Podcast di storia

Walter Grant

Walter Grant


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Walter Grant, figlio di un pastore congregazionalista, è nato a Marion, nell'Indiana, nel 1912. Quando aveva diciotto anni una mafia del Klu Klux Klan linciava tre uomini di colore nella sua città. Questo evento è stato quello di cambiare radicalmente le sue opinioni politiche conservatrici e ora è diventato un attivista per la giustizia sociale.

Dopo essersi laureato all'Università dell'Indiana ha insegnato inglese fino a quando non è stato licenziato. Si trasferì a New York in cerca di lavoro e trovò lavoro nel Federal Writers Project. Poco dopo si iscrisse al Partito Comunista Americano.

Allo scoppio della guerra civile spagnola, Grant si unì al battaglione Abraham Lincoln, un'unità che si offrì volontario per difendere il governo del Fronte popolare contro l'esercito nazionalista.

Grant fu ucciso nelle prime fasi dell'offensiva a Jarama nel febbraio 1937.


GRANT Genealogia

WikiTree è una comunità di genealogisti che coltiva un albero genealogico collaborativo sempre più accurato che è gratuito al 100% per tutti per sempre. Per favore unisciti a noi.

Unitevi a noi per collaborare agli alberi genealogici di GRANT. Abbiamo bisogno dell'aiuto di bravi genealogisti per crescere a completamente gratis albero genealogico condiviso per connetterci tutti.

AVVISO IMPORTANTE SULLA PRIVACY E DISCLAIMER: HAI LA RESPONSABILITÀ DI USARE CAUTELA QUANDO SI DISTRIBUISCONO INFORMAZIONI PRIVATE. WIKITREE PROTEGGE LE INFORMAZIONI PI SENSIBILI MA SOLO NELLA MISURA INDICATA NELLA TERMINI DI SERVIZIO E POLITICA SULLA RISERVATEZZA.


Rodney A. Grant

Rodney Arnold Grant (nato il 9 marzo 1959) è un attore americano. È meglio conosciuto per il suo ruolo di "Wind In His Hair" nel film del 1990 Balla coi lupi.

Primi anni (infanzia)

Grant è nato a Macy, Nebraska, Stati Uniti d'America. È cresciuto nella riserva di Omaha a Macy, nel Nebraska. I suoi nonni lo hanno cresciuto dopo che i suoi genitori lo hanno abbandonato.

Fatti interessanti

Rodney è stato quasi tagliato dal suo ruolo in Balla coi lupi poiché stava trovando difficoltà ad imparare la lingua Lakota. Il direttore del casting lo ha costretto a lavorare ore extra e gli ha impedito di essere abbandonato a un extra nel film.

Vita privata

Grant sposò Lee-Anne Grant. Hanno tre figli di nome Jade Mesa-Grant, Walter Grant e Regina Grant. Jade Mesa-Grant è morta a soli 18 anni.

RETE E REALIZZAZIONE

Grant è stato onorato con il premio come il Philadelphia FirstGlance Film Festival per il miglior cast d'insieme.

Grant è stato condannato per non aver pagato il mantenimento dei figli a Lincoln, nel Nebraska. È stato condannato a cinque anni di libertà vigilata, servizio alla comunità.


Walter Grant Notley

Grant Notley, leader dell'opposizione all'NDP, settembre 1984 (per gentile concessione di Public Archives of Alberta/A-13322).

Walter Grant Notley, leader del New Democratic Party dell'Alberta 1968-1984, membro dell'Assemblea legislativa dell'Alberta 1971-1984 (nato il 19 gennaio 1939 a Didsbury, AB morto il 19 ottobre 1984 vicino a High Prairie, AB). Grant Notley è stato eletto leader dell'Alberta New Democratic Party (NDP) nel 1968. Tre anni dopo, è stato eletto MLA per la cavalcata di Spirit River – Fairview. Per 11 anni è stato un caucus da un solo uomo e si è guadagnato il rispetto per le sue capacità parlamentari. Divenne leader dell'opposizione ufficiale quando l'NDP elesse un secondo membro nel 1982. Notley morì in un incidente aereo nel 1984, due anni prima che l'NDP ottenesse 16 seggi nella legislatura provinciale.

Primi anni e istruzione

Walter Grant Notley è nato a Didsbury, Alberta, il primo dei due figli dei genitori Francis e Walter (il fratello Bruce è nato due anni dopo). Notley prende il nome da suo padre, ma usa sempre il suo secondo nome, Grant, che era il cognome da nubile di sua madre. Lui e suo fratello sono cresciuti in una serie di fattorie nella regione di Olds.

La madre di Notley, Francis, era insegnante in una scuola di una sola stanza a Westerdale. Suo padre era profondamente coinvolto nella Farmers' Union of Alberta, che convinse il governo dell'Alberta ad avviare un sistema di soppressione della grandine che continua ancora oggi, con aeroplani che seminano nuvole volti a ridurre la potenza delle tempeste di grandine (nei primi anni '90, la soppressione della grandine era assunto dal settore privato).

Notley ha dimostrato un talento per il parlare in pubblico in tenera età ed è stato il primo studente in due decenni ad andare al liceo dalla scuola media di Westerdale.

Dopo la laurea, andò all'Università dell'Alberta nel 1957. Pagandosi l'università, Notley accettò lavori estivi nella costruzione di strade e vendette persino enciclopedie.

Prima attività politica

L'ingresso di Notley in politica avvenne nelle elezioni federali del 1958, dove aiutò la campagna per la Co-operative Commonwealth Federation (CCF) sotto Ivor Dent (Dent sarebbe diventato sindaco di Edmonton nel 1968).

Ha così impressionato i membri del CCF che volevano che si candidasse come loro candidato a Edmonton Northwest nelle elezioni provinciali del 1959, ma Notley aveva solo 20 anni e l'età minima legale per i candidati era 21.

