Podcast di storia

Discorso di Theodore Roosevelt alla Boys' Progressive League

Discorso di Theodore Roosevelt alla Boys' Progressive League


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sebbene Theodore Roosevelt non fosse in grado di partecipare alla riunione della Boys' Progressive League a New York City, fece una registrazione di un discorso su un fonografo a cilindro il 3 luglio 1913, da suonare in sua assenza.


Il discorso di Theodore Roosevelt alla Boys' Progressive League - STORIA

Ascolta Radio Show: American History Thru Eyes of Radio online utilizzando uno dei 3 lettori radio qui sotto. Offriamo 3 modi diversi per ascoltare i nostri vecchi programmi radiofonici in modo che, indipendentemente dal dispositivo che stai utilizzando (PC, laptop, telefono Android, iPhone, iPad, Kindle, tablet, ecc.), almeno uno dei lettori radio funzionerà per te:

Clicca sul nome dell'episodio qui sotto per ascoltarlo gratuitamente online:

Avviso sul copyright: non possediamo i diritti d'autore di nessuno degli spettacoli disponibili su questo sito. Riteniamo che tutti i diritti d'autore siano scaduti e che molti degli spettacoli siano di dominio pubblico perché non sono mai stati protetti da copyright. Non vendiamo le registrazioni né addebitiamo alcun costo per l'accesso al nostro sito. Stiamo cercando di portare l'eccitante mondo di Old Time Radio a un'intera nuova generazione di ascoltatori utilizzando la nuova tecnologia di Internet. Non stiamo cercando di privare i creatori originali del denaro dovuto a loro e rimuoveremo qualsiasi registrazione dal nostro sito che risulta violare un copyright.

Per ulteriori informazioni sui diritti d'autore per i programmi Old Time Radio, fare clic qui.

NOTA: non offriamo la possibilità di scaricare programmi, ma è possibile acquistare CD contenenti centinaia di programmi radiofonici dei vecchi tempi in formato mp3 per circa $ 5. Fai una ricerca su Google o su eBay.com per i vecchi cd radiofonici e ne vedrai molti in vendita.

Avviso sul copyright: non possediamo i diritti d'autore di nessuno degli spettacoli disponibili su questo sito. Riteniamo che tutti i diritti d'autore siano scaduti e che molti degli spettacoli siano di dominio pubblico perché non sono mai stati protetti da copyright. Non vendiamo le registrazioni né addebitiamo alcun costo per l'accesso al nostro sito. Stiamo cercando di portare l'eccitante mondo di Old Time Radio a un'intera nuova generazione di ascoltatori utilizzando la nuova tecnologia di Internet. Non stiamo cercando di privare i creatori originali del denaro dovuto a loro e rimuoveremo qualsiasi registrazione dal nostro sito che risulta violare un copyright.

Per ulteriori informazioni sui diritti d'autore per i programmi Old Time Radio, fare clic qui.

NOTA: non offriamo la possibilità di scaricare programmi, ma è possibile acquistare CD contenenti centinaia di programmi radiofonici dei vecchi tempi in formato mp3 per circa $ 5. Fai una ricerca su Google o su eBay.com per i vecchi cd radiofonici e ne vedrai molti in vendita.

Avviso sul copyright: non possediamo i diritti d'autore di nessuno degli spettacoli disponibili su questo sito. Riteniamo che tutti i diritti d'autore siano scaduti e che molti degli spettacoli siano di dominio pubblico perché non sono mai stati protetti da copyright. Non vendiamo le registrazioni né addebitiamo alcun costo per l'accesso al nostro sito. Stiamo cercando di portare l'eccitante mondo di Old Time Radio a un'intera nuova generazione di ascoltatori utilizzando la nuova tecnologia di Internet. Non stiamo cercando di privare i creatori originali del denaro dovuto a loro e rimuoveremo qualsiasi registrazione dal nostro sito che risulta violare un copyright.

Per ulteriori informazioni sui diritti d'autore per i programmi Old Time Radio, fare clic qui.


Michael Canfield: Teddy Roosevelt in campo

Cacciatore, soldato, presidente, naturalista, rude cavaliere. In questo episodio di Houghton75, parliamo con Michael Canfield, docente presso il Dipartimento di Biologia Organismica ed Evoluzionistica di Harvard e autore di Theodore Roosevelt sul campo, sulla complessa eredità del 26° presidente americano.

Musica
Registrazioni di pubblico dominio da Internet Archive

Trascrizione del podcast e note musicali

[Musica di sottofondo della sequenza del titolo: Fireworks, Igor Stravinsky, eseguita dalla Harvard-Radcliffe Orchestra]

Alex Csiszar: Houghton è un posto fantastico.
Deidre Lynch: È affascinante.
Stephen Greenblatt: Sta a te se lo chiedi, ed è incredibile!
Stephanie Sandler: Inoltre è fantastico.

James Capobianco (JC): Benvenuti a Houghton75. Sono Giacomo Capobianco.

Hannah Ferello (HF): E io sono Hannah Ferello.

JC: La Houghton Library ha aperto le sue porte ad Harvard nel 1942. Per tutto il 2017, celebriamo le collezioni di livello mondiale della biblioteca e il sostegno alla ricerca e all'insegnamento negli ultimi 75 anni.

HF: Questo podcast è solo uno dei modi per partecipare al nostro programma annuale di eventi che promette uno scorcio unico di alcune delle partecipazioni più preziose di Houghton e del modo in cui ispirano studiosi e studenti. Visita houghton75.org per ulteriori informazioni.

[musica di sottofondo: General Mix-up USA di Arthur Pryor's Band. Registrazione da Internet Archive.]

HF: Ci sono molte etichette che possono essere applicate a Theodore Roosevelt.

JC: Abbiamo parlato con Michael Canfield, docente presso il Dipartimento di biologia organica ed evolutiva di Harvard e autore di Theodore Roosevelt in the Field, della complessa eredità del 26° presidente americano.

HF: Iniziamo con un diario che Roosevelt ha tenuto durante un safari in Africa, una delle raccolte di diari e appunti che Canfield ha definito gli "appunti sul campo" di Roosevelt.

Michael Canfield (MC): Quindi questo diario è un piccolo diario tascabile, simile a quelli che Roosevelt ha tenuto per tutta la vita, ed è aperto a una pagina del giugno 1909 quando era in un safari in Africa. In quel momento stava praticamente dando la caccia a se stesso e alla Smithsonian Institution. Era in una spedizione congiunta che aveva organizzato con lo Smithsonian, e nei giorni intorno a questo periodo di giugno stava cacciando cose come rinoceronti, leoni e gnu. Una cosa che si nota nei diari di Roosevelt e nelle note sul campo sono sia i suoi appunti informali che l'attenzione ai dettagli delle distanze, ad esempio, dove ha sparato a un animale e ha registrato quanto fosse lontano l'animale. Ha anche registrato aspetti dell'animale una volta morto, il peso dell'animale, forse ciò che era nel suo stomaco. Una delle cose più interessanti che vedete in questa pagina sono questi disegni al tratto degli animali che aveva raccolto insieme spesso ai fori dei proiettili di dove i proiettili entravano nel corpo dell'animale e talvolta numeravano anche i fori dei proiettili dicendo "Questo era il primo, questo era il secondo, e questo era il terzo” che per certi versi è parso raccapricciante a molti ma è la cura dei dettagli di un naturalista.

JC: Oltre agli appunti rapidi catturati nel diario, Roosevelt ha anche tenuto un secondo, più formale resoconto delle sue avventure in Africa. Ma perché dovrebbe scrivere tutto due volte?

HF: Secondo il professor Canfield, la seconda serie di note è stata la base di articoli successivamente stampati su Scribner's Magazine e che alla fine hanno formato il libro African Game Trails.

[musica di sottofondo: Poor Butterfly di Fritz Kreisler. Registrazione da Internet Archive.]

MC: Questo diario, il diario del 1909, era qualcosa che teneva per strada quando era sul campo, ma aveva anche con sé blocchi di carta con copie carbone e scriveva una seconda versione degli eventi su questi blocchi di carta che erano in effetti le bozze degli articoli del suo Scribner. Avrebbe quindi inviato più copie in direzioni diverse dal suo campo a Robert Bridges, che era il suo editore da Scribner, in modo che potessero essere preparate da Scribner. In sostanza, i suoi appunti sul campo in Africa iniziavano con un diario come questo dove annotava appunti sugli animali e le sue esperienze, e poi a un certo punto passava alcuni giorni a scrivere su questi blocchi di carta, a prendere quegli appunti ed espandere su di loro dalla sua prodigiosa memoria. È famoso per avere quella che viene spesso definita una memoria fotografica, quindi ricordava enormi quantità nel suo cervello e scriveva questi capitoli, che erano effettivamente completamente formati o quasi, su questi blocchi di carta, e poi apparivano nel libro di Scribner. pochi mesi dopo.

Houghton ha, in realtà, una delle copie in cui puoi vederlo scrivere in corsivo, ma passare e apportare modifiche da solo – cancellando le cose, inserendo altri passaggi, eccetera. Lo trovo notevole perché è abbastanza buono per una prima bozza. Per qualcuno che ora, nel 2016, scrive con un elaboratore di testi e digita cose e modifica costantemente le cose, solo vederlo e immaginarlo in Africa che scrive su un blocco di carta e produce qualcosa che è quasi un articolo pubblicabile è piuttosto sorprendente.

JC: Questi diari e taccuini ci permettono di tracciare il processo di scrittura di Roosevelt dalle sue esperienze sul campo fino alle sue pubblicazioni finali.

HF: Roosevelt ha scritto diversi libri che descrivono in dettaglio le sue spedizioni in tutto il mondo, inclusi molti sulla caccia e l'allevamento nel West americano.

JC: Ma cosa lo ha spinto a viaggiare in Africa? Non doveva essere un viaggio facile nel 1909.

[musica di sottofondo: The Lion Chase di Arthur Pryor's Band. Registrazione da Internet Archive.]

MC: Roosevelt era affascinato dall'Africa sin da quando era bambino. Le storie raccontano che fin da bambino si era trascinato in giro per i viaggi missionari [e le ricerche] di Livingstone in Sudafrica e altra letteratura sulla caccia e la storia naturale dell'Africa, quindi da bambino ne era affascinato. Era andato in Africa, in Egitto e in Terra Santa, da adolescente, ma non faceva le cose da grande gioco. Per molto tempo, aveva covato questo desiderio latente di fare un safari e vedere la gigantesca megafauna carismatica dell'Africa e sparargli. In parte lo fu come sportivo e cacciatore, ma anche come storico naturale e come discepolo dei grandi naturalisti dell'epoca. Ci sono stati molteplici fattori che lo hanno motivato ad andare in Africa.

Voleva cacciare. Voleva riprodurre l'esperienza di Livingstone. Voleva studiare questi animali, vederli, capirli, studiarli, riportarli indietro e costruire i nostri musei. E in parte era per allontanarsi dalla Presidenza e da Taft. È stato piuttosto esplicito su questo. Voleva rendersi scarso. Lo pianificava da tempo, più di un anno ci stava pensando ed era davvero pronto a uscire dalla Casa Bianca. Stava anche seguendo le orme di molti altri naturalisti/cacciatori che stavano andando in Africa in quel periodo. Churchill, per esempio.

[la musica continua]

Ci sono molte lettere che sono andate avanti e indietro tra Roosevelt e molti cacciatori africani, ma anche Carl Akeley al Field Museum e altri mentre cercava di capire tutti i dettagli del safari. Cosa avrebbe fatto, che tipo di stivali avrebbe preso, che tipo di cappello avrebbe preso, che tipo di proiettili avrebbe usato, che tipo di pistole. Ci sono lettere tra Roosevelt e la Winchester Repeating Arms Company che cercano di capire quali armi avrebbe preso, e c'è stato un punto in cui stava persino pianificando di avere un poligono di tiro alla Casa Bianca. C'è una lettera in cui dice a Kermit, "pensando di testare questa pistola in soffitta, nel corridoio". È un documento straordinario perché devi immaginare Roosevelt immaginare di allestire un poligono di tiro all'interno perché faceva freddo, ma è lì che Roosevelt stava pianificando questo momento. Era davvero importante per lui per tanti motivi. Gli ha permesso di connettersi con queste persone mentre era presidente e di vivere nel campo nella sua mente mentre era alla Casa Bianca.

HF: Un poligono di tiro alla Casa Bianca? Posso solo immaginare cosa avesse da dire la First Lady a riguardo!

JC: Oltre ad essere un avido cacciatore, Roosevelt era profondamente investito nella conservazione della natura. Come presidente, ha visto l'istituzione di 5 nuovi parchi nazionali, l'approvazione dell'American Antiquities Act e la creazione del servizio forestale degli Stati Uniti. Secondo il National Parks Service, durante la sua presidenza Roosevelt era responsabile della protezione di circa 230 milioni di acri di terreno pubblico.

HF: Ma la caccia e la conservazione sono spesso viste come attività opposte. In che modo Roosevelt ha bilanciato queste due passioni nella sua vita? Secondo il professor Canfield, le sue motivazioni erano varie e profondamente radicate nei metodi di studio della storia naturale disponibili all'epoca.

[musica di sottofondo: Poor Butterfly di Fritz Kreisler. Registrazione da Internet Archive.]

MC: Quando Roosevelt era in Africa e quando ha raccolto gli esemplari che vedete in questa pagina, lo studio della storia naturale e la comprensione pubblica della natura erano molto diversi. I modi in cui si poteva capire che aspetto aveva un leone erano più limitati. Ora abbiamo ovviamente YouTube, abbiamo bellissime immagini e fantastici film documentari, mentre nel 1909 uno studente di leoni, per esempio, poteva andare in un posto come l'Harvard Museum of Comparative Zoology per vedere un esemplare montato. Poi forse vedresti alcune immagini fotografiche, ma erano piuttosto semplici a quel tempo, e poi molti disegni, schizzi e dipinti di leoni.

