Inoltre

Bomber Command 1944

Bomber Command 1944



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il ruolo del Comando Bombardieri nella Seconda Guerra Mondiale è ancora causa di controversie. Nel 1992, una statua del leader del Comando Bombardieri, Arthur Harris, fu inaugurata a Londra - nel giro di 24 ore era stata imbrattata di vernice rossa. Negli ultimi anni, alcuni commentatori in Germania hanno affermato che le incursioni del Comando Bombardieri e dell'ottava aeronautica americana sulle città tedesche dovrebbero essere considerate un crimine alla pari con l'Olocausto. Il Comando Bombardieri stava facendo abbastanza irruzioni giornaliere contro obiettivi nazisti tedeschi dal 1944 in poi. Gli attacchi alle città tedesche e le perdite causate da questi attacchi sono stati la fonte di molte controversie e Winston Churchill non ha nemmeno menzionato il Comando Bombardiere nel suo discorso sulla vittoria del VE Day e nessuna medaglia di campagna è mai stata rilasciata all'unità.

Un bombardiere Lancaster

'Bombardiere' Harris, capo del Comando Bombardieri, credeva che un attacco prolungato e prolungato alle città tedesche avrebbe portato a un collasso del morale tedesco. I civili stessi avrebbero indotto la gerarchia nazista a fare causa per la pace, così credeva Harris. Fu così ordinato al Comando Bombardieri di attaccare di notte le città tedesche e le zone industriali al di fuori delle città. Si verificarono alcuni raid "specialistici" diversi dalla norma - il Dambuster Raid e il bombardamento del laboratorio di ricerca V1 e V2 a Peenemunde, per esempio. Tuttavia, per la maggior parte degli uomini che volarono con il Comando Bombardieri dal 1944 in poi, le città tedesche erano l'obiettivo principale e il tasso di attrito tra gli equipaggi era molto alto. Il Comando Bombardieri subì un tasso di vittime più elevato rispetto a qualsiasi altra parte dell'esercito britannico nella Seconda Guerra Mondiale - 55.573 uomini aerei furono persi, con una grande percentuale di questi uomini persi tra il 1944 e il 1945.

Mentre i bombardieri si radunavano nell'est della Gran Bretagna mentre si preparavano per il volo verso un bersaglio designato, erano al sicuro. Mentre attraversavano l'Europa occupata, affrontarono il vero pericolo di attacchi da parte dei caccia notturni tedeschi che potevano raccogliere un bombardiere sul loro radar. Mentre passavano in Germania hanno affrontato i pericoli del fuoco antiaereo. Se un grande aereo come il Lancaster o Stirling fosse catturato dal proiettore, avrebbe avuto scarse possibilità di fuga poiché il fuoco AA si sarebbe concentrato sul bersaglio illuminato.

“Era come se qualcuno avesse azionato un interruttore in una stanza buia e tu fossi stato scelto da tutti gli altri aerei intorno a te. E sapevi cosa sarebbe successo dopo, perché avevi visto altri aerei improvvisamente illuminati, quindi colpiti da proiettili. Sfere di fiamme provenivano dai motori, quindi dalla fusoliera, e vedevi che tutto andava su e giù fino a scomparire nell'oscurità totale. "Bob Pierson, mitragliere Lancaster.

Probabilmente la peggior notte del Comando Bombardiere arrivò nel marzo del 1944. Harris aveva preso di mira Nuremburg - Harris aveva selezionato personalmente obiettivi. L'attacco fu rischioso semplicemente a causa della distanza che gli equipaggi avrebbero dovuto volare - 1.500 miglia nell'arco di otto ore. Norimberga, a causa della sua associazione con il partito nazista, fu anche pesantemente difesa. Una notte di marzo di solito potrebbe garantire qualche forma di copertura nuvolosa per gli equipaggi. In questa notte c'era una luna piena e pochissima copertura. Quasi 800 bombardieri furono usati per il raid. Tuttavia, per qualsiasi motivo, la Luftwaffe aveva indovinato che Norimberga sarebbe stato l'obiettivo di quella notte. Nel giro di un'ora, 59 bombardieri furono abbattuti dai combattenti di Messerschmitt 109 e Focke-Wolfe. Durante il volo verso il loro obiettivo, anche gli equipaggi dei bombardieri hanno avuto un evento molto raro. I bombardieri di solito non creavano una scia di vapore inferiore a 25.000 piedi. Per questo raid, gli aerei volarono sotto i 25.000 piedi e alcuni erano bassi fino a 16.000 piedi. Per qualsiasi motivo meteorologico, gli aerei emettevano scie di vapore - indicando chiaramente ai piloti di caccia tedeschi dove si trovavano. Complessivamente, la perdita totale di Bomber Command in questa missione è stata di 64 lanci di Lancaster e 31 persi di Halifax - 670 uomini.

Sebbene i confronti possano essere spuri e potenzialmente fuorvianti, Fighter Command ha perso 515 piloti di tutte le nazionalità durante i quattro mesi interi della Battaglia d'Inghilterra (sebbene ciò rappresentasse il 17% di tutti i piloti). Il tasso di vittime dell'attacco a Norimberga, che è sopravvissuto relativamente incolume da questo raid poiché molte bombe non hanno raggiunto il loro obiettivo, è stato del 12% degli equipaggi - il 4% è stato considerato un tasso di perdita accettabile. Nonostante tali perdite, Harris, insieme agli americani, continuò con la sua politica di attacco alle città tedesche. Ciò culminò con l'attacco a Dresda nel febbraio 1945.

Post correlati

  • Bomber Command 1939

    Il Comando Bombardieri si trasferì nella sua nuova sede nei pressi di High Wycombe all'inizio del 1940. Il suo comandante in capo, Sir Edgar Ludlow-Hewitt, si trasferì in un centro che aveva diretto ...

  • I mille bombardieri

    Bomber Command ottenne un nuovo comandante nel febbraio del 1942: Air Marshall Arthur "Bomber" Harris. Credeva che il Comando Bombardieri non avesse ancora dimostrato il suo ...


Guarda il video: 3 Brothers Documentary Bomber Command 1944 (Agosto 2022).