All'Università dell'Alberta, Notley era un membro del parlamento modello degli studenti che includeva il futuro primo ministro Joe Clark, il futuro consigliere liberale federale Jim Coutts e il futuro leader del partito di credito sociale Ray Speaker. Durante la sua permanenza all'università, ha anche riattivato un club nel campus del CCF (un precursore del Nuovo Partito Democratico). Sotto la sua guida, il club alla fine ottenne il soprannome di "Notley's Motley Crew".

Dopo essersi laureato nel 1960 in storia politica, Notley si iscrisse alla facoltà di giurisprudenza dell'Università dell'Alberta. Dopo un anno se ne andò per accettare l'incarico di organizzatore del Comitato Nazionale per il Partito Nuovo (che guidò la creazione dell'NDP).

Politica dell'Alberta

Nel 1962, l'Alberta New Democratic Party (NDP) fu fondato in una convention all'Hotel Macdonald, dove Neil Reimer fu eletto presidente e segretario provinciale di Notley. Nel giugno del 1963, Notley si candidò alle elezioni provinciali come candidato dell'NDP per Edmonton Northwest, dove finì quarto.

Il 6 luglio 1963 sposò Sandra Wilkinson, un'attivista sociale americana del Massachusetts che era stata coinvolta nella politica dell'Alberta mentre visitava un amico a Edmonton.

Nel maggio del 1967, Notley, ancora una volta, si candidò come candidato dell'NDP alle elezioni provinciali – questa volta a Edmonton – Norwood – e, ancora una volta, perse. Dopo i risultati disastrosi per l'NDP nelle elezioni del 1967, il leader del partito Neil Reimer ha indicato le sue dimissioni, aprendo la strada a Notley.

Leader NDP

Notley fu eletto leader nel 1968, ereditando un partito che era senza soldi e fatto a pezzi dalle lotte intestine. Nel 1969, si è candidato alle elezioni suppletive nel distretto provinciale di Edson, finendo terzo dietro ai Conservatori progressisti e al Credito sociale.

In difficoltà finanziarie, l'Alberta New Democratic Party (NDP) ha licenziato il suo personale e ha chiuso il suo ufficio. Piuttosto che arrendersi, Notley ha viaggiato costantemente per raccogliere fondi per il partito mentre emetteva un flusso di comunicati stampa per assicurarsi che i media non dimenticassero l'NDP.

Nel 1970, Notley iniziò la campagna elettorale nel nord-ovest depresso dell'Alberta, dove aveva le migliori possibilità di vincere una cavalcata nelle prossime elezioni provinciali.

Nelle elezioni del 1971 che videro i conservatori progressisti sotto Peter Lougheed sconfiggere il credito sociale e vincere un governo di maggioranza, Notley divenne l'MLA per Spirit River - Fairview - e l'unico politico NDP nell'Assemblea.

Membro dell'Assemblea Legislativa

Dopo l'elezione, Grant Notley trasferì la sua famiglia a Fairview. A quel punto ha avuto tre figli, Stephen, Paul e Rachel (che sarebbero diventati il ​​primo premier NDP dell'Alberta dopo aver vinto le elezioni provinciali il 5 maggio 2015).

Secondo Grant Notley: La coscienza sociale dell'Alberta, una biografia scritta dall'amico e collega Howard Leeson, il leader dell'NDP ha intrapreso una campagna legislativa per difendere la causa degli sfavoriti: “Durante la carriera di Grant c'è una coerenza, una devozione ai diritti dei diseredati, degli svantaggiati, del ' piccoletto' nella società, che non può essere completamente spiegato dall'opportunismo elettorale”.

Nella sua risposta al discorso sul trono del 6 marzo 1972, Notley ha criticato sia il vecchio governo del credito sociale che il nuovo governo conservatore progressista in un discorso che continua a risuonare attraverso la retorica dell'NDP:

A mio avviso, il governo passivo è destinato a fallire nonostante la sincerità dei suoi sostenitori... a causa della sua prospettiva filosofica limitata... Introdurremo scarsi programmi in agricoltura, ma solo dopo che migliaia di agricoltori saranno stati costretti a lasciare la loro terra... Ci saranno timidi proposte sui controlli ambientali, ma ancora una volta, solo dopo che le fuoriuscite di petrolio, le miniere e l'inquinamento industriale sono sfuggiti di mano. Ci saranno promesse tardive per affrontare la salute mentale, ma più di un quarto di secolo dopo che la nostra provincia sorella del Saskatchewan ha iniziato le riforme della salute mentale.

Nelle elezioni del 1975, quando i conservatori progressisti consolidarono il potere vincendo 69 dei 75 seggi dell'Assemblea legislativa, Notley e l'NDP si aggrapparono al suo unico seggio.

Nel 1979, l'Assemblea fu allargata a 79 seggi e i PC ne vinsero 74 nelle elezioni di quell'anno. L'NDP ha vinto di nuovo un solo seggio, quello di Notley. Sebbene Notley abbia detto ai giornalisti di essere profondamente deluso dal risultato, è andato avanti, come prima.

Quando il governo dell'Alberta ridusse le spedizioni di petrolio verso il Canada centrale in segno di protesta contro il National Energy Program del 1980, Notley fu l'unico legislatore dell'Alberta ad opporsi alla mossa. Ha anche partecipato attivamente al dibattito costituzionale del 1980-1981, criticando le opinioni estreme sia del governo federale che di quello dell'Alberta.

Leader dell'opposizione ufficiale

I conservatori progressisti vinsero un altro governo di maggioranza schiacciante nel 1982 (75 seggi), ma l'NDP fece un modesto passo avanti conquistando due seggi: Notley a Spirit River - Fairview e Ray Martin a Edmonton - Norwood.

Nel marzo 1983, il partito fece un altro passo avanti quando il presidente dell'Assemblea dichiarò l'NDP l'opposizione ufficiale.

