Podcast di storia

Storia di Wanduck - Storia

Storia di Wanduck - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Wandank

(Fleet Tug n. 26: dp. 795; 1. 156'8" b. 30', dr. 14'7"
(Significare); S. 13 mila; cpl. 25; un. nessuno; cl. Algormo)

Il primo Wandank (Fleet Tug n. 26) fu impostato il 7 aprile 1919 a Buffalo, N.Y, dalla Ferguson Steel and Iron Co.; varato il 21 ottobre 1919 e commissionato il 23 marzo 1920, Boatswain O. Rhode al comando provvisorio, in attesa del passaggio al tenente S.J. Drellishak in aprile.

Assegnato al 5° distretto navale, Wandank operò da Norfolk fino a quando non fu messo fuori servizio il 31 marzo 1922. Rimesso in servizio l'8 maggio dello stesso anno, Wandank continuò a fornire servizi di rimorchio fuori Norfolk per la flotta atlantica nelle Hampton Roads-Virginia Capes fino al trasferimento a Boston l'8 ottobre 1940 per compiti speciali nel 1st Naval District.

Ha operato da Boston per servizi di rimorchio costiero durante la seconda guerra mondiale. I suoi compiti includevano il traino di petroliere e altre piccole imbarcazioni e la partecipazione al rimorchio di Wakefield (AP-21) che era stato gravemente danneggiato da un incendio nel settembre 1942. Il 15 maggio 1944, la sua designazione fu cambiata in ATO-26.

Dismessa il 20 settembre 1946 e cancellata dall'elenco della Marina il 13 novembre dello stesso anno, fu trasferita alla Commissione Marittima il 17 luglio 1947 e contemporaneamente consegnata a W. A. ​​Bisso, di New Orleans, LA. Ha servito la New Orleans Coal and Bisso Towboat Co. come W. Bisso fino al 1971.


Batiscafo Trieste

Trieste è un batiscafo di ricerca per immersioni profonde progettato in Svizzera e costruito in Italia, che con il suo equipaggio di due persone ha raggiunto una profondità massima record di circa 10.911 metri (35.797 ft), nella parte più profonda conosciuta degli oceani della Terra, il Challenger Deep , nella Fossa delle Marianne vicino a Guam nel Pacifico. Il 23 gennaio 1960, Jacques Piccard (figlio del progettista della barca Auguste Piccard) e il tenente della Marina degli Stati Uniti Don Walsh raggiungono l'obiettivo del Progetto Nekton.

Trieste è stata la prima nave con equipaggio ad aver raggiunto il fondo del Challenger Deep.


Ottenere l'accesso alla riga di comando

Prima di tutto, devi connetterti al tuo router usando un qualsiasi client Telnet, ad esempio il PuTTY o un client da riga di comando.

Dominio, indirizzo IP, nome utente e password sono gli stessi dell'interfaccia web del router.

  • Indirizzo IP — 192.168.1.1 (o qualunque cosa tu abbia impostato).
  • Dominio — router.asus.com (predefinito per i router ASUS)
  • Porta — 23 (predefinito per il protocollo Telnet).
  • Nome utente — admin (predefinito per i router ASUS).
  • Parola d'ordine è quello che hai impostato (l'impostazione predefinita per i router ASUS è admin ).

Per utilizzare un client da riga di comando:

1. Apri l'app Terminale.

2. Connettiti al router tramite protocollo di accesso Telnet inserendo questo comando:

3. Accedi utilizzando nome utente e password come nel pannello di amministrazione web del router.

Congratulazioni, ora sei nella riga di comando del router Linux!


CAMPEGGIO a wabaningo

Wabaningo ha tre campeggi vicino a Gilwell Field. Tutti sono a pochi passi dalle latrine e c'è una doccia al confine di Gilwell Field.

Unità Campeggio

Le unità hanno l'opportunità unica di basare la loro esperienza Ma-Ka-Ja-Wan da Wabaningo. L'unità fornisce il proprio programma con l'assistenza di un commissario incaricato. Le unità possono organizzare la partecipazione a molte delle attività offerte nell'ambito del programma del campo residente o possono progettare la propria avventura estiva. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare il nostro assistente al campeggio.

Campeggio per gli ospiti

Le famiglie di scout che frequentano il campo o altri visitatori del campo possono tende e campeggiare a Gilwell Field. Per maggiori informazioni sul campeggio per gli ospiti, clicca qui.


Contenuti

Fondazione

Rivolta e rivalità ribelle

La dinastia Yuan guidata dai mongoli (1271–1368) regnò prima dell'istituzione della dinastia Ming. Le spiegazioni per la scomparsa dello Yuan includono la discriminazione etnica istituzionalizzata contro i cinesi Han che ha suscitato risentimento e ribellione, l'eccessiva tassazione delle aree duramente colpite dall'inflazione e le massicce inondazioni del Fiume Giallo a causa dell'abbandono dei progetti di irrigazione. [12] Di conseguenza, l'agricoltura e l'economia erano in rovina, e scoppiò la ribellione tra le centinaia di migliaia di contadini chiamati a lavorare per riparare le dighe del fiume Giallo. [12] Un certo numero di gruppi cinesi Han si ribellarono, inclusi i Turbanti Rossi nel 1351. I Turbanti Rossi erano affiliati al Loto Bianco, una società segreta buddista. Zhu Yuanzhang era un contadino squattrinato e monaco buddista che si unì ai turbanti rossi nel 1352 e presto guadagnò una reputazione dopo aver sposato la figlia adottiva di un comandante ribelle. [13] Nel 1356, la forza ribelle di Zhu catturò la città di Nanchino, [14] che in seguito avrebbe stabilito come capitale della dinastia Ming.

Con lo sgretolamento della dinastia Yuan, i gruppi ribelli in competizione iniziarono a combattere per il controllo del paese e quindi il diritto di stabilire una nuova dinastia. Nel 1363, Zhu Yuanzhang eliminò il suo arcirivale e capo della fazione ribelle Han, Chen Youliang, nella battaglia del lago Poyang, probabilmente la più grande battaglia navale della storia. Conosciuto per il suo uso ambizioso di navi da fuoco, la forza di Zhu di 200.000 marinai Ming fu in grado di sconfiggere una forza ribelle Han di oltre il triplo delle loro dimensioni, che si diceva fosse forte di 650.000. La vittoria distrusse l'ultima fazione ribelle avversaria, lasciando Zhu Yuanzhang nel controllo incontrastato della generosa valle del fiume Yangtze e cementando il suo potere nel sud. Dopo che il capo dinastico dei Turbanti Rossi morì sospettosamente nel 1367 mentre era ospite di Zhu, non era rimasto nessuno che fosse lontanamente in grado di contestare la sua marcia al trono, e fece conoscere le sue ambizioni imperiali inviando un esercito verso la capitale Yuan Dadu (l'odierna Pechino) nel 1368. [15] L'ultimo imperatore Yuan fuggì a nord nella capitale superiore Shangdu, e Zhu dichiarò la fondazione della dinastia Ming dopo aver raso al suolo i palazzi Yuan a Dadu [15] la città fu ribattezzato Beiping nello stesso anno. [16] Zhu Yuanzhang prese Hongwu, o "Vasto Marziale", come nome della sua epoca.

Regno dell'imperatore Hongwu

Hongwu ha compiuto uno sforzo immediato per ricostruire le infrastrutture statali. Ha costruito un muro lungo 48 km (30 miglia) intorno a Nanchino, così come nuovi palazzi e sale governative. [15] Il Storia di Ming afferma che già nel 1364 Zhu Yuanzhang aveva iniziato a redigere un nuovo codice di diritto confuciano, il Da Ming Lu, che fu completato nel 1397 e ripeté alcune clausole trovate nel vecchio codice Tang del 653. [17] Hongwu organizzò un sistema militare noto come il weisuo, che era simile al fubing sistema della dinastia Tang (618-907).

Nel 1380 Hongwu fece giustiziare il cancelliere Hu Weiyong sospettato di un complotto per rovesciarlo dopo che Hongwu abolì la Cancelleria e assunse questo ruolo di amministratore delegato e imperatore, un precedente per lo più seguito durante il periodo Ming. [18] [19] Con un crescente sospetto nei confronti dei suoi ministri e sudditi, Hongwu istituì il Jinyiwei, una rete di polizia segreta attinta dalla sua guardia di palazzo. Circa 100.000 persone furono giustiziate in una serie di purghe durante il suo governo. [18] [20]

L'imperatore Hongwu emanò molti editti che vietavano le pratiche mongole e proclamavano la sua intenzione di purificare la Cina dall'influenza barbarica. Tuttavia, ha anche cercato di utilizzare l'eredità Yuan per legittimare la sua autorità in Cina e in altre aree governate dallo Yuan. Continuò le politiche della dinastia Yuan come la continua richiesta di concubine ed eunuchi coreani, istituzioni militari ereditarie in stile mongolo, abiti e cappelli in stile mongolo, promozione del tiro con l'arco e dell'equitazione e il fatto che un gran numero di mongoli prestasse servizio nell'esercito Ming. Fino alla fine del XVI secolo i mongoli costituivano ancora un ufficiale su tre in servizio nelle forze capitali come la Guardia dell'uniforme ricamata, e anche altri popoli come Jurchens erano importanti. [21] Scriveva spesso ai governanti mongoli, giapponesi, coreani, jurchen, tibetani e di frontiera del sud-ovest offrendo consigli sulla loro politica governativa e dinastica, e insisteva affinché i leader di queste regioni visitassero la capitale Ming per il pubblico. Ha reinsediato 100.000 mongoli nel suo territorio, molti dei quali prestavano servizio come guardie nella capitale. L'imperatore pubblicizzò anche con forza l'ospitalità e il ruolo concesso ai nobili chinggisid nella sua corte. [22]

Frontiera sud-occidentale

Nel Qinghai, i musulmani Salar passarono volontariamente sotto il dominio Ming, ei loro capi clan capitolarono intorno al 1370. Le truppe uigure sotto il generale Hala Bashi sopprimerono le ribellioni Miao del 1370 e si stabilirono a Changde, nello Hunan. [23] Anche le truppe musulmane Hui si stabilirono a Changde, nello Hunan, dopo aver servito i Ming in campagne contro altre tribù aborigene. [24] Nel 1381, la dinastia Ming annesse le aree del sud-ovest che un tempo facevano parte del Regno di Dali in seguito allo sforzo riuscito degli eserciti musulmani Hui Ming di sconfiggere le truppe mongole e musulmane lealiste Yuan e Hui che resistevano nella provincia dello Yunnan. Le truppe Hui del generale Mu Ying, che fu nominato governatore dello Yunnan, furono reinsediate nella regione come parte di uno sforzo di colonizzazione. [25] Entro la fine del XIV secolo, circa 200.000 coloni militari si stabilirono in circa 2.000.000 mu (350.000 acri) di terra negli attuali Yunnan e Guizhou. Circa mezzo milione di coloni cinesi in più sono arrivati ​​in periodi successivi, queste migrazioni hanno causato un importante cambiamento nella composizione etnica della regione, poiché in precedenza più della metà della popolazione era costituita da popoli non Han. Il risentimento per tali massicci cambiamenti nella popolazione e la conseguente presenza e politica del governo scatenarono altre rivolte Miao e Yao nel 1464-1466, che furono schiacciate da un esercito di 30.000 truppe Ming (inclusi 1.000 mongoli) che si unirono ai 160.000 locali del Guangxi (vedi Ribellioni Miao ( Dinastia Ming)). Dopo che lo studioso e filosofo Wang Yangming (1472-1529) soppresse un'altra ribellione nella regione, sostenne un'amministrazione unica e unitaria dei gruppi etnici cinesi e indigeni al fine di determinare la sinificazione delle popolazioni locali. [26]

Campagna nel Nord-Est

Dopo il rovesciamento della dinastia mongola Yuan da parte della dinastia Ming nel 1368, la Manciuria rimase sotto il controllo dei mongoli della dinastia Yuan settentrionale con sede in Mongolia. Naghachu, un ex funzionario Yuan e generale Uriankhai della dinastia Yuan settentrionale, ottenne l'egemonia sulle tribù mongole in Manciuria (provincia di Liaoyang dell'ex dinastia Yuan). È cresciuto forte nel nord-est, con forze abbastanza grandi (numerando centinaia di migliaia) da minacciare l'invasione della dinastia Ming appena fondata al fine di riportare i mongoli al potere in Cina. I Ming decisero di sconfiggerlo invece di aspettare che i Mongoli attaccassero. Nel 1387 i Ming inviarono una campagna militare per attaccare Naghachu, [27] che si concluse con la resa di Naghachu e la conquista Ming della Manciuria.

La prima corte Ming non poteva e non aspirava al controllo imposto ai Jurchen in Manciuria dai Mongoli, ma creò una norma di organizzazione che sarebbe poi servita come strumento principale per le relazioni con i popoli lungo le frontiere del nord-est. Alla fine del regno di Hongwu, gli elementi essenziali di una politica nei confronti dei Jurchen avevano preso forma. La maggior parte degli abitanti della Manciuria, ad eccezione dei Wild Jurchen, erano in pace con la Cina. Nel 1409, sotto l'imperatore Yongle, la dinastia Ming stabilì la Commissione Militare Regionale Nurgan sulle rive del fiume Amur, e Yishiha, un eunuco di origine Haixi Jurchen, ricevette l'ordine di guidare una spedizione alla foce dell'Amur per pacificare il Jurchen selvaggio. Dopo la morte dell'imperatore Yongle, la Commissione militare regionale di Nurgan fu abolita nel 1435 e la corte Ming cessò di avere attività sostanziali lì, sebbene le guardie continuassero ad esistere in Manciuria. Durante la sua esistenza, i Ming stabilirono un totale di 384 guardie (衛, wei) e 24 battaglioni (所, suo) in Manciuria, ma questi erano probabilmente solo uffici nominali e non implicavano necessariamente il controllo politico. [28] Alla fine del periodo Ming, la presenza politica di Ming in Manciuria è diminuita in modo significativo.

Relazioni con il Tibet

Il Mingshi – la storia ufficiale della dinastia Ming compilata dalla dinastia Qing nel 1739 – afferma che i Ming istituirono commende itineranti che sovrintendevano all'amministrazione tibetana, rinnovando anche i titoli degli ex funzionari della dinastia Yuan dal Tibet e conferendo nuovi titoli principeschi ai leader delle sette buddiste tibetane. [31] Tuttavia, Turrell V. Wylie afferma che la censura nel Mingshi a favore del rafforzamento del prestigio e della reputazione dell'imperatore Ming a tutti i costi offusca la storia sfumata delle relazioni sino-tibetane durante l'era Ming. [32]

Gli studiosi moderni discutono se la dinastia Ming avesse la sovranità sul Tibet. Alcuni credono che fosse un rapporto di sovranità libera che fu in gran parte interrotto quando l'imperatore Jiajing (r. 1521-1567) perseguitò il buddismo a favore del taoismo a corte. [32] [33] Altri sostengono che la natura religiosa significativa del rapporto con i lama tibetani è sottorappresentata nella borsa di studio moderna. [34] [35] Altri notano la necessità dei Ming di cavalli dell'Asia centrale e la necessità di mantenere il commercio di cavalli da tè. [36] [37] [38] [39]

I Ming inviarono sporadicamente incursioni armate in Tibet durante il XIV secolo, alle quali i tibetani resistettero con successo. [40] [41] Diversi studiosi sottolineano che a differenza dei precedenti mongoli, la dinastia Ming non presidiava truppe permanenti in Tibet. [42] [43] L'imperatore Wanli (r. 1572–1620) tentò di ristabilire le relazioni sino-tibetane sulla scia di un'alleanza mongolo-tibetana iniziata nel 1578, un'alleanza che influenzò la politica estera della successiva dinastia manciù Qing ( 1644–1912) nel loro sostegno al Dalai Lama della setta del Cappello Giallo. [32] [44] [45] [46] Alla fine del XVI secolo, i mongoli si dimostrarono protettori armati di successo del Dalai Lama dal cappello giallo dopo la loro crescente presenza nella regione dell'Amdo, culminata nella conquista del Tibet da parte di Güshi Khan (1582–1655) nel 1642, [32] [47] [48] che istituisce il Khoshut Khanate.

