato e tagliato via cercando di ridurre le dimensioni di Field. Non può succedere, lo possediamo ancora tutti.

Bruce: Ho appena comprato una litografia intitolata The Quiver Maker di E. I. Couse con un'etichetta di Marshall Fields sul retro. Ho scoperto che l'immagine è dipinta in diverse aree e posso immaginare che Marshall Fields abbia fatto un'apparizione nel negozio di Couse e ha abbellito l'arte per promuovere le vendite. Hai scoperto qualcosa che suggerisce che Couse o altri artisti abbiano fatto apparizioni personali al negozio. Grazie per l'aiuto. Rick

Ciao, ottimo sito! Non ho visto menzione del fatto che il treno "L" si sia effettivamente fermato nel centro di Marshall Fields a partire dalla fine degli anni '50. Puoi leggere di più qui: http://www.chicago-l.org/stations/randolph-wabash.html
Essendo cresciuta ad Oak Park in quell'epoca passata, mia madre con noi bambini al seguito andava a volte con la "L" letteralmente nel negozio del centro di Field, quindi selezionava tranquillamente il guardaroba e gli articoli per la casa (che in genere non erano disponibili a Oak Park). Abbiamo pranzato nella sala Walnut poi siamo saliti sul treno "L" all'interno del negozio e siamo tornati a casa. Mia madre non aveva affatto bisogno di portare borse o pacchi poiché Marshall Field avrebbe consegnato prontamente tutte le sue selezioni a casa la mattina successiva. Arrivava un camion di Field e l'autista portava tutto in casa mentre una signora aiutava mia madre a distribuire e sistemare tutto mentre controllava gli articoli, ecc. Fields era noto per il servizio pratico presso il negozio e presso i clienti casa. Proprio come i medici che fanno visite a domicilio, il servizio clienti purtroppo è quasi inesistente oggi!

Se ricordo bene, la fermata dell'El era fuori dal negozio al piano Budget, dove l'El era sotterraneo. In nessun modo i treni avrebbero attraversato il negozio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ho la sensazione che la prima frase possa essere capita solo da un cittadino di Chicago!

Sapete cosa è successo agli archivi dell'azienda del negozio di State Street?
Ho cercato di scoprire dove sono ora ospitati, ma non ho trovato nulla.
Sono interessato a trovare fotografie delle loro vetrine della prima parte del XX secolo.

Controllerei al settimo piano, Middle Wabash, dove c'è un museo e gli archivi del negozio.

Grazie per il tuo suggerimento.
Mi sono fermato al negozio di State Street e ho scoperto che gli archivi di Marshall Field sono ora ospitati nel Chicago History Museum.

Straordinario! Grazie, e ora lo so anch'io!

Qualcuno ha foto dell'accogliente cottage quando la signora Clause, lo zio Misiltoe e la zia Holly erano con il vero Babbo Natale? Mia nonna ha lavorato nel dipartimento della fondazione negli anni '40 e '50. Ogni anno andavamo alla festa di Natale dei dipendenti. Che esperienza e che bei ricordi ho di quelle feste spettacolari.

Mia nonna era un'impiegata della Marshall Field and Co negli anni '40 e '50. Uno dei migliori vantaggi che ha avuto, secondo me, è stata la festa di Natale dei dipendenti per la loro famiglia. Ho ricordi molto vividi di quegli eventi.

La festa era di solito la prima domenica di dicembre, che era sempre vicina al mio compleanno, quindi questo è diventato un doppio evento speciale. Indossavo il mio nuovo vestito da festa, le nuove cavigliere rifilate e le mie scarpe di pelle lucida nera. Mia madre e mia nonna si davano il meglio di sé, che includeva sempre cappello e guanti. Ci saremmo tutti imbarcati sulla South Shore e avremmo raggiunto il capolinea a Randolph. Siamo arrivati ​​presto per poter vedere le finestre e abbiamo aspettato che le porte si aprissero per le missioni.

Quando le porte si aprivano, solo le persone speciali potevano entrare nel negozio. Avremmo tutti avviato le scale mobili per la Walnut Room. Nessun altro era nel negozio e ho sentito che era un privilegio essere lì. Al settimo piano sei entrato in un mondo magico. L'albero. Era tutto il modo per il cielo e lo zio Vischio stava guardando giù dal cielo. La stanza era piena di diversi palchi, dove giocolieri, maghi, clown e altri si esibivano senza sosta. I Dickens Caroler stavano cantando e la Fairy Queen stava spargendo la sua polvere magica su ogni bambino. I tavoli erano pieni di biscotti natalizi, caramelle e cioccolata calda con il marshmallow più grande del mondo. Non c'erano adulti che ti impedissero di intontirti, quindi l'abbiamo fatto noi.

Dopo un po' appariva mia madre e mi diceva che era ora di vedere Babbo Natale. Ora sapevo che avremmo visto il vero Babbo Natale. Tutti gli altri uomini vestiti di rosso e barbe finte erano solo i suoi aiutanti, ma a Marshall Field il vero Babbo Natale è venuto a parlare con noi. Portavamo la scala mobile sul pavimento dei giochi e ci mettevamo in fila. Il tempo passava perché avevamo miglia e miglia, o mi sembrava, di scene invernali e figure animate per tenere occupato per ore un bambino zuccherino. Abbiamo finalmente raggiunto la nostra destinazione al Cozy Cloud Cottage e siamo stati accolti da zia Holly e zio Vischio. La nostra tappa successiva è stata la signora Clause, che ci ha tenuti occupati fino al nostro turno di vedere Babbo Natale. Nessuno ha dovuto costringermi in grembo. Non ero una bambina molto estroversa, ma non avevo paura di dire a Babbo Natale quali erano i miei desideri per Natale.

Quando ho finito di parlare con Babbo Natale, ci siamo diretti verso la stazione di South Shore e verso casa. Sprofondai nella sedia di velluto rosso e aspettai che il treno iniziasse a dondolarsi per dormire. Ho avuto circa 5 di questi giorni gloriosi. Mia nonna si ritirò da Fields e quando nacquero i miei figli le feste erano cessate. Abbiamo ancora pranzato sotto l'Alto Albero, ma ho avuto solo quei ricordi speciali.

Ho una copia di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen che è stata stampata in oro all'interno della copertina in pelle blu che era per la Marshall Field Company - probabilmente rilegata nel 1901. Qualcuno sa di più su questo libro? Grazie.

