Podcast di storia

Quando nel settembre 1939 la missione diplomatica britannica lasciò Varsavia?

Quando nel settembre 1939 la missione diplomatica britannica lasciò Varsavia?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il primo settembre 1939, alle 4:45 del mattino, lo Schleswig-Holstein aprì il fuoco su Danzica/Danzica. Il 22 settembre le truppe tedesche completarono l'accerchiamento di Varsavia. Da qualche parte nel mezzo, la missione diplomatica britannica deve aver lasciato Varsavia, ma quando esattamente?

Secondo il sito web dell'ambasciata americana in Polonia, l'ambasciatore americano ha lasciato Varsavia il 5 settembre. Ma dal 3 settembre, gli inglesi stavano (formalmente) combattendo la guerra a fianco della Polonia, quindi forse se ne sono andati più tardi?


Modificare: Per essere più precisi, mi interessa quando l'ambasciatore è partito e/o l'ultimo diplomatico.


L'ambasciatore molto probabilmente se n'è andato Polonia per la Romania verso mezzogiorno del 17 settembre 1939, poche ore dopo l'invasione sovietica di quella mattina, avendo già lasciato Varsavia per Kuty in preparazione di un'azione del genere.


Dai registri Hansard della Camera dei Comuni del 20 settembre 1939 - Colonne 976-7 (la mia enfasi):

Situazione di guerra

15:52

Il Primo Ministro (Mr. Chamberlain)

… La mattina del 17 settembre le truppe russe attraversarono la frontiera polacca in punti per tutta la sua lunghezza e avanzarono in Polonia.

Non posso dire che l'azione del governo sovietico sia stata inaspettata. Da tempo le truppe sovietiche sono state mobilitate e concentrate sulle frontiere occidentali dell'Unione Sovietica, e sono apparsi sulla stampa e sulla radio sovietici dichiarazioni che si riferivano alla posizione dei russi bianchi e degli ucraini in Polonia, che portavano l'interpretazione che il governo sovietico si preparavano all'intervento.

Ambasciatore di Sua Maestà in Polonia, che si era stabilito nella città polacca di Kuty, vicino alla frontiera rumena, fu consigliato dal governo polacco di lasciare la Polonia non appena le truppe russe avessero attraversato la frontiera, e lui ora è in Romania con il suo staff. Vorrei esprimere una parola di cordoglio a Sir Howard Kennard e ai membri del suo staff, nonché agli Ufficiali consolari di Sua Maestà in Polonia. Hanno dovuto sopportare un tale calvario di ansietà, fatica e pericolo che raramente tocca alla sorte dei membri dei loro Servizi, ma è superfluo dire che hanno svolto i loro doveri con il coraggio, l'efficienza e il disprezzo delle considerazioni personali che dovremmo aspettarci da loro.

La dichiarazione identica (paragprah in corsivo sopra) sopra è stata fatta alla Camera dei Lord (Colonna 1082) circa un'ora dopo da Earl Stanhope, Lord President of the Council. (c'è un errore tipografico nel tempo, ma indica un po' di tempo dopo le 4 p.m.

Le precedenti sedute della Camera erano il 13 settembre, questo trasferimento da parte dell'ambasciatore avrebbe potuto avvenire in uno qualsiasi di quei giorni, tuttavia l'esercito sovietico non ha invaso la Polonia fino al 17 settembre. Quindi abbiamo una finestra temporale di circa 3 giorni , dal momento in cui il 17 settembre la notizia dell'invasione russa ha raggiunto Kuty fino alla mattina del 20 settembre, per il trasferimento in Romania.

Data la chiara aspettativa che i sovietici avrebbero invaso e la lungimiranza di trasferirsi così vicino al confine rumeno, mi aspetto che l'ambasciatore fosse in Romania verso mezzogiorno del 17 settembre 1939.

Kuty si trova circa a metà strada tra Kolomyja e il confine rumeno, mostrato qui da una piccola x blu cerchiata, da 20 a 30 km dal confine:


Guarda il video: Երբ չի մնում ելք ու ճար, խենթերն են գտնում հնար. ՀՀ օրհներգի համար առաջարկվող տարբերակ (Potrebbe 2022).