Morte e significato

La sera del 19 ottobre 1984, Grant Notley si imbarcò su un piccolo aereo per pendolari operato dalla Wapiti Airline per un volo da Edmonton a Fairview. L'aereo si è schiantato vicino al Lesser Slave Lake, uccidendo Notley e altri cinque.

L'NDP avrebbe vinto 16 seggi nelle elezioni del 1986 sotto la guida di Ray Martin.

Rachel Notley, che è diventata la prima premier dell'NDP dell'Alberta nel 2015, ha affermato che l'eredità di suo padre ha contribuito a spianare la strada a un'eventuale vittoria dell'NDP. "Ha mantenuto in vita l'NDP in Alberta in un momento in cui era molto difficile", ha detto. “Ha dato speranza alle persone che stavano cercando una strada diversa da seguire”.

Nella revisione del 2010 dei confini della divisione elettorale dell'Alberta, il collegio elettorale originale di Notley di Spirit River - Fairview è stato ridisegnato e ribattezzato Dunvegan - Central Peace - Notley.


Album fotografico di famiglia di Walter ed Evan

Fare clic su qualsiasi immagine per ingrandirla.

Walter S. Jones Walter Jones allo Stockyard Walter si prende gioco della sua casa di Lebo
Walter esamina il bestiame prima della vendita Olive Taylor Jones Walter e Olive
Evan C. Jones Evan e uno dei suoi tanti cavalli Evan si gode una serata al Broadview Towers
Evan si gode una giornata con il barbiere La Casa Jones
Corsa di bestiame alla Jones House

Walter Grant - Storia

Un programma di supporto vitale mobile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, al servizio del Minnesota è il primo della nazione a servire più sistemi sanitari.

MINNEAPOLI/ST. PAUL — Oggi, l'Università del Minnesota Twin Cities, The Leona M. e Harry B. Helmsley Charitable Trust e i sistemi sanitari delle Twin Cities, annunciano la creazione del Minnesota Mobile Resuscitation Consortium (MMRC) e la sua ossigenazione mobile extracorporea a membrana ( veicoli ECMO). Questa è un'iniziativa collaborativa per trattare l'arresto cardiaco il più rapidamente possibile in Minnesota.

L'MMRC, reso possibile da una sovvenzione di 18,6 milioni di dollari dell'Helmsley Charitable Trust, mira a salvare la vita dei pazienti con arresto cardiaco in scenari in cui i tradizionali sforzi di rianimazione hanno fallito. Ogni 10 minuti di ritardo nel trattamento di questi pazienti aumenta le probabilità di mortalità dal 15 al 25%.

“Questo programma porta un messaggio di speranza. È uno sforzo notevole che avvicina le incredibili risorse dell'Università alle case delle persone, offrendo loro una migliore possibilità di recupero e, allo stesso tempo, formando la prossima generazione di medici", ha affermato Jakub Tolar, preside della Facoltà di Medicina e vice presidente per gli affari clinici.

A dicembre, squadre appositamente addestrate hanno iniziato a servire le persone in tutte le Twin Cities utilizzando SUV dotati di attrezzature essenziali per il supporto vitale. I SUV incontrano il paziente presso i dipartimenti di emergenza partecipanti per essere inseriti nell'ECMO. Questo tipo di macchina cuore-polmone elimina la necessità di una RCP continua e consente ai medici di trattare la causa sottostante dell'arresto cardiaco.

Dal lancio del programma, 20 pazienti con arresto cardiaco sono stati assistiti dai team di risposta dei SUV MMRC nelle Twin Cities, il che ha superato le aspettative iniziali. I partner del sistema sanitario MMRC includono Fairview Health Services, Regions Hospital (HealthPartners) e North Memorial Health Care System, con una partnership contrattuale per i servizi medici con Hennepin Healthcare e Lifelink III per i medici. MMRC è il primo programma del suo genere negli Stati Uniti a servire più sistemi sanitari.

"Il consorzio di sistemi ospedalieri ed esperti è costruito per portare i pazienti dove devono essere per fornire le terapie e le competenze salvavita il più rapidamente possibile", ha affermato Jason Bartos, assistente professore presso la Medical School. "È unificato, organizzato ed è una risorsa della comunità che possiamo utilizzare per fornire i migliori risultati possibili ai nostri pazienti".

L'MMRC è un'estensione del programma di rianimazione ECMO dell'Università, iniziato nel 2015 sotto la guida di Demetri Yannopoulos, direttore del Centro di medicina della rianimazione e professore della Facoltà di Medicina. L'U of M ha più esperienza ECMO di qualsiasi altra organizzazione negli Stati Uniti, avendo trattato più di 300 casi di ECMO di arresto cardiaco sin dal suo inizio, con un tasso di sopravvivenza del 40% - comparativamente superiore al tasso di sopravvivenza medio inferiore al 10% in altri sedi che trattano popolazioni di pazienti simili.

"Helmsley ha scelto di finanziare questo lavoro rivoluzionario per portare il successo che il dottor Yannopoulos ha dimostrato oltre le mura del centro medico", ha affermato Walter Panzirer, un fiduciario dell'Helmsley Charitable Trust. "Il suo lavoro è stato un punto di svolta e questo programma ha il potenziale per cambiare il modo in cui trattiamo l'arresto cardiaco in tutto il mondo".

"Il nostro obiettivo è espandere il programma di rianimazione ECMO dell'università ed estendere il pacchetto di cure a più abitanti del Minnesota fornendo un accesso più rapido a cure di grande impatto", ha affermato Yannopoulos. “Questo sforzo non è possibile senza la cooperazione delle persone in tutte le Twin Cities, compresi tutti i sistemi EMS. Non finirà qui. Abbiamo davvero bisogno di fare il passo successivo per lavorare a livello statale per portare queste risorse alle persone nella comunità più rurale”.