Regno dell'Imperatore Yongle

Salita al potere

L'imperatore Hongwu indicò suo nipote Zhu Yunwen come suo successore, e assunse il trono come imperatore Jianwen (1398–1402) dopo la morte di Hongwu nel 1398. Il più potente dei figli di Hongwu, Zhu Di, allora militarmente potente non era d'accordo con questo, e presto scoppiò una resa dei conti politica tra lui e suo nipote Jianwen. [49] Dopo che Jianwen arrestò molti dei soci di Zhu Di, Zhu Di complottò una ribellione che scatenò una guerra civile di tre anni. Con il pretesto di salvare il giovane Jianwen da funzionari corruttori, Zhu Di guidò personalmente le forze nella rivolta il palazzo di Nanchino fu raso al suolo, insieme a Jianwen stesso, sua moglie, sua madre e cortigiani. Zhu Di assunse il trono come imperatore Yongle (1402-1424) il suo regno è universalmente considerato dagli studiosi come una "seconda fondazione" della dinastia Ming poiché ha invertito molte delle politiche di suo padre. [50]

Nuovi capitali e impegno estero

Yongle declassò Nanchino a capitale secondaria e nel 1403 annunciò che la nuova capitale della Cina doveva essere la sua base di potere a Pechino. La costruzione di una nuova città durò dal 1407 al 1420, impiegando centinaia di migliaia di lavoratori ogni giorno. [51] Al centro c'era il nodo politico della Città Imperiale, e al centro di questa c'era la Città Proibita, la sontuosa residenza dell'imperatore e della sua famiglia. Nel 1553, la città esterna fu aggiunta a sud, il che portò la dimensione complessiva di Pechino a 6,5 ​​per 7 chilometri (4 per 4 + 1 ⁄ 2 miglia). [52]

A partire dal 1405, l'imperatore Yongle affidò al suo favorito comandante eunuco Zheng He (1371-1433) l'incarico di ammiraglio per una nuova gigantesca flotta di navi designate per missioni tributarie internazionali. Tra i regni visitati da Zheng He, l'imperatore Yongle proclamò il regno di Cochin come suo protettorato. [53] I cinesi avevano inviato missioni diplomatiche via terra sin dalla dinastia Han (202 a.C. - 220 d.C.) e si erano impegnati nel commercio estero privato, ma queste missioni erano senza precedenti per grandezza e portata. Per servire sette diversi viaggi tributari, i cantieri navali di Nanchino costruirono duemila navi dal 1403 al 1419, comprese navi del tesoro che misuravano da 112 m (370 piedi) a 134 m (440 piedi) e da 45 m (150 piedi) a 54 m (180 piedi) piedi) di larghezza. [54]

Yongle ha utilizzato la stampa su xilografia per diffondere la cultura cinese. Ha anche usato i militari per espandere i confini della Cina. Ciò includeva la breve occupazione del Vietnam, dall'invasione iniziale nel 1406 fino al ritiro dei Ming nel 1427 a seguito della lunga guerriglia guidata da Lê Lợi, il fondatore della dinastia vietnamita Lê. [55]

La crisi di Tumu e i mongoli Ming

Il leader di Oirat Esen Tayisi lanciò un'invasione nella Cina Ming nel luglio 1449. Il capo eunuco Wang Zhen incoraggiò l'imperatore Zhengtong (1435-1449) a guidare personalmente una forza per affrontare gli Oirat dopo una recente sconfitta dei Ming, l'imperatore lasciò la capitale e mise il suo fratellastro Zhu Qiyu a capo degli affari come reggente temporaneo. L'8 settembre, Esen mise in rotta l'esercito di Zhengtong e Zhengtong fu catturato, un evento noto come crisi di Tumu. [56] Gli Oirat tennero in ostaggio l'imperatore Zhengtong. Tuttavia, questo schema fu sventato una volta che il fratello minore dell'imperatore assunse il trono sotto il nome dell'era Jingtai (r. 1449-1457) gli Oirati furono anche respinti una volta che il confidente e ministro della difesa dell'imperatore Jingtai Yu Qian (1398-1457) ottenne il controllo del Forze armate Ming. Tenere l'imperatore Zhengtong in cattività era un'inutile merce di scambio per gli Oirat finché un altro sedeva sul suo trono, quindi lo rilasciarono di nuovo nella Cina Ming. [56] L'ex imperatore fu posto agli arresti domiciliari nel palazzo fino al colpo di stato contro l'imperatore Jingtai nel 1457, noto come "Incidente del Wresting the Gate". [57] L'ex imperatore riprese il trono con il nome della nuova era Tianshun (r. 1457–64).

Tianshun si rivelò un periodo travagliato e le forze mongole all'interno della struttura militare Ming continuarono ad essere problematiche. Il 7 agosto 1461, il generale cinese Cao Qin e le sue truppe Ming di origine mongola organizzarono un colpo di stato contro l'imperatore Tianshun per paura di essere il prossimo nella sua lista di epurazione di coloro che lo aiutarono nell'incidente di Wresting the Gate. [58] La forza ribelle di Cao riuscì a dare fuoco alle porte occidentale e orientale della Città Imperiale (inondate dalla pioggia durante la battaglia) e uccise diversi ministri di primo piano prima che le sue forze fossero finalmente alle strette e fu costretto a suicidarsi. [59]

Mentre l'imperatore Yongle aveva organizzato cinque grandi offensive a nord della Grande Muraglia contro i Mongoli e gli Oirati, la costante minaccia delle incursioni di Oirat spinse le autorità Ming a fortificare la Grande Muraglia dalla fine del XV secolo al XVI secolo, tuttavia, osserva John Fairbank che "si è rivelato un inutile gesto militare ma ha espresso vividamente la mentalità dell'assedio della Cina". [60] Tuttavia la Grande Muraglia non doveva essere una fortificazione puramente difensiva, le sue torri funzionavano piuttosto come una serie di fari accesi e stazioni di segnalazione per consentire un rapido avviso alle unità amiche dell'avanzata delle truppe nemiche. [61]

Declino e caduta della dinastia Ming

Più tardi regno dell'imperatore Wanli

Il drenaggio finanziario della guerra Imjin in Corea contro i giapponesi fu uno dei tanti problemi – fiscali o di altro tipo – che dovettero affrontare la Cina Ming durante il regno dell'imperatore Wanli (1572-1620). All'inizio del suo regno, Wanli si circondò di abili consiglieri e fece uno sforzo coscienzioso per gestire gli affari di stato. Il suo gran segretario Zhang Juzheng (1572-1582) costruì un'efficace rete di alleanze con alti funzionari. Tuttavia, dopo di lui non c'era nessuno abbastanza abile da mantenere la stabilità di queste alleanze [62] i funzionari si unirono presto in fazioni politiche opposte. Nel corso del tempo Wanli si stancò degli affari di corte e delle frequenti liti politiche tra i suoi ministri, preferendo rimanere dietro le mura della Città Proibita e fuori dalla vista dei suoi funzionari. [63] Gli studiosi-ufficiali persero importanza nell'amministrazione quando gli eunuchi divennero intermediari tra l'imperatore distaccato e i suoi funzionari. Qualsiasi alto funzionario che volesse discutere di questioni statali doveva persuadere potenti eunuchi con una tangente semplicemente per far trasmettere le sue richieste o il suo messaggio all'imperatore. [64] La ribellione di Bozhou da parte del regno di Bozhou era in corso nella Cina sudoccidentale contemporaneamente alla guerra di Imjin. [65] [66] [67] [68]

Ruolo degli eunuchi

L'imperatore Hongwu proibì agli eunuchi di imparare a leggere o di impegnarsi in politica. Indipendentemente dal fatto che queste restrizioni siano state eseguite con assoluto successo durante il suo regno, gli eunuchi durante il regno dell'imperatore Yongle (1402-1424) e in seguito gestirono enormi laboratori imperiali, comandarono eserciti e parteciparono a questioni di nomina e promozione di funzionari. Yongle mise 75 eunuchi a capo della politica estera che viaggiavano spesso in stati vassalli tra cui Annam, Mongolia, Isole Ryukyu e Tibet e meno frequentemente in luoghi più lontani come il Giappone e il Nepal. Nel tardo XV secolo, tuttavia, gli inviati eunuchi generalmente si recavano solo in Corea. [69]

Gli eunuchi svilupparono la propria burocrazia che era organizzata parallelamente ma non era soggetta alla burocrazia del servizio civile. [70] Sebbene ci fossero diversi eunuchi dittatoriali in tutto il Ming, come Wang Zhen, Wang Zhi e Liu Jin, l'eccessivo potere tirannico degli eunuchi non divenne evidente fino al 1590, quando l'imperatore Wanli aumentò i loro diritti sulla burocrazia civile e concesse loro potere di riscuotere i tributi provinciali. [64] [71]

L'eunuco Wei Zhongxian (1568–1627) dominò la corte dell'imperatore Tianqi (r. 1620–1627) e fece torturare a morte i suoi rivali politici, per lo più i critici della fazione della Società Donglin. Ordinò templi costruiti in suo onore in tutto l'Impero Ming e costruì palazzi personali creati con fondi stanziati per costruire le tombe del precedente imperatore. I suoi amici e la sua famiglia hanno guadagnato posizioni importanti senza qualifiche. Wei ha anche pubblicato un'opera storica che criticava e sminuiva i suoi avversari politici. [72] L'instabilità a corte arrivò proprio quando calamità naturali, pestilenze, ribellioni e invasioni straniere raggiunsero il culmine. L'imperatore Chongzhen (r. 1627-1644) fece licenziare Wei dalla corte, il che portò al suicidio di Wei poco dopo.

Gli eunuchi costruirono la propria struttura sociale, fornendo e ottenendo sostegno ai loro clan di nascita. Invece di padri che promuovevano figli, si trattava di zii che promuovevano nipoti. La Società Heishanhui di Pechino ha sponsorizzato il tempio che ha condotto rituali per adorare la memoria di Gang Tie, un potente eunuco della dinastia Yuan. Il Tempio divenne una base influente per eunuchi di alto rango e continuò con un ruolo in qualche modo diminuito durante la dinastia Qing. [73] [74] [75]

Collasso economico e disastri naturali

Durante gli ultimi anni dell'era Wanli e quelli dei suoi due successori, si sviluppò una crisi economica centrata su un'improvvisa e diffusa mancanza del principale mezzo di scambio dell'impero: l'argento. I portoghesi stabilirono per la prima volta il commercio con la Cina nel 1516, [76] scambiando argento giapponese con seta cinese, [77] e dopo alcune ostilità iniziali ottennero il consenso dalla corte Ming nel 1557 per stabilire Macao come base commerciale permanente in Cina. [78] Il loro ruolo nel fornire argento fu gradualmente superato dagli spagnoli, [79] [80] [81] mentre anche gli olandesi li sfidarono per il controllo di questo commercio. [82] [83] Filippo IV di Spagna (r. 1621–1665) iniziò a reprimere il contrabbando illegale di argento dalla Nuova Spagna e dal Perù attraverso il Pacifico attraverso le Filippine verso la Cina, favorendo la spedizione di argento estratto dagli americani attraverso i porti spagnoli . Nel 1639 il nuovo regime Tokugawa del Giappone chiuse la maggior parte del suo commercio estero con le potenze europee, tagliando un'altra fonte di argento che arrivava in Cina. Questi eventi che si verificarono all'incirca nello stesso periodo causarono un drammatico aumento del valore dell'argento e resero quasi impossibile il pagamento delle tasse per la maggior parte delle province. [84] La gente iniziò ad accumulare argento prezioso man mano che ce n'era progressivamente meno, costringendo il rapporto tra il valore del rame e l'argento a un forte declino. Nel 1630 una serie di mille monete di rame equivaleva a un'oncia d'argento nel 1640 quella somma poteva raggiungere mezza oncia e, nel 1643, solo un terzo di oncia. [79] Per i contadini questo significava un disastro economico, dal momento che pagavano le tasse in argento mentre conducevano il commercio locale e le vendite del raccolto in rame. [85] Gli storici recenti hanno dibattuto la validità della teoria che la scarsità d'argento ha causato la caduta della dinastia Ming. [86] [87]

Le carestie sono diventate comuni nella Cina settentrionale all'inizio del XVII secolo a causa del clima insolitamente secco e freddo che ha accorciato la stagione di crescita - effetti di un evento ecologico più ampio ora noto come la Piccola Era Glaciale. [88] La carestia, insieme agli aumenti delle tasse, alle diffuse diserzioni militari, al declino del sistema di assistenza e ai disastri naturali come le inondazioni e l'incapacità del governo di gestire adeguatamente i progetti di irrigazione e controllo delle inondazioni, hanno causato perdite di vite umane e una normale civiltà. [88] Il governo centrale, affamato di risorse, poté fare ben poco per mitigare gli effetti di queste calamità. A peggiorare le cose, un'epidemia diffusa, la Grande Peste alla fine della dinastia Ming, si è diffusa in tutta la Cina dallo Zhejiang all'Henan, uccidendo un numero sconosciuto ma elevato di persone. [89] Il terremoto più mortale di tutti i tempi, il terremoto dello Shaanxi del 1556, si verificò durante il regno dell'imperatore Jiajing, uccidendo circa 830.000 persone. [90]

L'ascesa del Manchu

Un capo tribale Jurchen di nome Nurhaci (r. 1616-1626), iniziando con una piccola tribù, ottenne rapidamente il controllo su tutte le tribù della Manciuria. Durante le invasioni giapponesi della Corea Joseon nel 1590, si offrì di guidare le sue tribù a sostegno dell'esercito Ming e Joseon. Questa offerta è stata rifiutata, ma gli sono stati concessi titoli onorifici Ming per il suo gesto. Riconoscendo la debolezza dell'autorità Ming a nord del loro confine, unì tutte le tribù settentrionali adiacenti e consolidò il potere nella regione che circondava la sua patria come aveva fatto in precedenza la dinastia Jurchen Jin. [91] Nel 1610, ruppe i rapporti con la corte Ming e nel 1618 chiese loro un tributo per riparare "Sette rimostranze".

Nel 1636, il figlio di Nurhaci, Huang Taiji, rinominò la sua dinastia dal "Terre Jin" al "Grande Qing" a Mukden, che era caduta in mano alle forze Qing nel 1621 ed era diventata la loro capitale nel 1625. [92] [93] Anche Huang Taiji ha adottato il titolo imperiale cinese huangdi, dichiarò l'era Chongde ("Revering Virtue") e cambiò il nome etnico del suo popolo da "Jurchen" a "Manchu". [93] [94] Nel 1638 i manciù sconfissero e conquistarono il tradizionale alleato della Cina Ming, Joseon, con un esercito di 100.000 soldati durante la seconda invasione manciù della Corea. Poco dopo, i coreani rinunciarono alla loro fedeltà di lunga data alla dinastia Ming. [94]

Ribellione, invasione, collasso

Un soldato contadino di nome Li Zicheng si ammutinò con i suoi commilitoni nello Shaanxi occidentale nei primi anni 1630 dopo che il governo Ming non riuscì a spedire lì i rifornimenti tanto necessari. [88] Nel 1634 fu catturato da un generale Ming e rilasciato solo alle condizioni che tornava in servizio. [95] L'accordo presto fallì quando un magistrato locale fece giustiziare trentasei dei suoi compagni ribelli per rappresaglia uccidendo i funzionari e continuò a guidare una ribellione con sede a Rongyang, provincia centrale di Henan nel 1635. [96] Entro il 1640 , un ex soldato e rivale di Li – Zhang Xianzhong (1606–1647) – aveva creato una solida base ribelle a Chengdu, nel Sichuan, mentre il centro del potere di Li era nell'Hubei con un'influenza estesa su Shaanxi e Henan. [96]

Nel 1640, masse di contadini cinesi affamati, incapaci di pagare le tasse e non più timorosi dell'esercito cinese spesso sconfitto, iniziarono a formare enormi bande di ribelli. L'esercito cinese, intrappolato tra gli infruttuosi sforzi per sconfiggere i predoni Manciù dal nord e le enormi rivolte contadine nelle province, sostanzialmente cadde a pezzi. Non pagato e non nutrito, l'esercito fu sconfitto da Li Zicheng - ora sedicente Principe di Shun - e abbandonò la capitale senza molto combattere. Il 25 aprile 1644, Pechino cadde sotto un esercito ribelle guidato da Li Zicheng quando le porte della città furono aperte dagli alleati ribelli dall'interno. Durante i tumulti, l'ultimo imperatore Ming si impiccò a un albero nel giardino imperiale fuori dalla Città Proibita. [97]

Cogliendo l'occasione, gli Otto Stendardi attraversarono la Grande Muraglia dopo che il generale di frontiera Ming Wu Sangui (1612–1678) aprì le porte al Passo Shanhai. Ciò accadde poco dopo aver appreso del destino della capitale e un esercito di Li Zicheng che marciava verso di lui soppesando le sue opzioni di alleanza, decise di schierarsi con i Manchu. [98] Gli Otto Stendardi sotto il principe Manciù Dorgon (1612–1650) e Wu Sangui si avvicinarono a Pechino dopo che l'esercito inviato da Li fu distrutto a Shanhaiguan. L'esercito del principe di Shun fuggì dalla capitale il 4 giugno. Il 6 giugno, i Manchu e Wu entrarono nella capitale e proclamarono il giovane imperatore Shunzhi sovrano della Cina. Dopo essere stato cacciato da Xi'an dai Qing, inseguito lungo il fiume Han fino a Wuchang, e infine lungo il confine settentrionale della provincia di Jiangxi, Li Zicheng vi morì nell'estate del 1645, ponendo così fine alla dinastia Shun. Un rapporto dice che la sua morte è stata un suicidio, un altro afferma che è stato picchiato a morte dai contadini dopo essere stato sorpreso a rubare il loro cibo. [99]

