Podcast di storia

Una cronologia della storia di Hong Kong

Una cronologia della storia di Hong Kong


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Hong Kong è stata raramente fuori dai notiziari di recente. Migliaia di manifestanti sono scesi nelle strade della città (inizialmente) in opposizione all'introduzione da parte del governo di Hong Kong di un disegno di legge sull'estradizione altamente controverso all'inizio di quest'anno. Da allora le proteste sono solo cresciute di dimensioni nel tentativo di preservare l'autonomia della loro città, come concordato nell'ambito della politica "Un paese, due sistemi".

Le proteste hanno radici visibili nella storia recente di Hong Kong. Di seguito è riportata una breve cronologia della storia di Hong Kong per aiutare a spiegare i retroscena delle proteste in corso, con un'attenzione particolare agli ultimi 200 anni.

Esplorando le fondamenta di Hong Kong, Dan si avventura nel delta del fiume Pearl, una delle regioni più densamente urbanizzate del mondo ed è un centro economico della Cina. Vaudine England è una giornalista e storica di Hong Kong.

Ascolta adesso

C.220 aC

L'isola di Hong Kong divenne una parte remota dell'impero cinese durante il dominio dei primi imperatori Ts'in/Qin. Rimase parte di varie dinastie cinesi per i successivi 2000 anni.

C.1235-1279

Un gran numero di rifugiati cinesi si stabilì nell'area di Hong Kong, dopo essere stati cacciati dalle loro case durante la conquista mongola della dinastia Song. Questi clan iniziarono a costruire villaggi fortificati per proteggerli dalle minacce esterne.

L'afflusso della popolazione di Hong Kong del XIII secolo fu un momento significativo durante la colonizzazione dell'area da parte dei contadini cinesi, una colonizzazione avvenuta più di 1.000 anni dopo che l'area era tecnicamente diventata parte dell'Impero cinese.

1514

I commercianti portoghesi costruirono un avamposto commerciale a Tuen Mun sull'isola di Hong Kong.

1839

4 settembre: Scoppiò la prima guerra dell'oppio tra la British East India Company e la dinastia Qing.

Il piroscafo della Compagnia delle Indie Orientali Nemesis (sfondo a destra) distrugge le giunche da guerra cinesi durante la seconda battaglia di Chuenpi, 7 gennaio 1841.

1841

20 gennaio – Sono stati pubblicati i termini della Convenzione di Chuenpi – concordata tra il plenipotenziario britannico Charles Elliot e il commissario imperiale cinese Qishan. I termini includevano la secessione dell'isola di Hong Kong e del suo porto alla Gran Bretagna. Sia il governo britannico che quello cinese hanno respinto i termini.

25 gennaio – Le forze britanniche hanno occupato l'isola di Hong Kong.

26 gennaio - Gordon Bremer, il comandante in capo delle forze britanniche durante la prima guerra dell'oppio, prese possesso formale di Hong Kong quando issò la Union Jack sull'isola. Il luogo in cui issò la bandiera divenne noto come "punto di possesso".

1842

29 agosto – viene firmato il Trattato di Nanchino. La dinastia cinese Qing cedette ufficialmente l'isola di Hong Kong alla Gran Bretagna "per sempre", sebbene i coloni britannici e coloniali avessero già iniziato ad arrivare sull'isola dall'anno precedente.

Dipinto ad olio raffigurante la firma del Trattato di Nanchino.

1860

24 ottobre: Alla prima Convenzione di Pechino, dopo la seconda guerra dell'oppio, la dinastia Qing cedette formalmente una parte significativa della penisola di Kowloon agli inglesi. Lo scopo principale dell'acquisizione della terra era militare: in modo che la penisola potesse fungere da zona cuscinetto se l'isola fosse mai stata oggetto di attacco. Il territorio britannico si spingeva a nord fino a Boundary Street.

La dinastia Qing cedette anche l'isola di Stonecutters agli inglesi.

1884

Ottobre: La violenza è scoppiata a Hong Kong tra la base cinese della città e le forze coloniali. Non è chiaro quanto sia stato importante il nazionalismo cinese nelle rivolte del 1884.

1898

1 luglio: Fu firmata la Seconda Convenzione di Pechino, che concesse alla Gran Bretagna un contratto di locazione per 99 anni su quelli che furono chiamati "Nuovi Territori": l'area continentale della penisola di Kowloon a nord di Boundary Street e le isole periferiche. Kowloon Walled City è stata esclusa dai termini del trattato.

1941

Lo storico locale di Hong Kong Jason Wordie parla a Dan della battaglia di Hong Kong durante la seconda guerra mondiale e di come suonò la campana a morto per l'occupazione britannica della città.

Ascolta adesso

aprile: Winston Churchill disse che non c'era la minima possibilità di poter difendere Hong Kong in caso di attacco da parte del Giappone, sebbene continuasse ad autorizzare l'invio di rinforzi per difendere l'avamposto isolato.

domenica 7 dicembre: I giapponesi hanno attaccato Pearl Harbor.

lunedì 8 dicembre: Il Giappone dichiarò ufficialmente guerra agli Stati Uniti e all'Impero britannico. Hanno iniziato attacchi contro Malesia, Singapore, Filippine e Hong Kong.

Kai Tak, l'aeroporto di Hong Kong, è stato attaccato alle 08:00. Tutti tranne uno dei cinque velivoli RAF obsoleti furono distrutti a terra, confermando l'indiscussa superiorità aerea giapponese.

Le forze giapponesi iniziarono il loro attacco alla Gin Drinkers Line, la principale linea di difesa di Hong Kong situata nei Nuovi Territori.

giovedì 11 dicembre: Lo Shing Mun Redoubt, quartier generale difensivo della Gin Drinkers Line, cadde in mano alle forze giapponesi.