Il programma di assistenza sanitaria rurale di Leona M. e Harry B. Helmsley Charitable Trust ha assegnato all'università una sovvenzione di 18,6 milioni di dollari per finanziare la maggior parte dei costi per i primi tre anni. Oltre alla sovvenzione Helmsley, sono stati versati più di 1,2 milioni di dollari in attrezzature e fondi per la formazione dall'industria e dai donatori per sostenere questo ampio sforzo della comunità per rimodellare la gestione dell'arresto cardiaco. Altri donatori riconosciuti sono Zoll Medical, Stryker Emergency Care, Getinge Incorporated e General Electric.

La prossima fase del programma del MMRC includerà camion ECMO mobili più grandi dotati di apparecchiature mediche e tecnologia di realtà virtuale per aiutare gli esperti a partecipare ai pazienti da remoto. Ciò consentirà agli esperti di somministrare il trattamento in loco nel veicolo, accorciando i tempi di trattamento e ampliando l'area servita dal programma.

Informazioni sull'Ufficio degli affari clinici accademici

L'Office of Academic Clinical Affairs sta reinventando la salute guidando l'innovazione e la scoperta attraverso collaborazioni in tutta l'Università del Minnesota, promuovendo l'assistenza e la formazione interprofessionali ed essendo un partner forte per lo stato, l'industria e la comunità.


Grant MacEwan

John Walter Grant MacEwan, meglio conosciuto come Grant MacEwan (12 agosto 1902 - 15 giugno 2000) è stato un agricoltore, professore all'Università del Saskatchewan, preside di agricoltura all'Università di Manitoba, 28° sindaco di Calgary e sia membro dell'Assemblea legislativa (MLA) che nono Luogotenente Governatore dell'Alberta, Canada.

  • Credo istintivamente in un Dio che sono disposto a cercare.

Credo che sia un'offesa al Dio della Natura per me accettare qualsiasi religione o credo tramandato dall'uomo senza la prova della ragione. Credo che nessun uomo vivo o morto sappia di Dio più di quanto io possa sapere cercando.

Credo che il Dio della Natura debba essere senza pregiudizi, con esattamente la stessa sollecitudine per tutti i Suoi figli, e che l'umano non invochi né più né meno amore paterno del castoro o del passero.

Ritengo di essere parte integrante dell'ambiente e, da buon soggetto, devo stabilire un rapporto duraturo con ciò che mi circonda. La mia dipendenza dalla terra è fondamentale.

Credo che lo spreco distruttivo e lo sfruttamento avido siano peccati.

Credo che la sfida più grande sia essere un aiutante piuttosto che un distruttore dei tesori nel magazzino della Natura, un conservatore, un agricoltore e un partner nella cura della Vigna.

Accetto, scusandomi con Albert Schweitzer, "una riverenza per la vita" e tutto ciò che è della creazione del Grande Spirito.

Credo che la mortalità non sia completa finché l'individuo non tiene in fratellanza tutte le creature del Grande Spirito e ha compassione per tutti. Un concetto fondamentale del Bene consiste nell'operare per preservare tutte le creature con sentimento e volontà di vivere.


1661, Walter Brydall chiede a Carlo II di concedergli un posto nella Jewel House

Trascrizione da "Petizioni nelle carte di Stato: 1660", in Petizioni nelle carte di stato, 1600-1699, ed. Brodie Waddell, Storia britannica online, Walter Brydall, signore. SP 29/28 f. 90 (1661).

Ai Re eccellentissima maestà

L'umile richiesta di Walter Brydall gentleman

Possa piacere vostra sacra maestà

Che tu sia stato lieto, per tua grazia e favore speciale, delle tue lettere patentes recanti la data del 23 giugno scorso di concedere al tuo richiedente l'ufficio di Clarke della casa di gioielli di Vostre Maestà. E ora che tutti i poteri sono soddisfatti che l'unico potere di disporre di detto ufficio rimane in vostra maestà e il vostro richiedente dopo la sua lunga presenza e spese aspettando secondo le vostre maestà il mandato di essere ammesso un Robert Wright pretende un precedente brevetto concessogli del detto ufficio essendo una persona che non ne ha mai rivendicato alcuno né ha prestato servizio in esso poiché Vostre Maestà ha felicemente restaurato ed è uno che nel potere usurpato ha eseguito volontariamente tale potere come giudice di pace prendendo l'incarico e durante quel potere è stato anche giudice dei dellagate e giudicava illegittimi i matrimoni che venivano celebrati da teologi e non da giudici di pace, contrariamente a quanto ne sapeva lui, essendo un professore di legge.

Piaccia dunque a Vostra Eccellente Maestà le premesse considerate nonostante il detto preteso brevetto di concedere al vostro richiedente l'ordine delle Vostre Maestà per la sua ammissione in detto ufficio.

E (come in ogni umile dovere a cui è tenuto) egli pregherà ogni giorno ecc

[paratesto:] Alla corte di Whitehall questo 12 gennaio 1660. Sua Maestà è gratamente lieta di riferire questa petizione a Sir Richard Fanshaw, uno dei suoi maestà maestri delle richieste e Sir Richard Everard Knight, che devono esaminare la verità di ciò che è qui dichiarato e di certificare lo stesso a Sua Maestà che poi dichiarerà il suo ulteriore piacere.

Relazione di Julia Fidler

Nella sua petizione, Walter Brydall raccontò che il re gli aveva concesso, nel giugno 1660, la carica di Clerk of the Jewel House. La sua posizione era stata poi contestata da un certo Robert Wright, che rivendicava l'ufficio come suo. Walter ha chiesto che il re lo confermasse al posto.