Nonostante la perdita di Pechino e la morte dell'imperatore, i Ming non furono ancora completamente distrutti. Nanchino, Fujian, Guangdong, Shanxi e Yunnan erano tutte roccaforti della resistenza Ming. Tuttavia, c'erano diversi pretendenti al trono Ming e le loro forze erano divise. Questi resti sparsi dei Ming nella Cina meridionale dopo il 1644 furono designati collettivamente dagli storici del XIX secolo come i Ming meridionali. [100] Ogni bastione della resistenza fu sconfitto individualmente dai Qing fino al 1662, quando morì l'ultimo imperatore Ming meridionale, l'imperatore Yongli, Zhu Youlang. Gli ultimi principi Ming a resistere furono il principe di Ningjing Zhu Shugui e il figlio di Zhu Yihai, il principe di Lu Zhu Honghuan (朱弘桓) che rimase con i lealisti Ming di Koxinga nel Regno di Tungning (a Taiwan) fino al 1683. Zhu Shugui proclamò di aver agito in nome del defunto imperatore Yongli. [101] I Qing alla fine rispedirono i diciassette principi Ming che vivevano ancora a Taiwan nella Cina continentale, dove trascorsero il resto della loro vita. [102]

Nel 1725 l'imperatore Qing Yongzheng conferì il titolo ereditario di marchese a un discendente della famiglia imperiale della dinastia Ming, Zhu Zhilian (朱之璉), che riceveva uno stipendio dal governo Qing e il cui compito era quello di eseguire rituali presso le tombe Ming. Anche la bandiera bianca della pianura cinese è stata inserita negli otto striscioni. Più tardi l'imperatore Qianlong conferì il titolo di Marchese di Grazia Estesa postumo a Zhu Zhilian nel 1750, e il titolo passò attraverso dodici generazioni di discendenti Ming fino alla fine della dinastia Qing nel 1912. L'ultimo Marchese di Grazia Estesa fu Zhu Yuxun (朱煜勳). Nel 1912, dopo il rovesciamento della dinastia Qing nella Rivoluzione Xinhai, alcuni sostennero che un cinese Han fosse insediato come imperatore, o il discendente di Confucio, che era il duca Yansheng, [103] [104] [105] [106] [107] o il discendente della famiglia imperiale della dinastia Ming, il Marchese di Grazia Estesa. [108] [109]

Provincia, prefettura, sottoprefettura, contea

Descritto come "una delle più grandi epoche di governo ordinato e stabilità sociale nella storia umana" da Edwin O. Reischauer, John K. Fairbank e Albert M. Craig, [110] gli imperatori Ming assunsero il controllo del sistema amministrativo provinciale della dinastia Yuan , e le tredici province Ming sono i precursori delle province moderne. Durante la dinastia Song, la più grande divisione politica era il circuito (lu ). [111] Tuttavia, dopo l'invasione di Jurchen nel 1127, la corte Song stabilì quattro sistemi di comando regionali semi-autonomi basati su unità territoriali e militari, con un segretariato di servizio distaccato che sarebbe diventato l'amministrazione provinciale delle dinastie Yuan, Ming e Qing. . [112] Copiata sul modello Yuan, la burocrazia provinciale Ming conteneva tre commissioni: una civile, una militare e una per la sorveglianza. Al di sotto del livello della provincia (sheng 省) erano prefetture (fu 府) operante sotto un prefetto (zhifu 知府), seguito dalle sottoprefetture (zhou 州) sotto un sottoprefetto. L'unità più bassa era la contea (xian ), supervisionato da un magistrato. Oltre alle province, vi erano anche due grandi aree che non appartenevano a nessuna provincia, ma erano aree metropolitane (jing 京) attaccato a Nanchino e Pechino. [113]

Istituzioni e uffici

Tendenze istituzionali

Partendo dal principale sistema amministrativo centrale generalmente noto come il sistema dei tre dipartimenti e dei sei ministeri, istituito da varie dinastie dalla fine degli Han (202 a.C. - 220 d.C.), l'amministrazione Ming aveva un solo dipartimento, il Segretariato, che controllava i Sei Ministeri. Dopo l'esecuzione del Cancelliere Hu Weiyong nel 1380, l'Imperatore Hongwu abolì il Segretariato, il Censurato e la Commissione Militare Capo e prese personalmente la responsabilità dei Sei Ministeri e delle Cinque Commissioni Militari regionali. [114] [115] Così un intero livello di amministrazione fu tagliato e solo parzialmente ricostruito dai governanti successivi. [114] Fu istituito il Gran Segretariato, all'inizio un'istituzione di segreteria che assisteva l'imperatore nelle pratiche amministrative, ma senza impiegare grandi consiglieri o cancellieri.

L'imperatore Hongwu inviò il suo erede apparente nello Shaanxi nel 1391 per "girare e calmare" (xunfu) la regione nel 1421 l'imperatore Yongle incaricò 26 funzionari di viaggiare per l'impero e di sostenere simili compiti investigativi e patrimoniali. Entro il 1430 questi xunfu incarichi divennero istituzionalizzati come "gran coordinatori". Quindi, il Censorato è stato reinstallato e dapprima dotato di censori investigativi, in seguito di censori in capo. Nel 1453, ai grandi coordinatori fu concesso il titolo di vice censore in capo o assistente censore in capo e gli fu concesso l'accesso diretto all'imperatore. [116] Come nelle precedenti dinastie, le amministrazioni provinciali erano controllate da un ispettore viaggiante del Censorato. I censori avevano il potere di mettere sotto accusa i funzionari su base irregolare, a differenza degli alti funzionari che dovevano farlo solo nelle valutazioni triennali dei funzionari più giovani. [116] [117]

Sebbene il decentramento del potere statale all'interno delle province si sia verificato all'inizio del Ming, la tendenza dei funzionari del governo centrale delegati alle province come governatori provinciali virtuali iniziò nel 1420. Alla fine della dinastia Ming, c'erano funzionari del governo centrale delegati a due o più province come comandanti supremi e viceré, un sistema che limitava il potere e l'influenza dei militari dall'establishment civile. [118]

Gran Segretariato e Sei Ministeri

Le istituzioni governative in Cina si sono conformate a un modello simile per circa duemila anni, ma ogni dinastia ha installato uffici e uffici speciali, che riflettono i propri interessi particolari. L'amministrazione Ming ha utilizzato i Grandi Segretari per assistere l'imperatore, gestendo le pratiche burocratiche sotto il regno dell'Imperatore Yongle e successivamente nominati alti funzionari delle agenzie e Gran Precettore, un posto di servizio civile di alto livello e non funzionale, sotto l'Imperatore Hongxi (r 1424–25). [119] Il Gran Segretariato attingeva i suoi membri dall'Accademia Hanlin ed era considerato parte dell'autorità imperiale, non di quella ministeriale (e quindi a volte in contrasto sia con l'imperatore che con i ministri). [120] Il Segretariato operava come agenzia di coordinamento, mentre i Sei Ministeri – Personale, Entrate, Riti, Guerra, Giustizia e Lavori pubblici – erano organi amministrativi diretti dello Stato: [121]

  1. Il Ministero del personale si occupava delle nomine, delle graduatorie di merito, delle promozioni e retrocessioni dei funzionari, nonché dell'assegnazione dei titoli onorifici. [122]
  2. Il Ministero delle Entrate aveva il compito di raccogliere i dati del censimento, riscuotere le tasse e gestire le entrate statali, mentre vi erano due uffici di valuta ad esso subordinati. [123]
  3. Il Ministero dei Riti era responsabile delle cerimonie statali, dei rituali e dei sacrifici, inoltre supervisionava i registri per i sacerdoti buddisti e taoisti e persino l'accoglienza di inviati dagli stati tributari. [124]
  4. Il Ministero della Guerra era responsabile delle nomine, delle promozioni e delle retrocessioni degli ufficiali militari, della manutenzione delle installazioni militari, dell'equipaggiamento e delle armi, nonché del sistema di corriere. [125]
  5. Il ministero della Giustizia era responsabile dei processi giudiziari e penali, ma non aveva alcun ruolo di supervisione sul censura o sulla Grande Corte di revisione. [126]
  6. Il Ministero dei Lavori Pubblici aveva la responsabilità dei progetti di costruzione del governo, l'assunzione di artigiani e manovali per il servizio temporaneo, la produzione di attrezzature governative, la manutenzione di strade e canali, la standardizzazione di pesi e misure e la raccolta di risorse dalle campagne. [126]

Uffici e uffici per la casa imperiale

La famiglia imperiale era composta quasi interamente da eunuchi e dame con i propri uffici. [127] Le domestiche erano organizzate nell'Ufficio delle presenze del palazzo, nell'Ufficio delle cerimonie, nell'Ufficio dell'abbigliamento, nell'Ufficio delle derrate alimentari, nell'Ufficio della camera da letto, nell'Ufficio dell'artigianato e nell'Ufficio di sorveglianza del personale. [127] A partire dal 1420, gli eunuchi iniziarono ad assumere le posizioni di queste donne fino a quando rimase solo l'Ufficio dell'Abbigliamento con i suoi quattro uffici sussidiari. [127] Hongwu fece organizzare i suoi eunuchi nella Direzione degli assistenti di palazzo, ma con l'aumentare del potere degli eunuchi a corte, aumentarono anche i loro uffici amministrativi, con eventuali dodici direzioni, quattro uffici e otto uffici. [127] La ​​dinastia aveva una vasta famiglia imperiale, composta da migliaia di eunuchi, che erano guidati dalla Direzione dei servitori di palazzo. Gli eunuchi erano divisi in diverse direzioni incaricate della sorveglianza del personale, dei riti cerimoniali, del cibo, degli utensili, dei documenti, delle stalle, dei sigilli, dell'abbigliamento e così via. [128] Gli uffici erano incaricati di fornire carburante, musica, carta e bagni. [128] Gli uffici erano incaricati di armi, argenteria, riciclaggio, copricapo, lavori in bronzo, fabbricazione tessile, cantine e giardini. [128] A volte, l'eunuco più influente nella Direzione del Cerimoniale fungeva da a di fatto dittatore sullo stato. [129]

Sebbene la famiglia imperiale fosse composta principalmente da eunuchi e dame di palazzo, c'era un ufficio di servizio civile chiamato Seal Office, che cooperava con le agenzie eunuche nel mantenere i sigilli imperiali, i conti e i francobolli. [130] C'erano anche uffici di servizio civile per sovrintendere agli affari dei principi imperiali. [131]

Personale

Studiosi-funzionari

L'imperatore Hongwu dal 1373 al 1384 assunse i suoi uffici con funzionari raccolti solo tramite raccomandazioni. Successivamente gli studiosi-ufficiali che popolavano i molti ranghi della burocrazia furono reclutati attraverso un rigoroso sistema di esami che fu inizialmente stabilito dalla dinastia Sui (581-618). [133] [134] [135] In teoria il sistema degli esami permetteva a chiunque di entrare nei ranghi dei funzionari imperiali (sebbene fosse disapprovato per i mercanti aderirvi) in realtà il tempo e i finanziamenti necessari per sostenere lo studio in preparazione all'esame partecipanti generalmente limitati a quelli già provenienti dalla classe dei proprietari terrieri. Tuttavia, il governo ha imposto le quote provinciali durante la stesura dei funzionari. Questo era uno sforzo per frenare il monopolio del potere da parte dei proprietari terrieri che provenivano dalle regioni più prospere, dove l'istruzione era la più avanzata. L'espansione dell'industria della stampa sin dai tempi di Song ha aumentato la diffusione delle conoscenze e del numero di potenziali candidati agli esami in tutte le province. Per i giovani scolari c'erano tabelline stampate e primer per il vocabolario elementare per i candidati all'esame per adulti c'erano volumi economici prodotti in serie di classici confuciani e risposte agli esami di successo. [136]

Come nei periodi precedenti, il focus dell'esame erano i classici testi confuciani, mentre la maggior parte del materiale di prova era incentrato sui Quattro Libri delineati da Zhu Xi nel XII secolo. [137] Gli esami dell'era Ming erano forse più difficili da superare poiché il requisito del 1487 di completare il "saggio a otto gambe", una deviazione dal basare i saggi sulle tendenze letterarie in progresso. Gli esami aumentavano in difficoltà man mano che lo studente progrediva dal livello locale e di conseguenza venivano assegnati titoli appropriati ai candidati prescelti. I funzionari erano classificati in nove gradi gerarchici, ogni grado diviso in due gradi, con stipendi variabili (pagati nominalmente in piculs di riso) in base al loro grado. Mentre i laureati provinciali che venivano nominati in carica venivano immediatamente assegnati a posti di basso rango come i laureati di contea, quelli che superavano l'esame di palazzo ricevevano un jinshi ("studioso presentato") e ha assicurato una posizione di alto livello. [138] In 276 anni di governo Ming e novanta esami di palazzo, il numero di diplomi di dottorato concessi con il superamento degli esami di palazzo era di 24.874. [139] Ebrey afferma che "c'erano solo da due a quattromila di questi jinshi in un dato momento, nell'ordine di uno su 10.000 maschi adulti." Questo era in confronto ai 100.000 shengyuan ("studenti governativi"), il livello più basso di laureati, nel XVI secolo. [140]

La durata massima in carica era di nove anni, ma ogni tre anni i funzionari venivano valutati in base alle loro prestazioni da alti funzionari. Se sono stati classificati come superiori allora sono stati promossi, se classificati adeguati allora hanno mantenuto i loro ranghi, e se classificati inadeguati sono stati retrocessi di un grado. In casi estremi, i funzionari sarebbero stati licenziati o puniti. Solo i funzionari di capitale di grado 4 e superiori erano esentati dal controllo della valutazione registrata, sebbene ci si aspettasse che confessassero le loro colpe. C'erano oltre 4.000 istruttori scolastici nelle scuole provinciali e prefettizie che erano soggetti a valutazioni ogni nove anni. Il capo istruttore a livello di prefettura è stato classificato come pari a un laureato della contea di secondo grado. Il Supervisore dell'Istruzione Imperiale sovrintendeva all'educazione dell'erede al trono, questo ufficio era guidato da un Gran Supervisore dell'Istruzione, che era classificato come prima classe di grado tre. [141]

Gli storici discutono se il sistema di esami ha ampliato o ridotto la mobilità sociale verso l'alto. Da un lato, gli esami venivano valutati indipendentemente dal contesto sociale del candidato ed erano teoricamente aperti a tutti. [142] In pratica, i candidati prescelti hanno avuto anni di un tutoraggio molto costoso e sofisticato del tipo che le ricche famiglie nobili si specializzavano nel fornire ai loro figli di talento. In pratica, il 90 percento della popolazione non era ammissibile a causa della mancanza di istruzione, ma il 10 percento più alto aveva le stesse possibilità di passare al vertice. Per avere successo i giovani dovevano avere una formazione ampia e costosa nel cinese classico, l'uso del mandarino nella conversazione parlata, nella calligrafia e dovevano padroneggiare gli intricati requisiti poetici del saggio a otto zampe. Non solo la nobiltà tradizionale dominava il sistema, ma imparava anche che il conservatorismo e la resistenza alle nuove idee erano la strada per il successo. Per secoli i critici avevano sottolineato questi problemi, ma il sistema degli esami è diventato solo più astratto e meno pertinente alle esigenze della Cina. [143] Il consenso degli studiosi è che il saggio a otto zampe può essere accusato di essere una delle principali cause della "stagnazione culturale e dell'arretratezza economica della Cina". Tuttavia Benjamin Ellman sostiene che c'erano alcune caratteristiche positive, dal momento che la forma del saggio era in grado di favorire "il pensiero astratto, la persuasività e la forma prosodica" e che la sua struttura elaborata scoraggiava una narrativa vagabonda e sfocata". [144]