I giapponesi catturarono Stonecutters Island.

sabato 13 dicembre: Le truppe britanniche e alleate abbandonarono la penisola di Kowloon e si ritirarono sull'isola.

Sir Mark Young, il governatore di Hong Kong, ha rifiutato la richiesta giapponese di arrendersi.

Mappa a colori dell'invasione giapponese dell'isola di Hong Kong, 18-25 dicembre 1941.

giovedì 18 dicembre: Le forze giapponesi sbarcarono sull'isola di Hong Kong.

Sir Mark Young ha rifiutato la richiesta giapponese di arrendersi una seconda volta.

giovedì 25 dicembre: Il maggiore generale Maltby viene detto che il tempo più lungo che la linea del fronte poteva resistere era di un'ora. Ha consigliato a Sir Mark Young di arrendersi e che ulteriori combattimenti erano senza speranza.

La guarnigione britannica e alleata si arrese ufficialmente a Hong Kong lo stesso giorno.

1943

Gennaio: Gli inglesi abolirono ufficialmente i "trattati ineguali" concordati tra la Cina e le potenze occidentali nel XIX secolo per promuovere la cooperazione sino-britannica durante la seconda guerra mondiale. Tuttavia, la Gran Bretagna mantenne la sua pretesa su Hong Kong.

1945

30 agosto: Dopo tre anni e otto mesi di legge marziale giapponese, l'amministrazione britannica tornò a Hong Kong.

1949

1 ottobre: Mao Zedong proclamò la fondazione della Repubblica Popolare Cinese. Per sfuggire al regime un gran numero di cittadini cinesi di tendenza capitalista è arrivato a Hong Kong.

Mao Zedong dichiara la fondazione della moderna Repubblica popolare cinese il 1 ottobre 1949. Credito immagine: Orihara1 / Commons.

1967

Maggio: Le rivolte di sinistra di Hong Kong del 1967 iniziarono tra i pro-comunisti e il governo di Hong Kong. La maggior parte della popolazione di Hong Kong ha sostenuto il governo.

Luglio: I disordini raggiunsero il loro culmine. Alla polizia furono concessi poteri speciali per sedare i disordini e fecero sempre più arresti. I manifestanti pro-comunisti hanno risposto piazzando bombe in tutta la città, causando vittime civili. Molti manifestanti sono stati uccisi dalla polizia durante i disordini; anche diversi agenti di polizia sono stati uccisi, uccisi dalle bombe o da gruppi di miliziani di sinistra.

20 agosto: Wong Yee-man, una bambina di 8 anni, viene uccisa, insieme al fratello minore, da una bomba artigianale di sinistra avvolta come un regalo a Ching Wah Street, North Point.

24 agosto: Il commentatore radiofonico anti-sinistra Lam Bun è stato assassinato, insieme a suo cugino, da un gruppo di sinistra.

Dicembre: Il premier cinese Zhou Enlai ha ordinato ai gruppi filo-comunisti di Hong Kong di fermare gli attentati terroristici, ponendo fine alle rivolte.

Un suggerimento è stato propagandato in Cina che usano le rivolte come pretesto per occupare Hong Kong, ma il piano di invasione è stato posto il veto da Enlai.

Scontro tra la polizia di Hong Kong e i rivoltosi a Hong Kong, 1967. Credito immagine: Roger Wollstadt / Commons.

1982

Settembre: Il Regno Unito ha iniziato a discutere del futuro status di Hong Kong con la Cina.

1984

19 dicembre: Dopo due anni di negoziati, il primo ministro britannico Margaret Thatcher e il premier del Consiglio di Stato della Repubblica popolare cinese Zhao Ziyang hanno firmato la dichiarazione congiunta sino-britannica.

È stato concordato che la Gran Bretagna avrebbe ceduto il controllo dei Nuovi Territori alla Cina dopo la fine del contratto di locazione di 99 anni (1 luglio 1997). La Gran Bretagna rinuncerebbe anche al controllo dell'isola di Hong Kong e della parte meridionale della penisola di Kowloon.

Gli inglesi si erano resi conto che non potevano sostenere in modo sostenibile un'area così piccola come stato, soprattutto perché la principale fonte di approvvigionamento idrico di Hong Kong proveniva dalla terraferma.

La Cina ha dichiarato che dopo la scadenza del contratto di locazione britannico, Hong Kong sarebbe diventata una regione amministrativa speciale in base al principio "Un paese, due sistemi", in base al quale l'isola avrebbe mantenuto un alto grado di autonomia.

1987

14 gennaio: I governi britannico e cinese hanno deciso di abbattere la città murata di Kowloon.

1993

23 marzo 1993: La demolizione della città murata di Kowloon iniziò, terminando nell'aprile 1994.

1997

1 luglio: L'affitto britannico sull'isola di Hong Kong e sulla penisola di Kowloon è terminato alle 00:00 ora di Hong Kong. Il Regno Unito ha restituito l'isola di Hong Kong e il territorio circostante alla Repubblica popolare cinese.

Chris Patten, l'ultimo governatore di Hong Kong, ha inviato il telegramma:

“Ho rinunciato all'amministrazione di questo governo. Dio salvi la regina. Pattina.”

L'ex primo ministro britannico Tony Blair, che è stato anche il primo ministro laburista più longevo, ha parlato con Dan della natura del potere politico.

Guarda ora

2014

26 settembre – 15 dicembre: La rivoluzione degli ombrelli: sono scoppiate enormi manifestazioni quando Pechino ha emesso una decisione che ha effettivamente consentito alla Cina continentale di esaminare i candidati in corsa per le elezioni di Hong Kong del 2017.

La decisione ha suscitato proteste diffuse. Molti lo hanno visto come l'inizio dei tentativi della Cina continentale di erodere il principio "Un paese, due sistemi". Le proteste non sono riuscite a ottenere alcuna modifica alla decisione del Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo.