Walter Brydall (Bridal/Bridell/Bridell/Bridoll/Brydoll)

Leggendo la petizione di Walter per essere impiegato della Royal Jewel House si potrebbe immaginare che non sarebbe stato molto giovane nel gennaio 1661 per aspirare a una posizione così prestigiosa. I documenti mostrano che nacque Walter Bridell il 9 gennaio 1621 a Saint Martin-in-the-Fields, Westminster, da John e Susan Bridell.[1]

Un riferimento nel 1652 elenca una connessione con l'ospedale di Bridewell e Bethlem, che in realtà identifica Walter come un paziente! Ciò è sconcertante poiché nel 1661 la sua petizione lo descrive come un gentiluomo ed è registrato altrove come maestro orafo.[2]

Tornando alla petizione e studiandola più attentamente, soprattutto le date, diversi fatti colpiscono lo scrittore come insoliti. È indirizzato al Re e si riferisce alle "vostre lettere patenti recanti la data del 23 giugno scorso" (cioè giugno 1660), "per concedere al vostro richiedente, l'ufficio di Cancelliere della Gioielleria". Il giugno 1660 era di sei mesi prima che la petizione fosse notificata, nel gennaio 1661. "Tutti i poteri", osserva Walter, sono ora esclusivamente nelle mani del re e si riferisce alla sua "lunga presenza e spesa" e alle sue aspettative. Quindi, si deve presumere che Walter fosse un realista che aveva aiutato il re in qualche momento durante l'Interregno e aveva un legame personale sufficientemente stretto da aver ottenuto quella lettera già nel giugno 1660.

L'Interregno inglese durò dal 1649 al 1660. Il re Carlo II aveva solo otto anni quando iniziò la guerra civile e 21 quando fuggì in Francia dopo la sua sconfitta e la fuga dopo la battaglia di Worcester nel 1651. Inizialmente soggiornò a Parigi con sua madre, la regina Enrichetta Maria. Dopo nove anni in esilio in Europa e con Cromwell morto, il suo futuro stava per cambiare.

Il 1660 fu un anno politicamente molto movimentato, in seguito allo scioglimento del Parlamento Lungo in Inghilterra il 16 marzo, seguito dal Parlamento della Convenzione dal 25 aprile. Dopo la Dichiarazione di Breda dell'8 maggio 1660, il Parlamento dichiarò che re Carlo era il legittimo monarca dalla morte del padre nel 1649, e quindi il 1660 fu il dodicesimo anno del suo regno. Il 14 maggio fu dichiarato re d'Irlanda.

Tuttavia, Carlo II sbarcò in Inghilterra, a Dover, solo il 25 maggio 1660. Quindi, la lettera del 23 giugno 1660, menzionata in questa petizione, al nostro Walter è datata, sorprendentemente, solo 25 giorni dopo l'arrivo del re a Londra. e in questo periodo di grandi cambiamenti. Walter non aveva certamente perso tempo per ottenere la sua lettera, più di dieci mesi prima dell'incoronazione del re nell'abbazia di Westminster il 23 aprile 1661.

Nella petizione Walter denigra Robert Wright (a cui potrebbe essere stato promesso il posto sotto i poteri usurpati) e ha elencato diverse gravi accuse diffamatorie contro di lui. Ha affermato che Wright ha agito in contrasto con le sue stesse conoscenze legali, essendo un "professore della legge".

Quando Walter cercò per la prima volta la posizione nel giugno 1660, fu descritto come un maestro orafo che "fha acquistato una buona tenuta a St. Martin's-in-the-Fields per servire il defunto re, ha acquistato due volte la sua tenuta dai sequestratori [vale a dire, è stato punito finanziariamente per le sue simpatie realiste] e da allora si è impegnato più volte nel causa leale». Il Lord Chamberlain aveva respinto il mandato per l'ufficio poiché "desidera esporre l'ufficio per la vendita". A Walter fu concesso il suo posto, ma gli fu chiesto di pagare una tassa di 20 marchi all'anno.[3]

Nel cercare di adempiere ai suoi doveri Walter, presumibilmente, è venuto a conoscenza delle controdeduzioni di Robert Wright, che hanno spinto la sua petizione. La petizione ha avuto successo. Il re chiese che fosse esaminata la verità delle affermazioni di Walter. Nel marzo 1661 concesse a Walter l'ufficio a vita, dietro compenso di 13 .io. 6S. 8D. e sospese la posizione di Robert Wright per tutta la vita.[4]

Robert Wright potrebbe aver continuato imperterrita la sua vita nella legge. È possibile che sia il Robert Wright che si è formato al Peterhouse College di Cambridge ed è diventato giudice e giudice.[5]

Tra il 1661 e il 1690 Walter Brydall ebbe una vita interessante e lunga, ma trovando la registrazione della sua morte, il suo testamento e la sua successione rivelarono la sua famiglia. Morì intorno al 1699, l'omologazione sul suo testamento fu concessa il 29 gennaio 1700. Il testamento, a nome di Walter o Walteri Brydall, mostra che morì nella parrocchia di St Martin-in-the-fields. Sotto la sua volontà "lascia alla sua amorevole moglie Pazienza, proprietà, piatto, i suoi gioielli, beni e oggetti domestici, per tutta la vita". Lasciò una casa a St Martins Lane a sua figlia Ann Rolfe. A suo figlio Tommaso lascia diversi edifici, rimesse per barche ecc.[6]

Con il nome di sua moglie, che è insolito, si possono scoprire i documenti di nascita. Ann e Thomas erano i più giovani degli otto figli di Walter e Patience. Tutti e otto sono nati a Westminster.

La loro prima figlia, Patience, fu battezzata il 13 giugno 1652, nata da Walter e Patience Brydoll. Baby Patience morì il 10 giugno 1654, tre giorni prima del suo secondo compleanno.[7]

Il loro primo figlio Philylpus nacque il 13 ottobre e fu battezzato il 2 novembre 1661, da Gualteri e Patientiae Bridall.[8]

(Nove anni e mezzo è un divario insolitamente grande tra i bambini e può mostrare l'assenza di Walter durante l'Interregno.)