Funzionari minori

Gli studiosi-ufficiali che sono entrati nel servizio civile attraverso gli esami hanno agito come funzionari esecutivi per un corpo molto più ampio di personale non classificato chiamato funzionari minori. Erano più numerosi dei funzionari di quattro a uno Charles Hucker stima che fossero forse fino a 100.000 in tutto l'impero. Questi funzionari minori svolgevano compiti d'ufficio e tecnici per agenzie governative. Eppure non devono essere confusi con umili littori, corridori e portatori. I funzionari minori ricevevano valutazioni periodiche di merito come i funzionari e dopo nove anni di servizio potevano essere accettati in un basso grado di servizio civile. [145] L'unico grande vantaggio dei funzionari minori sugli ufficiali era che i funzionari venivano periodicamente ruotati e assegnati a diversi posti regionali e dovevano fare affidamento sul buon servizio e sulla cooperazione dei funzionari minori locali. [146]

Eunuchi, principi e generali

Gli eunuchi ottennero un potere senza precedenti sugli affari di stato durante la dinastia Ming. Uno dei mezzi di controllo più efficaci era il servizio segreto di stanza in quello che all'inizio della dinastia fu chiamato Deposito Orientale, poi Deposito Occidentale. Questo servizio segreto era supervisionato dalla Direzione del Cerimoniale, da qui l'affiliazione spesso totalitaria di questo organo statale. Gli eunuchi avevano gradi equivalenti ai gradi del servizio civile, solo i loro avevano quattro gradi invece di nove. [147] [148]

I discendenti del primo imperatore Ming furono nominati principi e ricevettero comandi militari (tipicamente nominali), stipendi annuali e grandi proprietà. Il titolo usato era "re" (王, wang) ma – a differenza dei principi delle dinastie Han e Jin – questi feudi non erano feudatari, i principi non svolgevano alcuna funzione amministrativa, e partecipavano agli affari militari solo durante i regni dei primi due imperatori. [149] La ribellione del principe di Yan fu giustificata in parte come difesa dei diritti dei principi, ma una volta che l'imperatore Yongle fu intronizzato, continuò la politica di suo nipote di disarmare i suoi fratelli e allontanò i loro feudi dal confine settentrionale militarizzato. Sebbene i principi non servissero alcun organo dell'amministrazione statale, i principi, le consorti delle principesse imperiali e i parenti nobilitati facevano parte del personale della Corte del Clan Imperiale, che supervisionava la genealogia imperiale. [131]

Come i funzionari studiosi, i generali militari erano classificati in un sistema di classificazione gerarchico e ricevevano valutazioni di merito ogni cinque anni (anziché tre anni per i funzionari). [150] Tuttavia, gli ufficiali militari avevano meno prestigio degli ufficiali. Ciò era dovuto al loro servizio ereditario (anziché basato esclusivamente sul merito) e ai valori confuciani che dettavano coloro che sceglievano la professione della violenza (wu) rispetto alle ricerche colte della conoscenza (wen). [151] Sebbene visti come meno prestigiosi, gli ufficiali militari non furono esclusi dagli esami per il servizio civile, e dopo il 1478 i militari tennero persino i propri esami per testare le abilità militari. [152] Oltre ad assumere la struttura burocratica stabilita dal periodo Yuan, gli imperatori Ming stabilirono il nuovo incarico di ispettore militare viaggiante. Nella prima metà della dinastia, gli uomini di nobile lignaggio dominavano i ranghi più alti dell'ufficio militare, questa tendenza fu invertita durante la seconda metà della dinastia quando gli uomini di origini più umili alla fine li sostituirono. [153]

Letteratura e arte

La letteratura, la pittura, la poesia, la musica e l'opera cinese di vario genere fiorirono durante la dinastia Ming, specialmente nella bassa valle dello Yangzi, economicamente prospera. Sebbene la narrativa breve fosse stata popolare fin dalla dinastia Tang (618-907), [154] e le opere di autori contemporanei come Xu Guangqi, Xu Xiake e Song Yingxing erano spesso tecniche ed enciclopediche, lo sviluppo letterario più sorprendente era il romanzo volgare. Mentre l'élite della nobiltà era abbastanza istruita da comprendere appieno la lingua del cinese classico, quelli con un'istruzione rudimentale - come le donne nelle famiglie istruite, i mercanti e le commesse - divennero un vasto pubblico potenziale per la letteratura e le arti dello spettacolo che impiegavano il cinese vernacolare. [155] Gli studiosi letterati modificarono o svilupparono importanti romanzi cinesi in forma matura in questo periodo, come Margine dell'acqua e Viaggio verso ovest. Jin Ping Mei, pubblicato nel 1610, sebbene incorpori materiale precedente, segna la tendenza verso una composizione indipendente e l'interesse per la psicologia. [156] Negli ultimi anni della dinastia, Feng Menglong e Ling Mengchu innovarono con la narrativa breve vernacolare. Le sceneggiature teatrali erano ugualmente fantasiose. Il più famoso, Il Padiglione delle Peonie, è stato scritto da Tang Xianzu (1550-1616), con la sua prima rappresentazione al Padiglione del principe Teng nel 1598.

Il saggio informale e la scrittura di viaggio sono stati un altro punto culminante. Xu Xiake (1587-1641), un autore di letteratura di viaggio, pubblicò il suo Diari di viaggio in 404.000 caratteri scritti, con informazioni su tutto, dalla geografia locale alla mineralogia. [157] [158] Il primo riferimento alla pubblicazione di giornali privati ​​a Pechino è stato nel 1582 dal 1638 il Gazzetta di Pechino passato dall'uso della xilografia alla stampa a caratteri mobili. [159] Il nuovo campo letterario della guida morale all'etica degli affari si sviluppò durante il tardo periodo Ming, per i lettori della classe mercantile. [160]

In contrasto con Xu Xiake, che si concentrò sugli aspetti tecnici nella sua letteratura di viaggio, il poeta cinese e ufficiale Yuan Hongdao (1568-1610) usò la letteratura di viaggio per esprimere i suoi desideri di individualismo, autonomia e frustrazione con la politica di corte confuciana. [161] Yuan desiderava liberarsi dai compromessi etici che erano inseparabili dalla carriera di uno studioso-ufficiale. Questo sentimento anti-ufficiale nella letteratura e nella poesia di viaggio di Yuan stava in realtà seguendo la tradizione del poeta della dinastia Song e ufficiale Su Shi (1037-1101). [162] Yuan Hongdao ei suoi due fratelli, Yuan Zongdao (1560–1600) e Yuan Zhongdao (1570–1623), furono i fondatori della Scuola di lettere Gong'an. [163] Questa scuola altamente individualistica di poesia e prosa fu criticata dall'establishment confuciano per la sua associazione con un intenso lirismo sensuale, che era evidente anche nei romanzi volgari Ming come il Jin Ping Mei. [163] Eppure anche la nobiltà e gli studiosi-ufficiali furono influenzati dalla nuova letteratura romantica popolare, cercando cortigiane come anime gemelle per rievocare le eroiche storie d'amore che i matrimoni combinati spesso non potevano fornire o accogliere. [164]

Famosi pittori includevano Ni Zan e Dong Qichang, così come i Quattro Maestri della dinastia Ming, Shen Zhou, Tang Yin, Wen Zhengming e Qiu Ying. Hanno attinto alle tecniche, agli stili e alla complessità della pittura raggiunta dai loro predecessori Song e Yuan, ma hanno aggiunto tecniche e stili. I famosi artisti Ming potevano guadagnarsi da vivere semplicemente dipingendo a causa degli alti prezzi che richiedevano per le loro opere e della grande richiesta da parte della comunità altamente colta di raccogliere preziose opere d'arte. L'artista Qiu Ying una volta è stato pagato 2,8 kg (100 once) di argento per dipingere un lungo rotolo a mano per la celebrazione dell'ottantesimo compleanno della madre di un ricco mecenate. Artisti famosi spesso riunivano un entourage di seguaci, alcuni erano dilettanti che dipingevano mentre perseguivano una carriera ufficiale e altri che erano pittori a tempo pieno. [165]

Il periodo era rinomato anche per le ceramiche e le porcellane. Il principale centro di produzione della porcellana erano le fornaci imperiali di Jingdezhen nella provincia di Jiangxi, più famose nel periodo per la porcellana blu e bianca, ma anche produttrici di altri stili. Le fabbriche di porcellana Dehua nel Fujian soddisfacevano i gusti europei creando porcellane cinesi da esportazione alla fine del XVI secolo. Anche singoli ceramisti divennero noti, come He Chaozong, che divenne famoso all'inizio del XVII secolo per il suo stile di scultura in porcellana bianca. In Il commercio della ceramica in Asia, Chuimei Ho stima che circa il 16% delle esportazioni di ceramiche cinesi della fine dell'era Ming fossero destinate all'Europa, mentre il resto era destinato al Giappone e al sud-est asiatico. [166]

Disegni scolpiti su oggetti laccati e smaltati su oggetti di porcellana mostravano scene intricate simili per complessità a quelle della pittura. Questi oggetti potevano essere trovati nelle case dei ricchi, accanto a sete ricamate e articoli in giada, avorio e cloisonné. Anche le case dei ricchi erano arredate con mobili in palissandro e tralicci di piume. I materiali per scrivere nello studio privato di uno studioso, compresi i portapennelli riccamente intagliati in pietra o legno, sono stati progettati e disposti ritualmente per dare un fascino estetico. [167]

Gli intenditori nel tardo periodo Ming erano incentrati su questi oggetti di raffinato gusto artistico, che fornivano lavoro a mercanti d'arte e persino a truffatori sotterranei che facevano essi stessi imitazioni e false attribuzioni. [167] Il gesuita Matteo Ricci durante il soggiorno a Nanchino scrisse che gli artisti della truffa cinesi erano ingegnosi nel realizzare falsificazioni e profitti enormi. [168] Tuttavia, c'erano delle guide per aiutare il nuovo conoscitore diffidente Liu Tong (morto nel 1637) a scrivere un libro stampato nel 1635 che spiegava ai suoi lettori come individuare opere d'arte false e autentiche. [169] Ha rivelato che un'opera in bronzo dell'era Xuande (1426-1435) poteva essere autenticata giudicando le sue lucide porcellane dell'era Yongle (1402-1424) potevano essere giudicate autentiche dal loro spessore. [170]

Religione

Le credenze religiose dominanti durante la dinastia Ming erano le varie forme di religione popolare cinese e i tre insegnamenti: confucianesimo, taoismo e buddismo. I lama tibetani sostenuti dagli Yuan caddero in disgrazia e i primi imperatori Ming favorirono particolarmente il taoismo, garantendo ai suoi praticanti molte posizioni negli uffici rituali dello stato. [171] L'imperatore Hongwu ridusse la cultura cosmopolita della dinastia mongola Yuan, e il prolifico principe di Ning Zhu Quan compose persino un'enciclopedia che attaccava il buddismo come un "culto in lutto" straniero, deleterio per lo stato, e un'altra enciclopedia che successivamente si unì al Canone taoista. [171]

L'Islam era anche ben consolidato in tutta la Cina, con una storia che si dice sia iniziata con Sa'd ibn Abi Waqqas durante la dinastia Tang e un forte sostegno ufficiale durante lo Yuan. Sebbene i Ming riducano drasticamente questo sostegno, all'inizio c'erano ancora diverse figure musulmane di spicco, tra cui i generali dell'imperatore Hongwu Chang Yuqun, Lan Yu, Ding Dexing e Mu Ying, [172] così come il potente eunuco dell'imperatore Yongle Zheng He. Il codice Ming richiedeva alle donne e agli uomini musulmani mongoli e dell'Asia centrale semu di sposare cinesi han dopo che il primo imperatore Ming Hongwu aveva approvato la legge nell'articolo 122. [173] [174] [175]

L'avvento dei Ming fu inizialmente devastante per il cristianesimo: nel suo primo anno, l'imperatore Hongwu dichiarò le ottantenni missioni francescane tra gli Yuan eterodosse e illegali. [177] Scomparve anche la secolare chiesa nestoriana. Durante il successivo Ming arrivò una nuova ondata di missionari cristiani, in particolare gesuiti, che impiegarono la nuova scienza e tecnologia occidentale nelle loro argomentazioni a favore della conversione. Furono educati in lingua e cultura cinese al St. Paul's College di Macao dopo la sua fondazione nel 1579. Il più influente fu Matteo Ricci, la cui "Mappa della miriade di paesi del mondo" capovolse la geografia tradizionale in tutta l'Asia orientale e il cui lavoro con il convertito Xu Guangqi portò alla prima traduzione cinese di Euclide's Elementi nel 1607. La scoperta di una stele nestoriana a Xi'an nel 1625 permise anche di trattare il cristianesimo come una fede antica e consolidata, piuttosto che come un nuovo e pericoloso culto. Tuttavia, c'erano forti disaccordi sulla misura in cui i convertiti potevano continuare a eseguire rituali per l'imperatore, Confucio o i loro antenati: Ricci era stato molto accomodante e un tentativo dei suoi successori di fare marcia indietro da questa politica portò all'incidente di Nanchino del 1616 , che esiliò quattro gesuiti a Macao e costrinse gli altri ad abbandonare la vita pubblica per sei anni. [178] Una serie di spettacolari fallimenti degli astronomi cinesi – inclusa la mancanza di un'eclissi facilmente calcolabile da Xu Guangqi e Sabatino de Ursis – e un ritorno dei gesuiti a presentarsi come colti studiosi di stampo confuciano [179] ripristinarono le loro fortune. Tuttavia, alla fine dei Ming, i domenicani avevano iniziato la controversia sui riti cinesi a Roma che alla fine avrebbe portato a un divieto totale del cristianesimo sotto la dinastia Qing.

Durante la sua missione, Ricci è stato anche contattato a Pechino da uno dei circa 5.000 ebrei di Kaifeng e ha presentato loro e la loro lunga storia in Cina in Europa. [180] Tuttavia, l'alluvione del 1642 causata dal governatore Ming di Kaifeng devastò la comunità, che perse cinque delle sue dodici famiglie, la sua sinagoga e la maggior parte della sua Torah. [181]

Filosofia

Il confucianesimo di Wang Yangming

Durante la dinastia Ming, le dottrine neoconfuciane dello studioso Song Zhu Xi furono abbracciate dalla corte e dai letterati cinesi in generale, sebbene la linea diretta della sua scuola fu distrutta dallo sterminio dei dieci gradi di parentela di Fang da parte dell'imperatore Yongle. Xiaoru nel 1402. Lo studioso Ming più influente sulle generazioni successive, tuttavia, fu Wang Yangming (1472-1529), i cui insegnamenti furono attaccati ai suoi tempi per la loro somiglianza con il buddismo Chan. [182] Basandosi sul concetto di Zhu Xi di "estensione della conoscenza" (理學 o 格物致知), acquisendo comprensione attraverso un'indagine attenta e razionale di cose ed eventi, Wang ha sostenuto che i concetti universali sarebbero apparsi nella mente di chiunque. [183] ​​Pertanto, affermò che chiunque, indipendentemente dal pedigree o dall'istruzione, poteva diventare saggio come lo erano stati Confucio e Mencio e che i loro scritti non erano fonti di verità, ma semplicemente guide che potevano avere dei difetti se esaminate attentamente. [184] Un contadino con una grande esperienza e intelligenza sarebbe quindi più saggio di un funzionario che avesse memorizzato i Classici ma non avesse sperimentato il mondo reale. [184]

Reazione conservativa

Altri studiosi-burocrati erano diffidenti nei confronti dell'eterodossia di Wang, del numero crescente dei suoi discepoli mentre era ancora in carica e del suo messaggio socialmente ribelle in generale. Per frenare la sua influenza, fu spesso inviato ad occuparsi di affari militari e ribellioni lontano dalla capitale. Eppure le sue idee penetrarono nel pensiero cinese tradizionale e stimolarono un nuovo interesse per il taoismo e il buddismo. [182] Inoltre, le persone iniziarono a mettere in discussione la validità della gerarchia sociale e l'idea che lo studioso dovesse essere al di sopra del contadino. Il discepolo di Wang Yangming e il lavoratore della miniera di sale Wang Gen ha tenuto conferenze alla gente comune sul perseguire l'istruzione per migliorare la propria vita, mentre il suo seguace He Xinyin (何心隱) ha sfidato l'elevazione e l'enfasi della famiglia nella società cinese. [182] Il suo contemporaneo Li Zhi insegnò persino che le donne erano intellettuali alla pari degli uomini e che avrebbero dovuto ricevere un'istruzione migliore. Li e lui alla fine morirono in prigione, incarcerati con l'accusa di diffondere "idee pericolose". [185] Eppure queste "idee pericolose" di educare le donne erano state a lungo abbracciate da alcune madri [186] e da cortigiane che erano alfabetizzate e abili nella calligrafia, nella pittura e nella poesia come i loro ospiti maschili. [187]

