Cronologia

Il Milice

Il Milice

Il Milice era un'organizzazione paramilitare istituita in Francia durante la seconda guerra mondiale. Il Milice sostenne dapprima il governo di Vichy nella Francia non occupata, ma in seguito fu usato nella Francia occupata dai tedeschi dove sostenne il governo nazista a Parigi. Al culmine, si pensa che 35.000 uomini fossero nel Milice, ma non furono mantenute cifre precise.

The Milice è stato creato il 30 gennaioesimo 1943 per combattere la resistenza francese che stava diventando sempre più successo con il progredire della guerra. Mentre Pierre Laval era Primo Ministro di Vichy France, il Milice stesso era sotto il comando di Joseph Darnand, il Segretario Generale di Vichy France.

Il Milice era un'organizzazione che attirava uomini da una varietà di sfondi. Alcuni credevano semplicemente in ciò che i Milice stavano facendo: sostenere i nazisti. Mentre la Francia è stata sconfitta dai nazisti, ce n'erano alcuni in Francia che nutrivano simpatie con il regime nazista - come è stato visto da quei francesi che si unirono alle SS quando gli fu permesso di farlo. Altri che si unirono erano uomini che erano stati senza lavoro per un certo periodo e i Milice offrivano lavoro retribuito, retribuzione regolare e razioni alimentari migliori. Un altro fattore che potrebbe aver influenzato alcuni a unirsi è stato il fatto che i membri del Milice erano esenti dall'essere usati come lavoratori forzati nella Germania nazista.

Il compito principale dei Milice era di affrontare e sconfiggere la Resistenza francese. I membri del Milice lavoravano all'interno della località che conoscevano o vivevano. In quanto tale, la loro conoscenza di un'area locale era molto maggiore dei nazisti. Questo li ha resi un pericoloso avversario alla Resistenza francese. Vi erano poche regole per governare il loro comportamento poiché i nazisti erano interessati esclusivamente alle informazioni. Coloro che furono arrestati dai Milice potevano essere torturati. Uomini e donne che erano sospettati di essere nella Resistenza francese hanno dovuto affrontare i membri della loro famiglia arrestati dai Milice e torturati per informazione.

Ciò portò rapidamente alla Resistenza ad attaccare i membri del Milice. Se i Milice avevano conoscenze locali a loro vantaggio, lo stesso valeva per la Resistenza. Mentre il Milice lavorava all'aperto e in pubblico, era vero il contrario per la Resistenza, che lavorava nell'ombra. I membri del Milice potrebbero essere uccisi in pubblico o nelle loro case. Nessun sostenitore o membro del Milice era al sicuro. Philippe Henriot, Ministro dell'Informazione e della Propaganda di Vichy, fu ucciso dalla Resistenza nel suo appartamento in un edificio governativo. Sua moglie è stata uccisa nello stesso attacco. Il giorno seguente, Paul Touvier, capo del Milice di Lione, ordinò l'esecuzione di sette ostaggi ebrei in rappresaglia.

Tra gennaio 1943 e gennaio 1944, Milice lavorò solo a Vichy in Francia. Tuttavia, nel gennaio 1944, il suo lavoro fu esteso nella "zona occupata" - la Francia controllata dai nazisti. Si potrebbe sostenere che questo era un segno della loro efficacia - o di ciò che era percepito come la loro efficacia - poiché era altamente improbabile che il regime nazista a Parigi avrebbe richiesto il loro sostegno se fossero stati considerati inefficaci.

Qui furono usati per un altro scopo: sostenere i nazisti nella retata degli ebrei francesi. C'era una grande popolazione ebrea dentro e intorno alla capitale, Parigi. I nazisti avevano designato un complesso a Drancy, un sobborgo di Parigi, come stazione di detenzione per ebrei francesi prima della deportazione verso est. Il Milice aiutò non solo nell'arrotondare gli ebrei francesi, ma anche nel mantenere la legge e l'ordine a Drancy.

Per sottolineare il loro sostegno al regime nazista, il Milice fu usato per reprimere una rivolta dei prigionieri francesi detenuti nella prigione di Santé a Parigi. Le prove indicano che Milice ha usato molta brutalità per reprimere questa rivolta, senza fare domande ai nazisti.

I membri del Milice scomparvero rapidamente dopo il D-Day. Quando divenne evidente che gli Alleati erano sbarcati con successo in Normandia e che i tedeschi non li avrebbero respinti, molti membri del Milice fuggirono nella Germania nazista, dove si "offrirono volontari" per unirsi alle Waffen-SS o alla Spagna di Franco - un paese noto per essere simpatico ai nazisti. Coloro che rimasero in Francia o che furono catturati prima di poter fuggire furono costretti a rendere conto del loro lavoro nel Milice. Molti furono accusati di tradimento e dopo una breve prova furono fucilati o impiccati. Non ci sono dati accurati per questo in quanto nessuno è completamente sicuro di quanti uomini fossero nel Milice in quanto aveva una sezione part-time, una sezione amministrativa e coloro che erano attivi. Nessuno è abbastanza sicuro di quanti uomini siano andati a combattere per la divisione di Carlo Magno nelle Waffen-SS o che sono fuggiti all'estero per la propria sicurezza. Tuttavia, dopo la liberazione, la Francia non era in vena di perdonare coloro che erano stati nel Milice e molto tempo e sforzi furono spesi per rintracciare i membri del Milice, in particolare i membri più anziani. Nel 1994, Paul Touvier, fu catturato, processato e imprigionato.

Gennaio 2012

Post correlati

  • Paul Touvier

    Paul Touvier fu uno dei membri di più alto profilo dei Milice da rintracciare e perseguire dopo la fine della seconda guerra mondiale. Touvier ...


Guarda il video: Baja Mali Knindza - Milice kceri - LIVE - Restoran Aleksandar 2019 (Settembre 2021).