Una cosa che ho trovato molto interessante nell'osservare Roosevelt, quando era bambino fotografava molti uccelli per le collezioni, sia per le sue liste faunistiche che per le sue conoscenze. Li dissezionava e ne montava alcuni, ma più tardi nella sua vita, ha parlato nei suoi scritti e con le persone che non lo facevano più molto. Non hanno sparato a molti uccelli canori. Che non era necessario. Che non era appropriato. Quando stava uscendo per la prima volta nelle Badlands per sparare a un bufalo, quella era davvero quella piccola finestra quando i bufali venivano sterminati e lui lo sapeva. Voleva sparare a un bufalo. E quindi questo è un momento simile, ma poi Roosevelt è andato avanti e ha cercato di salvare il bisonte. Ha creato spazio per loro ed è stato parte integrante della creazione di parte di quella conservazione.

Quindi, chiaramente nel corso della sua vita le sue idee su queste cose sono cambiate, sono state sfumate e sono state motivate da forze diverse. C'era una giustificazione per avere queste cose per i musei americani, e far sì che si assicurassero che ci fosse una registrazione di queste cose. Voleva seguire le orme degli altri ed essere quello che aveva sparato a quelle cose. Penso che sia abbastanza chiaro. È come con il bufalo o il bisonte: voleva vivere quell'esperienza direttamente, lui stesso. Quindi era chiaramente un motivatore.

HF: Roosevelt non era l'unico naturalista noto anche per dedicarsi alla caccia. John James Audubon, ad esempio, ha sparato agli uccelli da utilizzare come modelli per i suoi famosi dipinti. Sebbene le due attività possano sembrare contraddittorie, sono storicamente legate.

[musica di sottofondo: Medley Overture 1910 di Edison Concert Band. Registrazione da Internet Archive.]

JC: A parte le tante storie di caccia associate a Roosevelt, ci sono diversi eventi della sua vita che hanno raggiunto uno status quasi leggendario. Una di queste storie è quella di un discorso della campagna presidenziale del 1912. Mentre si recava a un evento a Milwaukee, Roosevelt è stato colpito al petto. Invece di recarsi direttamente in ospedale, ha insistito per pronunciare il suo discorso. Era questo tipo di determinazione e resilienza che ha stabilito Roosevelt come un modello di virilità.

HF: Ma cosa lo ha spinto ad andare avanti? Perché dovrebbe agire in questo modo?

MC: Trovo interessante quello che hai menzionato sul fatto che gli hanno sparato a Milwaukee. Si potrebbe porre la domanda: "Perché si è comportato in quel modo in quel momento?" È una domanda simile di "Perché ha sparato al rinoceronte bianco? Perché voleva farlo?" Quindi le domande sul "perché", come biologo evoluzionista, sono interessanti perché insegniamo ai nostri studenti e parliamo molto di domande su "cosa" rispetto a domande sul "perché" nell'evoluzione. Quello che è successo? Qual è la traiettoria evolutiva? Come sono cambiate le cose? È una specie di domanda che puoi descrivere.

Perché le cose sono cambiate è una domanda molto più difficile a cui rispondere evolutivamente. Sono cose complicate perché puoi raccontare storie sul perché gli animali hanno i capelli, perché alcuni animali hanno i capelli, perché alcuni animali hanno un adattamento particolare. È facile raccontare storie, ma essere in grado di dimostrarlo scientificamente è davvero difficile. Allo stesso modo con Roosevelt, perché ha fatto una cosa particolare? Perché, dopo essere stato colpito al petto da John Schrank, ha detto “No, no. Esco e tengo questo discorso di un'ora. Non mi dirai che non posso.» Le persone hanno cercato di rispondere a questa domanda: "Perché?" Probabilmente è una combinazione di fattori. Non è che ci sia una sola domanda. Era pazzo? Era delirante? Era determinato? Si sentiva come se in seguito non avrebbe potuto guardare i suoi Rough Riders o altri cacciatori negli occhi se fosse stato in grado di farlo e non avesse fatto quel discorso? Penso che una parte di lui si sentisse come se fosse, se mi perdoni il termine di genere, un "uomo del campo", qualcuno che era di quella prospettiva che esci e fai cose, e se ti sparano tieni andando. E questo non è solo uno storico naturale. Riguarda anche il soldato sul campo di battaglia. Parte di questo è che tu vai avanti, e anche lui l'ha sperimentato. E non vedo quelle cose come completamente separate l'una dall'altra. Penso che alla base di alcune di queste motivazioni ci siano inclinazioni simili.

[Estratto dal discorso del 1913 di Theodore Roosevelt alla Boys's'8217 Progressive League. 25:55-26:40 sull'album History Speaks volume 1. Registrazione da Internet Archive.]

[la musica continua]

JC: La motivazione di Roosevelt a spingersi oltre e andare avanti non era limitata alla motivazione personale. Ha anche trasmesso questi ideali alla sua famiglia attraverso varie attività avventurose.

MC: Ha colto l'idea che una delle cose che puoi fare con la tua famiglia è una passeggiata da un punto all'altro in cui inizieresti da qualche parte e decidi dove stai andando. E poi qualsiasi cosa nel mezzo, troveresti solo un modo per superarlo. Se c'è uno stagno, lo attraverseresti a nuoto, o una roccia lo scavalcheresti, ma quello era il modo di procedere. Per me, questo è anche un aspetto rivelatore di come ha vissuto la sua vita o di come ha pensato alle cose. Non si trattava solo della particolare sfida sul campo, ma anche con la sua famiglia avrebbe creato queste sfide.

Questo diario mi sembra solo uno dei tanti documenti e manufatti che mostrano davvero come ha vissuto la sua vita e come ha voluto connettersi ed essere in campo, per così dire, o all'aperto, in spazi aperti, lontano da la sorta di confini teorici della vita. C'è tutta una sorta di discussione accademica su questo tipo di virilità morale e su cosa ne è venuto fuori.Certamente ad Harvard nel periodo in cui era qui con Charles Eliot prima di eccetera, c'erano molte domande su da dove provenisse la virilità, come si fosse sviluppata nella cultura in quel momento, e ora le particolari iterazioni di ciò, come fosse appropriato o non sono importanti questioni accademiche. Ma chiaramente ne è un emblema, e per alcuni di questi motivi lo è diventato.

JC: Vorremmo ringraziare il professor Michael Canfield per essersi unito a noi e per aver condiviso con noi oggi la sua ricerca su Theodore Roosevelt e il concetto di virilità. Il presidente Roosevelt era certamente, e rimane, una figura affascinante.

[musica di sottofondo: preferirei stare con Teddy nella giungla, di George J. Leavitt e Harry Meyer, 1909. Eseguita da The Bull Moose Band.]

HF: Il pezzo che stai ascoltando ora è "Id Rather be with Teddy in the Jungle", un brano musicale scritto e pubblicato durante il safari africano di Roosevelt. È eseguita da "The Bull Moose Band". Grazie a loro per la registrazione!

JC: Le altre canzoni che hai sentito durante il podcast erano registrazioni vintage degli anni che circondavano il safari africano di Roosevelt. Queste registrazioni, così come l'estratto dal Discorso del 1913 di Theodore Roosevelt al Partito progressista dei ragazzi, sono state rese disponibili tramite Internet Archive. Grazie a loro per aver mantenuto vive e accessibili queste registrazioni di dominio pubblico.

HF: Sebbene la mostra fisica sia ora chiusa, puoi ancora visualizzare questo diario e gli altri affascinanti oggetti esposti in HIST75H: A Masterclass on Houghton Library nella nostra mostra online. Vai su houghton75.org e guarda sotto il menu Mostre.

JC: Se ti trovi nella zona di Boston, puoi anche venire in biblioteca e chiedere di vedere questo diario e altro materiale della collezione nella nostra sala di lettura.

HF: Per le trascrizioni dei podcast e note musicali dettagliate, visita houghton75.org/podcast.

JC: Grazie come sempre per l'ascolto, e che tu sia sintonizzato da vicino o da lontano, speriamo che ti unirai di nuovo a noi per l'episodio di Houghton75 della prossima settimana.


Partito Progressista - Storia

L'ex presidente Theodore "Teddy" Roosevelt formò il Partito progressista come terzo partito nel 1912. Aveva servito come presidente dal 1901 al 1909 e aveva sostenuto la corsa di successo del suo segretario alla guerra William Howard Taft per succedere a Roosevelt nelle elezioni del 1908. Quando Taft era in carica, tuttavia, Roosevelt scoprì di non essere d'accordo con alcune delle politiche sempre più conservatrici della nuova amministrazione.

Roosevelt ha deciso di cercare un terzo mandato presidenziale, consentito prima del passaggio del ventiduesimo emendamento. Roosevelt cercò la nomina repubblicana, ma Taft sconfisse di poco Roosevelt alla Convention repubblicana per la nomina. Dopo la convenzione, Roosevelt e altri repubblicani progressisti, tra cui Frank Munsey e George Walbridge Perkins, decisero di formare il Partito progressista come terzo partito nazionale e nominarono un biglietto di Roosevelt e Hiram Johnson della California alla Convenzione nazionale progressista del 1912. La maggior parte dei funzionari repubblicani rimase fedele al proprio partito, ma alcuni si unirono al Partito Progressista.

Il Partito Progressista ha preso il nome per aver preso posizioni progressiste e populiste su varie questioni e per aver sostenuto la riforma nazionale. La piattaforma del partito era conosciuta come "Square Deal". Ha promosso questioni come la riforma tariffaria, la regolamentazione delle combinazioni industriali, il suffragio femminile, le leggi sul lavoro minorile, la fissazione di un salario minimo e la protezione dell'ambiente, compresa la protezione delle risorse naturali attraverso il Sistema del Parco Nazionale. La festa è stata anche chiamata "Bull Moose Party" in base alle frequenti vanterie di Roosevelt, che si sentiva "forte come un alce".

Le elezioni del 1912 videro il presidente in carica e candidato repubblicano Taft e il candidato democratico Herbert Hoover contro il candidato progressista di terze parti Roosevelt. Roosevelt è diventato l'unico candidato presidenziale di terze parti nella storia degli Stati Uniti a finire con una quota più alta del voto popolare rispetto al candidato presidenziale di un grande partito. Ha vinto il 27,4% del voto popolare rispetto al 23,2% di Taft, ma non è bastato. Il candidato democratico Woodrow Wilson ha superato sia Roosevelt che Taft, vincendo il 41,8% del voto popolare e la stragrande maggioranza dei voti elettorali. Tuttavia, il Partito Progressista è stato in grado di eleggere diversi membri al Congresso e in varie legislature statali.

Nelle successive elezioni presidenziali del 1916, il Partito Repubblicano e il Partito Progressista tennero le loro convenzioni insieme per riunire i partiti con Roosevelt come candidato presidenziale di entrambi. Tuttavia, Roosevelt rifiutò la nomina progressista, insistendo invece che i suoi sostenitori votassero per il repubblicano moderatamente progressista Charles Evans Hughes. Quando Roosevelt si rifiutò di accettare la nomina, il Partito Progressista crollò. La maggioranza dei progressisti si unì al Partito Repubblicano. Tuttavia, alcuni progressisti si unirono al Partito Democratico, in particolare Harold L. Ickes, che avrebbe avuto un ruolo nell'amministrazione del presidente Franklin D. Roosevelt.

Il Partito Progressista è stato successivamente rianimato due volte, prima dal repubblicano Robert La Follette del Wisconsin nel 1924, e poi da Henry A. Wallace e dagli ex democratici del New Deal nel 1948.


Teodoro

Se hai informazioni su questo nome, condividilo nell'area commenti qui sotto!

Informazioni sulla numerologia Teodoro:

  • Nome Numero: 9. Significato: Divino, Dio, Bontà, Verità, Amore incondizionato, Dono, Libero arbitrio, Ideale, Intero, Infinito

Ulteriori informazioni Teodoro:

  • Teodoro è un nome di origine greca. Il significato del nome Theodore è dono divino. Soprannomi comuni del nome includono Ted, Teddy e Theo. L'"orsacchiotto" prende il nome dal presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt. Altri famosi Theodores scritti senza la "e" includono il filosofo tedesco Theodor Adorno e Theodor Seuss Geisel, noto anche come Dr. Suess. Theodor Herzl è stato un giornalista europeo e fondatore del sionismo moderno. Theodore Dreiser era un autore americano e Theodore "Ted" Nugent è un musicista americano. I personaggi immaginari di nome Theodore includono uno dei Chipmunks con il suo amico Alvin. Theodore Huxtable era un personaggio di The Cosby Show e Theodore Bagwell era un personaggio di Prison Break. Alle persone a cui piace il nome Theodore piacciono anche i nomi antiquati e tradizionali.
  • Theodore deriva dal greco e significa "dono di Dio". È spesso abbreviato come Ted o Teddy, principalmente in Nord America, o più comunemente Theo in Inghilterra. La versione femminile di questo nome è Teodora. Theodore Roosevelt, famoso per il soprannome di Teddy, è stato il 26° presidente degli Stati Uniti. Era noto per la sua mascolinità e l'immagine da "cowboy", e quindi ben si adattava al suo nome.
  • Significato greco: il nome Theodore è un nome greco per bambini. In greco il significato del nome Teodoro è: dato da Dio. Famoso portatore: il presidente degli Stati Uniti del XIX secolo Theodore Roosevelt.
  • Significato americano: il nome Theodore è un nome da bambino americano. In americano il significato del nome Theodore è: God-dato. Famoso portatore: il presidente degli Stati Uniti del XIX secolo Theodore Roosevelt.
  • Dal nome greco Θεοδωρος (Theodoros), che significava "dono di dio" dal greco θεος (theos) "dio" e δωρον (doron) "dono". Questo era il nome di diversi santi, tra cui Teodoro di Amasea, un soldato greco del IV secolo Teodoro di Tarso, un arcivescovo di Canterbury del VII secolo e Teodoro lo Studita, un monaco bizantino del IX secolo. Era anche a carico di due papi. Questo era un nome comune nella Grecia classica e, sia per i santi che lo portavano, sia per il significato favorevole, divenne di uso generale nel mondo cristiano, essendo particolarmente popolare tra i cristiani orientali. Era comunque raro in Gran Bretagna prima del 19° secolo. Famosi portatori includono tre zar di Russia (nella forma russa Fyodor) e il presidente americano Theodore Roosevelt (1858-1919).

