Podcast di storia

Carrello motore pistola T65 40mm

Carrello motore pistola T65 40mm


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Carrello motore pistola T65 40mm

Il carrello motore per cannoni da 40 mm T65 è stato un tentativo di montare un cannone Bofors da 40 mm su un telaio del carro armato leggero M5 modificato. Il progetto fu un successo, ma l'M5 stava uscendo di produzione e così il lavoro si spostò su una versione basata sul carro leggero M24 Chaffee che entrò in servizio come M19 Gun Motor Carriage.

Nel maggio 1941 l'esercito degli Stati Uniti iniziò a lavorare sul carrello motore T16 da 4,5 pollici. Cadillac ha svolto gran parte del lavoro di progettazione e ha prodotto un telaio basato sul loro M5 Light Tank, ma allungato e dotato di un terzo carrello di sospensione a due ruote. Ciò ha aumentato la quantità di spazio all'interno del veicolo e ha reso più facile montare grandi cannoni (i tentativi di produrre cannoni semoventi sul telaio di base M3 o M5 erano falliti perché era troppo piccolo).

Il telaio M5A1 modificato divenne la base per una famiglia di modelli di cannoni semoventi, a volte chiamati Light Combat Team. Il T65 è stato prodotto per il comando antiaereo e trasportava un doppio attacco per cannone Bofors da 40 mm su una piattaforma circolare montata sul retro del serbatoio. Il prototipo è stato sottoposto a prove di successo e nel febbraio 1943 il comando antiaereo ha richiesto 1.000 carrelli motore per cannoni T65 da 40 mm. Le forze di terra dell'esercito si sono opposte a questo ordine poiché si prevedeva che l'M5 uscisse presto dalla produzione. In questa fase entrambi i programmi T7 Light Tank e T21 Light Tank erano in difficoltà e sarebbero stati presto cancellati, ma nell'aprile 1943 iniziarono i lavori sul T24 Light Tank. Questo sarebbe poi entrato in servizio come M24 Chaffee ed è stato anche progettato per essere la base di altri veicoli corazzati (il Common Chassis Concept).

Il 23 maggio 1943 l'esercito approvò lo sviluppo di una versione del T65 utilizzando il nuovo telaio T24. Il pilota ricevette la designazione T65E1 e fu completato all'inizio del 1944, e il veicolo fu ordinato in produzione nell'agosto 1944 come M19 Multiple Gun Motor Carriage.


Carrello motore multiplo M19

Il Carrello motore multiplo M19 (MGMC) era un'arma antiaerea semovente dell'esercito degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale sul telaio del carro armato leggero M24. Era equipaggiato con due cannoni Bofors da 40 e 160 mm (1,6 e 160 pollici). Fu prodotta dalla Cadillac verso la fine del 1944.

L'M19 è stato sviluppato dal T65 basato sul telaio del carro armato leggero M5. Il design originale è stato migliorato e designato T65E1. Fu accettato in servizio nel maggio 1944 come M19 MGMC, equipaggiando diverse unità antiaeree dell'esercito americano durante la seconda guerra mondiale. L'M19A1 era una variante migliorata con un motore ausiliario e canne di ricambio per i cannoni Bofors da 40 e 160 mm.

Durante la seconda guerra mondiale, l'M19 e l'M19A1 videro l'azione nel teatro delle operazioni europeo come un cannone d'assalto, poiché gli Alleati avevano la supremazia aerea sui cieli d'Europa. L'M19 e l'M19A1 furono utilizzati anche durante la guerra di Corea nello stesso ruolo.


Contenuti

Osservando gli eventi in Europa e in Asia durante la seconda guerra mondiale, i progettisti di carri armati americani si resero conto che il Light Tank M2 stava diventando obsoleto e si misero a migliorarlo. Il design aggiornato, con corazza più spessa, sospensioni modificate e nuovo sistema di rinculo della pistola è stato chiamato "Light Tank M3". La produzione del veicolo iniziò nel marzo 1941 e proseguì fino all'ottobre 1943. Come il diretto predecessore, l'M2A4, l'M3 era inizialmente armato con un cannone M5 da 37 mm e cinque mitragliatrici Browning M1919A4 .30-06: coassiali al cannone, su parte superiore della torretta in un supporto antiaereo M20, in un supporto a sfera a prua destra e negli sponsor dello scafo destro e sinistro. Successivamente, la pistola fu sostituita con l'M6 leggermente più lungo e le mitragliatrici sponsorizzate furono rimosse. Per essere un carro leggero, lo Stuart era abbastanza pesantemente corazzato. Aveva 38 mm di corazza sullo scafo anteriore superiore, 44 mm sullo scafo anteriore inferiore, 51 mm sul mantello del cannone, 38 mm sui lati della torretta, 25 mm sui lati dello scafo e 25 mm sul retro dello scafo. [5]