Le opinioni liberali di Wang Yangming furono contrastate dal Censorato e dall'Accademia Donglin, ristabilita nel 1604. Questi conservatori volevano un risveglio dell'etica confuciana ortodossa. Conservatori come Gu Xiancheng (1550-1612) si opposero all'idea di Wang di conoscenza morale innata, affermando che si trattava semplicemente di una legittimazione per comportamenti senza scrupoli come attività avide e guadagno personale. Questi due filoni del pensiero confuciano, induriti dalle nozioni di obbligo degli studiosi cinesi nei confronti dei loro mentori, si svilupparono in un diffuso faziosità tra i ministri di stato, che sfruttarono ogni opportunità per mettere sotto accusa i membri dell'altra fazione dalla corte. [188]


Contenuti

A parte il prestigio di essere il primo a fare l'immersione più profonda, il Navy Electronics Laboratory ha i seguenti obiettivi per il Progetto Nekton a sostegno della sua ricerca del suono subacqueo per SOSUS e lo sviluppo del sonar: [4]

  • determinazione precisa della velocità del suono in tutta la colonna d'acqua esplorata
  • determinazione della temperatura della colonna d'acqua e della struttura della salinità
  • misurazioni della corrente d'acqua
  • osservazioni di penetrazione della luce, visibilità e bioluminescenza
  • distribuzione degli organismi in osservazione nella colonna d'acqua e sul fondo marino
  • studio geologico marino dell'ambiente di trincea
  • prove ingegneristiche di apparecchiature a grandi profondità
  • determinazione degli effetti della pressione sulla polarità dello scafo

Trieste partì da San Diego il 5 ottobre 1959 per Guam a bordo del mercantile SS Santa Mariana partecipare a Progetto Nekton, una serie di immersioni molto profonde nei pressi di Guam, culminate in una discesa alla Fossa delle Marianne. Era stato modificato con un galleggiante a benzina più grande, vasche di zavorra più grandi e una sfera a pressione pesante di nuova concezione (prodotta da Krupp in Germania), dopo essere stata acquistata dall'Ufficio di ricerca navale, che ha intrapreso la modifica. [4]

Guam è stata selezionata per le immersioni di prova perché era un'importante base navale con strutture complete a soli 200 miglia (320 km) dal Challenger Deep. Il rimorchiatore USS Wandank (ATA-204) trainato Trieste tra Guam e i siti di immersione in cui il progetto ammiraglia USS Lewis (DE-535) ha tracciato il sommerso Trieste con sonar. Le prime due immersioni di prova della serie Nekton sono state condotte a Guam nel porto di Apra, quindi una terza immersione al largo del fianco occidentale di Guam ha raggiunto i 4.900 piedi (1.500 m). Questa immersione doveva avere la stessa durata dell'immersione profonda per un test di resistenza per rivelare guasti materiali o pericoli non incontrati durante immersioni più brevi. Trieste potrebbe emergere in 20 minuti da questa profondità in caso di problemi, ma non si sono verificati problemi. [4]

Quarta immersione Modifica

La quarta immersione della serie Nekton è stata un'immersione molto profonda nel Nero Deep della Fossa delle Marianne. Questa profondità era stata scoperta nel 1899 dalla USS Nero (AC-17) alla ricerca di un cavo d'altura verso l'oriente. Era l'immersione 61 in una lunga serie di immersioni al batiscafo supervisionate da Jacques Piccard. Trieste ha raggiunto i 18.600 piedi (5.700 m), successivamente ricalibrato a 18.150 piedi (5.530 m) di profondità, al fondo del mare, il 15 novembre 1959. Questa immersione ha stabilito un nuovo record mondiale di profondità precedentemente detenuto dalla Marina francese per i 13.440 piedi (4.100 m) discesa sul loro batiscafo FNRS-3 al largo di Dakar, in Senegal nel 1954. [4]

Gli alisei di nord-est hanno causato l'alto mare rallentando il traino verso il sito di immersione e sollevando preoccupazione per i danni alle Trieste' s l'attrezzatura della parte superiore mentre si infilava nelle onde. Il mare è stato moderato il giorno dell'immersione e l'ispezione pre-immersione non ha riscontrato danni. Le navi di superficie hanno perso il contatto telefonico subacqueo con Trieste quando il batiscafo è sceso al di sotto di 6.000 piedi (1.800 m) e la comunicazione al di sotto di tale profondità è stata limitata a pochi codici di segnale digitati manualmente dal trasduttore del batiscafo. Una piccola barca è rimasta sul sito di immersione mentre il rimorchiatore e il cacciatorpediniere si sono fermati a 3,2 km per evitare danni Trieste se il batiscafo affiorasse sotto di loro. Poco prima che il batiscafo emergesse, il suo equipaggio fu sorpreso da un forte "bang" quando i segmenti del batiscafo in espansione rompevano le loro guarnizioni epossidiche a una profondità di 9,1 m. L'ispezione dopo il ritorno a Guam ha rivelato alcune perdite d'acqua lungo i sigilli tra le tre sezioni della sfera. Trieste è stato tolto dall'acqua per sostituire le guarnizioni di colla epossidica e aumentarle con fasce ad anello di tenuta meccanica. Durante questo periodo di riparazione è stata installata anche una nuova strumentazione. [4]

L'immersione 62 (quinta della serie Nekton) è stata un'altra immersione ad Apra Harbour per testare la nuova strumentazione. C'era anche qualche preoccupazione per la possibile perdita tra i segmenti della sfera di batiscafo vicino alla superficie, sebbene ci si aspettasse che la pressione sigillasse i giunti in profondità. L'immersione successiva (la sesta della serie, l'immersione 63 per Piccard) è stata un'altra immersione alla cassa il 18 dicembre, a ovest di Guam. Ha raggiunto i 5.700 piedi (1.700 m) per testare le bande di tenuta e la nuova strumentazione a quella profondità. Sebbene di solito non siano considerati parte della serie contata, ci sono state cinque immersioni poco profonde di 100 piedi (30 m) per scopi di addestramento dell'equipaggio ad Apra Harbour prima della successiva immersione profonda della serie. [4]

Settima immersione Modifica

L'immersione successiva (l'immersione 64 in una serie, la settima nella serie Nekton) ha raggiunto i 24.000 piedi (7.300 m) nel Nero Deep nella Fossa delle Marianne a 70 miglia (110 km) al largo di Guam. Sebbene questa immersione abbia stabilito un nuovo record di profondità, durante il traino al sito di immersione si sono verificati alcuni danni all'attrezzatura della parte superiore che hanno impedito a questa immersione di raggiungere il fondo, 48 piedi (15 m) sotto. Il danneggiamento della parte superiore della valvola di rilascio della benzina ha impedito la regolazione dell'assetto negativo dopo che la zavorra era stata rilasciata quando è stato suonato il fondo e, una volta sollevato, il batiscafo non poteva essere fermato. L'equipaggio è stato sorpreso da rumori di implosione come Trieste scese oltre 20.000 piedi (6.100 m). Una luce di navigazione portatile che avrebbe dovuto essere rimossa prima dell'immersione è implosa e un candeliere del tubo superiore installato di recente per motivi di sicurezza è crollato perché non erano stati praticati fori di compensazione. Le implosioni non hanno causato danni strutturali o strumentali e un telefono subacqueo di nuova installazione ha consentito la comunicazione vocale con la superficie a maggiori profondità. [4]

Immergersi nelle profondità dello sfidante Modifica

Lewis arrivato al sito di immersione il 20 gennaio per individuare il Challenger Deep per Trieste' s tuffo. Il fathometer della nave non era progettato per tali profondità. Lewis determinazioni di profondità facendo cadere cariche esplosive sul lato e cronometrando l'intervallo tra l'esplosione e l'eco di ritorno. Oltre 300 cariche esplosive sono state utilizzate per individuare l'area della trincea bersaglio lunga 4 miglia (6,4 km) e larga 1,6 km. [4]

Nella dive 65 (ottava nella serie Nekton), il 23 gennaio 1960, Trieste [2] raggiunse il fondo dell'oceano nel Challenger Deep (la parte meridionale più profonda della Fossa delle Marianne), trasportando Jacques Piccard (figlio del progettista della barca Auguste Piccard) e il tenente Don Walsh, USN. Questa era la prima volta che una nave, con o senza equipaggio, raggiungeva il punto più profondo degli oceani della Terra. I sistemi di bordo indicavano una profondità di 11.521 metri (37.799 piedi), anche se questa è stata successivamente rivista a 10.916 metri (35.814 piedi) e misurazioni più accurate effettuate nel 1995 hanno rilevato che il Challenger Deep è leggermente più basso, a 10.911 metri (35.797 piedi) .

La discesa sul fondo dell'oceano è durata 4 ore e 48 minuti a una velocità di discesa di 0,914 m/s (3,29 km/h 2,04 mph). [5] [6] Dopo aver superato 30.000 piedi (9.000 m) uno dei vetri esterni della finestra in plexiglas si ruppe, scuotendo l'intera nave. [7] I due uomini trascorsero appena venti minuti sul fondo dell'oceano, mangiando barrette di cioccolato per mantenersi in forze. All'epoca la temperatura nella cabina era di soli 7 °C (45 °F). Mentre erano sul fondo alla massima profondità, Piccard e Walsh hanno inaspettatamente riacquistato la capacità di comunicare con Wandank utilizzando un sistema di comunicazione vocale sonar/idrofono. [8] A una velocità di quasi un miglio al secondo (1,6 km/s) (circa cinque volte la velocità del suono nell'aria), ci sono voluti circa sette secondi perché un messaggio vocale viaggiasse dall'imbarcazione alla nave di superficie e un altro sette secondi per il ritorno delle risposte.

Mentre erano sul fondo, Piccard e Walsh hanno riferito di aver osservato un certo numero di piccole sogliole e passere che nuotano via, indicando che almeno alcuni vertebrati potrebbero resistere agli estremi di pressione in qualsiasi oceano terrestre. Hanno notato che il pavimento del Challenger Deep consisteva di "melma di diatomee". L'ascesa alla superficie ha richiesto tre ore e quindici minuti.

La successiva imbarcazione con equipaggio a raggiungere il fondo del Challenger Deep era Sfidante del mare profondo, il 25 marzo 2012. Un'imbarcazione robotica giapponese Kaikō ha raggiunto il fondo del Challenger Deep nel 1995. Il Nereus veicolo ibrido a comando remoto (HROV) ha raggiunto il fondo il 31 maggio 2009. [9]


Il contenuto di questo argomento è stato archiviato il 3 aprile 2018. Non ci sono lacune evidenti in questo argomento, ma potrebbero ancora mancare alcuni post alla fine.

Ciao,
voglio provare ad aiutare ad avviare il supporto per l'asus rt-ac66u, da dove posso iniziare?
Ho scoperto che il dispositivo ha una porta seriale di facile accesso.
l'ho testato e c'è quello che mostra il bootloader:

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: 一 10 月 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.

Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes

Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)

Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.

ho compilato e utilizzato openwrt su molti dispositivi, ma questa è la prima volta che parto da zero.

dispositivo molto interessante!

target BCM947xx/953xx ha una patch per rilevare RT-N66U, quindi è probabile che si avvii.
prova a compilare un'immagine ramdisk compressa con lzma e avviala da rete

vedere http://wiki.openwrt.org/toh/linksys/e3000/3.0.4_bootlog in particolare
'CFE> boot -tftp -elf 192.168.1.2:/incoming/vmlinux.elf' per tftpoot l'immagine

si prega di inviare un messaggio di aiuto da cfe promt per vedere compilato nei comandi cfe e anche un log di avvio completo del kernel di serie

provato con openwrt-brcm47xx-vmlinux-initramfs.elf :

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: 一 10 月 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.

Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes

Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)

Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.
Blocco di avvio non valido su disco
Blocco di avvio non valido su disco
Controlla il risultato di 2 trx: -31, -31
Ciao!! Entra in modalità soccorso: (Controlla errore)

provato con openwrt-brcm47xx-squashfs.trx openwrt-brcm47xx-initramfs.trx :

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: 一 10 月 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.

Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes

Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)

Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.
Controlla il risultato di 2 trx: 0, 0
vai a caricare
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File:: Opzioni: (null)
Caricamento: server TFTP.
Fallito.
Impossibile caricare :: Timeout verificato
Loader: raw Filesys: raw Dev: nflash0.os File: Opzioni: (null)
Caricamento: .. 3780 byte letti
Inserimento a 0x80001000
Rete di chiusura.
Avvio del programma a 0x80001000

penso che carichi solo immagini .trx

CFE> aiuto
Comandi disponibili:

mostra dispositivi Visualizza le informazioni sui dispositivi installati.
mostra orologi Mostra i valori correnti degli orologi.
nvram utilità NVRAM.
riavvia Riavvia.
flash Aggiorna un dispositivo di memoria flash
batch Carica un file batch in memoria ed eseguilo
vai Verifica e avvia l'immagine del sistema operativo.
boot Carica un file eseguibile in memoria ed eseguilo
load Carica un file eseguibile in memoria senza eseguirlo
save Salva una regione di memoria in un file remoto tramite TFTP
ping Eseguire il ping di un host IP remoto.
arp Visualizza o modifica la tabella ARP
ifconfig Configura l'interfaccia Ethernet
aiuto Ottieni aiuto per i comandi CFE

Per ulteriori informazioni su un comando, inserisci 'help nome-comando'
*** stato comando = 0

ecco l'aiuto, ora sto creando un txt del log di avvio completo

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: 一 10月 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.

Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes

Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)

Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.
Controlla il risultato di 2 trx: 0, 0
vai a caricare
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File:: Opzioni: (null)
Caricamento: server TFTP.
Fallito.
Impossibile caricare :: Timeout verificato
Loader: raw Filesys: raw Dev: nflash0.os File: Opzioni: (null)
Caricamento: . 3330860 byte letti
Inserimento a 0x80001000
Rete di chiusura.
Avvio del programma a 0x80001000
Linux versione 2.6.22.19 ([email protected]) (gcc versione 4.2.4) #1 Thu Oct 3 07:16:35 CST 2013
La revisione della CPU è: 00019749
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Mappa RAM fisica determinata:
memoria: 07fff000 @ 00000000 (utilizzabile)
memoria: 08000000 @ 87fff000 (utilizzabile)
Costruito 1 liste di zone. Pagine totali: 585216
Riga di comando del kernel: root=/dev/mtdblock3 console=ttyS0,115200 init=/sbin/preinit
Cache delle istruzioni primarie 32 kB, con tag fisico, a 4 vie, dimensione linea 32 byte.
Cache dati primaria 32 kB, 4 vie, dimensione linea 32 byte.
Gestore di ricarica TLB sintetizzato (20 istruzioni).
Percorso veloce del gestore del carico TLB sintetizzato (32 istruzioni).
Percorso veloce del gestore del negozio TLB sintetizzato (32 istruzioni).
Percorso veloce del gestore di modifica TLB sintetizzato (31 istruzioni).
Voci della tabella hash PID: 2048 (ordine: 11, 8192 byte)
CPU: BCM5300 rev 1 confezione 0 a 600 MHz
Utilizzo di un timer ad alta precisione da 300.000 MHz.
console [ttyS0] abilitata
Voci della tabella hash della cache Dentry: 65536 (ordine: 6, 262144 byte)
Voci della tabella hash inode-cache: 32768 (ordine: 5, 131072 byte)
Memoria: 238608k/131068k disponibile (codice kernel 2542k, riservato 22660k, dati 513k, init 196k, highmem 131072k)
Voci della tabella hash della cache di montaggio: 512
NET: Famiglia di protocolli registrati 16
PCI: inizializzazione dell'host
PCI: Ripristina RC
PCI: inizializzazione dell'host
PCI: Reset RC
PCI: sistemare il bus 0
PCI/PCIe coreunit 0 è impostato sul bus 1.
PCI: sistemare il bridge
PCI: sistemare il bridge
PCI: dispositivo di abilitazione 0000:01:00.1 (0004 -> 0006)
PCI: sistemare il bus 1
L'unità principale PCI/PCIe 1 è impostata sul bus 2.
PCI: sistemare il bridge
PCI: sistemare il bridge
PCI: dispositivo di abilitazione 0000:02:00.1 (0004 -> 0006)
PCI: sistemare il bus 2
NET: Famiglia di protocolli registrati 2
Ora: la sorgente di clock MIPS è stata installata.
Voci della tabella hash della cache del percorso IP: 4096 (ordine: 2, 16384 byte)
Voci della tabella hash TCP stabilita: 16384 (ordine: 5, 131072 byte)
Voci della tabella hash di associazione TCP: 16384 (ordine: 4, 65536 byte)
TCP: tabelle hash configurate (stabilito 16384 bind 16384)
TCP reno registrato
dimensione del pool di rimbalzo highmem: 64 pagine
squashfs: versione 3.2-r2 (2007/01/15) Phillip Lougher
io scheduler noop registrato (predefinito)
Disciplina della linea HDLC: versione $Revisione: 4.8 $, maxframe=4096
N_HDLC disciplina di linea registrata.
Seriale: driver 8250/16550 $Revisione: 1,90 $ 4 porte, condivisione IRQ disabilitata
serial8250: ttyS0 su MMIO 0x0 (irq = 8) è un 16550A
serial8250: ttyS1 a MMIO 0x0 (irq = 8) è un 16550A
Driver generico PPP versione 2.4.2
Modulo di crittografia/compressione MPPE/MPPC registrato
NET: Famiglia di protocolli registrati 24
Driver del kernel PPPoL2TP, V0.18.3
Driver PPTP versione 0.8.5
pflash: non sono stati trovati dispositivi supportati
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Creazione di 2 partizioni MTD su "sflash":
0x00000000-0x00040000 : "pmon"
0x001f0000-0x0020000 : "nvram"
Trovato un flash NAND Zentel con pagine 2048B o blocchi da 128 KB, dimensione totale 128 MB
lookup_nflash_rootfs_offset: offset = 0x0
nflash: squash filesystem con lzma trovato al blocco 9
Creazione di 4 partizioni MTD su "nflash":
0x00000000-0x0200000 : "linux"
0x00132ea0-0x02000000 : "rootfs"
0x04000000-0x06000000 : "linux2"
0x04132ea0-0x06000000 : "rootfs2"
Dispositivo NAND: ID produttore: 0x92, ID chip: 0xf1 (Zentel NAND 128MiB 3,3V 8 bit)
Creazione di 3 partizioni MTD su "brcmnand":
0x00000000-0x0200000 : "trx"
0x02000000-0x04000000 : "jffs2"
0x04000000-0x07f00000 : "brcmnand"
dev_nvram_init: _nvram_init
_nvram_init: alloca dimensione= 65536
sdhci: driver dell'interfaccia del controller host digitale sicuro
sdhci: Copyright(c) Pierre Ossman
classificatore u32
VECCHIO poliziotto acceso
Messaggi Netfilter tramite NETLINK v0.30.
nf_conntrack versione 0.5.0 (2048 bucket, 16384 max)
ipt_time caricamento
ip_tables: (C) 2000-2006 Netfilter Core Team
net/ipv4/netfilter/tomato_ct.c [3 ottobre 2013 07:15:57]
NET: Famiglia di protocolli registrati 1
NET: Famiglia di protocolli registrati 10
ip6_tables: (C) 2000-2006 Netfilter Core Team
NET: Famiglia di protocolli registrati 17
Supporto VLAN 802.1Q v1.8 Ben Greear [email protected]>
Tutti i bug aggiunti da David S. Miller [email protected]>
VFS: root montato (filesystem squashfs) in sola lettura.
Liberare la memoria del kernel inutilizzata: 196k liberati
Avvertimento: impossibile aprire una console iniziale.
Impossibile eseguire /sbin/preinit. Tentativo di default.
set_action 0
[1 init:init_nvram +4] init_nvram per 23
RT-AC66U: swmode: ripetitore router ap pstanum_of_mssid_support(0x007f): [mssid] support [3] mssid
ctf: la licenza del modulo 'Proprietary' contamina il kernel.
et_module_init: modalità passiva impostata su 0x0
et_module_init: et_txq_thresh impostato su 0x400
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
eth0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.102.9 (r366174)
hotplug net INTERFACE=eth0 ACTION=add
PCI: dispositivo di abilitazione 0000:01:01.0 (0000 -> 0002)
eth1: Controller wireless 802.11 Broadcom BCM4331 6.30.102.9 (r366174)
PCI: dispositivo di abilitazione 0000:02:01.0 (0000 -> 0002)
eth2: controller wireless Broadcom BCM4360 802.11 6.30.102.9 (r366174)
hotplug net INTERFACE=eth1 ACTION=add
hotplug net INTERFACE=eth2 ACTION=add
Emulatore FPU algoritmi/MIPS v1.5
/ # [1 init:init_main +8] segnale/stato del loop principale=17
start_logger:
start_usb
Supporto NTFS (con riproduzione nativa) incluso
ottimizzato: velocità
Build_for__asus_n66u_2011-10-27_U86_r187446_b122

_ifconfig: name=eth0 flags=1043 IFUP addr=(null) netmask=(null)
hotplug net INTERFACE=vlan1 ACTION=add
start_lan 1065
update_lan_state(lan_, 0, 0)
generate_wl_para(0x0a95): unità 0 subunità -1
num_of_mssid_support(0x007f): [mssid] supporto [3] mssid
chanspec_fix(0x045a): unità: 0, bw_cap: 3, chanspec: 0
generate_wl_para(0x0c9d): bw: 0
generate_wl_para(0x0c9f): chanspec: 0
generate_wl_para(0x0ca0): bw_cap: 3
generate_wl_para(0x0ca6): obss_coex: 1
wlconf_pre(0x0269): imposta vhtmode 1
generate_wl_para(0x0a95): unità 1 subunità -1
num_of_mssid_support(0x007f): [mssid] supporto [3] mssid
chanspec_fix(0x045a): unità: 1, bw_cap: 7, chanspec: 0
generate_wl_para(0x0c9d): bw: 0
generate_wl_para(0x0c9f): chanspec: 0
generate_wl_para(0x0ca0): bw_cap: 7
generate_wl_para(0x0ca6): obss_coex: 1
wlconf_pre(0x0269): imposta vhtmode 1
set_wltxpower(0x0550): unità: 0, txpower: 80
set_wltxpower(0x0550): unità: 1, txpower: 80
start_lan: installazione del ponte br0
hotplug net INTERFACE=br0 ACTION=add
vlan1: cmd=14: Operazione non supportata
_ifconfig: nome=vlan1 flag=1043 IFUP addr=(null) netmask=(null)
start_lan: impostazione MAC del bridge br0 su D8:50:E6:CB:D5:E8
_ifconfig: name=eth1 flags=1043 IFUP addr=(null) netmask=(null)
generate_wl_para(0x0a95): unità 0 subunità -1
num_of_mssid_support(0x007f): [mssid] supporto [3] mssid
chanspec_fix(0x045a): unità: 0, bw_cap: 3, chanspec: 0
generate_wl_para(0x0c9d): bw: 0
generate_wl_para(0x0c9f): chanspec: 0
generate_wl_para(0x0ca0): bw_cap: 3
generate_wl_para(0x0ca6): obss_coex: 1
generate_wl_para(0x0a95): unità 0 subunità 1
generate_wl_para(0x0a95): unità 0 subunità 2
generate_wl_para(0x0a95): unità 0 subunità 3
wlconf(0x014f): unità: 0, txpower: 80
_ifconfig: name=eth2 flags=1043 IFUP addr=(null) netmask=(null)
wlc_phy_cal_init_acphy: "NON implementato"
generate_wl_para(0x0a95): unità 1 subunità -1
num_of_mssid_support(0x007f): [mssid] supporto [3] mssid
chanspec_fix(0x045a): unità: 1, bw_cap: 7, chanspec: 0
generate_wl_para(0x0c9d): bw: 0
generate_wl_para(0x0c9f): chanspec: 0
generate_wl_para(0x0ca0): bw_cap: 7
generate_wl_para(0x0ca6): obss_coex: 1
generate_wl_para(0x0a95): unità 1 subunità 1
generate_wl_para(0x0a95): unità 1 subunità 2
generate_wl_para(0x0a95): unità 1 subunità 3
wlconf(0x014f): unità: 1, txpower: 80
_ifconfig: nome=br0 flag=1043 IFUP addr=192.168.1.1 netmask=255.255.255.0
_ifconfig: nome=lo flag=1043 IFUP addr=127.0.0.1 netmask=255.0.0.0
route_manip: cmd=ADD name=lo addr=127.0.0.0 netmask=255.0.0.0 gateway=0.0.0.0 metrica=0
lan_up(br0)
[1 init:stop_dnsmasq +11] inizia
[1 init:stop_dnsmasq +11] end
[1 init:start_dnsmasq +11] inizia
route_manip: cmd=ADD name=br0 addr=0.0.0.0 netmask=0.0.0.0 gateway=0.0.0.0 metrica=0
a partire da ntp.
update_lan_state(lan_, 2, 0)
start_lan 1436
start_services 2907
# wanduck: nvram modificato: non abilitare la linea USB!
# wanduck: informazioni LAN(-1) ottenute:
[1 init:start_dnsmasq +11] inizia
start_lan_port(0) 1
TZ watchdog
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: specifica del canale selezionato: 0x1006 (6)
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: scansione in corso .
acsd: specifica del canale selezionato: 0xe02a (36/80)
start_pptpd: getpid= 1
disk_monitor: avvio.
disk_monitor: disabilita il disk_monitor.
vlan1: cmd=14: Operazione non supportata
[1 init:init_main +16] segnale/stato loop principale=14
U2EC a partire.
Non rilevare i client statici!

openwrt-brcm47xx-initramfs.trx dovrebbe essere quello giusto.
http://www.jackslab.org/?p=280 è un buon inizio per prendere confidenza con cfe

non ho avuto accesso alla console seriale a uno dei miei router atm, quindi non posso provare direttamente
ma credo che l'immagine possa avviarsi

provato con openwrt-brcm47xx-squashfs.trx e openwrt-brcm47xx-initramfs.trx :

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: 一 10 月 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.
Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes
Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)
Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.
Controlla il risultato di 2 trx: 0, 0
vai a caricare
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File:: Opzioni: (null)
Caricamento: server TFTP.
Fallito.
Impossibile caricare :: Timeout verificato
Loader: raw Filesys: raw Dev: nflash0.os File: Opzioni: (null)
Caricamento: .. 3780 byte letti
Inserimento a 0x80001000
Rete di chiusura.
Avvio del programma a 0x80001000

si prega di utilizzare openwrt-brcm47xx-initramfs.trx o openwrt-brcm47xx-vmlinux-initramfs.elf
openwrt-brcm47xx-squashfs.trx è solo per lampeggiare

cosa hai provato esattamente? Che comandi cfe?

con openwrt-brcm47xx-initramfs.trx ho provato con put con client tftp su asus.
dopo il trasferimento riuscito e la copia su flash c'è l'output di avvio:

Fatto. 5304320 byte letti
Download di 0x50f000 byte completato
Scrivi binario del kernel e del filesystem su FLASH
Programmazione. copysize=5304320, amtcopy=5304320
fatto. 5304320 byte scritti
Programmazione. copysize=5304320, amtcopy=5304320
fatto. 5304320 byte scritti
Decompressione. fatto

CFE versione 6.30.39.29 (r338244) basata su BBP 1.0.37 per BCM947XX (32 bit, SP, LE)
Data di costruzione: ä¸ 10æ 15 10:41:41 CST 2012 ([email protected])
Copyright (C) 2000-2008 Broadcom Corporation.

Inizia Arena
Init Dev.
Dimensione della partizione di avvio = 262144(0x400000)
Trovato un flash seriale compatibile con ST con 32 blocchi da 64 KB, dimensione totale 2 MB
Trovata una memoria flash AMD NAND con pagine 2048B o blocchi da 128KB, dimensione totale 128MB
bcm_robo_enable_switch: EEE è disabilitato
et0: Controller Ethernet Broadcom BCM47XX 10/100/1000 Mbps 6.30.39.29 (r338244)
Tipo di CPU 0x19749: 600MHz
Memoria totale: 131072 KBytes

Mem CFE: 0x80700000 - 0x8094EDE0 (2420192)
Dati: 0x80738B70 - 0x8073BE10 (12960)
BSS: 0x8073BE10 - 0x8074CDE0 (69584)
Heap: 0x8074CDE0 - 0x8094CDE0 (2097152)
Pila: 0x8094CDE0 - 0x8094EDE0 (8192)
Testo: 0x80700000 - 0x80738B70 (232304)

Dispositivo eth0: hwaddr D8-50-E6-CB-D5-E8, ipaddr 192.168.1.1, maschera 255.255.255.0
gateway non impostato, server dei nomi non impostato
Flag di salvataggio nullo.
avviare l'immagine.
Controlla il risultato di 2 trx: 0, 0
vai a caricare
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File:: Opzioni: (null)
Caricamento: server TFTP.
Fallito.
Impossibile caricare :: Timeout verificato
Loader: raw Filesys: raw Dev: nflash0.os File: Opzioni: (null)
Caricamento: .. 3780 byte letti
Inserimento a 0x80001000
Rete di chiusura.
Avvio del programma a 0x80001000

oh amico, l'hai lampeggiato!
L'ho detto chiaramente a *netboot* e ho fornito un esempio del comando cfe.

Ancora:
* configura il tuo server tftp e metti openwrt-brcm47xx-initramfs.trx sul server
* su asus: stop al prompt CFE>
* digitare 'boot -tftp <il tuo indirizzo del server tftp>:<percorso>/openwrt-brcm47xx-initramfs.trx'

CFE> boot -tftp 192.168.1.10:/openwrt-brcm47xx-initramfs.trx
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File: 192.168.1.10:/openwrt-brcm47xx-initramfs.trx Opzioni: (null)
Caricamento: client TFTP.

poi bloccato, sul server tftp:

Connessione ricevuta da 192.168.1.1 sulla porta 1409 [10/11 19:00:43.641]
Leggi la richiesta per il file </openwrt-brcm47xx-initramfs.trx>. Modalità ottetto [10/11 19:00:43.641]
Utilizzo della porta locale 52113 [10/11 19:00:43.641]
TIMEOUT in attesa del blocco Ack n. 1 [10/11 19:00:58.643]

(Ultima modifica di Halino il 10 novembre 2013, 20:00)

non può nemmeno scaricare il .trx, c'è ancora qualcosa che non va
per favore controlla la configurazione del server tftp e/o prova 餘.168.1.10:openwrt-brcm47xx-initramfs.trx' (senza '/')

CFE> boot -tftp 192.168.1.10:openwrt-brcm47xx-initramfs.trx
Caricatore: raw Filesys: tftp Dev: eth0 File: 192.168.1.10: openwrt-brcm47xx-initramfs.trx Opzioni: (null)
Caricamento: client TFTP.

Connessione ricevuta da 192.168.1.1 sulla porta 3022 [10/11 19:51:00.910]
Leggi la richiesta per il file <openwrt-brcm47xx-initramfs.trx>. Modalità ottetto [10/11 19:51:00.910]
Utilizzo della porta locale 52987 [10/11 19:51:00.911]
TIMEOUT in attesa del blocco Ack n. 1 [11/10 19:51:15.912]

sto usando tftpd32, è il miglior tftp che ho usato per il flashing dei dispositivi embedded.

controlla i parametri eth da CFE> , regola di conseguenza su http://www.jackslab.org/?p=280 sezione 2.1
il gateway deve essere l'indirizzo IP del tuo server tftp

Ciao,
voglio provare ad aiutare ad avviare il supporto per l'asus rt-ac66u, da dove posso iniziare?

Il Wifi sarà il più difficile:

quel dispositivo ha un BCM4360 (802.11ac) e a BCM4331 Radio

c'era un post nel luglio 2013 sulla mailing list su 4331 radio:
https://lists.openwrt.org/pipermail/ope … 20653.html

b43 è l'unico driver in OpenWrt che supporta BCM4331, ma
b43 funziona solo a 2,4 GHz e con velocità ieee80211g

4360 afaik non ha ancora driver Linux aperti

mailing list linux-wireless (archivio: http://marc.info/?l=linux-wireless) o sottoliste b43-dev / brcm80211-dev

Altri progetti (dd-wrt. ) hanno accesso al codice sorgente broadcom e possono supportare più facilmente i dispositivi con quei chip

immaginavo che l'ac sarebbe stato un grosso problema per il pilota, c'è qualcosa che posso fare per aiutare lo sviluppo?

Non lo so, chiedi nella mailing list?

purtroppo non c'è n 039otrace disponibile per MIPS

mmiotrace è x86/x86_64 solo a questo punto

-> ottieni mmiotrace su mips (non so se è possibile o se ci sono limiti di architettura/dispositivi)

dopo aver scaricato mmiotrace: scrittura delle specifiche (richiede tempo)
quindi un altro sviluppatore deve scrivere un driver da zero utilizzando le specifiche (design della camera bianca)

vedere: http://bcm-v4.sipsolutions.net/ per le specifiche utilizzate per scrivere b43
(l'attuale driver broadcom è 6.xx, le specifiche sono da 4.xx)

Potrei pensare di acquistare PCE-AC66 ad un certo punto.

chiedi alla mailing list di linux-wireless se puoi aiutare ad accelerare lo sviluppo

(Ultima modifica di zloop il 12 novembre 2013, 12:20)

Penso che potrebbe essere possibile portare l'attuale driver broadcom GPL, anche se potrebbe comportare patch significative per ottenere la patch di hnd abi per il kernel più recente (magari dai un'occhiata ai sorgenti dd-wrt per suggerimenti poiché usano il kernel più recente, anche se molto della loro fonte non è del tutto completo, quindi non sono sicuro di quanto sarebbe utile). Broadcom si sta spostando sui dispositivi ARM che utilizzano un kernel più recente, quindi questo potrebbe finire per essere l'ultimo chipset ancora su mips.