Definizione divertente di Theodore:

  • "Awww grazie, sei un tale teodoro ^^"
  • quello è teodoro
  • Theodore Roosevelt Questo è tutto

Informazioni sull'espressione Teodoro:

  • Le persone con questo nome tendono ad essere appassionate, compassionevoli, intuitive, romantiche e ad avere personalità magnetiche. Di solito sono umanitari, di larghe vedute e generosi e tendono a seguire professioni in cui possono servire l'umanità. Perché sono così affettuosi e generosi, possono essere imposti. Sono romantici e si innamorano facilmente, ma possono essere facilmente feriti e talvolta sono irascibili.

Informazioni sull'anima Teodoro:

  • Le persone con questo nome hanno un profondo desiderio interiore di esprimere il proprio potere in modo concreto e ottenere così qualcosa di grande per l'umanità.

Canzoni su Teodoro:

  • Bravo Bikel: Theodore Bikel Town Hall Concert (Parte 1) di Theodore Bikel dall'album Bravo Bikel
  • Bravo Bikel: Theodore Bikel Town Hall Concert (Parte 2) di Theodore Bikel dall'album Bravo Bikel
  • Adoramus Te, Christe: Theodore Dubois 1837-1924 di Richard Proulx (direttore d'orchestra) The Cathedral Singers dall'album Catholic Latin Classics
  • Rock and Roll (non potrei mai hip hop come questo) parte 2 con Lord Finesse, Mike Shonoda, Chester Bennington. di Handsome Boy Modeling School dall'album White People [Explicit]
  • Novello: Theodore and Co. - What a Duke should be di Christopher Northam dall'album Gosford Park - Colonna sonora originale del film
  • Return Of Theodore Unit (feat. Wigs, J-Love, Trife Diesel, Wigs, J-Love & Trife Diesel) [Explicit] di Ghostface Killah dall'album Hidden Darts Special Edition [Explicit]
  • Dogs Of War (Album Version (Explicit)) [feat. Theodore Unit] [Explicit] di Ghostface Killah dall'album Fishscale
  • Nuit d'étoiles (Théodore de Banville) (Remasterisé en 1991) di Elly Ameling - Dalton Baldwin dall'album Icon: Elly Ameling
  • Raleigh Soliloquy Pt. 1 [feat. Raleigh Theodore Sakers] [Explicit] di Sublime dall'album Robbin' The Hood (versione esplicita) [Explicit]
  • Raleigh Soliloquy Pt.2 [feat. Raleigh Theodore Sakers] [Explicit] di Sublime dall'album Robbin' The Hood (versione esplicita) [Explicit]
  • MacMilitant (Theodore Long) di WWE e Jim Johnston dall'album WWE: The Music - ThemeAddict, Vol. 6
  • Nuit d'étoiles (Théodore de Banville) di Véronique Gens/Roger Vignoles dall'album Nuit d'étoiles - Mélodies françaises
  • Aimons-nous. Théodore de Banville di Anne Marie Rodde dall'album Camille Saint-Saëns, Mélodies
  • Debussy: 7 poesie di Theodore de Banville - Serenata di Emmanuel Strosser e Veronique Dietschy dall'album The Debussy Edition
  • Gangbusters (DJ Grand Wizard Theodore Mix) di DJ Grand Wizard Theodore dall'album Wild Style (Colonna sonora originale del film - 25th Anniversary Edition)
  • Raleigh Soliloquy Pt. III [feat. Raleigh Theodore Sakers] di Sublime dall'album Robbin' The Hood (versione esplicita) [Explicit]
  • Rock and Roll (non potrei mai hip hop come questo) parte 2 con Lord Finesse, Mike Shonoda, Chester Bennington. di Handsome Boy Modeling School dall'album White People [Instrumental]
  • Theodore Roosevelt Discorso alla Boy's Progressive League 1913 di Theodore Roosevelt dall'album Discorsi famosi: 1913-1940
  • Théodore Dubois: Toccata: Douze pièces pour orgue di Daniele Sajeva dall'album Orgue symphonique Hugo Mayer (2002, III / 48) (Eglise Saint-Nicolas, Village-Neuf, Alsace, France)
  • Rock and Roll (non potrei mai hip hop come questo) parte 2 con Lord Finesse, Mike Shonoda, Chester Bennington. di Handsome Boy Modeling School dall'album White People [Clean]
  • Poesie di Paul Goodman e Theodore Roethke: Root Cellar di Ned Rorem dall'album Ned Rorem: Songs of Ned Rorem - Bressler, Curtin, d'Angelo, Gramm, Sarfaty
  • Roosevelt the Cry (Theodore Roosevelt) di Oscar Brand dall'album Presidential Campaign Songs, 1789-1996
  • Monte Rushmore: III. Theodore Roosevelt dei Pacific Chorale dall'album Michael Daugherty: Mount Rushmore, Radio City & The Gospel Secondo Sister Aimee
  • 20/03/1944 - Episodio 298 - Il senatore Alban Barcley - Il senatore Theodore Green di Clifton Fadiman dall'album Informazioni per favore - Old Time Radio Show, vol. Cinque
  • 2 poesie di Theodore Roethke: n. 1. Orchidee del principe consorte dall'album On an Echoing Road
  • 2 poesie di Theodore Roethke: No. 2. Ho passeggiato in un campo aperto del principe consorte dall'album On an Echoing Road
  • 4 Chansons de jeunesse : III Pierrot (Théodore de Banville) (Remasterisé en 2007) di Mady Mesplé - Dalton Baldwin dall'album Album du 80ème anniversaire
  • Canzone dell'alfabeto per Theodore (Theodor) di Musica per bambini personalizzata dall'album Canzoni amichevoli - Personalizzata per Theodore
  • Sei pronto a fare l'Hokey Pokey Theodore (Theodor) di Personalized Kid Music dall'album Birthday Party Songs - Personalizzato per Theodore
  • Au dodo Théodore di Starmyname dall'album Théodore en chansons
  • Before Sunrise Loomed (feat. Theodore Eckhardt) di M. Nesbit dall'album Drishti
  • The Best Road for Theodore di Treestakelife dall'album Roll, Sound and. Azione!
  • Black Snake (feat. Henry "the Hawk" Herman - Fiddle & Theodore Finkle - Drums) di Angel Pam West dall'album Unicorn Crossing
  • Benedizione per Theodore (Theodor) di Musica per bambini personalizzata dall'album Theodore, Cantiamo per Gesù
  • Bohoussou Theodore (Eklo ehoun) di Le collectif des artistes baoulé pour la paix dall'album Fôhondi
  • The Bumble Bee Song for Theodore (Theodor) di Personalized Kid Music dall'album Melodie personalizzate su Theodore
  • Butch Cass R.I.P. (feat. Fivestar Theodore) di Blest One dall'album Rise Above [Explicit]
  • Bébé Théodore dans le ventre de maman di Starmyname dall'album Théodore en chansons
  • C'est bientôt la récré Théodore di Starmyname dall'album Théodore en chansons
  • Cacophusion (feat. Charly Sahona (Venturia, solo), Eric Bricout, Manu Livertout, Marcel Coenen, Ron Thal "Bumblefoot. di Atma Anur dall'album Guitar Addiction - A Tribute To Modern Guitar
  • Cantus per Theodore N. di Telegraph Melts dall'album Ilium
  • Caribbean Birthday Theodore di Kiskadee dall'album Custom Caribbean Steel Drum Birthday Songs 9
  • Chansons cachees: I. For Theodore Antoniou and Alea III di Michael Brown dall'album George Perle: Eight Pieces (1938-1997)
  • Chanson cachees: IX. Per Alea III e Theodore Antoniou di Michael Brown dall'album George Perle: Eight Pieces (1938-1997)
  • Chez papi mamie de Théodore di Starmyname dall'album Théodore en chansons
  • Auguri di Natale da Babbo Natale a Theodore di Holiday All-Stars dall'album Auguri di Natale da Babbo Natale per ragazzi
  • Country Mouse, City Mouse (feat. Henry "the Hawk" Herman - Fiddle & Theodore Finkle - Sassofono tenore) di Angel Pam West dall'album Unicorn Crossing
  • Crushing (Theodore Kapsanis Guitar Dub Mix) di Theodore Kapsanis dall'album Light of Day: Electronica Mix, Vol. 14
  • Crushing (Theodore Kapsanis Guitar Dub Mix) di DJ Megalomanic, Theodore Kapsanis dall'album After Hours: Electro Tales, Vol. 5 [Esplicito]
  • Crushing (Theodore Kapsanis Guitar Dub Mix) di Theodore Kapsanis dall'album DJ Electro Mixology, Vol. 9 [Esplicito]

Libri su Teodoro:

  • Theodore Boone: il fuggitivo - 12 maggio 2015 di John Grisham
  • Theodore Boone: Kid Lawyer - 3 maggio 2011 di John Grisham
  • The Rise of Theodore Roosevelt (Modern Library Paperbacks) - 20 novembre 2001 di Edmund Morris
  • Theodore e il fungo parlante - 10 marzo 2009 di Leo Lionni
  • Theodore Boone Cofanetto - 19 maggio 2015 di John Grisham
  • Theodore Boone: l'attivista - 22 aprile 2014 di John Grisham
  • Theodore Boone: L'accusato - 9 aprile 2013 di John Grisham
  • Theodore Boone: il rapimento - 24 aprile 2012 di John Grisham
  • Theodore and the Tall Ships (Jellybean Books(R)) - 27 febbraio 2001 di Ivan Robertson e DRI Artworks
  • Fare filosofia: un'introduzione attraverso esperimenti di pensiero - 4 settembre 2012 di Theodore Schick e Lewis Vaughn
  • Oh, Teodoro! - 17 settembre 2007 di Susan Katz

Film su Teodoro:

  • Theodore Roosevelt: A Cowboy's Ride to the White House2011 NR CC
  • Cleveland, Mckinley e Theodore Roosevelt2007 NR CC
  • Nights With Theodore (sottotitolato in inglese) 2014 NR
  • Theodore Rex2003 PG
  • Esperienza americana: TR: La storia di Theodore Roosevelt2006 NR
  • Biografia -- Biografia Theodore Roosevelt: Roughrider2008
  • Theodore Rimorchiatore - Le amichevoli avventure di Theodore1998 Non classificato da Denny Doherty e Robert D. Cardona
  • In un momento oscuro - Theodore Roethke, 19642008 NR
  • Theodore Tugboat - Underwater Mysteries1999 Non classificato da Denny Doherty e Robert D. Cardona
  • Theodore Tugboat - Theodore Helps A Friend1998 Non classificato da Denny Doherty e Robert D. Cardona
  • Theodore Tugboat - Avventure notturne 1999 Non classificato da Denny Doherty e The Dispatcher
  • Il regno della magia di Theodore2010 NR
  • Billi & Theodore2013 NR CC
  • Theodore Rimorchiatore - Big Harbour Bedtime1998 Non classificato da Denny Doherty e Robert D. Cardona
  • Biografia - Theodore Roosevelt: Roughrider to Rushmore2004 NR
  • Theodore Roosevelt: A Cowboy's Ride to the White House2011 G

Informazioni wiki Teodoro:

  • Theodore Roosevelt Argomento, argomento, vincitore del premio, fonte del nome, persona, fondatore dell'organizzazione, membro della famiglia, soggetto del film, vicepresidente degli Stati Uniti, nodo di influenza

Theodore Roosevelt, spesso indicato come Teddy o TR, era uno statista americano, autore, esploratore, soldato, naturalista e riformatore che servì come 26° Presidente degli Stati Uniti, dal 1901 al 1909. Leader del Partito Repubblicano, egli era un.

San Teodoro di Amasea è uno dei due santi chiamati Teodoro, venerati come santi guerrieri e grandi martiri nella Chiesa ortodossa orientale. È anche conosciuto come Theodore Tyron. L'altro santo con lo stesso nome è Theodore Stratelates.

Theodore "Ted" Roosevelt III era un governo americano, affari e leader militare. Era il figlio maggiore del presidente Theodore Roosevelt e della First Lady Edith Roosevelt. Roosevelt fu determinante nella formazione della Legione americana nel 1919.

Theodor Seuss Geisel è stato uno scrittore e illustratore americano noto per aver scritto libri per bambini popolari con lo pseudonimo di Dr. Seuss. Il suo lavoro include molti dei libri per bambini più popolari di tutti i tempi, vendendo oltre 600 milioni di copie.

Teodoro Studita era un monaco greco bizantino e abate del monastero di Stoudios a Costantinopoli. La lettera di Teodoro, contenente le regole suggerite per la riforma del monastero, è la prima posizione registrata contro la schiavitù. Ha avuto un ruolo importante nei revival.

Theodore è un luogo designato dal censimento nella contea di Mobile, in Alabama, negli Stati Uniti. La popolazione era di 6.130 al censimento del 2010. Fa parte dell'area statistica metropolitana mobile. Prima del 1900 questa zona era conosciuta come Clements, ma ora prende il nome.