Il M3 e M3A1 le varianti erano alimentate da un motore radiale raffreddato ad aria, un Continental W-670 a 7 cilindri a benzina (8.936 costruiti) o un diesel Guiberson T-1020 a 9 cilindri (1.496 costruiti). [6] Entrambi questi propulsori sono stati originariamente sviluppati come motori per aerei. Internamente, il motore radiale era nella parte posteriore e la trasmissione nella parte anteriore dello scafo del serbatoio. L'albero dell'elica che collegava il motore e la trasmissione attraversava il centro del compartimento di combattimento. L'albero a gomiti del motore radiale è stato posizionato in alto rispetto al fondo dello scafo e ha contribuito al profilo relativamente alto del serbatoio. [7] Quando fu introdotto un pavimento della torretta girevole nell'M3 ibrido e nell'M3A1, l'equipaggio aveva meno spazio. Un ulteriore 3.427 M3A3 furono costruite varianti con scafo modificato (simile all'M5), nuova torretta e motore a benzina Continental W-670. [8] A differenza dell'M2A4, tutti i carri armati della serie M3/M5 avevano una ruota folle posteriore posteriore per un maggiore contatto con il suolo.

M5 Stuart Modifica

Per alleviare la domanda in tempo di guerra per i motori aeronautici radiali utilizzati nella M3, una nuova versione è stata sviluppata utilizzando due motori automobilistici Cadillac V8 e due trasmissioni Hydra-Matic che operano attraverso un ripartitore di coppia. Questa versione del serbatoio era più silenziosa, più fresca e più spaziosa, la trasmissione automatica semplificava anche l'addestramento dell'equipaggio. Il nuovo modello (inizialmente chiamato M4 ma ridisegnato M5 per evitare confusione con l'M4 Sherman [9] ) presentava uno scafo ridisegnato con un ponte posteriore rialzato sopra il vano motore, una lastra di vetro inclinata e i portelli del conducente spostati verso l'alto. Sebbene la principale critica delle unità che utilizzavano gli Stuart fosse la mancanza di potenza di fuoco, la serie M5 migliorata manteneva lo stesso cannone da 37 mm. L'M5 sostituì gradualmente l'M3 in produzione dal 1942 e, dopo che il progetto M7 si dimostrò insoddisfacente, gli successe il carro armato leggero M24 nel 1944. La produzione totale di carri armati M5 e M5A1 fu di 8.885 ulteriori 1.778 carrozze a motore obice M8 da 75 mm basate sull'M5 sono stati prodotti telai con una torretta aperta.

Major Loyal Fairall nel rapporto dopo l'azione, 759th Light Tank Battalion, dal 44 luglio al 45 marzo [10]

Guerra in Nord Africa e in Europa Modifica

Gli eserciti britannici e di altri paesi del Commonwealth furono i primi ad utilizzare il carro armato leggero M3, come "Stuart", in combattimento. [11] Da metà novembre 1941 alla fine dell'anno, circa 170 Stuart (in una forza totale di oltre 700 carri armati) presero parte all'Operazione Crusader durante la campagna del Nord Africa, con scarsi risultati. Questo nonostante il fatto che l'M3 fosse superiore o comparabile sotto molti aspetti [ citazione necessaria ] alla maggior parte dei carri armati utilizzati dalle forze dell'Asse. Il carro armato tedesco più numeroso, il Panzer III Ausf G, aveva corazza e velocità quasi identiche all'M3, [nota 1] e i cannoni di entrambi i carri armati potevano penetrare la corazza anteriore dell'altro carro armato da oltre 1.000 m (3.300 piedi). [12] Il più numeroso carro armato italiano (e il secondo carro armato dell'Asse in assoluto), il Fiat M13/40, era molto più lento dello Stuart, aveva una corazza leggermente più debole tutt'intorno e non poteva penetrare lo scafo anteriore dello Stuart o la corazza della torretta a 1.000 metri, mentre il cannone di Stuart poteva penetrare in qualsiasi punto dell'M13/40. Sebbene le elevate perdite subite dalle unità equipaggiate con Stuart durante l'operazione abbiano avuto più a che fare con le migliori tattiche e addestramento del Afrika Korps rispetto all'apparente superiorità dei veicoli corazzati da combattimento tedeschi utilizzati nella campagna nordafricana, [13] l'operazione ha rivelato che l'M3 aveva diversi difetti tecnici. Menzionato nelle denunce britanniche erano il cannone M5 da 37 mm e il layout interno scadente. L'equipaggio della torretta di due uomini era una debolezza significativa e alcune unità britanniche cercarono di combattere con equipaggi della torretta di tre uomini. Lo Stuart aveva anche un raggio d'azione limitato, che era un grave problema nella guerra del deserto altamente mobile poiché le unità spesso superavano le loro scorte e rimanevano bloccate quando finivano il carburante. Sul lato positivo, gli equipaggi apprezzavano la sua velocità relativamente elevata e l'affidabilità meccanica, specialmente rispetto al carro armato Crusader, [14] [15] che comprendeva gran parte della forza corazzata britannica in Africa fino al 1942. Il Crusader aveva un armamento simile e corazza allo Stuart pur essendo più lento, meno affidabile e parecchie tonnellate più pesante. Lo Stuart aveva anche il vantaggio di un cannone in grado di fornire proiettili ad alto potenziale esplosivo I proiettili HE non erano disponibili per il cannone da 40 mm QF 2-pdr montato dalla maggior parte dei crociati, limitando fortemente il loro uso contro i cannoni anticarro o la fanteria. [16] [nota 2] Il principale svantaggio dello Stuart era la sua bassa capacità di carburante e l'autonomia, la sua autonomia operativa era di soli 75 miglia (121 km) di cross country, [5] circa la metà di quella del Crusader.