2019

Febbraio: Il governo di Hong Kong ha introdotto un disegno di legge per l'estradizione che avrebbe consentito alle persone accusate di crimini di essere inviate nella Cina continentale, scatenando grandi disordini tra molti che credevano che questo fosse il prossimo passo nell'erosione dell'autonomia di Hong Kong.

15 giugno: Carrie Lam, amministratore delegato di Hong Kong, ha sospeso il disegno di legge sull'estradizione, ma ha rifiutato di ritirarlo del tutto.

15 giugno – presente: Le proteste sono continuate mentre la frustrazione cresce.

Il 1° luglio 2019 – il 22° anniversario da quando la Gran Bretagna ha ceduto il controllo dell'isola – i manifestanti hanno preso d'assalto la sede del governo e hanno vandalizzato l'edificio, spruzzando graffiti e alzando l'ex bandiera coloniale.

All'inizio di agosto, un gran numero di forze paramilitari cinesi è stato filmato mentre si radunava a soli 30 km (18,6 miglia) da Hong Kong.

Immagine in evidenza: Vista panoramica del Victoria Harbour da Victoria Peak, Hong Kong. Diego Delso / Commons.


Hong Kong

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

Hong Kong, regione amministrativa speciale (Pinyin: tebie xingzhengqu Romanizzazione Wade-Giles: t'e-pieh hsing-cheng-ch'ü) della Cina, situata ad est dell'estuario del fiume Pearl (Zhu Jiang) sulla costa meridionale della Cina. La regione confina a nord con la provincia del Guangdong e a est, sud e ovest con il Mar Cinese Meridionale. Consiste dell'isola di Hong Kong, originariamente ceduta dalla Cina alla Gran Bretagna nel 1842, della parte meridionale della penisola di Kowloon e dell'isola di Stonecutters (Ngong Shuen) (ora unita alla terraferma), ceduta nel 1860, e dei Nuovi Territori, che comprendono l'area continentale situata in gran parte a nord, insieme a 230 grandi e piccole isole al largo, tutte prese in affitto dalla Cina per 99 anni dal 1898 al 1997. La dichiarazione congiunta sino-britannica firmata il 19 dicembre 1984 ha spianato la strada l'intero territorio da restituire alla Cina, avvenuta il 1 luglio 1997.

L'area di Hong Kong (Pinyin: Xianggang Wade-Giles: Hsiang-kang) si è espansa nel corso degli anni e ha continuato a crescere man mano che più terra veniva bonificata dal mare circostante. L'isola di Hong Kong e gli isolotti adiacenti hanno un'area di circa 31 miglia quadrate (81 km quadrati), mentre la città di Kowloon, che comprende la penisola di Kowloon a sud di Boundary Street, e l'isola di Stonecutters misurano circa 18 miglia quadrate (47 km quadrati). I Nuovi Territori rappresentano il resto dell'area, oltre il 90% del totale. Il distretto urbano di Victoria, situato sulle rocce brulle della costa nord-occidentale dell'isola di Hong Kong, è il luogo in cui gli inglesi sbarcarono per la prima volta nel 1841 e da allora è stato il centro delle attività amministrative ed economiche.

Hong Kong si è sviluppata inizialmente sulla base del suo eccellente porto naturale (il suo nome cinese significa "porto profumato") e del lucroso commercio cinese, in particolare di oppio. È stata l'espansione del suo territorio, tuttavia, a fornire lavoro e altre risorse necessarie per una crescita commerciale sostenuta che l'ha portata a diventare uno dei principali centri commerciali e finanziari del mondo. La comunità rimane limitata nello spazio e nelle risorse naturali e deve affrontare problemi persistenti di sovraffollamento, fluttuazioni commerciali e disordini sociali e politici. Tuttavia, Hong Kong è emersa forte e prospera, anche se con un ruolo mutato, come impresa, centro manifatturiero e finanziario e agente vitale nel commercio e nella modernizzazione della Cina.


Un Paese, Due Sistemi

Nonostante ciò, nei decenni successivi vi fu un massiccio afflusso di immigrati dalla terraferma e dai paesi limitrofi, in particolare dal Vietnam. L'aumento del lavoro significava una rapida crescita, e alla fine degli anni '80, Hong Kong era diventata uno dei luoghi più ricchi dell'Asia.

Con l'avvicinarsi della fine del contratto di locazione britannico sui Nuovi Territori, Cina e Gran Bretagna hanno iniziato i colloqui sul futuro di Hong Kong. La loro dichiarazione congiunta, firmata il 19 dicembre 1984, pronunciava Hong Kong una regione amministrativa speciale della Cina. L'accordo, definito come il Legge fondamentale di Hong Kong, ha promesso che, sotto il "un paese, due sistemi" politica, Hong Kong manterrebbe la sua economia capitalista e il sistema legale esistente per i prossimi 50 anni fino al 2047, ma la Cina assumerà la politica estera e la difesa.

L'incertezza sul futuro sotto il dominio cinese ha portato all'emigrazione di massa di decine di migliaia di cittadini di Hong Kong alla fine degli anni '80. Questa preoccupazione si trasformò in paura quando il 4 giugno 1989 l'esercito cinese uccisi dimostranti pro-democrazia in piazza Tiananmen a Pechino. Le relazioni tra il Regno Unito e la Cina sono state ulteriormente tese dai disaccordi sul finanziamento di un nuovo aeroporto sull'isola di Lantau e dal riforme democratiche introdotto dall'ultimo governatore britannico di Hong Kong. Anche così, il 1° luglio 1997, Hong Kong è stata trasferita alla Cina come regione amministrativa speciale.


