Corso di storia

Il bombardamento di Nagasaki

Il bombardamento di Nagasaki

Nagasaki subì la stessa sorte di Hiroshima nell'agosto del 1945. Il bombardamento di Nagasaki il 9 agosto fu l'ultimo grande atto della Seconda Guerra Mondiale e in pochi giorni i giapponesi si erano arresi.

Due importanti figure militari americane - il Generale Groves e l'Ammiraglio Purnell - erano convinti che due bombe atomiche sganciate a pochi giorni dall'altra avrebbero avuto un impatto così schiacciante sul governo giapponese da arrendersi. Gli scienziati di Los Alamos erano anche incuriositi dal tipo di bomba migliore: una bomba a base di uranio o plutonio. "Little Boy" ha mostrato la sua efficacia a Hiroshima, ma era necessaria un'altra missione di bombardamento per vedere quali danni poteva fare una bomba all'uranio.

Nagasaki non era l'obiettivo principale dell'America. Questo era Kokura. I tre potenziali obiettivi per una seconda bomba erano Kokura, Kyoto e Niigata. Nagasaki è stato aggiunto a un elenco di potenziali obiettivi quando Kyoto è stata ritirata (era stato l'obiettivo secondario per una seconda bomba) a causa delle sue associazioni religiose. Il terzo potenziale obiettivo era Niigata, ma questo è stato ritirato dall'elenco poiché la distanza era considerata troppo grande. Pertanto, agli americani furono lasciati solo due obiettivi: Kokura e Nagasaki.

Nagasaki era un'importante città di costruzione navale e un grande porto militare. Ma non era un bersaglio favorito in quanto era stato bombardato cinque volte nei dodici mesi precedenti e qualsiasi danno causato da una bomba atomica sarebbe stato difficile da valutare. Inoltre, il modo in cui Nagasaki era cresciuto come porto significava che l'impatto di una potente bomba poteva essere dissipato mentre la città era cresciuta attraverso colline e valli. La città fu anche distrutta da specchi d'acqua. Tuttavia, il destino e il tempo sarebbero stati la rovina di Nagasaki.

Mentre l'Enola Gay aveva fatto un viaggio relativamente tranquillo verso il suo obiettivo a Hiroshima, lo stesso non era vero per l'aereo scelto per sganciare la prossima bomba atomica - "Bockscar". Sia "Bockscar" che "Enola Gay" erano bombardieri della Superfortress B29. L'equipaggio di "Bockscar" si riunì per il loro decollo alle ore 03.40, il 9 agosto, a Tinian Island. Il comandante del volo, il maggiore Sweeney, scoprì che una delle pompe del carburante sul B29 non funzionava. 800 galloni di carburante per l'aviazione dovevano sedersi nel suo serbatoio del carburante - non poteva essere usato per i motori ma l'aereo doveva portare il suo peso e non ottenere nulla in cambio dal carburante.

"Bockscar" trasportava una bomba atomica diversa da "Little Boy" trasportata da "Enola Gay" per l'attentato di Hiroshima. "Fat Man" non era una bomba a pistola ma utilizzava il metodo dell'implosione; aveva un cerchio di 64 detonatori che avrebbero portato pezzi di plutonio in una massa supercritica. "Little Boy" aveva usato Uranium 235. "Fat Man" pesava circa 10.000 libbre ed era lungo 10 piedi e 8 pollici. Aveva la capacità esplosiva di circa 20.000 tonnellate di esplosivi ad alto potenziale.

'Uomo grasso'

Quando 'Bockscar' si avvicinò al suo obiettivo principale, Kokura, divenne chiaro che il tempo aveva salvato la città. La città era coperta da nuvole. Sweeney fece tre corse sulla città ma non riuscì a trovare una pausa. Con un problema di mancanza di carburante, decise di passare al suo unico altro obiettivo: Nagasaki. Sweeney aveva abbastanza carburante per una corsa in città e non abbastanza per tornare a Tinian. Dovrebbe atterrare a Okinawa.