Nell'estate del 1942, gli inglesi di solito tenevano gli Stuart fuori dai combattimenti tra carri armati, usandoli principalmente per la ricognizione. La torretta è stata rimossa da alcuni esempi per risparmiare peso e migliorare velocità e portata. Questi divennero noti come "Stuart Recce". Alcuni altri furono convertiti in veicoli corazzati da trasporto truppa conosciuti come "Stuart Kangaroo", e alcuni furono convertiti in veicoli di comando e conosciuti come "Stuart Command". M3, M3A3 e M5 continuarono in servizio britannico fino alla fine della guerra, ma le unità britanniche avevano una proporzione minore di questi carri armati leggeri rispetto alle unità statunitensi. citazione necessaria ]

Fronte Orientale Modifica

L'altro principale destinatario di Lend-Lease dell'M3, l'Unione Sovietica, era meno soddisfatto del carro armato, considerandolo sotto cannone, sotto corazza, suscettibile di prendere fuoco e troppo sensibile alla qualità del carburante. Il motore aeronautico radiale dell'M3 richiedeva carburante ad alto numero di ottani, il che complicava la logistica sovietica poiché la maggior parte dei loro carri armati utilizzava diesel o carburante a basso numero di ottani. L'elevato consumo di carburante ha portato a una scarsa caratteristica di autonomia, particolarmente sensibile per l'uso come veicolo da ricognizione. Inoltre, rispetto ai carri armati sovietici, i cingoli più stretti dell'M3 determinavano una maggiore pressione al suolo, facendoli incastrare più facilmente nel Rasputitsa condizioni fangose ​​della primavera e dell'autunno e condizioni di neve invernali sul fronte orientale. Nel 1943, l'Armata Rossa provò l'M5 e decise che il design aggiornato non era molto migliore dell'M3. Essendo meno disperati che nel 1941, i sovietici rifiutarono un'offerta americana di fornire l'M5. Gli M3 continuarono in servizio nell'Armata Rossa almeno fino al 1944. [ citazione necessaria ]

Italia Modifica

Uno degli usi di maggior successo dell'M5 in combattimento avvenne durante la Battaglia di Anzio quando sfondarono le forze tedesche che circondavano la testa di ponte. La tattica prevedeva uno sfondamento iniziale da parte di una compagnia di carri medi per distruggere le difese più pesanti, seguita da un battaglione di fanteria che avrebbe attaccato le truppe tedesche che erano state lasciate dietro i carri armati medi. Poiché molte fortificazioni e posizioni nascoste sarebbero sopravvissute all'assalto iniziale dei carri medi, la fanteria si sarebbe quindi confrontata con le truppe tedesche fortificate rimaste. Dietro la fanteria c'erano gli M5 di una compagnia di carri armati leggeri, che avrebbero attaccato queste posizioni quando diretti dalla fanteria, di solito con l'uso di granate fumogene verdi. [17]


Contenuti

L'esperienza di combattimento britannica nella campagna nordafricana ha identificato diverse carenze del carro leggero M3 Stuart, in particolare le prestazioni del suo cannone da 37 mm. Un cannone da 75 mm è stato montato sperimentalmente su un Howitzer Motor Carriage M8 - un carro armato M3 con una torretta più grande - e le prove hanno indicato che un cannone da 75 mm sullo sviluppo del carro leggero M5 dell'M3 era possibile. Tuttavia, il design dell'M3/M5 era datato e il cannone da 75 mm riduceva lo spazio di archiviazione. [1]

Il design del carro armato leggero T7, che inizialmente era stato visto come un sostituto, crebbe di peso fino a oltre 25 tonnellate corte, eliminandolo dalla classificazione dei carri leggeri, e quindi fu designato come carro armato medio M7. L'aumento di peso senza aumento di potenza gli diede prestazioni insoddisfacenti, il programma fu interrotto nel marzo 1943 per consentire la standardizzazione su un singolo carro medio: il medio M4. [2] [1] Ciò spinse l'Ordnance Committee a emettere una specifica per un nuovo carro leggero, con lo stesso propulsore dell'M5A1 ma armato con un cannone da 75 mm. [3]