Theodore Herman Albert Dreiser è stato un romanziere e giornalista americano di scuola naturalista.I suoi romanzi hanno spesso caratterizzato personaggi principali che hanno avuto successo nei loro obiettivi nonostante la mancanza di un codice morale fermo e situazioni letterarie che di più.

Theodore Dru Alison Cockerell era uno zoologo americano, nato a Norwood, in Inghilterra, e fratello di Sydney Cockerell. Fu educato alla Middlesex Hospital Medical School, e poi studiò botanica sul campo in Colorado nel 1887-1890. Successivamente lui.

Jean-Louis André Théodore Géricault è stato un influente pittore e litografo francese, noto per La zattera della Medusa e altri dipinti. Sebbene sia morto giovane, è stato uno dei pionieri del movimento romantico.

Un giocatore di hockey su ghiaccio canadese, un portiere. Ha frequentato Paris Hilton. È nato il 13 settembre 1976 a Laval, nel Quebec. Ha guadagnato MPV della NHL nel 2002.

Carlo Teodoro, principe elettore, conte palatino e duca di Baviera regnò come principe elettore e conte palatino dal 1742, come duca di Jülich e Berg dal 1742 e anche come principe elettore e duca di Baviera dal 1777, fino alla sua morte. Lui era un.

Theodore Robert Rufus "Teddy" Long è una personalità del wrestling professionista americano, dopo aver lavorato come manager, arbitro e figura di autorità, meglio conosciuto per il suo mandato con la WWE. Long ha iniziato la sua carriera nella National Wrestling Alliance dove ha iniziato.

Theodore John "Ted" Kaczynski, noto anche come "Unabomber", è un matematico, anarchico e serial killer americano. È noto per le sue critiche sociali ad ampio raggio, che si opponevano all'industrializzazione e alla tecnologia moderna mentre avanzavano a.

Theodore von Kármán era un matematico, ingegnere aerospaziale e fisico ungherese-americano attivo principalmente nei campi dell'aeronautica e dell'astronautica. È responsabile di molti importanti progressi nell'aerodinamica, in particolare del suo lavoro.

Teodoro Stratelate, noto anche come Teodoro di Eraclea, è un martire e santo guerriero venerato con il titolo di grande martire nella Chiesa ortodossa orientale, cattolica orientale e cattolica romana. C'è molta confusione tra lui e S.

Il Rev. Theodore Martin Hesburgh, CSC, STD, sacerdote della Congregazione della Santa Croce, è stato per 35 anni presidente dell'Università di Notre Dame. È l'omonimo dell'Hesburgh Award di TIAA-CREF. Hesburgh è cresciuto a Syracuse, New York. Lui aveva.

Theodore Sturgeon è stato uno scrittore e critico di fantascienza e horror americano. L'Internet Speculative Fiction Database gli attribuisce circa 400 recensioni e più di 200 storie. L'opera più famosa di Sturgeon potrebbe essere il romanzo di fantascienza More.

Theodore Fulton "Ted" Stevens, Sr. era un senatore degli Stati Uniti dell'Alaska, il cui mandato si estendeva dal 24 dicembre 1968 al 3 gennaio 2009. Era quindi il senatore repubblicano più longevo della storia. Fu presidente pro tempore nella 108a.

Theodore Meir Bikel era un attore, cantante folk, musicista, compositore e attivista ebreo austriaco-americano. Ha fatto il suo debutto sul palcoscenico in Tevye the Milkman a Tel Aviv, in Israele, quando era adolescente. In seguito ha studiato recitazione alla Royal Academy britannica.


APUSH Capitolo 28 Progressismo e Roosevelt repubblicano

I loro obiettivi erano fermare i monopoli, la corruzione, l'inefficienza e lottare per l'ingiustizia sociale.

Obiettivi:
a) usare il potere dello Stato per frenare i trust
b) fermare la minaccia socialista migliorando le condizioni di vita.

Strategia:
Per riconquistare il potere che era scivolato nelle mani di quelli di "interesse" (capi politici, capitani d'industria/affari).

1. Primarie dirette
2. Iniziative: gli elettori potrebbero proporre una legislazione
3. Referendum: gli elettori voterebbero sui referendum per determinare se diventerebbero legge
4. Ricorda: la possibilità di rimuovere un funzionario eletto dall'ufficio
5. Scrutinio australiano -- uno scrutinio segreto per votare
6. Elezione diretta dei senatori da parte del popolo.

Teddy Roosevelt non aveva alcuna autorità, ma convocò entrambe le parti alla Casa Bianca e propose un arbitrato, i minatori accettarono la proposta, ma i proprietari rifiutarono.

Ma l'effetto reale è stato quello di spazzare via l'America e avviare un'azione al Congresso.

Il suo libro ha motivato il Congresso ad approvare il Meat Inspection Act (1906). D'ora in poi la carne sarebbe stata ispezionata dall'U.S.D.A.

Il Forest Reserve Act (1891) diede al presidente il permesso di mettere da parte i terreni come parchi e riserve. Sotto questa autorità furono preservati milioni di acri di foreste vetuste.

Il Carey Act (1894) diede terra federale agli stati, sempre con la promessa dell'irrigazione.

1. Roosevelt era un esperto uomo di attività all'aperto, era molto preoccupato per l'esaurimento del legname e dei minerali della nazione e ha avviato il movimento per la conservazione con l'azione.

2. Firmato in legge 4 leggi di conservazione ambientale

3. Roosevelt mise da parte 125 milioni di acri di foresta (3 volte la superficie dei suoi 3 predecessori). Grandi quantità di terreno furono anche destinate a riserve di carbone e acqua.

Dems William Jennings Bryant
Partito Socialista - Eugene Debs

Attraverso la regolamentazione (FDA, Dipartimento del Commercio e del Lavoro, leggi di conservazione, ecc.) ha cercato la via di mezzo tra l'idea "solo io" di puro capitalismo e le idee "il padre conosce meglio" di un governo che controlla la vita delle persone.

Il busto più degno di nota fu la Standard Oil Company. La Corte Suprema ordinò la suddivisione in società più piccole nel 1911.

Tariffa: i repubblicani della vecchia scuola avevano tariffe alte I repubblicani nuovi/progressisti erano tariffe basse


Il Canale di Panama

Per molti anni i leader navali statunitensi avevano immaginato di costruire un passaggio tra l'Oceano Atlantico e il Pacifico attraverso l'America Centrale. La necessità di questo passaggio divenne evidente durante la guerra ispano-americana nel 1898, che fu accelerata dall'affondamento della USS Maine nel porto dell'Avana. Per unirsi alla flotta degli Stati Uniti al largo di Cuba, le navi di stanza nel Pacifico hanno dovuto navigare intorno alla punta meridionale del Sud America, un viaggio che è durato due mesi.

Nel 1901 gli Stati Uniti negoziarono con la Gran Bretagna per il sostegno di un canale controllato dagli Stati Uniti che sarebbe stato costruito attraverso Panama, che era sotto il controllo colombiano, o il Nicaragua. Dopo una serie di incontri segreti, il Senato degli Stati Uniti approvò la rotta di Panama, che era subordinata all'approvazione della Colombia. La Colombia ha resistito, quindi l'amministrazione Roosevelt ha sostenuto una rivoluzione panamense con denaro e un blocco navale che ha impedito alle truppe colombiane di sbarcare a Panama. Nel 1903 gli Stati Uniti firmarono il Trattato Hay-Bunau-Varilla con Panama, che dava agli Stati Uniti il ​​controllo perpetuo del canale al costo di 10 milioni di dollari e un pagamento annuale di 250.000 dollari.

Il canale da 400 milioni di dollari, la cui costruzione ha richiesto quasi trentamila lavoratori in dieci anni, ha portato a progressi tecnologici e ingegneristici. Ha anche chiarito quanto fosse cambiato l'equilibrio del potere: la zona del canale di Panama è diventata un'importante base militare degli Stati Uniti, rendendo gli Stati Uniti la potenza dominante in America centrale.

Il 7 settembre 1977, un nuovo Trattato sul Canale di Panama, firmato dal leader panamense Omar Torrijos (1929-1981) e dal presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter (1924-), ha trasferito il pieno controllo del canale a Panama il 31 dicembre 1999.

L'intervento di Roosevelt a Panama fu rappresentativo del suo approccio generale verso l'America Latina, dove affermò il Corollario di Roosevelt alla Dottrina Monroe. La Dottrina Monroe aveva lo scopo di scoraggiare le nazioni europee dal colonizzare o affermare la loro influenza nell'America centrale e meridionale, il Corollario Roosevelt fece un ulteriore passo avanti, affermando il diritto del governo degli Stati Uniti di intervenire quando le potenze europee si avventuravano nella regione.

Nel 1904, con diverse nazioni europee che si preparavano a invadere la Repubblica Dominicana, Roosevelt dichiarò che gli Stati Uniti, non l'Europa, avrebbero dovuto dominare l'America Latina. Ha affermato che gli Stati Uniti non avevano intenzioni espansionistiche, tuttavia, ha anche affermato che qualsiasi "malfatto cronico" da parte di una nazione latinoamericana giustificherebbe l'intervento degli Stati Uniti come potenza di polizia internazionale. Durante la presidenza di Roosevelt, gli Stati Uniti hanno ripetutamente invocato il Corollario di Roosevelt per giustificare il coinvolgimento negli affari della Repubblica Dominicana, di Haiti, del Venezuela, del Nicaragua e di Cuba.

La guerra russo-giapponese

Roosevelt ha usato la sua influenza anche in altre arene mondiali. Quando scoppiò la guerra tra Russia e Giappone nel 1904 - entrambi i paesi volevano l'accesso alle ricche risorse naturali della Cina - Roosevelt intervenne per mantenere l'equilibrio di potere tra di loro. Invitò delegati dal Giappone e dalla Russia negli Stati Uniti per una conferenza di pace. I negoziati portarono al Trattato di Portsmouth nel 1905, che pose effettivamente fine alla guerra.

Il Partito Progressista

Roosevelt perse la nomina presidenziale repubblicana contro William Howard Taft nel 1912, così fondò il National Progressive Party (noto anche come Bull Moose Party). Durante una sosta della campagna a Milwaukee, nel Wisconsin, Roosevelt è stato colpito al petto da un assassino, ma il proiettile è stato rallentato dalla custodia in acciaio degli occhiali e da una copia del discorso che portava nel taschino. Nonostante gli abbiano sparato, ha insistito per pronunciare il suo discorso di novanta minuti, dichiarando che ci sarebbe voluto "più di un proiettile per fermare un alce".

La sua piattaforma elettorale, che chiamò Nuovo Nazionalismo, era un ambizioso programma di riforme economiche e sociali. La campagna si concentrò su Roosevelt e Woodrow Wilson (1856-1924), il candidato democratico, ma Roosevelt divise il voto repubblicano con Taft, quindi Wilson fu eletto.

Gli ultimi anni di Roosevelt furono spesi scrivendo, esplorando le giungle amazzoniche del Sud America e raccogliendo fondi per lo sforzo degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale (1914-1918). Morì nel 1919 all'età di sessant'anni.

L'eredità di Roosevelt

Anche se alcuni funzionari e cittadini statunitensi erano disturbati dalla spinta di Roosevelt per aumentare i poteri del governo federale, pensava che fosse il modo migliore per rappresentare e salvaguardare gli interessi di tutti gli americani, non solo dei pochi ricchi. Roosevelt apprezzò l'energia che si stava accumulando negli Stati Uniti nei decenni successivi alla guerra civile (1861-1865), come l'esplosione del potere industriale e il desiderio di espandersi territorialmente, politicamente, socialmente ed economicamente. Ha usato la sua presidenza per incanalare questa energia, lasciando un'eredità di riforme radicali che hanno anticipato i movimenti progressisti degli anni '30 e '60.

Vedi anche Partito Progressista, 1912

Vedi anche il corollario di Roosevelt

Vedi anche Guerra ispano-americana

Vedi anche William McKinley

William Howard Taft

William Howard Taft (1857-1930), il ventisettesimo presidente degli Stati Uniti e il decimo capo della giustizia (1921-1930) della Corte Suprema degli Stati Uniti, fu l'unica persona nella storia degli Stati Uniti a ricoprire entrambi gli incarichi. Scelto dal presidente Theodore Roosevelt (1858-1919) come suo successore, Taft promise di portare avanti le politiche progressiste di Roosevelt se eletto.

Dopo aver assunto l'incarico, tuttavia, Taft non riuscì a unire le fazioni in guerra all'interno del Partito Repubblicano e vacillò da un programma antitrust progressista, in cui venivano smantellate grandi e potenti società che controllavano i mercati, al conservatorismo reazionario, che si opponeva a qualsiasi tipo di progresso. Ancora più importante, spesso si ritirava dalle sue posizioni quando le critiche diventavano troppo severe. Sebbene Taft si sia distinto come amministratore, gli storici generalmente considerano la sua presidenza un fallimento.

Primi anni di vita

Taft era figlio di Alfonso Taft, un avvocato che servì come segretario alla guerra e procuratore generale sotto il presidente Ulysses S. Grant (1869-1977) e poi come ambasciatore. Cresciuto a Cincinnati, si laureò con lode alla Yale University nel 1878 e alla Cincinnati Law School nel 1880.

Taft ha lavorato come assistente pubblico ministero e esattore delle entrate interne, ma voleva un incarico giudiziario. Questo obiettivo è stato realizzato quando è stato nominato per riempire un posto vacante in una corte superiore dell'Ohio nel 1887. L'anno successivo è stato eletto per un suo mandato, l'unico ufficio oltre alla presidenza che ha vinto per elezione.

