V2

Il V2 doveva portare il terrore a Londra verso la fine della seconda guerra mondiale. Il V2 fu il primo dei veri razzi - parte delle armi di vendetta di Hitler (Vergeltungswaffen) - le armi segrete che aveva promesso ai suoi generali avrebbero vinto la guerra. Mentre il V1 poteva essere visto e attaccato, il V2 era effettivamente invisibile dopo essere stato sparato. I primi londinesi sapevano di un V2, quando esplose.

L'ingresso principale dietro il V2 venne da Wernher von Braun, uno scienziato tedesco che eccelleva nella propulsione a bilanciere. La propulsione a razzo veniva sperimentata a Peenemünde, sulla costa baltica tedesca. Il primo vero jet da combattimento fu il tedesco - Messerschmitt Me 262 - e questa tecnologia fu trasferita nel sogno di von Braun di un razzo che poteva lasciare l'atmosfera terrestre e rientrare a velocità tale da renderla inarrestabile.

Il V2 era lungo 46 piedi e pieno di carburante e testata, pesava 13 tonnellate. Dal lancio alla velocità del suono sono bastati solo 30 secondi. La sua altezza massima della traiettoria era compresa tra 50 e 60 miglia per bersagli a lungo raggio. La sua testata pesava una tonnellata e poteva causare danni devastanti.

Inizialmente, i voli di prova del V2 erano stati disastrosi a tal punto che la gerarchia nel partito nazista non era affatto favorevole al suo sviluppo. Con la V1, ci sono stati risultati tangibili che artisti del calibro di Hermann Göering hanno potuto vedere. Ma il V2 era un'arma molto più complicata e sofisticata del V1. Molte delle prove iniziali di test terminarono con l'esplosione del prototipo prima ancora che decollasse. Per gli scienziati di Peenemünde, tutto ciò faceva parte della sperimentazione. Per i nazisti anziani era una perdita di tempo e risorse. In "Inside the Third Reich" di Albert Speer, ministro dell'armamento di Hitler, si afferma che l'incapacità delle figure naziste senior di comprendere appieno la tecnologia missilistica, ha portato a un ritardo nel superare i problemi iniziali con il V2. Speer credeva che il V2 sarebbe stato operativo molto prima se il progetto avesse ricevuto più sostegno da coloro che non capivano la tecnologia moderna.

Se questo è vero, allora ciò che Eisenhower ha scritto dopo la guerra diventa più significativo. Eisenhower dichiarò in "Crociata in Europa" che se i nazisti avessero fatto funzionare il programma di armi a V appena sei mesi prima, nel gennaio 1944, il D-Day sarebbe stato reso molto più difficile, persino impossibile.

“Sembra probabile che se i tedeschi fossero riusciti a perfezionare e usare queste nuove armi prima di lui, la nostra invasione dell'Europa si sarebbe rivelata estremamente difficile, forse impossibile. Sono sicuro che se fossero riusciti a usare queste armi per un periodo di sei mesi, e in particolare se avessero reso l'area di Portsmouth-Southampton uno dei principali obiettivi, "Overlord" potrebbe essere stato cancellato. "Eisenhower.

Sono stati lanciati oltre 5.000 V2, ma solo 1.100 hanno raggiunto qualsiasi parte della Gran Bretagna. La distruzione del centro di Londra fu così grave che il governo prese la decisione di usare informazioni false per convincere i tedeschi a cambiare il loro obiettivo. L'intelligence tedesca ha fornito le informazioni secondo cui per sfuggire agli attacchi V2, il governo aveva spostato il suo quartier generale a Dulwich, nel sud-est di Londra. Questo non era vero ma aveva l'effetto desiderato. I tedeschi cambiarono la direzione dei loro attacchi V2 in questa zona di Londra e il centro di Londra ricevette molti meno colpi.

Gli attacchi V2 si fermarono solo a seguito dell'avanzata degli Alleati in tutta l'Europa occidentale. In questo caso, i siti di lancio sono stati rilevati. Tuttavia, un blitz V2 ad Anversa in Belgio ha causato molti danni a un porto di cui gli Alleati avevano bisogno per fornire rifornimenti ai loro uomini mentre avanzavano verso est.

Post correlati

  • V2

    Il V2 doveva portare il terrore a Londra verso la fine della seconda guerra mondiale. Il V2 è stato il primo dei veri razzi - ...