Nell'aprile del 1943, l'Ordnance Corps, insieme a Cadillac (produttore della M5), iniziò a lavorare al nuovo progetto, designato Carro leggero T24. Il propulsore e la trasmissione della M5 sono stati utilizzati insieme ad alcuni aspetti del T7. [1] Si è cercato di mantenere il peso del veicolo al di sotto delle 20 tonnellate. L'armatura era estremamente leggera ed era inclinata per massimizzare l'efficacia. La torretta aveva uno spessore di 25 mm con un mantello di cannone spesso 38 mm. La lastra glaciale aveva uno spessore di 25 mm. Lo spessore della corazza dello scafo laterale variava: la sezione frontale era spessa 25 mm ma il terzo posteriore della corazza (che copriva il vano motore) era di soli 19 mm. [4]

È stato sviluppato un nuovo cannone leggero da 75 mm, un derivato del cannone utilizzato nel bombardiere B-25H Mitchell. La pistola aveva la stessa balistica dell'M3 da 75 mm in uso dai carri armati americani, ma utilizzava una canna a pareti sottili e un meccanismo di rinculo diverso. Il design prevedeva cingoli da 16 pollici (41 cm) e sospensioni a barra di torsione, simili al cacciacarri M18 Hellcat leggermente precedente, che a sua volta iniziò la produzione nel luglio 1943. Il sistema a barra di torsione doveva dare una guida più fluida rispetto alla sospensione a voluta verticale utilizzata sulla maggior parte dei veicoli corazzati statunitensi. Allo stesso tempo, il telaio doveva essere uno standard utilizzato per altri veicoli, come i cannoni semoventi e i veicoli specializzati noti insieme come "Light Combat Team". [1] Aveva una sagoma relativamente bassa e una torretta di tre uomini. [ citazione necessaria ]

Il 15 ottobre 1943 fu consegnato il primo veicolo pilota. Il progetto è stato giudicato un successo e un contratto per 1.000 è stato immediatamente sollevato dal dipartimento degli armamenti. Questo è stato successivamente aumentato a 5.000. [1] La produzione iniziò nel 1944 con la denominazione Carro leggero M24. È stato prodotto in due siti da aprile a Cadillac e da luglio a Massey-Harris. Quando la produzione fu interrotta nell'agosto 1945, erano stati prodotti 4.731 M24. [5]

L'M24 chaffee era destinato a sostituire il vecchio e obsoleto Light Tank M5 (Stuart), che è stato utilizzato in ruoli supplementari. I primi 34 M24 raggiunsero l'Europa nel novembre 1944 e furono consegnati al 2° gruppo di cavalleria degli Stati Uniti (meccanizzato) in Francia. Questi furono poi consegnati al Troop F, 2nd Cavalry Reconnaissance Squadron [6] [7] e Troop F, 42nd Cavalry Reconnaissance Squadron, [8] che ricevettero ciascuno diciassette M24. Durante la Battaglia delle Ardenne nel dicembre 1944, queste unità e i loro nuovi carri armati furono portati di corsa nel settore meridionale, due degli M24 furono distaccati per servire con il 740° Battaglione Carri della Prima Armata degli Stati Uniti. [9]

L'M24 iniziò ad essere ampiamente utilizzato nel dicembre 1944, ma furono lenti nel raggiungere le unità di combattimento in prima linea. Alla fine della guerra, le compagnie di carri leggeri di molte divisioni corazzate erano ancora principalmente equipaggiate con gli M3/M5 Stuart. Alcune divisioni corazzate non ricevettero i primi M24 fino alla fine della guerra. [10] A parte l'esercito degli Stati Uniti, l'esercito britannico fu un altro utilizzatore principale del Chaffee durante la guerra, con almeno diverse centinaia ottenute attraverso il programma statunitense Lend-Lease. Questi hanno visto l'azione principalmente nell'Europa nordoccidentale e nella pianura della Germania settentrionale, dove le forze britanniche hanno visto l'azione contro le truppe tedesche.

I rapporti delle divisioni corazzate che li hanno ricevuti prima della fine delle ostilità sono stati generalmente positivi. Gli equipaggi hanno apprezzato le prestazioni e l'affidabilità fuoristrada migliorate, ma hanno apprezzato di più il cannone principale da 75 mm, che è stato un grande miglioramento rispetto al 37 mm. L'M24 era inferiore ai carri armati tedeschi, ma almeno il cannone più grande dava ai suoi equipaggi una possibilità molto migliore di contrattaccare quando era necessario, specialmente nel supporto della fanteria. L'armatura leggera dell'M24 lo rendeva vulnerabile a quasi tutti i carri armati tedeschi, i cannoni anticarro e le armi anticarro portatili. Il contributo dell'M24 alla vittoria della guerra in Europa fu insignificante, poiché troppo pochi arrivarono troppo tardi per sostituire i logori M5 delle divisioni corazzate. [5] Alla fine della seconda guerra mondiale, l'esercito degli Stati Uniti espose i suoi Chaffees accanto ai carri armati britannici Comet e agli ultimi carri armati sovietici, il carro pesante Iosif Stalin 3 (IS-3), nella Victory Parade di Berlino nel 1945. Quando gli Stati Uniti iniziarono la sua occupazione del Giappone nello stesso anno, ha schierato un gran numero di Chaffee leggeri invece di Sherman più grandi e Pershing più pesanti a causa delle strade più strette e dei carichi più piccoli dei ponti nel paese.