Modifica delle impostazioni di rete in Asuswrt-Merlin

Il Strumenti > Altre impostazioni nel firmware Asuswrt-Merlin c'è un menu che non si trova nel firmware Asuswrt di serie. Ci consente di modificare alcune impostazioni di rete sul router, che la maggior parte delle volte possiamo semplicemente mantenere al valore predefinito.

Cronologia del traffico è un piccolo database che memorizza le informazioni richieste dal Analizzatore di traffico. Per impostazione predefinita è memorizzato nella RAM, che andrà persa dopo il riavvio del router.

Puoi impostare il posizione della cronologia del traffico alla NVRAM per preservare i dati dopo il riavvio del router e impostare la frequenza con cui il database verrà copiato dalla RAM alla NVRAM. Notare che la NVRAM nel router ha un tempo finito di ciclo di lettura/scrittura. Si consiglia di impostare la frequenza di salvataggio in modo che non sia troppo frequente per prolungare l'usura della NVRAM.

Un modo migliore è salvarlo in posizione personalizzata, che può essere un dispositivo di archiviazione USB montato.

Se il ciclo di fatturazione del tuo ISP non è il primo giorno del mese, puoi modificare il giorno di inizio predefinito del ciclo mensile da 1 predefinito al primo giorno del ciclo di fatturazione. Ciò ti consentirà di avere una visione migliore del tuo traffico mensile in base al tuo ciclo di fatturazione.

I router Asus come l'RT-AC86U hanno un pulsante fisico per spegnere tutte le luci a LED. Questa è una funzione per nascondere il router, in particolare di notte o in condizioni di oscurità. Asuswrt-Merlin ti offre l'opzione software per spegnere le luci a LED abilitando Modalità Nascosta in varie opzioni. In effetti, puoi modificare ulteriormente il tuo router per spegnere automaticamente le luci a LED durante un determinato periodo di tempo e farle funzionare normalmente durante un altro periodo di tempo. Puoi fare clic qui per saperne di più sul controllo LED programmato.

Controllo della nuova versione del firmware ti avviserà quando accedi al router e c'è un nuovo firmware Asuswrt-Merlin disponibile. Sarà comunque necessario scaricare manualmente il firmware dopo aver ricevuto l'avviso ed eseguire l'aggiornamento di conseguenza. Hai la possibilità di non controllare le versioni beta del firmware.

Per Impostazioni TCP/IP, mantieni i valori predefiniti a meno che tu non abbia determinate applicazioni di rete, come VoIP, che necessitano di modifiche. Limite connessioni TCP è in quantità. Tutti i valori di timeout sullo schermo sono in numero di secondi.

In IPv4, l'Address Resolution Protocol (ARP) viene utilizzato per scoprire e associare l'indirizzo Media Access Control (MAC) di un'interfaccia di rete con il suo indirizzo IP. È stato fatto da una trasmissione nel Livello 2. In IPv6, ARP è sostituito da Sollecitazione del vicino. Per impostazione predefinita, Trasmissione di sollecitazione dei vicini IPv6 è consentito dal firewall interno del router e Asuswrt-Merlin ti consente di indicare al firewall interno di eliminare tale trasmissione, se ti dava fastidio.

Il firmware Asuswrt ha un programma chiamato WANduck, che gestisce le attività relative alle connessioni Internet (WAN). WANduck è "ereditato" nel firmware Asuswrt-Merlin.

Per impostazione predefinita, WANduck continuerà a inviare query DNS ogni pochi secondi per verificare se il collegamento WAN è connesso o meno. Puoi disabilitarlo nelle impostazioni avanzate di tweaks e hack. Si consiglia di non modificare l'impostazione predefinita, a meno che non sia chiaro il motivo per disattivarlo.

Il tunnel Asusnat è uno speciale tunnel NAT integrato per consentire l'accesso al router dal lato WAN, anche in rete NAT. Viene utilizzato da alcune funzioni e dall'app mobile Asus Router. Se sei paranoico su questo tipo di tunnel, ti viene data la possibilità di disabilitarlo.

Il protocollo Web Proxy Auto-Discovery (WPAD) è una tecnologia che aiuta un browser Web a rilevare automaticamente la posizione di un file Proxy Auto Config (PAC) utilizzando DNS o DHCP. Il file PAC contiene informazioni sul server proxy web.
Per impostazione predefinita, il server DHCP nel router invierà un WPAD vuoto con un ritorno a capo al richiedente. Se questo comportamento causa problemi, è possibile disabilitare l'invio del ritorno a capo nel WPAD vuoto.


Il Tolowa

Oggi, il Tolowa Dee-ni' sono una nazione indiana riconosciuta a livello federale. Il Tolowa Dee-ni' Patria, la Taa-laa-waa-dvn, si trova lungo la costa nord-occidentale del Pacifico tra gli spartiacque di Wilson Creek e Smith River in California e i fiumi Winchuck, Chetco, Pistol, Rogue, Elk e Sixes, estendendosi nell'entroterra lungo il fiume Rogue in tutta la Applegate Valley in Oregon negli Stati Uniti. Oggi questa zona si trova nelle contee di Del Norte, Curry e Josephine. I loro vicini tribali sono i Coquille e gli Umpqua a nord Takelma, Shasta e Karuk a est e gli Yurok a sud. Lo storico Dee-ni' popolazione ha superato i 10.000.

Parlano la lingua Dené, precedentemente nota come Athabaskan. Questa regione di parlanti Dené forma la popolazione dell'Oregon Pacific Coast Dené (OPCD). L'OPCD comprende tre dialetti mutuamente comprensibili, il sud Tolowa-Chetco, il nord Tututni-Lower Rogue River e l'interno Illinois Valley-Upper Rogue River.

L'antica dee-ni' viveva in circa cinquanta villaggi permanenti governati da tredici anni yvtlh-'i

(politica), loro Xvsh-xay-yu' (Headmen) e il Mii

-xvsh-xay (Capi) che applicavano il corpo di leggi, regole e costumi. Ogni yvtlh-'i

aveva una capitale e le sue città suburbane che formavano alleanze cittadine. Il yvtlh-'i

capitali in California dove il Taa-'at-dvn (Crescent Bay), il 'Ee-chuu-le' (Laguna al Lago Earl) e il Yan'-daa-k'vt (Yontocket). La capitale più significativa e centrale di Yan'-daa-k'vt è il loro asse mundi. Essendo il loro luogo della Genesi, Yan'-daa-k'vt li unì come popolo e li portò in massa al pellegrinaggio annuale del solstizio d'inverno per il culto. Date archeologiche Dee-ni' civiltà per essere presente per 8.000 a 12.000 anni.

Il dee-ni’ ha prodotto una cultura ricca e altamente sviluppata, un sistema legale e un'economia fiscale amministrata dalla valuta dentale. Salmone, balena, foca, vongole, cervo, alce, uova e anatra fornivano una dieta ricca di proteine. Ghiande, bacche, alghe e verdure fornivano loro carboidrati. La regione ospita un ambiente erbaceo medicinale diversificato per la guarigione, compresa la coltivazione di tabacco e frutteti di noci.

Il loro tradizionale mvn’ (case) erano strutture rettangolari con tetto a due falde a colmo singolo costruite nel terreno da sequoie, cedri e travi e assi di pino. In Xaa-yuu-chit (Hiouchi) California, nel 2003 mvn' sono stati datati al carbonio in modo conservativo al seimila (6.000) a.E.V.

Dee-ni’ il commercio e il viaggio avvenivano a piedi e su canoe intagliate e scottate da k’vsh-chu (sequoia) su fiumi, lagune, baie e in mare. Alcune delle loro canoe marittime misuravano quarantadue piedi di lunghezza e otto piedi di larghezza che trasportavano cinque tonnellate di carico.

Controversie e conflitti sono stati giudicati in tribunale ai sensi del Lhee-wi (Level-Up) sistema giudiziario. Il K'wee-shvt-naa-gha (Giudice) anche se la giurisprudenza ha stabilito una risoluzione e un consenso che hanno mantenuto la società civile e l'equilibrio sociale.

Il nome "Tolowa" deriva da Taa-laa-welh (Taa-laa-wa), un nome yurok e wiyot dalla lingua algonchina per la capitale di Yan'-daa-k'vt. I loro autonimi sono dee-ni' e xvsh, che significa "persona" o "essere umano". In senso politico sono i dee-ni', che significa "essere cittadino".

Nel XIX secolo scoppiarono tra i Tolowa epidemie di nuove malattie infettive, come il colera, che portarono a una notevole mortalità. Questi si sono verificati prima che avessero incontri faccia a faccia sul campo con non nativi a causa del contatto con intermediari spagnoli e russi.

Nel 1828 l'americano Jedediah Smith e il suo gruppo di esplorazione furono i primi non nativi conosciuti a contattare i Tolowa Dee-ni'. La scoperta dell'oro nel 1849 portò la California a diventare uno stato. Il 19 aprile 1850 la legislatura dello stato della California approvò la schiavitù Legge per il governo e la protezione degli indiani che ha facilitato la schiavitù e la rimozione degli indiani della California dalle loro terre tradizionali, separando almeno una generazione di bambini e adulti dalle loro famiglie, lingue e culture. Questa legge della California prevedeva l'indennizzo di bambini e adulti indiani nei confronti dei bianchi assumendoli al miglior offerente in un'asta pubblica. Sebbene il legislatore della California abbia abrogato parti dello statuto dopo il 13° emendamento nel 1865 per abolire la schiavitù, la legge non è stata abrogata nella sua interezza fino al 1937.

A partire dal 1851, l'ottanta per cento della popolazione di Tolowa perì per gli omicidi di massa compiuti dagli euroamericani sotto il governatore Peter Burnett. L'Olocausto di Tolowa iniziò nel 1851 e terminò nel 1856 nel Territorio dell'Oregon. Burnett era un aperto sostenitore dello sterminio delle tribù indiane della California. La sua politica continuò con successive amministrazioni statali per diversi decenni. Lo stato ha offerto da $ 10 a $ 25 per prove di nativi morti da cuoio capelluto e parti del corpo. Il secondo messaggio annuale di Burnett alla legislatura, 7 gennaio 1851, era: "Ci si deve aspettare che una guerra di sterminio continuerà a essere intrapresa tra le due razze fino a quando la razza indiana non si estinguerà".

Gli stermini multipli hanno lasciato il Taa-laa-waa-dvn in completa rovina. Il Yan'-daa-k'vt Il massacro nel 1853 vicino alla foce del fiume Smith è il secondo più grande omicidio di massa di indiani nella storia americana. Tre Headmen durante il Xaa-wan'-k'wvt Trattato nel gennaio del 1855 cessò gli omicidi e il loro completo trasferimento a Fort Terwer e accordi per il risarcimento del danno. Nel frattempo la distruzione continuava nel territorio dell'Oregon. La “guerra” del fiume Chetco-Rogue terminò nel 1856. E 1.834 sopravvissuti furono trasferiti con la forza nei campi di concentramento dell'Oregon, inclusa quella che oggi è conosciuta come la riserva di Siletz nella Central Coastal Range.

Nel 1862 il Congresso onorò gli intenti approvati con il Trattato Xaa-wan’-k’wvt e stabilì la riserva del fiume Smith di 44.000 acri. Coprì due comuni e un quarto nel quartiere nord-occidentale della contea di Del Norte e istituì Camp Lincoln per proteggere le vite di Tolowa da ulteriori depredazioni dei coloni. Dopo la morte di Xaa-wan'-k'wvt Capo K’ay-lish nel 1866, le preziose terre della riserva del fiume Smith furono ritirate dal governo degli Stati Uniti nel 1868. La riserva fu aperta a beneficio degli insaziabili coloni della valle del fiume Smith. Il Dee-ni’ ancora una volta furono resi senza terra e la maggior parte furono portati al campo di concentramento di Camp Gaston nella riserva della Valle di Hoopa. Ancora una volta, alcuni Dee-ni’ riuscito a nascondersi nel Taa-laa-waa-dvn mentre altri sono fuggiti da Camp Gaston e Fort Terwer tornare illegalmente a casa nei loro "ex ritrovi" come intrusi.

Il Dee-ni' ripristinarono le loro vite a Big Flat, Cushing Creek, Elk Creek, Gasquet, Lake Earl, Nii

-chvn-dvn, Spiaggia ghiaiosa, Srdvn-das-‘a

(L'isola), Yan’-daa-k’vt e ruota del carro. Tenevano cerimonie sui pavimenti di assi nei resti carbonizzati delle loro grandi case di danza, un tempo chiamate. Alcuni ottennero assegnazioni di fattorie durante il 1880. La popolazione dell'Oregon non ha ristabilito nuove comunità in patria. Alcuni coloni sposati e potrebbero tornare Siletz. Inoltre, il Dee-ni' abbracciarono la religione della Ghost Dance dal 1872 al 1882 che aiutò a trascendere la loro catastrofica devastazione e nella speranza di ottenere sollievo dall'invasione europea-americana. Per porre rimedio ai loro senzatetto, gli stanziamenti federali hanno fornito nuove riserve.

Nel 1906 gli stanziamenti indiani della California senza terra acquistarono nuove riserve note come "rancherias" alla foce del fiume Smith e nella valle degli Elk. Sotto una miriade di politiche di assimilazione forzata, il divieto religioso federale fu portato contro i Tolowa nel 1923. Proibiva il culto pubblico al World Renewal Naa-yvlh-sri Nee-trattino Cerimonia. Come soluzione finale, la cessazione federale dei governi della rancheria fu conclusa nel 1966 e nel 1967, ponendo fine al loro status di indiani da parte del governo degli Stati Uniti. Fortunatamente, i governi Tolowa furono restaurati con la decisione di Tillie Hardwick nel 1983. Il contemporaneo Tolowa Dee-ni' sono governati sotto la Nazione Tolowa Dee-ni' mentre altri dee-ni' sono registrati in varie nazioni e tribù riconosciute a livello federale in tutto il Pacifico nord-occidentale.

I Tolowa contemporanei sono cittadini e governati sotto la Tolowa Dee-ni' Nation e con varie nazioni e tribù riconosciute a livello federale in tutto il Pacifico nord-occidentale, tra cui: The Elk Valley Rancheria, The Resighini Rancheria, The Big Lagoon Rancheria, The Trinidad Rancheria, The Confederated Tribes di Siletz Oregon, The Yurok Tribe, The Blue Lake Rancheria, The Bear River Rancheria e The Hoopa Valley Reservation.


Storia di Wanduck - Storia

Ceramica Ming/Repubblicana Shiwan

Il Guangdong Shiwan ha una lunga storia nella produzione di ceramiche. Il più antico forno scavato conosciuto sulla collina di Damao risale al periodo Tang/Song. Alcune delle ceramiche Shiwan sono state esportate almeno dal periodo dei Song del Nord. I vasi di ceramica Shiwan del periodo da Tang a Yuan sono simili a quelli prodotti in altri forni del Guangdong e non così importanti come quelli di Xicun o Chaozhou.

Tuttavia, Shiwan è emerso come il più importante centro di produzione di ceramiche del Guangdong durante il tardo periodo Ming. Il fiorente capitalismo durante il tardo periodo Ming stimolò lo sviluppo delle industrie artigianali. La produzione di ceramiche ha beneficiato della rinascita del mercantilismo e della revoca del divieto di commercio estero. Foshan era una delle quattro famose città della Cina. Era un importante centro commerciale noto per la produzione di carbone. Shiwan, che si trova a 6 km a sud-ovest di Foshan, ha beneficiato della sua vicinanza a Foshan. Qu Wengshan ( 屈翁山 ) ha sottolineato nel suo libro "Guangdong Xin Yu" ( 广东新语 ) che le ceramiche di Shiwan sono state inviate a Guangdong, Guangxi e oltremare.

La scala della produzione di ceramica era enorme. Per garantire uno sviluppo ordinato e prevenire una concorrenza malsana in questo settore, era necessario definire il codice di condotta. Da Ming Jiajing, furono istituite varie corporazioni di ceramiche. Fino a Ming Tianqi c'erano 8 gilde. Tuttavia, nel periodo Qing, si è evoluta in più di 32 gilde. Le gilde si basavano su tipi di vasi prodotti dai membri della gilda e anche su alcuni servizi richiesti dall'industria della ceramica come il trasporto di prodotti finiti, legno, argilla e così via. Varie corporazioni di ceramiche basate su tipi di navi includono teiere, vasi da fiori, articoli in smalto bianco , articoli a smalto nero e così via.