Gualterus nacque il 22 settembre e fu battezzato il 29 settembre 1663 da Gualteri e Patienciae Bridell.[9]

Johanes nacque il 20 giugno e fu battezzato il 25 giugno 1665, da Walteri e Patienciae Bridal.[10]

Elisabetha nacque il 9 marzo e fu battezzata il 17 marzo 1666 da Gualteri e Patientiae Brydall.[11]

Maria nacque il 19 settembre e fu battezzata il 27 settembre 1668, da Gualteri e Patientiae Bridall.[12]

Thomas nacque il 25 settembre 1670, da Gualteri e Patiente Bridall.[13]

Anna, la loro ottava figlia, nacque l'8 gennaio e fu battezzata il 21 gennaio 1671. Sua madre è rappresentata come Patientiae Bridall. Suo padre è mostrato, erroneamente, come Joannis Bridall.[14] Anna sposò John Rolf nel dicembre 1697, quasi tre anni prima della morte di Walter, confermandola come Ann Rolfe nel suo testamento.[15]


Famosi ingegneri neri nel corso della storia

Il Massachusetts Institute of Technology ebbe il suo primo laureato afroamericano, Robert R. Taylor, nel 1892. Fu solo 25 anni dopo, nel 1917, che l'università consegnò il suo primo diploma di ingegneria civile a un afroamericano. Per molto tempo nel corso della storia, l'ingegneria è stata quasi interamente dominio degli uomini bianchi.

Sebbene i maschi caucasici continuino a dominare la professione negli Stati Uniti (solo il 5% degli ingegneri sono afroamericani, solo il 13,4% sono donne di qualsiasi razza, secondo un rapporto del 2011), è importante riconoscere le significative eredità che gli uomini e le donne di colore hanno creato sul campo [fonte: Koebler].

In questo articolo, andremo dalle fotocopiatrici al lavoro ai satelliti nello spazio e incontreremo alcuni afroamericani che non sono solo pionieri della loro razza, ma pionieri nella loro professione.

Cominciamo con uno dei primi pionieri di una piccola impresa ingegneristica che è probabilmente l'invenzione più importante del XX secolo. Lo conosci come CAD e dobbiamo ringraziare Walt Braithwaite per questo.

Nato in Giamaica, Braithwaite si è laureato in ingegneria nel 1966 ed è entrato a far parte della Boeing lo stesso anno. Proprio mentre il volo commerciale stava decollando, Braithwaite ha iniziato a salire la scala, guidando e sviluppando alcuni dei velivoli e dei sistemi più importanti [fonte: Large].

Il team di Braithwaite ha sviluppato sistemi di progettazione assistita da computer/produzione assistita da computer (CAD/CAM) per Boeing, che hanno aperto la strada agli aeroplani e, infine, a molti altri prodotti progettati interamente tramite software. (Addio redazione di carta e penna!) Braithwaite è diventato anche il dirigente nero di più alto rango della Boeing quando è stato nominato presidente di Boeing Africa nel 2000. Dopo 36 anni con il titano degli aerei, si è ritirato nel 2003.

Se stiamo parlando di pionieri, probabilmente dovremmo avere ragione nel nostro vernacolo: questi ingegneri hanno maggiori probabilità di pianificare ed eseguire attentamente un percorso ben progettato piuttosto che accendere un fuoco per farsi strada. Howard Grant è un fantastico esempio di ingegnere che si è sistematicamente costruito una reputazione stellare attraverso la sua carriera rivoluzionaria e una miriade di attività professionali.

Nato nel 1925, Grant è diventato il primo nero a laurearsi all'Università della California, Berkeley College of Engineering, e questo è stato solo il suo primo debutto. Ha continuato a diventare il primo ingegnere nero per la città e la contea di San Francisco, dove ha affrontato problemi di ingegneria idrica, e il primo membro nero registrato dell'American Society of Civil Engineers (sono tre "primi" se stai contando). Era anche l'uomo dietro il Northern California Council of Black Professional Engineers, un'organizzazione che aiuta a introdurre il campo dell'ingegneria ai giovani neri [fonte: UC Berkeley].

Conoscete tutti la storia: un umile stagista in un'azienda estremamente ricca sale la scala per diventare CEO di detta azienda. O forse non conosci la storia perché non accade mai veramente, a parte alcune sequenze oniriche nei film. Ma Ursula Burns ha fatto proprio questo ed è diventata il primo CEO afroamericano di una società Fortune 500 per l'avvio.

Burns si è unita alla Xerox appena uscita dalla Columbia University, dove ha conseguito un master in ingegneria meccanica. Presto ha lavorato a stretto contatto con uno dei presidenti di divisione e nel 2007 ha ricevuto il titolo di presidente. Nel 2009, è stata nominata CEO, quasi 30 anni dopo lo stage estivo di maggior successo al mondo [fonte: Iqbal]. Burns ha trasformato un'azienda in declino, nota principalmente per le fotocopiatrici su carta, in un redditizio fornitore di servizi aziendali. Ha lasciato Xerox nel 2017 e attualmente fa parte di vari consigli di amministrazione.

Nel 1908, George Biddle Kelley si laureò al College of Civil Engineering della Cornell University. Divenne il primo ingegnere afroamericano registrato nello stato di New York. Tra le altre attività, fu impiegato presso il Dipartimento di Ingegneria di New York, dove lavorò al Barge Canal, una raccolta di corsi d'acqua statali, negli anni '20. La sua eredità rimane attraverso la borsa di studio George Biddle Kelley, che mira a guidare e fornire fondi educativi per i maschi socioeconomicamente svantaggiati nello stato di New York [fonte: George Biddle Kelley Foundation].

L'esperto ingegnere dedito alla promozione dell'istruzione nei giovani ha un altro importante merito nel suo nome: è stato un membro fondatore della confraternita Alpha Phi Alpha, la più antica organizzazione fraterna greca nera. Secondo l'organizzazione, è stato anche determinante nella creazione della "stretta di mano e del rituale" che identifica i fratelli della confraternita [fonte: Alpha Phi Alpha].