Durante le fasi iniziali della guerra di Corea, gli M24 furono i primi carri armati statunitensi diretti a combattere i T-34-85 nordcoreani più pesanti e più grandi forniti dai sovietici. Le truppe di occupazione in Giappone da cui sono stati estratti i carri armati Chaffee erano inesperte e sotto equipaggiate a causa della rapida smobilitazione dopo la seconda guerra mondiale. Un altro motivo per l'invio di Chaffees in Corea inizialmente era anche in parte perché gli ufficiali statunitensi non consideravano la Corea come un paese in cui poteva verificarsi una guerra di carri armati su larga scala (gran parte della penisola coreana è in gran parte montuosa e collinare) e quindi inviavano veicoli corazzati più leggeri per combattere le forze d'invasione nordcoreane. L'M24 se la cavò male contro i carri medi meglio armati, meglio corazzati e meglio equipaggiati dell'esercito invasore, perdendo la maggior parte del loro numero mentre infliggeva solo danni minori alle unità di carri armati T-34. Gestendo un ritiro di combattimento, sono finiti come artiglieria di supporto alla fanteria nel perimetro di Pusan, e in agosto i rinforzi dagli Stati Uniti e dal Commonwealth hanno portato carri armati più pesanti che erano all'altezza dei T-34, per non parlare degli armamenti anticarro di fanteria superiori e schiacciante supporto aereo contro l'armatura nordcoreana. Gli M24 ebbero più successo più avanti nella guerra nel loro ruolo di ricognizione e supportati da carri armati più pesanti e più capaci come l'M4 Sherman, l'M26 Pershing e l'M46 Patton, insieme ai carri armati britannici Churchill, Comet e Centurion. [11]

Come altri progetti di successo della seconda guerra mondiale, l'M24 è stato fornito a molti eserciti in tutto il mondo ed è stato utilizzato nei conflitti locali molto tempo dopo essere stato sostituito nell'esercito degli Stati Uniti dall'M41 Walker Bulldog. La Francia impiegò i suoi M24 in Indocina in missioni di supporto alla fanteria, con buoni risultati. Impiegarono dieci M24 nella battaglia di Dien Bien Phu. Nel dicembre 1953, dieci Chaffee smontati furono trasportati in aereo per fornire supporto di fuoco alla guarnigione. Spararono circa 15.000 proiettili nel lungo assedio che seguì prima che le forze del Viet Minh riuscissero finalmente a sconfiggere il campo nel maggio 1954, quasi tutti completamente consumati e gravemente danneggiati al termine della battaglia. [12] La Francia schierò anche l'M24 in Algeria, con alcune varianti che combatterono lì portando una torretta AMX-13 modificata dalla Francia. Alcuni ex Chaffees francesi e statunitensi sono noti per essere stati tramandati all'esercito del Vietnam del Sud, dove hanno prestato servizio almeno fino alla battaglia di Huế, con diversi che fungevano da postazioni di cannoni fisse al di fuori di installazioni militari vitali come le basi aeree. L'ultima volta che si sa che l'M24 è stato in azione è stato nella guerra indo-pakistana del 1971, dove 66 Chaffees pakistani di stanza nel Pakistan orientale (l'attuale Bangladesh) sono stati persi a causa dei T-55, PT-76 e anti- squadre di carri armati, essendo facile preda per le forze d'invasione indiane meglio equipaggiate. Sebbene sia l'Iran che l'Iraq avessero M24 prima della guerra Iran-Iraq, non c'è rapporto sul loro uso in quel conflitto. I chaffee sudcoreani videro un servizio limitato durante la guerra di Corea, spesso effettuando incursioni mordi e fuggi contro le forze comuniste. [13] Cambogia, Laos, Giappone e Taiwan erano altre quattro nazioni asiatiche ad aver operato Chaffees oltre a Vietnam del Sud, Corea del Sud e Pakistan.

L'esercito greco ricevette 85 M24 dagli Stati Uniti dal 1950 al 1970. Gli M24 inizialmente erano organizzati in due reggimenti carri numerati 392, 393. Negli anni successivi i reggimenti carri armati furono riorganizzati in battaglioni carri armati con gli stessi numeri. Dal 1962 fino all'inizio degli anni settanta gli M24 nei Battaglioni Carri furono sostituiti con M47 e gli M24 furono usati per equipaggiare le Compagnie di Ricognizione Indipendenti con altri 121 M24 ricevuti dall'Italia nel 1975. Dal 1991 al 1995 61 M24 furono demoliti a causa delle limitazioni del Trattato CFE. [14] Gli altri sono abbandonati all'interno o all'esterno dei campi militari [15] e un M24 è conservato nel Museo dei carri armati dell'esercito greco. [16]

I chaffee appaiono in due film di guerra, Il ponte di Remagen e La battaglia delle Ardenne. In ogni caso i Chaffees vengono utilizzati per rappresentare il più pesante M4 Sherman. I serbatoi utilizzati in La battaglia delle Ardenne sono stati presi in prestito dall'esercito spagnolo. Appaiono anche nel film di fantascienza Il giorno in cui la Terra si fermò. Uno può essere visto a breve in Vai per rotto! avanzando con fanti americani giapponesi.