L'esperto di armi su "Bockscar" era il comandante Ashworth. A Sweeney era stato ordinato che fosse consentita solo una corsa visiva, non una corsa guidata dal radar. Ashworth disse a Sweeney che il radar avrebbe dovuto essere usato se Nagasaki fosse coperto di nuvole - lo era. La maggior parte della corsa ai bombardamenti di Sweeney è stata effettuata utilizzando il radar, ma all'ultimo minuto è stata trovata una rottura nella nuvola dal mirino della bomba. Ha preso di mira una pista e a 28.900 piedi, 'Fat Man' è stato lasciato cadere.

Dato che Nagasaki era stato preso di mira in passato, le persone in città erano diventate blasé quando suonò la sirena del raid aereo. Lo stesso era vero il 9 agosto. L'ironia era che Nagasaki era ben servito da buoni rifugi antiaerei e molte meno persone sarebbero state uccise o ferite se le sirene del raid aereo fossero state ascoltate. Le colline circostanti erano state scavate gallerie che sarebbero state molto efficaci per le persone che avrebbero potuto raggiungerle.

"Fat Man" era una bomba molto efficace. La sua esplosione fu più grande di "Little Boy's" ma il suo impatto fu ridotto dalla topografia naturale della città. Dove l'esplosione della bomba ha colpito al suo apice, è stato fatto un danno enorme. Un'area di circa 2,3 miglia per 1,9 miglia fu distrutta ma altre parti della città furono salvate dall'esplosione. Curiosamente, il servizio ferroviario della città non fu interrotto e il danno da incendio che seguì Hiroshima non si verificò a Nagasaki poiché molte parti della città furono distrutte dall'acqua. I fuochi semplicemente non potevano attraversare queste lacune e si sono estinti.

Tuttavia, un notevole danno è stato fatto alla città. Le ferite orribili subite a Hiroshima furono testimoniate anche a Nagasaki. Le strutture mediche della città non furono completamente distrutte da "Fat Man" come a Hiroshima - ma nessuno era in grado di far fronte a coloro che erano rimasti feriti nell'esplosione.

Un sopravvissuto, Sadako Moriyama, era andato in un rifugio antiaereo quando suonarono le sirene. Dopo che la bomba fu esplosa, vide ciò che pensava fossero due grandi lucertole che strisciavano nel rifugio in cui si trovava, solo per rendersi conto che erano esseri umani i cui corpi erano stati fatti a pezzi della loro pelle a causa dell'esplosione della bomba.

La morte e gli infortuni a Nagasaki e nelle aree circostanti, dipendevano da dove vivevano le persone. Coloro che vivevano sul fianco della collina di Koba, a sole tre miglia e mezzo dal suolo zero, erano protetti dall'esplosione di una montagna. Le persone coinvolte nell'esplosione vennero a chiedere aiuto a Koba e Fujie Urata, che viveva a Koba e aveva visto un grande lampo, non riusciva a credere a ciò che stava vedendo. Descriveva persone con grandi fogli di pelle che pendevano dai loro corpi; grottesche facce gonfie; torsi coperti con grandi vesciche.

Come ad Hiroshima, molti a Nagasaki sono morti dopo che l'impatto immediato della bomba si era allontanato da misteriosi disturbi che ora associamo all'avvelenamento da radiazioni. Nessuno, comprensibilmente, sapeva cosa fare per aiutare le vittime di questa nuova malattia.

Nel 1953, un rapporto dell'indagine strategica sui bombardamenti degli Stati Uniti stabilì il numero di morti a 35.000, feriti a 60.000 e 5.000 dispersi. Nel 1960, i giapponesi misero a Nagasaki il numero di morti a 20.000 e il numero di feriti a 50.000. Più tardi, l'Ufficio Prefetturale di Nagasaki ha messo la cifra per morti solo a 87.000 con il 70% della zona industriale della città distrutta.

Guarda il video: LA BOMBA ATOMICA: Hiroshima e Nagasaki 1945 (Luglio 2020).