Sto ricercando una prima copia di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen che è un bellissimo libro in pelle blu con stampa dorata e bordi dorati su tutti i lati delle pagine. Sul bordo superiore della copertina interna stampata in oro si afferma: Bound by Sangorski & Sutcliffe, Londra, Inghilterra. Sul fondo della copertina interna stampata in oro si afferma: Per Marshall Field and Company. Avresti qualche informazione su questo libro? Da quello che ho potuto trovare era un libro di commercio della prima edizione - e aveva semplici copertine di faesite che altri avrebbero poi ribattuto. Dato che questo afferma che era Marshall Field and Company, sono molto curioso di sapere perché e quando il negozio lo avrebbe fatto. Grazie molto.

Che fantastico ricordo Jeannine. Grazie molte per averlo condiviso. Proprio amabile.

Questo è un ricordo fantastico e sei così fortunato ad aver vissuto ciò che sembra non esistere più in questi giorni.

Ciao, potresti dirmi qualcosa su un libro di Jane Austen Pride and Prejudice che era destinato alla Marshall Field & Company intorno al 1900? Grazie.

ciao, speravo che qualcuno potesse indirizzarmi a qualcuno che potrebbe aiutarmi a scoprire chi vendere o scoprire maggiori informazioni su un pianoforte che mi è stato dato 20 anni fa ha i campi marshall e co. timbro in oro sul davanti. sono state le nonne delle mie amiche che sono morte. non ho più spazio e vorrei separarmene.

Quando permetti alle persone non istruite di entrare nel nostro paese con i valori del terzo mondo che non pensano che gli standard contino quando permetti alle scuole di non fare il loro lavoro per insegnare l'importanza della cittadinanza in una società libera quando permetti all'ignoranza di prevalere e non trattengono le persone responsabile della perdita di queste grandi istituzioni è ciò che ne risulterà. Adoro i vecchi grandi magazzini. La gente contava nei vecchi grandi magazzini che erano fantastici! Non contano più :( (PENSO CHE LO SIANO MA LE PERSONE CHE GESTISCONO The Big BOX RIVENDITORI PENSANO CHE LE PERSONE SIANO SPENDIBILE). Vorrei aver potuto vedere tutti questi grandi magazzini nei loro giorni di gloria :).

Sono cresciuto nello stato dell'Illinois e ricordo di aver preso il treno con mia madre e mia nonna per State Street. Marshall Fields è sempre stato il primo della lista, dopo quello di Carson. Anch'io ricordo di aver mangiato nella Walnut Room con un milione di altre Madri e Nonne. Darei qualsiasi cosa per riavere quei momenti per raccontare a mia nonna quali bei ricordi avrei dei nostri viaggi insieme. Per un periodo ho lavorato alla Monroe and State e ho visitato Marshall Fields o Carson quando sono stato pagato.

Vivo a St Louis ora e arrivo a Chicago solo occasionalmente. Mi mancano quei panorami e quei suoni della mia infanzia. Niente sostituirà mai Marshall Fields.

Caro Bruce, che meraviglioso tributo il tuo blog dà a quello che una volta era il miglior negozio degli Stati Uniti. Marshall Fields & Company. Vivo in Texas e ho avuto la fortuna di imbattermi in un acquerello originale di E. I. Couse, con un cartellino del prezzo della Marshall Field & Company sul retro. Ho visioni dell'acquirente originale che passeggia nella sezione Second Floor South Wabash di Marshall Fields, State Street, e si innamora di questa bellissima opera d'arte. Come nel mondo quest'opera abbia trovato la sua strada nella punta più meridionale del Texas è una domanda che non avrà mai risposta, ma sono così felice di averlo trovato in un negozio di antiquariato l'altro giorno. Il soggetto è l'edificio dell'Art Institute of Chicago, con i modellini di auto degli anni '30 di fronte all'edificio. Come consulente di belle arti, ora è uno dei dipinti più preziosi della mia collezione d'arte. non una delle opere più costose, ma sicuramente una delle più preziose. Sarei felice di inviarti le immagini di questa opera d'arte molto speciale se invii una e-mail a [email protected] Apprezzo sinceramente lo sforzo che avete fatto per mantenere viva la memoria di questa storica istituzione! Distinti saluti. Franco

Ciao,
Mi chiedevo se potessi darmi le informazioni d'archivio per le tue immagini?

Ciao, Mattia. Se invierai una e-mail a [email protected], ti invierò le immagini dell'acquerello. Dubito che l'opera sia di E. I. Couse, a causa del soggetto, ma è comunque un dipinto sensazionale. Ho contattato il Chicago History Museum e ho chiesto che mi aiutassero a identificare l'artista tramite gli archivi della Marshall Field & Company che ora possiedono. ti farò sapere se possono aiutarmi a identificare l'artista. Stai attento.
Franco

Sto cercando il menu o qualcuno che ricordi cosa c'era sopra il piatto dell'ora del tè nella sala Walnut. È stato servito alle 14:00 - 16:00. Avevamo sandwiches con pasticcini e gomme da masticare e tè Constant Comment.

Ho trovato questo sito, dopo molte ricerche. Vivevamo in campagna in una piccola città dell'Ohio, quindi non avevamo i soldi per fare un viaggio nella città di "Chicago", quindi abbiamo ordinato i nostri vestiti "vestito" dal catalogo. Abbiamo dovuto aspettare che i "grandi" guardassero tutti i vestiti prima di poter guardare. Ora questo era negli anni '40. Ricordo che i miei fratelli risparmiavano i soldi per comprare i vestiti di Serge. Non vedevo l'ora di essere abbastanza grande da scegliere dei vestiti. Ah! quelli erano i giorni.

Potresti per favore dirmi se i prodotti Marshall Field sono mai stati venduti nel Regno Unito. MIO papà sembra ricordare di aver usato sapone e crema per capelli da uomo. So che avevano uffici di acquisto qui nel Regno Unito, potresti darmi qualche informazione sul lato britannico, per favore?
Saluti DebbI (uk

Quando ero molto piccola, i miei genitori mi portarono in centro a vedere Babbo Natale. Quando ho chiesto a mia madre di tutti gli altri Babbo Natale agli angoli delle strade che suonavano le campane, lei ha risposto: "Quelli sono gli aiutanti di Babbo Natale, che raccolgono monete per l'Esercito della Salvezza. C'è solo un vero Babbo Natale, ed è al Marshall Field's."
--Gale (Chicago, ora Irvine CA)

CIAO, MI MANCHERÀ PER SEMPRE MARSHALL FIELDS. LO AMAVO. ORA VIVO A NYC. COME RIFLETTO, NYC NON AVREBBE MAI PERMESSO LA CHIUSURA DI QUEL NEGOZIO O IL CAMBIAMENTO DEL NOME. ERA UNA GRANDE ISTITUZIONE A CHICAGO. CHICAGOE PERDE IL CARATTERE, CON LA CHIUSURA DI MARSHALL FIELDS. LA PANETTERIA ESISTERA' PER SEMPRE IN MIY DREAMES. TI AMO CHICAGO E CAMPI.