Il T56 è stato il primo progetto della linea verso l'M18. Era basato sul carro armato M3A3 Stuart. È stato testato un cannone da 37 mm in una torretta aperta, considerato obsoleto. Nel 1942 fu testato anche un Royal Ordnance QF 6 Pounder (57 mm).

Il T67 era il secondo progetto, era armato con un cannone da 75 mm sconosciuto. Il design era basato sul telaio del serbatoio medio T49. Un modello è stato testato nel novembre 1942 ad Aberdeen.

Carrello motore pistola da 76,2 mm, T70

Il T70 era l'ultimo progetto. Il 75 mm è stato sostituito con il 76,2 mm M1. Il motore è stato sostituito dal Continental R-975-C1. Alcuni problemi persistevano nella progettazione, l'ammortizzatore anteriore era troppo debole per il peso del serbatoio e i cingoli avevano una durata dei cingoli inferiore alla media. Dopo alcune correzioni e alcuni piccoli cambiamenti nel layout della corazza, è nato l'M18. Sono stati completati 6 GMC T70.


Bibliografia

: documento utilizzato come fonte per la redazione di questo articolo.

  • (it) Peter Chamberlain e Chris Ellis, Carri armati britannici e americani della seconda guerra mondiale, New York, NY, Arco Publishing Inc, 1969, 222 p. (ISBN 0-668-01867-4) . .
  • (it) Terry Gander, The Bofors Gun, Barnsley, Regno Unito, Pen and Sword, 2013, 256 p. (ISBN 978-1-78346-202-5 e 1-78346-202-7, lire in linea) . .
  • (it) Mike Green , Carri armati americani e AFV della seconda guerra mondiale , Oxford, Regno Unito, Osprey Publishing, 2014, 376 p. (ISBN 978-1-78200-931-3 e 1-78200-931-0) . .
  • (it) R. P. Hunnicutt, Stuart: A History of the American Light Tank, vol. 1, Navato, CA, Presidio Press, 1992, 512 p. (ISBN 0-89141-462-2) . .
  • (it) Jeff Kinard, Artiglieria: una storia illustrata del suo impatto, Santa Barbara, CA, ABC-CLIO, 2007, 536 p. (ISBN 978-1-85109-556-8 et 1-85109-556-X, lire in linea) . .
  • (it) Steven J. Zaloga, M24 Chaffee Light Tank 1943–1985, Oxford, Regno Unito, Osprey Publishing, 2003, 48 p. (ISBN 1-84176-540-6) . .

M19 розроблялася на замовлення армії США на базі існуючого легкого танка. Військам була потрібна бойова машина на базі легкого танка M5 Stuart з двома 40 мм гарматами Bofors, яка могла б рухатися в колонах або бойових порядках одночасно з існуючою бронетехнікою різних типів, забезпечуючи їм протиповітряну оборону. опередні дослідження показували, що обрані шасі і гармати здатні вирішувати поставлені завдання. роєкт нової ЗСУ отримав позначення Carrello motore a pistola multipla T65.

нак незабаром цей проєкт був скасований. квітні 1943 року командування армії США прийняло рішення розпочати нови проєкт, який отримав умовун Squadra leggera da combattimento. м рамках цієї програми планувалося створитиц зв'язку зі змінами планів було вирішено переробити кілька існуючих проєктів, у тому ислі і T65. ови варіант цієї отримав позначення T65E1.

Per saperne di più оно зберегло деякі загальні риси базової машини, але T65E1 отримало ряд помітних відмінностей.

T65E1 ороїли вома 40-мм автоматичними арматами M2 ірми Bofors. армати оснащувалися ідравлічними і ручними механізмами наведення. ертання всієї башти забезпечувало кругове наведення по горизонталі. еханізми вертикального наведення озволяли вести вогонь з кутами піднесення від -3 ° о + 85 °. Максимальна швидкість горизонтального наведення досягала 40 °/секунду, вертикального — 25 °/sec. ля наведення рої використовувалися приціли типів M13, M23 і M24, розташовані праворуч і ліворуч воа

а початку 1944 року був побудований перший прототип ЗСУ T65E1, кий незабаром відправили на Абердинсолгки

14 ервн 1944 року нова бойова машина була прийнята на озброєння під позначенням Carrello motore multiplo M19. езабаром з'явився перший контракт з компанією Cadillac на серійне будівництво новинио техніки в кількооо 90.

агалом о кінця війни уло побудовано тільки 285 contenzioso Втім, з огляду на припинення боїв і відсутність необхідності в подальшому масового виробництва подібної техніки було вирішено відмовитися від нових поставок.

