Inoltre

The Race to Rangoon 1945

The Race to Rangoon 1945

Dopo il successo degli Alleati a Kohima e Imphal nel 1944, il desiderio del generale 'Bill' Slim era di arrivare a Rangoon non appena fosse possibile. Rangoon era il principale porto di cui Slim credeva che gli Alleati avessero bisogno per sconfiggere i problemi di approvvigionamento che avevano perseguitato la campagna birmana. Tale era la natura della Birmania che gran parte di ciò di cui avevano bisogno gli Alleati doveva essere trasportato in aereo e le forniture aeree erano notoriamente difficili da prevedere. I rifornimenti potrebbero essere lasciati cadere e persi nella giungla o l'aereo semplicemente non potrebbe volare a causa di cambiamenti meteorologici in rapida evoluzione. Pertanto, un porto affermato come Rangoon sarebbe stato di grande aiuto per Slim e i suoi uomini.

Nel marzo del 1945, gli alleati avevano catturato Mandalay e Meiktila. Ciò pose fine alla campagna nella Birmania centrale. Tuttavia, Rangoon era più a sud e il comandante giapponese in campo, il generale Kimura, credeva che se le sue forze potessero reggere il 14esimo Esercito fino a metà maggio, ciò ostacolerebbe seriamente Slim. A metà maggio era il momento in cui era previsto il monsone e questo avrebbe gravemente ostacolato il trasporto in quanto le strade, per così dire, potevano essere spazzate via e le condizioni di vita generali per gli uomini del 14esimo sarebbe stato infelice. Tuttavia, Slim era anche consapevole dei problemi che il monsone gli avrebbe portato e decise di arrivare a Rangoon prima di metà maggio.

Ai primi di aprile, Slim ha ordinato il 14esimo Esercito per spostarsi a sud. Il 268esimo Brigata di fanteria indiana, comandata dal brigadiere G D Dyer e dai 5esimo Brigata dal 2ND La divisione avanzò attraverso la valle dell'Irrawaddy. Il loro compito era di dividere in due le forze giapponesi che avrebbero dovuto difendere Rangoon con vigore. La forza principale di Slim avanzò lungo un percorso separato: il percorso ferroviario Toungoo / Pegu, che seguiva un percorso quasi esattamente a sud di Meiktila. Ci si aspettava che entrambe le forze incontrassero una forte opposizione giapponese, ma Kimura dovette affrontare la scelta di dividere il suo esercito e quindi indebolirlo o concentrare tutti i suoi uomini su una delle forze di Slim e lasciare che l'altro avanzasse prima di affrontarlo. Kimura decise il primo.

Mentre gli alleati si spostavano a sud lungo la valle dell'Irrawaddy, scoprirono che i giapponesi si erano ritirati da molte delle loro posizioni. Lasciati indietro c'erano le guardie che avrebbero dovuto combattere fino all'ultimo. Queste guardie fungevano da ritardo ma non potevano reggere le unità lunghe equipaggiate con carri armati Lee-Grant. Tuttavia, la forza principale di Slim, la 4esimo I corpi, spostandosi direttamente a sud di Meiktila, incontrarono una forte resistenza intorno alla città di Pyawbwe, a circa 30 miglia da Meiktila. Nella lotta per Pyawbwe furono uccisi oltre 1.100 soldati giapponesi e 9 carri armati giapponesi furono distrutti. I combattimenti a Pyawbwe si sono rivelati cruciali. La forza giapponese in Birmania semplicemente non ha potuto sostenere tali perdite. Sulla carta l'Esercito giapponese XXXIII aveva tre divisioni di uomini ma nell'aprile del 1945 costituiva a malapena una singola divisione. Quegli uomini del XXXIII che potevano ancora combattere erano a corto di munizioni e cibo. Anche la perdita di 9 carri armati è stata di grande importanza come 4esimo Il corpo aveva una grande forza nell'armatura.

Il prossimo obiettivo dopo Pyawbwe era Toungoo, circa 100 miglia a sud, dove c'era un campo d'aviazione. Il comandante di 4esimo Il Corpo, il Generale Messervy, disse ai suoi ufficiali:

“La velocità è molto importante e i rischi devono essere accettati per ottenerla. Ogni giorno è prezioso. "

Una colonna di 1.200 carri armati, jeep, camion, macchine blindate e veicoli a ponte si spostava a sud. Sono state trasportate 1.900 tonnellate di attrezzature ponte Bailey. Quattro aerei da combattimento giapponesi hanno attaccato questa forza l'11 aprileesimoe sono stati persi 12 camion. Tuttavia, i giapponesi non potevano che ritardare l'avanzata degli Alleati poiché aveva quasi preso un slancio proprio. A Pyimana, a circa 100 miglia a sud di Meiktila, carri armati dalle 9esimo La brigata perse per un attimo la cattura del Generale Honda, comandante della XXXIII Armata.

Entro il 22 aprileND, gli Alleati avevano raggiunto Yedashe, a sole 184 miglia da Rangoon. Il loro compito fu reso più semplice dal lavoro dei Karen Levies - gruppi di ex uomini dell'esercito birmano - che furono organizzati dalla Forza 136, l'equivalente asiatico dell'Esecutivo delle Operazioni Speciali. I Karen Levies fecero saltare in aria i ponti e le strade che i giapponesi cercarono di usare per spostare i loro uomini e le loro attrezzature. Il lavoro svolto fu di grande importanza poiché significava che i giapponesi stavano combattendo due forze: una che avanzava a grande velocità verso Rangoon e l'altra invisibile.

Il 23 aprilerd, 4esimo Il corpo raggiunse la città di Toungoo, tre giorni prima del previsto. Tuttavia, il monsone era iniziato prima del previsto e qualsiasi tentativo di far volare i combattenti fuori dai due campi di aviazione di Toungoo non ha portato a nulla.

4esimo Il corpo tentò di arrivare a Rangoon per primo quando fu sconfitto da un atterraggio per mare del 26esimo La divisione indiana ha avuto luogo il 2 maggioND. Ciò corrispondeva al piano del generale Slim e Lord Mountbatten di essere:

"Martellare sulla porta posteriore mentre irrompo dalla parte anteriore."

1 maggiost, uomini dai 2/3rd Il battaglione di paracadute del Ghurkha era stato lasciato cadere a Elephant Point, un'area che comandava l'ingresso del porto di Rangoon. Dopo un feroce combattimento, presero Elephant Point e uccisero tutti tranne uno dei difensori giapponesi di stanza lì. Alle 07.00 del 2 maggioND, hanno avuto luogo i primi sbarchi.

In effetti, quando gli Alleati raggiunsero Rangoon stesso, non trovarono giapponese lì. Alle 16.00 del 3 maggio, le truppe dell'8 / 13th Frontier Force Rifles e l'1 / 8th Ghurkha Rifles sono sbarcate al porto di Rangoon. Ci vollero due settimane per riparare gli edifici del porto e spazzare l'acqua per le miniere, ma a metà maggio, le scorte di ogni genere erano state scaricate nei moli.

Guarda il video: RANGOON - The Real Story (Luglio 2020).