Cronologia: eventi chiave nella storia di Hong Kong

Hong Kong è stata sotto il dominio britannico per 156 anni prima di tornare alla sovranità cinese il 1 luglio 1997. Da allora, il 1 luglio si è trasformato in un giorno di protesta per coloro che chiedono maggiore libertà politica a Hong Kong.

Il 28 settembre 2014, il gruppo democratico di Hong Kong Occupy Central ha lanciato una campagna di disobbedienza civile di massa chiedendo una maggiore libertà politica da Pechino. I manifestanti ribelli hanno tenuto la loro posizione davanti al quartier generale del governo della città.

Stavano protestando contro la recente decisione del governo cinese di rifiutare di concedere la piena democrazia al territorio semi-autonomo e una settimana tesa di manifestazioni studentesche è giunta al culmine.

Le manifestazioni, i disordini civili più intensi nella storia di Hong Kong come regione amministrativa speciale, sono state innescate dalla decisione di Pechino ad agosto di limitare chi può candidarsi al vertice della città.

Gli abitanti di Hong Kong potranno votare per il loro prossimo amministratore delegato nel 2017, ma solo due o tre candidati esaminati da un comitato pro-Pechino potranno candidarsi - qualcosa che i manifestanti hanno etichettato come una "democrazia falsa" che dimostra che Hong Kong non può fidarsi della sua terraferma sorveglianti.

Ecco gli eventi chiave nella storia di Hong Kong che hanno portato a queste manifestazioni di massa:

Hong Kong: 156 anni sotto il dominio britannico

Hong Kong è stata sotto il dominio britannico per 156 anni prima di tornare alla sovranità cinese il 1 luglio 1997. Ecco una cronologia degli eventi chiave di questo periodo:

- marzo 1839: Il governatore dell'Hunan, Lin Tse-hsu, ordina che 20.000 casse di oppio vengano distrutte e che i commercianti si ritirino nella flotta mercantile britannica ancorata al largo di Hong Kong, nel tentativo di eliminare l'importazione britannica di oppio in Cina attraverso il sud di Guangzhou. La prima guerra dell'oppio inizia nel settembre 1839.

- 29 agosto 1842: La regina d'Inghilterra e l'imperatore della Cina firmano il Trattato di Nanchino, il primo di una serie di cosiddetti "Trattati ineguali" tra gli stati dell'Asia orientale e le potenze occidentali. L'accordo di pace pone fine alla prima guerra dell'oppio e cede l'isola di Hong Kong alla Gran Bretagna.

- 18 ottobre 1860: La penisola di Kowloon viene ceduta in base alla Convenzione di Pechino, che pone fine alla seconda guerra dell'oppio (1856-1860).

- 1 luglio 1898: La Cina affitta i Nuovi Territori rurali - l'area continentale adiacente a Kowloon e 235 isole - alla Gran Bretagna per 99 anni.

- 1941: Il Giappone occupa Hong Kong.

- 1946: La Gran Bretagna ristabilisce il governo civile. Centinaia di migliaia di ex residenti di Hong Kong tornano, insieme ai rifugiati in fuga dalla guerra civile tra nazionalisti e comunisti in Cina.

La Cina riafferma la sovranità su Hong Kong

- marzo 1979: Il governatore di Hong Kong Murray MacLehose solleva la questione di Hong Kong con il leader cinese Deng Xiaoping durante la sua prima visita ufficiale in Cina. Deng afferma che la Cina riaffermerà la sovranità sulla "regione speciale" dopo il 30 giugno 1997.

- 1982: L'ex primo ministro britannico Edward Heath incontra Deng Xiaoping come inviato speciale di Margaret Thatcher. Deng gli dice che dopo il 1997 la Cina governerà Hong Kong secondo una politica "un paese, due sistemi".

- 22 settembre 1982: Il primo ministro britannico Thatcher fa la sua prima visita in Cina per discutere del futuro di Hong Kong.

- 19 dicembre 1984: La Dichiarazione congiunta sino-britannica, un trattato che concorda che tutta Hong Kong sarebbe restituita alla Cina alla mezzanotte del 30 giugno 1997, viene firmata a Pechino dopo quattro mesi di colloqui. Viene ratificato nel maggio 1985.

- giugno 1985: Viene formato a Pechino un Comitato per la redazione della Legge fondamentale di 58 membri per redigere la nuova mini costituzione di Hong Kong, la Legge fondamentale. L'Assemblea nazionale del popolo cinese approva la bozza finale nell'aprile 1990.

- 9 luglio 1992: Il politico conservatore britannico Chris Patten assume la carica di ultimo governatore di Hong Kong.

- 22 aprile 1993: Cina e Regno Unito riprendono i negoziati sul futuro di Hong Kong dopo una pausa di diversi mesi.

- 26 gennaio 1996: Pechino forma il Comitato preparatorio della RAS di Hong Kong di 150 membri per nominare un comitato di selezione di 400 membri che sceglierà il futuro amministratore delegato di Hong Kong.

- 26 settembre 1997: Cina e Regno Unito concordano le modalità per la cerimonia di consegna.

- 23 febbraio 1997: Il Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo di Pechino vota per abrogare o modificare varie leggi in materia di libertà civili a Hong Kong.

- 30 giugno 1997: La bandiera britannica viene ammainata e le bandiere di Hong Kong e cinesi alzate a mezzanotte per segnalare il ritorno di Hong Kong alla sovranità cinese dopo 156 anni di dominio britannico, diventando un Regun amministrativo speciale (SAR) della Cina.

- 1 luglio 1997: Più di 4.000 soldati dell'Esercito Popolare di Liberazione Cinese attraversano il confine con Hong Kong nelle prime ore del mattino. L'amministratore delegato, Tung Chee-hwa, e il Consiglio legislativo provvisorio, prestano giuramento nel corso della giornata.

Fonti: Reuters BBC Una cronologia politica dell'Asia centrale, meridionale e orientale (Europa Publications, 2001).