Nel 1890 il presidente Benjamin Harrison (1889-1893) chiamò Taft a Washington per servire come procuratore generale, l'avvocato che rappresenta il governo davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti. Due anni dopo Harrison lo nominò alla Corte di circoscrizione degli Stati Uniti per il sesto distretto. I precedenti di Taft come giudice statale e federale hanno dimostrato che era onesto e competente e che era ricettivo ai problemi del lavoro.

Le Filippine

Taft ha guadagnato la statura nazionale quando il presidente William McKinley (1843-1930) lo nominò a due posti nelle isole Filippine, che divennero possedimento degli Stati Uniti dopo la guerra ispano-americana nel 1898: per primo guidò la commissione per porre fine al governo militare nelle isole e poi divenne il loro primo governatore civile. Taft ha ricevuto elogi come amministratore coloniale. Era in sintonia con i problemi dei filippini e credeva nel dare loro il più ampio grado di autogoverno possibile. Riconobbe che i primi passi verso l'indipendenza delle Filippine erano l'istruzione pubblica e la fine della proprietà della terra da parte dei frati cattolici romani.

La legge organica filippina del 1902 rimosse il cattolicesimo romano come religione di stato. Intraprendendo la diplomazia del dollaro - la pratica di utilizzare incentivi economici piuttosto che proiettili per risolvere le controversie - Taft ha negoziato un accordo con il Vaticano. Nel 1904 gli Stati Uniti acquistarono la maggior parte dei terreni dei frati per poi rivenderli, in piccoli lotti, ai filippini.

Segretario di guerra

Quando Roosevelt successe a McKinley, lui e Taft divennero intimi amici personali e alleati politici, anche se erano di temperamento diverso: Roosevelt era dinamico e impulsivo, e Taft era riservato e accomodante. Roosevelt arrivò a considerare Taft come il suo eventuale successore e lo invitò a unirsi al suo gabinetto. Taft accettò l'incarico di segretario alla guerra con l'intesa che avrebbe continuato a sovrintendere agli affari filippini da Washington, lasciò ai generali il compito di gestire l'esercito.

Ha avuto anche diversi altri ruoli nell'amministrazione. Tra il 1904 e il 1908 fu incaricato della costruzione del Canale di Panama. Nel 1906, quando la rivoluzione minacciava a Cuba, portò un grado di pace attraverso i negoziati. A Tokyo nel 1907 migliorò le relazioni nippo-americane, che erano state tese dagli abusi degli immigrati giapponesi in California.

Un candidato riluttante

Inizialmente, Taft non aveva alcun desiderio di candidarsi alla presidenza, ma su insistenza di Roosevelt, e con la spinta della moglie e dei fratelli, accettò la nomina repubblicana nel 1908. Beneficiando della popolarità dell'amministrazione Roosevelt, Taft sconfisse William Jennings Bryan (1860). -1925), il candidato democratico.

Il suo mandato ha avuto pochi risultati significativi. Ereditò la diffusa richiesta di tariffe più basse e accettò il Payne-Aldrich Act del 1909, un compromesso che fu denunciato sia dalle grandi imprese che dai repubblicani progressisti. Con una goffaggine caratteristica che spesso contraddistingueva le sue dichiarazioni pubbliche, si riferiva al Payne-Aldrich Act come il miglior dazio della storia. Ha negoziato un accordo con il Canada che prometteva un commercio relativamente libero tra i due paesi, ma il Canada alla fine ha respinto la proposta. Sebbene il procuratore generale di Taft abbia avviato il doppio delle cause antitrust contro le grandi società rispetto alla precedente amministrazione, Roosevelt è ricordato come il distruttore di fiducia.

Quando i Democratici presero il controllo della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti nel 1910, i repubblicani progressisti consideravano Roosevelt come il loro candidato presidenziale nel 1912. Roosevelt, che aveva interrotto la sua relazione con Taft nel 1911 perché pensava che Taft fosse troppo conservatore, corse come un Candidato del Partito Progressista contro l'uomo la cui candidatura aveva appoggiato quattro anni prima. Sebbene Taft abbia vinto la nomination repubblicana, lui e Roosevelt si sono divisi il voto repubblicano: il democratico Woodrow Wilson (1856-1924) ha vinto le elezioni.

Presidente della Corte Suprema

Quando morì il giudice supremo Edward D. White (1845–1921), il presidente Warren G. Harding (1865–1923) nominò Taft come suo successore. Il più grande successo di Taft come giudice supremo è stato quello di portare maggiore armonia ed efficienza in una corte profondamente divisa.

L'interesse principale di Taft era quello di accelerare il lavoro dei tribunali. Non ha mai offerto un'opinione dissenziente quando la maggioranza non era d'accordo con la sua posizione, e di solito si è schierato con i diritti di proprietà sugli interessi dei lavoratori e il potere del governo sui diritti civili. Si ritirò dalla corte nel 1930, a causa di una malattia cardiaca, e morì un mese dopo.

L'eredità di Taft

Secondo molti storici, Taft aveva poco talento per la leadership. Ha accettato il ruolo di presidente con grande riluttanza, è stato indeciso e ha preso poca iniziativa in materia legislativa. Il suo mandato ha avuto pochi risultati significativi. Taft è spesso visto come un ponte conservatore tra i riformatori attivisti Roosevelt e Wilson.

Vedi anche Diplomazia del dollaro

Vedi anche Guerra ispano-americana

Robert M. La Follette

Robert M. La Follette (1855-1925) è stato un leader del movimento progressista, che ha cercato di affrontare i problemi sociali derivanti dalla rapida crescita industriale negli Stati Uniti durante l'ultimo quarto del diciannovesimo secolo. È ricordato per aver combattuto la corruzione politica e l'avidità aziendale durante la sua lunga carriera nel servizio pubblico, come governatore del Wisconsin e come membro sia della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti che del Senato degli Stati Uniti. Conosciuto come "Fighting Bob" a causa del suo impegno per la riforma, i suoi ferventi discorsi e i suoi frequenti scontri con i capi del partito, La Follette ha combattuto per salari più alti e migliori condizioni di lavoro per i lavoratori, il diritto di voto delle donne e la legislazione sui diritti civili.

Primi anni di vita

La Follette lavorò in una fattoria fino al 1875, quando si iscrisse all'Università del Wisconsin, dove eccelleva negli studi sociali e nell'oratoria. Ha fondato uno studio legale a Madison e poi ha corso con successo come procuratore distrettuale: ha conquistato un leader politico locale andando porta a porta e parlando direttamente agli elettori, una pratica non comune all'epoca. Nel 1884, all'età di ventinove anni, divenne il membro più giovane della Camera dei Rappresentanti. Repubblicano, ha scontato tre mandati. Anche se fu sconfitto dal democratico Allen Bushnell (1833-1909) nel 1890 e tornò all'ufficio di procuratore distrettuale, La Follette rimase attivo nella politica statale.

La svolta politica

Il punto di svolta nella carriera di La Follette - e l'inizio dei suoi giorni come riformatore politico - arrivò nel 1891, quando Philetus Sawyer (1816-1900), un senatore repubblicano e ricco taglialegna, gli offrì una tangente per risolvere un caso giudiziario contro diversi ex funzionari statali. La Follette fu indignato, denunciò il tentativo e per quasi dieci anni viaggiò per lo stato parlando contro l'influenza di politici disonesti, i baroni del legname e gli interessi delle ferrovie che dominavano il suo partito.

La macchina del Partito Repubblicano fermò due volte la sua nomina a governatore, ma alla fine fu eletto alla carica nel 1900 e rieletto nel 1902 e nel 1904. Combattere Bob era popolare tra gli agricoltori, i proprietari di piccole imprese, i professionisti e gli intellettuali che si risentivano del controllo che i ricchi gli uomini d'affari esercitavano sul credito, sui noli ferroviari e sul potere politico.

Come governatore, La Follette sostenne quella che divenne nota come l'idea del Wisconsin, un'ampia agenda di riforme sociali e politiche. Per indebolire l'influenza politica delle macchine del partito e delle grandi società, istituì elezioni primarie che consentivano agli elettori, piuttosto che ai leader del partito, di nominare candidati per la carica: il Wisconsin è stato il primo stato ad adottare il sistema primario per gli uffici statali. Ha anche istituito limiti di spesa della campagna. Per guidare la politica sulla regolamentazione ferroviaria, l'ambiente, i trasporti, il servizio civile, le assicurazioni, le banche e la tassazione, creò commissioni statali. Le sue proposte per tassare le società, in particolare, hanno fatto infuriare le grandi imprese, ma hanno permesso allo stato di controllare le aliquote fiscali. Ha anche sostenuto un aumento dei finanziamenti per l'istruzione. Con una mossa senza precedenti, La Follette ha impiegato scienziati politici e sociali ed economisti dell'Università del Wisconsin per redigere progetti di legge e amministrare le leggi.

Nel 1905, avendo acquisito una reputazione nazionale, La Follette corse per il Senato degli Stati Uniti, dove cercò di applicare l'idea del Wisconsin a livello nazionale. Ha lavorato per regolamentare le ferrovie e altre industrie e ha parlato della corruzione del governo e degli abusi sui lavoratori dell'industria. Per controllare il potere e gli "interessi egoistici" delle grandi aziende, ha sostenuto la crescita dei sindacati. Tra i risultati più importanti dei suoi tre mandati al Senato c'era un disegno di legge del 1915 che proteggeva i marinai mercantili dallo sfruttamento.

Nel 1909 lui e sua moglie, Belle La Follette, suffragista e avvocato, fondarono La Follette's Weekly (in seguito chiamato Progressive). Ha promosso il suffragio femminile, l'uguaglianza razziale e altre cause progressiste.

Un senatore contro la guerra

La Follette non ebbe successo nel cercare la nomina presidenziale repubblicana nel 1908 e nel 1912. Sebbene sostenne il democratico Woodrow Wilson (1856-1924) nelle elezioni presidenziali del 1912 a causa dell'impegno di Wilson per la giustizia sociale, La Follette si oppose alla determinazione di Wilson di entrare nella prima guerra mondiale (1914-1918). Nell'aprile 1917 La Follette votò contro la dichiarazione di guerra, credendo che la guerra potesse essere evitata e che il coinvolgimento degli Stati Uniti molto probabilmente avrebbe posto fine alle riforme interne. L'espansione militare, sosteneva, avrebbe premiato solo le società ei loro investitori. La sua guida della fazione contro la guerra al Senato lo ha reso un outsider: dopo aver pronunciato un discorso contro la guerra, i membri del Senato hanno cercato di espellerlo per slealtà. La Follette si oppose anche ai termini del Trattato di Versailles, il trattato di pace che pose fine alla prima guerra mondiale e il Senato si rifiutò di ratificare.

Wilson in seguito adottò molti dei programmi di riforma di La Follette, inclusa la divulgazione pubblica dei contributi elettorali e la tassazione graduale. Indirettamente, La Follette ha lavorato con Wilson per limitare il potere delle grandi imprese ed è stato determinante nella creazione del Dipartimento del Lavoro e della Federal Trade Commission.

Sebbene i suoi critici credessero che la sua opposizione alla guerra avrebbe posto fine alla sua carriera politica, La Follette fu rieletto al Senato nel 1922. Nel 1924 si candidò alla presidenza del Partito Progressista (un terzo partito di successo che sosteneva la riforma fiscale, giudiziaria e agricola e la proprietà del governo delle risorse naturali e dei servizi pubblici), ma perse contro il repubblicano Calvin Coolidge (1872-1933). La Follette morì nel 1925.

L'eredità di La Follette

La Follette è ricordato come uno dei più importanti riformatori politici e sociali della storia degli Stati Uniti. Nel 1957, infatti, il Senato elegge La Follette uno dei cinque senatori più eminenti di tutti i tempi. Le sue politiche, che hanno attratto le linee di partito, hanno creato precedenti per i programmi statali e federali nei decenni successivi e hanno migliorato la vita di agricoltori, lavoratori, donne e bambini.

Vedi anche Commissione federale per il commercio

Vedi anche Partito Progressista, 1924

Woodrow Wilson

Woodrow Wilson (1856-1924), il ventottesimo presidente degli Stati Uniti, sostenne la riforma progressista, guidò gli Stati Uniti durante la prima guerra mondiale (1914-1918) e persuase i membri della Conferenza di pace di Parigi del 1919, convocata per negoziare la fine della guerra, per stabilire la Società delle Nazioni.

Nei primi anni

Thomas Woodrow Wilson, nato a Staunton, in Virginia, era figlio di un ministro presbiteriano e figlia di un ministro. Come suo padre, pretendeva totale lealtà da amici e colleghi e aveva pochi amici che trattava da pari a pari. Aveva un forte senso del dovere e della giustizia, motivo per cui, dicono gli storici, trattava in modo condiscendente coloro che non erano d'accordo con lui.

Wilson ha avuto difficoltà a imparare a leggere quando era un ragazzo. Anche se ha compensato con il duro lavoro, la difficoltà è rimasta con lui per tutta la vita. Era fisicamente fragile e dovette ritirarsi dal Davidson College, dove si stava preparando per il ministero, e riposare a casa per un anno. Da adulto, ha avuto diversi ictus, uno dei quali lo ha lasciato parzialmente paralizzato per il resto della sua vita.

Wilson studiò storia al College of New Jersey, che in seguito divenne la Princeton University, e conseguì una laurea in legge presso l'Università della Virginia e un dottorato presso la Johns Hopkins University, la migliore scuola di specializzazione del paese all'epoca. Il suo primo libro, Congressional Government, era basato sulla sua tesi di dottorato.