L'industria della ceramica di Shiwan produce principalmente vasi domestici prodotti in serie per soddisfare le esigenze della gente comune, come vasi di varie dimensioni e vasi da fiori, ciotole, piatti, teiere, pentole per bollire le erbe, vasi e così via. Un altro prodotto importante sono i vari decorazioni per il colmo del tetto dei templi. Ma la merce di Shiwan è particolarmente nota anche per la sua produzione di figurine.

Interessanti decorazioni sul colmo del tetto del tempio

Generalmente, le ceramiche Shiwan sono pesanti con un corpo grigiastro. La temperatura di cottura del biscotto va dalla ceramica al gres e quindi non è così alta come la porcellana. La glassa è densa e untuosa e cotta a bassa temperatura con piombo come fondente per abbassare la temperatura di fusione.

Vari tipi di glassa Shiwan

Il più grande successo dei ceramisti di Shiwan è nell'area della creazione di vari effetti di smalto e nella realizzazione di figurine. I vasai erano abili nell'imitare i vari antichi smalti monocromi, sancai e anche il più complesso smalto Jun.

Figurina di smalto del tardo Qing Ge

Incensiere di smalto nero Qing Shiwan

In termini di smalto, è in particolare lo smalto di tipo Jun che i ceramisti di Shiwan hanno raggiunto il suo più alto successo e onorato con il nome Guang Jun. Lo smalto di Jun è una forma di smalto flambe di trasmutazione. Per ulteriori informazioni sulle merci di Song/Yuan Henan Jun, leggi questo. C'è una differenza distintiva tra Henan Jun e Guang Jun. La glassa flambe Henan Song/Yuan Jun è costituita da un singolo strato di glassa. D'altra parte, la glassa Shiwan flambe ha un minimo di due strati. Lo strato inferiore color ruggine serviva a due scopi. Riempie efficacemente i piccoli fori nel biscotto e dona anche una tonalità più profonda, più luminosa e più ricca allo strato superiore di glassa. Tuttavia, è interessante notare la somiglianza visiva di Tang Jun e Guang Jun. Tang Jun ha una base di smalto marrone ferro e schizzi di smalto tipo Jun su alcune parti dei vasi.

Notare la somiglianza visiva del Tang Jun (l'esempio dei due frammenti a sinistra della foto di sinistra) e del Qing Guang Jun nella foto di destra oto

Gli effetti Jun di Guang Jun sono più vari, complessi e interessanti. Alcuni nomi fantasiosi sono stati dati dagli intenditori per descrivere i vari effetti flambe, come il famoso "reno spruzzato sul muro" (雨淋墙) che ricorda l'effetto di spruzzi di pioggia che colpiscono un muro o la piuma blu del martin pescatore ( 翠毛蓝 ).

Smalto Ming Guang Jun nel Museo della provincia del Guangdong

Piuma di martin pescatore Ming Shiwan blu ( 翠毛蓝 ) nel museo della provincia di Guangdong

Un altro tipo raro è la " glassa carambola" con il suo effetto glassa screziato rosso porpora. L'effetto flambé più complesso può comportare più applicazioni di smalto.

I ceramisti di Shiwan uscirono anche con una forma distintiva di rosso monocromatico, chiamato rosso melograno. Questo tipo di smalto è apparso solo prima della metà del XIX secolo.

Vasi da parete a forma di pesce con smalto rosso melograno repubblicano

Statuetta repubblicana in smalto rosso melograno di Dong Fangsuo

Statuetta repubblicana in smalto rosso melograno

Un altro risultato notevole dei vasai di Shiwan è la loro scultura. Le figurine sono più espressive, vivaci e realistiche rispetto a quelle di Jingdezhen.Nella fase iniziale, venivano prodotte principalmente figurine religiose come Bodhidharma, Buddha che ride, Dea della Misericordia, Dio della Longevità, ecc. Successivamente, sono state introdotte più varietà di figurine da opere letterarie storiche, folkloristiche e popolari come Romance of the 3 Kingdoms e Water margin. Poiché la ceramica di Shiwan si rivolgeva anche a un mercato di esportazione occidentale, venivano prodotte anche statuette di bambini stranieri, nudi e busti. I vasai di Shiwan hanno prestato particolare attenzione all'espressione facciale delle figurine. L'espressione può sembrare esagerata, ma cattura in modo appropriato il carattere unico del soggetto. Per i vasai lo spirito è più importante della forma. L'opera cantonese ha fortemente influenzato i ceramisti. Colpisce la somiglianza dei tratti dei soggetti con quelli dell'opera cantonese. Ma non è solo la forma che interessa ai vasai. Gli artisti dell'opera erano abili nell'esprimere il carattere unico del soggetto attraverso la loro espressione facciale e corporea. È questa capacità dei vasai di catturare quello spirito che ha dato vita alle loro opere. La qualità grezza dell'argilla Shiwan è particolarmente adatta per la modellazione di figurine con qualità maschile. Quindi, di solito il viso, la mano e i piedi non vengono smaltati per proiettare completamente l'effetto maschile. Se è richiesta una pasta più fine, l'argilla Shiwan viene mischiata con quella importata dal Guangdong Dongguan che è fine e più bianca. L'argilla bianca Dongguang ( 东莞 ) viene utilizzata se è richiesta una qualità più femminile per il soggetto. Dalle opere esistenti, possiamo vedere che i pezzi migliori hanno iniziato ad emergere solo dalla metà del XIX secolo in poi. I maestri ceramisti rappresentativi famosi per la modellazione di figurine includono Huang Bing (黄炳) , Huang Guzhen (黄古珍) dal periodo Daoguang/Guangxu, Chen Weiyan ( 陈谓岩 ), Chen Chi ( 陈赤 ) , Pan Yushu (潘玉书) dal Guangxu/periodo repubblicano, Huo Jin ( 霍津 ), Wen Songling ( 温松龄 ) , Liu Zuochao ( 刘佐潮 ) dal periodo repubblicano, e Ou Qian ( 区乾 ), Liu Chuan ( 刘传 ) emerse durante il tardo periodo repubblicano.

Figurina di smalto di Bodhidharma . del tardo Qing/giu repubblicano

Figurina di smalto del tardo Qing/giu repubblicano di uno studioso

Statuetta di Buddha con smalto Celadon dei primi Qing

Figurina del tardo Qing di un ragazzo di Chen Wei Yan

Statuetta repubblicana di un bufalo di Huo Jin

19° Statuetta Qing di un gatto di Huang Bing

Molte statuette prodotte in serie furono esportate in Europa e in America durante il tardo periodo Qing/repubblicano. Erano comunemente chiamati mudman dagli occidentali. La maggior parte sono di qualità mediocre e non riflettono l'alta qualità artistica dei ceramisti Shiwan.

Alcuni esempi del "mudman" prodotto per il mercato estero durante il tardo Qing/periodo repubblicano

Segni sulla ceramica di Shiwan

Alcuni degli articoli di Shiwan portavano anche i sigilli dei vasai, delle officine o delle fabbriche. I marchi erano intesi come identificazione del produttore e servivano anche per pubblicizzare i prodotti. Tuttavia, in considerazione dell'eccellente reputazione di alcuni produttori tardo Ming/primi Qing, i loro marchi furono copiati anche fino al periodo repubblicano. Quindi, pone un altro aspetto che complica l'autenticazione della merce. Per i pezzi tardo Qing/repubblicani, il marchio "made in China" si trova comunemente sui pezzi di esportazione.

I famosi marchi di fabbrica includono:

Zu Tang Ju ( 祖唐居 )- La fabbrica risale alla fine del periodo Ming famosa per la qualità dei suoi prodotti. Gli articoli monocromi e sancai, prodotti sono principalmente per l'uso quotidiano. Ci sono molte imitazioni di Zu Tang Ju durante il tardo periodo Qing/repubblicano che consisteva in figurine di Buddha e Luohan. Nel naufragio del Vietnam Ca mau del periodo Yongzheng, c'erano alcuni piatti sancai impressi con il marchio Zu Tang Ju. Il biscotto è di un tono di colore camoscio chiaro, a grana fine e leggero.

Incensiere di smalto giallo Ming Shiwan con marchio Zu Tang Ju

Piatto di sancai del relitto di Qing Yongzheng Ca mau con il marchio Zu Tang Ju

Nan shi ( 南石 )/ Nan Shi Tang (南石堂) /Wu Nanshi (吴南石) - Generalmente le merci di questa categoria sono note per la loro qualità. Alcuni dei più belli sono sotto forma di vasi e incensieri che imitano le forme del bronzo. Il biscotto è solitamente camoscio chiaro, liscio e non contiene i granuli di sabbia grossolani che si trovano sulla maggior parte degli articoli Shiwan.

Chen Yue Cai (陈月彩) - Prende il nome da un presunto famoso vasaio Ming. Le merci prodotte sono smaltate in marrone giallastro o verde.

Wen Ru Bi ( 文如壁 )- Il negozio prende il nome dal suo proprietario che è un abile vasaio. Ha operato da Qing Kangxi all'inizio del XX secolo. Inizialmente il negozio era noto per i suoi raffinati articoli per la casa quotidiana. Tuttavia, in seguito divenne uno dei principali produttori di decorazioni per colmi. Il negozio era in funzione durante il periodo Qing e repubblicano. Durante il periodo repubblicano, si separò in due negozi, uno chiamato Ru Bi Shang Ji ( 如壁生记。 ) e l'altro Ru Bi ( 如壁 ).

Bao Yu (宝玉) - Ha operato dalla metà al tardo periodo Qing. Era famoso per la produzione di vasi da fiori, teiere e articoli per la casa di uso quotidiano.

Liu Sheng Ji (刘胜记) - Liu Sheng Ji era un famoso vasaio del periodo Tongzhi/Guangxu. Il suo negozio fu aperto durante il periodo Guangxu e famoso per la produzione di miniature. Uno dei suoi figli, Liu Zuo Chao ( 刘佐潮 ), che è un abile vasaio abile in figurine, ha rilevato l'attività e ha continuato a utilizzare il marchio Liu Sheng Ji. Alcune delle sue opere portavano sia il marchio del negozio che quello del vasaio.

Alcuni famosi marchi di vasai includono:

Yang Ming (杨明) /Yang Sheng (杨昇) - Si ritiene generalmente che entrambi siano fratelli attivi durante il tardo periodo Ming. Yang Ming era famoso per i suoi prodotti di smalto blu polvere. Molte delle sue opere esistenti erano oggetti che imitavano la forma dei bronzi arcaici.

Ke canzone (可松) - Il tardo vasaio Ming famoso per la sua imitazione degli smalti di Jun. Le sue opere esistenti consistevano in vasi sotto forma di bronzi arcaici.

Huang Bing (黄炳) (noto anche come Yun Qu (云渠) , Yun Yu (云屿) o Wanhai Jushi (湾海居& #22763) ) - Fu attivo durante il periodo Daoguang/Guangxu. Era famoso per aver modellato uccelli, animali e figurine umane. È particolarmente famoso per la sua figurina di anatra e gatto. Esistevano molte imitazioni delle sue opere.

Anatre in biscotto di Huang Bing

Huang Guzhen (黄古珍) (Qiao Gu Shan Ren (樵谷山人) ) - Era lo zio di Huang Bing ma aveva 20 anni in meno. Ha realizzato articoli per l'uso quotidiano e figurine di uccelli, animali e umani. Era anche un abile pittore e molte delle sue opere esistenti erano decorate con paesaggi a colori smaltati e calligrafia.

Chen Weiyan ( 陈谓岩 )(noto anche come Yang Yun Jushi (养云居士) ) - Un famoso vasaio del periodo Qing Guangxu/repubblicano. Era famoso per le sue figurine. Ad un certo punto della sua vita, portò il suo discepolo, Pan Yushu a Jingdezhen per condividere e apprendere le tecniche dei vasai di Jingdezhen. Alcune delle sue opere esistenti in porcellana di Jingdezhen come Jia Baoyu (un personaggio del Romance of Red Chamber), sono state decorate usando fencai su smalto, una tecnica decorativa che ha imparato dai ceramisti di Jingdezhen.

Statuetta del tardo Qing del poeta Song Su Dongpo di Chen Weiyan

Era anche famoso per aver disegnato il vaso notturno di Ba Xiali ( 巴夏礼夜壶 ). Ba Xiali è il nome cinese di Parkes. Harry Smith Parkes fungeva da console a Guangdong ed era ritenuto dai cinesi l'istigatore della seconda guerra dell'oppio. Ha provocato l'invasione del Guangdong. Per la gente del Guangdong era una figura molto odiata. Per la gente comune, urinare nel vaso notturno di Ba Xiali divenne un modo per sfogare la rabbia e un'espressione del loro sentimento imperialista anti-occidentale.

Vaso notturno di Ba Xiali

Pan Yushu (潘玉书) - Discepolo di Chen Wei Yan. Fu attivo durante il periodo Guangxu/repubblicano. Era famoso per le sue figurine. Non era molto abile nella preparazione dell'argilla e come tale molti hanno crepe di fabbricazione dopo la cottura.

Huo Jin ( 霍津 ) - Attivo durante il periodo repubblicano. Abile nella modellazione di figurine umane e animali. Il suo lavoro sul bufalo è particolarmente famoso e la sua eccellenza artistica alla pari e di solito menzionato insieme all'anatra di Huang Bing.

Ou Qian ( 区乾 ) - Attivo durante il periodo tardo repubblicano in poi. Era abile nel fare figurine di animali e uccelli.

Liu Chuan ( 刘传 ) - Attivo durante il periodo tardo repubblicano in poi. Era famoso per le sue figurine umane. Era un tuttofare e bravo nella costruzione del forno, nella selezione dell'argilla, nella preparazione dello smalto e nella modellazione.

19°/20° vascello vietnamita di tipo Shiwan

Molti cinesi del Fujian e del Guangdong si stabilirono in Vietnam durante il periodo Ming/Qing. Una distinta evidenza fisica della loro presenza sono i templi in stile cinese. Il tetto dei templi è decorato con ceramiche smaltate a colori raffiguranti soggetti umani, animali, uccelli, fiori e così via. Sono simili a quelli prodotti dai vasai del Guangdong Shiwan. In effetti, quelli datati al XVIII/XIX secolo sono stati effettivamente prodotti da vasai Shiwan spediti in Vietnam. Alcuni dei vasai si stabilirono in Vietnam e continuarono a produrre le merci di tipo Shiwan. I loro discendenti hanno ereditato la tecnologia e hanno assicurato la continuità di questa forma d'arte. Song Be a circa 100 km da Ho Chiminh era un importante centro dove venivano prodotte tali ceramiche. Questi articoli di tipo Shiwan sono in realtà una continuità degli articoli di smalto al piombo a 3 colori Tang. La versione vietnamita si distingueva per la pasta più porosa. Anche stilisticamente le decorazioni mostrano alcune differenze.

Confronto tra il vietnamita (foto in alto) e Shiwan Sun God e Moon Goddess

Statuette di Shiwan della Rivoluzione Culturale

Durante il periodo della rivoluzione culturale degli anni '60/'70 furono prodotte molte interessanti opere di carattere propagandistico. Figurine distintive raffiguravano modelli di ruolo per propagare la qualità disinteressata da emulare dalla gente comune. Molte figurine delle razze minoritarie sono state prodotte anche come strumento per diffondere il messaggio dell'unità multirazziale. Molte delle opere sono state progettate da ceramisti altamente qualificati, con alcuni ora riconosciuti come maestri artisti come Liu Ze Mian ( 刘泽棉 ), Zhuang Jia (庄稼) , Mei Wen Ding (梅文鼎) , Huang Song Jian (黄松坚) e Liao Hong Biao ( 廖洪标 ) . Quelle opere di Shiwan del periodo della rivoluzione culturale sono ora avidamente ricercate dai collezionisti cinesi.

Statuette di Shiwan del periodo della Rivoluzione Culturale

Per ulteriori informazioni sulle ceramiche Shiwan di questo periodo, leggi di seguito:

Osservazioni conclusive

Dopo la rivoluzione culturale, i ceramisti di Shiwan sono tornati a produrre opere d'arte ispirate all'antica cultura tradizionale. Tuttavia, a causa dell'elevata richiesta di figurine della rivoluzione culturale, molte imitazioni di quel periodo vengono ancora riprodotte. Generalmente la qualità, in particolare l'espressione facciale, impallidisce rispetto al lavoro del passato. Ci sono anche alcune differenze percettibili in termini di pasta e smalto che possono essere distinte dai collezionisti esperti.