1 luglio: una breve storia della marcia per la democrazia di Hong Kong

Il 1 luglio è tradizionalmente un giorno di protesta a Hong Kong, poiché segna l'anniversario del passaggio di consegne dalla Gran Bretagna alla Cina nel 1997, nell'ambito di un accordo "un paese, due sistemi".

Fonte: South China Morning Post (Hong Kong)

Correzione: 4 giugno 1998 - Il capo dell'esecutivo di Hong Kong era Tung Chee-hwa durante questo periodo, e non Donald Tsang.


A S Watson & Company Ltd alias The Hong Kong Dispensary – a Timeline 1841-1945

3 giugno 2021 È stata aggiunta un'immagine e informazioni aggiuntive inviate da Dheeraj Khiytani. Vedi 1907.

HF:Watson’s è forse il più antico rivenditore ancora esistente a Hong Kong e senza dubbio tra i pochissimi che hanno operato ininterrottamente sin dai primi giorni della colonia…

Nel 1941 Watson’s era già il più grande chimico, rivenditore di prodotti per la salute e la bellezza, commerciante di vini e liquori e produttore di acqua gassata in Asia. .. Oggi fa parte dell'A.S. Watson Group, che a sua volta fa parte di Hutchinson Whampoa Ltd.(1)

Con oltre 175 anni di storia, A.S. Watson si è evoluto da un dispensario locale per diventare il più grande rivenditore internazionale di prodotti di bellezza e salute in Asia e in Europa.

1841 Il dispensario di Hong Kong viene fondato a Hong Kong.

1858 Alexander Skirving Watson, farmacista britannico, entra a far parte dell'azienda come Manager

1862 Il nome A.S. Watson (dopo il Dr. Alexander Skirving Watson che è entrato a far parte dell'azienda come Manager nel 1858) inizia a occupare un posto di rilievo con l'Hong Kong Dispensary

1869 Il dispensario di Hong Kong viene nominato chimico del governatore di Hong Kong e del duca di Edimburgo

1870 A.S. Watson crea una borsa di studio per sostenere la scuola medica locale. Anche il dottor Sun Yat–sen, famoso politico e rivoluzionario in Cina, è uno dei beneficiari del programma di borse di studio

1871 Il dispensario di Hong Kong inizia a operare con il nome di A.S. Watson & Company

China Mail 1 agosto 1878

1883 A.S. Watson si espande all'estero nelle Filippine e la Cina fonda una farmacia e una fabbrica di bibite (1884) a Manila

1886 A.S. Watson diventa la quindicesima azienda iscritta nel Registro delle Imprese di Hong Kong

1895 A.S. Watson gestisce 35 negozi e produce circa 300 linee di dispensari, articoli da toeletta e profumeria

1903 Viene fondata la Watsons Water per fornire acqua pura a Hong Kong e nella Cina continentale

1907 Dheeraj Khiytani ha gentilmente inviato questo calendario promozionale A.S.Watson del 1907 e aggiunge: Questi sono stati distribuiti a clienti e fornitori di A.S. Watson all'inizio del secolo. Puoi vedere alcune altre varianti di questo sul sito Web di A.S Watson Group sotto il loro opuscolo elettronico per la celebrazione dei 180 anni, nonché sul sito Web dell'Hong Kong Museum of History

1910 Per concentrare risorse ed energie, A.S. Watson chiude tutte le filiali in Cina e nelle Filippine

1937 L'invasione giapponese della Cina ferma A.S. Le operazioni di Watson in Cina

1941 A.S. Watson celebra il suo centenario pochi mesi prima dell'attacco delle forze giapponesi del 13 dicembre

1945 A.S. Watson riprende l'attività il 1° settembre (2)

HK Sunday Herald 29.10.1950

1963 Hutchison Group (precursore di CK Hutchison Holdings Limited) acquisisce una partecipazione di controllo in A.S. Watson & Co., Ltd

1972 A.S. Watson fonda i supermercati PARKnSHOP

1973 acquisisce i negozi di giocattoli Peter Pan. Lancia i prodotti gelato Mountain Cream

1981 A.S. Watson diventa una consociata interamente di proprietà di Hutchison Group (precursore di CK Hutchison Holdings Limited). Al momento abbiamo 75 negozi

1987 Watsons si espande a Taiwan

1988 Watsons si espande a Macao e Singapore

1989 Riapre Watson in Cina

1990 Fortress entra a far parte dell'A.S. Gruppo Watson

1996 Watsons si espande in Thailandia

1997 acquisisce Shanghai Sparkling Drinking Water

1999 A.S. Watson vende attività di gelateria a Shanghai, Guangzhou e Hong Kong al Gruppo Unilever

2000 A.S. Watson entra nel mercato europeo acquisendo la catena di vendita al dettaglio di prodotti per la salute e la bellezza Savers nel Regno Unito

2001 L'attività vinicola di Watson si espande in Europa acquisendo il grossista/distributore internazionale di vino con sede in Svizzera Badaracco SA


Gennaio 1893

Hong Kong ha un clima subtropicale umido (Köppen Cwa), caratteristico della Cina meridionale, nonostante si trovi a sud del Tropico del Cancro. L'estate è calda e umida, con occasionali rovesci e temporali e aria calda da sud-ovest. I tifoni si verificano più spesso, a volte provocando inondazioni o frane. Gli inverni sono miti e generalmente soleggiati all'inizio, diventando nuvolosi verso febbraio, un fronte freddo occasionale porta venti forti e rinfrescanti da nord. L'autunno è la stagione più soleggiata, mentre la primavera è generalmente nuvolosa. Quando c'è nevicata, che è estremamente rara, di solito è ad alta quota. Hong Kong ha una media di 1.709 ore di sole all'anno, le temperature più alte e più basse registrate presso l'Osservatorio di Hong Kong sono 36,6 ° C (97,9 ° F) il 22 agosto 2017 e 0,0 ° C (32,0 ° F) il 18 gennaio 1893. le temperature più basse registrate in tutta Hong Kong sono 39,0 ° C (102 ° F) a Wetland Park il 22 agosto 2017 e -6,0 ° C (21,2 ° F) a Tai Mo Shan il 24 gennaio 2016.