Ha aperto uno studio legale ad Atlanta, in Georgia, ma l'impresa non ha avuto successo, quindi si è rivolto al mondo accademico. Nel 1885 insegnò brevemente al Bryn Mawr College in Pennsylvania e poi alla Wesleyan University nel Connecticut. Nel 1890 fu nominato professore di giurisprudenza ed economia a Princeton e divenne il professore più popolare della scuola. Quando fu nominato presidente dell'università nel 1902, introdusse innovazioni e riforme del curriculum.

Quelle riforme portarono a faticose battaglie con i ricchi e conservatori fiduciari e alunni di Princeton, tuttavia, così quando gli fu offerta la nomina democratica per governatore del New Jersey nel 1910, accettò. Dopo una vittoria schiacciante, ha lavorato con i progressisti - riformatori sociali, politici ed economici - e ha fatto molto in breve tempo: ha cambiato le politiche riguardo alle scuole e alla retribuzione dei lavoratori, ha stabilito primarie dirette, che hanno sostituito un sistema in cui i partiti nominavano i candidati regolati servizi di pubblica utilità e ha approvato la legislazione antitrust, che ha impedito alle grandi società di accumulare troppo potere economico. L'attenzione dei media a queste riforme radicali diede a Wilson un'importanza nazionale.

Il candidato riformatore

Dopo un mandato di successo come governatore del New Jersey, Wilson si candidò alla presidenza nel 1912 su una piattaforma che offriva ciò che il pubblico chiedeva: la riforma. Gli oppositori di Wilson includevano il presidente repubblicano William Howard Taft (1857-1930), che era favorevole a misure progressiste ma non le attuava efficacemente, l'ex presidente Theodore Roosevelt (1858-1919), che gestiva la sua piattaforma del Partito progressista, che era ancora più riformista di Wilson e il candidato del Partito Socialista Eugene V. Debs (1855-1926). Il voto repubblicano è stato diviso tra Taft e l'ex repubblicano Roosevelt, quindi Wilson è stato il vincitore inaspettato.

Una volta eletto, Wilson convocò una sessione speciale del Congresso e si presentò personalmente, cosa che nessun presidente aveva fatto dai tempi di John Adams (1735-1826) nel 1800. Impressionato dal discorso, il Congresso raccolse rapidamente la proposta di Wilson per una tariffa più bassa sulle importazioni estere. . Quando i lobbisti hanno cercato di persuadere il Congresso a non tagliare le tariffe, il presidente ha convocato una conferenza stampa, prima un altro Wilson. I resoconti dei giornali hanno generato la domanda pubblica per la riforma delle tariffe e un'ondata di posta al Congresso, che, in risposta, ha approvato l'Underwood-Simmons Tariff Act del 1913. La legge, che ha ridotto le tariffe al livello più basso dal 1846, ha anche ripristinato un'imposta federale sul reddito per compensare il mancato guadagno.

Il Congresso ha affrontato anche altre parti del programma di riforma di Wilson, creando il Federal Reserve System, un sistema bancario centralizzato per la nazione, e la Federal Trade Commission, che indaga e frena le pratiche commerciali sleali. Ha inoltre approvato il Clayton Antitrust Act del 1914, che ha chiarito il linguaggio dello Sherman Antitrust Act del 1890, che aveva vietato i monopoli e altre grandi aggregazioni aziendali che limitavano la concorrenza. Le riforme del lavoro includevano una settimana lavorativa di quaranta ore per alcuni dipendenti e una legge che vietava il lavoro minorile (atto poi annullato dalla Corte Suprema degli Stati Uniti). Il Congresso ha concesso fondi per l'istruzione agricola e professionale preuniversitaria e ha anche creato il sistema autostradale federale.

Un principiante in politica estera

Wilson tendeva a considerarsi un esperto in questioni domestiche, ma non aveva esperienza in diplomazia. Indipendentemente da ciò, gli eventi mondiali lo costringerebbero a prendere importanti decisioni di politica estera, specialmente quando scoppiò la prima guerra mondiale in Europa nel 1914. L'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria-Ungheria da parte di un serbo fece precipitare una guerra tra l'Austria-Ungheria e la Serbia molti altri Le nazioni europee presto si unirono al conflitto. Seguendo le tradizionali politiche isolazioniste degli Stati Uniti, Wilson giurò di tenere gli Stati Uniti fuori dalla guerra. Sebbene mantenne la sua promessa per quasi tre anni, molti cittadini statunitensi, che avevano forti legami con l'Europa, trovarono difficile la neutralità. Il sentimento pubblico ha favorito la parte degli Alleati - le democrazie di Gran Bretagna, Francia e Belgio - piuttosto che le autocrazie di Germania, Austria-Ungheria e, in seguito, Turchia ottomana e Bulgaria, dove il potere politico era detenuto da individui.

Quando la Gran Bretagna ha istituito un blocco navale della Germania, Wilson non ha protestato seriamente, anche se il blocco ha tagliato fuori gli Stati Uniti da un enorme mercato commerciale. Ha avvertito la Germania, tuttavia, che l'avrebbe ritenuta responsabile per qualsiasi danno arrecato agli americani o alle loro proprietà. I tedeschi erano irritati dalle dure parole di Wilson. Gli americani, a loro volta, si infuriarono quando un sottomarino tedesco affondò il transatlantico britannico Lusitania, uccidendo più di mille persone, inclusi 128 americani. Wilson ha chiesto alla Germania di porre fine agli attacchi sottomarini alle navi civili. Nel 1916 il governo tedesco giurò di non attaccare le navi mercantili senza resistenza, ma aggiunse che Wilson doveva persuadere gli inglesi a porre fine al blocco. Wilson ignorò la sfida.

Anche se Wilson aveva piani pratici per la mobilitazione bellica, aveva aumentato la forza dell'esercito a soli 223.000 nel 1916, al contrario, la Germania aveva un esercito di 11 milioni di soldati. Inoltre, il governo stava costruendo per lo più corazzate che Wilson si opponeva alla costruzione di cacciatorpediniere, piccole navi veloci che sono efficienti per affondare i sottomarini, perché farlo sarebbe, nelle sue parole, "non neutrale".

Gli Stati Uniti dichiarano guerra

Rieletto presidente con scarso margine nel 1916, Wilson continuò i suoi sforzi per mediare una pace tra Gran Bretagna e Germania, ma fallì. Nel 1917 la Germania iniziò una nuova campagna sottomarina. Dopo che le navi statunitensi furono affondate, Wilson ruppe le relazioni diplomatiche e minacciò la guerra. Quando la campagna continuò, Wilson richiese una dichiarazione di guerra, che il Congresso concesse il 6 aprile 1917.

Wilson mobilitò non solo un esercito di quattro milioni di uomini, ma anche tutta l'industria statunitense per fornire munizioni e altri rifornimenti. Ha sostenuto un comando unificato sul fronte occidentale in Francia e Belgio, che si è rivelato di gran lunga superiore ai quattro eserciti che operano da soli.

Il piano di pace di Wilson

Wilson ha proclamato che l'entrata in guerra degli Stati Uniti ha reso "il mondo sicuro per la democrazia". In un discorso al Congresso nel gennaio 1918, emise un piano per una pace duratura in Europa, che divenne noto come il suo discorso dei Quattordici punti. Offriva dettagli sulla restituzione delle terre occupate ai loro precedenti proprietari e suggeriva che la guerra non avrebbe dovuto avere vincitori, perché la pace poteva esistere solo tra pari. Il piano prevedeva la creazione di un'organizzazione internazionale per garantire "l'indipendenza politica e l'integrità territoriale a grandi e piccoli stati". Quell'organizzazione sarebbe stata in seguito chiamata Società delle Nazioni.

Nell'autunno del 1918 la Germania, che era vicina al collasso a causa delle gravi perdite e della fame di persone e dell'industria provocata dal blocco britannico, fece appello a Wilson per la pace sulla base dei Quattordici punti da lui concordati. Gli alleati europei, tuttavia, hanno adottato solo quei punti che si adattano ai loro interessi. Il Trattato di Versailles, che pose fine alla guerra, impose alla Germania dure condizioni, costringendola a cedere l'intera marina, l'aeronautica e tutta l'artiglieria e a consentire alle forze alleate di occupare la Germania occidentale. Inoltre, la Francia ha recuperato le regioni dell'Alsazia e della Lorena, e sia la Francia che la Gran Bretagna hanno sequestrato le regioni arabe dalla Turchia (suscitando rabbia in quelle che ora sono Siria, Libano, Iraq, Israele e Giordania). La Francia ha contribuito a creare un'enorme Polonia che, poiché tanti tedeschi, russi e lituani vivevano all'interno dei suoi confini, non era un paese coeso e una grande Jugoslavia, che conteneva molti gruppi etnici e religiosi diversi. In generale, l'armistizio puniva la Germania così severamente che i tedeschi avrebbero presto desiderato vendetta.

Gli ultimi anni

Quando le richieste di Wilson al Senato degli Stati Uniti di ratificare il Trattato di Versailles fallirono, rivolse i suoi appelli direttamente al popolo americano. Durante un viaggio di diverse migliaia di miglia attraverso il Midwest e l'Ovest, tenne discorsi a grandi folle più volte al giorno. Sebbene abbia cambiato idea ad alcuni elettori, la maggior parte degli americani ha respinto la Società delle Nazioni perché credeva che avrebbe reso gli Stati Uniti una potenza di polizia internazionale.

Quando tornò a casa a Washington, Wilson ebbe un grave ictus che lo lasciò invalido. Sebbene estremamente malato, continuò i suoi sforzi per convincere il Senato ad accettare il Trattato di Versailles e la Società delle Nazioni, ma fallì ogni volta che si votava. Annunciò che le elezioni presidenziali del 1920 avrebbero risolto il problema.

A quel punto gli americani erano stanchi delle crociate riformatrici e della guerra ed erano riluttanti a farsi coinvolgere all'estero. Quando il repubblicano Warren G. Harding (1865-1923) divenne il prossimo presidente, la Società delle Nazioni era un problema morto nella politica degli Stati Uniti.

Wilson, insignito del Premio Nobel per la pace nel 1919 per la creazione della Società delle Nazioni, morì nella sua casa di Washington, D.C., il 3 febbraio 1924.

L'eredità di Wilson

Gli storici a volte si riferiscono a Wilson come al primo presidente moderno, notando che comprendeva il potere del presidente di trattare direttamente con la gente. Li guidò da una politica di isolazionismo a una di partecipazione globale, e credeva che alla fine avrebbero abbracciato la sua visione degli Stati Uniti alla guida di una comunità mondiale di nazioni. Venticinque anni dopo, il suo sogno, espresso per la prima volta nella Società delle Nazioni, divenne realtà alle Nazioni Unite.


Storia degli Stati Uniti: dall'età dell'oro (1890) alla prima guerra mondiale

L'amministrazione di Harrison ha portato un'inversione delle politiche finanziarie di Grover Cleveland. Il Congresso ha smaltito il surplus del Tesoro facendo ingenti stanziamenti per pensioni, navi militari, fari, difese costiere e altri progetti. Ha inoltre approvato il McKinley Tariff Act, che ha aumentato i già elevati dazi protettivi e ha comportato prezzi più elevati per molti prodotti per la casa. Per ottenere il sostegno dell'Occidente per il disegno di legge, il Congresso nel 1890 approvò lo Sherman Silver Purchase Act, con il quale il governo accettò di acquistare 4.500.000 once (130.000 kg) di argento ogni mese e di emettere carta moneta pari all'intero importo acquistato . Anche nel 1890 il Congresso approvò lo Sherman Antitrust Act , che dichiarò illegale "ogni contratto, combinazione sotto forma di fiducia o altro, o cospirazione, in restrizione del commercio". Sebbene la nazione fosse favorevole a questa misura, reagì contro i prezzi più alti causati dal McKinley Act eleggendo un Congresso democratico nel 1890. Nel 1892 l'ex presidente democratico Grover Cleveland vinse il suo secondo mandato. Una caratteristica della campagna fu l'emergere di un nuovo partito politico, il Partito del Popolo, solitamente noto come Partito Populista, formato principalmente da agricoltori e lavoratori occidentali che erano membri delle Alleanze degli agricoltori o della Federazione americana del lavoro. Il candidato alla presidenza del People's Party, James Baird Weaver dell'Iowa, ha funzionato su una piattaforma che includeva richieste per la coniazione gratuita dell'argento, la proprietà del governo di importanti servizi pubblici e l'elezione dei senatori degli Stati Uniti con voto popolare.

La seconda amministrazione di Cleveland

La seconda amministrazione di Cleveland fu caratterizzata da un crescente conflitto tra gli interessi dei riformatori agricoli, i cui seguaci vivevano in Occidente, e quelli dei grandi banchieri e industriali del paese, la cui sede delle imprese era generalmente in Oriente. Coloro che si aspettavano che Cleveland e il suo Congresso solidamente democratico attuassero le riforme finanziarie ed economiche richieste dall'Occidente sono rimasti delusi. Sebbene si fosse impegnato a una tariffa solo per le entrate, il Congresso ha ceduto ai desideri dei senatori dediti alla protezione degli interessi delle grandi società o dei trust approvando un'altra tariffa protettiva elevata. Inoltre, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato incostituzionale la legge sull'imposta sul reddito. (Gli oneri di questa tassa, che era stata molto irrigidita nel 1894, erano ricaduti sui relativamente ricchi.) Oltre alla legislazione e alle decisioni giudiziarie che non piacevano all'Occidente, l'amministrazione ha visto un periodo di depressione industriale, prezzi alti, disoccupazione diffusa, serrate, e scioperi.