Oh mio Dio, che divertimento trovare questo blog. Trovare la mia vecchia targa di addebito della Marshall Field & Company è ciò che mi ha mandato su Internet. L'ho mostrato a una commessa da Macy la scorsa notte e lei l'ha fissata e fissata e ha detto: "È un pezzo d'antiquariato!" Beh, non proprio. è degli anni '70. Non so cosa farne - sembra un peccato buttarlo. Immagino che lo terrò stretto.

Una cosa che non ho ancora visto menzionato è il College Board. Questo era un gruppo di ragazze del college che sono state assunte per lavorare da Field per l'estate. Mio padre era un pastore a Chicago e uno dei suoi parrocchiani lavorava nel 28 Shop e mi aiutò a ottenere il lavoro del College Board per l'estate del 1970. Ogni anno veniva disegnato un vestito appositamente per il College Board. Non dimenticherò mai quanto sapientemente gli abiti siano stati realizzati su misura per adattarsi a ogni ragazza. Mi sentivo come un milione di dollari quando sono uscito all'ora di pranzo (a volte verso la statua di Picasso). Il pranzo era spesso un hot dog dallo snack bar del seminterrato.

Dopo essermi sposato e aver avuto un bambino, così come il mio caro amico, abbiamo iniziato la tradizione di andare a Marshall Field per un giorno durante il periodo natalizio. La nostra giornata consisteva in un giro "el" in centro, giocando nel reparto giocattoli, aspettando in fila per mangiare alla Walnut room (le mamme facevano a turno a fare la spesa mentre l'altra restava in fila con i bambini), ordinando sempre il Field's Special, spruzzare polvere di fata su di noi, ordinare bevande in modo da poter portare a casa la tazza di vetro decorata dell'anno, ascoltare gli elfi cantare in giro per il negozio, sbirciare Babbo Natale, guardare le finestre e poi un altro el che torna a casa. Che bei ricordi. Abbiamo mantenuto questa tradizione con i miei 2 figli e i 4 del mio amico fino a quando alcuni di loro non sono andati al college!

Grazie mille per questo blog e a tutti coloro che hanno risvegliato i ricordi di Field.

Caro BAK -- Innanzitutto, grazie per il fantastico sito web. È una gioia da esaminare e mi rende estremamente nostalgico. In secondo luogo, non sono riuscito a leggere tutti i commenti sopra, ma ne ho scansionati molti, quindi perdonami se ripeto qualcosa di già scritto.
Come nativo (quasi 60) Field's era la mia seconda casa. (Nota: chiamalo Field's o MF&Co. Chiamarlo Marshall Field's approva il cambiamento del nome della loro azienda, ma ne parleremo più avanti). Avevo un tale sciovinismo per questo negozio, lo prendevo sul personale se qualcuno diceva qualcosa di denigratorio. Conoscevo il negozio dentro e fuori. Come nordista, conoscevo bene anche i negozi di Evanston e Old Orchard. Tuttavia, non esisteva un negozio come il negozio di loop. Luogo inesistente.
Nel 1974 e nel 1975 ho lavorato le estati allo Store for Men, quando era dall'altra parte della strada. (Ho lavorato per un breve periodo a Evanston nel 1972). Nel 1974 una settimana di formazione dei dipendenti era OBBLIGATORIA. Siamo stati pagati il ​​nostro salario minimo di $ 1,85/ora E abbiamo dovuto indossare giacca e cravatta (non era permesso nemmeno un blazer blu scuro/pantaloni grigi). The Store for Men era il vero McCoy: cinque piani di rifiniture e interni eleganti, un negozio di PIGIAMA, un negozio di cappelli delle dimensioni della hall di un hotel, venditori e donne che erano stati in quel negozio per oltre 25 anni, camminatori da pavimento!
Ma il 1975 ha visto l'inizio della fine. Credo che il primo segnale sia stato l'installazione di una scala gigante al primo piano del negozio maschile che collegava il negozio economico maschile al piano economico del negozio principale. Ha completamente rovinato l'eleganza di quel primo piano. Ma il peggio era in vista. Il colpo di grazia, credo, è stato costruire il Water Tower Store. Questo stava riconoscendo la fine dell'anello e l'emergere del "nuovo" centro, a nord del fiume. Questo ha solo sottolineato, e in un certo senso approvato, il "volo bianco" dal centro al nuovo centro commerciale chiamato North Michigan Avenue. (Questo sviluppo rappresenta la sua stessa tragedia: un sofisticato, raffinato, corridoio per lo shopping di lusso a misura d'uomo è diventato e rimane un deserto architettonico di infradito e collant). Poi, aggiungendo la beffa al danno, come dici tu, hanno abbandonato la & Company. Ero inorridito. Insapore, scorretto, di cattivo gusto, sbagliato. Stranamente, sono una persona che pensa che il mondo sarebbe un posto migliore senza questo attuale fenomeno del "branding" . che ha completamente spento l'eleganza di un marchio di casa. ma immagino che non ci sia altra spiegazione che rimuovere la & Company è un esempio da manuale di svalutazione del marchio.
Tutti erano impazziti con Phil Miller. Certamente aveva stile e credenziali, ma non era di Field. (A quei tempi qualcosa era o non era "Field's".") Dopo di che, le cose erano fuori controllo. Target non ha quindi acquisito il negozio? Ha appena iniziato il lungo e doloroso processo di fare il giro dello scarico, così che, francamente, quando si è chiuso, ho detto buona liberazione. Non era più Field's, non sembrava che Field's, zio Vischio e zia Holly fossero stati mandati al cimitero, le zecche Frango non venivano più fatte nel negozio, si verificarono orribili rimodellamenti (compresa la rimozione del 28 Ascensore del negozio!). tutto per vincere la corsa imbattibile di stare al passo con i tempi, soddisfacendo il desiderio incessante degli americani di merce sempre più economica e il declassamento dei marchi di lusso di una volta (Louis Vuitton, Lalique et al.), fino al mondo presente in cui ora viviamo di far credere "bling." Disgustoso.
Non dimenticherò mai Field, ma aggrapparsi alla speranza che ritorni è ridicolo e infruttuoso. Dico a tutte quelle persone che ancora "siedono shiva" per Field's, sii reale. Non era Field quando ha chiuso e non lo sarà se riapre. Se sembra Macy, odora di Macy ecc. È finita e non tornerà più. E se pensi che quello che è successo a Field sia una farsa, guarda in fondo alla strada cosa ne è stato del meraviglioso e innovativo negozio che era Carson!
Grazie per avermi lasciato sfogare. Bruce

Questo è un ottimo sito. Mi ha riportato alla mente tanti bei ricordi.