La colonia fu ulteriormente ampliata nel 1898 quando la Gran Bretagna ottenne un contratto di locazione per 99 anni dei Nuovi Territori. L'Università di Hong Kong è stata fondata nel 1911 come prima istituzione di istruzione superiore del territorio. L'aeroporto di Kai Tak iniziò a funzionare nel 1924 e la colonia evitò una prolungata recessione economica dopo lo sciopero Canton-Hong Kong del 1925-1926. All'inizio della seconda guerra sino-giapponese nel 1937, il governatore Geoffry Northcote dichiarò Hong Kong una zona neutrale per salvaguardare il suo status di porto franco. Il governo coloniale si preparò per un possibile attacco, evacuando tutte le donne ei bambini britannici nel 1940. L'esercito imperiale giapponese attaccò Hong Kong l'8 dicembre 1941, la stessa mattina dell'attacco a Pearl Harbor. Hong Kong fu occupata dal Giappone per quasi quattro anni prima che la Gran Bretagna riprendesse il controllo il 30 agosto 1945.

Hong Kong ha undici università. L'Università di Hong Kong è stata fondata come primo istituto di istruzione superiore della città durante il primo periodo coloniale nel 1911. L'Università cinese di Hong Kong è stata fondata nel 1963 per soddisfare la necessità di un'università che insegnasse utilizzando il cinese come lingua di insegnamento principale . Insieme alla Hong Kong University of Science and Technology e alla City University of Hong Kong, queste università sono classificate tra le migliori in Asia. Negli anni successivi furono fondate la Hong Kong Polytechnic University, la Hong Kong Baptist University, la Lingnan University, la Education University di Hong Kong, l'Open University di Hong Kong, la Hong Kong Shue Yan University e l'Hang Seng University di Hong Kong.

La sua popolazione è rimbalzata rapidamente dopo la guerra, quando abili migranti cinesi sono fuggiti dalla guerra civile cinese e più rifugiati hanno attraversato il confine quando il Partito comunista cinese ha preso il controllo della Cina continentale nel 1949. Hong Kong è diventata la prima delle quattro economie delle tigri asiatiche a industrializzati negli anni Cinquanta. Con una popolazione in rapido aumento, il governo coloniale iniziò le riforme per migliorare le infrastrutture e i servizi pubblici. Il programma di edilizia residenziale pubblica, la Commissione indipendente contro la corruzione e la ferrovia di transito di massa sono stati tutti istituiti durante i decenni del dopoguerra per fornire alloggi più sicuri, integrità nel servizio civile e trasporti più affidabili. Sebbene la competitività del territorio nel settore manifatturiero sia gradualmente diminuita a causa dell'aumento dei costi del lavoro e degli immobili, è passata a un'economia basata sui servizi. All'inizio degli anni '90, Hong Kong si era affermata come centro finanziario globale e hub di spedizione. La colonia ha affrontato un futuro incerto con l'avvicinarsi della fine del contratto di locazione dei Nuovi Territori e il governatore Murray MacLehose ha sollevato la questione dello status di Hong Kong con Deng Xiaoping nel 1979. I negoziati diplomatici con la Cina hanno portato alla Dichiarazione congiunta sino-britannica del 1984, in cui il Il Regno Unito ha accettato di trasferire la colonia nel 1997 e la Cina avrebbe garantito i sistemi economici e politici di Hong Kong per 50 anni dopo il trasferimento. L'imminente trasferimento ha innescato un'ondata di emigrazione di massa poiché i residenti temevano un'erosione dei diritti civili, dello stato di diritto e della qualità della vita. Oltre mezzo milione di persone hanno lasciato il territorio durante il periodo di picco migratorio, dal 1987 al 1996. Il Consiglio Legislativo è diventato un organo legislativo completamente eletto per la prima volta nel 1995 e ha ampliato ampiamente le sue funzioni e organizzazioni durante gli ultimi anni del dominio coloniale. Hong Kong è stata trasferita alla Cina il 1° luglio 1997, dopo 156 anni di dominio britannico.

Hong Kong si è trasformata in un centro cinematografico durante la fine degli anni '40 quando un'ondata di registi di Shanghai è migrata nel territorio e questi veterani del cinema hanno contribuito a ricostruire l'industria dell'intrattenimento della colonia nel decennio successivo. Negli anni '60, la città era ben nota al pubblico d'oltremare attraverso film come The World of Suzie Wong. Quando nel 1972 uscì Way of the Dragon di Bruce Lee, le produzioni locali divennero popolari al di fuori di Hong Kong. Durante gli anni '80, film come A Better Tomorrow, As Tears Go By e Zu Warriors from the Magic Mountain hanno ampliato l'interesse globale oltre i film di arti marziali, i film di gangster realizzati localmente, i drammi romantici e le fantasie soprannaturali sono diventati popolari. Il cinema di Hong Kong ha continuato ad avere successo a livello internazionale nel decennio successivo con drammi acclamati dalla critica come Farewell My Concubine, To Live e Chungking Express. Le radici cinematografiche della città sulle arti marziali sono evidenti nei ruoli dei più prolifici attori di Hong Kong. Jackie Chan, Donnie Yen, Jet Li, Chow Yun-fat e Michelle Yeoh recitano spesso ruoli orientati all'azione nei film stranieri. All'apice dell'industria cinematografica locale nei primi anni '90, da allora sono stati prodotti oltre 400 film ogni anno, lo slancio dell'industria si è spostato sulla Cina continentale. Il numero di film prodotti ogni anno è sceso a circa 60 nel 2017.

