Corso di storia

The Drive to Rome

The Drive to Rome


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Roma fu il principale obiettivo degli alleati nel "ventre molle" europeo nel 1944, quando il Monte Cassino era caduto e le forze di Anzio si erano mosse dalla loro spiaggia. Come capitale d'Italia, si sperava che la cattura di Roma sarebbe stata sufficiente affinché gli italiani facessero causa per la pace.

La resistenza affrontata dagli alleati a Monte Cassino e Anzio fu severa. Si credeva che gli alleati diretti a Roma avrebbero dovuto affrontare una resistenza nemica simile a quella che Hitler aveva ordinato alle sue forze di "sanguinare gli alleati bianchi".

Una volta caduto Monte Cassino, gli Alleati affrontarono un'altra sfida mentre si spostavano verso nord: la linea Adolf Hitler. Questo era stato costruito da Terracina sulla costa occidentale dell'Italia fino al Monte Cairo, a nord-ovest del Monte Cassino. Questa linea difensiva corazzata aveva fortificazioni in cemento e quasi 200 "granchi corazzati" per difenderla. Tuttavia, i canadesi hanno rotto la linea il 22 maggioNDe il giorno seguente gli inglesi 8esimo L'esercito ha lanciato un grave attacco che ha completamente rotto la linea. Un incontro con le forze che erano scoppiate sulla spiaggia di Anzio era a pochi giorni di distanza.

Il 25 maggioesimo 1944, gli Stati Uniti 6esimo Corps, che era atterrato ad Anzio, si è incontrato con gli Stati Uniti 2NDCorpo, che aveva combattuto a Monte Casino, appena ad est di Latina dalle Paludi Pontine. Il Corpo di spedizione francese, il canadese 1st Corpo, gli inglesi 13esimo Corpo e polacco 2ND I corpi avanzarono verso nord attraverso il centro Italia. Tuttavia, tutti questi corpi avevano lo stesso obiettivo: Roma.

Mentre le forze dell'Italia centrale dovevano attraversare le alture mentre avanzavano, quelle più vicine alla costa no. Una volta che gli alleati si erano incontrati vicino a Latina, Roma si trovava a soli quaranta miglia a nord. Hitler aveva dato a Kesselring, il c-in-c tedesco in Italia, il permesso di ritirare i suoi uomini sulla linea di Cesare, una decina di miglia a sud di Roma. Qui è stato detto loro di prendere una posizione.

"È l'ordine esplicito del Fuhrer e anche la mia convinzione che dobbiamo sanguinare il nemico fino allo sfinimento combattendo duramente." (Kesselring)

Gli Alleati affrontarono un nemico che era disposto a combattere e nelle aree in prima linea gli Alleati affrontarono un nemico determinato. Tuttavia, il costante assalto di un esercito molto meglio equipaggiato sanguinava ancora di più i difensori tedeschi. Mentre gli Alleati potevano fornire alle loro forze un certo grado di facilità in quanto avevano la padronanza dell'aria, lo stesso non era vero per i tedeschi. Le loro rotte di rifornimento a nord di Roma erano state bombardate e molti collegamenti di comunicazione vitali erano stati distrutti. Mentre gli Alleati hanno sofferto della resistenza testarda che hanno dovuto affrontare, la sconfitta delle forze tedesche era inevitabile, soprattutto dopo la caduta della Linea di Cesare il 30 maggioesimo. Il 2 giugnoND 1944, Kesselring chiese il permesso di ritirarsi da Roma. L'accordo per farlo è arrivato il 3 giugnord. In effetti, Kesselring aveva prosciugato questo permesso e le truppe erano già state ritirate da Roma.

Il 4 giugnoesimo, mentre le truppe tedesche stavano evacuando la città a nord, le truppe americane entrarono a Roma a sud. A mezzanotte, truppe statunitensi del 5esimo L'esercito aveva attraversato il fiume Tevere. Entro la fine del 6 giugnoesimo, gli alleati stavano inseguendo i tedeschi a nord di Roma in un conflitto che avrebbe richiesto altri due mesi prima che gli alleati raggiungessero il fiume Arno alla fine di luglio.

L'offensiva di primavera contro i tedeschi - la cacciata di Anzio e la cattura di Monte Cassino - era costata agli americani circa 30.000 uomini, agli inglesi circa 12.000 uomini e ai tedeschi circa 25.000 uomini. Roma fu la prima capitale dell'Asse a cadere in guerra. Il 9 giugno Ivanoe Bonomi, un importante politico antifascista, formò un nuovo governo. Le truppe alleate furono invariabilmente accolte in qualsiasi città italiana alleviata. Tuttavia, forse il maggior contributo apportato da questa campagna fu il fatto che nell'estate del 1944, molte migliaia di truppe tedesche con esperienza erano state legate in Italia e come tali non potevano essere trasferite sul nuovo fronte che era stato aperto in Francia come un risultato del D-Day.