роте, M19 все ж брали участь у боях в Європі, хоча і не в запланованій ролі. Вони нерідко використовувалися як додатковий засіб вогневої підтримки сухопутних військ. Характеристики гармат «Бофорс» дозволяли з певною ефективністю обстрілювати споруди, зміцнення, техніку і живу силу противника з великих відстаней і тим самим допомагати наступаючим підрозділам. підсумку до кінця Другої світової в Європі основним завданням зенітних установок була атака назе

одифікована версія M19A1 MGMC взяла участь у Корейській війні. цьому конфлікті, к і під час ругої світової, енітним самохідни установкам часто доводритлос


Contenuti

Osservando gli eventi in Europa, i progettisti di carri armati americani si resero conto che il Light Tank M2 stava diventando obsoleto e si misero a migliorarlo. Il design aggiornato, con corazza più spessa, sospensioni modificate e nuovo sistema di rinculo della pistola è stato chiamato "Light Tank M3". La produzione del veicolo iniziò nel marzo 1941 e proseguì fino all'ottobre 1943. Come il diretto predecessore, l'M2A4, l'M3 era armato con un cannone M5 da 37 mm e cinque mitragliatrici Browning M1919A4 .30-06: coassiali al cannone, in alto della torretta in un attacco M20 AA, in un attacco a sfera a prua destra, negli sponsor dello scafo destro e sinistro.

Per alleviare la domanda dei motori aeronautici radiali utilizzati nella M3, è stata sviluppata una nuova versione che utilizza due motori automobilistici Cadillac V-8. Il nuovo modello (inizialmente chiamato M4 ma ridisegnato M5 per evitare confusione con l'M4 Sherman) presentava anche uno scafo ridisegnato con piastra inclinata inclinata e portelli del conducente spostati verso l'alto. Sebbene la principale critica delle unità che lo utilizzavano fosse che gli Stuart non avevano potenza di fuoco, la serie M5 migliorata manteneva lo stesso cannone da 37 e 160 mm. L'M5 sostituì gradualmente l'M3 in produzione dal 1942 e fu a sua volta sostituito dal Light Tank M24 nel 1944.


Gli inglesi creano veicoli corazzati per il personale negli anni '40

Mi riferivo agli APC convertiti da scafi di carri armati, come riferito dall'OP.

Lord Wyclif

Maratona

Non conoscevo questo veicolo, grazie per la pubblicazione!

Mi riferivo agli APC convertiti da scafi di carri armati, come riferito dall'OP.

  • Carrello motore pistola 3" M18:
  • M39: Telaio M18 senza torretta utilizzato per il trasporto di truppe o rifornimenti.
  • M44 Corazzato per il personale corazzato: I portelli superiori erano incernierati lateralmente.
  • L'M44 Armored Personnel Carrier era una versione modificata dell'M39. La disposizione interna del veicolo è stata modificata. Aveva un equipaggio di tre persone: pilota, mitragliere di prua e comandante e poteva trasportare 24 soldati in un unico grande compartimento passeggeri. I passeggeri erano seduti su quattro panche che correvano longitudinalmente lungo il veicolo, una per lato rivolta verso l'interno e due schiena contro schiena al centro. C'erano due grandi porte nella parte posteriore del veicolo per consentire l'accesso all'abitacolo e porte di fuga sul lato. Aveva una nuova sovrastruttura squadrata che ricordava il design dei mezzi corazzati del dopoguerra.

Il 12 aprile 1945 il T16 fu accettato per un approvvigionamento limitato e messo in produzione a Cadillac. I primi sei veicoli dovevano essere consegnati nel giugno 1945. Gli fu data la designazione M44 Armored Utility Vehicle e furono valutati per l'uso nell'esercito in tempo di pace. Le sue grandi dimensioni ora contavano a sfavore: l'esercito voleva un veicolo che potesse trasportare una singola squadra di 10-12 uomini e l'M44 era quindi il doppio delle dimensioni richieste.

Il 31 ottobre 1946 l'esercito diede il permesso di modificare uno degli M44 per tenere conto delle lezioni delle prove precedenti. Questo veicolo, l'M44E1, era dotato di un motore più potente, cingoli da 21 pollici ed era più alto di 10 pollici. Alcune delle sezioni del tetto potevano essere aperte, quindi le porte di fuga laterali sono state rimosse. Anche questa versione non è stata accettata per la produzione.

SCOUT 5249

Un M18 è più veloce dell'attuale Abrams.

Usarlo per un APC sarebbe molto veloce ed efficace.

Maratona

Cryhavoc101

Pomè con gamba di legno

PhilKearny

Sam R.

Non sono i maggiori problemi culturali a raggiungere:

Sezione/squadra
Coperchio laterale
Coperchio superiore

Un fuoristrada senza protezione contro le schegge non cambierà molto.

Maratona

Yulzari

SCOUT 5249

SCOUT 5249

Ok, diciamo che gli inglesi hanno usato la A14 perché è più economica, la prima azione sarebbe in nord Africa, questa è seguita dalla mark II usando il covenator.