Le gare di dragon boat sono nate come una cerimonia religiosa condotta durante l'annuale Tuen Ng Festival. La gara è stata riproposta come uno sport moderno come parte degli sforzi del Tourism Board per promuovere l'immagine di Hong Kong all'estero. La prima competizione moderna è stata organizzata nel 1976 e le squadre straniere hanno iniziato a gareggiare nella prima gara internazionale nel 1993.

Sebbene il territorio abbia avuto una delle più grandi economie manifatturiere dell'Asia durante la seconda metà dell'era coloniale, l'economia di Hong Kong è ora dominata dal settore dei servizi. Il settore genera il 92,7 per cento della produzione economica, con il settore pubblico che rappresenta circa il 10 per cento. Tra il 1961 e il 1997 il prodotto interno lordo di Hong Kong è aumentato di un fattore 180 e il PIL pro capite è aumentato di un fattore 87. Il PIL del territorio rispetto a quello della Cina continentale ha raggiunto il picco del 27% nel 1993, è sceso a meno del 3% nel 2017, mentre la terraferma ha sviluppato e liberalizzato la sua economia. L'integrazione economica e infrastrutturale con la Cina è aumentata in modo significativo dall'inizio della liberalizzazione del mercato continentale nel 1978. Dalla ripresa del servizio ferroviario transfrontaliero nel 1979, molti collegamenti ferroviari e stradali sono stati migliorati e costruiti (facilitando il commercio tra le regioni). Il Closer Partnership Economic Arrangement ha formalizzato una politica di libero scambio tra le due aree, con ogni giurisdizione impegnata a rimuovere i rimanenti ostacoli al commercio e agli investimenti transfrontalieri. Un'analoga partnership economica con Macao descrive in dettaglio la liberalizzazione degli scambi tra le regioni amministrative speciali. Le società cinesi hanno ampliato la loro presenza economica nel territorio dal trasferimento della sovranità. Le aziende continentali rappresentano oltre la metà del valore dell'indice Hang Seng, in aumento dal cinque per cento nel 1997.

Hong Kong si rappresenta separatamente dalla Cina continentale, con le proprie squadre sportive nelle competizioni internazionali. The territory has participated in almost every Summer Olympics since 1952, and has earned three medals. Lee Lai-shan won the territory's first and only Olympic gold medal at the 1996 Atlanta Olympics. Hong Kong athletes have won 126 medals at the Paralympic Games and 17 at the Commonwealth Games. No longer part of the Commonwealth of Nations, the city's last appearance in the latter was in 1994.

As the mainland liberalised its economy, Hong Kong's shipping industry faced intense competition from other Chinese ports. Fifty per cent of China's trade goods were routed through Hong Kong in 1997, dropping to about 13 per cent by 2015. The territory's minimal taxation, common law system, and civil service attract overseas corporations wishing to establish a presence in Asia. The city has the second-highest number of corporate headquarters in the Asia-Pacific region. Hong Kong is a gateway for foreign direct investment in China, giving investors open access to mainland Chinese markets through direct links with the Shanghai and Shenzhen stock exchanges. The territory was the first market outside mainland China for renminbi-denominated bonds, and is one of the largest hubs for offshore renminbi trading. In November 2020, Hong Kong's Financial Services and the Treasury Bureau proposed a new law that will restrict cryptocurrency trading to professional investors only, leaving amateur traders (93% of Hong Kong's trading population) out of the market.

Earliest known human traces in Hong Kong are dated by some to 35,000 and 39,000 years ago during the Paleolithic period. The claim is based on an archaeological investigation in Wong Tei Tung, Sai Kung in 2003. The archaeological works revealed knapped stone tools from deposits with an optical luminescence dating between 35,000 and 39,000 years ago.

Political debates after the transfer of sovereignty have centred around the region's democratic development and the central government's adherence to the "one country, two systems" principle. After reversal of the last colonial era Legislative Council democratic reforms following the handover, the regional government unsuccessfully attempted to enact national security legislation pursuant to Article 23 of the Basic Law. The central government decision to implement nominee pre-screening before allowing Chief Executive elections triggered a series of protests in 2014 which became known as the Umbrella Revolution. Discrepancies in the electoral registry and disqualification of elected legislators after the 2016 Legislative Council elections and enforcement of national law in the West Kowloon high-speed railway station raised further concerns about the region's autonomy. In June 2019, mass protests erupted in response to a proposed extradition amendment bill permitting extradition of fugitives to mainland China. The protests are the largest in Hong Kong history, with organisers claiming to have attracted more than one million Hong Kong residents.

Tourism is a major part of the economy, accounting for five per cent of GDP. In 2016, 26.6 million visitors contributed HK$258 billion (US$32.9 billion) to the territory, making Hong Kong the 14th most popular destination for international tourists. It is the most popular Chinese city for tourists, receiving over 70 per cent more visitors than its closest competitor (Macau). The city is ranked as one of the most expensive cities for expatriates.

Life expectancy in Hong Kong was 82.2 years for males and 87.6 years for females in 2018, the sixth-highest in the world. Cancer, pneumonia, heart disease, cerebrovascular disease, and accidents are the territory's five leading causes of death. The universal public healthcare system is funded by general-tax revenue, and treatment is highly subsidised on average, 95 per cent of healthcare costs are covered by the government.

In 2020, in a period of large-scale protests, the Standing Committee of the National People's Congress passed the controversial Hong Kong national security law. The law criminalises acts that were previously considered protected speech under Hong Kong law and establishes the Office for Safeguarding National Security of the CPG in the HKSAR, an investigative office under Central People's Government authority immune from HKSAR jurisdiction. The United Kingdom considers the law to be a serious violation of the Joint Declaration.