Da bambino, mia mamma e mio papà mi portavano sempre in centro a vedere le finestre a Natale. Ho bei ricordi di quando ho mangiato con mia mamma nella Veranda Room dopo l'appuntamento di un oculista.

Mio padre ed io mangiavamo sempre alla Walnut Room a Natale dopo aver scelto un regalo molto carino per la mamma. Abbiamo sempre preso la Chicken Pot Pie e un pezzo per la Frango Mint Ice Cream Pie per il deserto. Yum.

Chi sapeva che sarei stato abbastanza fortunato da lavorare per loro mentre andavo al college. Ho lavorato nella gioielleria raffinata e alla moda negli anni '70.

Ricordo di aver ricevuto un corso di formazione molto ampio, prima che tu iniziassi a lavorare nel reparto vendite. Dovevi imparare non solo come far funzionare il loro registratore di cassa e imparare a squillare le vendite di contanti e carte di credito, ma come incartare regali, compilare moduli molto specifici per la consegna dei pacchi. Consegna locale contro consegna in tutto il paese. Come imballare piccoli oggetti in modo che non vengano danneggiati durante il trasporto.

Sono stato in grado di lavorare con l'acquirente di gioielli antichi in un trunk show. Comprerebbe pezzi specifici in conto vendita pensando a determinati clienti. Di solito era azzeccata, i clienti acquistavano i pezzi. (Alcuni degli articoli erano piuttosto costosi) Questo è il servizio clienti che ha dato a Field il nome e la reputazione. Ricordo gli inviti scritti a mano ai clienti per venire allo spettacolo. Ha avuto molto successo.

Ho letto il commento sopra con riferimento al codice di abbigliamento dei dipendenti. Ho ancora il mio libro. Il codice era molto specifico e rigoroso. Le donne dovevano indossare calze in ogni momento, niente scarpe aperte, orlo appropriato. I vestiti potevano essere solo tanti pollici sopra il ginocchio, troppo corti e un dipendente sarebbe stato mandato a casa. I capelli dovevano essere ordinati. Per gli uomini, la barba doveva essere tenuta in ordine e tagliata. Niente capelli lunghi. Erano necessari giacca e cravatta. Niente vestiti casual. Nessuno si è davvero lamentato che fosse ciò che ha aggiunto l'atmosfera di Marshall Field e il privilegio di lavorare per Marshall Field.

Ricordo di aver imparato a incartare i pacchi e di aver fornito la carta regalo in omaggio. In Fashion Jewelry, gli articoli venivano posti nella robusta scatola bianca con il logo d'oro Marshall Field and Co., poi era avvolto in un cordoncino dorato e dopo che il cliente aveva scritto una nota personale su una carta regalo d'oro era attaccata al pacchetto con il stesso cordone d'oro.

Ricordo che in Fine Jewelry, gli articoli venivano inseriti nell'apposita confezione regalo in pelle verde. La scatola in pelle è stata inserita in una scatola bianca MF & Co. e quindi è stata offerta al cliente una confezione in omaggio. Bella carta da regalo bianca pesante di nuovo con il logo MF & Co. in oro e nastro bianco. La carta regalo era un po' più carina, è arrivata nella sua piccola busta. Ricordo che mi esercitavo a fare i fiocchi bianchi. Come se non bastasse, il cliente potrebbe riceverlo in loco il giorno successivo. Nessun addebito per la spedizione. Arrivano tutti puliti e in ordine sul piccolo camion verde delle consegne di Marshall Field and Co., con un ragazzo in uniforme che lo porta alla tua porta con un sorriso sul viso.

Questo è il servizio clienti, che ha mantenuto le persone fedeli a Marshall Field.

Hanno anche fornito seminari gratuiti ai dipendenti sugli articoli che stavano vendendo in modo che fossero informati sulla merce che stavano vendendo e potessero fornire tale conoscenza ai loro clienti.

Tutto sommato bei ricordi e belle persone con cui lavorare. Grandi clienti anche.


Cronologia file

Fare clic su una data/ora per visualizzare il file come appariva in quel momento.

AppuntamentoMiniaturaDimensioniUtenteCommento
attuale17:57, 20 giugno 20122.514 × 3.000 (5,41 MB) Jan Arkesteijn (Discussione | contributi) <> |Fonte =[http://collections.britishart.yale.edu/vufind/Record/1670336 Yale Center for British Art, P.

Non puoi sovrascrivere questo file.


Storia della progettazione di miscele di asfalto in Nord America, parte 1

Superpave, attualmente il metodo più comune di progettazione della miscela di asfalto in Nord America, è stato sviluppato all'inizio degli anni '90 come parte del programma di ricerca sulle autostrade strategiche. Superpave non era del tutto nuovo. Il metodo attinge alla storia e incorpora nuove informazioni. Per comprendere l'attuale mix design, è importante comprendere lo sviluppo della tecnologia di mix design.

Primi metodi di mix design

Nel 1890, E. G. Love ha pubblicato una serie di articoli su strade e pavimentazioni. Questi articoli non erano tecnici ma erano simili agli articoli nelle riviste di settore correnti. Gli articoli contenevano idee per la progettazione di un marciapiede. Un articolo di F.V. Greene della Barber Asphalt Paving Company era una specifica per la costruzione di una pavimentazione in asfalto. La tecnologia di progettazione non è stata discussa, ma è stata data una ricetta per la superficie dell'asfalto. Una superficie di usura Barber è stata specificata come segue:

Asfalto cemento dal 12 al 15%
Sabbia dal 70 all'83%
Carbonite polverizzata di calce dal 5 al 15%

La miscela è stata posata in due alzate. Il primo ascensore, chiamato il rivestimento del cuscino, conteneva dal 2 al 4% in più di asfalto ed è stato compattato a una profondità di mezzo pollice. Il rivestimento superficiale è stato realizzato secondo le specifiche di cui sopra. La calce è stata aggiunta fredda alla sabbia calda (300° F) prima che l'asfalto fosse mescolato. La quantità di calce è stata regolata in base alle proprietà della sabbia. Le proporzioni sono state aggiustate sulla base dell'osservazione visiva di personale esperto.

Nel 1905, Clifford Richardson, proprietario della New York Testing Company, pubblicò "The Modern Asphalt Pavement". La seconda edizione del 1912 fa riferimento a molti marciapiedi costruiti negli Stati Uniti negli anni 1890 e 1900. Richardson descrive due tipi di miscele di asfalto: miscele di superficie e calcestruzzo asfaltico.

La miscela di superficie è una miscela di sabbia. Le gradazioni tipiche sono il 100% che passa il setaccio n. 10 e il 15 percento che passa il setaccio n. 200. Il contenuto di asfalto è compreso tra il 9 e il 14%. Discute la capacità della sabbia di trasportare l'asfalto e il calcolo dell'area delle particelle sferiche. Il contenuto di asfalto di queste miscele è stato determinato mediante il “pat-paper test” (asphalt stain on paper), come mostrato in Figura 1.