Sebbene si possa utilizzare il sistema di sospensione utilizzato nel BT 7 russo e nel Light Tank Mk VII (A17), il Tetrarca può funzionare senza binari se necessario.

Anche se dal momento che è una scatola chiusa sarebbe difficile in nord Africa.

Regno Trino

Okay lets say the British used the A14 because it's cheaper, the first action would be in north Africa this is followed by the mark II using the covenator.

Though one could use the suspension system used in the Russian BT 7 and Light Tank Mk VII (A17) Tetrarch can run without tracks if need be.

Though since it's an enclosed box it would be hard in north Africa.

Well, A14 is supposed to be lenghtened Bren Carrier, with somewhat heavier armament, and that sounds alright, but I do not see a reason why you want them so heavily armed. I mean their main job is to serve as a battle taxi, to deliver the troops as close to the battle as possible, and to allow for moving of heavier weapons and supplies. You do not need Proto-IFV for that role.

However, I really see no point in using Christie suspension with them, since there are much better alternatives out there. The original Horstmann suspension of Bren/Loyd carriers should be sufficient, and is a much better option. Christie suspension may allow for greater speeds, but considering the amount of internal space it takes up, as well as maintenance and replacement problems associated with it, I really do not see a reason why they should go with it.

Also, they really do not need a fully enclosed APC at this point in time. Nobody has airburst weapons this early on, least of all the Germans, and US only started using proximity fused airburst munitions in late 1944 I believe. Also, there is no need for full NBC protection, so that also neatly removes the need for an "armored box" designs of Cold War era. Only thing that putting a roof on the APC would do, is to add to the cramped conditions inside, while adding a lot of weight, thus putting additional strain on the suspension and the engine.

Lastly, change of the weapons would do little good since it does not remove the root problem of British Army, that being the fact that they spent majority of the Interwar period being told by their goverment that they are not going to fight a war against Germany. Change that earlier, loosen the purse strings and then you get to watch butterflies fly.

For one French would not be as defeatist as they were IOTL, since the forces British deploy are going to be much larger then their OTL counterparts.

SCOUT 5249

Well, A14 is supposed to be lenghtened Bren Carrier, with somewhat heavier armament, and that sounds alright, but I do not see a reason why you want them so heavily armed. I mean their main job is to serve as a battle taxi, to deliver the troops as close to the battle as possible, and to allow for moving of heavier weapons and supplies. You do not need Proto-IFV for that role.

However, I really see no point in using Christie suspension with them, since there are much better alternatives out there. The original Horstmann suspension of Bren/Loyd carriers should be sufficient, and is a much better option. Christie suspension may allow for greater speeds, but considering the amount of internal space it takes up, as well as maintenance and replacement problems associated with it, I really do not see a reason why they should go with it.

Also, they really do not need a fully enclosed APC at this point in time. Nobody has airburst weapons this early on, least of all the Germans, and US only started using proximity fused airburst munitions in late 1944 I believe. Also, there is no need for full NBC protection, so that also neatly removes the need for an "armored box" designs of Cold War era. Only thing that putting a roof on the APC would do, is to add to the cramped conditions inside, while adding a lot of weight, thus putting additional strain on the suspension and the engine.

Lastly, change of the weapons would do little good since it does not remove the root problem of British Army, that being the fact that they spent majority of the Interwar period being told by their goverment that they are not going to fight a war against Germany. Change that earlier, loosen the purse strings and then you get to watch butterflies fly.

For one French would not be as defeatist as they were IOTL, since the forces British deploy are going to be much larger then their OTL counterparts.

The most I can see is two Browning or Vickers for self defence.

Though air attack is a threat in north Africa a 109 could wreck a troop carrier messily.


Development

The M19 evolved from the 40 mm Gun Motor Carriage T65 project, which was based on an Armored Force requirement for a light anti-aircraft vehicle based on the M5 light tank chassis. Although trials were successful and a production of 1,000 T65s had been requested, the project was stopped by the Ordnance Department since the M5A1 light tank chassis was being phased out of production. Ώ] ΐ]

Since the T65 project was fading away, the Armored Force still needed a light anti-aircraft vehicle, so they made a new project (called T65E1) based on the new T24 chassis Α] (a prototype of the M24 Chaffee). The T65E1 had the same overall layout as the T65 GMC – gun turret at rear with the engines in the middle of the chassis – with a few minor tweaks (including an angular gun shield instead of a straight one). Ώ] Β]

M19 and M19A1

The T65E1 was accepted into service as the M19 Gun Motor Carriage in May 1944 with an order for 904 production models, Ώ] Γ] which was sent to Cadillac. Δ] Some 300 were built by Massey-Ferguson (then Massey-Harris) in Canada. Production did not start until August of that year, and only 285 were produced by the end of the war. Ε] The M19A1 had an auxiliary engine and generator to operate the 40 mm guns when the main engine was shut down, Ώ] and fixtures for carrying two spare gun barrels. Ώ]


Guarda il video: Carrello DIESEL OM DI 50 C (Potrebbe 2022).