Se stai cercando un ingegnere che ti impressioni davvero - o ti deprime, se stai confrontando i tuoi risultati con i suoi - non guardare oltre Elijah McCoy, che ha ricevuto il suo primo brevetto nel 1872.

Non è solo che ha detenuto 57 brevetti, o che è andato in Scozia all'età di 15 anni per un apprendistato ed è tornato con una laurea in ingegneria meccanica. Non è nemmeno che abbia fatto tutto questo come figlio di schiavi fuggiaschi. Or invented a lubrication device that allowed machines in motion to remain oiled. It's that the lubrication device became so important to the machinery industry that, as lore has it, inspectors would ask those running the equipment if they were using "the real McCoy." Yup, Elijah McCoy's engineering is so famous that his name is synonymous with the genuine article. Quite ironically, however, there are several "real McCoy" origin stories, so don't be too quick to label this story — it must be said — the real McCoy.

Ready to meet another patent holder and pioneer? William Hunter Dammond was the first African American graduate of the Western University of Pennsylvania (which later became the University of Pittsburgh). Dammond graduated with honors from the university in 1893, with a degree in civil engineering [source: Barksdale-Hall].

After assorted professional adventures, Dammond moved to Michigan to work as a bridge engineer. Once there, he hit his stride, inventing an electrical signaling system for railway engineers to recognize the approach of another train and receiving a patent for it [source: U.S. Patent 747,949]. In 1906, he was issued another patent for a "safety system" for railway operation [source: U.S. Patent 823,513].

Aerospace engineer Dr. Aprille Ericsson has held numerous positions during her near-30-year career with NASA. For more than 10 years she was a senior deputy instrument manager for NASA's Ice, Cloud and Land Elevation Satellite program, where she worked on mapping instruments for future lunar explorations. In other words, Ericsson had one of the coolest jobs in the universe. Currently, she is the new business lead for the NASA Goddard Space Flight Center Instrument Systems and Technology Division, where she fosters government, academic and industry partnerships.

Like any good overachiever, Ericsson's accomplishments started way before her work with NASA. She holds a Bachelor of Science in Aeronautical/Astronautical Engineering from MIT. She was the first African-American woman to receive a Ph.D. in mechanical engineering from Howard University and the first American to receive her Ph.D. with an aerospace option in the program. She was also the first African-American woman to receive a Ph.D. at NASA's Goddard Space Flight Center [source: Ericsson].

3: Alaska Highway Veterans

In February 1942, everything was in place for the construction of the Alaska Highway to begin. There was just one little problem. Nearly all of the Army Corps of Engineers were firmly entrenched in the South Pacific, serving in World War II.

President Roosevelt decided to post several regiments of African-American engineers to the job. This was unusual for a tired reason and a novel one. On the first front, there was still a prejudice that Black workers weren't as qualified for the job. Another just as inaccurate (and odd) reason? Military rules stated that African Americans only be sent to warm climates.

Regardless, three Black regiments were sent along with four groups of white troops. But the regiments were still segregated by race and further distanced by unequal treatment. White regiments with less machinery experience were given equipment, while Black regiments were left to do work by hand. However, the highway was completed in October 1942 — complete with a photo-op of one of the Black soldiers shaking the hand of his white counterpart at the final link [source: American Experience].

Another military man, Hugh G. Robinson, became a high-ranking general as an engineer in the Army. He graduated in 1954 from West Point and went on to receive his master's degree in civil engineering from the Massachusetts Institute of Technology (MIT). In Vietnam, he commanded a combat engineering battalion and was the executive officer of an Engineer Group.

After his Vietnam tour, Robinson headed for the Pentagon as deputy chief of staff, becoming the first Black soldier to serve as a military aide to a president, under Lyndon Johnson in 1965. In 1978, he was promoted to brigadier general — the first African American to serve as a general officer in the Corps of Engineers. As if his accomplishments as an engineer weren't enough, he also received an Air Medal, a Bronze Star, the Legion of Merit and an Army Commendation Medal for his service in Vietnam [source: ASCE]. He died in 2010.

In the spirit of fostering a future of pioneers, let's end with a modern — but no less trailblazing — engineer. Dr. Wanda Austin, armed with a doctorate in systems engineering from the University of Southern California, has been instrumental not only in shaping the U.S. aerospace industry, but also in ensuring national security within the space community. Even President Obama thought she was important enough to put her on a board to review and plan future space missions.

Austin became a senior vice president of the Aerospace Corporation, an independent research and development center serving national space programs, in 2001. She eventually led a group responsible for supporting the intelligence and security community in space systems and ground stations [source: NASA]. In 2008, Austin vaulted from VP to president and CEO of the corporation. In 2009, she landed her gig on President Obama's Review of Human Spaceflight Plans Committee — no doubt a pretty cool group of people, who have come together to advise the government on the future of space missions [source: NASA].

Currently, she is a co-founder of MakingSpace, Inc, a systems engineering and leadership development consultant, and a motivational speaker. She also served as interim president of the University of Southern California during 2018-2019 and was commended for steering the university through a tumultuous period.

Originally Published: Jul 9, 2013

Author's Note: Famous Black Engineers Throughout History

Let's just reiterate: Only 5 percent of the engineers in the United States are Black, whereas Black people make up about 12 percent of the total population. Yes, there have been some amazing accomplishments from Black men and women in the field. But that doesn't mean there's not quite a bit of room to keep engineering change.