Nel fare il test della carta pat, Richardson avverte che la miscela deve essere sufficientemente calda perché l'asfalto sia fluido. Le miscele fredde non servono e quelle eccessivamente calde possono macchiare eccessivamente. Sebbene non descriva in dettaglio il metodo di prova, le striature sulla carta suggeriscono che la miscela sia stata versata sulla carta.

Il calcestruzzo asfaltico viene utilizzato per i corsi inferiori. Richardson avverte che il calcestruzzo asfaltico non è adatto come strato superficiale sulle strade principali, ma potrebbe essere adatto per strade secondarie. Ferri e zoccoli di cavallo raccolgono particelle dalla superficie. A suo parere, la miscela di sabbia ad alto contenuto di asfalto deve essere utilizzata per resistere all'impatto dei ferri di cavallo.

Il calcestruzzo asfaltico è più simile all'attuale HMA. Una sezione trasversale del calcestruzzo asfaltico è mostrata nella Figura 2. È interessante notare che il progetto di questa miscela non ha utilizzato il test pat-paper. Invece, Richardson calcola i vuoti nell'aggregato minerale. In effetti, lo chiama VMA.

Richardson descrive la regolazione del VMA per includere la corretta quantità di asfalto. La gradazione mostrata nella foto è simile a una pavimentazione usata da Richardson nel Michigan, che era la seguente:

1,5 pollici 100%
1 pollice 83.6%
½ pollice 50.1%
pollici 40.3%
#8 36.8%
#200 5.2%
VMA 13.2%
Bitume 7.4%

Secondo le specifiche odierne, questa miscela sarebbe una miscela di dimensioni massime nominali da 1,5 pollici. È una miscela a gradazione fine perché la percentuale che passa il setaccio di controllo primario (setaccio da 3/8 di pollice che non è mostrato nella tabella) è superiore al 40 percento. Il requisito VMA delle specifiche moderne è dell'11,0 percento, ovvero del 2,2 percento in meno rispetto al VMA nella miscela di Richardson. Ciò significa che il contenuto di asfalto sarebbe inferiore di circa lo 0,9% rispetto a quello utilizzato da Richardson.

I vuoti d'aria non sono calcolati come parte del mix design di Richardson, ma ha analizzato diversi marciapiedi nel suo libro e parla del corretto livello di densità rispetto alla densità teorica. Per calcolo, si deduce che i vuoti d'aria sono di circa il 2 percento. Nota che questo è il vuoto d'aria sul posto. Se i vuoti d'aria fossero più alti, diciamo dal 5 all'8 percento, Richardson ha commentato che i marciapiedi non erano in grado di resistere agli shock termici e si sarebbero incrinati.

L'idea chiave che si è evoluta dalla progettazione della pavimentazione all'inizio del XX secolo era il concetto di utilizzare un calcestruzzo asfaltico come strati di base con una miscela di sabbia e asfalto come superficie.

Hubbard Field mix design

A metà degli anni '20, Charles Hubbard e Frederick Field, con la nuova Asphalt Association (in seguito Asphalt Institute), svilupparono un metodo di mix design chiamato Hubbard Field Method of Design. Il metodo Hubbard Field è stato comunemente usato tra i dipartimenti delle strade statali negli anni '20 e '30, sebbene l'uso sia continuato negli anni '60 in alcuni stati.

Inizialmente, il metodo Hubbard Field si concentrava sulla miscela di superficie, il corso di sabbia e asfalto. I campioni avevano un diametro di 2 pollici e sono stati compattati con un costipatore a mano.

Una versione modificata di Hubbard-Field è stata sviluppata per il calcestruzzo bituminoso. Ha usato campioni di 6 pollici di diametro che sono stati compattati con due diversi costipatori. I primi 30 "colpi pesanti" sono stati applicati con il costipatore da 2 pollici, seguiti da 30 colpi con un costipatore da 5,75 pollici. Il provino è stato capovolto e spinto all'estremità opposta dello stampo. Di nuovo sono stati applicati 30 colpi del costipatore da 2 pollici seguiti da 30 colpi di un costipatore da 5,75 pollici. Il campione è stato quindi posto in una macchina a compressione ed è stato caricato con un carico di 10.000 libbre ed è stato lasciato raffreddare in un bagno di acqua fredda sotto compressione.

Il metodo Hubbard Field si è basato sul processo di Richardson. I campioni sono stati realizzati in laboratorio, ma invece di utilizzare un test di macchiatura della carta, hanno sviluppato un metodo di valutazione per determinare il contenuto di asfalto del progetto. È stato misurato il peso specifico alla rinfusa dei campioni compattati. Il peso specifico teorico massimo è stato calcolato utilizzando il peso specifico complessivo dell'aggregato (si noti che l'assorbimento dell'asfalto non è stato quindi preso in considerazione). I vuoti d'aria sono stati calcolati così come i vuoti nello scheletro aggregato (VMA secondo la terminologia odierna). Quindi, l'analisi volumetrica era simile alle proprietà utilizzate oggi.

Oltre all'analisi volumetrica, il metodo Hubbard Field ha utilizzato un test di stabilità in cui la miscela compattata viene schiacciata attraverso un anello leggermente più piccolo del diametro del provino. Il carico di picco sostenuto prima che la miscela iniziasse a fluire attraverso l'orifizio era chiamato stabilità di Hubbard Field. In teoria, questo è identico a Marshall Stability in cui il provino è caricato su un lato e il carico di picco è la stabilità Marshall.

Il metodo Hubbard Field selezionava il contenuto di asfalto in base ai vuoti d'aria e alla stabilità. I vuoti nell'aggregato sono stati valutati per aiutare a regolare la stabilità della miscela.

I primi marciapiedi in California sono stati realizzati utilizzando bitume naturale proveniente dai pozzi di La Brea Tar situati nell'area di Los Angeles e Santa Barbara. Sebbene indicati come catrame, questi erano in realtà infiltrazioni di asfalto naturali.

Questo asfalto era piuttosto morbido e veniva utilizzato nel ruolo di macadam penetrante, in cui veniva spruzzato sopra un aggregato a granulometria aperta compattato, oppure veniva utilizzato mescolando con ghiaia e facendo una miscela di olio.

Negli anni '20, la miscela di olio prodotta con l'asfalto tagliato era un metodo comune di pavimentazione. È stato mescolato in andane con l'asfalto spruzzato sopra un'andana abbattuta e mescolato avanti e indietro con un livellatore a motore. Il contenuto di olio era determinato a occhio, quindi era necessaria una persona esperta per assicurarsi che la miscela avesse il giusto colore marrone.