(1856-1860).

-- July 1, 1898: China leases the rural New Territories -- the mainland area adjacent to Kowloon and 235 islands -- to Britain for 99 years.

-- March, 1979: Hong Kong Governor Murray MacLehose raises the issue of Hong Kong with Chinese leader Deng Xiaoping on his first official visit to China. Deng says China will reassert sovereignty over the “special region” after June 30, 1997.

-- 1982: Former British Prime Minister Edward Heath meets Deng Xiaoping as Margaret Thatcher’s special envoy. Deng tells him after 1997 China will rule Hong Kong under a “one country, two systems” policy.

-- September 22, 1982: Prime Minister Thatcher makes her first visit to China to discuss Hong Kong’s future.

-- December 19, 1984: The Sino-British Joint Declaration, a treaty agreeing that all of Hong Kong would be returned to China at midnight on June 30, 1997, is signed in Beijing after four months of talks. It is ratified in May 1985.

-- June 1985: A 58-member Basic Law Drafting Committee is formed in Beijing to draw up Hong Kong’s new mini constitution, the Basic Law. China’s National People’s Congress approves the final draft in April 1990.

-- July 9, 1992: Conservative British politician Chris Patten takes up his post as Hong Kong’s last governor.

-- April 22, 1993: China and the UK resume negotiations on the future of Hong Kong after a hiatus of several months.

-- January 26, 1996: Beijing forms the 150-member Preparatory Committee of the Hong Kong SAR to appoint a 400-member Selection Committee that will choose Hong Kong’s future Chief Executive.

-- September 26: China and the UK agree on arrangements for the handover ceremony.

-- February 23, 1997: Standing Committee of the National People’s Congress in Beijing votes to repeal or amend various laws regarding civil liberties in Hong Kong.

-- June 30, 1997: The British flag is lowered and the Hong Kong and Chinese flags raised at midnight to signal Hong Kong’s return to Chinese sovereignty after 156 years of British rule.

-- July 1, 1997: More than 4,000 troops from China’s People’s Liberation Army cross the border into Hong Kong in the early hours of the morning. Chief Executive, Tung Chee-hwa, and the Provisional Legislative Council, are sworn in later in the day.

Sources: Reuters, A Political Chronology of Central, South and East Asia, (Europa Publications, 2001).


In the last years of the 1970s into the early 1980s, the question of Hong Kong sovereignty emerged on Hong Kong's political scene as the end of the New Territories lease was approaching. Hong Kong and Macau were both removed from the United Nations list of Non-Self-Governing Territories, in which territories on the list would have the right to be independent, on 2 November 1972 by request of the People's Republic of China (PRC).

In 1984, the British and Chinese governments signed the Sino-British Joint Declaration which stated that the sovereignty of Hong Kong should be transferred to the PRC on 1 July 1997, and Hong Kong should enjoy a "high degree of autonomy" under the "One Country, Two Systems" principle.


ALSO ON HKFP

BREAKING: Hong Kong police raid Apple Daily office, editor-in-chief among 5 arrested under national security law

Hong Kong gov’t considers further limiting no. of legal aid cases a lawyer can accept

Does Hong Kong’s senior counsel plan signal a troubled Justice Department?

Hong Kong reporter convicted of resisting police, suspended jail term withdrawn after magistrate blunder

To make peace, China agreed to cede Hong Kong Island to Britain in 1841.

The Kowloon peninsula followed in 1860 after a second Opium War and Britain extended north into the rural New Territories in 1898, leasing the area for 99 years.

British rule

Hong Kong was part of the British empire until 1997, when the lease on the New Territories expired and the entire city was handed back to China.

Under British rule, Hong Kong transformed into a commercial and financial hub boasting one of the world’s busiest harbours.

Anti-colonial sentiment fuelled riots in 1967 which led to some social and political reforms — by the time it was handed back to China, the city had a partially elected legislature and retained an independent judiciary.

Hong Kong boomed as China opened up its economy from the late 1970s, becoming a gateway between the ascendant power and the rest of the world.

Return to China

After lengthy negotiations, including between Deng Xiaoping and British Prime Minister Margaret Thatcher, the future handover of Hong Kong was signed off by the two sides in 1984.

The Sino-British declaration said Hong Kong would be a “Special Administrative Region” of China, and would retain its freedoms and way of life for 50 years after the handover date on July 1, 1997.

While initial fears of a crackdown did not materialise, concerns have grown in recent years that China is tightening its grip.

Democratic reforms promised in the handover deal have not materialised and young activists calling for self-determination or independence have emerged.


Hong Kong and China Enter ‘One Country, Two Systems’ Arrangement Until 2047

In 1984, the U.K. and China signed the Sino-British Joint Declaration outlining their plan for Hong Kong.

This declaration stipulated that Hong Kong would become a part of China on July 1, 1997, but that the 𠇌urrent social and economic systems” and “life-style” in Hong Kong would remain the same for 50 years. In this “one country, two systems” arrangement, Hong Kong would continue operating in a capitalist economy, and residents would continue to have rights to speech, press, assembly and religious belief, among others𠅊t least until 2047.

In 2019, protests broke out over a proposed bill that many Hong Kong residents felt would violate the “one country, two systems” arrangement by allowing extradition to mainland China. The bill would allow local authorities to detain and extradite fugitive offenders who are wanted in territories that Hong Kong does not have extradition agreements with, including mainland China and Taiwan. 

The bill&aposs critics argued that it could lead to what some have described as "legalized kidnapping." At the time, some younger protesters expressed concern about what life will be like in Hong Kong when the expiration date for this arrangement passes in 2047.


Guarda il video: 157 - Breve storia di Hong Kong Pillole di Storia con BoPItalia (Potrebbe 2022).