Walter Grant - History

Walter is Featured in the Viral Video: Evidence of Reincarnatio n

Click on cartoons to enlarge

Regarding Evidence of Reincarnation: All truth passes through three stages. First, it is ridiculed. Second, it is violently opposed. Third, it is accepted as being self-evident. Arthur Schopenhauer

Astronomer & Skeptic Carl Sagan, 1996: “There are three claims in the [parapsychology] field which, in my opinion, deserve serious study,” the third of which is “that young children sometimes report details of a previous life, which upon checking turn out to be accurate and which they could not have known about in any other way than reincarnation.”

Messages from Walter Semkiw:

“As reincarnation research shows we can change religion, nationality and race from one lifetime to another, evidence of reincarnation will help us transcend tribal mindset and bring greater world peace.”

“All I want to do is to stop the creation of enemies though evidence of reincarnation.”

“What will end these endless cycles of violence? Evidence of reincarnation will.”

“We fight over cultural markers of identity, though in truth we are all the same, we are all of one family.”

“We All Resurrect through Reincarnation.”

“Reincarnation Research: The New Technology of Spirit.”

“Evidence of reincarnation creates spiritual democracy.”

“With compelling evidence of reincarnation, there is no need for faith.”

Brief Biography-Walter Semkiw, MD

In 1996, California medical doctor Walter Semkiw, MD embarked on researching a possible past life of his own. From his investigation, Dr. Semkiw postulated 10 Principles of Reincarnation, including similar facial features, talents and passions from one lifetime to another.

Walter was the first to use inverted images to better appreciate facial architecture from one lifetime to another. He also noted that people reincarnate in groups to be reunited with people known in past lives and that souls can change religion and nationality from one lifetime to another, an observation that can lead to greater world peace.

Ian Stevenson. MD compiled over 1500 validated childhood past life memory cases

In 2001, Dr. Semkiw spent a day with pioneer researcher, Ian Stevenson, MD at the University of Virginia, who compiled over 1500 validated childhood past life memory cases, which in aggregate prove reincarnation. In Virginia, Walter shared his work in researching his own past life, as well as other similar cases. At the end of the visit, Dr. Stevenson sponsored Dr. Semkiw to join an organization he cofounded, the Society for Scientific Exploration.

Walter’s first book, Return of the Revolutionaries, was published in 2003 and focused on research into his own past life. He later published Born Again, in which key Stevenson cases are presented that support the above-mentioned 10 Principles of Reincarnation. Born Again also features the Anne Frank reincarnation case. Origin of the Soul and the Purpose of Reincarnation was first published in 2006. Both Born Again e Origin of the Soul have been expanded over the years, published internationally and are available worldwide.

Dr. Semkiw created the ReincarnationResearch.com website and Reincarnation Research Facebook page, which has over 100,000 followers, and he posted the Evidence of Reincarnation YouTube video, which has over 6 million views.

Full Biography-Walter Semkiw, MD

Dr. Semkiw is a Board Certified Occupational Medicine physician who has retired from practice at a major medical center in San Francisco, where he served as the Assistant Chief of Occupational Medicine. Previously, he served as Medical Director for Unocal 76, a Fortune 500 oil company.

His undergraduate years were spent at the University of Illinois, where he majored in biology and graduated Phi Beta Kappa and with University Honors. After obtaining his medical degree at the University of Illinois, Chicago, he trained in psychiatry at the University of Colorado, Denver.

He subsequently entered an Occupational Medicine residency at the University of Illinois, Chicago, where he earned a Masters of Public Health (MPH) degree with a 4.0 out of 4.0 grade point average . In this program, he studied epidemiology and biostatistics, disciplines concerned with establishing scientific proofs. On his Occupational Medicine board examination, he scored in the 99th percentile.

Walter embarked on reincarnation research in 1995 and he is the author of Return of the Revolutionaries: The Case for Reincarnation and Soul Groups Reunited, which was published in 2003. In this book, a cohort reincarnated from the time of the American Revolution is identified. Former President Bill Clinton wrote, regarding Revolutionaries, “It looks fascinating,” and neurosurgeon Norm Shealy, MD, PhD, wrote “For the survival of humanity, this is the most important book written in 2000 years.”

www.ReincarnationResearch.com

Walter is also the author of Born Again (International Edition-2011). Other editions of Born Again are available in India, Indonesia and Serbia. In this book, independently researched reincarnation cases with evidence of reincarnation are compiled with a focus on the work of Ian Stevenson, MD of the University of Virginia. Cases derived through trance medium Kevin Ryerson, who has been featured in Shirley MacLaine’s books, are also presented. Born Again has received widespread media attention in India and Walter was featured on CNN-IBN in March 2006.

Born Again has been commented on by the former President of India, Abdul Kalam, and by Shah Rukh Kahn, one of India’s greatest film and television stars.

Walter has also penned Origin of the Soul and the Purpose of Reincarnation. Invece Return of the Revolutionaries e Born Again present cases which demonstrate objective evidence of reincarnation, Origin of the Soul addresses the big picture of why we reincarnate and the nature of the spiritual world.

Walter has presented at the Society for Scientific Exploration (SSE), an academic group that pioneer reincarnation researcher Ian Stevenson, MD co-founded. Walter spent a day with Dr. Stevenson in 2001 and Dr. Stevenson personally sponsored Walter’s membership in the SSE. Walter is an advocate of Ian Stevenson’s research.

Dr. Semkiw has been a speaker at the first four World Congresses for Regression Therapy, held in the Netherlands, India, Brazil and Turkey. He was also a presenter at the 2015 Parliament of World’s Religions held in Salt Lake City, Utah. As mentioned, Walter has appeared on CNN, as well as numerous other television and radio shows, including Coast to Coast. He has been cited in Newsweek and on numerous occasions in the Times of India, which has the largest circulation of any English language newspaper in the world.

In sum, Dr. Semkiw is an expert in reincarnation research, particularly reincarnation cases which demonstrate objective evidence of reincarnation.


Guarda il video: Get Face ID on ANY iPhone 5s, 6, 6s, 7, 8 Plus on IOS 13 (Potrebbe 2022).