Nel 1927, Francis Hveem divenne un ingegnere residente in California e, non avendo esperienza con le miscele di olio, utilizzò le informazioni sulla gradazione con il test delle macchie di carta per valutare il contenuto di asfalto. Riconobbe che questo processo era controllato dalla superficie aggregata e trovò un metodo per calcolare la superficie. Ha usato fattori di superficie pubblicati nel 1918 da un ingegnere canadese, il capitano L.N. Edwards, che sono stati proposti per l'uso nella progettazione del cemento armato di Portland.

Francis Hveem ha applicato il processo di progettazione utilizzato per le miscele di olio per mescolare l'asfalto a caldo. Nel 1932 aveva sviluppato un metodo per determinare il contenuto di asfalto in base alla superficie. Ha continuato ad apportare modifiche ai fattori di superficie e ha sviluppato un test utilizzando olio motore per stimare l'assorbimento dell'asfalto. I fattori di superficie nell'odierno manuale dell'Asphalt Institute MS-2 per la progettazione di miscele Hveem sono quelli sviluppati da Hveem per il Dipartimento delle autostrade della California negli anni '40.

Hveem ha iniziato a sviluppare un test di stabilità. Riconobbe che la resistenza meccanica della miscela era importante e sviluppò lo stabilometro Hveem, che è un test pseudo-triassiale. Un carico verticale viene applicato a un provino confinato e viene misurata la pressione orizzontale risultante. Quando il contenuto di asfalto supera una soglia, la pressione orizzontale aumenta e Hveem ha utilizzato questa proprietà per distinguere pavimentazioni stabili e instabili. Sulla base di miscele di olio, ha sviluppato valori soglia per la stabilità e li ha applicati a HMA.

La filosofia del mix design di Hveem è che è necessario un legante per asfalto sufficiente per soddisfare l'assorbimento degli aggregati e per avere uno spessore minimo del film sulla superficie degli aggregati. Per sostenere il carico, gli aggregati dovevano avere una resistenza allo scorrimento (misurata dallo stabilometro Hveem) e una resistenza alla trazione minima per resistere al movimento di rotazione (misurata dal coesiometro). La stabilità e la coesione sono state influenzate dalle proprietà degli aggregati e dalla quantità di legante per asfalto. Per la durabilità, Hveem ha sviluppato il test di rigonfiamento e il test di sensibilità al vapore acqueo per misurare la reazione della miscela all'acqua. Il test di rigonfiamento ha utilizzato acqua liquida e il test di sensibilità al vapore ha utilizzato il vapore acqueo. È stato misurato l'effetto sulla stabilità di Hveem dopo il condizionamento. Hveem ha scoperto che i film di asfalto più spessi avevano una maggiore resistenza all'umidità.

I vuoti d'aria non fanno parte del sistema di mix design di Hveem. Credeva che lo spessore del film e le proprietà meccaniche descritte dalla stabilità fossero le più importanti. Negli anni '80 o '90, sono stati aggiunti i vuoti d'aria come considerazione. È interessante notare che se si guarda alle prestazioni di HMA negli anni '80 o all'inizio degli anni '90, quando l'ormaiamento era un enorme problema nazionale e si confrontano le prestazioni generali delle miscele Hveem con le miscele Marshall, si potrebbe affermare in generale che le pavimentazioni Hveem avevano un contenuto di asfalto inferiore e fessurazioni da fatica era una grande preoccupazione. Non è una coincidenza che la ricerca sulla rottura per fatica e la fatica del fascio sia associata alla ricerca presso l'Università della California a Berkeley. Negli stati di Marshall, la rottura per fatica non era un problema predominante, ma il problema era l'ormaiamento.

Bruce Marshall del Mississippi Department of Highways ha sviluppato il mix design Marshall tra la fine degli anni '30 e l'inizio degli anni '40. Nel 1943 Marshall si avvicinò al Corpo degli Ingegneri di Vicksburg, MS, per l'utilizzo del metodo di progettazione Marshall e fu assunto. Il Corpo ha adottato il sistema di Marshall nella seconda guerra mondiale per l'uso negli aeroporti. Dopo la seconda guerra mondiale, fu "civilizzato" per l'uso da parte dei dipartimenti delle strade statali.

Il mix design Marshall è essenzialmente una conseguenza del metodo Hubbard-Field. L'approccio è simile anche se la pratica era diversa. Hubbard-Field ha utilizzato due costipatori di dimensioni diverse per compattare i campioni. Marshall ha utilizzato un martello e ha abbinato il diametro del compattatore al diametro dello stampo. Hubbard-Field aveva usato un pestello a mano. Marshall ha standardizzato l'energia di compattazione applicata utilizzando un martello a caduta.

Marshall includeva il calcolo dei vuoti d'aria da Hubbard-Field ma non da VMA. Invece, ha usato come criterio i vuoti pieni di asfalto. Negli anni '50, Norman McLeod sostenne l'uso di VMA nel metodo di mix design. Presumibilmente, era a conoscenza del VMA nel metodo Hubbard-Field e credeva che dovesse applicarsi al metodo Marshall.

Negli anni '50 e '60, l'Asphalt Institute era de facto il custode dello standard Marshall e lo pubblicò in "MS-2, A Manual of Mix Design Methods for Asphalt Concrete". Sebbene ASTM fosse la sede principale del metodo Marshall (D-1889), il metodo era un riflesso di MS-2. Anche AASHTO, che ha adottato un proprio standard, ha rispecchiato MS-2. Di conseguenza ASTM e AASHTO disponevano di metodi per il design mix Marshall, ma le proprietà specificate al loro interno erano state stabilite dall'Asphalt Institute da ricerche e dibattiti tecnici. I file dell'Asphalt Institute contengono lettere e dati di Marshall, che è diventato un consulente dopo aver lasciato il Corpo, e McLeod, che ha lavorato per Imperial Oil in Canada.

Marshall era contrario all'inclusione di VMA McLeod favorito includendolo. I documenti di ricerca più importanti di McLeod su VMA sono un documento dell'Highway Research Board del 1956, un documento dell'AAPT del 1957 e un documento del simposio ASTM del 1959. Altri documenti hanno sostenuto a favore dello spessore del film. In particolare, L.C. Krchma ha sostenuto lo spessore del film nei procedimenti dell'AAPT e dell'Highway Research Board.

Il lavoro originale di McLeod considerava l'utilizzo di un livello di VMA per tutti i mix. Questo è stato successivamente modificato in una scala mobile basata sulla dimensione massima nominale delle particelle aggregate. È stata riconosciuta la necessità di un legante per asfalto aggiuntivo man mano che la dimensione della miscela diventava più piccola, ma non c'era una connessione diretta tra l'area della superficie e i criteri VMA.