Lo sciopero più importante fu quello del 1894 dei dipendenti della Pullman Company, guidati dall'American Railway Union. Lo sciopero è stato indetto per protestare contro le condizioni di lavoro ingiuste presso la Pullman Company, con sede a Chicago, un produttore di vagoni letto della ferrovia. Ha provocato violenze, la morte di lavoratori e la distruzione di proprietà. Il presidente Cleveland ha inviato truppe federali a Chicago per ristabilire l'ordine e le corti federali hanno emesso un'ingiunzione per interrompere lo sciopero. Molti dei leader dello sciopero furono imprigionati, incluso il leader sindacale Eugene V. Debs. Tra le classi lavoratrici, in particolare i populisti ei democratici più radicali, l'episodio provocò un crescente malcontento con l'amministrazione. Questa insoddisfazione fu espressa alla convenzione democratica del 1896. Dominata dagli elementi radicali dell'Occidente, la convenzione emanò una piattaforma chiedendo, tra le altre cose, la coniazione libera e illimitata dell'argento nel rapporto di 16 a 1 (bimetallismo), e la fine del governo per ingiunzione federale, come nello sciopero Pullman.I democratici nominarono William Jennings Bryan presidente dei repubblicani, William McKinley. Il problema principale della campagna, in cui gli interessi economici dell'Occidente e dell'Oriente erano nettamente contrapposti, era la questione d'argento. Dopo una faticosa gara, McKinley ha sconfitto Bryan.

Le Amministrazioni McKinley

L'evento principale della prima amministrazione di McKinley fu la guerra ispano-americana (1898), combattuta sulla questione della liberazione di Cuba. Gli Stati Uniti furono vittoriosi nella guerra e la Spagna abbandonò Cuba e cedette agli Stati Uniti le Isole Filippine, Guam e Porto Rico. L'espansione della nazione per includere regioni al di fuori del continente nordamericano fu denunciata come imperialismo dal Partito Democratico e divenne la questione principale della campagna presidenziale del 1900. La nazione, tuttavia, appoggiò la politica di espansione portata avanti dall'amministrazione McKinley nelle elezioni McKinley sconfisse nuovamente Bryan, questa volta con una maggioranza popolare di quasi 1 milione di voti e con 292 voti elettorali contro 155. Nel settembre 1901 McKinley fu assassinato da un anarchico impazzito, e il vicepresidente Theodore Roosevelt divenne presidente. Le sue amministrazioni segnarono un nuovo atteggiamento tenuto da una parte del Partito Repubblicano nei confronti delle importanti questioni sociali, politiche ed economiche dell'epoca, e portarono gradualmente a una netta spaccatura nel partito.

Theodore Roosevelt e il Progressismo

Theodore Roosevelt, come Jackson e Lincoln, credeva che il presidente avesse il dovere di avviare e guidare il Congresso per attuare una politica di beneficio sociale ed economico per il popolo in generale. Come disse lui stesso, trovò la presidenza "pulpito prepotente". Le politiche di Roosevelt, progettate per garantire una maggiore misura di giustizia sociale negli Stati Uniti, furono delineate nel suo primo messaggio al Congresso, il 3 dicembre 1901. Il discorso di Roosevelt includeva richieste di supervisione e regolamentazione federali di tutte le società interstatali per la modifica dell'Interstate Commerce Act per vietare alle ferrovie di concedere tariffe speciali ai caricatori per la conservazione delle risorse naturali per gli stanziamenti federali per l'irrigazione delle regioni aride dell'Occidente e per l'estensione del sistema di merito nel servizio civile.

Il presidente Roosevelt si è particolarmente distinto per la sua politica in materia di trust, un tipo di aggregazione aziendale che si forma allo scopo di ridurre la concorrenza e controllare i prezzi. Il numero di trust negli Stati Uniti era notevolmente aumentato alla fine del XIX secolo solo 60 negli Stati Uniti erano esistiti prima della guerra ispano-americana, mentre 183 erano stati formati tra il 1899 e il 1901. Molti dei trust avevano monopoli pratici di beni vitali come petrolio, carne bovina, carbone e zucchero o di importanti servizi come le ferrovie. Roosevelt riconobbe il diritto all'esistenza di tali combinazioni, ma insistette anche sul diritto del governo di controllare e regolare i trust. Su sua sollecitazione, il Congresso ha approvato diverse misure progettate per aiutare a far rispettare le leggi antitrust già sui libri di legge. Tra le nuove leggi c'erano l'Elkins Act (1903), volto a eliminare la pratica discriminatoria degli sconti segreti concessi da varie ferrovie a determinati caricatori, e l'Hepburn Act (1906), volto a rafforzare la Commissione interstatale per il commercio nella sua autorità sulle ferrovie e altri vettori pubblici. Durante la sua amministrazione (dopo aver completato l'amministrazione di McKinley, Roosevelt fu eletto nel 1904), il Dipartimento di Giustizia istituì 43 cause contro i trust e vinse diverse importanti decisioni giudiziarie, tra cui una che ordinava lo scioglimento della Standard Oil Company del New Jersey come holding con il monopolio della raffinazione del petrolio.

Altre riforme interne nel programma di Roosevelt, che chiamò Square Deal, furono la sua espansione delle riserve forestali e dei parchi nazionali, la nomina della National Conservation Commission nel 1908 per promuovere un'ulteriore conservazione e l'approvazione del Meat Inspection Act. È stato approvato anche il primo dei Pure Food and Drug Acts, che ha seguito un'indagine federale sulle condizioni di imballaggio suggerita dalle rivelazioni fatte nel romanzo di Upton Sinclair La giungla (1906) (vedere Sinclair, Upton Beall). Roosevelt acquisì importanza mondiale attraverso i suoi discorsi e azioni drammatici come presidente, la sua inaugurazione della costruzione del Canale di Panama e le sue attività per porre fine alla guerra russo-giapponese (1904-1905). Roosevelt rifiutò di candidarsi alla rielezione nel 1908 e i repubblicani nominarono il suo segretario alla guerra, William Howard Taft, sulla base della raccomandazione di Roosevelt. Taft sconfisse facilmente il suo avversario democratico, William Jennings Bryan.

L'amministrazione Taft

La piattaforma repubblicana del 1908, come la piattaforma democratica di quell'anno, chiedeva una revisione al ribasso della tariffa. Tuttavia, il Payne-Aldrich Tariff Act, approvato dal Congresso nel 1909, era ancora una tariffa protettiva elevata. Una pronunciata spaccatura sulle questioni tariffarie e altre questioni sviluppate nel Partito Repubblicano durante l'amministrazione di Taft. Da un lato c'era l'elemento conservatore, i cosiddetti standpatters, che volevano tariffe elevate e si opponevano al tipo di riforme avviate da Roosevelt. Dall'altra i cosiddetti insorti, poi detti progressisti, che denunciavano gli alti tassi della tariffa Payne-Aldrich come un tradimento delle promesse fatte nella piattaforma repubblicana e criticavano l'amministrazione per essersi rifiutata di proseguire le riforme avviate da Roosevelt. L'ex presidente Roosevelt si schierò apertamente con i progressisti e sostenne non solo la revisione delle tariffe ma altre riforme politiche ed economiche come le primarie dirette, il richiamo e un'imposta sul reddito.

Nel gennaio 1911 il senatore repubblicano del Wisconsin, Robert M. La Follette, organizzò la National Republican Progressive League per intraprendere un'azione politica per i principi dell'elemento progressista nel Partito Repubblicano. Nel 1912 i progressisti avevano eletto diversi governatori negli stati occidentali. Patters e repubblicani progressisti si impegnarono in un'aspra battaglia per il controllo della convenzione nazionale repubblicana del giugno 1912. Sconfitti nei loro sforzi per far sedere i loro delegati, i progressisti, guidati da Roosevelt, bloccarono la convenzione e in agosto organizzarono il Partito Progressista. Popolarmente noto come il Bull Moose Party, i progressisti nominarono Roosevelt presidente e il governatore Hiram W. Johnson della California vicepresidente. La normale convention repubblicana aveva nominato Taft e il Partito Democratico aveva nominato il governatore Woodrow Wilson del New Jersey. A causa della spaccatura nei ranghi repubblicani, Wilson vinse decisamente.

Wilson e la Nuova Libertà

Woodrow Wilson, come Roosevelt, riteneva che la presidenza dovesse essere utilizzata per avviare e guidare la legislazione nazionale in conformità con l'interpretazione del capo dell'esecutivo della volontà del popolo. Nel suo discorso inaugurale, ha annunciato la sua dedizione al compito di migliorare la vita nazionale in tutti i possibili aspetti. Le politiche sociali, economiche e politiche di Wilson come unità sono talvolta conosciute come la Nuova Libertà, dal titolo di un volume da lui pubblicato nel 1913 e contenente passaggi significativi dei suoi discorsi nella campagna del 1912. Mostrando insolite capacità esecutive e abile controllo del suo gabinetto e del Congresso durante la maggior parte dei suoi due mandati (fu rieletto nel 1916), Wilson riuscì a realizzare notevoli revisioni e riforme nelle leggi che governavano la tariffa, il sistema bancario, i trust, il lavoro e l'agricoltura.

Sotto la guida e l'esortazione di Wilson, il Congresso nel 1913 approvò l'Underwood Tariff Act, che prevedeva una diminuzione generale delle tariffe di Payne-Aldrich e un'imposta sul reddito per portare entrate sufficienti per compensare qualsiasi perdita di entrate nazionali causata dalla minore dazi tariffari. Per fornire i mezzi per fornire una valuta elastica, cioè una che potesse essere prontamente ampliata o contratta per soddisfare le esigenze nazionali, e per stabilire una supervisione generale delle banche più efficace di quella che esisteva all'epoca, Wilson sostenne attivamente l'approvazione da parte del Congresso di il Federal Reserve Act del 1913, che portò all'organizzazione del Federal Reserve System. Sempre nel 1913 fu ratificato il 17° emendamento alla Costituzione, che richiedeva che i senatori degli Stati Uniti fossero eletti dal voto popolare piuttosto che dalle legislature statali.

Wilson considerava il monopolio privato "indifendibile e intollerabile" e nel 1914 convinse il Congresso ad approvare due importanti atti legislativi in ​​materia di trust. Uno istituì la Federal Trade Commission per indagare e prevenire metodi sleali di concorrenza commerciale, il secondo fu il Clayton Antitrust Act, progettato principalmente per punire i colpevoli di utilizzare tali metodi sleali. Il Clayton Act ha inoltre esentato tutti i sindacati e le associazioni agricole dalle disposizioni delle leggi antitrust che vietavano, nella maggior parte dei casi, l'uso dell'ingiunzione nelle controversie di lavoro ed esprimeva il principio che scioperi, picchetti pacifici e boicottaggi non violano le leggi federali . Altre misure per proteggere il lavoro approvate durante l'amministrazione Wilson includono il La Follette Act, che regolava le condizioni di lavoro per i marittimi sulle leggi sulle navi statunitensi che prevedevano una giornata lavorativa di otto ore per i lavoratori delle ferrovie sulle linee interstatali e il divieto del lavoro minorile a determinate condizioni. Il Federal Farm Loan Act del 1916 stabilì 12 banche fondiarie federali per mettere a disposizione denaro per mutui agricoli a lungo termine a tassi ragionevoli.

Wilson ottenne una vittoria anche negli affari interni quando il 19° emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che legalizzava il diritto di voto delle donne, fu approvato nel 1919 e ratificato nel 1920 (vedere suffragio femminile).

Le questioni più importanti del primo e del secondo mandato di Wilson, tuttavia, furono quelle derivanti dallo scoppio della prima guerra mondiale in Europa nel 1914, dall'ingresso in guerra degli Stati Uniti nel 1917 e dalla conclusione della pace nel 1919. Per la discussione di questi problemi, vedere "I Guerra Mondiale" sotto.


Il discorso di Theodore Roosevelt alla Boys' Progressive League - STORIA

“Come possiamo considerare questa invasione di volgarità nella musica se non come una calamità nazionale, per quanto riguarda le conquiste mentali della nazione? Questa roba scadente e scadente non potrebbe elevare nemmeno le menti più degradate, né potrebbe spingere nessuno a uno sforzo maggiore nell'acquisizione della cultura in qualsiasi fase. Non c'è alcun elemento di intellettualità nel godimento del ragtime. Assapora troppo la concezione primordiale della musica, la cui base era un ritmo che faceva appello ai sensi fisici piuttosto che ai sensi mentali” – ‘Abusi della musica’ Paul G Carr in ‘Musician’, 1912

“Conosco poco la musica americana tranne quella dei music hall, ma la considero impareggiabile. È una vera arte, e non ne ho mai abbastanza per soddisfarmi. Sono convinto dell'assoluta verità dell'enunciato in quella forma d'arte americana.” – Igor Stavinsky in New York Tribune, 1916

Siamo al nostro 25esimo anno di mix ora, e finora ciò che è mancato in modo evidente è lo shock del nuovo. Certo, di tanto in tanto ci sono stati scorci di futuri che sono accaduti o meno, ma nel complesso la cultura popolare (o la parte di essa che è stata catturata) sembra essere stata abbastanza felice da andare avanti, facendo progressi graduali, senza qualsiasi cosa per scioccare davvero i genitori. A partire dal 1913, quell'era è finita. È questo l'inizio dell'era del jazz, allora? No. Questa è la mania di breve durata per Hot Ragtime e Foxtrot del 1913/1914, non solo un altro precursore sulla strada per gli anni '20, ma un vero e proprio cambiamento intercontinentale che induce il panico morale sia nello stile che nel consumo, molto a contrasta con i cliché di una placida società pre-guerra. Questa è vera musica da ballo fatta per veri giovani.