Nel 1962, dopo un lungo dibattito, l'Asphalt Institute ha cambiato MS-2 per includere VMA come criterio di mix design. AASHTO e ASTM hanno cambiato i loro standard per riflettere la revisione dell'Asphalt Institute.

Le procedure di progettazione della miscela Marshall e Hveem sono servite come mezzo principale per la progettazione di miscele dense fino alla metà degli anni '90, quando è stata introdotta la procedura Superpave.

Gerry Huber è il direttore associato della ricerca per il gruppo di ricerca sul patrimonio.


Per generazioni di abitanti di Chicago, Marshall Field's Meant Business e Natale

Il Natale non viene celebrato nei grandi magazzini Marshall Field di Chicago dal 2005, ma menziona il nome a quasi tutti i nativi di Windy City e li farà immergere di nuovo nella meraviglia dell'infanzia dell'emporio commerciale principale del centro durante le festività natalizie : Alzando lo sguardo verso l'imponente sempreverde della Walnut Room, gli ornamenti scintillanti che pesano sui suoi rami. Serpeggiando tra le file per Cozy Cloud Cottage, aspettando un momento con Babbo Natale. Ammirare le elaborate vetrine natalizie lungo State Street e assaporare il primo boccone di Frango Mint di Marshall Field, preparato proprio al piano di sopra nella cucina di caramelle in loco.

I cinici possono liquidare questi ricordi come meri riflessi di fredde strategie di vendita al dettaglio. Ma per i cittadini di Chicago, le connessioni emotive sono reali, così come lo sono per gli acquirenti di tutto il paese che adoravano i grandi magazzini a conduzione familiare che ancoravano i loro centri. I bostoniani avevano Filene’. Gli abitanti di Atlanta avevano Rich’s. I Detroiters avevano Hudson’s. Clevelanders aveva Halle’s. I Philadelphians avevano Wanamaker’s. Sebbene concepiti principalmente come centri commerciali, si sono evoluti in istituzioni più grandi della vita americana, luoghi in cui le famiglie di varie caste e classi erano benvenute per assistere allo spettacolo di servizi e beni, senza alcuna tassa di ammissione.

Nessun tempo è stato più vero delle festività natalizie. E prima che l'era dello shopping online e dei megamall pieni di franchising li mandassero alla fine (il Marshall Field’s, per esempio, è stato convertito in un Macy’s), questi negozi hanno avuto un posto significativo nei nostri ricordi collettivi di Natale.

Ma come hanno fatto queste case di vendita al dettaglio a ispirare sentimenti così affettuosi?

Questa è la domanda che io, come storico, sono rimasto affascinato dal fatto di essere cresciuto a Chicago, dove Marshall Fields era parte dell'anima della città tanto quanto il nostro Lakefront o i nostri Cubs. Da bambino, incontravo mia nonna sotto il famoso orologio a State Street e Washington Boulevard, e andavo a pranzo alla Walnut Room con mio nonno, che ha lavorato da Field's come acquirente per il reparto biancheria per 25 anni. Quando è stata annunciata la modifica a Macy’s, i manifestanti si sono radunati sotto l'orologio con cartelli che dicevano "Il campo" è Chicago "Boicotta Macy’". i cartelli dicevano: “Se i Cubs possono vincere le World Series, i Marshall Field’ possono tornare a Chicago.”

Il Natale non era una festa da nessuna parte in America quando Potter Palmer arrivò a Chicago nel 1852 e aprì un negozio di prodotti secchi. All'inizio del secolo i suoi successori, Marshall Field e Levi Leiter (e in seguito solo l'ormai omonimo Field) lo avevano costruito nel primo grande magazzino del Midwest, noto per l'impeccabile assistenza ai clienti, generose politiche di restituzione, merce di qualità e una vasta gamma di servizi (dalle sale da tè alle sale relax, dal calzolaio alle prenotazioni di hotel, tutti i quali tenevano gli acquirenti nell'edificio e cercavano i loro portafogli).

Il Natale, tuttavia, aveva ricevuto solo modeste attenzioni. Il negozio alla fine iniziò a pubblicizzare cartoline di Natale e articoli da regalo e nel 1885 aprì un reparto di giocattoli stagionale (che in seguito divenne aperto tutto l'anno). La prima menzione delle decorazioni natalizie a Marshall Field and Company arrivò nel 1907. Il negozio era appena stato aperto in un nuovo edificio monumentale con la Walnut Room, e secondo quanto riferito i dipendenti del ristorante hanno montato un piccolo albero di Natale.

Nel 1934, l'albero era alto 25 piedi. A metà del secolo, Field's ha rivendicato la più grande conifera natalizia al coperto del mondo: un sempreverde di 45 piedi issato in cima alla fontana prosciugata della Walnut Room. Ci sono voluti 18 decoratori e un'impalcatura a tre piani per tagliare i sempreverdi dal vivo ai bambini, sembrava che si estendesse fino al cielo.

Nel corso dei decenni, i grandi magazzini come quello di Marshall Field hanno impiegato strategie sempre più elaborate per attirare gli acquirenti. Mentre l'odore del Chicken Pot Pie della signora Herring si diffondeva dalla Walnut Room, enormi renne “ice” si libravano su display, bastoncini di zucchero di grandi dimensioni e ghirlande sempreverdi si snodavano lungo i corridoi, e stelle giganti e mega fiocchi di neve fluttuavano nel lucernario . In dimostrazioni vertiginose di spirito natalizio, gli interni di Field's trasmettevano gioia natalizia dall'alto verso il basso.

E poi c'erano le scatole regalo di Marshall Field. Ognuno portava l'elegante calligrafia del nome dell'azienda, a segnalare che il regalo all'interno era degno di essere assaporato. Non era raro che i donatori di regali riutilizzassero i contenitori notoriamente robusti, imballandoli con merci "impostore" provenienti da altri negozi, sia per frugalità che nel tentativo di conferire quell'ineffabile bagliore del campo.

Field’s aveva buone ragioni per continuare queste tradizioni. Ma il loro vero potere derivava dal trascendere il loro scopo commerciale originale. Per molti abitanti di Chicago, Marshall Field's a Natale è stato trasformato da un grande magazzino meravigliosamente fornito in un rituale di famiglia quasi sacro.

Nessuno di questi rituali era più leggendario delle finestre delle vacanze.

Nel 1910, grazie a una migliore produzione del vetro in grado di creare enormi pannelli trasparenti, i negozi negli Stati Uniti iniziarono a montare elaborate vetrine e gli sforzi aumentarono rapidamente man mano che diventavano una potente attrazione per gli acquirenti.

Arthur Fraser, il progettista di finestre fantasioso di Marshall Field, ha utilizzato la grande finestra d'angolo di Washington Boulevard per mettere in mostra il merchandising dei regali per le feste. Il suo primo pannello presentava giostre animate e treni giocattolo pronti per il regalo. Ma nel 1944 il nuovo stilista del negozio, John Moss, abbandonò la vendita dura in favore di vetrine narrative che ricreavano quelle di Clement Moore. Una visita di San Nicola. I pannelli della storia hanno avuto un tale successo che sono stati ripetuti l'anno successivo.

Presto ha preso piede una nuova tendenza per le vetrine delle vacanze: le mascotte specifiche del negozio. I Montgomery Ward hanno affermato che Rudolph la renna dal naso rosso e Wieboldt hanno inventato l'orso cannella. Per non essere da meno, uno dei co-designer di Moss, Joanna Osborn, ha evocato lo zio Vischio, una figura grassoccia simile a Dickens, vestita con un soprabito rosso e un cappello a cilindro nero. Con le ali bianche, ha volato in giro per il mondo, insegnando ai bambini l'importanza della gentilezza a Natale.

Le prime vetrine di Uncle Mistletoe risalgono al 1946 in una serie intitolata Un sogno di Natale, che mostrava il generoso vecchio che portava un ragazzo e una ragazza al Polo Nord per visitare Babbo Natale. Nel 1948, zio Vischio ottenne una compagnia sotto forma di zia Holly, e la coppia divenne una miniera di merchandising. Nel corso degli anni, gli acquirenti potevano acquistare bambole, libri, ornamenti, set da colorare, candele modellate, tovaglioli da cocktail, cuscinetti caldi, pupazzi, oggetti in vetro e persino oggetti di scena usati per le finestre.

Col passare del tempo, i decoratori di finestre di Field hanno imparato l'arte della neve finta (una combinazione di sale kosher e vetro macinato) e buffonate animatroniche dettagliate. Ricordo quando le finestre avevano un tema Schiaccianoci. Sotto le grandi scene raffiguranti il ​​negozio principale c'erano minuscole finestre in cui minuscole figurine di topi recitavano la loro deliziosa versione della storia.

Al loro apice, la pianificazione e la progettazione delle mostre annuali sono iniziate con più di un anno di anticipo, con un pubblico entusiasta che attendeva ogni novembre la rivelazione di ogni nuovo tema. Decine di migliaia di fan si sono recati in pellegrinaggio dall'Illinois, dall'Iowa, dall'Indiana, dal Michigan, dal Wisconsin e dal Minnesota per accalcarsi intorno agli spettacoli di State Street con soggezione infantile.

C'era un aspetto di marketing per le finestre, naturalmente. Spettatori contenti, pervasi dallo spirito stagionale, si sperava che entrassero per fare acquisti. Ma non c'era commercio nelle esposizioni stesse. Come molte delle creazioni natalizie all'interno, le persone si sono attaccate allo spirito, non alle vendite. Il marchio del negozio è diventato qualcosa di più della semplice merce venduta, che ha avuto un flusso e un riflusso nel corso degli anni. Per generazioni di famiglie di Chicago, i Marshall Field's hanno semplicemente ispirato l'allegria natalizia.

Leslie Goddard è una storica e autrice di Ricordando Marshall Field’s (Arcadia, 2011). La sua famiglia ha più di 50 anni di esperienza di lavoro per Marshall Field's.


L'ultimo allestimento delle vetrine di Chicago

Sia che la tua famiglia sia arrivata a Chicago nel 1850 o l'anno scorso, è quasi certo che tu abbia una cosa in comune: l'amore per le vetrine del negozio di State Street precedentemente noto come Marshall Field's. Molti di noi che sono in questa città da un po' di tempo non riescono ancora a chiamarla "M-Word". Anche se bisogna dare credito al rivenditore con sede a New York per aver preservato la Walnut Room, Frango Mints e sì, le magiche vetrine. Arrivare a State Street, in auto, El, autobus, treno per pendolari oa piedi potrebbe essere una delle poche volte all'anno in cui gli irriducibili suburbani o i fuori città si intrufolano nella City per impegnarsi in un rituale amato. Sai che sarà affollato, che dovrai aspettare il tuo turno per avvicinarti alle finestre e che la fila per la Walnut Room sarà bestiale. Ma in qualche modo, trovi la pazienza perché dopo tutto, questa è la stagione delle vacanze, e questa è una delle poche esperienze che semplicemente non puoi catturare online.

Il grande albero nella stanza delle noci, 2017

Finestra di Natale di Marshall Field, anni '40

È difficile immaginare una stagione delle vacanze in cui le finestre e i loro disegni ammalianti non esistessero. Se non fosse per gli sviluppi tecnologici che hanno prodotto lastre di vetro grandi e durevoli, i grandi magazzini non avrebbero uno dei loro strumenti di marketing più convincenti, per non parlare della luce del giorno sufficiente per permeare i loro enormi spazi. Solo alla fine del 1800 la produzione di lastre di vetro consentì un prodotto in grado di fornire vetrine praticamente avvolgenti.Una volta che questo è diventato disponibile, i rivenditori si sono resi conto del vasto potenziale delle finestre e dello spazio proprio al loro interno per promuovere il nuovo, l'elegante, il meglio che avevano da offrire.

Marshall Field possedeva la visione e l'etica del lavoro alla base di quello che è diventato uno dei grandi magazzini di maggior successo al mondo. Sapeva anche come assumere i migliori del settore. Harry Selfridge, il proprietario di un giorno del leggendario emporio londinese che porta il suo nome, era un socio junior di Field's quando, secondo il libro, Dai alla signora quello che vuole, è venuto a conoscenza delle straordinarie vetrine viste in un negozio di Creston, Iowa. Selfridge ottenne il nome del designer e un certo Arthur Fraser divenne immediatamente il genio delle finestre di Marshall Field.

Al momento della stesura di questo articolo, il rosso è riemerso come un colore per l'autunno e l'inverno. Anche il rosso stava godendo di un'impennata di popolarità nel 1897, tanto che Fraser decise che sei delle finestre di Field avrebbero ceduto a quella che allora fu chiamata "Epidemia rossa". Alcune finestre presentavano sete voluttuose, altre mostravano abiti decadenti. Una finestra pubblicizzava lacci rossi, finiture, stole, cappelli e – ansimando – sottogonne. Gli acquirenti furono colpiti e le vetrine di Marshall Field divennero un miracolo di merchandising.

Con un enorme budget di merchandising in mano, Fraser ha progettato centinaia delle vetrine più spettacolari che si possano immaginare. Quando Field ha aperto il suo nuovo edificio nel 1907, le sue finestre sono diventate un punto focale.


Guarda il video: Marshall Minor III and Motif ANC Marshalls BIG Comeback! But.. (Giugno 2022).