La persona più responsabile di questo è James Reece Europe. Nato nell'Alabama dell'era della ricostruzione, si trasferì a New York nel 1904 e nel 1910 era diventato abbastanza influente da formare il Clef Club, una società per musicisti neri che fungeva anche da orchestra - la prima orchestra tutta nera della storia , e uno che suonava solo composizioni di compositori neri. Oltre alla consueta selezione di strumenti a corda, a fiato e ottoni (e una grande grancassa) il Clef Club comprendeva anche un notevole numero di mandolini, chitarre, banjo e ukulele, tutti suonati all'unisono per produrre una melodia quasi assordante ritmo.

Prima di andarmene con me stesso e chiamarlo “jazz”, dovrei dire che non è davvero. Indubbiamente c'è molta musica che si adatta alla descrizione che viene suonata a New Orleans, ma in questa fase James Reese Europe non la sta suonando. L'esempio perfetto di ciò è uno dei punti salienti di questo mix, Europe’s Society Orchestra’s “Down Home Rag” – che pezzo musicale è, una frenesia di archi che suonano questa semplice melodia con tanto velocità ed energia in quanto possono raccogliere – la pura e inesorabile spinta di esso è assolutamente nuova. Eppure sento che c'è qualcosa che manca lì – tutto sembra ancora così irreggimentato, non c'è alcuno spazio per l'improvvisazione, l'assolo, le note blu – e l'attrezzatura di registrazione limitata potrebbe aver eliminato le note di basso, ma comunque, tutto è intrappolato in quella banda di frequenza stretta lo rende una specie di suono incompleto. Dodici anni dopo una jazz band, The Original Tuxedo Jazz Orchestra, registrerebbe lo stesso brano, ora ribattezzato ‘Black Rag’, e non funziona molto bene, il ritmo è troppo rilassato, non puoi davvero immagina che qualcuno ci balli, quindi forse James Reese Europe ha avuto ragione la prima volta e sono io che devo adattarmi.

Ci si poteva aspettare che Clef Club e l'Orchestra della Società degli Europe fossero rimasti nel loro mondo, ma nel 1912 si esibivano alla Carnegie Hall, qualcosa di semplicemente inaudito all'epoca e un'ulteriore porta aperta al resto del mondo sotto forma di Irene e Vernon Castle, una coppia sposata a cui è spesso attribuita la divulgazione di una serie di danze, tra cui il foxtrot.

Vernon, figlio di un proprietario di un pub di Norwich, in Inghilterra, incontrò la newyorkese Irene quando si trasferì lì nel 1906 per promuovere la sua carriera di attore. La loro rottura arrivò a Parigi nel 1911, quando dimostrarono balli ragtime presi da sale da ballo in gran parte nere negli Stati Uniti, incluso il "trotto di tacchino". ballando da – come altro? – trovare la band ragtime più hot del giorno per entrare in società. La Europe's Society Orchestra si è esibita con loro a feste private, nella loro scuola di ballo (“Castle House”) e nel loro club estivo (“San Souci”). Quando le orchestre bianche si rifiutavano di far suonare insieme a loro la band europea degli 8217, venivano allevate sul palco per far parte dell'atto. I Castles hanno imparato tutto ciò che hanno fatto dalla società nera, ma a differenza di tanti altri sono riusciti a dare credito ai creatori mentre portavano la loro musica nel mainstream, anche se questo significava alimentare le fiamme del panico morale.

La prima guerra mondiale pose fine a questa storia in diversi modi: a parte i cambiamenti sociali dovuti a qualsiasi guerra di quelle dimensioni, Vernon Castle sarebbe stato ucciso nel suo lavoro di pilota collaudatore, mentre James Reese Europe avrebbe raggiunto un livello ridicolo di fama dopo aver girato la Francia con la sua 369a fanteria “Hellfighters” Band, solo per finire in uno sfortunato incidente poco dopo. Forse mi sto superando, ma per ora godiamoci i suoni del 1913.


Il discorso di Theodore Roosevelt alla Boys' Progressive League - STORIA

Gli elenchi dei brani sono in ordine numerico per ogni nastro, nessun lato A/B indicato per mancanza di spazio sui nastri.

1-1. "Il benessere dell'agricoltore è vitale per quello dell'intero paese." (Tour della campagna del Midwest, Kansas City, Missouri, probabilmente ottobre 1908)
1-2. "Il Grande Padre Bianco ora ti chiama suoi fratelli." (Washington, D.C., tarda primavera o inizio estate, 1913)
1-3. "Un affare quadrato per ogni uomo e ogni donna negli Stati Uniti." (New York City, 3 luglio 1913)
1-4. "L'unica cosa che dobbiamo temere è la paura stessa." (Washington, D.C., 4 marzo 1933)
1-5. "Vedo un terzo di una nazione, mal alloggiata, mal vestita, mal nutrita." (Washington, D.C., 20 gennaio 1937)
1-6. "Ci troviamo oggi su uno degli strani promontori della storia umana." (Albany, New York, 6 novembre 1944)
1-7. "…una pace giusta e duratura, raggiunta liberamente dagli individui." (Washington, D.C., 20 gennaio 1949)
1-8. "Voglio dirti la mia versione del caso." (Los Angeles, California, 23 settembre 1952)
1-9. "Chi dirà che il sogno americano è finito?" (Luogo sconosciuto, probabilmente settembre 1952)
1-10. "…i tre imperativi della pace." (San Francisco, California, 23 agosto 1956)
1-11. Kennedy: "Credo che spetti al prossimo presidente degli Stati Uniti rimettere in moto questo Paese".
Nixon: "L'America non sta ferma, ma non può stare in piedi." (New York City, 21 ottobre 1960)
1-12. "Questa elezione non è una per i libri dei record, questa elezione è una per i libri di storia." (San Francisco, California, 31 marzo 1964)
1-13. "Non cercherò, e non accetterò, la nomina del mio partito per un altro mandato come vostro presidente." (Casa Bianca, Washington, D.C., 31 marzo 1968)
1-14. "Ciò di cui abbiamo bisogno negli Stati Uniti non è odio…" (Indianapolis, Indiana, 5 aprile 1968)
1-15. "Ci troviamo a raggiungere la luna ma a cadere in discorsi rauchi sulla terra." (Washington, D.C., 20 gennaio 1969)
1-16. "Credo che l'America abbia sempre prosperato nelle avversità." (Washington, D.C., 15 ottobre 1973)
1-17. "Non ho mai mollato." (Washington, D.C., 8 agosto 1974)
1-18. "Il 1976 non sarà la politica come al solito. Può essere un anno di ispirazione e speranza." (Madison Square Garden, New York City, 15 luglio 1976)
1-19. "Il governo non è la soluzione al problema il governo è il problema. (Washington, DC, 20 gennaio 1981)
1-20. "Ecco come ci avevano avvertito che sarebbe stato." (San Francisco, California, 16 luglio 1984)
1-21. "Dio non ha ancora finito con me." (San Francisco, California, 17 luglio 1984)

2-1."Io sono il fonografo Edison." (Edison Studios, West Orange, New Jersey, 1906)
2-2. "So che è difficile per gli americani rendersi conto della grandezza della guerra in cui siamo coinvolti." (Ladies Aid Society of St. Mary's Hospital, New York City, 25 novembre 1917)
2-3. "Tremila miglia da casa, un esercito americano sta combattendo per te." (Quartier generale alleato, Chaumont, Francia, probabilmente aprile 1918)
2-4. Lindbergh: "Sono atterrato con l'aspettativa e la speranza di poter vedere l'Europa..." (Washington, D.C., 11 giugno 1927)
2-5. "Ho trovato impossibile portare il pesante fardello della responsabilità e adempiere ai miei doveri di re come vorrei fare senza l'aiuto e il sostegno della donna che amo." (Windsor Castle, Inghilterra, 11 dicembre 1936)
2-6. "…non andare mai più in guerra tra loro." (Londra, Inghilterra, 3 settembre 1938)
2-7. "Ora abbiamo armi a un livello tale che il mondo non ha mai visto prima." (Monaco di Baviera, Germania, probabilmente all'inizio di ottobre 1938)
2-8. "L'Inghilterra è in guerra con la Germania." (No. 10 Downing Street, Londra, Inghilterra, 1 settembre 1939)
2-9. "…la lunga notte della barbarie finirà…a meno che non vinciamo, come vinceremo dobbiamo—come vinceremo faremo." (Londra, Inghilterra, 19 maggio 1940)
2-10. "Una data che vivrà nell'infamia." (Sessione congiunta del Congresso, Washington, D.C., 8 dicembre 1941)
2-11. "Il mondo noterà che la prima bomba atomica è stata sganciata su Hiroshima, una base militare." (Casa Bianca, Washington, D.C., 6 agosto 1945)
2-12. "I vecchi soldati non muoiono mai, semplicemente svaniscono." (Sessione congiunta del Congresso, Washington, D.C., 20 aprile 1951)
2-13. "…i popoli liberi non rimarranno mai liberi a meno che non siano disposti a combattere per i loro interessi vitali." (Washington, D.C., 7 maggio 1954)
2-14. "Il primo satellite artificiale terrestre al mondo è stato ora creato." (Mosca, Unione Sovietica, 5 ottobre 1957)
2-15. "La nostra politica è stata di pazienza e moderazione." (White House, Washington, D.C., 22 ottobre 1962)
2-16. "Lei, ambasciatore Zorin, nega che l'URSS abbia piazzato e stia piazzando missili a medio e medio raggio nei siti di Cuba?" (Nazioni Unite, New York City, 25 ottobre 1962)
2-17. "Crediamo che tutti gli uomini siano creati uguali, ma a molti viene negato lo stesso trattamento." (White House, Washington, D.C., 2 luglio 1964)
2-18. "Alcuni uomini vedono le cose come sono e chiedono 'perché?' Io sogno cose che non sono mai esistite e dico 'perché no?'" (Cattedrale di San Patrizio, New York City, 8 giugno 1968)
2-19. "Oggi abbiamo concluso un accordo per porre fine alla guerra e portare la pace con onore in Vietnam e nel sud-est asiatico." (Casa Bianca, Washington, D.C., 23 gennaio 1973)
2-20. "Il mondo non poteva più aspettare." (Casa Bianca, Washington, D.C., 16 gennaio 1991)

3-1. "Ecco una repubblica." (Richmond, Indiana, probabilmente 1923)
3-2. "Il futuro del volo è pieno di promesse." (Località sconosciuta, febbraio 1931)
3-3. "Sono l'uomo più fortunato del mondo." (Yankee Stadium, New York City, 4 luglio 1939)
3-4. "…questa era la loro ora migliore." (Londra, Inghilterra, 18 giugno 1940)
3-5. "Posso dirvi sinceramente che noi bambini in casa siamo pieni di allegria e di coraggio." (Località sconosciuta, 13 ottobre 1940)
3-6. "L'unico vero gioco, credo, al mondo..." (Yankee Stadium, New York City, 27 aprile 1947)
3-7. "Sono nel business del baseball." (Washington, D.C., 10 luglio 1958)
3-8. "...popoli di tutte le fedi, tutte le razze, tutte le nazioni, per vivere insieme nel rispetto e nell'amore reciproci." (Washington, D.C., 17 gennaio 1961)
3-9. "Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te chiedi cosa puoi fare tu per il tuo paese." (Washington, D.C., 20 gennaio 1961)
3-10. "Il mio volo era solo un passo." (New York City, 1 marzo 1962)
3-11. "Sogno che un giorno ogni valle sarà esaltata." (Lincoln Memorial, Washington, D.C., 28 agosto 1963)
3-12. "Dio vi benedica tutti sulla buona Terra." (Apollo 8 Space Mission, in orbita attorno alla luna, 24 dicembre 1968)
3-13. "Questo è un piccolo passo per l'uomo, un balzo da gigante per l'umanità." (Base della tranquillità, superficie lunare, 20 luglio 1969)
3-14. "…Ho mirato alla bandiera in più di un modo. (Washington, D.C., 18 giugno 1974)
3-15. "Mr. Gorbaciov, abbatti quel muro." (Berlino Ovest, Repubblica Federale Tedesca, 12 giugno 1987)

4-1. "Questa non è la nostra battaglia." (Des Moines, Iowa, 1 settembre 1941)
4-2. "I traditori non sono gentiluomini, miei buoni amici. Non capiscono di essere trattati come gentiluomini." (Chicago, Illinois, 17 marzo 1954)
4-3. Krusciov: "Tu non sai nulla del comunismo tranne la paura di esso." (Fiera di Mosca, Unione Sovietica, 24 luglio 1959)
4-4. "Questo non è un addio..." (New York City, 12 novembre 1959)
4-5. "Non avrai più Nixon a cui badare…" (Los Angeles, California, 7 novembre 1962)
4-6. "La definizione di Black Power." (New York City, 8 marzo 1964)
4-7. "Siamo tutti una grande famiglia felice con tutti i nuovi nomi." (Chicago, Illinois, 29 agosto 1968)
4-8. "Il poliziotto non è qui per creare disordine..." (Chicago, Illinois, 29 agosto 1968)
4-9. "…questi snob effeminati…" (Cena repubblicana, Houston, Texas, 22 maggio 1970)
4-10. "Un nuovo umanesimo". (National Women's Political Caucus, Washington, D.C., 10 luglio 1971)
4-11. "…Io non sono un truffatore." (Orlando, Florida, 17 novembre 1963)
4-12. "…il buono, il brutto e il cattivo." (Washington, D.C., 8 luglio 1987)

Preparazione digitale e trasferimento dell'amplificatore: Bob Fisher, Richard Bugg e David Turner/DigiPrep

Il credito per la traccia 2-2 è erroneamente attribuito nelle note di copertina a "James Gerard Watson". Il nome corretto dell'Ambasciatore era "James Watson Gerard".
I tempi dei brani sono quelli stampati sulla versione e differiscono leggermente da quelli ottenuti leggendo i CD in iTunes.


Guarda il video: Theodore Roosevelt Address to Boys Progressive League 1913 (Potrebbe 2022).